Principale / Sondaggio

Epinephrine Hydrochloride - istruzioni per l'uso ufficiale

Numeri di registrazione: LSR-000780 / 08-301216

Nome commerciale: Flaconcino di adrenalina cloridrato

Nome internazionale non proprietario: epinifrina

Forme di dosaggio: soluzione per iniezione

Composizione per 1 ml:

Ingrediente attivo: epinephrine (adrenalina) - 1 mg.

Eccipienti: disolfito di sodio (metabisolfito di sodio) - 0,2 mg, sodio cloruro - 9 mg, disodio edetato - 0,25 mg, acido cloridrico - a un pH di 2,5 a 4,0, acqua per preparazioni iniettabili - q.s. a 1 ml.

Descrizione: liquido trasparente, incolore o leggermente giallastro

Gruppo farmaceutico: alfa e beta adrenomimetica

Codice ATX: С01СА24

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Simpaticomimetici, che agiscono sui recettori alfa e beta-adrenergici. L'azione è dovuta all'attivazione dell'adenilato ciclasi sulla superficie interna della membrana cellulare, un aumento della concentrazione intracellulare di adenosina miofosfato ciclica (cAMP) e ioni calcio.

A dosi molto basse, a una velocità di somministrazione inferiore a 0,01 μg / kg / min, la pressione arteriosa (PA) può diminuire a seguito della dilatazione dei vasi muscolari scheletrici. A una velocità di iniezione di 0,04-0,1 μg / kg / min, aumenta la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache, il volume della corsa e il volume minuto del sangue e diminuisce la resistenza vascolare periferica totale (OPSS); sopra 0,02 mcg / kg / min restringe i vasi sanguigni, aumenta la pressione sanguigna (principalmente sistolica) e la vascolarizzazione vascolare. L'effetto della pressione può causare un rallentamento del riflesso a breve termine della frequenza cardiaca.

Rilassa la muscolatura liscia dei bronchi, come un broncodilatatore. Dosi superiori a 0,3 mcg / kg / min riducono il flusso sanguigno renale, il rifornimento di sangue agli organi interni, il tono e la motilità del tratto gastrointestinale (GIT).

Espande le pupille, aiuta a ridurre la produzione di liquido intraoculare e la pressione intraoculare. Provoca l'iperglicemia (aumenta la glicogenolisi e la gluconeogenesi) e aumenta il contenuto di acidi grassi liberi nel plasma. Aumenta la conduttività, l'eccitabilità e l'automatismo del miocardio. Aumenta la domanda di ossigeno miocardico.

Inibisce il rilascio indotta da antigene di istamina e lento sostanza reazione di anafilassi, elimina spasmo bronchiolare, impedisce lo sviluppo di edema della mucosa. Agendo su recettori alfa-adrenergici, ubicata nella pelle, le mucose e gli organi interni, provoca vasocostrizione, diminuito il tasso di assorbimento di anestetici locali, aumenta la durata e diminuisce l'effetto tossico di anestesia locale.

Stimolazione beta2-gli adrenorecettori sono accompagnati da una maggiore escrezione di ioni di potassio dalla cellula e possono portare a ipopotassiemia.

Con la somministrazione intracavernosa si riduce il riempimento del sangue dei corpi cavernosi. L'effetto terapeutico si sviluppa quasi istantaneamente con la somministrazione endovenosa (durata dell'azione - 1-2 minuti), 5-10 minuti dopo la somministrazione sottocutanea (P / C) (massimo effetto dopo 20 minuti), con iniezione intramuscolare (in / m) l'introduzione - l'effetto del tempo iniziato è variabile.

farmacocinetica

Con la somministrazione intramuscolare o sottocutanea è ben assorbito. Assorbito anche dalla somministrazione endotracheale e congiuntivale. Il tempo per raggiungere la massima concentrazione plasmatica (TCmax) con somministrazione sottocutanea e intramuscolare - 3-10 minuti. Penetra attraverso la placenta, nel latte materno, non penetra la barriera emato-encefalica.

Metabolizzato principalmente da monoamino ossidasi e catecol-O-metiltransferasi nelle terminazioni dei nervi simpatici e di altri tessuti, nonché nel fegato con la formazione di metaboliti inattivi. L'emivita per la somministrazione endovenosa è di 1-2 minuti.

Viene escreto dai reni principalmente sotto forma di metaboliti (circa il 90%): acido vanillindico, solfati, glucuronidi; così come in piccole quantità - invariato.

Indicazioni per l'uso

Le reazioni allergiche di tipo immediato (tra cui orticaria, edema angioneurotico, shock anafilattico, reazione allergica alle punture di insetti e simili), asma bronchiale (lieve attacco asmatico), broncospasmo durante l'anestesia; la necessità di allungare l'azione degli anestetici locali.

Controindicazioni

Ipersensibilità ad epinefrina e / o eccipienti del farmaco; Cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, stenosi aortica pesante, tachiaritmia, fibrillazione ventricolare, feocromocitoma, glaucoma ad angolo chiuso, shock (eccetto anafilattico) anestesia generale con agenti inalazione: alotano, ciclopropano, cloroformio; II periodo di lavoro.

Con l'anestesia pianificata, le iniezioni non sono raccomandate nelle sezioni distali delle falangi delle dita delle mani e dei piedi, nel mento, nel padiglione auricolare, nelle aree del naso e dei genitali.

In condizioni potenzialmente letali, le controindicazioni di cui sopra sono relative.

Con cura

acidosi metabolica, ipercapnia, ipossia, fibrillazione atriale, fibrillazione ventricolare, ipertensione polmonare, ipovolemia, infarto miocardico, malattia vascolare occlusiva (compresa la storia - l'embolia arteriosa, l'aterosclerosi, malattia di Buerger, lesioni freddo, malattia occlusiva diabetica, malattia di Raynaud), lungo asma bronchiale ed enfisema, arteriosclerosi cerebrale, il morbo di Parkinson, convulsioni, ipertrofia prostatica e / o difficoltà nella minzione; vecchiaia, paresi e paralisi, aumento dei riflessi tendinei lesioni del midollo spinale, l'età dei bambini.

