Principale / Sondaggio

Polineuropatia diabetica degli arti inferiori

Un eccesso prolungato di glucosio nel sangue, che agisce distruttivamente sui vasi, non è meno distruttivo per il sistema nervoso. La polineuropatia è una complicanza grave del diabete mellito, in cui diversi grandi plessi dei nervi periferici che controllano le funzioni degli arti inferiori possono essere colpiti contemporaneamente.

Cos'è la polineuropatia diabetica

Molteplici lesioni delle fibre nervose sono state osservate in pazienti affetti da malattia da zucchero per più di un decennio, nel 45-54% dei casi. Il ruolo della regolazione nervosa periferica del corpo è estremamente importante. Questo sistema di neuroni controlla il cervello, il battito cardiaco, la respirazione, la digestione, la contrazione muscolare. La polineuropatia diabetica degli arti inferiori (DPN) è una patologia che inizia nei piedi e si diffonde sempre più in alto.

Il meccanismo patogenetico della malattia è molto complesso e non è completamente compreso dagli scienziati. Le violazioni del sistema nervoso periferico sono diverse. Ogni tipo di DPN ha il suo quadro clinico. Tuttavia, tutte le forme di questa complicanza sono pericolose e richiedono un trattamento paziente, altrimenti un problema alle gambe può trasformare una persona in invalida. La polineuropatia diabetica è crittografata dai medici sotto il codice ICD-10 G63.2 che indica il tipo di disturbo.

Tipi di neuropatia

Poiché il sistema nervoso periferico è diviso in somatico e autonomo (vegetativo), vengono anche chiamati due tipi di polineuropatia diabetica. Il primo genera più ulcere trofiche non curative degli arti inferiori, il secondo - problemi di minzione, impotenza e disastri cardiovascolari, spesso fatali.

L'altra classificazione è basata sulle funzioni del sistema nervoso, che sono violate a seguito dello sviluppo della patologia:

  • polineuropatia sensoriale associata ad un aumento del dolore alle gambe o, al contrario, alla perdita della sensibilità tattile;
  • polineuropatia motoria, per la quale la distrofia muscolare e la perdita di capacità di movimento sono tipiche;
  • polineuropatia sensomotoria, combinando le caratteristiche di queste due complicanze.

Una manifestazione di quest'ultima, patologia mista è la neuropatia del nervo peroneo. I diabetici con questa malattia non sentono dolore in certe aree del piede e della gamba. Queste stesse parti delle superfici delle gambe non reagiscono né al freddo né al calore. Inoltre, i pazienti perdono la capacità di gestire i piedi. I pazienti sono costretti a camminare, sollevando le gambe innaturalmente alte (andatura "gallo").

Polineuropatia diabetica distale

Questa è la patologia che causa la morte delle fibre nervose. La malattia porta ad una completa perdita di sensibilità tattile e ulcerazione della parte più lontana degli arti inferiori - la fermata. Tipico per i diabetici con DPN distale - dolore sordo e dolente, che è spesso così forte che una persona non riesce a dormire. Inoltre, a volte le spalle iniziano a dolere. La polineuropatia progredisce e questo porta all'atrofia muscolare, alla deformazione ossea, al piede piatto, all'amputazione del piede.

periferica

Con questo tipo di malattia, si verificano gravi disturbi delle funzioni sensomotorie delle gambe. Nei diabetici, non solo i piedi, le caviglie, le gambe inferiori, ma anche le mani sono dolenti e insensibili. La polineuropatia periferica si verifica principalmente quando i medici prescrivono potenti farmaci antivirali con gravi effetti collaterali: stavudina, didanosina, saquinavir, zalcitabina. È importante diagnosticare questa patologia in modo tempestivo al fine di annullare immediatamente il farmaco.

Polineuropatia sensoriale

La caratteristica principale della patologia è la perdita di sensibilità delle gambe, il cui grado può variare in modo significativo. Dal lieve formicolio - per completare il torpore, accompagnato dalla formazione di ulcere e deformità dei piedi. Allo stesso tempo, la mancanza di sensibilità è paradossalmente combinata con dolori insopportabilmente forti che sorgono spontaneamente. La malattia colpisce prima una gamba, poi passa spesso al secondo, salendo sempre più in alto, colpendo le dita e le mani, il busto, la testa.

dismetabolica

L'emergere di questo tipo di complicanze spesso provoca, oltre al diabete, malattie dello stomaco, dell'intestino, dei reni e del fegato. Molti plessi nervosi degli arti possono essere colpiti. Quando i neuroni sciatico e femorale sono disturbati, il dolore, le ulcere trofiche, la difficoltà con il movimento compaiono, i riflessi del ginocchio e dei tendini scompaiono. Spesso danneggiati ulnare, trigemino, nervi ottici. La polineuropatia dismetabolica può manifestarsi senza dolore.

Polineuropatia diabetica - che cos'è, cause e sintomi della malattia, diagnosi, metodi di trattamento

Il diabete mellito è una patologia endocrina causata dalla perdita di sensibilità all'insulina o dalla cessazione completa della sua produzione. La malattia è pericolosa non solo per la sconfitta del pancreas, ma anche per lo sviluppo di complicanze in relazione ad altri organi. Uno dei primi a soffrire è il sistema nervoso, che si manifesta sotto forma di polineuropatia diabetica. Si manifesta come il primo sintomo del diabete nel 5% dei casi e dopo 20 anni nel 50-65% dei pazienti. La polineuropatia si verifica in ogni decimo paziente, anche se controlla i livelli di zucchero nel sangue.

Informazioni generali sulla polineuropatia diabetica

La malattia si sviluppa come complicazione del diabete mellito di tipo 1 o di tipo 2 ed è una degenerazione delle fibre nervose sensoriali e motorie. La polineuropatia è la causa delle ulcere trofiche e del piede diabetico nei diabetici. La patologia colpisce due parti del sistema nervoso periferico:

  • Somatica. Fornisce un controllo consapevole sul funzionamento del corpo umano. Consiste di fibre nervose che vanno alla testa, al tronco e agli arti.
  • Vegetativa. Controlla l'autonomia degli organi e dei sistemi interni: respiratorio, digestivo, circolatorio.

Con il diabete mellito, il livello di glucosio nel sangue aumenta, a causa del quale le pareti vascolari iniziano a degradarsi. Di conseguenza, le fibre nervose non ricevono la giusta quantità di ossigeno e sostanze nutritive. A causa della carenza di ossigeno, i processi metabolici sono disturbati, si verifica ischemia. Tutto ciò porta a un rallentamento e un'ulteriore completa cessazione della conduzione degli impulsi nervosi. Di conseguenza, i muscoli delle gambe, dei piedi, delle dita e talvolta delle mani diventano più deboli e insensibili.

Tipi di polineuropatia diabetica

Tenendo conto di quali fibre del sistema nervoso sono state danneggiate, la neuropatia diabetica degli arti inferiori è divisa in somatica e autonoma. Il primo causa lo sviluppo di ulcere trofiche alle gambe, il secondo - problemi di minzione, malattie cardiovascolari e persino la morte. A seconda dell'intensità della patologia è:

  • acute;
  • cronica;
  • indolore;
  • Amiotrofica.

