Principale / Ghiandola pituitaria

Come sono le anomalie nella ghiandola pituitaria

La ghiandola pituitaria è una parte importante del sistema endocrino umano, che si trova nel cervello. Si trova alla base nella cavità della sella turca. La dimensione della ghiandola pituitaria è insignificante e il suo peso in un adulto non supera 0,5 g. Questa ghiandola produce circa dieci diversi ormoni responsabili per il normale funzionamento dell'intero organismo. Questa funzione prende la parte anteriore di esso. La parte posteriore o neuroipofisi è considerata un derivato del tessuto nervoso.

L'ipotalamo è una divisione situata nel cervello intermedio. Regola l'attività neuroendocrina e l'omeostasi del corpo. Una caratteristica dell'ipotalamo può essere considerata il fatto che è collegata da percorsi nervosi con quasi l'intero sistema nervoso. Questo dipartimento lavora producendo ormoni e neuropeptidi. Insieme alla ghiandola pituitaria, forma il sistema ipotalamico-ipofisario, assicurando il funzionamento armonioso dell'intero organismo.

Malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario

La rottura dell'ipofisi e dell'ipotalamo comporta gravi conseguenze per il corpo umano. Nella maggior parte dei casi, la produzione di alcuni ormoni (TSH, ACTH, STH, FSH, LH, prolattina) si verifica con menomazione. La loro bassa o, al contrario, alta concentrazione è osservata.

Molto spesso, la disfunzione della ghiandola pituitaria si osserva durante la formazione di adenoma. Questo è un tumore benigno, che può anche essere localizzato in altre parti del cervello. Cresce piuttosto lentamente, ma è in grado di rilasciare grandi dosi di ormoni. Successivamente, si possono sviluppare gravi disturbi metabolici ed endocrini che provocano il fallimento dell'intero corpo umano. A volte ci sono casi in cui vengono diagnosticati tumori maligni nella ghiandola pituitaria (la disfunzione è un sintomo presente). Questa patologia è accompagnata da una diminuzione della concentrazione di ormoni che secernono in quest'area del cervello.

Tali disturbi della ghiandola pituitaria associati ai processi tumorali sono innescati da vari fattori. Questi includono il decorso grave e la presenza di alcune patologie durante la gravidanza e il parto, la lesione cerebrale, la presenza di malattie infettive che interessano il sistema nervoso. Inoltre, l'uso di contraccettivi orali regolari ea lungo termine influisce negativamente. A seconda dell'ormone prodotto dal tumore, corticotropina, somatotropina, tireotropina e altri sono condivisi.

L'iperplasia dell'ipofisi può anche causare l'interruzione del suo lavoro con un'iperfunzione caratteristica. Questa patologia è causata da una crescita eccessiva del tessuto ghiandolare. Questa condizione dovrebbe essere determinata con moderni metodi diagnostici se si sospetta un tumore.

Cause di violazioni

I seguenti fattori negativi sono considerati le cause dei disturbi ipofisari:

  • chirurgia cerebrale che porta a danneggiare questo reparto;
  • disturbi circolatori nella ghiandola pituitaria, che possono essere acuti o si verificano gradualmente (un processo cronico);
  • danno alla ghiandola pituitaria a seguito di ferite alla testa;
  • trattamento di alcuni problemi con antiepilettici, farmaci antiaritmici, ormoni steroidei.
  • una malattia infettiva o virale che provoca danni al cervello e alle sue membrane (inclusa meningite ed encefalite);
  • risultato negativo dell'irradiazione nel trattamento dei problemi di cancro;
  • patologie congenite della ghiandola pituitaria e altre cause.

Malattie della ghiandola pituitaria, che si sviluppano sullo sfondo della carenza di ormoni

Il lavoro della ghiandola pituitaria, che è caratterizzato da una diminuzione delle sue funzioni, porta allo sviluppo delle seguenti malattie:

  • ipotiroidismo. La mancanza di ormoni ipofisari, i cui sintomi sono considerati una diminuzione delle capacità intellettuali, perdita di forza, affaticamento costante, pelle secca e altri, porta alla disfunzione della ghiandola tiroidea. Se l'ipotiroidismo non viene trattato, provoca un ritardo nello sviluppo fisico e mentale nei bambini. In età avanzata, la mancanza di ormoni può provocare un coma ipotiroideo con successiva morte;
  • diabete insipido. C'è una carenza di ormone antidiuretico prodotto nell'ipotalamo, da cui successivamente entra nell'ipofisi e nel sangue. Segni di una tale violazione - aumento della minzione, sete costante, disidratazione;
  • nanismo. Questa è una malattia piuttosto rara che si sviluppa in 1-3 persone su 10.000. Il nanismo è più comune tra i ragazzi. La mancanza di ormone della crescita pituitario causa un rallentamento della crescita lineare nei bambini, che viene diagnosticata più spesso all'età di 2-3 anni;
  • ipopituitarismo. Con lo sviluppo di questa malattia della ghiandola pituitaria, si osserva una disfunzione del suo lobo anteriore. Questa patologia è accompagnata da una ridotta produzione di alcuni ormoni o dalla loro completa assenza. Una tale violazione della ghiandola pituitaria provoca cambiamenti negativi in ​​tutto il corpo. Organi e processi dipendenti dagli ormoni (crescita, funzione sessuale e altri) sono particolarmente sensibili. Se questa ghiandola non è in grado di produrre ormoni, c'è una diminuzione o una completa assenza di desiderio sessuale, negli uomini c'è impotenza, nelle donne amenorrea, perdita di peli sul corpo e altri sintomi spiacevoli.

Malattie di iperfunzione della ghiandola pituitaria

Con un'eccessiva secrezione di ormoni, le seguenti malattie della ghiandola pituitaria si sviluppano nelle donne e negli uomini:

  • iperprolattinemia. Questa malattia è accompagnata da un alto livello di prolattina, che causa infertilità in entrambi i sessi. Negli uomini e nelle donne, c'è una secrezione dalle ghiandole mammarie. Inoltre, c'è una diminuzione del desiderio sessuale. La malattia è più spesso diagnosticata in giovani donne di età compresa tra 25 e 40 anni. Negli uomini, l'iperprolattinemia è molto meno comune;
  • gigantismo, causato dall'eccessiva produzione di ormone somatotropo. C'è una crescita lineare troppo intensa di una persona. Diventa molto alto, ha lunghi arti e una piccola testa. Tali pazienti spesso muoiono presto a causa di frequenti complicazioni. Se questa patologia si verifica in un'età più matura, allora si sviluppa l'acromegalia. In presenza di questa violazione, ispessimento delle mani, dei piedi, dell'ingrossamento del viso, si verifica un aumento di tutti gli organi interni. Questo processo negativo porta a problemi cardiaci, disturbi neurologici;
  • Malattia di Itsenko-Cushing. Questa patologia è accompagnata da un aumento del livello di ormone adrenocorticotropo. A una persona viene diagnosticata osteoporosi, ipertensione arteriosa, obesità (viso, collo e corpo), diabete e altri problemi di salute. L'aspetto del paziente ha caratteristiche caratteristiche.

Sintomi di patologie

Un endocrinologo è il medico che può aiutare con alcuni problemi con la ghiandola pituitaria in uomini e donne.

Dovrebbe essere affrontato se si osservano i seguenti sintomi:

  • la presenza di deficit visivi, che sono accompagnati da una limitata percezione e mal di testa;
  • disfunzione mestruale nelle donne;
  • identificazione di qualsiasi scarico del capezzolo non correlato alla lattazione. Questo sintomo può essere osservato anche negli uomini;
  • mancanza di desiderio sessuale;
  • ritardo dello sviluppo sessuale, fisico e psico-emotivo;
  • infertilità;
  • variazione di peso senza motivo apparente;
  • affaticamento, problemi di memoria;
  • frequenti sbalzi d'umore, depressione.

diagnostica

Come verificare se tutto è in ordine con la ghiandola pituitaria? L'endocrinologo è impegnato nella diagnosi delle malattie associate a quest'area del cervello. Sulla base dei risultati dei test effettuati, può prescrivere il trattamento necessario che migliorerà le condizioni della persona. A tal fine, l'endocrinologo conduce un sondaggio completo, che include:

  • analisi della storia. L'endocrinologo studia la storia medica di una persona, i suoi reclami, la presenza di fattori che influenzano la possibilità di danni alla ghiandola pituitaria;
  • imaging a risonanza magnetica. Un endocrinologo, utilizzando la risonanza magnetica, può vedere tutti i cambiamenti che si sono verificati nella ghiandola pituitaria. Questo esame identificherà facilmente l'adenoma, la formazione cistica. Se è possibile trovare un tumore, che può essere localizzato in qualsiasi parte del cervello, è inoltre prescritta la tomografia con il contrasto. Se si sceglie la prima e la seconda opzione di rilevamento, è possibile identificare facilmente la causa, il che spiega la sintesi insufficiente o eccessiva di alcuni ormoni. Con l'aiuto della tomografia, è facile scoprire le dimensioni esatte della ghiandola pituitaria e altre informazioni;
  • condurre test per determinare il livello di ormoni che sono in grado di identificare la loro mancanza o eccesso. In alcuni casi, viene mostrato un test con tirobilina, synacthen e altri tipi di test;
  • puntura spinale. Aiuta a determinare se la ghiandola pituitaria è infiammata dopo aver sofferto di meningite, encefalite o altre malattie simili.