Utilizzare durante la gravidanza e durante l'allattamento

Non ci sono studi rigorosamente controllati sull'uso di epinefrina nelle donne in gravidanza. L'epinefrina attraversa la placenta. Un statisticamente la logica apparenze rapporto malformazioni e ernia inguinale nei bambini con l'uso di adrenalina nelle donne in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre o durante la gravidanza, non v'è un rapporto di un singolo caso di anossia nel feto (epinefrina per via endovenosa). iniezione di adrenalina può causare tachicardia fetale, aritmie cardiache, tra cui battiti sistolica extra, ecc L'epinefrina non deve essere utilizzata da donne in gravidanza con pressione arteriosa superiore a 130/80 mm Hg. Gli esperimenti sugli animali hanno dimostrato che, quando somministrato a dosi 25 volte la dose raccomandata nell'uomo, adrenalina provoca effetto teratogeno. L'adrenalina deve essere usato durante la gravidanza solo se il potenziale beneficio per la madre giustifica il potenziale rischio per il feto. Istanza di correzione ipotensione durante il parto non è raccomandato perché può ritardare la seconda fase di lavoro; quando somministrati in grandi dosi per indebolire contrazioni uterine può provocare a lungo termine sanguinamento atonia uterina. L'adrenalina non deve essere usato durante il travaglio e il parto, l'applicazione è possibile solo se si desidera assegnare per motivi di salute.

Se il trattamento con epinefrina è necessario durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

Dosaggio e somministrazione

Sottocutaneamente, per via intramuscolare, a volte per via endovenosa.

Shock anafilattico: lentamente per via endovenosa 0,1-0,25 mg, diluito in 10 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, se necessario, continuare a gocciolare per via endovenosa in concentrazione di 1: 10.000. Se le condizioni del paziente lo consentono, è preferibile la somministrazione intramuscolare o sottocutanea di 0,3-0,5 mg in forma diluita o non diluita, se necessario, la somministrazione ripetuta - in 10-20 minuti fino a 3 volte.

Asma bronchiale: per via sottocutanea 0,3-0,5 mg in forma diluita o non diluita, se necessario, le dosi ripetute possono essere somministrate ogni 20 minuti fino a 3 volte, o per via endovenosa a 0,1-0,25 mg diluiti a una concentrazione di 1: 10.000.

Per allungare l'azione degli anestetici locali: ad una concentrazione di 0,005 mg / ml (la dose dipende dal tipo di anestetico utilizzato), per l'anestesia spinale - 0,2-0,4 mg.

Bambini con shock anafilattico: per via sottocutanea o intramuscolare - a 10 μg / kg (massimo - fino a 0,3 mg), se necessario, l'introduzione di queste dosi viene ripetuta ogni 15 minuti (fino a 3 volte).

Neonati con broncospasmo :. S.C. 0,01 mg / kg (massimo - fino a 0,3 mg) dose viene ripetuto se necessario ogni 15 minuti o fino a 3-4 volte ogni 4 ore durante la pompa di infusione fleboclisi devono essere utilizzati per regolare con precisione la velocità di somministrazione. Le infusioni devono essere effettuate in una grande vena (preferibilmente nella parte centrale).

Effetti collaterali

È un potente agente simpaticomimetico, con la maggior parte degli effetti collaterali causati dalla stimolazione del sistema nervoso simpatico. Circa un terzo dei pazienti trattati con epinefrina ha avuto effetti collaterali e gli eventi avversi più comuni sono stati cardiaci e vascolari.

sistema cardio-vascolare: palpitazioni, tachicardia, ipertensione grave, aritmia ventricolare, angina, un aumento o una diminuzione della pressione arteriosa, infarto, tachiaritmia, cardiomiopatia, necrosi intestinale, akrozianoz, aritmia, dolore al petto, dosi elevate - ventricolare aritmia.

Dal sistema nervoso e dalla psiche: mal di testa, tremore; vertigini, ansia, stanchezza, agitazione, nervosismo, emorragica sanguinamento nel cervello (con un aumento della pressione arteriosa), disorientamento, problemi di memoria, irritabilità, rabbia, disturbi del sonno, sonnolenza, spasmi muscolari.

Da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito.

Da parte del sistema respiratorio: dispnea, edema polmonare (con aumento della pressione sanguigna).

Dal sistema urinario: difficoltà e minzione dolorosa (con iperplasia prostatica).

Reazioni locali: dolore o bruciore al sito di iniezione, necrosi nel sito di iniezione.

Reazioni allergiche: angioedema, broncospasmo, eruzione cutanea, eritema multiforme.

Metabolismo e disturbi alimentari: acidosi lattica.

Altri: pallore della pelle, ipopotassiemia, inibizione della secrezione di insulina e sviluppo di iperglicemia, lipolisi, chetogenesi, stimolazione della secrezione dell'ormone della crescita, aumento della sudorazione.

overdose

Sintomi: eccessivo aumento della pressione sanguigna, tachicardia, alternati a bradicardia, aritmie cardiache (compresa la fibrillazione atriale e ventricolare), il freddo e la pelle pallida, vomito, mal di testa, acidosi metabolica, infarto del miocardio, emorragico sanguinamento (specialmente nei pazienti anziani ), edema polmonare, morte.

Trattamento: interrompere l'introduzione, la terapia sintomatica, principalmente in condizioni di rianimazione, l'uso di alfa e beta-bloccanti, vasodilatatori.

Interazione con altri farmaci

Gli antagonisti dell'epinefrina sono i bloccanti alfa e beta degli adrenorecettori. Indebolisce gli effetti degli analgesici narcotici e dei sonniferi. Quando viene applicato simultaneamente con glicosidi cardiaci, chinidina, antidepressivi triciclici, dopamina, mezzi per l'anestesia per inalazione (cloroformio, enflurano, alotano, isoflurano, metossiflurano), cocaina aumento del rischio di aritmie (insieme essere estremamente attentamente applicato o non applicato); con altri farmaci simpaticomimetici - aumento della gravità degli effetti collaterali dal sistema cardiovascolare; con farmaci antipertensivi (compresi i diuretici) - riducendo la loro efficacia. L'interazione con i non-selettivi beta-bloccanti porta allo sviluppo di grave ipertensione e bradicardia. Il propranololo inibisce l'effetto broncodilatatore dell'epinefrina. Farmaci che causano perdita di potassio (corticosteroidi, diuretici, aminofillina, teofillina), aumentano il rischio di ipokaliemia. L'epinefrina aumenta il rischio di effetti collaterali dal cuore se assunto contemporaneamente a levodopa. L'uso simultaneo di entokaponom può potenziare cronotropi ed effetti aritmogeni di epinefrina.

La co-somministrazione con inibitori delle MAO (compresi furazolidone, procarbazina, selegilina) può causare un aumento acuto e pronunciato della pressione sanguigna, crisi iperestmica, mal di testa, aritmie, vomito; con i nitrati - l'indebolimento della loro azione terapeutica; con fenossibenzamina - aumento dell'effetto ipotensivo e tachicardia; con fenitoina - una forte diminuzione della pressione sanguigna e bradicardia (a seconda della dose e della velocità di somministrazione); con preparazioni di ormoni tiroidei - miglioramento reciproco dell'azione; con farmaci che estendono l'intervallo QT (inclusi astemizolo, cisapride, terfenadina) - prolungamento dell'intervallo QT; con diatrizoates, acidi iotalamici o yoxaglic - aumentati effetti neurologici; con alcaloidi dell'ergo e ossitocina - aumento dell'effetto vasocostrittore (fino a grave ischemia e sviluppo di cancrena).