C'è polineuropatia tossica degli arti inferiori. È causato dal virus dell'herpes e dall'immunodeficienza, dall'uso prolungato di alcol, dal bacillo difterico. Un'altra classificazione divide la neuropatia diabetica in specie, prendendo in considerazione le funzioni compromesse del sistema nervoso. A seconda di questo fattore, la patologia ha tre forme:

  • Touch. Accompagnato da forti sensazioni dolorose alle gambe o, al contrario, dalla perdita della loro sensibilità tattile.
  • Motore. È caratterizzato da distrofia muscolare e perdita di capacità di movimento.
  • Sensory-motor (sensorimotor). Combina i segni delle due forme precedenti.

La manifestazione di quest'ultimo è la neuropatia del nervo peroneo. Con questa patologia, i diabetici non sentono dolore in certi punti della gamba e del piede. Inoltre non reagiscono al caldo e al freddo. A causa dell'impossibilità di controllare i piedi, la persona è costretta a camminare, alzando le gambe in alto. C'è anche polineuropatia diabetica distale. Si verifica nel 70% di tutti i pazienti con questa patologia. Con esso, la sensibilità perde la parte più lontana degli arti inferiori: i piedi. Il paziente è infastidito da dolori sordo, a causa del quale non si può nemmeno dormire.

Sintomi di polineuropatia

I primi segni di polineuropatia nel diabete mellito sono dolore, intorpidimento e pelle d'oca nelle gambe. La sindrome di dolore è annotata a riposo. Una persona avverte dolore nella direzione dalle dita dei piedi alle gambe. Di notte, si intensifica. In questo contesto, c'è una sensazione di bruciore nei piedi. Quindi il dolore e la sensibilità alla temperatura iniziano a diminuire. La polineuropatia diabetica degli arti inferiori passa attraverso diverse fasi di sviluppo con sintomi diversi:

  1. Subclinica. In questa fase non ci sono lamentele caratteristiche. Solo i primi segni appaiono sotto forma di perdita di sensibilità al dolore, temperatura, vibrazione.
  2. Clinica. Questo stadio è già accompagnato da dolore in ogni parte del corpo con diversa intensità. Le estremità si intorpidiscono, si sentono deboli, una violazione della sensibilità. Tutti i segni si intensificano di notte.
  3. Lo sviluppo di complicazioni. Ulcere compaiono sulla pelle degli arti inferiori. A volte portano un po 'di dolore. Con l'ulteriore progressione della malattia, il paziente può essere amputato alla parte interessata della gamba.

Se sono interessate fibre nervose spesse, il paziente sviluppa allodinia. Con lei, anche un leggero tocco causa forti dolori. Le unghie sulle dita degli arti inferiori diventano spesse o sottili. All'ultimo stadio della polineuropatia, la forma del piede cambia: cresce nella direzione trasversale, si sviluppa flatfoot e si osserva una deformità alla caviglia. Questa complicazione è chiamata osteoartropatia. Per alcuni sintomi, è possibile determinare lo stadio della polineuropatia. Tutti i suoi segni sono divisi in due gruppi principali:

  1. Positivo. Compaiono nella prima fase della patologia. Tali sintomi includono bruciore e bruciore alle gambe, perdita di sensibilità delle dita, sensazione di freddo degli arti e gonfiore dei piedi.
  2. Negativo. Segnato in una fase avanzata della malattia. Le sue caratteristiche sono rigidità, intorpidimento, "morte" degli arti. Una persona è costantemente sul punto di cadere, perché sente di camminare come lana. Questo è un chiaro segno dell'irreversibilità dei cambiamenti.

Cause di polineuropatia

La ragione principale per lo sviluppo della patologia è l'iperglicemia. Questo ha aumentato costantemente i livelli di zucchero nel sangue a causa della ridotta sintesi di insulina, che è caratteristica del diabete. Danni ai nervi in ​​questo caso a causa dell'azione di molti altri fattori provocatori. La loro lista include:

  • il fumo;
  • aterosclerosi;
  • età avanzata;
  • nefropatia;
  • retinopatia;
  • ipertensione;
  • beri-beri;
  • l'obesità;
  • colesterolo alto di sangue.

diagnostica

Nella prima fase della diagnosi, il medico raccoglie una storia dettagliata, specificando i sintomi del paziente e il momento del loro verificarsi. È importante che uno specialista conosca la durata del diabete e la presenza di altre sue complicanze. Quando si esaminano gli arti inferiori, il medico controlla i riflessi tendinei, la forza muscolare e il tono, valuta la sensibilità della pelle dei piedi al tatto, la vibrazione, la temperatura. Dai test di laboratorio per la diagnosi di polineuropatia, gli esami del sangue sono assegnati a:

  • C-peptide. È un indicatore della secrezione della propria insulina, riflette il livello delle cellule beta pancreatiche.
  • Colesterolo e lipoproteine. La polineuropatia nel diabete mellito è accompagnata da un aumento di questi indicatori, se anche il livello di glucosio nel sangue è elevato.
  • La quantità di insulina. La sua carenza provoca una violazione del metabolismo del glucosio, che provoca lo sviluppo di polineuropatia.
  • Emoglobina glicosilata. Questo indicatore riflette la gravità del diabete.

Un gastroenterologo, un endocrinologo, un oculista, un urologo possono prendere parte all'esame del paziente. Obbligatorio nella diagnosi di polineuropatia sono metodi strumentali di ricerca:

  • Terapia a risonanza magnetica (RM). Questa tecnica rivela focolai di demielinizzazione - danno alla guaina mielinica, che passa intorno alle fibre nervose.
  • Elettromiografia di stimolazione. Questo è un modo per diagnosticare lo stato delle fibre nervose periferiche e il funzionamento neuromuscolare. La procedura aiuta a identificare la localizzazione della lesione e il grado di deformazione del tessuto.
  • Esame ecocardiografico (ECG) e ultrasuoni (US) del cuore. Queste tecniche aiutano a individuare i processi patologici nel corpo valutando la natura delle anomalie cardiache.
  • Biopsia del nervo gastrocnemio. Viene eseguito in casi più complessi quando non è stato possibile scoprire la causa della polineuropatia. L'esame istologico aiuta a valutare lo stato del nervo.
  • Test sensoriali quantitativi. Questa è una tecnica per valutare lo stato delle fibre nervose a causa dell'esposizione a stimoli di varia intensità.

Polineuropatia diabetica degli arti inferiori (segni, come trattare)

Tra le complicanze del diabete c'è una delle più dolorose e difficili da tollerare: la polineuropatia diabetica. A causa della sconfitta dei nervi, il paziente sente letargia dei muscoli, le gambe sono cotte o bruciate, si può verificare una sensazione di intorpidimento, prurito grave e dolore acuto a lungo termine. Queste sensazioni sono scarsamente rimosse dagli antistaminici e dai semplici antidolorifici. Di norma, i sintomi sono peggiori durante la notte, il paziente è quasi privato del sonno normale, quindi depressione, attacchi di panico, disturbi mentali vengono aggiunti alla polineuropatia.

