Principale / Sondaggio

Insulina e carboidrati: effetto sulla massa muscolare e sulla deposizione di grasso

Molti sostengono che se si riduce il consumo di carboidrati, il corpo produrrà meno insulina, che contribuisce alla deposizione di riserve di grasso. Di conseguenza, il grasso esistente brucerà durante l'allenamento e la figura raggiungerà l'ideale.

In realtà, tutto accade in modo leggermente diverso.

Molti sostengono che se si riduce il consumo di carboidrati, il corpo produrrà meno insulina, che contribuisce alla deposizione di riserve di grasso. Di conseguenza, il grasso esistente brucerà durante l'allenamento e la figura raggiungerà l'ideale.

In realtà, tutto accade in modo leggermente diverso.

Insulina in azione

L'insulina è un ormone prodotto dal pancreas. La funzione principale dell'insulina è quella di ridurre la concentrazione di glucosio nel sangue.

Questo ormone ha un effetto diverso sul metabolismo in quasi tutti i tessuti del corpo umano.

Insulina e muscoli

Le cellule muscolari sono esposte all'insulina. GLUT-4, che è un vettore indipendente di proteine ​​- glucosio, entra nelle cellule muscolari. GLUT-4 trasporta il glucosio nello spazio intracellulare attraverso la membrana cellulare attraverso la diffusione facilitata.

Lo stato energetico della cella è di grande importanza.

  • Se non c'è abbastanza glucosio o glicogeno nella cellula muscolare, allora l'insulina gli dà un segnale per usare il glucosio in entrata come combustibile e iniziare a creare glicogeno dalle riserve di glucosio.
  • Se la cellula muscolare è piena di glucosio, glicogeno e trigliceridi intramuscolari, allora l'insulina darà un segnale alla cellula in modo che esegua tutto ciò che è richiesto nel caso di uno stato di bassa energia. Converte il glucosio in eccesso in grasso attraverso la lipogenesi primaria.

Insulina e tessuto adiposo

L'insulina riduce effettivamente il tasso di rottura dei grassi nel tessuto adiposo e stimola la sintesi degli acidi grassi. La scienza non nasconde questo.

Tuttavia, il contenuto di insulina deve mantenere costantemente un livello elevato al fine di avere un forte effetto sulla deposizione di grasso, portandoti a una costruzione grassa e completa.

L'insulina è solo un mezzo per iniziare il metabolismo dei carboidrati. Non produce da solo enormi riserve di grasso.

Se l'insulina fosse un fattore chiave nell'aumentare il grasso corporeo, allora tutte le persone che consumano grandi quantità di carboidrati sarebbero molto più grassi di chi le consuma molto meno.

Infatti, se ti siedi con una dieta ricca di carboidrati, puoi perdere peso e riportare i livelli di insulina alla normalità. Inoltre, la limitazione dell'assunzione di grassi darà un maggiore impulso alla perdita di peso rispetto alla limitazione dei carboidrati.

Pertanto, l'insulina svolge un ruolo importante nel determinare la fonte di carburante per l'energia. Il grasso sarà o carboidrati - determinerà il segnale di insulina.

Inoltre, se l'insulina fosse un fattore decisivo per l'aumento di peso, tutte le persone obese che sono obese avrebbero problemi con i livelli di insulina nel corpo. Ma non è affatto così. La maggior parte delle persone sovrappeso in sovrappeso non ha problemi con alti livelli di insulina nel sangue. I loro livelli di insulina sono normali. Questo di nuovo indica che l'insulina non è la causa principale dell'obesità.

Proteine ​​e insulina

Le proteine ​​contribuiscono anche alla secrezione di insulina. Alimenti ad alto contenuto proteico causano più risposta insulinica rispetto agli alimenti ad alto contenuto di carboidrati.

Probabilmente hai sentito che le diete ad alto contenuto proteico sono più efficaci nel processo di bruciare i grassi. Proteine ​​del siero di latte (riferimento all'articolo "3 modi in cui le proteine ​​del siero del latte influenzano la perdita di peso e la combustione dei grassi") provocano un ampio rilascio di insulina, ma è stato ripetutamente dimostrato che è in grado di aiutare nella combustione dei grassi.

Paradosso, non è vero? Dopotutto, se l'insulina fosse effettivamente la causa principale dei depositi di grasso, allora gli alimenti proteici e le proteine ​​in particolare avrebbero contribuito all'accumulo di grasso e non alla sua combustione.

conclusione

Sulla base di tutte le informazioni presentate, si può concludere che l'insulina è un regolatore del substrato. Segnala la transizione dalla degradazione del grasso alla rottura dei carboidrati, provocando la sintesi del glicogeno e la sintesi proteica, se necessario.

Il metabolismo del corpo umano è sufficientemente flessibile e stabile per far fronte alle fluttuazioni del substrato e bruciare i grassi senza accumulare nuovi sedimenti, anche con un elevato consumo di carboidrati.

Solo in presenza di un eccesso di energia l'insulina favorisce la deposizione di grasso. Ma anche in questo caso, il tuo corpo è in grado di regolare la situazione.

Proteine ​​e insulina

Oggi voglio offrirti una ricetta per il panino salutare più pericoloso.

Sorge una domanda legittima, che cosa è possibile inserire in un sandwich in modo che infligga gravi danni alla salute?

E forse questo è il caso se tutti gli ingredienti di questo sandwich stimolano la produzione di insulina. E l'insulina è nota per provocare obesità, infiammazione cronica e invecchiamento precoce.

Per mantenere un livello uniforme di zucchero (e, di conseguenza, insulina) di sangue, ci sono tabelle dell'indice glicemico. Quest'ultimo valuta il livello di zucchero dopo aver consumato uno o l'altro prodotto. Più basso è l'indice glicemico del prodotto, minore è la secrezione di insulina. Quindi questo prodotto è più favorevole per i pazienti con diabete, obesità e altre manifestazioni della sindrome metabolica.

L'elenco di prodotti ad alto contenuto glicemico comprende zucchero, prodotti a base di farina, riso bianco, cereali per la colazione, miele, sciroppo d'acero, alcol, carboidrati raffinati, succhi di frutta e la maggior parte dei frutti. I prodotti altamente glicemici includono carote e barbabietole e succhi elaborati culinari.

Gli alimenti vegetali naturali di solito non hanno un alto indice glicemico (ad eccezione delle patate). Tuttavia, se si soffre di diabete e obesità, si dovrebbe astenersi dal mangiare patate bianche, riso bianco e marrone, miglio e patate dolci.

Bacche, ciliegie, limone, lime, pompelmo, mele verdi non zuccherate e legumi appartengono a prodotti con un basso indice glicemico.

L'effetto di carboidrati veloci sui livelli di insulina nel sangue è noto anche a persone senza istruzione medica.

