Principale / Test

Ovaio policistico - sintomi, cause e trattamento

La sindrome dell'ovaio policistico è una sindrome la cui manifestazione morfologica è numerose formazioni cistiche nelle ghiandole sessuali.

Pertanto, il funzionamento del sistema riproduttivo femminile è assicurato dal lavoro coordinato dell'ipotalamo, dell'ipofisi, delle ovaie, delle ghiandole surrenali e della tiroide. Nel caso delle ovaie policistiche, questo meccanismo "bussa", portando, in ultima analisi, alla sterilità.

Il risultato del policistico è la formazione di numerose cisti sulla superficie e all'interno dell'ovaio, che possono essere singole o unire in intricati "ammassi".

La formazione di tali neoplasie benigne sul corpo dell'ovaio porta al fatto che il follicolo dominante non matura in esso, e come risultato, i cicli anovulatori predominano nella donna, il che rende impossibile la gravidanza.

cause di

Perché l'ovaio policistico si sviluppa e che cos'è? Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è una malattia ginecologica molto comune in cui i seguenti disturbi si verificano nel corpo di una donna:

  1. Nelle ovaie, la maturazione delle uova è compromessa, per cui la donna può avere notevoli difficoltà a concepire un bambino.
  2. Le cisti multiple (vescicole piene di liquido) possono formare nelle ovaie.
  3. Ogni mese vieni raramente con pause lunghe o fermati del tutto.
  4. Un gran numero di ormoni sessuali maschili (androgeni) sono prodotti nel corpo di una donna.

Allo stesso modo, la ragione è ancora in fase di studio. Ci sono diverse teorie che cercano di spiegare il meccanismo di sviluppo delle ovaie policistiche, ma non hanno una base di evidenza sufficiente, quindi non le daremo sotto.

Si ritiene che la predisposizione allo sviluppo di questa condizione nelle ovaie sia un fattore del genere:

  • infiammazione degli organi riproduttivi;
  • fattori ereditari (se le donne in famiglia avevano una tale patologia);
  • traumi ai genitali (specialmente le ovaie);
  • l'obesità;
  • aborti frequenti;
  • parto complicato e difficile.

Distinguere anche tra sindrome dell'ovaio policistico primario (sindrome di Stein-Leventhal) e sindrome dell'ovaio policistico secondario. Sindrome di ovaie policistiche secondarie si sviluppa sullo sfondo di iperplasia surrenale, malattie della tiroide, diabete, obesità.

Posso rimanere incinta dell'ovaia policistica

Un disturbo ormonale che causa la sindrome dell'ovaio policistico è osservato nelle donne in età riproduttiva. A causa della rottura del processo di maturazione naturale dei follicoli, l'uovo maturo non lascia l'ovaio.

Un ulteriore "ostacolo" è una capsula ovarica ispessita, che si forma durante la policistica. Pertanto, l'ovulazione si verifica molto meno frequentemente di un ciclo sano (oligo-ovulazione) o non si verifica affatto (anovulazione). Esternamente, questo si manifesta con l'assenza o l'irregolarità delle mestruazioni e dell'infertilità. Spesso, le donne scopriranno la sindrome dell'ovaio policistico, iniziando il trattamento per l'infertilità. A volte questi pazienti riescono a rimanere incinta, ma spesso a causa di disturbi ormonali, la gravidanza finisce presto.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, dopo un ciclo di trattamento della policistosi, è possibile rimanere incinta e sopportare con successo e dare alla luce un bambino sano. Nella maggior parte dei casi, il policistico previene la concezione del bambino più del suo trasporto. Se la policistosi è già stata diagnosticata in una donna incinta, è necessario sottoporsi a un ciclo di terapia ormonale e farmacologica per mantenere una salute normale e una gravidanza riuscita.

Primi segni

Segni iniziali dell'ovaio policistico:

  1. Disturbi del ciclo mestruale;
  2. sovrappeso;
  3. Aumentare la quantità di peli sul corpo.

I primi segni di policistosi sono difficili da identificare per i medici. Un ruolo significativo nella verifica è assegnato a una donna. In caso di mestruazioni irregolari o prolungate, consultare immediatamente un medico.

I sintomi dell'ovaio policistico

Ci sono diversi sintomi caratteristici dell'ovaio policistico, che possono essere osservati in varie combinazioni, hanno gravità diversa:

  1. Ciclo mestruale irregolare: pause lunghe (più di 35 giorni) tra periodi mestruali sono caratteristici; occasionalmente pi sanguigno vaginale ovarica policistico si verifica 2-3 volte al mese.
  2. Emorragia ciclica scarsa (più frequente) o pesante (meno frequente).
  3. La durata delle mestruazioni è diversa: da 2-3 a 7-10 giorni.
  4. La crescita di peli scuri evidenti sul viso, sul torace, sull'addome - irsutismo. Un sintomo si verifica a causa di una quantità eccessiva di androgeni nel sangue di una donna.
  5. Voce grezza (maschile).
  6. L'obesità. La distribuzione dell'eccesso di tessuto adiposo avviene nel tipo maschile (basso addome e nella cavità addominale, mentre le braccia e le gambe rimangono di dimensioni normali).
  7. Pelle grassa più acne o acne del corpo.
  8. Alopecia. La calvizie maschile del cuoio capelluto è caratteristica (calvizie sulla fronte e sulla corona).
  9. Mastopatia fibrocistica.
  10. Iperinsulinemia. Aumento del contenuto di insulina nel sangue a causa della resistenza all'insulina dei tessuti.
  11. Infertilità. È spiegato da anovulazione cronica o ovulazione rara (durante la rottura del follicolo e il rilascio dell'uovo, non può sfondare la membrana molto densa dell'ovaio).

Come puoi vedere, il policistico si manifesta in modo diverso a seconda delle ragioni che lo hanno causato. Molto spesso, questa malattia è caratterizzata da sintomi quali un aumento delle dimensioni delle ovaie e un ciclo mestruale irregolare. Una donna che si prende cura di se stessa dovrebbe essere allertata da lunghi ritardi. Questo è già un motivo serio per consultare un medico. Vale la pena prestare attenzione alla temperatura basale, che normalmente dovrebbe aumentare nella seconda metà del ciclo, e in caso di policistica rimane sempre la stessa.

diagnostica

La diagnosi dell'ovaio policistico è fatta sulla base degli ultrasuoni, ma per la corretta diagnosi non è sufficiente. Le ovaie policistiche danno un quadro caratteristico sugli ultrasuoni, ma a volte una donna completamente sana può avere la stessa immagine. A questo proposito, diagnosticare la malattia policistica solo sulla base degli ultrasuoni è sbagliato.

Pertanto, è necessario passare un esame del sangue per tali ormoni:

  • luteinizzazione (LH);
  • follicolo-stimolante (FSH);
  • testosterone;
  • insulina;
  • cortisolo;
  • 17-OH progesterone;
  • Solfato di DEA;
  • tiroxina (T4);
  • triiodotironina (T3);
  • tireotropina (TSH).

La diagnosi di ovaie policistiche non può essere effettuata fino a quando non vengono escluse malattie che danno esattamente lo stesso quadro clinico:

  • Sindrome di Cushing - una maggiore quantità di cortisolo;
  • sindrome androgenitale - aumento dei livelli di testosterone;
  • iperprolattinemia - eccesso di prolattina;
  • ipotiroidismo - ridotta funzionalità tiroidea.

In generale, la diagnosi dell'ovaio policistico sarà affidabile solo se si basa sui risultati degli studi di laboratorio e sugli ultrasuoni e tiene conto dell'intero complesso di sintomi, cioè delle manifestazioni cliniche della malattia. La sindrome dell'ovaio policistico è una combinazione di sintomi, tra cui disturbi mestruali, infertilità e manifestazione di dermapatia androgena.