Riduce l'effetto dell'insulina e di altri farmaci ipoglicemici. L'uso combinato con guanidina può portare allo sviluppo di grave ipertensione arteriosa. L'uso simultaneo di aminazina può portare allo sviluppo di tachicardia e ipotensione.

Istruzioni speciali

Durante il periodo di trattamento, si raccomanda la determinazione della concentrazione di ioni di potassio nel siero del sangue, la misurazione della pressione sanguigna, la diuresi, il volume minuto del flusso sanguigno, l'ECG, la pressione venosa centrale, la pressione nell'arteria polmonare e la pressione di incuneamento nei capillari polmonari.

Dosi eccessive di adrenalina nell'infarto miocardico possono aumentare l'ischemia aumentando la domanda di ossigeno miocardico.

Aumenta il livello di glucosio nel plasma sanguigno, in relazione al quale il diabete richiede dosi più elevate di derivati ​​dell'insulina e sulfonilurea. L'epinefrina non è consigliabile utilizzare per un lungo periodo (restringimento dei vasi periferici, che porta al possibile sviluppo di necrosi o cancrena).

Istanza di correzione ipotensione durante il parto non è raccomandato perché può ritardare la seconda fase di lavoro; quando somministrati in grandi dosi per indebolire contrazioni uterine può provocare a lungo termine sanguinamento atonia uterina. Quando si interrompe il trattamento, la dose deve essere ridotta gradualmente, dal momento che l'interruzione improvvisa della terapia può portare a grave ipotensione.

Distrutto facilmente da alcali e agenti ossidanti. Il metabisolfito di sodio, che fa parte del farmaco, può causare una reazione allergica, compresi i sintomi di anafilassi e broncospasmo, specialmente nei pazienti con asma o storia di allergie. L'epinefrina deve essere usata con cautela nei pazienti con tetraplegia a causa dell'aumentata sensibilità di tali soggetti all'adrenalina.

Non rientrare nelle stesse aree, per evitare lo sviluppo di necrosi tissutale. L'introduzione del farmaco nei muscoli glutei non è raccomandata.

Non usare il farmaco quando si cambia colore o l'aspetto di un precipitato in soluzione. La parte non utilizzata della soluzione deve essere smaltita.

Un forte aumento della pressione arteriosa quando si utilizza l'adrenalina può portare allo sviluppo di emorragia emorragica, specialmente nei pazienti anziani con malattie cardiovascolari.

I pazienti con malattia di Parkinson possono sperimentare agitazione psicomotoria o un peggioramento temporaneo dei sintomi della malattia quando si utilizzano adrenalina, e quindi si deve prestare attenzione quando si utilizza l'adrenalina in questa categoria di persone.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli, meccanismi

I pazienti dopo somministrazione di epinefrina non è raccomandato per guidare veicoli, meccanismi.

Modulo di rilascio

Soluzione iniettabile, 1 mg / ml.

Su 1 millilitro in un'ampolla di vetro neutrale incolore o protettivo leggero con un punto di rottura. Etichettare ciascuna etichetta o etichettarla con vernice quick-fix. Su 5 o 10 fiale in imballaggio di bolla. Confezione blister singola unitamente alle istruzioni per l'uso in una scatola di cartone.

Condizioni di conservazione

Nel posto scuro a una temperatura di 15 a 25 ° C. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Periodo di validità

3 anni. Non applicare dopo la data di scadenza.

Condizioni di vacanza

Prescrizione.

Nome e indirizzo della persona giuridica in nome della quale viene rilasciato il certificato di registrazione

LLC "VIAL" Indirizzo: 5, bld. 1, passaggio Ostapovsky, 109316, Russia

produttore:

Shandong Shenglu Pharmaceutical Co., Ltd

A nord di Syhe Road, Syhe Street, contea di Xishui, provincia di Shandong, Cina Grand Pharmaceutical (China) Co., Ltd.

Lake Road n. 11 Jininhu Ecological Park, distretto di Dong Si Huu, città di Wuhan, provincia di Hubei, Cina

Indirizzo e numero di telefono dell'organizzazione autorizzata (per l'invio di richieste di consumatori e reclami)

LLC "VIAL" Indirizzo: 5, Bldg. 1, Ostapovsky Proezd, 109316, Russia.

Sbalzo di adrenalina

Prezzi nelle farmacie online:

L'adrenalina appartiene al gruppo di farmaci ormonali ed è un analogo dell'ormone principale, sintetizzato dal midollo delle ghiandole surrenali - le ghiandole endocrine associate, che si trovano nell'uomo e nei vertebrati.

Rilascia forma e composizione

L'ingrediente attivo del farmaco è l'adrenalina (epinefrina).

Gruppo farmacologico Adrenalina - agenti ipertensivi, adreno e simpaticomimetici (alfa, beta).

Secondo le istruzioni, l'adrenalina cloridrato è disponibile in due forme:

  • Soluzione iniettabile;
  • Soluzione per uso esterno.

Azione farmacologica di adrenalina

Essendo essenzialmente un neurotrasmettitore, l'adrenalina, quando viene iniettata nel corpo, trasmette impulsi elettrici dalla cellula nervosa attraverso lo spazio sinaptico tra i neuroni, così come dai neuroni ai muscoli. L'effetto di questa sostanza chimica biologicamente attiva è associato agli effetti sugli adrenorecettori alfa e beta e coincide largamente con l'effetto di eccitazione delle fibre del sistema nervoso simpatico - parte del sistema nervoso autonomo (alias autonomo), i cui gangli si trovano a distanze considerevoli dall'innervato autorità.

Secondo le istruzioni, l'adrenalina provoca il restringimento dei vasi sanguigni degli organi situati nella cavità addominale, nei vasi sanguigni e nelle mucose. In misura minore, c'è un restringimento dei vasi dei muscoli scheletrici. Gli indici di pressione sanguigna aumentano, inoltre, le navi situate nel cervello si espandono.

L'effetto della pressione di Adrenalina, tuttavia, è meno pronunciato rispetto all'effetto dell'uso della norepinefrina, che è causato dall'eccitazione non solo di α1 e α2-adrenorecettori, ma anche β2-adrenorecettori vascolari.

Sullo sfondo dell'uso di adrenalina cloridrato sono noti:

  • Rafforzamento e accelerazione delle contrazioni del muscolo cardiaco;
  • Sollievo della conduzione atrioventricolare (atrioventricolare);
  • Aumentare l'automatismo del muscolo cardiaco, provocando lo sviluppo di aritmie;
  • L'aumento della pressione arteriosa causato dall'eccitazione del centro X-coppia di nervi cranici (i cosiddetti nervi vago), che hanno un effetto inibitorio sul cuore, causando l'insorgenza di bradicardia riflessa transitoria.

