Principale / Ipoplasia

Sindrome della sella turca nel cervello

Ivan Drozdov 21/12/2017 0 commenti

Il cervello umano, essendo l'organo principale del sistema nervoso centrale, è costituito da molti dipartimenti, ognuno dei quali svolge determinate funzioni vitali. Il loro lavoro adeguato contribuisce a una vita umana sana e soddisfacente. Una di queste strutture cerebrali responsabili della produzione di ormoni sessuali e endocrini è la ghiandola pituitaria. Si trova nella cosiddetta sella turca - una sorta di tasca dell'osso situata nella parte inferiore del cervello.

Sella del cervello turco: che cos'è

La cavità ramificata nell'osso della forma sfenoide, riempita con la ghiandola pituitaria, è chiamata la sella turca. Si trova sotto l'ipotalamo, i nervi ottici, così come le arterie carotidi e il seno venoso passa attraverso la sua struttura ossea, fornendo al cervello sangue. Il diaframma funge da setto tra l'ipofisi e l'ipotalamo.

La funzione principale della sella turca è quella di proteggere l'ipofisi contro la compressione meccanica. Nello stato normale, la cavità della sella turca è completamente riempita con la ghiandola pituitaria, mentre il fluido del liquore entra in determinate quantità attraverso il diaframma.

Qualsiasi interruzione delle funzioni neurologiche, endocrine e neuro-oftalmologiche, così come le anomalie delle strutture anatomiche possono portare a cedimenti del rivestimento del cervello, eccessiva pressione sulla ghiandola pituitaria e una diminuzione delle sue dimensioni. Come risultato di ciò, il vuoto risultante nella cavità è occupato dal liquido cerebrospinale, creando una pressione ancora maggiore sulla ghiandola pituitaria. In medicina, questa malattia è stata definita "sindrome della sella turca vuota".

Svuota la sella turca del cervello: le cause di

Il sottosviluppo congenito del diaframma, così come la disfunzione acquisita dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria, è la causa principale dello sviluppo della sindrome della sella turca vuota. Le seguenti patologie e fattori possono contribuire a questo:

  1. Eredità.
  2. Malattie cardiovascolari che aumentano il rischio di sviluppare la sindrome:
  • ipertensione arteriosa;
  • insufficienza cardiaca;
  • malattie vascolari, causando una diminuzione del flusso sanguigno e ipossia del tessuto cerebrale.
  1. Patologia intracranica:
  • tumori cerebrali;
  • cisti ipofisaria;
  • ipertensione endocranica;
  • ictus;
  • intervento chirurgico nella ghiandola pituitaria;
  • trauma cranico.
  1. I cambiamenti ormonali che interessano il sistema endocrino e riproduttivo si verificano sotto l'influenza di fattori artificiali o naturali nei seguenti casi:
  • durante la pubertà nell'adolescenza;
  • durante la gravidanza, specialmente nelle donne che hanno ripetutamente partorito;
  • durante la menopausa in donne di età compresa tra 40 anni;
  • assumendo farmaci ormonali usati per trattare disturbi ormonali o contraccezione;
  • dopo la rimozione delle ovaie nelle donne;
  • con frequenti aborti.
  1. Processi infiammatori, infezioni e virus il cui trattamento richiede una terapia antibiotica a lungo termine.
  2. Immunità ridotta.
  3. L'obesità.
  4. Radiologia radiologica e trattamento chemioterapico.

Se i fattori di cui sopra sono influenzati sul corpo e ci sono segni caratteristici della sindrome della sella turca, è necessario consultare un medico per l'esame.

Sintomi e segni di malattia della sella turca

La sindrome della sella turca nel cervello è piuttosto difficile da diagnosticare attraverso l'esame visivo del paziente, poiché i sintomi caratteristici di questa malattia sono anche caratteristici di molti altri disturbi patologici.

I sintomi della sindrome della sella turca possono essere raggruppati nei seguenti gruppi principali:

Descrivi il tuo problema con noi, o condividi la tua esperienza di vita nel curare una malattia, o chiedi consiglio! Raccontaci di te proprio qui sul sito. Il tuo problema non sarà ignorato e la tua esperienza aiuterà qualcuno! Scrivi >>

  1. Disturbi neurologici:
  • dolori che coprono tutta la testa;
  • instabilità della pressione sanguigna;
  • debolezza, stanchezza;
  • aumento della frequenza cardiaca, mancanza di respiro;
  • aumento della temperatura a 37,5 ° С senza motivo apparente;
  • disturbi emotivi - la comparsa di ansia, irritabilità, sentimenti di depressione;
  • brividi, estremità fredde;
  • svenimento;
  • convulsioni che si alzano spontaneamente.
  1. Disturbi visivi:
  • visione doppia;
  • la comparsa di macchie scure e sfocatura;
  • il velo davanti agli occhi;
  • dolori e lacrimazione quando si cerca di distogliere lo sguardo;
  • gonfiore dei nervi ottici e del fondo.
  1. Disturbi endocrini:
  • ingrossamento della ghiandola tiroidea;
  • menopausa causata da mestruazioni irregolari;
  • disordini metabolici;
  • diabete insipido;
  • disfunzione ovarica nelle donne;
  • cambiamento di peso;
  • frequenti attacchi di vomito, non legati al lavoro degli organi digestivi.
  1. Altre violazioni:
  • pelle secca;
  • unghie fragili.

Il verificarsi regolare di diversi sintomi descritti nello stesso momento può indicare la presenza di sindrome della sella turca o altra patologia non meno pericolosa. Per prevenire lo sviluppo di spiacevoli conseguenze di questa malattia, è necessario contattare il medico per un consiglio e un esame.

Trattamento di sella turca

La scelta dei metodi di trattamento della sindrome dipende dalla forma della malattia e dalle sue cause. Nelle anomalie congenite, il più delle volte è raccomandato al paziente:

  • registrazione per specialisti specializzati - oculista, neurologo;
  • osservazione ed esame regolari;
  • mantenere una dieta;
  • esclusione di sovraccarico fisico e mentale;
  • trattamento sintomatico medico, se gli effetti della malattia peggiorano lo stato di salute.

