Principale / Ghiandola pituitaria

Disfunzione ovarica nel periodo riproduttivo

Disfunzione ovarica - disturbi nel lavoro degli organi ormonali che si verificano sotto l'influenza di processi infiammatori o patologie endocrine.

La condizione porta alla mancanza di ovulazione e alla ridotta durata e regolarità del ciclo mestruale. Diventa troppo lungo (più di 36 giorni) o, al contrario, molto breve (meno di 21 giorni). I malfunzionamenti delle ovaie comportano il rischio di sanguinamento uterino, lo sviluppo di mastite, fibromi uterini, sterilità.

Cause di patologia

Un normale ciclo mestruale dura da 21 a 36 giorni con una perdita di sangue non superiore a 100-150 ml. La mancanza di regolari mestruazioni nelle donne in età fertile (18-45 anni), così come la comparsa di sanguinamento nel mezzo del ciclo - i principali segni di un grave malfunzionamento del corpo. La patologia non si applica a malattie indipendenti, ma indica violazioni nel sistema riproduttivo.

Le cause della disfunzione ovarica sono le seguenti:

  • infiammazione delle ovaie, delle loro appendici o dell'utero causate da malattie virali e infettive;
  • tumori ormonali di origine benigna (mioma) o maligna, endometriosi;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • anomalie nel sistema endocrino (malattie della tiroide, ghiandole surrenali, diabete);
  • aborto artificiale frequente, in particolare il primo aborto è irto di conseguenze;
  • installazione impropria del dispositivo intrauterino;
  • disturbi a livello dell'ipotalamo-ghiandola pituitaria, responsabili della produzione dell'ormone;
  • grave malattia renale, cancro del sangue.

Oltre ai motivi elencati, gli stress a lungo termine che portano all'esaurimento fisico e mentale, salti di peso, bruschi cambiamenti nelle condizioni climatiche e l'assunzione di determinati farmaci possono essere fattori stimolanti.

Forme di disturbi disfunzionali

La disfunzione ormonale delle ovaie si verifica anche a causa di lesioni e interventi chirurgici sugli organi pelvici. La condizione patologica si manifesta a causa della prolungata inosservanza delle norme di igiene personale, abuso o dittatura impropria, lesioni da radiazioni.

Anomalie patologiche nel lavoro degli organi si verificano a qualsiasi età: negli adolescenti, nelle donne in età riproduttiva, durante la menopausa.

Forma anovulatoria di patologia

Il sintomo principale è un'assenza prolungata (a volte fino a sei mesi) delle mestruazioni. Le cause possono essere lesioni cerebrali, malattie infettive (influenza, morbillo, rosolia). In questo caso, c'è una forma anovulatoria di disfunzione. Nelle ragazze e nelle donne, il periodo della menopausa è naturale e non richiede trattamento.

Non sempre un ritardo nelle mestruazioni in un adolescente indica una patologia. Per molte ragazze, il ciclo mestruale regolare non viene stabilito entro 2 anni dall'inizio del primo periodo mestruale. Tuttavia, se il processo non si è stabilizzato per diversi anni o dopo aver raggiunto l'età adulta, è ovvio che c'è una violazione che deve essere risolta il prima possibile. La ragazza dovrebbe essere mostrata al ginecologo pediatrico.

Nelle donne adulte, il ciclo anovulatorio è caratterizzato da menomazioni nel processo di maturazione dell'uovo. Fallimento dell'ovulazione porta a interruzioni durante le mestruazioni e l'incapacità di una donna di concepire un bambino. La disfunzione follicolare ovarica è causata dalla eccessiva lunga maturazione del follicolo, senza il quale l'ovulazione è impossibile.

Disfunzione Opsaria

Porta ad un aumento delle pause tra le mestruazioni da 36 giorni a 3 mesi o più e inoltre rende problematica la gravidanza. In questi casi, c'è l'emergere di eccesso di peso, l'acne nel petto e la schiena, sviluppando la crescita dei capelli sul tipo maschile. Tali violazioni sono spesso ereditarie.

Disturbi disfunzionali del periodo premenopazale

Si manifestano sanguinamento uterino, il rischio di tumori ormonali negli organi genitali. Il sanguinamento uterino più pericoloso, che dura più di una settimana con una perdita di sangue superiore a 150 ml. Questa condizione porta inevitabilmente allo sviluppo di un'anemia grave.

Disfunzione ovarica climaterica

Arriva all'età di 45-55 anni ed è una naturale cessazione delle loro attività. In questo periodo, possono verificarsi periodici vampate di calore e arrossamento della pelle, accompagnate da grave sudorazione, mal di testa, sbalzi d'umore, secchezza della mucosa vaginale.

Tali cambiamenti legati all'età sono inevitabili, ma la terapia ormonale sostitutiva aiuta a ridurre le manifestazioni della sindrome climaterica. A volte i segni di sbiadire normale lavoro ovarico già in 40-45 anni, e anche prima. In questo caso, stiamo parlando di menopausa precoce causata da ipertensione, obesità, diabete, malattie del sistema nervoso centrale, disturbi endocrini.

sintomi

I sintomi della disfunzione ovarica possono essere diversi, ma tutti sono in qualche modo connessi con evidenti violazioni della regolarità del ciclo mestruale. Ciò è dovuto alla mancanza di ovulazione o fallimento del ciclo ovulatorio in una direzione maggiore o minore.

Sulle violazioni nell'attività delle ovaie indicare:

  • scarse o, al contrario, periodi abbondanti, la loro irregolarità o assenza per diversi mesi;
  • aborto spontaneo ripetuto o incapacità di rimanere incinta;
  • dolore di tirare o crampi a metà del ciclo mensile o poco prima del suo inizio;
  • salti di pressione sanguigna;
  • instabilità psicologica, irritabilità, aggressività, che aumentano prima dell'inizio delle mestruazioni;
  • l'obesità;
  • pelle grassa, incline ad acne;
  • letargia generale, debolezza, deterioramento di capelli e unghie.

Il più spesso, la disfunzione ovarica del periodo riproduttivo fa consultare il medico. La ragione principale che porta una donna a un ginecologo è l'incapacità di diventare madre.

diagnostica

La diagnosi richiede un attento esame e conferma con metodi moderni.

Il complesso di misure diagnostiche include:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • test della glicemia;
  • esame sulla sedia da parte di un ginecologo;
  • tiene elettrocardiografia;
  • test per la determinazione di infezioni genitali e infiammazioni;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici, delle ghiandole surrenali, della tiroide;
  • misurazione della temperatura corporea basale;
  • lo studio dei livelli ormonali (livello di prolattina, progesterone, estrogeno);
  • Radiografia del cranio, risonanza magnetica e TC del cervello - in presenza di prove;
  • curettage dell'utero per la diagnosi e esame istologico del materiale.

La selezione delle misure diagnostiche viene eseguita individualmente. Gli studi di cui sopra sono nominati se vi è la necessità di altre indicazioni.

Il modo più semplice disponibile per ogni donna è misurare la temperatura corporea basale. È determinato nel retto al mattino per alzarsi dal letto.

L'ovulo è pronto per la fecondazione verso la metà del ciclo mestruale. Nel corso di diversi giorni, l'ovulazione stimata è misurata dalla temperatura basale, che dovrebbe essere di circa 0,5 gradi più alta del solito. Se la temperatura non aumenta, c'è un motivo per diagnosticare un malfunzionamento delle ovaie.

L'esame da parte di un ginecologo è necessario per l'analisi del muco vaginale. Nei giorni dell'ovulazione, la sua quantità e la sua natura cambiano. Se non ci sono tali cambiamenti, questa è la prova di una quantità insufficiente di estrogeni.

La diagnostica ad ultrasuoni determina la dimensione delle ovaie, la loro struttura, la presenza di cisti, tumori e infiammazioni, che possono essere causa di disturbi alle ovaie. L'analisi del background ormonale stabilisce la conformità con la norma degli indicatori di tali ormoni come gli estrogeni, la gonadotropina corionica, la prolattina, l'ormone feno-stimolante.

Le donne con sospetta disfunzione ovarica devono essere testate per i livelli dell'ormone tiroideo e degli ormoni surrenali.

I pazienti con disturbo cronico disfunzionale devono essere regolarmente monitorati da un ginecologo ed endocrinologo con visite mediche almeno 2-3 volte l'anno.

effetti

La disfunzione ovarica come base di varie patologie di natura ginecologica porta spesso a complicazioni e conseguenze. Questi possono essere:

  • sanguinamento uterino;
  • la comparsa di tumori benigni (fibromi, fibroidi) dell'utero;
  • cancro dell'endometrio;
  • tumori maligni delle ghiandole mammarie;
  • la comparsa di caratteristiche sessuali maschili secondarie (pelosità del maschio, muscoli maschili, grossolanità della voce);
  • infertilità;
  • estinzione della libido;
  • atrofia genitale;
  • disturbi endocrini, nervosi e cardiovascolari.

La violazione delle ovaie richiede un trattamento, anche se non provoca disagio significativo e procede senza sintomi gravi.

trattamento

Il trattamento della patologia deve essere effettuato dal ginecologo e dall'endocrinologo.

