Principale / Test

Yodomarin e il suo uso

La carenza di iodio è un problema abbastanza serio nel mondo moderno. Sempre più persone soffrono di questa malattia. Il fatto è che un gran numero di malattie che sono di natura non infettiva, derivano da una mancanza di iodio nel corpo.

Scarsa ecologia, cibo e acqua, in cui il contenuto di questo importante elemento è molto piccolo, portano al fatto che il suo livello in uomini, donne e bambini diminuisce.

Sintomi di carenza di iodio

Il cinquantatreesimo elemento della tavola periodica - lo iodio - è estremamente importante per il buon funzionamento di tutto l'organismo. Perché è necessario? Il fatto è che la sua mancanza porta alla disfunzione della ghiandola tiroidea. Dopo tutto, gli ormoni necessari per il buon funzionamento del corpo sono sintetizzati grazie ad esso. A causa del fatto che lo iodio diventa meno:

  • il metabolismo può essere rotto;
  • la condizione di pelle, capelli, unghie peggiora;
  • l'immunità si indebolisce;
  • problemi con la percezione delle informazioni, possono apparire problemi di memoria;
  • c'è una costante sensazione di stanchezza e depressione;
  • i bambini possono sperimentare ritardi nello sviluppo, difficoltà di apprendimento.

Come puoi vedere, è semplicemente necessario per il normale funzionamento del corpo.

Fortunatamente, attualmente ci sono farmaci che aiutano a far fronte al problema della mancanza di questo elemento. Spesso, uomini e donne con iodio basso nel corpo, i medici sono invitati a prendere il farmaco Jodomarin 100 o Iodomarin 200.

jodomarin

La mancanza di iodio nel corpo è abbastanza difficile da riempire solo con l'aiuto di prodotti, anche se questo è anche un buon modo per aiutare il corpo. Dopo tutto, il contenuto di questo elemento è ancora piccolo lì. Pertanto, i medici sono spesso invitati a prendere ulteriori farmaci, che includono ioduro di potassio. Il più popolare di questi è Jodomarin. Può essere bevuto sia durante il trattamento con altre medicine sia per la profilassi.

Ci sono due tipi di questo farmaco: Iodomarin 100 e Iodomarin 200. La loro unica differenza è che il dosaggio nel primo è di 100 μg di ioduro di potassio, e nel secondo - 200 μg.

Questo farmaco dà un buon effetto se usato correttamente. Tuttavia, prima di iniziare a bere, vale la pena esaminare tutti i suoi dati, indicati nelle istruzioni, in modo che il trattamento porti risultati eccellenti.

struttura

Il principale ingrediente attivo è ioduro di potassio. In Yodomarin 100 contiene 131mkg. Questo è pari a 100 mkg di iodio. In Iodomarin 200 contiene 262 mcg, cioè 200mkg di iodio, rispettivamente. Inoltre, il preparato contiene sostanze aggiuntive, ad esempio carbonato di magnesio, lattosio monoidrato, ecc. Dopo l'ingestione, viene rapidamente assorbito nell'intestino e distribuito in tutto il corpo.

testimonianza

Come con qualsiasi farmaco, iodomarin non dovrebbe essere preso per niente. Ci sono alcune indicazioni per il trattamento in cui i medici prescrivono questo farmaco. Più spesso è:

  • prevenzione della carenza di iodio nel corpo. Questo è particolarmente vero per le donne in gravidanza e in allattamento;
  • I medici spesso consigliano di assumere iodomarin dopo aver rimosso un gozzo chirurgicamente;
  • Un'altra indicazione per l'uso di questo farmaco è la cessazione del trattamento del gozzo con ormoni;
  • Questo farmaco è usato per il gozzo diffuso nei bambini e negli adolescenti, così come nei giovani.

Controindicazioni

Certamente, questo farmaco ha alcune controindicazioni, che sono anche indicate nelle istruzioni. Ecco perché dovresti consultare il tuo medico prima di iniziare a prenderlo. È vietato bere Iodomarin 100 o 200:

  • Quando l'intolleranza allo iodio negli adulti e nei bambini.
  • Se a una persona viene diagnosticata una malattia come l'ipertiroidismo. Allo stesso tempo, la ghiandola tiroide produce più ormoni del necessario. Un medico può prescrivere l'iodomarina solo se la malattia si è sviluppata a causa della carenza di iodio.
  • Quando adenoma della ghiandola tiroidea.
  • Se una persona ha sospettato il cancro della tiroide.
  • Con una malattia come dermatite dühring. Si ritiene che questa malattia si manifesti a causa dell'aumentata sensibilità allo iodio.
  • Con ipotiroidismo e tiroidite autoimmune. I medici possono prescrivere questo farmaco per il trattamento solo se queste malattie si sviluppano a causa della mancanza di iodio nel corpo.

Non dare questo farmaco ai bambini senza la prescrizione del medico, in modo da non causare ancora più danni.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Molto spesso, i medici prescrivono farmaci contenenti mamma alle future mamme. Il fatto è che gli ormoni prodotti dalla tiroide hanno una grande influenza sulla formazione del cervello di un bambino. Da cui si può concludere: la mancanza di iodio nel corpo di una donna durante la gravidanza porta a un sottosviluppo del feto. L'ipotiroidismo, la cui causa è solitamente la tiroidite autoimmune, è molto pericoloso durante questo periodo. Soprattutto se si sviluppa a causa di una mancanza di iodio nel corpo. Pertanto, durante questo periodo, è necessario un farmaco che aiuterà a sbarazzarsi di un tale problema. Spesso i medici prescrivono un farmaco come la tiroxina per il trattamento. Dopotutto, è la tiroxina che aiuta a far funzionare la tiroide. E oltre a questo, gli esperti offrono esattamente Yodomarin. Nel trattamento della tiroidite autoimmune e dell'ipotiroidismo, la combinazione di tiroxina e iodomonina dà ottimi risultati. E quanto tempo hai bisogno di prenderli, solo il medico curante dovrebbe dire. Inoltre, questi farmaci sono utili per le donne durante l'allattamento. Pertanto, vengono spesso prescritti dopo la fine della gravidanza, se l'ipotiroidismo è presente a causa della carenza di iodio.

Tuttavia, durante la gravidanza è anche necessario prenderlo rigorosamente nel dosaggio prescritto dal medico. Altrimenti, può danneggiare il bambino, perché il suo eccesso può portare alla comparsa di patologie dello sviluppo.

Come prendere

In varie malattie, anche il dosaggio di droghe Iodomarin 100 e Iodomarin 200 è diverso. È necessario rispettarlo per evitare un contraccolpo.

