Principale / Ipoplasia

Tiroidite autoimmune

La tiroidite autoimmune è talvolta chiamata tiroidite autoimmune cronica.

La tiroidite autoimmune è, soprattutto, la partecipazione del sistema immunitario a eventi che si verificano nella ghiandola tiroidea.

Osservazioni cliniche e studi teorici suggeriscono che l'AIT non è un'infiammazione, non una malattia, un processo reversibile!

Esistono diversi importanti segni clinici che indicano la presenza di malattie autoimmuni della tiroidite autoimmune:
1) eccessiva secrezione dal sistema immunitario di anticorpi alla struttura della tiroide (mediante analisi del sangue),
2) cambiamento diffuso (diffuso) o locale (locale) del tessuto tiroideo, sotto forma di distruzione (es. Deplezione e morte) di tessuto ghiandolare e formazione di tessuto connettivo nel sito dei follicoli delle ghiandole distrutte (secondo gli ultrasuoni),
3) penetrazione di un gran numero di cellule immunitarie nel tessuto ghiandolare (secondo l'analisi citologica dopo una biopsia).

I primi due segni sono più significativi. Trovarli in un paziente consente al medico di valutare la condizione come tiroidite autoimmune.

Due punti di vista sullo sviluppo della malattia

I. L'ipotesi comune dello sviluppo della tiroidite autoimmune offre un'idea dell'aggressività degli anticorpi al tessuto tiroideo.

Si ritiene che gli autoanticorpi influiscano negativamente sui componenti della ghiandola tiroidea. Ciò provoca la morte cellulare e lo sviluppo del tessuto connettivo. Si ritiene che la tiroidite autoimmune - il destino della ghiandola tiroidea a cambiare. Pertanto, AIT è anche chiamato cronico.

Per caratterizzare questo effetto aggressivo degli anticorpi, vengono utilizzati i termini associati al processo infettivo. Ad esempio, "trasporto di anticorpi", o proprietà "citotossiche" (cioè distruttive) e "antitiroide" (cioè contro la tiroide) di anticorpi.

Ma molti fatti contraddicono questa ipotesi! I ricercatori rivelano molte circostanze incoerenti. Sono persistentemente trascurate, perché esiste una teoria autoritaria diffusa.

II. teoria

tiene conto della natura protettiva e reversibile della tiroidite autoimmune!

Lo sviluppo di questa malattia sta proprio nella partecipazione protettiva adattativa del sistema immunitario (usando gli anticorpi) nel preservare le cellule e i follicoli della tiroide.

Gli stessi anticorpi non sono in grado di distruggere le cellule e i follicoli della tiroide! Gli anticorpi bloccano solo le sue cellule. Questo è il modo in cui avviene la conservazione difensiva dall'esaurimento e dalla morte delle cellule della ghiandola sovraccarica di lavoro in eccesso.

Attirando le cellule del sistema immunitario, gli anticorpi possono essere coinvolti nello smaltimento di coloro che sono morti a causa del lavoro eccessivo e dell'esaurimento delle cellule e del tessuto connettivo (cicatrice). Questo fa parte dell'auto-guarigione del corpo!

Si scopre che mentre le condizioni migliorano per la ghiandola tiroidea, la quantità di anticorpi diminuisce rispetto ai valori standard e il tessuto ghiandolare si riprende! Il tessuto connettivo (cioè cicatrice) è utilizzato!

Studi sperimentali sull'effetto degli anticorpi sulla ghiandola tiroidea degli animali hanno mostrato che relativamente presto nella maggior parte di essi il processo autoimmune si sta invertendo verso il ripristino del tessuto tiroideo e la diminuzione della quantità di anticorpi!

Perché sta succedendo questo? Perché la ghiandola tiroide e il corpo di questi animali non sono esauriti! Condizioni favorevoli per la ghiandola tiroidea nel corpo di animali inesauribili contribuiscono alla reversibilità dei processi autoimmuni.

Gli anticorpi non hanno un effetto aggressivo e lo sviluppo dell'infiammazione! Non c'è alcun segno di infiammazione nel processo autoimmune nella ghiandola tiroidea!

Trattamento della tiroidite autoimmune

La medicina moderna ha un enorme arsenale di farmaci anti-infiammatori e droghe. Perché non usa questi farmaci per la tiroidite autoimmune?

L'AIT è stata dichiarata una malattia "geneticamente determinata" (altrimenti, necessariamente ereditaria). Ma il trattamento "genetico" della tiroidite autoimmune non è stato proposto.

Allo stesso tempo, sono noti numerosi fatti che indicano una significativa diminuzione degli anticorpi e il ripristino del tessuto tiroideo, con un trattamento adeguato.

L'esame e la diagnosi possono determinare le importanti fonti principali di influenza sulla ghiandola tiroide e sugli organi ad essa associati. In base a queste circostanze, viene eseguito un trattamento riparativo.

Pazienti, medici e tiroidite autoimmune

Quando un paziente impara per la tiroidite autoimmune, spesso considera questa notizia come una frase. Cosa posso dire, anche i medici che mostrano segni di un processo autoimmune stanno vivendo una notevole ansia mentale. Inoltre incontrano "un'aggressione spietata e inesorabile di anticorpi". Inoltre, apprendono l'assenza di un trattamento specifico per questa malattia e incontrano per lo più parole impassibili e disperate dalla bocca dei loro colleghi.

"Tra tutti i medici che ho visitato", mi ha detto uno dei pazienti durante la visita, "solo un medico mi ha fatto fidare. Si è scoperto che soffre anche di tiroidite autoimmune e ipotiroidismo. Ha detto che stava cercando di trovare una via d'uscita. Ho cercato di essere trattato con erbe, omeopatia, sanguisughe. Ma è stata costretta a tornare a prendere le pillole ormonali, col passare del tempo, e nulla è cambiato in meglio - il test del sangue è rimasto lo stesso. Seguendo il suo esempio, ho anche assunto ormoni per diversi anni. Ma come puoi vedere, dopo che ho provato a cancellarmi, due mesi dopo ho sentito di nuovo il ritorno della fatica e ho visto un deterioramento nell'analisi. Questo è successo a te.

"Tali tentativi dei miei colleghi di" trovare una via d'uscita da una malattia "possono essere chiamati empirici, cioè condotti per tentativi ed errori, quasi a caso, oppure usando l'esperienza personale ordinaria, facendo affidamento sulla fede. All'improvviso aiuterà... Come si suol dire, provalo da solo, e anche da me stesso, - risposi allora, - Questo percorso non è degno di un dottore. A differenza del paziente, lo specialista è obbligato ad applicare la conoscenza, non la fede! Un medico dovrebbe teoricamente comprendere "cosa" e "perché" può aspettarsi come risultato dell'applicazione di uno o un altro metodo e metodo.

"Il dottore", continuai, "non dovrebbe limitarsi a libri di testo, guide di addestramento e manuali, usandoli come un cieco, completamente dipendenti da una guida. Questo specialista non ha il diritto di fissare appuntamenti fidandosi solo delle istruzioni per il farmaco. Dovrebbe sapere come questo influisce e quali risultati.

Il medico è obbligato a prescindere, sulla base della conoscenza delle leggi biologiche, e concentrandosi solo su molte conoscenze già notevoli accumulate da monografie e dissertazioni fondamentali in modo indipendente, come il capitano di una nave nel vasto mare, per costruire un corso medico, prevedendo come, quando e con quale efficacia raggiungere l'obiettivo. In questo caso - una cura, piuttosto che mantenere uno stato di salute soddisfacente.

Ma torniamo alla tiroidite autoimmune. L'atteggiamento verso questo stato è ambiguo. Questa differenza ha principalmente due poli di percezione delle manifestazioni del processo autoimmune. Interpretazione non conveniente dei fatti a favore dell'ipotesi sull'aggressività degli anticorpi che è stata di moda dagli anni '50. E la teoria, procedendo dalla conoscenza delle leggi generali sui processi patologici verificati dalla pratica.

Questa conoscenza, sfortunatamente, è poco nota agli specialisti, a causa della quasi totale mancanza di una formazione adeguata di specialisti nella maggior parte delle università mediche (secondo i principali accademici del paese). Pertanto, siamo quasi soli nel nostro campo di conoscenza del processo autoimmune. Ma la verità è più costosa qui! Il suo valore è salute.

Verità e Ipotesi

Tendiamo a percepire inizialmente qualsiasi specialista non dal suo campo di conoscenza come professionista molto degno. Ma più tardi, man mano che conosciamo meglio questa area di conoscenza (più spesso sulla nostra esperienza), spesso vediamo che in realtà molti "specialisti" sono molto mediocri.

In medicina, come in molte scienze, solo una manciata di professionisti scelgono autonomamente la direzione della ricerca della conoscenza, una direzione che ci avvicina alla verità e non porta via. In questo caso, non tutti i maggiori esperti vanno nella direzione della verità, anche se lo desiderano. Gli altri seguono il leader con convinzione. Questa maggioranza di specialisti non pensa a capire l'essenza e la penetrazione delle sue fonti. Una tale maggioranza si accontenta di poco. La spiegazione minima e la convinzione che "tutti non possono sbagliare".

Recentemente, sono stato "soddisfatto" dell'incidente raccontato dal paziente durante la consultazione. Alla mia domanda, perché lo stato funzionale della ghiandola tiroide era così diversamente valutato nei protocolli di analisi del sangue, lei rispose:
- Non ne hai idea! Un altro endocrinologo, nel quale sono stato osservato, ha detto che oltre al TSH non è necessario sottoporsi a un esame del sangue per questi indicatori (T3c, T4c, T3 totale, T4 totale), perché, come ha detto, "I still Capisco. "

Si fidano delle autorità e sono convinti che l'opinione espressa da un autorevole esperto sia assolutamente vera. Credono che la prevalenza e il supporto autorevole di qualsiasi conoscenza (l'ipotesi, nonostante l'inesattezza delle sue prove) la traduca in verità. Quindi ipotesi canonizzata.

L'ipotesi di aggressione tiroidea autoimmune non è affatto vera. Ciò è dimostrato da molti fatti, per convenienza o ignoranza, che non vengono notati dalla "maggioranza" e dalle sue autorità.

Ma per capire questo, il dottore dovrebbe avere importanti qualità - indipendenza di pensiero e giudizio, conoscenza delle leggi generali della natura in generale e della medicina in particolare, osservazione e desiderio di risolvere il problema, sia esso un caso di trattamento diagnostico con un paziente o una comprensione teorica generale del processo patologico.

È così che il fondatore della patologia generale dell'uomo, professore all'Università di Mosca Justin Evdokimovich Dyadkovsky, ha riassunto la necessità di un pensiero indipendente quasi 200 anni fa: il suo uso, e quindi libero da ogni attaccamento alla cultura straniera, così spesso logicamente assurdo, moralmente brutto, fisicamente inadatto all'uso, anni adtsat, sostengo che i medici russi, attualmente all'attenzione della loro piena hanno la possibilità di liberarsi dal giogo di docenti stranieri e modelli di ruolo per diventare distintivo; e provo non solo con le parole, ma con l'azione stessa, rivelando un vasto numero di nuove verità senza precedenti nella medicina, con una loro piena e chiara applicazione pratica ".

Tiroidite autoimmune - Senza infiammazione!

La parola "tiroidite" significa infiammazione della ghiandola tiroidea. Numerose pubblicazioni straniere, e dopo di esse i nostri domestici, convincono molti medici pratici dell'infiammazione del tessuto ghiandolare dal processo autoimmune.

