Principale / Ipoplasia

Tiroidite autoimmune della tiroide, che cos'è? Sintomi e trattamento

La tiroidite autoimmune è una patologia che colpisce soprattutto le donne anziane (45-60 anni). La patologia è caratterizzata dallo sviluppo di un forte processo infiammatorio nell'area della tiroide. Si verifica a causa di gravi interruzioni del funzionamento del sistema immunitario, a seguito del quale inizia a distruggere le cellule tiroidee.

L'esposizione alla patologia delle donne anziane è spiegata da anomalie cromosomiche X e dall'effetto negativo degli ormoni estrogeni sulle cellule che formano il sistema linfoide. A volte la malattia può svilupparsi sia nei giovani che nei bambini piccoli. In alcuni casi, la patologia si trova anche nelle donne in gravidanza.

Cosa può causare AIT e può essere riconosciuto indipendentemente? Proviamo a capirlo.

Cos'è?

La tiroidite autoimmune è un'infiammazione che si verifica nei tessuti della ghiandola tiroide, la cui causa principale è un grave fallimento del sistema immunitario. Sul suo sfondo, il corpo inizia a produrre una quantità anormalmente grande di anticorpi, che gradualmente distruggono le cellule della tiroide sane. La patologia si sviluppa nelle donne quasi 8 volte più spesso che negli uomini.

Cause di AIT

La tiroidite di Hashimoto (la patologia ha preso il nome in onore del medico che per primo ha descritto i suoi sintomi) si sviluppa per una serie di motivi. Il ruolo principale in questo problema è dato a:

  • situazioni stressanti regolari;
  • sovraccarico emotivo;
  • eccesso di iodio nel corpo;
  • eredità sfavorevole;
  • la presenza di malattie endocrine;
  • assunzione incontrollata di farmaci antivirali;
  • influenza negativa dell'ambiente esterno (può essere un cattivo ambiente e molti altri fattori simili);
  • malnutrizione, ecc.

Tuttavia, non fatevi prendere dal panico - la tiroidite autoimmune è un processo patologico reversibile e il paziente ha tutte le possibilità di migliorare il funzionamento della ghiandola tiroidea. Per fare ciò, è necessario ridurre i carichi sulle sue cellule, che contribuiranno a ridurre il livello di anticorpi nel sangue del paziente. Per questo motivo, la diagnosi tempestiva della malattia è molto importante.

classificazione

La tiroidite autoimmune ha una propria classificazione, secondo la quale è:

  1. Indolore, le ragioni per il cui sviluppo non sono state completamente stabilite.
  2. Post-partum. Durante la gravidanza, l'immunità di una donna è significativamente indebolita e, dopo la nascita, il bambino, al contrario, viene attivato. Inoltre, la sua attivazione è a volte anormale, perché inizia a produrre una quantità eccessiva di anticorpi. Spesso, il risultato è la distruzione delle cellule "native" di vari organi e sistemi. Se una donna ha una predisposizione genetica all'AIT, deve essere estremamente attenta e monitorare attentamente la sua salute dopo il parto.
  3. Cronica. In questo caso, è una predisposizione genetica allo sviluppo della malattia. È preceduto da una diminuzione della produzione di ormoni di organismi. Questa condizione è chiamata ipotiroidismo primario.
  4. Indotta da citochine. Tale tiroidite è una conseguenza dell'uso di farmaci a base di interferone utilizzati nel trattamento delle malattie ematogene e dell'epatite C.

Tutti i tipi di AIT, tranne il primo, si manifestano con gli stessi sintomi. La fase iniziale dello sviluppo della malattia è caratterizzata dall'insorgenza di tireotossicosi che, se diagnosticata e trattata tardivamente, può trasformarsi in ipotiroidismo.

Fasi di sviluppo

Se la malattia non è stata rilevata tempestivamente, o per qualsiasi motivo non è stata trattata, questa potrebbe essere la ragione della sua progressione. Stage AIT dipende da quanto tempo è stato sviluppato. La malattia di Hashimoto è divisa in 4 fasi.

  1. Fase euteroide. Per ogni paziente, ha una sua durata. A volte potrebbero essere necessari diversi mesi per spostare la malattia al secondo stadio di sviluppo, in altri casi potrebbe richiedere diversi anni tra le varie fasi. Durante questo periodo, il paziente non nota alcun cambiamento speciale nel suo stato di salute e non consulta un medico. La funzione secretoria non è compromessa.
  2. Nel secondo, subclinico, stadio, i linfociti T iniziano ad attaccare attivamente le cellule follicolari, portando alla loro distruzione. Di conseguenza, il corpo inizia a produrre una quantità significativamente inferiore dell'ormone St. T4. L'euteroi persiste a causa di un forte aumento del livello di TSH.
  3. La terza fase è tireotossica. È caratterizzato da un forte salto negli ormoni T3 e T4, che si spiega con il loro rilascio dalle cellule follicolari distrutte. Il loro ingresso nel sangue diventa un potente stress per il corpo, a seguito del quale il sistema immunitario inizia a produrre rapidamente anticorpi. Quando il livello delle cellule funzionanti diminuisce, si sviluppa ipotiroidismo.
  4. Il quarto stadio è ipotiroideo. La funzione tiroidea può recuperare se stessa, ma non in tutti i casi. Dipende dalla forma della malattia. Ad esempio, l'ipotiroidismo cronico può richiedere molto tempo, spostandosi nella fase attiva, che segue la fase di remissione.

La malattia può essere in una fase, o passare attraverso tutte le fasi di cui sopra. È estremamente difficile prevedere esattamente come procederà la patologia.

I sintomi della tiroidite autoimmune

Ogni forma della malattia ha le sue caratteristiche di manifestazione. Poiché l'AIT non rappresenta un serio pericolo per l'organismo, e la sua fase finale è caratterizzata dallo sviluppo di ipotiroidismo, né il primo, ma il secondo stadio presentano segni clinici. Cioè, la sintomatologia della patologia, infatti, è combinata da quelle anomalie che sono caratteristiche dell'ipotiroidismo.

Elenchiamo i sintomi caratteristici della tiroidite autoimmune tiroidea:

  • stato depressivo periodico o permanente (un sintomo puramente individuale);
  • deterioramento della memoria;
  • problemi di concentrazione;
  • apatia;
  • sonnolenza costante o sensazione di stanchezza;
  • un forte aumento di peso o un aumento graduale del peso corporeo;
  • peggioramento o completa perdita di appetito;
  • impulso lento;
  • mani e piedi freddi;
  • una rottura anche con una buona alimentazione;
  • difficoltà nell'esecuzione di lavori fisici ordinari;
  • inibizione della reazione in risposta agli effetti di vari stimoli esterni;
  • sbiadire i capelli, la loro fragilità;
  • secchezza, irritazione e desquamazione dell'epidermide;
  • costipazione;
  • diminuzione del desiderio sessuale o della sua completa perdita;
  • violazione del ciclo mestruale (sviluppo del sanguinamento intermestruale o completa cessazione delle mestruazioni);
  • gonfiore del viso;
  • giallo della pelle;
  • problemi con le espressioni facciali, ecc.