Inoltre, sotto l'influenza dell'adrenalina, i muscoli dei bronchi e dell'intestino si rilassano, le pupille si espandono. E poiché questa sostanza funge da catalizzatore per tutti i processi metabolici che si verificano nel corpo, il suo uso:

  • Aumenta i livelli di glucosio nel sangue;
  • Aumenta il metabolismo nei tessuti;
  • Migliora la glucogenesi e la glicogenesi;
  • Rallenta la sintesi del glicogeno nel muscolo scheletrico;
  • Aiuta a migliorare la cattura e l'utilizzo del glucosio nei tessuti;
  • Aumenta il livello di attività degli enzimi glicolitici;
  • Ha un effetto stimolante sulle fibre simpatiche "trofiche";
  • Aumenta la funzionalità del muscolo scheletrico;
  • Stimola l'attività del sistema nervoso centrale;
  • Aumenta la veglia, l'energia mentale e l'attività.

Inoltre, l'adrenalina cloridrato è in grado di avere un pronunciato effetto antiallergico e antinfiammatorio sul corpo.

Una caratteristica caratteristica dell'adrenalina è che il suo uso fornisce un effetto derivativo istantaneo. Poiché il farmaco è uno stimolatore ideale dell'attività cardiaca, è indispensabile nella pratica oftalmica e durante le operazioni chirurgiche.

Indicazioni per l'uso Adrenalina

L'uso di adrenalina, secondo le istruzioni, è consigliabile nelle seguenti situazioni:

  • In caso di brusco calo della pressione sanguigna (durante il collasso);
  • Per alleviare i sintomi di un attacco d'asma;
  • Quando un paziente sviluppa reazioni allergiche acute in presenza di un particolare farmaco;
  • Con ipoglicemia (abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue);
  • In asistolia (una condizione caratterizzata dalla cessazione dell'attività cardiaca con la scomparsa dell'attività bioelettrica);
  • Con un'overdose di insulina;
  • Con glaucoma ad angolo aperto (aumento della pressione intraoculare);
  • Con il verificarsi di contrazioni caotiche del muscolo cardiaco (fibrillazione ventricolare);
  • Per il trattamento delle malattie otorinolaringoiatriche come farmaco vasocostrittore;
  • Per il trattamento delle malattie oftalmiche (quando si eseguono interventi chirurgici sugli occhi, il cui scopo è eliminare l'edema congiuntivale, trattare l'ipertensione intraoculare, interrompere il sanguinamento, ecc.);
  • Con shock anafilattico a causa di punture di insetti e animali;
  • Con sanguinamento intenso;
  • Durante l'intervento

Poiché questo farmaco ha un effetto a breve termine, per prolungare il tempo di esposizione l'adrenalina è spesso combinata con una soluzione di novocaina, dikain o altri farmaci anestetici.

Controindicazioni

Controindicazioni alla nomina di adrenalina sono:

  • Uso simultaneo con ciclopropano, ftorotan e cloroformio (poiché tale combinazione può provocare l'aritmia più forte);
  • Uso concomitante con ossitocina e antistaminici;
  • aneurisma;
  • cardiopatia ipertensiva;
  • Disturbi endocrini (in particolare il diabete);
  • il glaucoma;
  • Malattia vascolare aterosclerotica;
  • ipertiroidismo;
  • Il periodo di gravidanza e allattamento.

Dosaggio e somministrazione

Poiché l'adrenalina viene prodotta sotto forma di soluzione, può essere applicata in diversi modi: lubrificare la pelle, iniettarla per via endovenosa, intramuscolare e sotto la pelle.

In caso di sanguinamento, viene utilizzato come agente esterno, applicando una benda o un tampone.

La dose giornaliera di adrenalina non deve superare i 5 ml e una singola iniezione - 1 ml. Nel muscolo, la vena o sotto la pelle si iniettano mezzi molto lentamente e con cautela.

Nei casi in cui il medicinale è richiesto dal bambino, la dose viene calcolata sulla base delle caratteristiche individuali del suo corpo, dell'età e delle condizioni generali.

Nei casi in cui l'adrenalina non ha l'effetto previsto e non vi è alcun miglioramento nelle condizioni del paziente, si raccomanda di utilizzare farmaci simili con un effetto stimolante, che hanno un effetto tossico meno pronunciato.

Effetti collaterali adrenalina

Va ricordato che un sovradosaggio di Andernalin o la sua somministrazione impropria può causare a un paziente di sviluppare aritmia grave e bradicardia riflessa transitoria (un tipo di disturbo del ritmo sinusale che è accompagnato da una diminuzione del numero di contrazioni del muscolo cardiaco a 30-50 battiti al minuto).

Inoltre, alte concentrazioni di sostanze possono migliorare i processi di catabolismo proteico.

analoghi

Attualmente, ci sono molti analoghi di adrenalina. Tra questi: Stiptirenal, Epinephrine, Adrenin, Paranephrin e molti altri.

Adrenalina: uno strumento con un ampio spettro di azione

L'epinefrina è una beta e alfa adrenomimetica, appartenente al gruppo di ormoni catabolici.

Il farmaco ha effetti antiallergici e broncodilatatori, aumenta i livelli di zucchero nel sangue, stimola il metabolismo dei tessuti.

La sostanza fa parte di due gruppi farmacologici:

  • farmaci ipertensivi;
  • Farmaci che hanno un effetto stimolante sui recettori α + β- e α-adrenergici.

Il farmaco può avere i seguenti tipi di effetti:

  • broncodilatatori;
  • antiallergico;
  • hyperglycemic;
  • vasocostrittore;
  • ipertensiva.

Inoltre, l'ormone dell'adrenalina:

  • stimola la disgregazione dei grassi e inibisce la loro sintesi;
  • stimola il sistema nervoso centrale;
  • aiuta ad aumentare l'attività funzionale del tessuto muscolare scheletrico;
  • eccita la regione dell'ipotalamo;
  • ha un effetto inibitorio sulla produzione di glicogeno nel fegato e nei muscoli scheletrici;
  • migliora la coagulazione del sangue;
  • migliora la cattura e l'utilizzo del glucosio da parte dei tessuti;
  • stimola la produzione di alcuni ormoni (in particolare, adrenocorticotropo);
  • aiuta ad aumentare l'attività degli enzimi glicolitici.

Prima dell'uso, leggi le istruzioni per l'uso dell'adrenalina.