La polineuropatia diabetica rappresenta un terzo di tutte le neuropatie. La probabilità di complicanze dipende dalla durata del diabete: con 5 anni di esperienza, la neuropatia viene diagnosticata in ogni settimo paziente, la vita con il diabete per 30 anni aumenta la probabilità di danni ai nervi fino al 90%.

Cos'è la polineuropatia diabetica

Le violazioni dei carboidrati e di altri tipi di metabolismo nel diabete interessano l'intero sistema nervoso, partendo dal cervello e finendo con le terminazioni sulla pelle. I danni al sistema nervoso centrale sono chiamati encefalopatia diabetica, neuropatia diabetica periferica.

La neuropatia è divisa in:

  • sensoriale - in violazione della sensibilità;
  • motore - con danni ai nervi che servono i muscoli;
  • vegetativo, quando i nervi che servono l'organo umano sono danneggiati.

La neuropatia senso-motoria è il tipo più comune, più spesso inizia nelle aree più distanti dal sistema nervoso centrale, di solito negli arti inferiori. Pertanto, è chiamato distale, dal latino disto - stand. Di solito, i cambiamenti iniziano immediatamente su entrambe le gambe, anch'essi progrediscono simmetricamente. La neuropatia sensitivo-motoria distale simmetrica è stata soprannominata "polineuropatia diabetica", è la prima tra le neuropatie, rappresentando fino al 70% delle lesioni dei nervi periferici.

Pertanto, è accettato chiamare la polineuropatia diabetica una lesione delle fibre motorie dei muscoli scheletrici, dei meccanocettori della pelle, dei tendini, dei recettori del dolore che si verificano nel diabete mellito in aree remote del corpo.

Il codice per ICD-10 è G63.2 E10.4 - E14.4 a seconda del tipo di diabete.

La polineuropatia è uno dei fattori fondamentali nello sviluppo della sindrome del piede diabetico, in cui l'infezione viene aggiunta alle lesioni nervose e, di conseguenza, si formano ulcere profonde e scarsamente curative sugli arti.

Tipi di polineuropatia diabetica

Esistono 3 tipi di polineuropatia diabetica:

  1. Tipo di tocco La distruzione dei nervi periferici sensoriali, che sono fibre nervose di diverso diametro che raccolgono informazioni sulle nostre sensazioni e la trasmettono al cervello, predomina.
  2. Tipo di motore Una più forte distruzione dei nervi motori, necessaria per trasmettere informazioni ai muscoli sulla necessità di contrarsi e rilassarsi.
  3. Tipo misto Nel corpo, tutti i nervi lavorano insieme: quelli sensibili determinano che il ferro è caldo, i soggetti mobili trasferiscono il comando per ritirare il braccio per evitare ustioni. I nervi sono anche danneggiati il ​​più delle volte in un modo complesso, motivo per cui la neuropatia sensoriale-motoria è la più comune.

Cause della malattia

Lo sviluppo della polineuropatia dipende direttamente dal livello di glicemia di un paziente con diabete. È stato clinicamente dimostrato che più spesso un diabetico ha un alto livello di zucchero nel sangue, più velocemente progredirà tutte le complicazioni, inclusa la polineuropatia. Se la glicemia è stabilmente normale, 15 anni dopo il diabete, i segni di polineuropatia sono registrati solo nel 15% dei pazienti e tutti in forma lieve.

Cause di danno alle cellule nervose sotto iperglicemia:

  1. Disordini metabolici
  • l'iperglicemia cronica fa sì che il corpo usi altri modi di utilizzazione del glucosio, in cui si verifica l'accumulo di sorbitolo e fruttosio, anche all'interno e intorno alle cellule nervose. Influisce sulla guaina nervosa, che è direttamente coinvolta nella trasmissione degli impulsi;
  • glicazione delle cellule nervose;
  • la distruzione del loro guscio da parte dei radicali liberi;
  • carenza di mielina nel nervo a causa del blocco del trasporto di mio-inositolo.
  1. Danni ai vasi sanguigni. A causa della microangiopatia diabetica, sono interessate le navi che alimentano i nervi periferici.
  2. Eredità. Predisposizione identificata alla polineuropatia diabetica. Ci sono prove che in alcune persone i nervi sono danneggiati già alcuni anni dopo la diagnosi di diabete, mentre altri senza questa complicazione vivono per decenni, nonostante l'alto zucchero.
  3. I disordini immunitari sono la causa meno studiata. Ci sono versioni che la polineuropatia può essere provocata dagli anticorpi ai fattori di crescita dei nervi, che sono prodotti dal corpo stesso del paziente.

Sintomi e segni distintivi

Con la polineuropatia, le fibre sensibili sono di solito le prime a soffrire, quindi inizia la lesione motoria. Molto spesso, i primi sintomi si osservano sui piedi e poi gradualmente si diffondono a tutti gli arti inferiori, afferrano le mani e gli avambracci e, nei casi più gravi, lo stomaco e il petto.

Aumento della sensibilità, disagio dal tocco o dall'abbigliamento normali. Pelle d'oca, intorpidimento, dolore superficiale a riposo senza una ragione. Una reazione insolita del corpo a uno stimolo, ad esempio prurito durante l'accarezzamento.

L'indebolimento della sensibilità. Un paziente con polineuropatia diabetica cessa di provare cose precedentemente familiari: ruvidità della superficie quando si cammina a piedi nudi, dolore quando si calpesta su piccoli oggetti. La capacità della pelle di determinare la temperatura dell'acqua è compromessa, di solito calda, sembra difficilmente caldo

Polineuropatia diabetica distale

Le fibre nervose più lunghe del corpo umano si trovano nelle gambe. Danneggiarli in qualsiasi area significa una perdita di funzioni nervose, quindi la polineuropatia è più spesso distale, localizzata negli arti inferiori. I cambiamenti più gravi si osservano nella cosiddetta "zona dei calzini" - sui piedi e sulle caviglie. Prima di tutto, la sensibilità tattile, la temperatura e poi il dolore vengono violati.

Inoltre, iniziano i cambiamenti nei muscoli, a seguito dei quali l'aspetto del piede cambia - si piegano e si incrociano le dita l'un l'altro, l'arco si appiattisce. La pelle priva di sensibilità diventa un ottimo bersaglio per varie lesioni che, a causa di concomitanti disordini alimentari e deflusso di prodotti metabolici, cessano gradualmente di guarire formando ulcere trofiche. L'infiammazione locale permanente distrugge il tessuto osseo. Di conseguenza, la polineuropatia distale può provocare gangrena e osteomielite con perdita della capacità di muoversi indipendentemente.

La polineuropatia diabetica degli arti inferiori nella fase iniziale ha sintomi come intorpidimento, formicolio, pesantezza ai piedi durante la notte, incapacità di sentire un leggero tocco, costante sensazione di freddo nelle dita dei piedi, diminuzione della sudorazione sui piedi o, al contrario, pelle costantemente bagnata, desquamazione e arrossamento in alcuni punti attrito.