  • Con sanguinamento

Il sanguinamento causato da una disfunzione ovarica il più delle volte induce una donna a cercare un aiuto medico. Il trattamento di questa condizione dovrebbe essere immediato, poiché una significativa perdita di sangue porta ad un forte calo dei livelli di emoglobina e può minacciare non solo la salute, ma anche la vita di una donna.

Prima di tutto, l'utero viene raschiato e raschiato per l'esame istologico. In futuro, è necessario prescrivere farmaci che aiutano a fermare il sanguinamento. Allo stesso tempo, sono necessarie una serie di misure per prevenire l'ulteriore sviluppo dell'anemia. Sono prescritti preparati di ferro, una dieta speciale, in alcuni casi una trasfusione di sangue.

Dopo aver interrotto il sanguinamento uterino mostra la nomina di contraccettivi orali. Sono necessari per ripristinare il ciclo mestruale e normalizzare lo sfondo ormonale del paziente. Questa fase di trattamento è piuttosto lunga e può variare da 2-3 mesi a sei mesi.

  • Processo infiammatorio e malattie sessualmente trasmissibili

Se la patologia delle ovaie è causata da processi infiammatori o malattie trasmesse sessualmente, viene effettuata una terapia antibatterica e antinfiammatoria.

Il processo di trattamento tiene conto della psicosomatica della malattia. In alcuni casi, gli stress psicoemotivi, l'affaticamento cronico e le depressioni protratte diventano fattori scatenanti della patologia. Per stabilizzare lo stato mentale ed emotivo, sono prescritte vitamine, integratori alimentari, medicinali omeopatici, fisioterapia, agopuntura e nutrizione. In alcuni casi, la consulenza è consigliata psicoterapeuta.

In presenza di tumori, aderenze nelle tube di Falloppio, polipi e cisti, l'intervento chirurgico è possibile per rimuovere i tumori con un ulteriore periodo di riabilitazione.

Come trattare la disfunzione con farmaci ormonali?

Sono necessari per stimolare la produzione dei propri ormoni, senza i quali l'ovulazione è impossibile. Solo un medico può sviluppare un regime terapeutico per l'assunzione di tali farmaci, l'auto-prescrizione di tali farmaci peggiora solo la situazione e pertanto è inaccettabile.

La terapia ormonale comprende preparazioni di estrogeni (Estradiolo, Estron), complessi anti-estrogeni (Clomifene), gestageni (Klitonorm, Utrotestan).

I farmaci sono prescritti sotto forma di compresse e iniezioni intramuscolari.

Duphaston

Uno dei farmaci più efficaci per la normalizzazione del ciclo mestruale, sviluppato sulla base del didrogesterone. La durata del consueto ciclo di trattamento è di 3-6 mesi con l'assunzione di pillole da 11 a 25 giorni del ciclo. Il principio attivo attivo del rimedio compensa la carenza di progesterone nel corpo.

Il farmaco ha un piccolo numero di controindicazioni, occasionalmente possono verificarsi effetti collaterali (mal di testa, prurito e rash, disfunzione epatica, gonfiore delle estremità).

Ovariamin

Appartiene alle droghe combinate della nuova generazione. Questo è un integratore alimentare biologico che promuove la rivitalizzazione delle ovaie. La composizione comprende sostanze riciclate estratte dalle ovaie degli animali.

Per le donne in età fertile, il rimedio è prescritto per cicli anaerobici ripetuti frequentemente, sterilità di genesi inspiegabile, dopo un uso prolungato di contraccettivi orali, disturbi mestruali e periodi mensili mediocri.

Il corso del trattamento è di 20 giorni con un apporto giornaliero di 4 compresse diviso in 2 volte. Lo schema esatto di trattamento prescritto dal medico. Il farmaco non ha praticamente controindicazioni ed effetti collaterali (tranne che per l'intolleranza individuale dei suoi componenti).

Medicina popolare

Il trattamento farmacologico della disfunzione ovarica può essere supportato con successo dall'uso competente dei rimedi popolari. Molte erbe medicinali hanno un effetto emostatico, antinfiammatorio e antibatterico. Il trattamento dei rimedi popolari comporta la ricezione interna di decotti, imbianchini, una combinazione di questi due metodi.

Considerare alcune ricette per il trattamento con decotto di erbe:

  1. Una miscela di trifoglio di erba e fiori di farfara in ragione di 1:10 versare acqua bollente, riposare per un quarto d'ora a bagnomaria. Prendete il brodo risultante tre volte al giorno per mezzo bicchiere.
  2. Due cucchiai di foglie di wintergreen vengono versati con due bicchieri di vodka e lasciati per due settimane in un luogo buio. Prendi più volte al giorno per 30-40 gocce.
  3. Una miscela di bacche di sorbo, erbe, borsa del pastore, origano e trifoglio, così come coni di luppolo, viene macinata, fatta bollire con acqua bollente, e lasciata riposare per tutta la notte. La tintura risultante si beve prima dei pasti 3-4 volte al giorno.

Per preparare i brodi per l'uso di douching:

  • miscele di affluenti e centauri;
  • foglie di mirtillo;
  • una miscela di camomilla, erba trifoglio e assenzio.

Preparato miscela tritata versare acqua bollente, insistere per un'ora o due e filtrare. Il decotto risultante può essere utilizzato per la pulizia o clisteri. La procedura di pulizia è meglio fare prima di coricarsi. L'abuso di questa manipolazione non è necessario, perché durante la sua attuazione c'è una rapida lisciviazione della microflora benefica della vagina.

Prima di utilizzare il trattamento dei rimedi popolari è necessario consultare il proprio medico. È impossibile eliminare la patologia delle ovaie con le sole erbe, possono essere considerate solo come trattamento aggiuntivo.

Probabilità di gravidanza

Rimanere incinta di questa patologia non è possibile senza un adeguato trattamento. Anche se la gravidanza arriva, finisce in aborto. I problemi al concepimento sorgono anche dopo un aborto mancato, la cui causa era la disfunzione che si è sviluppata durante il trasporto del bambino. Allo stesso tempo, la terapia medica opportunamente scelta dà risultati positivi.

Per ripristinare il ciclo mestruale prescrivere farmaci antiestrogeni, che vengono assunti nella prima fase del ciclo da 5 a 9 giorni. Il loro compito principale è quello di stimolare la maturazione del follicolo per l'ovulazione normale. Allo stesso tempo, il paziente è sottoposto a un'ecografia per controllare la velocità e il grado di maturazione del follicolo. Tali ultrasuoni di controllo devono andare almeno 2-3 in un ciclo.

Nella fase successiva del trattamento, al paziente viene iniettata gonadotropina corionica, che contribuisce al rilascio dell'uovo maturo e al suo movimento nella tuba di Falloppio. Per altri tre mesi, una donna dovrebbe assumere farmaci con un alto livello di progesterone.

Il trattamento è piuttosto lungo, ma nella maggior parte dei casi dà risultati positivi. Il rispetto dello schema di trattamento consente al 90% delle donne di ripristinare con successo il ciclo mestruale e la capacità di concepire. Al fine di evitare il ripetersi del problema dopo il parto, una donna dovrebbe regolarmente, almeno due volte l'anno, essere osservata da un medico.

prevenzione

Per evitare lo sviluppo di patologie aiuterà il trattamento tempestivo dei processi infiammatori negli organi pelvici, l'igiene personale, la corretta somministrazione di contraccettivi ormonali.

Una donna dovrebbe fare regolarmente la sua visita al ginecologo, anche con buona salute. Il rifiuto di cattive abitudini, una protezione competente, escluso l'aborto, uno stile di vita sano e un atteggiamento positivo sono sempre favorevoli alla salute e al buonumore.

Disfunzione ovarica: sintomi e metodi di trattamento

È possibile sospettare che una donna abbia una disfunzione ovarica a causa di sanguinamento mestruale e sfondamento irregolare nel mezzo del ciclo. La disfunzione è una condizione in cui il processo di produzione di ormoni nella ghiandola pituitaria è interrotto. Nel periodo riproduttivo, la violazione della funzione ovarica porta a un deterioramento della condizione generale e alla comparsa di anovulazione.

Disfunzione in diversi periodi di età

Il più delle volte, l'interruzione degli organi che producono ormoni, si osserva nelle donne tra 30 e 45 anni. Ma la disfunzione ormonale delle ovaie può verificarsi a qualsiasi età. I medici non considerano la disfunzione una malattia indipendente, la comparsa di insuccessi indica la progressione di patologie infiammatorie, endocrine o di altro tipo. Eliminando la causa sottostante, puoi sbarazzarti della disfunzione.

Responsabile del lavoro degli ormoni ovarici, che sono prodotti nel lobo anteriore dell'ipofisi:

  • ormone follicolo-stimolante, sotto l'influenza di cui i follicoli crescono e maturano nelle ovaie.
  • ormone luteinizzante, che fornisce le mestruazioni cicliche;
  • prolattina, che è responsabile della produzione di latte dopo il parto, blocca l'ovulazione.

Se il loro equilibrio è disturbato, il ciclo diventa irregolare. L'ovulo non esce dalle ovaie, la donna ha un eccesso di carenza di estrogeni e progesterone nel corpo.