Trattamento dell'ovaio policistico

Con una ovaia policistica diagnosticata, il trattamento è un processo complesso e multi-step per ripristinare in modo coerente i parametri fisiologici dell'intero corpo. L'ovaio policistico non è solo una malattia ginecologica, pertanto, il trattamento dovrebbe anche mirare ad eliminare quei disturbi che hanno portato allo sviluppo della patologia ovarica. Il volume delle misure terapeutiche è determinato in base alla gravità del processo e al desiderio di una donna di rimanere incinta.

La malattia dell'ovaio policistico richiede un trattamento che tenga conto dei seguenti punti:

  • regolazione dei processi metabolici nel cervello (cioè terapia che altera il sistema ipotalamico-ipofisario);
  • soppressione degli androgeni eccessivamente prodotti dalle ovaie;
  • normalizzazione del peso, eliminazione degli attuali disturbi metabolici;
  • terapia, focalizzata sul ripristino del ciclo mestruale, nonché l'eliminazione dell'infertilità causata da casi policistici.

Come trattare? Per quanto riguarda i farmaci, oggi i farmaci di prima linea nel trattamento delle ovaie policistiche sono metformina e glitazone (pioglitazone, rosiglitazone). Se necessario, i farmaci antiandrogeni (spironolattone, ciproterone acetato), estrogeni (etinilestradiolo come farmaco separato o in pillole anticoncezionali), progestinici, piccole dosi di desametasone (0,5-1 mg la sera per sopprimere la secrezione di androgeni surrenali) possono essere aggiunti a loro..

Trattamento per la crescita eccessiva dei capelli

Il tuo medico potrebbe consigliare pillole anticoncezionali per ridurre la produzione di androgeni o un farmaco chiamato spironolattone (Aldactone), che blocca l'azione degli androgeni sulla pelle. Tuttavia, lo spironolattone può causare difetti alla nascita, quindi quando si utilizza questo farmaco è necessaria una contraccezione efficace. Lo spironolattone non è raccomandato in caso di gravidanza o programma di una gravidanza.

La crema di eflornitina (Vaniqa) è un'altra opzione per rallentare la crescita dei peli sul viso nelle donne. Possibili opzioni per rimuovere i capelli senza l'uso di droghe: è l'elettrolisi e l'epilazione laser. La depilazione laser funziona meglio su capelli molto scuri e copre grandi aree.

Normalizzazione del peso corporeo

Le donne che soffrono di ovaie policistiche sullo sfondo dell'obesità dovrebbero combinare l'attività fisica con una dieta e una dieta determinate:

  • restrizione calorica di cibo fino a 1500 - 1800 kcal al giorno con 5-6 pasti al giorno;
  • consumo di cibi ipocalorici (frutta, verdura);
  • aumento del contenuto proteico nella dieta (pesce, frutti di mare, carne, ricotta);
  • restrizione degli alimenti a base di carboidrati (cottura, zucchero, marmellata, miele, bevande zuccherate);
  • eliminazione dei grassi animali e loro sostituzione con grassi vegetali. L'assunzione giornaliera di grassi non supera gli 80 g;
  • esclusione di spezie, spezie, salse, prodotti affumicati e in salamoia;
  • completa eliminazione dell'alcool;
  • giorni di digiuno 2-3 volte a settimana (mela, kefir, fiocchi di latte, verdure).

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai dolci, vale a dire, per escluderlo dalla vostra dieta a tutti. Insieme con la dieta, è necessario esercitare (ginnastica, nuoto, jogging, yoga).

Regolazione della funzione mestruale

A tale scopo vengono utilizzati COC (contraccettivi orali combinati) che non hanno un effetto androgenico. Ad esempio, Marvelon, Janine e altri: 1 compressa da 5 a 25 giorni del ciclo, per tre mesi. Quindi rompi un mese.

Ripristinano efficacemente il ciclo e allo stesso tempo proteggono contro "l'accumulo" di endometrio non indurente. Se l'effetto di androgeni è espresso in modo significativo, allora è meglio usare un antiandrogeno (in combinazione con estrogeni) invece di loro - Diane-35.

operazione

Nel caso in cui la terapia ormonale sia inefficace per mezzo anno, l'intervento chirurgico è indicato al paziente. Può anche essere prescritto a rischio di sviluppare endometriosi.

I più comuni sono due tipi di chirurgia:

  1. Resezione sfenoide: consiste nel rimuovere una certa parte delle ovaie su entrambi i lati. Questo metodo ha un alto grado di efficienza: nell'85% dei casi è possibile raggiungere l'inizio dell'ovulazione.
  2. Elettrocoagulazione laparoscopica delle ovaie - le incisioni speciali sono fatte con un elettrodo ad ago in diversi punti. Rispetto alla resezione, questo metodo è molto più delicato, poiché la probabilità di formazione di aderenze è ridotta al minimo.

A volte la scelta del metodo di funzionamento avviene durante la laparoscopia diagnostica, che consente il trattamento chirurgico direttamente dopo aver esaminato le ovaie. Un altro vantaggio della chirurgia laparoscopica è la capacità di eliminare le aderenze e / o ripristinare la pervietà delle tube di Falloppio.

Metodi tradizionali di trattamento delle ovaie policistiche

Il trattamento delle ovaie policistiche non è raccomandato a causa della scarsa efficacia di questi ultimi. Dato il numero di disturbi ormonali nel corpo di una donna con sindrome dell'ovaio policistico, il trattamento a base di erbe non può determinare l'effetto che si verifica con un trattamento ormonale o chirurgico appropriato.

Prognosi del trattamento

È impossibile curare completamente la PCOS, quindi l'obiettivo della terapia è creare opportunità favorevoli per il concepimento. Quando si pianifica una gravidanza, le donne con diagnosi di ovaio policistico devono essere trattate per ripristinare e stimolare l'ovulazione.

Con l'età, la policistosi delle ovaie progredisce, pertanto, il problema della gravidanza dovrebbe essere risolto il prima possibile.

Ovaio policistico

L'ovaio policistico (sin. - sindrome dell'ovaio policistico o PCOS) è una crescita bilaterale benigna di lesioni cistiche multiple all'interno o all'esterno delle ovaie a causa di un complesso di disturbi endocrini (disturbi dell'ovaio, della tiroide e del pancreas, della corteccia surrenale, dell'ipofisi e dell'ipotalamo). Le ovaie policistiche primarie possono essere congenite o verificarsi sin dall'adolescenza nella fase della formazione della funzione mestruale. Nell'età adulta, lo sviluppo della PCOS può essere dovuto a patologie endocrine croniche o malattie infiammatorie del sistema riproduttivo femminile.

Ovaio policistico

Ovaie policistiche - la formazione e la proliferazione sulla superficie delle ovaie di più piccole cisti a causa di disturbi ormonali nel corpo di una donna. Può essere asintomatico, a volte manifestato come disfunzione mestruale (oligomenorrea), crescita dei peli del corpo maschile, obesità, acne. Porta a aborto e infertilità.

Le ovaie policistiche primarie possono essere congenite o verificarsi sin dall'adolescenza nella fase della formazione della funzione mestruale. Nell'età adulta, lo sviluppo della PCOS può essere dovuto a patologie endocrine croniche o malattie infiammatorie del sistema riproduttivo femminile - malattia ovarica policistica secondaria. L'incidenza delle ovaie policistiche è dal 5 al 10% delle donne nella fase riproduttiva. La PCOS è la causa più pericolosa di infertilità femminile nel 25% dei casi clinici.

Sintomi di PCOS

Un certo numero di disturbi che si verificano nel corpo con ovaie policistiche, permettono alla donna stessa di sospettare il suo sviluppo.