Ma anche i medici non sanno che ci sono prodotti che provocano l'aumento di insulina direttamente, senza aumentare il livello di zucchero nel sangue. Questi prodotti hanno un effetto diabetico, supportano l'obesità e il livello di infiammazione cronica nel corpo.

Questi prodotti includono carne, pesce, pollame e prodotti caseari. Dopo il loro uso, non viene rilasciata insulina pura, ma fattore di crescita simile all'insulina (IPF R). Questo ormone è uno dei motori della piena crescita dei bambini. Negli adulti, porta invecchiamento precoce.

Inoltre, accelera la crescita, la riproduzione e l'infiltrazione del corpo da parte delle cellule tumorali. L'aumento del livello di PIF R è associato ad un aumento del rischio di tali forme di cancro come il cancro del colon-retto, della mammella e della prostata.

La maggior quantità di insulina viene rilasciata dopo aver consumato prodotti lattiero-caseari. (È possibile che l'accumulo di altre proprietà avverse del latte crudo). La conseguenza più frequente dell'uso di prodotti lattiero-caseari è il cancro alla prostata.

Non meno insidiosi, se possibile, i livelli di insulina aumentati erano polvere di soia e sostituti della carne dalle proteine ​​della soia. Sembra che la profonda lavorazione industriale dei semi di soia porti a un effetto così pericoloso. È interessante notare che, dopo aver mangiato il tofu al formaggio di soia e la soia naturale, non si sono verificati disturbi ai livelli di insulina.

L'ISOLAMENTO DELL'INSULINA NELL'ORGANISMO PROVOCA NON SOLO CARBOIDRATI VELOCI, MA PROTEINE ANTI-PROTEINE

Sorprendentemente, ma un dato di fatto: 100 grammi di manzo possono provocare una risposta insulinica simile a quella di 100 grammi di zucchero.

E immagina quale sarà il livello di insulina se mangi cibo che combina carboidrati veloci e proteine ​​animali? Ad esempio, pizza, pesce e patatine, spaghetti con carne. Bene, ovviamente l'effetto sarà risonante. Alla fine, è più sicuro per la salute mangiare solo un panino o patate fritte, ma senza carne.

E infine, ti tratterò nel panino più pericoloso. La sua ricetta è semplice: carne, formaggio e panino. Per essere continuato

Se hai trovato utile questo articolo, pensa ai tuoi cari. Condividi con loro facendo clic sui pulsanti di social networking. Cordiali saluti

OI Sineva, Candidato di Scienze Mediche - Dottore, Specialista in medicina naturale

Insulina: un ormone della salute e della longevità

Ecologia della vita. Salute: l'insulina è un ormone importante per la nostra salute e longevità, così come per controllare il peso e la sua struttura (crescita muscolare e diminuzione della massa grassa corporea). Tuttavia, ci sono molti miti sull'insulina che ingannano il lettore senza un'adeguata formazione scientifica. Pertanto, proverò a dirti in dettaglio e con sfumature.

L'insulina è un ormone importante per la nostra salute e longevità, oltre che per il controllo del peso e della sua struttura (crescita muscolare e diminuzione della massa grassa del corpo). Tuttavia, ci sono molti miti sull'insulina che ingannano il lettore senza un'adeguata formazione scientifica. Pertanto, proverò a dirti in dettaglio e con sfumature.

Quindi sappiamo che l'insulina è un ormone pancreatico che regola i livelli di glucosio nel sangue. Dopo aver mangiato qualcosa, i carboidrati dal cibo sono suddivisi in glucosio (zucchero, che viene utilizzato dalle cellule come combustibile). L'insulina aiuta a garantire che il glucosio entri nel fegato, nei muscoli e nelle cellule adipose. Quando la concentrazione di glucosio diminuisce, il livello di insulina diminuisce. Di norma, i livelli di insulina si abbassano al mattino perché sono trascorse circa otto ore dall'ultimo pasto.

L'insulina è un proprietario zelante ("tutto in casa" - non importa cosa e dove). Pertanto, se non hai spazio per le calorie, li aggiunge a qualsiasi cosa. Pertanto, la cronobiologia della nutrizione e dell'attività fisica è di grande importanza.

L'insulina stimola e sopprime simultaneamente.

È importante capire che l'insulina ha due tipi di effetti e la sua capacità di inibire certi processi è tanto importante quanto il suo effetto stimolante. La funzione inibitoria dell'insulina è spesso molto più importante della sua funzione di attivazione o stimolazione. Pertanto, l'insulina è più simile a un controllore di traffico o a un semaforo a un bivio. Aiuta a rallentare e ottimizzare i movimenti. Senza un semaforo o un controllore del traffico, ci sarebbe un casino completo e molti incidenti. Cioè, la gluconeogenesi, la glicolisi, la proteolisi, la sintesi di corpi chetonici e la lipolisi in assenza di insulina avverrebbero a velocità elevate senza alcun controllo. E tutto questo finirebbe con iperglicemia, chetoacidosi e morte.

  • stimola la sintesi proteica
  • inibisce la scissione del grasso
  • stimola l'accumulo di grasso
  • inibisce la disgregazione del glicogeno

Insulina lato nero (metabolismo)

1. L'insulina blocca la lipasi del recettore dell'ormone. L'insulina blocca un enzima chiamato lipasi del recettore ormonale, responsabile della degradazione del tessuto adiposo. Ovviamente, questo è male, perché se il corpo non può scomporre il grasso immagazzinato (trigliceridi) e trasformarlo in una forma che può essere bruciata (acidi grassi liberi), non perderà peso.

Ma dipende anche dalla disponibilità di carboidrati in eccesso - se il loro volume supera un certo livello, vengono immediatamente bruciati o conservati sotto forma di glicogeno. Senza dubbio, l'eccesso di insulina è la prima ragione per l'aumento del livello dei trigliceridi nel corpo, i grassi precedentemente considerati relativamente sicuri.


Acne, forfora e seborrea. Non previsto? L'insulina più elevata - più la lipogenesi è intensa, più la lipogenesi è intensa - più alto è il livello dei trigliceridi nel sangue, maggiore è il livello dei trigliceridi nel sangue - più il "grasso" viene secreto attraverso le ghiandole sebacee presenti in tutto il corpo, specialmente sul cuoio capelluto e sul viso. Stiamo parlando di iperfunzione e ipertrofia delle ghiandole sebacee sotto l'azione dell'insulina.

Le persone con la pelle molto naturalmente liscia, che non hanno mai avuto l'acne o l'acne, questo effetto collaterale di insulina può essere completamente assente. Negli individui con pelle più o meno grassa, con la capacità di formare l'acne, l'insulina può causare l'acne pronunciata, ipertrofia delle ghiandole sebacee e l'espansione dei pori della pelle. L'acne nelle donne è spesso uno dei segni di iperandrogenismo, che può essere accompagnato da iperinsulinemia e dislipidemia.