Disfunzione ovarica del periodo riproduttivo

Segni di disfunzione ovarica nelle donne compaiono principalmente in età riproduttiva. Possono essere associati a una violazione del processo di produzione di estrogeni e di altri ormoni. Di conseguenza, l'ovulazione femminile scompare, la gravidanza diventa impossibile.

Scopri quali sono le ragioni che hanno portato allo sviluppo della disfunzione anovulatoria delle ovaie in età riproduttiva, è possibile solo dopo un esame completo e la verifica dei livelli ormonali.

Disfunzione ovarica climaterica

Nel periodo di premenopausa, si verificano gravi cambiamenti nel corpo. Il processo di produzione degli ormoni sta cambiando, il contenuto di estrogeni è significativamente ridotto. Tali cambiamenti provocano lo sviluppo di disfunzioni delle gonadi.

Nel periodo di premenopausa, devi visitare regolarmente un ginecologo. Le violazioni del ciclo possono verificarsi non solo a causa dell'estinzione della funzione ovarica. I fallimenti possono essere innescati dalla disfunzione delle ovaie del tardo periodo riproduttivo e non dalla menopausa. Le violazioni si sviluppano spesso sullo sfondo di tumori, cisti ovariche.

Disfunzione ovarica in un adolescente

Dopo l'istituzione del ciclo mestruale, le ragazze possono avvertire segni di disfunzione. Responsabile del processo di completa maturazione e del normale funzionamento delle ovaie, l'utero ha due sezioni del cervello: l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria. Sotto l'influenza di sostanze prodotte dall'ipotalamo e trasmesse alla ghiandola pituitaria, inizia il processo di produzione degli ormoni sessuali.

Quando compaiono interruzioni nel funzionamento di questo sistema, è importante esaminare l'adolescente e identificare la causa dei disturbi. In precedenza si riteneva che il ciclo potesse essere installato per diversi anni. I medici non vedevano motivo di preoccupazione, anche se fino all'età di 20 anni la ragazza non aveva periodi regolari. I medici moderni ritengono che ignorare la disfunzione giovanile può portare alla sterilità.

Disfunzione ovarica e gravidanza

Nei pazienti con disfunzione ovarica diagnosticata, la gravidanza può manifestarsi solo dopo un trattamento prolungato. In effetti, una delle manifestazioni di questa patologia è una violazione dell'ovulazione, fino alla sua completa assenza.

A seconda della situazione, il medico può prescrivere farmaci che stimolano il processo di rilascio dell'uovo, i farmaci necessari per la normalizzazione dei livelli ormonali.

Cause di disfunzione ovarica

Identificare la causa del malfunzionamento del sistema riproduttivo non è sempre facile. Tra i fattori che causano errori, ci sono:

  • malattie degli organi riproduttivi;
  • processi infiammatori negli organi del sistema urogenitale;
  • malfunzionamento degli organi endocrini;
  • aborto (aborto, aborto spontaneo);
  • esaurimento del corpo sotto l'influenza di stress, stanchezza fisica o psicologica, organizzazione impropria del sonno e del riposo.

Tra le malattie degli organi riproduttivi, contro le quali ci sono segni di disfunzione ovarica, emettono:

  • endometriosi;
  • adenomiosi;
  • cancro dell'utero, cervice, ovaie;
  • fibromi dell'utero.

In molte donne, l'aspetto della patologia è causato da processi infiammatori infettivi:

Queste malattie possono svilupparsi a causa dell'ingresso di microrganismi patogeni da altri organi attraverso la linfa e il sangue. Forse la comparsa di infiammazione a causa dell'indebolimento del corpo durante l'ipotermia, frequenti raffreddori. In alcuni casi, i problemi si sviluppano a causa del mancato rispetto delle regole igieniche da parte delle donne.

Quando viene rilevata una disfunzione ovarica, i medici raccomandano di testare il sistema endocrino. I problemi possono verificarsi a causa di malattie delle ghiandole surrenali, della tiroide, del diabete, dell'obesità.

La sospensione anticipata della gravidanza (compresi aborti, interruzioni durante l'impianto ectopico dell'embrione) porta ad un brusco cambiamento nei livelli ormonali. Ciò potrebbe in futuro portare all'interruzione della produzione di ormoni e anovulazione. A volte si sviluppa disfunzione ovarica dopo taglio cesareo.

I sintomi della disfunzione ovarica nelle donne

La disfunzione sospetta può essere per i seguenti motivi:

  • scarico durante le mestruazioni abbondante o, al contrario, scarso;
  • dolore che può apparire una settimana prima della data prevista delle mestruazioni;
  • sanguinamento uterino aciclico (a partire da 1-2 settimane prima del ciclo mestruale);
  • durata del ciclo inferiore a 20-22 o superiore a 38-40 giorni;
  • durata delle mestruazioni 7 giorni o più;
  • sindrome premestruale pronunciata, che si manifesta con irritabilità o apatia, pianto, letargia;
  • amenorrea (assenza di mestruazioni per 6 mesi o più).

Accompagnato da disfunzione ovarica, irritabilità eccessiva, mal di testa, disturbi dispeptici.

diagnostica

Il ginecologo o ginecologo-endocrinologo può diagnosticare la disfunzione ovarica. Prima di tutto, il dottore deve prendere l'anamnesi, ascoltare reclami, condurre un esame ginecologico. È importante escludere lo sviluppo di processi tumorali e gravidanza ectopica.

Per identificare la disfunzione ovarica prescrivere:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici, tiroide, ghiandole surrenali;
  • analisi per verificare lo sfondo ormonale (prolattina, FSH, LH, estrogeni, progesterone);
  • test che possono essere utilizzati per valutare il lavoro delle ghiandole surrenali e della tiroide;
  • secrezioni vaginali di bakposev sulla microflora;
  • Diagnostica della PCR per identificare le infezioni genitali;
  • RM, radiografia del cranio, TAC del cervello per escludere lesioni della ghiandola pituitaria;
  • elettroencefalografia per valutare lo stato funzionale del cervello, identificare i cambiamenti patologici;
  • isteroscopia con biopsia cervicale;
  • curettage diagnostico dell'utero per l'istologia endometriale.

Tutte queste procedure diagnostiche sono opzionali.

Disfunzione ovarica: codice ICD 10

In accordo con la classificazione internazionale delle malattie della disfunzione ovarica, è stato assegnato il codice E28:

  • E28.0 è dato con un eccesso di estrogeni;
  • E28.1 - con eccesso di androgeni;
  • E28.2 - in caso di sindrome dell'ovaio policistico;
  • E28.3 - con insufficienza ovarica primaria;
  • E28.8 - con altri tipi di disfunzione;
  • E28.9 - con disfunzione ovarica non specificata.

Quando si effettua una diagnosi, è importante escludere l'insufficienza ovarica, che è comparsa dopo le procedure mediche e l'insufficienza gonadotropica isolata.

Posso rimanere incinta con disfunzione ovarica

I pazienti con disfunzione ovarica diagnosticata dovrebbero pianificare la gravidanza sotto la supervisione di un ginecologo-endocrinologo. Quando si identifica la causa principale della malattia, la sua eliminazione, è possibile ottenere la normalizzazione del ciclo e la comparsa dell'ovulazione. Alcuni pazienti sono agenti prescritti che stimolano la crescita dei follicoli e il rilascio dell'uovo. Dopo l'ovulazione, il progesterone è necessario per aumentare la probabilità di gravidanza.

Con il giusto approccio al trattamento della disfunzione ovarica, in quasi il 90% dei casi è possibile normalizzare la condizione e ottenere una gravidanza. Quanto prima inizia la terapia, maggiore è la probabilità di un esito favorevole.

Come trattare la disfunzione ovarica

La tattica della terapia dovrebbe mirare ad eliminare le cause dei fallimenti, ripristinando i normali livelli ormonali. A seconda della gravità del possibile trattamento in ospedale oa casa.

Se una donna si rivolge a un ginecologo con problemi di sanguinamento, può sottoporsi a cure mediche e diagnostiche. Dopo questo, è importante che venga prescritta un'adeguata terapia emostatica. Il medico seleziona i mezzi con cui è possibile ridurre la perdita di sangue e prevenire lo sviluppo di sanguinamento in futuro.

Il medico prescrive un trattamento mirato alla normalizzazione del ciclo mestruale e al ripristino dei normali livelli ormonali. Oltre alla terapia farmacologica, un ginecologo può raccomandare metodi di trattamento tradizionali. La loro combinazione aumenta le possibilità di miglioramento nel più breve tempo possibile.

Come trattare i rimedi popolari di disfunzione ovarica

In programma di iniziare il trattamento con rimedi erboristici, dovresti consultare un ginecologo. Nei processi infiammatori cronici, viene prescritta la tintura, preparata da:

  • fiori di calendula;
  • trifoglio;
  • boro utero;
  • Chernogolovka;
  • madre e matrigna;
  • achillea;
  • poligono.

Le piante sono mescolate in quantità uguali. 50 g della miscela devono essere versati 0,5 vodka e insistono per 14 giorni al buio. Prendi lo strumento dovrebbe essere 40 gocce due volte al giorno. In caso di patologie tiroidee, l'erba di potentilla bianca viene aggiunta alla miscela.

