Principale / Sondaggio

Sintomi di ipertiroidismo nelle donne, trattamento della ghiandola tiroidea

In questo articolo imparerai:

La combinazione di sintomi dovuta all'iperfunzione della ghiandola tiroidea è scientificamente chiamata ipertiroidismo (tireotossicosi). Questa patologia è opposta all'ipotiroidismo ed è caratterizzata da un aumento dei livelli di tiroxina e triiodotironina nel corpo. La saturazione di tessuti e organi con una quantità eccessiva di ormoni porta ad un'accelerazione patologica del metabolismo e ad una diminuzione della funzionalità di tutti i sistemi.

Informazioni generali

Dalla sua origine, la sindrome è primaria, secondaria, terziaria. Nel primo caso, le violazioni si verificano nella stessa ghiandola, nel secondo, i malfunzionamenti della ghiandola pituitaria, nel terzo la causa è la disfunzione dell'ipotalamo.
L'ipertiroidismo colpisce principalmente le donne, rispetto agli uomini, soffrono di questa malattia circa 10 volte più spesso. La prevalenza della patologia è piuttosto elevata, ma non raggiunge il livello epidemiologico dell'ipotiroidismo.

In media, circa 20 casi di ipertiroidismo sono registrati su mille donne. L'età della malattia: 20-50 anni.

L'iperfunzione della ghiandola tiroidea nelle donne porta ad una stimolazione anormale di tutto il corpo. Soprattutto reagire acutamente a tali effetti vasi e il cuore. Sullo sfondo dei processi che si verificano sotto l'influenza della sindrome, i tessuti e gli organi iniziano a sentire il bisogno di una maggiore quantità di ossigeno, che porta ad un aumento del lavoro del cuore. Il sintomo più caratteristico dell'ipertiroidismo è il cosiddetto "cuore tireotossico".

Non solo il cuore, ma tutti gli altri sistemi stanno iniziando a funzionare in una modalità estrema. Senza una terapia tempestiva e adeguata, l'ipertiroidismo è irto di sviluppo di una crisi tireotossica. Un attacco di intossicazione acuta con ormoni tiroidei può causare coma e morte.

motivi

L'ipertiroidismo si verifica a causa di malattie della tiroide esistenti. In circa il 70% delle situazioni cliniche, l'iperfunzione dell'organo è una manifestazione estrema della malattia di Graves. Questa malattia ha un'origine autoimmune: il corpo stesso produce anticorpi che provocano una costante stimolazione della ghiandola tiroidea, che provoca la crescita della ghiandola e un'eccessiva produzione di composti biologicamente attivi.

Le principali cause della malattia nelle donne sono:

  • Infiammazioni virali (tiroidite acuta): questa patologia è temporanea;
  • Neoplasie sotto forma di nodi nella ghiandola tiroidea (la malattia di Plummer) - più spesso diagnosticata negli anziani;
  • Adenoma tiroideo;
  • Formazioni tumorali della ghiandola pituitaria;
  • Uso a lungo termine di ormoni sintetici.

A volte i fattori più rari che portano alla formazione di ipertiroidismo nelle donne sono registrati - teratoma ovarico o ormone in eccesso a causa di un'eccessiva assunzione di iodio.

Caratteristiche principali

Esistono 3 forme di malattia: lieve, moderata (manifesta) e grave. La forma lieve non si manifesta e viene rilevata solo in clinica (solitamente questa variante della malattia è caratteristica degli anziani). La forma media nelle donne è caratterizzata da sintomi caratteristici che richiedono un trattamento da un medico. In forma grave, insufficienza acuta di vari organi, cambiamento di comportamento.

I sintomi della malattia sono estremamente diversi. La gravità dei sintomi è determinata dalla gravità della malattia e dal livello di impatto sui singoli organi. Le manifestazioni esterne di ipertiroidismo si manifestano in un aumento delle dimensioni della ghiandola tiroidea.

A volte i segni visivi consentono di identificare immediatamente la causa principale della malattia - gozzo tossico nodulare o diffuso.

I sintomi principali dell'ipertiroidismo sono i seguenti:

  1. Eccitabilità, emotività eccessiva, aggressività, ansia senza causa, paura, insonnia, tremore alle mani;
  2. Sintomi oftalmologici - esoftalmo (protrusione dell'occhio e dilatazione della rima palpebrale), diplopia (visione doppia), progressivo degrado del nervo ottico (a volte causa perdita della vista), gonfiore, incapacità a concentrare l'aspetto.
  3. Aritmia, tachicardia progressiva sullo sfondo di un aumento dell'indicatore superiore di pressione e diminuzione della diastolica, insufficienza cardiaca;
  4. Mancanza o aumento dell'appetito (gli anziani possono rifiutarsi completamente di mangiare), diarrea frequente, violazione del processo di formazione della bile, dolore parossistico nell'addome;
  5. Dispnea persistente, ridotta capacità polmonare;
  6. Miopatia tireotossica (costante affaticamento muscolare, diminuzione del tono muscolare), tremito degli arti e di tutto il corpo, osteoporosi, che causa fragilità e fragilità delle ossa;
  7. Sudorazione intensa e un costante aumento della temperatura;
  8. Morbilità e mestruazioni irregolari (nei casi gravi, le donne in età riproduttiva sviluppano amenorrea - la totale assenza di mestruazioni).

Spesso, le donne sullo sfondo della disfunzione tiroidea, c'è un aumento nel fegato, assottigliamento dei capelli, minzione frequente, perdita di peso. L'ultimo sintomo a volte si manifesta anche con un appetito normale e aumentato. Un'altra caratteristica caratteristica è i primi capelli grigi.

Infografica: sintomi di ipertiroidismo

trattamento

La terapia dell'ipertiroidismo è prescritta da un endocrinologo.

Esistono diversi metodi terapeutici volti ad eliminare questa patologia:

  • Effetti della droga;
  • Resezione di gozzo diffuso o tumori della tiroide;
  • Terapia sintomatica finalizzata al ripristino dello stato funzionale degli organi.

Il trattamento farmacologico prevede l'uso di farmaci antibatterici. In genere, questo metodo di terapia viene utilizzato per iperfunzione da lieve a moderata della ghiandola tiroidea. In caso di grave ipertiroidismo, la terapia medicinale viene applicata nella fase preparatoria prima dell'operazione.

Nei casi più gravi, viene utilizzato un trattamento radicale - una resezione subtotale della ghiandola tiroidea in Nikolaev. Indicazioni per la chirurgia - l'allargamento persistente della ghiandola e l'intolleranza ai farmaci per il trattamento.

Metodi di ricerca e trattamento dell'ipertiroidismo tiroideo.

Da 40 a 100 mila persone affrontano l'ipertiroidismo ogni anno, e la medicina sta cercando di trovare nuovi modi per diagnosticare e curare una malattia al fine di aiutare una persona anche prima che i sintomi della malattia che portano all'ipertiroidismo cominciano a comparire.