1. Indicazioni per l'uso

Il produttore del farmaco raccomanda l'uso di adrenalina in presenza delle seguenti condizioni:

  • sviluppo immediato di reazioni allergiche (reazioni al cibo, punture di insetti, trasfusioni di sangue, farmaci) per l'orticaria, shock anafilattico;
  • attacchi di asma bronchiale;
  • insufficiente afflusso di sangue agli organi interni (collasso), brusco calo degli indicatori della pressione arteriosa;
  • condizioni che sono caratterizzate da una diminuzione della concentrazione di ioni di potassio nel sangue (ipopotassiemia);
  • sovradosaggio di ipoglicemia da insulina;
  • arresto cardiaco;
  • glaucoma ad angolo aperto (aumento della pressione intraoculare);
  • fibrillazione dei ventricoli del cuore;
  • priapismo;
  • chirurgia oculare;
  • blocco atrioventricolare acutamente di grado 3;
  • sanguinamento da una posizione superficiale nei vasi mucosi e cutanei;
  • insufficienza ventricolare sinistra acuta.

Inoltre, il farmaco viene utilizzato per alcuni disturbi otorinolaringoiatrici come farmaci vasocostrittori e per aumentare la durata dei farmaci anestetici locali.

Quando le supposte di emorroidi con trombina e adrenalina vengono utilizzate per fermare il sangue e il sollievo dal dolore della zona interessata.

L'epinefrina viene utilizzata nella pratica chirurgica e viene iniettata attraverso un endoscopio per ridurre la perdita di sangue. La sostanza è anche inclusa nella composizione delle soluzioni utilizzate ai fini dell'anestesia locale a lungo termine (ad esempio, in odontoiatria).

L'adrenalina sotto forma di compresse viene utilizzata per trattare l'ipertensione, l'angina pectoris. Inoltre, le pillole sono prescritte per le sindromi che sono accompagnate da una sensazione di pesantezza al petto e aumento dell'ansia.

Metodo di applicazione

Progettato per uso locale. Per fermare l'emorragia, il tampone viene inumidito in una soluzione e applicato sulla ferita.

Soluzione iniettabile: è indicata per somministrazione sottocutanea (n / a), flebo, intramuscolare (IM), a getto o per via endovenosa (IV).

Regime di dosaggio per gli adulti:

  1. Nello shock anafilattico e altre reazioni allergiche: 0,1-0,25 mg diluiti in 10 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. Al fine di ottenere un effetto clinico, il trattamento viene continuato con l'aiuto di infusione endovenosa a goccia (proporzione 1: 10.000). Se non c'è una vera minaccia per la vita del paziente, il farmaco viene somministrato a 0,3-0,5 mg sc o f / m. Se necessario, l'iniezione viene ripetuta fino a 3 volte con un intervallo di 10-20 minuti.
  2. Nell'asma bronchiale: 0,3-0,5 mg sc. Per ottenere l'effetto desiderato, la stessa dose viene ri-somministrata fino a 3 volte ogni 20 minuti. Inoltre, il farmaco può essere somministrato in / in 0,1-0,25 mg, diluito in soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (rapporto 1: 10.000).
  3. Per ipotensione arteriosa: goccia a goccia IV in una velocità di 0,001 mg / min. Se necessario, la velocità di somministrazione può essere aumentata a 0,002-0,01 mg / min.
  4. Quando asistole: 0,5 mg, diluito in 10 ml di soluzione di sodio cloruro allo 0,9%, viene somministrato per via intracardiaca. Quando le misure di rianimazione dell'adrenalina viene introdotta in / in 0,5-1 mg ogni 3-5 minuti. In precedenza, il farmaco viene diluito in una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. In caso di intubazione della trachea del paziente, la somministrazione viene eseguita mediante instillazione endotracheale. Allo stesso tempo, la dose è più volte (2-2,5) più alta della dose destinata alla somministrazione endovenosa.
  5. Come vasocostrittore: flebo IV (velocità - 0,001 mg / min.). La velocità di infusione può essere aumentata a 0,002-0,01 mg / min.
  6. Pazienti con sindrome di Morgagni-Adams-Stokes (forma bradiaritmica): gocciolare IV con 1 mg sciolto in 250 ml di soluzione di glucosio al 5%. La velocità di infusione viene gradualmente aumentata fino al raggiungimento del numero minimo sufficiente di battiti cardiaci.
  7. Allungamento di anestetici locali: 0,005 mg di adrenalina per 1 ml di anestetico, 0,2-0,4 mg per anestesia spinale.

Regime di dosaggio durante l'infanzia:

  1. In asistolia: a un neonato - lentamente in / in ogni 3-5 minuti al tasso di 0,01-0,03 mg di adrenalina per chilogrammo di peso corporeo. Nel trattamento di bambini di età superiore ad un mese - per via endovenosa, ogni 3-5 minuti (prima, a 0,01 mg / kg, e poi a 0,1 mg / kg). Quando vengono iniettate le due dosi standard, è possibile passare a una dose di 0,2 mg / kg con un intervallo di 5 minuti. Questo mostra la somministrazione endotracheale.
  2. In caso di shock anafilattico: cioè 0,01 mg / kg (non più di 0,3 mg) viene somministrato per via intramuscolare. La procedura può essere ripetuta con un intervallo di 15 minuti, ma non più di tre volte.
  3. Nel broncospasmo: 0,01 mg / kg p / c (fino a 0,3 mg). Il farmaco può essere somministrato ogni quattro ore o fino a tre o quattro volte ogni 15 minuti.
  4. La soluzione di iniezione può anche essere utilizzata per interrompere il sanguinamento (per via topica). Per fare questo, il tampone viene inumidito in soluzione, dopo di che viene applicato sulla superficie della ferita.

2. liberatoria, composizione

Aziende farmaceutiche Adrenaline è disponibile in 2 forme di dosaggio:

  • Soluzione allo 0,1% di epinefrina cloridrato;
  • soluzione di adrenalina idrotartrato allo 0,18%.

Il farmaco viene venduto in fiale di vetro neutre. Ogni fiala contiene 1 ml di droga.

La soluzione per uso locale arriva nelle farmacie sotto forma di fiale ermeticamente sigillate di vetro arancione. Ogni flacone contiene 30 ml di farmaco.

Anche nelle farmacie si possono trovare compresse di adrenalina (sotto forma di granuli omeopatici D3).

La soluzione iniettabile è costituita da epinefrina (principio attivo) e ingredienti ausiliari: disolfito di sodio, cloruro di sodio, acido cloridrico, clorobutanolo.

La soluzione per uso topico contiene anche epinefrina e componenti inattivi: metabisolfito di sodio, idrato di clorobutanolo, disodio edetato, cloruro di sodio, glicerina, soluzione di acido cloridrico 0,01 M.

3. Interazione con altri farmaci

Assunzione di adrenalina con altri farmaci può causare un numero di reazioni dal corpo:

I bloccanti dei recettori β- e α-adrenergici sono antagonisti dell'epinefrina, quindi, quando i bloccanti β-adrenergici sono trattati con gravi reazioni anafilattiche, l'efficacia dell'epinefrina è ridotta. A questo proposito, si raccomanda di sostituire il farmaco in / con l'introduzione di salbutamolo.