L'ammissione è la seguente:

  • Nella prevenzione del gozzo, i bambini piccoli fino a 12 anni e i bambini possono essere somministrati da 50 μg a 100 μg (1/2 o -1 compressa alla dose di 100 o ¼-1/2 compresse alla dose di 200) al giorno. Adulti e bambini sopra i 12 anni sono prescritti da 100 μg a 200 μg (1-2 compresse alla dose di 100 o ½ - 1 compressa alla dose di 200) anche al giorno. Durante la gravidanza, le donne sono raccomandate 200 mkg nello stesso periodo. Quando il dosaggio dell'allattamento al seno è lo stesso.
  • Per evitare una ricaduta di gozzo, i medici raccomandano di bere 100-200 μg una volta ogni 24 ore.
  • Con gozzo euterioide, il dosaggio è leggermente più alto. Ma in ogni caso, il medico selezionerà tutto individualmente per ciascun paziente. I bambini di età non superiore a 18 anni e i neonati devono essere somministrati a circa 100-200 μg al giorno; gli adulti di età inferiore ai 40 anni devono essere prelevati da 300 a 500 μg (3-5 compresse alla dose di 100 o 1.5-2.5 compresse per dosaggio 200) entro 24 ore.
  • Dopo 40 anni non è raccomandato

In tutti questi casi, Jodomarin è bevuto dopo i pasti per un migliore assorbimento. La mattina o la sera per farlo - ognuno sceglie se stesso. Ai bambini può essere data una medicina mescolandola nel latte o nell'acqua.

Vale la pena ricordare che ci sono due farmaci con dosaggi diversi. Pertanto, al momento del prelievo è necessario prestare attenzione a quale tipo di farmaco viene utilizzato per calcolare correttamente la quantità di microgrammi e non sottovalutare o superare la dose.

Per ottenere un risultato positivo, questo medicinale deve essere assunto per almeno 12 mesi. Alcuni giorni di ricevimento non daranno alcun risultato e non porteranno grandi benefici all'organismo. Ma se una persona ha problemi con la ghiandola tiroidea, allora molto probabilmente dovrà bere questa droga per tutta la vita.

Effetti collaterali

Se il paziente soddisfa tutte le prescrizioni del medico, quindi, di regola, non ci sono effetti collaterali.

overdose

Sfortunatamente, sovradosaggio del farmaco può a volte verificarsi se si prende in modo errato iodomarin 100 o iodomarin 200. Può essere determinato dai seguenti sintomi:

  • Il gusto del ferro in bocca e delle membrane mucose infiammate nel naso, gli occhi, parla dell'emergere di un fenomeno come l'iodismo.
  • Se viene superata la dose consentita per giorno, gli occhi della persona possono diventare bruni, vomitare spesso, problemi allo stomaco e all'intestino. Se tali segni compaiono, è necessario sciacquare immediatamente lo stomaco. Per fare ciò, utilizzare una soluzione di amido debole. Dopo di ciò, il paziente deve bere circa 2 litri di acqua per prevenire la disidratazione.

Inoltre, se durante il periodo di trattamento con Yodomarin vengono assunti altri complessi vitaminici, è necessario prestare attenzione a se contengono iodio, in modo da evitare sovradosaggio.

Quando l'assunzione di alcol iodomarina non è vietata, tuttavia, non dovrebbero essere abusati.

Yodomarin dei bambini

Lo iodio è un elemento essenziale per il corpo di un bambino. Aiuta la ghiandola tiroidea a funzionare in piena forza, che è necessaria per il pieno sviluppo. La mancanza di questo elemento può portare a conseguenze spiacevoli.

Attualmente, esiste un farmaco come il Jodomarin da bambini. La confezione contiene 24 losanghe per succhiare con un sapore dolce e un dosaggio di 50 μg di iodio. Questa forma del farmaco è molto comoda perché i bambini non sempre vogliono bere le pillole e mangiano le paste con piacere. Inoltre, l'Iodomarin infantile può essere assunto anche con tiroidite autoimmune e ipotiroidismo, provocati dalla mancanza di iodio. Un dosaggio di 50 μg è buono quando è necessario assumere il farmaco in piccole porzioni. Se il farmaco viene prescritto per prendere due volte al giorno, le compresse vengono bevute al mattino e alla sera. Se si specifica la ricezione una volta al giorno, bere la medicina al mattino. Tuttavia, quanto è necessario assumere questo farmaco, devo dire il medico curante. Solo lui può calcolare la quantità corretta e il tempo di trattamento. Non dare questo farmaco da soli.

Jodbalans e Yodaktiv

Spesso, i medici possono prescrivere uno di questi farmaci. Devo dire che praticamente non differiscono l'uno dall'altro. Sia Yodbalans che Yodaktiv sono disponibili in dosi di 100 e 200. Sono assunti nello stesso dosaggio di Yodomarin. Pertanto, è impossibile scegliere quale di loro è meglio.

Spesso puoi sentire che Yodbalans e Yodaktiv sono integratori alimentari e Yodomarin è una droga. Tuttavia, il fatto è che tutti questi prodotti contengono approssimativamente la stessa quantità di principio attivo. Anche i medici spesso suggeriscono a una persona di scegliere cosa prendere.

La principale differenza tra Yodbalans e Yodaktiva di Yodomarina sono i loro produttori e il loro costo. In effetti, al prezzo di questi due farmaci sono molto più economici rispetto al terzo. Quindi, per esempio, il prezzo di Yodomarina differisce dal prezzo di Jodbalan di circa 50-100 rubli in grande stile.

La moderna farmacologia offre diverse opzioni per i farmaci per normalizzare il contenuto di iodio nel corpo. Ma cosa sarà meglio per una persona - Yodbalans, Yodaktiv o Yodomarin, devi consultare il medico e, ovviamente, non dovresti assumere questi medicinali senza prescrivere uno specialista.

Assunzione di iodomarin è un ottimo modo per mantenere il livello richiesto di iodio nel corpo. E grazie a questo:

  • aumentare l'immunità;
  • la pelle e le condizioni dei capelli miglioreranno;
  • Ci saranno problemi con attenzione e memoria.

Yodomarin ® 100

Yodomarin ® 100

Numero di registrazione: P N013943 / 01 del 18/07/2007
Nome commerciale: Iodomarin ® 100
Nome o nome di gruppo non di proprietà internazionale: ioduro di potassio
Forma di dosaggio: compresse da 0,1 mg

La composizione di 1 compressa

Principio attivo: ioduro di potassio ?? 0,131 mg (che corrisponde a 0,100 mg di iodio);
excipients: lattosio monoidrato ?? 75,119 mg, carbonato di magnesio di base ?? 28.250 mg di gelatina ?? 4.000 mg, sodio amido carbossimetilico ?? 4.750 mg, diossido di silicio colloidale ?? 1.750 mg, magnesio stearato ?? 1.000 mg.

Descrizione: compresse rotonde piatte cilindriche di colore bianco o quasi bianco, con uno smusso e un lato rischioso.

Categoria farmacoterapeutica: regolatore della sintesi della tiroxina ?? droga di iodio

Codice ATX: H03CA.