Diagnosi di ipertiroidismo

Naturalmente, come in ogni malattia, la diagnosi inizia con l'esame del paziente, i suoi reclami e la raccolta dell'anamnesi.

Ma il principale metodo di diagnosi è uno studio di laboratorio sugli ormoni tiroidei nel sangue, dal momento che i sintomi clinici non sempre sono correlati (cioè sono coerenti) con i cambiamenti dello sfondo ormonale del sangue. Spesso, i cambiamenti nei parametri di laboratorio sono osservati in assenza di reclami da parte del paziente.

Nell'ipertiroidismo, la ghiandola tiroide produce troppi ormoni e il cervello cerca di ridurli minimizzando la produzione di ormone stimolante la tiroide (TSH), che è prodotto dalla ghiandola pituitaria anteriore.

Pertanto, la determinazione del livello basale dell'ormone stimolante la tiroide è un parametro di screening:

-i livelli normali di ormone stimolante la tiroide si riscontrano in persone sane e in pazienti clinicamente poco appariscenti, e in questo caso i medici possono rifiutarsi di determinare il livello degli ormoni tiroidei in futuro,

-un aumento del T3 libero e del T4 libero, insieme a una diminuzione dei livelli di ormone stimolante la tiroide, indica una manifestazione di ipertiroidismo.

Quando si interpretano i dati di laboratorio, si nota che l'ipertiroidismo T3 isolato può verificarsi con estrema carenza di iodio con un livello normale di ormone stimolante la tiroide (TSH) quando il livello di T3 libero aumenta e il livello di T4 libero diminuisce. Inoltre, con ipertiroidismo latente o compensato, valori inaspettatamente normali di T3 libero e T4 libero si trovano sullo sfondo di un basso livello di TSH.

Un altro importante studio di laboratorio è la determinazione degli anticorpi contro i recettori dell'ormone stimolante la tiroide dell'ipofisi e degli anticorpi contro la tireoperossidasi. La loro presenza nel sangue indicherà una lesione immunitaria della ghiandola tiroidea ed è caratteristica dell'ipertiroidismo immunogenico (malattia di Basedow o tiroidite di Hashimoto).

Inoltre, la determinazione del contenuto di iodio nelle urine insieme ad un aumento del livello di T3 e T4 liberi senza una diminuzione del livello basale di TSH può verificarsi nel cosiddetto ipertiroidismo centrale, ad esempio nell'adenoma ipofisario.

Ulteriori metodi di ricerca ipertiroidismo:

-Ultrasuoni della ghiandola tiroidea: determina la sua dimensione, la presenza e la dimensione dei nodi, la loro localizzazione.

-ECG: aumento della frequenza cardiaca, disturbi del ritmo cardiaco.

-Scintigrafia radioisotopica: valutazione dell'attività funzionale della tiroide mediante radioisotopi.

-Biopsia dei nodi per escludere neoplasie maligne.

-Se necessario, viene eseguita una tomografia computerizzata della ghiandola tiroidea per chiarire la diagnosi.

Trattamento dell'ipertiroidismo.

La terapia è prescritta in base alla causa dell'ipertiroidismo. Trattamento farmacologico fondamentalmente distinto, trattamento chirurgico e terapia con radioiodio.

Trattamento farmacologico

Quando la terapia farmacologica ha prescritto i farmaci tireostatici, che bloccano la formazione di ormoni tiroidei e impediscono l'accumulo di iodio in esso. Questi includono tirosolo, metimazolo, propiltiouracile, tiamazolo, carbimazolo. La durata del trattamento è di 1-1,5 anni, iniziano con grandi dosi fino a quando il livello di T3 e T4 liberi è normalizzato, quindi la dose viene gradualmente ridotta al mantenimento (10-15 mg al giorno). In parallelo, prescrivere farmaci ormone tiroideo per sostituire i propri ormoni distrutti-L-tiroxina, Eutirox (50-75 mg al giorno). Effetto collaterale della tireostatica:

-gozzo - un aumento delle dimensioni della tiroide,

-diminuzione del livello dei globuli bianchi e delle piastrine nel sangue,

-disfunzione epatica - aumento di ALT e AST,

-mal di testa, diarrea, disturbi mestruali.

Ma la tireostasi nell'ipertiroidismo sullo sfondo dell'infiammazione della ghiandola tiroidea (tiroidite) non funziona, perché non può influenzare attraverso il processo infiammatorio.

Il propranololo (un bloccante beta-adrenorecettore non cardio selettivo) viene anche utilizzato per ridurre la frequenza cardiaca, oltre a ridurre i sintomi non cardiaci dell'ipertiroidismo e inibire la conversione di T4 in T3.

La frequenza di recidiva con il trattamento farmacologico è del 70%.

Trattamento chirurgico

La condizione principale per il trattamento chirurgico è la normalizzazione dei parametri di laboratorio T3 e T4. La tiroidectomia (rimozione completa della ghiandola tiroidea) è il trattamento di scelta per il carcinoma della tiroide, per tumori benigni, così come per le grandi dimensioni e la compressione degli organi adiacenti, viene eseguita una resezione subtotale della ghiandola tiroidea (non tutta la ghiandola viene rimossa, ma solo una parte di essa viene rimossa).

Di norma, dopo la completa rimozione della ghiandola tiroidea, i pazienti assumono ormoni tiroidei per tutta la vita.

Terapia con radioiodio

Nella maggior parte dei casi, la terapia con radioiodio viene utilizzata come alternativa al trattamento chirurgico. Il metodo si basa sulla penetrazione di iodio radioattivo nella ghiandola tiroidea con il suo accumulo graduale nella sua area. Quando si disintegra, le cellule tiroidee delle cellule tiroidee vengono distrutte. Condotto dopo il successo della normalizzazione degli ormoni tiroidei. Lo iodio radioattivo non viene assegnato nei seguenti casi:

-malato sotto i 20 anni

-incinta e allattamento,

-tiroidite e altre forme transitorie di ipertiroidismo.

Dopo il trattamento, i pazienti spesso sviluppano ipotiroidismo, che richiede la nomina di farmaci contenenti ormoni tiroidei. Il tasso di recidiva è 0%.

I farmaci iodarinici e contenenti iodio per l'ipertiroidismo sono controindicati!

Prevenzione dell'ipertiroidismo.

Prevenire lo sviluppo dell'ipertiroidismo consiste in una corretta alimentazione, esercizio fisico, uso ragionevole di iodio, ricca nutrizione vitaminica, trattamento tempestivo delle malattie della tiroide esistenti.

Se non tratti l'ipertiroidismo o cerchi di far fronte alla malattia, scegli un trattamento errato, quindi può verificarsi una crisi tireotossica, durante la quale tutti i sintomi dell'ipertiroidismo peggiorano bruscamente. Parleremo della crisi tireotossica in un articolo a parte.