Trattamenti per problemi ipofisari

La ghiandola pituitaria, che produce quantità insufficienti o eccessive di ormoni, viene sottoposta a un trattamento specifico a seconda della patologia identificata. Il più delle volte, il medico usa un metodo neurochirurgico, farmacologico o radioterapico per eliminare la patologia, portando alla comparsa di tutti i sintomi spiacevoli.

Trattamento farmacologico

Il trattamento conservativo è popolare con disturbi minori della ghiandola pituitaria. Con lo sviluppo di un tumore benigno (adenoma), possono essere usati agonisti della dopamina, analoghi o bloccanti dei recettori della somatropina e di altri farmaci. La scelta di un particolare farmaco dipende dallo stadio di formazione benigna e dal tasso di progressione di tutti i sintomi spiacevoli. La terapia farmacologica è considerata inefficace, dal momento che un risultato positivo dal suo utilizzo è osservato solo nel 25-30% dei casi.

Il trattamento dei problemi con la ghiandola pituitaria, accompagnato da una mancanza di alcuni ormoni, si verifica con l'uso della terapia ormonale sostitutiva:

  • con lo sviluppo di ipotiroidismo secondario, che è accompagnato da una carenza di TSH, è necessario l'uso di L-tiroxina;
  • con un deficit dell'ormone somatotropina nei bambini, è indicato il trattamento con l'ormone della crescita ricombinante;
  • con deficit di ACTH, si usano glucocorticoidi;
  • in caso di insufficiente concentrazione di LH o FSH, è indicato l'uso di estrogeni con gestagens per le donne e testosterone per gli uomini.

La terapia ormonale sostitutiva spesso dura per tutta la vita, perché non è in grado di eliminare le cause della malattia e colpisce solo sintomi spiacevoli.

Intervento operativo

Area patologicamente alterata, che si trova vicino alla ghiandola pituitaria, in molti casi si consiglia di rimuovere chirurgicamente. In questo caso, un risultato positivo dell'operazione è osservato nel 70% dei casi, che è considerato un ottimo indicatore. Dopo l'intervento, c'è un leggero periodo di recupero che richiede l'assunzione di determinati farmaci.

Anche in alcuni casi viene utilizzata la radioterapia. Implica l'uso di radiazioni altamente mirate che colpiscono le cellule modificate. Successivamente, si verifica la loro morte, che porta alla normalizzazione delle condizioni del paziente.

Sindrome ipotalamica

La sindrome ipotalamica è un complesso complesso di sintomi che si sviluppa quando l'ipotalamo è affetto ed è caratterizzato da disordini endocrini, autonomi, metabolici e trofici.

La sindrome ipotalamica colpisce persone di età compresa tra 31 e 40 anni. La percentuale di pazienti con questa sindrome tra le donne supera significativamente la percentuale di uomini con sindrome ipotalamica.

La sindrome ipotalamica è diffusa, ma non immediatamente diagnosticata, poiché i suoi sintomi possono essere mascherati come segni di altre malattie.

L'ipotalamo si trova nel cervello ed è responsabile dell'omeostasi (costanza dell'ambiente interno), dei processi metabolici, della termoregolazione, dello stato dei vasi sanguigni e degli organi interni, nonché del comportamento nutrizionale, sessuale e mentale. Nella patologia dell'ipotalamo, la periodicità di qualsiasi funzione è disturbata, che si manifesta sotto forma di crisi vegetativa o parossismo.

A seconda della prevalenza di alcuni segni della malattia, si distinguono le seguenti forme della sindrome ipotalamica:

  • vegetovascular;
  • disturbi della termoregolazione;
  • epilessia ipotalamica (diencefalica);
  • neurotrophic;
  • neuromuscolare;
  • violazione della motivazione e delle inclinazioni (compresi i disturbi del sonno e della veglia);
  • disordini metabolici neuroendocrini;
  • psevdoneustenici o psicopatologici.

Nell'adolescenza, la sindrome ipotalamica si manifesta con ritardo o accelerazione dello sviluppo sessuale (sindrome della pubertà).

Secondo la gravità della malattia emettere lieve, moderata e grave.

Secondo il decorso della malattia, c'è un decorso progressivo, stabile, regressivo, ricorrente.

motivi

I seguenti fattori possono portare a disfunzione dell'ipotalamo con lo sviluppo della sindrome ipotalamica:

  • tumori cerebrali che comprimono l'ipotalamo;
  • lesioni alla testa con danni all'ipotalamo;
  • intossicazione cronica da cervello (tossicodipendenza, alcolismo, abuso di sostanze, lavoro in industrie pericolose, ecologia interrotta e altri);
  • malattie vascolari, ictus cerebrale, osteocondrosi cervicale;
  • neuroinfezioni virali e batteriche (malaria, influenza, meningite, ittero infettivo, reumatismi, tonsillite cronica);
  • stress cronico, stress mentale;
  • cambiamenti ormonali durante la gravidanza;
  • malattie croniche ed endocrine (asma bronchiale, ipertensione, ulcera gastrica, obesità);
  • fallimento costituzionale dell'ipotalamo.

Sintomi della sindrome ipotalamica

Le manifestazioni della sindrome ipotalamica dipendono da quale reparto (anteriore o posteriore) dell'ipotalamo è danneggiato. I sintomi della sindrome possono manifestarsi immediatamente dopo il danno all'ipotalamo o ritardati (dopo alcuni giorni, settimane e persino anni).

Forma vegetativa-vascolare

Nello sviluppo della forma vegetativa-vascolare della crisi ipotalamica svolgono il ruolo di funzioni alterate del sistema nervoso autonomo (le divisioni parasimpatiche e simpatiche). Questa forma si manifesta sotto forma di crisi.

1. Durante la crisi simpato-adrenalinica, i pazienti si lamentano di

  • palpitazioni cardiache
  • debolezza generale e letargia
  • ansia, manifestata dall'ansia,
  • paura della morte.
  • intorpidimento e freddezza di mani e piedi,
  • pelle pallida
  • esoftalmo (occhi sporgenti),
  • bocca secca
  • sete e brividi
  • tremore comune
  • l'aumento della pressione sanguigna a 150/100 - 180/110 mm Hg. Art.,
  • aumento della temperatura a 38 gradi.

Un cambiamento del tempo, delle mestruazioni, dello stress emotivo e del dolore può provocare una crisi. La durata del parossismo è di 15 minuti - 3 ore.

2. La crisi di vaginosi è caratterizzata

  • soffocamento,
  • mancanza di aria,
  • mal di testa
  • vampate di calore a faccia.

Inoltre, i pazienti compaiono

  • debolezza generale, letargia, sonnolenza,
  • sudorazione eccessiva
  • sbavando,
  • vertigini, tinnito,
  • nausea,
  • la pressione sanguigna scende
  • il battito cardiaco diminuisce,
  • sintomi di disturbi intestinali (flatulenza, diarrea) e vescica (abbondante minzione).

Sono possibili reazioni allergiche sotto forma di orticaria o angioedema. L'attacco continua 1 - 2 ore.

Disturbo del controllo termico

La sindrome ipotalamica con alterata termoregolazione è caratterizzata da una temperatura corporea subfebrile lunga (fino a 38 gradi) con il suo aumento periodico (fino a 40 gradi).

Questa forma è più comune nei bambini e negli adolescenti.

Insieme con un aumento della temperatura, ci sono segni di una crisi simpato-adrenalica o mista (forma vegetativa-vascolare).

La temperatura sale al mattino e si normalizza di sera. Non ci sono segni evidenti di infiammazione. I cambiamenti nella termoregolazione sono direttamente correlati allo stress emotivo e fisico (ad esempio, nei bambini, i cambiamenti termoregolatori compaiono a scuola e scompaiono durante le vacanze).