  • Irregolarità del ciclo mestruale. La violazione dell'ovulazione (spesso il tipo di anovulazione - la sua completa assenza) porta a un cambiamento nel ciclo mestruale, manifestato in lunghi (più di un mese) ritardi o la completa assenza di mestruazioni (amenorrea). Spesso tali manifestazioni si verificano già all'inizio della formazione della funzione mestruale nelle ragazze dell'adolescenza. In alcuni casi, in caso di ovaie policistiche, lunghi periodi di mestruazioni possono alternarsi a sanguinamento uterino causato da iperplasia dell'endometrio (proliferazione eccessiva dell'utero).
  • Aumento della untuosità dei capelli e della pelle, la comparsa di acne, acne, seborrea. In caso di ovaie policistiche sviluppate a seguito dell'ipersecrezione di androgeni, esse sono permanenti e non rispondono alla terapia sintomatica.
  • L'obesità. Manifestato da un forte aumento di peso di 10-15 kg. I depositi di grasso possono essere distribuiti sul tipo universale (uniformemente in tutto il corpo) o sul tipo maschile di obesità (principalmente depositati nella vita e nell'addome). Disturbi del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati possono portare allo sviluppo del diabete di tipo 2.
  • Aumento della crescita dei peli del corpo - irsutismo. Con PCOS, i capelli iniziano a crescere come un maschio sull'addome, nel perineo, all'interno delle cosce e nelle gambe. Sulla faccia di solito appaiono "antenne" sopra il labbro superiore.
  • Tirando i dolori nell'addome inferiore. I dolori sono cronici, moderatamente pronunciati, possono irradiarsi nella zona lombare o pelvica.
  • Costanza della temperatura basale (rettale) durante l'intero ciclo mestruale. Nella seconda fase del ciclo mestruale in normale c'è un salto caratteristico nella temperatura basale, che coincide nel tempo con il processo di ovulazione. L'assenza di una temperatura massima indica un ciclo anovulatorio.
  • Infertilità. In caso di PCOS, si osserva infertilità primaria, cioè l'assenza di una storia del verificarsi della gravidanza con vita sessuale regolare senza l'uso di contraccezione.

Cause di PCOS

La base dello sviluppo delle ovaie policistiche sono principalmente i disordini poliendocrini, manifestati da un disturbo delle funzioni:

  • ipofisi e ipotalamo (disregolazione delle ghiandole surrenali e delle ovaie);
  • corteccia surrenale (aumento della secrezione di androgeni);
  • ovaie (irregolarità o mancanza di ovulazione, aumento della secrezione di estrogeni);
  • pancreas (aumento della produzione di insulina quando i tessuti sono insensibili ad esso).

Interruzione della regolazione ormonale porta ad una sospensione dello sviluppo e della maturazione dei follicoli, un aumento delle dimensioni e della compattazione della capsula ovarica, in base al quale crescono più escrescenze cistiche da follicoli immaturi. Ciò comporta una rottura dell'ovulazione, della funzione mestruale e dell'infertilità. Sullo sfondo dell'obesità (e si verifica nelle donne con PCOS nel 40% dei casi), questi processi sono ancora più pronunciati. Malattie infettive, stress e persino cambiamenti climatici possono provocare disturbi ormonali.

Complicazioni di PCOS

L'ovaio policistico, accompagnato da disturbi ormonali e mancanza di ovulazione, è una delle cause più comuni di infertilità femminile. Un lungo ciclo di ovaia policistica senza un trattamento appropriato aumenta significativamente le possibilità di sviluppare tumori maligni del corpo e della cervice, nonché, secondo alcune informazioni, il cancro al seno. Questo fattore di rischio è maggiore se combinato con l'ovaio policistico, l'obesità e il diabete. Inoltre, una violazione del metabolismo lipidico porta allo sviluppo di aterosclerosi, infarto miocardico, ictus. Il rilevamento di PCOS in uno stadio iniziale di sviluppo facilita notevolmente la guarigione e riduce il rischio di gravi conseguenze.

diagnostica

La diagnosi di sindrome dell'ovaio policistico è possibile se sono disponibili almeno due dei seguenti criteri:

  • disfunzione ovarica, manifestata in violazione del ciclo mestruale, assenza di ovulazione (anovulazione) e infertilità;
  • iperandrogenismo nelle donne - produzione eccessiva nel corpo femminile di androgeni (ormoni sessuali maschili), esibendo un aumento osvoloseniem (irsutismo), acne (acne), rinforzato untuosità della pelle e seborrea;
  • immagine ecoscopica o laparoscopica dell'ampliamento e dei cambiamenti cistici nelle ovaie.

Per confermare questi criteri nella diagnosi di PCOS, vengono utilizzati una serie di metodi oggettivi, di laboratorio e strumentali:

  1. Esame generale, compresa una valutazione del tipo di corpo, la natura della distribuzione dei capelli, la condizione della pelle e delle mucose, la palpazione dell'addome, ecc.
  2. Esame ginecologico vaginale-addominale sulla poltrona, che consente di identificare l'allargamento e la compattazione delle ovaie su entrambi i lati.
  3. ecografia pelvica, in cui l'allargamento ovarico bilaterale codificato dimensione fino a 4 cm di larghezza e 5-6 cm di lunghezza, la loro densa capsula, la presenza di più (8 o più) piccole cisti follicolari alla periferia. Quando fisso Doppler aumento del flusso sanguigno nei vasi ovarici.
  4. Determinazione dei livelli ematici di ormoni pituitari, ovaio, ghiandola surrenale: prolattina, ormone follicolo stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH), progesterone, estradiolo, 17-gidoroskiprogesterona, testosterone, androstenedione, cortisolo, C-DHEA (deidroepiandrosterone solfato).
  5. Risonanza magnetica (MRI), che consente di escludere le lesioni tumorali delle ovaie.
  6. Indagine sul livello dei lipidi e delle frazioni lipidiche per determinare i disordini del metabolismo lipidico.
  7. Determinazione dell'insulina e del glucosio nel sangue, TSH (test di tolleranza al glucosio) al fine di identificare le violazioni del metabolismo dei carboidrati.
  8. Laparoscopia che conferma i cambiamenti cistici bilaterali nelle ovaie.

Trattamento di PCOS

trattamento ovaio policistico è volta a ripristinare o normalizzazione dell'ovulazione, funzioni mestruali e riproduttive e metodi conservativi e operativi realizzati. trattamento conservativo della PCOS viene effettuata utilizzando preparazioni ormonali: antiestrogeni, contraccettivi orali combinati hanno effetto antiandrogeno (riduzione del ciclo mestruale, eliminando iperandrogenismo), gonadotropine (stimolante ovulazione).

Le donne che soffrono di ovaie policistiche sullo sfondo dell'obesità dovrebbero combinare l'attività fisica con una dieta e una dieta determinate:

  • restrizione dell'apporto calorico a 1200-1800 kcal al giorno con 5-6 pasti al giorno;
  • consumo di cibi ipocalorici (frutta, verdura);
  • aumento del contenuto proteico nella dieta (pesce, frutti di mare, carne, ricotta);
  • restrizione degli alimenti a base di carboidrati (cottura, zucchero, marmellata, miele, bevande zuccherate);
  • eliminazione dei grassi animali e loro sostituzione con grassi vegetali. L'assunzione giornaliera di grassi non supera gli 80 g;
  • esclusione di spezie, spezie, salse, prodotti affumicati e in salamoia;
  • completa eliminazione dell'alcool;
  • giorni di digiuno 2-3 volte a settimana (mela, kefir, fiocchi di latte, verdure).

In assenza di un risultato della terapia conservativa in corso o dello sviluppo dell'iperplasia endometriale, viene eseguito un trattamento chirurgico. Di norma, la moderna ginecologia operatoria utilizza operazioni laparoscopiche meno traumatiche nel trattamento delle ovaie policistiche. Nel caso di ovaie policistiche, viene eseguita una resezione a cuneo, cioè rimozione parziale o cauterizzazione (cauterizzazione) del tessuto ovarico interessato. Ciò porta ad una diminuzione della produzione di androgeni e alla normalizzazione dell'ovulazione. A seguito di un intervento chirurgico, la gravidanza si verifica nel 65% dei pazienti. Sfortunatamente, l'effetto dell'operazione dura da 1 a 3 anni, e poi di nuovo si verifica una ricaduta dell'ovaio policistico.