Tutti i pazienti con ipertiroidismo devono essere sotto la supervisione di un endocrinologo, che aiuterà a prescrivere correttamente il trattamento e ridurre il rischio di possibili complicazioni!

ipertiroidismo

L'ipertiroidismo è una sindrome endocrinologica innescata dall'iperfunzione della ghiandola tiroidea - produzione eccessiva di ormoni tiroidei - triiodotironina e tiroxina. Come risultato di un eccesso di ormoni nella ghiandola tiroidea, i processi metabolici sono accelerati nel sangue.

Questa malattia è l'opposto dell'ipotiroidismo, durante il quale, al contrario, la composizione degli ormoni tiroidei diminuisce e il processo metabolico rallenta. Per determinare la malattia (ipertiroidismo), vengono esaminati per la composizione degli ormoni nella ghiandola tiroidea e l'ormone stimolante la tiroide, e anche per eseguire la scintigrafia, la biopsia (se necessario) e gli ultrasuoni. Molto spesso, l'ipertiroidismo viene rilevato durante l'esame nelle donne, molto più spesso che negli uomini. Anche le persone con malattie autoimmuni e una predisposizione genetica sono a rischio.

Cause di ipertiroidismo

  1. La ragione principale dello sviluppo dell'ipotiroidismo sarà uno squilibrio del sistema nervoso, che porta all'iperfunzione della ghiandola tiroidea. La prima ragione per questo potrebbe essere un trauma psicologico.
  2. Un altro motivo potrebbe essere un danno autoimmune alla ghiandola tiroidea, a causa di uno squilibrio del sistema immunitario. Contribuisce all'insorgenza e alle malattie infettive passate.
  3. In molti casi, la malattia si sviluppa sullo sfondo di gozzo tossico diffuso, nel 70-80% dei casi la malattia può verificarsi a causa di questo motivo (malattia di Grave, malattia di Grave), lo stesso allargamento della ghiandola tiroide da diversi lati. In questa malattia, gli anticorpi sono prodotti contro i recettori per gli ormoni stimolanti la tiroide della ghiandola pituitaria. Nel processo di questa azione, la ghiandola tiroide aumenta drammaticamente, poiché gli ormoni tiroidei sono prodotti in una quantità sovrastimata. Spesso la malattia può essere trovata tra i fumatori.
  4. Se la malattia è di natura virale, questi includono tiroidite (tiroidite autoimmune di Hashimoto), quindi gli ormoni tiroidei entrano nel flusso sanguigno e può verificarsi la distruzione delle cellule follicolari della tiroide. In questa situazione, l'ipertiroidismo potrebbe non durare a lungo e la natura della malattia non sarà troppo severa. La durata della malattia può richiedere tempo da una settimana a uno o più mesi.
  5. Come molte altre malattie endocrine, l'ipertiroidismo può essere ereditato. Una delle cause più comuni di esso sarà la formazione nodulare. Tali nodi aumentano la concentrazione di ormoni nel corpo. Il più delle volte viene diagnosticato sullo sfondo di malattie virali, processi infiammatori. Se ci sono condensazioni nella ghiandola tiroidea, questo significa che gli ormoni tiroidei iniziano a funzionare ancora di più.
  6. In presenza di tumori ipofisari, così come di adenomi nella ghiandola tiroidea (tumori, sono prodotti dagli ormoni tiroidei) o striature ovariche (tumori costituiti da cellule dell'ormone tiroideo e ghiandola tiroidea), aumenta la probabilità di formazione di ipertiroidismo.
  7. L'ipertiroidismo può svilupparsi se gli ormoni tiroidei sintetici vengono assunti in alte concentrazioni o se c'è una scarsa percezione dei tessuti ipofisari con gli ormoni tiroidei.

Classificazione dell'ipertiroidismo

L'ipertiroidismo è diviso in tre tipi:

  • primario (associato a patologia della tiroide);
  • secondaria (associata alla patologia della ghiandola pituitaria);
  • terziario (si verifica a causa di patologia dell'ipotalamo).

E ci sono più forme della malattia della seguente natura:

  • subclinico (triiodotironina bassa, composizione T4 normale, nessun sintomo);
  • manifest (bassa triiodotironina, composizione T4 alta, ci sono sintomi della malattia);
  • complicato (surrenale e insufficienza cardiaca, fibrillazione atriale, psicosi, distrofia degli organi parenchimali e altri).

Sintomi di ipertiroidismo

L'ipertiroidismo si manifesta in varie lesioni della ghiandola tiroidea. Quando c'è una delle patologie c'è un livello sovrastimato di ormoni tiroidei, ma ognuna ha le sue caratteristiche l'una dall'altra. La comparsa dei sintomi dell'ipertiroidismo dipende dalla durata e dalla gravità della malattia, dal grado di danneggiamento di organi, sistemi o tessuti.

  1. La malattia è accompagnata da un disturbo nel sistema nervoso centrale e nell'attività mentale, a seguito della quale il paziente appare: irritabilità, mancanza di equilibrio, ansia e paura, un aumento dei processi mentali, e c'è troppo discorso veloce, scarsa concentrazione di pensieri, tremore su piccola scala, disturbi del sonno;
  2. Nei disturbi della natura cardiovascolare della malattia si verificano: deterioramento del ritmo cardiaco (tachicardia difficile da curare, flutter atriale e sfarfallio), un aumento della pressione sistolica (superiore) e una diminuzione della pressione arteriosa diastolica (inferiore), polso rapido, aumento della portata sanguigna, scompenso cardiaco ;
  3. Nell'ipertiroidismo possono verificarsi disturbi oftalmologici, osservati nel 45% dei pazienti. C'è un aumento della fessura palpebrale, il bulbo oculare si gonfia in avanti (esoftalmo), la sua mobilità diventa limitata, c'è un lampo raro, le palpebre si gonfiano, gli oggetti si raddoppiano quando li guardi. Si può osservare secchezza della cornea, dolore agli occhi, flusso di lacrime, tutto ciò porta alla cecità, che si verifica a seguito di cambiamenti nel nervo ottico e della sua compressione.
  4. Un segno di ipertiroidismo può essere una violazione del metabolismo. Di conseguenza, aumenta il tasso metabolico, che porta ad una diminuzione del peso corporeo, anche con un buon appetito, si sviluppa il diabete della tiroide, l'aumento della temperatura e l'intolleranza al calore della sudorazione. Il fallimento appare nelle ghiandole surrenali, poiché sotto l'azione degli ormoni tiroidei si verifica una rapida disintegrazione del cortisolo.
  5. La malattia colpisce anche la pelle, diventa sottile, umida e calda, e anche sui capelli, i capelli grigi appaiono precocemente, diventa magro.
  6. Con la comparsa di congestione ed edema, si può verificare mancanza di respiro e diminuzione della capacità polmonare.
  7. Disturbi nello stomaco sono accompagnati da indigestione, dolore addominale, aumento dell'appetito, povero sgabello, ingrossamento del fegato (ittero).
  8. I pazienti in età avanzata possono perdere l'appetito, l'anoressia può svilupparsi.
  9. Durante la malattia si possono osservare i sintomi della miopatia tireotossica: affaticamento muscolare, malessere, debolezza del corpo e degli arti e deperimento muscolare. I pazienti possono essere difficili da sopportare lunghe passeggiate o sperimentare il sollevamento di carichi pesanti. La paralisi muscolare tireotossica può anche svilupparsi durante una malattia. Lo scambio d'acqua è disturbato, c'è una necessità frequente d'acqua, c'è un urination forte e frequente.
  10. I disturbi sessuali portano a un deterioramento della secrezione di gonadotropine femminili e maschili, in conseguenza della quale la sterilità è inevitabile. Ci sono irregolarità nel ciclo mestruale nelle donne (dolore, piccole perdite, irregolarità), svenimento, grave debolezza, mal di testa. Negli uomini, una diminuzione della potenza e della ginecomastia.

