Principale / Cisti

L'uso di insulina per il trattamento del diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 è chiamato insulino-indipendente. Ma oggi è stabilito che quasi tutti i pazienti affetti da questo tipo di diabete, a un certo stadio della malattia richiedono l'uso di insulina. Nel trattamento del diabete di tipo 2, la cosa principale è non perdere il momento e prescrivere l'insulina in modo tempestivo.

In tutto il mondo, il trattamento principale per il diabete è la terapia insulinica. Aiuta a migliorare in modo significativo il benessere dei diabetici, a ritardare l'insorgenza di complicazioni e prolungare la vita.

L'insulina nel diabete di tipo 2 è raccomandata per tali scopi:

  • temporaneamente per preparare il paziente ad un intervento chirurgico o in caso di gravi malattie infettive;
  • costantemente - con l'inefficacia dei farmaci che riducono il glucosio in pillole.

La durata del periodo tra i primi sintomi del diabete di tipo 2 e la necessità di una somministrazione costante di insulina dipende direttamente da 2 fattori. Vale a dire, da una diminuzione dell'efficienza delle cellule beta e aumento della resistenza all'insulina. Riduce significativamente la durata di questo periodo, lo stato di iperglicemia costante.

In altre parole, peggio una persona controlla il diabete mellito di tipo 2 (si attacca a una dieta e assume agenti ipoglicemici), l'insulina più veloce sarà prescritta.

Per i diabetici, ci sono una serie di fattori che aumentano la resistenza all'insulina: comorbidità, uso di farmaci con effetti metabolici negativi, aumento di peso, bassa attività fisica, frequenti agitazioni ed esperienze. Insieme alla tossicità del lipo e del glucosio, accelerano il declino delle prestazioni delle cellule beta nei pazienti con diabete di tipo 2.

Indicazioni per la prescrizione della terapia insulinica

Con una diminuzione crescente della secrezione delle cellule beta e l'inefficacia dei farmaci ipoglicemizzanti compressi, l'insulina è raccomandata in monoterapia o in combinazione con agenti ipoglicemizzanti compressi.

Indicazioni assolute per la somministrazione di insulina:

  • segni di carenza di insulina (ad esempio perdita di peso, sintomi di scompenso del diabete di tipo 2);
  • la presenza di chetoacidosi e / o chetosi;
  • eventuali complicanze acute del diabete di tipo 2;
  • esacerbazioni di malattie croniche, patologie macrovascolari acute (ictus, cancrena, infarto), necessità di trattamenti chirurgici, infezioni gravi;
  • diabete di tipo 2 di nuova diagnosi, che è accompagnato da zucchero alto durante il giorno ea stomaco vuoto, non tenendo conto del peso corporeo, dell'età, della durata stimata della malattia;
  • diabete di tipo 2 di nuova diagnosi in presenza di allergie e altre controindicazioni all'uso di droghe da compresse di zucchero. Controindicazioni: malattie emorragiche, patologia dei reni e del fegato;
  • gravidanza e allattamento;
  • gravi disturbi dei reni e del fegato;
  • la mancanza di controllo dello zucchero favorevole nel trattamento delle dosi massime di farmaci ipoglicemizzanti compressi in combinazioni e dosi accettabili, oltre a un sufficiente sforzo fisico;
  • precoma, coma.

La terapia insulinica è attribuita a pazienti con diabete di tipo 2 con i seguenti indicatori di laboratorio:

  • digiuno di zucchero nel sangue superiore a 15 mmol / l in pazienti con sospetto diabete;
  • concentrazione plasmatica di C-peptide inferiore a 0,2 nmol / l dopo campione per via endovenosa con 1,0 mg di glucagone;
  • nonostante l'uso di dosi massime giornaliere di farmaci compressi per lo zucchero, il glucosio a digiuno nel sangue è superiore a 8,0 mmol / l, dopo aver mangiato al di sopra di 10,0 mmol / l;
  • il livello di emoglobina glicata è costantemente superiore al 7%.

Il principale vantaggio dell'insulina nel trattamento del diabete di tipo 2 è il suo effetto su tutte le parti della patogenesi di questa malattia. Prima di tutto, aiuta a compensare la mancanza di insulina ormonale endogena, che si osserva con una progressiva diminuzione del funzionamento delle cellule beta.

Meccanismi d'azione e effetti dell'insulina

La terapia insulinica viene eseguita per eliminare la tossicità del glucosio e correggere la funzione di produzione delle cellule beta con iperglicemia media. Inizialmente, la disfunzione delle cellule beta nel pancreas e la produzione di insulina sono reversibili. La produzione endogena di insulina viene ripristinata quando il livello dello zucchero scende a livelli normali.

La somministrazione precoce di insulina ai diabetici di tipo 2 è una delle opzioni di trattamento con controllo glicemico insufficiente nella fase di applicazione della dieta e della terapia fisica, aggirando lo stadio dei farmaci compressi.

Questa opzione è preferibile per i diabetici che preferiscono la terapia insulinica, piuttosto che l'uso di farmaci ipoglicemizzanti. Così come nei pazienti con mancanza di peso e con sospetto diabete autoimmune latente negli adulti.

Una diminuzione di successo nella produzione di glucosio da parte del fegato nel diabete mellito di tipo 2 richiede la soppressione di 2 meccanismi: glicogenolisi e gluconeogenesi. L'introduzione di insulina può ridurre la glicogenolisi epatica e la gluconeogenesi, nonché aumentare la sensibilità dei tessuti periferici all'insulina. Di conseguenza, diventa possibile "riparare" efficacemente tutti i principali meccanismi della patogenesi del diabete di tipo 2.

Risultati positivi della terapia insulinica nel diabete mellito

Ci sono aspetti positivi dell'assunzione di insulina, vale a dire:

  • riduzione dei livelli di zucchero a stomaco vuoto e dopo i pasti;
  • aumento della produzione di insulina pancreatica in risposta alla stimolazione del glucosio o all'assunzione di cibo;
  • riduzione della gluconeogenesi;
  • la produzione di glucosio da parte del fegato;
  • inibizione della secrezione di glucagone dopo i pasti;
  • cambiamenti nei profili lipoproteici e lipidici;
  • soppressione della lipolisi dopo aver mangiato;
  • migliorare la glicolisi anaerobica e aerobica;
  • riduzione della glicazione delle lipoproteine ​​e delle proteine.

Il primo trattamento dei diabetici è finalizzato al raggiungimento e al mantenimento delle concentrazioni target di emoglobina glicata, glicemia a digiuno e dopo i pasti. Il risultato sarà una riduzione della possibilità di sviluppo e progressione delle complicanze.

L'introduzione di insulina dall'esterno ha un effetto positivo sul metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. Questo ormone attiva la deposizione e inibisce la degradazione di glucosio, grasso e aminoacidi. Riduce il livello di zucchero aumentando il trasporto nel mezzo della cellula attraverso la parete cellulare di adipociti e miociti, oltre a inibire la produzione di glucosio da parte del fegato (glicogenolisi e gluconeogenesi).

Inoltre, l'insulina attiva la lipogenesi e inibisce l'uso di acidi grassi liberi nel metabolismo energetico. Inibisce la proteolisi muscolare e stimola la produzione di proteine.

Calcolo della dose di insulina

La selezione di una dose del farmaco è strettamente individuale. Si basa sul peso del diabetico, sul quadro clinico e sul profilo giornaliero del glucosio. La necessità di questo ormone dipende dal grado di resistenza all'insulina e dalla capacità secretoria delle cellule beta, ridotta a causa della tossicità del glucosio.

I pazienti con diabete di tipo 2 con obesità concomitante hanno bisogno di più insulina rispetto ad altri per ottenere il controllo. Il numero di iniezioni e la dose di insulina al giorno dipendono dal livello di zucchero nel sangue, dalle condizioni generali del diabetico e dal regime dietetico.

Terapia dell'insulina in bolo più comunemente raccomandata. Questo è quando un analogo dell'insulina umana (o insulina ad azione rapida) viene somministrato più volte al giorno. Forse una combinazione di insulina breve e azione intermedia (2 volte al giorno o prima di coricarsi) o un analogo dell'insulina prolungata (utilizzata prima di coricarsi).

La terapia insulinica bolo più comunemente prescritta è quando l'insulina ad azione rapida (o simile all'insulina umana) viene utilizzata più volte al giorno. È possibile un complesso di insulina con azione breve e intermedia (prima di coricarsi o 2 volte al giorno) o un analogo dell'insulina prolungata (prima di coricarsi).

Somministrazione di insulina

La soluzione di insulina viene iniettata per via sottocutanea. Il sito di iniezione deve essere ben pre-massaggio. I posti per iniezioni dovrebbero essere alternati ogni giorno.

Il paziente stesso spinge l'iniezione: per questo scopo, viene utilizzato uno speciale cane-spitz con un ago sottile o un manico di siringa. Se possibile, la preferenza dovrebbe essere data alla penna.

I vantaggi dell'uso di una penna:

  • ha un ago molto sottile, il cui uso rende l'iniezione di insulina quasi indolore;
  • compattezza: il dispositivo è comodo e facile da trasportare;
  • l'insulina nella penna non collassa, è protetta dagli effetti della temperatura e da altri fattori ambientali;
  • il dispositivo consente di preparare e applicare individualmente una miscela di preparati di insulina.

