Principale / Ipoplasia

Indice di resistenza all'insulina

La sindrome da insulino-resistenza è una patologia che precede lo sviluppo del diabete. Per identificare questa sindrome, viene utilizzato un indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR). Determinare gli indicatori di questo indice aiuta a determinare la presenza di insensibilità all'azione dell'insulina nelle fasi iniziali, per valutare i rischi percepiti di sviluppare diabete, aterosclerosi e patologie del sistema cardiovascolare.

Insulino-resistenza - che cos'è?

Per resistenza all'insulina si intende la resistenza (perdita di sensibilità) delle cellule del corpo all'azione dell'insulina. In presenza di questa condizione nel sangue di un paziente, si osservano sia l'insulina elevata che il glucosio elevato. Se questa condizione è combinata con dislipidemia, ridotta tolleranza al glucosio, obesità, questa patologia viene chiamata sindrome metabolica.

Cause e sintomi della malattia

La resistenza all'insulina si sviluppa nelle seguenti situazioni:

  • in sovrappeso;
  • predisposizione genetica;
  • interruzioni ormonali;
  • l'uso di determinati farmaci;
  • dieta squilibrata, abuso di carboidrati.

Non sono tutte le ragioni per lo sviluppo della resistenza all'insulina. Anche gli utenti di alcol hanno questa condizione. Inoltre, questa patologia accompagna malattie della tiroide, malattia dell'ovaio policistico, sindrome di Itsenko-Cushing, feocromocitoma. A volte la resistenza all'insulina è osservata nelle donne durante la gravidanza.

Le persone con resistenza ormonale hanno depositi di grasso nell'addome.

I sintomi clinici iniziano ad apparire nelle fasi successive della malattia. Le persone con insulino-resistenza hanno obesità addominale (deposizione di grasso nell'area addominale). Inoltre, hanno alterazioni della pelle - iperpigmentazione sotto le ascelle, il collo e le ghiandole mammarie. Inoltre, questi pazienti hanno aumentato la pressione, ci sono cambiamenti nel background psico-emotivo, problemi con la digestione.

Indice di resistenza all'insulina: calcolo

Valutazione del modello di omeostasi della resistenza all'insulina (HOMA-IR), l'indice HOMA è tutto sinonimo dell'indice di resistenza all'insulina. Per determinare questo indicatore è necessario un esame del sangue. I valori dell'indice possono essere calcolati utilizzando due formule: l'indice HOMA-IR e l'indice CARO:

  • Formula HOMA: insulina a digiuno (μED / ml) * glicemia a digiuno (mmol / l) / 22,5 - normalmente non superiore a 2,7;
  • formula CARO: glicemia a digiuno (mmol / l) / insulina a digiuno (μED / ml) - la norma non supera 0,33.
Torna al sommario

Analizza e come passare

I pazienti devono inizialmente eseguire un esame del sangue venoso e quindi eseguire un test di resistenza all'insulina. La diagnosi e la determinazione della resistenza all'insulina si verificano secondo le seguenti regole:

30 minuti prima del test, non si può provare alcuno sforzo fisico.

  • È vietato fumare per mezz'ora prima dello studio;
  • prima che l'analisi non possa mangiare per 8-12 ore;
  • il calcolo degli indicatori viene effettuato al mattino a stomaco vuoto;
  • attività fisica vietata per mezz'ora prima del test;
  • Il medico curante è tenuto a informare sui farmaci presi.
Torna al sommario

Il tasso di indice di resistenza all'insulina

Il valore ottimale di HOMA-IR non deve superare 2,7. Il glucosio a digiuno, che viene utilizzato per calcolare l'indice, varia a seconda dell'età della persona:

  • sotto i 14 anni, le tariffe variano da 3,3 a 5,6 mmol / l;
  • nelle persone di età superiore ai 14 anni, l'indicatore dovrebbe essere nel range di 4,1-5,9 mmol / l.
Torna al sommario

Deviazioni dalla norma

Indice HOMA aumentato con valori da 2.7. L'aumento delle prestazioni può indicare la presenza di patologia. Fisiologicamente, l'indice di resistenza all'insulina può aumentare se non vengono rispettate le condizioni per la donazione di sangue per l'analisi. In tale situazione, l'analisi viene rielaborata e gli indicatori vengono nuovamente valutati.

Indice di trattamento HOMA IR

La terapia dietetica è uno dei punti chiave nel trattamento della resistenza all'insulina.

La terapia insensibile all'insulina ha lo scopo di ridurre il peso del grasso corporeo. Se l'indice HOMA è elevato, si raccomanda di apportare modifiche alla dieta quotidiana in via prioritaria. È fondamentale ridurre la quantità di grassi e carboidrati consumati. La cottura, i dolci, i cibi fritti, i sottaceti, le carni affumicate, i piatti ad alto contenuto di spezie sono completamente esclusi. Consigliato mangiare verdure, carne magra (pollo, tacchino, coniglio) e pesce. I modi migliori per cucinare i piatti:

Mangiare è necessario frazionario - 5-6 volte al giorno. Inoltre, il giorno si consiglia di bere 1,5-2 litri di acqua pura. Il caffè, il tè forte, l'alcol devono essere completamente esclusi dal consumo. Inoltre, i pazienti con insulino-resistenza sono consigliati per praticare sport: jogging, yoga, nuoto. Assicurati di eseguire esercizi mattutini. Lo stile di vita necessario è stabilito dal medico curante in un singolo ordine.

Quale dovrebbe essere l'indice NOMA: diagnosi

Per determinare indirettamente come funziona l'insulina nel corpo umano, utilizzare un metodo speciale chiamato indice HOMA. Con l'aiuto di esso, l'endocrinologo può determinare in quale rapporto il paziente ha l'insulina ormonale e quale è l'indicatore del glucosio. Un tale studio ci permette di identificare una terribile malattia chiamata "diabete mellito" nelle prime fasi della malattia e di prescrivere prontamente un trattamento efficace per il paziente.

Cosa influenza la produzione di insulina?

Con il consumo giornaliero di cibo, in particolare i carboidrati, il tratto gastrointestinale inizia a scomporli e li trasforma in glucosio, che alimenta le cellule del corpo umano e tutti i muscoli. Non appena il glucosio entra nei vasi sanguigni, con l'insulina viene reindirizzato alle cellule, penetra rapidamente nello strato protettivo e fornisce loro energia vitale.

La funzione principale dell'insulina, prodotta nel pancreas, è quella di aggiungere, come si dice, "forza" il glucosio, in modo che possa rapidamente penetrare attraverso la protezione delle cellule. Se il glucosio è nel sangue per lungo tempo, lo zucchero sarà elevato, poiché si accumulerà una grande quantità di enzima.