Proprietà farmacologiche

Iodio ?? un oligoelemento vitale che assicura il normale funzionamento della ghiandola tiroide, i cui ormoni svolgono molte funzioni vitali. Sono responsabili del metabolismo di proteine, grassi, carboidrati ed energia nel corpo, regolano l'attività del cervello, i sistemi nervoso e cardiovascolare, le ghiandole genitali e mammarie, nonché la crescita e lo sviluppo del bambino.

La carenza di iodio è particolarmente pericolosa per i bambini, gli adolescenti, le donne incinte e le donne che allattano. Iodomarin ® 100 compensa la deficienza di iodio nel corpo, prevenendo lo sviluppo di malattie da carenza di iodio e contribuendo alla normalizzazione della funzione tiroidea, compromessa dalla carenza di iodio.

Indicazioni per l'uso

  • prevenzione del gozzo endemico (specialmente nei bambini, negli adolescenti, nelle donne in gravidanza e in allattamento);
  • prevenzione della recidiva del gozzo dopo la sua rimozione chirurgica o dopo la fine del trattamento con farmaci con ormoni tiroidei;
  • trattamento del gozzo eutiroideo diffuso causato da carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti fino a 40 anni.

Controindicazioni

  • ipertiroidismo;
  • ipersensibilità allo iodio;
  • adenoma tossico della tiroide, gozzo nodulare se usato in dosi superiori a 300 mg / die (ad eccezione della terapia preoperatoria per bloccare la ghiandola tiroidea);
  • Dermatite erpetiforme (senile) Dühring.

Il farmaco non deve essere utilizzato per l'ipotiroidismo, tranne nei casi in cui lo sviluppo di quest'ultimo è causato da una marcata carenza di iodio.

Lo scopo del farmaco deve essere evitato con la terapia con iodio radioattivo, la presenza o il sospetto di cancro alla tiroide.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, aumenta la necessità di iodio, quindi è particolarmente importante l'uso in dosi sufficienti (200 μg / die) per garantire un'adeguata assunzione di iodio nel corpo. Il farmaco penetra attraverso la placenta ed è escreto nel latte materno, quindi l'uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo nelle dosi raccomandate.

Dosaggio e somministrazione

Prevenzione del gozzo

Neonati e bambini fino a 12 anni:
½ ?? 1 compressa Iodomarina ® 100 al giorno (che corrisponde a 50-100
mkg di iodio).

Bambini sopra i 12 anni e adulti:
1-2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200
mkg di iodio).

Periodo di gravidanza e allattamento:
2 compresse Iodomarina ® 100 al giorno (che corrisponde a 200 μg di iodio).

Prevenzione delle recidive di gozzo

1 ?? 2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200 μg di iodio).

Trattamento del gozzo eutiroideo

Neonati e bambini (da 1 anno a 18 anni):
1 ?? 2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200 μg di iodio).

Adulti sotto i 40 anni:
3-5 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 300-500 μg di iodio).
Il farmaco viene assunto dopo i pasti con una quantità sufficiente di liquido.

I bambini sono invitati a pre-dissolvere il farmaco nel latte o nel succo.
La ricezione preventiva è effettuata tra parecchi anni, alla presenza di indizi ?? per la vita

Per il trattamento del gozzo nei neonati, una media di 2-4 settimane è sufficiente, nei bambini, negli adolescenti e negli adulti, di solito sono necessari 6-12 mesi, è possibile una somministrazione prolungata. La durata del trattamento è determinata dal medico curante.

Effetti collaterali

Con l'uso profilattico a qualsiasi età, così come nel trattamento del gozzo eutiroideo nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, di regola, non si osservano effetti collaterali. In rari casi, l'uso costante del farmaco può portare allo sviluppo di "iodismo", che può manifestare un gusto metallico in bocca, gonfiore e infiammazione delle mucose (naso che cola, congiuntivite, bronchite), "febbre da iodio", "acne da iodio". Molto raramente lo sviluppo di angioedema, dermatite esfoliativa. Quando si usa il farmaco in una dose superiore a 150 μg / die, l'ipertiroidismo latente può trasformarsi in forma manifesta. Con l'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 μg / die, è possibile sviluppare tireotossicosi indotta da iodio (specialmente nei pazienti anziani che soffrono di gozzo per lungo tempo, in presenza di gozzo tossico nodulare o diffuso).

overdose

Sintomi, colorazione delle mucose nel marrone, vomito riflesso (in presenza di componenti contenenti amido alimentare, vomito diventa blu), dolore all'addome e diarrea (forse melena). Nei casi più gravi possono svilupparsi disidratazione e shock. In rari casi, c'erano stenosi dell'esofago, l'emergere del fenomeno dello "iodismo" (vedi Effetti collaterali).

Trattamento per intossicazione acuta: lavare lo stomaco con una soluzione di amido, proteine ​​o soluzione di tiosolfato di sodio al 5% fino a rimuovere tutte le tracce di iodio. Terapia sintomatica della violazione del bilancio idrico, dell'equilibrio elettrolitico, della terapia antishock.

Trattamento per intossicazione cronica: l'abolizione del farmaco.

Trattamento dell'ipotiroidismo indotto da iodio: l'abolizione del farmaco, la normalizzazione del metabolismo con l'aiuto degli ormoni tiroidei.

Trattamento della tireotossicosi indotta da iodio: non è richiesto alcun trattamento per le forme lievi; in forme gravi, è necessaria la terapia tireostatica (il cui effetto è sempre ritardato). Nei casi più gravi (crisi tireotossica) è necessario condurre una terapia intensiva, lo scambio plasmatico o la tiroidectomia.

Interazione con altri farmaci

L'insufficienza di iodio aumenta e l'eccesso di iodio riduce l'efficacia della terapia per l'ipertiroidismo con agenti tireostatici. A questo proposito, prima o durante il trattamento dell'ipertiroidismo, si raccomanda, se possibile, di evitare l'assunzione di qualsiasi iodio. D'altra parte, gli agenti tireostatici inibiscono il trasferimento di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare la formazione di gozzo.

Il trattamento simultaneo con alte dosi di iodio e sali di litio può contribuire al gozzo e all'ipotiroidismo. Alte dosi del farmaco in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono portare a iperkaliemia.

Istruzioni speciali

Iodomarin ® 100 non influisce sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi di controllo.

Modulo di rilascio

Compresse da 100 mcg. Su 50 o 100 compresse in flaconi di vetro scuro. Su 1 bottiglia insieme con l'istruzione per applicazione in un pacco di cartone.

Condizioni di conservazione

A una temperatura non superiore a 25 ° С. Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di validità

3 anni. Non applicare dopo la data di scadenza.