Tra la somministrazione di insulina e l'assunzione di cibo non dovrebbe passare più di 30 minuti. Alla volta è consentito inserire non più di 30 U.

Tipi di trattamento: monoterapia e terapia di combinazione

Per il trattamento del diabete di tipo 2, esistono 2 tipi di terapia: l'insulina in monoterapia e in combinazione con farmaci ipoglicemizzanti in pillole. La scelta può essere effettuata dal medico, in base alle sue conoscenze ed esperienze, nonché sulle caratteristiche delle condizioni generali del paziente, sulla presenza di malattie concomitanti e sulle cure mediche.

Quando la monoterapia con pillole ipoglicemiche non porta ad un adeguato controllo dei livelli di zucchero nel sangue, viene prescritta una terapia di associazione con insulina e preparati in compresse. Combinato, di regola, come segue: insulina con sulfonylurea, insulina con meglitinides, insulina con biguanides, insulina con tiazolidinedion.

I vantaggi degli schemi combinati comprendono un aumento della sensibilità dei tessuti periferici all'insulina, la rapida eliminazione della tossicità del glucosio e un aumento della produzione endogena di insulina.

Diabetici da insulina in monoterapia con tipo 2 secondo schema tradizionale o intensificato. Significativi progressi in endocrinologia sono associati a una vasta scelta di insulina, che consente di soddisfare tutte le esigenze del paziente. Per il trattamento del diabete di tipo 2, sono accettabili tutti i regimi di insulina che possono controllare con successo i livelli di zucchero nel sangue e proteggere dall'ipoglicemia indesiderata.

Regimi di insulina

La scelta del regime di insulina dipende dall'età del paziente, dalle malattie concomitanti, dall'umore per il trattamento, dallo status sociale e dalle risorse materiali.

Lo schema tradizionale implica una dieta rigorosa per un diabetico, così come ogni giorno lo stesso cibo al momento del ricovero e la quantità di carboidrati. L'iniezione di insulina è fissata nel tempo e nella dose.

In questa modalità, il paziente potrebbe non misurare frequentemente lo zucchero nel sangue. Lo svantaggio di questo schema è che non vi è alcun adattamento flessibile della quantità di insulina ai cambiamenti dei livelli di zucchero nel sangue. Il paziente è legato alla dieta e al programma di iniezioni, che gli impedisce di condurre una vita piena.

Lo schema tradizionale della terapia insulinica è utilizzato nelle seguenti categorie:

  • diabetici anziani;
  • pazienti che non possono usare il misuratore e controllare il loro zucchero;
  • diabetici che soffrono di malattie mentali;
  • pazienti che richiedono cure esterne costanti.

Regime intensificato - diretto, con l'aiuto di iniezioni, per simulare la normale produzione naturale di insulina. I vantaggi di utilizzare questo schema per un diabetico sono molti, ma è un po 'più difficile da applicare.

Principi della somministrazione intensiva di insulina:

  • terapia insulinica di base in bolo;
  • dieta non rigorosa, adattamento di ciascuna dose di insulina a un determinato cibo e quantità di carboidrati consumati;
  • la necessità di determinare i livelli di zucchero nel sangue più volte al giorno.

Complicazioni della terapia insulinica

A volte nel trattamento del diabete di tipo 2 ci sono delle complicazioni:

  • reazioni allergiche;
  • stati ipoglicemici;
  • liposuzione postinsulinica.

Le complicanze si sviluppano, di regola, a causa della non conformità con le regole della somministrazione di insulina.

L'obiettivo principale del trattamento del diabete di tipo 2 è quello di mantenere un normale livello di glucosio nel sangue, il rinvio delle complicanze, l'aumento dell'aspettativa di vita.

Tutto questo può essere raggiunto a condizione di una terapia insulinica tempestivamente prescritta. I farmaci moderni hanno dimostrato la loro efficacia e sicurezza nel prescriverli, anche in forme gravi di diabete.

Diabete mellito di tipo 2: dieta e nutrizione, in cui lo zucchero viene posto su insulina quando il pancreas è esaurito

Nel diabete di tipo 2, è importante tenere a mente la dieta e le regole nutrizionali per stabilizzare i valori di zucchero. La violazione della quantità di carboidrati, l'errata contabilizzazione delle unità di pane, la cottura in violazione delle raccomandazioni, l'uso di alimenti proibiti può portare a salti acuti di glucosio, provocare pericolose complicazioni.

A che livello di zucchero viene seminato l'insulina? Questa domanda riguarda pazienti con patologia endocrina confermata. La concentrazione di glucosio e di emoglobina glicata sarà mantenuta ad un livello accettabile? Quando sarà necessaria la terapia ormonale? Le risposte dipendono in gran parte dalla corretta alimentazione. Le caratteristiche della dieta nel diabete di tipo 2 e le sfumature associate all'uso di insulina si riflettono nell'articolo.

Cause e sintomi del diabete di tipo 2

La patologia endocrina si sviluppa sullo sfondo di disordini metabolici e disturbi ormonali. Nel secondo tipo di diabete, il pancreas produce insulina in quantità sufficiente o la secrezione dell'ormone è leggermente ridotta, ma i tessuti sono insensibili all'influenza dell'ormone. Una conseguenza del processo patologico - problemi con l'assimilazione del glucosio.

A causa della mancanza di energia, l'equilibrio nel corpo e il decorso di molti processi sono disturbati. Per correggere le anormalità del pancreas, è necessario produrre più insulina tutto il tempo, in modo che almeno una piccola parte dell'ormone influenzi l'assorbimento del glucosio. Il carico insopportabile sullo sfondo della resistenza all'insulina porta rapidamente fuori la ghiandola, soprattutto con una dieta scorretta, eccesso di cibo, uso frequente di cibi piccanti, affumicati, grassi, muffin, caramelle.

Fattori che provocano lo sviluppo della patologia endocrina:

  • predisposizione genetica;
  • l'obesità;
  • disordini metabolici;
  • superlavoro, ridotta immunità;
  • la vita sotto stress;
  • mancanza di riposo e sonno;
  • disturbi ormonali;
  • processi patologici e tumori pancreatici.

Anticorpi elevati alla tireoglobulina: cosa significa e come ridurre la performance? Abbiamo la risposta!

Istruzioni per l'uso di compresse e gocce Mastodinon mastopatia delle ghiandole mammarie è descritto in questa pagina.

sintomi:

  • mucose secche;
  • costantemente assetato;
  • prurito;
  • minzione più spesso del solito;
  • visione offuscata;
  • scarsa guarigione delle ferite;
  • fluttuazioni di appetito e peso;
  • nervosismo o apatia;
  • candidosi vaginale (nelle donne);
  • diminuzione della libido, disfunzione erettile (negli uomini);
  • perdita dell'udito;
  • aumento della pressione.

A quale livello di zucchero viene seminato l'insulina

Il trattamento del diabete di tipo 2 dovrebbe tenere conto dell'età e delle caratteristiche individuali di una persona, del modo di funzionamento, della nutrizione, della presenza di altre patologie croniche, del grado di danno pancreatico, del livello di zucchero.

Sfumature importanti:

  • Un endocrinologo esperto spiega al paziente che è necessario percepire tranquillamente la transizione alle iniezioni di insulina, non al panico: molti diabetici devono affrontare questo stadio della terapia. L'unica differenza è che a una persona vengono somministrate iniezioni giornaliere dopo la diagnosi, mentre altre hanno bisogno di iniezioni 5-10 anni dopo l'inizio del trattamento;
  • l'introduzione di insulina non è una punizione per la malnutrizione o il mancato rispetto delle raccomandazioni, ma una misura vitale per mantenere il decorso ottimale dei processi fisiologici, riducendo il rischio di coma ipeglicemico;
  • Il ritardo nel passaggio alla puntura dell'ormone può portare ad un forte aumento della concentrazione di glucosio. Non si dovrebbe aspettare se il pancreas non fa fronte alle sue funzioni, dieta, compresse di farmaci ipoglicemizzanti, l'attività fisica non consente di mantenere buoni indicatori di zucchero.

Quando saranno necessari i colpi di insulina? Molto spesso, i diabetici con patologia di tipo 2 iniziano la terapia insulinica dopo un lungo periodo dopo la diagnosi. È importante considerare in quale fase il dottore ha identificato il diabete.

Quando si prescrive un'iniezione dell'ormone-drive, prendere in considerazione:

  • I valori di emoglobina glicata non superano il 7-7,5%, il glucosio - da 8 a 10 mmol / l, le funzioni pancreatiche sono conservate. Il paziente può mantenere i valori di zucchero per lungo tempo con i farmaci orali;
  • gli indicatori di glicoemoglobina aumentati all'8% o più, il livello di glucosio supera 10 mmol / l. Nella maggior parte dei casi, il passaggio alle iniezioni di insulina sarà necessario prima che dopo 5 anni.

La terapia insulinica per il diabete di tipo 2 è:

Il paziente può ricevere:

  • iniezioni di insulina. I farmaci anti-iperglicemici sono inefficaci;
  • combinazione di compresse con iniezioni di insulina. Il numero di iniezioni varia da uno a due o tre o più al giorno. Il dosaggio è anche selezionato individualmente.