Quando la resistenza all'insulina è insulina non è pronta a far fronte al suo compito principale. Ciò significa che il glucosio non può entrare nelle cellule umane. Per migliorare l'insulina, il pancreas inizia a secernere più ormoni, di conseguenza, si accumula anche in eccesso. E un eccesso di glucosio si trasforma in grasso, avvolge le pareti esterne dei tessuti, il che aggrava ulteriormente la situazione, perché il glucosio è ancora più difficile da penetrare attraverso le cellule di grasso. A poco a poco, la persona inizia a guadagnare chili di troppo, inizia il processo di obesità.

Indice NOMA e sua normale prestazione

Se al momento dell'analisi l'indice NOMA non supera 2,5-2,7, allora sarà normale. Dovrebbe essere chiarito che l'indicatore dell'indice può essere diverso, a seconda della ricerca condotta.

Se gli studi indicano che l'indice HOMA è elevato, le seguenti malattie spesso iniziano a progredire in un paziente:

  1. Il diabete mellito.
  2. Ipertensione arteriosa
  3. Arteriosclerosi.
  4. Altre malattie che possono influenzare il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni.

Per iniziare a curare la malattia in tempo, si dovrebbe visitare immediatamente il medico ai primi segni della malattia.

Quali sono i primi segni di insulino-resistenza?

La persona può notare da sola i primi segni di insulino-resistenza e, appena possibile, fissare un appuntamento con un endocrinologo. Nella fase iniziale della malattia nell'uomo si osserva:

  • ipertensione;
  • la deposizione di tessuti grassi, specialmente nella vita;
  • scarsi risultati nei test sia del sangue che delle urine.

Per determinare con precisione l'entità della malattia e comprendere le cause della malattia, il medico prescriverà test diagnostici sotto forma di test. Per ottenere l'analisi corretta mostrata dall'indice, devi seguire queste regole:

  • non mangiare prima che l'analisi di qualsiasi cibo sia autorizzato a bere acqua depurata;
  • vieni per un esame in clinica al mattino presto;
  • la sera non mangiare dolci o farina, così come cibi grassi o salati.

Se usi droghe diverse, dovresti discutere in anticipo il loro nome con il medico. Il fatto è che alcuni farmaci possono influenzare l'indice, di conseguenza, il calcolo sarà errato e il medico prescriverà, in base ai test, il trattamento sbagliato. Una formula speciale viene utilizzata per la decodifica. Ad esempio, se i test di laboratorio mostrano che il glucosio è uguale a 7,3, l'ormone dell'insulina è 19, quindi HOMA sarà 5,77. Ovviamente, l'indice sarà notevolmente aumentato, perché il suo livello normale non dovrebbe superare 2,6-2,7.

Chi è più suscettibile a questa malattia?

La resistenza o il diabete sono spesso trasmessi con i geni, cioè se uno dei genitori ha sofferto di questa malattia, allora la probabilità della malattia nei bambini è molto alta.

Ma non solo le cause genetiche portano a questo disturbo, i seguenti fattori possono influenzare il suo verificarsi:

  • dieta sbagliata e squilibrata;
  • insufficienza ormonale nel corpo;
  • stress costante e stile di vita sedentario;
  • chili in più;
  • dipendenze.

Il paziente ha un fallimento nel metabolismo dei grassi e dei carboidrati, la pressione è in costante aumento. I chili in più sono particolarmente spaventosi nella vita, poiché non consentono all'insulina di risaltare normalmente, il che aiuta il glucosio a entrare nelle cellule.

Se una persona sente alcuni cambiamenti nel suo corpo, vale a dire:

  • servizi igienici di minzione frequente;
  • costante sete e secchezza in bocca;
  • debolezza in tutto il corpo e perdita della precedente capacità lavorativa;
  • riluttanza a mangiare cibo o, al contrario, appetito eccessivo;
  • scarsa guarigione anche delle più piccole ferite e contusioni;
  • dolore alla testa;
  • prurito della pelle.

Con tali sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico. L'endocrinologo esaminerà il paziente, le dirà quali esami di laboratorio eseguire e prescriverà un esame completo ed efficace. È una visita tempestiva al medico che aiuterà a portare l'indice della norma all'indicatore desiderato e molto più facile alle condizioni del paziente.

Trattamento della malattia

Dopo aver ricevuto i risultati della ricerca, il medico prescriverà farmaci basati sulla personalità del paziente e svilupperà una dieta per lui. Quando una dieta viene compilata con un indice HOMA aumentato, si osserverà la regola di base, riducendo la quantità di carboidrati dalla dieta dei pazienti.

La dieta deve contenere alimenti ipocalorici, tutti i nutrienti e le vitamine necessari per il corpo. Il menu dovrebbe includere:

  • alimenti contenenti proteine;
  • in una piccola quantità di carboidrati, che sarà facilmente diviso e trasformato in glucosio;
  • grassi naturali

I pazienti dovrebbero mangiare cibo in piccole porzioni, ma spesso, la dieta dovrebbe essere frazionaria. Tra i pasti vale la pena di conservare circa 3-3,5 ore. Durante il giorno, devi mangiare circa 6 volte. I seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi dal menu:

  • zucchero come al solito;
  • cibi pronti e fast food;
  • cibo in scatola e carni affumicate;
  • cracker e patatine salate o dolci;
  • acqua dolce frizzante.

Nella dieta quotidiana deve essere:

  • frutta e verdura, preferibilmente fresca. Se gli alimenti sono cotti o bolliti, non cospargerli di zucchero;
  • pollame o carne di coniglio;
  • pesce magro;
  • riso integrale, cereali di frumento;
  • pane cotto da farina grossolana;
  • latticini non grassi.

Ogni giorno è consigliato bere da 2 a 2,5 litri di liquido. Puoi utilizzare sia acqua depurata che bevande vitaminiche:

  • succo di frutta o composta di frutta fresca o secca, senza aggiunta di zucchero;
  • decotto di rosa selvatica;
  • succhi freschi di frutta, in particolare di agrumi.

Se una persona ama molto i dolci, è consigliabile sostituire lo zucchero con la marmellata, e i piatti principali sono meglio cotti al vapore o al forno. Invece di burro, si consiglia di utilizzare verdure, e fichi, uvetta e uva dolce dovrebbero essere generalmente rimossi dalla dieta quotidiana.

Oltre alla dieta e ai farmaci, i pazienti dovrebbero iniziare a condurre uno stile di vita più attivo, esercitare quotidianamente, fare esercizio fisico, smettere di fumare e bere forti bevande alcoliche.