La sindrome acquisita del cervello della sella turca è trattata secondo la testimonianza di un medico in uno dei due modi, descritti di seguito:

  1. Il trattamento farmacologico è prescritto in base alla patologia o al disturbo che ha provocato la sindrome. Il paziente può essere prescritto:
  • farmaci ormonali come terapia sostitutiva per gli ormoni di reintegro mancanti nel corpo;
  • antidolorifici per mal di testa fastidiosi e attacchi di emicrania;
  • agenti normalizzanti lenitivi e vascolari per il mantenimento del sistema nervoso e vegetativo.
  1. Il trattamento chirurgico è indicato per spremere il nervo ottico, così come la perdita di liquido cerebrospinale nella cavità nasale a causa della parete sottile della base della sella. In questi casi, l'operazione può essere eseguita in due modi:
  • attraverso il naso - un tipo comune di intervento in cui le manipolazioni vengono eseguite attraverso un'incisione praticata nel setto nasale;
  • attraverso l'osso frontale - un metodo prescritto per i tumori di grandi dimensioni e l'incapacità di eseguire interventi chirurgici attraverso il naso, viene utilizzato in rari casi a causa dell'elevata probabilità di complicanze e lesioni.

effetti

Quando il tessuto vuoto del cervello che appare nella cavità della sella turca inizia ad affondare nella fossa ipofisaria, creando così una pressione sulla ghiandola pituitaria. Nella fase di abbandono, questo processo può portare a gravi complicazioni sotto forma di interruzioni nel lavoro dei principali sistemi vitali. Se non trattato, il paziente potrebbe riscontrare le seguenti conseguenze:

  • frequenti mal di testa;
  • micro-colpi ripetuti;
  • lo sviluppo di una serie di disturbi neurologici che peggiorano notevolmente lo stato di salute;
  • disturbi ormonali che portano all'assenza di mestruazioni, infertilità, crescita di tumori di varia origine, impotenza sessuale;
  • pronunciata immunodeficienza;
  • ingrossamento della ghiandola tiroidea;
  • diminuzione della vista con l'attuale probabilità di completa cecità.

Sentiti libero di porre le tue domande proprio qui sul sito. Ti risponderemo! Fai una domanda >>

La probabilità di conseguenze nella sindrome congenita della sella turca rispetto alla patologia acquisita è significativamente ridotta. Dei dieci bambini, solo tre più tardi possono essere sensibili alla malattia se esposti a fattori avversi sul corpo. Il resto dei bambini può vivere pienamente, inconsapevole della presenza di patologie nascoste.

La cisti tascabile di Ratke: sintomi e diagnosi

La cisti tascabile di Ratke è una formazione benigna situata all'interno della sella turca della base del cranio. Sono rivestiti da epitelio di cisti intrasellari, che si pensa sviluppino dalle strutture residue della tasca germinale di Rathke. Di solito sono formazioni rotonde, ovoidali o a forma di manubrio. Sono comuni e si verificano nel 13-33% delle persone e talvolta causano la compressione delle strutture sottostanti, il che porta a sintomi come mal di testa, deficit visivi o carenza di ormoni ipofisari.

Gli studi hanno dimostrato che le cisti identificate con l'aiuto di metodi di radiazione non cambiano con il tempo o diminuiscono leggermente di dimensioni; questo suggerisce che, in assenza di sintomi di compressione, è preferibile un approccio conservativo al trattamento.

La visualizzazione è migliorata significativamente con l'introduzione della tomografia computerizzata (TC) e della risonanza magnetica (MRI) nella pratica clinica.

Nelle immagini qui sotto puoi vedere come appare la cisti di ratke nella foto.

Risonanza magnetica: la cisti tascabile di Ratke. Sull'immagine sagittale pesata in T1, ottenuta prima dell'introduzione del contrasto, un'educazione chiaramente definita nell'area della sella turca - con distribuzione alla cisterna soprasellare. C'è un'intensità di segnale omogeneamente alta nella formazione rispetto al parenchima cerebrale.

Immagine assiale pesata in T2 (stesso paziente dell'immagine precedente).

Immagine assiale pesata in T2: formazione della corteccia iso-intensiva (stesso paziente come nell'immagine precedente).

Perché si forma la cisti tascabile di un topo?

Come stabilito da Voelker e coautori, secondo la teoria dell'origine più generalmente accettata, queste formazioni si sviluppano dalle vere strutture residue della tasca di Rathke che esistevano nel periodo prenatale.

Karman Ratke si verifica intorno al 24 ° giorno dello sviluppo embrionale nella forma del diverticolo dorsale della fossa orale; questa formazione è rivestita con cellule epiteliali di origine ectodermica. Approssimativamente nello stesso momento l'imbuto della ghiandola pituitaria è formato nella forma di una conseguenza del neuroepitelio dal diencefalo. Entro la quinta settimana, cresce fino all'imbuto e si annulla nella membrana buccale-faringea. Durante la sesta settimana, è separato dall'epitelio orale. Quindi dalla sua parete frontale si sviluppa la parte distale della ghiandola pituitaria. La parete posteriore non prolifera e rimane nella forma di una parte intermedia della ghiandola pituitaria scarsamente distinguibile.

Il gioco residuo della tasca si riduce a una stretta fenditura che, nella maggior parte dei casi, scompare. Si ritiene che la persistenza e l'espansione di questo gap porti alla comparsa della cisti di Ratke.

Schema dello sviluppo delle cisti dalla tasca embrionale Ratke.

Alcuni autori aderiscono ad altre teorie sulla formazione di queste cisti: in particolare, secondo alcune teorie, la fonte di sviluppo è il neuroepitelio o l'endoderma, o il loro sviluppo è assunto dalla metaplasia delle cellule dell'ipofisi anteriore.

anatomia

Nello studio dell'autopsia, la dimensione delle cisti varia da 2 a 40 mm. La sua capsula è spesso sottile e può essere trasparente, bluastra, grigia, bianca, gialla, rosa, marrone o verdastra. Il liquido cistico all'interno è solitamente denso o gelatinoso (colloide), ma può anche essere olio per motori acquoso, sieroso o simile alla consistenza. Più spesso, il liquido è giallo, ma a volte viene descritto il contenuto biancastro, trasparente, grigio o verdastro.