Il paziente riceve iniezioni:

  • subito dopo l'identificazione dell'iperglicemia, conferma della diagnosi;
  • durante il corso della terapia, in diverse fasi del trattamento, sullo sfondo della progressione della patologia endocrina, se assumere le pillole non riduce lo zucchero a valori ottimali. Molti passano alle iniezioni in 7-10 anni.

Scopo della terapia insulinica temporanea:

  • in caso di stress iperglicemia (aumento della concentrazione di glucosio in una grave malattia con intossicazione, aumento della temperatura) sullo sfondo del diabete di tipo 2, i colpi di insulina vengono prescritti per un certo periodo. Con la forma attiva della patologia, i medici identificano gli indicatori di zucchero a 7,8 mmol / l. Il recupero si verifica prima se il diabete viene attentamente monitorato dalla concentrazione di glucosio;
  • la transizione ad una terapia insulinica temporanea è necessaria in condizioni in cui il paziente non può bere pillole: nel periodo pre-postoperatorio con un intervento chirurgico nel tratto gastrointestinale, con infezioni intestinali acute.

Regole di aderenza alla dieta

Tabella numero 9 - l'opzione migliore per mantenere il livello di zucchero entro limiti accettabili. La dieta per il diabete di tipo 2 è abbastanza severa, ma nel caso di un tipo di malattia insulino-indipendente, è la dieta che viene alla ribalta. Iniezioni o compresse di insulina e farmaci che riducono lo zucchero - misure aggiuntive.

Principi generali dell'alimentazione

Quando il diabete di tipo 2, è importante seguire scrupolosamente le istruzioni, seguire le regole della cucina:

  • escludere dai nomi di dieta con zucchero;
  • Per dare un gusto gradevole alle composte, al tè, alla purea di frutta, alla gelatina, usare dolcificanti: sorbitolo, xilitolo, fruttosio, stevia. Dosaggio - come indicato dal medico;
  • cuocere i piatti per una coppia, far bollire, infornare;
  • sostituire i grassi animali e la margarina con oli vegetali. Pancetta salata e pancetta, che molti amano - è vietata. Il burro non salato è raramente consumato e un po ';
  • attenersi alla dieta: sedersi al tavolo allo stesso tempo, non saltare il pasto successivo;
  • al giorno è necessario ottenere almeno un litro e mezzo di liquido;
  • rifiutare cibi fritti, affumicati, pasticcini, sottaceti e sottaceti, sale in eccesso, verdure in scatola e frutta;
  • valore energetico ottimale della dieta quotidiana - da 2400 a 2600 chilocalorie;
  • Assicurati di contare le unità di pane, mangiare cibi con basso indice glicemico e di insulina. Sul sito è possibile trovare tabelle per diabetici, il cui utilizzo consente di evitare l'aumento della concentrazione di glucosio;
  • assumere carboidrati lenti (crusca, cereali, pasta fatta con grano duro, farina d'avena, frutta). Abbandonare i carboidrati inutili, "veloci". I diabetici sono danneggiati da halvah, biscotti, zucchero, torte, dolci, gnocchi, marmellata, marmellata. Non puoi mangiare dolci, caramelle, latte e cioccolato bianco. La varietà nera di cioccolato con il 72% di cacao è raramente consentita, in una piccola quantità: GI - solo 22 unità;
  • più spesso mangiano frutta e verdura senza trattamento termico. Nei cibi cotti e bolliti aumentano i valori GI, che influiscono negativamente sul livello di zucchero. Ad esempio, carote crude: Gl - 35, bollito - già 85, albicocche fresche - 20, frutta in scatola con zucchero - 91 unità;
  • utilizzare le patate in "uniformi": GI è 65. Se un diabetico decide di mangiare patatine fritte o patatine fritte, lo zucchero aumenta più attivamente: l'indice glicemico sale a 95 unità durante la frittura.

Prodotti consentiti

Nel diabete, è utile usare i seguenti nomi e piatti:

  • zuppe di verdure;
  • kefir, fiocchi di latte, yogurt (specie magre in quantità moderate);
  • frutti di mare;
  • cereali, ad eccezione del riso e della semola;
  • proteine ​​dell'uovo di gallina, tuorlo - 1 volta a settimana. I migliori piatti di opzione - omelette proteica;
  • verdure diabete: zucchine, zucca, pomodori, cetrioli, melanzane, peperoni, tutti i tipi di cavolo. Le verdure con un alto indice glicemico (patate, carote bollite e barbabietole) sono ammesse a poco a poco, non più di tre volte a settimana;
  • un brodo debole sulla "seconda acqua" (la prima volta dopo aver fatto bollire il liquido con le sostanze estrattive viene drenato) sulla base di pesce magro, tacchino, filetto di pollo, manzo può essere ottenuto due volte a settimana;
  • crusca - un po 'più volte alla settimana, pane fatto con farina grossolana, grano, zucca, segale - non più di 300 g al giorno. Cracker, muffin, pizza, dolci, torte, pasta economica, pan di zenzero, gnocchi - cancella. Il pane bianco e una pagnotta si limitano bruscamente: l'indice glicemico è di 100 unità;
  • bacche e frutti nel diabete mellito di tipo 2 a basso contenuto di zuccheri, IG basso: ciliegie, prugne, ribes, mele verdi, pere, aronia nera, agrumi. Limitare fortemente le banane. I succhi di frutta freschi sono proibiti: c'è un forte brusco aumento dei livelli di glucosio;
  • dessert senza zucchero. I bacelli di frutta e bacche con fruttosio, le composte con edulcoranti, la gelatina, la marmellata senza zucchero, la frutta fresca e l'insalata di bacche sono utili;
  • formaggio a pasta dura (a poco a poco, due o tre volte a settimana);
  • pesce magro, tacchino, coniglio, pollo, vitello, manzo;
  • cavolo di mare;
  • oli vegetali - a poco a poco, aggiungere insalate e primi piatti pronti, è vietato friggere pesce e carne;
  • funghi - a poco a poco, bolliti o al forno;
  • noci (in piccole quantità), da tre a quattro volte alla settimana;
  • verdi: aneto, coriandolo, cipolle verdi, prezzemolo, foglie di lattuga;
  • bevanda a base di cicoria, tè verde, caffè debole con latte (obbligatorio, non grasso), acqua minerale (leggermente calda, senza gas).

Come spalmare Divigel e per quali malattie prescrivere un farmaco a base di estradiolo? Abbiamo la risposta!

Leggi di cosa è responsabile la serotonina e come aumentare il livello dell'ormone quando è carente, leggi a questo indirizzo.

Vai a http://vse-o-gormonah.com/vnutrennaja-sekretsija/shhitovidnaya/normalnye-razmery.html e scopri la frequenza dei noduli tiroidei, nonché le cause e i sintomi delle anomalie.

Articoli proibiti

Non puoi mangiare:

  • barrette di cioccolato;
  • zucchero semolato e zucchero raffinato;
  • alcol;
  • formaggi salati;
  • latticini grassi;
  • porridge di semola e riso;
  • dolci con zucchero;
  • maiale grasso, anatra, oca;
  • prodotti a base di carne;
  • cibo in scatola;
  • salsicce;
  • grassi animali;
  • carne affumicata;
  • maionese, salse e ketchup pronti;
  • fast food;
  • pasticcini, in particolare torte fritte;
  • torte e pasticcini;
  • cagliata dolce in glassa di cioccolato, massa di cagliata;
  • frutti con IG alto, compresi essiccati: uva, datteri, fichi;
  • soda dolce;
  • halvah, marmellata, caramelle, marmellata, marmellata, altri dolci con zucchero, colori artificiali, aromi.

Dal seguente video si può imparare di più sulle regole della nutrizione in caso di malattia, così come le ricette dei pasti dietetici per il diabete del secondo tipo:

Uso di insulina nella malattia di tipo 2

Il diabete di tipo 2 si verifica a causa di disturbi metabolici. Questa situazione è dovuta al fallimento dell'insulina nell'eseguire le sue funzioni, poiché la resistenza cellulare si sviluppa. Si ritiene che l'insulina sia trattata per il diabete di tipo 1, ma non lo è. Il secondo tipo di diabete può anche diventare insulino-dipendente. Quando l'insulina è prescritta per il diabete di tipo 2, diamo un'occhiata qui sotto.

Per molti anni ho studiato il problema del diabete. È terribile quando così tante persone muoiono e ancor più diventano disabili a causa del diabete.

Mi affretto ad informare la buona notizia: il Centro di ricerca endocrinologica dell'Accademia russa delle scienze mediche è riuscito a sviluppare una medicina che guarisce completamente il diabete mellito. Al momento, l'efficacia di questo farmaco si avvicina al 100%.

Un'altra buona notizia: il Ministero della Salute ha fatto l'adozione di un programma speciale, che compensa l'intero costo del farmaco. In Russia e nei paesi della CSI, i diabetici possono ottenere il farmaco GRATUITAMENTE.

Perché soffocare un ormone nel diabete di tipo 2

Il verificarsi del diabete a causa di un'interazione scorretta di insulina con i tessuti quando è sufficiente si riferisce al secondo tipo. Molto spesso questa malattia si manifesta nella mezza età, di solito dopo 40 anni. Inizialmente, il paziente sta guadagnando o perdendo peso in modo significativo. Durante questo periodo, il corpo inizia a manifestare una carenza di insulina, ma non appaiono tutti i segni di diabete.

