Principale / Ghiandola pituitaria

Qual è l'analisi della resistenza all'insulina e come passarla

La resistenza all'insulina è la disfunzione dei processi metabolici nel corpo umano, in cui diminuisce la suscettibilità dei tessuti periferici all'insulina endogena ed esogena. Questo fallimento porta ad un aumento del livello di glucosio nel sangue. Questa condizione porta allo sviluppo graduale del diabete di tipo 2 insulino-indipendente nelle donne e negli uomini sopra i 35 anni di età.

Test di resistenza all'insulina

Qual è l'indice di resistenza all'insulina, cosa significa questo concetto e come viene condotta la diagnosi? Per diagnosticare il diabete in una fase iniziale, identificare il test della sindrome metabolica per determinare il grado di resistenza all'insulina dell'organismo (Homa-ir).

Come devo fare un esame del sangue per testare la resistenza all'insulina per determinare i disordini metabolici? Per condurre un test su donne e uomini, il sangue viene prelevato da una vena a stomaco vuoto in laboratorio. Prima di ricerca è necessario trattenersi dal mangiare durante 8-12 ore.

Il calcolo dell'indice (caro o homa-ir) viene eseguito secondo la formula:

Homa-ir = IRI (μED / ml) × GPN (mmol / l) / 22,5;

Caro = GPN (mmol / l) / IRI (μED / ml).

L'IRI è un indicatore dell'insulina immunoreattiva nell'analisi del sangue a stomaco vuoto e l'HPN è il glucosio contenuto nel plasma sanguigno a stomaco vuoto. Normalmente, l'indice homa ir (Homa) per donne e uomini non supera i valori di 2,7. Se i risultati dello studio superano il valore specificato, viene diagnosticata la resistenza all'insulina (IR). Con un aumento della glicemia a digiuno, anche l'indice Homa è elevato.

Il punteggio del test Caro è normalmente inferiore a 0,33. Per confermare l'analisi della patologia dovrebbe essere fatto 3 volte.

Qual è il calcolo dell'indice Homa, che significa la deviazione del risultato dell'analisi dalla norma negli uomini e nelle donne? L'Homa-ir non appartiene ai criteri principali per la diagnosi della sindrome metabolica, ma viene effettuato come studio aggiuntivo. Tassi elevati possono essere nell'epatite C cronica, cirrosi epatica, steatosi non alcolica, diabete mellito di tipo 2, prediabete.

Qual è il nome dell'analisi di laboratorio per determinare la resistenza all'insulina, quanto costa uno studio e quante volte dovrebbe essere fatto? Test di bloccaggio per determinare l'indice calcolato Homa-ir. Il costo dell'analisi dipende da quante volte deve essere fatto e dalla politica dei prezzi del laboratorio. In media, un test costa circa 300 rubli, in totale possono essere necessari fino a 3 studi.

Cosa significa un livello aumentato di IR?

Qual è l'indice dell'indice di Nome, cosa significa se è elevato sopra la norma e cosa dovrebbe essere fatto? Questa condizione può portare allo sviluppo del diabete, delle malattie cardiache e del sistema circolatorio.

L'eccesso di insulina nel corpo di donne e uomini influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni, causando la progressione dell'aterosclerosi. L'ormone può contribuire all'accumulo di placche di colesterolo nelle pareti delle arterie, coaguli di sangue, formazione di coaguli di sangue. Questo aumenta significativamente il rischio di ictus, infarto, ischemia del cuore e altri organi, cancrena delle estremità.

E 'possibile avere il diabete in caso di violazione dell'IR? Nella fase di insulino-resistenza, il corpo produce una quantità crescente di insulina, cercando di compensare l'eccesso di glucosio nel sangue, superando così l'immunità dei tessuti. Ma nel tempo, l'apparato insulare è esaurito, il pancreas non può più sintetizzare a sufficienza l'ormone. Il livello di glucosio aumenta, il diabete di tipo 2 insulino-indipendente da zucchero si sviluppa.

IR può causare lo sviluppo di ipertensione cronica nelle donne e negli uomini.

L'insulina colpisce il sistema nervoso, aumenta il contenuto di norepinefrina, che causa il vasospasmo. Di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta. L'ormone proteico ritarda l'escrezione di liquidi e sodio dal corpo, che contribuisce anche allo sviluppo dell'ipertensione.

La violazione dell'IR nelle donne può causare l'interruzione del funzionamento degli organi riproduttivi. Sindrome dell'ovaio policistico, si sviluppa infertilità.

L'aumento dei livelli di insulina porta a uno squilibrio delle lipoproteine ​​benefiche e nocive nel sangue. Ciò aumenta la probabilità di sviluppo o aggrava l'aterosclerosi già esistente.

Trattamento dell'insulino-resistenza

Cosa si deve fare con un aumento dell'hom-ir, la resistenza all'insulina può essere completamente curata? È possibile ripristinare i processi metabolici nel corpo attraverso uno sforzo fisico regolare, l'aderenza a una dieta a basso contenuto di carboidrati, il rifiuto delle cattive abitudini, l'aderenza alla dieta, il sonno e il riposo.

Esclusi dalla dieta dolci, patate, pasta, semolino, pane bianco. Puoi mangiare verdure fresche, frutta, carni magre, latticini, crusca e pane di segale.

Posso sbarazzarmi dell'insulino-resistenza? Con la correzione tempestiva dello stile di vita, è possibile ridurre il rischio di esaurimento del pancreas, normalizzare il metabolismo, aumentare la suscettibilità delle cellule all'ormone.

Un importante criterio di terapia è la riduzione del sovrappeso, dell'esercizio fisico. Circa l'80% dei recettori dell'insulina si trova nel tessuto muscolare, quindi, durante l'esercizio, l'ormone viene assorbito. La perdita di peso contribuisce alla stabilizzazione della pressione sanguigna.

Se l'attività fisica e la terapia dietetica non danno risultati, è possibile normalizzare i livelli di glucosio nel sangue assumendo farmaci che riducono il glucosio.

Diagnosi degli indici di resistenza all'insulina, HOMA e caro

In questo articolo imparerai:

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto che l'obesità in tutto il mondo è diventata un'epidemia. E la resistenza all'insulina associata all'obesità innesca una cascata di processi patologici che portano alla distruzione di praticamente tutti gli organi e sistemi umani.

Che cos'è l'insulino-resistenza, quali sono le sue cause, e come determinarlo rapidamente usando analisi standard? Queste sono le domande principali che gli scienziati interessati hanno degli anni '90. Nel tentativo di rispondere a loro, sono stati condotti molti studi che hanno dimostrato il ruolo dell'insulino-resistenza nello sviluppo del diabete di tipo 2, delle malattie cardiovascolari, dell'infertilità femminile e di altre malattie.

