Principale / Ghiandola pituitaria

No. 928, 25-OH Vitamina D (25-OH Vitamina D, 25 (OH) D, 25-idrossicalciferolo)

Nel complesso degli studi per la diagnosi dei disturbi del metabolismo del calcio associati a rachitismo, gravidanza, disturbi alimentari e digestione, osteodistrofia renale, ipoparatiroidismo, osteoporosi postmenopausale.

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Vitamina D 25-OH

La vitamina D 25-OH è il principale metabolita della vitamina D, che è costantemente presente nel sangue. Appartiene alle vitamine liposolubili.

Fonti di vitamina D:

  • Prodotti alimentari - olio di pesce, burro, uova, formaggio, ricotta. D2 (ergocalciferolo) entra nel corpo con loro.
  • Pelle umana, in cui D3 (colecalciferolo) è formato da radiazioni ultraviolette.

Una volta nell'intestino con il cibo, la vitamina D può essere assorbita solo in presenza di bile. La maggior parte fa parte dei chilomicroni (la forma di trasporto dei trigliceridi) - circa il 60-80%. Il resto della vitamina D entra nella linfa, nel sangue e con il flusso sanguigno nel fegato.

La vitamina D che si forma nella pelle viene anche consegnata al fegato, dove la vitamina D da 25-OH è prodotta da "cibo" e "pelle" vitamina D, e una parte di essa viene quindi trasferita ai reni per ottenere la forma biologicamente più attiva di vitamina - 1,25 (OH) 2D3 calcitriolo).

Quest'ultimo è un ormone steroideo che stimola l'assorbimento di calcio e fosforo nell'intestino. Nonostante la sua alta attività, la sua emivita è di soli 3-6 ore, mentre la vitamina D di 25-OH - 21 giorni.

La vitamina D 25-OH è una forma di vitamina D che riflette al meglio lo stato del metabolismo della vitamina D nel corpo.

Il ruolo principale della vitamina D nel corpo è l'effetto sul metabolismo del calcio e del fosforo.

1,25 (OH) 2D3 (calcitriolo) stimola la formazione di proteine ​​leganti il ​​calcio, che promuove l'assorbimento di calcio nell'intestino.

La vitamina D migliora la formazione di citrato nel tessuto osseo. Questi sono sali di acido citrico, che sono necessari per fornire energia ai processi di formazione dell'osso. Inoltre, la vitamina D stimola la formazione del tessuto osseo.

Se il livello di calcio nel sangue diminuisce, le ghiandole paratiroidi vengono attivate e producono l'ormone paratiroideo, che rimuove il calcio dalle ossa e aumenta quindi il suo livello nel sangue. Allo stesso tempo l'ormone paratiroideo aumenta l'escrezione di fosfato nelle urine. Per mantenere costante la concentrazione di fosfati nel sangue, la fosfatasi alcalina aumenta il rilascio di fosfati dal tessuto osseo nel sangue.

La carenza di vitamina D nel corpo per un lungo periodo è pericolosa a causa di una diminuzione dell'assorbimento di calcio nell'intestino a causa della mancanza di sintesi di proteine ​​leganti il ​​calcio, demineralizzazione delle ossa dello scheletro a causa della lisciviazione di calcio e fosfato da esse. Di conseguenza, i bambini sviluppano il rachitismo - la colonna vertebrale è piegata, le ossa del cranio diventano più sottili, compaiono i segni di iperplasia ossea - ispessimento delle costole (perline), braccialetti rachitici ai polsi. Negli adulti, la carenza di vitamina D porta ad un ammorbidimento delle ossa (osteomalacia), aumento dell'eccitabilità neuromuscolare e nei casi gravi si verificano convulsioni.

Un eccesso di vitamina D è pericoloso aumentando il livello di calcio nel sangue e nelle urine, effetti tossici sul corpo. C'è una deposizione irreversibile dei sali di calcio nei reni, nelle pareti dei vasi sanguigni dei polmoni, nell'intestino e nel cuore, c'è una persistente disfunzione di questi organi. Pertanto, quando si tratta di vitamina D, non si deve dimenticare la verità: "Meglio è un grande rachitismo che una piccola ipervitaminosi D".

Il livello di vitamina D nel sangue dipende dal periodo dell'anno (più alto in estate che in inverno), dall'età (nei giovani più alti che negli anziani), dalle caratteristiche della nutrizione umana.

Indicazioni per l'analisi

Valutazione del metabolismo del calcio e del fosforo.

Osteodistrofia renale (danno alle ossa dello scheletro in caso di insufficienza renale cronica).

Diagnosi dell'osteoporosi postmenopausale.

Diminuzione della funzione delle ghiandole paratiroidi.

Preparazione per lo studio

Dall'ultimo pasto all'assunzione di sangue, il periodo di tempo dovrebbe essere superiore a otto ore.

Alla vigilia di escludere dalla dieta cibi grassi, non assumere bevande alcoliche.

Per 1 ora prima di prendere il sangue per l'analisi non può fumare.

Non è raccomandato donare il sangue immediatamente dopo aver eseguito radiografia, radiografia, ecografia, fisioterapia.

Il sangue per la ricerca viene assunto al mattino a stomaco vuoto, anche il tè o il caffè sono esclusi.

È consentito bere acqua naturale.

20-30 minuti prima dello studio, al paziente viene consigliato riposo emotivo e fisico.

Materiale di studio

Interpretazione dei risultati

Standard: 25 - 80 ng / ml, il livello ottimale (US Institute of Medicine, 2010) - 20-50 ng / ml.

Aumentare:

1. Eccessivo consumo di preparati a base di vitamina D.

2. La funzione in eccesso delle ghiandole paratiroidi.

3. Sarcoidosi del sistema respiratorio.

4. Uso a lungo termine di farmaci antiepilettici.

ridotto:

1. Mancanza di assunzione di vitamina D con il cibo (vegetarismo, bambini nutriti con biberon).

2. Assorbimento insufficiente di vitamina D nell'intestino (sindrome da malassorbimento).

3. Mancanza di luce solare.

5. Distruzione ossea in neoplasie maligne.

6. Insufficienza renale progressiva.

7. Osteodistrofia renale.

8. Diminuzione della funzione delle ghiandole paratiroidi.

9. Violazione della produzione o escrezione della bile nelle malattie del fegato.

10. Cirrosi epatica.

11. Farmaci: fenitoina, fenobarbital, anticoagulanti orali, rifampicina.

Scegli i tuoi sintomi di preoccupazione, rispondi alle domande. Scopri quanto è grave il tuo problema e se hai bisogno di vedere un medico.

Prima di utilizzare le informazioni fornite dal sito medportal.org, si prega di leggere i termini del contratto utente.

Accordo per gli utenti

Il sito medportal.org fornisce servizi soggetti alle condizioni descritte in questo documento. Iniziando a utilizzare il sito Web, confermi di aver letto i termini del presente Accordo utente prima di utilizzare il sito e di accettare tutti i termini del presente Accordo per intero. Si prega di non utilizzare il sito Web se non si accettano tali termini.