L'esame rivela che le cellule che producono insulina sono presenti in grandi quantità, ma gradualmente vengono esaurite. Per un corretto trattamento, è necessario immettere insulina nel diabete, ma prima calcolare la quantità di iniezioni di insulina e il suo volume.

L'insulina nel diabete di tipo 2 è indicata per tali condizioni:

  • glicemia irriducibile nei pazienti che assumono farmaci ipoglicemizzanti;
  • lo sviluppo di complicanze acute (chetoacidosi, precoma, coma);
  • complicazioni croniche (cancrena);
  • valori estremi di zucchero nelle persone con diabete di nuova diagnosi;
  • intolleranza individuale ai farmaci per ridurre lo zucchero;
  • scompenso;
  • diabete in gravidanza e allattamento;
  • durante l'intervento.

L'insulina nel diabete di tipo 2 viene utilizzata quando i pazienti stanno già diventando insulino-dipendenti e il loro ormone non è sufficiente. Puoi seguire una dieta, praticare sport, ma senza iniezioni il livello di zucchero sarà comunque alto. Possono insorgere complicazioni e qualsiasi malattia cronica può essere esacerbata. Il calcolo della dose di insulina deve essere eseguito da un endocrinologo.

Ma è molto importante che il medico insegni ai diabetici come calcolare correttamente la dose e passare all'insulina senza conseguenze gravi. Dire quale sia l'insulina migliore può essere il metodo di selezione. Dopotutto, qualcuno avrà bisogno solo della versione estesa e qualcuno una combinazione di azione estesa e breve.

Esistono i seguenti criteri, la cui presenza richiede il trasferimento di un paziente con diabete di tipo 2 all'insulina:

Stai attento

Secondo l'OMS, 2 milioni di persone muoiono ogni anno per il diabete e le complicazioni causate da esso. In assenza di supporto qualificato del corpo, il diabete porta a vari tipi di complicazioni, distruggendo gradualmente il corpo umano.

Tra le complicanze più comunemente riscontrate vi sono la cancrena diabetica, la nefropatia, la retinopatia, le ulcere trofiche, l'ipoglicemia, la chetoacidosi. Il diabete può anche portare allo sviluppo del cancro. In quasi tutti i casi, il diabetico o muore, lottando con una malattia dolorosa, o si trasforma in una persona disabile reale.

Cosa fanno le persone con diabete? Il Centro di ricerca endocrinologica dell'Accademia Russa delle Scienze Mediche è riuscito a rendere il rimedio un diabete mellito completamente curativo.

Attualmente è in corso il programma federale "Healthy Nation", in base al quale ogni residente della Federazione Russa e della CSI riceve questo farmaco GRATUITAMENTE. Informazioni dettagliate, guarda il sito ufficiale del Ministero della Salute.

Prendi il pacco
rimedi per il diabete GRATIS

  • se si sospetta il diabete, il livello di glucosio di una persona è superiore a 15 mmol / l;
  • l'emoglobina glicata aumenta di oltre il 7%;
  • il dosaggio massimo di farmaci che riducono lo zucchero, non è in grado di supportare il glucosio a digiuno inferiore a 8 mmol / l, e dopo aver mangiato al di sotto di 10 mmol / l;
  • Il peptide C plasmatico non supera 0,2 nmol / l dopo il test con glucagone.

In questo caso, è necessario monitorare costantemente e regolarmente il livello di zucchero nel sangue e contare i carboidrati nella dieta.

Posso tornare alle pillole

La ragione per lo sviluppo del diabete mellito del secondo tipo è la scarsa sensibilità delle cellule del corpo all'insulina. Per molte persone con questa diagnosi, l'ormone viene prodotto nell'organismo in grandi quantità. Se si determina che lo zucchero aumenta leggermente dopo un pasto, puoi provare a sostituire l'insulina con le pillole. Per questo vestito "Metformin". Questo farmaco è in grado di ripristinare il lavoro delle cellule e sarà in grado di percepire l'insulina prodotta dall'organismo.

Molti pazienti ricorrono a questo metodo di trattamento, in modo da non effettuare iniezioni giornaliere di insulina. Ma questa transizione è possibile a condizione che venga preservata una porzione sufficiente di cellule beta in grado di supportare adeguatamente la glicemia sullo sfondo dei farmaci ipoglicemici, che si verifica con l'insulina a breve termine in preparazione alla chirurgia, durante la gravidanza. Nel caso in cui durante l'assunzione delle pillole, il livello di zucchero aumenterà ancora, quindi non si può fare a meno di iniezioni.

Il regime di dosaggio

I nostri lettori scrivono

A 47 anni, mi è stato diagnosticato il diabete di tipo 2. Nel giro di poche settimane, ho guadagnato quasi 15 kg. Stanchezza costante, sonnolenza, sensazione di debolezza, la vista ha cominciato a sedersi. Quando ho compiuto 66 anni, mi ero stabilmente iniettato l'insulina, tutto era molto brutto.

La malattia ha continuato a svilupparsi, sono iniziati attacchi periodici, l'ambulanza mi ha letteralmente restituito al mondo successivo. Per tutto il tempo pensavo che questa volta sarebbe stata l'ultima.

Tutto è cambiato quando mia figlia mi ha dato un articolo su Internet. Non ho idea di quanto la ringrazio per questo. Questo articolo mi ha aiutato a eliminare completamente il diabete, una malattia presumibilmente incurabile. Gli ultimi 2 anni hanno iniziato a muoversi di più, in primavera e in estate vado in campagna tutti i giorni, coltivo pomodori e li vendo sul mercato. Le zie si chiedono come riesco a farlo, da dove provengono tutte le mie forze ed energie, non crederanno che io abbia 66 anni.

Chi vuole vivere una vita lunga e energica e dimenticare per sempre questa terribile malattia, impiega 5 minuti e leggi questo articolo.

Quando si sceglie l'insulina nel diabete mellito, si dovrebbe tener conto della dieta e dello stress fisico sperimentato dal paziente. Se viene determinata una dieta a basso contenuto di carboidrati e carichi bassi, è necessario mantenere l'auto-monitoraggio dei livelli di zucchero durante la settimana, il che è meglio fare con un glucometro e tenere un diario. L'opzione migliore: la transizione alla terapia insulinica in ospedale.

Le regole per la somministrazione di insulina sono presentate di seguito.

  1. È necessario scoprire se fare le iniezioni di ormoni durante la notte, il che può essere compreso misurando il livello di zucchero durante la notte, ad esempio, alle 2-4 del mattino. La quantità di insulina prelevata può essere aggiustata durante il trattamento.
  2. Determina le iniezioni mattutine. Nello stesso momento è necessario fare iniezioni a stomaco vuoto. Alcuni pazienti hanno abbastanza uso del farmaco esteso, che viene somministrato a una velocità di 24-26 unità / giorno una volta al mattino.
  3. È necessario capire come fare un'iniezione prima di mangiare. Per questo è un farmaco a breve durata d'azione. La sua quantità è calcolata in base al fatto che 1U copre 8 grammi di carboidrati, 57 grammi di proteine ​​richiedono anche 1 unità dell'ormone.
  4. Le dosi di insulina ultracorta devono essere utilizzate come emergenza.
  5. Nei pazienti con obesità, il livello del farmaco somministrato è spesso necessario aumentare rispetto al dosaggio medio nelle persone con peso normale.
  6. La terapia insulinica può essere combinata con farmaci ipoglicemici, che solo un medico dovrebbe determinare.
  7. Per misurare il livello di zucchero nel sangue e il metodo di selezione per scoprire quanto tempo prima di un pasto è necessario fare un'iniezione di insulina.

Assicurarsi che il paziente abbia bisogno di imparare che l'assunzione di carboidrati deve essere compensata dall'introduzione di insulina. Se una persona usa una combinazione di pillole per abbassare lo zucchero e insulina, allora l'ormone non solo entra nel corpo, ma i tessuti assorbono anche il glucosio in modo adeguato.

Tipi di droga

Attualmente, le insuline si distinguono dal momento della loro esposizione. È inteso per quanto tempo il farmaco può ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Prima della nomina del trattamento deve essere effettuata selezione individuale del dosaggio del farmaco.

Storie dei nostri lettori

Diabete sconfitto a casa. È passato un mese da quando ho dimenticato i salti di zucchero e l'assunzione di insulina. Oh, come soffrivo, svenimenti costanti, chiamate in ambulanza. Quante volte sono andato dagli endocrinologi, ma hanno solo detto "Prendi l'insulina". E ora la quinta settimana è finita, dato che il livello di zucchero nel sangue è normale, non una singola iniezione di insulina, e tutto grazie a questo articolo. Chiunque abbia il diabete - assicurati di leggere!

Leggi l'articolo completo >>>

  1. Agire molto rapidamente chiamato ultracorto, che inizia a svolgere la sua funzione nei primi 15 minuti.
  2. Esiste una definizione di "breve", nel senso che l'impatto non si verifica così rapidamente. Calcolarli prima dei pasti. Dopo 30 minuti, il loro effetto si manifesta, raggiunge il picco entro 1-3 ore, ma dopo 5-8 ore la loro influenza svanisce.
  3. C'è il concetto di "media": il loro impatto è di circa 12 ore.
  4. Le insuline ad azione prolungata attive durante il giorno vengono somministrate 1 volta. Queste insuline creano un livello basale di secrezione fisiologica.