Le manifestazioni cliniche (sintomi) della tiroidite autoimmune non sono caratteristiche della vera infiammazione che si verifica quando viene ingerita un'infezione (cioè per un processo acuto). Tuttavia, il processo autoimmune nella ghiandola tiroidea di solito richiede molto tempo. E le stesse reazioni immunitarie sono caratteristiche dell'infiammazione. Pertanto, le autorità hanno deciso di considerare questa tiroidite cronica. Lo chiamano tiroidite cronica. In che altro modo? Dopotutto, se c'è una tiroidite acuta e subacuta, allora ci deve essere cronica. Lascia che diventino eventi autoimmuni nella ghiandola. Ma c'è infiammazione cronica nella ghiandola tiroidea?

Considera le circostanze importanti che sfuggono all'attenzione di medici prevenuti o incompetenti. Passiamo alle spiegazioni di una delle principali discipline in medicina, che ha conoscenza dei processi naturali essenziali nel corpo - la "Patologia generale dell'uomo". Ecco alcune delle sue disposizioni.

  1. Ogni infiammazione è sempre acuta. L'infiammazione cronica è una combinazione di eventi infiammatori che si verificano in modo acuto e che non sono completamente completati e pertanto ha un decorso periodico, di fase e ondulatorio. Questa attivazione e attenuazione.
    Probabilmente sai qualcosa sulle riacutizzazioni e attenuazione nella bronchite cronica, quando il paziente ha un certo periodo di forza, e quindi la tosse diminuisce e si ferma addirittura. Alcuni di voi notano una natura ciclica simile (la durata dei cicli di fase, ovviamente, varia) nella gastrite cronica, nella sinusite, nella cistite... Cioè, malattie infiammatorie vere. È vero per la ghiandola tiroidea? Dove e da chi in alcune opere scientifiche letterarie sono descritti questi fenomeni ciclici di infiammazione cronica nella ghiandola tiroidea? Probabilmente perché non ci sono?
  2. La conoscenza dell'infiammazione è una delle più antiche in medicina. È stato scritto molto lavoro su questo processo. Fu studiato, analizzato. Ne hanno discusso. E quindi cosa? Determinato solo le principali caratteristiche dell'infiammazione. Ma alcune difficoltà di percezione dell'infiammazione da parte dei medici continuano e rimangono nelle menti dei loro seguaci. Ciò si verifica in luoghi in cui il passato scientifico è scarsamente conosciuto, le leggi generali, che si spingono in avanti, alla ricerca di particolari.
    Per oltre 200 anni in medicina, è apparso l'orientamento "vedere l'infiammazione ovunque e in tutto" (Accademico I.V. Davydovsky, 1969). Anche Nikolaj Ivanovič Pirogov (1865) ha detto quanto segue: "Non chiamiamo lo stesso nome diversi processi che sono simili tra loro solo da una parte o sono simili a quelli che tutti i processi organici sono simili tra loro? Oppure, al contrario, non distinguiamo, sotto il nome di infiammazione, senza bisogno e senza alcuna base logica, un processo essenzialmente identico a molti altri processi organici. " Questa citazione del grande scienziato N. I. Pirogov, così importante per comprendere l'essenza degli eventi nel corpo, notata dal fondatore della moderna patologia generale I. V. Davydovsky, fu usata per l'ultima volta nelle linee guida sull'infiammazione nel 1995 dagli accademici V. V. Serov e D. S..Sarkisov. Ecco le loro parole che caratterizzano i nostri contemporanei: "Formalismo e morfologismo, speculazione, accettazione parziale per il tutto (pars pro toto) - questi sono errori fondamentali rivelati dalla mente ingegnosa di Pirogov, ma continuano a esercitare pressione sulla nostra coscienza anche adesso. ".
    Il corpo è universale in quanto utilizza essenzialmente gli stessi processi per diversi eventi. Darò un esempio astratto. Quando ho fatto il servizio militare molti anni fa, ho imparato a mangiare non solo zuppa o borsch con un cucchiaio. In assenza di un coltello, una forchetta e un cucchiaino, un cucchiaio può servire come ciascuno degli oggetti elencati. Poteva mescolare lo zucchero nel tè, spalmare il burro sul pane. Non è questa universalità? E quanto sono stati aperti i vasetti di vetro con cibo in scatola, coperti con coperchi "arrotolati" con l'aiuto di una tazza smaltata rovesciata! Questa è anche la versatilità.
    Vale la pena parlare dell'universalità del sistema immunitario? Deve essere!
    Quando si osserva una tiroidite autoimmune, la penetrazione delle cellule del sistema immunitario nel tessuto della ghiandola tiroidea. È anche considerato un segno di infiammazione. Infatti, "un'altra caratteristica del processo è la presenza nei tessuti di infiltrati cellulari diffusi costituiti da linfociti, plasmacellule, istiociti, eosinofili", scrive I.V.Davydovsky (1969). Ma su un'altra pagina, I.V.Davydovsky continua: "Diffusi infiltrati da cellule linfoidi, istiociti, eosinofili possono essere osservati nei tessuti al di fuori di qualsiasi infiammazione. Tali "infiltrati di cellule rotonde", spesso presi come prova di infiammazione cronica, spesso testimoniano processi metabolici completamente diversi associati, ad esempio, a una ridotta secrezione di organi endocrini... Gli stessi infiltrati si osservano in vari cambiamenti di organi, indipendentemente dal fatto che siano collegati da momenti fisiologici, per esempio,... in una ghiandola tiroidea atrofizzante... Gli infiltrati diffusi a cellule rotonde con partecipazione prominente delle plasmacellule sono caratteristici delle reazioni autoimmuni. Tali infiltrati si verificano spesso con lo spostamento del parenchima dell'organo, per esempio nella ghiandola tiroidea... La proliferazione del tessuto connettivo, anche del tessuto cicatriziale, inoltre non indica di per sé una precedente infiammazione. ".
    Il corpo applica universalmente uno qualsiasi dei suoi processi per i diversi bisogni fisiologici. Interpretiamo solo i fenomeni della natura, a seconda della larghezza e della completezza della nostra conoscenza. In tale valutazione, possiamo essere più vicini o più lontani dalla verità.

estensione

Sai che i maggiori esperti (endocrinologi) hanno difficoltà a classificare le manifestazioni autoimmuni nella ghiandola tiroidea? È perché l'errore di base si è insinuato nella comprensione di questo processo? Sei a conoscenza del fatto che non è stata creata una specifica direzione terapeutica per la tiroidite autoimmune? Forse questo è dovuto alla non specificità di questa condizione, dal momento che non è una malattia?

Perché nella letteratura scientifica, di norma, "tace" che in circostanze favorevoli (comprese le misure terapeutiche) la quantità di anticorpi (e questo è il criterio più importante e il segno della tiroidite autoimmune) diminuisce... e persino alla "norma"? O è contrario all'aggressività? Chi tra i medici ha chiesto la domanda sul perché nel corpo anche nella "normale" ci dovrebbe essere una certa quantità di anticorpi "aggressivi"?

Ecco una relazione relativamente recente di un paziente (che ha seguito rigorosamente le nostre raccomandazioni per circa un mese e mezzo) intitolato "Gli anticorpi vanno via! Stessi. »:

Presentato e indicato - solo una parte degli argomenti più interessanti, che ci ha convinto dell'errore dell'ipotesi diffusa di aggressività, infiammazione, cronicità e irreversibilità nella ghiandola tiroidea durante una reazione autoimmune.

PS Mi scuso per l'enorme articolo, ma in qualche modo mi ha rallegrato. E poi ho appena avuto risultati di test su g

Gli ormoni hanno ricevuto e si sono già feriti. Forse qualcuno sarà utile :)

PPS Se qualcuno ha qualcosa di positivo da dire per il povero Squirrel con TSH elevato e AT a TPO (anche se è leggermente aumentato, ma fallisce ancora), sarò molto molto grato

Temperatura basale dalla A alla Z.

* Cari amici! Sì, questa è pubblicità, girando così!

La mia storia di malattia della tiroide (tiroidite autoimmune - malattia di HaShimoto)

Il sintomo più comune è la comparsa di gonfiore al collo (gozzo, crescita eccessiva della ghiandola tiroidea). I sintomi nei primi anni della malattia sono: stanchezza cronica, mal di testa persistente e suscettibilità a raffreddori frequenti. Inoltre, si osservano vari sintomi a seconda della funzionalità eccessiva (iperfunzione) o insufficiente (ipofunzione) della ghiandola tiroidea:

- Palpitazioni cardiache anche a riposo;
- Un sottile tremito delle dita e talvolta persino del corpo;
- Maggiore sensibilità al calore, aumento del consumo di acqua e eccessiva sudorazione;
- Brividi e maggiore sensibilità al freddo;
- Perdita di peso, nonostante il buon appetito;
- Aumento di peso, nonostante uno scarso appetito;
- costipazione frequente;
- Irritabilità e irritabilità (aggressività);
- Depressione e, a volte, mancanza di interesse nella vita;
- Secchezza e ruvidità della pelle;
- Unghie fragili e peeling;
- Sensazione di pesantezza e letargia;
- Edema del viso o delle mani, in particolare delle dita (sensazione di un "guantone da boxe") al mattino dopo il sonno;
- Dolore alle articolazioni e ai muscoli durante l'esercizio fisico e l'attività fisica;
- Stanchezza inusuale e sonnolenza diurna;
- Impulso lento e debole;
- vene prominenti e tubercoli venosi;
- Mestruazione irregolare (riduzione del ciclo, dolore e sangue scuro);
- Un gonfiore piuttosto evidente sul collo (sensazione di coma e solletico, dolore al collo e laringe).

Cause di malattia: stress e mancanza di riposo, sentimenti e percezione vicina al cuore di tutti i problemi, raffreddori frequenti con immunità indebolita, dieta povera (compresa una dieta eccessiva), allergie e abuso frequente di farmaci anti-allergia. Fattore psicologico: bassa autostima.

Leggi i commenti 97:

Il risultato della malattia è l'impossibilità di rimanere incinta per dieci anni.

All'età scolare mi è stato diagnosticato anche - un ingrandimento della ghiandola tiroidea in una certa misura (il dottore mi ha sempre esaminato in modo pulito al tatto), mi ha ordinato di bere L-tiroxina e alcune altre pillole, l'ho bevuto per 2 anni... poi ho smesso. Nel 2011, ho fatto un'ecografia della ghiandola tiroidea, e l'ho sotto la norma di un fattore 2. Ora penso che l'ho appena guarita durante l'infanzia...

Svetlana82, pulito al tatto è un'assurdità totale e solo nella CSI probabilmente lo stiamo facendo :(. In Giappone, mi hanno dato un sacco di test, anche se era chiaro che avevo una tiroide. Percepisce le cellule del corpo come anticorpi Il mio gozzo è ingrandito, a volte è ingrandito.

Svetlana82, ci sono tiroiditi acute, subacute e croniche.
L'acuta, a sua volta, può essere purulenta e non purulenta.
Subacuto porta anche il nome di tiroidite di Kerven.
Cronico può essere fibroso (Riedel's goiter) e autoimmune (tiroidite di Hashimoto).
La tiroidite acuta purulenta si sviluppa sullo sfondo di un processo infettivo acuto o cronico (tonsillite, polmonite, sepsi, ecc.).
La tiroidite acuta non purulenta può svilupparsi dopo un trauma, un'emorragia nella ghiandola tiroide, una radioterapia.
La tiroidite subacuta si sviluppa dopo infezioni virali (ARVI, Koksaki, parotite infettiva, ecc.). Malati più spesso donne di età compresa tra 30-50 anni.
Una malattia tiroidea cronica autoimmune, che si basa su un danno autoimmune alla ghiandola tiroidea, anticorpi sono formati a vari componenti della ghiandola tiroidea (normalmente, gli anticorpi nel corpo umano sono prodotti solo su una sostanza estranea). Questa è la malattia infiammatoria più comune della ghiandola tiroidea. Molto spesso, la tiroidite autoimmune si verifica in pazienti di età compresa tra 40 e 50 anni e nelle donne dieci volte più spesso che negli uomini. E recentemente, sempre più giovani pazienti e bambini soffrono di tiroidite autoimmune.
La causa della tiroidite cronica è sconosciuta. C'è una versione che il gozzo di Riedel è l'ultimo stadio della tiroidite autoimmune. Il rischio di sviluppare la malattia è nelle persone che hanno avuto una malattia contusa o qualsiasi forma di gozzo endemico.