L'esame istologico di una ciste di solito consiste in uno stroma di tessuto connettivo vascolarizzato e tre tipi di cellule epiteliali: l'epitelio ciliato, l'epitelio non resiliente e le cellule che secernono il muco. L'epitelio non ascitico è rappresentato da uno strato di cellule piatte o nella forma di diverse file di epitelio cilindrico. Fager e Carter sono giunti alla conclusione che la presenza dell'epitelio ciliato e la secrezione di cellule di muco nel tessuto ipofisario sono un segno patognomonico di una cisti di questo tipo.

In un'analisi retrospettiva, Shin e co-autori hanno scoperto che tutti gli investigatori erano di origine intsellar nel sito della loro localizzazione iniziale. A causa della loro natura cistica, la maggior parte di quelli studiati in questo lavoro penetrava nel serbatoio soprasellare attraverso una fenditura nel diaframma della sella turca. Secondo Voelker, un'analisi retrospettiva di 155 casi clinici con cisti sintomatiche è stata caratterizzata da una posizione intrasellare e soprasellare nel 71% dei pazienti. L'area della sella turca è stata ampliata dall'80%.

sintomi

Nell'80% dei casi, non ci sono sintomi e la patologia viene rilevata per caso durante la TC o la risonanza magnetica. La dimensione della stragrande maggioranza delle cisti è inferiore a 2 cm di diametro. Sintomaticamente, sono rari, ma possono aumentare di dimensioni e causare la compressione dell'ipofisi, del tronco dell'ipofisi, del chiasma ottico o dell'ipotalamo.

Sintomaticamente, sono piuttosto diversi nelle manifestazioni cliniche. In uno studio sintomatico di 11, condotto da Rao e colleghi, 8 pazienti hanno sviluppato sintomi visivi. In un altro studio condotto da Eguchi e co-autori, il 47% dei pazienti aveva segni visivi. Questi includono una diminuzione dell'acuità visiva, atrofia del nervo ottico, menomazione del campo visivo e sindrome chiasmatica. Lo studio di Eguchi comprendeva 19 pazienti, 4 dei quali avevano diabete insipido, 3 avevano amenorrea e / o galattorrea e 2 avevano panipopituitarismo. Un esame endocrinologico sistematico ha mostrato disfunzione della ghiandola pituitaria di vari gradi. Altri disturbi includevano mal di testa e, meno comunemente, epilessia.

Nello studio di Voelker e colleghi, l'ipofunzione della ghiandola pituitaria con più endocrinopatie è stata più spesso notata. Nei pazienti più giovani, di età compresa tra 4 e 22 anni, i segni di ipopituitarismo sono stati osservati sin dalla tenera età e sono stati accompagnati da ritardo dello sviluppo. Il secondo sintomo più comune era la menomazione visiva, che comprendeva disturbi del campo visivo dovuti alla compressione del chiasma ottico. Un altro sintomo comune è stato il mal di testa, la localizzazione frontale nel 57% dei casi. Shin et al. Hanno anche descritto impotenza o diminuzione della libido come patologia endocrinologica più comune negli uomini; le donne hanno avuto più spesso iperprolattinemia. Oltre ai sintomi sopra descritti, l'endocrinologia si sviluppa secondariamente a causa dell'adenoma ipofisario. Tra i segni rari o inusuali associati al tema della ricerca, c'erano apoplessia ipofisaria, ipofisite, cisti giganti, ampia diffusione alla zona frontale e forme insolite di cisti, meningite asettica, ascesso cistico intra, sfenoidite e sindrome della sella turca vuota.

Metodi diagnostici

Il metodo diagnostico di scelta è la risonanza magnetica della regione chiasmatico-sellare (ipofisi). Si dovrebbero ottenere sezioni sottili nei piani sagittale e coronale fatti attraverso la sella turca. Lo studio dovrebbe essere accompagnato da miglioramento del contrasto. Le scansioni CT possono anche essere utili per valutarle. I risultati della TC sono particolarmente utili nella diagnosi delle modificazioni e delle calcificazioni ossee concomitanti.

Limiti del metodo

La risonanza magnetica è superiore alla TC nella valutazione della qualità delle immagini e della dimensione della cisti Ratke. Le scansioni MRI sagittali e coronali consentono di ottenere informazioni affidabili sulla posizione relativa della formazione e dei nervi ottici, del chiasma ottico e dell'ipotalamo. La risonanza magnetica nella proiezione coronale consente inoltre di identificare la diffusione laterale della cisti al di fuori della sella turca e di valutare la sua posizione rispetto alle arterie carotidi interne e ai seni cavernosi. La risonanza magnetica è superiore alla TC nell'imaging multiplanare e nella risoluzione di contrasto.

Il vantaggio di CT è la migliore visualizzazione di piccole calcificazioni. Questo vantaggio è significativo perché la presenza di calcificazioni può indicare una diagnosi alternativa, ad esempio per il craniofaringioma, anche se a volte si determinano calcificazioni di piccole dimensioni in questa malattia. Le scansioni TC sono anche superiori alla risonanza magnetica per valutare il rimodellamento osseo associato.

Cosa è importante sapere

È importante non confondere Ratke con l'adenoma ipofisario cistico. Nel caso dell'adenoma, i disturbi includono sintomi di disturbi ormonali, disturbi visivi e mal di testa. Spesso la diagnosi di adenoma viene fatta quando il paziente è Ratke e viceversa. Per distinguere in modo affidabile tra questi due stati, può essere utile la decodifica MRI esperta eseguita da un neuroradiologo esperto. Il secondo parere aiuta a fare una diagnosi accurata.

Radiografia della sella turca

Le cisti tascabili di solito non causano un aumento dell'area della sella turca in una radiografia panoramica del cranio. Nei pazienti con cisti sintomatiche, una configurazione insolita della sella turca è in genere determinata da una leggera asimmetria del fondo della sella turca a massicce erosioni sull'osso. In alcuni pazienti si osservano calcinati intra- o soprasellari.