Il periodo più favorevole per il verificarsi della gravidanza è considerato i primi sei mesi dopo l'intervento chirurgico. In questo momento, gli ormoni prescritti che stimolano la maturazione dell'uovo. È possibile condurre operazioni ripetute, ma portano meno effetto. Le donne operate per PCOS dovrebbero essere sotto costante controllo medico da parte di un ginecologo.

Prognosi e prevenzione

È impossibile curare completamente la PCOS, quindi l'obiettivo del trattamento è creare opportunità favorevoli per l'inizio della gravidanza. Quando si pianifica una gravidanza, le donne con diagnosi di ovaio policistico devono essere trattate per ripristinare e stimolare l'ovulazione. Con l'età, la policistosi delle ovaie progredisce, pertanto, il problema della gravidanza dovrebbe essere risolto il prima possibile.

Come nel caso della prevenzione di altre malattie ginecologiche, per la prevenzione della PCOS sono necessarie consultazioni periodiche e ginecologiche di routine. La malattia dell'ovaio policistico, rilevata nella fase iniziale dello sviluppo, consente di iniziare la correzione dei disturbi nel tempo e di evitare conseguenze terribili, inclusa l'infertilità. Di grande importanza è la prevenzione dell'aborto, delle malattie infiammatorie e di altre malattie che portano alla disfunzione delle ovaie. Le madri di ragazze adolescenti dovrebbero essere interessate alla salute "femminile" delle loro figlie e ai primi segni di ovaie policistiche portarle immediatamente da uno specialista competente.

Ovaio policistico, che cos'è? Sintomi e trattamento

L'ovaio policistico (un altro nome per la malattia è la sindrome di Stein-Leventhal) è una malattia poliendocrina in cui la funzione ovarica è compromessa: aumentano di dimensioni, si riempiono di piccole bolle di liquido e iniziano a produrre grandi quantità di androgeni - ormoni sessuali maschili normalmente sintetizzati in corpo femminile in una piccola quantità.

Le violazioni possono anche influenzare il pancreas, con conseguente ipersecrezione di insulina, corteccia surrenale, con conseguente produzione eccessiva di androgeni surrenali, così come l'ipofisi e l'ipotalamo.

Cos'è?

sindrome dell'ovaio policistico - sindrome poliendocrina accompagnata da insufficienza della funzione ovarica (assenza o ovulazione irregolare, aumento della secrezione di androgeni ed estrogeni), pancreatica (ipersecrezione di insulina), corteccia surrenale (ipersecrezione di androgeni surrenali), la pituitaria.

Cause di PCOS

La base dello sviluppo delle ovaie policistiche sono principalmente i disordini poliendocrini, manifestati da un disturbo delle funzioni:

  • ovaie (irregolarità o mancanza di ovulazione, aumento della secrezione di estrogeni);
  • ipofisi e ipotalamo (disregolazione delle ghiandole surrenali e delle ovaie);
  • corteccia surrenale (aumento della secrezione di androgeni);
  • pancreas (aumento della produzione di insulina quando i tessuti sono insensibili ad esso).

Interruzione della regolazione ormonale porta ad una sospensione dello sviluppo e della maturazione dei follicoli, un aumento delle dimensioni e della compattazione della capsula ovarica, in base al quale crescono più escrescenze cistiche da follicoli immaturi. Ciò comporta una rottura dell'ovulazione, della funzione mestruale e dell'infertilità. Sullo sfondo dell'obesità (e si verifica nelle donne con PCOS nel 40% dei casi), questi processi sono ancora più pronunciati.

Malattie infettive, stress e persino cambiamenti climatici possono provocare disturbi ormonali.

Ovaia policistica e gravidanza

La diagnosi di "policistico" non è un motivo per abbandonare l'idea di avere un bambino. Solo per questo devi andare più difficile delle donne sane. In medicina, ci sono molti casi in cui le donne con una tale diagnosi diventano incinta, sopportano e danno alla luce un bambino. Durante il parto, la terapia di supporto è prescritta alla donna - Duphaston, Utrozhestan e altri farmaci che prevengono l'aborto spontaneo. Dal momento che le pazienti incinte hanno una diagnosi così formidabile, sono fortemente osservate nel terzo trimestre, quando c'è una minaccia di diabete gestazionale, ipertensione, aumento di peso. Tuttavia, se si seguono tutte le istruzioni del medico, la gravidanza con policistica è del tutto possibile.

A seguito di un intervento chirurgico, oltre il sessanta per cento delle donne riescono a ottenere un risultato positivo: sono in grado di rimanere incinta e di avere figli. I medici insistono sul fatto che le coppie decidono sulla continuazione della famiglia il prima possibile dopo l'operazione, dal momento che l'effetto dell'operazione non è lungo - circa tre anni. Per sostenere la donna durante il concepimento del bambino, le vengono prescritti farmaci che stimolano la maturazione dell'uovo. Se ti manca il tempo della remissione, sarà più difficile rimanere incinta in futuro.

In alcuni casi, la stessa gravidanza può contribuire alla cura della malattia policistica, poiché durante il concepimento e la gestazione del feto nel corpo femminile ci sono enormi cambiamenti ormonali.

sintomi

Nelle donne, i sintomi delle ovaie policistiche sono molto diversi e possono assomigliare a manifestazioni di altre malattie. Una caratteristica speciale è il fatto che la presenza di tutti i sintomi in una volta non è affatto necessaria per una donna.

Il sintomo principale dell'ovaio policistico, costringendo a vedere un medico - l'incapacità di rimanere incinta. Le cause più frequenti e i sintomi aggiuntivi del cancro dell'ovaio policistico sono:

  1. Oligomenorrea, amenorrea - irregolarità, raro ciclo mestruale o completa assenza di mestruazioni; quelle mestruazioni, che si verificano ancora, possono essere patologicamente scarse o, al contrario, eccessivamente abbondanti, oltre che dolorose;
  2. Obesità centrale - obesità di tipo maschile "aracnide" o "a forma di mela", in cui la maggior parte del tessuto adiposo si concentra nell'addome inferiore e nella cavità addominale;
  3. Elevati livelli ematici di androgeni (ormoni maschili), in particolare le frazioni libere di testosterone, androstenedione e solfato di deidroepiandrosterone, che causa irsutismo e talvolta mascolinizzazione;
  4. Acne, pelle grassa, seborrea;
  5. Alopecia androgenica (alopecia significativa o perdita di capelli di tipo maschile con aree calve sui lati della fronte, sulla corona, a causa di uno squilibrio ormonale);
  6. Acrochordons (pieghe della pelle) - piccole pieghe e rughe della pelle;
  7. Acantosi (macchie di pigmento scuro sulla pelle, da beige chiaro a marrone scuro o nero);
  8. Lunghi periodi di sintomi che ricordano i sintomi della sindrome premestruale (gonfiore, alterazioni dell'umore, dolore addominale inferiore, dolore lombare o gonfiore delle ghiandole mammarie);
  9. La comparsa di smagliature (bande elastiche) sulla pelle dell'addome, delle cosce, dei glutei, a seguito di un rapido aumento del peso corporeo sullo sfondo di uno squilibrio ormonale;
  10. Depressione, disforia (irritabilità, nervosismo, aggressività), spesso sonnolenza, letargia, apatia, lamentele di "nebbia nella testa".
  11. Apnea del sonno - arresto respiratorio nel sonno, che porta a frequenti risvegli notturni del paziente;
  12. Cisti ovariche multiple Sonograficamente, possono sembrare una "collana di perle", un grappolo di bolle biancastre o "noccioli di frutta", sparsi in tutto il tessuto ovarico;
  13. L'aumento delle dimensioni delle ovaie 1,5-3 volte a causa del verificarsi di molte piccole cisti;
  14. Superficie esterna (capsula) ispessita, liscia, perlacea delle ovaie;
  15. Un endometrio uterino ispessito e iperplastico è il risultato di un prolungato eccesso di estrogeni non bilanciato da adeguati effetti del progesterone;
  16. Rapporto LH / LH / FSH elevato: misurato al 3 ° giorno del ciclo mestruale, il rapporto LH / FSH è maggiore di 1: 1;
  17. Basso livello di globulina che lega gli steroidi sessuali;
  18. Iperinsulinemia (livello elevato di insulina nel sangue), ridotta tolleranza al glucosio, segni di resistenza all'insulina tissutale se testati secondo il metodo della curva dello zucchero;
  19. Dolore cronico nell'addome inferiore o nella zona lombare, nella regione pelvica, probabilmente a causa della compressione degli organi pelvici da parte delle ovaie ingrossate o a causa dell'ipersecrezione delle prostaglandine nelle ovaie e nell'endometrio; La causa esatta del dolore cronico nelle ovaie policistiche è sconosciuta.