Svetlana82, più spesso lo stato di ipertiroidismo si verifica all'inizio della malattia. Successivamente, la funzione tiroidea può essere normale o leggermente ridotta (ipotiroidismo). L'ipotiroidismo di solito si manifesta dopo 5-15 anni dall'insorgenza della malattia e il suo grado è aggravato in condizioni avverse. In malattie virali respiratorie acute, sovraccarico fisico e mentale, esacerbazione di varie malattie croniche.

Dritto su di me...

Svetlana82, ti suggerisco di trasformarti. Anche se qui mi è stato detto che c'è un'alta probabilità che anche la mia malattia si stia trasformando.

Svetlana82, penso che tu debba diventare un buon endocrinologo. Ottieni la diagnosi corretta. Se hai un autoimmune, devi urgentemente iniziare a guarire. Ma in ogni caso, non bere o smettere di bere le droghe stesse. Dato che abbiamo un medico, non fare una buona analisi contemporaneamente in diverse cliniche.

Marishka28, questi sintomi possono essere in altre malattie. Pertanto, è necessario assicurarsi di passare l'analisi.

Phew, ho errori nei messaggi, spero che nessuno giudichi difficile stampare su iPhone

Dia, no, il mio KhAIT è confermato, sono stato sorpreso di leggere l'articolo, quanto accurata è la descrizione... Ora su Tiroxin, tutte le regole.

Dia, nel senso di impossibilità, ma alla fine si è scoperto? Ho anche la stessa malattia.. Finora, nessuna gravidanza

Marishka28, sono stato esaminato in cinque cliniche fino a quando non l'ho visto allo specchio e sono andato da un endocrinologo. Sfortunatamente, questi sintomi sono astratti, che sono spesso percepiti come un raffreddore.

Ksyushkin, no, non ha funzionato... Sono guarito dalla malattia.. Hanno detto tutta la mia vita sulle pillole per sedermi. E a spese della gravidanza, questa malattia ha un impatto e a volte porta alla sterilità. Ad esempio, il mio periodo mensile è di soli 1, 5 o 2 giorni e poi si interrompe.. Un altro sangue scuro e ultimamente con dolore... Ma penso che la mia malattia sia iniziata nel 2006 e gradualmente cresciuta... Ha rivelato una corrente quest'anno... E Non posso rimanere incinta dal 2006. Nonostante in due cliniche giapponesi mi fosse stato detto che non c'erano problemi con l'utero, era esattamente lo stesso con virus e batteri nella parte femminile. Ora sto costruendo grafici, ma qualcosa non ha senso... Non c'è gravidanza.. Posso rallentare mentalmente e mentalmente... Piango e depressione

Dia, dimmi, qual è il punto di scoprire la natura dell'evento? Aith, l'ipotiroidismo è ancora trattato con un singolo eutiroide.
Sono stato con ormoni dal 2007, non mi hanno nemmeno prescritto un ATPO, il dottore dice cosa? Ad ogni modo, non stanno andando da nessuna parte.
Circa 10 anni di infertilità sullo sfondo della malattia: cercherò altre ragioni al posto tuo. Lasciatemi spiegare: il mio ipotiroidismo si sviluppò acutamente dopo il parto, dopo 3 mesi tutto era come un libro di testo. Ma sono sicuro di essermi ammalato al 1000% molto prima, perché ora capisco tutti i sintomi apparsi gradualmente nel corso di diversi anni. Tuttavia, sono riuscito a rimanere incinta, a sopportare e dare alla luce un bambino sano, e solo allora il mio corpo si è arreso.
Mi ci è voluto molto tempo per stabilizzare i miei ormoni e il metabolismo, almeno in qualche modo, c'era una gravidanza senza successo, e la successiva gravidanza di successo era dopo 5 anni, e dopo di essa la tiroide sembra essere di cattivo umore e sono rimasta incinta senza problemi. Tutti gli endocrinologi mi hanno detto che se il tgc è normalizzato, allora i problemi con il concepimento non sono più per loro, ma per i ginecologi.
E c'è anche un esempio della mia ragazza, ha completamente rimosso completamente la ghiandola tiroidea, ma con una corretta supervisione e una dose sostitutiva completa di eutirox ha già dato alla luce 2 bambini.

Dia, e come iniziare a essere trattati.. Sono molto recuperato dalla tirocina.. Ora sono seduto su euthyrox.. Ma non c'è gravidanza

Marishka28, ben fatto, e la gravidanza è?

Dia, ti capisco molto bene, mi sono diagnosticato anche me stesso, se tu fossi in Asia meridionale in quel momento proprio come me, poi si ammalano un po 'e nessuno mi può diagnosticare (((anche gli psicologi mi hanno mandato, hanno detto, hai la depressione)))

Cherie, perché hai questa malattia prima della gravidanza, questo è certo, e la gravidanza è un peso per un "corpo debole". La causa della malattia può essere vari fattori. Ma è necessario identificare se è autoimm. T. Qui mi è stato detto che, a seconda dello stadio della malattia, i metodi di trattamento sono diversi. Bene, nel caso dell'autoimm. T. Alas Toko tablets. Per quanto riguarda la mia infertilità, apparentemente la mia salute (sistema immunitario) è scarsa sin dalla nascita, in più è una malattia.. Che ha portato a..

Cherie, :) Voglio ridere e piangere. Anche qui mi guardavano in modo strano... Young Tipo e già malato o fingendo... I giapponesi raramente si ammalano Penso.. Nelle cliniche, ci sono solo persone anziane e io solo tra loro

Ksyushkin, purtroppo la tiroidite autoimmune non è curata, solo "bloccata" o, per così dire, è supportata da pillole che mi è stato detto qui. Ci possono essere periodi di recupero ma temporanei. Ma penso che sia necessario migliorare l'immunità, le vitamine e l'approccio psicologico - non preoccuparti, non essere nervoso, non deprimerti. Con quest'ultimo, sono stato molto difficile negli ultimi tempi a causa del fatto che non posso rimanere incinta. C'erano problemi familiari... Ha lasciato un'impronta.. Ma non ti preoccupare, forse starai meglio. Devi pensare, credi

Ragazze, ho una domanda per tutti, quindi per un anno non sono stato nemmeno in grado di nominare 2-2,5 ecografie della tiroide.
E tu?

Ksyushkin, non lo so esattamente, ma penso che tu non stia recuperando dalle pillole probabilmente. Ho anche recuperato, a volte lo butto via facilmente, ma poi mi riempiono di nuovo. Ciò è dovuto al fatto che il metabolismo di questa malattia funziona male. Corrispondentemente, ti stai riprendendo... Il corpo non affronta le sue funzioni, anche se poco cibo entra nel corpo

Dia, ho recuperato da esso. Itself.

Ksyushkin, strano per l'aumento di peso, al contrario, quando ho finalmente scoperto che ho iniziato a prendere L-tiroxina (lo prendo sotto forma di eutirox), ho finalmente iniziato a perdere peso.

Cherie, nel mio caso, è stata informata ogni 6 mesi di un'ecografia (biopsia) e un esame del sangue.

Quando ho studiato al quinto anno, ho avuto problemi con la ghiandola tiroidea. Ipertiroidismo. All'inizio hanno provato a trattare con la tireostatica (Mercazolil, che, a proposito, è controindicato durante la gravidanza), quindi hanno eseguito un'operazione per rimuovere una parte della ghiandola. Tuttavia, ricominciarono presto le ricadute... Tutto durò per cinque anni... In un momento non molto bello, quando i dottori in una sola voce mi assicurarono che avevo bisogno di una seconda operazione (dopo di che probabilmente non sarei potuto diventare madre), firmai un rifiuto da questa operazione e ha deciso di prendersi cura di se stessa. Si fermò a un piccolo libro KEHO "Il subconscio può fare qualsiasi cosa", lo lesse e iniziò ad agire. La condizione PRINCIPALE è che l'ho capito e sono sicuro al 100% che è necessario rendere queste attività semplici e poco dispendiose in termini di tempo - USATO. Dice che l'effetto arriva almeno dopo 20 giorni, e per la maggior parte - dopo circa 40, e per alcuni ci vuole più tempo perché qualcosa cambi. Quindi, ero impegnato nella visualizzazione ogni giorno e non solo una volta (facendo la doccia, essendo in trasporto, addormentandomi, facendo ginnastica, camminando da qualche parte). In primo luogo, mi sono visualizzato sano e pieno di energia, e in secondo luogo, ho composto tutti i tipi di filastrocche, canti e canzoni come: IO SONO SANATO, IO SONO SANA, SANO SANO SANI! Sono anche andato ad un allenamento in cui ero impegnato nella respirazione olotropica. Questa è una pratica respiratoria potente inventata dagli yogi migliaia di anni fa. E lei mi ha permesso di realizzare il mio problema e di purificarlo emotivamente, di sperimentare una sorta di catarsi. Consiglierei questa tecnica a chiunque desideri essere in salute!
Dal punto di vista della psicosomatica, i problemi con la ghiandola tiroide sono, prima di tutto, un senso di colpa o risentimento accumulato, e molto spesso si confondono l'uno con l'altro. Così, durante la respirazione olotropica, ho provato tali emozioni che mi hanno permesso di lasciare andare questi cattivi sentimenti. E la vita è diventata più facile.
Ho dimenticato i problemi della tiroide.

Dia, quando sono andato da un endocrinologo per un controllo nel 2011, ha anche tentato "l'orrore! Sì, la ghiandola tiroidea è ingrandita. Immediatamente sugli ultrasuoni, test urgenti per gli ormoni! "Come risultato: secondo le analisi, i miei ormoni sono normali, e sugli ultrasuoni, è inferiore alla norma. Dopo di ciò, lei stessa era confusa, non mi spiegava nulla e non nominava nulla, passava agevolmente al mio zucchero nel sangue (5, 5), dicono che era troppo alto, già sull'orlo del diabete, è necessario mantenere la dieta. In breve, ho sputato su tutte le sue parole e lasciato, e poi riprendere lo zucchero e lui era 5, 2. Ad Almaty, non riesco ancora a trovare un buon ginecologo e endocrinologo, e sono limitato nel tempo (((

Tiroidite autoimmune

La tiroidite autoimmune è talvolta chiamata tiroidite autoimmune cronica.

La tiroidite autoimmune è, soprattutto, la partecipazione del sistema immunitario a eventi che si verificano nella ghiandola tiroidea.

Osservazioni cliniche e studi teorici suggeriscono che l'AIT non è un'infiammazione, non una malattia, un processo reversibile!

Esistono diversi importanti segni clinici che indicano la presenza di malattie autoimmuni della tiroidite autoimmune:
1) eccessiva secrezione dal sistema immunitario di anticorpi alla struttura della tiroide (mediante analisi del sangue),
2) cambiamento diffuso (diffuso) o locale (locale) del tessuto tiroideo, sotto forma di distruzione (es. Deplezione e morte) di tessuto ghiandolare e formazione di tessuto connettivo nel sito dei follicoli delle ghiandole distrutte (secondo gli ultrasuoni),
3) penetrazione di un gran numero di cellule immunitarie nel tessuto ghiandolare (secondo l'analisi citologica dopo una biopsia).