L'affidabilità dei dati diagnostici ottenuti dalla radiografia standard è piuttosto bassa. Le modifiche rilevate non sono specifiche: possono corrispondere ad altre variazioni frequenti nella regione della sella turca, ad esempio anomalie di configurazione della sella turca o dell'adenoma pituitario.

Scansione TC con cisti Ratke

Alla TC, una cisti appare di solito come una formazione ipodena ben definita della sella turca, a volte con diffusione nello spazio soprasellare. A causa dei diversi contenuti, possono essere isodeni o iperdensi rispetto al parenchima cerebrale.

Di solito sono caratterizzati da una parete sottile che può accumulare contrasto. Differenze significative nell'aumento del contrasto di diverse cisti nelle scansioni TC possono riflettere la metaplasia squamosa della parete o uno spostamento verso la periferia del tessuto ipofisario nella forma di un bordo. Lo stravaso di contenuto cistico può causare l'infiammazione delle strutture sottostanti, che porta ad un accumulo di contrasto.

I calcinati sono rari. Le cisti complesse possono avere setti interni. La grande può causare la ristrutturazione del tessuto osseo, l'espansione della sella turca, l'osteoporosi della schiena.

Le scansioni TC non sono sufficienti per confermare la diagnosi, poiché i dati ottenuti non consentono di escludere un'altra patologia in modo univoco. Semplice può essere indistinguibile da cisti aracnoide o epidermoide. Quelli più complessi possono essere difficili da distinguere dai craniofaringiomi o dagli adenomi pituitari. Pertanto, la diagnosi dovrebbe essere fatta sulla base di una combinazione di dati clinici, biochimici, patologici e radiologici.

RM con la cisti tascabile di Ratke

L'immagine del signor può essere molto diversa (vedi immagini sotto). Nonostante non siano stati identificati segni specifici di risonanza magnetica, la maggior parte può essere suddivisa nei seguenti due gruppi:

1) Con bassa intensità del segnale su immagini T1-pesate e alta intensità su immagini T2-hung

2) Con un'intensità di segnale elevata su immagini T1-pesate e intensità di segnale variabile su immagini T2-pesate

Immagine sagittale pesata in T1 ottenuta prima del miglioramento del contrasto: una cisti ben definita è visibile nell'area della sella turca, fluido cerebrospinale iso-intensivo. Esiste un'alta intensità corrispondente del lobo posteriore della ghiandola pituitaria.

Nell'immagine coronale pesata in T1, è visibile un po 'meno di un centimetro nella parte centrale della sella turca. Leggermente iperintensivo rispetto al liquido cerebrospinale.

In questa immagine pesata in T2, si tratta di fluido spinale iso-intensivo.

Grande iperintensivo rispetto al fluido cerebrospinale nell'immagine ponderata con protoni assiali. Si nota un'espansione della sella turca con una deviazione laterale di una parte cavernosa leggermente ostruita, ma passabile dell'arteria carotide interna.

Il contenuto del primo gruppo assomiglia al liquido spinale (CSF). Nel secondo gruppo, l'amplificazione del segnale su immagini T1-pesate è associata ad un alto livello di mucopolisaccaridi, che si ritiene essere la conseguenza di un aumento del numero di cellule che secernono mucina nella parete, nonché di una maggiore attività di queste cellule.

Casi rari di alta intensità del segnale su immagini pesate in T1 e bassa intensità su immagini pesate in T2 sono associati a una combinazione di vari fattori, tra cui la presenza di mucopolisaccaridi, emorragia cronica, colesterolo significativo o detriti cellulari della parete della cisti. Sono quasi sempre uniformi nell'intensità del segnale, mentre altre strutture patologiche, come i craniofaringiomi e gli adenomi emorragici, sono più spesso caratterizzati da eterogeneità dell'intensità del segnale.

Hanno una parete sottile che può essere contrastata quando si entra nel mezzo di contrasto basato su gadolinio. Diverse varianti di contrasto con gadolinio possono riflettere la metaplasia squamosa della parete o il tessuto ipofisario spostato verso la periferia sotto forma di un bordo.

I dati sulla relazione tra intensità del segnale e sue manifestazioni cliniche sono molto rari. Nel 1997, Takeichi e colleghi hanno esaminato 78 pazienti, tra cui 9 dei loro pazienti, e hanno riferito che con un'intensità del segnale corrispondente al liquido cerebrospinale, erano lenti a crescere, di dimensioni maggiori e spesso causavano una sintomatologia visiva. I sintomi sintomatici con diversa intensità del segnale erano minori.

La modalità DWI-SSFSE con valori ICD può anche essere utilizzata nella diagnosi differenziale, craniofaringite ed adenomi emorragici della ghiandola pituitaria.

Quanto è affidabile la risonanza magnetica?

Non esiste un singolo tratto caratteristico della risonanza magnetica che possa essere utilizzato per una diagnosi differenziale affidabile delle cisti tascabili di Ratke e di altre formazioni cistiche della regione sellare o soprasellare. Semplice può essere indistinguibile da cisti aracnoide o epidermoide. Quelli più complessi possono essere difficili da distinguere dai craniofaringiomi o dagli adenomi pituitari.

Gli adenomi cistici della ghiandola pituitaria possono assomigliare al primo in assenza di un solido componente di contrasto sulla risonanza magnetica. Segni come la presenza di un livello liquido-liquido, un bordo ipointensivo su immagini T2-pesate, partizioni interne (setti) e una posizione laterale alla linea mediana corrispondono più spesso ad adomi pituitari, mentre la presenza di un nodo intra-cistico può essere più spesso associata al tema di ricerca.

A causa della significativa variazione dei dati TC e RM, per la diagnosi preoperatoria è necessaria una combinazione di dati clinici, biochimici e radiografici. La diagnosi differenziale è molto importante, poiché il trattamento e l'approccio chirurgico sono significativamente diversi da quelli di altre possibili patologie. In caso di dubbio sulla diagnosi, è possibile ottenere una seconda opinione su una risonanza magnetica della ghiandola pituitaria.

trattamento

Se non accompagnato da sintomi clinici, non richiede trattamento. Si raccomanda di osservarlo per qualche tempo, in assenza di crescita - può essere lasciato solo.