Altri adrenomimetici possono aumentare l'effetto terapeutico dell'epinefrina, aumentare la gravità delle reazioni avverse dal CCC.

Assumere chinidina, dopamina, cocaina, glicosidi cardiaci, antidepressivi triciclici, farmaci per l'anestesia per inalazione (isoflurano, metossiflurano, alotano, enflurano) può aumentare la probabilità di aritmie, quindi l'uso simultaneo non è consentito o permesso con cautela.

L'assunzione simultanea di adrenalina e farmaci ipnotici, insulina, analgesici narcotici, farmaci antipertensivi porta ad una diminuzione dell'efficacia di questi farmaci.

Diuretici - un aumento della pressione di epinefrina.

Nitrati - un indebolimento del loro effetto terapeutico.

L'uso di adrenalina durante il trattamento con inibitori della monoamino-ossidasi (procarbazina, selegilina, furazolidone) può causare un aumento della pressione sanguigna (pronunciato e improvvisa), mal di testa, vomito, aritmie cardiache, crisi giperpiretichesky. È anche possibile indebolire l'effetto terapeutico degli inibitori delle monoaminossidasi.

Fenossibenzamina: aumento dell'azione ipotensiva, tachicardia.

L'uso simultaneo di ormoni tiroidei può causare un aumento dell'azione di questi farmaci e l'adrenalina.

Fenitoina - bradicardia, una forte diminuzione della pressione sanguigna (a seconda del dosaggio e della velocità di somministrazione).

Farmaci che estendono l'intervallo QT - prolungamento dell'intervallo QT.

Yoksaglovaya o acidi yothalamic, diatrizoates - aumentando gli effetti neurologici.

L'uso simultaneo di alcaloidi della segale cornuta porta ad un aumento dell'azione vasocostrittrice (fino allo sviluppo di cancrena e ischemia grave).

Sbalzo di adrenalina

Produttore: Vendo "Impianto endocrino di Mosca" Russia

Codice ATC: C01CA24

Forma di rilascio: forme di dosaggio liquide. Soluzione iniettabile

Caratteristiche generali ingredienti:

Ingrediente attivo: 1 mg di epinefrina (adrenalina) in 1 ml di soluzione.

Eccipienti: sodio cloruro, sodio bisolfito (metabisolfito di sodio) clorobutanolo emiidrato (Hlorobutanolgidrat) clorobutanolo equivalente, disodio edetato (etilendiamminotetraacetico sale disodio), glicerolo (glicerina), acido cloridrico, acqua per iniezione.

Proprietà farmacologiche:

Farmacodinamica. L'azione causata da attivazione di adenilato ciclasi in superficie recettore interna delle membrane cellulari, aumentare la concentrazione intracellulare di monofosfato ciclico adenosina (cAMP) e ioni calcio (Ca2 +).

A dosi molto basse, ad una velocità di somministrazione inferiore a 0,01 μg / kg / min, può ridurre la pressione sanguigna, a causa dell'espansione dei vasi dei muscoli scheletrici. A una velocità di iniezione di 0,04-0,1 μg / kg / min, aumenta la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache, il volume della corsa e il volume minuto del sangue, riduce la resistenza vascolare periferica totale; sopra 0,02 mcg / kg / min restringe i vasi sanguigni, aumenta la pressione sanguigna (principalmente sistolica) e la resistenza vascolare periferica totale. L'effetto della pressione può causare un rallentamento del riflesso a breve termine della frequenza cardiaca.

Rilassa la muscolatura liscia dei bronchi. Dosi superiori a 0,3 mcg / kg / min riducono il flusso sanguigno renale, il rifornimento di sangue agli organi interni, il tono e la motilità del tratto gastrointestinale. Espande le pupille, aiuta a ridurre la produzione di liquido intraoculare e la pressione intraoculare. Provoca l'iperglicemia (aumenta la glicogenolisi e la gluconeogenesi) e aumenta il contenuto di acidi grassi liberi nel plasma.

Aumenta la conduttività, l'eccitabilità e l'automatismo del miocardio. Aumenta la domanda di ossigeno miocardico. Inibisce il rilascio indotto da antigeni di istamina e leucotrieni, elimina lo spasmo, i bronchioli, previene lo sviluppo di edema della loro membrana mucosa.

La stimolazione degli adrenorecettori b2 è accompagnata da un aumento dell'escrezione di ioni di potassio (K +) dalla cellula e può portare a ipopotassiemia.

Con la somministrazione intracavernosa si riduce il riempimento del sangue dei corpi cavernosi.

L'effetto terapeutico si sviluppa quasi istantaneamente con la somministrazione endovenosa (durata dell'azione - 1-2 minuti), 5-10 minuti dopo la somministrazione sottocutanea (massimo effetto - 20 minuti), con somministrazione intramuscolare - l'ora di inizio dell'effetto è variabile.

Farmacocinetica. Nell'aspirazione. Con la somministrazione intramuscolare o sottocutanea è ben assorbito. Iniettato per via parenterale, rapidamente distrutto. Assorbito anche dalla somministrazione endotracheale e congiuntivale. Il tempo per raggiungere la massima concentrazione nel sangue. con sottocutaneo e. iniezione intramuscolare - 3-10 min. Penetra attraverso la placenta, nel latte materno, non penetra la barriera emato-encefalica.

Metabolismo. Metabolizzato principalmente da monoamino ossidasi e catecol-O-metiltransferasi nelle terminazioni dei nervi simpatici e di altri tessuti, nonché nel fegato con la formazione di metaboliti inattivi. L'emivita per la somministrazione endovenosa è di 1-2 minuti.

Ritiro. Viene escreto dai reni principalmente sotto forma di metaboliti: acido vanillico-lindico, solfati, glucuronidi e anche in quantità insignificante - invariati.

Indicazioni per l'uso:

· Reazioni allergiche di tipo immediato (inclusi orticaria, angioedema, shock anafilattico) che si sviluppano con l'uso di droghe, sieri, trasfusioni di sangue, alimenti, punture di insetti o altri allergeni; sforzo fisico per l'asma;

· Asistolia (compreso sullo sfondo del blocco atrioventricolare acutamente sviluppato di III grado);

· Sanguinamento dai vasi superficiali della pelle e delle mucose (comprese le gengive);

· Ipotensione arteriosa che non è suscettibile all'impatto di volumi adeguati di liquidi di sostituzione (inclusi shock, batteriemia, chirurgia a cuore aperto, insufficienza renale);

· La necessità di allungare l'azione degli anestetici locali;

· Episodi, completo blocco atrioventricolare (con sviluppo di uno stato sincopale (sindrome di Morgagni-Adams-Stokes));

· Arrestare il sanguinamento (come un vasocostrittore).