I primi due segni sono più significativi. Trovarli in un paziente consente al medico di valutare la condizione come tiroidite autoimmune.

Due punti di vista sullo sviluppo della malattia

I. L'ipotesi comune dello sviluppo della tiroidite autoimmune offre un'idea dell'aggressività degli anticorpi al tessuto tiroideo.

Si ritiene che gli autoanticorpi influiscano negativamente sui componenti della ghiandola tiroidea. Ciò provoca la morte cellulare e lo sviluppo del tessuto connettivo. Si ritiene che la tiroidite autoimmune - il destino della ghiandola tiroidea a cambiare. Pertanto, AIT è anche chiamato cronico.

Per caratterizzare questo effetto aggressivo degli anticorpi, vengono utilizzati i termini associati al processo infettivo. Ad esempio, "trasporto di anticorpi", o proprietà "citotossiche" (cioè distruttive) e "antitiroide" (cioè contro la tiroide) di anticorpi.

Ma molti fatti contraddicono questa ipotesi! I ricercatori rivelano molte circostanze incoerenti. Sono persistentemente trascurate, perché esiste una teoria autoritaria diffusa.

II. teoria

tiene conto della natura protettiva e reversibile della tiroidite autoimmune!

Lo sviluppo di questa malattia sta proprio nella partecipazione protettiva adattativa del sistema immunitario (usando gli anticorpi) nel preservare le cellule e i follicoli della tiroide.

Gli stessi anticorpi non sono in grado di distruggere le cellule e i follicoli della tiroide! Gli anticorpi bloccano solo le sue cellule. Questo è il modo in cui avviene la conservazione difensiva dall'esaurimento e dalla morte delle cellule della ghiandola sovraccarica di lavoro in eccesso.

Attirando le cellule del sistema immunitario, gli anticorpi possono essere coinvolti nello smaltimento di coloro che sono morti a causa del lavoro eccessivo e dell'esaurimento delle cellule e del tessuto connettivo (cicatrice). Questo fa parte dell'auto-guarigione del corpo!

Si scopre che mentre le condizioni migliorano per la ghiandola tiroidea, la quantità di anticorpi diminuisce rispetto ai valori standard e il tessuto ghiandolare si riprende! Il tessuto connettivo (cioè cicatrice) è utilizzato!

Studi sperimentali sull'effetto degli anticorpi sulla ghiandola tiroidea degli animali hanno mostrato che relativamente presto nella maggior parte di essi il processo autoimmune si sta invertendo verso il ripristino del tessuto tiroideo e la diminuzione della quantità di anticorpi!

Perché sta succedendo questo? Perché la ghiandola tiroide e il corpo di questi animali non sono esauriti! Condizioni favorevoli per la ghiandola tiroidea nel corpo di animali inesauribili contribuiscono alla reversibilità dei processi autoimmuni.

Gli anticorpi non hanno un effetto aggressivo e lo sviluppo dell'infiammazione! Non c'è alcun segno di infiammazione nel processo autoimmune nella ghiandola tiroidea!

Trattamento della tiroidite autoimmune

La medicina moderna ha un enorme arsenale di farmaci anti-infiammatori e droghe. Perché non usa questi farmaci per la tiroidite autoimmune?

L'AIT è stata dichiarata una malattia "geneticamente determinata" (altrimenti, necessariamente ereditaria). Ma il trattamento "genetico" della tiroidite autoimmune non è stato proposto.

Allo stesso tempo, sono noti numerosi fatti che indicano una significativa diminuzione degli anticorpi e il ripristino del tessuto tiroideo, con un trattamento adeguato.

L'esame e la diagnosi possono determinare le importanti fonti principali di influenza sulla ghiandola tiroide e sugli organi ad essa associati. In base a queste circostanze, viene eseguito un trattamento riparativo.

Pazienti, medici e tiroidite autoimmune

Quando un paziente impara per la tiroidite autoimmune, spesso considera questa notizia come una frase. Cosa posso dire, anche i medici che mostrano segni di un processo autoimmune stanno vivendo una notevole ansia mentale. Inoltre incontrano "un'aggressione spietata e inesorabile di anticorpi". Inoltre, apprendono l'assenza di un trattamento specifico per questa malattia e incontrano per lo più parole impassibili e disperate dalla bocca dei loro colleghi.

"Tra tutti i medici che ho visitato", mi ha detto uno dei pazienti durante la visita, "solo un medico mi ha fatto fidare. Si è scoperto che soffre anche di tiroidite autoimmune e ipotiroidismo. Ha detto che stava cercando di trovare una via d'uscita. Ho cercato di essere trattato con erbe, omeopatia, sanguisughe. Ma è stata costretta a tornare a prendere le pillole ormonali, col passare del tempo, e nulla è cambiato in meglio - il test del sangue è rimasto lo stesso. Seguendo il suo esempio, ho anche assunto ormoni per diversi anni. Ma come puoi vedere, dopo che ho provato a cancellarmi, due mesi dopo ho sentito di nuovo il ritorno della fatica e ho visto un deterioramento nell'analisi. Questo è successo a te.

"Tali tentativi dei miei colleghi di" trovare una via d'uscita da una malattia "possono essere chiamati empirici, cioè condotti per tentativi ed errori, quasi a caso, oppure usando l'esperienza personale ordinaria, facendo affidamento sulla fede. All'improvviso aiuterà... Come si suol dire, provalo da solo, e anche da me stesso, - risposi allora, - Questo percorso non è degno di un dottore. A differenza del paziente, lo specialista è obbligato ad applicare la conoscenza, non la fede! Un medico dovrebbe teoricamente comprendere "cosa" e "perché" può aspettarsi come risultato dell'applicazione di uno o un altro metodo e metodo.

"Il dottore", continuai, "non dovrebbe limitarsi a libri di testo, guide di addestramento e manuali, usandoli come un cieco, completamente dipendenti da una guida. Questo specialista non ha il diritto di fissare appuntamenti fidandosi solo delle istruzioni per il farmaco. Dovrebbe sapere come questo influisce e quali risultati.

Il medico è obbligato a prescindere, sulla base della conoscenza delle leggi biologiche, e concentrandosi solo su molte conoscenze già notevoli accumulate da monografie e dissertazioni fondamentali in modo indipendente, come il capitano di una nave nel vasto mare, per costruire un corso medico, prevedendo come, quando e con quale efficacia raggiungere l'obiettivo. In questo caso - una cura, piuttosto che mantenere uno stato di salute soddisfacente.

Ma torniamo alla tiroidite autoimmune. L'atteggiamento verso questo stato è ambiguo. Questa differenza ha principalmente due poli di percezione delle manifestazioni del processo autoimmune. Interpretazione non conveniente dei fatti a favore dell'ipotesi sull'aggressività degli anticorpi che è stata di moda dagli anni '50. E la teoria, procedendo dalla conoscenza delle leggi generali sui processi patologici verificati dalla pratica.

Questa conoscenza, sfortunatamente, è poco nota agli specialisti, a causa della quasi totale mancanza di una formazione adeguata di specialisti nella maggior parte delle università mediche (secondo i principali accademici del paese). Pertanto, siamo quasi soli nel nostro campo di conoscenza del processo autoimmune. Ma la verità è più costosa qui! Il suo valore è salute.

Verità e Ipotesi

Tendiamo a percepire inizialmente qualsiasi specialista non dal suo campo di conoscenza come professionista molto degno. Ma più tardi, man mano che conosciamo meglio questa area di conoscenza (più spesso sulla nostra esperienza), spesso vediamo che in realtà molti "specialisti" sono molto mediocri.

In medicina, come in molte scienze, solo una manciata di professionisti scelgono autonomamente la direzione della ricerca della conoscenza, una direzione che ci avvicina alla verità e non porta via. In questo caso, non tutti i maggiori esperti vanno nella direzione della verità, anche se lo desiderano. Gli altri seguono il leader con convinzione. Questa maggioranza di specialisti non pensa a capire l'essenza e la penetrazione delle sue fonti. Una tale maggioranza si accontenta di poco. La spiegazione minima e la convinzione che "tutti non possono sbagliare".

Recentemente, sono stato "soddisfatto" dell'incidente raccontato dal paziente durante la consultazione. Alla mia domanda, perché lo stato funzionale della ghiandola tiroide era così diversamente valutato nei protocolli di analisi del sangue, lei rispose:
- Non ne hai idea! Un altro endocrinologo, nel quale sono stato osservato, ha detto che oltre al TSH non è necessario sottoporsi a un esame del sangue per questi indicatori (T3c, T4c, T3 totale, T4 totale), perché, come ha detto, "I still Capisco. "

Si fidano delle autorità e sono convinti che l'opinione espressa da un autorevole esperto sia assolutamente vera. Credono che la prevalenza e il supporto autorevole di qualsiasi conoscenza (l'ipotesi, nonostante l'inesattezza delle sue prove) la traduca in verità. Quindi ipotesi canonizzata.

L'ipotesi di aggressione tiroidea autoimmune non è affatto vera. Ciò è dimostrato da molti fatti, per convenienza o ignoranza, che non vengono notati dalla "maggioranza" e dalle sue autorità.

Ma per capire questo, il dottore dovrebbe avere importanti qualità - indipendenza di pensiero e giudizio, conoscenza delle leggi generali della natura in generale e della medicina in particolare, osservazione e desiderio di risolvere il problema, sia esso un caso di trattamento diagnostico con un paziente o una comprensione teorica generale del processo patologico.

È così che il fondatore della patologia generale dell'uomo, professore all'Università di Mosca Justin Evdokimovich Dyadkovsky, ha riassunto la necessità di un pensiero indipendente quasi 200 anni fa: il suo uso, e quindi libero da ogni attaccamento alla cultura straniera, così spesso logicamente assurdo, moralmente brutto, fisicamente inadatto all'uso, anni adtsat, sostengo che i medici russi, attualmente all'attenzione della loro piena hanno la possibilità di liberarsi dal giogo di docenti stranieri e modelli di ruolo per diventare distintivo; e provo non solo con le parole, ma con l'azione stessa, rivelando un vasto numero di nuove verità senza precedenti nella medicina, con una loro piena e chiara applicazione pratica ".

Tiroidite autoimmune - Senza infiammazione!

La parola "tiroidite" significa infiammazione della ghiandola tiroidea. Numerose pubblicazioni straniere, e dopo di esse i nostri domestici, convincono molti medici pratici dell'infiammazione del tessuto ghiandolare dal processo autoimmune.

Le manifestazioni cliniche (sintomi) della tiroidite autoimmune non sono caratteristiche della vera infiammazione che si verifica quando viene ingerita un'infezione (cioè per un processo acuto). Tuttavia, il processo autoimmune nella ghiandola tiroidea di solito richiede molto tempo. E le stesse reazioni immunitarie sono caratteristiche dell'infiammazione. Pertanto, le autorità hanno deciso di considerare questa tiroidite cronica. Lo chiamano tiroidite cronica. In che altro modo? Dopotutto, se c'è una tiroidite acuta e subacuta, allora ci deve essere cronica. Lascia che diventino eventi autoimmuni nella ghiandola. Ma c'è infiammazione cronica nella ghiandola tiroidea?

Considera le circostanze importanti che sfuggono all'attenzione di medici prevenuti o incompetenti. Passiamo alle spiegazioni di una delle principali discipline in medicina, che ha conoscenza dei processi naturali essenziali nel corpo - la "Patologia generale dell'uomo". Ecco alcune delle sue disposizioni.