Con sintomi clinici comprovati, l'approccio più frequente al trattamento è la resezione transfenoidale, durante la quale viene parzialmente asportata e drenata. Questo metodo è abbastanza efficace e aiuta a mantenere l'attività funzionale della ghiandola pituitaria. L'escissione radicale può comportare un ulteriore danno in eccesso alla ghiandola pituitaria e, pertanto, non è il metodo di scelta. Quando la resezione transfenoide viene aperta, un campione del materiale bioptico viene prelevato dalla parete e il drenaggio viene stabilito attraverso il seno sfenoidale. La chirurgia ricostruttiva della sella turca non è necessaria, tranne nei casi in cui vi è un deflusso intraoperatorio di liquido cerebrospinale (liquorrea). In quei pazienti nei quali questo metodo non è applicabile a causa di un accesso difficile, viene eseguita una craniotomia, di solito usando il lembo frontale destro.

I tempi dell'osservazione dinamica postoperatoria variano in pazienti diversi da 1 settimana a 26 anni (in media 34 mesi). L'esito dell'operazione per la maggior parte dei pazienti è quello di risolvere o ridurre la gravità dei sintomi. I pazienti con ipopituitarismo o diabete insipido di solito non ottengono miglioramenti. Dopo l'intervento chirurgico, il miglioramento più significativo deriva dalla scomparsa dei sintomi neurologici (71%) e quindi oftalmologici (70% dei pazienti). Più del 65% migliora con amenorrea, galattorrea, oligomenorrea. Mal di testa e disturbi del campo visivo scompaiono rispettivamente nell'82% e nel 70% dei pazienti.

Le complicazioni chirurgiche comprendono deflusso di liquido cerebrospinale attraverso il naso (nel 7% dei pazienti), diabete insipido (4% dei pazienti) e meningite (4% dei pazienti). Una rara complicanza chirurgica, notata da Baskin, era la perforazione del setto nasale. La formazione di un ascesso intracellulare è una complicanza trattabile; il suo sviluppo dovrebbe essere sospettato con segni radiologici anche in assenza di febbre. Il trattamento chirurgico e gli antibiotici sono efficaci nella maggior parte dei pazienti.

Il tasso di recidiva dopo la craniotomia è due volte più alto di quello dopo la resezione transfenoide. Inoltre, il contenuto è stato specificamente notato nello spazio subaracnoideo; questo porta alla meningite asettica. In caso di recidiva, la rimozione completa di una cisti è più appropriata; Alcuni esperti raccomandano l'irradiazione ipofisaria, sebbene il ruolo di questo metodo nella prevenzione delle ricadute non sia chiaro. Fager e Carter raccomandano la completa evacuazione del contenuto con un'apertura libera del suo muro per il trattamento delle cisti sintomatiche di Ratke. Le ricadute dopo tale operazione sono rare.

Un aspetto interessante del trattamento è la riduzione delle dimensioni sotto l'azione della terapia ad alte dosi con ormoni steroidei. Nonostante il meccanismo patofisiologico di tale trattamento non sia chiaro, è stato dimostrato in modo affidabile che gli ormoni steroidei hanno un effetto sulla secrezione e sull'assorbimento del fluido intracellulare, il che suggerisce che la terapia con l'uso di glucocorticosteroidi possa essere utile per i pazienti con questa diagnosi, accompagnata da cambiamenti infiammatori. Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare l'efficacia di questo metodo nel trattamento.

Un'altra opzione per il trattamento chirurgico è la rimozione della cisti intra-o soprasellare della tasca di Ratkke con accesso endonasale endoscopico sotto controllo visivo diretto per visualizzare bene e preservare il tessuto ipofisario. Questo approccio può migliorare il decorso postoperatorio poiché non causa congestione nasale e possibili problemi respiratori.

Nella compilazione dell'articolo sono state utilizzate le seguenti fonti:

Sindrome della sella turca nel cervello: segni, trattamento, effetti

La sella turca è un ramo dell'osso sfenoide che svolge una serie di funzioni vitali. Situato al di sotto dell'ipotalamo, insieme al seno venoso e alle arterie carotidi, da cui dipende il normale apporto di sangue al cervello. C'è una sindrome della sella turca vuota, in cui l'organo è completamente assente o formato senza diaframma. In presenza di questa patologia può sviluppare un certo numero di disturbi neuroendocrini.

Perché si verifica la sindrome della sella turca?

Possibili disturbi primari e secondari. Nel primo caso, la patologia si forma senza evidenti fattori predisponenti. La sindrome secondaria si sviluppa quando la ghiandola pituitaria e l'ipotalamo sono ammalati, poiché i disturbi possono apparire a causa di un trattamento impropriamente regolato.

La ragione che porta alla malattia è lo sviluppo incompleto o l'assenza del diaframma della sella turca. In questo caso, c'è il rischio di mettere altre parti del cervello più vicine alla sella turca, il che causa una serie di disturbi.

In presenza di disturbi pronunciati, la ghiandola pituitaria si allarga in direzione verticale e si adatta strettamente contro le pareti e la parte inferiore della sella.

Nella pratica medica, è stato diagnosticato un numero sufficientemente ampio di fattori che provocano l'insorgenza della patologia:

  1. Aumento della pressione Si verifica con il fallimento degli organi vitali, lo sviluppo del tumore, la possibile compressione della sella turca nel cervello. Inoltre, il rischio di formazione di questa violazione aumenta in presenza di lesioni gravi, ipertensione.
  2. Aumento della ghiandola pituitaria in termini di dimensioni. Di solito, tali violazioni si verificano se una persona utilizza un numero eccessivo di contraccettivi o li usa per un lungo periodo.
  3. Regolazione endocrina. Di solito tali deviazioni si verificano nell'adolescenza, durante la gravidanza e anche rash o brusca interruzione.
  4. Tumori localizzati nel cervello, che sono caratterizzati dalla formazione di un sito necrotico. Condurre un'operazione su un'area specifica più di una volta aumenta il rischio di sviluppare una sindrome della sella turca vuota.

Quando conducono attività diagnostiche, identificando la causa che ha provocato lo sviluppo della patologia, i medici determinano il tipo di sindrome. Questo aspetto è molto importante, dal momento che determinati tipi di sindrome si formano a causa dell'azione di diversi fattori. La sindrome primaria si verifica quando lo sviluppo anormale, atonia delle pareti della sella turca nella parte inferiore.