Come trattare la polineuropatia in pazienti con diabete

Il trattamento della polineuropatia diabetica degli arti inferiori nel primo stadio rappresenta il raggiungimento di uno zucchero nel sangue costantemente normale. È stato dimostrato che un buon controllo della glicemia porta alla regressione della neuropatia di nuova diagnosi ed è un prerequisito per il trattamento efficace delle forme gravi della malattia.

Per normalizzare il livello di glucosio nel sangue, è necessario consultare un endocrinologo competente, che prescriverà un nuovo regime terapeutico, selezionare i farmaci più efficaci. In questa fase, il paziente è tenuto a seguire rigorosamente le raccomandazioni di uno specialista, che oltre ai farmaci include educazione fisica e restrizioni dietetiche significative - di solito i carboidrati veloci sono completamente esclusi dalla dieta.

Trattamento senza droghe

È possibile migliorare la circolazione del sangue, il che significa nutrire i tessuti dei piedi, usando semplici metodi non farmacologici. Più volte al giorno devi fare un leggero automassaggio. Se la pelle è eccessivamente secca, è indispensabile utilizzare una crema idratante durante il massaggio. Bottiglie di acqua calda e bagni caldi sono proibiti a causa del pericolo di ustioni che un diabetico con polineuropatia non può nemmeno sentire, poiché i recettori sulla superficie della pelle vengono distrutti.

In nessun caso non è possibile limitare l'attività. Assicurati di camminare a lungo ogni giorno, ma allo stesso tempo assicurati che le tue gambe non si sovraccarichino.

Una serie facile di esercizi sarà utile per migliorare la circolazione del sangue:

  1. Siediti sulla sedia.
  2. Piegare - raddrizzare le dita dei piedi.
  3. Esegue arresti movimenti circolari in diverse direzioni.
  4. Tira le calze da te stesso - a te stesso.
  5. Fai rotolare i piedi sul pavimento con oggetti rotondi: palle, pezzi di tubi, mattarello.

Elettroforesi, bagni di paraffina, ultratonoterapia, bagni di radon e idrogeno solforato possono essere prescritti in sale di fisioterapia per ridurre il dolore.

Sintomi e trattamento della polineuropatia diabetica

La polineuropatia diabetica è una complicanza del diabete che colpisce le condizioni del sistema nervoso umano e si manifesta con vari sintomi. La polineuropatia è una malattia lentamente progressiva, con lo sviluppo di cui una persona perde completamente capacità lavorativa.

Cause della polineuropatia diabetica

Il sistema nervoso periferico di una persona è diviso in due sezioni: somatica e vegetativa. Il sistema nervoso somatico consente a una persona di controllare coscientemente il proprio corpo. Il sistema vegetativo è responsabile del lavoro autonomo degli organi interni e dei sistemi: respiratorio, circolatorio, apparato digerente, ecc.

Con la polineuropatia, entrambi i sistemi nervosi sono interessati. Se il lavoro del sistema somatico viene interrotto, la persona inizia a sperimentare forti dolori e la polineuropatia autonoma può minacciare la vita della persona. L'astuzia della malattia è che nelle fasi iniziali non è praticamente evidente. Pertanto, durante gli esami programmati, è necessario sottoporsi all'esame di un neuropatologo.

La patogenesi della neuropatia è dovuta a livelli elevati di zucchero nel sangue. Con l'iperglicemia costante, il metabolismo dei nervi viene disturbato, la fame di ossigeno si verifica nelle terminazioni nervose e compaiono i primi sintomi della malattia. Lo stadio iniziale della malattia ha buone previsioni: se il livello di zucchero nel sangue viene mantenuto normale, i nervi inizieranno a riprendersi e i sintomi della polineuropatia scompariranno.

Sintomi di polineuropatia diabetica

La polineuropatia nel diabete mellito manifesta una varietà di sintomi, poiché la patologia coinvolge due sistemi nervosi umani. La qualità dei sintomi è divisa in attiva e "passiva".

La sintomatologia attiva include disagio acuto e luminoso:

  1. Sensazione di bruciore
  2. Dolore acuto
  3. Formicolio.
  4. Troppa sensibilità al dolore.
  5. La sensazione di dolore da un semplice tocco.

Gli stimoli "passivi" comprendono la rigidità degli arti, l'intorpidimento, la "necrosi" dei tessuti e l'instabilità dell'andatura.

Inoltre, la polineuropatia diabetica causa una serie di altri sintomi:

  1. La diarrea.
  2. Negli uomini, disfunzione erettile, nelle donne, anorgasmia.
  3. Incontinenza urinaria
  4. Flaccidità della pelle e dei muscoli facciali.
  5. Danno visivo.
  6. Convulsioni.
  7. Vertigini.
  8. Comprensione della parola.
  9. Interruzione dei riflessi della deglutizione.

Polineuropatia sensoriale-motoria (distale)

Nel diabete, le fibre nervose lunghe sono le più colpite, per esempio quelle che vanno agli arti inferiori. La polineuropatia diabetica distale si verifica nel 40% dei pazienti diabetici. I seguenti segni sono caratteristici della polineuropatia sensomotoria: una persona perde completamente la capacità di sentire la pressione, i cambiamenti di temperatura, il dolore, la posizione rispetto ad altri oggetti, la vibrazione.

Il pericolo della neuropatia sensomotoria è che una persona con diabete può ferire la gamba e non notarla, o non sentire troppo acqua calda nella vasca da bagno. Ferite, ulcere cominciano a comparire sui piedi del paziente, possono verificarsi fratture o danni alle articolazioni. La polineuropatia sensoriale-motoria può manifestarsi sotto forma di sintomi attivi - grave dolore acuto agli arti inferiori, che è peggio di notte.

Ulteriore sviluppo della polineuropatia distale è accompagnato da disturbi nel sistema muscolo-scheletrico, le ossa sono deformate, si verifica la distrofia dei muscoli. Si osserva un'eccessiva secchezza della pelle, le ghiandole sudoripare smettono di funzionare, la pelle diventa rossastra, compaiono macchie di pigmento.

I sintomi gravi della polineuropatia diabetica distale sono le ulcere che si formano sulla pianta dei piedi e tra le dita. Le ulcere non causano disagio a causa della perdita di sensibilità al dolore, tuttavia, l'insorgenza di processi infiammatori può richiedere l'amputazione degli arti.

Polineuropatia diabetica autonoma

Con la sconfitta del sistema nervoso autonomo (autonomo) a causa del diabete mellito, una persona può sperimentare vertigini, annerimento degli occhi e svenimento in aumento. In questa forma di polineuropatia, il lavoro del sistema digestivo viene disturbato, l'assunzione di cibo nell'intestino viene rallentata, il che rende molto più difficile stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Di particolare interesse è il disturbo dei ritmi cardiaci nella polineuropatia diabetica, che può portare a morte improvvisa.

Il sistema genitourinario soffre della malattia, si verificano problemi come l'incontinenza. La vescica non può essere completamente svuotata, il che aumenta ulteriormente il rischio di infezione. Negli uomini con una forma vegetativa di polineuropatia, può verificarsi disfunzione erettile, e in una donna - dispareunia (disfunzione sessuale, in cui una donna non sperimenta l'orgasmo).