E, soprattutto, se negli studi di laboratorio il calcolo del medico mostra che l'indice HOMA è elevato e, di conseguenza, il livello di zucchero nel sangue aumenta anche, non fatevi prendere dal panico in anticipo. È meglio ascoltare i consigli degli esperti, cambiare la propria dieta e stile di vita e dopo 4-5 mesi per ri-testare. Chissà, forse questo fenomeno è stato temporaneo e la persona stessa sarà in grado di cambiare il suo destino. Una dieta corretta, una dieta ben progettata, un buon esercizio fisico miglioreranno sicuramente il benessere del paziente, aiuteranno il lavoro dell'insulina al livello adeguato.

Il calcolo dell'indice HOMA (HOMA) - norma e patologia

L'insulina è un ormone che aiuta il glucosio a penetrare nei tessuti del corpo e a formare energia. Se questo processo viene interrotto, l'insulino-resistenza si sviluppa - una delle ragioni principali per lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Per determinare la patologia esiste un cosiddetto indice HOMA (HOMA). Che cos'è e come viene calcolato?

Sviluppo della malattia

Si ritiene che la sensibilità all'insulina sia ridotta a causa dell'eccesso di peso. Ma succede che l'insulino-resistenza si sviluppa con il peso normale. Più spesso la patologia si verifica negli uomini dopo 30 anni e nelle donne dopo i 50 anni.

In precedenza si riteneva che questa condizione colpisse solo gli adulti, ma negli ultimi anni la diagnosi di insulino-resistenza negli adolescenti è aumentata di 6 volte.

Nello sviluppo della resistenza all'insulina ci sono diverse fasi:

  1. In risposta all'ingestione di cibi a base di carboidrati, il pancreas secerne l'insulina. Mantiene i livelli di zucchero nel sangue allo stesso livello. L'ormone aiuta le cellule muscolari e le cellule adipose ad assorbire il glucosio ea convertirlo in energia.
  2. L'abuso di cibo dannoso, la mancanza di attività fisica e il fumo riducono il lavoro dei recettori sensibili ei tessuti smettono di interagire con l'insulina.
  3. Il livello di glucosio nel sangue aumenta, in risposta a questo, il pancreas inizia a produrre più insulina, ma rimane ancora non coinvolto.
  4. L'iperinsulinemia porta ad una costante sensazione di fame, alterazioni dei processi metabolici e pressione alta.
  5. L'iperglicemia, a sua volta, porta a conseguenze irreversibili. I pazienti sviluppano angiopatia diabetica, insufficienza renale, neuropatia.

Cause e sintomi

Le cause della resistenza all'insulina includono:

  • eredità - se ci sono parenti con diabete in famiglia, allora la sua presenza in altri membri della famiglia aumenta drammaticamente;
  • stile di vita sedentario;
  • uso frequente di bevande alcoliche;
  • tensione nervosa;
  • vecchiaia

L'astuzia di questa patologia sta nel fatto che non ha sintomi clinici. Una persona potrebbe non sapere a lungo sulla presenza di insulino-resistenza.

In genere, questa condizione viene diagnosticata durante una visita medica o quando ci sono segni evidenti di diabete:

  • la sete;
  • minzione frequente;
  • costante sensazione di fame;
  • la debolezza;
  • irritabilità;
  • cambiamento nelle preferenze di gusto - le persone vogliono sempre i dolci;
  • la comparsa di dolore alle gambe, intorpidimento, crampi;
  • Ci possono essere problemi con la vista: pelle d'oca, punti neri prima degli occhi o diminuzione della vista.

Il calcolo dell'indice HOMA

HOMA (HOMA) è il metodo più comune per determinare la resistenza all'insulina. È il rapporto tra la quantità di glucosio e insulina nel sangue. Viene determinato utilizzando la formula rigorosamente a stomaco vuoto.

Preparazione per l'analisi:

  • l'analisi deve essere presa rigorosamente a stomaco vuoto;
  • l'ultimo pasto dovrebbe essere 12 ore prima dell'analisi;
  • la cena della vigilia dovrebbe essere leggera;
  • tempo di analisi dalle 8:00 alle 11:00 del mattino.

Normalmente, i risultati dell'analisi per le persone da 20 a 60 anni dovrebbero essere compresi tra 0 e 2.7. I numeri in questo intervallo indicano che la sensibilità dei tessuti all'ormone è normale. Se la frequenza viene aumentata, al paziente viene diagnosticata una resistenza all'insulina.

A seconda del livello di glucosio nel sangue ci sono: prediabete e diabete. Il prediabete non è una malattia, ma una seria ragione per pensare alla tua dieta e stile di vita.

Questa condizione è reversibile, cioè con un cambiamento nello stile di vita, il verificarsi del diabete può essere evitato. Senza trattamenti efficaci, il prediabete si trasformerà in diabete di tipo 2.

Insensibilità al trattamento dell'insulina

Cosa fare quando si rileva la resistenza all'insulina, informi il medico. Il trattamento dovrebbe essere completo.

  • dieta povera di carboidrati;
  • assunzione di droga;
  • attività fisica.

Gli alimenti con ridotta tolleranza al glucosio dovrebbero essere a basso contenuto di carboidrati. I pazienti obesi sono invitati a mangiare 12 unità di pane al giorno. È necessario prendere sul serio la scelta dei prodotti per il proprio cibo: gli alimenti ad alto indice glicemico e gli alimenti grassi e fritti dovrebbero scomparire completamente dalla dieta.

Cosa è permesso mangiare?

  • verdure e frutta;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • noci;
  • pesce;
  • carne magra;
  • cereali.

Nella vita del paziente deve necessariamente trovare un posto per l'educazione fisica. Potrebbe essere un viaggio in palestra, in piscina, fare jogging prima di andare a dormire. Le persone in sovrappeso possono fare sport walking. Potrebbe anche essere utile yoga. Le sue asana aiuteranno a calmare i nervi, a normalizzare il sonno, a migliorare la digestione. Inoltre, il paziente deve fare una regola per non utilizzare l'ascensore e, quando si utilizzano i mezzi pubblici, andare 1 - 2 fermate prima e raggiungere a piedi la casa.

Video sul diabete, le sue complicanze e il trattamento:

Terapia farmacologica

Per il trattamento di una condizione patologica, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  1. Metformina: il farmaco blocca la secrezione di glucosio dal fegato nel sangue e migliora il funzionamento dei neuroni sensibili. Pertanto, riduce il livello di insulina nel sangue e aiuta a ridurre il carico sul pancreas.
  2. L'acarbosio è un farmaco ipoglicemico. Aumenta l'assorbimento del glucosio nel tratto gastrointestinale, che, a sua volta, porta ad una diminuzione del fabbisogno di insulina dopo i pasti.
  3. Pioglitazone: non può essere assunto a lungo a causa di effetti tossici sul fegato. Questo farmaco aumenta la sensibilità all'insulina, ma può innescare l'insorgenza di infarto e ictus. Pertanto, il suo uso è estremamente limitato.
  4. Troglitazone è usato per trattare la resistenza all'insulina. Studi hanno dimostrato che il diabete di tipo 2 è stato prevenuto in un quarto delle persone studiate.