Ricordiamo che abbiamo appena discusso di come l'insulina migliora la sintesi degli acidi grassi nel fegato. Una volta che questi acidi grassi extra vengono convertiti in trigliceridi, vengono catturati dalle lipoproteine ​​(ad esempio, le proteine ​​VLDL - lipoproteine ​​a bassissima densità), rilasciati nel sangue e cercano un posto dove conservare.

Il lato nero dell'insulina (come un ormone della crescita)


Con un livello di insulina cronicamente elevato (insulino-resistenza), altri lati neri dell'insulina vengono alla ribalta. L'insulina in eccesso interrompe il normale funzionamento di altri ormoni, inibisce l'ormone della crescita. Ovviamente, l'insulina è uno dei motori per la piena crescita dei bambini. Ma negli adulti, il suo eccesso si avvicina all'invecchiamento precoce.

1. L'eccesso di insulina distrugge le arterie.

L'eccesso di insulina provoca arterie intasate perché stimola la crescita del tessuto muscolare liscio attorno ai vasi. Tale moltiplicazione cellulare gioca un ruolo molto importante nello sviluppo dell'aterosclerosi, quando c'è un accumulo di placche di colesterolo, un restringimento delle arterie e una diminuzione del flusso sanguigno. Inoltre, l'insulina interferisce con il lavoro del sistema di dissoluzione del trombi, aumentando il livello di inibitore-attivatore del plasminogeno-1. In questo modo, viene stimolata la formazione di coaguli di sangue che ostruiscono le arterie.


2 L'insulina aumenta la pressione sanguigna.

Se hai la pressione alta, c'è una probabilità del 50% di soffrire di insulino-resistenza e di troppa energia nel sangue. In che modo esattamente l'insulina agisce sulla pressione sanguigna non è ancora nota. Di per sé, l'insulina ha un effetto vasodilatatore diretto. Nelle persone normali, la somministrazione di dosi fisiologiche di insulina in assenza di ipoglicemia provoca la vasodilatazione, piuttosto che un aumento della pressione sanguigna. Tuttavia, in condizioni di insulino-resistenza, l'iperattivazione del sistema nervoso simpatico porta alla comparsa di ipertensione arteriosa dovuta alla stimolazione simpatica del cuore, dei vasi sanguigni e dei reni.

L'insulina è un ormone della crescita e il suo eccesso può portare ad un aumento della proliferazione cellulare e dei tumori. Nelle persone in sovrappeso, viene prodotta più insulina, perché è un eccesso di insulina che causa l'obesità, quindi è più probabile che sviluppino tumori cancerosi rispetto alle persone con peso normale. Le persone ad alto tasso di crescita hanno anche aumentato la produzione di insulina (maggiore è la crescita, maggiore è l'insulina), quindi il rischio di contrarre il cancro è più alto. Queste sono statistiche e fatti ben noti.

L'iperinsulinemia stimola la formazione dell'acido arachidonico, che poi si trasforma in infiammazione stimolante PG-E2 e la quantità di infiammazione nel corpo aumenta drammaticamente. Livelli cronici di insulina o iperinsulinemia causano anche bassi livelli di adiponectina, e questo è un problema perché aumenta la resistenza all'insulina e l'infiammazione.

Cronobiologia dell'insulina.

Per capire il corretto funzionamento dell'insulina, è necessario considerare:


Se mangi, per esempio, tre volte al giorno e mantieni gli intervalli tra i pasti, la lipogenesi e la lipolisi si equilibrano a vicenda. Questo è un grafico molto approssimativo, in cui l'area verde rappresenta la lipogenesi, innescata dai pasti. E l'area blu mostra la lipolisi che si verifica tra i pasti e durante il sonno.

Snacking e bruciare i grassi


E la seconda fase continua mentre c'è uno stimolo del glucosio nel sangue. Cioè, in un primo momento l'insulina già disponibile viene rilasciata, e viene prodotto un ulteriore (l'insulina viene secreta dalla cellula b dal precursore (precursore) - proinsulina). Ripristinare la fase veloce della risposta all'insulina migliora la regolazione della glicemia nei diabetici: il rapido aumento dei livelli di insulina non è una cosa negativa di per sé.

Nel grafico, le frecce in alto segnano l'ora in cui iniziano i pasti o gli spuntini. Le fluttuazioni giornaliere dei livelli di insulina sono visualizzate nel grafico superiore e le fluttuazioni di zucchero nel grafico inferiore. Come puoi vedere, l'insulina che ondeggia dopo un morso (S) raggiunge quasi la stessa altezza di un pasto completo (M). Ma l'ondata di insulina dopo un altro snack (LS) è così alta che è persino più alta di tutte le altre (spuntino serale-serale!)

Insulina e stress.

Se ci sono sostanze che stimolano il rilascio di insulina, allora ci sono sostanze che inibiscono questa liberazione. Queste sostanze includono ormoni contrinsulari. Uno dei più potenti sono gli ormoni del midollo surrenale, che sono i mediatori nel sistema nervoso simpatico - adrenalina e norepinefrina.

Questo spiega l'iperglicemia da stress, che passa dopo la scomparsa della minaccia alla vita. In una malattia come il feocromocitoma, viene sintetizzato un eccesso di questi ormoni, che hanno un effetto simile. Pertanto, in questa malattia, il diabete mellito si sviluppa molto spesso. Gli ormoni dello stress includono anche i glucocorticoidi - ormoni della corteccia surrenale, il cui rappresentante più famoso è il cortisolo.

Insulina e invecchiamento

Bassi livelli di insulina sono associati a una buona salute e bassa sensibilità all'insulina è associata a quelli cattivi.


La bassa insulina è "buona salute" e un segnale di insulina indebolito è "dannoso per la salute". (B) Dato il TOR, non c'è nessun paradosso. La TOR iperattiva può essere il risultato di un aumento dei livelli di insulina e una diminuzione del segnale di insulina può essere dovuta all'iperattività della TOR. In entrambi i casi, l'iperattività TOR è "malsana"

Sensibilità all'insulina.

Maggiore è la quantità di insulina nel sangue (media), più spesso viene rilasciata e dura più a lungo, la sensibilità insulinica peggiore è. La concentrazione dei recettori sulla superficie cellulare (e questi includono i recettori dell'insulina) dipende, tra le altre cose, dal livello degli ormoni nel sangue. Se questo livello aumenta significativamente e per lungo tempo, il numero di recettori dell'ormone corrispondente diminuisce, vale a dire infatti, c'è una diminuzione della sensibilità della cellula all'ormone nel sangue in eccesso. E viceversa.

È confermato che la sensibilità del tessuto all'insulina è ridotta del 40% quando il peso corporeo viene superato del 35-40% della norma. La sensibilità all'insulina, d'altra parte, è molto buona. In questo caso, le tue cellule, in particolare le cellule muscolari, rispondono bene anche a una piccola quantità di insulina.