  1. Ogni infiammazione è sempre acuta. L'infiammazione cronica è una combinazione di eventi infiammatori che si verificano in modo acuto e che non sono completamente completati e pertanto ha un decorso periodico, di fase e ondulatorio. Questa attivazione e attenuazione.
    Probabilmente sai qualcosa sulle riacutizzazioni e attenuazione nella bronchite cronica, quando il paziente ha un certo periodo di forza, e quindi la tosse diminuisce e si ferma addirittura. Alcuni di voi notano una natura ciclica simile (la durata dei cicli di fase, ovviamente, varia) nella gastrite cronica, nella sinusite, nella cistite... Cioè, malattie infiammatorie vere. È vero per la ghiandola tiroidea? Dove e da chi in alcune opere scientifiche letterarie sono descritti questi fenomeni ciclici di infiammazione cronica nella ghiandola tiroidea? Probabilmente perché non ci sono?
  2. La conoscenza dell'infiammazione è una delle più antiche in medicina. È stato scritto molto lavoro su questo processo. Fu studiato, analizzato. Ne hanno discusso. E quindi cosa? Determinato solo le principali caratteristiche dell'infiammazione. Ma alcune difficoltà di percezione dell'infiammazione da parte dei medici continuano e rimangono nelle menti dei loro seguaci. Ciò si verifica in luoghi in cui il passato scientifico è scarsamente conosciuto, le leggi generali, che si spingono in avanti, alla ricerca di particolari.
    Per oltre 200 anni in medicina, è apparso l'orientamento "vedere l'infiammazione ovunque e in tutto" (Accademico I.V. Davydovsky, 1969). Anche Nikolaj Ivanovič Pirogov (1865) ha detto quanto segue: "Non chiamiamo lo stesso nome diversi processi che sono simili tra loro solo da una parte o sono simili a quelli che tutti i processi organici sono simili tra loro? Oppure, al contrario, non distinguiamo, sotto il nome di infiammazione, senza bisogno e senza alcuna base logica, un processo essenzialmente identico a molti altri processi organici. " Questa citazione del grande scienziato N. I. Pirogov, così importante per comprendere l'essenza degli eventi nel corpo, notata dal fondatore della moderna patologia generale I. V. Davydovsky, fu usata per l'ultima volta nelle linee guida sull'infiammazione nel 1995 dagli accademici V. V. Serov e D. S..Sarkisov. Ecco le loro parole che caratterizzano i nostri contemporanei: "Formalismo e morfologismo, speculazione, accettazione parziale per il tutto (pars pro toto) - questi sono errori fondamentali rivelati dalla mente ingegnosa di Pirogov, ma continuano a esercitare pressione sulla nostra coscienza anche adesso. ".
    Il corpo è universale in quanto utilizza essenzialmente gli stessi processi per diversi eventi. Darò un esempio astratto. Quando ho fatto il servizio militare molti anni fa, ho imparato a mangiare non solo zuppa o borsch con un cucchiaio. In assenza di un coltello, una forchetta e un cucchiaino, un cucchiaio può servire come ciascuno degli oggetti elencati. Poteva mescolare lo zucchero nel tè, spalmare il burro sul pane. Non è questa universalità? E quanto sono stati aperti i vasetti di vetro con cibo in scatola, coperti con coperchi "arrotolati" con l'aiuto di una tazza smaltata rovesciata! Questa è anche la versatilità.
    Vale la pena parlare dell'universalità del sistema immunitario? Deve essere!
    Quando si osserva una tiroidite autoimmune, la penetrazione delle cellule del sistema immunitario nel tessuto della ghiandola tiroidea. È anche considerato un segno di infiammazione. Infatti, "un'altra caratteristica del processo è la presenza nei tessuti di infiltrati cellulari diffusi costituiti da linfociti, plasmacellule, istiociti, eosinofili", scrive I.V.Davydovsky (1969). Ma su un'altra pagina, I.V.Davydovsky continua: "Diffusi infiltrati da cellule linfoidi, istiociti, eosinofili possono essere osservati nei tessuti al di fuori di qualsiasi infiammazione. Tali "infiltrati di cellule rotonde", spesso presi come prova di infiammazione cronica, spesso testimoniano processi metabolici completamente diversi associati, ad esempio, a una ridotta secrezione di organi endocrini... Gli stessi infiltrati si osservano in vari cambiamenti di organi, indipendentemente dal fatto che siano collegati da momenti fisiologici, per esempio,... in una ghiandola tiroidea atrofizzante... Gli infiltrati diffusi a cellule rotonde con partecipazione prominente delle plasmacellule sono caratteristici delle reazioni autoimmuni. Tali infiltrati si verificano spesso con lo spostamento del parenchima dell'organo, per esempio nella ghiandola tiroidea... La proliferazione del tessuto connettivo, anche del tessuto cicatriziale, inoltre non indica di per sé una precedente infiammazione. ".
    Il corpo applica universalmente uno qualsiasi dei suoi processi per i diversi bisogni fisiologici. Interpretiamo solo i fenomeni della natura, a seconda della larghezza e della completezza della nostra conoscenza. In tale valutazione, possiamo essere più vicini o più lontani dalla verità.

estensione

Sai che i maggiori esperti (endocrinologi) hanno difficoltà a classificare le manifestazioni autoimmuni nella ghiandola tiroidea? È perché l'errore di base si è insinuato nella comprensione di questo processo? Sei a conoscenza del fatto che non è stata creata una specifica direzione terapeutica per la tiroidite autoimmune? Forse questo è dovuto alla non specificità di questa condizione, dal momento che non è una malattia?

Perché nella letteratura scientifica, di norma, "tace" che in circostanze favorevoli (comprese le misure terapeutiche) la quantità di anticorpi (e questo è il criterio più importante e il segno della tiroidite autoimmune) diminuisce... e persino alla "norma"? O è contrario all'aggressività? Chi tra i medici ha chiesto la domanda sul perché nel corpo anche nella "normale" ci dovrebbe essere una certa quantità di anticorpi "aggressivi"?

Ecco una relazione relativamente recente di un paziente (che ha seguito rigorosamente le nostre raccomandazioni per circa un mese e mezzo) intitolato "Gli anticorpi vanno via! Stessi. »:

Presentato e indicato - solo una parte degli argomenti più interessanti, che ci ha convinto dell'errore dell'ipotesi diffusa di aggressività, infiammazione, cronicità e irreversibilità nella ghiandola tiroidea durante una reazione autoimmune.

PS Mi scuso per l'enorme articolo, ma in qualche modo mi ha rallegrato. E poi ho appena avuto risultati di test su g

Gli ormoni hanno ricevuto e si sono già feriti. Forse qualcuno sarà utile :)

PPS Se qualcuno ha qualcosa di positivo da dire per il povero Squirrel con TSH elevato e AT a TPO (anche se è leggermente aumentato, ma fallisce ancora), sarò molto molto grato

Trattamento della tiroidite autoimmune con la medicina tradizionale e alternativa

Secondo i medici, la percentuale di varie patologie tiroidee è notevolmente aumentata negli ultimi tempi, quindi in questo articolo esamineremo il trattamento della tiroide autoimmune in vari modi e, soprattutto, le raccomandazioni efficaci della medicina alternativa sui fattori che influenzano lo sviluppo della malattia e il suo trattamento. Imparerai a conoscere il meccanismo di occorrenza di AIT, i suoi segni e metodi di diagnosi. Questo è, in sostanza, un articolo di revisione su come trattare la tiroidite di Hashimoto.

Cosa sappiamo della ghiandola tiroidea? Tutti immediatamente vengono in mente la nozione di "malattia bazedovoy". In realtà, la malattia della tiroide è molto più, e non tutti sono ridotti alla formazione del gozzo sul collo, i loro sintomi sono molto più estesi. Oggi faremo conoscenza con la più "incomprensibile" di loro: tiroidite autoimmune (AIT).

Tiroidite autoimmune: segni, cause e meccanismo di AIT

Per la prima volta, il mondo ha appreso della sua esistenza all'inizio del XX secolo grazie al lavoro del medico giapponese Hashimoto (Hashimoto). Il giapponese descrisse i sintomi caratteristici da lui identificati in 4 pazienti testati.

A causa di ciò, la malattia ha preso il nome e divenne nota come tiroidite di Hashimoto.

Tiroidite autoimmune - quello che è. Segni, foto

Al microscopio, Hashimoto ha esaminato i cluster (infiltrati) dei linfociti, delle plasmacellule e dei tessuti connettivi interessati (fibrosi focale) nei tessuti della tiroide. E nel 1956, quando la scienza medica fece un grande balzo in avanti, nel sangue dei pazienti furono trovati anticorpi contro le proprie proteine ​​della ghiandola. E la tiroidite divenne nota come "autoimmune".

I principali segni della tiroidite di Hashimoto sono visibili al microscopio:

  • la presenza di cellule morte nei tessuti della tiroide (linfociti e plasmacellule)
  • proliferazione del tessuto connettivo (fibrosi focale)
  • rilevazione di anticorpi contro la tireglobulina (AT TG) nel sangue

Cosa significa autoimmune? Se la parola "immune" è più o meno compresa, allora "auto" può essere tradotto dal latino come "proprio". Di conseguenza, otteniamo un processo direttamente collegato al sistema immunitario del nostro stesso organismo. Con il concetto di "tiroidite" tutto è anche abbastanza semplice: la "tiroide" è associata al nome latino della tiroide (vedi tiroide) e "-it" significa infiammazione.

Nel caso di una tiroidite autoimmune, gli anticorpi - sostanze destinate a proteggere l'organismo dagli agenti nocivi, cessano di "riconoscere" il proprio organo e iniziano ad "attaccare" le cellule tiroidee.

Di conseguenza, le cellule necessarie vengono distrutte e il loro posto viene preso dal tessuto connettivo. La produzione di ormoni si indebolisce e il paziente sviluppa uno stato di ipotiroidismo (il prefisso "ipo" indica una diminuzione).

Questo processo è chiaramente visibile nella foto:

Ecco alcune foto di pazienti con questa malattia - in diversi gradi di sviluppo e danni alla tiroide:

Foto della fase iniziale - lieve arrossamento della pelle nella zona della ghiandola:

Foto di ulteriore crescita del tessuto, un aumento della ghiandola tiroidea si osserva:

La foto di uno stadio più grave è un allargamento asimmetrico della ghiandola, evidente senza palpazione:
Grave sviluppo della tiroidite autoimmune:


Come si può vedere dalla foto, la malattia tende a progredire lentamente, distruggendo prima la ghiandola tiroide e poi tutto il corpo. Nella tiroidite atrofica, il cambiamento nella ghiandola non viene visualizzato esternamente.

Cause: ciò che causa la malattia

Ci sono sufficienti ragioni che provocano l'insorgenza di tiroidite di Hashimoto. Quali fattori influenzano il trigger della tiroidite autoimmune? Tra loro ci sono:

  • danni al sistema immunitario: scarsa ecologia, uso non sistematico di droghe, malnutrizione, ecc.
  • condizioni stressanti prolungate: shock, ansie e sentimenti
  • malattie endocrine ereditarie in famiglia: non solo AIT, ma anche diabete, malattia di Basedow
  • ingestione di iodio in eccesso con cibo o droghe
  • uso incontrollato di interferone e altri farmaci antivirali, specialmente nel trattamento delle infezioni virali acute e anche a scopo preventivo

Tuttavia, non tutto è così male. Un certo numero di importanti rappresentanti della medicina ritengono che il processo autoimmune sia un fenomeno reversibile.
Nelle fasi iniziali, quando le condizioni del paziente migliorano, dopo la rimozione del carico eccessivo sulle cellule della ghiandola, il contenuto di anticorpi nel sangue diminuisce gradualmente. E la ghiandola tiroidea inizia a funzionare normalmente. Pertanto, è importante diagnosticare la tiroidite nel tempo.