Attualmente producono insulina, sviluppata sulla base dell'ingegneria genetica. Non provoca allergie, che è molto buono per le persone inclini ad esso. Il calcolo della dose e gli intervalli tra le iniezioni devono essere determinati da uno specialista. Questo può essere fatto in ospedale o in regime ambulatoriale, a seconda della salute generale del paziente.

A casa, la capacità di controllare la quantità di zucchero nel sangue è importante. Per adattarsi al trattamento del diabete di tipo 2 è necessario solo sotto la guida di un medico, ed è meglio farlo in ospedale. A poco a poco, il paziente stesso può eseguire il calcolo della dose e la sua regolazione.

Regimi di insulina

Per effettuare un trattamento adeguato del diabete mellito di tipo 2 e trasferirlo all'insulina, è necessario scegliere la modalità di somministrazione e il dosaggio del farmaco per il paziente. Ci sono 2 di questi modi.

Regime di dosaggio standard

Sotto questa forma di trattamento, si comprende che tutti i dosaggi sono già stati calcolati, il numero di pasti al giorno rimane invariato, anche il menu e la dimensione della porzione sono impostati da un nutrizionista. Questo è un programma molto rigoroso ed è assegnato a persone che per qualche motivo non possono controllare i livelli di zucchero nel sangue o calcolare il dosaggio di insulina in base alla quantità di carboidrati presenti nel cibo.

Lo svantaggio di questa modalità è che non tiene conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, dello stress possibile, dei disturbi della dieta e dell'aumento dello sforzo fisico. Il più delle volte è prescritto per i pazienti anziani. Puoi leggere di più in questo articolo.

Terapia insulinica intensiva

Questa modalità è più fisiologica, tiene conto delle peculiarità dell'alimentazione e dei carichi di ogni persona, ma è molto importante che il paziente assuma un atteggiamento sensibile e responsabile al calcolo dei dosaggi. La sua salute e il suo benessere dipenderanno da questo. La terapia intensiva con insulina può essere ulteriormente esplorata con il link fornito in precedenza.

Trattamento senza iniezioni

Molti diabetici non ricorrono alle iniezioni perché non riescono a liberarsene. Ma tale trattamento non è sempre efficace e può causare gravi complicazioni. Le iniezioni ti permettono di raggiungere un livello normale di ormone, quando le pillole non riescono a farcela. Con il diabete di tipo 2, è possibile che sia possibile tornare alle pillole. Ciò accade nei casi in cui le iniezioni sono prescritte per un breve periodo, ad esempio, quando si prepara per un intervento chirurgico, quando si trasporta un bambino o in allattamento.

Le iniezioni dell'ormone possono alleviare il carico e le cellule hanno la possibilità di recuperare. In questo caso, la dieta e uno stile di vita sano contribuiranno solo a questo. La probabilità di questa opzione esiste solo nel caso di piena conformità con la dieta e le raccomandazioni del medico. Molto dipenderà dalle caratteristiche dell'organismo.

risultati

È possibile trattare il diabete di tipo 2 con l'aiuto di una dieta o altri farmaci, ma ci sono casi in cui è impossibile fare a meno dell'uso della terapia insulinica.

Le iniezioni possono essere somministrate:

  • se le dosi massime applicate di farmaci non portano l'effetto desiderato;
  • durante l'operazione;
  • nel periodo di trasporto di un bambino, l'allattamento;
  • se sorgono complicazioni

È indispensabile calcolare la dose e il tempo tra le iniezioni. Per fare questo, gli studi sono condotti durante la settimana. Ogni paziente è una droga selezionata individualmente.

Si consiglia di acquistare un misuratore di glucosio nel sangue per tenere un occhio vigile sullo zucchero in qualsiasi momento. Tali misure aiuteranno a determinare correttamente la dose di insulina e monitorare l'efficacia del farmaco selezionato.

Trarre conclusioni

Se stai leggendo queste righe, si può concludere che tu oi tuoi cari avete il diabete.

Abbiamo condotto un'indagine, studiato un mucchio di materiali e, cosa più importante, abbiamo controllato la maggior parte dei metodi e dei farmaci per il diabete. Il verdetto è:

Se tutti i farmaci venivano somministrati, allora solo un risultato temporaneo, non appena il trattamento veniva interrotto, la malattia aumentava drasticamente.

L'unico farmaco che ha dato un risultato significativo è Diagen.

Al momento, è l'unico farmaco in grado di curare completamente il diabete. Diagen ha mostrato un effetto particolarmente forte nelle prime fasi dello sviluppo del diabete.

Abbiamo chiesto al Ministero della salute:

E ora i lettori del nostro sito hanno l'opportunità
Ottieni Diagen GRATIS!

Attenzione! La vendita della droga finta Diagen è diventata più frequente.
Effettuando un ordine sui link qui sopra, si è certi di ottenere un prodotto di qualità dal produttore ufficiale. Inoltre, ordinando sul sito ufficiale, si ottiene una garanzia di rimborso (compresi i costi di trasporto), se il farmaco non ha un effetto terapeutico.

Insulina nel diabete

L'insulina è un ormone prodotto dal pancreas. È responsabile della regolazione dei livelli di zucchero nel sangue. Quando l'insulina entra nel corpo, vengono avviati processi ossidativi: il glucosio viene scisso in glicogeno, proteine ​​e grassi. Se una quantità insufficiente di questo ormone entra nel sangue, si forma una malattia chiamata diabete mellito.

Nel secondo tipo di diabete, il paziente deve compensare la costante mancanza di iniezioni di ormoni. L'uso corretto di insulina porta solo benefici, ma è necessario scegliere attentamente la dose e la frequenza delle applicazioni.

Perché l'insulina ha bisogno di diabetici?

L'insulina è un ormone progettato per regolare il livello di glucosio nel sangue. Se per qualche ragione diventa basso, si forma il diabete. Nella seconda forma di questa malattia, non è possibile compensare la mancanza di pillole da solo o una corretta alimentazione. In questo caso, vengono prescritte iniezioni di insulina.

È progettato per ripristinare il normale funzionamento del sistema normativo, che il pancreas danneggiato non può più fornire. Sotto l'influenza di fattori negativi, questo organo inizia a diluirsi e non riesce più a produrre abbastanza ormoni. In questo caso, al paziente viene diagnosticato il diabete di tipo 2. Per provocare una tale deviazione può:

  • Diabete non standardizzato;
  • Livello di glucosio estremamente alto - superiore a 9 mmol / l;
  • Preparazioni a base di sulfonilurea in grandi quantità.

Indicazioni per l'assunzione di insulina

Interruzione del pancreas - il motivo principale per cui le persone sono costrette a fare colpi di insulina. Questo organo endocrino è molto importante per garantire i normali processi metabolici nel corpo. Se smette di funzionare o lo fa parzialmente, si verificano guasti in altri organi e sistemi.

Le cellule beta che rivestono il pancreas sono progettate per produrre insulina naturale. Sotto l'influenza dell'età o di altre malattie, vengono distrutti e muoiono - non possono più produrre insulina. Gli esperti notano che nelle persone con il primo tipo di diabete dopo 7-10 anni, c'è anche bisogno di tale terapia.

I motivi principali per prescrivere l'insulina sono i seguenti:

  • Iperglicemia, in cui il livello di zucchero nel sangue supera il limite di 9 mmol / l;
  • Deplezione o malattia del pancreas;
  • Gravidanza in una donna con diabete;
  • Terapia farmacologica forzata con farmaci che contengono solfonilurea;
  • Esacerbazione di malattie croniche che interessano il pancreas.

A causa della loro ignoranza, molti pazienti cercano di non iniziare la terapia insulinica il più a lungo possibile. Credono che questo sia il punto di non ritorno, che parla di una grave patologia. In realtà, non c'è nulla di spaventoso in queste iniezioni. L'insulina è la sostanza che aiuterà il tuo corpo a lavorare, e ti dimenticherai della tua malattia cronica. Con l'aiuto di colpi regolari puoi dimenticare le manifestazioni negative del diabete di tipo 2.

Tipi di insulina

I moderni produttori di farmaci commercializzano un numero enorme di farmaci, basati sull'insulina. Questo ormone è destinato esclusivamente alla terapia di mantenimento nel diabete mellito. Una volta nel sangue, lega il glucosio e lo rimuove dal corpo.

Ad oggi, l'insulina è dei seguenti tipi:

  • Azione ultracorta - agisce quasi istantaneamente;
  • A breve durata - ha un effetto più lento e più regolare;
  • La durata media - iniziare ad agire dopo 1-2 ore dopo la somministrazione;
  • Long-acting - la forma più comune, che garantisce il normale funzionamento del corpo per 6-8 ore.

La prima insulina fu ritirata da un uomo nel 1978. Fu allora che gli scienziati britannici costrinsero E. coli a produrre questo ormone. La produzione di massa di ampolle con la droga è iniziata solo nel 1982 con gli Stati Uniti. Fino a quel momento, le persone con diabete di tipo 2 sono state costrette a iniettare l'insulina di maiale. Tale terapia ha costantemente causato effetti collaterali sotto forma di gravi reazioni allergiche. Oggi tutta l'insulina è di origine sintetica, quindi il medicinale non causa alcun effetto collaterale.

Mappatura della terapia insulinica

Prima di andare dal medico allo scopo di elaborare lo schema della terapia insulinica, è necessario condurre uno studio dinamico dei livelli di zucchero nel sangue.