I pazienti con disturbi ormonali, malfunzionamenti dell'ipofisi e delle ovaie sono raccomandati per bere l'infuso infuso. Per preparare 1 cucchiaio di foglie secche versare un bicchiere di acqua bollente. Beva l'infusione dovrebbe essere 100 ml due volte al giorno. La durata del ciclo di trattamento raccomandato è di un mese.

Trattamento della disfunzione ovarica con farmaci

In assenza di condizioni che richiedono un intervento medico urgente, il medico deve inviare il paziente per l'esame. Il trattamento è prescritto solo dopo che la diagnosi è stata chiarita e sono state determinate le cause della disfunzione.

Nell'individuare le malattie infettive, viene prescritto un trattamento specifico per eliminare i microrganismi patogeni. Se viene rilevata una malattia trasmessa sessualmente, allora il trattamento viene prescritto non solo per la donna, ma anche per il suo partner sessuale. Complessi vitaminici spesso prescritti, immunostimolanti, farmaci antinfiammatori.

Per prevenire lo sviluppo di sanguinamento, da 16 a 25 giorni ciclo farmaci prescritti che aumentano il livello di progesterone. Può usare Utrogestan o Duphaston. Alle donne che non pianificano una gravidanza vengono prescritti contraccettivi orali.

Se l'esame ha rivelato problemi con la ghiandola tiroidea, le ghiandole surrenali, l'ipotalamo, sono prescritti i farmaci necessari per la terapia, compresi gli agenti ormonali. Il trattamento è diretto alla normalizzazione dei livelli ormonali. Per le malattie della tiroide, L-tiroxina, Eutirox può essere scaricata, se la ghiandola pituitaria e il malfunzionamento dell'ipotalamo, Metontropin può essere scaricato.

Dopo aver eliminato o ridotto l'effetto negativo della causa sottostante che ha causato la disfunzione, il medico può raccomandare di stimolare l'ovulazione con i bloccanti di estrogeni. Ad esempio, il 5 ° giorno del ciclo, il ginecologo prescrive Clomifen 50 mg al giorno in un corso di 5 giorni. In assenza della reazione desiderata, la dose viene aumentata a 150 mg, il corso viene esteso a 10 giorni.

Se, come risultato dell'ovulazione stimolante, è stato possibile ottenere un follicolo con diametro superiore a 18 mm e uno spessore dell'endometrio di 8-10 mm, quindi viene iniettato HCG. L'ormone è necessario perché il follicolo esploda e l'uovo esca. Durante la fase 2, è necessario bere farmaci che regolano il livello di progesterone.

Effetti della disfunzione ovarica

Ignorare i segni della malattia può portare allo sviluppo di gravi conseguenze. I più pericolosi di loro sono:

  • infertilità;
  • displasia cervicale;
  • cancri degli organi riproduttivi;
  • endometriosi;
  • fibromi;
  • carcinoma mammario.

Le donne che riescono a rimanere incinta di disfunzione possono sviluppare aborti ricorrenti.

Recensioni

La disfunzione ovarica può iniziare a qualsiasi età. Per la rilevazione tempestiva della patologia per le ragazze, le donne, è importante monitorare la regolarità delle mestruazioni, la quantità di dimissione. Se si verificano deviazioni, il sanguinamento si verifica a metà del ciclo, è necessaria una visita non programmata al ginecologo. Puoi capire le sfumature di questa condizione patologica guardando il video:

Sanguinamento da disfunzione ovarica

Sanguinamento uterino disfunzionale

Sanguinamento uterino disfunzionale (abbreviazione adottata - DMK) sono la principale manifestazione della sindrome da disfunzione ovarica. Il sanguinamento uterino disfunzionale è caratterizzato da acicicità, ritardo prolungato del ciclo mestruale (1,5-6 mesi) e perdita di sangue prolungata (più di 7 giorni). Vi sono disfunzionali periodi di sanguinamento uterino giovanile (12-18 anni), riproduttivo (18-45 anni) e menopausa (45-55 anni). Il sanguinamento uterino è una delle più frequenti patologie ormonali dei genitali femminili.

Il sanguinamento uterino disfunzionale giovanile è solitamente causato dalla mancanza di formazione della funzione ciclica dell'ipotalamo-ipofisi-ovaio-utero. In età fertile, i processi infiammatori del sistema riproduttivo, le malattie delle ghiandole endocrine, l'aborto, lo stress ecc. Sono cause comuni di disfunzione ovarica e sanguinamento uterino.

Sulla base della presenza o dell'assenza di ovulazione, si distinguono i sanguinamenti uterini ovulatori e anovulatori, che sono circa l'80%. Il quadro clinico del sanguinamento uterino a qualsiasi età è caratterizzato da un sanguinamento prolungato che appare dopo un significativo ritardo delle mestruazioni ed è accompagnato da segni di anemia: pallore, vertigini, debolezza, cefalea, affaticamento, diminuzione della pressione sanguigna.

Meccanismo di sviluppo MQD

Sanguinamento uterino disfunzionale si sviluppa a seguito di alterata regolazione ormonale della funzione ovarica del sistema ipotalamico-ipofisario. La secrezione alterata di ormoni gonadotropici (follicolo-stimolanti e luteinizzanti) della ghiandola pituitaria, stimolando la maturazione e l'ovulazione del follicolo, porta a interruzioni nella follicologenesi e nella funzione mestruale. Allo stesso tempo, nell'ovaio, il follicolo non matura (atresia follicolare), o matura, ma senza ovulazione (la persistenza del follicolo) e, quindi, non forma un corpo giallo. In entrambi i casi, il corpo è in uno stato di iperestrogenia, cioè l'utero è influenzato dagli estrogeni, poiché il progesterone non viene prodotto in assenza del corpo luteo. Il ciclo uterino è rotto: c'è una crescita eccessiva a lungo termine dell'endometrio (iperplasia), e quindi il suo rifiuto, che è accompagnato da abbondante e prolungato sanguinamento uterino.

La durata e l'intensità del sanguinamento uterino sono influenzate da fattori emostatici (aggregazione piastrinica, attività fibrinolitica e capacità vascolare spastica), che sono alterati dalla DMK. L'emorragia uterina può fermarsi da sola dopo un tempo indefinitamente lungo, ma, di regola, si ripresenta, quindi il principale compito terapeutico è prevenire la ricorrenza di MQD. Inoltre, l'iperestrogenismo nel sanguinamento uterino disfunzionale è un fattore di rischio per lo sviluppo di adenocarcinoma, fibromi uterini, mastopatia fibrocistica, endometriosi e carcinoma mammario.

Nel periodo giovanile (puberale), il sanguinamento uterino si verifica più spesso di un'altra patologia ginecologica - in quasi il 20% dei casi. La violazione della formazione della regolazione ormonale a questa età è favorita da lesioni fisiche e mentali, cattive condizioni di vita, superlavoro, ipovitaminosi, disfunzione della corteccia surrenale e / o ghiandola tiroidea. Il ruolo provocatorio nello sviluppo del sanguinamento uterino giovanile gioca anche infezioni infantili (varicella, morbillo, parotite, pertosse, rosolia), infezioni respiratorie acute, tonsillite cronica, complicazioni della gravidanza e del parto nella madre, ecc.

diagnostica

Nella diagnosi di sanguinamento uterino giovanile sono presi in considerazione:

  • dati storici (data del menarca, ultima mestruazione e inizio del sanguinamento)
  • sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie, sviluppo fisico, età ossea
  • livelli di emoglobina e fattori di coagulazione del sangue (emocromo completo, piastrine, coagulogramma, indice di protrombina, tempo di coagulazione e tempo di sanguinamento)
  • livelli di ormoni (prolattina, LH, FSH, estrogeni, progesterone, cortisolo, testosterone, T3, TSH, T4) nel siero del sangue
  • opinione degli esperti: consultazione con un ginecologo, endocrinologo, neurologo, oftalmologo
  • indicatori della temperatura basale nel periodo tra le mestruazioni (ciclo mestruale monofasico caratterizzato da una temperatura basale monotona)
  • lo stato dell'endometrio e delle ovaie sulla base dei dati degli ultrasuoni degli organi pelvici (utilizzando un sensore rettale in vergini o vaginali - nelle ragazze che fanno sesso). Un ecogramma delle ovaie nel sanguinamento uterino giovanile mostra un aumento del volume delle ovaie durante il periodo intermestruale
  • stato del sistema ipotalamico-ipofisario di regolazione secondo la radiografia del cranio con proiezione della sella turca, echoencephalography, EEG, CT o MRI del cervello (al fine di escludere le lesioni tumorali dell'ipofisi)
  • Ultrasuoni della tiroide e delle ghiandole surrenali con dopplerometria
  • Controllo ad ultrasuoni dell'ovulazione (per visualizzare atresia o persistenza del follicolo, follicolo maturo, ovulazione, formazione del corpo luteo)
trattamento

La prima priorità nel trattamento del sanguinamento uterino è le misure emostatiche. Ulteriori tattiche di trattamento volte a prevenire il sanguinamento uterino ricorrente e la normalizzazione del ciclo mestruale. La moderna ginecologia ha nel suo arsenale diversi modi per fermare il sanguinamento uterino disfunzionale, sia conservativo che chirurgico. La scelta del metodo di terapia emostatica è determinata dalle condizioni generali del paziente e dalla quantità di perdita di sangue. In caso di anemia moderata (con emoglobina superiore a 100 g / l), vengono utilizzati farmaci emostatici sintomatici (menadione, etamzilat, ascorutina, acido aminocaproico) e farmaci che riducono l'utero (ossitocina).