Normalmente, l'insulina è prodotta dal pancreas in una quantità che è sufficiente a mantenere il livello di glucosio nel sangue a livello fisiologico. Promuove l'ingresso del glucosio, il principale substrato energetico, nella cellula. Quando la resistenza all'insulina diminuisce la sensibilità dei tessuti all'insulina, il glucosio non entra nelle cellule, si sviluppa la fame di energia. In risposta, il pancreas inizia a produrre ancora più insulina. Il glucosio in eccesso viene depositato sotto forma di tessuto adiposo, aumentando ulteriormente la resistenza all'insulina.

Nel tempo, le riserve del pancreas sono esaurite, le cellule che lavorano con il sovraccarico muoiono e il diabete si sviluppa.

L'eccesso di insulina ha un effetto sul metabolismo del colesterolo, aumenta la formazione di acidi grassi liberi, i lipidi aterogenici, questo porta allo sviluppo di aterosclerosi e al danno al pancreas stesso con acidi grassi liberi.

Cause di insulino-resistenza

La resistenza all'insulina è fisiologica, cioè normale in alcuni periodi della vita e patologica.

Cause di resistenza all'insulina fisiologica:

  • la gravidanza;
  • l'adolescenza;
  • sonno notturno;
  • età avanzata;
  • la seconda fase del ciclo mestruale nelle donne;
  • dieta ricca di grassi
Cause di insulino-resistenza

Cause di insulino-resistenza patologica:

  • l'obesità;
  • difetti genetici della molecola di insulina, i suoi recettori e azioni;
  • mancanza di esercizio;
  • assunzione eccessiva di carboidrati;
  • malattie endocrine (tireotossicosi, morbo di Cushing, acromegalia, feocromocitoma, ecc.);
  • prendere alcuni farmaci (ormoni, bloccanti, ecc.);
  • fumare.

Segni e sintomi di insulino-resistenza

Il principale sintomo dello sviluppo dell'insulino resistenza è l'obesità addominale. L'obesità addominale è un tipo di obesità in cui un eccesso di tessuto adiposo si deposita principalmente nell'addome e nella parte superiore del tronco.

Particolarmente pericoloso è l'obesità addominale interna, quando il tessuto adiposo si accumula intorno agli organi e ne impedisce il corretto funzionamento. Malattia di fegato grasso, aterosclerosi si sviluppa, lo stomaco e l'intestino, le vie urinarie sono compresse, il pancreas, gli organi riproduttivi sono interessati.

Il tessuto adiposo nell'addome è molto attivo. Produce un gran numero di sostanze biologicamente attive che contribuiscono allo sviluppo di:

  • aterosclerosi;
  • malattie oncologiche;
  • ipertensione;
  • malattie articolari;
  • trombosi;
  • disfunzione ovarica.

L'obesità addominale può essere determinata a casa. Per fare ciò, misurare la circonferenza della vita e dividerla nella circonferenza dei fianchi. Normalmente, questo indicatore non supera 0,8 nelle donne e 1,0 negli uomini.

Il secondo sintomo importante della resistenza all'insulina è l'acantosi nera (acanthosis nigricans). L'acantosi nera è un cambiamento della pelle sotto forma di iperpigmentazione e desquamazione nelle pieghe naturali della pelle (collo, ascelle, ghiandole mammarie, inguine, piega interglaciale).

Nelle donne, la resistenza all'insulina si manifesta con la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). PCOS è accompagnato da disturbi mestruali, infertilità e irsutismo, eccessiva crescita dei peli maschili.

Sindrome da resistenza all'insulina

A causa dell'elevato numero di processi patologici associati all'insulino-resistenza, tutti sono stati portati a combinarli nella sindrome da insulino-resistenza (sindrome metabolica, sindrome X).

La sindrome metabolica include:

  1. Obesità addominale (circonferenza della vita:> 80 cm nelle donne e> 94 cm negli uomini).
  2. Ipertensione arteriosa (aumento persistente della pressione arteriosa superiore a 140/90 mm Hg. Art.).
  3. Diabete o ridotta tolleranza al glucosio.
  4. Interruzione del metabolismo del colesterolo, aumento del livello delle sue frazioni "cattive" e diminuzione del "buono".

Il rischio di sindrome metabolica è ad alto rischio di catastrofi vascolari (ictus, attacchi di cuore, ecc.). Puoi evitarli solo riducendo il peso e controllando i livelli di pressione sanguigna, così come le frazioni di glucosio e colesterolo nel sangue.

Diagnosi di resistenza all'insulina

La resistenza all'insulina può essere determinata utilizzando test e analisi speciali.

Metodi diagnostici diretti

Tra i metodi diretti per diagnosticare la resistenza all'insulina, la più accurata è la pinza iperinsulinemica euglicemica (EGC, clamp test). Il test di clamp consiste nella somministrazione contemporanea di glucosio per via endovenosa e soluzioni di insulina a un paziente. Se la quantità di insulina iniettata non corrisponde (supera) la quantità di glucosio iniettata, essi parlano di resistenza all'insulina.

Attualmente, il clamp test viene utilizzato solo a scopo di ricerca, perché è difficile da eseguire, richiede un addestramento speciale e accesso endovenoso.

Metodi diagnostici indiretti

I metodi diagnostici indiretti valutano l'effetto dell'insulina, non somministrata esternamente, sul metabolismo del glucosio.

Test di tolleranza al glucosio orale (PGTT)

Il test di tolleranza al glucosio orale viene eseguito come segue. Il paziente dona sangue a stomaco vuoto, quindi beve una soluzione contenente 75 g di glucosio e ripete l'analisi dopo 2 ore. Il test misura i livelli di glucosio, nonché l'insulina e il C-peptide. Il C-peptide è una proteina con cui l'insulina è legata nel suo deposito.

Insulino-resistenza: sintomi, trattamento, test

A volte i tessuti del corpo rispondono in modo inadeguato alla presenza e agli effetti dell'insulina. In questi casi, si dice che si manifesti resistenza all'insulina (sindrome metabolica). Una risposta negativa all'insulina può verificarsi in risposta al proprio ormone, proveniente dal pancreas, o ad un'iniezione per iniezione. La resistenza all'insulina è un fenomeno, conseguenze pericolose. Si sviluppano diabete mellito di tipo 2, aterosclerosi e disturbi cardiovascolari.

Funzioni e disturbi dell'insulina

L'insulina regola il metabolismo del corpo e alcuni processi, come la crescita e la riproduzione delle cellule. L'ormone è coinvolto nella sintesi del DNA e nell'attività dei geni.
E interpreta anche i seguenti ruoli nel corpo.

  • Promuove la nutrizione delle cellule muscolari, del fegato e del glucosio grasso. Con l'aiuto di questo ormone, le cellule lo afferrano e gli aminoacidi.
  • Sopprime la rottura del tessuto adiposo, previene l'ingresso di acidi grassi nel sangue. Quando l'insulina viene superata nel corpo, è difficile bruciare i grassi (perdere peso).
  • Aiuta a fare una scorta di glucosio nel fegato e inibisce la sua trasformazione, il flusso nel sangue.
  • Previene l'autodistruzione delle cellule.