Nel postpartum, AIT muto (asintomatico) e indotto da citochine, le fasi del processo infiammatorio si alternano. Nella fase tireotossica della malattia, la manifestazione del quadro clinico si verifica a causa di:

  • drammatica perdita di peso;
  • sensazioni di calore;
  • aumento della sudorazione;
  • sentirsi male nelle stanze soffocanti o piccole;
  • dita tremanti;
  • cambiamenti improvvisi nello stato psico-emotivo del paziente;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • episodi di ipertensione;
  • deterioramento dell'attenzione e della memoria;
  • perdita o diminuzione della libido;
  • affaticamento rapido;
  • debolezza generale, per sbarazzarsi di ciò che non aiuta nemmeno il giusto riposo;
  • attacchi improvvisi di maggiore attività;
  • problemi con il ciclo mestruale.

Lo stadio ipotiroideo è accompagnato dagli stessi sintomi di quello cronico. I sintomi della tireotossicosi a metà del 4 ° mese sono tipici per l'AIT post-partum ei sintomi di ipotiroidismo sono rilevati alla fine del 5 ° - all'inizio del 6 ° mese del periodo post-partum.

Con l'AIT indolore da citochina e indolore, non si osservano segni clinici specifici. Se i disturbi, tuttavia, appaiono, hanno un grado di gravità estremamente basso. Se asintomatici, vengono rilevati solo durante un esame preventivo in un istituto medico.

Come fa la tiroidite autoimmune: foto

La foto sotto mostra come la malattia si manifesta nelle donne:

diagnostica

Prima della comparsa dei primi segni premonitori della patologia, è quasi impossibile rivelare la sua presenza. In assenza di disturbi, il paziente non ritiene opportuno andare in ospedale, ma anche se lo fa, sarà quasi impossibile identificare la patologia usando i test. Tuttavia, quando iniziano a verificarsi i primi cambiamenti avversi nel lavoro della ghiandola tiroidea, uno studio clinico di un campione biologico li identificherà immediatamente.

Se altri membri della famiglia stanno soffrendo o hanno sofferto in precedenza di disturbi simili, questo significa che sei a rischio. In questo caso, visitare un medico e sottoporsi a una ricerca preventiva il più spesso possibile.

I test di laboratorio per sospetto AIT includono:

  • emocromo completo, che stabilisce il livello dei linfociti;
  • un test ormonale necessario per misurare il TSH sierico;
  • un immunogramma che stabilisce la presenza di anticorpi contro AT-TG, tireoperossidasi e ormoni tiroidei tiroidei;
  • biopsia con ago sottile necessaria per stabilire la dimensione dei linfociti o di altre cellule (il loro aumento indica la presenza di tiroidite autoimmune);
  • La diagnosi ecografica della ghiandola tiroidea aiuta a stabilire il suo aumento o diminuzione delle dimensioni; Con l'AIT, si verifica un cambiamento nella struttura della ghiandola tiroidea, che può anche essere rilevato durante l'ecografia.

Se i risultati di un esame ecografico indicano un test di corrente autonomo, ma i test clinici ne smentiscono lo sviluppo, la diagnosi viene considerata dubbia e non si inserisce nella storia clinica del paziente.

Cosa succederà se non trattato?

La tiroidite può avere conseguenze spiacevoli che variano per ogni stadio della malattia. Ad esempio, in un paziente con stadio ipertiroideo, il ritmo cardiaco (aritmia) può essere disturbato, o può verificarsi un insufficienza cardiaca, e questo è già irto dello sviluppo di una patologia così pericolosa come l'infarto del miocardio.

Ipotiroidismo può portare alle seguenti complicazioni:

  • demenza;
  • aterosclerosi;
  • infertilità;
  • interruzione prematura della gravidanza;
  • incapacità di dare frutto;
  • ipotiroidismo congenito nei bambini;
  • depressioni profonde e prolungate;
  • mixedema.

Con il mixedema, la persona diventa ipersensibile a qualsiasi cambiamento di temperatura verso il basso. Anche un'influenza banale, o un'altra malattia infettiva, che è stata trasferita in questa condizione patologica, può causare coma ipotiroideo.

Tuttavia, non dovresti preoccuparti troppo: una tale deviazione è un processo reversibile ed è facilmente curabile. Se scegli il giusto dosaggio del farmaco (viene nominato in base al livello di ormoni e AT-TPO), allora la malattia per un lungo periodo di tempo potrebbe non ricordarti te stesso.

Trattamento della tiroidite autoimmune

Il trattamento di AIT è effettuato solo all'ultima fase del suo sviluppo - con ipotiroidismo. Tuttavia, in questo caso, vengono prese in considerazione alcune sfumature.

Pertanto, la terapia viene eseguita esclusivamente per manifestare ipotiroidismo, quando il livello di TSH è inferiore a 10 IU / l, e St. T4 ridotto. Se il paziente soffre di una forma subclinica di patologia con TSH in 4-10 IU / 1 l e con normali indicatori di S. T4, in questo caso, il trattamento viene eseguito solo se ci sono sintomi di ipotiroidismo, così come durante la gravidanza.

Oggi i farmaci a base di levotiroxina sono i più efficaci nel trattamento dell'ipotiroidismo. Una caratteristica di tali farmaci è che il loro principio attivo è il più vicino possibile all'ormone umano T4. Tali strumenti sono assolutamente innocui, quindi sono autorizzati a prendere anche durante la gravidanza e HB. I farmaci praticamente non causano effetti collaterali, e nonostante il fatto che si basano sull'elemento ormonale, non portano ad un aumento del peso corporeo.

I farmaci a base di levotiroxina devono essere presi "isolati" da altri farmaci, poiché sono estremamente sensibili a qualsiasi sostanza "estranea". La ricezione viene effettuata a stomaco vuoto (mezz'ora prima dei pasti o uso di altri farmaci) con l'uso di abbondanti quantità di liquidi.

Preparati di calcio, multivitaminici, farmaci contenenti ferro, sucralfato, ecc., Devono essere assunti non prima di 4 ore dopo l'assunzione di levotiroxina. I mezzi più efficaci basati su di esso sono la L-tiroxina e l'eutirok.

Oggi ci sono molti analoghi di questi farmaci, ma è meglio dare la preferenza agli originali. Il fatto è che hanno l'effetto più positivo sul corpo del paziente, mentre gli analoghi possono solo apportare un miglioramento temporaneo nello stato di salute del paziente.

Se di tanto in tanto si passa da originali a generici, è necessario ricordare che in questo caso è necessario regolare il dosaggio dell'ingrediente attivo - levotiroxina. Per questo motivo, ogni 2-3 mesi è necessario fare un esame del sangue per determinare il livello di TSH.

Nutrizione con AIT

Il trattamento della malattia (o un significativo rallentamento della sua progressione) darà risultati migliori se il paziente evita il cibo dannoso per la ghiandola tiroidea. In questo caso, è necessario ridurre al minimo la frequenza di utilizzo dei prodotti contenenti glutine. Sotto il divieto di caduta:

  • cereali;
  • piatti a base di farina;
  • prodotti da forno;
  • cioccolato;
  • dolci;
  • fast food, ecc.