Se sei più sensibile all'insulina nel momento in cui aumenti di peso, otterrai più muscoli del grasso. Ad esempio, con la solita sensibilità all'insulina, otterrai 0,5 kg di muscoli per chilogrammo di grasso, ovvero il rapporto sarà 1: 2. Con una maggiore sensibilità, sarai in grado di guadagnare 1 kg di muscoli per chilogrammo di grasso. O ancora meglio.

Sarà interessante per te:

Conclusione.

1. Il nostro obiettivo: bassa insulina basale e buona sensibilità ad essa.

Insulina nel sangue

Sinonimi: insulina, insulina

Informazioni generali

L'insulina è un ormone pancreatico che regola il metabolismo dei carboidrati, mantiene la concentrazione di glucosio nel sangue ad un livello ottimale ed è coinvolto nel metabolismo dei grassi. La carenza di insulina porta ad un aumento della glicemia e alla carenza di energia delle cellule, che influisce negativamente sui processi interni e causa varie patologie endocrine.

L'analisi dell'insulina nel sangue consente di determinare il disturbo metabolico (sindrome metabolica), il grado di sensibilità all'insulina (resistenza all'insulina) e diagnosticare malattie gravi come il diabete mellito e l'insulinoma (tumore a cellule beta del pancreas secernente l'ormone).

L'insulina è una proteina specifica che viene secreta nelle cellule beta del pancreas dalla proinsulina. Quindi viene rilasciato nel flusso sanguigno, dove svolge la sua funzione principale: la regolazione del metabolismo dei carboidrati e il mantenimento del livello fisiologicamente necessario di glucosio nel siero del sangue.

In caso di produzione insufficiente dell'ormone, il paziente sviluppa il diabete mellito, che è caratterizzato da una ripartizione accelerata del glicogeno (un carboidrato complesso) nel muscolo e nel tessuto epatico. Inoltre, sullo sfondo della malattia, il tasso di ossidazione del glucosio diminuisce, il metabolismo dei lipidi e delle proteine ​​rallenta, appare un bilancio negativo di azoto e la concentrazione di colesterolo dannoso nel sangue aumenta.

Esistono 2 tipi di diabete.

  • Nel primo tipo, l'insulina non viene prodotta affatto. In questo caso, è necessaria la terapia ormonale sostitutiva e i pazienti sono classificati come insulino-dipendenti.
  • Nel secondo tipo, il pancreas secerne un ormone, ma non può regolare completamente i livelli di glucosio. C'è anche uno stato intermedio (stadio iniziale), in cui i sintomi tipici del diabete mellito non si sviluppano ancora, ma ci sono già problemi con la produzione di insulina.

È importante! Il diabete mellito è una malattia pericolosa che riduce significativamente la qualità della vita, porta a gravi complicazioni e può causare un coma diabetico (spesso fatale). Pertanto, la diagnosi tempestiva del diabete attraverso l'analisi del livello di insulina nel sangue diventa importante importanza medica.

Indicazioni per l'analisi

  • Diagnosi e controllo del diabete mellito di primo e secondo tipo;
  • Esame di pazienti con predisposizione ereditaria al diabete;
  • Diagnosi del diabete gestazionale in donne in gravidanza;
  • Determinazione dell'immunità insulinica;
  • Stabilire le cause dell'ipoglicemia (diminuzione della glicemia);
  • Sospetto di insulina;
  • Insulina di prescrizione e selezione del dosaggio;
  • Esame completo di pazienti con disturbi metabolici;
  • l'obesità;
  • Esame dei pazienti con sindrome dell'ovaio policistico (disfunzione ovarica con disturbi mestruali);
  • Diagnosi di disturbi endocrini;
  • Monitoraggio dello stato dei pazienti dopo il trapianto di cellule insulari (cellule beta delle isole di Langerhans).

Sintomi per i quali è indicato il test dell'insulina

  • Irritabilità, depressione, stanchezza cronica;
  • Menomazione della memoria;
  • Un brusco cambiamento nel peso corporeo pur mantenendo la solita dieta e il livello di attività fisica;
  • Sete costante e fame, assunzione eccessiva di liquidi;
  • Pelle secca e mucose (secchezza delle fauci);
  • Aumento della sudorazione, debolezza;
  • Storia di tachicardia e attacchi cardiaci;
  • Coscienza, doppia visione, vertigini;
  • Guarigione prolungata delle ferite sulla pelle, ecc.

L'esame completo e la nomina di questo studio sono effettuati da un endocrinologo, un chirurgo, un medico generico o un medico di famiglia. Nel caso del diabete gestazionale, è necessaria la consultazione di un ginecologo. Nella diagnosi di insulinomi o altre formazioni pancreatiche, l'oncologo decifrerà i risultati del test.

trascrizione

Le unità di misura generalmente accettate sono ICU / ml o MDU / L.

Unità alternativa: pmol / litro (μED * 0,138 iU / ml).

Normalmente, la quantità di insulina nel sangue è

Fattori che influenzano il risultato

Il risultato dello studio può influenzare l'assunzione di droga:

  • levodopa;
  • ormoni (compresi i contraccettivi orali);
  • corticosteroidi;
  • insulina;
  • salbutamolo;
  • clorpropamide;
  • glucagone;
  • il glucosio;
  • saccarosio;
  • di fruttosio;
  • niacina;
  • pancreozimina;
  • chinidina;
  • spironolkton;
  • prednizol;
  • tolbutamide, ecc.

Alta insulina

  • Diabete mellito di tipo 2 (il paziente non dipende dai preparati insulinici);
  • Tumori pancreatici che secernono ormoni, per esempio, insulinoma;
  • Acromegalia (disfunzione della ghiandola pituitaria anteriore);
  • Patologia del fegato;
  • Distrofia miotonica (danno genetico ai muscoli);
  • Sindrome di Cushing (ipersecrezione di ormoni surrenali);
  • Intolleranza ereditaria di zuccheri (glucosio, fruttosio, lattosio, ecc.);
  • Tutte le fasi dell'obesità.

Insulina bassa

  • Insufficienza cardiaca, tachicardia;
  • Ipopituitarismo (diminuzione dell'attività delle ghiandole endocrine);
  • Diabete mellito del primo tipo (insulino-dipendente).

Preparazione per l'analisi

Per determinare l'insulina, è necessario passare il sangue venoso a stomaco vuoto. Il periodo di digiuno è di circa 8-10 ore, nel giorno dell'analisi si può bere solo acqua normale senza sali e gas.

Per diversi giorni, si dovrebbe rifiutare di assumere bevande alcoliche ed energetiche, per evitare qualsiasi stress mentale e fisico. È inoltre indesiderabile fumare il giorno del prelievo di sangue.

Durante il giorno si raccomanda di escludere dalla dieta piatti grassi e speziati, spezie.