Quando si perde la sensibilità all'insulina, il metabolismo dei carboidrati e il metabolismo nei tessuti adiposi e proteici sono disturbati. Le navi subiscono cambiamenti nella direzione dell'aterosclerosi, poiché le cellule dell'endotelio si aggrappano alle pareti interne, restringendo gli spazi vuoti per il flusso sanguigno.

Cause della malattia

Si ritiene che la causa della resistenza all'insulina sia nei geni, cioè che la malattia sia ereditaria. Durante la sperimentazione con i topi, si è scoperto che le persone con insulino-resistenza esperite a livello genetico hanno sperimentato una lunga fame. Le persone che non soffrono la fame, una tale proprietà può portare a obesità, diabete e ipertensione. Ulteriori studi mostrano la presenza di difetti genetici nei pazienti con diabete. Ma la predisposizione non significa lo sviluppo obbligatorio della malattia nel caso di uno stile di vita corretto. I fattori di rischio comprendono l'eccesso di nutrizione, la farina e lo zucchero. Soprattutto se si aggiunge a questa mancanza di motore e attività fisica.

Nella diagnosi e nel trattamento di importanti indicatori della sensibilità del tessuto all'insulina: muscolo, grasso, cellule del fegato. Prima che compaiano i sintomi del diabete ereditario, inizia una diminuzione della sensibilità di questi tessuti. Nel corso degli anni, il pancreas fallisce, essendo sovraccaricato. L'effetto dell'insulina sta calando ed è già un sintomo del diabete di tipo 2. In primo luogo, il pancreas aumenta la produzione di insulina, compensando l'insulino-resistenza. Ma nelle fasi successive della malattia, sostanze nocive di rottura del grasso entrano nel fegato e formano particelle (lipoproteine) che si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni. L'aterosclerosi si sviluppa. Allo stesso tempo, il fegato rilascia un eccesso di glucosio nel sangue.

La resistenza all'insulina si trova anche sullo sfondo di malattie ovariche, disfunzione renale e infezioni. Può verificarsi durante la gravidanza e, dopo questo periodo, scompare, appare nel numero di cambiamenti legati all'età, essendo direttamente dipendente dalla nutrizione e dallo stile di vita.

A proposito dei sintomi

I primi sintomi vengono alla luce dallo stato di salute e dai segni esterni in una persona. Ma i disordini metabolici possono anche mostrare analisi. Se c'è obesità alla vita o ipertensione, si possono suggerire sintomi di resistenza all'insulina. Un esame del sangue allo stesso tempo mostra una violazione del colesterolo normale, la proteina può essere rilevata nelle urine. Le analisi da sole potrebbero non essere sempre alla base della diagnosi. L'insulina nel sangue può essere più o meno in un breve periodo di tempo, il che non indica una violazione.

Quando la resistenza all'insulina è presente nei tessuti, il pancreas aumenta la produzione di insulina. Quando si analizza il contenuto di insulina inizia a superare la norma (2 - 28 μED / ml) dell'ormone. Ma se il livello di glucosio con insulina elevata è normale, allora un tale segno prefigura ancora il diabete di tipo 2. Le cellule beta sovraccariche che producono insulina, nel tempo, non riescono più a far fronte, producono sempre meno ormoni che impediscono l'ingresso di zucchero nel sangue. Di conseguenza, viene diagnosticato il diabete. Con un aumento della glicemia, la resistenza all'insulina aumenta sempre di più. L'attività delle cellule beta è inibita, si verifica tossicità del glucosio.

Diagnosi - resistenza all'insulina

Per una diagnosi più accurata, l'analisi viene eseguita con un'insulina a lungo termine (da 4 a 6 ore) nella vena con glucosio. Ma di solito questo metodo non è praticato, solo i test di digiuno sono fatti. Se l'indice di resistenza all'insulina è aumentato, c'è motivo di preoccupazione. L'indice è chiamato homa-ir, calcolato dalla formula, che include indicatori di insulina e glucosio nel sangue. Questi livelli sono elevati nel caso di patologia.

Come essere testati?

Come testare la resistenza all'insulina? Devi passare un po 'più tempo in laboratorio del solito. A stomaco vuoto viene somministrato il sangue, i livelli di glucosio e di insulina vengono controllati. Quindi invitato a bere glucosio, sciolto in un bicchiere d'acqua, 75 grammi. Dopo 1 ora, ripetere la donazione di sangue per controllare il contenuto di glucosio. E dopo un'altra 1 ora, sottoponiamo un esame del sangue per l'insulina e il glucosio. Gli indicatori si adattano alla formula e il calcolo viene eseguito.

Diagnosi dei sintomi

La perdita di sensibilità dei tessuti all'insulina spesso non è determinata fino a quando non vi sono chiari segni di patologia nel metabolismo. Quasi tutti i tessuti hanno bisogno di glucosio e insulina, che aiuta ad assorbirlo. L'occhio e il cervello sono l'eccezione. Assimilano il glucosio senza l'insulina ormonale pancreatica. Il riconoscimento della malattia viene effettuato identificando diversi meccanismi per la perdita della sensibilità all'insulina. Questo è:
- secrezione di insulina irregolare da parte della ghiandola, che non può agire normalmente;
- riduzione del numero di recettori nei tessuti che assorbono l'insulina;
- disturbi cellulari dopo la percezione del recettore dell'insulina.

Per la diagnosi dei sintomi rivelano i segni visibili della malattia e tengono conto del deterioramento della salute. Ad esempio, è l'acantosi nera - la comparsa di macchie scure sui gomiti, caviglie, nuca. La resistenza all'insulina è spesso rilevata come una malattia concomitante nel diabete di tipo 2, ipertensione.

Metodi di trattamento

In caso di rilevamento della sindrome da sindrome metabolica, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile. Quando la resistenza all'insulina è elevata, il rischio non è solo il diabete grave, ma anche l'infarto e l'ictus. Dopotutto, l'insulina influenza direttamente lo stato delle pareti dei vasi sanguigni. Con un aumento di insulina nel sangue, l'apparizione delle placche aterosclerotiche progredisce.

Il trattamento dell'insulino-resistenza prima dell'insorgenza del diabete è meglio farlo attraverso la dieta. Il contenuto di carboidrati nei piatti dovrebbe essere ridotto. Dai primi giorni di normalizzazione della nutrizione, lo stato di salute migliora. Quando si verificano diete insulino-resistenti, è necessario aderire all'intera vita. Dopo un periodo di circa 2 mesi di trattamento con una dieta, il colesterolo buono aumenta nelle analisi e quello nocivo diminuisce. Ritorna alla normalità e ad altri indicatori.

Oltre alla dieta, non esiste ancora un modo per curare veramente la resistenza all'insulina. Sebbene la genetica stia cercando un modo per risolvere il problema. Tuttavia, il "trattamento alimentare" può essere molto efficace perché normalizza lo stile di vita, elimina i fattori della malattia. Insieme a una dieta a basso tenore di carbonio, ad eccezione del dolce e della farina, viene usato come integratore il farmaco Metformin in compresse. Il farmaco Aktos non è quasi usato. Quando si prescrive un complesso, è necessario consultare un medico, che può anche prescrivere la nutrizione individuale.