Inoltre, il policistico può essere accompagnato da segni di diabete (aumento di peso, aumento della minzione), infezioni croniche della pelle o mughetto (candidosi vaginale).

complicazioni

Oltre alla compromissione della funzione riproduttiva, la malattia dell'ovaio policistico può provocare prima o poi lo sviluppo del diabete gestazionale, l'ipertensione arteriosa e portare ad un significativo aumento di peso.

Le donne affette da sindrome dell'ovaio policistico aumentano il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca coronarica, malattia vascolare periferica, arterie intasate e trombosi venosa, infarto del miocardio e ictus. I pazienti sottoposti a terapia ormonale a lungo termine devono prestare attenzione allo sviluppo di mastopatia, endometriosi, carcinoma mammario e cancro cervicale.

diagnostica

La diagnosi di PCOS comprende l'esame ginecologico, l'ecografia delle ovaie e l'esame ormonale, nonché altri metodi ausiliari.

  1. Nell'analisi del sangue per lo stato ormonale, si nota un'aumentata concentrazione di androgeni, ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti (così come i loro rapporti). Inoltre durante l'esame ormonale può essere evidenziata una ridotta tolleranza al glucosio e livelli elevati di insulina.
  2. Scansione ad ultrasuoni Durante questa procedura, vengono rilevate più piccole cisti sulla superficie delle ghiandole genitali femminili. Di regola, gli organi colpiti aumentano di dimensioni, la loro superficie diventa collinosa, la capsula si ispessisce. A causa dell'eccesso cronico di estrogeni, l'ispessimento dell'endometrio (lo strato interno dell'utero) è chiaramente visibile sul monitor a ultrasuoni.
  3. Quando si esegue un test di tolleranza al glucosio, alti livelli di zucchero nel sangue segnalano una violazione del metabolismo dei carboidrati, cioè lo sviluppo dell'iperinsulinemia.
  4. Per poter "vedere" le ovaie affette da policistosi, l'esame laparoscopico viene mostrato ai pazienti. Ad oggi, la laparoscopia ovarica è la tecnica diagnostica più informativa. Con lo sviluppo di Stein-Leventhal addensa sindrome e lisciata organo capsula gonadica acquisisce macchia perlacea biancastra raggiunge una lunghezza di 5-6 ed una larghezza di 4 cm.
  5. I pazienti con mastopatia sono mostrati come mastodontici o termografia.
  6. Per rilevare le violazioni dei processi metabolici, viene determinato il profilo lipidico del sangue. In caso di ovaie policistiche, la concentrazione di lipoproteine ​​a bassa densità aumenta e la concentrazione di lipoproteine ​​ad alta densità diminuisce.

Che aspetto ha l'ovaia policistica? Foto dei sintomi:

Come trattare le ovaie policistiche?

policistica trattamento ovaie può avvenire con il coinvolgimento di diversi specialisti: ginecologo (preferibilmente stretta ginecologo, endocrinologo), endocrinologo e nutrizionista.

Curare completamente la policistica è quasi impossibile. I ginecologi possono solo minimizzare le manifestazioni della malattia e quindi aiutare la donna a raggiungere l'obiettivo principale (questa, di norma, la concezione e la nascita di un bambino sano). Tuttavia, per ottenere quello che vuoi, non puoi fare una visita dal medico. Quanto prima è fatta la diagnosi, tanto più facile sarà normalizzare gli ormoni e ripristinare il corretto funzionamento del sistema riproduttivo.

Il regime di trattamento conservativo è il seguente:

  • Farmaci che stimolano l'ovulazione.
  • Agenti antiandrogeni. Questo è un gruppo di farmaci che riducono la quantità di ormoni maschili.
  • Farmaci finalizzati al trattamento del diabete. Di solito questo farmaco è la metformina, che, oltre alla regolazione dell'insulina, contribuisce alla perdita di peso.
  • Contraccettivi ormonali. Aiutare a ripristinare il ciclo ed evitare lo sviluppo di endometriosi. Alcuni farmaci hanno un effetto anti-androgeno (combattono l'acne e i peli corporei in eccesso). Questo metodo non è adatto alle donne che sognano di rimanere incinte.
  • Dieta. È abbastanza per alcune donne perdere peso in modo che gli indicatori dell'insulina tornino alla normalità e si verifichi l'ovulazione. Pertanto, la terapia dietetica svolge un ruolo importante nel trattamento delle ovaie policistiche. La dieta per le ovaie policistiche ha lo scopo di eliminare grandi quantità di grassi e carboidrati. Assicurati di combinare la dieta con l'esercizio.

La terapia farmacologica completa è prescritta per un massimo di 6 mesi. Se il suo risultato è insoddisfacente (nessuna gravidanza si verifica), i ginecologi ricorrono al trattamento chirurgico. Moderne attrezzature laparoscopica permette di effettuare tali interventi con il minimo danno per le donne - in 3-4 giorni dopo l'operazione il paziente viene dimesso, e il suo corpo si trova a pochi cicatrici quasi impercettibili.

Regole di potenza

La stragrande maggioranza dei pazienti con ovaie policistiche è sovrappeso.

Il tessuto adiposo ha la capacità di accumulare steroidi, un eccesso di grasso significa un eccesso di steroidi e disfunzione ipotalamica, che "indirizza" il ciclo mestruale. L'obesità porta ad amenorrea, infertilità e molte altre gravi conseguenze. Per il successo del trattamento dei disturbi ormonali, è necessario eliminare gli effetti negativi del tessuto adiposo sul corpo, pertanto il trattamento delle ovaie policistiche inizia con la correzione del peso.

Come risultato del monitoraggio dei pazienti, siamo riusciti a scoprire quali prodotti sono più utili per le donne con malattia policistica:

  • Verdure - lattuga, broccoli, peperoni (rosso e giallo), aglio, cipolle lattuga, zucchine, melanzane, cetrioli, carote, asparagi, sedano, aglio;
  • frutta - prugne, arance, pompelmi, kiwi, mele, ciliegie, pere;
  • erbe aromatiche - rosmarino, prezzemolo, aneto, basilico;
  • cereali e legumi - fagioli, pane integrale, fagioli, pasta di varietà solide, arachidi, soia, zucca, riso integrale;
  • oli vegetali - olio di sesamo, olio di cardo mariano, olio di lino, olio d'oliva, olio di zucca;
  • frutta secca - uvetta, prugne, fichi, albicocche secche;
  • latticini - formaggio, ricotta, yogurt e latte magro;
  • carne - pollo, quaglia, struzzo.

La dieta per questa categoria di pazienti si basa sui seguenti principi:

  • ridurre il livello di apporto calorico a mille duecento calorie al giorno;
  • passaggio a pasti frequenti frazionati (circa cinque o sei volte al giorno);
  • Nella dieta dovrebbero essere più cibi a basso contenuto calorico - verdure e frutta;
  • aumento dell'apporto proteico (principalmente da pesce e frutti di mare, fiocchi di latte, carne);
  • restrizione di carboidrati (zucchero, soda, pasticceria);
  • l'esclusione dei grassi animali e il passaggio al vegetale;
  • esclusione di qualsiasi dose di alcol;
  • mangiare cibo senza spezie, condimenti, spezie
  • rifiuto di prodotti affumicati e in salamoia.