Diagnosi di ipertiroidismo

Per diagnosticare l'ipertiroidismo, è necessario eseguire una serie di test:

  • Ultrasuoni e TC della ghiandola tiroidea: per determinarne le dimensioni e la violazione;
  • analisi del sangue per gli ormoni;
  • scintigrafia radioisotopica: per valutare l'attività funzionale della tiroide, determinare la formazione nodulare in essa;
  • sito di biopsia: puoi scoprire la natura del tumore;
  • ECG per determinare anomalie nel sistema cardiovascolare.

La diagnosi può essere fatta sulla base delle manifestazioni cliniche e dei risultati dello studio.

Complicazioni di ipertiroidismo

Se il decorso della malattia si manifesta in modo sfavorevole, può verificarsi una crisi tireotossica. Lo stress, varie malattie di natura infettiva, grandi carichi possono portare a tali conseguenze.

Una crisi porta con sé una rapida esacerbazione dei vari sintomi di questa malattia: insufficienza cardiaca, tachicardia, febbre e, se la crisi continua, si può verificare uno stato di coma e morte. C'è una crisi "apatica", i suoi sintomi: cachessia, apatia, indifferenza, la crisi tireotossica si osserva solo nelle donne.

Trattamento dell'ipertiroidismo

Al giorno d'oggi, l'endocrinologia ha i seguenti metodi di trattamento dell'ipertiroidismo, che possono essere usati insieme o in isolamento.

I metodi includono:

  • terapia farmacologica (conservativa);
  • rimozione chirurgica di una parte o di tutta la ghiandola tiroidea;
  • terapia con radioiodio.

L'endocrinologo sceglie il trattamento per il paziente. La scelta del trattamento che aiuterà il paziente dipende da diversi fattori: la malattia che ha colpito l'insorgenza di ipertiroidismo, la gravità di esso, la presenza di altre malattie, le allergie ai farmaci, l'età del paziente e tiene anche conto della natura individuale dell'organismo.

Trattamento conservativo dell'ipertiroidismo

È necessario il trattamento della malattia con un metodo farmacologico per influenzare l'attività secretoria della tiroide e per ridurre la produzione di ormoni tiroidei eccessivi. Per il trattamento vengono utilizzati farmaci tireostatici (antitiroidei): propiltiouracile o metimazolo, aiutano a impedire l'accumulo di iodio, necessario per la secrezione di ormoni nella ghiandola tiroidea.

Il ruolo principale è svolto dal metodo non farmacologico, che mira a curare un paziente con ipertiroidismo. Tali metodi includono idroterapia e nutrizione. I pazienti con ipertiroidismo devono sottoporsi a un trattamento di sanatorio una volta all'anno, soprattutto per concentrarsi sul trattamento delle malattie cardiovascolari.

I pasti devono contenere la quantità richiesta di grassi, proteine ​​e carboidrati, così come i sali minerali e le vitamine, gli alimenti che hanno un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale (cioccolato, caffè, spezie, tè forte) rientrano nella restrizione.

Trattamento chirurgico dell'ipertiroidismo

Al fine di prendere una decisione sulla chirurgia, al paziente vengono offerti diversi tipi di trattamento, ed è anche necessario decidere il volume e il tipo di intervento chirurgico se è necessario un intervento. La necessità di un intervento chirurgico non è mostrata a tutti i pazienti e consiste nella rimozione parziale della ghiandola tiroidea. L'operazione è necessaria per i pazienti nei quali un singolo nodo o una porzione eccessiva della ghiandola tiroidea ha una secrezione aumentata. Dopo l'intervento, la parte restante della ghiandola tiroide funzionerà normalmente.

Se la maggior parte della ghiandola tiroidea viene rimossa (resezione subtotale), il paziente può sviluppare ipotiroidismo e deve sottoporsi a terapia per tutta la vita. Se una grande parte dell'organo viene rimossa, il rischio di tireotossicosi e di recidiva si riduce di parecchie volte.

È sempre più preferibile provare metodi alternativi di trattamento e quindi passare alla chirurgia. Come per qualsiasi operazione, l'intervento nella ghiandola tiroidea ha i suoi rischi, controindicazioni, possibili effetti collaterali.

Trattamento dell'ipertiroidismo con iodio radioattivo

Il trattamento con iodio radioattivo (radioiodio terapia) è che al paziente viene prescritto di assumere iodio radioattivo in una soluzione o capsula acquosa. Dopo che la sostanza entra nelle cellule della ghiandola tiroidea, viene raccolta lì e inizia ad agire, porta alla loro distruzione. Di conseguenza, la ghiandola tiroidea diventa più piccola, la composizione e la secrezione di ormoni nel sangue diminuiscono. La terapia con radioiodio viene effettuata insieme a cure mediche. Il recupero finale non si verifica nei pazienti, rimane ipertiroidismo, ma non molto pronunciato, quindi è necessario un secondo ciclo di trattamento. Nella maggior parte dei casi, dopo terapia con radioiodio, si osserva ipotiroidismo per un mese o per anni, quindi viene eseguita una terapia in cui il paziente assume gli ormoni tiroidei per il resto della sua vita.

Altri trattamenti per ipotiroidismo

Durante il trattamento della malattia vengono usati ß-bloccanti, il loro compito diretto è quello di bloccare l'effetto sul corpo degli ormoni tiroidei. Il benessere del paziente può durare per diverse ore, anche con una composizione ormonale sovrastimata nel sangue. I beta-bloccanti adrenergici sono farmaci: metoprololo, nadololo, inderal-la, atenololo. L'eccezione è l'ipotiroidismo, che è causato dalla tiroidite, non tutti questi farmaci possono avere un risultato positivo del trattamento. L'uso di ß-bloccanti combinato con altri metodi di trattamento della malattia.