Medicina popolare

In una fase iniziale dello sviluppo di insulino-resistenza, puoi usare medicine basate su ricette popolari:

  1. Mirtilli. Un cucchiaino di foglie di mirtillo tritate versare 200 ml di acqua bollente. Dopo 30 minuti, filtrare e dividere il bicchiere in 3 dosi al giorno. Questo decotto contribuirà a ridurre lo zucchero nel sangue, ma solo nelle prime fasi della malattia.
  2. Stevia di Crimea. Prendere 1 cucchiaio di stevia di Crimea sminuzzata e versare 200 ml di acqua bollente. Infondere per 15 minuti, quindi filtrare. Bevi tutto il giorno invece del tè. Le piante possono ridurre i livelli di glucosio e colesterolo, migliorare il funzionamento del fegato e del pancreas.
  3. Brodo di fagioli Versare 1 litro di acqua in una casseruola e aggiungere 20 grammi di fagioli. Metti sul fuoco e fai bollire. Quindi filtrare la miscela. Il corso del trattamento è 1 - 2 mesi. Prendi ogni giorno al mattino, pomeriggio e sera. Il brodo è usato per mantenere il normale livello di zucchero nel sangue.
  4. Infusione di ortica Prendi 800 g di ortica e versa oltre 2,5 litri di alcol. Infondere per 7 giorni, quindi filtrare. Prendere tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti e 1 cucchiaio.

Nel mondo moderno, ogni persona è soggetta allo sviluppo di insulino-resistenza. Se questa patologia si trova in se stessi, una persona ha bisogno di cambiare vita il prima possibile. Per ripristinare la sensibilità delle cellule all'insulina solo i farmaci non possono.

Il paziente deve fare un lavoro tremendo su se stesso: costringersi a mangiare bene, praticare sport, abbandonare cattive abitudini. Sfortunatamente, le persone non vogliono cambiare la propria vita e non prestano attenzione alle raccomandazioni dei medici, provocando così lo sviluppo del diabete e altre terribili complicazioni di questa malattia.

Resistenza all'insulina e indice HOMA-IR

Sinonimi: indice di resistenza all'insulina; resistenza all'insulina, valutazione del modello di omeostasi della resistenza all'insulina; HOMA-IR; insulino-resistenza.

Redattore scientifico: M. Merkusheva, PSPbGMU. Acad. Pavlova, affari medici.
Agosto 2018.

Informazioni generali

La resistenza (ridotta sensibilità) delle cellule insulino-dipendenti all'insulina si sviluppa a seguito di disordini metabolici e altri processi emodinamici. La causa del fallimento è più spesso una predisposizione genetica o un processo infiammatorio. Di conseguenza, una persona aumenta il rischio di sviluppare diabete, sindrome metabolica, patologie cardiovascolari, disfunzione degli organi interni (fegato, reni).

Lo studio sulla resistenza all'insulina è un'analisi dei seguenti indicatori:

L'insulina è prodotta dalle cellule pancreatiche (cellule beta delle isole di Langerhans). Prende parte a molti processi fisiologici che si verificano nel corpo. Ma le funzioni principali dell'insulina sono:

  • consegna del glucosio alle cellule dei tessuti;
  • regolazione del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati;
  • normalizzazione dei livelli di zucchero nel sangue, ecc.

Sotto l'azione di determinate cause, una persona sviluppa l'insulino-resistenza o la sua funzione specifica. Con lo sviluppo di resistenza delle cellule e dei tessuti all'insulina, la sua concentrazione nel sangue aumenta, il che porta ad un aumento della concentrazione di glucosio. Di conseguenza, è possibile lo sviluppo del diabete di tipo 2, della sindrome metabolica e dell'obesità. La sindrome metabolica può alla fine portare a un attacco di cuore e ictus. Tuttavia, esiste il concetto di "resistenza all'insulina fisiologica", che può verificarsi quando il bisogno di energia aumenta (durante la gravidanza, intenso sforzo fisico).

Alla nota: il più delle volte l'insulino-resistenza è osservata nelle persone che sono in sovrappeso. Se il peso corporeo aumenta di oltre il 35%, la sensibilità all'insulina viene ridotta del 40%.

L'indice HOMA-IR è considerato un indicatore informativo nella diagnosi di insulino-resistenza.

Lo studio valuta il rapporto tra glucosio basale (a digiuno) e insulina. Un aumento dell'indice HOMA-IR indica un aumento della glicemia a digiuno o dell'insulina. Questo è un chiaro precursore del diabete.

Inoltre, questo indicatore può essere utilizzato in caso di sospetto sviluppo di insulino-resistenza nella sindrome dell'ovaio policistico nelle donne, diabete gestazionale, insufficienza renale cronica, epatite cronica B e C e steatosi epatica.

Indicazioni per l'analisi

  • Rilevazione dell'insulino-resistenza, sua valutazione in dinamica;
  • Previsione del rischio di sviluppare il diabete e conferma della diagnosi in presenza delle sue manifestazioni cliniche;
  • Tolleranza al glucosio alterata sospetta;
  • Studio completo delle patologie cardiovascolari - cardiopatia ischemica, aterosclerosi, insufficienza cardiaca, ecc.;
  • Monitoraggio della condizione dei pazienti in sovrappeso;
  • Test complessi per malattie del sistema endocrino, disturbi metabolici;
  • Diagnosi della sindrome dell'ovaio policistico (disfunzione ovarica sullo sfondo delle patologie endocrine);
  • Esame e trattamento di pazienti con epatite cronica B o C;
  • Diagnosi di steatosi epatica non alcolica, insufficienza renale (forme acute e croniche);
  • Valutazione del rischio di sviluppare ipertensione e altre condizioni associate all'ipertensione arteriosa;
  • Diagnosi del diabete gestazionale in donne in gravidanza;
  • Diagnosi completa di malattie infettive, la nomina di terapia conservativa.

Gli esperti possono decifrare i risultati dell'analisi per la resistenza all'insulina: terapeuta, pediatra, chirurgo, diagnostica funzionale, endocrinologo, cardiologo, ginecologo, medico di famiglia.