I segni caratteristici di una violazione della termoregolazione sono costanti brividi, paura delle correnti d'aria e raffreddamento.

Violazione di motivazioni e pulsioni

Questa forma della sindrome ipotalamica è caratterizzata da disturbi emotivi e di personalità (varie fobie - paure, desiderio sessuale aumentato o indebolito, sonnolenza patologica o insonnia, sbalzi d'umore frequenti e improvvisi).

Forma neuroendocrina

Tali disturbi sono caratterizzati da una violazione del metabolismo di proteine, carboidrati, grassi e solstizio d'acqua, voracità (bulimia) o anoressia (rifiuto di mangiare), sete.

Spesso i disturbi neuroendocrini sono accompagnati da sindromi di Itsenko-Cushing, diabete insipido, menopausa precoce, acromegalia e patologia tiroidea.

Forma neurotrofica

È caratterizzato da cambiamenti trofici (rash allergico, ulcere trofiche, prurito e pelle secca, ulcere da decubito, cambiamenti nel metabolismo dei pigmenti), osteomalacia (ammorbidimento delle ossa) o sclerosi delle ossa, comparsa di ulcerazioni nell'esofago, stomaco, duodeno.

diagnostica

A causa dei numerosi sintomi della sindrome ipotalamica, la sua diagnosi presenta alcune difficoltà.

Applicare vari test alla dichiarazione di diagnosi

  • determinazione della curva dello zucchero con un carico: misurazione della glicemia a stomaco vuoto e dopo aver assunto 100 gr. determinazione della glicemia ogni 30 minuti
  • campione di urina di tre giorni secondo Zimnitsky,
  • misurazione della temperatura corporea in tre punti: in entrambe le ascelle e nel retto,
  • elettroencefalografia.
  • la nomina di una risonanza magnetica cerebrale (rilevazione di un aumento della pressione intracranica e del tumore),
  • studio degli ormoni (testosterone, prolattina, cortisolo, estradiolo, LH, FSH, TSH, T4, ormone adrenocorticotropo e livello di 17-cheto steroidi nelle urine),
  • Ultrasuoni della ghiandola surrenale e della tiroide
  • Risonanza magnetica delle ghiandole surrenali o tomografia computerizzata.

Trattamento della sindrome ipotalamica

Il trattamento della sindrome ipotalamica è di lunga durata, nella maggior parte dei casi per tutta la vita. La terapia dipende dai principali segni e cause della sindrome ipotalamica.

Un endocrinologo, un neurologo e un ginecologo (per le donne) sono impegnati nel trattamento di pazienti affetti da questa malattia.

Il primo stadio della terapia prevede l'eliminazione del fattore causale: la nomina della terapia antibiotica o del trattamento antivirale, la terapia delle lesioni, i tumori cerebrali e così via.

In caso di esposizione ad un fattore di avvelenamento, la sindrome ipotalamica viene trattata con terapia di disintossicazione (gemodez, tiosolfato di sodio, glucosio, soluzione salina per via endovenosa).

Terapia fortificante raccomandata, vitamine del gruppo B, agenti che migliorano la circolazione sanguigna cerebrale (cavinton, piracetam, cerebrolysin), amminoacidi (glicina, actovegin), preparati di calcio. Il complesso di trattamento comprende fisioterapia, fisioterapia, riflessologia (agopuntura).

Per prevenire crisi simpatico-surrenali, vengono prescritti bellaterinal, pirroksan, grandaxine, antidepressivi (amitriptilina).

Quando si verificano disturbi neuroendocrini (violazione del metabolismo dei grassi e dei carboidrati), si raccomanda di seguire una dieta che stimoli o inibisca i farmaci ormonali (ormone adrenocorticotropo - ACTH e glucocorticoidi: prednisolone, desametasone).

prospettiva

La prognosi per questa malattia è relativamente favorevole.

Tuttavia, di regola, la sindrome ipotalamica porta ad una diminuzione delle capacità lavorative. A questi pazienti viene assegnato il 3 °, raramente 2 ° gruppo di disabilità. Sono controindicati il ​​lavoro notturno, lo stress fisico e mentale.

La sindrome puberale ipotalamica passa a 20-25 anni con correzione corretta.

Qual è la sindrome ipotalamica e i suoi metodi di trattamento

Sindrome ipotalamica (Sindrome diencefalica, HS) - un complesso complesso di sintomi che cattura disturbi autonomici, metabolici, trofici ed endocrini a causa di danni all'ipotalamo.

Allo stesso tempo, anche la sconfitta della regione dell'ipofisi è coinvolta nel processo. A prima vista, tutte le manifestazioni sono poco collegate tra loro, ma esercitano un'enorme pressione psicologica quando si tratta di bambini e adolescenti.

L'essenza del problema

Se gli adulti possono in qualche modo venire a patti con le manifestazioni dell'HS, allora l'adattamento sociale non si verifica negli adolescenti, perché a scuola questi bambini cadono nelle molestie del loro ambiente. Questi bambini vengono chiamati con parole offensive: olio e grasso, mucca, gelatina, ippopotamo, ecc.

La crudeltà adolescenziale è molto sofisticata in questo senso. Ma per proteggere i loro figli dal fatto che di tanto in tanto i genitori vanno a scuola e cercano di leggere la morale della classe - non la via d'uscita più riuscita. Non dimenticare che l'aumento di peso e l'appetito non sono sempre un segno dell'individualità di tuo figlio.

Sarebbe meglio se i genitori con tali manifestazioni sotto forma di grasso sull'addome e sui lati portassero il bambino a consultarlo con l'endocrinologo. Dopotutto, la sindrome ipotalamica dell'adolescente viene trattata con successo.

Qual è l'ipotalamo in generale?

L'ipotalamo è una parte del cervello diencefalico (diencefalo) situato sotto i tumuli visivi. Definisce tutti i tipi di comportamento umano:

  • cibo e sessuale;
  • fame e sete;
  • temperatura;
  • bioritmi del sonno e della veglia;
  • regola le emozioni e la memoria.

L'ipotalamo è il centro più alto del sistema neuroendocrino e l'integrazione VNS. Questo è un telecomando, se vuoi. È collegato a tutti i centri CNS. E la ghiandola pituitaria, la principale ghiandola endocrina che produce ormoni per altre ghiandole, diventa il conduttore di questa console.

Pertanto, il sistema ipotalamico-ipofisario diventa centrale per mantenere la costanza dell'ambiente interno (omeostasi). L'ipotalamo adatta il corpo a qualsiasi attività, influenza il metabolismo e il lavoro degli organi interni. Se un collegamento in questo duetto è interrotto, ne viene automaticamente influenzato un altro. La sindrome ipotalamica si presenta più spesso nelle donne (13-18%) da 30 a 40 anni, così come negli adolescenti.

Valore HS

Il problema dell'HS nel suo significato medico e sociale, perché colpisce i giovani, ha una rapida progressione dei sintomi, la gravità delle manifestazioni neuroendocrine, spesso porta a disabilità o disabilità. Nelle donne, viola la funzione riproduttiva, porta alla sterilità, alla PCOS e alla patologia del parto.

Eziologia delle TOS

Per la prima volta la sindrome ipotalamica è stata descritta per i tumori cerebrali e quindi per altre patologie cerebrali. Può causare:

  • effetti sul sistema nervoso centrale di alcol, tossine, droghe;
  • intossicazione professionale;
  • fallimento costituzionale dell'ipotalamo;
  • TBI con danno diretto all'ipotalamo;
  • problemi patologici nei vasi e la loro aumentata permeabilità che porta al collo osteocondrosi e ictus;
  • patologie croniche come ipertensione, asma, ulcera gastrica;
  • squilibrio ormonale nelle donne, durante la gravidanza;
  • sovraccarico mentale, stress;
  • neuroinfezioni virali, reumatismi, influenza, tonsillite, malaria.

Quando si parla di TOS, significa che il malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisi nel suo complesso. Nell'ipotalamo sono integrati tutti i processi umorali e nervosi. I processi di fisiologia sono spesso periodici, quindi anche le manifestazioni vegetative sono parossistiche sotto forma di crisi.

Classificazione della sindrome ipotalamica

Secondo l'eziologia di TOS è primario e secondario. Secondaria diventa una conseguenza di altre patologie. Per gravità: forme lievi, medie e gravi:

  • Forma lieve: non c'è disagio nei sentimenti, il trattamento è conservativo.
  • Forma media: i sintomi sono già pronunciati e i farmaci per il trattamento sono abbastanza forti, con effetti collaterali.
  • Forma grave: richiede un trattamento chirurgico della sindrome ipotalamica.