Condizioni di vendita della farmacia

fabbricante

Berlin-Chemie AG
Tempelhofer Veg, 83
12347, Berlino, Germania
o
Menarini-von Hayden GmbH,
Leipziger Strasse, 7-13,
01097, Dresda, Germania

Reclama l'indirizzo

103317, Moscow, Presnenskaya Embankment, Building 10, BC "Embankment Tower", Block B.
Tel: (495) 785-01-00
Fax: (495) 785-01-01

Yodomarin 100 mg - istruzioni ufficiali per l'uso

ISTRUZIONI
sull'uso medico del farmaco

Numero di registrazione: П N013943 / 01

Nome commerciale: Iodomarin ® 100

Nome o nome di gruppo non di proprietà internazionale: ioduro di potassio

Forma di dosaggio: compresse

La composizione di 1 compressa
Principio attivo: ioduro di potassio - 0,131 mg (che corrisponde a 0,1 mg di iodio);
eccipienti: lattosio monoidrato, carbonato di magnesio basico, gelatina, sale di sodio amido carbossimetilico (tipo A), biossido di silicio colloidale, magnesio stearato.

Descrizione: compresse rotonde piatte cilindriche di colore bianco o quasi bianco con bordi smussati, con sfaccettatura e rischio unilaterale.

Categoria farmacoterapeutica: regolatore della sintesi della tiroxina - farmaco allo iodio

Codice ATC: H03CA.

Proprietà farmacologiche
Lo iodio è un oligoelemento vitale che assicura il normale funzionamento della ghiandola tiroide, i cui ormoni svolgono molte funzioni vitali. Sono responsabili del metabolismo di proteine, grassi, carboidrati ed energia nel corpo, regolano l'attività del cervello, i sistemi nervoso e cardiovascolare, le ghiandole genitali e mammarie, nonché la crescita e lo sviluppo del bambino.
La carenza di iodio è particolarmente pericolosa per i bambini, gli adolescenti, le donne in gravidanza e in allattamento.
Iodomarin ® 100 compensa la deficienza di iodio nel corpo, prevenendo lo sviluppo di malattie da carenza di iodio e contribuendo alla normalizzazione della funzione tiroidea, compromessa dalla carenza di iodio.

Indicazioni per l'uso

  • prevenzione del gozzo endemico (specialmente nei bambini, negli adolescenti, nelle donne in gravidanza e in allattamento);
  • prevenzione della recidiva del gozzo dopo la sua rimozione chirurgica o dopo la fine del trattamento con farmaci con ormoni tiroidei;
  • trattamento del gozzo eutiroideo diffuso causato da carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti fino a 40 anni.

    Controindicazioni

  • ipertiroidismo;
  • ipersensibilità allo iodio;
  • adenoma tossico della tiroide, gozzo nodulare se usato in dosi superiori a 300 mg / die (ad eccezione della terapia preoperatoria per bloccare la ghiandola tiroidea);
  • Dermatite erpetiforme (senile) Dühring.
    Il farmaco non deve essere utilizzato per l'ipotiroidismo, tranne nei casi in cui lo sviluppo di quest'ultimo è causato da una marcata carenza di iodio.
    Lo scopo del farmaco deve essere evitato con la terapia con iodio radioattivo, la presenza o il sospetto di cancro alla tiroide.

    Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento
    Durante la gravidanza e l'allattamento, aumenta la necessità di iodio, quindi è particolarmente importante l'uso in dosi sufficienti (200 μg / die) per garantire un'adeguata assunzione di iodio nel corpo.
    Il farmaco penetra attraverso la placenta ed è escreto nel latte materno, quindi l'uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo nelle dosi raccomandate.

    Dosaggio e somministrazione
    Prevenzione del gozzo
    Neonati e bambini fino a 12 anni:
    1 / 2-1 compressa Iodomarina ® 100 al giorno (che corrisponde a 50-100 mcg di iodio).
    Bambini sopra i 12 anni e adulti:
    1-2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200 μg di iodio).
    Periodo di gravidanza e allattamento:
    2 compresse Iodomarina ® 100 al giorno (che corrisponde a 200 μg di iodio).
    Prevenzione delle recidive di gozzo
    1-2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200 μg di iodio).
    Trattamento del gozzo eutiroideo
    Neonati e bambini (da 1 anno a 18 anni):
    1-2 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 100-200 μg di iodio).
    Adulti sotto i 40 anni:
    3-5 compresse di Iodomarin ® 100 al giorno (che corrisponde a 300-500 μg di iodio).
    Il farmaco viene assunto dopo i pasti con una quantità sufficiente di liquido.
    I bambini sono invitati a pre-dissolvere il farmaco nel latte o nel succo.
    La ricezione preventiva è effettuata tra parecchi anni, alla presenza di indizi - per vita.
    Per il trattamento del gozzo nei neonati in media 2-4 settimane è sufficiente, nei bambini, negli adolescenti e negli adulti di solito occorrono 6-12 mesi, è possibile una somministrazione a lungo termine.
    La durata del trattamento è determinata dal medico curante.

    Effetti collaterali
    Con l'uso profilattico a qualsiasi età, così come nel trattamento del gozzo eutiroideo nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, di regola, non si osservano effetti collaterali. In rari casi, l'uso costante del farmaco può portare allo sviluppo di "iodismo", che può manifestare un gusto metallico in bocca, gonfiore e infiammazione delle mucose (naso che cola, congiuntivite, bronchite), "febbre da iodio", "acne da iodio". Molto raramente lo sviluppo di angioedema, dermatite esfoliativa. Quando si usa il farmaco in una dose superiore a 150 μg / die, l'ipertiroidismo latente può trasformarsi in forma manifesta. Con l'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 μg / die, è possibile sviluppare tireotossicosi indotta da iodio (specialmente nei pazienti anziani che soffrono di gozzo per lungo tempo, in presenza di gozzo tossico nodulare o diffuso).

    overdose
    Sintomi: colorazione delle membrane mucose in marrone, vomito riflesso (in presenza di cibo contenenti componenti contenenti amido diventano blu), dolore nell'addome e diarrea (possibilmente melena). Nei casi più gravi possono svilupparsi disidratazione e shock. In rari casi, c'erano stenosi dell'esofago, l'emergere del fenomeno dello "iodismo" (vedi Effetti collaterali).
    Trattamento per intossicazione acuta: lavare lo stomaco con una soluzione di amido, proteine ​​o soluzione di tiosolfato di sodio al 5% fino a rimuovere tutte le tracce di iodio. Terapia sintomatica della violazione del bilancio idrico, dell'equilibrio elettrolitico, della terapia antishock.
    Trattamento per intossicazione cronica: l'abolizione del farmaco.
    Trattamento dell'ipotiroidismo indotto da iodio: l'abolizione del farmaco, la normalizzazione del metabolismo con l'aiuto degli ormoni tiroidei.
    Trattamento della tireotossicosi indotta da iodio: non è richiesto alcun trattamento per le forme lievi; in forme gravi, è necessaria la terapia tireostatica (il cui effetto è sempre ritardato). Nei casi più gravi (crisi tireotossica) è necessario condurre una terapia intensiva, lo scambio plasmatico o la tiroidectomia.