Allo stesso tempo, dovresti provare a mangiare cibi arricchiti con iodio. Sono particolarmente utili nella lotta contro la forma ipotiroidea di tiroidite autoimmune.

Con AIT, è necessario prendere la questione di proteggere il corpo contro la penetrazione della microflora patogena con la massima serietà. Dovresti anche provare a pulirlo dai batteri patogeni che ci sono già. Prima di tutto, è necessario prendersi cura della pulizia dell'intestino, perché è in essa che si verifica la riproduzione attiva dei microrganismi dannosi. Per fare ciò, la dieta del paziente dovrebbe includere:

  • prodotti a base di latte fermentato;
  • olio di cocco;
  • frutta e verdura fresca;
  • carne magra e brodi di carne;
  • diversi tipi di pesce;
  • cavoli di mare e altre alghe;
  • cereali germinati.

Tutti i prodotti del suddetto elenco aiutano a rafforzare il sistema immunitario, arricchiscono il corpo con vitamine e minerali, che a loro volta migliorano il funzionamento della ghiandola tiroidea e dell'intestino.

È importante! Se esiste una forma ipertiroidea di AIT, è necessario eliminare completamente tutti gli alimenti che contengono iodio dalla dieta, poiché questo elemento stimola la produzione di ormoni T3 e T4.

Quando l'AIT è importante dare la preferenza alle seguenti sostanze:

  • selenio, che è importante per l'ipotiroidismo, in quanto migliora la secrezione degli ormoni T3 e T4;
  • vitamine del gruppo B, contribuendo al miglioramento dei processi metabolici e contribuendo a mantenere il corpo in buona forma;
  • probiotici importanti per mantenere la microflora intestinale e prevenire la disbiosi;
  • piante adattogene che stimolano la produzione di ormoni T3 e T4 nell'ipotiroidismo (Rhodiola rosea, fungo Reishi, radice e frutti di ginseng).

Prognosi del trattamento

Qual è la cosa peggiore da aspettarsi? La prognosi del trattamento di AIT, in generale, è abbastanza favorevole. Se si verifica ipotiroidismo persistente, il paziente dovrà assumere farmaci a base di levotiroxina per il resto della sua vita.

È molto importante monitorare il livello degli ormoni nel corpo del paziente, quindi, una volta ogni sei mesi, è necessario sottoporsi a un esame del sangue clinico e ad un'ecografia. Se durante l'ecografia si nota un sigillo nodoso nell'area della tiroide, questa dovrebbe essere una buona ragione per consultare un endocrinologo.

Se durante l'ecografia è stato osservato un aumento dei noduli o si osserva una crescita intensa, al paziente viene prescritta una biopsia per puntura. Il campione di tessuto ottenuto viene esaminato in laboratorio al fine di confermare o negare la presenza di un processo cancerogeno. In questo caso, si consiglia un'ecografia ogni sei mesi. Se il nodo non ha tendenza ad aumentare, la diagnostica ultrasonica può essere eseguita una volta all'anno.

Come trattare la tiroidite autoimmune

La tiroidite autoimmune (nota anche come tiroidite di Hashimoto, malattia di Hashimoto, tiroidite linfocitica) è una malattia autoimmune in cui gli anticorpi di un organismo attaccano i tessuti della tiroide. La malattia si verifica nel 5% della popolazione, mentre le donne sono ammalate 20 volte più spesso degli uomini.

La causa di AIT risiede nel malfunzionamento del sistema immunitario. Questo è influenzato da fattori genetici, ecologia sfavorevole, stress e altre influenze. I sintomi della malattia non sono specifici, soprattutto se si considera che la tiroidite autoimmune ha 3 stadi e diverse varietà. Ma in tutti i casi la ghiandola tiroide si atrofizza e comincia a produrre piccoli ormoni. Questo si manifesta con l'aumento di peso, l'infertilità, la pelle secca, un ciclo mestruale irregolare, ecc.

Per fare una diagnosi, il paziente deve donare il sangue per gli anticorpi a TPO, sottoporsi a un'ecografia della ghiandola tiroidea e altri esami. Se la malattia non viene curata, è irto di un significativo peggioramento della qualità della vita, dello sviluppo di malattie cardiovascolari e di altri problemi.

La medicina tradizionale ha il suo punto di vista sull'AMF. Poiché questa malattia è associata a un lavoro scorretto di immunità, gli erboristi raccomandano di stabilire uno stile di vita, cambiare la dieta e trasferirsi in un luogo ecologicamente pulito. Ci sono anche rimedi naturali che aiutano a ripristinare l'immunità e proteggere la ghiandola tiroidea dagli effetti degli anticorpi.

Cos'è la tiroidite autoimmune e come si sviluppa?

Questa malattia appartiene alla categoria delle malattie autoimmuni - i disordini, come conseguenza di cui gli anticorpi del corpo distruggono le loro proprie cellule. In questo caso, la ghiandola tiroidea è soggetta a distruzione.

Come conseguenza di reazioni immunitarie anomale, le cellule B vengono trasformate in plasmacellule che producono anticorpi contro la tireoglobulina (una proteina che è la fonte per la produzione di ormoni tiroidei, tiroxina e triiodotironina) e perossidasi tiroidea (un enzima coinvolto nella creazione di tiroxina). Un ruolo aggiuntivo nella patogenesi è giocato dalle cellule T, che distruggono le cellule follicolari della tiroide.

I cambiamenti si sviluppano gradualmente. La fase iniziale della tiroidite autoimmune è spesso asintomatica: la ghiandola tiroidea ha le dimensioni corrette, i livelli ormonali sono normali, il paziente non sente dolore e l'unica anormalità è la presenza di anticorpi. A volte, all'inizio, nel processo di distruzione della tiroide, vengono rilasciate riserve di ormoni e si sviluppa ipertiroidismo (tireotossicosi). Questa condizione è temporanea, in definitiva lo stato opposto - ipotiroidismo.

Come risultato dell'infiltrazione linfocitaria, la ghiandola tiroidea si ingrandisce, le forme del gozzo. Di solito è di plastica e indolore. Nel corso del tempo, a seguito della distruzione della ghiandola, il gozzo scompare, questo organo atrofizza.

Cause di malattia

La scienza ufficiale non è ancora in grado di dare una risposta esatta alla domanda sul perché il nostro sistema immunitario inizi improvvisamente a produrre anticorpi contro i tessuti del corpo? La versione più plausibile sembra essere che il colpevole sia una scarsa ereditarietà: i geni danneggiati che sono responsabili del corretto funzionamento degli anticorpi vengono trasmessi a una persona alla nascita. Questa teoria è supportata dal fatto che le persone i cui parenti soffrono di questa malattia sono ammalati di tiroidite autoimmune.