Dalla natura del corso: progressivo, stabile, regressivo e ricorrente. HS è anche diviso per l'effetto sulla pubertà: con ritardo e accelerazione.

Inoltre, la GS è divisa clinicamente.

Forme e sintomi clinici dell'HS:

  1. Forma vegetativa-vascolare - il più frequente - il 32%. Ha l'aspetto di crisi simpatico-claveari e vaso-vascolari. È caratterizzato da aritmie, tachicardia, pressione sanguigna irregolare, disturbi respiratori, aumento della salivazione, vampate di sangue improvviso alla testa e attacchi di ansia.
  2. Violazione della termoregolazione: la temperatura corporea sale a 38 gradi senza motivo al mattino, ci possono essere brividi e sensibilità alle correnti d'aria. Di sera, tutto è normale. La temperatura dipende dal carico in eccesso. Ci sono periodi di fame, sete, obesità.
  3. L'epilessia ipotalamica o diencefalica è caratterizzata da gastralgia, cardialgia; debolezza generale, tremore, tachicardie, paure e problemi respiratori. Nel tempo, si uniscono una serie di crampi. Può verificarsi una storia di crisi simpatico-adrenali e miste, feci molli e nausea. Si verifica nei bambini e negli adolescenti.
  4. HS neurotrofica: disturbi trofici: forti fluttuazioni di peso in ogni direzione, cefalea ed edema, prurito allergico alla pelle, ulcere trofiche e ulcere nello stomaco e nel duodeno, pelle secca, pigmentazione, eventualmente ammorbidimento delle ossa.
  5. Forma neuromuscolare - 10%. La manifestazione principale è l'astenia a livello fisico e la riduzione della resistenza. Reclami sulla rigidità degli arti, a volte i pazienti non possono sopportare o muoversi. Affaticamento rapido, apatia, debolezza muscolare.
  6. Forma di scambio neuroendocrina - il 27%. Tutti i tipi di scambi sono disturbati - aumento e aumento di perdita di peso, l'appetito può essere sotto forma di bulimia o anoressia, sete. Cefalgia e diminuzione della libido. Spesso queste forme hanno sindromi addizionali: Itsenko-Cushing, diabete insipido, acromegalia, ipotiroidismo, menopausa precoce.
  7. Forma psicosomatica - disturbi del ritmo circadiano - insonnia o sonnolenza.
  8. Forma psicopatologica: disturbi affettivi sotto forma di diminuzione dell'umore, perdita di motivazione ad apprendere, nuova conoscenza, periodici lampi di apatia o aggressività.

Sintomi della sindrome ipotalamica

La sindrome ipotalamica (HS) è una patologia multiforme e complessa, difficile da diagnosticare e trattare. I suoi sintomi possono essere permanenti e transitori. Si manifestano in momenti diversi, nel corso di giorni, mesi e anni.

Sindrome ipotalamica: i sintomi ipotalamici manifestano, soprattutto, disturbi e patologie metaboliche quali:

  • diabete insipido (sete, disidratazione e secchezza delle fauci, diuresi giornaliera superiore a 5 litri al giorno);
  • distrofia adiposogenitale (bulimia, obesità e debolezza).
  • iperostosi frontale (aumento della massa ossea per unità di volume sulla fronte);
  • obesità puberale;
  • Malattia di Simmonds;
  • pubertà compromessa;
  • nanismo, gigantismo.

Sintomi psicovegetativi della malattia:

  • cefalea pronunciata, disturbi della libido;
  • sonnolenza diurna e insonnia notturna;
  • affaticamento, sbalzi d'umore.

Violazioni da parte del CCC:

  • diminuzione della resistenza, vasospasmo;
  • salta la pressione sanguigna;
  • tachicardia.

Spesso c'è una crisi ipotalamica (o diencefalica): vasoinsulare e simpatico-surrenale.

Segni di crisi vasoinsulari:

  • sensazione di calore e vampate di calore alla testa;
  • soffocamento, nausea, vertigini, svanimento nel cuore;
  • pesantezza nell'epigastria e brontolio nello stomaco;
  • minzione frequente;
  • impulso lento, abbassamento della pressione sanguigna, debolezza e iperidrosi.

Crisi surrenali simpatiche: il paziente è eccitato, è spesso segnato da panico, ansia irragionevole. Appaiono spesso sullo sfondo di un sovraccarico emotivo, quando il tempo cambia, durante le mestruazioni, con dolore, ecc. Si sviluppano nel tardo pomeriggio, sono spesso preceduti da umore depresso, letargia, coliche e palpitazioni, mani tremanti, brividi, arti intorpidite e fredde, cefalea acuta, aumento della pressione sanguigna e, a volte, temperatura. C'è una paura della morte. La durata delle crisi è misurata in un quarto d'ora a 2-3 ore. Dopo di loro, la paura della ripetizione dell'attacco e della debolezza generale persistono per lungo tempo.

Soffrire di HS spesso si stanca rapidamente, reagisce male alle intemperie. Sono mentalmente e fisicamente impoveriti. Spesso si lamentano dolori lancinanti nel cuore, mancano di aria, sono inclini alle allergie. Hanno problemi con la digestione. In questo contesto, improvvisamente appaiono ansia e panico. Una tale condizione può sviluppare una crisi ipertensiva.

Complicazioni della sindrome ipotalamica

Le complicazioni includono:

  • sviluppo di PCOS;
  • Deviazioni di MC da oligo e amenorrea alla menorragia;
  • ginecomastia;
  • distrofia del miocardio;
  • irsutismo;
  • insulino-resistenza.

Inoltre, quando si osserva HS, patologia del decorso della gravidanza: grave gestazione tardiva con edema e ipertensione, proteinuria.

Diagnosi della sindrome ipotalamica

La diagnosi è complicata dal fatto che i sintomi assomigliano a tutte le patologie endocrine, pertanto è necessario un esame completo da parte di un neuropatologo e di un endocrinologo, un medico generico.

Per una diagnosi accurata, eseguire test speciali:

  • curva dello zucchero;
  • EEG per rilevare lesioni cerebrali profonde;
  • termometria a 3 punti per confrontare la differenza di temperatura;
  • Campioni di 3 giorni Zimnitsky.

Un campione di tre giorni secondo Zimnitsky registra il volume di consumo e di scarico del fluido da parte del paziente. Viene assegnata la risonanza magnetica del cervello, consente di rilevare in dettaglio la presenza di tumori, ICP, TBI e le sue conseguenze. È anche importante prendere il sangue per i parametri biochimici e lo stato ormonale. Per escludere altre patologie endocrine e patologie del profilo terapeutico, viene prescritta un'ecografia della tiroide, delle ghiandole surrenali e degli organi interni.

Trattamento di manifestazioni di HS

Sindrome ipotalamica: il trattamento sarà efficace solo in caso di isolamento della sindrome principale. Le forme di manifestazione dei TOS variano, che devono anche essere prese in considerazione. Il trattamento viene eseguito dagli sforzi di un endocrinologo, un neurologo. Nelle donne, un ginecologo è coinvolto nel trattamento.

L'obiettivo del trattamento è di normalizzare il lavoro dell'ipotalamo ed eliminare i sintomi. Ad esempio, qualsiasi tipo di infezione viene trattata con antibatterico, antinfiammatorio, assorbibile. Una completa riabilitazione dei focolai di infezione.

Le conseguenze di TBI sono trattate con l'aiuto della terapia di disidratazione, puntura spinale. Anche prescritto mezzi per migliorare la circolazione del sangue nel cervello - nootropics, Vinpocetine, Vit. Gr. B, integratori di calcio e aminoacidi - Glicina; mezzi per migliorare la microcircolazione - angioprotectors, biostimolants.

I disturbi del carboidrato sono trattati con dieta e vitamine. Per intossicazioni alcoliche e altre, è prescritta la terapia di disintossicazione per infusione: tiosolfato di sodio, soluzioni saline, isotoniche e glucosio.

I disturbi neuroendocrini sono trattati con prescrizione di terapia ormonale sostitutiva per mezzo anno, con una dieta. Inoltre, nel trattamento dell'HS usato RTI, fisioterapia, LH. Di grande importanza è la balneoterapia.

Prognosi della sindrome ipotalamica

Con HS, diabete, ipertensione, si può verificare la distrofia miocardica. Durante il periodo di trattamento, il paziente deve essere isolato da tutti i tipi di sovraccarico. Esclusione obbligatoria della notte e lavoro a turni. Altrimenti, potrebbe esserci una disabilità. La disabilità è peggiorata soprattutto con frequenti crisi e disturbi endocrini. In questi casi, possono essere forniti anche 3 o 2 gruppi di disabilità. L'HS della pubertà con correzione corretta passa completamente tra 20-25 anni.