    Interazione con altri farmaci
    L'insufficienza di iodio aumenta e l'eccesso di iodio riduce l'efficacia della terapia per l'ipertiroidismo con agenti tireostatici. A questo proposito, prima o durante il trattamento dell'ipertiroidismo, si raccomanda, se possibile, di evitare l'assunzione di qualsiasi iodio. D'altra parte, gli agenti tireostatici inibiscono il trasferimento di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare la formazione di gozzo.
    Il trattamento simultaneo con alte dosi di iodio e sali di litio può contribuire al gozzo e all'ipotiroidismo. Alte dosi del farmaco in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono portare a iperkaliemia.

    Istruzioni speciali
    Iodomarin ® 100 non influisce sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi di controllo.

    Modulo di rilascio
    Compresse da 100 mcg. Su 50 o 100 compresse in flaconi di vetro scuro.
    Su 1 bottiglia insieme con l'istruzione per applicazione in un pacco di cartone.

    Condizioni di conservazione
    A una temperatura non superiore a 30 ° C.
    Tenere fuori dalla portata dei bambini!

    Periodo di validità
    3 anni.
    Non applicare dopo la data di scadenza.

    Condizioni di vendita della farmacia
    Al banco.

    fabbricante


    Berlin-Chemie AG
    Glinicer Veg 125
    12489 Berlino, Germania

    Indirizzo per reclami:

    123317 Mosca, Presnenskaya Embankment, 10, BC "Embankment Tower", Block B

    jodomarin

    Descrizione del 19 febbraio 2015

    • Nome latino: Iodomarin
    • Codice ATH: H03CA
    • Principio attivo: ioduro di potassio (ioduro di potassio)
    • Produttore: Berlin-Chemie AG (gruppo Menarini), Germania

    struttura

    Iodomarin contiene 100 o 200 μg di iodio sotto forma di ioduro di potassio (ioduro di potassio), nonché componenti ausiliari: lattosio sotto forma di monoidrato (lattosio monoidrato), magnesio carbonato (carbonato di magnesio) base, gelatina (gelatina), sodio carbossimetilamido (sodio carbossimetile amido), biossido di silicio colloidale (biossido di silicio colloidale), magnesio stearato (magnesio stearato).

    Modulo di rilascio

    L'Iodomarin è una compressa piatta cilindrica di colore bianco, di forma rotonda, con un rischio e una sfaccettatura.

    • Iodomarin 100 è confezionato in flaconi da 50 o 100 pezzi (in un pacco 1 flacone).
    • Iodomarin 200 è confezionato in blister da 25 pezzi (in un pacchetto da 2 o 4 blister).

    Azione farmacologica

    Correzione di disturbi da carenza di iodio.

    Farmacodinamica e farmacocinetica

    L'uso di iodomarin è indicato per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide.

    Lo iodio è indispensabile per il corpo umano, un elemento traccia vitale, senza il quale il normale funzionamento della tiroide (ghiandola tiroide) è impossibile.

    I suoi ormoni regolano il cervello, il cuore, i sistemi nervoso e vascolare, le ghiandole mammarie, le ovaie nelle donne e i testicoli negli uomini, assicurano il corretto svolgimento dei processi metabolici nel corpo (comprese proteine, carboidrati e grassi), sono attivamente coinvolti nel metabolismo energetico, e sono anche responsabili della crescita e del normale sviluppo del bambino.

    L'uso di Iodomarin consente di compensare la carenza di iodio in caso di assunzione insufficiente di cibo, che è particolarmente importante nei bambini, durante i periodi di gravidanza e allattamento, nonché per le persone che vivono in zone geochimiche con suolo povero di iodio e acqua.

    Lo iodio che entra nel corpo in quantità fisiologiche aiuta a normalizzare la dimensione della ghiandola tiroidea nei bambini e nei giovani adulti, così come i rapporti T3 e T4 dell'ormone tiroideo e il livello dell'ormone stimolante la tiroide.

    Dopo somministrazione orale, lo iodio è quasi completamente assorbito nell'intestino tenue, dopo di che viene distribuito nello spazio intercellulare per 2 ore e si accumula nella tiroide, nelle ghiandole salivari e mammarie, nei reni e nello stomaco.

    La concentrazione nel plasma sanguigno dopo l'applicazione della dose standard p / os - da 10 a 50 ng / ml, mentre la concentrazione di iodio nel latte materno, nella saliva e nel succo gastrico è 30 volte superiore alla sua concentrazione nel plasma sanguigno.

    La ghiandola tiroidea contiene il 75% di tutto lo iodio contenuto nel corpo (da 10 a 20 mg).

    Dal corpo viene eliminato lo iodio, principalmente, insieme con l'urina, e anche - in misura minore - dai polmoni e con il contenuto dell'intestino.

    Indicazioni per l'uso

    Indicazioni per l'uso del farmaco:

    • prevenzione del gozzo endemico (associato alla mancanza di iodio nell'ambiente);
    • prevenzione della recidiva del gozzo dopo la fine del corso del trattamento conservativo con preparazioni di ormoni tiroidei o rimozione chirurgica;
    • trattamento del gozzo iutiroideo (non tossico diffuso) dovuto a carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti di età inferiore ai 40 anni.

    Controindicazioni

    Controindicazioni all'uso di iodomarin sono:

    Nell'adenoma tiroideo tossico (sindrome di Plummer), l'uso del gozzo nodulare del farmaco in dosi superiori a 300 mg al giorno è controindicato. Un'eccezione è la necessità dell'appuntamento del blocco della tiroide indotto da iodio prima dell'intervento chirurgico su questo organo.

    Si raccomanda di evitare la nomina di fondi:

    • durante il periodo di terapia con iodio radioattivo;
    • pazienti con diagnosi di carcinoma tiroideo e in presenza di sospetto presenza di cancro.

    Posso prendere l'iodomarin per l'ipotiroidismo?

    L'Iodomarin per l'ipotiroidismo è prescritto solo nei casi in cui quest'ultimo si sia sviluppato sullo sfondo di una marcata carenza di iodio.

    Effetti collaterali

    Il trattamento di gozzo diffuso non tossico nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, così come l'uso di iodomarin a scopo profilattico (a qualsiasi età), di regola, non provoca effetti collaterali.

    In rari casi, sullo sfondo dell'uso a lungo termine del farmaco, è possibile lo sviluppo di iodismo - infiammazione asettica della pelle e delle mucose in luoghi di rilascio di iodio (nella regione dei seni paranasali, delle ghiandole salivari, del tratto respiratorio).

    Si manifesta sotto forma di sintomi "a freddo" (lacrimazione, congiuntivite, rinite, tosse, febbre di iodio, ecc.), Bronchite, sapore metallico in bocca e caratteristico odore della bocca, aumento della salivazione, orticaria, aumento della sete, colorazione cavità orale, diarrea, convulsioni, debolezza, vertigini, dolore e sensazione di bruciore alla gola, una speciale eruzione cutanea (iododerma) e acne "iodio". Le masse emetiche sono colorate in giallo o blu.

