Principale / Cisti

Adg meccanismo d'azione

Gli impulsi nervosi che causano la secrezione di ADH, sono il risultato di una serie di diversi fattori stimolanti. Il principale stimolo fisiologico è l'aumento dell'osmolalità del plasma. Il suo effetto è mediato dagli osmocettori localizzati nell'ipotalamo e dai barocettori situati nel cuore e in altre parti del sistema vascolare. L'emodiluizione (diminuzione dell'osmolalità) ha l'effetto opposto. Altri stimoli includono lo stress emotivo e fisico e l'esposizione ad agenti farmacologici, tra cui acetilcolina, nicotina e morfina. Nella maggior parte dei casi, l'aumento della secrezione è combinato con un aumento della sintesi di ADH e neurophysin II, poiché non esaurisce le riserve di ormoni. L'adrenalina e gli agenti che causano un aumento del volume plasmatico sopprimono la secrezione di ADH; l'etanolo ha un effetto simile.

Meccanismo d'azione

Le cellule bersaglio fisiologicamente più importanti per l'ADH nei mammiferi sono cellule dei tubuli contorti distali e dei tubuli di raccolta del rene. Questi dotti attraversano il midollo dei reni, dove il gradiente di osmolalità dei soluti extracellulari è 4 volte superiore rispetto al plasma. Le cellule di questi dotti sono relativamente impermeabili all'acqua, quindi in assenza di ADH, l'urina non si concentra e può essere espulsa in quantità superiori a un giorno. L'ADH aumenta la permeabilità delle cellule all'acqua e aiuta a mantenere l'equilibrio osmotico tra l'urina dei tubuli collettori e il contenuto ipertonico dello spazio interstiziale, per cui il volume di urina viene mantenuto entro 24 ore. Sulle membrane mucose (urinarie) delle cellule epiteliali di queste strutture ci sono i recettori ADH associati all'adenilato ciclasi; credo che l'azione di ADH sui tubuli renali sia mediata da cAMP. L'azione fisiologica descritta è stata la base per chiamare l'ormone "antidiuretico". Gli inibitori di cAMP e fosfodiesterasi imitano gli effetti dell'ADH. il

In condizioni in vivo, un aumento di calcio nel mezzo che lava la superficie mucosa dei tubuli ritarda l'azione di ADH sul movimento dell'acqua (ovviamente, inibendo l'adenilato ciclasi, poiché l'effetto di cAMP stesso non diminuisce). Il meccanismo descritto può in parte causare un aumento della diuresi, caratteristica dei pazienti con ipercalcemia.

fisiopatologia

Le violazioni della secrezione o dell'azione di ADH portano al diabete insipido, che è caratterizzato dal rilascio di grandi volumi di urina diluita. Il diabete insipido primario associato a carenza di ADH si sviluppa solitamente quando il tratto ipotalamico-ipofisario è danneggiato a causa di una frattura, di un tumore o di una infezione della base del cranio: tuttavia, può anche essere di natura ereditaria. Nel diabete insipido nefrogenico ereditario, la secrezione di ADH rimane normale, ma le cellule bersaglio perdono la capacità di rispondere all'ormone, probabilmente a causa di una violazione della sua ricezione (vedi Tabella 43.2). Questo difetto ereditario si differenzia dal diabete insipido nefrogenico acquisito, che si verifica più spesso con la somministrazione terapeutica del litio in pazienti con psicosi maniaco-depressiva. La sindrome da insufficiente secrezione di ADH è solitamente associata alla formazione ectopica di un ormone da parte di vari tumori (solitamente tumori polmonari), ma può anche essere osservata in malattie cerebrali, infezioni polmonari o ipotiroidismo. Tale secrezione è considerata inadeguata perché la produzione di ADH avviene ad un tasso normale o elevato in condizioni di ipoosmolarità, e ciò causa un'iponatriemia sostenuta e progressiva con il rilascio di urina ipertonica.

RIFERIMENTI

Ormoni della ghiandola pituitaria anteriore

Douglass J., Cive / li O., espressione genica di Herbert E. Polyprotein: Generazione di diversità di peptidi neuroendocrini, Annu. Rev. Biochem., 1984, 53, 665.

Frantz A.G. Prolattina, N. Engl. J. Med., 1978, 298, 201.

Krieger D. T. Le molteplici facce della pro-opiomelanocortina, una molecola precursore prototipo, Clin. Res., 1983, 3, 342.

Krulich L. Neurotrasmettitori centrali e la selezione di prolattina. GH, LH e TSH, Annu. Rev. Physiol., 1979, 41, 603.

Nikolics K. et al. Un fattore che inibisce la prolattina per l'ormone umano che rilascia la gonadotropina, Nature, 1986. 316, 511.

Pierce J.G.. Parsons T.F. Ormoni glicoproteici: struttura e funzione, Annu. Rev. Biochem 1981, 50, 465.

Crescita del locus cromosomico. Nucleic Acids Res., 1983, 11, 3939.

Ormoni del lobo posteriore della ghiandola pituitaria

Accordo I. T. La ghiandola pituitaria posteriore, Clin. Endocrinol., 1975, 4, 89.

Robertson G. L. Regolazione della funzione vasopressina in salute e malattia, Prog Resent. Horm. Res.. 1977, 33, 333.

Imura, H. et al. Effetto dei peptidi CNS sulla regolazione ipotalamica della secrezione ipofisaria, Adv. Biochem. Psychopharma-col, 1981. 28, 557.

Labrie F. et al. Meccanismo d'azione degli ormoni ipotalamici nella adenoipofisi, Annu. Rev. Physiol., 1979, 41, 555.

Reichlin S. Systems per lo studio della regolazione della secrezione di neuropeptide. In: Neurosecrezione e Peptidi cerebrali: implicazioni per la funzione cerebrale e la malattia neurologica, Martin J. B., Reichlin S., Bick K. L. (a cura di), Raven Press, 1981.

Vasopressina - ormone antidiuretico (ADH)

La vasopressina è uno degli ormoni dell'ipotalamo. È formato nei neuroni a cellule grandi di questa regione del cervello. Successivamente, la vasopressina viene trasportata nella neuroipofisi, dove si accumula.

Il ruolo della vasopressina nel corpo

L'effetto principale della vasopressina è sul metabolismo dell'acqua. Un altro nome per questa sostanza è l'ormone antidiuretico (ADH). Infatti, l'aumento della concentrazione di vasopressina porta ad una diminuzione della quantità di urina rilasciata (diuresi).

I principali effetti biologici di ADH:

  • aumentare il riassorbimento dell'acqua;
  • riduzione di sodio nel sangue;
  • un aumento del volume del sangue nei vasi;
  • aumento della quantità totale di acqua nei tessuti corporei.

Inoltre, l'ormone antidiuretico influisce sul tono delle fibre muscolari lisce. Questo effetto si manifesta con un aumento del tono vascolare (arteriole, capillari) e della pressione sanguigna.