Il trattamento con piante medicinali è raccomandato anche per l'insulino-resistenza, ad esempio i mirtilli. Dovrebbero essere mangiati il ​​più spesso possibile, poiché aumentano la sensibilità all'insulina, riducono la glicemia, riducono la quantità di tossine.

№11HOMA, Valutazione dell'insulino-resistenza: glucosio (a digiuno), insulina (a digiuno), il calcolo dell'indice HOMA-IR

Il metodo più comune per valutare la resistenza all'insulina è determinare il rapporto basale (a digiuno) del glucosio in insulina.

Lo studio è condotto rigorosamente a stomaco vuoto, dopo un periodo di digiuno notturno di 8-12 ore. Il profilo include indicatori:

  1. glucosio
  2. insulina
  3. indice calcolato di resistenza all'insulina HOMA-IR.

La resistenza all'insulina è associata ad un aumentato rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari ed è ovviamente una componente dei meccanismi fisiopatologici alla base dell'associazione di obesità con questi tipi di malattie (inclusa la sindrome metabolica). Il metodo più semplice per valutare la resistenza all'insulina è l'indice di resistenza all'insulina HOMA-IR, un indicatore derivato da Matthews D.R. et al., 1985, associato allo sviluppo di un modello omeostatico matematico per valutare la resistenza all'insulina (HOMA-IR - Ho meostasis M odel A ssessment of Unsulin R Esistance). Come dimostrato, il rapporto tra l'insulina basale (a digiuno) e il glucosio, che riflette la loro interazione nel ciclo di feedback, è correlato in larga misura alla valutazione dell'insulino-resistenza nel metodo diretto classico per valutare gli effetti dell'insulina sul metabolismo del glucosio - il metodo di clampaggio euglicemico iperinsulinemico.

L'indice HOMA-IR è calcolato dalla formula: HOMA-IR = glucosio a digiuno (mmol / l) x insulina a digiuno (μE / ml) / 22,5.

Con un aumento del glucosio o dell'insulina a digiuno, l'indice HOMA-IR, rispettivamente, aumenta. Ad esempio, se il glucosio a digiuno è 4,5 mmol / l, e l'insulina è 5,0 μU / ml, HOMA-IR = 1,0; se il glucosio a digiuno è 6.0 mmol e l'insulina è 15 μU / ml, HOMA-IR = 4.0.

Il valore soglia per la resistenza all'insulina espresso in HOMA-IR è solitamente definito come 75 percentile della sua distribuzione cumulativa della popolazione. La soglia HOMA-IR dipende dal metodo per determinare l'insulina ed è difficile da standardizzare. La scelta del valore di soglia può anche dipendere dagli obiettivi dello studio e dal gruppo di riferimento selezionato.

L'indice HOMA-IR non è incluso nei principali criteri diagnostici per la sindrome metabolica, ma è utilizzato come ulteriore ricerca di laboratorio su questo profilo. Nel valutare il rischio di diabete in un gruppo di persone con livelli di glucosio inferiori a 7 mmol / l, HOMA-IR è più informativo del glucosio o dell'insulina a digiuno da sola. L'uso nella pratica clinica a fini diagnostici di modelli matematici per la valutazione dell'insulino-resistenza basata sulla determinazione dei livelli di insulina e glucosio plasmatici a digiuno presenta numerose limitazioni e non è sempre consentito per decidere se assumere la terapia ipolipemizzante, ma può essere utilizzato per l'osservazione dinamica. L'insulino-resistenza alterata con maggiore frequenza è nota nell'epatite cronica C (genotipo 1). Un aumento di HOMA-IR tra questi pazienti è associato a una peggiore risposta alla terapia rispetto ai pazienti con normale insulino-resistenza e pertanto la correzione dell'insulino-resistenza è considerata uno dei nuovi obiettivi nel trattamento dell'epatite C. È stata osservata una maggiore resistenza all'insulina (HOMA-IR) con steatosi epatica non alcolica.

  • Al fine di valutare e monitorare la dinamica della resistenza all'insulina in un complesso di test nell'esame di pazienti con obesità, diabete, sindrome metabolica, sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), pazienti con epatite C cronica, pazienti con steatosi epatica non alcolica.
  • Quando si valuta il rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari.

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Qual è la sindrome da insulino-resistenza?

Uno dei fattori che portano allo sviluppo del diabete, delle malattie cardiovascolari e della formazione di coaguli di sangue è l'insulino-resistenza. Può essere determinato solo con l'aiuto di esami del sangue, che devono essere testati regolarmente, e se si sospetta questa malattia, si dovrebbe essere costantemente monitorati da un medico.

Il concetto di resistenza all'insulina e le ragioni del suo sviluppo

Questa è una ridotta sensibilità delle cellule all'azione dell'insulina ormonale, indipendentemente da dove provenga, prodotta dal pancreas o iniettata.

Una maggiore concentrazione di insulina viene rilevata nel sangue, che contribuisce allo sviluppo di depressione, stanchezza cronica, aumento dell'appetito, insorgenza di obesità, diabete di tipo 2, aterosclerosi. Si scopre un circolo vizioso, che porta a una serie di gravi malattie.

Cause della malattia:

  • predisposizione genetica;
  • disturbi ormonali;
  • dieta scorretta, consumo di grandi quantità di alimenti a base di carboidrati;
  • prendendo alcuni farmaci.

A livello fisiologico, l'insulino-resistenza deriva dal fatto che il corpo sopprime la produzione di glucosio, stimola il suo assorbimento da parte dei tessuti periferici. Nelle persone sane, i muscoli utilizzano l'80% di glucosio, pertanto i risultati di insulino-resistenza dipendono proprio dal lavoro scorretto dei tessuti muscolari.

In base alla seguente tabella, puoi scoprire chi è a rischio:

I sintomi della malattia

Una diagnosi accurata può essere solo specialista nei risultati dell'analisi e dell'osservazione del paziente. Ma ci sono un certo numero di segnali di allarme che il corpo dà. In nessun caso possono essere ignorati, e al più presto possibile consultare un medico per identificare la diagnosi esatta.

Quindi, tra i principali sintomi della malattia può essere identificato:

  • attenzione distratta;
  • flatulenza frequente;
  • sonnolenza dopo aver mangiato;
  • calo della pressione sanguigna, l'ipertensione è spesso osservata (pressione del sangue alta);
  • obesità in vita - uno dei principali segni di insulino-resistenza. L'insulina blocca la degradazione del tessuto adiposo, così da perdere peso su varie diete con tutto il desiderio che non funziona;
  • stato depresso;
  • aumento della fame.