Descrizione del servizio

Tutte le informazioni pubblicate sul sito sono solo di riferimento, le informazioni tratte da fonti pubbliche sono di riferimento e non sono pubblicità. Il sito medportal.org fornisce servizi che consentono all'Utente di cercare droghe nei dati ottenuti dalle farmacie come parte di un accordo tra farmacie e medportal.org. Per facilitare l'uso dei dati del sito sui farmaci, gli integratori alimentari sono sistematizzati e portati a una singola ortografia.

Il sito medportal.org fornisce servizi che consentono all'Utente di cercare cliniche e altre informazioni mediche.

limitazione di responsabilità

Le informazioni inserite nei risultati di ricerca non sono un'offerta pubblica. L'amministrazione del sito medportal.org non garantisce l'accuratezza, la completezza e (o) la pertinenza dei dati visualizzati. L'amministrazione del sito medportal.org non è responsabile per il danno o il danno che potresti aver subito dall'accesso o dall'impossibilità di accedere al sito o dall'uso o dall'impossibilità di utilizzare questo sito.

Accettando i termini di questo accordo, comprendi e accetti pienamente che:

Le informazioni sul sito sono solo di riferimento.

L'amministrazione del sito medportal.org non garantisce l'assenza di errori e discrepanze riguardo al dichiarato sul sito e l'effettiva disponibilità di beni e prezzi per le merci in farmacia.

L'utente si impegna a chiarire le informazioni di interesse tramite una telefonata alla farmacia o utilizzare le informazioni fornite a propria discrezione.

L'amministrazione del sito medportal.org non garantisce l'assenza di errori e discrepanze riguardo al programma di lavoro delle cliniche, i loro dettagli di contatto - numeri di telefono e indirizzi.

Né l'Amministrazione di medportal.org, né alcuna altra parte coinvolta nel processo di fornitura di informazioni, saranno responsabili per qualsiasi danno o danno che si è potuto sostenere per aver completamente fatto affidamento sulle informazioni contenute in questo sito.

L'amministrazione del sito medportal.org si impegna e si impegna a compiere ulteriori sforzi per ridurre al minimo discrepanze ed errori nelle informazioni fornite.

L'amministrazione del sito medportal.org non garantisce l'assenza di guasti tecnici, anche per quanto riguarda il funzionamento del software. L'amministrazione del sito medportal.org si impegna al più presto a compiere ogni sforzo per eliminare eventuali errori ed errori in caso di accadimento.

L'utente è avvisato che l'amministrazione del sito medportal.org non è responsabile per la visita e l'utilizzo di risorse esterne, i cui collegamenti possono essere contenuti nel sito, non fornisce l'approvazione per il loro contenuto e non è responsabile per la loro disponibilità.

L'amministrazione del sito medportal.org si riserva il diritto di sospendere il sito, di modificare parzialmente o completamente il suo contenuto, di apportare modifiche all'Accordo con l'utente. Tali modifiche sono apportate solo a discrezione dell'Amministrazione senza preavviso all'Utente.

Riconosci di aver letto i termini del presente Accordo per l'utente e di accettare tutti i termini del presente Accordo per intero.

Le informazioni pubblicitarie su cui il posizionamento sul sito ha un corrispondente accordo con l'inserzionista, sono contrassegnate come "pubblicità".

Esame del sangue per la vitamina D - ciò che è necessario, il tasso nel sangue di donne e uomini

Tutti conoscono i benefici e il significato della vitamina D per il corpo. È necessario per lo sviluppo del sistema muscolo-scheletrico, la forza delle ossa, dei denti e delle unghie, il corretto metabolismo. Da dove proviene è anche noto: essere al sole contribuisce alla sua sintesi nel corpo stesso, e pesci grassi e latticini riempiono le loro riserve dall'esterno. E come fai a sapere se c'è abbastanza di questa vitamina, c'è una sovrabbondanza e cosa dovresti fare se l'equilibrio è disturbato? Le informazioni necessarie possono essere ottenute utilizzando uno speciale esame del sangue per la vitamina D.

Per che cosa è un esame del sangue per la vitamina D?

Lo studio dei fluidi biologici sul contenuto di alcuni composti chimici in essi fornisce informazioni sullo stato del corpo. Una carenza o eccesso di vitamine porta a difetti dello sviluppo in tenera età e alla comparsa di varie malattie in un secondo momento. Le analisi del sangue aiutano a identificare cause specifiche e sviluppare una strategia di trattamento.

Cos'è la vitamina D?

Sotto questo nome, un gruppo di composti chimici specifici - calciferols (6 varietà) è combinato, il più significativo dei quali è due:

  • D2 - È ergocalciferolo, che entra nel corpo solo con il cibo.
  • D3 - colecalciferolo, parzialmente proveniente dall'esterno con il cibo, così come sintetizzato dalle cellule della pelle al sole.

Entrambi i composti sono provitamine - sostanze che devono subire una certa trasformazione chimica prima che inizino a svolgere le loro funzioni. Entrano nel sangue (dalla pelle nel caso della biosintesi o dall'intestino, dove vengono assorbiti dal cibo), quindi nel fegato. Al fine di assimilare la vitamina D, i grassi devono essere presenti nel cibo. Inoltre, come tutti i composti liposolubili, sono in grado di accumularsi nel tessuto adiposo e rilasciare se necessario.

L'attivazione del colecalciferolo avviene in due fasi. In primo luogo, nelle cellule del fegato, un gruppo ossidrile è collegato ad esso e risulta 25 OH vitamina D o calcidiolo, che nel rene si trasforma in 1,25 (OH)2D3(1,25-diidrossi-colecalciferolo) o calcitriolo. Dopo tutte le trasformazioni, la vitamina è pronta a svolgere le sue funzioni biologiche.

Ruolo nel corpo

Le funzioni principali della vitamina D includono:

  • Catturare e garantire l'assorbimento nel sangue di importanti elementi in traccia come il fosforo e il calcio. Il processo avviene nell'intestino tenue, dove vengono rilasciati dal cibo durante la digestione.
  • Aumento della trascrizione degli acidi nucleici nei nuclei delle cellule, che contribuisce al processo di moltiplicazione cellulare e riduce la probabilità di mutazioni genetiche.
  • La partecipazione ai processi metabolici, aumentando così l'immunità e prevenendo varie malattie del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema endocrino (aterosclerosi, diabete mellito, patologie autoimmuni sono direttamente correlate alla carenza di vitamine).
  • Regolazione della sintesi di ormoni importanti, come la paratiroide. La mancanza di calciferolo porta ad un aumento della produzione di ormone paratiroideo, che a sua volta inibisce la formazione di tessuto osseo.

Pertanto, la vitamina D è vitale per il normale funzionamento dell'intero organismo. Migliora la difesa immunitaria, assicura il corretto sviluppo dello scheletro e il funzionamento dei muscoli, regola lo sfondo ormonale, previene le malattie dei sistemi cardiovascolare ed endocrino, il sistema muscolo-scheletrico, la pelle. Inoltre, la formazione e lo sviluppo dei tumori del cancro dipende dal livello di vitamina D.