Si ritiene che l'ADH sia coinvolto nei processi intellettuali (apprendimento, memoria) e forma alcune forme di comportamento sociale (relazioni familiari, attaccamento paterno ai bambini, controllo delle reazioni aggressive).

Isolamento di ADH nel sangue

L'ormone antidiuretico accumulato nella neuroipofisi viene rilasciato nel sangue sotto l'influenza di due fattori principali: un aumento della concentrazione di sodio e altri ioni nel sangue e una diminuzione del volume di sangue circolante.

Entrambe queste condizioni sono una manifestazione di disidratazione. Per la diagnosi precoce di perdita di liquidi pericolosi per la vita, esistono speciali cellule recettrici sensibili. Un aumento della concentrazione plasmatica di sodio è fissato dagli osmorecettori nel cervello e in altri organi. E un basso volume di sangue nei vasi si trova nell'atrio e nelle vene intratoraciche.

Normalmente, l'ormone antidiuretico vasopressina viene secreto in quantità sufficienti per mantenere la costanza del mezzo liquido interno del corpo.

Soprattutto un sacco di vasopressina entra nel flusso sanguigno per lesioni, sindrome del dolore, shock, perdita di sangue enorme. Inoltre, alcuni farmaci e disturbi mentali possono innescare un aumento di ADH.

Mancanza di vasopressina

Un livello insufficiente di ADH nel sangue porta allo sviluppo di una forma centrale di diabete insipido. In questa malattia, la funzione di ricaptazione di acqua nei tubuli renali è inibita. L'urina si distingue molto. Durante il giorno la diuresi può raggiungere i 10-20 litri. Una caratteristica è il basso peso specifico dell'urina, che è quasi uguale alla densità specifica del plasma sanguigno.

I pazienti con diabete mellito sono tormentati da grave sete, secchezza delle fauci secche, pelle secca e mucose. Se un paziente viene privato dell'opportunità di bere acqua per qualsiasi motivo, svilupperà rapidamente la disidratazione. La manifestazione di questa condizione è una forte perdita di peso corporeo, una diminuzione della pressione sanguigna (inferiore a 90/60 mm Hg. Art.), Una violazione delle funzioni del sistema nervoso centrale.

Il diabete mellito viene diagnosticato utilizzando campioni di urina, sangue, Zimnitsky. In alcuni casi, è necessario limitare l'assunzione di liquidi per un breve periodo di tempo con il controllo della composizione del sangue e della densità delle urine. L'analisi per la vasopressina non è efficace.

La ragione per ridurre la secrezione di ormone antidiuretico può essere una predisposizione genetica, lesione cerebrale traumatica, meningite, encefalite, emorragia nel tessuto funzionale, un tumore pituitario o ipotalamo. Questa malattia si sviluppa spesso dopo il trattamento chirurgico o radioterapico delle neoplasie cerebrali.

Abbastanza spesso, la causa del diabete insipido non può essere stabilita. Tale diminuzione della secrezione di ADH è detta idiopatica.

Il trattamento della forma centrale del diabete insipido viene effettuato da un endocrinologo. L'ormone antidiuretico sintetico è usato per la terapia.

Eccessiva secrezione di vasopressina

L'eccessivo rilascio dell'ormone ipotalamo vasopressina si trova nella sindrome di Parhona. Questa è una patologia piuttosto rara.

La sindrome da insufficiente secrezione di ormone antidiuretico (sindrome di Parkhon) si manifesta con bassa densità plasmatica, iponatriemia ed escrezione di urina concentrata.

Pertanto, un eccesso di ADH provoca una perdita di elettroliti e intossicazione da acqua. Sotto l'azione della vasopressina, l'acqua viene trattenuta nel corpo e gli oligoelementi lasciano il flusso sanguigno.

I pazienti sono preoccupati per una piccola quantità di diuresi, aumento di peso, grave debolezza, crampi, nausea, perdita di appetito, mal di testa.

Nei casi più gravi, coma e morte si verificano a causa del gonfiore del cervello e della soppressione delle funzioni vitali.

La causa dell'insufficiente secrezione dell'ormone antidiuretico sono alcune forme di cancro (in particolare, tumore polmonare a piccole cellule), fibrosi cistica, patologia broncopolmonare e malattie cerebrali. La sindrome di Parhona può essere una manifestazione di intolleranza individuale a determinati farmaci. Ad esempio, oppiacei, barbiturici, farmaci non steroidei, psicofarmaci, ecc. Possono provocarlo.

Il trattamento dei livelli in eccesso di ormone antidiuretico viene effettuato dagli antagonisti della vasopressina (vaptani). È importante limitare la quantità di liquidi che bevete a 500-1000 ml al giorno.

Adg meccanismo d'azione

Blocca l'entrata di sodio nella cella

Frenare Na K 2Cl del co-trasportatore

Braking NaCl Cotransporter

Blocco del canale del sodio

Blocca il rilascio di sodio dalla cellula

Blocca l'alimentazione di energia delle pompe ioniche e il lavoro delle pompe stesse

(Glicosidi cardiaci, acido etacrinico)

Inibizione competitiva dell'effetto di aldosterone

Blocco di tutte le fasi del trasferimento di sodio attraverso la cellula

L'aumento della concentrazione osmotica del fluido tubulare a causa di sostanze che non vengono riassorbite.

Ormone antidiuretico vasopressina: il meccanismo della sua azione e funzione

L'ormone antidiuretico o vasopressina è un oligoelemento che regola la rimozione di acqua dal corpo. Se un guasto ormonale si verifica nel corpo e un ormone antidiuretico non riesce a soddisfare le sue funzioni per qualche motivo, allora una persona può perdere fino a 20 litri di acqua con l'urina. In questo caso, la norma è considerata 1-2 litri. Quindi, l'ormone antidiuretico protegge una persona dalla morte causata dalla disidratazione. Sfortunatamente, non esistono analoghi dell'ormone antidiuretico nel corpo. Questo elemento del metabolismo biochimico è unico.

Vasopressina funziona

Ormone antidiuretico sintetizzato dall'ipotalamo, che fa parte del sistema endocrino. Insieme con l'ipofisi, la ghiandola surrenale e la ghiandola tiroidea. La vasopressina è un ormone che non entra immediatamente nel flusso sanguigno, ma si accumula precedentemente nella ghiandola pituitaria. Entra nel flusso sanguigno solo dopo aver raggiunto un livello critico.

L'ormone antidiuretico o la vasopressina non solo rimuovono l'acqua attraverso i reni, ma regola anche la quantità di sangue, diluendo il plasma. L'azione dell'ormone antidiuretico è abbastanza semplice - aumenta la permeabilità delle pareti dei tubi di raccolta nel parenchima del rene. Durante la filtrazione, il fluido ritorna nel flusso sanguigno e scorie ed elementi pesanti penetrano nelle urine.