Misure preventive

Non ci sono misure specifiche. La prevenzione sarà una corretta alimentazione e l'uso di prodotti particolarmente contenenti iodio, uno stile di vita sano, limitando i sovraccarichi. Anche un sonno completo e la normalizzazione del peso sono importanti.

Sindrome ipotalamica: sviluppo, forme, sintomi, diagnosi, come trattare

La sindrome ipotalamico - un insieme di segni clinici correlati non è causato dalla lesione del zona del cervello ipotalamo-ipofisi. L'ipotalamo è il principale organo coinvolto nella formazione di reazioni comportamentali che regolano attività neuroendocrine del cervello e del corpo omeostasi mantenimento a livelli ottimali. Questo centro vegetativo innerva tutti gli organi interni di una persona. Ipotalamo fornisce adattamento dell'organismo alle mutevoli condizioni nell'ambiente, processi alimentari, termoregolazione, la moltiplicazione e la formazione di una persona. La disfunzione ipotalamica porta a disordini ormonali e metabolici, a parossismi vegetativi.

Le cause della sindrome ipotalamica sono danni cerebrali traumatici, tumori e cisti, intossicazione chimica. La malattia è clinicamente frequenti cambiamenti di umore, la pressione aumenta, il rafforzamento o indebolimento del desiderio sessuale, improvviso aumento di peso, disabilità mentale. La sindrome secondo ICD-10 ha il codice E23.3 e il nome "Disfunzione ipotalamica, non classificato altrove".

Endocrinologi, chirurghi, ginecologi, neurologi e oftalmologi si occupano della diagnosi e della cura della patologia. Alcune difficoltà nella diagnosi sono facilmente spiegabili dalla varietà di forme cliniche. La diagnosi viene effettuata prendendo in considerazione i dati di esami del sangue ormonali, encefalografia, tomografia cerebrale, esame ecografico delle ghiandole endocrine. Il trattamento della malattia è etiotropico e sintomatico. Ai pazienti viene prescritta terapia ormonale, terapia dietetica e fisioterapia.

Caratteristiche della sindrome ipotalamica, che sono associati ai problemi della medicina moderna:

  • Adolescenza di pazienti
  • Il rapido progresso della patologia,
  • Disturbi neuroendocrini
  • Effetti estesi su vari organi e sistemi corporei
  • Una varietà di sintomi clinici.

La sindrome ipotalamica nella maggior parte dei casi si verifica nelle ragazze e nelle donne per lo più da 15 a 35 anni. Gli uomini soffrono di questa malattia molto meno spesso.

classificazione

Classificazione eziologica della sindrome:

  1. Tipo primario - una conseguenza di neuroinfection o lesione cerebrale traumatica,
  2. Il tipo secondario si sviluppa con obesità alimentare,
  3. Tipo misto

Sintomi clinici della malattia:

  • modulo Vegetovascular è considerato il più comune ed è caratterizzata da segni di distruzione di parte vegetativa del sistema nervoso e le variazioni di tono vascolare: ipersalivazione, tachicardia, perdita di pressione, vampate di calore, insufficienza respiratoria;
  • La forma con una violazione della termoregolazione è caratterizzata da forti aumenti della temperatura corporea, brividi, iperidrosi, attacchi di fame e sete;
  • epilessia diencephalic avviene ingiustamente e accompagnata da ansia, paura, panico, diarrea, sudorazione, insonnia, dolore al cardialgia epigastrica, tremore delle estremità, palpitazioni, epipristupami;
  • Forma neurotropica: aumento o diminuzione del peso corporeo, gonfiore, mal di testa, eruzione cutanea pruriginosa;
  • La forma neuromuscolare si manifesta con debolezza dei muscoli, astenia fisica, intorpidimento delle estremità, attacchi di dolore alle braccia e alle gambe, apatia;
  • forma psicopatologica è caratterizzata da un brusco cambiamento di stato d'animo, l'indifferenza agli eventi attuali, l'aggressività, l'ansia senza causa, tinnito, allucinosi;
  • Forma psicosomatica: incapacità di dormire la notte, sonnolenza diurna, stanchezza, letargia;
  • La forma neuroendocrina manifesta disturbi metabolici, diminuzione della libido, obesità.

La gravità della sindrome:

  1. Facile - il paziente si sente soddisfacente, viene effettuato un trattamento conservativo delle endocrinopatie;
  2. Medio - la condizione seria di pazienti, le misure terapeutiche complesse e complesse;
  3. Severe: i pazienti necessitano di un intervento chirurgico

La natura dello sviluppo della patologia:

  • Progressivo - rafforzando sintomi, la condizione seria di pazienti;
  • Stabile - la condizione dei pazienti non cambia;
  • Regressione - riduzione della gravità dei sintomi, miglioramento della condizione dei pazienti;
  • Ricorrente: la ripresa dei sintomi e il deterioramento dei pazienti dopo interventi terapeutici.

eziologia

Cause della sindrome ipotalamica:

  1. Tumori cerebrali che comprimono l'ipotalamo e ne compromettono le funzioni;
  2. Danno cerebrale traumatico con un effetto diretto sull'ipotalamo;
  3. Neurointossicazione del corpo dovuta all'uso di droghe, alcool, esposizione a sostanze tossiche, rischi industriali;
  4. Malattie degenerative distruttive della colonna vertebrale;
  5. Malattie infettive del sistema nervoso di eziologia virale o batterica;
  6. Situazioni stressanti e conflittuali;
  7. Fallimento ormonale durante la gravidanza;
  8. Aumento della pressione sull'ipotalamo a causa di eccesso di liquido nel cranio;
  9. Predisposizione genetica;
  10. Ipossia del cervello dovuta a soffocamento, annegamento.

Nei bambini, le cause della sindrome sono spesso: trauma della nascita, infezione intrauterina, insufficienza della barriera emato-encefalica, ipossia fetale.

Fattori che provocano il verificarsi di parossismi:

  • Brusco cambiamento del tempo
  • Un'ondata di emozioni
  • mestruazioni,
  • Stress fisico
  • Dolore acuto

sintomatologia

La varietà dei sintomi clinici della sindrome ipotalamica è dovuta alle molte funzioni che questo regolatore supremo del sistema nervoso autonomo esegue.

L'ipotalamo fornisce regolazione neuroumorale delle principali funzioni del corpo, supporta il metabolismo a livello ottimale, tono vascolare e organi interni, regola i processi di produzione di calore e trasferimento di calore, pressione sanguigna, equilibrio salino, comportamento nutrizionale e sessuale, coordina l'attività mentale e le reazioni fisiologiche.

Segni clinici della malattia

I sintomi della sindrome ipotalamica compaiono immediatamente dopo il danneggiamento dell'organo o dopo diversi mesi e persino anni. Il quadro clinico della patologia è vario e polimorfico. Armato di numerosi e vari sintomi e segni che indicano la sindrome ipotalamica, l'una o l'altra forma di questa patologia può essere diagnosticata.

  1. Disturbi autonome si verificano con la disfunzione degli organi interni e dei sistemi causata da una violazione della loro regolazione nervosa.Nel sistema cardiovascolare, c'è tachicardia, salti di pressione sanguigna con una tendenza all'ipertensione, disagio e dolore lancinante nel cuore e labilità alle pulsazioni. Da parte dell'apparato respiratorio: respiro accelerato, sensazione di mancanza d'aria, vertigini, mancanza di respiro, insoddisfazione per l'inalazione. Da parte del tratto gastrointestinale - nausea e vomito, sensazione di coma alla gola, dolore spasmodico e dolorante nell'addome inferiore, alternanza di avversione al cibo e eccessiva ingordigia, cambiamenti nel peso corporeo nel lato più piccolo o più grande, frequente voglia di defecare, aumento di gas, una sedia instabile con prevalenza di diarrea. I comuni disordini autonomi includono: spasmi muscolari, intorpidimento delle estremità, iperidrosi delle palme e delle piante dei piedi, affaticamento, iperreflessia, reazioni cutanee anormali, reazioni acute ai cambiamenti del tempo, esaurimento psicofisico.
  2. I segni di disturbi endocrini comprendono diabete insipido, acromegalia, iper- o ipotiroidismo, alterata funzione erettile ed eiaculatoria negli uomini, anorgasmia nelle donne, diminuzione della libido, comparsa di strisce blu-viola sulla pelle dell'addome e delle cosce.
  3. Disturbi trofici - alterazioni distrofiche delle ossa e dei muscoli, secchezza e desquamazione della pelle, ulcerazione delle mucose degli organi interni, eruzioni cutanee allergiche sulla pelle.
  4. Disfunzioni di scambio - disordini metabolici di proteine, carboidrati, grassi, minerali, bulimia, anoressia, sete, odore forte caratteristico di sudore, perdita di capelli o ipertricosi, cambiamenti nei parametri nelle analisi del sangue.
  5. Violazione della termoregolazione - intolleranza alle correnti d'aria, uso di indumenti non in base alle condizioni meteorologiche, condizione di subfebrilungo lungo con aumento periodico della temperatura corporea a numeri elevati. Questa forma di solito si sviluppa negli adolescenti, è caratterizzata dall'assenza di segni di infiammazione nel corpo e si sviluppa dopo un sovraccarico psico-emotivo o stress.