Indicazioni per l'analisi

Quando è necessario condurre un esame del sangue per il contenuto di calciferolo? Di solito è prescritto da un medico (puoi fare un'analisi della vitamina D da solo, in un laboratorio a pagamento) nei seguenti casi:

  • ritardo della crescita e deformità ossee nei bambini;
  • dolore osseo e articolare, osteoporosi negli adulti;
  • fratture frequenti;
  • photodermatitis;
  • aumento dei livelli di ormone paratiroideo;
  • malattie gastrointestinali (disturbi digestivi, colite, pancreatite cronica, morbo di Crohn);
  • lupus eritematoso sistemico, in particolare con lesioni estese della pelle;
  • diminuzione dei livelli ematici di fosforo e concentrazioni di calcio secondo studi biochimici.

L'analisi è obbligatoria prima delle operazioni sul tessuto osseo, sull'impianto dentale e sui pazienti menzogneri.

Qual è il nome del test del sangue per la vitamina D

Studi di laboratorio sui livelli plasmatici di idrossi-colecalciferolo possono essere chiamati in modo diverso. Le designazioni come 25-OH vitamina D, 25-idrossicalciferolo, 25-OH vitamina D o 25 (OH) D sono utilizzate in diversi laboratori.

Il tasso di vitamina D nel sangue nelle donne e negli uomini

Nella comunità scientifica da molto tempo ci sono state discussioni su quale tipo di calciferolo fornisce la massima informazione sul suo contenuto nel sangue e su quali valori considerare la norma. Attualmente, l'opzione migliore è misurare il volume di idrossi-calciferolo intermedio - 25 OH di vitamina D - nel plasma sanguigno.

La norma per una persona, garantendo la salute delle ossa e dell'organismo nel suo complesso, è un indicatore non inferiore a 30 ng per millilitro. E sebbene non sia stato possibile identificare l'effetto positivo dell'aumento del livello, a volte l'intervallo da 75 a 125 ng per millilitro è considerato ottimale. Per la vitamina D, i livelli ematici sono gli stessi per uomini e donne. Più in dettaglio sulla più moderna interpretazione dei valori - nella tabella:

Stato di vitamina D

Concentrazione plasmatica, ng / ml

Cause e sintomi di carenza

Tra le deviazioni dalla norma, la carenza di vitamina D è la più comune tra le possibili cause di carenza vitaminica, le più significative sono:

  • Malfunzionamenti nei reni, fegato, intestino. Con la disfunzione di uno di questi organi, il processo di assorbimento e trasformazione del colecalciferolo in una forma attiva è disturbato.
  • Una dieta squilibrata, in cui non solo le fonti di vitamina D sono insufficienti, ma anche i grassi per il suo assorbimento.
  • Bassi livelli di vitamina D nel sangue delle donne durante la gravidanza sono spesso associati non solo ai maggiori bisogni del corpo, ma anche al rapido aumento di peso della futura gestante. In questo caso, la vitamina non è coinvolta nel metabolismo e depositata nel grasso corporeo, entrando nel sangue in quantità insufficiente.
  • Mancanza di rimanere al sole. Le caratteristiche climatiche, l'uso di indumenti chiusi, l'uso di cosmetici protettivi può portare a una deficienza di colecalciferolo.

Va tenuto presente che anche l'irradiazione regolare non garantisce una sufficiente sintesi di vitamine. Ad esempio, l'inquinamento atmosferico impedisce il passaggio delle radiazioni ultraviolette attraverso di esso. Anche la lunghezza d'onda è importante: l'abbronzatura è più utile al mattino e al tramonto. Inoltre, con l'età e con la pelle scura, il processo di produzione di colecalciferolo è più lento.

Insonnia, affaticamento, perdita di appetito, bruciore alla gola, ridotta acuità visiva, deterioramento dei denti, capelli, unghie e pelle, crampi muscolari, indicano una carenza di vitamina D nella fase iniziale. Successivamente, il dolore alle ossa (e fratture frequenti), i problemi con i vasi sanguigni e il cuore possono unirsi a questi segni. Nei bambini, la carenza si manifesta con ritardo di crescita e una caratteristica curvatura degli arti a causa di osteomalacia (ammorbidimento del tessuto osseo) - rachitismo.

Vitamina D e malattie

La diminuzione della concentrazione di vitamina D nel test del sangue è osservata in una varietà di malattie. Studi scientifici hanno permesso di stabilire la relazione tra la mancanza di calciferols e alcuni processi patologici nel corpo.

osteoporosi

La cosiddetta malattia sistemica, caratterizzata da una diminuzione della densità ossea dovuta a una violazione del metabolismo minerale. Nelle analisi del sangue, vi è una diminuzione del calcio, che porta sia a una carenza e un eccesso di idrossi-colecalciferolo. Di conseguenza, le ossa diventano molto fragili, spesso rotte e deformate.

Malattie autoimmuni

L'artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerosi multipla e altre malattie causate dall'aggressione del sistema immunitario in relazione al proprio corpo sono direttamente correlate alla mancanza di colecalciferolo. La bassa concentrazione di vitamina D nel sangue porta all'attivazione dei linfociti T, che iniziano a combattere con cellule "estranee".

Adenomi paratiroidi

La carenza di Calciferolo porta ad una diminuzione della concentrazione di calcio nel sangue. Le ghiandole paratiroidi iniziano a produrre l'ormone paratiroideo, che irriga il minerale dalle ossa per mantenere l'equilibrio desiderato. L'ipovitaminosi prolungata porta alla proliferazione incontrollata del tessuto ghiandolare e alla formazione di tumori benigni - adenomi.

Tumori maligni

La vitamina D svolge un ruolo significativo nello sviluppo del cancro. Nelle fasi iniziali, blocca le mutazioni cellulari, innesca il meccanismo della loro autodistruzione, previene la crescita del tumore e le metastasi. La diminuzione della vitamina D nel sangue porta alla rapida progressione dei tumori maligni.

La presenza di un tumore può indicare un aumento della concentrazione. Di solito si osserva nel cancro alle ossa, a causa della sua distruzione. Inoltre, alcuni tipi di carcinomi sintetizzano un ormone simile nella struttura alla paratiroide. In risposta, il calciferolo viene rilasciato dai depositi di grasso corporeo.

Sintomi e cause di ipervitaminosi

Se l'analisi del sangue per la vitamina D indica un eccesso della sua concentrazione normale, c'è un'intossicazione da vitamina D. È più spesso osservato nei bambini (specialmente nel primo anno di vita) che negli adulti e si manifesta per due motivi. Il contenuto di idrossi-colecalciferolo nel sangue aumenta quando vengono assunte dosi troppo elevate dei suoi farmaci o vi è una maggiore sensibilità. Di conseguenza, il calcio si deposita nei tessuti, contribuendo alla loro ossificazione e allo sviluppo di varie patologie.