Trattamento di polineuropatia diabetica

Con la diagnosi precoce delle complicanze del diabete, puoi contare sulla completa scomparsa dei sintomi della neuropatia. Il trattamento della polineuropatia diabetica viene effettuato in un complesso, con l'impatto e la causa e i sintomi della malattia.

  1. Le vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B12) aiutano a ridurre gli effetti negativi dello zucchero sulle fibre nervose e migliorano il passaggio degli impulsi lungo i percorsi nervosi.
  2. L'acido alfa-lipoico rimuove il glucosio in eccesso dalle fibre nervose e, con l'aiuto degli enzimi, ripara le cellule nervose danneggiate.
  3. Viene prescritto uno speciale gruppo di farmaci (Olrestatin, Sorbinyl, Olredase, Tolrestat), che interferiscono con la sintesi del glucosio e riducono il suo effetto negativo sulle fibre nervose.
  4. I farmaci antinfiammatori non steroidei (Ibuprofen, Diclofenac) sono usati per alleviare il dolore.
  5. Per alleviare convulsioni e intorpidimento farmaci prescritti contenenti calcio e potassio.
  6. In presenza di ulcere alle gambe, può essere prescritto un ciclo di antibiotici.

Polineuropatia: trattamento dei rimedi popolari

Il successo nel trattamento della polineuropatia dipende non solo da farmaci adeguatamente selezionati, ma anche dal rispetto delle regole, che riducono significativamente il rischio di complicanze nel diabete. I pazienti diabetici devono monitorare costantemente i livelli di zucchero nel sangue, il peso corporeo, la dieta e mantenere uno stile di vita attivo.

I rimedi popolari aiutano a curare la polineuropatia, che viene utilizzata in aggiunta al trattamento medico.

Il seguente decotto aiuta a mantenere i livelli di zucchero nel sangue normalmente: mettere foglie di alloro frantumate (1 cucchiaio) in un thermos. Aggiungi 3 cucchiai. fieno greco (semi), versare 1 litro di acqua bollente e insistere un paio d'ore. Infusione durante tutto il giorno.

In caso di polineuropatia distale, è utile strofinare le gambe con la tintura di rosmarino selvatico. Mezza tazza di rosmarino selvatico versare 500 ml di aceto (9%) e insistere per 10 giorni. L'infusione pronta viene utilizzata in forma diluita in un rapporto 1: 1. La composizione dovrebbe essere sfregata nelle gambe 3 volte al giorno.

Erba fresca L'erba di San Giovanni viene versata con olio vegetale caldo. Insistere per 3 settimane. Quindi filtrare l'olio e aggiungere 1 cucchiaio a esso. radice di zenzero grattugiata. Questo olio viene utilizzato per massaggiare gli arti superiori e inferiori e per gli involucri.

Con la polineuropatia, le fibre nervose soffrono di carenza di vitamine e altri nutrienti. Il seguente cocktail aiuterà a nutrire le fibre nervose: aggiungi 2 cucchiai a un bicchiere di kefir. semi di girasole pelati macinati e prezzemolo tritato finemente. Fai un cocktail al mattino mezz'ora prima dei pasti.

La polineuropatia alcolica ha sintomi simili con il diabete. La malattia si sviluppa dopo dipendenza alcolica prolungata. Trattare la neuropatia alcolica con la seguente composizione: aggiungere un po 'di cucchiaino a mezzo bicchiere di succo di carota appena spremuto. miele, olio d'oliva e un uovo. Bere dovrebbe essere preso 2 volte al giorno per 1-2 ore prima dei pasti.

Per la pulizia del fegato nella polineuropatia alcolica usare cardo mariano, menta e olio d'oliva. Semi di cardo, tritare, coprire con olio d'oliva riscaldato (150 ml) e aggiungere 2 cucchiai. foglie di menta secca finemente tritate.

Lo stalking sull'ortica è considerato un metodo molto antico ed efficace per il trattamento della polineuropatia. Stendere i gambi di ortiche sul pavimento e calpestarli per 10-15 minuti.

Per gli arti malati è utile fare bagni caldi. Mettere 100 g di foglie tritate di salvia, origano, motherwort, steli e foglie di topinambur in una ciotola. Versare 3 litri di acqua bollente e lasciare fermentare per un'ora. La durata della procedura è di 15-20 minuti. Se non ci sono erbe curative a portata di mano, fai un bagno caldo ai piedi e poi stendi i piedi con un unguento con api o veleno di serpente.

Nella polineuropatia diabetica, è meglio sostituire le patate con il topinambur. Il topinambur aiuta a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, migliora il sistema digestivo e accelera il metabolismo.

Polineuropatia diabetica

La polineuropatia diabetica è una condizione che è una complicanza del diabete mellito ed è caratterizzata da degenerazione progressiva delle fibre nervose motorie e sensoriali periferiche. La malattia è cronica, le sue manifestazioni stanno lentamente aumentando nel corso di molti anni, la velocità di sviluppo dipende dall'adeguatezza del trattamento del diabete e dal mantenimento dei normali livelli di zucchero nel sangue. La patologia dei nervi è uno dei fattori per la formazione di disturbi neurocircolatori nel diabete mellito - piede diabetico, ulcere trofiche, ecc.

Cause e fattori di rischio

La causa immediata della polineuropatia diabetica è un persistente aumento dei livelli di zucchero nel sangue che si verificano nel diabete a causa della ridotta produzione di insulina. Allo stesso tempo, il meccanismo di danno alle fibre nervose in questo stato è multifattoriale ed è dovuto a diversi processi patologici. Il ruolo principale è svolto da diversi fattori.

  1. Disturbi metabolici nel tessuto nervoso. La mancanza di insulina porta al fatto che il glucosio dal sangue non penetra nelle cellule, che si manifesta con iperglicemia. Allo stesso tempo, questo carboidrato è il principale e praticamente l'unica fonte di energia per il tessuto nervoso. La mancanza di energia porta alla degenerazione delle fibre e allo sviluppo della polineuropatia diabetica.
  2. Disordini metabolici generali A causa della mancanza di glucosio nei tessuti, sono incluse le deviazioni del metabolismo per compensare la mancanza di energia. Ciò porta alla formazione di corpi chetonici (un prodotto di degradazione dei grassi) e altre sostanze tossiche che possono danneggiare il tessuto nervoso.
  3. Disturbi ischemici Il diabete mellito è caratterizzato dallo sviluppo di angiopatie (lesioni vascolari) associate a processi patologici nella parete vascolare. Questo riduce l'afflusso di sangue ai tessuti e agli organi, specialmente a livello microcircolatorio. Una insufficiente circolazione del sangue aggrava il fenomeno della carenza di energia nelle fibre nervose e accelera la loro degenerazione.

La probabilità di sviluppare polineuropatia diabetica è maggiore nei pazienti con diabete mellito, spesso violando la dieta e assumendo farmaci ipoglicemici. In alcuni casi, i disturbi dei nervi periferici possono essere il primo segnale dell'insufficiente produzione di insulina, ma più spesso la neuropatia si verifica molti anni dopo lo sviluppo del diabete. I cambiamenti patologici nel sistema nervoso sono irreversibili.