La sindrome ipotalamica della pubertà si distingue in una forma separata. Si sviluppa in adolescenti di 12-15 anni e si manifesta come sovrappeso, malessere generale, comparsa precoce di caratteristiche sessuali secondarie, fame insaziabile, riduzione delle prestazioni, psicosi depressiva e comparsa di smagliature sulla pelle. Gli adolescenti malati crescono e si sviluppano più velocemente dei loro coetanei, compaiono aree di ipercheratosi nei luoghi di contatto degli indumenti con la pelle. Nelle ragazze, il ciclo mestruale è disturbato. Il loro grasso si deposita sul petto, glutei, pube, collo. I ragazzi acquisiscono caratteristiche femminili, i loro capelli non crescono a lungo.

La causa della sindrome giovanile è un fallimento ormonale che si verifica durante la pubertà in tutti i bambini. I gruppi a rischio sono:

  • Adolescenti che iniziano a fare sesso presto
  • Ragazze che sono rimaste incinte presto e hanno avuto diversi aborti,
  • Bambini obesi,
  • Anabolic Teens
  • Dipendenti da bambini.

Crisi ipotalamiche

Crisi ipotalamiche - attacchi o parossismi che si verificano improvvisamente e inaspettatamente, spesso di sera o di notte.

  1. La vaginosi è accompagnata da bradicardia, ipotensione, tinnito e debolezza. I pazienti sono spesso bollenti, avvertono vampate di rossore sul viso e sulla testa. I sentimenti spiacevoli nell'epigastrio vanno dal disagio minore al dolore acuto. La bassa pressione sanguigna è sempre manifestata da nausea e vertigini. I pazienti lamentano ipersalivazione e iperidrosi, diarrea, minzione abbondante e frequente.
  2. La crisi surrenale simpatica si manifesta con ipertensione, tachicardia, febbre. I pazienti hanno un drammatico cambiamento di umore, mal di testa e dolori al cuore, letargia, brividi, "pelle d'oca" appaiono, i battiti del cuore diventano rapidi, le membra fredde e pallide, secche mucose. Sono spesso agitati, irrequieti e spaventati.
  3. La crisi ipertermale in violazione della termoregolazione si manifesta con un forte aumento della temperatura a 40 ° C, specialmente al mattino. Il ricevimento di farmaci antipiretici in tali casi diventa inutile.
  4. Le crisi di natura mista - una combinazione dei sintomi di tutte le forme di cui sopra.

Tali crisi durano da 15 minuti a 3 ore. Dopo di loro per molto tempo rimane debolezza e debolezza.

complicazioni

  • Ovaio policistico,
  • ginecomastia,
  • dismenorrea,
  • Distrofia miocardica,
  • Gestosi tardiva di donne in gravidanza
  • Ipertensione,
  • Il diabete mellito.

diagnostica

La diagnosi della sindrome ipotalamica presenta alcune difficoltà per i medici. Tutti i pazienti sono esaminati per la presenza di segni esterni del disturbo, scoprire le possibili cause della formazione della malattia, il tempo di comparsa di alcuni sintomi.

Quando si effettua una diagnosi, è necessario tenere conto dei dati anamnestici, dei reclami, dei dati fisici e dei risultati di test specifici.

  1. Per determinare la curva dello zucchero, la glicemia viene misurata a stomaco vuoto e quindi con un carico di 100 g di zucchero. Sono possibili le seguenti opzioni patologiche: iperglicemia, ipoglicemia, una curva a doppia gobba con alternanza di gocce e aumenti, una curva torpida - un forte aumento del glucosio in un determinato punto.
  2. Misurazione della temperatura corporea in tre punti.
  3. L'EEG mostra i cambiamenti nelle strutture profonde del cervello e ne valuta l'attività.
  4. La risonanza magnetica cerebrale può rilevare un tumore, gli effetti della TBI, la patologia vascolare.
  5. Per tutti i pazienti con sospetta sindrome ipotalamica viene eseguito un esame del sangue per l'emiciclo, i parametri biochimici e gli ormoni.
  6. Metodi ausiliari: ecografia, TC e risonanza magnetica delle ghiandole surrenali, tiroide, fegato.

trattamento

Il trattamento della malattia richiede pazienza, forza e perseveranza dai pazienti, e dai medici - il miglior metodo terapeutico di tutti gli esistenti. Si consiglia ai pazienti di seguire una dieta: mangiare spesso, frazionalmente, fino a 5 volte al giorno, riducendo gradualmente il contenuto calorico degli alimenti e dei pasti pronti. La terapia farmacologica prevede l'uso di farmaci che migliorano la circolazione cerebrale, diuretici, vitamine, farmaci ormonali e anticonvulsivanti. Un trattamento adeguato e tempestivo rende la prognosi della malattia favorevole. La sindrome nella maggior parte dei casi finisce con il recupero, ad eccezione delle forme trascurate.

Specialisti nel campo dell'endocrinologia, neurologia e ginecologia sono impegnati nella diagnosi e nella cura della patologia. Selezionano il regime di trattamento individualmente per ciascun paziente.

  • Disintossicazione - somministrazione parenterale di soluzioni saline, glucosio, soluzione salina.
  • Adrenolisi - "Reserpine", "Aminazin".
  • Cholinomimetici - "Kalimin", "Mestinon".
  • Ganglioblokaty - "Benzogeksony", "Pentamin", "Dimekolin".
  • Antidepressivi - Fluoxetina, Imipramina.
  • Ansiolitici - Clonazepam, Xanax.
  • Terapia ormonale - "ACTH", "Prednisolone", "Desametasone".
  • Farmaci vascolari - "Tsinnarizin", "Cerebrolysin".
  • Vasodilatatori - "Kavinton", "Actovegin".
  • Medicinali antistaminici - "Diazolin", "Tsetrin".
  • Terapia vitaminica

Il trattamento non farmacologico consiste in terapia riflessa, fisioterapia ed esercizi terapeutici. I pazienti devono normalizzare le modalità di lavoro e riposo, dieta, dimagrire, prendere bagni caldi e carbonici, andare in località con un clima marino o montano.

L'intervento chirurgico è indicato nei pazienti in cui le cause della sindrome ipotalamica sono neoplasie nel cervello o coaguli di sangue risultanti da TBI.

  1. Il sollievo della crisi simpatico-surrenale consiste nel dare al paziente una posizione comoda che rilassa i muscoli; uso di sedativi su base vegetale; trattamento sintomatico prolungato.
  2. Per fermare la crisi parasimpatica usare i mezzi, restringendo i vasi sanguigni e aumentare la pressione - "Caffeina", "Cordiamina".

Ricette della medicina tradizionale usata per trattare la patologia:

  • Un decotto di radice di bardana riduce la fame,
  • Un decotto di foglie di mirtillo ha un leggero effetto ipoglicemico,
  • Fianchi di brodo, biancospino, aneto normalizzano la pressione sanguigna.

prevenzione

Misure preventive per prevenire lo sviluppo della sindrome ipotalamica:

  1. Combattere il fumo
  2. Rinuncia all'alcol
  3. Nutrizione arricchita con vitamine e microelementi
  4. Trattamento tempestivo delle malattie infettive,
  5. Uso profilattico di sedativi,
  6. Eliminazione di fattori provocatori
  7. Esercizio fisico regolare, esercizio fisico moderato,
  8. Limitazione dello stress emotivo
  9. La modalità ottimale di lavoro e riposo,
  10. Pieno sonno
  11. Normalizzazione dello stato psico-emotivo.