Per fare questo, ogni giorno durante la settimana è necessario donare il sangue per il glucosio.

Dopo aver ricevuto i risultati dello studio, puoi andare da uno specialista. Per ottenere i risultati più veritieri, prima di prendere il sangue in poche settimane, iniziare a condurre uno stile di vita normale e corretto.

Se, mentre è a dieta, il pancreas richiederà ancora una dose extra di insulina, non sarà possibile evitare la terapia. I medici, al fine di creare una terapia insulinica corretta ed efficace, rispondono alle seguenti domande:

  1. Ho bisogno di colpi di insulina durante la notte?
  2. Se necessario, viene calcolato il dosaggio, dopo di che viene regolata la dose giornaliera.
  3. Ho bisogno di colpi di insulina a lunga durata d'azione al mattino?
    Per fare questo, il paziente viene messo in un ospedale e viene esaminato. Non dà colazione e pranzo, impara la reazione del corpo. Dopodiché, per diversi giorni, l'insulina ad azione prolungata viene somministrata al mattino, se necessario, la dose viene aggiustata.
  4. Ho bisogno di scatti di insulina prima dei pasti? Se è così, allora prima di ciò che è necessario, e prima di ciò - no.
  5. Calcolare il dosaggio iniziale dell'insulina a breve durata d'azione prima dei pasti.
  6. Viene condotto un esperimento per determinare quanta insulina deve essere pungente prima dei pasti.
  7. Al paziente viene insegnato a iniettare l'insulina da solo.

È molto importante che lo sviluppo della terapia insulinica sia stato eseguito da un medico curante qualificato.

Terapia insulinica permanente

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia progressiva cronica in cui la capacità delle cellule beta del pancreas di produrre insulina diminuisce gradualmente. Richiede la somministrazione continua di una droga sintetica al fine di mantenere normali livelli di glucosio nel sangue. Prendere in considerazione. Che la dose della sostanza attiva deve essere costantemente aggiustata, solitamente per aumentare. Col tempo, raggiungerai la dose massima di pillole. Molti medici non amano questa forma di dosaggio, in quanto provoca costantemente gravi complicazioni nel corpo.

Quando la dose di insulina è superiore a quella delle pillole, il medico ti trasferirà definitivamente alle iniezioni. Considera che questa è una terapia permanente che riceverai per il resto della tua vita. Il dosaggio del farmaco cambierà anche quando il corpo si abituerà rapidamente ai cambiamenti.

L'unica eccezione è quando una persona aderisce costantemente a una dieta speciale.

In questo caso, la stessa dose di insulina sarà efficace per lui per diversi anni.

In genere, questo fenomeno si verifica in quelle persone che hanno diagnosticato il diabete abbastanza presto. Hanno anche bisogno di mantenere una normale attività pancreatica, in particolare la produzione di cellule beta. Se un diabetico può riportare il suo peso alla normalità, mangia correttamente, fa sport, fa del suo meglio per ripristinare il corpo - può farlo con dosi minime di insulina. Mangiare bene e condurre uno stile di vita sano, quindi non sarà necessario aumentare costantemente la dose di insulina.

Alte dosi di sulfonilurea

Per ripristinare l'attività del pancreas e delle isole con cellule beta, vengono prescritte preparazioni di sulfonilurea. Tale composto provoca questo organo endocrino a produrre insulina, in modo tale che il livello di glucosio nel sangue sia mantenuto ad un livello ottimale. Aiuta a mantenere in uno stato normale tutti i processi nel corpo. Di solito i seguenti farmaci sono prescritti per questo scopo:

Tutti questi farmaci hanno un potente effetto stimolante sul pancreas. È molto importante osservare il dosaggio scelto dal medico, poiché l'uso di una quantità eccessiva di sulfonilurea può portare alla distruzione del pancreas. Se la terapia insulinica viene eseguita senza questo farmaco, la funzione del pancreas sarà completamente soppressa in pochi anni. Manterrà la sua funzionalità il più a lungo possibile, in modo da non dover aumentare la dose di insulina.

Le medicine progettate per mantenere il corpo nel diabete del secondo tipo, aiutano a ripristinare il pancreas, oltre a proteggerlo dagli effetti patogeni di fattori esterni e interni.

Effetto terapeutico di insulina

L'insulina è una parte importante della vita per le persone con diabete di tipo 2. Senza questo ormone, inizieranno a sperimentare un grave disagio, portando a iperglicemia e conseguenze più gravi. I medici hanno da tempo stabilito che una corretta terapia insulinica aiuta ad alleviare il paziente dalle manifestazioni negative del diabete, oltre a prolungare significativamente la sua vita. Con l'aiuto di questo ormone, è possibile portare al livello adeguato la concentrazione di glucosio emoglobina e zucchero: a stomaco vuoto e dopo aver mangiato.

L'insulina per i diabetici è l'unico rimedio che li aiuterà a sentirsi bene ea dimenticare la loro malattia. La terapia scelta opportunamente consente di arrestare lo sviluppo della malattia e prevenire lo sviluppo di gravi complicanze. L'insulina nelle giuste dosi non è in grado di danneggiare il corpo, ma il sovradosaggio può causare ipoglicemia e coma ipoglicemico, che richiede cure mediche urgenti. La terapia con questo ormone provoca il seguente effetto terapeutico:

  1. Ridurre la glicemia dopo i pasti e a stomaco vuoto, eliminando l'iperglicemia.
  2. Aumento della produzione di ormoni nel pancreas in risposta all'assunzione di cibo.
  3. Riduzione della via metabolica o della gluconeogenesi. A causa di ciò, lo zucchero viene eliminato più rapidamente dai costituenti non carboidrati.
  4. Diminuzione della lipolisi dopo un pasto.
  5. Proteine ​​glicate ridotte nel corpo.

La terapia completa dell'insulina ha un effetto positivo sui processi metabolici nel corpo: lipidi, carboidrati, proteine. Inoltre, l'assunzione di insulina aiuta ad attivare la soppressione e la deposizione di zuccheri, amminoacidi e lipidi.

Selezione della modalità di terapia insulinica nel diabete mellito di tipo 2

Negli ultimi anni, le indicazioni per la terapia insulinica in pazienti con diabete mellito di tipo 2 (DM) sono aumentate in modo significativo. Secondo il British Prospective Diabetes Research (UKPDS), il 5-10% dei pazienti con nuova diagnosi

Negli ultimi anni, le indicazioni per la terapia insulinica in pazienti con diabete mellito di tipo 2 (DM) sono aumentate in modo significativo. Secondo il British Prospective Diabetes Study (UKPDS), ogni anno il 5-10% dei pazienti con diabete di tipo 2 di nuova diagnosi richiede terapia insulinica [12] e 10-12 anni dopo, circa l'80% dei pazienti necessita di terapia insulinica costante. Nel tempo, nei pazienti con diabete di tipo 2, il controllo glicemico peggiora a causa di una crescente diminuzione della secrezione residua delle cellule beta. La sensibilità periferica dell'insulina rimane relativamente intatta, il che determina la necessità di selezionare la terapia ottimale in ogni fase dello sviluppo della malattia [4, 6, 10]. La monoterapia con agenti ipoglicemici orali (PSSP) è solitamente efficace nei primi 5-6 anni di malattia, in futuro diventa necessario utilizzare una combinazione di due o più farmaci con un diverso meccanismo d'azione, correggendo sia la carenza di insulina sia l'insulino-resistenza. Allo stesso tempo, il trattamento con dieta, esercizio fisico, assunzione di sulfonilurea o metformina non influenza significativamente la progressiva diminuzione della funzione secretoria delle cellule beta. Secondo l'UKPDS, il 40% dei pazienti al momento della diagnosi del diabete di tipo 2 ha già una marcata diminuzione della funzione secretoria delle cellule beta. La durata del periodo dal debutto del diabete di tipo 2 alla nomina di terapia insulinica permanente dipende principalmente dalla diminuzione dell'attività funzionale delle cellule beta e dall'aggravamento dell'insulino-resistenza. La condizione di iperglicemia cronica riduce significativamente la durata di questo periodo. Nei pazienti con diabete di tipo 2 esistono numerosi parametri che aumentano la resistenza all'insulina: comorbidità, uso di farmaci con effetti metabolici negativi, bassa attività fisica, aumento di peso, depressione e stress frequente. Insieme al glucosio e alla lipotossicità, accelerano la diminuzione dell'attività funzionale delle cellule beta nei pazienti con diabete di tipo 2.

Con una diminuzione progressiva della secrezione residua delle cellule beta, l'inefficacia della terapia con PSSP, viene prescritta l'insulina ei suoi preparati sul mercato russo sono rappresentati sia da produttori stranieri e domestici (actrapid, protophane, Humulin, biosulin, ecc.), Sia in monoterapia che in combinazione con farmaci ipoglicemici preformati. Secondo stime prudenti, circa il 40% dei pazienti con diabete di tipo 2 necessita di terapia insulinica, ma meno del 10% dei pazienti riceve effettivamente insulina. Un'analisi della pratica clinica del trattamento del diabete di tipo 2 suggerisce l'inizio tardivo della terapia insulinica, così come un compenso metabolico insoddisfacente del diabete, anche nel contesto della terapia insulinica (basse dosi di insulina). Questo può accadere sia per colpa del dottore - a causa della paura dell'aumento di peso e dello sviluppo dell'ipoglicemia, sia per l'atteggiamento negativo del paziente nei confronti di questo tipo di terapia - in assenza di regolare autocontrollo della glicemia. Di solito, la terapia insulinica è prescritta a pazienti che hanno un lungo periodo di più di 10-15 anni, diabete mellito e pronunciate complicazioni vascolari.