Durante il test, rivelare tali deviazioni come:

  • proteine ​​nelle urine;
  • aumento dell'indice dei trigliceridi;
  • elevati livelli di glucosio nel sangue;
  • test del colesterolo cattivo

Durante il test per il colesterolo, non è necessario controllare la sua analisi generale, ma separatamente gli indicatori di "buono" e "cattivo".

Basso colesterolo "buono" può segnalare un aumento della resistenza all'insulina.

Analisi della resistenza insulinica

La consegna di una semplice analisi non mostrerà l'immagine esatta, il livello di insulina non è costante e cambia durante il giorno. Un indicatore normale è la quantità di un ormone nel sangue da 3 a 28 μED / ml, se l'analisi è presa a stomaco vuoto. Quando l'indicatore è al di sopra della norma, possiamo parlare di iperinsulinismo, cioè di una maggiore concentrazione dell'insulina ormonale nel sangue, a seguito della quale il livello di zucchero nel sangue diminuisce.

Il più preciso e affidabile è il clamp clamp o il morsetto iperinsulinemico euglicemico. Non solo quantificherà la resistenza all'insulina, ma determinerà anche la causa della malattia. Tuttavia, nella pratica clinica, non viene praticamente utilizzato, poiché richiede tempo e richiede apparecchiature aggiuntive e personale appositamente addestrato.

Indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR)

Il suo indicatore è usato come diagnosi aggiuntiva per identificare la malattia. L'indice viene calcolato dopo la consegna dell'analisi del sangue venoso al livello di insulina e zucchero a digiuno.

Quando si calcola utilizzando due test:

  • indice IR (HOMA IR) - l'indicatore è normale, se inferiore a 2,7;
  • indice di resistenza all'insulina (CARO) - è normale, se inferiore a 0,33.

Il calcolo degli indici è fatto secondo le formule:

Nel fare ciò, considerare quanto segue:

  • IRI - Insulina immunoreattiva a stomaco vuoto;
  • FNG - glicemia a digiuno.

Quando l'indicatore è al di sopra della norma degli indici, parlano di un aumento della resistenza all'insulina del corpo.

Per un risultato di analisi più accurato, è necessario seguire alcune regole prima di eseguire un'analisi:

  1. Smetti di mangiare 8-12 ore prima dello studio.
  2. L'analisi del recinto è raccomandata al mattino a stomaco vuoto.
  3. Quando si assumono farmaci, è necessario informare il medico. Possono influenzare notevolmente l'immagine complessiva delle analisi.
  4. Mezz'ora prima di donare il sangue non si può fumare. È consigliabile evitare lo stress fisico ed emotivo.

Se, dopo aver superato i test, gli indicatori si sono rivelati al di sopra della norma, ciò potrebbe indicare che nel corpo si verificano le seguenti malattie:

  • diabete di tipo 2;
  • malattie cardiovascolari come la cardiopatia ischemica;
  • oncologia;
  • malattie infettive;
  • diabete gestazionale;
  • l'obesità;
  • sindrome dell'ovaio policistico;
  • patologia surrenale e insufficienza renale cronica;
  • epatite virale cronica;
  • epatite grassa.

La resistenza all'insulina può essere curata?

Ad oggi, non esiste una strategia chiara che consenta di curare completamente questa malattia. Ma ci sono strumenti che aiutano nella lotta contro la malattia. Questo è:

  1. Dieta. Ridurre il consumo di carboidrati, riducendo in tal modo il rilascio di insulina.
  2. Attività fisica Fino all'80% dei recettori dell'insulina si trova nei muscoli. Il lavoro muscolare stimola i recettori.
  3. Riduzione del peso Secondo gli scienziati, con la perdita di peso, il decorso della malattia è significativamente migliorato del 7% e viene data una prospettiva positiva.

Il medico può anche prescrivere individualmente i farmaci farmaceutici del paziente che aiuteranno nella lotta contro l'obesità.

Dieta per l'insulino-resistenza

Con un maggiore indicatore dell'ormone nel sangue, seguono una dieta che mira a stabilizzare il suo livello. Poiché la produzione di insulina è un meccanismo di risposta del corpo per aumentare la glicemia, non dovrebbe essere permesso di fluttuare bruscamente l'indicatore del glucosio nel sangue.

Regole di base della dieta

  • Tutti gli alimenti con un alto indice glicemico (farina di frumento, zucchero semolato, pasticcini, caramelle e cibi amidacei) sono esclusi dalla dieta. Questi sono carboidrati facilmente digeribili, che causano un brusco salto di glucosio.
  • Quando si scelgono gli alimenti a base di carboidrati, le scelte sono fatte su alimenti con un basso indice glicemico. Sono più lenti e assorbiti dal corpo e il glucosio entra gradualmente nel sangue. E anche la preferenza è data a prodotti ricchi di fibre.
  • Entra nel menu alimenti ricchi di grassi polinsaturi, ridurre i grassi monoinsaturi. La fonte di questi ultimi sono gli oli vegetali - semi di lino, oliva e avocado. Un menu di esempio per i diabetici - trova qui.
  • Introdurre restrizioni sull'uso di prodotti ad alto contenuto di grassi (carne di maiale, agnello, panna, burro).
  • I pesci sono spesso cucinati - salmone, salmone rosa, sardine, trota, salmone. Il pesce è ricco di acidi grassi omega-3, che migliorano la sensibilità delle cellule all'ormone.
  • Non dobbiamo permettere una forte sensazione di fame. In questo caso, c'è un basso livello di zucchero, che porta allo sviluppo di ipoglicemia.
  • È necessario mangiare in piccole porzioni ogni 2-3 ore.
  • Segui il regime di bere. La quantità raccomandata di acqua è di 3 litri al giorno.
  • Rifiuta cattive abitudini - alcol e fumo. Il fumo inibisce i processi metabolici nel corpo e l'alcol ha un alto indice glicemico (scopri di più sull'alcol - scopri qui).
  • Dovremo separarci dal caffè, perché la caffeina promuove la produzione di insulina.
  • La dose raccomandata di sale edibile è fino ad un massimo di 10 g / giorno.

Prodotti per il menu del giorno

Sul tavolo deve essere presente:

Varietà di verdure:

  • cavoli di diversi tipi: broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori;
  • barbabietole e carote (solo bollite);
  • spinaci;
  • insalata;
  • peperone dolce;
  • fagiolini

frutti:

Lista completa dei frutti - qui.

Pane e cereali:

  • prodotti da forno di grano integrale e segale (vedi anche - come scegliere il pane);
  • crusca di frumento;
  • grano saraceno;
  • di avena.

Rappresentanti della famiglia dei legumi:

Frutta a guscio e semi:

Quando si scelgono i prodotti, la seguente tabella aiuterà:

Elenco dei prodotti consentiti

  • pesce grasso dei mari freddi;
  • uova sode, frittata al vapore;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • farina d'avena, grano saraceno o riso integrale;
  • pollo, tacchini senza pelle, carne magra;
  • verdure fresche, bollite, in umido, al vapore. Introdurre restrizioni sulle verdure ricche di amido - patate, zucchine, zucchine, topinambur, ravanelli, ravanelli, mais;
  • semi di soia.