La sindrome primaria è provocata da tali fattori negativi:

  • Quando l'attività cardiaca e polmonare è insufficiente, aumenta la pressione sanguigna, che porta all'osteoporosi della sella turca.
  • Iperplasia della ghiandola pituitaria, che spesso sviluppa una massa di disturbi endocrini.
  • La formazione di aree piene di liquido. Possibile necrosi della ghiandola pituitaria, la comparsa di un tumore.

La sindrome secondaria è diversa dalla primaria. La malattia si verifica a causa di esacerbazione di disturbi del tipo ipotalamo-ipofisario. La sindrome secondaria si manifesta durante la formazione di varie malattie correlate al funzionamento della ghiandola pituitaria. Inoltre, questa patologia si verifica spesso durante interventi chirurgici, in caso di operazione non riuscita o in presenza di gravi controindicazioni.

sintomatologia

I segni che indicano lo sviluppo di questa patologia sono diversi. I medici eseguono una serie di test dal paziente per determinare il grado di patologia e il tipo di deviazione. Disturbi ormonali, patologie nell'attività della ghiandola pituitaria si riflettono nell'aspetto e nel comportamento di una persona.

Nella maggior parte dei casi, la sindrome di una sella turca vuota si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Mal di testa che si verificano in determinati giorni della settimana o in un momento specifico;
  • Doppia immagine negli occhi;
  • L'incapacità di vedere chiaramente l'immagine di ciò che sta accadendo, leggere il piccolo testo;
  • I pazienti indicano la formazione di nebbia prima degli occhi;
  • Mancanza di respiro e dolore parossistico;
  • vertigini;
  • Aumento frequente di temperatura;
  • Grande debolezza, aumento della fatica;
  • L'incapacità di eseguire il solito carico, esercizio fisico;
  • Sindrome da dolore toracico;
  • Aumento della pressione;
  • Pelle secca;
  • La composizione sbagliata delle unghie.

Sintomi oftalmici

Spesso con la sindrome della sella turca, la gente si rivolge agli oftalmologi. Alla reception hanno diagnosticato tali violazioni:

  • diplopia;
  • Disturbi visivi;
  • Dolore quando si cerca di guardare al lato, accompagnato dal rilascio di lacrime, disturbi di emicrania;
  • La comparsa di punti neri;
  • Nebbia prima degli occhi;
  • Fenomeni edematosi.

Segni neurologici

I nostri lettori consigliano!

Il nostro lettore normale ha condiviso un metodo efficace che l'ha aiutata a liberarsi dell'ipertensione. Sembrava che nulla aiutasse, tuttavia, un metodo efficace, che Elena Malysheva raccomandava, aiutava. ALTRE INFORMAZIONI SU QUESTO METODO

Se a un paziente viene diagnosticata una sella turca vuota, nel valutare le condizioni del paziente, i medici sono guidati dai seguenti segni:

  • Aumento della temperatura corporea per il subfebbrile, in alcuni casi non diminuisce senza prendere farmaci appropriati;
  • Tachicardia, dispnea, altri disturbi cardiaci;
  • Brividi negli arti, svenimento;
  • La fatica è combinata con disturbi d'ansia, depressione emotiva, irritabilità;
  • Mal di testa a cui il paziente non può rivelare la loro esatta localizzazione;
  • Convulsioni che si manifestano improvvisamente, senza una ragione apparente;
  • Salti di pressione.

Disturbi endocrini

Quando la produzione di quantità eccessive di ormoni ipofisari, tali deviazioni appaiono:

  • Mestruazioni irregolari;
  • Iperplasia della tiroide;
  • Sintomi di acromegalia;
  • Diabete insipido;
  • Patologie associate ai processi metabolici.

diagnostica

Di solito, i pazienti richiedono cure mediche solo quando c'è una manifestazione pronunciata di sintomi negativi. Quando le patologie di vista vengono inviate all'oftalmologo e in caso di disturbi ormonali all'endocrinologo. Prima di tutto, i medici del profilo appropriato prescrivono un numero di test necessari, con l'aiuto del quale è possibile determinare la causa della deviazione. Per confermare la diagnosi di una sella turca vuota, è necessario sottoporsi a una risonanza magnetica. A volte i medici suggeriscono la presenza di questa sindrome quando analizzano lo stato del sangue, in quanto gli ormoni del paziente cambiano a causa di disturbi che si verificano nella ghiandola pituitaria.

radiografia

La radiografia del cranio in caso di sospetto di una sella turca vuota non viene sempre eseguita, in quanto non garantisce l'ottenimento di un'immagine luminosa della violazione per la successiva diagnosi. Se questo studio diagnostico è prescritto, i medici spesso sospettano gli effetti di lesioni, sinusiti prolungate e rivelano la formazione di spazio libero nella posizione della sella turca. La risonanza magnetica viene eseguita per chiarire la diagnosi.

È il metodo più accurato per la diagnosi. Le immagini risultanti sono caratterizzate da un'eccellente qualità, aiutano a determinare con precisione lo stato delle cellule cerebrali, per visualizzare i danni minori. Se il medico non può determinare con precisione la localizzazione della patologia, viene prescritta una risonanza magnetica con l'introduzione di un mezzo di contrasto. In questo caso, durante la procedura, una soluzione speciale viene iniettata per via endovenosa, consentendo di vedere lo stato degli organi e delle cellule in alta qualità. Il sito in cui è localizzata la sella turca vuota sarà brillantemente evidenziato.

trattamento

A seconda della causa che ha provocato lo sviluppo della patologia, viene assegnato un numero di misure terapeutiche. In molti casi, viene prestata particolare attenzione al trattamento della malattia sottostante, inoltre vengono fermate le manifestazioni sintomatiche della sella turca vuota. Di solito, il medico usa la terapia farmacologica, tuttavia, in assenza di efficacia, vengono utilizzati metodi chirurgici. Non vengono usati rimedi popolari per il trattamento di questa malattia.