Un aumento del contenuto di vitamina D nel plasma si manifesta con sintomi come:

  • disturbi del sonno;
  • perdita di appetito;
  • sete e pelle secca;
  • disturbi digestivi (alternando costipazione con diarrea);
  • febbre costante di basso grado;
  • tachicardia, crampi, dolore alle ossa e ai muscoli.

Le analisi del sangue di laboratorio mostrano un aumento dei livelli di calcio con una diminuzione simultanea della concentrazione di fosforo, magnesio, potassio e ormone paratiroideo. Nelle urine aumenta il contenuto di fosforo e calcio.

Cosa fare con le deviazioni dalla norma?

L'ipervitaminosi viene trattata con l'abolizione di tutti i preparati di vitamina D, la correzione della dieta (i prodotti ricchi di colecalciferolo ne sono esclusi), la prescrizione di vitamine C, E, A e il gruppo B, i corticosteroidi. Con una carenza di vitamine, un complesso di misure dipende dalla causa della carenza. Se si tratta di una disfunzione dell'intestino, dei reni o del fegato, è richiesta la diagnosi e il trattamento di questi organi. In altri casi, è necessario regolare il cibo, più spesso per essere in strada con tempo soleggiato, per assumere determinati farmaci.

Radiazioni UV

La mancanza di radiazioni ultraviolette è compensata dall'esposizione regolare al sole al mattino e alla sera. Gli abiti dovrebbero essere aperti, non usare cosmetici con filtri UV. Le persone con un aumento della pigmentazione della pelle (pelle scura, pelle scura) devono abbronzarsi più a lungo dei proprietari di pelle pallida. Va tenuto presente che la visita a un solarium contribuisce anche alla biosintesi del colecalciferolo, ma una tale esposizione potente può causare il melanoma - il cancro della pelle.

dieta

Quando il cibo diventa causa di carenza di vitamina D, nella dieta vengono introdotti cibi ricchi di chole ed ergocalciferolo. Puoi sapere dove e quanti di questi sono contenuti nella tabella.

Prodotti, 100 g

Contenuto di vitamina D, UI

Vitamina D, 25-idrossi (calciferolo)

Il 25-idrossicalciferolo è un prodotto intermedio della conversione della vitamina D, il cui livello nel sangue può essere utilizzato per giudicare la saturazione del corpo con calciferolo e rivelare una carenza o eccesso di vitamina D.

Sinonimi russi

Vitamina D, 25-idrossivitamina D, 25-idrossicalciferolo.

Sinonimi inglesi

Vitamina D, 25-idrossi, 25-idrossicalciferolo, 25-OH-D, colecalciferolo Metabolita, vitamina D3 Metabolita, calcidiolo (25-idrossi-vitamina D), calcifidiolo (25-idrossi-vitamina D), 25 (OH) D.

Metodo di ricerca

Unità di misura

Ng / ml (nanogrammo per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi per lo studio?

  1. Non mangiare per 2-3 ore prima dello studio, puoi bere acqua pulita e non gassata.
  2. Non fumare per 30 minuti prima di donare il sangue.

Informazioni generali sullo studio

La vitamina D è una sostanza liposolubile necessaria per mantenere i livelli di calcio, fosforo e magnesio nel sangue. Con la sua azione è un fattore ormonale e anti-rachitico. Esistono diverse forme di vitamina D che possono essere rilevate nel sangue: 25-idrossivitamina D [25 (OH) D] e 1,25-diidrossivitamina D [1,25 (OH) (2) D]. La 25-idrossivitamina D è la principale forma inattiva dell'ormone contenuto nel sangue, il precursore dell'ormone attivo 1,25-diidrossivitamina D. Per determinare la quantità di vitamina D, la 25-idrossivitamina D viene solitamente utilizzata a causa della sua alta concentrazione e lunga emivita.

Per origine, la vitamina D è di due tipi: endogeno (colecalciferolo), che si forma nella pelle sotto l'influenza della luce solare, ed esogeno (ergocalciferolo), che entra nel corpo con il cibo. Fonti alimentari di vitamina D: pesce grasso (ad esempio salmone, sgombro), olio di pesce. Fondamentalmente, la vitamina D è il prodotto della conversione del 7-deidrocolesterolo, che si forma nella pelle sotto l'influenza della radiazione ultravioletta con una lunghezza d'onda di 290-315 nm. La sintesi della vitamina D dipende dalla durata dell'esposizione e dall'intensità della radiazione. Non c'è eccesso di calciferolo in questo caso, dal momento che esistono meccanismi di difesa fotosensibili che metabolizzano l'eccesso di vitamina D a tachisterolo e lumisterolo. Nel fegato, la vitamina D viene convertita in 25-idrossicalciferolo, che è il principale indicatore di laboratorio del livello di vitamina D nel corpo. Nel sangue, questa forma di vitamina viene trasportata in combinazione con proteine. Nei reni, il 25-OH-D viene convertito in una forma biologicamente attiva di vitamina D - 1,25-diidrossialciferolo (1,25-OH (2) -D), che stimola l'assorbimento del calcio nell'intestino e il riassorbimento di calcio e fosforo nei reni.

Con la carenza di vitamina D, i livelli di calcio vengono compensati mobilitandoli dal tessuto osseo, che può portare a osteomalacia, rachitismo nei bambini e osteoporosi negli adulti. Secondo alcuni studi, la carenza di vitamina D è anche associata a malattie autoimmuni, cancro alla prostata, cancro al seno, tumore del colon, ipertensione, malattie cardiache, sclerosi multipla e diabete di tipo 1. Il rischio di sviluppare carenza di vitamina D è alto nelle persone con insufficiente assorbimento di nutrienti nell'intestino (ad esempio, nella malattia di Crohn, insufficienza pancreatica extra pancreatica, fibrosi cistica, celiachia, condizioni dopo la resezione dello stomaco e dell'intestino), malattie del fegato e sindrome nefrosica. Anche gli anziani, i residenti delle latitudini settentrionali e le persone che evitano la luce solare soffrono di carenza di vitamina D. Pertanto, non è raro che bambini e adulti a rischio di carenza di vitamina D prescrivano farmaci con ergo- o colecalciferolo.

Tuttavia, il consumo eccessivo di vitamina D ha effetti negativi. Il suo eccesso è tossico, può causare nausea, vomito, crescita e ritardo dello sviluppo, danno renale, metabolismo del calcio alterato e sistema immunitario. A questo proposito, è importante controllare il livello di vitamina D nel sangue, diagnosi tempestiva della sua carenza o sovrabbondanza.

A cosa serve la ricerca?

  • Per la diagnosi di carenza o eccesso di vitamina D.
  • Identificare le cause dei disturbi del metabolismo del calcio, patologia del tessuto osseo.
  • Monitorare l'efficacia del trattamento con i preparati di vitamina D e l'aggiustamento della dose.

Quando è programmato uno studio?