Prognosi e prevenzione dell'ipertiroidismo

Prima di tutto, i pazienti con ipertiroidismo devono essere osservati da un endocrinologo. Un trattamento competente e tempestivo consentirà al paziente di riprendersi più rapidamente dalla malattia e prevenire ulteriori sviluppi della malattia. È necessario iniziare il trattamento immediatamente dopo che è stata fatta una diagnosi, non bisogna automedicare.

Al fine di prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario seguire una dieta, mangiare cibi che contengono iodio, iniziare il trattamento in modo tempestivo se viene rilevata una malattia della tiroide.

La dieta per l'ipertiroidismo può essere la seguente:

  • Opzione 1: Colazione: insalata di frutta e verdura, con olio vegetale, uova strapazzate, tè verde.

Seconda colazione: porridge a base di farina d'avena, un panino con formaggio (il pane dovrebbe essere cotto ieri), gelatina.

Pranzo: zuppa di pollo, carne di manzo (bollita), riso bollito con un pezzetto di burro, composta di frutta secca.

Spuntino: drink alla rosa canina, biscotti d'avena.

Cena: zrazy con uovo di carne, grano saraceno con burro, gelatina, pane (sfornato ieri).

Seconda cena: kefir o ryazhenka tra cui scegliere.

  • Opzione 2: Colazione: pancake a base di ricotta con panna acida a bassa percentuale, tè nero.

    Seconda colazione: porridge di latte di grano saraceno, burro in piccole quantità, yogurt non molto dolce, gelatina di frutta.

    Pranzo: zuppa di verdure, cotoletta di pollo al vapore, pane di pasticceria di ieri, composta di frutta secca.

    Pranzo: macedonia di frutta, tè verde, uvetta, una manciata.

    Cena: fagioli bolliti, il pesce non è una varietà grassa, una bevanda alla rosa canina, i pasticcini di pane di ieri.

  • Opzione 3: Colazione: una frittata di uova, un panino con formaggio e burro, un bicchierino di ryazhenka.

    Seconda colazione: zuppa di spaghetti, tè nero.

    Pranzo: zuppa di pollo, casseruola con carne di manzo non unta, vegetale (da patate, zucchine), gelatina.

    Pranzo: budino di ricotta, pera, tè verde.

    Cena: costolette di pesce con riso al vapore e riso bollito, pasticceria di ieri, composta di mele.

    Seconda cena: kefir piccolo bicchiere.

    Il cibo dovrebbe essere assunto secondo la dieta, non saltare i pasti, poiché questo influenzerà lo stato del corpo, appariranno stanchezza e debolezza. Poiché il corpo ha bisogno di vitamine, è necessario consumare più frutta e verdura, e se ci sono appuntamenti sotto forma di vitamine del gruppo B, così come A e C, è necessario inserirli nella dieta. Queste medicine sono necessarie per il trattamento di occhi, cuore, fegato.

    Ipertiroidismo: sintomi e trattamento

    Ipertiroidismo - i sintomi principali:

    • Dolore addominale
    • Fegato ingrandito
    • Mancanza di respiro
    • Perdita di peso
    • irritabilità
    • Stringere la mano
    • lacrimazione
    • Mancanza di mestruazioni
    • Impulso rapido
    • Sgabelli sciolti
    • Sete intensa
    • Occhi asciutti
    • infertilità
    • Insufficienza cardiaca
    • Sindrome da stanchezza cronica
    • Ingrandimento della tiroide
    • Diminuzione di potenza
    • Protrusione degli occhi
    • Cambiamento di appetito

    L'ipertiroidismo (o tireotossicosi) è una condizione clinica in cui si osserva un'eccessiva produzione di ormone tiroideo, triiodotironina e tiroxina. L'ipertiroidismo, i cui sintomi si manifestano a causa dell'eccessiva saturazione del sangue con questi ormoni e della loro separazione dal flusso sanguigno in tutto il corpo, compresi i tessuti, gli organi e i sistemi, accelera tutti i processi in esso, che influiscono negativamente sulle condizioni generali del paziente in vari modi.

    Descrizione generale

    L'ipertiroidismo è il risultato di vari tipi di patologie che sono rilevanti per la ghiandola tiroide e queste patologie possono essere innescate da disturbi direttamente nella ghiandola tiroidea e disturbi che si verificano in quei processi che regola. Analogamente all'ipotiroidismo, l'ipertiroidismo, a seconda del grado di danno alla ghiandola tiroidea, può manifestarsi nella sua forma primaria (che implica l'effettiva patologia della tiroide), nella forma del secondario (nella patologia ipofisaria), e anche nella forma del terziario (che implica la patologia dell'ipotalamo).

    Come abbiamo inizialmente notato, l'ipertiroidismo porta alla stimolazione dell'attività di tutti i sistemi, i tessuti e gli organi del corpo, e il sistema cardiovascolare in particolare soffre di tali cambiamenti. Il fatto è che sullo sfondo della malattia in esame, e dei processi che essa comporta, i tessuti e gli organi cominciano ad aver bisogno di più ossigeno, che è accompagnato, a sua volta, da un aumento della frequenza delle contrazioni cardiache, con cui tali bisogni sono soddisfatti. Naturalmente, questo influenza il cuore di conseguenza, nell'ipertiroidismo è definito come un "cuore tireotossico". Naturalmente, la tensione è accompagnata dal lavoro di altri organi. Va notato che i pazienti con ipertiroidismo senza il trattamento necessario per questa malattia possono affrontare lo sviluppo di una condizione come la crisi tireotossica, che, a sua volta, senza adeguate cure mediche, può causare il coma.

    Principalmente inclini a donne ipertiroidismo. Quindi, ogni 1.000 donne hanno circa 18-20 casi di questa malattia, mentre negli uomini per lo stesso numero (1000) l'ipertiroidismo si verifica in non più di due casi. Per quanto riguarda i limiti di età, esiste un periodo di 20-50 anni per l'ipertiroidismo.

    Ipertiroidismo: cause

    Come abbiamo già notato, l'ipertiroidismo si sviluppa come risultato di processi patologici nella stessa ghiandola, e anche come risultato della disregolazione della sua regolazione. L'ipertiroidismo si sviluppa prevalentemente a seguito delle seguenti malattie:

    • Gozzo tossico diffuso (o malattia di Basedow) - questa causa porta più spesso allo sviluppo di ipertiroidismo, con questa violazione, vi è un allargamento uniforme della ghiandola tiroide con allo stesso tempo un processo stabile di produzione di ormoni da parte sua.
    • Gozzo tossico nodale / multinodulare (malattia di Plummer) - viene diagnosticato molto meno frequentemente, e soprattutto nelle persone di età avanzata. La caratteristica specifica della patologia in questo caso sta nel fatto che quando si formano nella ghiandola tiroidea si formano sigilli di origine sconosciuta che, come si può intuire dalla definizione di questa patologia, hanno l'aspetto di noduli. L'impatto di loro porta a un'attività ancora maggiore della ghiandola tiroidea.
    • In alcuni casi, l'ipertiroidismo si sviluppa sullo sfondo della tiroidite subacuta, che implica un processo infiammatorio che si sviluppa a seguito della trasmissione di infezioni virali. Tali infiammazioni virali portano a processi distruttivi nelle cellule follicolari della ghiandola tiroidea, nonché al flusso eccessivo di ormoni tiroidei nel sangue. Il decorso dell'ipertiroidismo in questa forma di realizzazione ha una natura lieve e di breve durata (la sua durata può essere nell'ordine di diverse settimane fino a diversi mesi).
    • C'è anche una tale forma di malattia come ipertiroidismo artificiale. Si sviluppa sullo sfondo di un uso incontrollato di ormoni tiroidei. Inoltre, si può sviluppare quando si utilizzano questi ormoni a causa della reale immunità tessutale da parte della ghiandola pituitaria a loro.
    • Esistono cause più rare che contribuiscono allo sviluppo dell'ipertiroidismo:
      • teratomi delle ovaie, accompagnati dalla produzione di ormoni tiroidei (altrimenti, la patologia è definita come struma dell'ovaio, che implica la formazione di formazioni tumorali, che si basano sulle cellule tiroidee in combinazione con questi ormoni prodotti);
      • tumori ipofisari in cui vi è un'aumentata produzione di ormone stimolante la tiroide (TSH) (ad esempio, può essere ipertiroidismo acromegalloide con iperostosi, che significa una combinazione di segni di iperattività dalla ghiandola tiroidea a causa dell'aumentata produzione di TSH con acromegalia e iperostosi diffusa della volta cranica);
      • aumento della produzione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea contro l'introduzione di una quantità eccessiva di iodio nel corpo.

    Caratteristiche del corso di ipertiroidismo

    Cerchiamo di evidenziare alcune delle caratteristiche caratteristiche del corso di ipertiroidismo. Ad esempio, abbiamo già notato che a causa degli ormoni tiroidei il consumo di ossigeno aumenta, in particolare dai tessuti, questo provoca un aumento della formazione di tessuti mentre contemporaneamente aumenta il metabolismo energetico.

    Un'altra caratteristica dell'ipertiroidismo è un aumento della sensibilità del tessuto alla stimolazione simpatica (cioè la stimolazione del sistema nervoso simpatico, che fa parte del sistema nervoso autonomo) e alle catecolamine (cioè, sostanze fisiologicamente attive che agiscono come un tipo di controllo di molecole e mediatori chimici nell'ambito dell'interazione intercellulare, in particolare, questi sono neurotrasmettitori sotto forma di dopamina, norepinefrina e adrenalina).

    A causa dell'aumentato livello di conversione degli androgeni in estrogeni, si verifica un aumento del contenuto della globulina circolante nei tessuti, dovuto al fatto che il legame degli ormoni sessuali è assicurato, e questo a sua volta porta ad un aumento del rapporto tra estrogeni e androgeni. Sullo sfondo di questo tipo di cambiamenti ormonali, la possibilità di sviluppo negli uomini di ginecomastia non è esclusa (patologia che implica un aumento eccessivo delle ghiandole mammarie negli uomini (unilaterale o bilaterale), che in alcuni casi determina la compliance con il tipo femminile).

    A causa dell'accelerazione del processo di distruzione del cortisolo sullo sfondo dell'esposizione agli ormoni tiroidei, si sta sviluppando una clinica di ipocorticismo, che definisce una forma reversibile di insufficienza renale.

    Forme di ipertiroidismo

    L'ipertiroidismo può verificarsi in forma lieve o moderata, così come in forma grave.

    La forma lieve del decorso della malattia (forma subclinica) è caratterizzata da un decorso asintomatico, la triiodotironina (T4) è normale in termini di indicatori attuali, i tassi di TSH (ormone stimolante la tiroide) sono leggermente inferiori.

    La forma successiva è una forma di moderata gravità (in altre parole, esplicita o manifesta). In questo caso, gli indicatori del livello T4 sono caratterizzati da un aumento, mentre gli indicatori del TSH sono significativamente ridotti, si manifestano i sintomi caratteristici della malattia.

    E infine, forma grave (complicata) del decorso della malattia, in cui vi è surrenale o insufficienza cardiaca, fibrillazione atriale, grave sottopeso, psicosi e altri tipi di patologia, indicando, rispettivamente, il danno a determinati sistemi specifici, gli organi e le loro funzioni intrinseche.

    Considerare i principali sintomi dell'ipertiroidismo, corrispondenti alla severità specificata della sua manifestazione:

    Oltre ai cambiamenti inizialmente rilevati nei livelli di ormoni nel sangue (che viene rilevato con un'appropriata analisi del sangue), vi è una diminuzione del peso a un livello moderato di manifestazione (entro 5 kg). C'è anche la tachicardia, in cui la frequenza cardiaca non è più di 100 battiti al minuto, non ci sono cambiamenti nel ritmo delle contrazioni. Anche i sintomi delle ghiandole endocrine, che indicano una violazione delle loro funzioni, sono assenti (ad eccezione della ghiandola tiroidea). Inoltre, i pazienti hanno un certo grado di irritabilità, sudorazione (manifestata anche in condizioni di stanze con una temperatura normale).

    La perdita di peso è pronunciata (circa 10 kg). Nel miocardio, si notano cambiamenti nella scala patologica, la tachicardia appare con una frequenza cardiaca nell'intervallo da 100 a 120 battiti / min. In questo caso, la tachicardia è caratterizzata dalla stabilità della propria manifestazione, e questo non dipende dalla situazione in cui si trova la persona, anche la connessione con il sonno precedente e lo stato di riposo prolungato sono assenti. Il metabolismo dei carboidrati è compromesso, il colesterolo nel sangue diminuisce, compaiono disturbi gastrointestinali (che è caratterizzato da feci liquide e frequenti).

    Aumentare gradualmente i segni che indicano l'importanza dell'insufficienza surrenalica. I pazienti presentano un tremore tireotossico: tremore delle dita, marcato nello stato di una mano tesa. Inoltre, i pazienti diventano più irritabili ed eccitabili, appaiono disturbi del sonno, ansia eccessiva e lacrime. Ci sono anche segni come esoftalmo (spostamento caratteristico del bulbo oculare in avanti, in altre parole, protrusione, occhi sporgenti), così come iperidrosi (cioè aumento della sudorazione) del tipo generale di manifestazione.

    In questo caso, oltre alla descrizione generale originariamente proposta da noi nella classificazione delle forme di ipertiroidismo, si può notare una perdita di peso acuta e pronunciata. La tachicardia è una manifestazione stabile, l'impulso quando è da 120-140 a / Min., Tuttavia, non esclude la possibilità di superare questi limiti. La pressione arteriosa è caratterizzata da un aumento della pressione sistolica con pressione diastolica simultaneamente ridotta. L'esoftalmo è anche più pronunciato rispetto alla forma precedente della malattia, così come il tremore tireotossico, che questa volta si manifesta sotto forma di diffusione attraverso il corpo (e non solo con la sconfitta delle mani).