30 minuti prima dello studio, è necessario prendere una posizione seduta e rilassarsi completamente. Qualsiasi stress fisico o emotivo a questo punto è severamente proibito, perché lo stress può provocare un rilascio di insulina che distorce i risultati del test.

Alla nota: per evitare di ottenere risultati errati, l'analisi è prescritta prima dell'inizio di un corso conservativo di trattamento e procedure terapeutiche e diagnostiche (ultrasuoni, raggi X, esame rettale, TC, risonanza magnetica, fisioterapia, ecc.) O 1-2 settimane dopo di loro.

Potresti anche essere stato assegnato:

Insulina: cos'è, il meccanismo d'azione, il ruolo nel corpo

Ci sono molti malintesi sull'insulina. L'incapacità di spiegare una tale situazione come il motivo per cui alcune persone sostengono il loro peso in 90 kg per 250 g di carboidrati al giorno, mentre altri difficilmente mantengono i loro 80 kg per 400 g di carboidrati, solleva molte domande. È tempo di capirlo.

Informazioni generali sull'insulina

Meccanismo di azione dell'insulina

L'insulina è un ormone che regola i livelli di glucosio nel sangue. Quando una persona mangia una porzione di carboidrati, il livello di glucosio nel sangue aumenta. Il pancreas inizia a produrre l'insulina ormonale, che inizia a utilizzare il glucosio (dopo aver fermato i processi di produzione del glucosio del fegato stesso), diffondendolo alle cellule dell'intero corpo. In una persona sana, l'insulina non viene più prodotta quando i livelli di glucosio cadono nel sangue. La relazione tra insulina e cellule è salutare.

Quando la sensibilità all'insulina è compromessa, il pancreas produce troppa insulina. Il processo di penetrazione del glucosio nelle cellule diventa difficile, la presenza di insulina nel sangue diventa molto lunga, il che porta a conseguenze negative per il metabolismo (rallenta).

Tuttavia, l'insulina non è solo un regolatore di zucchero nel sangue. Stimola anche la sintesi delle proteine ​​nei muscoli. Inoltre inibisce la lipolisi (la scomposizione del grasso) e stimola la lipogenesi (accumulo di riserve di grasso).

L'insulina aiuta a trasportare il glucosio alle cellule e a penetrarlo attraverso le membrane cellulari.

È con quest'ultima funzione che la sua cattiva reputazione è connessa. Quindi alcuni sostengono che una dieta ricca di alimenti che stimolano l'aumento della produzione di insulina, porta certamente a un eccesso di peso. Questo non è altro che un mito che sarà dissipato di seguito.

L'effetto fisiologico dell'insulina su vari processi nel corpo:

  • Garantire il glucosio nelle cellule. L'insulina aumenta la permeabilità delle membrane cellulari di 20 volte per il glucosio, fornendo quindi carburante.
  • Stimola la sintesi, inibisce la disgregazione del glicogeno nel fegato e nei muscoli.
  • Provoca ipoglicemia (diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue).
  • Stimola la sintesi e inibisce la disgregazione del grasso.
  • Stimola i depositi di grasso nel tessuto adiposo.
  • Stimola la sintesi e inibisce la disgregazione delle proteine.
  • Aumenta la permeabilità della membrana cellulare agli aminoacidi.
  • Stimola la sintesi di i-RNA (chiave di informazione per il processo di anabolismo).
  • Stimola la produzione e migliora l'effetto dell'ormone della crescita.

Un elenco completo delle funzioni può essere trovato nel libro di riferimento di V. K. Verin, V. V. Ivanov, "HORMONES AND THEIR EFFECTS" (San Pietroburgo, FOLIANT, 2012).

L'insulina è un amico o un nemico?

La sensibilità delle cellule all'insulina in una persona sana dipende molto dalla composizione del corpo (la percentuale di muscoli e grasso). Maggiore è il numero di muscoli nel corpo, maggiore è l'energia di cui hai bisogno per nutrirli. Le cellule muscolari di una persona muscolare hanno maggiori probabilità di consumare sostanze nutritive.

La figura seguente mostra un grafico dei livelli di insulina nelle persone con basso contenuto di grassi e persone obese. Come visto anche durante i periodi di digiuno, i livelli di insulina nelle persone obese sono più alti. Nelle persone con una bassa percentuale di grasso, il tasso di assorbimento dei nutrienti è più alto, quindi la presenza di insulina nel sangue è più breve nel tempo rispetto alle persone obese, l'assorbimento dei nutrienti in cui è molto più lento.

Livelli di insulina durante il periodo di digiuno e 1, 2, 3 ore dopo un pasto (blu - persone, con una bassa percentuale di grassi, rosso - persone, con obesità)

Meglio e più forte con bodytrain.ru

Leggi altri articoli nel blog della Knowledge Base.

Insulina proteica

Il diabete è una malattia molto antica, la sua descrizione si trova anche su antichi papiri egiziani che hanno più di 3.500 anni. Per tutto questo tempo, l'umanità cercò invano di liberarsi della "dolce malattia", finché nel 1921 i ricercatori J. MacLeod, F. Baiting, Charles Best e J. Collip non riuscirono a isolare l'insulina ormone dalle cellule pancreatiche dell'isoletta.

Vale la pena ricordare qui che il metodo con cui i ricercatori canadesi riuscirono a isolare l'insulina fu usato per la prima volta e descritto prima nel 1900 dallo scienziato russo L.V. Sobolev nel laboratorio di I.P. Pavlova, ma il lavoro, purtroppo, non è stato completato. Successivamente, i canadesi hanno approfittato di questi sviluppi, ma non hanno nemmeno fatto riferimento al lavoro di Sobolev.

Ancora più importante, la proteina è stata estratta dal pancreas, che ha abbassato i livelli di zucchero nel sangue, e dopo alcuni mesi, nel gennaio 1922, la prima iniezione di insulina nella storia del trattamento del diabete è stata data al quattordicenne Leonard Thompson. Presto, il dottor Collip, che lo curò, notò che il suo livello di zucchero nel sangue era sceso alla normalità: il ragazzo iniziò a riprendersi.

Inizia così una nuova era nel trattamento del diabete. Oggi nel mondo, la vita di oltre 10 milioni di persone dipende completamente dall'insulina.

Insulina: chimica ed etimologia

INSULINA - un ormone prodotto dalle cellule beta delle isole pancreatiche di Langerhans, tradotto dall'isola latina "insula". È una molecola proteica costituita da 51 aminoacidi (2 catene polipeptidiche).

L'insulina si trova in tutti gli organismi animali, ma la sua struttura varia leggermente nelle singole specie. I maiali di insulina sono i più vicini nella loro struttura - differiscono dall'essere umano solo in un amminoacido, nella posizione 30 della catena degli amminoacidi negli esseri umani c'è l'amminoacido treonina e nei maiali alanina. Anche l'insulina bovina (vacchetta) e balena hanno una struttura simile all'insulina umana, ma differiscono dall'insulina umana per tre aminoacidi.