La ricerca tempestiva di assistenza medica migliora la prognosi della patologia e riporta i pazienti a una vita piena. Altrimenti, formano complicazioni che portano alla disabilità e alla disabilità del gruppo II o III.

La sindrome ipotalamica è una malattia grave e complessa per la quale la tempestività e la correttezza della diagnosi e della terapia giocano un ruolo estremamente importante. In caso di diagnosi tardiva e terapia analfabeta, si sviluppano complicanze potenzialmente letali: ipertensione, diabete mellito e distrofia miocardica.

Sindrome ipotalamica

La sindrome ipotalamica è un complesso di disturbi endocrini, metabolici e autonomici causati dalla patologia dell'ipotalamo. È caratterizzato da un cambiamento (spesso un aumento) del peso corporeo, mal di testa, instabilità dell'umore, ipertensione, disturbi mestruali, aumento dell'appetito e della sete, aumento o diminuzione della libido. Per diagnosticare la sindrome ipotalamica, un esteso studio ormonale, EEG, risonanza magnetica cerebrale, se necessario, ecografia della tiroide, ghiandole surrenali. Il trattamento della sindrome ipotalamica è la selezione di terapie ormonali stimolanti o inibenti efficaci, che conducono un trattamento sintomatico.

Sindrome ipotalamica

La sindrome ipotalamica è un complesso di disturbi endocrini, metabolici e autonomici causati dalla patologia dell'ipotalamo. È caratterizzato da un cambiamento (spesso un aumento) del peso corporeo, mal di testa, instabilità dell'umore, ipertensione, disturbi mestruali, aumento dell'appetito e della sete, aumento o diminuzione della libido. La prognosi dipende dalla gravità dell'ipotalamo: dalla possibilità di un completo recupero alla progressione della malattia (lo sviluppo di obesità grave, ipertensione persistente, infertilità, ecc.).

La patologia della regione ipotalamica si trova spesso nella pratica neurologica, ginecologica e neurologica, causando difficoltà nella diagnosi a causa della varietà di forme di manifestazione. La sindrome ipotalamica si sviluppa spesso nell'adolescenza (13-15 anni) e riproduttiva (31-40 anni), prevalente nelle femmine (12,5-17,5% delle donne).

Il problema del significato medico e sociale della sindrome ipotalamica è determinato dalla giovane età dei pazienti, dal decorso progressivo della malattia, da gravi disturbi neuroendocrini, spesso accompagnati da una diminuzione parziale o dalla completa perdita di capacità lavorativa. La sindrome ipotalamica provoca gravi violazioni della salute riproduttiva delle donne, causando lo sviluppo della sterilità endocrina, malattia dell'ovaio policistico, complicanze ostetriche e perinatali.

Cause della sindrome ipotalamica

La divisione ipotalamica del cervello è responsabile della regolazione delle funzioni umorali e neurali che assicurano l'omeostasi (stabilità dell'ambiente interno). L'ipotalamo svolge il ruolo di un centro vegetativo più elevato che regola il metabolismo, la termoregolazione, l'attività dei vasi sanguigni e degli organi interni, il comportamento nutrizionale, sessuale e mentale. Inoltre, l'ipotalamo controlla le reazioni fisiologiche, quindi, nella sua patologia, la frequenza di alcune funzioni è disturbata, che si esprime con una crisi vegetativa (parossismo).

Le seguenti cause possono causare disturbi nell'attività dell'ipotalamo e lo sviluppo della sindrome ipotalamica:

  • tumori cerebrali che comprimono la regione ipotalamica;
  • lesione cerebrale traumatica con danno diretto all'ipotalamo;
  • neurointossicazione (abuso di sostanze, tossicodipendenza, alcolismo, rischi professionali, problemi ambientali, ecc.);
  • malattie vascolari, ictus, osteocondrosi del rachide cervicale;
  • neuroinfezioni virali e batteriche (influenza, reumatismi, malaria, tonsillite cronica, ecc.);
  • fattori psicogeni (stress, situazioni di shock, stress mentale);
  • gravidanza e cambiamenti ormonali ad essa associati;
  • malattie croniche con componenti vegetativi (asma bronchiale, ipertensione, ulcere gastriche e duodenali, obesità);
  • fallimento costituzionale della regione ipotalamica.

Classificazione della sindrome ipotalamica

L'endocrinologia clinica ha un gran numero di studi sulla sindrome ipotalamica. I risultati di questi studi hanno costituito la base della moderna classificazione estesa della sindrome.

Sul principio etiologico, la sindrome ipotalamica è divisa in primaria (a causa di neuroinfezioni e lesioni), secondaria (a causa dell'obesità costituzionale) e mista.

Secondo le principali manifestazioni cliniche, si distinguono le seguenti forme della sindrome ipotalamica:

  • vegetativa-vascolare;
  • disturbi della termoregolazione;
  • epilessia ipotalamica (diencefalica);
  • neurotrophic;
  • neuromuscolare;
  • psevdonevrastenicheskuyu e psicopatologico;
  • disordine di motivazione e inclinazioni;
  • disordini neuroendocrini-metabolici.

Assegnare le varianti cliniche della sindrome ipotalamica con una prevalenza di obesità costituzionale, ipercorticismo, disturbi neurocircolatori, disturbi germinativi.

La gravità della sindrome ipotalamica può essere lieve, moderata e grave e la natura dello sviluppo: progressiva, stabile, regressiva e ricorrente. Nella pubertà, la sindrome ipotalamica può verificarsi con ritardo o accelerazione della pubertà.

Sintomi della sindrome ipotalamica

Le manifestazioni della sindrome ipotalamica dipendono dalla zona di danno dell'ipotalamo (sezioni anteriori o posteriori) e causate da disordini neuroumorali nella regione ipotalamo-ipofisaria. Le manifestazioni della sindrome ipotalamica spesso dominano i seguenti disturbi:

  • vegetativo-vascolare - 32%,
  • scambio endocrino - 27%,
  • neuromuscolare - 10%,
  • disturbi della termoregolazione, ecc. - 4%, ecc.

La sindrome ipotalamica si manifesta con debolezza generale, stanchezza, esaurimento fisico e mentale, scarsa tolleranza delle condizioni atmosferiche variabili, formicolio cuore, inclini a reazioni allergiche, sgabello instabile, sensazione di mancanza di respiro, disturbi emotivi (ansia, attacchi di panico), disturbi del sonno, aumento sudorazione. Tachicardia obiettivamente rilevata, asimmetria della pressione arteriosa con tendenza ad aumentare, tremore delle dita e palpebre.

Nella maggior parte dei pazienti, la sindrome ipotalamica è parossistica (parossistica), più spesso sotto forma di crisi vagoinsulare e simpatico-adrenale. Le crisi vasoinsulari nella sindrome ipotalamica sono accompagnate da una sensazione di calore, arrossamento del viso e della testa, vertigini, soffocamento, sensazioni spiacevoli nell'epigastrio, nausea, insufficienza cardiaca, sudorazione e debolezza generale. Ci può essere una maggiore peristalsi intestinale con sgabelli indeboliti, minzione frequente e abbondante, ripetute sollecitazioni in bagno. Forse lo sviluppo di manifestazioni allergiche sotto forma di orticaria e persino angioedema. La frequenza cardiaca diminuisce a 45-50 battiti. al minuto, la pressione arteriosa si riduce a 90 / 60-80 / 50 mm Hg. Art.

crisi Simpatico-surrenali nella sindrome ipotalamico può essere innescato da stress emotivo, cambiamenti delle condizioni atmosferiche, le mestruazioni, dolore, e altri fattori parossismi si verificano in genere di colpo di sera o di notte, a volte sono preceduti da precursori :. mal di testa, cambiamenti di umore, formicolio nel cuore, letargia. Durante un attacco, brividi, tremori, "pelle d'oca", battito cardiaco, raffreddamento e intorpidimento delle estremità, appare l'aumento della pressione sanguigna a 150 / 100-180 / 110 mm Hg. Art., Tachicardia a 100-140 battiti. in pochi minuti A volte le crisi simpatico-adrenaliniche sono accompagnate da un aumento della temperatura fino a 38-39 ° C, agitazione, ansia e paura della morte (attacchi di panico).

La durata della crisi può essere di 15 minuti. fino a 3 ore o più, dopo di che rimangono per parecchie ore debolezza e paura di una ripetizione di tale attacco. Spesso con la sindrome ipotalamica, le crisi sono miste, combinando i sintomi dell'insulina vaginale e le crisi simpatico-surrene.