Dosaggio e somministrazione:

Sottocutaneo, per via intramuscolare, per via endovenosa.

Reazioni allergiche di tipo immediato (shock anafilattico): 0,1-0,25 mg diluiti in 10 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% lentamente per via endovenosa, se necessario, continuare a gocciolare per via endovenosa in concentrazione di 1: 10.000. In assenza di un immediato, in pericolo di vita, è preferibile somministrare per via intramuscolare o sottocutanea con 0,3-0,5 mg, se necessario, la somministrazione ripetuta in 10-20 minuti fino a 3 volte.

Asma bronchiale: 0,3-0,5 mg per via sottocutanea, se necessario, dosi ripetute possono essere somministrate ogni 20 minuti fino a 3 volte, o per via endovenosa a 0,1-0,25 mg con una diluizione ad una concentrazione di 1: 10.000.

Quando asistole: intracardialmente 0,5 mg (diluito con 10 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% o un'altra soluzione); durante la rianimazione - 0,5-1 mg (in forma diluita) per via endovenosa ogni 3-5 minuti. Se il paziente è intubato, è possibile l'instillazione endotracheale - le dosi dovrebbero essere 2-2,5 volte più alte delle dosi per la somministrazione endovenosa.

Smetti di sanguinare - localmente sotto forma di tamponi inumiditi con una soluzione del farmaco.

In caso di ipotensione arteriosa: gocciolamento endovenoso 1 μg / min, la velocità di somministrazione può essere aumentata a 2-10 μg / min.

Per allungare l'azione degli anestetici locali: ad una concentrazione di 0,005 mg / ml (la dose dipende dal tipo di anestetico utilizzato), per l'anestesia spinale - 0,2-0,4 mg.

Sindrome di Morgagni-Adams-Stokes (forma bradyoitmica) alla dose di 1 mg in 250 ml di soluzione di glucosio al 5% per via endovenosa, aumentando gradualmente il tasso di infusione per raggiungere il numero minimo sufficiente di battiti cardiaci.

Come vasocostrittore: flebo endovenoso 1 μg / min; la velocità di somministrazione può essere aumentata a 2-10 μg / min:

Applicazione nella pratica dei bambini:

- neonati (asistolia): per via endovenosa, 10-30 mcg / kg ogni 3-5 minuti, lentamente.

- per i bambini: di età superiore a 1 mese: per via endovenosa, 10 mcg / kg (nel seguito, se necessario, 100 mcg / kg vengono iniettati ogni 3-5 minuti / kg.) Può essere utilizzata la somministrazione endotracheale.

- bambini con shock anafilattico: sottocutanea o intramuscolare a 0,01 mg / kg (massimo - fino a 0,3 mg), se necessario, l'introduzione di queste dosi viene ripetuta ogni 15 minuti (fino a 3 volte).

- bambini con broncospasmo: per via sottocutanea 10 μg / kg (massimo - fino a 0,3 mg), dosaggio, se necessario, ripetere ogni 15 minuti; (fino a 3-4 volte) o ogni 4 ore

Caratteristiche dell'applicazione:

La somministrazione endovenosa accidentale di adrenalina può causare un forte aumento della pressione sanguigna.

L'aumento della pressione sanguigna con l'introduzione del farmaco può causare ictus. L'epinefrina può causare la restrizione dei capillari dei reni, riducendo così la diuresi.

Per l'infusione, utilizzare un dispositivo con un dispositivo di misurazione per controllare la velocità di infusione.

Le infusioni devono essere effettuate in una grande vena (preferibilmente nella parte centrale).

Intraocularmente introdotto durante l'asistolia, se non sono disponibili altri metodi, perché c'è il rischio di tamponamento cardiaco e pneumotorace.

Durante il trattamento, si raccomanda di determinare la concentrazione di ioni potassio (K +) nel siero, misurazione della pressione arteriosa, diuresi, minuto volume di circolazione del sangue, elettrocardiogramma, pressione venosa centrale, la pressione arteriosa polmonare e la pressione di cuneo nei capillari polmonari. Dosi eccessive nell'infarto del miocardio possono aumentare l'ischemia aumentando la domanda di ossigeno miocardico.

Aumenta la glicemia, in connessione, con la quale il diabete richiede dosi più elevate di derivati ​​dell'insulina e sulfonilurea.

Con la somministrazione endotracheale, l'assorbimento e la concentrazione plasmatica finale del farmaco possono essere imprevedibili.

L'introduzione dell'epinefrina in stato di shock, condizioni non sostituisce la trasfusione di sangue, plasma, liquidi che sostituiscono il sangue e / o soluzioni saline.

L'epinefrina non è consigliabile utilizzare per un lungo periodo (restringimento dei vasi periferici, che porta al possibile sviluppo di necrosi o cancrena).

Non ci sono studi rigorosamente controllati sull'uso di epinefrina nelle donne in gravidanza. Set di regolarità statistiche, il rapporto apparenze malformazioni e ernia inguinale nei bambini le cui madri utilizzato adrenalina durante il I trimestre o durante la gravidanza, come riportato in un caso del verificarsi di anossia nel feto dopo di riferimento per via endovenosa - madre epinefrina.

L'applicazione per la correzione della bassa pressione sanguigna durante il travaglio non è raccomandata, in quanto potrebbe ritardare la seconda fase del travaglio; quando viene somministrato a grandi dosi per indebolire la contrazione dell'utero, può causare atonia duratura dell'utero con sanguinamento.

Può essere usato nei bambini con arresto cardiaco, ma deve essere esercitata cautela.

Quando si interrompe, la dose del trattamento deve essere ridotta gradualmente, poiché l'improvvisa interruzione della terapia può portare a una diminuzione della pressione sanguigna.

È facilmente distrutto da agenti di alchilazione e agenti ossidanti, inclusi cloruri, bromuri, nitriti, sali di ferro e perossidi.

Se la soluzione ha acquisito un colore rosato o marrone o contiene un precipitato, non può essere inserito. Le parti non utilizzate dovrebbero essere distrutte.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi. Dopo aver usato il farmaco, il medico deve, individualmente, in ogni caso, decidere l'ammissione del paziente alla gestione del trasporto o impegnarsi in altre attività potenzialmente pericolose che richiedono alta concentrazione di attenzione e velocità delle reazioni psicomotorie.

Effetti collaterali:

Classificazione dell'incidenza degli effetti collaterali (WHO): molto spesso> 1/10; spesso da> 1/100 a 1/1000 a 1/10000 a < 1/1000; очень редко от < 1/10000, включая отдельные сообщения.