Funzioni dell'insulina

L'ormone L'insulina è molto importante per il metabolismo e l'utilizzo dell'energia ottenuta durante la digestione del cibo, in particolare il glucosio, a causa del trasporto di glucosio attraverso la membrana cellulare. Per tutti, senza eccezione, le cellule del corpo, l'insulina è la "chiave" amata che apre la strada alle molecole di glucosio per entrare. Solo quando la molecola di insulina si lega a specifici recettori sulla superficie della membrana, la "porta" si apre, attraverso la quale il combustibile universale, il glucosio, inizia ad entrare nella cellula.

Aumentare la permeabilità delle membrane cellulari al glucosio è uno dei più importanti, ma lontano dall'unico compito dell'ormone, altre funzioni dell'insulina:

  • Stimola la formazione di glicogeno nel fegato e muscoli dal glucosio - una forma speciale di accumulo di glucosio nelle cellule animali;
  • Sopprime l'attività degli enzimi che abbattono glicogeno e grassi;
  • Migliora la sintesi di grassi e proteine;
  • Previene l'uso del grasso come fonte di energia;
  • Controlla altri sistemi del corpo e regola l'assorbimento degli amminoacidi da parte delle cellule del corpo.

Secrezione di insulina

L'insulina viene sintetizzata in quantità significative solo nelle cellule beta delle isole pancreatiche di Langerhans. Le isole di Langerhans sono sensibili al livello di glucosio nel sangue e con un aumento della sua concentrazione, l'insulina viene rilasciata nel sangue. Riducendo il livello di glucosio, la sintesi di insulina diminuisce.

L'insulina, quindi, può regolare i livelli di glucosio nel sangue.

Un aumento delle concentrazioni ematiche di aminoacidi e acidi grassi contribuisce anche alla secrezione di insulina (in piccole quantità).

Quando manca l'insulina

Poiché l'ormone insulina controlla (in misura maggiore o minore) tutti i processi metabolici - una violazione della secrezione di insulina provoca una malattia come il diabete.

Nei pazienti con diabete insulino-dipendente (tipo 1), le funzioni delle cellule beta sono alterate - l'insulina viene prodotta in quantità insignificanti o non prodotta affatto. Il glucosio senza una "chiave" non può entrare nella cellula, dove nei mitocondri dovrebbe trasformarsi in energia, ma rimane nel flusso sanguigno - il livello di glucosio nel sangue aumenta. Tali pazienti devono somministrare sistematicamente l'insulina.

I pazienti con diabete insulino-dipendente (tipo 2) soffrono di una diversa patologia - una diminuzione della sensibilità delle cellule del corpo all'insulina, questa è chiamata insulino-resistenza. L'insulina, almeno all'inizio della malattia, è prodotta dalle cellule beta in quantità sufficienti, ma le cellule del corpo non rispondono correttamente (convenzionalmente, la "chiave" non si adatta al "blocco") e il livello di glucosio sale costantemente. Le cellule beta continuano a produrre intensivamente insulina e nel tempo le riducono, con il risultato che il paziente diventa dipendente dall'insulina esterna e inizia a iniettare l'insulina.

Insulina e carboidrati: effetto sulla massa muscolare e sulla deposizione di grasso

Molti sostengono che se si riduce il consumo di carboidrati, il corpo produrrà meno insulina, che contribuisce alla deposizione di riserve di grasso. Di conseguenza, il grasso esistente brucerà durante l'allenamento e la figura raggiungerà l'ideale.

In realtà, tutto accade in modo leggermente diverso.

Molti sostengono che se si riduce il consumo di carboidrati, il corpo produrrà meno insulina, che contribuisce alla deposizione di riserve di grasso. Di conseguenza, il grasso esistente brucerà durante l'allenamento e la figura raggiungerà l'ideale.

In realtà, tutto accade in modo leggermente diverso.

Insulina in azione

L'insulina è un ormone prodotto dal pancreas. La funzione principale dell'insulina è quella di ridurre la concentrazione di glucosio nel sangue.

Questo ormone ha un effetto diverso sul metabolismo in quasi tutti i tessuti del corpo umano.

Insulina e muscoli

Le cellule muscolari sono esposte all'insulina. GLUT-4, che è un vettore indipendente di proteine ​​- glucosio, entra nelle cellule muscolari. GLUT-4 trasporta il glucosio nello spazio intracellulare attraverso la membrana cellulare attraverso la diffusione facilitata.

Lo stato energetico della cella è di grande importanza.

  • Se non c'è abbastanza glucosio o glicogeno nella cellula muscolare, allora l'insulina gli dà un segnale per usare il glucosio in entrata come combustibile e iniziare a creare glicogeno dalle riserve di glucosio.
  • Se la cellula muscolare è piena di glucosio, glicogeno e trigliceridi intramuscolari, allora l'insulina darà un segnale alla cellula in modo che esegua tutto ciò che è richiesto nel caso di uno stato di bassa energia. Converte il glucosio in eccesso in grasso attraverso la lipogenesi primaria.

Insulina e tessuto adiposo

L'insulina riduce effettivamente il tasso di rottura dei grassi nel tessuto adiposo e stimola la sintesi degli acidi grassi. La scienza non nasconde questo.

Tuttavia, il contenuto di insulina deve mantenere costantemente un livello elevato al fine di avere un forte effetto sulla deposizione di grasso, portandoti a una costruzione grassa e completa.

L'insulina è solo un mezzo per iniziare il metabolismo dei carboidrati. Non produce da solo enormi riserve di grasso.

Se l'insulina fosse un fattore chiave nell'aumentare il grasso corporeo, allora tutte le persone che consumano grandi quantità di carboidrati sarebbero molto più grassi di chi le consuma molto meno.

Infatti, se ti siedi con una dieta ricca di carboidrati, puoi perdere peso e riportare i livelli di insulina alla normalità. Inoltre, la limitazione dell'assunzione di grassi darà un maggiore impulso alla perdita di peso rispetto alla limitazione dei carboidrati.

Pertanto, l'insulina svolge un ruolo importante nel determinare la fonte di carburante per l'energia. Il grasso sarà o carboidrati - determinerà il segnale di insulina.

Inoltre, se l'insulina fosse un fattore decisivo per l'aumento di peso, tutte le persone obese che sono obese avrebbero problemi con i livelli di insulina nel corpo. Ma non è affatto così. La maggior parte delle persone sovrappeso in sovrappeso non ha problemi con alti livelli di insulina nel sangue. I loro livelli di insulina sono normali. Questo di nuovo indica che l'insulina non è la causa principale dell'obesità.