Elenco di prodotti severamente vietati

  • zucchero, confetteria, cioccolato, caramelle;
  • miele, marmellata, marmellata;
  • conservare i succhi, soda;
  • caffè;
  • alcol;
  • pane di frumento, pasticceria da forno a base di farina di prima scelta;
  • frutti ricchi di amido e glucosio - uva, banane, datteri, uvetta;
  • carne grassa e fritta;

I restanti prodotti sono ammessi con moderazione, di cui preparano piatti dietetici.

additivi

Inoltre, vengono introdotti integratori minerali:

  1. Magnesio. Gli scienziati hanno condotto studi e scoperto che un aumento del livello di ormoni e glucosio nel sangue di persone con bassi livelli di questo elemento, quindi la necessità di riempire.
  2. Chrome. Il minerale stabilizza i livelli di glucosio nel sangue, aiuta a trattare lo zucchero e a bruciare il grasso corporeo.
  3. Acido alfa lipoico Antiossidante, che aumenta la sensibilità delle cellule all'insulina.
  4. Coenzima Q10. Forte antiossidante Deve essere consumato con cibi grassi, in quanto è meglio assorbito. Aiuta a prevenire l'ossidazione del colesterolo "cattivo" e migliora la salute del cuore.

Menu di esempio per la resistenza all'insulina

Esistono diverse opzioni di menu per la resistenza all'insulina. Ad esempio:

  • La mattina inizia con porzioni di fiocchi d'avena, ricotta a basso contenuto di grassi e mezza tazza di frutti di bosco.
  • Agrumi snackati
  • Il pranzo consiste in una porzione di carne di pollo bianca stufata o pesce grasso. Sul lato - un piccolo piatto di grano saraceno o fagioli. Insalata di verdure con verdure fresche, aromatizzata con olio d'oliva, e una piccola quantità di spinaci o insalata verde.
  • Allo spuntino mangiano una mela.
  • Al pasto serale preparano una porzione di riso integrale, un pezzetto di pollo o pesce in umido, verdure fresche, innaffiate con olio.
  • Al momento di coricarsi, mangiano una manciata di noci o mandorle.

O un'altra opzione di menu:

  • Per colazione preparano porridge di grano saraceno non zuccherato con un pezzetto di burro, tè senza zucchero, cracker.
  • Per pranzo - mele cotte.
  • Per il pranzo, far bollire qualsiasi zuppa di verdure o zuppa in un debole brodo di carne, polpette al vapore, bistecca o verdure al forno, composta di frutta secca come contorno.
  • Nel pomeriggio, è sufficiente bere un bicchiere di kefir, ryazhenka con biscotti dietetici.
  • Per cena - riso integrale con stufato di pesce, insalata di verdure.

Non dimenticare l'elenco di prodotti che non possono essere diabetici. Non possono essere consumati!

Insulino-resistenza e gravidanza

Se a una donna incinta viene diagnosticata una resistenza all'insulina, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico e affrontare l'obesità, osservare la dieta e condurre uno stile di vita attivo. È necessario abbandonare completamente i carboidrati, mangiare principalmente proteine, camminare di più e fare allenamento aerobico.

In assenza di un trattamento adeguato, l'insulino-resistenza può causare malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2 nella donna incinta.

Ricetta video di zuppa di verdure "Minestrone"

Nel seguente video puoi conoscere una semplice ricetta per il brodo vegetale, che può essere incluso nel menu per la resistenza all'insulina:

Se si segue rigorosamente una dieta, condurre uno stile di vita attivo, il peso inizia gradualmente a diminuire e la quantità di insulina si stabilizza. Dieta forma abitudini alimentari sane, quindi, diminuisce il rischio di sviluppare malattie pericolose per una persona - diabete, aterosclerosi, ipertensione e malattie cardiovascolari (ictus, infarto) e migliora le condizioni generali generali del corpo.

Sindrome da insulino-resistenza: come identificare (segni) e trattare (cibo, farmaci)

Sovrappeso, malattie cardiovascolari, diabete mellito, alta pressione - legami in una catena. La causa di queste malattie sono spesso disturbi metabolici, che si basano sulla resistenza all'insulina.

Letteralmente, questo termine significa "non sente l'insulina" e rappresenta una diminuzione della risposta di tessuto muscolare, grasso e fegato all'insulina nel sangue, a seguito della quale il suo livello diventa cronicamente alto. Le persone con ridotta sensibilità sono 3-5 volte più a rischio di soffrire di aterosclerosi, nel 60% dei casi hanno ipertensione e nell'84% di loro si ammalano di diabete di tipo 2. È possibile riconoscere e superare l'insulino-resistenza anche prima che diventi la causa di tutti questi disturbi.

Le ragioni principali per lo sviluppo della resistenza all'insulina

Le cause esatte dell'insulino-resistenza sono sconosciute. Si ritiene che possa portare a violazioni che si verificano a diversi livelli: dai cambiamenti nella molecola dell'insulina e dalla mancanza di recettori dell'insulina ai problemi con la trasmissione del segnale.

La maggior parte degli scienziati concordano sul fatto che la ragione principale per l'insorgenza di insulino-resistenza e diabete è la mancanza di un segnale dalla molecola di insulina alle cellule del tessuto, che dovrebbe ricevere glucosio dal sangue.

Questa violazione può verificarsi a causa di uno o più fattori:

  1. Obesità - combinata con insulino-resistenza nel 75% dei casi. Le statistiche mostrano che l'aumento di peso del 40% della norma porta alla stessa riduzione percentuale della sensibilità all'insulina. Un particolare rischio di disturbi metabolici - con obesità addominale, cioè nell'area dell'addome. Il fatto è che il tessuto adiposo, che si forma sulla parete addominale anteriore, è caratterizzato dalla massima attività metabolica, ed è da qui che la maggior quantità di acidi grassi entra nel sangue.
  2. Genetica - trasmissione genetica di predisposizione alla sindrome di insulino-resistenza e diabete mellito. Se i parenti stretti sono malati di diabete, la probabilità di avere problemi con la sensibilità all'insulina è molto più alta, specialmente con uno stile di vita che non chiameresti sano. Si ritiene che la resistenza sia stata precedentemente progettata per supportare la popolazione umana. Al tempo della sazietà, le persone risparmiavano grassi, in fame - solo quelli con più scorte sopravvissero, cioè individui con insulino-resistenza. Il cibo costantemente abbondante nel nostro tempo porta all'obesità, all'ipertensione e al diabete.
  3. Mancanza di esercizio - porta al fatto che i muscoli hanno bisogno di meno energia. Ma il tessuto muscolare consuma l'80% del glucosio dal sangue. Se le cellule dei muscoli per il mantenimento dell'attività vitale richiedono pochissima energia, iniziano a ignorare l'insulina, che contiene lo zucchero in esse.
  4. Età: dopo 50 anni, la probabilità di insulino-resistenza e diabete è del 30% più alta.
  5. Nutrizione: un consumo eccessivo di alimenti ricchi di carboidrati, l'amore per gli zuccheri raffinati provoca un eccesso di glucosio nel sangue, una produzione attiva di insulina e, di conseguenza, la riluttanza delle cellule del corpo a identificarle, il che porta a patologie e diabete.
  6. Farmaci - alcuni farmaci possono provocare problemi con la trasmissione del segnale insulinico - corticosteroidi (trattamento di reumatismi, asma, leucemia, epatite), beta-bloccanti (aritmia, infarto miocardico), diuretici tiazidici (diuretici), vitamina B