Forse sarete utili articoli su argomenti correlati - il trattamento della ghiandola tiroidea nelle donne o la funzione della ghiandola tiroide nel corpo, e anche - ciò che non sarà trattato per la ghiandola tiroidea. I problemi con la ghiandola tiroidea spesso portano a varie patologie articolari, quindi consiglio di familiarizzare con un fenomeno come la sinovite dell'articolazione del ginocchio e la borsite dei sintomi e del trattamento delle articolazioni del ginocchio.
Raccomandazioni interessanti ti aspettano nell'articolo Restless Legs Syndrome and Treatment.

Fasi e sintomi della tiroidite autoimmune

Ci sono diverse fasi di sviluppo dell'AIT. Ogni fase ha i suoi sintomi. Parliamo brevemente di loro.

1. L'ipertiroidismo è osservato nella fase iniziale dello sviluppo dell'AIT e dura da un mese a sei mesi. Durante questo periodo, si osserva una grande quantità di ormoni tiroidei T3 e T4 nel sangue.

Perché sta accadendo questo: gli anticorpi in grandi quantità distruggono le cellule della tiroide e gli ormoni entrano nello spazio extracellulare, che la cellula è riuscita a sintetizzare prima della sua distruzione. Entrano nel sangue.
Quali sintomi si verificano:

  • dolore nella zona della ghiandola
  • l'aumento dei livelli ormonali causa nervosismo e temperamento
  • solletico e lacrimazione in gola, come se qualcosa stesse interferendo
  • prima di andare a dormire - un nodo in gola
  • sudorazione eccessiva
  • impulso rapido
  • fallimento del ciclo mensile

[adinserter block = "6"]
2. L'eutiroidismo è caratteristico della seconda fase dello sviluppo del gozzo di Khoshimoto. È molto simile nei sintomi allo stato di una persona in buona salute: la quantità di ormoni nel sangue si è uniformata, gli inconvenienti sopra elencati sono scomparsi e la persona spesso si calma - nulla dà fastidio. Ma è molto ingannevole.

Durante questo periodo, i tumori appaiono nella ghiandola sotto forma di cisti e nodi, che aumentano gradualmente di dimensioni. La ghiandola tiroidea continua a scomparire asintomaticamente dal sistema immunitario. Può essere ridimensionato: aumentare, diminuire o rimanere invariato. A volte c'è un leggero rossore nell'area della ghiandola - davanti al collo.

3. Ipotiroidismo è la terza fase dello sviluppo dell'AIT. È caratterizzato da una significativa riduzione della produzione di ormoni tiroidei, così necessaria per il normale metabolismo e il mantenimento del corpo in termini di alta energia e aspetto bello.

I principali sintomi della tiroidite autoimmune nella fase di sviluppo dell'ipotiroidismo:

  • depressione, sentimenti di disperazione
  • propensione agli stati depressivi
  • degrado delle prestazioni
  • possibili errori di memoria
  • debolezza, debolezza, lentezza e affaticamento
  • Disturbi metabolici: eccesso di peso e comparsa di edema, scarsa termoregolazione corporea
  • pelle secca e aree con ingrossamento - sulle ginocchia e sui gomiti (ipercheratosi)
  • capelli cattivi e unghie fragili
  • le cisti si formano sugli organi riproduttivi femminili e nelle ghiandole mammarie
  • ciclo mestruale sbilanciato
  • menopausa precoce
  • c'è un fallimento nell'intero metabolismo del corpo
  • mancanza di respiro durante qualsiasi sforzo fisico
  • possibile insufficienza cardiaca, bradicardia
  • aterosclerosi in giovane età

Quanto prima viene rilevata la malattia, tanto più facile è il trattamento. Questo deve essere ricordato e, al minimo sospetto, passare attraverso test e diagnosi prescritti.

Trattamento e diagnosi della tiroidite autoimmune

Il trattamento di tiroidite autoimmune di questa malattia può iniziare solo dopo una diagnosi approfondita. Come mostra la pratica, nelle prime fasi della tiroidite autoimmune non si manifesta. Cioè, la malattia non ha i suoi sintomi specifici.

Pertanto, la tiroidite autoimmune è diagnosticata dai seguenti fattori:

  • la quantità di anticorpi contro le proteine ​​della tireoglobulina e la TPO (perossidasi tiroidea) supera la norma
  • fibrosi del tessuto tiroideo

Al fine di escludere altre malattie della tiroide e fare una diagnosi accurata, non viene effettuato solo uno studio clinico (ispezione e palpazione), ma anche i test sono eseguiti:

  • per gli anticorpi contro la tireoglobulina e il TPO
  • ormoni T3, T4 e TSH

A volte ricorrono alla biopsia: un pezzo di tiroide viene preso per esame; quindi escludere la diagnosi di gozzo nodulare. Per scoprire le dimensioni della ghiandola e la presenza di nodi fare ultrasuoni. Inoltre, l'endocrinologo scoprirà sicuramente dal paziente se qualcuno dei suoi parenti soffre di malattie autoimmuni.

Nei pazienti con aumento della fibrosi si sviluppano sintomi di ipotiroidismo. La ghiandola tiroidea è modificata. In base al tipo di lesione della ghiandola si distinguono due forme di tiroidite:

  • ipertrofica - la ghiandola tiroidea è ingrandita, i pazienti sentono un nodo alla gola, difficoltà a deglutire ea volte la respirazione
  • atrofico - il ferro, al contrario, è ridotto o la sua dimensione è nei limiti normali

Proprio come non ci sono sintomi specifici di AIT, non esiste un trattamento specifico. I medici non hanno ancora trovato metodi in grado di bloccare efficacemente il processo autoimmune e il conseguente sviluppo di ipotiroidismo.

Metodo tradizionale di trattamento di AIT

La medicina moderna offre due modi per domare una terribile malattia - questo è il trattamento ormonale e la chirurgia. La sostituzione degli ormoni tiroidei con ormoni sintetizzati è preferibile alla chirurgia.
Con l'aumento della funzione tiroidea, il medico prescrive farmaci antinfiammatori non steroidei che bloccano la produzione di anticorpi. Con un approccio integrato al trattamento vengono anche utilizzati complessi vitaminici e agenti che correggono l'immunità.

Se la funzione tiroidea è depressa (ridotta), gli ormoni sintetici sono prescritti per il suo trattamento.

Terapia ormonale e farmaci antinfiammatori

Nella fase in cui l'ipotiroidismo si è già sviluppato, i medici prescrivono i seguenti preparati ormonali:

  • levotiroxina
  • Tireoidine
  • triiodotironina
  • tireotom
  • Thyreocombum

Il trattamento più comunemente trattato è Levotiroxina. Il dosaggio è selezionato per ogni individuo. L'efficacia clinica del farmaco è una riduzione dei sintomi dell'ipotiroidismo, osservata dopo 3-5 giorni dall'inizio della somministrazione. La terapia sostitutiva può durare diversi mesi, anni o una vita.

Mentre la malattia progredisce lentamente, in tempo, le misure terapeutiche avviate inibiscono efficacemente il processo. E nel tempo, viene raggiunta la remissione a lungo termine.

L'uso di tali farmaci riduce il gozzo, previene l'insufficienza della tiroide e abbassa il livello dei suoi ormoni. Allo stesso tempo, i linfociti del sangue sono neutralizzati, che sono in grado di provocare la distruzione della ghiandola tiroidea.

Il dosaggio è determinato rigorosamente individualmente.
Se la tiroidite è subacuta, il processo infiammatorio viene rimosso per cominciare. E di conseguenza, gonfiore e dolore sono ridotti. Il medico può prescrivere un farmaco steroide - prednisone. La durata del trattamento dipende dalla natura della malattia.

I farmaci antinfiammatori non steroidei possono anche ridurre i processi progressivi nella ghiandola tiroidea. In parallelo, creeranno un effetto immunosoppressivo. Ma tutto ciò funziona solo con la forma lieve della malattia.

Con un approccio adeguato al trattamento, il recupero avviene in breve tempo. Ma ci sono casi prolungati e persino ricadute.
Se la malattia passa senza sintomi, allora deve essere ricordato che procede spontaneamente ed è necessario bloccarne lo sviluppo.

Risoluzione dei problemi chirurgici

Ci sono casi in cui è necessario un intervento chirurgico. Il medico prescrive l'intervento chirurgico solo in casi eccezionali: quando la malattia è combinata con un grande gozzo. Può esercitare una pressione sugli organi del collo e interferire con la respirazione. La stessa situazione si verifica con la rapida progressione del gozzo o l'assenza di un risultato durante un anno e mezzo di trattamento.
[adinserter block = "7"]
Un'operazione sulla ghiandola tiroidea è possibile in due casi:

  • se si sviluppa un grande gozzo, spremendo gli organi adiacenti
  • se c'è il sospetto di un tumore maligno della ghiandola sullo sfondo di AIT

La rimozione completa della ghiandola (tiroidectomia) viene utilizzata in casi estremi. Ad esempio, se la ghiandola tiroidea è completamente affetta da fibrosi. È possibile rimuovere una delle condivisioni interessate. Più spesso, la rimozione parziale del tessuto interessato (resezione) viene eseguita con la conservazione della parte attiva della ghiandola.

Trattamento della tiroidite autoimmune mediante riflessologia al computer

Il metodo della terapia riflessa al computer consente di ripristinare completamente la ghiandola tiroidea e le sue funzioni senza ormoni e operazioni.

L'essenza del metodo è usare la conoscenza della medicina orientale che i sistemi nervoso, immunitario ed endocrino sono uno. Quasi tutte le malattie della ghiandola tiroide iniziano con un fallimento primario nel sistema immunitario e non nel sistema endocrino.

La capacità di influenzare dosi insignificanti di corrente diretta su punti biologicamente attivi e attraverso di esse la rete vegetativa di terminazioni nervose - sul cervello umano ripristina la funzione della ghiandola tiroidea (indipendentemente dal fatto che sia abbassata o aumentata).

Cosa dà in pratica:

  • i noduli e le cisti si dissolvono gradualmente
  • il fallimento ormonale cessa e lo sfondo dei thyroormoni si normalizza, il corpo stesso inizia a produrre ormoni nella giusta quantità
  • rende possibile interrompere completamente l'assunzione di ormoni (se assunto)
  • le mestruazioni vengono ripristinate nelle donne e vi è l'opportunità di dare alla luce un bambino sano

Il risultato è un recupero graduale del sistema immunitario, il che significa che la causa principale della tiroidite autoimmune è stata eliminata.
Propongo di guardare un video dalla clinica privata di Gavrilova, che racconta di tale trattamento.


Ottimo metodo di recupero di molte funzioni del corpo. Sfortunatamente, è una medicina alternativa e non trova un'ampia applicazione. Utilizzato in uno studio privato.

Nutraceutici o bada - Trattamento di Endonorm

Recentemente, ci sono state molte recensioni su Internet sul trattamento Endonorm. Endonorm è un nuovo rimedio non ormonale da componenti di origine vegetale.

Secondo i produttori, la sostanza attiva Albinina, che normalizza la produzione di ormoni e ripristina non solo il funzionamento della ghiandola tiroidea, ma anche la sua struttura, viene sintetizzata dalla pianta medicinale Potentilla.

Il farmaco è anche efficace per il trattamento della tiroidite autoimmune. Ma, come qualsiasi integratore alimentare, Endonorm non è percepito dalla medicina tradizionale come una medicina.