Valori di riferimento

  • I seguenti limiti sono definiti per il glucosio:
    • 3.9 - 5.5 mmol / l (70-99 mg / dL) è la norma;
    • 5,6 - 6,9 mmol / l (100-125 mg / dL) - prediabete;
    • più di 7 mmol / l (diabete).
  • Lo standard di insulina è considerato pari a 2,6 - 24,9 μED per 1 ml.
  • L'indice (coefficiente) di resistenza all'insulina HOMA-IR per gli adulti (da 20 a 60 anni) senza diabete: 0 - 2.7.

Nel corso dello studio, sono stati studiati i seguenti indicatori: la concentrazione di glucosio e insulina nel sangue, nonché l'indice di resistenza all'insulina. Quest'ultimo è calcolato dalla formula:

HOMA-IR = "concentrazione di glucosio (mmol per" 1 l) * livello di insulina (μED per 1 ml) / 22,5

Questa formula è consigliabile applicare solo nel caso di prelievo di sangue a stomaco vuoto.

Fattori che influenzano il risultato

  • Tempo non standard di prelievo di sangue per il test;
  • Violazione delle regole di preparazione per lo studio;
  • Prendendo alcuni farmaci;
  • la gravidanza;
  • Emolisi (nel processo di distruzione artificiale dei globuli rossi, vengono rilasciati enzimi che distruggono l'insulina);
  • Il trattamento con biotina (il test per la resistenza all'insulina viene effettuato non prima di 8 ore dopo la somministrazione di una dose elevata del farmaco);
  • Terapia insulinica

Aumentare i valori

  • Lo sviluppo della resistenza (resistenza, immunità) all'insulina;
  • Aumento del rischio di diabete;
  • Diabete gestazionale;
  • Patologia cardiovascolare;
  • Sindrome metabolica (carboidrati, grassi e disturbi del metabolismo purinico);
  • Sindrome dell'ovaio policistico;
  • Obesità di vario tipo;
  • Malattia epatica (insufficienza, epatite virale, steatosi, cirrosi e altri);
  • Insufficienza renale cronica;
  • Perturbazione degli organi del sistema endocrino (ghiandole surrenali, ipofisi, tiroide e pancreas, ecc.);
  • Patologie infettive;
  • Processi oncologici, ecc.

Un basso livello dell'indice HOMA-IR indica l'assenza di resistenza all'insulina ed è considerato normale.

Preparazione per l'analisi

Biomateriale per lo studio: sangue venoso.

Metodo di campionamento del biomateriale: venipuntura della vena cubitale.

Condizione obbligatoria della recinzione: rigorosamente a stomaco vuoto!

  • I bambini di età inferiore a 1 anno non dovrebbero mangiare per 30-40 minuti prima dello studio.
  • I bambini di età compresa tra 1 e 5 anni non mangiano per 2-3 ore prima dello studio.

Requisiti di preparazione aggiuntivi

  • Il giorno della procedura (immediatamente prima della manipolazione), puoi bere solo acqua normale senza gas e sali.
  • Alla vigilia dell'impasto, è necessario rimuovere dalla dieta cibi grassi, fritti e speziati, spezie e carni affumicate. È vietato bere energia, bevande toniche, alcol.
  • Durante il giorno, escludere qualsiasi carico (fisico e / o psico-emotivo). 30 minuti prima della donazione di sangue qualsiasi eccitazione, jogging, sollevamento pesi ecc. Sono rigorosamente controindicati.
  • Un'ora prima dello studio sulla resistenza all'insulina dovrebbe astenersi dal fumare (comprese le sigarette elettroniche).
  • Tutti i corsi in corso di terapia farmacologica o assunzione di integratori alimentari, le vitamine devono essere segnalati al medico in anticipo.

Potresti anche essere stato assegnato:

Qual è l'indice HOMA?

Indice dell'indicatore Homa - è progettato per determinare la resistenza all'insulina nel rapporto tra glucosio e insulina.

Metodo dell'indice NOMA

Con la propensione del corpo umano al diabete mellito, viene studiato un livello di insulina e il suo effetto sui processi biochimici. Uno dei metodi che caratterizzano lo stato del corpo è la norma dell'indice Homa, che mostra il rapporto tra insulina e glucosio.

Questo metodo ti consente di:

  • Identificare i primi segni di diabete.
  • Attuare tempestivamente le misure terapeutiche necessarie.

Problemi con la tiroide e livelli ormonali compromessi di TSH, T3 e T4 possono portare a gravi conseguenze come il coma ipotiroideo o la crisi tireotossica, che sono spesso fatali. Ma l'endocrinologo Alexander Ametov assicura che è facile curare la ghiandola tiroidea anche a casa, hai solo bisogno di bere. Leggi di più »

diagnostica

Nel corpo umano avvengono processi biochimici che permettono di ottenere gli elementi e le sostanze necessarie per il normale funzionamento di tutti gli organi.

Quando si mangia nel tratto gastrointestinale, i processi di conversione delle sostanze in entrata in glucosio, che entra nel sangue quando esposti a insulina, penetrano nelle cellule. Se i processi metabolici per qualche motivo sono disturbati, si verifica un eccesso di glucosio nel sangue.

C'è una sproporzione nei livelli di insulina e glucosio - uno stato di insulino-resistenza. Un aumento dei livelli di glucosio attiva un aumento della produzione di ormoni, che porterà anche al suo eccesso. Quando i processi nel corpo sono disturbati, il glucosio in eccesso viene convertito in grasso, accumulandolo in depositi, che rallenta ancora di più i processi metabolici.

Per diagnosticare la condizione del corpo del paziente, vengono condotti degli studi, durante i quali viene determinato il risultato, e se l'indice di Homa è 2.5-2.7, allora i processi avvengono entro il range normale. Quindi, la norma dell'indice Homa è: 2.5-2.7

Al ricevimento del risultato, quando l'indice di Homa è aumentato e supera il tasso consentito, può verificarsi una situazione difficile che contribuisce alle seguenti malattie:

  • arteriosclerosi;
  • diabete;
  • ipertensione

Come prepararsi per lo studio?

Se è necessario superare i test per determinare l'indice Homa, devono essere seguite alcune regole obbligatorie:

  1. La donazione di sangue per l'analisi deve essere effettuata al mattino nell'intervallo tra le 8 e le 11.
  2. Prima di donare il sangue, non devi mangiare durante il periodo da 8 a 14 ore. È permessa solo acqua
  3. È necessario ridurre l'assunzione di cibo prima del giorno del test.

Quando è programmato uno studio?

  • Quando ci sono delle deviazioni nel corpo.
  • La concentrazione di insulina aumenta, contribuendo allo sviluppo della depressione.
  • Aumento dell'appetito
  • Fatica.
  • Lo sviluppo del diabete di tipo 2.
  • L'aterosclerosi è necessaria per condurre un sondaggio.