Se nel corpo non esiste ormone antidiuretico, l'urina primaria esce semplicemente attraverso i reni, insieme a proteine ​​e minerali. Durante il giorno, i reni riescono a passare fino a 150 litri di urina primaria attraverso loro stessi. Una mancanza di vasopressina può portare a una morte molto rapida e dolorosa di una persona.

Ci sono alcune funzioni non correlate al prelievo di liquidi, ma non meno importanti per l'uomo:

  1. L'ADH ha un effetto positivo sul tono muscolare liscio. Ciò influisce sul lavoro del tratto gastrointestinale.
  2. Sotto l'influenza di ADH, il cuore e le grandi navi funzionano meglio.
  3. Vasopressina e ossitocina regolano la pressione sanguigna, specialmente alla periferia del sistema circolatorio.
  4. Provocando spasmi di piccoli vasi nelle aree danneggiate, i vasopressori fermano rapidamente il sanguinamento. A questo proposito, queste sostanze sono prodotte dal corpo a causa di stress, danni fisici o dolore.
  5. I vasopressori che colpiscono i vasi sanguigni con cui terminano le arterie sono in grado di aumentare la pressione sanguigna. Questo di per sé non è pericoloso, a meno che la persona non sia una ipertensione cronica.
  6. La formula ormonale vasopressina consente di influenzare il sistema nervoso centrale. Quindi i vazopressori causano l'istinto paterno negli uomini, sopprimono gli attacchi di aggressione e aiutano una persona a scegliere un compagno di vita. Per l'ultima caratteristica chiamo il microelemento - l'ormone della fedeltà.

Diagnosi di violazioni del livello di ADH

L'ampio meccanismo di azione dell'ADH rende abbastanza preciso determinare il suo livello nel sangue e, soprattutto, per trovare nel più breve tempo possibile le ragioni del suo aumento o diminuzione. Per fare questo, non è sufficiente fare semplicemente un esame del sangue per il contenuto di ormone antidiuretico in esso.

Inoltre, il paziente deve donare sangue e urina per l'analisi biochimica, a seguito della quale viene determinata la quantità di potassio, sodio, cloro e altri oligoelementi. Assicurati di dare analisi su aldosterone, un ormone secreto dalle ghiandole surrenali e regolando il metabolismo del sale marino. La qualità del sangue è determinata dalla quantità di colesterolo, creatinina, proteine ​​e calcio in essa contenuti. Se si sospetta un malfunzionamento dell'ipofisi o dell'ipotalamo, il paziente viene inviato a una TAC. Nel corso del quale, i medici stanno cercando di determinare la presenza di tumori nel cervello.

Anomalia della vasopressina

Livelli elevati o bassi di vasopressina sono ugualmente pericolosi per la salute. Quando si fissa un eccesso di microelemento nel sangue, si assume una serie di malattie:

  1. Sindrome di Parkhona. Questa patologia è scatenata da una grave perdita di sangue, un diuretico, una diminuzione della pressione sanguigna. In generale, tutte le cause in grado di interrompere l'equilibrio di acqua e sale nel corpo.
  2. Un aumento del livello dell'ormone può verificarsi sotto l'influenza di un'ipofisi colpita da un tumore. Una neoplasia può verificarsi anche nella stessa ghiandola pituitaria, ma accanto ad essa, ma allo stesso tempo comprimerla, causando disturbi nei livelli dei microelementi secreti da esso.
  3. La violazione del livello ormonale nel sangue può causare malattie sistemiche - polmonite, asma, tubercolosi.

Il ruolo della vasopressina nel corpo è difficile da sovrastimare. La sua mancanza di eccedenza è immediatamente manifestata da segni esterni - nausea, vomito, convulsioni, perdita di coscienza da parte di una persona. Nei casi gravi, si verifica edema cerebrale, la temperatura corporea scende, il paziente cade in coma. Allo stesso tempo, il battito del cuore rallenta, la respirazione si arresta e si verifica la morte.

Se una persona ha una diminuzione del contenuto di vasopressina, allora molto probabilmente ha sviluppato tali patologie;

  1. Non il diabete
  2. Tumore nell'ipofisi o nell'ipotalamo.
  3. I reni hanno perso la sensibilità all'ormone antidiuretico.

A causa della carenza di ADH in una persona, inizia una sete grave, si verifica un forte mal di testa, la pelle diventa sottile e secca, la temperatura corporea aumenta e il vomito può aprirsi. Il paziente sta rapidamente perdendo peso corporeo. Ma la principale manifestazione della malattia è un aumento della produzione di urina. Cos'è l'ATG? Un oligoelemento che regola il flusso delle urine, e se c'è poco di esso nel sangue, l'urina viene escreta in un flusso incontrollato.

Principi di trattamento

Come aumentare o diminuire il livello di ormone antidiuretico, decide il medico. Basato su uno studio completo delle cause della deviazione dal noma.

Durante la terapia, il corpo ha un effetto di supporto con l'aiuto di farmaci per il contenimento delle urine o, se necessario, aiuta ad espellerlo. "Demeclociclina", come bloccante centrale di ADH, normalizza il lavoro dei reni affetti da vasopressina. Ci sono altri diuretici per questo scopo, ma sono tutti prescritti da un medico. Calcola anche il dosaggio e il regime corretti, in base ai risultati delle analisi.

La cosa principale da capire è la terapia ormonale, questa è solo una misura temporanea. Per eliminare la violazione della norma del microelemento nel sangue, a volte è necessario sottoporsi a un lungo ciclo di trattamento o addirittura a un intervento chirurgico. Dopo tutto, una tale situazione con una violazione del livello di ADH può causare sifilide, malattie vascolari, un tumore benigno o maligno nella ghiandola pituitaria o in un'altra parte del cervello. Qualsiasi trattamento dovrebbe essere prescritto solo da uno specialista. In situazioni in cui si tratta di farmaci ormonali, qualsiasi automedicazione può comportare una grave complicanza o addirittura la morte di una persona.

Ormone antidiuretico

L'ormone antidiuretico (ADH), o vasopressina, è un peptide con una massa molecolare di circa 1100 D, contenente 9 aminoacidi collegati da un singolo ponte disolfuro.

Sintesi e secrezione dell'ormone antidiuretico. L'ADH è sintetizzato nei neuroni dell'ipotalamo come precursore del preproormone, che entra nell'apparato di Golgi e si trasforma in un proormone. Come parte dei granuli neurosecretori, il proormone viene trasferito alle terminazioni nervose del lobo posteriore dell'ipofisi (neuroipofisi). Durante il trasporto dei granuli, il proormone viene lavorato, in conseguenza del quale viene diviso in un ormone maturo e nella proteina di trasporto, la neurofisina. I pellet contenenti ormone antidiuretico maturo e neurofisina sono immagazzinati in estensioni assonali terminali nel lobo posteriore della ghiandola pituitaria, da cui vengono secreti nel sangue con un'appropriata stimolazione. Lo stimolo che causa la secrezione di ADH è un aumento della concentrazione di ioni sodio e un aumento della pressione osmotica del liquido extracellulare. Con insufficiente apporto d'acqua, sudorazione intensa o dopo aver assunto una grande quantità di sale, gli osmorocettori dell'ipotalamo sensibili alle fluttuazioni dell'osmolarità registrano un aumento della pressione osmotica del sangue. Ci sono impulsi nervosi che vengono trasmessi al lobo posteriore della ghiandola pituitaria e causano il rilascio di ADH. La secrezione di ADH si verifica anche in risposta a segnali provenienti da barocettori atriali. Un cambiamento nell'osmolarità di solo l'1% porta a cambiamenti evidenti nella secrezione di ADH.