  • Con sintomi di carenza di vitamina D, come la curvatura delle ossa nei bambini (rachitismo) e debolezza, ammorbidimento e fragilità delle ossa negli adulti (osteomalacia).
  • Con una diagnosi completa del metabolismo del calcio.
  • Con un basso livello di calcio nel sangue e cambiamenti nel livello di ormone paratiroideo.
  • Prima di iniziare il trattamento dell'osteoporosi (alcuni moderni farmaci per l'osteoporosi contengono la dose raccomandata di vitamina D).
  • Con sindrome da malassorbimento (contro la fibrosi cistica, morbo di Crohn, celiachia).
  • Durante il trattamento con preparati contenenti vitamina D.

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento: 30 - 70 ng / ml.

Cause di un livello ridotto di 25 idrossivitamina D:

  • mancanza di luce solare;
  • assunzione insufficiente di vitamina D dal cibo;
  • violazione dell'assorbimento di vitamina D dall'intestino con sindrome da malassorbimento;
  • sindrome nefrosica (a causa di un aumento della perdita di liquidi e proteine);
  • malattia del fegato (violazione di una delle fasi del metabolismo della vitamina D);
  • prendere alcuni farmaci (ad esempio la fenitoina, che influenza la capacità del fegato di produrre 25-idrossivitamina D).

Elevati livelli di 25-idrossivitamina D:

  • uso eccessivo di farmaci contenenti vitamina D.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Farmaci che riducono il livello di 25-idrossicalciferolo nel sangue: fenitoina, fenobarbital, rifampicina, anticoagulanti orali.
  • Gravidanza.

Note importanti

  • Alte concentrazioni di vitamina D e calcio possono causare calcificazione e danni agli organi, in particolare ai reni e ai vasi sanguigni.
  • I livelli di vitamina D, calcio, fosforo e paratormone sono strettamente correlati. Quindi, con un eccesso di vitamina D e calcio, la sintesi dell'ormone paratiroideo diminuisce.
  • Durante la gravidanza, il metabolismo della vitamina D è controllato dalla prolattina e dall'ormone somatotropo.

Chi fa lo studio?

Pediatra, terapeuta, ortopedico, traumatologo, reumatologo, endocrinologo.

Vitamina D: carenza di vitamina D, sovradosaggio

La vitamina D ha 2 forme principali: D2 (ergocalciferolo) e D3 (Colecalciferolo); quest'ultimo è la forma naturale della vitamina e la forma utilizzata per piccole dosi.

Vitamina D3 (assorbita dalla pelle dalla luce solare diretta (radiazione ultravioletta H) ed è presente nella dieta principalmente in olio di pesce e pesce di mare.In alcuni paesi sviluppati, il latte D e altri alimenti sono arricchiti con vitamina D. Il latte materno contiene poca vitamina D, in media, solo il 10% della quantità di latte vaccino arricchito. La necessità di vitamina D aumenta con l'età a causa di una diminuzione della sintesi della pelle.

La vitamina D è un pro-ormone con diversi metaboliti attivi che agiscono come ormoni. La vitamina D viene convertita nel fegato a 25 (OH) D, che a sua volta si trasforma in 1,25 (OH) nei reni2 D (1,25-diidrossicolor-calciferolo, calcitriolo o l'ormone attivo della vitamina D). 25 (OH) D, la principale forma circolante, ha una certa attività metabolica, ma 1,25 (01-1)2 D è il più metabolicamente attivo. Trasforma in 1,25 (01-1)2 D è regolato dalla sua concentrazione, dall'ormone paratiroideo (PG) e dalla concentrazione di Ca e fosfato nel sangue.

La vitamina D colpisce molti organi e sistemi, ma principalmente aumenta l'assorbimento di Ca e fosfato nell'intestino, contribuisce alla normale osteogenesi e mineralizzazione. La vitamina D e i suoi analoghi sono usati per trattare la psoriasi, l'ipoparatereosi, l'osteodistrofia renale, possibilmente leucemia, cancro al seno, prostata, intestino crasso; possono anche essere usati per l'immunosoppressione. I benefici della vitamina D per la prevenzione della leucemia e del cancro al seno, della prostata e del cancro al colon non sono stati dimostrati.

Effetti della vitamina D e dei suoi metaboliti

La mancanza interrompe la mineralizzazione delle ossa. Il trattamento è l'appuntamento di vitamina D, Ca e fosfato all'interno. La prevenzione è spesso usata. In rari casi, i disturbi metabolici della vitamina D (dipendenza) causano malattie ereditarie.

La Rachite e l'osteomalacia sono il risultato di varie condizioni [ad esempio, vari disturbi dei tubuli renali, rachitismo familiare ipofosfatemico, acidosi metabolica cronica, ipoparatiroidismo (diminuzione dell'assorbimento della vitamina D) assunzione inadeguata di Ca con il cibo, nonché di malattie e droghe che violano la mineralizzazione della matrice ossea)].

La carenza di vitamina D provoca ipocalcemia, che stimola la produzione di PTH, causando iperparatiroidismo. L'iperparatiroidismo aumenta l'assorbimento, la mobilizzazione delle ossa e la conservazione del calcio nei reni, ma aumenta l'escrezione di fosfato.

Cause dell'insufficienza di vitamina D

La carenza di vitamina D può verificarsi per i seguenti motivi:

Esposizione o consumo insufficiente. In genere l'esposizione inadeguata al sole e l'assunzione inadeguata di cibo dovrebbero essere presenti insieme per causare un deficit clinico. Le persone anziane (con malnutrizione e esposizione al sole) e alcune categorie (ad esempio, donne e bambini che sono a casa, o quelli che indossano vestiti che coprono tutto il corpo e il viso) sono soggetti ad esso. Le riserve inadeguate di vitamina D sono tipiche degli anziani, in particolare quelli che sono confinati in una casa, collocati in una casa di cura, ricoverati in ospedale o che hanno una frattura dell'anca. L'esposizione diretta raccomandata alla luce solare è di 5-15 minuti (dose sub-aritimale) su braccia e gambe o sul viso, braccia e mani, almeno 3 volte a settimana. Tuttavia, molti dermatologi non raccomandano una maggiore esposizione alla luce solare a causa dell'aumentato rischio di cancro della pelle.

Assorbimento ridotto Il malassorbimento può privare il corpo di vitamina D dietetica; Solo una piccola quantità di 25 (OH) D subisce il ricircolo epato-intestinale.

Disordini metabolici La carenza di vitamina D può derivare da difetti nella sintesi di 25 (OH) 2 D. Le persone con malattia renale cronica di solito sviluppano rachitismo o osteomalacia, perché la produzione di 1,25 (OH)2 D nel rene diminuisce e il livello di fosfato aumenta.

Resistenza alla vitamina D. Il rachitismo ereditario di vitamina D di tipo II ha diverse forme ed è causato da mutazioni del recettore a 1,25 (OH)2 D. Questo recettore influenza il metabolismo delle cellule intestinali, renali, ossee e di altro tipo. Con tali forme, nonostante la presenza di 1.25 (OH)2 D in quantità sufficiente, la sua funzione è bloccata a causa dell'inefficacia della funzione del recettore.

Sintomi e segni di carenza di vitamina D

La carenza di vitamina D può causare dolore muscolare, debolezza muscolare, dolore alle ossa a qualsiasi età.