In caso di inefficacia dell'emostasi non ormonale, vengono prescritti preparati di progesterone (etinilestradiolo, etinilestradiolo, levonorgestrel, noretisterone). La localizzazione di solito si interrompe 5-6 giorni dopo la fine del trattamento. Emorragia uterina abbondante e prolungata con conseguente progressivo peggioramento (anemia grave con Hb inferiore a 70 g / l, debolezza, capogiri, svenimenti) sono un'indicazione per eseguire l'isteroscopia con un curettage diagnostico separato e un esame patologico della raschiatura. Controindicazioni per il curettage dell'utero è una violazione della coagulazione del sangue.

Parallelamente all'emostasi viene effettuata la terapia antianemica: preparati di ferro, acido folico, vitamina B12, vitamina C, vitamina B6, vitamina P, trasfusione di eritrociti e plasma fresco congelato. Un'ulteriore prevenzione del sanguinamento uterino include l'uso di preparati a gestazione a basso dosaggio (gestodene, desogestrel, norgestimato in combinazione con etinilestradiolo, didrogesterone, noretisterone). Nella prevenzione del sanguinamento uterino è anche importante indurimento generale, riabilitazione di focolai infettivi cronici e corretta alimentazione. Un'adeguata prevenzione e trattamento del sanguinamento uterino giovanile ripristina il funzionamento ciclico di tutti i reparti del sistema riproduttivo.

Nel periodo riproduttivo, sanguinamento uterino disfunzionale rappresenta il 4-5% di tutte le malattie ginecologiche. I fattori che causano disfunzione ovarica e sanguinamento uterino sono reazioni neuropsichiatriche (stress, superlavoro), cambiamenti climatici, rischi professionali, infezioni e intossicazione, aborti e alcuni farmaci che causano disturbi primari a livello del sistema ipotalamo-ipofisario. Le infezioni nelle ovaie portano a processi infettivi e infiammatori che contribuiscono all'ispessimento della capsula ovarica e riducono la sensibilità del tessuto ovarico alle gonadotropine.

diagnostica

Nella diagnosi di sanguinamento uterino, dovrebbero essere escluse patologie organiche dei genitali (tumori, endometriosi, lesioni traumatiche, aborto spontaneo, gravidanza ectopica, ecc.), Malattie degli organi ematopoietici, fegato, ghiandole endocrine, cuore e vasi sanguigni. Oltre ai metodi clinici generali per la diagnosi del sanguinamento uterino (cronologia, esame ginecologico), isteroscopia e curettage diagnostico separato dell'endometrio con esame istologico del materiale vengono utilizzati. Ulteriori misure diagnostiche sono le stesse del sanguinamento uterino giovanile.

trattamento

Le tattiche terapeutiche per il sanguinamento uterino del periodo riproduttivo sono determinate dai risultati del risultato istologico delle raschiature prese. Quando si verificano sanguinamenti ricorrenti, viene eseguita l'emostasi ormonale e non ormonale. In futuro, per la correzione della disfunzione identificata, viene prescritto un trattamento ormonale, che contribuisce all'insediamento della funzione mestruale, alla prevenzione delle recidive di sanguinamento uterino.

Il trattamento non specifico del sanguinamento uterino include la normalizzazione dello stato neuro-psicologico, il trattamento di tutte le malattie di fondo, la rimozione di intossicazione. Questo è facilitato da tecniche psicoterapeutiche, vitamine, sedativi. Con l'anemia sono prescritti integratori di ferro. Le emorragie uterine in età riproduttiva con terapia ormonale ri-selezionata o un determinato motivo possono verificarsi nuovamente.

Periodo di clima

motivi

Il sanguinamento uterino premenopausale si verifica nel 15% dei casi del numero di patologie ginecologiche delle donne in età menopausale. Con l'età, la quantità di gonadotropine rilasciata dall'ipofisi diminuisce, il loro rilascio diventa irregolare, causando una violazione del ciclo ovarico (follicologenesi, ovulazione, sviluppo del corpo luteo). Il deficit di progesterone porta allo sviluppo di iperestrogenia e proliferazione iperplastica dell'endometrio. Il sanguinamento uterino della menopausa nel 30% si sviluppa sullo sfondo della sindrome della menopausa.

diagnostica

Le caratteristiche della diagnosi del sanguinamento uterino della menopausa sono la necessità di differenziarle dalle mestruazioni, che a questa età diventano irregolari e fluiscono nel tipo di metrorragia. Per escludere la patologia che ha causato il sanguinamento uterino, l'isteroscopia è meglio fare due volte: prima e dopo il curettage diagnostico.

Dopo il curettage, durante l'esame dell'utero, si possono rilevare i siti di endometriosi, piccoli fibromi sottomucosi, polipi uterini. In rari casi, la causa del sanguinamento uterino diventa un tumore ormonale ovarico. Ultrasuoni, tomografia magnetica nucleare o computerizzata consentono di rilevare questa patologia. I metodi diagnostici di sanguinamento uterino sono comuni ai loro diversi tipi e sono determinati dal medico individualmente.

trattamento

La terapia per il sanguinamento uterino disfunzionale in menopausa ha lo scopo di sopprimere le funzioni ormonali e mestruali, cioè durante la menopausa. L'arresto dell'emorragia nel sanguinamento uterino della menopausa viene effettuato esclusivamente con il metodo chirurgico - mediante curettage terapeutico e diagnostico e isteroscopia. La tattica incerta e l'emostasi conservativa (soprattutto ormonale) sono errate. A volte viene eseguita una criodistruzione endometriale o una rimozione chirurgica dell'utero - amputazione supravaginale dell'utero, isterectomia.

Prevenzione di DMK

La prevenzione del sanguinamento uterino disfunzionale dovrebbe iniziare nella fase dello sviluppo fetale, cioè durante la gravidanza. Nell'infanzia e nell'adolescenza, è importante prestare attenzione alle misure di riparazione e di salute generale, alla prevenzione o al trattamento tempestivo delle malattie, in particolare del sistema riproduttivo e alla prevenzione dell'aborto.

Se la disfunzione e il sanguinamento uterino si sviluppano, allora ulteriori misure dovrebbero mirare a ripristinare la regolarità del ciclo mestruale e prevenire il ripetersi di sanguinamento. A questo scopo, viene mostrato lo scopo dei contraccettivi orali estrogeno-progestinici secondo lo schema: i primi 3 cicli - da 5 a 25 giorni, i successivi 3 cicli - da 16 a 25 giorni di sanguinamento mestruale. Preparazioni di progestinici puri (norcolute, duphaston) sono prescritti per il sanguinamento uterino dal 16 ° al 25 ° giorno del ciclo mestruale per 4-6 mesi.

L'uso di contraccettivi ormonali non solo riduce la frequenza degli aborti e l'insorgenza di squilibri ormonali, ma impedisce anche il successivo sviluppo di forme anovulatorie di infertilità, adenocarcinoma endometriale e tumori al seno. I pazienti con sanguinamento uterino disfunzionale dovrebbero essere nel dispensario del ginecologo.

Malattie ginecologiche - cause e sintomi di disfunzione ovarica

La disfunzione ovarica è ciò che provoca malattie che violano il ciclo mestruale e la funzione ormonale delle ovaie. Molte donne non prestano abbastanza attenzione a questo. La disfunzione ovarica può portare a infertilità e tumori. Non prendere la tua salute in modo irresponsabile.

Sintomi della disfunzione ovarica La durata delle mestruazioni varia da tre giorni a una settimana. Tra i giorni critici, l'intervallo è 21-35 giorni. Durante le mestruazioni, si perde fino a 100 ml. il sangue. La violazione di uno di questi parametri significa lo sviluppo di disfunzione ovarica - sanguinamento uterino disfunzionale. Nel corpo di una donna ci sono ormoni responsabili della funzione ormonale delle ovaie. Produce la loro ghiandola pituitaria, la principale ghiandola endocrina del corpo. Quando la formazione e il rilascio di ormoni sono disturbati, il ciclo mestruale fallisce, vale a dire l'assenza di ovulazione - il rilascio di uova mature. Senza l'ovulazione, il ciclo mestruale diventa inferiore e, di conseguenza, irregolare. · Disfunzione ovarica - C'è una scarica sanguinolenta negli intervalli tra i giorni critici, e le stesse mestruazioni diventano troppo deboli. · Disfunzione ovarica - Prima delle mestruazioni e nel mezzo del ciclo, possono comparire gravi dolori alla trazione nell'addome inferiore. A volte, si arrendono nella regione dell'anca o lombare. · Disfunzione ovarica - C'è un aumento della temperatura corporea. · Disfunzione ovarica - Pus può formarsi nelle ovaie. · Disfunzione ovarica - L'umore di una donna sta cambiando. Soffre molto le mestruazioni con forti sbalzi d'umore, apatia pronunciata, debolezza. · Disfunzione ovarica - La carnagione diventa pallida, le palpitazioni diventano più frequenti, compare il capogiro, diminuisce l'appetito.