    Ipertiroidismo: sintomi

    Tenendo conto della peculiarità della malattia che stiamo esaminando, che consiste nell'accelerare tutti i processi che si verificano nell'organismo, si può capire che i sintomi dell'ipertiroidismo sono estremamente sfaccettati e, di conseguenza, determinati in base alla gravità della malattia, al suo decorso e all'entità del danno a organi, tessuti e sistemi specifici. La sovrapproduzione di ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea determina i seguenti effetti sul corpo del paziente:

    • Il sistema nervoso centrale risponde agli effetti reali della malattia sotto forma di aumentata eccitabilità, irritabilità, instabilità emotiva, paure e ansie gratuite, discorsi rapidi, mani tremanti e disturbi del sonno.
    • Oftalmologia. I sintomi oftalmologici consistono nella manifestazione precedentemente annotata, che è esoftalmo (in cui il bulbo oculare subisce una protrusione quando viene spostato in avanti e con un aumento della fessura palpebrale). Inoltre, c'è un gonfiore delle palpebre, oggetti doppi nel campo visivo e un raro batter d'occhio. Va sottolineato che a causa della pressione caratteristica in questo caso, sullo sfondo di cui si sviluppa anche la distrofia del nervo ottico, non è esclusa la possibilità di una perdita assoluta della vista per i pazienti. Inoltre, tra gli attuali sintomi oftalmologici possono essere identificati occhi secchi pronunciati e dolore agli occhi, aumento della lacrimazione, sviluppo dell'erosione della cornea, borse sotto gli occhi, incapacità di concentrare l'aspetto su un oggetto particolare, ecc.
    • Sistema cardiovascolare Come abbiamo inizialmente notato, per lei i sintomi dell'ipertiroidismo e le peculiarità del suo decorso non sono facili a causa dell'accelerazione dei processi nel corpo e della particolare necessità di questo in ossigeno. Un disturbo del ritmo cardiaco che è rilevante in questa situazione è estremamente debole nel rispondere al trattamento eseguito nel suo indirizzo. Flutter atriale e fibrillazione atriale, tachicardia persistente sono annotati qui. Sullo sfondo di una simultanea pressione sistolica e di una bassa pressione diastolica, vi è un aumento significativo della rottura degli indici di pressione (superiore e inferiore). L'insufficienza cardiaca si sviluppa.
    • Tratto gastrointestinale Da parte del tratto gastrointestinale si osservano cambiamenti nell'appetito (diminuzione o, al contrario, aumento), negli anziani questo sintomo può andare fino al completo rifiuto del mangiare. Vi sono anche feci frequenti e lente, disturbi nella formazione della bile e nella digestione, dolore addominale parossistico in natura.
    • le vie respiratorie. Sullo sfondo di edema e stagnazione, si verificano cambiamenti negativi per quanto riguarda la capacità vitale dei polmoni, si sviluppa dispnea persistente.
    • Sistema muscolo-scheletrico. La miopatia tireotossica si sviluppa, in cui la debolezza cronica e l'affaticamento muscolare, l'ipotrofia muscolare (una condizione dei muscoli causata da una mancanza di nutrienti nel corpo o da una carenza di assorbimento) diventano segni caratteristici. C'è anche il tremito degli arti e del corpo nel suo insieme, l'osteoporosi (malattia progressiva cronica o sindrome clinica (in questo caso), caratterizzata da una diminuzione della densità caratteristica delle ossa con violazione simultanea della microarchitettura e con la loro maggiore fragilità, rilevante per una serie di processi dannosi). Sullo sfondo dei suddetti sintomi, sorgono difficoltà che si notano nel corso di una lunga camminata (specialmente quando si salgono le scale), così come quando si trasportano pesi. Non esclude la possibilità dello sviluppo della paralisi muscolare, che in questo caso è reversibile.
    • Il sistema riproduttivo. Cambiamenti caratteristici sono anche noti in quest'area. Quindi, sullo sfondo della violazione dei processi di secrezione delle gonadotropine, l'infertilità può svilupparsi. Come già descritto in precedenza, negli uomini, la ginecomastia può svilupparsi, la potenza diminuisce. Per quanto riguarda l'impatto sul corpo femminile rilevante per i processi patologici, qui, in particolare, ci sono fallimenti del ciclo mestruale. La manifestazione delle mestruazioni è caratterizzata da dolore e irregolarità, la scarica è scarsa in natura, gravi segni di debolezza (che possono arrivare a svenire), forti mal di testa sono segni associati. Nella manifestazione estrema dei fallimenti del ciclo mestruale, l'amenorrea, cioè la completa assenza di mestruazioni, raggiunge.
    • Metabolismo. Sullo sfondo dell'accelerazione dei processi metabolici, i pazienti devono affrontare una perdita persistente di peso, che si ottiene anche con un aumento dell'appetito. Inoltre, aumenta la produzione di calore (che si manifesta sotto forma di eccessiva sudorazione e temperatura). Sullo sfondo dell'accelerazione della rottura del cortisolo, si sviluppa una forma reversibile di insufficienza surrenalica. C'è anche un aumento del fegato, e se stiamo parlando di una forma grave di ipertiroidismo, allora l'ittero è associato a questo. Come ulteriore concomitante di questa parte delle manifestazioni dei sintomi, si può distinguere quanto segue: gonfiore dei tessuti molli; assottigliamento di unghie, capelli e pelle; capelli grigi precoci e pronunciati; sete grave, abbondante e frequente minzione (che è importante in considerazione dei disturbi del metabolismo dell'acqua).

    I segni esterni dell'ipertiroidismo consistono principalmente nell'ingrossamento della ghiandola tiroidea, che può manifestarsi in vari gradi. In alcuni casi, l'esame e la palpazione del collo possono determinare la causa che ha provocato l'ipertiroidismo (gozzo nodulare o diffuso). Ad esempio, se si tratta di gozzo, l'allargamento della ghiandola tiroidea è caratterizzato dalla sua stessa simmetria. Se il sondaggio determina la formazione linfonodale nell'area in esame, questo, a sua volta, è anche un'indicazione dell'effettivo processo tumorale in esso contenuto.

    Sorprendentemente, i sintomi elencati di ipertiroidismo spesso non si manifestano negli anziani, il che determina l'ipertiroidismo latente (mascherato). Come tipico sintomo associato a questa malattia nelle persone anziane, nel frattempo, possono essere frequenti depressione e debolezza, sonnolenza e qualche inibizione. Si può anche notare che, in una versione pronunciata, i disturbi associati al lavoro del sistema cardiovascolare sono molto più frequenti nei pazienti anziani con ipertiroidismo rispetto ai pazienti giovani.