Una carenza di vitamina D in una donna incinta causa una deficienza nel feto. A volte una grave deficienza può causare osteomalacia nella madre, portando a rachitismo con lesioni della metafisi ossea nel neonato. Nei bambini piccoli, il rachitismo provoca l'ammorbidimento delle ossa di tutto il cranio (craniotabes). Alla palpazione, le ossa parietali occipitali e posteriori sono percepite come una palla da ping-pong. Con il rachitismo nei bambini più grandi, i tempi dell'inizio della seduta e della scansione, la chiusura delle fontane è in ritardo; hanno un cranio prominente e ispessimento costale-cartilagineo. Gli ispessimenti a coste e cartilaginei ricordano sfere che sporgono dai lati del torace (perle rachitiche). Nei bambini di età compresa tra 1 e 4 anni, la cartilagine epifisaria aumenta nelle estremità inferiori delle ossa radiale, ulnare, tibiale e del perone; la cifoscoliosi si sviluppa e il momento dell'inizio della camminata è in ritardo. I bambini più grandi e gli adolescenti hanno una camminata dolorosa.

La tetania rachitica è causata da ipocalcemia e può accompagnare la carenza di vitamina D sia nei bambini che negli adulti. La tetania può causare parestesie delle labbra, della lingua e delle dita; spasmo dei muscoli facciali. La carenza di vitamina D nella madre può causare tetania nel neonato.

L'osteomalacia predispone alle fratture. Le fratture dell'anca anziane possono derivare anche da un trauma minimo.

Diagnosi di carenza di vitamina d

  • Livelli 25 (OH) D (D2 + D3).
  • Insufficiente esposizione al sole o nutrizione insufficiente.
  • Sintomi e segni di rachitismo, osteomalacia, tetania neonatale.
  • Cambiamenti ossei caratteristici nell'esame radiologico.

Radiografia delle ossa radiali e ulnari, livelli di Ca, fosfato, fosfatasi alcalina, PG e 25 (OH) D nel sangue sono necessari per differenziare la carenza di vitamina D da altre cause di demineralizzazione ossea.

I neonati con craniotabes devono essere testati sierologicamente per la sifilide, nonostante il fatto che la sifilide congenita provochi il craniotabes più spesso nei neonati e il rachitismo nei bambini di età compresa tra 2-4 mesi. I rachitici possono essere distinti dalla condrodistrofia, perché tali pazienti sono caratterizzati da una grande testa, arti corti, ossa ispessite e dense, normali livelli sierici di Ca, fosfato, fosfatasi alcalina.

In caso di rachitismo infantile, la tetania può essere clinicamente indistinguibile dalle convulsioni a causa di altre cause.Gli esami del sangue e una storia della malattia possono aiutare nella diagnosi differenziale.

I cambiamenti nelle ossa rivelati dalla diffrazione dei raggi X precedono l'insorgere dei sintomi clinici. Nel rachitismo, i cambiamenti sono più evidenti alle estremità inferiori del radio e dell'ulna. Le estremità diafisarie perdono il loro scudo di nitidezza, i contorni hanno la forma di una ciotola con diluizioni chiazzate o limpide.In seguito, poiché le estremità della radiazione e dell'ulna non sono calcificate, diventano permeabili ai raggi X, la distanza tra loro e le ossa metacarpali sembra essere aumentata. La matrice ossea in altri luoghi diventa anche permeabile ai raggi X. Le deformazioni caratteristiche sono una conseguenza della flessione delle ossa nella zona dell'articolazione della cartilagine con la diafisi (stelo), poiché il fusto è debole. Non appena inizia la guarigione, una sottile linea bianca di calcificazione appare nella regione dell'epifisi, che diventa più densa e più densa con l'ulteriore sviluppo del processo di calcificazione. Quindi la matrice ossea è calcificata e sembra un oscuramento a livello subperiostale.

Negli adulti, le radiografie mostrano la demineralizzazione delle ossa, in particolare della colonna vertebrale, del bacino e degli arti inferiori; si possono vedere anche lastre fibrose e aree di demineralizzazione difettose, simili a nastri, appaiono nello strato corticale delle ossa (pseudo-frattura, linee di Luser, sindrome di Milkman).

Se la diagnosi non è chiara, è possibile misurare i livelli sierici di 1,25 (OH) D.2h Concentrazione di Ca nelle urine. In caso di grave carenza, i livelli di 1,25 (OH) D2 il siero è anormalmente basso e di solito non viene rilevato. Il contenuto di Ca nelle urine è basso in tutte le forme di carenza, tranne nei casi causati da acidosi.

Con una carenza di vitamina D, il siero di Ca può essere basso o, a causa di iperparatiroidismo secondario, normale. Il fosfato sierico di solito diminuisce e aumenta la fosfatasi alcalina. La concentrazione di PG nel sangue aumenta.

Trattamento di carenza di vitamina D

  • Correzione del deficit di calcio e fosfato.
  • Integratore di vitamina D.

La carenza di Ca (che è comune) e di fosfato deve essere regolata. Mentre il consumo di Ca e P è adeguato, agli adulti con osteomalacia e ai bambini con rachitismo non complicato viene prescritta vitamina P in una dose di 40 μg (1 600 UI) per via orale una volta al giorno. Siero di latte 25 (OH) D e 1,25 (OH) D2, che non è necessario misurare, iniziare ad aumentare entro 1 o 2 giorni. Siero di latte e fosfato aumentano, e la fosfatasi alcalina diminuisce per circa 10 giorni. Entro 3 settimane, una quantità sufficiente di Ca e fosfato viene immagazzinata nelle ossa in modo che possa essere vista sulla radiografia. Approssimativamente tra un mese, la dose può essere ridotta al solito livello di supporto di 15 μg / g (600 ME) una volta al giorno. In presenza di tetania, la supplementazione di vitamina D deve essere supportata dalla somministrazione endovenosa di sali di Ca per 1 settimana.I pazienti anziani devono ricevere da 25 a> 50 μg (da 1000 a> 2 000 ME) al giorno per mantenere un livello di 25 (OH) D> 20 μg / ml (> 50 mmol / l); questa dose è superiore alla dose giornaliera raccomandata (PCH) per le persone sotto i 70 anni (600 ME) o sopra i 70 anni (800 ME) e può superare l'attuale limite massimo di assunzione di vitamina D a 2.000 IU / giorno.

Poiché, a causa della violazione della formazione di metaboliti della vitamina D, il rachitismo e l'osteomalacia sono resistenti alla vitamina D, non sono suscettibili di trattamento con dosi che di solito sono efficaci per il rachitismo a causa dell'assorbimento insufficiente. Una valutazione dello stato endocrinologico è necessaria perché il trattamento dipende dal disturbo specifico. Quando la produzione di 25 (OH) D è compromessa, l'assunzione di vitamina D ad una dose di 50 μg (2000 ME) aumenta i livelli sierici una volta al giorno e porta al miglioramento clinico. I pazienti con malattia renale spesso necessitano di una dose aggiuntiva di 1,25 (OH) D2D.