Il meccanismo di azione.Per ADH, ci sono 2 tipi di recettori: V1 e V2. Recettori V2, mediazione del principale effetto fisiologico dell'ormone trovato sulla membrana basolaterale delle cellule dei tubuli collettori e dei tubuli distali - le più importanti cellule bersaglio per l'ADH, che sono relativamente impermeabili alle molecole d'acqua. In assenza di ADH, l'urina non è concentrata e può essere eliminata in quantità superiori a 20 litri al giorno (la norma è 1,0-1,5 litri al giorno). Legatura di ADH a V2 stimola il sistema adenilato ciclasi e l'attivazione della proteina chinasi A. A sua volta, proteine ​​chinasi A fosforila proteine ​​che stimolano l'espressione del gene della proteina di membrana, acquaporina-2. L'acquaporina-2 si muove verso la membrana apicale dei dotti collettori e vi è incorporata, formando canali d'acqua. Ciò fornisce permeabilità selettiva della membrana cellulare all'acqua, che si diffonde liberamente nelle cellule dei tubuli renali e quindi entra nello spazio interstiziale. Dal momento che ciò comporta il riassorbimento di acqua dai tubuli renali e l'escrezione di un piccolo volume di urina altamente concentrata (antidiurez), l'ormone è chiamato ormone antidiuretico.

Digitare i recettori V1 localizzato nelle membrane delle navi MMC. L'interazione di ADH con il recettore V1 porta all'attivazione della fosfolipasi C, che idrolizza il fosfatidil inositolo-4,5-bisfosfato per formare inositolo trifosfato e diacilglicerolo. L'inositolo trifosfato causa il rilascio di Ca 2+ dal pronto soccorso. Il risultato dell'azione dell'ormone attraverso i recettori V1 è la contrazione dello strato muscolare liscio dei vasi sanguigni. L'effetto vasocostrittore dell'ADH si manifesta ad alte concentrazioni dell'ormone. Dal momento che l'affinità di ADH al recettore V2 più alto del recettore V1, quando la concentrazione fisiologica dell'ormone si manifesta principalmente nel suo effetto antidiuretico.

Funzioni ormonali antidiuretiche

Un ormone antidiuretico, noto come vasopressina, è considerato l'unico ormone che regola l'escrezione di acqua dal corpo dai reni. Se non affronta questo compito, con il diabete insipido, per esempio, una ventina di litri di urina può uscire dal corpo umano mentre la norma varia da un litro e mezzo a due litri.

Caratteristica dell'ormone

L'ormone antidiuretico (ADH) è sintetizzato nell'ipotalamo. Così chiamato uno del cervello, che attraverso la ghiandola pituitaria (attaccato ad essa ghiandola) dirige il lavoro dell'intero sistema endocrino del corpo.

Nell'ipotalamo, la vasopressina non indugia e passa nel lobo posteriore dell'ipofisi, dove si accumula per un certo tempo, e al raggiungimento di un certo livello di concentrazione viene rilasciato nel sangue. Mentre nella ghiandola pituitaria, stimola la produzione di ormone adrenocorticotropo (ACTH), che dirige la sintesi degli ormoni nella corteccia surrenale.

Se parliamo brevemente dell'effetto della vasopressina sul corpo, possiamo dire che alla fine le sue azioni portano ad un aumento della quantità di sangue circolante, della quantità di acqua nel corpo e della diluizione del plasma sanguigno. Una caratteristica dell'ADH è la sua capacità di controllare l'escrezione di acqua dal corpo da parte dei reni.

Sotto la sua influenza aumenta la permeabilità delle pareti dei tubi di raccolta dei reni all'acqua, che provoca un aumento del suo riassorbimento, quando gli elementi nutritivi ritornano dall'urina primaria al sangue, mentre i prodotti di decadimento e le sostanze in eccesso rimangono nei tubuli.

A causa di ciò, i reni non rimuovono tutte le urine, ma solo la parte di cui il corpo non ha bisogno. Vale la pena notare che al giorno passano attraverso circa 150 litri di urina primaria, in cui non ci sono proteine ​​e glucosio, ma sono inclusi molti prodotti metabolici. L'urina primaria è il risultato dell'analisi del sangue e viene rilasciata dopo che il sangue nei reni subisce la filtrazione e viene eliminato dagli elementi in eccesso.

Colpisce l'ormone antidiuretico e il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Innanzitutto, aiuta ad aumentare il tono della muscolatura liscia degli organi interni (specialmente il tratto gastrointestinale), il tono vascolare, causando un aumento della pressione periferica. Ciò provoca un aumento del volume ematico circolante, che porta ad un aumento della pressione sanguigna. Dato che la sua quantità nel corpo è generalmente bassa, l'effetto vasomotore è piccolo.

La vasopressina ha anche un effetto emostatico, che si ottiene a causa di uno spasmo di piccoli vasi, così come la stimolazione della produzione di proteine ​​nel fegato, che sono responsabili della coagulazione del sangue. Pertanto, la sua produzione aumenta durante lo stress, in uno stato di shock, perdita di sangue, dolore, psicosi.

Un'alta concentrazione dell'ormone colpisce il restringimento delle arteriole (i vasi sanguigni con cui si esauriscono le arterie), che provoca un aumento della pressione sanguigna. Con lo sviluppo di ipertensione (aumento persistente della pressione arteriosa), si osserva l'effetto della vasopressina sull'aumentare la sensibilità della parete vascolare all'azione costrittoria delle catecolamine.

A livello del sistema nervoso centrale, l'ormone antidiuretico regola il comportamento aggressivo. Si ritiene che aiuti una persona durante la scelta di un partner (alcuni lo considerano "l'ormone della fedeltà") e stimola anche lo sviluppo dell'amore paterno negli uomini.

La manutenzione è

Se si sospetta un problema con i reni, il medico prescrive di passare un'analisi generale di urina e sangue. Sarà anche necessario determinare l'osmolalità del sangue e delle urine, per effettuare un esame del sangue biochimico per determinare la quantità di sodio, potassio, cloro. Tra gli esami di laboratorio designati, sarà anche necessario donare il sangue per gli ormoni tiroidei e l'aldosterone (sintetizzato dalla corteccia surrenale, è attivamente coinvolto nel metabolismo del sale marino). È necessario determinare il livello di proteine ​​totali, calcio sierico, creatinina, colesterolo.