    Crisi tireotossica (ipertiroidismo)

    Questa complicazione si manifesta a causa dell'assenza di trattamento per tireotossicosi o quando si prescrive un trattamento che non corrisponde in realtà alle misure necessarie. Inoltre, una manipolazione meccanica può essere provocata durante l'esame di un paziente o durante un intervento chirurgico che colpisce in qualche modo la ghiandola tiroidea. Non escludere la possibilità di una crisi e lo sfondo degli effetti dello stress.

    In generale, la crisi di ipertiroidismo si manifesta con il raggiungimento di un picco da parte dei segni caratteristici dell'ipertiroidismo. Inizia bruscamente, il suo corso è un lampo nella natura. I pazienti hanno un'eccitazione mentale pronunciata e spesso è accompagnata da allucinazioni e delusioni. Aumenta la stretta di mano, inoltre, il tremore si diffonde agli arti inferiori e in tutto il corpo. La pressione sanguigna cala bruscamente, la debolezza muscolare appare con l'inibizione generale del paziente. Il vomito si manifesta in una forma indomabile, accompagnata da febbre (segni che indicano la rilevanza dell'infezione, in questo caso sono assenti), diarrea, palpitazioni (raggiungendo 200 battiti / min.). Quando si urina nelle urine, è possibile determinare l'odore caratteristico dell'acetone. La temperatura aumenta (fino a 41 gradi), la pressione.

    In alcuni casi, si manifesta ittero, manifestato come conseguenza della forma acuta di degenerazione grassa rilevante per il fegato, e può anche insorgere un'insufficienza surrenalica.

    È importante notare che la mancanza di assistenza tempestiva può causare la morte del paziente a causa della transizione della crisi in un coma. La morte può verificarsi a seguito della manifestazione acuta della manifestazione di degenerazione adiposa del fegato o dovuta all'insufficienza surrenalica.

    la diagnosi

    La diagnosi viene effettuata principalmente sulla base delle attuali manifestazioni dei sintomi, che in particolare consiste nell'individuare le caratteristiche dell'aspetto dei pazienti e i dati ottenuti dagli studi di laboratorio pertinenti. Pertanto, un esame del sangue determina cambiamenti nel contenuto di ormoni, l'ecografia consente di identificare le formazioni nodali nella ghiandola tiroidea, l'elettrocardiografia, a causa di disturbi del sistema cardiovascolare che si verificano durante la malattia, rende possibile introdurre specifiche specifiche sulla manifestazione dei sintomi in quest'area.

    Inoltre, può essere prescritta la tomografia computerizzata, in cui le immagini dell'organo vengono prese in modalità stratificata, a causa delle quali esiste una chiara idea di dove è localizzato il sigillo reale. L'uso di questi metodi diagnostici consente di chiarire completamente la diagnosi e quindi - assegnare il corso appropriato della terapia individuale.

    trattamento

    Nel trattamento dell'ipertiroidismo si concentra sul raggiungimento di obiettivi specifici. Quindi, prima di tutto, è necessario raggiungere un livello normale di ormoni, che è garantito dalla prescrizione di un trattamento farmacologico appropriato. Inoltre, viene presa in considerazione la necessità di un trattamento chirurgico, che implica la necessità di rimuovere un adenoma, un gozzo o una formazione di tumore nell'area della tiroide. Ulteriori misure terapeutiche sono effetti sintomatici, grazie ai quali esiste la possibilità di migliorare il funzionamento dei sistemi e degli organi nel corpo di una persona malata. Soffermiamoci su questi metodi.

    Il trattamento farmacologico dell'ipertiroidismo, soprattutto, è l'uso di farmaci antitiroidei, che vengono utilizzati principalmente in caso di un lieve aumento della ghiandola tiroidea. Se la ghiandola raggiunge una dimensione considerevole (più di 40 ml) e la condizione generale è caratterizzata dalla manifestazione di sintomi, indicando la compressione degli organi adiacenti, il trattamento farmacologico diventa solo una fase preparatoria per un altro trattamento - per il trattamento chirurgico. Nel trattamento della malattia in esame, l'uso di farmaci antitiroidei, che sono un gruppo di tionamidi (farmaci, Propiltiouracile, Tiamazolo, ecc.) È ora abbastanza comune. La base del meccanismo di farmaci corrispondente a questo gruppo è che hanno un effetto soppressivo mirato sui processi che sono direttamente coinvolti nella formazione di ormoni nella ghiandola tiroidea (in particolare, la perossidasi tiroidea è soppressa).

    Nell'ambito delle condizioni dei paesi altamente sviluppati, il trattamento della tireotossicosi viene eseguito utilizzando carbimazolo per questo scopo. È una droga di azione a lungo termine (altrimenti - prolungata), in particolare si manifesta efficacemente nel caso di forme gravi della malattia. Oltre agli effetti necessari sulla formazione di ormoni nella ghiandola tiroidea, questo farmaco fornisce l'inibizione della conversione di T4 (cioè tiroxina) in T3 (o triiodotironina). È interessante notare che quando si assumono 20 mg di questo farmaco, la condizione provocata dall'ipotiroidismo è completamente compensata.

    Anche nelle condizioni dei paesi sviluppati, il trattamento con l'uso di iodio radioattivo agisce come un metodo di trattamento integrale. Questo iodio penetra rapidamente nella ghiandola tiroide, dopo di che si accumula gradualmente all'interno della sua regione. Quando lo iodio radioattivo si disintegra, le cellule dell'organo tiroideo e dei tireociti vengono distrutti.

    Per quanto riguarda il trattamento chirurgico, i seguenti fattori si distinguono come indicazioni: la dimensione significativa del gozzo; ricorrenza della malattia dopo il trattamento con farmaci antitiroidei applicati a lui; intolleranza da parte dei pazienti di farmaci anti-tiroide usati.

    Se compaiono sintomi che indicano un possibile ipertiroidismo (tireotossicosi), è necessario consultare un endocrinologo.

    Se pensi di avere ipertiroidismo e i sintomi caratteristici di questa malattia, allora il tuo endocrinologo può aiutarti.

    Suggeriamo inoltre di utilizzare il nostro servizio di diagnostica online delle malattie, che seleziona le possibili malattie in base ai sintomi inseriti.

  • Ulteriori Articoli Su Tiroide

    Perché il TSH dell'ormone è importante nella pianificazione della gravidanza? Il TSH è un ormone ipofisario che è attivamente coinvolto nella regolazione della funzione principale della ghiandola tiroidea.

    La medicina di erbe è stata utilizzata con successo in molte malattie. L'effetto curativo delle piante è principalmente nel loro effetto antiossidante. È stato stabilito sperimentalmente che l'uso costante e complesso di preparati a base di erbe naturali consente di salvare le funzioni residue delle cellule beta del pancreas.

    In che modo i semi di lino possono essere utili per il diabete? I medici di tutto il mondo dichiarano inequivocabilmente che il lino non è solo utile, ma estremamente necessario per le persone che guidano la lotta contro un aumento dei livelli di zucchero nel sangue.