La violazione della termoregolazione nella sindrome ipotalamica è accompagnata dallo sviluppo di una crisi ipertermica, caratterizzata da un improvviso salto della temperatura corporea a 39-40 ° C sullo sfondo di una subfebrite prolungata. Per i disturbi termoregolatori, l'aumento tipico della temperatura mattutina e il suo declino verso sera, la mancanza di effetto dalla somministrazione di farmaci antipiretici. I disturbi della termoregolazione sono più comuni nell'infanzia e nell'adolescenza e dipendono dallo stress fisico ed emotivo. Negli adolescenti, sono spesso associati ai compiti scolastici e scompaiono durante il periodo di vacanza.

Manifestazioni di disturbi termoregolatori nella sindrome ipotalamica possono essere costanti freddolosità, intolleranza alle correnti d'aria e basse temperature. Tali pazienti si attutiscono costantemente, indossano abiti non in base alle condizioni meteorologiche, anche quando fa caldo non aprono le aperture e le finestre, evitano di fare il bagno. motivazioni sconvolto e impulsi quando la sindrome ipotalamica caratterizzata da emotivi e disturbi di personalità, fobie, alterazioni della libido, sonnolenza anomala (ipersonnia) o insonnia, frequenti cambi di umore, irritabilità, rabbia, pianto, e così via. D.

Disturbi neuroendocrini-metabolici nella sindrome ipotalamica si manifestano in violazione del metabolismo di proteine, carboidrati, grassi, sali d'acqua, bulimia, anoressia, sete. I disturbi neuroendocrini possono essere accompagnati da sindromi di Itsenko-Cushing, diabete non zuccherino con poliuria, polidipsia e bassa densità relativa delle urine, acromegalia, menopausa precoce nelle giovani donne, alterazioni della ghiandola tiroidea. Distrofia delle ossa e dei muscoli, disturbi del trofismo cutaneo (secchezza, prurito, piaghe da decubito), ulcerazione degli organi interni mucosi (esofago, duodeno, stomaco). La sindrome ipotalamica è caratterizzata da un decorso cronico o lungo con ricadute e riacutizzazioni.

Complicazioni della sindrome ipotalamica

Durante la sindrome ipotalamica più spesso complicata da ovaio policistico, ginecomastia, irregolarità mestruali da oligo e amenorrea a sanguinamento uterino, distrofia del miocardio, irsutismo e la resistenza all'insulina. La complicazione della gravidanza con la sindrome ipotalamica può essere una forma grave di gestosi tardiva.

Diagnosi della sindrome ipotalamica

La clinica polimorfica della sindrome ipotalamica presenta notevoli difficoltà nella sua diagnosi. Pertanto, i criteri principali per la diagnosi della sindrome ipotalamica sono dati di test specifici: curva dello zucchero, termometria a tre punti, EEG del cervello, test Zimnitsky di tre giorni.

La glicemia nella sindrome ipotalamica viene esaminata a stomaco vuoto e con un carico di 100 g di zucchero, determinando il livello di glucosio ogni 30 minuti. Nella sindrome ipotalamica si riscontrano le seguenti varianti della curva dello zucchero:

  • iperglicemia (aumento dei livelli di glucosio sopra il normale);
  • ipoglicemico (contenuto di glucosio inferiore al normale);
  • doppio gobbo (diminuzione del livello di glucosio si alterna con un nuovo rialzo);
  • torpid (un piccolo aumento di glucosio è fissato in un punto).

La termometria nella sindrome ipotalamica viene eseguita in tre punti: entrambe le ascelle e nel retto. I disturbi termometrici possono essere espressi in condizioni isotermiche (pari alla temperatura nel retto e nelle regioni ascellari, con una normale nel retto di 0,5-1 ° C superiore); ipo-e ipertermia (sotto le ascelle la temperatura è inferiore o superiore alla norma); termo-inversioni (la temperatura nel retto è inferiore a quella delle ascelle).

L'elettroencefalogramma rivela cambiamenti che interessano le strutture profonde del cervello. Nello studio di tre giorni secondo Zimnitsky, nei pazienti con sindrome ipotalamica, il rapporto tra fluidi consumati ed escreti, urina notturna e giornaliera, cambia. La risonanza magnetica cerebrale nella sindrome ipotalamica ha rivelato un aumento della pressione intracranica, gli effetti dell'ipossia e delle lesioni e la formazione di tumori.

Obbligatoria ipotalamica criterio diagnosi sindrome è la determinazione di ormoni (prolattina, LH, estradiolo, FSH, testosterone, cortisolo, TSH, T4 (tiroxina libera), adrenotropnogo ormone nel sangue e 17-chetosteroidi nelle urine giorno) o indicatori biochimici per il rilevamento di malattie endocrine e metaboliche. Differenziare la sindrome ipotalamica con una lesione organica di altri sistemi consente l'ecografia delle ghiandole surrenali, l'ecografia della ghiandola tiroidea e gli organi interni. Se necessario, viene eseguita un'ulteriore risonanza magnetica o TC delle ghiandole surrenali.

Trattamento della sindrome ipotalamica

Il complesso di misure per il trattamento della sindrome ipotalamica deve essere effettuato congiuntamente da un endocrinologo, un neurologo e un ginecologo (nelle donne). La selezione dei metodi di trattamento per la sindrome ipotalamica è sempre individuale e dipende dalle manifestazioni principali. L'obiettivo del trattamento della sindrome ipotalamica è la correzione dei disturbi e la normalizzazione della funzione delle strutture ipotalamiche del cervello.

Nella prima fase del trattamento è effettuato eliminazione dei fattori eziologici:.. lesioni infettive sanazione, trattamento di traumi e tumori, ecc Quando intossicazioni alcool, farmaci, insetticidi, pesticidi, metalli pesanti effettuate terapia attiva disintossicazione: soluzione salina endovena, tiosolfato di sodio, glucosio, saline soluzione, ecc. Per la prevenzione di crisi simpatico-adrenaliniche, piroxan, alcaloidi di belladonna + fenobarbital, sulpiride, tofisopam, antidepressivi (tianeptina, amitriptilina, myans Erin e altri).

I disturbi neuroendocrini sono corretti da farmaci ormonali sostitutivi, stimolanti o inibitori, la nomina di una dieta e regolatori del metabolismo dei neurotrasmettitori (bromocriptina, fenitoina) fino a sei mesi. Con lo sviluppo della sindrome ipotalamica post-traumatica, vengono eseguite la terapia disidratante e la puntura cerebrospinale. In caso di disturbi metabolici, sono prescritti dietoterapia, anoressanti, vitamine.

Nella sindrome ipotalamica vengono prescritti farmaci che migliorano la circolazione cerebrale (piracetam, gidralizat brain pigs, vinpocetina), vitamine del gruppo B, amminoacidi (glicina), integratori di calcio. Nel trattamento della sindrome ipotalamica comprendono riflessologia, fisioterapia, fisioterapia. Nella struttura del trattamento della sindrome ipotalamica, un ruolo importante è svolto dalla normalizzazione del riposo e del lavoro, dalla dieta, dalla normalizzazione del peso corporeo e dalla balneoterapia.

Prognosi e prevenzione della sindrome ipotalamica

La sindrome ipotalamica può portare a una diminuzione e perdita di efficienza nei casi di parossismi autonomi frequentemente ripetuti. Tali pazienti, tenendo conto delle loro attività professionali, possono ricevere il gruppo di invalidità III. Forme neuroendocrine-metaboliche pronunciate della sindrome ipotalamica possono anche portare a disabilità con la costituzione di invalidità di gruppo III o II.

Poiché le crisi nella sindrome ipotalamica, di norma, si verificano in un dato momento e con cambiamenti nelle condizioni meteorologiche, notevoli sovratensioni emotive e fisiche, la loro prevenzione consiste nella prevenzione di sedativi, antidepressivi, tranquillanti. Inoltre, quando possibile, è necessario escludere i fattori che provocano attacchi, attività neuropsichiche e fisiche, lavoro nei turni di notte.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Le donne sono inclini a frequenti sbalzi d'umore, a causa delle fluttuazioni dei livelli ormonali. Tuttavia, gli ormoni influenzano non solo lo stato emotivo della bella metà dell'umanità, ma anche la loro salute generale.

Termine 1: prime 13 settimaneNessuno nota ancora nulla, ma sai già perfettamente che sei incinta. Ti abitui gradualmente a questo pensiero, rallenta leggermente il ritmo della tua vita e a volte noti con sorpresa i cambiamenti di umore e comportamento.

L'accumulo di muco nella gola è una causa comune di pazienti che si riferiscono a un otorinolaringoiatra o terapeuta. Questo sintomo causa disagi e può apparire per vari motivi.