In alcuni casi, l'immunità all'insulina si manifesta sopprimendo la capacità di assorbire il glucosio.

A un normale livello di assorbimento di glucosio da parte dell'organismo fino al livello dell'80% del contenuto totale, le cellule muscolari sono attivamente coinvolte. Se il tessuto muscolare perde la sua capacità di assorbire il glucosio, si verifica la resistenza all'insulina.

Gli indicatori sono una serie di fattori che possono portare al deterioramento:

  1. ipertensione arteriosa.
  2. Obesità addominale.
  3. Abbassamento del colesterolo - ipoalfaloidiersin.
  4. L'emergere di segni di diabete di tipo 2.
  5. Aumento dei livelli di trigliceridi.

I primi segni di insulino-resistenza

La malattia può essere rilevata se si verificano determinati sintomi:

  1. Quando si verifica sonnolenza dopo aver mangiato.
  2. Diminuzione della concentrazione
  3. L'emergere di gocce nella pressione sanguigna.
  4. Interruzione del sistema digestivo
  5. L'aspetto dello strato di grasso nella vita.
  6. Appare sentimenti di depressione.
  7. L'aspetto dello stato di fame.

Durante l'analisi del sangue possono essere identificate anomalie:

  • Aumento del colesterolo nel sangue;
  • Aumento del contenuto di glucosio;
  • La presenza di proteine ​​nelle urine;
  • L'aumento dei trigliceridi.

Indicatori e calcolo dell'indice Homa

I pazienti prendono il sangue da una vena per rilevare i disturbi del metabolismo.

Per il calcolo viene utilizzata la seguente formula: Homa-Ir = IRI (μED / ml) X GPN (mol / l) /22,5, dove Caro = GPN (mol / l) / IRI (μED / ml).

L'indice Homa è calcolato in base alla formula in cui vengono utilizzati i dati:

  • IRI - il contenuto di insulina immunoreattiva contenuta nel sangue;
  • GPN - contenuto di glucosio nel plasma sanguigno.

Un indicatore dell'indice Homa a 2,7 è considerato normale, e quanto sopra indica la presenza di resistenza all'insulina.

È inoltre necessario tenere conto del fatto che durante l'analisi dell'indice Homa viene effettuato un aumento dell'indicatore in caso di malattia del paziente:

  • Epatite cronica C.
  • Diabete di tipo 2
  • Cirrosi epatica.
  • La steatosi.

Un aumento di insulina nel corpo può contribuire a:

  • Lo sviluppo dell'aterosclerosi
  • La comparsa di occlusione vascolare.
  • Flusso sanguigno ridotto, che può portare alla formazione di ictus, infarto, varie patologie del cuore e degli arti.

A causa degli effetti dell'insulina, il sistema nervoso è compromesso, la quantità di noradrenalina che porta a vasospasmo e aumento della pressione aumenta. L'ormone proteico contribuisce al ritardo nel ritiro di sodio e acqua dal corpo, che può portare all'ipertensione.

Trattamento della resistenza all'insulina

Spesso ci sono situazioni in cui viene sollevato l'indice Homa, cosa fare?

Il recupero dello stato ottimale del corpo con insulino-resistenza è ottenuto da:

  • Esercitare un'attività fisica regolare;
  • Con una dieta speciale;
  • Ridurre l'influenza di fattori nocivi;
  • Rigorosa aderenza alla dieta, riposo e sonno;
  • Ricevimento di medicine

È necessario monitorare rigorosamente la gamma di prodotti mangiati. Ridurre al minimo il consumo di pane bianco, semola, patate. Nella dieta dovrebbe essere carne magra, verdure fresche, pane di segale, prodotti lattiero-caseari.

È necessario monitorare rigorosamente il proprio peso e regolamentare a spese degli sport. Esiste una correlazione diretta, dal momento che i recettori dell'insulina, fino all'80% dei quali fanno parte del tessuto muscolare, attivano il loro lavoro sotto carico muscolare maggiore, contribuendo all'assorbimento dell'ormone. La stabilizzazione della pressione è un fattore concomitante nella perdita di peso del paziente.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere riservata all'esclusione dalla dieta:

  • Sahara (ordinario);
  • Fast food;
  • Prodotti affumicati e in scatola;
  • Prodotti contenenti sale in grandi quantità;
  • Acqua gassata con contenuto di zucchero.

È necessario rispettare la norma di assunzione di liquidi durante il giorno, che dovrebbe essere fino a 2,5 litri, tra cui:

  • Succhi di frutta e verdura;
  • Un decotto di fianchi;
  • Bevande alla frutta e bevande alla frutta senza contenuto di zucchero.

Lo zucchero contenuto in molti prodotti è preferibile per sostituire l'inceppamento e le stoviglie principali vanno cotte al vapore o al forno. Il burro dovrebbe essere sostituito quando possibile con olio vegetale.

Preparazioni medicinali prescritte per il diabete mellito:

  1. Un gruppo di farmaci che contribuiscono all'aumento della produzione di insulina (sulfonilurea): manin, diabeton, glicid. Farmaci che influenzano attivamente il lavoro del pancreas: Starlix, Novonorm.
  2. Farmaci che contribuiscono all'attivazione dei recettori, aumentando la suscettibilità delle cellule: aktos, siofor, biguanidi.
  3. Farmaci che riducono il tasso di penetrazione dello zucchero nel sangue: glucobay, rezulin.
  4. Farmaci che aumentano la produzione di insulina nel tratto digestivo: Januvia.

L'uso dell'indice Homa per diagnosticare la condizione dei pazienti ci consente di accelerare la ricezione dei risultati effettivi che caratterizzano la sua condizione e di identificare la suscettibilità a determinate malattie.

Diagnosi degli indici di resistenza all'insulina, HOMA e caro

In questo articolo imparerai:

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto che l'obesità in tutto il mondo è diventata un'epidemia. E la resistenza all'insulina associata all'obesità innesca una cascata di processi patologici che portano alla distruzione di praticamente tutti gli organi e sistemi umani.

Che cos'è l'insulino-resistenza, quali sono le sue cause, e come determinarlo rapidamente usando analisi standard? Queste sono le domande principali che gli scienziati interessati hanno degli anni '90. Nel tentativo di rispondere a loro, sono stati condotti molti studi che hanno dimostrato il ruolo dell'insulino-resistenza nello sviluppo del diabete di tipo 2, delle malattie cardiovascolari, dell'infertilità femminile e di altre malattie.