Trattamento farmacologico

Se si trova una sella turca vuota nella diagnosi di un'altra patologia, non viene effettuato un trattamento speciale. Quando questa sindrome non influisce sulle condizioni generali del paziente, non provoca la comparsa di sensazioni spiacevoli, non è necessario eliminarla. Si consiglia di essere esaminati regolarmente da un medico per avvisare tempestivamente un possibile deterioramento della condizione.

In altre situazioni, utilizzare i seguenti metodi:

  1. Per le violazioni della produzione di ormoni, è necessario sottoporsi a una serie di studi aggiuntivi per identificare la carenza di alcune sostanze. Sulla base dei dati ottenuti, viene prescritta una terapia speciale, il cui scopo è quello di fornire artificialmente gli ormoni mancanti. Vengono utilizzate sia iniezioni endovenose che assunzione di farmaci.
  2. Se si osservano disturbi astenici, i problemi sono a livello vegetativo, l'obiettivo del trattamento è eliminare i sintomi negativi. I medici selezionano i sedativi più appropriati, gli antidolorifici per pazienti specifici e prescrivono una terapia complessa per abbassare la pressione sanguigna ed eliminare il rischio di elevazione incontrollata.

Trattamento chirurgico

L'operazione viene eseguita quando si rileva l'ingresso di liquido cerebrospinale nella cavità nasale. Tale violazione può verificarsi con una diminuzione dello spessore della parte inferiore della sella turca. Un metodo simile di trattamento è usato per l'atonia della giunzione ottica, la compressione dei nervi ottici, che causa cambiamenti nel campo visivo. Quando la procedura è completata, viene prescritto un ciclo terapeutico individuale per il paziente e anche i preparati ormonali devono essere assunti per un lungo periodo di tempo.

L'intervento chirurgico viene eseguito in uno dei seguenti modi:

  • Attraverso l'osso frontale. È usato come ultima risorsa se il tumore ha raggiunto un volume eccessivo. È uno dei metodi più pericolosi.
  • Attraverso il naso Una forma più popolare di chirurgia. L'accesso all'area della sella turca si ottiene tagliando il setto nasale.

effetti

Spesso le complicazioni del rifiuto di eliminare i sintomi della patologia si trasformano in una forma cronica. Gli effetti più comuni sono:

  • Interruzione del funzionamento della ghiandola tiroidea, a causa della quale vi è una forte diminuzione dell'immunità, possibile perdita della funzione riproduttiva.
  • Disturbi urologici, che portano alla comparsa di un microstroke, frequenti mal di testa.
  • Tra i segni fisiologici, visione ridotta, a volte si verifica cecità.

La sella turca svolge molte importanti funzioni nel corpo. Se questa formazione è assente o ha una forma irregolare, si sviluppano numerosi sintomi negativi. Il trattamento mira a fermare i segni acuti della malattia. L'intervento chirurgico viene utilizzato quando le condizioni del paziente peggiorano.

Se monitorate la vostra salute, prestate tempestivamente attenzione alle violazioni che si verificano, potete evitare gli spiacevoli effetti della sindrome della sella turca vuota.

Cos'è la cisti aracnoidea pericolosa ed è possibile convivere con essa?

Neoplasie maligne e benigne possono formarsi nel cervello umano. Per benigna includere un tale tipo di neoplasia, come la cisti aracnoide (in alcune fonti - cisti di liquore arachnoide). Circa le cause, i sintomi e il trattamento di questa malattia saranno descritti in dettaglio in questo articolo.

Informazioni generali

Allora, cos'è una cisti del liquido cerebrospinale? Questa è una neoplasia sferica, che è piena di un liquido cerebrospinale (CSF), e per questo motivo, la malattia ha ricevuto questo nome.

È aracnoide perché si trova nella membrana aracnoidea del cervello. Nel luogo in cui si forma il tumore, il guscio ha un ispessimento ed è diviso in due petali, e il liquido si accumula nello spazio tra questi due petali.

La localizzazione della cisti è diversa, potrebbe trovarsi nel foro sopra la sella turca o vicino all'area del ponte fino all'angolo cerebellare.

In termini di prevalenza, questo disturbo non è raro, dal momento che circa il 3-4% della popolazione mondiale ne soffre. Tuttavia, a causa del piccolo volume del tumore, molti non si rendono nemmeno conto che c'è un problema.

Gli uomini sono più sensibili a questa malattia rispetto alle donne.

Inoltre, non solo gli adulti, ma anche i bambini soffrono di questa malattia. Lo sviluppo di una cisti simile in un bambino si verifica in base allo stesso scenario di un adulto.

La cosa più pericolosa in questo disturbo è che può non essere avvertita a lungo e viene scoperta per caso, durante un'ispezione di routine o nella diagnosi di un'altra malattia.

classificazione

La classificazione della malattia ha diverse divisioni. In particolare, in base alla posizione della cisti, ci sono:

  1. Cisti aracnoide del cervello.
  2. Ciste aracnoidea retrocerebellare del liquido cerebrospinale del cervello.

La differenza principale è che la cisti arteroide retrocerebellare del cervello si trova in profondità nel cervello, mentre il solito sulla sua superficie.

Le caratteristiche principali di queste cisti sono le seguenti:

  1. Normale, si sviluppa sulla superficie e retrocerebellare all'interno del cervello nel luogo di morte della materia grigia.
  2. Con il tipo di malattia retrocerebellare, il cervello può essere distrutto anche senza intervento chirurgico, nonostante il fatto che la cisti appartenga a una neoplasia benigna.

Dall'origine delle cisti sono divisi in:

Nella maggior parte dei casi, la cisti primaria cerebrospinale del cervello è congenita. L'opzione secondaria può svilupparsi a causa di esposizione esterna (trauma, malattie infettive, sanguinamento intracranico, ecc.)

Per morfologia si distinguono:

Una semplice cisti del CSF ha una tale struttura all'interno che consente al fluido di muoversi liberamente. Il complesso include anche non solo le cellule della membrana aracnoidea, ma anche i tessuti e gli elementi di terzi.

A valle distinguere:

Le cisti progressive sono in via di crescita e sono in costante aumento di dimensioni, mentre quelle congelate non progrediscono.

È il quadro clinico che ha il valore massimo quando si sceglie la tattica di trattamento di questo disturbo.