Forme della malattia

La polineuropatia diabetica è caratterizzata da una varietà di forme cliniche, a seconda di quale gruppo di nervi è più colpito. C'è qualche discussione sulla classificazione nella comunità scientifica.

Con lo sviluppo di danni ai nervi, i cambiamenti patologici sono di solito irreversibili, quindi è importante prevenire la progressione della condizione.

Secondo alcuni ricercatori, la vera polineuropatia diabetica dovrebbe essere considerata solo una delle forme di danno al sistema nervoso nel diabete mellito - neuropatia sensitivo-simmetrica distale. Da questo punto di vista, lo stato ha le seguenti varianti del corso clinico:

  • violazione della sensibilità alle vibrazioni e riflessi tendinei individuali (ad esempio, Achille). È una forma mite, per molti anni va avanti senza progressi notevoli;
  • lesione dei singoli nervi, acquisendo una natura acuta o subacuta. Il più delle volte colpisce i tronchi nervosi delle estremità (ulnare, femore, nervi mediani) e la testa (facciale, trigemino, oculomotore);
  • infiammazione e degenerazione dei nervi degli arti inferiori, che influenzano l'innervazione vegetativa. È caratterizzato da dolori significativi ed è spesso complicato da ulcere trofiche dei piedi e delle gambe, cancrena.

Un altro punto di vista è che tutti i tipi di danno ai nervi periferici nel diabete mellito sono la polineuropatia diabetica. In questo caso, produce una neuropatia sensomotoria simmetrica e una neuropatia autonoma. Quest'ultimo include forme pupillari, gastrointestinali, sudorifere, cardiovascolari - a seconda di quale sistema o organo è maggiormente colpito dalla patologia. Separatamente, emettono la cachessia neuropatica diabetica - una sindrome grave che include sia la neurotrasmettitore sia la neuropatia autonomica in combinazione con una significativa riduzione del peso corporeo.

Stadio della malattia

Attualmente non esistono criteri chiaramente definiti per le fasi cliniche della polineuropatia diabetica. Tuttavia, la patologia ha una natura progressiva pronunciata, il tasso di aumento dei sintomi dipende dal grado di iperglicemia, dal tipo di neuropatia, dallo stile di vita del paziente. In generale, il decorso della malattia può essere suddiviso in fasi:

  1. Manifestazioni neurogeniche aspecifiche. Questi includono violazioni della sensibilità, la sensazione di "pelle d'oca" sulla pelle, in alcuni casi - dolore lungo i tronchi nervosi e nella zona della loro innervazione. Un tale stato può persistere per molti anni e non entrare in forme più gravi.
  2. Disturbi del movimento. Si verificano con il coinvolgimento nel processo patologico delle fibre motorie, compreso il sistema nervoso autonomo. Contrazioni muscolari, la paresi può sviluppare, estremamente raramente - convulsioni. Quando si verificano i nervi del sistema nervoso autonomo, si verificano disturbi della sistemazione, riflessi pupillari, sudorazione, sistema cardiovascolare e digestivo.
  3. Disturbi trofici. Le conseguenze più gravi della polineuropatia diabetica si sviluppano come risultato di una combinazione della patologia dell'innervazione autonomica e dei disturbi del microcircolo. Possono essere sia locali (ulcere trofiche, gangrena dei piedi) che generali (cachessia neuropatica).

Un altro risultato comune della polineuropatia diabetica è la sconfitta della 3a e 4a coppia di nervi cranici responsabili del movimento dei bulbi oculari. Ciò è accompagnato da un significativo deterioramento della vista a causa di disturbi nei processi di accomodamento, convergenza, riflessi pupillari, sviluppo di anisocoria e strabismo. Molto spesso, questo quadro si sviluppa in pazienti diabetici di età superiore ai 50 anni che hanno sofferto a lungo altre manifestazioni di neuropatia.

Sintomi di polineuropatia diabetica

La polineuropatia diabetica è caratterizzata da una significativa varietà di manifestazioni, il quadro clinico dipende dalla forma della patologia, dal grado della sua progressione, dal tipo di fibre nervose (motorie, sensoriali, vegetative) che sono state colpite più di altre. Molto spesso, i disturbi della sensibilità (principalmente temperatura e vibrazione) appaiono per primi. Successivamente, i disturbi del movimento (debolezza dei muscoli degli arti, paresi) possono unirsi a loro. Se sono stati colpiti i nervi del bulbo oculare, si verificano anisocoria e strabismo.

La malattia è cronica, le sue manifestazioni stanno lentamente aumentando nel corso di molti anni, la velocità di sviluppo dipende dall'adeguatezza del trattamento del diabete e dal mantenimento dei normali livelli di zucchero nel sangue.

La polineuropatia diabetica è quasi sempre accompagnata da disturbi vegeto-circolatori, principalmente negli arti inferiori. Inizialmente, la temperatura della pelle dei piedi e delle gambe diminuisce e sono possibili irregolarità della pelle come la desquamazione e la cheratinizzazione. Le ferite e le ferite delle gambe guariscono a lungo e duramente. Man mano che la patologia progredisce, si verifica un forte dolore alle gambe (sia a riposo che sotto carico), si sviluppano ulcere trofiche. Nel corso del tempo, si sviluppa spesso la necrosi di alcune parti dei piedi, che poi si trasformano in cancrena.

diagnostica

Nella diagnosi di polineuropatia diabetica, vengono utilizzate numerose tecniche strumentali e di laboratorio per studiare le funzioni del sistema nervoso periferico, le condizioni dei muscoli e la pelle. La scelta della tecnica diagnostica dipende dalla forma della patologia e dalla gravità dei suoi sintomi. Inoltre, le misure diagnostiche dovrebbero includere metodi per determinare il diabete mellito e la gravità dell'iperglicemia: esami del sangue e delle urine per il glucosio, l'emoglobina glicata e altri studi. La definizione di polineuropatia diabetica diretta include:

  • esame da parte di un neurologo - studio dei disturbi e dei sintomi soggettivi, storia della malattia di base, determinazione della sensibilità della pelle, attività dei riflessi tendinei e altre funzioni neurologiche;
  • elettromiografia: consente di valutare la relazione tra i sistemi nervoso e muscolare e quindi determinare indirettamente il grado di danno alle fibre nervose;
  • studio della conduzione nervosa (INP) - studia la velocità di passaggio degli impulsi nervosi attraverso le fibre per valutare l'entità del loro danno, spesso eseguita con elettromiografia.

Altri medici specialisti come un endocrinologo, un oculista, un urologo e un gastroenterologo possono anche partecipare alla diagnosi di polineuropatia diabetica. Ciò è necessario nei casi in cui il danneggiamento dei nervi porta alla distruzione del lavoro di alcuni organi e sistemi.

trattamento

Il principio base del trattamento della polineuropatia diabetica è quello di ridurre l'effetto negativo dell'iperglicemia sul sistema nervoso periferico. Ciò si ottiene attraverso una dieta e una terapia ipoglicemica opportunamente selezionate, le cui regole devono essere strettamente osservate dal paziente. Con lo sviluppo di danni ai nervi, i cambiamenti patologici sono di solito irreversibili, quindi è importante prevenire la progressione della condizione.