Sintomi e manifestazioni

Senza test, è impossibile determinare in modo affidabile che le cellule del corpo abbiano iniziato a percepire l'insulina peggio, che è entrata nel sangue. I sintomi della resistenza all'insulina possono essere facilmente attribuiti ad altre malattie, alla stanchezza, alle conseguenze della malnutrizione:

  • aumento dell'appetito;
  • distacco, difficoltà a ricordare le informazioni;
  • aumento di gas nell'intestino;
  • letargia e sonnolenza, soprattutto dopo una grande porzione di dessert;
  • un aumento della quantità di grasso sull'addome, la formazione della cosiddetta "linea di vita";
  • depressione, umore depresso;
  • aumenti periodici della pressione sanguigna.

Oltre a questi sintomi, il medico valuta i segni di resistenza all'insulina prima della diagnosi. Un paziente caratteristico con questa sindrome soffre di obesità addominale, ha genitori o fratelli, sorelle con diabete, donne con ovaio policistico o diabete gestazionale durante la gravidanza.

L'indicatore principale della presenza di resistenza all'insulina è il volume dell'addome. Le persone in sovrappeso apprezzano il tipo di obesità. Il tipo ginecogeno (il grasso si accumula sotto la vita, la quantità principale nelle cosce e nei glutei) è più sicuro, i disturbi metabolici con esso sono meno comuni. Il tipo di Android (grasso sull'addome, spalle, schiena) è associato a un più alto rischio di diabete.

Indicatori di compromissione del metabolismo dell'insulina - BMI e rapporto vita-fianchi (OT / OB). Con un BMI> 27, OT / OB> 1 nel maschio e OT / OB> 0,8 nella femmina, è altamente probabile che il paziente abbia una sindrome da insulino-resistenza.

Il terzo marcatore, che con una probabilità del 90% consente di stabilire violazioni - acantosi nera. Si tratta di aree cutanee con pigmentazione potenziata, spesso ruvide e ristrette. Possono essere posizionati sui gomiti e sulle ginocchia, sul retro del collo, sotto il petto, sulle articolazioni delle dita, nell'inguine e sotto le ascelle.

Per confermare la diagnosi di un paziente con i suddetti sintomi e marcatori, viene prescritto un test di resistenza all'insulina, sulla base del quale viene determinata la malattia.

raccolta del campione

Nei laboratori, l'analisi necessaria per determinare la sensibilità delle cellule all'insulina viene generalmente indicata come "valutazione della resistenza all'insulina".

Come donare il sangue per ottenere risultati affidabili:

  1. Quando si riceve un referral per l'analisi dal medico curante, discutere con lui l'elenco di farmaci presi, contraccettivi e vitamine al fine di escludere quelli che possono influenzare la composizione del sangue.
  2. Il giorno prima dell'analisi, è necessario annullare la formazione, cercare di evitare situazioni stressanti e sforzi fisici, non bere bevande con contenuto alcolico. L'ora della cena deve essere calcolata in modo che passino da 8 a 14 ore prima che venga prelevato il sangue.
  3. Consegnare l'analisi rigorosamente a stomaco vuoto. Ciò significa che al mattino è vietato lavarsi i denti, masticare la gomma, anche senza zucchero, bere bevande, comprese quelle non zuccherate. Puoi fumare solo un'ora prima di visitare il laboratorio.

Tali requisiti rigorosi in preparazione per l'analisi sono dovuti al fatto che persino una tazza di caffè banale, ubriaca nel momento sbagliato, è in grado di cambiare drasticamente gli indicatori di glucosio.

Al termine dell'analisi, un indice di resistenza all'insulina viene calcolato in laboratorio sulla base dei dati relativi ai livelli di glucosio e insulina nel plasma sanguigno.

  • Per saperne di più: analisi del sangue per l'insulina - per il quale passare le regole.

Indice di resistenza all'insulina

Dalla fine degli anni '70 del secolo scorso, il morsetto iperinsulinemico è stato considerato il gold standard per valutare gli effetti dell'insulina. Nonostante il fatto che i risultati di questa analisi fossero i più accurati, la sua implementazione era laboriosa e richiedeva buone attrezzature tecniche del laboratorio. Nel 1985, fu sviluppato un metodo più semplice, e fu dimostrata la correlazione del livello ottenuto di insulino-resistenza con i dati della pinza. Questo metodo si basa sul modello matematico di HOMA-IR (modello omeostatico per determinare la resistenza all'insulina).

L'indice di resistenza all'insulina viene calcolato utilizzando una formula che richiede un livello minimo di glucosio tra i dati basali (a digiuno), espresso in mmol / l, e insulina basale in μE / ml: HOMA-IR = glucosio x insulina / 22,5.

Il livello di HOMA-IR, che indica una violazione del metabolismo, è determinato sulla base di dati statistici. Le analisi sono state prese da un ampio gruppo di persone e per loro sono stati calcolati i valori dell'indice. La norma era definita come una distribuzione al 75% nella popolazione. Per diversi gruppi di popolazione, l'indice è diverso. Il metodo per determinare l'insulina nel sangue riguarda anche loro.

Nella maggior parte dei laboratori, la soglia per le persone di età compresa tra 20 e 60 anni è di 2,7 unità convenzionali. Ciò significa che un aumento dell'indice di resistenza all'insulina sopra 2.7 indica una violazione della sensibilità all'insulina se una persona non è malata di diabete.

Come l'insulina regola il metabolismo

Insulina nell'uomo:

  • stimola il trasferimento di glucosio, amminoacidi, potassio e magnesio nei tessuti;
  • aumenta le riserve di glicogeno nei muscoli e nel fegato;
  • riduce la formazione di glucosio nei tessuti del fegato;
  • migliora la sintesi proteica e riduce la loro degradazione;
  • stimola la formazione di acidi grassi e previene la disgregazione del grasso.

La principale funzione dell'insulina ormonale nel corpo è quella di trasportare il glucosio dal sangue alle cellule muscolari e adipose. I primi sono responsabili per la respirazione, il movimento, il flusso sanguigno, i nutrienti del secondo deposito per il tempo di fame. Per ottenere il glucosio nel tessuto, deve superare la membrana cellulare. Questo aiuta la sua insulina, in senso figurato, apre il cancello della cella.