Altri ricercatori credono che il colpevole non sono i geni, ma il sistema immunitario. Può funzionare in modo non corretto sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • vivere in una regione che non rispetta l'ambiente;
  • farmaci lunghi e casuali;
  • cattive abitudini;
  • lavorare nell'industria chimica;
  • Radiazione incidente;
  • la malnutrizione;
  • stress costante;
  • la coesistenza di malattie endocrine (diabete mellito, malattia grave);
  • eccesso di iodio nel corpo;
  • ricezione incontrollata di interferone (un farmaco che viene usato per prevenire e curare le infezioni virali);
  • abuso di immunomodulatori, immunosoppressori, immunostimolanti.

C'è un'opinione secondo cui l'AIT è una specie di reazione allergica a qualche tipo di influenza esterna. In ogni caso, non è necessario arrabbiarsi, perché la tiroidite autoimmune della ghiandola tiroidea è monitorata e trattata con successo.

I sintomi della tiroidite autoimmune

I sintomi della tiroidite autoimmune non sono specifici, quindi la malattia viene spesso rilevata per caso, durante gli esami in cui il paziente lamenta vari problemi di salute. Ad esempio, una donna prova a rimanere incinta per un lungo periodo, ma questo non accade - ogni concepimento termina in un aborto spontaneo. Oppure, in un paziente, il tipo di mestruazione cambia gradualmente: diventano irregolari e meno abbondanti. Inoltre, una persona può essere disturbata da vertigini e aritmia, la cui causa è difficile da stabilire.

Succede che una visita a un medico è provocata da problemi come dolori muscolari, mal di testa e rigidità delle articolazioni, difficoltà di respirazione e una sensazione di eterna mancanza di aria, costante letargia e sonnolenza. Il paziente lamenta mancanza di allegria, problemi di concentrazione e una sensazione di stanchezza eterna, che non sono associati con l'età o le circostanze di vita.
Inoltre, il paziente è allarmato dall'aumento di peso, che non è associato a eccesso di cibo. Nonostante la normale alimentazione e lo sforzo fisico, il tessuto adiposo inizia ad accumularsi nel corpo del paziente a causa del metabolismo più lento. Compromissione dell'umore, depressione frequente e intolleranza al freddo sono sintomi di tiroidite autoimmune, ma la gente di solito non reagisce a loro, credendo che questo dovrebbe essere così.

Tutti i sintomi descritti sopra sono dovuti all'ipotiroidismo, che si verifica a seguito di un danno alla ghiandola tiroidea. Il nostro corpo distrugge la ghiandola tiroidea, quindi diminuisce di dimensioni, atrofia e funziona con intensità insufficiente.

Riassumiamo ed elenciamo l'elenco dei possibili sintomi:

  • debolezza, sonnolenza, letargia;
  • affaticamento, violazione della tolleranza all'esercizio;
  • debolezza muscolare;
  • aumento di peso, nonostante una diminuzione dell'appetito;
  • memoria e concentrazione compromesse;
  • umore depresso, tendenza alla depressione;
  • irritabilità, labilità emotiva;
  • nei bambini, disturbi della crescita, ritardo mentale (cretinismo);
  • costante sensazione di freddo, intolleranza alle basse temperature;
  • pelle secca e pallida;
  • voce rauca;
  • edema sottocutaneo;
  • bradicardia;
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • ridotta frequenza respiratoria;
  • fragilità e perdita di capelli;
  • costipazione;
  • irregolarità mestruali (irregolarità, dolore, troppo o troppo scarso);
  • pubertà ritardata;
  • diminuzione della libido;
  • infertilità.

Classificazione della tiroidite autoimmune

I sintomi possono variare a seconda del tipo di AIT. La malattia può manifestarsi in diverse forme.

Tiroidite ipertrofica

Questa specie è caratterizzata da un aumento delle dimensioni della ghiandola tiroidea. Questa condizione può svilupparsi per due ragioni: o il corpo cerca di compensare la mancanza di ormoni TSH e inizia a lavorare più attivamente, oppure lo spazio tra i tireociti (cellule tiroidee) riempie i linfociti (cellule del sistema immunitario).

Nel caso di questa patologia, una persona nota che si sviluppa il gozzo, quindi, in una forma ipertrofica, il paziente vede rapidamente un medico.

Tiroidite atrofica

Sotto l'influenza degli anticorpi contro la TPO, possono iniziare i processi di degradazione della ghiandola tiroidea. Quindi diminuisce di dimensioni, "si asciuga". Per sostituire i tireociti, il tessuto connettivo inizia a crescere, le inclusioni fibrose possono essere osservate nella stessa tiroide.

Tiroidite postpartum

La tiroidite postpartum, come suggerisce il nome, si sviluppa in una donna dopo il parto, sebbene non si sia mai fatto conoscere prima. La malattia ha 3 fasi. La prima fase di solito si sviluppa 3-6 mesi dopo la nascita ed è caratterizzata da tireotossicosi. La seconda fase è l'ipotiroidismo, la terza è l'eutiroidismo o ipotiroidismo subclinico (che significa recupero effettivo). Tuttavia, ogni quarta donna non ha una terza fase, ed è costretta a sottoporsi a terapia ormonale per tutta la vita.

Le donne che hanno subito una tiroidite postpartum devono prestare particolare attenzione durante la prossima gravidanza e assicurarsi di monitorare la concentrazione di TSH. Il fatto è che ogni successiva gravidanza può aggravare i processi autoimmuni che si verificano nel corpo.

Tiroidite giovanile

Questo tipo di tiroidite autoimmune si sviluppa nei bambini (di solito negli adolescenti). Inoltre, dopo la fine della pubertà, i sintomi di AIT possono risolversi da soli (ma non sempre, a volte una persona rimane malata a vita). Si ritiene che la causa della tiroidite giovanile si trova nell'alterazione ormonale del corpo di un adolescente.

Tiroidite con nodulazione

L'AIT con nodulazione è un tipo di malattia abbastanza comune. È difficile da diagnosticare, poiché, a prima vista, abbiamo un semplice gozzo nodulare. Ma dopo i test, diventerà chiaro che il paziente ha una maggiore concentrazione di AT-TPO o ci sono segni di infiltrazione linfocitica.

Questo tipo di AIT non richiede trattamento se non esiste ipotiroidismo. In rari casi, i nodi diventano così grandi che iniziano a spremere gli organi circostanti, portare disagio, interferire con la respirazione o deglutire il cibo. Quindi la ghiandola tiroidea viene rimossa. In ogni caso, deve essere fatto tutto il possibile per preservare questo organo, poiché senza la tiroide il paziente sarà costretto a sedersi per una terapia ormonale a vita.

Stadio della malattia

AIT attraversa diverse fasi. Diamo un'occhiata più da vicino a ciascuno di essi.