Proteine ​​e insulina

Le proteine ​​contribuiscono anche alla secrezione di insulina. Alimenti ad alto contenuto proteico causano più risposta insulinica rispetto agli alimenti ad alto contenuto di carboidrati.

Probabilmente hai sentito che le diete ad alto contenuto proteico sono più efficaci nel processo di bruciare i grassi. Proteine ​​del siero di latte (riferimento all'articolo "3 modi in cui le proteine ​​del siero del latte influenzano la perdita di peso e la combustione dei grassi") provocano un ampio rilascio di insulina, ma è stato ripetutamente dimostrato che è in grado di aiutare nella combustione dei grassi.

Paradosso, non è vero? Dopotutto, se l'insulina fosse effettivamente la causa principale dei depositi di grasso, allora gli alimenti proteici e le proteine ​​in particolare avrebbero contribuito all'accumulo di grasso e non alla sua combustione.

conclusione

Sulla base di tutte le informazioni presentate, si può concludere che l'insulina è un regolatore del substrato. Segnala la transizione dalla degradazione del grasso alla rottura dei carboidrati, provocando la sintesi del glicogeno e la sintesi proteica, se necessario.

Il metabolismo del corpo umano è sufficientemente flessibile e stabile per far fronte alle fluttuazioni del substrato e bruciare i grassi senza accumulare nuovi sedimenti, anche con un elevato consumo di carboidrati.

Solo in presenza di un eccesso di energia l'insulina favorisce la deposizione di grasso. Ma anche in questo caso, il tuo corpo è in grado di regolare la situazione.

Cos'è l'insulina: quale corpo produce un ormone, il meccanismo d'azione nel corpo e le indicazioni per l'iniezione

Il livello ormonale ideale è la base per il pieno sviluppo del corpo umano. Uno degli ormoni chiave del corpo umano è l'insulina. La sua mancanza o eccedenza porta a conseguenze negative. Il diabete mellito e l'ipoglicemia sono i due estremi che diventano compagni spiacevoli permanenti del corpo umano, ignorando le informazioni su cosa sia l'insulina e quale dovrebbe essere il suo livello.

Insulina ormonale

L'onore di creare i primi lavori che hanno posto la strada alla scoperta dell'ormone appartiene allo scienziato russo Leonid Sobolev, che nel 1900 propose di usare il pancreas per ottenere un farmaco antidiabetico e diede il concetto di cosa fosse l'insulina. Più di 20 anni sono stati spesi per ulteriori ricerche e, dopo il 1923, è iniziata la produzione industriale di insulina. Oggi l'ormone è ben studiato dalla scienza. Prende parte ai processi di scissione dei carboidrati, responsabili del metabolismo e della sintesi dei grassi.

Quale corpo produce insulina

L'organo che produce insulina è il pancreas, dove i conglomerati di cellule B sono noti al mondo scientifico sotto il nome di Lawrence Islands o Isole Pancreatiche. La massa specifica delle cellule è piccola e costituisce solo il 3% della massa totale del pancreas. L'insulina è prodotta dalle cellule beta e il sottotipo proinsulina è rilasciato dall'ormone.

Qual è il sottotipo di insulina non è completamente noto. Lo stesso ormone, prima di assumere la forma finale, entra nel complesso cellulare del Golgi, dove viene raffinato allo stato di un ormone a tutti gli efetti. Il processo è completato quando l'ormone viene posto in speciali granuli del pancreas, dove viene conservato fino a quando la persona mangia. La risorsa B-cell è limitata e rapidamente esaurita quando una persona abusa di cibi semplici di carboidrati, che è la causa del diabete.

effetto

Qual è l'insulina ormonale - è il più importante regolatore metabolico. Senza di esso, il glucosio che viene dal cibo nel corpo non può entrare nella cellula. L'ormone aumenta la permeabilità delle membrane cellulari, in conseguenza del quale il glucosio viene assorbito nel corpo cellulare. Allo stesso tempo, l'ormone contribuisce alla conversione del glucosio in glicogeno - un polisaccaride, che contiene una riserva di energia che viene utilizzata dal corpo umano secondo necessità.

funzioni

Le funzioni dell'insulina sono diverse. Fornisce le cellule muscolari, influenzando i processi di metabolismo delle proteine ​​e dei grassi. L'ormone svolge il ruolo di un informatore del cervello, che secondo i recettori determina la necessità di carboidrati veloci: se c'è molto di questo, il cervello conclude che le cellule stanno morendo di fame ed è necessario creare riserve. Effetto dell'insulina sul corpo:

  1. Non consente di scomporre importanti aminoacidi in zuccheri semplici.
  2. Migliora la sintesi proteica - la base della vita.
  3. Non consente alle proteine ​​nei muscoli di disgregarsi, previene l'atrofia muscolare - un effetto anabolico.
  4. Limita l'accumulo di corpi chetonici, una quantità eccessiva dei quali è mortalmente pericolosa per l'uomo.
  5. Promuove il trasporto di ioni di potassio e magnesio.

Il ruolo dell'insulina negli esseri umani

Una carenza di un ormone è associata a una malattia chiamata diabete. Chi soffre di questa malattia è costretto a iniettare regolarmente dosi di insulina aggiuntive nel sangue. L'altro estremo è un surplus dell'ormone, l'ipoglicemia. Questa malattia porta ad un aumento della pressione sanguigna e una diminuzione dell'elasticità dei vasi sanguigni. Migliora l'aumento della secrezione di insulina dell'ormone glucagone, prodotto dalle cellule alfa delle isole di Langerhans del pancreas.

Tessuti insulino-dipendenti

L'insulina stimola la produzione di proteine ​​nei muscoli, senza la quale il tessuto muscolare non è in grado di svilupparsi. La formazione di tessuto adiposo, che normalmente svolge funzioni vitali, è impossibile senza un ormone. I pazienti che hanno iniziato il diabete, sono affetti da chetoacidosi - una forma di disordine metabolico, in cui vi è uno shock di fame intracellulare.