Se i test avvisano il medico, è necessario eseguire una risonanza magnetica computerizzata del cervello per confermare la diagnosi. Se non è possibile eseguire una radiografia del cranio nella proiezione laterale. Esame ecografico richiesto dei reni e un elettrocardiogramma. Ulteriori azioni dipendono in gran parte dai dati ottenuti.

Al di sopra della norma

Se la trascrizione dei test mostrava la quantità di vasopressina superiore alla norma, ciò può indicare la sindrome di Parhona (il nome completo della malattia: sindrome da insufficiente secrezione di ormone antidiuretico). Questa patologia è rara, può essere innescata da una grande perdita di sangue, prendendo diuretici, abbassando la pressione sanguigna e altri disturbi, a causa dei quali l'aumento della sintesi ormonale è volto a mantenere l'equilibrio di sale marino.

Peggio ancora, se la malattia è causata da disturbi nella ghiandola pituitaria, che sono una risposta al cancro, malattie polmonari (tubercolosi, polmonite, asma), danni al sistema nervoso centrale.

I sintomi della malattia sono una sensazione di debolezza, nausea, vomito, emicrania, convulsioni, confusione, a causa della ritenzione idrica nel corpo, si osservano gonfiore, aumento di peso e abbassamento della temperatura. L'urina è meno del normale, è scura, concentrata, la quantità di sodio in esso supera la norma (rispettivamente, nel sangue - basso). Nei casi più gravi, a causa di una quantità troppo bassa di sodio, possono verificarsi gonfiore del cervello, aritmia, arresto respiratorio, coma o morte.

A casa, la malattia non è curata, è necessaria l'ospedalizzazione, il regime di trattamento dipende in gran parte dalla causa che ha provocato il disturbo. Per il trattamento della malattia, il paziente deve seguire una dieta a basso contenuto di sale, l'assunzione di liquidi è limitata (non più di un litro al giorno).

Per bloccare gli effetti della vasopressina sui reni, prescrivere farmaci contenenti carbonato di litio, demeclociclina, come bloccante centrale di ADH - fenitoina. Nei casi più gravi, le soluzioni ipertoniche vengono somministrate per via endovenosa in combinazione con diuretici.

Al di sotto del normale

Ridotti livelli di vasopressina possono essere innescati dal diabete insipido. I problemi con l'ipofisi o l'ipotalamo, la ridotta sensibilità dei recettori renali all'azione dell'ormone antidiuretico possono influenzare l'aspetto della malattia. I sintomi della malattia sono gravi sete, emicrania, pelle secca, perdita di peso, una diminuzione della quantità di saliva, vomito inspiegabile, temperatura corporea elevata.

Il principale sintomo della malattia è l'aumento della minzione, l'acqua è presente principalmente nelle urine, la quantità di sali e minerali è ridotta. In un caso trascurato, la quantità di urina escreta può aumentare fino a venti litri al giorno.

Il regime di trattamento dipende in gran parte dalla ragione che ha provocato lo sviluppo del diabete insipido. Questi possono essere disturbi vascolari, infezioni, tumori maligni, malattie autoimmuni, sifilide, chirurgia cerebrale. Con il diabete mellito di origine infettiva, la guarigione è possibile, lo stesso si può dire per il successo della rimozione del tumore. Ma spesso il paziente è costretto a prendere farmaci ormonali per tutta la vita per salvargli la vita e le capacità lavorative.

Ormone antidiuretico (vasopressina)

struttura

È un peptide composto da 9 aminoacidi, con un'emivita di 2-4 minuti.

sintesi

Viene effettuato nei nuclei sopraottico e paravirricolare dell'ipotalamo. Da qui al punto di secrezione (lobo posteriore della ghiandola pituitaria) la vasopressina viene inviata sotto forma di proormone, composta da due parti: l'effettivo ADH e la neurofisina. Durante il trasporto, avviene l'elaborazione: l'idrolisi del proAHD all'ormone maturo e alla proteina di neurofisina.

Regolazione della sintesi e della secrezione

Ridurre: etanolo, glucocorticoidi.

attivare:

  • stimolazione degli osmocettori nell'ipotalamo e nella vena porta del fegato a causa di un aumento dell'osmolarità plasmatica durante la disidratazione, l'insufficienza renale o epatica e l'accumulo di sostanze osmoticamente attive (glucosio),
  • attivazione dei barocettori del cuore e del seno carotideo con una diminuzione del volume del sangue nel sangue (perdita di sangue, disidratazione),
  • stress emotivo e fisico
  • nicotina, angiotensina II, interleuchina 6, morfina, acetilcolina,
Regolazione della secrezione e degli effetti dell'ormone antidiuretico

Meccanismo d'azione

Dipende dai recettori:

1. Meccanismo calcio-fosfolipide, coniugato

  • con v1-recettori muscolari lisci di arteriole, fegato, piastrine,
  • con v3-recettori di adenoipofisi e strutture cerebrali.

2. Meccanismo adenilato ciclasi - con V2-recettori tubulari renali.

Obiettivi ed effetti

reni

Aumenta il riassorbimento di acqua nelle cellule epiteliali dei tubuli distali e dei tubuli di raccolta, a causa del "posizionamento" sulla membrana delle proteine ​​di trasporto per l'acqua - acquaporine:

  • attraverso il meccanismo dell'adenilato ciclasi provoca la fosforilazione delle molecole di acquaporina (solo tipo 2, solo AQP2), la loro interazione con le proteine ​​dei microtubuli e l'inserimento di acquaporine nella membrana apicale mediante esocitosi,
  • con lo stesso meccanismo stimola la sintesi di acquaporine de novo.
Sistema vascolare

Mantiene la pressione sanguigna stabile stimolando il tono vascolare:

  • aumenta il tono della muscolatura liscia vascolare della pelle, del muscolo scheletrico e del miocardio (in misura minore),
  • aumenta la sensibilità dei meccanocettori nei seni carotidi ai cambiamenti della pressione sanguigna,

Altri effetti

Effetti metabolici

Quantità eccessiva di vasopressina nel sangue:

  • negli animali affamati nel fegato attiva la glicogenolisi, che causa il rilascio di glucosio nel sangue,
  • negli animali nutriti nel fegato stimola la glicolisi, che qui è l'inizio della sintesi di TAG e colesterolo,
  • migliora la secrezione di glucagone,
  • abbassa l'effetto lipolitico delle catecolamine nel tessuto adiposo,
  • migliora la secrezione di ACTH e, quindi, la sintesi di glucocorticoidi.