Trattamento della tiroidite autoimmune mediante omeopatia

Se non vuoi prendere gli ormoni per il resto della tua vita e soffri dei loro effetti collaterali, allora fai riferimento all'omeopatia. Secondo gli esperti che praticano gli insegnamenti classici di Hahnemann, l'omeopatia sembra essere creata per il trattamento delle malattie autoimmuni. Poiché l'omeopatia classica non tratta una malattia specifica, ma a livello sottile guarisce il corpo, ripristinando il sistema immunitario, endocrino e il resto dei suoi sistemi.

Gli omeopati credono che la medicina tradizionale non cerchi nemmeno di trattare la tiroidite autoimmune, ma solo diagnostica e prescrive dosi di ormoni. Ai medici non importa cosa sente il paziente: soffre o no. Sono importanti per curare la malattia, non la persona stessa.

Particolarmente dannoso per il trattamento chirurgico del corpo. Dopo aver rimosso i nodi dalla ghiandola tiroidea, puoi aspettare che compaiano in altri organi, come l'utero o il seno nelle donne. Dopo tutto, tutti i processi nel nostro corpo sono correlati. Se ci sono problemi con il lavoro della ghiandola tiroidea, allora la probabilità di una patologia del sistema riproduttivo è alta e viceversa.

Il trattamento dell'omeopatia è strettamente individuale. Ogni paziente è selezionato il suo farmaco in conformità con il suo tipo costituzionale. Non ci sono "pillole per la tiroide", "pillole dalla testa".

Non esiste un regime universale per il trattamento della tiroidite autoimmune. E la scelta del farmaco dipende dai sintomi e dalle caratteristiche espresse di ciascuna persona. Ma un rimedio omeopatico selezionato agirà sul corpo in un complesso.

Quanto velocemente verrà il recupero? Nonostante il fatto che il farmaco inizi ad agire immediatamente, potrebbero essere necessari anni per una completa guarigione.

Dipende dallo stadio di AIT e dalla durata della precedente terapia ormonale. Per alcuni, sembrerà molto tempo. Ma ricorda che la medicina tradizionale crede che la tiroidite autoimmune sia incurabile. L'omeopatia, senza chirurgia e ormoni, anche in un caso avanzato aiuterà ad alleviare i sintomi spiacevoli e fermare l'ulteriore sviluppo della malattia.

L'effetto migliore quando si utilizza l'omeopatia è osservato nei pazienti la cui malattia non supera i 3 anni. Dopo un anno, i loro test per gli anticorpi alla ghiandola tiroidea sono negativi. E la recidiva di AIT non è stata osservata.

Medicina alternativa sul trattamento delle malattie autoimmuni

C'è un programma interessante per curare le malattie autoimmuni, sviluppato dall'accademico EAEN, il capo immunologo della regione di Irkutsk, Gorodisky B. Darò i punti più importanti dei suoi discorsi. Credo che questa informazione sarà utile per i pazienti con tiroidite autoimmune.

Stiamo aspettando la crescita delle malattie autoimmuni

L'immunologo ritiene che queste malattie siano come un iceberg: vediamo solo una piccola parte, il resto delle malattie sono nascoste e non si sono ancora manifestate, ma il processo è stato avviato da tempo. E nel prossimo futuro ci sarà un grande aumento di queste malattie.

Ciò è dimostrato dall'elevato livello di anticorpi registrati - praticamente contro ogni organo o sistema di organi.

La ragione per l'aumento della malattia

La causa principale di questa ondata è l'involuzione delle ghiandole surrenali, la loro atrofia, che porterà ad un aumento delle malattie autoimmuni.

Queste non sono malattie della tiroide, delle articolazioni o del pancreas - si tratta di una grave malattia sistemica dell'intero organismo, con fondamentalmente sei gradi di inquinamento e danni all'organismo.
[adinserter block = "8"]

Il meccanismo della malattia, i fattori che lo influenzano

Qui c'è un complesso meccanismo di disordini - tra l'inizio della malattia e la sua manifestazione clinica può richiedere 8-10 anni.

Il processo è in corso da molto tempo, le cellule della ghiandola tiroidea sono state distrutte, gli anticorpi hanno lavorato a lungo per distruggere, ma non lo indoviniamo fino a quando il numero di cellule danneggiate raggiunge un numero critico, e il corpo non è più in grado di produrre thyroormone o altro. Il quadro clinico di un danno d'organo autoimmune inizia a manifestarsi. Se all'inizio della malattia è possibile correggere il lavoro della ghiandola, ora è molto più difficile.

Qual è la caratteristica di una malattia autoimmune allo stadio della manifestazione clinica:

1. 6 gradi di inquinamento del corpo
2. gravi disturbi della ghiandola pineale
3. asimmetria emisferica, raggiungendo fino al 70% - il 70% degli emisferi non si capiscono e non possono funzionare come un organo appaiato
4. disturbi nella regione ipotalamica, a seguito della quale sono colpiti il ​​sistema immunitario, il sistema nervoso vegetativo, il metabolismo e la termoregolazione.

Il sistema immunitario ha deciso di distruggere il proprio corpo - come sta succedendo? Lo sviluppo delle malattie autoimmuni è influenzato da vari fattori, che sono discussi di seguito.

Quali fattori possono causare malattie autoimmuni?

Tiroidite Hoshimoto complesso malattia sistemica. Il suo sviluppo può innescare uno dei fattori elencati di seguito.
1. Insuccesso nel rapporto tra le cellule del sistema immunitario. Il meccanismo è lo stesso che nell'allergia - l'equilibrio tra le cellule del sistema immunitario è disturbato - aiutanti, assassini e soppressori. Come succede nella pratica:

  1. I soppressori di tipo T diventano pochi o nessuno, il che significa che non possono rallentare il processo di distruzione e preservare l'immunità.
  2. Le cellule che producono immunoglobuline iniziano a produrle contro i loro stessi tessuti, e non contro i microbi, come è normale. Li producono contro le cellule del cuore, del fegato, del pancreas o della tiroide.
  3. Gli anticorpi siedono sulle cellule di questi organi, gli assassini si precipitano verso di loro e iniziano a distruggerli.

Così è lo sviluppo del processo autoimmune. E prova a fermarlo!

2. I disturbi enzimatici sono un prerequisito per le malattie autoimmuni. Nello sviluppo di una malattia autoimmune, il tratto gastrointestinale è di fondamentale importanza. Il corpo manca di enzimi - dopo 40 anni, abbiamo solo il 20% degli enzimi necessari. Non c'è niente per digerire il cibo. Devi mangiare meno carne, cibi pesanti che richiedono una grande quantità di enzimi da digerire. Enzimi abbastanza nelle foglie verdi delle verdure. Dovrebbero essere mangiati con la carne. Mangiamo carne con patate. Pertanto, ci insegniamo a mangiare carne con enzimi - con molta vegetazione.

Questo è un fattore estremamente importante. Ed è difficile influenzarlo - molti danni dell'apparato genetico umano a livello del genoma si verificano a livello di enzima. Esternamente, questo si manifesta in una maggiore pigmentazione o depigmentazione della pelle, il cui aspetto è = noduli sulle ossa, che prima non c'erano. E il motivo è che alcuni geni sono disattivati, l'enzima non si forma - inizia una malattia metabolica.

Pertanto, i disordini enzimatici sono di fondamentale importanza. Oggi tutto è costruito sugli enzimi, qualsiasi processo dipende dalla loro presenza: nel nostro corpo ci sono 40 mila enzimi. L'umanità ha studiato solo 4 mila.
Anche i microelementi sono importanti. Sono coinvolti nella sintesi degli enzimi.

3. Streptococco, come causa della distruzione delle membrane nelle cellule. La sua composizione chimica è molto simile a tutte le membrane basali su cui le cellule siedono all'interno dei vasi, nell'articolazione, nel cuore, nei reni. L'immunità, cerca di reprimere lo streptococco, inizia a distruggere tutte le membrane basali. Da dove viene lo streptococco? Con ghiandole e mal di gola. La glomerulonefrite si forma nei reni, appare la proteina e i globuli rossi - si presenta l'infiammazione molto reale.

Lo streptococco è presente nel corpo di molte persone. È nelle tonsille, nel sangue, nelle articolazioni - è ovunque! E nel trattamento delle malattie autoimmuni, la prima cosa da fare è rimuoverlo. Per fare questo, smetti di mangiare dolci. Lo streptococco lo ama molto. Dolce nel corpo con una malattia autoimmune non dovrebbe essere. Rifiutiamo la cottura, i dolci e il cioccolato, altrimenti non ci sarà alcun effetto dal trattamento.

Il digiuno medico è molto efficace: durante il digiuno perdiamo peso a causa del fatto che i microbi muoiono. Non sono nutriti. E cominciano a morire tra miliardi. Già il secondo giorno di digiuno c'è un'intossicazione intensa. Il corpo diventa molto cattivo. I microbi stanno morendo in chilogrammi. Puoi aiutare il corpo a lavare le tossine più velocemente aumentando l'assunzione di acqua e facendo clisteri o prendendo farmaci appropriati come il chitosano.

4. Carenza di silicio nel corpo. È importante prendersi cura di una quantità sufficiente di silicio nel corpo. È importante per il normale funzionamento della ghiandola pineale, che è composta da silicio. In assenza o in assenza di esso, il metabolismo nel corpo viene disturbato, le articolazioni vengono distrutte, la carica delle membrane cellulari cambia da negativa a positiva (normalmente le membrane cellulari sono caricate negativamente).

È il silicio che dà una carica negativa alla membrana - la superficie esterna delle cellule è rivestita di sialico (o acido silicico - questo è uno e lo stesso). Le proteine ​​combinate con il silicio forniscono acidi sialici. Nessun silicio - nessuna carica negativa delle membrane cellulari.

A chi piace mangiare il silicio? È adorato dai microrganismi. Trichomonas, streptococco con grande piacere mangia silicio. Quasi sempre gli manca fisicamente. Devi mangiare cibi che contengono silicio:
sedano e coda di cavallo - conducono nel suo contenuto, è in asparagi, topinambur, peperone, patate e altri ortaggi. Riso, avena, miglio e orzo portano in grani.

Come puoi vedere, uno qualsiasi di questi fattori può influenzare l'inizio dell'inizio della distruzione del corpo. Le malattie autoimmuni sono malattie gravi che hanno molti meccanismi diversi di occorrenza. Qui sono coinvolti:

  • sistema endocrino
  • sistema immunitario
  • violazione dei sistemi enzimatici del tubo digerente
  • carenza di silicio
  • la presenza di parassiti, in particolare di streptococco

Pertanto, la medicina alternativa ritiene che nessun farmaco non steroideo o terapia ormonale possa curare questa grave malattia. Rimuovere solo i sintomi e il processo di distruzione continuerà.

Carne con tiroidite - può o non può

Inoltre, nella tiroidite autoimmune, alcuni momenti nutrizionali associati all'assunzione di alimenti proteici sono importanti.

Il più dannoso in questo momento è la proteina denaturata, in termini semplici - carne bollita (al forno), in particolare - presa dopo le 14.00. Nel corpo c'è una carenza di enzimi per digerirli.

C'è un altro fattore. Non appena abbiamo mangiato carne, salsiccia o un altro prodotto con proteine ​​denaturate, il livello di leucociti (cellule che proteggono il nostro corpo) sale a 200, 300 e più migliaia di sangue umano, quando il corpo contiene normalmente 6-10 mila. Perché così tanti di loro? Il corpo cerca di proteggersi da una proteina scarsamente digerita, quando non si scompone in amminoacidi. Ciò è particolarmente grave se una persona assume immunodepressanti che inibiscono il rilascio di leucociti dal midollo osseo.