Una volta che il peso corporeo ritorna normale, è possibile espandere il numero e la gamma di prodotti utilizzati. Tuttavia, se il paziente ritorna alla sua dieta precedente, il sovrappeso ritornerà rapidamente. Al fine di eliminare definitivamente l'obesità, è necessario consumare alimenti in quantità tale che il peso corporeo rimanga in uno stato fisiologico stabile.

L'attività fisica (fitness, ginnastica) è una buona aggiunta ad una dieta equilibrata. In alcuni pazienti, praticare sport solo due ore alla settimana insieme a una dieta dà un risultato simile all'assunzione di pillole speciali per la perdita di peso.

Stimolazione dell'ovulazione

Dopo il ripristino del ciclo mestruale, si spostano nella fase principale della terapia - la stimolazione dell'ovulazione (per quei pazienti che vogliono avere figli). Per questi scopi, vengono utilizzati farmaci con proprietà antiestrogeniche pronunciate - "Clomiphen" ("Clostilbegit").

Dopo l'abolizione di questi farmaci, LH e FSH sono sintetizzati, che con la loro azione stimolano la maturazione del follicolo dominante e il processo di ovulazione. Lo strumento è prescritto dal 5 ° al 9 ° giorno del ciclo mestruale, per un periodo non superiore a 3 mesi in un dosaggio di 0,05 gr / giorno. Se l'effetto della terapia è assente, la dose viene aumentata portando a 200 mg. "Klostilbegit" ha un effetto collaterale molto spiacevole: il rischio di sviluppare grandi cisti funzionali nelle ovaie aumenta in modo significativo. Se la terapia con questo farmaco non funziona entro 3 mesi, viene deciso il problema della chirurgia.

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico della malattia è attualmente eseguito per via laparoscopica. Vengono utilizzate due opzioni chirurgiche: resezione a cuneo delle ovaie e coagulazione elettrica delle spazzole nelle ovaie. Il secondo metodo è più delicato, poiché consiste nell'applicare tacche sulla capsula dell'ovaio e cauterizzare più pennelli. Nel caso di una resezione a forma di cuneo, le aree più modificate delle ovaie (sia la capsula che lo stroma) vengono asportate.

Ma va notato che la fertilità di una donna è direttamente proporzionale alla prescrizione delle limitazioni dell'operazione, cioè più tempo è passato dopo il trattamento chirurgico, meno è probabile che diventi incinta. La massima capacità di concepire si manifesta nei primi 3 mesi dopo l'intervento chirurgico, e entro la fine dell'anno è significativamente ridotta. Tuttavia, il trattamento chirurgico è indicato non solo per i pazienti con infertilità, ma anche per la diagnosi di processi iperplastici endometriali persistenti.

FIV con ovaie policistiche

Il programma di IVF per le ovaie policistiche consiste di 6 fasi:

  • stimolazione della crescita del follicolo;
  • puntura (invasivamente le uova);
  • fertilizzazione e coltivazione in un ambiente creato artificialmente;
  • trasferimento dell'embrione;
  • supporto della fase luteale del ciclo (progesterone);
  • diagnosi di gravidanza precoce.

Quando la qualità dello sperma non è soddisfacente, viene eseguita l'ICSI dell'IVF. È necessario soffermarsi più in dettaglio sul fatto che nel protocollo di IVF con stimolazione ovarica policistica può portare a sindrome da sovrastimolazione. Pertanto, è possibile effettuare la crioconservazione di tutti gli embrioni ricevuti e reimpiantarli nel ciclo successivo.

prevenzione

La prevenzione specifica della malattia oggi non esiste.

Dato che la formazione di sindrome dell'ovaio policistico inizia nelle ragazze durante la pubertà, bisogno di tempo per prestare attenzione a disturbi mestruali, così come lo sviluppo di obesità e manifestazioni di iperandrogenismo in questa popolazione di bambini.

Ovaio policistico - che cos'è, cause, primi segni, sintomi, trattamento di policistico e dieta

Il policistico è una patologia ormonale che si verifica a causa di una violazione della regolazione ipotalamica delle ovaie. La malattia comporta uno squilibrio del ciclo mestruale, obesità, eccessiva pelosità (irsutismo), può anche causare infertilità. Tra le cause di infertilità femminile, la malattia dell'ovaio policistico (PCOS) occupa una posizione di leadership.

Più in dettaglio su che tipo di malattia si tratta, quali sono le cause e quali sono i sintomi e le cure più efficaci per una donna - esamineremo questo materiale in seguito.

Ovaio policistico: che cos'è?

L'ovaio policistico è un cambiamento nell'anatomia e nella funzione delle ovaie su uno sfondo di alterato metabolismo ovarico (steroidogenesi). La malattia è associata ad alterata sintesi di estrogeni e follicologenesi e aumento della formazione di androgeni, che porta alla formazione sulla superficie delle ovaie di più piccole cisti (il risultato dell'incapacità dell'uovo di uscire dal follicolo) e dell'infertilità.

La malattia può essere trovata con un nome diverso - sindrome dell'ovaio policistico - una definizione più ampia, in quanto combina diversi sintomi che formano questa patologia.

Le ovaie femminili svolgono due importanti funzioni, senza le quali è impossibile il normale funzionamento del sistema riproduttivo:

  • La funzione endocrina è responsabile della normale produzione di progesterone ed estrogeni, che a loro volta preparano lo strato interno dell'utero per attaccare l'ovulo in caso di gravidanza.
  • La funzione degenerativa è responsabile della crescita e dello sviluppo dei follicoli, da cui successivamente parte una cellula uovo.

La dimensione dell'ovaio dipende dall'età e dalla fase del ciclo mestruale. Quello giusto è solitamente più grande e più pesante di quello sinistro. Le ovaie di dimensioni normali durante l'esame di solito possono essere palpate solo in donne magre.

Cosa succede durante una malattia?

  1. Durante il ciclo mestruale si formano molti follicoli nelle gonadi sane.
  2. Nel mezzo del ciclo normale, il follicolo maturo è rotto, da cui una cellula uovo (ovulazione) entra nella tuba di Falloppio, mentre altri follicoli si dissolvono.
  3. Ma l'ovulazione non si verifica con policistico perché l'uovo nel follicolo dominante non matura e tutti i follicoli sono pieni di liquido, trasformandosi in piccole cisti.

classificazione

La malattia è convenzionalmente divisa in due forme, a seconda del primato della patologia:

  • PCO primario, o vero policistico, con altri nomi - "malattia dell'ovaio policistico" (PCND) "," ovaie sclerocistiche "," sindrome di Stein-Leventhal ";
  • policistico secondario, che è il risultato di violazioni del meccanismo originale.

Esistono tre tipi di policistico:

  • i fenomeni di disfunzione ovarica prevalgono, vale a dire le ovaie stesse "non rispondono" alla stimolazione ormonale sullo sfondo di un livello relativamente normale e del rapporto degli ormoni sessuali nel sangue.
  • I sintomi che indicano una violazione della normale proporzione di androgeni ed estrogeni nel sangue vengono alla ribalta. Questo è accompagnato dalla comparsa di irsutismo, acne, spesso - pienezza, sudorazione eccessiva.
  • sintomi espressi, che indicano una violazione della funzione del sistema endocrino a livello diencefalico.

motivi

La scienza ha imparato a conoscere le ovaie policistiche più di 100 anni fa, ma finora, a causa del fatto che questa manifestazione è caratterizzata da molteplici manifestazioni, la sua eziologia e patogenesi non sono ancora completamente comprese.

Gli studi dimostrano che le ovaie policistiche soffrono dal 5 al 10% di tutte le donne in età fertile, indipendentemente dalla razza o dalla nazionalità.

I seguenti fattori contribuiscono allo sviluppo della malattia:

  • predisposizione genetica;
  • in sovrappeso;
  • stress costante;
  • la presenza di infezioni croniche;
  • un gran numero di aborti (che portano a disturbi ormonali);
  • complicata gravidanza e parto;
  • vita sessuale irregolare;
  • patologia endocrina (malattie della tiroide, ghiandole surrenali, pancreas e altri);
  • ecologia disturbata;
  • problemi ginecologici (sia infiammatori che endocrini).