Dal momento che il sistema cardiovascolare: raramente - angina pectoris, bradicardia o tachicardia, palpitazioni, aumento o diminuzione della pressione arteriosa, con alte dosi - aritmie ventricolari (compresa la fibrillazione ventricolare); raramente - aritmia, dolore al petto, edema polmonare.

Il sistema nervoso: spesso - mal di testa, ansia, tremore; zecca, raramente - vertigini, nervosismo, affaticamento, nausea, vomito, disturbi della personalità (agitazione psicomotoria, disorientamento, disturbi della memoria, disturbi psicotici: comportamento aggressivo o di panico, disturbi schizofrenici, paranoia), disturbi del sonno, contrazioni muscolari.

Da parte del sistema digestivo: spesso - nausea, vomito.

Dal sistema urinario: raramente - minzione difficile e dolorosa (con iperplasia prostatica).

Reazioni locali: raramente - dolore o sensazione di bruciore nel sito di iniezione intramuscolare.

Reazioni allergiche: raramente - angioedema, broncospasmo, eruzione cutanea, eritema multiforme.

Altro: raramente - sudorazione eccessiva; raramente - ipokaliemia.

Se gli effetti indesiderati indicati nelle istruzioni sono aggravati o se noti altri effetti indesiderati non indicati nelle istruzioni, informi il medico.

Interazione con altri farmaci:

Gli antagonisti dell'epinefrina sono bloccanti degli a-e-b-adrenergici.

L'efficacia di epinefrina è ridotta nei pazienti con gravi reazioni anafilattiche che assumono beta-bloccanti. In questo caso, il salbutamolo viene usato per via endovenosa.

L'uso in combinazione con altri adrenomimetici può migliorare l'effetto dell'epinefrina.

Indebolisce gli effetti degli analgesici narcotici e dei sonniferi.

Se usato contemporaneamente con glicosidi cardiaci, chinidina, antidepressivi triciclici, dopamina, farmaci per anestesia per inalazione (enflurano, alotano, isoflurano, metossiflurano), la cocaina aumenta il rischio di aritmie (deve essere usato con molta attenzione o per niente); con altri adrenomimetici - aumento della gravità degli effetti collaterali dal sistema cardiovascolare; con farmaci antipertensivi - riducendo la loro efficacia.

Con i diuretici, è possibile un aumento dell'effetto pressorio dell'epinefrina. L'uso simultaneo di farmaci che inibiscono la monoammina ossidasi (procarbazina, selegilina e furazolidone) può causare un improvviso e pronunciato aumento della pressione sanguigna, crisi iperpetica, cefalea, aritmie cardiache, vomito; con i nitrati - l'indebolimento della loro azione terapeutica; con fenossibenzamina - aumento dell'effetto ipotensivo e tachicardia; con fenitoina - un'improvvisa diminuzione della pressione sanguigna e bradicardia (a seconda della dose e della velocità di somministrazione); con farmaci di ormoni, ghiandola tiroidea - miglioramento reciproco di azione; con farmaci che estendono l'intervallo QT (inclusi astemizolo, cisapride, terfenadina) - prolungamento dell'intervallo QT; con diatrizoates, acidi iotalamici o yoxaglic - aumentati effetti neurologici; con alcaloidi della segale cornuta - aumento dell'effetto vasocostrittore (fino a grave ischemia e sviluppo di cancrena).

Riduce l'effetto dell'insulina e di altri farmaci ipoglicemici.

Controindicazioni:

Ipersensibilità a qualsiasi componente del farmaco, l'ipertensione, espresso aterosklerrz (tra cui l'aterosclerosi cerebrale), cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, tachiaritmia, malattia coronarica, fibrillazione ventricolare, fibrillazione atriale, aritmia ventricolare, insufficienza cardiaca cronica, grado 3-4, infarto del miocardio, feocromocitoma, tireotossicosi, diabete mellito, insufficienza arteriosa acuta e cronica (compresa una storia di embolia arteriosa, aterosclerosi, malattia Burger, endoarterite diabetica, malattia di Raynaud), ipovolemia, acidosi metabolica, ipercapnia, ipossia, ipertensione polmonare, shock, la genesi non allergica (compresi cardiogeno, traumatico, emorragica), lesioni a freddo, il morbo di Parkinson; danno cerebrale organico, glaucoma ad angolo chiuso, sindrome convulsiva, iperplasia prostatica, età fino a 18 anni (eccetto condizioni di pericolo di vita), gravidanza, allattamento, uso simultaneo di inalanti per anestesia generale (alotano), epinefrina in combinazione con anestetici locali non utilizzato per l'anestesia locale delle dita delle mani e dei piedi a causa del rischio di danno al tessuto ischemico.

Per le condizioni di emergenza, tutte le controindicazioni sono relative.

Con cura Ipertiroidismo, età avanzata. Per la prevenzione delle aritmie in background, viene prescritto l'uso del farmaco. beta bloccanti.

sovradosaggio:

Sintomi: aumento eccessivo. pressione sanguigna, tachicardia, bradicardia alternata, disturbi del ritmo (compresa fibrillazione atriale e ventricolare), freddezza e pallore della pelle, vomito, mal di testa, acidosi metabolica, infarto miocardico, emorragia cerebrale cranica (specialmente nei pazienti anziani), edema polmonare, morte.

Trattamento: interrompere l'introduzione, terapia sintomatica - per abbassare la pressione sanguigna - alfa-bloccanti (fentolamina), con aritmie - beta-bloccanti (propranololo).

Condizioni di stoccaggio:

Nel posto scuro a una temperatura di non più in alto che 15 ° C. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Periodo di validità - 3 anni. Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di vacanza:

Imballaggio:

Soluzione iniettabile 1 mg / ml. Confezionamento: in fiale da 1 ml. Su 5 ampolle in imballaggio di cella planimetric. Per 1 o 2 blister con istruzioni per l'uso del farmaco, con un coltello o uno scarificatore ampulny in un pacchetto di cartone. 20, 50 o 100 blister con 20, 50 o 100 istruzioni per l'uso del preparato, rispettivamente, con coltelli o fiale scarificatrici in scatole di cartone o in scatole di cartone ondulato (per ospedali). Quando si imballano ampolle con tacche, anelli e punti di rottura, coltelli fiala o scarificatori non si inseriscono.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

L'ormone del sonno (melatonina) è un ormone secreto nell'epifisi, regola i bioritmi quotidiani, supporta i cicli del sonno e la veglia.Aiuta a produrre ormoni sessuali, a regolare il ciclo mestruale nelle donne.

17-OH-progesterone è prodotto dalle ghiandole surrenali ed è uno dei regolatori della funzione sessuale e del ciclo mestruale, influenza la capacità di concepire e trasportare un bambino.

17-OH-progesterone è prodotto dalle ghiandole surrenali ed è uno dei regolatori della funzione sessuale e del ciclo mestruale, influenza la capacità di concepire e trasportare un bambino.