· Disfunzione ovarica - Quando la malattia è in fase avanzata, le mestruazioni possono interrompersi.

Cause di disfunzione ovarica La causa della disfunzione sono disturbi endocrini o malattie della tiroide. Anche l'infiammazione delle ovaie si verifica raramente. Ciò accade a causa della mancanza di igiene adeguata, specialmente nella vita intima. Le ovaie possono essere danneggiate a causa di malattie delle tube di Falloppio, a causa di infezione dell'intestino con un'infezione che entra nelle ovaie attraverso i vasi sanguigni. Soffrono se gli altri genitali sono malati: l'utero e le appendici. Colpisce la presenza di disfunzione del tumore, fibromi, endometriosi. "L'armonia" nelle ovaie è disturbata quando una donna ha il diabete o l'obesità. Anche l'uso di alcuni farmaci non dà raramente dei fallimenti. Indebolisce il lavoro dello stress delle ovaie, uno stile di vita povero, depressione frequente. Se una donna si sposta da zone con un clima ad altre condizioni climatiche, si può anche avvertire una disfunzione. La causa della disfunzione ovarica è l'aborto, che è stato fatto in modo errato o il primo aborto nella vita di una donna.

Diagnosi della disfunzione ovarica Per trovare la causa della disfunzione ovarica, non è necessario rivolgersi a un semplice ginecologo, ma a un ginecologo - un endocrinologo. Fai un'ecografia dei genitali, della tiroide e delle ghiandole surrenali. Per superare i test per la presenza di tali infezioni come la candidosi, la clamidia e altri. Per fare questo, il paziente prende un tampone. Per scoprire lo stato dello sfondo ormonale, vengono effettuati altri test: esami del sangue e delle urine. Anche la ghiandola pituitaria viene sottoposta all'esame radiografico del cranio e della tomografia. L'elettroencefalogramma è necessario per identificare le cause della disfunzione. La raschiatura viene eseguita dalla cervice e dall'utero, che mostra le condizioni dell'utero dall'interno.

Trattamento della disfunzione ovarica È necessario ripristinare i disturbi ormonali, curare l'infezione e altre malattie associate. Se necessario, cambiare il modo di vivere, ad esempio, non rispondere emotivamente alle difficoltà. Forse saranno scritti integratori alimentari e vitamine. A volte, agopuntura prescritta, massaggio terapeutico. Come conseguenza del trattamento, il ciclo mestruale viene ripristinato.

Disfunzione ovarica Le donne che sviluppano questa patologia non si rendono immediatamente conto che la loro salute è in pericolo. Spesso credono che un leggero ritardo nelle mestruazioni o, al contrario, frequenti mestruazioni, un ciclo mestruale irregolare sia una caratteristica individuale del loro corpo. Tuttavia, in un normale ciclo mestruale, ci sono parametri difficili: la durata delle mestruazioni è da 3 a 7 giorni; intervallo tra le mestruazioni 21-35 giorni; perdita di sangue durante le mestruazioni 50-100 ml. È importante sapere che qualsiasi deviazione da questa norma è un segno di disfunzione ovarica.

Il sistema riproduttivo funziona normalmente solo se tutto il corpo è sano. La prima cosa che viene violata nelle donne in presenza di gravi malattie è mestruale e fertile. Pertanto, la disfunzione delle ovaie è più spesso un segnale di una malattia iniziale. Se non si presta attenzione in tempo, una piccola disfunzione delle ovaie e del ciclo mestruale può comportare gravi conseguenze.

Cause e sintomi della disfunzione ovarica La disfunzione ovarica è un concetto generale che si riferisce a una violazione della funzione ormonale delle ovaie. Questa patologia si manifesta o ritardando le mestruazioni per più di 35 giorni, seguita da sanguinamento per più di 7 giorni, o mestruazioni frequenti irregolari, che si susseguono a intervalli di tempo diversi (meno di 21 giorni). Tale sanguinamento è chiamato sanguinamento uterino disfunzionale. Le cause di questo disturbo sono piuttosto diverse: · difetti interni all'ovaio stesso (congeniti e acquisiti) · malattie endocrine concomitanti (della ghiandola tiroidea, delle ghiandole surrenali, dell'ipofisi, dell'ipotalamo); · Stress, nevrosi; · Malattie degli organi genitali (adenomiosi, tumori ovarici, mioma uterino, endometriosi, cancro della cervice, corpo dell'utero); · Violazione della posizione del dispositivo intrauterino, aborto (aborto medico, aborto spontaneo); · L'influenza di un numero di fattori naturali e fisici (cambiamenti climatici, esposizione eccessiva al sole, danni da radiazioni). Le donne con disfunzione ovarica possono essere disturbate da dolore addominale inferiore prima o durante sanguinamento, il più delle volte di natura tirata. Tuttavia, a volte il dolore è acuto, si diffonde in tutto l'addome, dà nella parte bassa della schiena. Quando la disfunzione ovarica è spesso pronunciata sindrome premestruale: letargia, apatia, pianto o, al contrario, irritabilità.

Se l'emorragia è abbondante e prolungata, a questi sintomi si aggiungono segni di anemia (riduzione dell'emoglobina e dei globuli rossi nel sangue) - compaiono pelle pallida e mucose visibili, aumento della frequenza cardiaca, mal di testa, vertigini, debolezza, sonnolenza, perdita di appetito.

Qualsiasi violazione del ciclo mestruale - una ragione per l'accesso immediato a un medico. A volte, la disfunzione ovarica può essere il primo segno di malattia grave asintomatica. L'ispezione permetterà di escludere condizioni che richiedono un intervento chirurgico immediato: gravidanza ectopica, malattie neoplastiche.

Alla base del verificarsi di tutti i sanguinamento uterino disfunzionale è una violazione della formazione e del rilascio di ormoni che regolano la funzione ormonale delle ovaie. Questi ormoni sono prodotti dalla ghiandola pituitaria1 e sono chiamati ormone follicolo-stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH) e prolattina (PRL). Ogni fase del ciclo mestruale è caratterizzata da un rapporto speciale del contenuto di questi ormoni. Questa è una condizione necessaria per la maturazione del follicolo, l'ovulazione e l'inizio della gravidanza. In caso di violazione della funzione ormonale delle ovaie, questo rapporto cambia. Con le manifestazioni iniziali di disfunzione ovarica, il processo di ovulazione è più spesso disturbato - non si verifica. Questa violazione è chiamata anovulazione (da Lat. A - assenza). Pertanto, il sanguinamento uterino con disfunzione ovarica è aciclico, vale a dire Il ciclo mestruale non viene osservato e non passa attraverso tutte le sue fasi. Gli MQD si fermano indefinitamente dopo un periodo di tempo indefinito, ma spesso riprendono senza un trattamento adeguato. Il sanguinamento uterino aciclico può essere frequente (con un intervallo inferiore a 21 giorni), raro (con un intervallo di oltre 35 giorni), la perdita di sangue con loro può essere più del normale (oltre 100 ml). Ma in futuro, l'amenorrea si sviluppa quasi sempre - es. le mestruazioni sono assenti per 6 mesi o più.

Quando la disfunzione ovarica in età fertile, i livelli di estrogeni sono quasi sempre elevati nel corpo. Questo è un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie come i fibromi uterini, l'endometriosi, i tumori maligni delle ghiandole mammarie, la mastopatia.

Alla base del verificarsi di tutti i sanguinamento uterino disfunzionale è una violazione della formazione e del rilascio di ormoni che regolano la funzione ormonale delle ovaie. Questi ormoni sono prodotti dalla ghiandola pituitaria1 e sono chiamati ormone follicolo-stimolante (FSH), ormone luteinizzante (LH) e prolattina (PRL). Ogni fase del ciclo mestruale è caratterizzata da un rapporto speciale del contenuto di questi ormoni. Questa è una condizione necessaria per la maturazione del follicolo, l'ovulazione e l'inizio della gravidanza. Quando la funzione ormonale delle ovaie è compromessa, questo rapporto cambia. Con le manifestazioni iniziali di disfunzione ovarica, il processo di ovulazione è più spesso disturbato - non si verifica. Questa violazione è chiamata (dal latino: A - assenza). Pertanto, il sanguinamento uterino con disfunzione ovarica è aciclico, vale a dire Il ciclo mestruale non viene osservato e non passa attraverso tutte le sue fasi. Gli MQD si fermano indefinitamente dopo un periodo di tempo indefinito, ma spesso riprendono senza un trattamento adeguato. Il sanguinamento uterino aciclico può essere frequente (con un intervallo inferiore a 21 giorni), raro (con un intervallo di oltre 35 giorni), la perdita di sangue con loro può essere più del normale (oltre 100 ml). Ma in futuro, l'amenorrea si sviluppa quasi sempre - es. le mestruazioni sono assenti per 6 mesi o più. Quando la disfunzione ovarica in età fertile, i livelli di estrogeni sono quasi sempre elevati nel corpo. Questo è un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie come i fibromi uterini, l'endometriosi, i tumori maligni delle ghiandole mammarie, la mastopatia.