Il primo stadio - tireotossicosi

Il primo attacco del sistema immunitario sulla ghiandola tiroidea porta a una grande perdita di cellule tireocitarie. Queste cellule distrutte secernono una grande quantità di ormoni, che simultaneamente entrano nel sangue. Il paziente sviluppa sintomi di tireotossicosi (intossicazione da ormone stimolante la tiroide):

  • perdita di peso acuta e irragionevole;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • sudorazione eccessiva;
  • ansia, aggressività, sovraeccitazione;
  • tremore (tremore delle mani);
  • sentirsi caldo;
  • aumento della fatica

Un ecografia mostra che il parenchima tiroideo è eterogeneo, sembra un campo arato. In questo caso, le dimensioni del corpo spesso rientrano nei limiti normali.

Nella tireotossicosi, l'AIT può essere confuso con la malattia di Graves (gozzo tossico diffuso). Pertanto, il medico preleverà il sangue per gli anticorpi al recettore del TSH e prescriverà altri test.

La tireotossicosi si risolve senza alcun trattamento in 2-3 mesi. Non dà al paziente un forte disagio.

In alcuni casi, è necessario rimuovere la tachicardia, a questo scopo vengono prescritti agenti che rallentano l'impulso cardiaco. Saranno anche utili i farmaci lenitivi, che alleviano l'ansia e garantiscono un sonno normale.

Il secondo stadio: eutiroidismo o ipotiroidismo subclinico

Quando passa lo stadio della tireotossicosi, segue la fase della tiroidite autoimmune - eutiroidismo o ipotiroidismo subclinico. Può durare da diversi mesi a decenni ed è caratterizzato da un buono stato di salute del paziente.

La tiroide trova la forza di combattere con gli anticorpi e il livello degli ormoni tiroidei torna alla normalità. I tessuti degli organi stessi ripristinano anche le dimensioni e la struttura normali. La ghiandola tiroidea funziona normalmente o con una leggera deviazione dalla norma.

Eutiroidismo è un termine che indica la normale concentrazione di ormoni tiroidei in presenza di piccole deviazioni nella sua funzione (queste deviazioni non si manifestano).

L'ipotiroidismo subclinico è un leggero aumento del livello di TSH (non più di 10 mU / l) e valori normali di T4 e T3. Questa condizione inoltre non influisce sulla qualità della vita. A volte il paziente lamenta sonnolenza e stanchezza, ma tali problemi sono rilevanti per molte persone.

L'eutiroidismo e l'ipotiroidismo subclinico non richiedono trattamento. Hai solo bisogno di seguire la dieta descritta di seguito in questo articolo.

A volte fattori avversi (disturbi ormonali, radiazioni ionizzanti, infezioni batteriche o virali) possono ri-provocare lo stadio della tireotossicosi.

Il terzo stadio - ipotiroidismo

La malattia di Hashimoto prima o poi porta all'ipotiroidismo. La ghiandola tiroide sotto l'attacco di anticorpi si arrende, atrofizza e cessa di svolgere le sue funzioni. Il livello degli ormoni sta diminuendo. Al fine di garantire il suo normale benessere, il paziente deve eseguire la terapia ormonale sostitutiva.
Se non si esegue il trattamento, il livello di TSH sale a uno stato critico (più di 100 IU / l), che è una minaccia diretta per la vita! Questa è la risposta alla domanda su quanto sia pericolosa la tiroidite autoimmune.
Durante un forte aumento di TSH, il liquido si accumula nella sacca cardiaca, quindi il battito cardiaco rallenta. Nei polmoni si forma edema, il metabolismo rallenta in modo significativo, il colesterolo cresce a livelli critici. Nei casi più gravi, termina con il coma myxedema e persino la morte.

diagnostica

Per fare una diagnosi, il medico deve prima esaminare attentamente il collo del paziente. Alla palpazione, dovrebbe prestare attenzione alle dimensioni della tiroide - molto spesso l'AIT porta alla sua riduzione. Successivamente, il medico darà la direzione di un esame del sangue, il cui compito sarà quello di determinare il livello di TSH (ormoni stimolanti la tiroide). Se questo livello è significativamente ridotto, saranno necessarie ulteriori analisi: un test per gli ormoni tiroidei liberi o anticorpi anti-TPO. Il medico eseguirà anche un'ecografia della ghiandola tiroidea per scoprire se ci sono nodi in essa e altre inclusioni estranee.

Dati strumentali e di laboratorio che possono indicare la tiroidite di Hashimoto:

  • alta concentrazione di anticorpi anti-TPO (almeno 500, tassi più bassi sono ambigui, possono indicare altre malattie);
  • Livello di TSH, che indica ipotiroidismo o ipertiroidismo;
  • parenchima ipoecogeno con ecografia della tiroide.

In una situazione in cui tutto punta alla tiroidite autoimmune (ad esempio, un quadro clinico su ultrasuoni o ipotiroidismo, riconosciuto sulla base di alti livelli di TSH, per esempio, 40 mU / l), non è necessario controllare il sangue per la presenza di anticorpi al TPO, poiché non farà nulla. La diagnosi di questa malattia non è particolarmente difficile, deve solo essere differenziata da altri tipi di tiroidite.

Previsione e conseguenze

L'ipotiroidismo, che si sviluppa con la tiroidite autoimmune, ha un impatto significativo sulla qualità della vita del paziente. Questo si manifesta con i seguenti problemi:

    • violazione del metabolismo del calcio;
    • costipazione cronica (rischio di infezione);
    • diminuzione dell'efficienza del fegato e della cistifellea;
    • ridotta produzione di ormone della crescita;
    • metabolismo più lento e eccesso di peso;
    • disturbo del glucosio (l'ipoglicemia può svilupparsi);
    • colesterolo alto e trigliceridi, che possono portare a malattie cardiovascolari;
    • problemi con una corretta funzione cerebrale (cambiamenti di umore, depressione);
    • metabolismo degli estrogeni compromesso, che può portare a cancro al seno o cisti ovariche;
    • metabolismo alterato degli ormoni surrenali;
  • deficit di progesterone e arresto dell'ovulazione;
  • l'anemia;
  • aumento dei livelli di omocisteina (aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari);
  • il deterioramento della disintossicazione del corpo (gli ormoni tiroidei influenzano la disintossicazione di fase II nel fegato);
  • ridotta produzione di acido cloridrico e metabolismo proteico alterato.

Per quanto riguarda le previsioni, ci sono 2 notizie, cattive e buone. La buona notizia: se prendi mezzi speciali che controllano il livello dell'ormone, il corpo migliorerà la produzione di tiroxina e i sintomi spiacevoli scompariranno o diminuiranno. La cattiva notizia: in alcuni casi, il trattamento della tiroidite autoimmune dovrebbe durare per tutta la vita, dal momento che le malattie autoimmuni sono difficili da correggere.

Gravidanza e allattamento

I pazienti con tale diagnosi devono essere osservati da un medico per l'intera durata della gravidanza del bambino. Nel primo trimestre verrà prescritta una terapia finalizzata al mantenimento della gravidanza, poiché spesso gli aborti si verificano con l'AIT. Il medico prescrive quindi il dosaggio corretto dei farmaci tiroidei. Se la gestante non sarà sottoposta a terapia ormonale e la concentrazione di TSH nel sangue sarà ridotta, il feto potrebbe svilupparsi con gravi patologie (a volte incompatibili con la vita). Esiste anche il rischio che il bambino nasca con ipotiroidismo congenito, che significa grave ritardo mentale (cretinismo) e disturbi metabolici. Pertanto, prima di pianificare una gravidanza, è necessario superare test per gli ormoni e introdurre AIT nella fase di remissione. Quindi le possibilità di sopportare e dare alla luce un bambino sano sono molto alte.