Rachitismo ereditario vitamina D di tipo I trattabile 1,25 (OH) D2 alla dose di 1-2 mcg per via orale 1 volta al giorno. Dosi molto elevate (ad esempio 10-24 μg / die) 1.25 (OH) D aiutano alcuni pazienti con rachitismo di tipo II ereditario vitamina D.2; altri richiedono infusioni di Ca continue.

Prevenzione della carenza di vitamina D

Particolarmente importanti sono le raccomandazioni nutrizionali per quelle categorie di persone che sono a rischio di carenza di vitamina D. Quando si allatta al seno, si raccomanda di prescrivere vitamina D ad una dose aggiuntiva di 5,0 μg (ME) 1 volta al giorno dalla nascita e fino a 6 mesi; da 6 mesi una dieta più varia è benefica. L'arricchimento di vitamina D con losanghe fresche di chapati usate dagli immigrati indiani nel Regno Unito si è dimostrato molto efficace. I benefici dell'esposizione alla luce solare per lo stato di vitamina 0 dovrebbero essere confrontati con l'aumento dei danni alla pelle e il rischio di cancro della pelle.

Quando si allatta al seno, si raccomanda di prescrivere la vitamina D in aggiunta a una dose di 5,0 μg (200 ME) 1 volta al giorno dal momento della nascita a 6 mesi; da 6 mesi una dieta più varia è benefica. L'ergocalciferolo viene somministrato una volta in una dose di 2,5 mg (100.000 ME) per via intramuscolare a adolescenti una volta al giorno, solitamente in autunno, per mantenere livelli adeguati di 25 (OH) D durante l'inverno.L'assunzione giornaliera raccomandata di vitamina D è di 400 UI per le persone di 51 anni fino a 70 e 600 UI per quelli sopra i 70 anni; molti considerano questo consumo troppo basso.

Sovradosaggio di vitamina D

Di norma, l'intossicazione da vitamina D è una conseguenza del suo consumo in quantità eccessive. L'ipercalcemia severa di solito causa l'insorgenza dei sintomi. La diagnosi si basa su livelli ematici elevati di 25 (OH) D. Il trattamento consiste nell'arrestare l'assunzione di vitamina D, limitare il calcio nella dieta, ripristinare il deficit del volume intravascolare e, in grave intossicazione, prescrivere glucocorticoidi o bifosfonati.

Poiché la sintesi del suo potente metabolita -1.25 (OH) D2 - sotto stretto controllo, l'intossicazione da vitamina di solito si verifica solo se sono state prese dosi eccessive (prescritte o overdose). La vitamina D ad un dosaggio di 1.000 mcg (40.000 ME) al giorno provoca iperavitaminosi da 1 a 4 mesi. Negli adulti, dosi di 1.250 mcg (50.000 IU) al giorno per diversi mesi possono portare a ipervitaminosi. L'ipervitaminosi da vitamina D può svilupparsi iatrogenicamente con un trattamento eccessivamente aggressivo di ipoparatiroidismo.

Sintomi e segni di vitamina D

I sintomi principali sono causati da ipercalcemia. Possono verificarsi anoressia, toxo-ga e vomito, che spesso accompagnano poliuria, polidipsia, debolezza, nervosismo, prurito e nel tempo, insufficienza renale. Proteinuria, cilindro urinario, azotemia possono svilupparsi.

Diagnosi di vitamina d

  • Ipercalcemia combinata con fattori di rischio.

Una storia di assunzione di quantità eccessive di vitamina D può essere l'unica chiave per differenziare l'intossicazione da vitamina D da altre cause di ipercalcemia. Un aumento del Ca di siero a un livello di 12-16 mg / dl (3-4 mmol / l) è un sicuro segno dell'inizio dei sintomi di intossicazione.

Trattamento con vitamina D

Ricostituzione della perdita di liquidi per via endovenosa in combinazione con l'introduzione di corticosteroidi o bifosfonati.

Dopo la sospensione della vitamina D, i glucocorticoidi oi bifosfonati (rallentano il riassorbimento osseo) sono prescritti per ridurre i livelli di Ca nel sangue.

Il danno renale sviluppato o le calcificazioni metastatiche possono essere irreversibili.

Perché hai bisogno di vitamina D nel corpo e questo mostra una deviazione dalla norma nell'analisi del sangue

La vitamina D 25-OH è una delle tante sostanze necessarie per il normale funzionamento del corpo umano. Questa non è una vitamina separata, ma un intero gruppo di coloro che entrano nel flusso sanguigno con il cibo e si sottopongono a biotrasformazione nei tessuti del fegato. Dopo di che, queste sostanze vengono processate dai reni, quindi è spesso con questi due organi che le ragioni della diminuzione del livello di vitamina D nel sangue sono collegate.

Questa sostanza svolge un ruolo molto importante e la sua carenza può avere conseguenze estremamente gravi. Per questo motivo, è necessario assumere l'atteggiamento più responsabile per la questione del contenuto di questa vitamina nel corpo.

Cos'è la vitamina D 25-OH e quali funzioni svolge?

Nel corpo umano, a seconda del suo genere, questa sostanza svolge un certo ruolo, che in nessun caso non deve essere sottovalutato. Per iniziare, considera le funzioni generali che esegue.

La vitamina D 25-OH è responsabile del trasporto di fosforo e calcio in tutto il corpo e, se il deficit di fosforo è estremamente raro, l'ipokaliemia è un'anomalia comune, ma molto pericolosa. Quindi, con la mancanza di questo elemento traccia, vi è un significativo ammorbidimento del tessuto osseo, in conseguenza del quale le ossa diventano fragili, fragili. Il risultato di tale deviazione può essere frequente e fratture multiple, anche con cadute minori o stress meccanico.

Inoltre, la vitamina D 25-OH contribuisce a:

  • abbassare i livelli di colesterolo nel sangue;
  • ridurre il rischio di un processo cancerogeno in vari organi e sistemi interni;
  • prevenire lo sviluppo di patologie autoimmuni;
  • stimolazione dell'immunità, ecc.

Questa vitamina è necessaria per tutti, senza eccezioni, quindi quando è carente nel corpo, è necessario consultare immediatamente un medico e superare tutti i test necessari. Senza i loro risultati, nessuna misura, in particolare, l'uso di medicinali contenenti questa sostanza, sono categoricamente non raccomandati.

Vitamina D per le donne

La vitamina D è estremamente importante per le donne di qualsiasi età, perché prende una parte attiva nel funzionamento degli organi riproduttivi. Particolarmente acuta è la necessità di questa sostanza in pazienti che sono alla vigilia della menopausa o che hanno già superato questa linea. Durante questo periodo di tempo c'è un'intensa perdita di composti del calcio da parte dell'organismo, che viene semplicemente lavato via dalle cellule. La conseguenza di ciò, come già notato, sono seri problemi di salute delle ossa.