Pertanto, le persone con una malattia autoimmune possono assumere la carne dalle 7 alle 9, e poi dalle 12 alle 14, secondo i bioritmi dello stomaco e del pancreas. Molte persone raccomandano il passaggio a proteine ​​vegetali - noci, pinoli, in particolare noci del Brasile per il tempo di trattamento delle esacerbazioni. Dopo aver mangiato 4 noci brasiliane, puoi assumere una dose giornaliera di selenio. È particolarmente raccomandato per gli uomini con disfunzioni sessuali.

Foglio alimentare con AIT

Per alleviare la condizione, è possibile utilizzare il foil alimentare (ha un potente effetto anti-infiammatorio), dà l'effetto di una coperta di energia, che i tedeschi usano spesso per alleviare il dolore.

Abbiamo avvolto il collo (area della ghiandola) con un foglio per la notte, sistemalo e al mattino sarà nei fori. La condizione è molto migliorata.

Come sbarazzarsi di streptococco

La tintura di calendula da una farmacia aiuterà a rimuovere lo streptococco - ne ha molta paura. Può essere applicato non solo esternamente, ma anche all'interno, sia per gli adulti che per i bambini. Dose - 1 goccia per anno di vita. Un adulto ha bisogno di 40 gocce tre volte al giorno, i bambini piccoli hanno bisogno di 1-2 gocce.

Gli adulti gocciolano sull'acqua, i bambini - su un toast e lo asciugano per tre ore in modo naturale in modo che l'alcol evapori. Puoi fare un uso futuro e quindi lavorare con il bambino, salvandolo dallo streptococco. Calendula funziona meglio di qualsiasi antibiotico.

È inoltre possibile acquistare in farmacia un Citrosept antibiotico naturale ad ampio spettro, ottenuto da semi di pompelmo da scienziati norvegesi. Applicare secondo le istruzioni.

Streptococco come incenso che ha paura del kerosene. La tintura di noci su cherosene di una frazione speciale funziona bene, che può essere acquistata presso una farmacia o un negozio online. Si chiama Todicamp.

Applicazione e locale, e all'interno. Si consiglia 1 goccia per 2 kg di peso 1-3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, ma iniziare con 5 gocce (c'è un'istruzione al momento dell'acquisto). È possibile aggiungere all'unguento o il farmaco stesso applicato alla bocca, alle articolazioni - il suo habitat.

È anche necessario rimuovere il tessuto connettivo che ha formato cicatrici a seguito di un'infiammazione cronica prolungata. Questo aiuterà i preparati enzimatici.

Inedia terapeutica nella tiroidite autoimmune

Perché è supportato il processo autoimmune? Perché gli antigeni circolano nel sangue con le cellule disintegrate della tiroide. Tali pazienti vengono raccolti in cliniche private, dove vengono trattati con fame. In due settimane, l'artrite reumatoide, la tiroidite autoimmune e altre malattie passano.

Perché sta succedendo questo: non abbiamo mangiato proteine, i nuovi antigeni hanno cessato di formarsi nel sangue e il corpo ha affrontato il carico - ha smaltito tutte le vecchie cellule che circolavano nel sangue. Quindi, il processo infiammatorio si è fermato - in sole due settimane.

Pertanto, oggi, buone cliniche che sono impegnate nel trattamento delle malattie autoimmuni, nessuno praticamente non usa più farmaci anti-infiammatori. I pazienti vengono messi in stato di fame o nutriti con amminoacidi e dati i preparati enzimatici. Questo è tutto il trattamento. Il prossimo è il restauro dell'organo o del sistema interessato.

hirudotherapy

Le sanguisughe, l'irudoterapia, si sono raccomandate bene nei processi autoimmuni. Le sanguisughe iniettano circa 200 farmaci nel corpo, 6 enzimi proteolitici molto forti, l'irudoterapia aumenta notevolmente il nostro campo elettromagnetico (in 40 minuti aumenta a volte decine di volte).

Questi sono gli eventi che sicuramente porteranno a un risultato efficace. La cura del processo autoimmune sarà migliore se si utilizza il dispositivo che è stato inventato da Gorodisky Bogdan Vladimirovich. Questo dispositivo CEM-TECH può eseguire quasi tutte le misure descritte per ripristinare l'organo colpito da una malattia autoimmune. Le caratteristiche specifiche della terapia che utilizza il dispositivo CEM-TECH - un dispositivo EHF - possono essere trovate seguendo il link.

Tiroidite autoimmune della tiroide: trattamento dei rimedi popolari

La fitoterapia per la tiroidite autoimmune non può sostituire il trattamento principale, come credono i medici. La pratica della medicina alternativa suggerisce il contrario. Ma il phytoimmunologist professionale dovrebbe funzionare qui.
È usato nei periodi in cui il corso del controllo di corrente autonomo va agli stati:

  • euteriosi: il livello degli ormoni tiroidei è normale
  • ipotiroidismo subclinico - il livello degli ormoni T3 e t4 è normale e l'ormone stimolante la tiroide (TSH) è leggermente aumentato

Fitoselect di erboristeria

In questo caso, usando le erbe, puoi provare ad influenzare il meccanismo della comparsa di aggressione autoimmune.

Per questi scopi sono applicabili immunomodulatori di piante contenenti un composto di iodio - diiodotirosina:

  • daugion medicinale
  • tintura di ginestra
  • Muschio islandese e altri licheni: Parmelia, Kladoniya

Vale la pena notare che le alghe (fucus e alghe), ricche di ioduri, nel trattamento dell'AIT sono controindicate, in quanto possono provocare un ulteriore sviluppo della malattia. Il principio fondamentale della fitoterapia per questa malattia è di evitare erbe e prodotti che aumentano il contenuto di iodio nel corpo, causandone l'eccesso di offerta.

Anche come supporto per l'immunità, è possibile utilizzare i brodi, che includono:

  • Labaznik (altro nome - tavolga)
  • trifoglio medicinale
  • potente immunomodulatore - echinacea

Con la tiroidite, la medicina di erbe è più comunemente usata per alleviare i sintomi individuali. Quindi, con costipazione, semi di lino, muschio islandese, ortica, saponaria, alpinista, marshmallow e verbasco vengono aggiunti ai decotti. Le forti erbe lassative (olivello spinoso, senna) vengono bevute separatamente.

Le piante medicinali che riducono la viscosità e il colesterolo nel sangue devono essere incluse nelle tasse:

  • arnica montana
  • radici di bardana
  • erba di avena
  • radici di dente di leone
  • Viburnum
  • lampone
  • mela cotogna
  • farfara
  • salice
  • evasione della peonia
  • meliloto

E non puoi fare a meno del tonico. Questi includono frutti medicinali ed erbe che crescono in Estremo Oriente, Altai e Siberia: Aralia, Eleuterococco, Rhodiola rosea e ginseng.

Utilizzati anche nella tiroidite autoimmune sono: pianta acquatica - lenticchia d'acqua, legatore e salice dorishnik. Ma non dimenticare, anche se a volte la medicina a base di erbe fa miracoli, tale trattamento non dovrebbe essere considerato una panacea.

Estratti di erbe a base di erbe

Gli estratti di olio sono usati per uso locale - un leggero sfregamento nella zona della ghiandola. Lo rendono molto semplice: assumono le stesse proporzioni miscela di erbe macinate o mono-pianta e la stessa quantità di olio vegetale. L'estrazione dura un mese in un luogo caldo e buio. Puoi scuotere. Dopo un mese facciamo decantare l'olio e per la notte facciamo un piacevole massaggio alla tiroide, lubrificando esternamente il collo con l'olio.

L'olio di calendula più utile: allevia perfettamente l'infiammazione. Utilizzato anche l'olio della serie e celidonia.

Trattamento del succo

La medicina tradizionale consiglia l'uso quotidiano di barbabietole, carote, succo di limone. Applicare e altre miscele di succhi. Le ricette della loro preparazione sono qui sotto:

Nuovi ricercatori sulla relazione tra intestino e cervello nelle malattie autoimmuni

Ognuno di noi dalla nascita esiste un certo insieme di microrganismi. Pochi di noi ipotizzano quanto sia pericoloso un cambiamento nel microbiota intestinale.
Quasi l'80% delle malattie autoimmuni è causato da questo cambiamento nella microflora intestinale. Esiste un legame diretto tra il microbiota intestinale e il cervello, tra i microrganismi di tutto il nostro corpo e il nostro comportamento. Si scopre che i microbi in tutto il corpo sono responsabili di una serie di differenze che esistono tra le persone.

Ad esempio, dipende da quali microrganismi vivono sulla nostra pelle se le zanzare ci mordono. I microrganismi sulla pelle secernono sostanze a cui reagiscono le zanzare. Dipende da quali microbi si trovano nel nostro intestino, quanto tossici alcuni analgesici del fegato saranno per il fegato, quanto sono efficaci i farmaci per il cuore.

La totalità di tutti i microrganismi umani è, infatti, un organo separato nel corpo umano.

I microbi hanno una varietà di funzioni:

  • ci aiutano a digerire il cibo
  • aiutano ad allenare il nostro sistema immunitario
  • ci aiutano a resistere alle malattie
  • influenzano il nostro comportamento

Come parte del progetto Human Microbiome (HMP), il National Institutes of Health (USA) ha speso 173 milioni di dollari per studiare i microrganismi che vivono all'interno di una persona ed esternamente. Hanno creato una mappa dell'insediamento di vari microrganismi nel corpo umano e condotto una serie di esperimenti per cambiare il microbiota passando da una persona all'altra.

Un certo numero di studi sono stati condotti quando un cambiamento nel microbiota ha portato alla scomparsa di un certo numero di malattie. Innanzitutto, sono stati condotti esperimenti su topi e poi su persone tra volontari.

Il microbiota intestinale è spesso affetto da patogeni. Gli alieni di questi singoli microrganismi iniziano a produrre intensivamente proteine ​​di segnalazione estranee, portando a una "guerra" del sistema immunitario.

Diverse malattie autoimmuni sorgono esattamente nello stesso modo, solo ceppi di agenti patogeni sono diversi. Tutto è risolto trapiantando il microbiota intestinale, cioè, prendono microrganismi da una persona sana e li trapiantano in pazienti con malattie autoimmuni. Gli esperimenti hanno dimostrato che una persona è in grado di recuperare molto rapidamente...

Quasi fantastico! Davvero? Ma guarda questo video e molto sta diventando realtà! Non c'è specificamente riguardo alle malattie autoimmuni, ma ci sono molti esempi con esperimenti sul trapianto di microbiota intestinale o flora vaginale. Non potevo non condividere.

Un altro fatto interessante è che se sei sano, anche una cattiva microflora, patogenica, sarà sotto il controllo di una biomassa sana di microrganismi e la malattia non si svilupperà. Ci sono germi, ma sono depressi.

In questo articolo, abbiamo esaminato il trattamento della tiroidite autoimmune con i metodi tradizionali della medicina moderna, la possibilità di utilizzare farmaci omeopatici e fitoterapici dall'arsenale dei rimedi popolari e, soprattutto, le raccomandazioni della medicina alternativa sui fattori che influenzano lo sviluppo della malattia e il suo trattamento. Hai imparato a conoscere il meccanismo di occorrenza di AIT, i suoi segni e metodi di diagnosi.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

I prodotti contenenti iodio per la tiroide sono una componente essenziale della dieta in molte condizioni patologiche del corpo, così come negli stati a rischio di sviluppare malattie.

La sindrome di Conn (Kona) è un complesso di sintomi causati dalla sovrapproduzione di aldosterone da parte della corteccia surrenale.

Un gran numero di sostanze biologicamente attive si trovano nei frutti delle piante. La loro presenza consente al frutto di proteggere completamente il corpo da varie malattie. Secondo le raccomandazioni dell'OMS (Organizzazione mondiale della sanità), nella dieta di un adulto sano dovrebbero essere presenti almeno 3 tipi.