Il principale vantaggio della terapia insulinica come metodo per il trattamento del diabete di tipo 2 è l'effetto sui principali difetti patofisiologici intrinseci a questa malattia [6, 8, 10]. Prima di tutto, questo riguarda la compensazione per la mancanza di secrezione di insulina endogena sullo sfondo di una progressiva diminuzione della funzione delle cellule beta.

Indicazioni per la terapia insulinica in pazienti con diabete di tipo 2

  • Segni di deficienza di insulina (chetosi, perdita di peso corporeo).
  • Complicanze acute del diabete
  • Per la prima volta ha rivelato il diabete con alti tassi di glicemia a stomaco vuoto e durante il giorno, senza prendere in considerazione l'età, la durata prevista della malattia, il peso corporeo.
  • Malattie macrovascolari acute, necessità di trattamenti chirurgici, infezioni gravi e esacerbazione di malattie croniche.
  • Diabete di tipo 2 di nuova diagnosi con controindicazioni all'uso di agenti ipoglicemizzanti orali (compromissione della funzionalità epatica, problemi renali, reazioni allergiche, malattie ematologiche).
  • Grave disfunzione epatica e renale.
  • Gravidanza e allattamento.
  • La mancanza di un controllo glicemico soddisfacente durante la terapia con le dosi massime di PSSP in combinazioni accettabili, insieme ad un adeguato sforzo fisico.

Recentemente, i medici hanno riconosciuto la necessità di una terapia insulinica per eliminare la tossicità del glucosio e ripristinare la funzione secretoria delle cellule beta con iperglicemia moderata. Nelle fasi iniziali della malattia, la disfunzione delle cellule beta è reversibile e la secrezione insulinica endogena viene ripristinata con una diminuzione della glicemia. La terapia insulinica precoce nei pazienti con diabete di tipo 2, anche se non tradizionale, sembra essere una delle possibili opzioni per il trattamento farmacologico con scarso controllo metabolico nella fase di dieta e sforzo fisico, aggirando lo stadio di PSSP. Questa opzione è più giustificata nei pazienti che preferiscono la terapia insulinica all'uso di altri farmaci che riducono lo zucchero, nei pazienti con sottopeso, nonché con la probabilità di diabete autoimmune latente negli adulti (LADA).

Una riduzione efficace della produzione di glucosio epatico nel diabete di tipo 2 richiede l'inibizione di due processi: gluconeogenesi e glicogenolisi. Poiché l'introduzione di insulina è in grado di ridurre la gluconeogenesi e la glicogenolisi nel fegato e migliorare la sensibilità periferica all'insulina, è possibile correggere in modo ottimale i principali meccanismi patogenetici del diabete di tipo 2. Gli effetti positivi della terapia insulinica nei pazienti con diabete di tipo 2 sono:

  • diminuzione del toxoide e dell'iperglicemia postprandiale;
  • diminuzione della gluconeogenesi e della produzione di glucosio da parte del fegato;
  • aumento della secrezione di insulina in risposta all'assunzione di cibo o alla stimolazione del glucosio;
  • soppressione della lipolisi nel periodo postprandiale;
  • soppressione della secrezione di glucagone dopo i pasti;
  • stimolazione dei cambiamenti antiaterogeni nel profilo dei lipidi e delle lipoproteine;
  • riduzione della glicazione non specifica di proteine ​​e lipoproteine;
  • miglioramento della glicolisi aerobica e anaerobica.

Il trattamento dei pazienti con diabete di tipo 2 è principalmente volto a raggiungere e mantenere i livelli target di HbA1c per lungo tempo, a digiuno e dopo i pasti, oltre a ridurre il rischio di complicanze vascolari.

Prima dell'inizio della terapia insulinica del diabete di tipo 2, è necessario insegnare ai pazienti metodi di autocontrollo, rivedere i principi della dietoterapia, informare i pazienti sulla possibilità di sviluppare ipoglicemia e metodi di sollievo [1, 4, 15]. La terapia insulinica, a seconda delle evidenze, può essere somministrata a pazienti con diabete di tipo 2 sia per periodi brevi che lunghi. La terapia insulinica a breve termine è di solito utilizzata nelle malattie macrovascolari acute (infarto miocardico, ictus, CABG), in operazioni, infezioni, esacerbazione di malattie croniche a causa di un forte aumento della necessità di insulina durante questi periodi, di norma, derivanti dall'abolizione dei farmaci ipolipemizzanti pre-trattati [7, 9, 15]. In situazioni acute, l'uso di insulina elimina rapidamente i sintomi dell'iperglicemia e gli effetti avversi della tossicità del glucosio.

Attualmente non ci sono raccomandazioni chiare sulla scelta della dose iniziale di insulina. Fondamentalmente, la selezione si basa sulla valutazione delle condizioni cliniche, prendendo in considerazione il profilo giornaliero del glucosio, il peso corporeo del paziente. La necessità di insulina dipende dalla capacità di secernere insulina delle cellule beta, ridotta sullo sfondo della tossicità del glucosio, dal grado di resistenza all'insulina. I pazienti con diabete di tipo 2 e obesità con insulino-resistenza di varia gravità possono aver bisogno di 1 o più insulina di AU per kg di peso corporeo al giorno per ottenere il controllo metabolico. La terapia insulinica in bolo è più comunemente prescritta, quando l'insulina ad azione rapida (o analogo dell'insulina umana) viene utilizzata più volte al giorno, è possibile una combinazione di insulina ad azione breve e intermedia (all'ora di coricarsi o due volte al giorno) o un analogo dell'insulina prolungata (prima di coricarsi). Il numero di iniezioni e la dose giornaliera di insulina dipendono dal livello di glicemia, dal regime dietetico e dalle condizioni generali del paziente.

La terapia insulinica temporanea a lungo termine (2-3 mesi) è prescritta nelle seguenti situazioni [9, 13]:

  • in presenza di controindicazioni temporanee ai farmaci ipoglicemizzanti orali;
  • durante malattie infiammatorie prolungate;
  • con tossicità del glucosio e necessità di ripristinare la funzione secretoria delle cellule beta.

In questi casi, vengono prescritte insulina a breve durata d'azione (2-3 volte) e insulina prolungata prima di coricarsi o due volte al giorno sotto controllo glicemico e la PSSP viene solitamente annullata.

Dopo che la tossicità del glucosio è stata eliminata, con una normalizzazione persistente degli indici glicemici, una diminuzione dei livelli di HbA1c, un andamento positivo generale, lo stato somatico del paziente e la secrezione di insulina endogena intatta sullo sfondo della terapia insulinica temporanea, le PSCP vengono gradualmente somministrate sotto controllo glicemico e la dose giornaliera di insulina diminuisce lentamente. Un'altra opzione è la terapia di combinazione con insulina e PSSP.

Con una ridotta secrezione di insulina endogena, viene prescritta l'insulina in monoterapia.

Nel trattamento del diabete di tipo 2, ci sono diverse opzioni di trattamento, entrambe combinate con preparazioni per compresse e monoterapia con insulina. La scelta, di conseguenza, viene effettuata sulla base dell'esperienza clinica del medico, tenendo conto delle peculiarità dello stato somatico del paziente, delle malattie concomitanti e della loro terapia farmacologica. Molto spesso, quando si usa il diabete di tipo 2, viene utilizzata una terapia di associazione con insulina e compresse con farmaci ipoglicemici, quando la monoterapia orale non consente un adeguato controllo glicemico. Le opzioni di terapia di combinazione sono le combinazioni seguenti: derivati ​​sulfonylurea e insulina, meglitinides e insulina, biguanides e insulina, tiazolidinediones e insulina [2, 11, 14].

I vantaggi della terapia combinata comprendono una migliore motivazione del paziente, una rapida eliminazione della tossicità del glucosio, una migliore sensibilità dei tessuti periferici all'insulina e una maggiore secrezione di insulina endogena.