Livello di insulina nel sangue

Le funzioni dell'insulina includono il sostegno della giusta quantità di glucosio nel sangue, la regolazione del metabolismo di grassi e proteine ​​e la trasformazione dei nutrienti in massa muscolare. Al livello normale della sostanza, si verifica quanto segue:

  • sintesi proteica per costruire muscoli;
  • l'equilibrio di metabolismo e catabolismo è mantenuto;
  • stimola la sintesi del glicogeno, aumentando la resistenza e la rigenerazione delle cellule muscolari;
  • Aminoacidi, glucosio, potassio entrano nelle cellule.

norma

La concentrazione di insulina viene misurata in μU / ml (0,04082 mg di una sostanza cristallina viene prelevata per unità). Le persone sane hanno un punteggio di 3-25 unità del genere. Per i bambini è consentita una riduzione fino a 3-20 ICU / ml. Nelle donne in gravidanza, il tasso è diverso - 6-27 ICU / ml, negli anziani oltre i 60 anni, questa cifra è 6-35. Cambiare la norma indica la presenza di gravi malattie.

accresciuta

L'eccesso prolungato di livelli normali di insulina minaccia di cambiamenti irreversibili patologici. Questa condizione si verifica a causa di un calo dei livelli di zucchero. Capire l'eccesso di concentrazione di insulina può essere motivato da: tremore, sudorazione, battito cardiaco accelerato, attacchi improvvisi di fame, nausea, svenimento, coma. I seguenti fattori influenzano l'aumento dei livelli ormonali:

  • esercizio intenso;
  • stress cronico;
  • malattie del fegato e del pancreas;
  • l'obesità;
  • violazione della resistenza delle cellule ai carboidrati;
  • ovaie policistiche;
  • fallimento della ghiandola pituitaria;
  • cancro e tumori surrenali benigni.

basso

La diminuzione della concentrazione di insulina è dovuta a stress, intenso sforzo fisico, esaurimento nervoso, consumo giornaliero di grandi quantità di carboidrati raffinati. La carenza di insulina blocca l'assorbimento di glucosio, aumentandone la concentrazione. Di conseguenza, c'è una forte sete, ansia, attacchi improvvisi di fame, irritabilità e minzione frequente. A causa di sintomi simili di insulina bassa e alta, la diagnosi viene effettuata da studi speciali.

Cosa rende l'insulina per i diabetici

La questione delle materie prime per la produzione dell'ormone preoccupa molti pazienti. L'insulina nel corpo umano è prodotta dal pancreas e i seguenti tipi di prodotti ottenuti artificialmente:

  1. Maiale o bovino - origine animale. Per la produzione di animali pancreas usati. Nella preparazione delle materie prime del maiale c'è proinsulina, che non può essere separata, diventa una fonte di reazioni allergiche.
  2. Biosintetico o modificato con carne di maiale - la preparazione semisintetica è ottenuta sostituendo gli amminoacidi. I vantaggi includono la compatibilità con il corpo umano e l'assenza di allergie. Svantaggi: mancanza di materie prime, complessità del lavoro, costo elevato.
  3. Ingegneria genetica ricombinante - diversamente chiamata "insulina umana", perché è completamente identica all'ormone naturale. La sostanza è prodotta da enzimi di ceppi di lievito e Escherichia coli geneticamente modificati.

Istruzioni per l'uso di insulina

Le funzioni dell'insulina sono molto importanti per il corpo umano. Se sei diabetico, hai un referto da un medico e una prescrizione per cui la medicina è fornita gratuitamente nelle farmacie o negli ospedali. In caso di necessità urgente può essere acquistato senza prescrizione medica, ma il dosaggio deve essere osservato. Per evitare il sovradosaggio, leggere le istruzioni per l'insulina.

Indicazioni per l'uso

Secondo le istruzioni allegate in ogni confezione di una preparazione di insulina, le indicazioni per il suo uso sono il diabete mellito di tipo 1 (chiamato anche insulino-dipendente) e in alcuni casi il diabete mellito di tipo 2 (non insulino-dipendente). Questi fattori includono l'intolleranza agli agenti ipoglicemici orali, lo sviluppo della chetosi.

Somministrazione di insulina

Prescrivere i farmaci dopo la diagnosi e le analisi del sangue. Per il trattamento del diabete utilizzare farmaci con diverse durate di azione: brevi e lunghi. La scelta dipende dalla gravità della malattia, dalle condizioni del paziente, dalla velocità di insorgenza dell'azione dell'agente:

  1. Il farmaco è a breve durata d'azione per somministrazione sottocutanea, endovenosa o intramuscolare. Differisce rapidamente effetto di riduzione dello zucchero a breve durata d'azione, viene introdotto 15-20 minuti prima dei pasti più volte al giorno. L'effetto si verifica in mezz'ora, un massimo - in due ore, per un totale di circa sei ore.
  2. Azione lunga o prolungata - ha una durata di 10-36 ore, consente di ridurre il numero giornaliero di iniezioni. Le sospensioni vengono somministrate per via intramuscolare o sottocutanea, ma non per via endovenosa.

Per facilitare l'ingresso e il rispetto del dosaggio utilizzato siringhe. Una divisione corrisponde a un certo numero di unità. Regole per la terapia insulinica:

  • Tenere i preparativi in ​​frigorifero, e quelli avviati - a temperatura ambiente, riscaldarli prima di entrare, perché il raffreddore agisce più debole;
  • è meglio iniettare un ormone a breve durata d'azione sotto la pelle dell'addome - iniettato nella coscia o sopra il gluteo agisce più lentamente, anche peggio - nella spalla;
  • i farmaci ad azione prolungata vengono iniettati nella coscia sinistra o destra;
  • fare ogni colpo in una zona diversa;
  • con iniezioni di insulina, cattura l'intera area di una parte del corpo - in questo modo è possibile evitare dolore e foche;
  • dal luogo dell'ultima ritirata di iniezione a un minimo di 2 cm;
  • non trattare la pelle con alcool, distrugge l'insulina;
  • se il liquido fuoriesce, l'ago è stato inserito in modo errato - è necessario tenerlo inclinato di 45-60 gradi.

Effetti collaterali

Con la somministrazione sottocutanea di farmaci si può sviluppare una lipodistrofia nel sito di iniezione. Rarissima, ma si verificano reazioni allergiche. Se si verificano, è necessaria la terapia sintomatica e la sostituzione del rimedio. Le controindicazioni da ricevere sono:

  • epatite acuta, cirrosi epatica, ittero, pancreatite;
  • nefrite, urolitiasi;
  • malattie cardiache scompensate.

Prezzo dell'insulina

Il costo dell'insulina dipende dal tipo di produttore, dal tipo di farmaco (breve / lungo periodo di azione, materie prime) e dal volume dell'imballaggio. Il prezzo di 50 ml dell'insulina della droga è di circa 150 rubli a Mosca e San Pietroburgo. Insuman con una siringa da 1200 penna, la sospensione Protafan ha un prezzo di circa 930 rubli. La quantità di costi insulinici è influenzata anche dal livello della farmacia.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Cambiamenti atrofici nel pancreas si verificano sullo sfondo della pancreatite cronica. L'atrofia è accompagnata dall'insorgenza del processo patologico nei tessuti della membrana mucosa, che vengono gradualmente sostituiti da componenti inerti di connessione.

Descrizione del 20 novembre 2015 Nome latino: Sibutraminum Codice ATC: A08AA10 Formula chimica: C17H26ClN Codice CAS: 106650-56-0Nome chimicoIn medicina, è il più spesso presente nella forma di un idrocloruro.

Il pancreas è considerato sano se la sua ecogenicità è paragonabile a questo indicatore della buona diagnosi della milza e del fegato.