Le ovaie policistiche si presentano nelle ragazze adolescenti e nelle donne adulte che hanno partorito. Un forte stress, una grave malattia infettiva, un processo autoimmune, un improvviso cambiamento del clima possono essere l'impulso per lo sviluppo della malattia.

I sintomi dell'ovaio policistico

I sintomi del policistico sono incredibilmente diversi, molti dei quali non sono specifici, in quanto possono essere presenti per qualsiasi disordine disormone. Possono comparire con la prima mestruazione o qualche anno dopo un periodo normale di mestruazioni.

I sintomi più comuni di policistez nelle donne:

  • Violazioni del ciclo mestruale: lunghi ritardi e prolungate mestruazioni.
  • Aumento della untuosità dei capelli e della pelle, la comparsa di acne, acne, seborrea. Quando il policistico si sviluppa a causa dell'ipersecrezione di androgeni, è permanente, non suscettibile di terapia sintomatica.
  • Guadagno di peso significativo I depositi di grasso compaiono principalmente nella zona della vita (come una mela). Lo sviluppo dell'obesità nelle ovaie policistiche è associato ad una ridotta tolleranza al glucosio e ad un eccesso di insulina nel sangue.
  • L'aspetto delle macchie scure sulla pelle (spesso nel collo), l'acne, le rughe e le pieghe della pelle, aumenta la pelle grassa, i peli del tipo maschile (irsutismo).
  • Tenerezza addominale Il sintomo del dolore può essere permanente. Ciò è spiegato da un aumento delle ovaie e dalla pressione sugli organi pelvici.
  • la costanza della temperatura basale - un aumento della temperatura basale nelle donne indica che l'ovulazione è avvenuta - è su questa base che vengono determinati i giorni migliori per il concepimento. I pazienti con policistosi hanno una temperatura costante, il che suggerisce che l'ovulazione in una donna non si verifica.
  • Infertilità. È spiegato da anovulazione cronica o ovulazione rara (durante la rottura del follicolo e il rilascio dell'uovo, non può sfondare la membrana molto densa dell'ovaio).
  • Depressione e disforia. Le manifestazioni di queste condizioni sono espresse in nervosismo, irritabilità e aggressività. Spesso si notano anche mancanza di sensibilità, apatia e sonnolenza.

Malattie che possono imitare il policistico

  • Processi patologici associati all'ipotiroidismo;
  • Tumori delle ovaie e delle ghiandole surrenali;
  • Aumento della secrezione di prolattina (iperprolattinemia pituitaria).

Vorrei sottolineare che nelle malattie di cui sopra i sintomi sono molto simili ai segni della PCOS e quindi molta attenzione dovrebbe essere prestata alla diagnosi del processo patologico.

complicazioni

La malattia dell'ovaio policistico è una malattia molto insidiosa che, oltre alla sterilità, comporta molte conseguenze indesiderabili per la salute di una donna.

  • La complicanza più grave della malattia è l'incapacità di una donna di rimanere incinta.
  • Se una donna non risponde correttamente ai sintomi della malattia e non cerca aiuto medico durante i primi due anni dall'insorgenza della malattia, allora avrà un aumentato rischio di cancro della cervice e della mammella.
  • I disturbi metabolici, in particolare i grassi, portano allo sviluppo di aterosclerosi vascolare, ictus, infarto miocardico, fegato grasso epatico e diabete di tipo 2.
  • Grave anemia a causa di un massiccio sanguinamento uterino.

Il policistico è una malattia con una prognosi favorevole. Il trattamento tempestivo e di alta qualità porta al ripristino della capacità del rappresentante della metà debole della società di concepire e sostenere il feto nel 75-90% dei casi.

diagnostica

Non è un segreto che una diagnosi tempestiva aiuterà a iniziare un trattamento efficace in modo tempestivo e ad aiutare ad evitare un intervento chirurgico. La diagnosi aiuterà a stabilire le vere cause che hanno provocato la malattia.

Le ovaie policistiche sono posizionate solo su una combinazione di più segni (infertilità, androgeno e sintomi associati sono considerati i principali).

I principali metodi di diagnosi di policistico:

  1. Esame generale, compresa una valutazione del tipo di corpo, la natura della distribuzione dei capelli, la condizione della pelle e delle mucose, la palpazione dell'addome, ecc.
  2. Esame ginecologico vaginale-addominale sulla poltrona, che consente di identificare l'allargamento e la compattazione delle ovaie su entrambi i lati.
  3. Esame transvaginale ad ultrasuoni. Il volume delle ovaie è ingrandito ed è di 8 o più cm cubici. Immediatamente sotto la capsula si trovano 10 o più follicoli atretici. Lo stroma è ispessito, iperplastico e può essere il 25% del volume dell'ovaio.
  4. Risonanza magnetica (MRI), che consente di escludere le lesioni tumorali.
  5. Laparoscopia pelvica - esame della cavità addominale con un endoscopio inserito attraverso la parete addominale anteriore. Le indicazioni per la laparoscopia sono sospette di tumore dell'utero o dell'ovaio, dolore pelvico cronico, sospetta gravidanza tubarica, apoplessia ovarica, tumori, rottura della cisti.
  6. Il test per la tolleranza al glucosio (insulino-resistenza), livelli elevati di insulina e alti livelli di zucchero nel sangue indicano una violazione del metabolismo dei carboidrati.

È anche necessario condurre uno studio sullo stato ormonale.

  • Il segno patognomico dell'ovaio policistico è l'aumento del rapporto tra l'ormone luteinizzante e il follicolo-stimolante a 3: 1.
  • I livelli ematici di testosterone sono elevati, c'è una diminuzione del progesterone nella seconda fase del ciclo e nelle urine si determina un aumento del 17C.

Nota: con interruzioni ormonali, la temperatura basale durante l'intero ciclo mestruale rimane invariata. Il gorgogliamento della voce, la defeminizzazione e l'ipertrofia del clitoride nella PCOS, di regola, non viene osservato.

gravidanza

Nella stragrande maggioranza dei casi (85%), l'infertilità con l'ovaio policistico è primaria e può essere il suo unico sintomo. Il numero di gravidanze spontanee in policistica non supera il 3-5% e la probabilità che il loro esito positivo sia trascurabile.

La maggior parte degli esperti dice che rimanere incinta con PCOS è del tutto possibile. Nella pratica clinica, ci sono molti casi di parto di successo da parte di pazienti affetti da malattia policistica. Tuttavia, per questo durante tutta la gravidanza, si raccomanda terapia farmacologica di supporto.

Attenzione! Con la gravidanza con una tale diagnosi, c'è un grande rischio di morte fetale, aborto spontaneo e nascita prematura.

Come trattare le ovaie policistiche?

Il trattamento del processo dell'ovaio policistico è piuttosto lungo e complicato. L'importante è essere pazienti e seguire instancabilmente l'obiettivo.

  • normalizzazione del ciclo mestruale;
  • ripristino dell'ovulazione e ulteriore gravidanza;
  • eliminazione di problemi estetici;
  • correzione del peso.

Dato che le ovaie policistiche possono agire come un effetto collaterale di un altro tipo di malattia (adnexite cronica, diabete, malattia epatica, ecc.), Il trattamento deve essere diretto non solo all'eliminazione dei sintomi (in realtà le ovaie policistiche), ma anche all'eliminazione della malattia sottostante che ha provocato la patologia in questione.