    In casi estremamente rari possono svilupparsi dermatite esfoliativa o angioedema.

    Quando si usa il farmaco in una dose superiore a 150 μg / die. L'ipertiroidismo nascosto (mascherato) spesso si trasforma in una forma manifesta (vero ipertiroidismo).

    L'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 μg / die può provocare tireotossicosi indotta da iodio (specialmente la probabilità del suo sviluppo in pazienti anziani che hanno un gozzo nella storia per un periodo sufficientemente lungo di tempo, in presenza di malattia trasmessa da Grave o gozzo nodulare ).

    Istruzioni su iodomarin (metodo e dosaggio)

    Istruzioni per l'uso iodomarin 100

    Per prevenire il gozzo, Iodomarin per i bambini fino a 12 anni (compresi i neonati) deve essere assunto 1 / 2-1 compresse / giorno, dose giornaliera per i pazienti di età superiore a 12 anni - 1-2 compresse / giorni.

    Nelle donne in gravidanza e in allattamento, si consiglia di assumere 2 compresse al giorno. Iodomarin 100 (200 mcg / giorno).

    Per prevenire la ricorrenza di gozzo dovrebbe prendere 1-2 compresse / giorno.

    Regime di dosaggio per gozzo eutiroideo:

    • pazienti sotto i 18 anni (compresi i neonati) - 1-2 giorni / giorno;
    • adulti di età inferiore ai 40 anni - 3-5 anni al giorno.

    Le compresse devono essere assunte per via orale dopo i pasti con sufficiente liquido. Farmaci pre-disciolti per bambini in latte o succo di frutta.

    Per scopi profilattici, si consiglia di bere iodomarin per diversi anni. Se indicato, il farmaco può essere prescritto per tutta la vita.

    La terapia del gozzo nei neonati comporta l'assunzione di pillole per 14-30 giorni, tutti gli altri pazienti (bambini, adolescenti e adulti) sono solitamente tenuti a prendere il farmaco entro sei mesi o un anno. In alcuni casi, potrebbe richiedere un trattamento più lungo.

    Istruzioni per l'uso iodomarin 200

    Per la prevenzione dei disturbi da carenza di iodio e del gozzo endemico (nei casi in cui la quantità di iodio che entra nel corpo di un adulto non supera 150-200 μg / die), si dovrebbe prendere:

    • ¼-½ scheda / giorno. (50-100 mcg / die.) - bambini fino a 12 anni (compresi i neonati);
    • ½-1 tab. / Giorno. (100-200 mcg / die.) - pazienti di età superiore a 12 anni;
    • 1 tab. / Giorno. (200 mcg / die.) - Per le donne incinte e durante l'allattamento.

    Per la prevenzione delle recidive di gozzo carente di iodio dopo tiroidectomia, così come dopo aver completato il ciclo di terapia con i farmaci ormoni tiroidei, sia i bambini che gli adulti sono prescritti giornalmente per assumere 1-2 compresse al giorno.

    Il trattamento del gozzo eutiroideo comporta la ricezione di:

    • da 100 a 200 mcg di iodio al giorno (½-1 compressa di Iodomarin 200) - per i bambini;
    • Da 300 a 500 mcg di iodio al giorno (da 1 ½ a 2 ½ compresse) per gli adulti.

    Come prendere iodomarin 200?

    Si consiglia l'assunzione di compresse dopo il pasto. Lavarli con una quantità sufficiente di liquido, per esempio, un bicchiere d'acqua. I bambini fino a tre anni (compresi i neonati) compresse prima di prendere devono essere schiacciati in polvere.

    Prendere il farmaco per scopi profilattici è generalmente raccomandato da diversi mesi a diversi anni, spesso - per tutta la vita. Per il trattamento del gozzo nei neonati di solito ci vogliono da 2 a 4 settimane, nei bambini più grandi e negli adulti - sei mesi o un anno o più.

    In generale, le domande di dosaggio e la durata dell'uso del farmaco per la prevenzione o il trattamento delle malattie della tiroide sono risolte individualmente dal medico curante.

    overdose

    I sintomi di un sovradosaggio di iodomarin sono:

    • vomito riflesso (mentre la massa del vomito è di colore blu, che è associato alla presenza di componenti contenenti amido negli alimenti);
    • colorazione marrone delle mucose;
    • diarrea (forse melena, cioè nero, sgabelli catramosi);
    • dolore addominale.

    Nei casi più gravi, sono possibili disidratazione e shock. Sono stati registrati anche casi di stenosi esofagea e il verificarsi del fenomeno dello "iodismo".

    In caso di intossicazione acuta, al paziente viene mostrata lavanda gastrica con una soluzione di amido, una soluzione al 5% di sodio tiosolfato o proteina (fino alla rimozione di tutte le tracce di iodio), terapia antishock, la nomina di un trattamento sintomatico per correggere l'equilibrio elettrolitico idrico compromesso.

    Nel caso di intossicazione cronica dovrebbe smettere di prendere il farmaco.

    Quando l'ipotiroidismo indotto da iodio deve interrompere l'assunzione di iodomarina. Il trattamento in questo caso ha lo scopo di normalizzare il metabolismo somministrando farmaci ormonali tiroidei.

    Se, sullo sfondo dell'uso del farmaco, si è sviluppata la tireotossicosi indotta da iodio in forma lieve, il paziente non ha bisogno di un trattamento specifico. In casi più complessi, è necessario condurre una terapia tireostatica (bisogna ricordare che il suo effetto è sempre ritardato).

    Nella crisi tireotossica sono richieste una terapia intensiva, procedure di citoforesi al plasma o la rimozione della tiroide.

    interazione

    Il contenuto eccessivo di iodio diminuisce e aumenta insufficientemente l'efficacia del trattamento dell'ipertiroidismo con farmaci tireostatici. In relazione a questo, prima di bere queste medicine, così come durante il trattamento dell'ipertiroidismo, si dovrebbe - se possibile - evitare di assumere iodio in qualsiasi forma.

    D'altra parte, i farmaci tireostatici inibiscono la trasformazione di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare lo sviluppo di gozzo.

    La terapia di combinazione con l'uso di alte dosi di iodio e farmaci contenenti sali di litio può provocare ipotiroidismo e lo sviluppo del gozzo.

    L'iodomarina ad alto dosaggio in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio può causare iperkaliemia.

    Condizioni di vendita

    Condizioni di conservazione

    Le compresse vengono conservate a una temperatura di 10-25 gradi Celsius fuori dalla portata dei bambini.

    Periodo di validità

    Istruzioni speciali

    Con la terapia iodomarina, i pazienti con insufficienza renale possono sviluppare iperkaliemia.

    Le compresse contengono lattosio, quindi non devono essere assunte in pazienti con deficit di lattasi, intolleranza al galattosio o sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio.