Normalmente, l'insulina è prodotta dal pancreas in una quantità che è sufficiente a mantenere il livello di glucosio nel sangue a livello fisiologico. Promuove l'ingresso del glucosio, il principale substrato energetico, nella cellula. Quando la resistenza all'insulina diminuisce la sensibilità dei tessuti all'insulina, il glucosio non entra nelle cellule, si sviluppa la fame di energia. In risposta, il pancreas inizia a produrre ancora più insulina. Il glucosio in eccesso viene depositato sotto forma di tessuto adiposo, aumentando ulteriormente la resistenza all'insulina.

Nel tempo, le riserve del pancreas sono esaurite, le cellule che lavorano con il sovraccarico muoiono e il diabete si sviluppa.

L'eccesso di insulina ha un effetto sul metabolismo del colesterolo, aumenta la formazione di acidi grassi liberi, i lipidi aterogenici, questo porta allo sviluppo di aterosclerosi e al danno al pancreas stesso con acidi grassi liberi.

Cause di insulino-resistenza

La resistenza all'insulina è fisiologica, cioè normale in alcuni periodi della vita e patologica.

Cause di resistenza all'insulina fisiologica:

  • la gravidanza;
  • l'adolescenza;
  • sonno notturno;
  • età avanzata;
  • la seconda fase del ciclo mestruale nelle donne;
  • dieta ricca di grassi
Cause di insulino-resistenza

Cause di insulino-resistenza patologica:

  • l'obesità;
  • difetti genetici della molecola di insulina, i suoi recettori e azioni;
  • mancanza di esercizio;
  • assunzione eccessiva di carboidrati;
  • malattie endocrine (tireotossicosi, morbo di Cushing, acromegalia, feocromocitoma, ecc.);
  • prendere alcuni farmaci (ormoni, bloccanti, ecc.);
  • fumare.

Segni e sintomi di insulino-resistenza

Il principale sintomo dello sviluppo dell'insulino resistenza è l'obesità addominale. L'obesità addominale è un tipo di obesità in cui un eccesso di tessuto adiposo si deposita principalmente nell'addome e nella parte superiore del tronco.

Particolarmente pericoloso è l'obesità addominale interna, quando il tessuto adiposo si accumula intorno agli organi e ne impedisce il corretto funzionamento. Malattia di fegato grasso, aterosclerosi si sviluppa, lo stomaco e l'intestino, le vie urinarie sono compresse, il pancreas, gli organi riproduttivi sono interessati.

Il tessuto adiposo nell'addome è molto attivo. Produce un gran numero di sostanze biologicamente attive che contribuiscono allo sviluppo di:

  • aterosclerosi;
  • malattie oncologiche;
  • ipertensione;
  • malattie articolari;
  • trombosi;
  • disfunzione ovarica.

L'obesità addominale può essere determinata a casa. Per fare ciò, misurare la circonferenza della vita e dividerla nella circonferenza dei fianchi. Normalmente, questo indicatore non supera 0,8 nelle donne e 1,0 negli uomini.

Il secondo sintomo importante della resistenza all'insulina è l'acantosi nera (acanthosis nigricans). L'acantosi nera è un cambiamento della pelle sotto forma di iperpigmentazione e desquamazione nelle pieghe naturali della pelle (collo, ascelle, ghiandole mammarie, inguine, piega interglaciale).

Nelle donne, la resistenza all'insulina si manifesta con la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). PCOS è accompagnato da disturbi mestruali, infertilità e irsutismo, eccessiva crescita dei peli maschili.

Sindrome da resistenza all'insulina

A causa dell'elevato numero di processi patologici associati all'insulino-resistenza, tutti sono stati portati a combinarli nella sindrome da insulino-resistenza (sindrome metabolica, sindrome X).

La sindrome metabolica include:

  1. Obesità addominale (circonferenza della vita:> 80 cm nelle donne e> 94 cm negli uomini).
  2. Ipertensione arteriosa (aumento persistente della pressione arteriosa superiore a 140/90 mm Hg. Art.).
  3. Diabete o ridotta tolleranza al glucosio.
  4. Interruzione del metabolismo del colesterolo, aumento del livello delle sue frazioni "cattive" e diminuzione del "buono".

Il rischio di sindrome metabolica è ad alto rischio di catastrofi vascolari (ictus, attacchi di cuore, ecc.). Puoi evitarli solo riducendo il peso e controllando i livelli di pressione sanguigna, così come le frazioni di glucosio e colesterolo nel sangue.

Diagnosi di resistenza all'insulina

La resistenza all'insulina può essere determinata utilizzando test e analisi speciali.

Metodi diagnostici diretti

Tra i metodi diretti per diagnosticare la resistenza all'insulina, la più accurata è la pinza iperinsulinemica euglicemica (EGC, clamp test). Il test di clamp consiste nella somministrazione contemporanea di glucosio per via endovenosa e soluzioni di insulina a un paziente. Se la quantità di insulina iniettata non corrisponde (supera) la quantità di glucosio iniettata, essi parlano di resistenza all'insulina.

Attualmente, il clamp test viene utilizzato solo a scopo di ricerca, perché è difficile da eseguire, richiede un addestramento speciale e accesso endovenoso.

Metodi diagnostici indiretti

I metodi diagnostici indiretti valutano l'effetto dell'insulina, non somministrata esternamente, sul metabolismo del glucosio.

Test di tolleranza al glucosio orale (PGTT)

Il test di tolleranza al glucosio orale viene eseguito come segue. Il paziente dona sangue a stomaco vuoto, quindi beve una soluzione contenente 75 g di glucosio e ripete l'analisi dopo 2 ore. Il test misura i livelli di glucosio, nonché l'insulina e il C-peptide. Il C-peptide è una proteina con cui l'insulina è legata nel suo deposito.

Tutto sull'indice NOMA: i valori sono normali e cosa fare se è elevato

L'insulina è un ormone prodotto dal pancreas, che svolge uno dei ruoli più importanti nella regolazione dei processi metabolici del corpo: il trasporto del glucosio dal sangue alle cellule, dove viene utilizzato per la produzione di energia o memorizzato come glicogeno.

Una mancanza o eccesso di questo ormone porta allo sviluppo del diabete di tipo I o di tipo II. Il problema non meno pericoloso, secondo estet-portal.com, è la resistenza all'insulina - una condizione in cui, nonostante la circolazione di una quantità sufficiente di esso nel sangue, le cellule non sono in grado di rispondere correttamente a questa sostanza.

Di conseguenza, l'insulina viene prodotta più intensamente, il suo livello aumenta cronicamente, il che porta a un'intera cascata di cambiamenti negativi nel corpo. L'indice NOMA consente di identificare il problema nelle fasi iniziali e prendere tempestivamente misure volte a neutralizzarlo.