Vitamina D - cos'altro è necessario per le donne? Questa sostanza previene gravi malfunzionamenti nel processo del metabolismo, che possono causare patologie così pericolose nelle donne come:

  • ovaie policistiche;
  • diabete mellito gestazionale, che causa lo sviluppo del diabete di tipo 2;
  • varie patologie ginecologiche.

La vitamina D è molto importante per le future mamme, così come per il feto, quindi alle donne in gravidanza devono essere prescritti complessi multivitaminici contenenti questa sostanza.

Benefici per gli uomini

La vitamina D 25-OH è anche importante per il maschio perché regola il funzionamento del loro sistema riproduttivo. Abbastanza spesso, la carenza di questa sostanza porta ad un rallentamento degli spermatozoi e, di conseguenza, all'incapacità della fecondazione dell'uovo. Sullo sviluppo dell'osteoporosi e dell'osteomalacia, derivanti da una carenza di vitamina D, e nulla da dire: queste sono le patologie più comuni che si sviluppano sotto l'influenza della carenza acuta e prolungata di questa sostanza nel corpo maschile.

Vitamina D per i bambini

È molto importante condurre un esame del sangue regolare per la vitamina D nei neonati e nei bambini fino a un anno, poiché durante questo periodo di tempo le ossa del cranio vengono rafforzate. La malattia più pericolosa a cui può portare una deficienza di questa sostanza è il rachitismo. Questa è una patologia pericolosa, causata, in particolare, dalla mancanza di calcio, che viene trasportato insieme alle strutture di questa vitamina.

Tuttavia, non pensare che reintegrare l'equilibrio di questa sostanza sia una cura per tutte le malattie. Oltre a questo, ci sono molti altri elementi che sono importanti per il normale funzionamento del corpo, quindi non dovresti concentrarti solo su uno di essi.

Normali livelli ematici di vitamina D

Il tasso di vitamina D nel sangue non è direttamente correlato al sesso e all'età del paziente. I suoi indicatori generalmente accettati sono 75-250 nmol / l. Queste cifre possono variare leggermente in una direzione o nell'altra, a seconda della stagione e della dieta della persona.

È importante capire che eventuali deviazioni dagli indicatori ottimali sono la ragione per condurre ulteriori ricerche. L'aumento del livello di questo elemento, così come la sua diminuzione, è una grave anomalia che può parlare di malfunzionamenti nel lavoro degli organi interni.

Come puoi vedere, il tasso di vitamina D nel sangue negli uomini, nelle donne e nei bambini è lo stesso. Ma le ragioni per le deviazioni dagli indicatori ottimali in questi gruppi di pazienti possono differire in qualche modo, quindi uno studio clinico speciale può essere prescritto da un medico per la loro accurata determinazione.

Perché la vitamina D 25-OH è bassa?

Le cause dei bassi livelli di vitamina D nel sangue possono essere diverse. Ma spesso sono associati a gravi violazioni nel lavoro degli organi interni. Le patologie più comuni che possono innescare una carenza di questa sostanza sono:

  • alterazione della funzionalità renale, inclusa insufficienza renale;
  • insufficienza epatica acuta o cronica, in cui la vitamina D 25-OH è ridotta;
  • carenza cronica di questa sostanza (raramente, ma succede).

Se parliamo delle cause relativamente inoffensive delle deviazioni dagli indicatori normali, allora queste includono:

  • esposizione al sole rara (la luce del sole è una delle fonti più potenti di questa sostanza);
  • assunzione di farmaci dal gruppo di barbiturici, anti-tubercolosi e farmaci lassativi;
  • consumo insufficiente di alimenti contenenti questa sostanza.

Il tasso di vitamina D nel sangue di donne, uomini e bambini dovrebbe essere sostenuto mangiando tuorli d'uovo, fegato di manzo, sardine, sgombri e altri tipi di pesce. Ahimè, ci sono pochissimi prodotti naturali contenenti questa sostanza. Se parliamo di piante, allora non lo contengono affatto.

Al fine di mantenere i livelli di vitamina D, l'olio di pesce è raccomandato per i bambini. In particolare, riguarda l'olio di fegato di merluzzo. Ci sono anche speciali gocce orali di vitamina D3, che è così importante per la formazione delle ossa in un neonato.

Tuttavia, qualsiasi preparato farmaceutico deve essere prescritto esclusivamente da un medico, poiché questa sostanza può causare potenti reazioni allergiche. Tale decisione può essere presa da un medico solo dopo aver testato la vitamina D 25-OH.

Quando è necessario un test della vitamina D e cosa mostra?

Se ci sono sintomi ansiosi che indicano una carenza di questa sostanza nel corpo, il paziente deve sottoporsi a un esame del sangue per determinare il livello di vitamina D.

Le indicazioni per l'analisi possono essere:

  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore irragionevole nell'area delle ossa dell'anca;
  • mancanza di energia;
  • frequenti attacchi di mialgia diffusa;
  • fratture frequenti;
  • disturbo del sonno.

Sulla base di questi sintomi, cosa mostra il sangue per la vitamina D? Sulla base dei risultati ottenuti, il medico può sospettare che il paziente abbia le seguenti patologie:

  • rachitismo (non solo nei bambini, ma anche negli adulti);
  • l'osteoporosi;
  • pancreatite o gastrite, che è passata nella fase della cronicità;
  • La malattia di Whipple e altri.

Cos'altro mostra un'analisi della vitamina D e queste patologie sono pericolose per la salute del paziente? Altre patologie che possono indicare un basso livello di questa sostanza possono essere:

  • Sindrome di Burnet;
  • ipocalcemia;
  • sconfitta delle ossa scheletriche, che si sono sviluppate sullo sfondo di insufficienza renale cronica, ecc.

Qual è l'analisi della vitamina D? Questo studio è chiamato vitamina D 25-idrossi (calciferolo). Ci sono altre varietà di questo studio, ma sono meno frequenti. Qualunque cosa fosse, e la decisione di eseguire tale analisi rimane ancora per il dottore.

La norma della vitamina D nel corpo dovrebbe essere sempre mantenuta da una persona con l'aiuto di vari mezzi - prendere il sole al sole, mangiare il cibo sopra, assumere farmaci. La cosa principale è non lasciare che la situazione faccia il suo corso, se il primo campanello d'allarme, indicando una carenza di questa sostanza nel sangue. Ricorda che è meglio prevenire qualsiasi malattia che sprecare tempo ed energia per un trattamento a lungo termine!

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La somatostatina, nota anche come ormone che inibisce l'ormone della crescita (GHIH), è prodotta da molti tessuti nel corpo umano, principalmente nei sistemi nervoso e digestivo.

Il progesterone è un ormone sessuale femminile molto importante. È prodotto nel corpo luteo e nelle ghiandole surrenali (in piccole quantità).Il ruolo del progesterone nel corpo di una donna è grande - dipende da lui che dipende la concezione e il trasporto del bambino.

Il corso Boldenone più Testosterone Enanthate è considerato uno degli esempi di maggior successo della combinazione di due steroidi anabolizzanti iniettabili, che è adatto per i principianti e gli atleti professionisti.