La complicazione più grave della polineuropatia diabetica è la cachessia neuropatica, accompagnata da perdita di peso, disturbi sensomotori e numerose patologie degli organi interni.

Oltre al trattamento della malattia di base, vengono prescritti farmaci che migliorano il trofismo e il metabolismo nei tessuti nervosi e migliorano la microcircolazione. Per l'esposizione locale (ad esempio, per migliorare il tessuto trofico dei piedi), è possibile utilizzare massaggi, elettroforesi e altre procedure fisioterapiche.

Nel trattamento della polineuropatia diabetica vengono anche utilizzate misure sintomatiche - ad esempio, gli analgesici del gruppo FANS sono prescritti per il dolore e l'infiammazione dei nervi. Con lo sviluppo delle ulcere venose è necessario un trattamento accurato per prevenire l'infezione. Nei casi gravi (con ulcere estese o cancrena), il trattamento chirurgico è necessario fino all'amputazione.

Possibili complicazioni e conseguenze

La progressione della polineuropatia diabetica può causare paresi e debolezza muscolare, il che limita la mobilità. La sconfitta dei nervi cranici porta alla paralisi dei muscoli facciali e dei disturbi visivi. Accelerando la polineuropatia delle estremità i disturbi del vegetocircolo sono spesso complicati da ulcere trofiche e cancrena, che è un'indicazione per l'amputazione delle gambe.

La probabilità di sviluppare polineuropatia diabetica è maggiore nei pazienti con diabete mellito, spesso violando la dieta e assumendo farmaci ipoglicemici.

La complicazione più grave della polineuropatia diabetica è la cachessia neuropatica, accompagnata da perdita di peso, disturbi sensomotori e numerose patologie degli organi interni.

prospettiva

La previsione è condizionatamente sfavorevole, poiché le violazioni sviluppate sono irreversibili. Tuttavia, il rilevamento tempestivo della patologia in combinazione con la terapia selezionata corretta può rallentare significativamente la sua progressione.

Polineuropatia diabetica: sintomi e trattamento

Polineuropatia diabetica - i sintomi principali:

  • mal di testa
  • Mancanza di orgasmo
  • convulsioni
  • vertigini
  • Comprensione della parola
  • diarrea
  • Debolezza muscolare
  • Intorpidimento degli arti
  • Incontinenza urinaria
  • Intorpidimento dei piedi
  • Dolore agli arti inferiori
  • L'aspetto delle ulcere
  • Visione offuscata
  • Difficoltà a camminare
  • Bruciore agli arti
  • Shakiness durante il viaggio
  • Diminuzione della sensibilità in alcune parti del corpo.
  • Aumento della sensibilità della pelle
  • Dolore in diverse parti del corpo
  • Formicolio agli arti

La polineuropatia diabetica si manifesta come una complicanza del diabete. La malattia è basata sul danno al sistema nervoso del paziente. Spesso la malattia si forma nelle persone 15-20 anni dopo lo sviluppo del diabete. La frequenza della progressione della malattia allo stadio complicato è del 40-60%. La malattia può manifestarsi nelle persone con entrambi i tipi 1 e 2.

Per la diagnosi rapida della malattia secondo la sistematizzazione internazionale delle malattie della polineuropatia diabetica ICD 10, è stato assegnato il codice G63.2.

eziologia

Il sistema nervoso periferico nell'uomo è diviso in due sezioni: somatica e vegetativa. Il primo sistema aiuta a controllare coscientemente il lavoro del tuo corpo, e con l'aiuto del secondo, il lavoro autonomo degli organi interni e dei sistemi è controllato, ad esempio, respiratorio, circolatorio, digestivo, ecc.

La polineuropatia colpisce entrambi questi sistemi. In caso di violazione della sezione somatica di una persona, iniziano attacchi di dolore aggravati e la forma autonoma di polineuropatia porta una significativa minaccia alla vita di una persona.

La malattia si sviluppa con un aumento dell'indicatore di zucchero nel sangue. A causa del diabete in un paziente, i processi metabolici nelle cellule e nei tessuti sono disturbati, il che provoca un malfunzionamento nel sistema nervoso periferico. Anche nello sviluppo di una tale malattia gioca un ruolo significativo la fame di ossigeno, che è anche un segno di diabete. A causa di questo processo, il trasporto del sangue in tutto il corpo si deteriora e la funzionalità delle fibre nervose viene disturbata.

classificazione

Basandosi sul fatto che la malattia colpisce il sistema nervoso, che ha due sistemi, i medici hanno stabilito che una classificazione della malattia dovrebbe distribuire la polineuropatia somatica e autonoma.

Inoltre, i medici hanno evidenziato la sistematizzazione delle forme di patologia sulla localizzazione della lesione. Ci sono tre tipi nella classificazione che indicano un posto danneggiato nel sistema nervoso:

  • sensoriale - la sensibilità agli stimoli esterni si deteriora;
  • motore - caratterizzato da disturbi del movimento;
  • forma sensomotoria - manifestazioni combinate di entrambi i tipi.

L'intensità della malattia, i medici distinguono tali forme - acuta, cronica, indolore e amiotrofica.

sintomatologia

La polineuropatia diabetica distale si sviluppa spesso negli arti inferiori e molto raramente in quelli superiori. La malattia si forma durante tre stadi e su ciascuno di essi compaiono vari segni:

  • Stadio 1 subclinico - non ci sono lamentele caratteristiche, si manifestano i primi cambiamenti nel tessuto nervoso, si riducono la sensibilità ai cambiamenti di temperatura, il dolore e le vibrazioni;
  • Stadio 2 clinico - la sindrome del dolore appare in tutte le parti del corpo con diversa intensità, gli arti diventano insensibili, la sensibilità peggiora; fase cronica è caratterizzata da forte formicolio, intorpidimento, sensazione di bruciore, dolore in diverse aree del corpo, specialmente negli arti inferiori, la sensibilità è disturbata, tutti i sintomi progrediscono di notte;

La forma indolore si manifesta nel torpore dei piedi, una sensibilità sostanzialmente compromessa; nel tipo amiotrofico, il paziente è preoccupato per tutti i segni sopra menzionati, così come per debolezza muscolare e difficoltà nel movimento.

  • Complicazioni nella fase 3 - il paziente presenta ulcere significative sulla pelle, in particolare sugli arti inferiori, a volte la formazione può causare un leggero dolore; nell'ultima fase, il paziente può essere amputato.

Inoltre, tutti i sintomi del medico sono divisi in due tipi: "positivo" e "negativo". La polineuropatia diabetica ha i seguenti sintomi dal gruppo "positivo":

  • sensazione di bruciore;
  • sindrome del dolore pugnale;
  • sensazione di formicolio;
  • maggiore sensibilità;
  • sensazione di dolore dal tocco leggero.

Il gruppo di segni "negativi" include:

  • rigidità;
  • intorpidimento;
  • "Necrosi";
  • sensazione di formicolio;
  • movimento irregolare quando si cammina.