Diagnosi della disfunzione ovarica Per identificare le cause del sanguinamento uterino disfunzionale, è possibile utilizzare i seguenti metodi: · Esame da parte di un ginecologo. · Ultrasuoni degli organi pelvici, se necessario, altri organi interni (tiroide, ghiandole surrenali). · Esame per la presenza di infezioni sessualmente trasmesse (candidosi, micoplasmosi, ureasplasmosi, tricomoniasi, clamidia, ecc.), Mediante microscopia, semina della flora del tratto genitale, PCR. · Studio del profilo ormonale (livelli di FSH, LH, PRL, estrogeni, progesterone, se necessario, determinazione del livello di ormone tiroideo, ghiandole surrenali). Per questi esami, il sangue da una vena e da un'urina è preso per analisi. · Esame dello stato della ghiandola pituitaria: radiografia del cranio, tomografia computerizzata, risonanza magnetica. · Ricerca di una condizione di un cervello - un'electroencephalography. · Indagine sullo stato dello strato interno dell'utero - endometrio: isteroscopia (esame dell'utero con un apparecchio speciale) con un curettage diagnostico separato1. La raschiatura viene eseguita dal canale cervicale e dalla cavità uterina. · Esame istologico della raschiatura ottenuta (esame microscopico). Lo scopo e la procedura per l'esame in ogni singolo caso sono determinati dal medico.

Le donne con disfunzione ovarica cronica dovrebbero visitare il ginecologo più spesso (controlli regolari una volta ogni 3-4 mesi), poiché hanno un alto rischio di sviluppare altre malattie del sistema riproduttivo.

Trattamento Il primo stadio del trattamento è sempre quello di fermare il sanguinamento. A questo scopo, spesso effettuano il curettage separato terapeutico e diagnostico. Insieme al curettage, viene eseguita l'isteroscopia, che consente di assicurarsi che l'intera mucosa dell'utero sia rimossa e di identificare le malattie associate: adenomiosi, mioma uterino, polipi, ecc. Viene esaminato un raschiamento dall'utero e viene prescritto un trattamento appropriato quando viene rilevata una malattia concomitante.

Quindi, eseguire la prevenzione della ricorrenza di sanguinamento. Per fare ciò, è necessario ripristinare il normale ciclo mestruale. Dal sedicesimo al ventiseiesimo giorno, incluso, dopo il curettage, vengono prescritti preparati di progesterone (con DMS, il suo livello è significativamente ridotto). Può essere duphaston, curato, norkolut. Dopo il loro utilizzo, le mestruazioni iniziano entro 7 giorni. Il primo giorno delle mestruazioni è considerato l'inizio del ciclo.

Se è pianificata una gravidanza, quindi per normalizzare il ciclo mestruale, è necessario stimolare l'ovulazione (dopotutto, nella maggior parte dei casi non lo è). A tale scopo vengono utilizzati mezzi come clomifene, prophazy, pergonal e humumone - preparati ormonali che ripristinano il ciclo ovulatorio mestruale, stimolando l'ovulazione. Sono accettati dal 5 ° al 9 ° giorno del ciclo mestruale, inclusi. Durante la ricezione di uno qualsiasi di questi farmaci, una donna viene sottoposta a un controllo ecografico: la frequenza di un'ecografia è determinata dal medico - egli osserva il tasso in base al grado di maturazione del follicolo. Quando il follicolo raggiunge la dimensione richiesta (18 mm) e lo spessore dell'endometrio diventa 8-10 mm, viene introdotto HCG - gonadotropina corionica umana nella dose necessaria per l'ovulazione. La gonadotropina corionica è un ormone che stimola la transizione del ciclo mestruale al secondo - la fase luteale. Di norma, la stimolazione dell'ovulazione viene eseguita per 3 cicli mestruali. Dopodiché, per altri tre cicli mestruali, si raccomanda di utilizzare solo preparati a base di progesterone anche dal 16 ° al 26 ° giorno del ciclo mestruale. Controllare l'esordio con l'ovulazione misurando la temperatura basale (nel retto), la dimensione del follicolo e misurando lo spessore dell'endometrio con gli ultrasuoni (eseguito una volta al mese, il giorno viene determinato dal medico). Con il ripristino del normale ciclo mestruale, una donna può rimanere incinta e avere un figlio.

Se una gravidanza non è pianificata, vengono prescritte pillole contraccettive orali combinate (COC) - il medico seleziona il farmaco individualmente per ogni donna: i farmaci normalizzano il ciclo mestruale, prevengono tali conseguenze di disfunzione come cancro uterino, cancro ovarico, mastopatia. Il contenuto di ormoni in questi farmaci è inferiore (esistono anche preparazioni microdose), non influenzano il cambiamento di peso, sullo sfondo del loro apporto, le manifestazioni della sindrome premestruale si fermano. Una gravidanza indesiderata con l'assunzione corretta di COC è impossibile. Va sottolineato che le donne che hanno mai avuto una disfunzione ovarica sono controindicate in questo metodo di contraccezione come dispositivo intrauterino.

Disfunzione ovarica - la causa principale del sanguinamento uterino

La disfunzione ovarica è la causa principale dell'emorragia uterina e, nonostante il nome rumoroso, la disfunzione ovarica non è una malattia ginecologica. Piuttosto, è un sanguinamento uterino, causato da una combinazione di fattori esterni e interni.

I sintomi della disfunzione ovarica

In ginecologia, c'è il concetto di "sanguinamento mestruale", che, a differenza del ciclo mestruale, che dura 21-35 giorni, dura 3-7 giorni. Sulla base di questi criteri, si distinguono i sintomi tipici di questa patologia ovarica: - prolungato (più di 7 giorni) e sanguinamento mestruale estremamente pesante; - sanguinamento mestruale ritardato (più di 35 giorni);

- periodi frequenti estremamente irregolari, il cui intervallo è inferiore a 21 giorni.

Se le anomalie sopra elencate sono tipiche del ciclo mestruale, ci sono tutte le ragioni per ritenere che il sistema riproduttivo sia compromesso, il che è un ottimo motivo per andare dal medico. Il corpo di una donna è considerato completo solo se è in grado di concepire, sopportare e dare alla luce un bambino sano. In presenza di disfunzione ovarica, è difficile parlare dell'assenza di problemi rilevanti. A proposito di questo disturbo può indicare dolore acuto, che è caratteristico della comparsa delle mestruazioni e durante di essi. Una donna o una ragazza è spesso caratterizzata da un brusco cambiamento di umore, una tendenza alla depressione e una tensione nervosa costante.

Cause di disfunzione ovarica

1. Processi infiammatori che si verificano negli organi pelvici. Molto spesso possono verificarsi a causa di scarsa igiene o douching improprio, irregolarità mestruali, raffreddori e ipotermia. 2. Malattie degli organi riproduttivi, ad esempio, presenza di tumori benigni e maligni, fibromi, endometriosi, adenomiosi. 3. Aborti, specialmente nelle donne non partum. 4. L'installazione impropria del contraccettivo uterino (elica) è molto spesso la causa del sanguinamento uterino. 5. Disfunzioni del sistema endocrino del corpo, che diventano le cause dello sviluppo di squilibri ormonali, diabete, obesità, ecc. 6. Stress, depressione, tensione nervosa.

7. Cambiamenti climatici (ad esempio a causa di delocalizzazione), esposizione ai raggi ultravioletti e esposizione alle radiazioni.

Trattamento della disfunzione ovarica

La medicina tradizionale offre una sola opzione di trattamento per la disfunzione ovarica - terapia ormonale (assunzione di progesterone dal giorno 16 al giorno 26 del ciclo mensile, quindi, in base alla decisione del medico, inizia il trattamento con altri farmaci ormonali che ripristinano il ciclo). In via preliminare, viene presa una serie di misure per affrontare le cause alla base della malattia e le possibili complicanze. Ad esempio, se la causa è un processo infiammatorio negli organi pelvici, prima viene inviato il trattamento per combattere l'infezione esistente, se tutta la colpa è un'immunità indebolita, allora sono prescritti complessi vitaminici o integratori alimentari.

Con una brusca esacerbazione della terapia la malattia viene eseguita in un ospedale. Se la terapia ormonale non porta il risultato desiderato, utilizzare il metodo di curettage della membrana mucosa dell'utero.

La migliore prevenzione della malattia è uno stile di vita sano, una dieta equilibrata, riposo adeguato, attività fisica.

L'articolo sull'argomento: "La disfunzione ovarica - la causa principale del sanguinamento uterino" è fornita solo a scopo informativo generale e non è un sostituto per la consulenza medica professionale. Iscriviti al nostro gruppo Vkontakte!

Sanguinamento uterino disfunzionale

Nelle donne di qualsiasi età, può verificarsi un sanguinamento uterino disfunzionale - sanguinamento anormale e non mestruale dal tratto genitale di diversi gradi di intensità.

Si verificano a causa del funzionamento alterato del sistema riproduttivo e si manifestano come cambiamenti nello strato endometriale del rivestimento uterino, cioè la produzione ormonale compromessa da parte delle ghiandole endocrine causa una ridotta maturazione del follicolo e l'accumulo endometriale. La loro caratteristica è che le cause dell'evento non sono associate a malattie sistemiche del corpo in generale e degli organi genitali, in particolare. Sono basati sulla disfunzione ormonale. Questo tipo di sanguinamento può essere abbondante, frequente e prolungato. Dopo sanguinamento uterino, si può osservare anemia, poiché c'è più perdita di sangue rispetto alle mestruazioni normali.