In generale, l'effetto della vasopressina sullo stato ormonale e metabolico del corpo si riduce all'iperglicemia e all'accumulo di lipidi.

cervello
  • partecipa ai meccanismi di memoria e agli aspetti comportamentali dello stress,
  • in V3-i recettori nei corticotropi stimolano la secrezione di ACTH e prolattina,
  • aumenta la soglia del dolore della sensibilità,
  • Un aumento della concentrazione di vasopressina e squilibrio di vasopressina / ossitocina si osserva in depressione, ansia, schizofrenia, autismo e disturbi della personalità. Nell'esperimento, la vasopressina provoca comportamento aggressivo e ansia nei ratti.
Tessuto osseo

Supporta il rinnovamento delle strutture e la mineralizzazione delle ossa, migliorando l'attività sia degli osteoblasti che degli osteoclasti.

Sistema vascolare

Colpisce l'emostasi, in generale, aumentando la viscosità del sangue:

  • nell'endotelio provoca la formazione del fattore di von Willebrand, della globulina antiemofila A (fattore VIII della coagulazione) e dell'attivatore del plasminogeno tissutale (t-PA),
  • nel fegato aumenta anche la sintesi del fattore VIII della coagulazione,
  • migliora l'aggregazione piastrinica e la degranulazione.

patologia

ipofunzione

Manifestata sotto forma di diabete insipido (diabete insipido - diabete insipido), la frequenza di circa lo 0,5% di tutte le malattie endocrine. Manifestata da un grande volume di urina fino a 8 l / die, sete e polidipsia, pelle secca e mucose, letargia, irritabilità.

Esistono varie cause di ipofunzione:

1. Diabete insipido primario - deficit di ADH in violazione della sintesi o danno al tratto ipotalamo-ipofisario (fratture, infezioni, tumori);

2. diabete insipido nefrogenico:

  • ereditaria - una violazione della ricezione di ADH nei tubuli dei reni,
  • acquisita - malattia renale, danno ai tubuli con sali di litio nel trattamento di pazienti con psicosi.

3. Progestin (durante la gravidanza) - aumento della disintegrazione della placenta vasopressina-arginina-aminopeptidasi.

4. Funzionale: un temporaneo (nei bambini di età inferiore ad un anno) aumenta l'attività della fosfodiesterasi nei reni, portando a una violazione dell'azione della vasopressina.

iperfunzione

Sindrome di secrezione inadeguata - nella formazione dell'ormone da parte di qualsiasi tumore, con malattie cerebrali. Esiste il rischio di intossicazione da acqua e iponatremia da diluizione.

Funzioni e meccanismo d'azione dell'ipotalamo vasopressina

L'ormone antidiuretico (o vasopressina) è sintetizzato dai nuclei dell'ipotalamo. Chimicamente, è un oligopeptide.

La vasopressina è un ormone che influenza la ritenzione di liquidi nel corpo e mantiene la pressione sanguigna.

Con violazioni della sua secrezione e trasporto, si sviluppano vari stati patologici.

Il ruolo dell'ormone antidiuretico nel corpo

L'ormone vasopressina è prodotto dai nuclei dell'ipotalamo (sopraoptico e paravirricolare), quindi collegato a una proteina di trasporto e trasportato alla ghiandola pituitaria. Lì la sostanza si accumula nelle vescicole del lobo posteriore.

La secrezione dell'ormone antidiuretico (abbreviato come ADH) nella neuroipofisi è determinata dalle proprietà osmotiche del plasma sanguigno: all'aumentare di questo valore aumenta la produzione di vasopressina.

Il sistema endocrino risponde sensibilmente a piccole fluttuazioni di questi parametri del sangue.

La molecola di vasopressina consiste di 9 aminoacidi. La sostanza nella sua composizione è leggermente diversa dall'ossitocina.

L'effetto antidiuretico dell'ormone è associato al recettore V2, è realizzato attraverso l'esposizione diretta ai tubuli renali.

La vasopressina attiva un enzima responsabile della degradazione idrolitica dell'acido ialuronico. Molti pori si formano nelle cellule epiteliali dei tubuli.

Le molecole d'acqua lungo il gradiente di concentrazione si spostano dall'urina primaria con una bassa pressione osmotica nel tessuto renale e quindi nel flusso sanguigno.

Questa azione riduce la produzione di urina.

Il processo richiede alcuni minuti per essere completato. Ciò porta ad una diminuzione dell'osmolalità del plasma e, secondo la legge del feedback, blocca la produzione di ADH. Questo meccanismo impedisce l'espulsione dell'acqua dal corpo da parte dei reni.

Il secondo nome della sostanza - vasopressina a causa dell'azione in condizioni estreme per il corpo. Con una significativa diminuzione del volume del sangue, il cervello riceve un segnale dai barocettori della zona carotidea del cuore, dell'arco aortico e dei polmoni.

L'ormone antidiuretico è prodotto in grandi quantità, interagisce con i recettori V1 dei vasi sanguigni e causa il loro spasmo. Questo porta a:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • fermando il sanguinamento;
  • conservazione del volume ematico circolante.

Anche la produzione di vasopressina attiva:

  1. Sostanze: nicotina, acetilcolina, angiotensina;
  2. Stato di stress fisico o emotivo;
  3. Segnali da recettori osmotici del cervello, fegato (con disidratazione, sintomi di insufficienza epatica).

La secrezione di vasopressina è soppressa da glucorticoidi, etanolo, alcuni citostatici, antipsicotici, antidepressivi.

Gli effetti aggiuntivi di ADH dovrebbero essere menzionati:

ADH nel sangue

Quindi, la produzione di vasopressina dipende da una serie di fattori:

La secrezione di ADH obbedisce ai ritmi quotidiani: il picco della secrezione cade nelle ore notturne. Questo modello si forma nel secondo anno di vita.

Valori validi che possono essere assunti dall'ormone antidiuretico, a seconda dell'osmolalità del plasma.

La remolarità o osmolarità è determinata dalla quantità di sostanze disciolte nel volume o massa della soluzione. Di conseguenza, sono misurati in mosmol / l e mosmol / kg di acqua.

Il parametro è influenzato dal contenuto di sodio, cloro, potassio, glucosio e ioni urea.

I valori normali di osmolalità del sangue sono nell'intervallo da 280 a 299 mosmol / kg di acqua, urina - da 600 a 800.

La concentrazione di vasopressina nel sangue è influenzata da una serie di fattori, quindi non ci sono numeri chiari.

I medici sono guidati dal valore compreso tra 1 e 5 mg / ml, tuttavia nella diagnosi di condizioni patologiche si basano maggiormente sui parametri di osmolalità del sangue e delle urine.

Effetti di una mancanza di ormone

La sconfitta dell'ipotalamo o delle connessioni con la ghiandola pituitaria porta all'ipofunzione dell'ADH e all'emergenza del diabete insipido primario. Il grado di insufficienza di vasopressina determina la gravità dei sintomi clinici.

La malattia si sviluppa come segue: si verifica una minzione frequente, in un primo momento il paziente può rilasciare fino a 6-7 litri di urina.

La perdita di liquidi causa sete insormontabile e la necessità di assorbire grandi volumi d'acqua. Questo porta ad un aumento della diuresi, anche di notte. Il sonno è disturbato, appare la stanchezza.