Per quanto riguarda l'allattamento al seno con tiroidite autoimmune, allora le opinioni sono divise. Alcuni esperti vietano categoricamente di dare il latte materno al bambino, citando il fatto che contiene anticorpi che possono danneggiare il neonato. Altri medici sono guidati dagli indicatori dei test: se il livello di anticorpi non è troppo alto, allora puoi allattare. In ogni caso, essere guidato dallo stato del bambino. Se non ha problemi di salute, il latte materno non lo danneggia.

dieta

La nutrizione nella tiroidite autoimmune gioca un ruolo importante. La tua dieta quotidiana dovrebbe contenere goitrogens, prodotti che stimolano l'ingrossamento della ghiandola tiroidea. Tale cibo ha un effetto benefico sul sistema immunitario dei pazienti.
Quindi cosa dovresti mangiare?

cellulosa

Mangiare cibi ricchi di fibre. La malattia di Hashimoto rallenta in qualche modo la peristalsi intestinale, quindi la fibra alimentare sarà una salvezza in questo problema - stimolerà il sistema digestivo, rimuoverà le tossine dal corpo e darà una sensazione di pienezza (che faciliterà la perdita di peso!). I pazienti con questa malattia possono anche consumare 2-3 volte più fibra dal noma raccomandato. Lo troverai in:

proteina

Il secondo suggerimento importante: mangiare proteine! Colpisce l'accumulo di massa muscolare e cellule nel nostro corpo. Inoltre, aiuta a mantenere il peso normale. Ma non tutte le proteine ​​saranno utili per i pazienti con tiroidite autoimmune. Dovrebbero evitare l'uso frequente di latte, yogurt o fiocchi di latte, poiché spesso queste persone, contemporaneamente all'ipotiroidismo, trovano intolleranza al lattosio. Questo si manifesta con gonfiore, nausea, flatulenza.

Per garantire la normale quantità di proteine, mangiare carne e uova. Evita le salsicce semifinite e di bassa qualità che contengono amido e altri ingredienti indesiderabili.

goitrogens

Di seguito sono riportati i prodotti contenenti i suddetti goitrogens:

  • Cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavolo rapa, cavolfiore;
  • pesche, fragole, pere;
  • ravanello, rape, spinaci, topinambur;
  • arachidi, semi di lino;
  • senape di rafano.

I goitrogens afferrano lo iodio e impediscono che venga assorbito dal sangue. La ghiandola tiroidea, in risposta alla mancanza di questo elemento, inizia a crescere di dimensioni e lavora più attivamente. Questo è ciò che dobbiamo raggiungere, perché con la tiroidite autoimmune la ghiandola tiroidea è ridotta.

Buoni carboidrati

Le persone con questa malattia dovrebbero essere evitate nella dieta di carboidrati semplici. Si trovano in dolci, cioccolato e altri dolci. I carboidrati semplici si accumulano rapidamente sotto forma di tessuto adiposo, portando ad un aumento del peso corporeo. Ma i carboidrati complessi non danneggiano la figura. Li troverai in fagioli, lenticchie o cereali. In quantità illimitate puoi mangiare lattuga, frutta e verdura.
Per quanto riguarda il pesce, puoi mangiarlo, ma non troppo spesso (dato che è una fonte di iodio).

Prodotti proibiti

Le persone che soffrono di tiroidite autoimmune dovrebbero prima imparare a leggere le etichette sui prodotti. È importante che la loro dieta contenga la quantità appropriata di iodio, ma non può essere in quantità eccessive.

La tua dieta non dovrebbe contenere:

    • carne lavorata (salsicce, salsicce), perché nella maggior parte dei casi contiene soia, che influisce negativamente sul decorso della malattia;
    • prodotti a base di soia: cotolette di soia, latte e burro di soia;
  • prodotti contenenti lecitina di soia;
  • prodotti contenenti glutine - l'intolleranza a questo elemento causa danni ai villi dell'intestino e problemi con la digestione del cibo. Anche se non ti è stata diagnosticata l'allergia al glutine, nel caso rinunciare al grano e ad altri prodotti contenenti questo elemento;
  • alcool, caffè, tè;
  • noce;
  • riso, mais;
  • pomodori;
  • Bacche di Goji;
  • tutti i tipi di pepe

Tale dieta dovrebbe essere seguita per tutta la vita.

Trattamento della tiroidite autoimmune

La tattica del trattamento dipende dal tipo di AIT e dallo stadio in cui si trova ora. Come abbiamo detto sopra, le fasi della tireotossicosi e dell'eutiroidismo non richiedono metodi terapeutici. Il trattamento è necessario solo in caso di ipotiroidismo. La medicina tradizionale usa ormoni sintetici per questo. Ma questa non è la soluzione migliore, perché tali compresse trattano uno e un altro mutilato (il sistema digestivo ei reni ne soffrono). Vi diremo come trattare la tiroidite autoimmune con rimedi popolari.

Trattamento del succo

La terapia con i succhi porta un effetto tangibile in questa malattia. In primo luogo, i succhi freschi contengono antiossidanti, vitamine e minerali che hanno un buon effetto sul sistema immunitario. In secondo luogo, disintossicano il corpo (in particolare dagli anticorpi e le cellule morte della tiroide, che peggiorano le condizioni del paziente). Il consumo regolare di succhi e miscele di succo normalizza il sistema immunitario e il livello di ormoni, contribuirà a raggiungere lo stadio di remissione o di recuperare pienamente.

Si consiglia di assumere succo fresco di carote, barbabietole, cetrioli, meloni, mele, broccoli. Ma è meglio fare mix speciali, ecco una delle ricette adatte:

  • 2 mele;
  • 1 carota grande;
  • 3 cucchiai di spinaci tritati;
  • 1 cucchiaio di semi di lino.

Spremere il succo di mela e carota, aggiungere spinaci e semi di lino, mescolare e bere in un sorso la mattina mezz'ora prima dei pasti. Quindi devi fare ogni giorno.

Per il trattamento della tiroidite autoimmune e questa ricetta è adatta:

  • 3 cetrioli medi;
  • 1 barbabietola;
  • 2 cucchiai di foglie di basilico tritate.

Mescolare il succo di cetriolo e barbabietola, aggiungere il basilico tritato, mescolare e bere prima di colazione. Questa miscela può essere assunta 1-2 volte al giorno.

Se l'AIT è nella fase di ipotiroidismo, questa miscela aiuterà a livellare i livelli di ormone:

  • 3 mele;
  • 200 grammi di melone;
  • 1 cucchiaio di germe di grano tritato;
  • 1 pizzico di parti aeree di un cocklebur (adatto sia per le piante secche e fresche);
  • 1 pizzico di curcuma.