Sulla membrana cellulare è una proteina speciale costituita da due parti, indicate con aeb. Gioca il ruolo del recettore - aiuta a riconoscere l'insulina. Quando si avvicina alla membrana cellulare, la molecola di insulina si lega alla a-subunità del recettore, dopo di che cambia la sua posizione nella molecola proteica. Questo processo innesca l'attività della subunità b, che trasmette un segnale per attivare gli enzimi. Chi a sua volta stimola il movimento della proteina carrier GLUT-4, si muove verso le membrane e si fonde con esse, il che consente al glucosio di essere estratto dal sangue nella cellula.

Nelle persone con sindrome da insulino-resistenza e nella maggior parte dei pazienti con diabete di tipo 2, questo processo si ferma all'inizio - alcuni recettori non sono in grado di riconoscere l'insulina nel sangue.

Gravidanza e resistenza all'insulina

La resistenza all'insulina porta ad un aumento del livello di zucchero nel sangue, che a sua volta provoca un intenso lavoro del pancreas e quindi del diabete. Il livello di insulina nel sangue aumenta, contribuendo alla formazione avanzata del tessuto adiposo. Il grasso in eccesso riduce la sensibilità all'insulina.

Questo circolo vizioso porta a un eccesso di peso e può causare infertilità. La ragione è che il tessuto adiposo è in grado di produrre testosterone, con un livello aumentato di cui la gravidanza è impossibile.

È interessante notare che la resistenza all'insulina all'inizio della gravidanza è la norma, è completamente fisiologica. Ciò è spiegato dal fatto che il glucosio è il cibo principale per il bambino nel grembo materno. Più lungo è il periodo della gravidanza, più è richiesto. Dal terzo trimestre di glucosio, il feto comincia a mancare, la placenta è inclusa nella regolazione del suo flusso. Secerne le proteine ​​delle citochine, che forniscono resistenza all'insulina. Dopo il parto, tutto ritorna rapidamente al suo posto e viene ripristinata la sensibilità all'insulina.

Nelle donne con complicanze in sovrappeso e in gravidanza, l'insulino-resistenza può persistere anche dopo il parto, il che aumenta ulteriormente il rischio di diabete.

Come trattare la resistenza all'insulina

La dieta e l'esercizio fisico aiutano a trattare la resistenza all'insulina. Molto spesso sono sufficienti per ripristinare la sensibilità delle cellule. Per accelerare il processo, a volte prescritto farmaci in grado di regolare il metabolismo.

È importante sapere: >> Cos'è la sindrome metabolica e come affrontarla.

Nutrizione per migliorare l'azione dell'insulina

Dieta con insulino-resistenza con una carenza di calorie può ridurre le sue manifestazioni in pochi giorni, anche prima della perdita di peso. La caduta di 5-10 kg di peso aumenta l'effetto e ripristina la risposta delle cellule all'insulina. Secondo studi, i pazienti con insulino-resistenza, ma senza diabete mellito con perdita di peso, hanno aumentato la sensibilità cellulare di un fattore del 2%.

Il menu basato sulle analisi viene eseguito dal medico curante, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente. Con un normale contenuto di lipidi nel sangue e un piccolo aumento di peso, si raccomanda di ricevere meno del 30% delle calorie dai grassi e limitare il consumo di grassi insaturi. Se è necessario ridurre significativamente il peso corporeo, la quantità di grasso nella dieta deve essere notevolmente ridotta.

Se non si ha il diabete, non è necessario ridurre la quantità di carboidrati per ridurre il glucosio nel sangue. Gli scienziati non hanno trovato una connessione tra la quantità di zucchero nella dieta e la sensibilità cellulare. L'indicatore principale di una corretta alimentazione è di ridurre il peso, a questo scopo qualsiasi dieta è adatta, compresa una dieta a basso contenuto di carboidrati. Il requisito principale - la mancanza di calorie, che fornisce una perdita di peso stabile.

Attività fisica regolare

Gli sport aiutano a consumare calorie, quindi, contribuiscono alla perdita di peso. Questo non è il loro unico effetto positivo sui processi metabolici. È stabilito che l'allenamento di 45 minuti esaurisce le riserve di glicogeno nei muscoli e aumenta l'assorbimento del glucosio dal sangue di 2 volte, questo effetto dura 48 ore. Ciò significa che l'esercizio 3-4 volte a settimana in assenza di diabete aiuta a far fronte alla resistenza cellulare.

Le seguenti attività sono preferite:

  1. Allenamenti aerobici che durano da 25 minuti a un'ora, durante i quali viene mantenuto un impulso pari al 70% della frequenza cardiaca massima.
  2. Allenamento di forza ad alta intensità con approcci multipli e un gran numero di ripetizioni.

La combinazione di questi due tipi di attività dà il miglior risultato. L'allenamento a lungo aumenta la sensibilità delle cellule non solo per un periodo dopo l'esercizio, ma crea anche una tendenza positiva nel ridurre la resistenza all'insulina durante i periodi di inattività. Lo sport può curare e prevenire il problema.

farmaci

Se i cambiamenti dello stile di vita non sono sufficienti e i test continuano a mostrare un indice HOMA-IR elevato, il trattamento della resistenza all'insulina, della prevenzione del diabete e di altri disturbi viene effettuato con l'aiuto della metformina farmacologica.

Glucophage è una medicina originale basata su di esso, sviluppata e prodotta in Francia. Migliora la sensibilità delle cellule all'insulina, ma non è in grado di stimolare la sua produzione dal pancreas, quindi non è utilizzato per il diabete di tipo 1. L'efficacia di Glyukofazh è confermata da numerosi studi su tutte le regole della medicina basata sull'evidenza.

Sfortunatamente, la metformina ad alte dosi causa spesso effetti collaterali sotto forma di nausea, diarrea, sapore metallico. Inoltre, può interferire con l'assorbimento di vitamina B12 e acido folico. Pertanto, la metformina è prescritta nel dosaggio più basso possibile, con enfasi nel trattamento della perdita di peso e dell'esercizio fisico.

In Glucophage, ci sono molti analoghi - droghe che sono completamente identiche a lui nella composizione. I più famosi sono Siofor (Germania), Metformin (Russia), Metfohamam (Germania).

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Come ridurre l'FSHPer ogni donna, la sua capacità di concepire e continuare la gara è molto importante. La capacità di sopportare i bambini dipende in gran parte dallo stato dell'ormone FSH (ormone follicolo-stimolante).

La soluzione di insulina è una droga vitale. Senza di esso, è impossibile controllare il diabete di tipo 1. Un'ampia percentuale di pazienti con tipo 2 necessita anche di iniezioni giornaliere di questo ormone pancreatico artificiale.

Trattamento dei rimedi popolari noduli tiroidei. Secondo i materiali del giornale Vestnik HLS.Diagnostica e tipi. I nodi sulla ghiandola tiroidea sono un allargamento puntuale di alcune aree della ghiandola tiroidea.