Classificazione e sintomi di sanguinamento

Il sanguinamento uterino è considerato disfunzionale se compare dopo un ritardo di 1,5 mesi e dura più di 1 settimana. Sono classificati per età:

  1. Giovanile -12-18 anni.
  2. Riproduttiva -18-45 anni.
  3. Climaterico - 45-55 anni.

Il sanguinamento uterino è considerato disfunzionale se compare dopo un ritardo di 1,5 mesi e dura più di 1 settimana.

Inoltre, il sanguinamento uterino anomalo è suddiviso in ovulatorio e anovulatorio. I primi sono caratterizzati dal fatto che l'ovulazione è presente, ma a causa di disturbi ormonali, una delle due fasi del ciclo è accorciata o allungata e il sanguinamento uterino disfunzionale appare al di fuori della data prevista del ciclo mestruale.

Quando l'ovulazione emorragica anovulatoria è assente, che provoca un lungo aumento dello strato endometriale dell'utero e di conseguenza sanguinamento uterino. L'endometrio è aumentato sotto l'influenza dell'ormone estrogeno. L'estrogeno in assenza di ovulazione continua a salire. Poiché il sanguinamento anovulatorio è caratterizzato da una mancanza di ovulazione, anche il successivo sviluppo del corpo luteo è assente. Inoltre, questo tipo può anche essere:

  1. Con una breve persistenza ritmica del follicolo.
  2. Con una lunga persistenza di un follicolo.
  3. Atresia (sviluppo inverso) di diversi follicoli.

La classificazione viene effettuata anche in base alla natura del sanguinamento, quanto sono abbondanti e duraturi. Pertanto, è consuetudine distinguere i seguenti sottotipi:

  • ipermenorrea - eccessiva, cioè con una perdita di oltre 80 ml di sangue e di durata superiore a una settimana, con intervallo regolare da 21 a 35 giorni;
  • metrorragia - l'emorragia non è diversa intensità e regolarità;
  • menometorragia: ha una natura irregolare, ma a lungo termine;
  • polimenorrea - la perdita di sangue è frequente, l'intervallo è inferiore a 21 giorni.

Con la polimenorrea, la secrezione di sangue è frequente, l'intervallo è inferiore a 21 giorni

I sintomi di sanguinamento uterino si manifestano nel fallimento del ciclo mestruale, più perdita di sangue e disfunzione ovarica.

cause di

È noto che il ciclo mestruale di una donna è regolato da alcuni ormoni ed è un processo complesso e multi-unitario. Le violazioni delle ovaie portano all'interruzione dell'intero sistema riproduttivo del corpo femminile e, di conseguenza, al DMS. Emorragia disfunzionale dovuta a una serie di motivi, tra cui:

  • caratteristiche dell'età dell'organismo;
  • disturbi neuropsichiatrici;
  • rischi professionali;
  • lo stress;
  • disfunzione delle ghiandole endocrine e delle ghiandole surrenali;
  • malattia del fegato, in questa sintesi di ormone organo si verifica;
  • malattie infiammatorie acute e croniche.

Lo stress può causare sanguinamento disfunzionale.

Nonostante il fatto che questi fattori siano molto diversi in natura e meccanismo d'azione, e a prima vista, hanno grandi differenze, possono avere un effetto negativo sul sistema dell'ipotalamo-ipofisi-ovaio-utero, i cui disturbi causano tale sanguinamento.

Le cause di questa patologia nel periodo giovanile sono associate a un'interferenza ridotta lungo la catena dell'ipotalamo-ipofisi-ovaie. Soprattutto possono verificarsi in quelle ragazze che hanno una diagnosi di "sindrome dell'ovaio policistico" nella storia. Il sanguinamento riproduttivo rappresenta la maggior parte di questi casi - quasi il 30% delle patologie ginecologiche. In età fertile, sono causati da malattie infiammatorie del sistema riproduttivo.

Durante la menopausa, questo tipo di sanguinamento è spesso associato all'estinzione della funzione mestruale. Durante questo periodo fisiologico, la sensibilità di una donna agli ormoni sessuali prodotti dalle ovaie diminuisce e, di conseguenza, la frequenza delle gonadotropine e degli ormoni sessuali viene interrotta. A seguito di violazioni di questo complesso processo, si verifica un sanguinamento disfunzionale.

Durante la menopausa, questo tipo di sanguinamento è più spesso associato all'estinzione della funzione mestruale.

Le principali misure diagnostiche

Nel processo di diagnosi, è importante escludere altre malattie degli organi pelvici che possono causare un'eccessiva perdita di sangue. La diagnosi viene effettuata sulla base dell'analisi dei reclami del paziente e di varie misure diagnostiche, che includono:

  • esame ginecologico;
  • analisi del sangue clinico e biochimico;
  • esame citologico della mucosa uterina;
  • Ecografia pelvica;
  • esame dello stato ormonale;
  • determinazione del livello degli ormoni tiroidei;
  • isteroscopia;
  • esame a raggi X.

Nel processo di diagnosi, è importante escludere altre malattie degli organi pelvici che possono causare un'eccessiva perdita di sangue.

Durante una conversazione personale, il ginecologo scopre per quanto tempo è iniziata e dura l'emorragia, indipendentemente dal fatto che siano associati alle mestruazioni. Una donna dovrebbe parlare dei suoi sintomi, delle precedenti malattie e della natura del sanguinamento. Durante un esame ginecologico, il medico mediante il metodo della palpazione determina la forma dell'utero e valuta le condizioni delle ovaie. Attraverso analisi del sangue, viene valutata la coagulazione del sangue e la presenza di anemia. Usando l'ecografia pelvica, viene determinato lo spessore dell'endometrio, viene valutata la sua condizione - se corrisponde al ciclo mestruale, vengono esaminate le ovaie. Poiché il sanguinamento uterino nelle donne è causato da disturbi ormonali, è necessario determinare il livello di tali ormoni come LH, FSH, prolattina, TSH, estrogeno, testosterone. Determinare le patologie dell'ipotalamo e della radiografia della ghiandola pituitaria della sella turca. Utilizzando l'isteroscopia, viene esaminato un raschiamento dall'utero e dal canale cervicale.

Quali sono le misure terapeutiche fornite?

Le misure terapeutiche mirano a fermare il sanguinamento, la normalizzazione della funzione mestruale e l'eliminazione delle recidive. Per fare questo, applicare metodi di trattamento conservativo e chirurgico.

Come fermare il sanguinamento uterino con misure conservative di trattamento? A tale scopo vengono utilizzati farmaci anti-infiammatori non steroidei e preparati a base di acido tranexamico. I metodi conservativi comprendono la terapia ormonale con contraccettivi orali combinati contenenti estrogeni e progesterone. Inoltre, vengono prescritti farmaci fortificanti e farmaci per il trattamento dell'anemia.

Nel trattamento vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei e preparati a base di acido tranexamico.

Il trattamento con agenti non ormonali causa meno effetti collaterali e quindi può essere usato con i cicli lunghi, fino a quando non si arresta completamente il sanguinamento. Questo trattamento è consigliabile per secrezioni regolari e abbondanti di sangue dal tratto genitale. I farmaci contenenti ormoni sono usati per trattare le donne in menopausa. Hanno il seguente effetto:

  • inibire la crescita dell'endometrio;
  • ridurre la profusione di sanguinamento;
  • ridurre significativamente la perdita di sangue;
  • ridurre al minimo il rischio di complicazioni maligne come il cancro ovarico o endometrio.

Il trattamento chirurgico prevede una procedura di raschiamento. È indicato per emorragie gravi e incontrollabili, quando la terapia farmacologica non ha prodotto i risultati desiderati. L'intervento chirurgico sarà una misura terapeutica adeguata se vengono rilevati ulteriori polipi endometriali o cervicali. Nel periodo giovanile, raschiare è estremamente raro.

Il trattamento chirurgico prevede una procedura di raschiamento.

Spesso alle donne viene chiesto se e come fermare il sanguinamento uterino a casa. Questo è permesso solo se l'emorragia è scarsa o moderata. Per fare questo, puoi mettere un raffreddore sull'addome inferiore e osservare il riposo a letto, prendere i farmaci emostatici prescritti da un medico. In ogni caso, il trattamento deve essere effettuato sotto la supervisione e secondo le istruzioni del medico.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Nell'organismo di qualsiasi essere vivente ci sono organi vitali (cuore, fegato, cervello, ecc.).

Abigin "B" nel corpo maschile è sintetizzato dalle cellule di Sertoli situate nei tubuli seminiferi dei testicoli. Il livello del suo contenuto nel sangue aiuta nella complessa diagnosi di alcune malattie e nella conclusione sulla funzione delle ghiandole sessuali e delle ghiandole del sistema nervoso centrale.

Una delle principali ghiandole endocrine nel nostro corpo è la ghiandola pituitaria. È responsabile del lavoro delle ghiandole surrenali e della ghiandola tiroidea e contribuisce al corretto funzionamento del sistema riproduttivo.