Qual è l'indice HOMA e come viene calcolato questo indicatore

L'indice HOMA viene utilizzato per valutare la performance dell'insulina nel corpo umano. Il valore ottenuto con il metodo di analisi e calcoli consente di determinare il rapporto tra gli indicatori di insulina e glucosio, che è necessario per la tempestiva identificazione delle prime fasi del diabete.


Per calcolare l'indice HOMA, il sangue venoso del paziente viene assunto a stomaco vuoto (ovvero dopo almeno 8 ore senza cibo) e viene utilizzata la seguente formula:
NOMA = concentrazione di glucosio nel sangue a digiuno (mmol / l) x concentrazione di insulina nel sangue a digiuno (μED / l) / 22,5

NOMA = concentrazione di glucosio nel sangue a digiuno (mmol / l) x concentrazione di insulina nel sangue a digiuno (μED / l) / 22,5
I valori ottenuti sono confrontati con il tasso dell'indice di resistenza all'insulina.

Indice dell'indice NOMA e come evidenziato dall'aumento dell'indice

Se i risultati dello studio hanno mostrato che l'indice HOMA è 2.5-2.7, tali indicatori sono la norma e indicano il corretto funzionamento dell'insulina nel corpo.

Se il valore ottenuto supera 2,7, è necessario consultare un medico il più presto possibile, poiché tali dati possono indicare la presenza di una o più delle seguenti malattie:
• diabete;
• arteriosclerosi;
• ipertensione arteriosa;
• altre malattie che influenzano negativamente il lavoro del sistema cardiovascolare.

Indice HOMA = 2.5-2.7 - tali indicatori sono la norma e indicano il corretto funzionamento dell'insulina nel corpo.

È importante capire che la correttezza di un determinato indice dipende non solo dal laboratorio, ma anche dalla persona che fornisce l'analisi. Per evitare esperienze e trattamenti non necessari, prima di donare il sangue, devi:


• rifiutare di assumere cibo (almeno 8 ore prima del prelievo di sangue);
• bere solo acqua pulita al mattino;
• non mangiare troppo la sera prima di fare analisi, soprattutto per cibi dolci, farina, grassi e salati;
• informare il medico in anticipo sull'assunzione di qualsiasi farmaco che possa influenzare i risultati del test.

Una visita dal medico non dovrebbe essere posticipata se, oltre a un aumento dell'indice di resistenza all'insulina, sei preoccupato per eventuali sintomi che potrebbero indicare problemi di metabolismo.
Sintomi di insensibilità all'insulina: chi e perché è necessario determinare l'indice HOMA (H3)
Di norma, il riferimento a qualsiasi test, anche per determinare l'indice NOMA, viene rilasciato dal medico, in base ai reclami del paziente, così come la storia della malattia e la sua suscettibilità allo sviluppo di alcuni disturbi.

Nel caso di insulino-resistenza, i pazienti si rivolgono spesso al medico con i seguenti problemi:


• alta pressione sanguigna;
• l'aspetto del grasso corporeo, specialmente in vita;
• frequente brama di dolci, eccesso di cibo;
• affaticamento frequente, soprattutto dopo pranzo;
• guadagno di peso netto;
• comparsa di iperpigmentazione;
• minzione frequente;
• sete costante;
• violazione del ciclo mestruale, ecc.

Gruppo di rischio
È importante ricordare che l'ereditarietà è un fattore abbastanza significativo che influenza il rischio di sviluppare insulino-resistenza o diabete. Pertanto, se uno dei tuoi genitori si trova di fronte a questo problema, devi monitorare regolarmente le condizioni del tuo corpo.

Oltre all'ereditarietà, il rischio di queste violazioni aumenta con:
• nutrizione scorretta;
• stile di vita sedentario;
• cattive abitudini;
• eccesso di peso;
• stress frequente.

Come riportare l'indice HOMA alla normalità: ciò che influenza la produzione di insulina

Come detto sopra, la funzione principale dell'insulina è quella di assicurare la penetrazione del glucosio, che si forma dividendo i carboidrati, nelle cellule del corpo per fornire loro energia. Quando si consumano grandi quantità di alimenti a base di carboidrati, il glucosio in eccesso viene trasformato in grasso, che viene depositato non solo sotto la pelle, ma anche molto più in profondità, attorno agli organi interni.


Pertanto, l'obiettivo principale con un aumento dell'indice di resistenza all'insulina è ridurre la quantità di carboidrati nella dieta. Per fare questo, il medico prescrive al paziente una dieta speciale, che si basa su alimenti ipocalorici ricchi di vitamine, fibre e altre sostanze utili.

Pertanto, l'alimentazione con insulino-resistenza è approssimativamente la seguente:
• alimenti contenenti proteine;
• cibo ricco di grassi sani;
• quantità insignificante di carboidrati, principalmente "lenta", vale a dire la scissione di cui richiede più tempo.

Mangiare dovrebbe essere in piccole porzioni con pause di circa tre o tre ore e mezza.
È meglio eliminare completamente dalla dieta:
• prodotti semilavorati;
• carne affumicata;
• fast food;
• bibita dolce;
• cibo in scatola;
• zucchero (nella forma usuale).

La base del menu dovrebbe essere:
• frutta e verdura fresca (contenente un minimo di zucchero);
• carne magra (pollame, coniglio);
• pesce magro;
• riso integrale;
• latticini a basso contenuto di grassi;
• pane integrale.

È importante monitorare la quantità di fluido che entra nel corpo, che dovrebbe essere di circa 2-2,5 litri al giorno.

È meglio se è acqua pulita. Sono anche adatti composte, bevande alla frutta e decotti senza zucchero aggiunto.
Se necessario, il medico curante prescriverà farmaci mirati a normalizzare l'attività del corpo. In questo caso, è necessario ascoltare l'opinione di uno specialista e eliminare completamente l'automedicazione.


Un passo altrettanto importante per la normalizzazione dell'indice NOMA è la riduzione al minimo del consumo di alcol e il smettere di fumare. Ma l'esercizio quotidiano, corrispondente ai bisogni e alle capacità del corpo, ne trarrà beneficio.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La malattia di Addison è una condizione dolorosa della corteccia surrenale che si verifica quando sono bilaterali, con conseguente diminuzione (o cessazione completa) della secrezione di ormoni surrenali.

Negli ultimi anni, i medici hanno spesso diagnosticato disturbi nel sistema endocrino nelle donne e negli uomini. Ad esempio, si sospetta una malattia come la tiroidite autoimmune in ogni quinto paziente che viene in clinica.

La sindrome di Cushingoide - che cos'è? Quanto è pericolosa questa condizione per una persona? Sotto la malattia e la sindrome di Itsenko-Cushing implicano alcuni sintomi, che si sviluppano sullo sfondo di un'eccessiva produzione di ormoni corticosteroidi da parte delle cellule surrenali.