Gradualmente, il volume quotidiano di urina aumenta a 15 - 20 litri, le condizioni peggiorano:

  • il paziente sta perdendo peso;
  • si verificano mal di testa;
  • la salivazione diminuisce;
  • la pelle diventa secca;
  • la stitichezza si verifica;
  • Disturbato da grave debolezza, stanchezza.

Da bere abbondante, si verifica un allungamento dello stomaco, da grandi volumi di diuresi, uno stiramento della vescica.

A causa di disturbi elettrolitici e disidratazione, si sviluppano nausea, vomito e disturbi nella termoregolazione, i sintomi neurologici si uniscono.

Il sistema cardiovascolare risponde abbassando la pressione sanguigna e aumentando la frequenza cardiaca. La malattia più grave si verifica nei bambini al di sotto di un anno.

Sintomi simili possono verificarsi con altre malattie:

  • disordini da bere psicogeni;
  • insensibilità dei reni all'ADH.

Per la diagnosi differenziale, viene eseguito un test per limitare l'acqua potabile. I pazienti con diabete insipido primario rispondono al test aumentando l'osmolalità del plasma sanguigno, mentre l'osmolalità urinaria in essi rimane bassa e aumenta solo in risposta alla somministrazione artificiale di vasopressina.

Il suo eccesso

Il rilascio eccessivo dell'ormone porta allo sviluppo della sindrome della secrezione inadeguata di ADH (un altro nome per la malattia è la sindrome di Parhona).

Questa condizione si verifica a causa di danni alla ghiandola pituitaria o è associata a malattie di altri organi, farmaci.

La sovrapproduzione di vasopressina si manifesta come segue:

  • la diuresi giornaliera diminuisce in base al consumo di acqua sufficiente;
  • il peso corporeo cresce senza edema esterno visibile;
  • appaiono mal di testa;
  • aumento dei sintomi astenici.
  • preoccupato per i crampi muscolari;
  • il sonno è disturbato;
  • senza appetito;
  • nausea, si verifica vomito.
  • si sviluppano i sintomi di stupefazione.

La comparsa di segni della sindrome di Parkhon è associata a una diminuzione del sodio plasmatico e ad un aumento dell'intossicazione dell'acqua con edema extracellulare.

I sintomi possono essere transitori se si verificano immediatamente dopo interventi neurochirurgici.

Il deterioramento si verifica dopo l'introduzione di liquidi e il miglioramento - a causa delle restrizioni sul bere.

Un ormone antidiuretico in quantità eccessiva porta a una diminuzione della concentrazione plasmatica di sodio al di sotto del livello critico di 135 mmol / l, a seguito della quale la sua osmolalità diminuisce.

L'urina diventa più concentrata. Misurare il contenuto di vasopressina non ha valore diagnostico.

Per il trattamento dell'iponatremia, gli antagonisti della vasopressina sono raccomandati in ambito ospedaliero (farmaci Tolvaptan e Konivaptan).

Quali malattie alterano la secrezione di vasopressina

Le ragioni per l'aumento o la diminuzione della secrezione di vasopressina sono diverse:

  • lesioni ipotalamiche;
  • patologia della neuroipofisi;
  • perdita di comunicazione tra l'ipofisi e l'ipotalamo;
  • comparsa di focolai ectopici di sintesi di ADH.

L'alterata produzione di vasopressina da parte dell'ipotalamo è causata da varie infezioni, tumori, lesioni craniocerebrali, condizioni di stress cronico, effetti tossici di alcuni farmaci (citostatici, antipsicotici, anticonvulsivanti).

La trasmissione dell'ormone alla neuroipofisi soffre di un'ostruzione meccanica nei percorsi. Molto spesso questo è dovuto a un tumore.

Lo sviluppo della sindrome di insufficiente secrezione di ormone antidiuretico è causato dai seguenti motivi:

  • anomalie nel lavoro della neuroipofisi;
  • la comparsa di focolai ectopici (fuori dall'ipotalamo) di vasopressina;
  • gravi malattie polmonari - ascesso, fibrosi cistica, tubercolosi, malattia ostruttiva cronica;
  • tumori maligni che producono vasopressina (la causa più frequente è considerata tumore polmonare a piccole cellule);
  • malattie del cervello.

Azione farmacologica

L'ormone antidiuretico ha un effetto vasopressore e antidisurito. Vengono utilizzati i preparati con effetti tipo vasopressina:

  • combattere il sanguinamento;
  • trattamento di enuresi e poliuria notturna;
  • terapia del diabete insipido.

Metodi di applicazione

L'ormone antidiuretico sintetico ha 4 vie di somministrazione:

  • intramuscolare;
  • per via endovenosa;
  • orale;
  • intranasale.

Per fermare l'emorragia massiva di vari siti (dal tratto gastrointestinale, dopo il parto, l'aborto, gli interventi chirurgici, l'emofilia, la malattia di von Willebrand) nell'ospedale, il farmaco viene erogato tramite flebo attraverso l'accesso centrale venoso o periferico.

I cambiamenti nella condizione richiedono un aggiustamento della dose immediato di vasopressina. Per il trattamento del diabete insipido centrale i farmaci ADH vengono assunti sotto forma di compresse o per via intranasale.

Analoghi sintetici

Per scopi terapeutici, usati analoghi della vasopressina sintetica. Per interrompere il sanguinamento usando i seguenti strumenti:

Il trattamento del diabete mellito, l'enuresi, spende farmaci:

Funzioni ormonali antidiuretiche

Un ormone antidiuretico, noto come vasopressina, è considerato l'unico ormone che regola l'escrezione di acqua dal corpo dai reni. Se non affronta questo compito, con il diabete insipido, per esempio, una ventina di litri di urina può uscire dal corpo umano mentre la norma varia da un litro e mezzo a due litri.

Caratteristica dell'ormone

L'ormone antidiuretico (ADH) è sintetizzato nell'ipotalamo. Così chiamato uno del cervello, che attraverso la ghiandola pituitaria (attaccato ad essa ghiandola) dirige il lavoro dell'intero sistema endocrino del corpo.

Nell'ipotalamo, la vasopressina non indugia e passa nel lobo posteriore dell'ipofisi, dove si accumula per un certo tempo, e al raggiungimento di un certo livello di concentrazione viene rilasciato nel sangue. Mentre nella ghiandola pituitaria, stimola la produzione di ormone adrenocorticotropo (ACTH), che dirige la sintesi degli ormoni nella corteccia surrenale.

Se parliamo brevemente dell'effetto della vasopressina sul corpo, possiamo dire che alla fine le sue azioni portano ad un aumento della quantità di sangue circolante, della quantità di acqua nel corpo e della diluizione del plasma sanguigno. Una caratteristica dell'ADH è la sua capacità di controllare l'escrezione di acqua dal corpo da parte dei reni.