Inoltre, la malattia può causare mal di testa e vertigini, convulsioni, disturbi della parola e della vista, diarrea, incontinenza urinaria, anorgasmia nelle donne.

diagnostica

Se si identificano diversi sintomi, una persona dovrebbe immediatamente chiedere il parere di un medico. Con tali denunce, si consiglia al paziente di contattare un endocrinologo, un chirurgo e un neurologo.

La diagnosi di polineuropatia diabetica si basa sull'analisi dei reclami dei pazienti, dell'anamnesi della malattia, della vita, dell'esame obiettivo e dei metodi di esame strumentale e di laboratorio. Oltre ai sintomi, il medico deve determinare lo stato esterno delle gambe, il polso, i riflessi e la pressione sanguigna negli arti superiori e inferiori. All'esame, il medico effettua:

  • valutazione del riflesso tendineo;
  • determinazione della sensibilità tattile;
  • identificazione della sensibilità profonda propriocettiva.

Con l'aiuto di metodi di analisi di laboratorio, il medico identifica:

  • livelli di colesterolo e lipoproteine;
  • il contenuto di glucosio nel sangue e nelle urine;
  • la quantità di insulina nel sangue;
  • C-peptide;
  • emoglobina glicata.

Anche l'esame strumentale è molto importante durante la diagnosi. Per determinare la diagnosi esatta del paziente è necessario tenere:

  • ECG ed esame ecografico del cuore;
  • elettroneuromiografia;
  • biopsia;
  • MR.

Un metodo non è possibile per stabilire la malattia, quindi per poter diagnosticare con precisione la polineuropatia diabetica distale, devono essere applicati tutti i metodi di esame sopra menzionati.

trattamento

Al fine di eliminare la malattia, al paziente vengono prescritti farmaci speciali che influenzano positivamente i vari fattori eziologici nello sviluppo della patologia.

La terapia, prescritta da un medico, è di normalizzare gli indicatori di zucchero nel sangue. In molti casi, tale trattamento è sufficiente per eliminare i segni e le cause della polineuropatia.

Il trattamento della polineuropatia diabetica degli arti inferiori si basa sull'uso di tali farmaci:

  • vitamine del gruppo E;
  • antiossidanti;
  • inibitori;
  • aktovegin;
  • antidolorifici;
  • antibiotici.

Usando droghe, il paziente diventa immediatamente più facile, molti sintomi e cause vengono eliminati. Tuttavia, per una terapia efficace è meglio usare diversi trattamenti. Pertanto, i medici prescrivono la terapia non farmacologica per i pazienti con lesioni simili degli arti inferiori:

  • riscaldando i piedi con massaggi e calze calde, e non è possibile utilizzare termofori, caminetti o bagni caldi per raggiungere lo stesso obiettivo;
  • uso di speciali plantari ortopedici;
  • trattare le ferite con antisettico;
  • fisioterapia per 10-20 minuti ogni giorno.

Per eliminare la malattia, puoi eseguire questi esercizi, anche in posizione seduta:

  • flessione ed estensione delle dita degli arti inferiori;
  • il tallone ci appoggia al pavimento e con il dito ci muoviamo in cerchio;
  • poi viceversa: la punta è sul pavimento e il tallone gira;
  • fare a turno per deporre il tallone nel pavimento, poi la punta;
  • allungando le gambe per piegare le caviglie;
  • disegnare nell'aria varie lettere, numeri e simboli, con le gambe devono essere allungate;
  • arrotolare un mattarello o un rullo solo in piedi;
  • smettere di fare una palla fuori dal giornale.

Inoltre, in caso di polineuropatia, i medici a volte prescrivono a un paziente di usare le prescrizioni di medicina tradizionale in terapia. Il trattamento di rimedi popolari implica l'uso di tali ingredienti:

A volte l'aglio, l'alloro, l'aceto di sidro di mele, il limone, il topinambur e il sale vengono aggiunti a questa lista. La nomina di rimedi popolari dipende dal grado di malattia, quindi prima di iniziare la terapia da soli, è necessario consultare un medico. La medicina tradizionale non è l'unico metodo di trattamento, ma solo un supplemento all'eliminazione medica di base della polineuropatia.

prospettiva

Con una diagnosi di polineuropatia diabetica degli arti inferiori, in un paziente la prognosi dipenderà dallo stadio di sviluppo della complicazione e dalla controllabilità del livello di glucosio nel sangue. In ogni caso, questa patologia richiede un trattamento medico costante.

prevenzione

Se una persona è già stata diagnosticata con il diabete, quindi è necessario essere il più attento possibile ed evitare complicazioni. Le misure profilattiche per la polineuropatia comprendono una dieta bilanciata, uno stile di vita attivo, la rimozione dalle abitudini negative e il paziente deve monitorare il peso corporeo e monitorare i livelli di glucosio nel sangue.

Se pensi di avere la polineuropatia diabetica e i sintomi caratteristici di questa malattia, i medici possono aiutarti: endocrinologo, neurologo, chirurgo.

Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

La neuropatia diabetica è una conseguenza dell'ignoranza dei sintomi o della mancanza di terapia per il controllo del diabete. Ci sono diversi fattori predisponenti per l'insorgenza di un tale disturbo sullo sfondo della malattia di base. I principali sono la dipendenza da cattive abitudini e ipertensione.

Dorsalgia - essenzialmente un fatto della presenza di dolore di vari gradi di intensità nella schiena. Da ciò ne consegue che questa non è una patologia separata, ma una sindrome che si verifica in qualsiasi categoria di età e indipendentemente dal sesso.

La neuropatia è una malattia caratterizzata da danno degenerativo-distrofico alle fibre nervose. In questa malattia, colpisce non solo i nervi periferici, ma anche quelli cranio-cerebrali. L'infiammazione di ogni singolo nervo è spesso osservata, in questi casi questa malattia è chiamata mononeuropatia e con esposizione simultanea a diversi nervi - polineuropatia. La frequenza della manifestazione dipende dalle cause.

La sindrome antifosfolipidica è una malattia che coinvolge un intero complesso di sintomi correlato al metabolismo del fosfolipide alterato. L'essenza della patologia sta nel fatto che il corpo umano assume fosfolipidi per corpi estranei, contro i quali produce anticorpi specifici.

L'enterobiasi è una malattia parassitaria che si verifica negli esseri umani. Enterobiasi, i cui sintomi si manifestano nelle lesioni intestinali, prurito che si verifica nell'ano, e anche nella generale allergizzazione del corpo, è causata dall'esposizione a ossiuri, che, di fatto, sono gli agenti causali di questa malattia.

Con l'esercizio e la temperanza, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Le persone con il primo tipo di diabete hanno bisogno di un dosaggio costante di insulina. I pazienti con la malattia del secondo tipo di solito usano compresse speciali per abbassare i loro livelli di glucosio.

Il lavoro degli organi interni umani è regolato dal sistema ormonale, che è una struttura estremamente sottile - il minimo cambiamento nella sua funzione porta a gravi interruzioni dell'attività di tutto il corpo umano.

L'espettorato è un segreto patologico della mucosa dei bronchi e della trachea, derivante da varie malattie. Tuttavia, nell'analisi tradizionale dell'analisi, viene miscelato con lo scarico dal nasofaringe, così come la saliva dalla cavità orale.