Il trattamento consiste di:

  1. Perdita di peso obbligatoria in presenza di obesità. In questi pazienti, questo è il primo stadio. Per questa correzione della nutrizione e dello stile di vita. La perdita di peso può aiutare a trattare i cambiamenti ormonali e migliorare gli esiti di salute, come il diabete, l'ipertensione arteriosa o il colesterolo alto.
  2. I contraccettivi orali riducono la concentrazione di androgeni nel sangue. Se si assumono farmaci per 2-3 mesi, è possibile ripristinare la capacità di ovulare. Il metodo è efficace solo quando policistico a causa di iperandrogenismo.
  3. In presenza di resistenza all'insulina - una ridotta capacità delle cellule di rispondere all'insulina, che aiuta ad assorbire il glucosio, prescrivere farmaci metforminici: Glucophage, Siofor.
  4. Stimolazione dell'ovulazione Prescrivere la dose minima di ormoni che "gestiscono" le ovaie e fornirà l'opportunità di ottenere la gravidanza nel modo più naturale possibile.
  5. I metodi non ormonali di trattamento della sindrome dell'ovaio policistico, ad esempio, la fisioterapia o gli antiandrogeni non steroidei sono solitamente usati come adiuvanti.
  6. La ricezione di acido ascorbico, le vitamine di gruppi è necessaria: E, B12, PP, B1, B9, B6.

operazione

L'indicazione per il trattamento chirurgico dell'ovaio policistico è la mancanza di efficacia della terapia conservativa. Il metodo di funzionamento è determinato in base all'immagine della malattia. Nelle donne con infertilità, il trattamento chirurgico è analogo alla stimolazione ormonale dell'ovulazione.

I metodi di intervento chirurgico sono finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • rimuovere le parti interessate;
  • distruggere alcune aree dell'ovaio;
  • attivare la sintesi degli androgeni per normalizzare la relazione tra le ovaie e le parti centrali della struttura cerebrale.

Il vantaggio principale della laparoscopia è che questa procedura non danneggia il paziente. Si sveglia dopo un paio d'ore dall'intervento e in pochi giorni avviene un recupero completo.

Ma i metodi chirurgici sono utilizzati in casi estremi quando i metodi farmacologici sopra descritti non aiutano. Possono anche prescrivere laparoscopia a donne di età superiore a 30 anni che hanno pronunciato disturbi dell'irsutismo e del ciclo mestruale, nonché coloro che hanno sviluppato processi iperplastici dell'endometrio.

Nel caso in cui il trattamento di policistica sarà nominato in modo tempestivo, può essere eliminato sin dalle prime fasi. Se vengono seguite tutte le raccomandazioni mediche, la prognosi della malattia è favorevole e solo quando si pianifica una gravidanza possono sorgere alcune difficoltà.

La gravidanza dopo il trattamento chirurgico avviene entro 6-9 mesi, ma più tempo è trascorso dopo l'operazione, meno possibilità di rimanere incinta.

dieta

La nutrizione fornisce all'organismo sostanze per produrre l'energia necessaria per i processi metabolici, per ripristinare e sintetizzare nuove cellule, per mettere da parte le sostanze di riserva (grasso - nel tessuto adiposo, nel glicogeno - nel fegato).

I medici raccomandano i pazienti con policistezia su questo programma:

  • una prima colazione completa circa 30-40 minuti dopo il risveglio;
  • seconda colazione facile;
  • pranzo completo;
  • cena a più portate;
  • spuntino leggero prima di coricarsi.

Con le ovaie policistiche, è necessario eliminare una volta per tutte dalla dieta, che include una grande quantità di carboidrati e colesterolo. Questo requisito è molto categorico: i prodotti elencati di seguito non possono essere mangiati anche a volte e anche se lo si desidera.

  • pesce e carne magri;
  • segale, orzo, prodotti da forno a base di essi;
  • Prodotti a base di fagioli: ceci, lenticchie, soia, piselli, fagioli;
  • riso integrale;
  • uova;
  • prodotti caseari: ricotta, yogurt, con una bassa percentuale di grassi;
  • funghi;
  • bacche e frutti: albicocca, pera, uva spina, mela, ribes, pesche, fragole, ciliegie, lamponi, fragole, mele cotogne, nettarine, gelsi, arance, pompelmi, mandarini, prugne;
  • noci: nocciole, arachidi, mandorle, pinoli, anacardi;
  • verdure: colore, cavoletti di Bruxelles, broccoli, peperoni, cipolle, asparagi, zucchine, aglio, melanzane, mais, pomodori, cetrioli, verdure;
  • cioccolato: nero (almeno l'85% di cacao);
  • marmellata senza zucchero;
  • gelato al fruttosio.
  • frutta: ananas, anguria, melone, cachi e mango;
  • verdure: patate, rape, zucca, barbabietole, carote, pastinache;
  • prodotti da forno, farina di tutti i tipi, cottura;
  • bevande alcoliche;
  • marmellata, miele, marmellata, caramelle;
  • cioccolato: bianco, latte;
  • gelato;
  • bulgur, riso, semola;
  • la pasta;
  • maionese, ketchup, varie salse;
  • alimenti in scatola;
  • · Tè forte, caffè;
  • tabacco, nicotina;
  • fast food;
  • prodotti semilavorati;
  • cibo grasso, fritto e affumicato.

Regola la dieta con le ovaie policistiche:

  • Il contenuto calorico del cibo non è superiore a 1800 - 2000 chilocalorie al giorno.
  • Nutrizione frazionale 5-6 volte.
  • Gli alimenti proteici si combinano con le verdure.
  • Non combinare l'assunzione di frutta con altri prodotti.
  • Metodi di cottura: cottura, stufatura, cottura al forno, cottura a vapore.
  • Modalità di consumo fino a 2 litri di acqua al giorno.
  • I giorni di digiuno non più di 1 volta in 7-10 giorni (kefir, fiocchi di latte, frutta).
  • Ridurre il consumo di sale e alimenti, dove il Na si trova in grandi quantità (cracker, frutta secca, cibo in scatola).
  • Limitare l'assunzione di carboidrati dopo le 18:00.

Metodi tradizionali di trattamento

Prima di usare rimedi popolari per l'ovaio policistico, si assicuri di consultare il ginecologo.

  1. Tamponi con la mamma. Mummia nella quantità di 150 grammi versare 3 cucchiai da dessert di acqua tiepida. Dopo che il componente principale si è gonfiato, mescolare la miscela. Un tampone formato da una benda viene inserito nella composizione e inserito nella vagina prima di andare a letto la sera. Il corso del trattamento è di 10 giorni. Con le procedure non ricorrere durante le mestruazioni.
  2. Gambo e foglie di giovane celidonia lavano, asciugano, tritano. In parti uguali, mescolare con la vodka e insistere in un luogo buio per 10 giorni. Bere l'infuso di un cucchiaino in una miscela di 50 ml di acqua mezz'ora prima dei pasti.
  3. Mettere in un bicchiere d'acqua bollente 5 g di cardo mariano. Lasciare raffreddare e filtrare. Bere 100 ml al mattino a stomaco vuoto e la sera prima di coricarsi.
  4. Ci vorranno 40 grammi di origano secco per 300 ml di acqua bollente. Dopo un'ora, filtrare, bere 20 ml tre volte al giorno.
  5. Per ridurre gli androgeni, puoi usare la menta. Tinture alla menta, tè alla menta possono essere bevuti senza restrizioni (entro limiti ragionevoli). Per ottenere rapidamente l'effetto desiderato, è necessario preparare la menta con il cardo mariano e prendere un bicchiere due volte al giorno.

prevenzione

La profilassi policistica comprende:

  • visite regolari al ginecologo - due volte l'anno;
  • controllo del peso, esercizio fisico regolare, dieta;
  • uso contraccettivo ormonale.

Ora, sai cos'è questa malattia. Ma, nonostante i gravi cambiamenti patologici nel sistema riproduttivo, un trattamento ragionevole, corretto e messo in scena dell'ovaio policistico permette di ripristinare il suo normale funzionamento ormonale e di ottenere una gravidanza e un parto completi.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Gli edulcoranti sono usati da più di cento anni, e non solo nella nutrizione dei diabetici, ma anche nella produzione di vari alimenti e bevande, come un dolcificante concentrato e senza calorie, che è molto più economico dello zucchero.

Il progesterone è uno dei principali ormoni della gravidanza. Soprattutto nelle fasi iniziali. Se questo ormone è troppo basso, allora può causare un aborto spontaneo.

La tiroide è l'organo responsabile della produzione di un'ampia varietà di ormoni che regolano tutte le funzioni del corpo.