Sotto la sua influenza aumenta la permeabilità delle pareti dei tubi di raccolta dei reni all'acqua, che provoca un aumento del suo riassorbimento, quando gli elementi nutritivi ritornano dall'urina primaria al sangue, mentre i prodotti di decadimento e le sostanze in eccesso rimangono nei tubuli.

A causa di ciò, i reni non rimuovono tutte le urine, ma solo la parte di cui il corpo non ha bisogno. Vale la pena notare che al giorno passano attraverso circa 150 litri di urina primaria, in cui non ci sono proteine ​​e glucosio, ma sono inclusi molti prodotti metabolici. L'urina primaria è il risultato dell'analisi del sangue e viene rilasciata dopo che il sangue nei reni subisce la filtrazione e viene eliminato dagli elementi in eccesso.

Colpisce l'ormone antidiuretico e il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Innanzitutto, aiuta ad aumentare il tono della muscolatura liscia degli organi interni (specialmente il tratto gastrointestinale), il tono vascolare, causando un aumento della pressione periferica. Ciò provoca un aumento del volume ematico circolante, che porta ad un aumento della pressione sanguigna. Dato che la sua quantità nel corpo è generalmente bassa, l'effetto vasomotore è piccolo.

La vasopressina ha anche un effetto emostatico, che si ottiene a causa di uno spasmo di piccoli vasi, così come la stimolazione della produzione di proteine ​​nel fegato, che sono responsabili della coagulazione del sangue. Pertanto, la sua produzione aumenta durante lo stress, in uno stato di shock, perdita di sangue, dolore, psicosi.

Un'alta concentrazione dell'ormone colpisce il restringimento delle arteriole (i vasi sanguigni con cui si esauriscono le arterie), che provoca un aumento della pressione sanguigna. Con lo sviluppo di ipertensione (aumento persistente della pressione arteriosa), si osserva l'effetto della vasopressina sull'aumentare la sensibilità della parete vascolare all'azione costrittoria delle catecolamine.

A livello del sistema nervoso centrale, l'ormone antidiuretico regola il comportamento aggressivo. Si ritiene che aiuti una persona durante la scelta di un partner (alcuni lo considerano "l'ormone della fedeltà") e stimola anche lo sviluppo dell'amore paterno negli uomini.

La manutenzione è

Se si sospetta un problema con i reni, il medico prescrive di passare un'analisi generale di urina e sangue. Sarà anche necessario determinare l'osmolalità del sangue e delle urine, per effettuare un esame del sangue biochimico per determinare la quantità di sodio, potassio, cloro. Tra gli esami di laboratorio designati, sarà anche necessario donare il sangue per gli ormoni tiroidei e l'aldosterone (sintetizzato dalla corteccia surrenale, è attivamente coinvolto nel metabolismo del sale marino). È necessario determinare il livello di proteine ​​totali, calcio sierico, creatinina, colesterolo.

Se i test avvisano il medico, è necessario eseguire una risonanza magnetica computerizzata del cervello per confermare la diagnosi. Se non è possibile eseguire una radiografia del cranio nella proiezione laterale. Esame ecografico richiesto dei reni e un elettrocardiogramma. Ulteriori azioni dipendono in gran parte dai dati ottenuti.

Al di sopra della norma

Se la trascrizione dei test mostrava la quantità di vasopressina superiore alla norma, ciò può indicare la sindrome di Parhona (il nome completo della malattia: sindrome da insufficiente secrezione di ormone antidiuretico). Questa patologia è rara, può essere innescata da una grande perdita di sangue, prendendo diuretici, abbassando la pressione sanguigna e altri disturbi, a causa dei quali l'aumento della sintesi ormonale è volto a mantenere l'equilibrio di sale marino.

Peggio ancora, se la malattia è causata da disturbi nella ghiandola pituitaria, che sono una risposta al cancro, malattie polmonari (tubercolosi, polmonite, asma), danni al sistema nervoso centrale.

I sintomi della malattia sono una sensazione di debolezza, nausea, vomito, emicrania, convulsioni, confusione, a causa della ritenzione idrica nel corpo, si osservano gonfiore, aumento di peso e abbassamento della temperatura. L'urina è meno del normale, è scura, concentrata, la quantità di sodio in esso supera la norma (rispettivamente, nel sangue - basso). Nei casi più gravi, a causa di una quantità troppo bassa di sodio, possono verificarsi gonfiore del cervello, aritmia, arresto respiratorio, coma o morte.

A casa, la malattia non è curata, è necessaria l'ospedalizzazione, il regime di trattamento dipende in gran parte dalla causa che ha provocato il disturbo. Per il trattamento della malattia, il paziente deve seguire una dieta a basso contenuto di sale, l'assunzione di liquidi è limitata (non più di un litro al giorno).

Per bloccare gli effetti della vasopressina sui reni, prescrivere farmaci contenenti carbonato di litio, demeclociclina, come bloccante centrale di ADH - fenitoina. Nei casi più gravi, le soluzioni ipertoniche vengono somministrate per via endovenosa in combinazione con diuretici.

Al di sotto del normale

Ridotti livelli di vasopressina possono essere innescati dal diabete insipido. I problemi con l'ipofisi o l'ipotalamo, la ridotta sensibilità dei recettori renali all'azione dell'ormone antidiuretico possono influenzare l'aspetto della malattia. I sintomi della malattia sono gravi sete, emicrania, pelle secca, perdita di peso, una diminuzione della quantità di saliva, vomito inspiegabile, temperatura corporea elevata.

Il principale sintomo della malattia è l'aumento della minzione, l'acqua è presente principalmente nelle urine, la quantità di sali e minerali è ridotta. In un caso trascurato, la quantità di urina escreta può aumentare fino a venti litri al giorno.

Il regime di trattamento dipende in gran parte dalla ragione che ha provocato lo sviluppo del diabete insipido. Questi possono essere disturbi vascolari, infezioni, tumori maligni, malattie autoimmuni, sifilide, chirurgia cerebrale. Con il diabete mellito di origine infettiva, la guarigione è possibile, lo stesso si può dire per il successo della rimozione del tumore. Ma spesso il paziente è costretto a prendere farmaci ormonali per tutta la vita per salvargli la vita e le capacità lavorative.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Con l'aiuto delle iniezioni di testosterone, puoi normalizzare il livello dell'ormone nel sangue e compensare molte disfunzioni. Il testosterone degli atleti viene utilizzato per aumentare la massa muscolare.

Tutti i test ormonali vengono effettuati rigorosamente a stomaco vuoto, quindi il tempo di solito è fissato entro e non oltre le ore 11. Analizza la preparazione per questa procedura in modo categorico non consentire l'assunzione di cibo e persino il tè, in modo che gli indicatori siano precisi.

Cambiamenti atrofici nel pancreas si verificano sullo sfondo della pancreatite cronica. L'atrofia è accompagnata dall'insorgenza del processo patologico nei tessuti della membrana mucosa, che vengono gradualmente sostituiti da componenti inerti di connessione.