Spremere il succo di mela e melone, aggiungere le piante e la polvere di curcuma, dividere in 2 parti. Bevi una porzione prima di colazione, un'altra prima di cena. Continuare il trattamento fino a quando i sintomi sgradevoli scompaiono.

Terapia Leech

Le sanguisughe normalizzano l'immunità locale e generale, l'aiuto da molti problemi, incluso l'AIT (specialmente da nodale o tireotossicosi). Se hai cambiato solo 1 parte della tiroide (lobo destro o lobo sinistro), applica le sanguisughe solo su un lato del collo. Due o tre pezzi saranno sufficienti. Se entrambi i lobi vengono cambiati, le sanguisughe vengono posizionate su entrambi i lati del collo (sono necessari 4-6 pezzi). Le procedure vengono ripetute ogni 4 giorni. La durata del corso è di 5-7 procedure.

Gingko biloba e olio di lino

Questa è una tecnica di trattamento speciale che ripristina le membrane cellulari danneggiate - la principale causa di autoaggressione del corpo. L'essenza è molto semplice: ogni volta prima di un pasto, dovresti prendere un cucchiaino di foglie essiccate di gingko biloba e, subito dopo un pasto, un cucchiaio di olio di semi di lino. Fatelo durante ogni pasto. Gingko biloba è una pianta che accelera la rigenerazione della membrana di dieci volte e l'olio di semi di lino contiene grassi omega-3, che sono i mattoni di partenza per nuove cellule. Il corso del trattamento varia da 3 mesi a sei mesi, a seconda dello stato di salute del paziente.

Tintura celidonia

Da AIT bene aiuta la tintura di celidonia su vodka. Deprime un po 'il sistema immunitario, a causa del quale i linfociti cessano di combattere la tiroide. Per la preparazione di una tintura davvero efficace applicare piante fresche, spennate durante il periodo di fioritura. Foglie tritate e l'erba stessa Riempi la bottiglia di vetro per metà. Ricaricare la vodka in modo che la bottiglia sia piena. Si consiglia di utilizzare imballaggi in vetro scuro, ma se non esiste tale possibilità, quindi semplicemente avvolgere la bottiglia con un panno o tenerla in un luogo buio.

Questa miscela viene infusa per 14 giorni. Mescola di tanto in tanto. Quando il farmaco è pronto, filtralo e conservalo in frigorifero. Inizia un corso di trattamento. Il primo giorno della mattina, prima dei pasti, bere 2 gocce di tintura sciolta in una piccola quantità di acqua. Ogni giorno, aumentare il dosaggio di 2 gocce fino a raggiungere 50 gocce (questo sarà il 25 ° giorno di trattamento). Quindi prenditi una pausa per 1 mese e ripeti il ​​corso. In totale, 4-6 tali corsi saranno richiesti, a seconda della negligenza della malattia.

Pozzi di albicocca

I chicchi dei noccioli di albicocca contengono composti speciali che aiutano a fermare l'auto-aggressione del corpo. Devono essere presi crudi (non fritti!) In una quantità di 10 pezzi al giorno.

Attenzione! Le donne in gravidanza e in allattamento, nonché per i pazienti indeboliti, una tale prescrizione è controindicata! Inoltre, le pietre di albicocca non sono raccomandate per le persone che soffrono di insufficienza renale.

Erba Durnis

Se l'AIT è passato all'ultimo stadio, è necessario il trattamento con un decotto di un cocklebur. Questa pianta ha un lieve effetto tossico, riducendo così l'attività del sistema immunitario. Per preparare la porzione giornaliera del brodo, è necessario versare 0,5 litri di acqua bollente 1 cucchiaio di erba secca tritata. Far bollire la miscela a fuoco basso per cinque minuti, quindi versare in un thermos e lasciare per almeno 4 ore. La medicina è pronta, devi berla durante il giorno. Il giorno successivo, preparare un nuovo lotto e così via, il corso di trattamento dura 2-6 mesi.

Radici di alta aralia

Quando la malattia di Hashimoto aiuta il decotto o l'infuso di spirito delle radici di alta aralia.
Brodo di cottura: gettare un cucchiaio di materia prima frantumata in 600 ml di acqua bollente e far bollire per 5 minuti a fuoco vivo, quindi lasciare per altri 30 minuti. Filtrare, dividere in 3 parti. Prendi mezz'ora prima dei pasti sotto forma di calore.

Preparazione della tintura di alcol: tritare 50 g di radici in un macinino da caffè, versare 200 ml di alcool medico e lasciare per 2 settimane. Quindi filtrare il prodotto attraverso un panno di nylon e aggiungere 50 ml di acqua distillata. Prendi mezzo cucchiaino ogni volta dopo i pasti.

Olivello spinoso e zenzero

Prendi 50 g di foglie secche di olivello spinoso e radice di zenzero, taglia a pezzi non più grandi di 0,5 cm, metti in un barattolo di vetro e versa 200 ml di glicerina. Infondere la miscela per 2 settimane, quindi filtrare e aggiungere 200 g di miele. Mescolare e conservare in frigorifero. Prendi un cucchiaio al mattino e alla sera.

Lo zenzero è generalmente molto utile con AIT. Attiva la produzione di ormoni tiroidei, lenisce e rafforza il corpo. Pertanto, si consiglia di aggiungere lo zenzero alle insalate, bevande e altri piatti.

L'olivello spinoso può anche essere preso separatamente. Particolarmente utile è l'olio di questa pianta, si beve a stomaco vuoto e 1 cucchiaio al giorno.

Semi di mela

Semi di mela o semi ti aiuteranno anche con questo problema. Hanno bisogno di usare 10 pezzi al mattino e alla sera, masticando attentamente. Bene aiuta la tintura di alcol di semi di mela. Per prepararlo, strofinare il cucchiaio di materia prima in un mortaio, aggiungere 100 ml di alcool e versarlo in un barattolo di vetro o in una bottiglia. Insistere per 10 giorni, quindi filtrare e prendere mezzo cucchiaino due volte al giorno.

Pomata di pigne

Le pigne ripristinano il tessuto tiroideo e prevengono l'atrofia di questo organo. Inoltre, contengono fitormoni, che influenzano favorevolmente le condizioni del paziente.

Quindi, versare 200 g di coni secchi e tritati in una casseruola, aggiungere 1 litro di grasso di maiale e far bollire per 1 ora a bagnomaria, mescolando regolarmente. Quindi filtrare il prodotto e lasciarlo raffreddare. Applica questo unguento sulla parte anteriore del collo al mattino e alla sera.

Inoltre, prendere all'interno del decotto di pigne, migliora anche notevolmente il benessere del paziente. Per la preparazione, far bollire un cucchiaio da dessert di coni tritati in 300 ml di acqua (far bollire per 5 minuti) e dividerlo in 3 parti. Assumere dopo i pasti sotto forma di calore.