    Analoghi di Yodomarina

    I sinonimi di Iodomarin 100 sono: Antisturmin, Iodio Vitrum per bambini, Ioduro 100, Iodio Vitrum 100 mcg, Yodandin 100 mcg, Yodbalans 100 mcg, Microioduro 100, Ioduro di potassio Reneval 100 mcg.

    Analoghi strutturali di Iodomarin 200: 9 mesi Ioduro di potassio, Vitrum Iodine 100 mcg, Vitrom Iodine 200 mcg, Jodantin 200 mcg, Jodbalans 200 mcg, Microiodide 200, Ioduro di potassio Reneval 200 mcg.

    Jodbalans o Jodomarin - che è meglio?

    Jodbalans e Jodomarin sono farmaci generici. Dopo aver analizzato ciò per cui sono stati prescritti, come bere sia l'uno che l'altro mezzo, una serie di controindicazioni, nonché possibili interazioni farmacologiche, possiamo concludere che l'unica differenza tra i farmaci è una piccola differenza di prezzo (Jodbalans è leggermente più economico della sua controparte).

    Yodomarin durante la gravidanza e l'allattamento

    Nelle donne in gravidanza e durante l'allattamento, c'è un aumentato bisogno di iodio.

    Nel primo trimestre, quando si verifica la deposizione e la formazione dei principali organi e sistemi del bambino, l'assunzione insufficiente di questo oligoelemento può causare cambiamenti nel background ormonale della madre e, di conseguenza, violazioni della formazione del feto (prima di tutto, il cervello del bambino).

    Nei bambini che non hanno ricevuto abbastanza iodio durante il periodo di sviluppo prenatale, sono possibili patologie del sistema nervoso, problemi alla ghiandola tiroidea (fino alla comparsa di nuove escrescenze in esso), ritardo mentale e ritardo mentale.

    Nelle fasi iniziali della gravidanza, il feto ha la sua ghiandola tiroidea, quindi è assolutamente dipendente dagli ormoni della madre. Pertanto, per evitare problemi dopo il concepimento, i medici raccomandano di iniziare a bere i preparati di iodio anche quando si pianifica una gravidanza (in modo ottimale - entro sei mesi, in modo che il corpo sia ben preparato per trasportare un bambino).

    Inoltre, la carenza di iodio può innescare il lancio di un meccanismo protettivo: prendere la gravidanza come un onere aggiuntivo, il corpo della madre si sbarazzerà di esso in ogni modo possibile. Nei casi più gravi, spesso si verifica aborto spontaneo.

    Quando si utilizza l'iodomarina per le donne in gravidanza e in allattamento, si deve ricordare che lo ioduro di potassio ha la capacità di passare attraverso la placenta e nel latte materno. Pertanto, il farmaco deve essere assunto rigorosamente nelle dosi raccomandate.

    Dosaggio durante la gravidanza, di norma, il seguente - 200 mcg / giorno.: Iodomarin 200 durante la gravidanza è stato prescritto per prendere 1 compressa al giorno, Iodomarin 100 - 2 compresse al giorno.

    Recensioni Yodomarina

    Le recensioni su Jodomarin 100, come le recensioni su Jodomarin 200, sono per lo più positive. L'uso del farmaco a scopo terapeutico può ridurre i sintomi della malattia, mentre prendendo le stesse pillole a scopo profilattico, molte persone notano una diminuzione dell'irritabilità, un miglioramento del benessere generale e della memoria e una maggiore concentrazione di attenzione.

    Non meno buone recensioni su iodomarin durante la gravidanza. Nelle donne, l'uso di questo strumento consente di prevenire lo sviluppo di stati di carenza di iodio e malattie correlate, normalizzare il metabolismo di proteine, lipidi e carboidrati e assicura la normale attività del cervello e del sistema cardiovascolare.

    Per un bambino, un apporto sufficiente di iodio è la chiave del normale sviluppo fisico e mentale.

    In alcune recensioni, le persone scrivono che l'assunzione di iodomarin li ha aiutati a portare il peso alla normalità. Quindi, è possibile utilizzare un farmaco per la perdita di peso? Gli endocrinologi rispondono che è possibile, ma solo secondo le indicazioni del dottore.

    In alcune situazioni, l'eccesso di peso è una conseguenza della ridotta funzione tiroidea, e quindi è impossibile perderlo con l'aiuto di diete o con l'aiuto di uno sforzo fisico.

    Il produttore non raccomanda l'assunzione di iodomarin per l'ipotiroidismo, escludendo tuttavia quei casi in cui la malattia è associata a una carenza di iodio evidente.

    Va ricordato che la tireotropina è un ormone pituitario responsabile della regolazione della secrezione degli ormoni tiroidei, ma gli ormoni dell'ipotalamo sono responsabili della regolazione dell'effetto dell'ipofisi sulla tiroide, i quali, a loro volta, sono controllati dalla corteccia cerebrale.

    Gli ormoni tiroidei colpiscono anche la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, un numero di ghiandole endocrine, il corso dei processi metabolici, lo stato degli organi interni e dei loro sistemi.

    Pertanto, l'assunzione incontrollata di iodomarin per perdere peso può provocare gravi violazioni del ritmo abituale dell'attività della ghiandola tiroide e, di conseguenza, l'intero sistema endocrino del corpo con tutte le conseguenti conseguenze.

    Per una leggera stimolazione della funzione tiroidea e l'attivazione dei processi metabolici, si raccomanda di iniziare a rivedere la dieta, integrandola con prodotti ad alto contenuto di iodio (frutti di mare, cipolle, aglio, melanzane, barbabietole, ravanelli, cachi, pompelmi, ecc.), O almeno sostituendo sale ordinario iodato.

    Yodomarin è usato come aggiunta alla dieta. Assumere la perdita di peso è possibile solo dopo aver consultato un medico e aver superato la dose raccomandata.

    Prezzo Yodomarina, dove acquistare

    Il prezzo di Yodomarin 100 nelle farmacie russe è di circa 145 rubli per un pacco numero 100, il prezzo per Yodomarin 200 è di circa 215 rubli per un pacco n. 100 e circa 135 rubli per un pacco n. 50.

    Quanto è iodomarin in Ucraina?

    È possibile acquistare Yodomarin 100 n. 100 in media per 70-77 UAH, il costo di Yodomarin 200 è di 58 UAH (per pacco n. 50)

    Devo dare ai figli l'iodomarin per la profilassi?

    Iodomarin per i bambini è necessario per la prevenzione di varie malattie che possono essere causate da una mancanza di iodio nel corpo. Da tempo è noto a tutti che per prevenire l'insorgere di malattie, è necessaria la loro prevenzione, cioè è necessario assumere i farmaci necessari. Nella moderna pediatria, molto spesso i medici hanno iniziato a usare farmaci profilattici che contengono iodio nella loro composizione, da allora la sua carenza è il problema più comune tra i bambini e gli adolescenti.

    Perché è necessario l'iodomarin per i bambini?