L'effetto positivo del trattamento combinato del diabete non è solo il raggiungimento del controllo glicemico, ma anche la riduzione della dose giornaliera di compresse, la possibilità di utilizzare piccole dosi di insulina e, di conseguenza, un minore aumento di peso [7]. La modalità di terapia insulinica nel trattamento di associazione può includere, oltre alla precedente terapia orale, una iniezione di insulina ad azione intermedia prima di coricarsi, sopprimendo efficacemente la produzione eccessiva di glucosio da parte del fegato e normalizzando la glicemia a digiuno. Secondo il nostro, così come i dati letterari, il fabbisogno medio di insulina nella terapia di associazione è 0,2-0,5 U / kg di peso corporeo nei pazienti con peso normale e raggiunge 1 U / kg di peso corporeo e di più se sono in sovrappeso. È necessario osservare alcune fasi nella conduzione della terapia insulinica in pazienti con diabete di tipo 2 [8]. Nella prima fase viene prescritta una dose iniziale sotto forma di una singola iniezione di insulina con azione intermedia di 0,2-0,3 U / kg di peso corporeo (in anziani 0,15 U / kg di peso corporeo), una media di 8-12 UI prima di coricarsi, se necessario, somministrazione di insulina prima di colazione. Il passo successivo è la titolazione della dose di insulina, effettuata ogni 3-4 giorni, per raggiungere parametri individuali di controllo metabolico. Si raccomanda di digiunare la glicemia più di 10,0 mmol / l per aumentare la dose di 6-8 UI di insulina, per glicemia superiore a 8,0 mmol / l per aumentare di 4-6 UI e per glicemia superiore a 6,5 ​​mmol / la 2 UI. La durata del periodo di titolazione è in genere di 6-12 settimane: in questo momento, la dinamica del peso viene regolarmente valutata, con dinamica negativa, il contenuto calorico della dieta diminuisce e, se possibile, l'attività fisica aumenta. Se una singola iniezione di insulina non fornisce un adeguato controllo glicemico, possiamo raccomandare una doppia somministrazione di insulina prolungata o miscele pronte di insulina nella modalità di somministrazione a due o tre volte [14]. Nella fase successiva, la tattica di un ulteriore trattamento, l'abolizione della terapia insulinica e della PSSP in monoterapia o il proseguimento della terapia combinata. Con scarso controllo metabolico, è indicato un aumento della dose giornaliera di insulina superiore a 30-40 U, ​​in monoterapia con insulina.

La monoterapia con insulina in pazienti con diabete di tipo 2 viene eseguita secondo il metodo della terapia insulinica tradizionale e con terapia insulinica intensificata (base-bolo). Il significativo progresso della diabetologia è associato a un ampio arsenale di diversi tipi di insulina e i professionisti hanno l'opportunità di scegliere un trattamento che soddisfi le esigenze e le possibilità del paziente. Nel trattamento del diabete di tipo 2, è applicabile qualsiasi regime di terapia insulinica, che consente di controllare con successo l'iperglicemia ed evitare l'ipoglicemia indesiderata.

Possibili opzioni per la terapia insulinica

  • Un'iniezione di azione intermedia di insulina o un analogo di un'azione prolungata di insulina prima di coricarsi o prima di colazione; insulina pronta all'uso in un rapporto di 30: 70 in una singola iniezione (prima di colazione o prima di cena) o 2-3 iniezioni (prima di colazione e prima di cena, o prima di colazione, prima di pranzo e prima di cena).
  • Una combinazione di insulina intermedia (in 1-2 iniezioni) o analoghi ad azione prolungata e analoghi a breve durata d'azione o ultra-brevi somministrati prima dei pasti principali.

La componente più importante della terapia insulinica è l'uso di dosi adeguate di insulina, garantendo il raggiungimento e il mantenimento a lungo termine dei livelli target di glicemia, e non la scelta di uno o un altro regime di trattamento.

Il vantaggio dell'insulina rispetto al PSSP è che la terapia insulinica precoce nei pazienti con diabete di tipo 2 preserva meglio la secrezione di insulina endogena e fornisce un controllo metabolico più completo (tabella).

Il regolatore prandiale più efficace è l'insulina a breve durata d'azione. La somministrazione sottocutanea di preparati a base di insulina a breve durata d'azione prima di un pasto aiuta a prevenire un brusco aumento dei livelli di glucosio dopo i pasti.

Una significativa diminuzione della secrezione di insulina endogena nel corso del diabete di tipo 2 con l'inefficacia di altri regimi di terapia insulinica precedentemente utilizzati, richiede la necessità di una terapia insulinica di base in bolo. Il regime di terapia insulinica intensiva è possibile solo nei pazienti con intelligenza intatta, senza compromissione cognitiva pronunciata, dopo un adeguato addestramento e soggetto a monitoraggio regolare della glicemia durante il giorno, compreso il monitoraggio obbligatorio alle 3 del mattino [14]. La terapia insulinica intensificata non è indicata per i pazienti con infarto miocardico, accidente cerebrovascolare acuto e per le persone con angina pectoris instabile [7, 9].

Sopra, abbiamo già menzionato la revisione delle indicazioni per la terapia insulinica nel diabete di tipo 2, più precisamente, la necessità della loro espansione. Di norma, la necessità di terapia insulinica è direttamente proporzionale alla durata del diabete; Secondo alcuni rapporti, 10-12 anni dopo l'insorgenza della malattia, quasi l'80% dei pazienti ha bisogno di tale trattamento. Molti pazienti che hanno bisogno di terapia insulinica, ma non sono candidati per la terapia intensiva dell'insulina, possono ottenere un buon compenso grazie a un doppio regime base-bolo.

In tali casi, è preferibile dare una miscela di insulina pronta all'uso nella proporzione di 30: 70. L'uso di tale miscela di insulina pronta per l'uso fornisce una proporzione razionale e "fisiologica" di insulina ad azione breve (1: 3) e durata media dell'azione (2: 3), che copre la necessità Insulina "bolo" e "basale" in pazienti con diabete di tipo 2.

L'uso della miscela finita nella proporzione di 30: 70, somministrato usando una penna a siringa, sembra essere razionale, specialmente per i pazienti anziani con diabete di tipo 2. Tale insulina ha un vantaggio rispetto all'insulina di base, dal momento che il trattamento con solo insulina basale, in assenza di insulina, non è sufficiente per un efficace controllo della glicemia dopo un pasto. La terapia con miscele già pronte nella proporzione di 30: 70 inizia con una dose giornaliera di 0,4-0,6 U / kg di peso corporeo, solitamente divisa in parti uguali in 2 iniezioni - prima di colazione e cena, in alcuni pazienti la dose giornaliera 2: 3 è prescritta prima di colazione e 1 : 3 - prima di cena. Inoltre, la dose di insulina, se necessario, aumenta gradualmente ogni 2-4 giorni per 4-6 U, fino a raggiungere i livelli di controllo target.

Gli effetti collaterali della terapia insulinica includono l'aumento di peso, che è anche caratteristico di tutti i farmaci antipertensivi, ad eccezione della metformina e dell'ipoglicemia. L'aumento del peso corporeo osservato nei pazienti con diabete di tipo 2 che si trovano in terapia insulinica è dovuto principalmente all'eliminazione degli effetti dell'iperglicemia cronica: glicosuria, disidratazione, consumo di energia. Tra le altre ragioni: il ripristino di un bilancio azotato positivo e un aumento dell'appetito. All'inizio della terapia, la necessità di una dose di insulina più elevata in alcuni pazienti è dovuta alla pronunciata resistenza all'insulina. I metodi per prevenire l'aumento di peso nei pazienti con diabete di tipo 2 che si trovano in terapia insulinica comprendono l'educazione del paziente, un diario alimentare, una riduzione dell'apporto calorico, limitando l'assunzione di sale e aumentando l'attività fisica.

Terapia combinata con insulina e metformina, che è caratterizzata non solo da un'ulteriore riduzione della glicemia a digiuno, ma anche da una diminuzione del fabbisogno di insulina esogena (17-30%), nonché da una diminuzione rischio di ipoglicemia, effetto lipoprotettivo.

L'ipoglicemia grave si verifica molto meno frequentemente nei pazienti con diabete di tipo 2 che si trovano in terapia insulinica, rispetto ai pazienti in terapia intensiva con insulina per il diabete di tipo 1. Si verificano molto più spesso e in alcuni casi hanno un corso recidivante nel trattamento del diabete di tipo 2 da alcuni derivati ​​sulfonilurea a lunga durata d'azione rispetto alla terapia insulinica.

Il criterio principale per l'adeguatezza della dose di insulina nei pazienti con diabete di tipo 2 è il livello di glicemia. All'inizio della terapia insulinica possono essere necessarie dosi più elevate di insulina per ottenere la compensazione del diabete, che è principalmente dovuta alla diminuzione della sensibilità all'insulina dovuta all'iperglicemia cronica e all'insulino-resistenza. Quando si raggiunge la normoglicemia, la necessità di ridurre l'insulina diminuisce.

I principali parametri del controllo metabolico del diabete di tipo 2 sono gli indicatori del glucosio nel sangue a digiuno e post-prandiale, i livelli di HbA1c. Secondo il Federal Target Diabetes Program, lo scopo principale della terapia insulinica nel diabete di tipo 2 è di raggiungere i seguenti parametri: glicemia a digiuno ≤ 6,5 mmol / l, glicemia 2 ore dopo un pasto -

A.M. Mkrtumyan, MD, Professore
E.V. Biryukova, Candidato di Scienze Mediche, Professore Associato
N.V. Markina
MGMSU, Mosca

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Ormoni della corteccia surrenaleLe ghiandole surrenali si trovano sul polo superiore dei reni, coprendole sotto forma di un berretto. Nell'uomo, la massa delle ghiandole surrenali è di 5-7 g Nelle ghiandole surrenali, la corticale e il midollo vengono secreti.

Un esame del sangue per il TSH (ormone stimolante la tiroide) è di grande importanza nella diagnosi della malattia della tiroide e pertanto viene nominato dall'endocrinologo per quasi tutte le lamentele.

Ghiandola pituitaria: struttura, lavoro e funzioneLa ghiandola pituitaria è parte del diencefalo e consiste di tre lobi: il lobo anteriore (ghiandolare), che è chiamato adenoipofisi, il medio - intermedio e il lobo posteriore - la neuroipofisi.