Marmellata di noci verdi

Quando le noci verdi della malattia di Hashimoto sono molto utili. Di solito, si consiglia di preparare una tintura alcolica, ma la marmellata è molto più vantaggiosa, poiché in questo caso le noci verdi possono essere consumate intere.

Quindi, metti i frutti giovani in una grande vasca e copri con acqua. Devono essere immersi per 1 settimana, mentre si cambia acqua tre volte al giorno. Quindi pulire la parte superiore della pelle con un coltello e mettere i dadi a fuoco basso in uno sciroppo dolce. Il tempo di cottura è di circa 5 ore. Mescolare le noci di tanto in tanto, togliere la schiuma, provare il piatto di zucchero. Quindi conservare in barattoli sterili. Il giorno hai bisogno di mangiare 4-6 noci e bere un cucchiaio di sciroppo. Questo è un piatto gustoso e molto salutare che può essere mangiato tutto il tempo. Mantiene il livello degli ormoni stimolanti la tiroide a un livello normale.

Erba lunare

Se il lobo sinistro o destro della ghiandola tiroidea si sta riducendo rapidamente o si è formato un nodo nel tessuto, iniziare il trattamento con l'erba della polmonaria. Portare a ebollizione 3 tazze di acqua, aggiungere 2 cucchiai di erba secca e un pizzico di peperoncino in acqua bollente, cuocere per 5 minuti. Attendere che la miscela si raffreddi, filtrare e bere 1 bicchiere tre volte al giorno tra i pasti. È possibile aggiungere il miele a un decotto per migliorare il gusto. Il trattamento dovrebbe durare diversi mesi.

Tintura di citronella

Per il trattamento della tiroidite autoimmune, la tintura delle foglie di Schisandra aiuta bene i pazienti. Questo farmaco attiva la produzione di ormoni tiroidei. Per prepararlo, mescolare 200 ml di alcool al 70% e 3 cucchiai di foglie secche schiacciate di schisandra. Insistere in un barattolo o una bottiglia ben chiusi per 2 settimane, agitando di tanto in tanto. Quindi filtrare e iniziare il corso del trattamento. Prendi la tintura al mattino e alla sera per un'ora prima dei pasti per 25-30 gocce (puoi romperla in acqua). La durata della terapia deve essere di almeno 1 mese.

Bear bile tintura

Questo strumento inibisce il lavoro della ghiandola tiroidea, ma allo stesso tempo stimola il ripristino delle cellule di questo organo e interrompe il processo di atrofia.

Per preparare la tintura, devi prima tagliare a pezzi piccoli la cistifellea secca dell'orso. Può essere ottenuto da cacciatori o guaritori. Quindi versare le materie prime frantumate in un barattolo da tre litri e aggiungere la vodka. Il vaso deve essere riempito fino all'orlo. Coprilo con un coperchio stretto e posizionalo in un luogo buio. Ogni giorno devi scuotere la tintura. Insistila per 2 mesi.

Quando il prodotto è pronto, filtrarlo e iniziare un ciclo di trattamento. Il dosaggio è calcolato in base al peso del paziente - 1 cucchiaino da caffè per 50 kg di peso. Prendi il farmaco tre volte al giorno a stomaco vuoto, in mezz'ora puoi mangiare.

Dopo un mese, è necessario terminare il corso e riposare per 2 settimane, quindi iniziare di nuovo a prendere la tintura della bile d'orso. Quindi continua fino a quando non si beve una lattina da tre litri.

Tasse di erbe

Nel trattamento della tiroidite autoimmune, gli incontri a base di erbe, che comprendono diverse piante di diverso spettro d'azione (che regolano il sistema ormonale, normalizzano il sistema immunitario, ecc.), Trarranno grande beneficio. Daremo alcune ricette provate:

  • Parmelia erba tentacolare - 2 parti;
  • Fiori di camomilla - 1 parte;
  • Grass Fucus blistering - 1 parte;
  • Semi di lino - 1 parte;
  • Erba di Zheleznyak - 1 parte;
  • L'erba di Potentilla è bianca - 1 parte.

Far bollire in una casseruola 800 ml di acqua distillata, gettare 1 cucchiaio di erbe e cuocere a fuoco basso per 5-7 minuti. Coprire la padella con una coperta per la notte e insistere fino al mattino (è possibile versare la droga in un thermos). Prendi 1 tazza di brodo filtrato un'ora prima dei pasti, bevi il resto prima di andare a letto. Durata dell'impianto - da 1 a 4 mesi, a seconda della negligenza della malattia.

Spesso i guaritori prescrivono una tale raccolta:

  • Erba di Motherwort - 2 parti;
  • Erba delicatamente - 1 parte;
  • Fiori di biancospino - 1 parte;
  • Radice radice nera - 1 parte;
  • Fiori margherite - 1 parte.

Mescolare tutti gli ingredienti Far bollire 2 tazze d'acqua in una casseruola, buttare 1 cucchiaio della raccolta e cuocere a fuoco medio senza coperchio. Quando metà del liquido è evaporato, rimuovere il farmaco dal calore e dalla tensione. Prendi 2 cucchiai tre volte al giorno prima dei pasti. Le erbe di questa collezione riducono l'aggressività del sistema immunitario alle cellule della tiroide. Inoltre, l'erba madre allevia il sistema nervoso allentato e le calendule purificano e rafforzano il corpo.

Con una grande quantità di peso, costante affaticamento, prendi questa collezione:

  • Foglie di lampone - 2 parti;
  • Erba europea livellatrice - 2 parti;
  • Erba di angelica - 1 parte;
  • Fiori di calendula - 1 parte;
  • Erba di Mylynänka - 1 parte;
  • Erba di vischio - 1 parte.

In serata, infornare in un thermos 1,5 cucchiai della raccolta in un litro di acqua bollente, insistere fino al mattino. Dividere la bevanda in 4 parti, assumere durante il giorno sotto forma di calore.

Per le donne incinte e le donne che allattano al seno, questa ricetta è adatta:

  • Fiori di camomilla - 2 parti;
  • Erba della lemma - 2 parti;
  • Foglie di tiglio e infiorescenze - 1 parte;
  • Fiori di calendula - 1 parte;
  • Radice di liquirizia - 1 parte.

Mescolare 1 cucchiaio da tavola della raccolta e 2 bicchieri d'acqua, portare ad ebollizione, far bollire solo 1 minuto e togliere dal fuoco. Dividere in 3 parti, assumere sotto forma di calore in un'ora dopo aver mangiato.

Scrivi nei commenti sulla tua esperienza nel trattamento delle malattie, aiuta altri lettori del sito!
Condividi contenuti sui social network e aiuta amici e familiari!

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Che cosa può essere causato da stress, ormoni, come influenzano il corpo, le loro funzioni, cortisolo, prolattina, adrenalina, cause, conseguenze, come ridurre.

Tonsille: una coppia di organi situati di fronte alla laringe e che partecipano alla protezione del sistema immunitario, formazione del sangue. Sono anche chiamati ghiandole.

La dieta per l'ipotiroidismo per la perdita di peso è progettata per ridurre l'eccesso di peso e normalizzare la ghiandola tiroidea.