    I medici preferiscono questa droga come iodomarin, perché Questo farmaco ha iodio nella sua composizione, che è vitale per il pieno sviluppo e il funzionamento del corpo umano. Applicare Iodomarin per prevenire le malattie.

    Perché è così necessario Yodomarin per prevenire i disturbi dei bambini? Considera più in dettaglio.

    La prevenzione della carenza di iodio deve iniziare tutte le donne in gravidanza, perché già durante il periodo prenatale, il feto inizia a svilupparsi e lo iodio è uno degli elementi traccia più importanti necessari per il corpo durante questo periodo.

    Ecco perché i medici prescrivono quasi sempre l'iodomarin alle donne incinte. Ma questa prevenzione della carenza di iodio non dovrebbe finire. Dal momento della nascita, il bambino ha semplicemente bisogno di applicare l'iodomarina ai bambini, poiché in quel momento il cervello inizia a formarsi, e per il suo corretto funzionamento, gli ormoni tiroidei sono importanti, che richiedono la quantità necessaria di iodio.

    L'ormone tiroideo influenza lo sviluppo fisico e mentale dei bambini. Con l'età, i bambini hanno un grande bisogno di prendere Yodomarina. Per i bambini che vivono in regioni in cui si riscontra una carenza di iodio nell'ambiente, l'assunzione di iodomarin è indispensabile. Dopo tutto, con l'aiuto di prodotti contenenti iodio nella sua composizione, è impossibile compensare la carenza di iodio nel corpo umano.

    Dalla nascita, è già possibile identificare i segni di carenza di iodio nel corpo. Si manifesta in ritardo mentale, o ci sono varie anomalie. Ma la carenza di iodio non è sempre possibile per determinare con precisione e identificare, quindi i genitori hanno bisogno di conoscere i sintomi della sua manifestazione nei bambini.

    I bambini hanno i seguenti sintomi:

    • comportamento irrequieto del neonato;
    • rifiuto di mangiare, accompagnato da capricci;
    • scolorimento del viso, diventa una tonalità pallida.

    Nei bambini di età inferiore ai 13-14 anni sono annotati:

    1. Reazione lenta Questi bambini sono troppo lenti per reagire a qualsiasi situazione che si verifica nella vita di tutti i giorni, percepiscono male le informazioni in arrivo. Di solito sono in ritardo nello sviluppo dai loro coetanei.
    2. Fatica. È espresso nella forma di irritabilità, capricci.
    3. Diminuzione delle prestazioni scolastiche. I bambini eseguono a malapena anche i più semplici esercizi e compiti, per questo hanno un atteggiamento negativo nei confronti del processo di apprendimento.

    Il punto qui non è la mancanza di interesse nell'apprendimento, ma la mancanza di iodio. Questi stessi bambini non possono capire e spiegare perché hanno difficoltà. Di solito, anche durante l'uso della droga Iodomarin, i bambini hanno il desiderio di impegnarsi in attività educative.

    Il bambino ha una carnagione malsana. Questo di solito si manifesta nella stagione invernale, con l'inizio del freddo. Ci sono problemi con la ghiandola tiroidea.

    Se ignori tutti questi sintomi, allora in futuro può portare a conseguenze negative: avere un impatto negativo sullo sviluppo mentale e fisico del bambino.

    Istruzioni generali

    Per evitare tutti gli effetti negativi associati alla carenza di iodio nel corpo, è necessario assumere l'iodomarina per i bambini, nella quantità prescritta dal medico curante.

    L'Iodomarin è uno dei farmaci più sicuri per persone di diverse fasce d'età. Il ricevimento di Yodomarina può essere avviato fin dall'infanzia, perché l'assunzione di iodio non è sempre possibile a questa età. Il bambino non può mangiare cibi che contengono iodio. Ad esempio, non è possibile mangiare pesce tutti i giorni. Non è sempre possibile determinare il dosaggio esatto di iodio richiesto per il bambino.

    E Iodomarin è un farmaco sicuro che può facilmente compensare la carenza di iodio nel corpo umano.

    Ogni gruppo di età corrisponde a un dosaggio specifico. Per prevenire la carenza di iodio nel corpo e ridurre l'immunità, il farmaco viene prescritto ai bambini dalla nascita ai 12 anni e 50-100 mcg al giorno, per i bambini sopra i 12 anni, questo dosaggio è raddoppiato. Il corso di assunzione e dosaggio di Iodomarin per i bambini è determinato dal medico in base al caso specifico.

    Reception Jodomarina per bambini ti permette di:

    • Migliorare completamente l'abilità mentale e le condizioni fisiche
    • influenzare positivamente il comportamento;
    • migliorare la salute.

    Effetti collaterali del farmaco

    Come molti altri farmaci, l'iodomarin ha i suoi effetti collaterali. Questo si manifesta solitamente sotto forma di reazioni allergiche o perturbazione endocrina.

    In presenza di reazioni allergiche all'iodomarina, compaiono i seguenti sintomi:

    • angioedema;
    • gonfiore;
    • eruzione cutanea;
    • sapore metallico in bocca;
    • infiammazione delle mucose.
    • angioedema;
    • artrite allergica;
    • eosinofilia;
    • linfoadenopatia.

    In rari casi, ci sono: vomito, diarrea, nausea, gonfiore delle ghiandole salivari, mal di testa, intolleranza individuale.

    Un lungo ciclo di trattamento riduce l'assorbimento di iodio da parte della ghiandola tiroidea.
    Di solito, quando si assume il farmaco, gli effetti collaterali sono piuttosto rari nella pratica.

    Ma nonostante alcune limitazioni nel prendere il farmaco e la presenza di effetti collaterali, è il più popolare e si è dimostrato come misura preventiva contro la carenza di iodio nel corpo di una persona in crescita. Per lo più le persone che assumono l'iodomarin sono soddisfatte del risultato. Ci sono implicazioni positive per lo sviluppo del bambino.

    I genitori dovrebbero capire che i bambini hanno bisogno di iodomarina. Soprattutto se il bambino è costantemente esposto a grandi stress mentali e fisici. Ancora più importante, dopo l'assunzione di iodomarina, tutti saranno soddisfatti non solo del risultato ottenuto nella prevenzione della carenza di iodio, ma anche del benessere della loro prole.

  • Ulteriori Articoli Su Tiroide

    Sinonimi: insulina, insulinaInformazioni generaliL'insulina è un ormone pancreatico che regola il metabolismo dei carboidrati, mantiene la concentrazione di glucosio nel sangue ad un livello ottimale ed è coinvolto nel metabolismo dei grassi.

    Come controllare la ghiandola tiroide e quale medico la tratta?La ghiandola tiroide, uno degli organi centrali del sistema endocrino del corpo, si trova nella zona del collo, dove si trova la trachea.

    Il progesterone è uno degli ormoni femminili più importanti, è strettamente associato al processo di concepire e trasportare un bambino, influenza il desiderio sessuale e prepara le ghiandole mammarie per la produzione di latte.