Per quanto riguarda la localizzazione, ci sono diverse opzioni per la formazione di cisti, tra cui cisti:

  • fossa cranica posteriore;
  • lobo temporale destro o sinistro (a seconda di dove si trova la cisti - a sinistra oa destra, i sintomi sono diversi);
  • interemisferico (situato nello spazio tra gli emisferi del cervello);
  • parte frontale o parietale;
  • cerebellare (può essere localizzato sia sul cervelletto stesso, sia sui dipartimenti adiacenti);
  • la ghiandola pineale.

In ogni caso, una cisti formata all'interno della testa, indipendentemente dal reparto, è un disturbo grave e richiede un trattamento immediato. La crescita graduale di una cisti comporta una pressione su una particolare area del cervello, che, a sua volta, porta alla formazione di sintomi neurologici di varia gravità e intensità.

motivi

Le cause della ciste cerebrovascolare del cervello sono divise in due tipi:

I principali includono:

  • anomalie durante la gravidanza (tipo congenito della malattia);
  • abuso di droghe o altri prodotti chimici;
  • mantenere uno stile di vita non salutare, che porta all'accumulo di sostanze nocive nel corpo;
  • esposizione alle radiazioni.

Il tipo secondario di disturbo può essere causato da:

  • la meningite;
  • agnesia del corpo calloso;
  • ferite alla testa;
  • intervento chirurgico;
  • processi infiammatori nel cervello;
  • aumento della pressione del liquido cerebrospinale;
  • ictus;
  • rosolia;
  • herpes;
  • aracnoidite;
  • encefalite;
  • emorragia cerebrale.

Inoltre, una cisti può causare l'abuso di droghe o alcol.

Per quanto riguarda le ragazze incinte, la loro banale visita in un bagno o in una sauna durante la gravidanza può provocare questo disturbo, proprio come i frequenti metodi dei bagni caldi.

sintomi

Il tipo primario di malattia si fa sentire già nell'infanzia, poiché una tale cisti comincia a formarsi nella fase dello sviluppo fetale. Nel caso di un tipo di malattia infantile, provoca ritardi dello sviluppo, disturbi della vista o problemi mentali in un piccolo paziente.

Le difficoltà con la diagnosi nella maggior parte dei casi si verificano negli adulti e cosa dire dei bambini. Il bambino, anche se sente alcune anomalie, non è in grado di informare i genitori di questo.

Una variante secondaria della malattia può anche svilupparsi in un neonato (o adolescente), ma questa è l'eccezione piuttosto che la regola.

Le ragioni per la formazione di un tipo secondario di cisti aracnoide CSF sono più adatte per il periodo della vita adulta.

Tuttavia, i sintomi in due casi sono approssimativamente uguali e possono differire solo nell'intensità della manifestazione. I sintomi comuni includono:

  • aumento della pressione intracranica;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • vomito;
  • aumento della fatica;
  • sonnolenza patologica;
  • condizioni di crisi;
  • convulsioni convulsive.

Con un aumento della massa e del volume di una ciste, i sintomi indicati si intensificano e possono essere aggiunti i seguenti segni:

  • andatura instabile;
  • perdita dell'udito;
  • allucinazioni;
  • emiparesi;
  • sensazione di pesantezza nella testa;
  • Pressione "interna" sui bulbi oculari (porta a visione ridotta, visione doppia, formazione di "punti oscuri");
  • atassia vestibolare;
  • disartria;
  • perdita di coscienza

Il pericolo non è tanto la ciste stessa, perché nella maggior parte dei casi la sua presenza non influisce sul benessere del paziente e sulla sua rottura. In caso di rottura, si verifica una spruzzata di liquido cerebrospinale nel cervello, che comporta la morte del paziente.

Dovrebbe essere chiaro che la presenza di una malattia che potrebbe provocare una cisti aracnoidea ha i suoi sintomi e spesso questi sintomi sono gli stessi, il che rende difficile la diagnosi.

diagnostica

Nella maggior parte dei casi, una cisti aracnoidea assomiglia a un tumore al cervello, ematoma o ascesso, il che significa che una diagnosi non può essere fatta sulla base del sondaggio di un paziente.

Il neurologo utilizzerà l'intera gamma di procedure diagnostiche per identificare la patologia e assegnare il trattamento corretto.

Quindi, la diagnostica completa include:

  • elettroencefalografia;
  • rheoencephalography;
  • encefalografia eco;
  • risonanza magnetica (MRI);
  • tomografia computerizzata (CT).

L'analisi principale nel determinare la malattia - MRI. Solo con il suo aiuto puoi fare una diagnosi. Poiché nel caso di altre opzioni di ricerca, è possibile riconoscere solo la presenza di un processo tumorale e solo una risonanza magnetica può rivelare la natura di questo processo.

trattamento

Il trattamento del liquido cerebrospinale dell'aracnoide del cervello, di norma, può essere eseguito in due modi:

  • terapia farmacologica (trattamento conservativo);
  • intervento chirurgico

Nel caso in cui la cisti non cresca di dimensioni e non disturbi il paziente, è possibile evitare l'intervento chirurgico. Tuttavia, questo non significa che il paziente non dovrebbe consultare un medico, anzi, al contrario, deve essere sotto la sua supervisione e sottoporsi regolarmente a misure diagnostiche. Inoltre, vi è un insieme di base di farmaci che il medico prescriverà al paziente, anche se non ha manifestazioni cliniche della malattia, tra cui:

  • farmaci antivirali;
  • farmaci immunostimolanti;
  • farmaci che stimolano il riassorbimento delle aderenze;
  • farmaci che provocano un miglioramento dell'afflusso di sangue.

Se la cisti cresce e i sintomi aumentano gradualmente, è indicato l'intervento chirurgico.

Ci sono tre opzioni per l'operazione:

  1. Metodo endoscopico
  2. intervento chirurgico di bypass.
  3. Escissione della cisti.

Il metodo più preferito è endoscopico. Questo metodo comporta la rimozione del contenuto della cisti attraverso un piccolo foro (foro di fresatura) nel cranio, il cui diametro può variare da pochi millimetri a 1,5-2 centimetri. Dopo aver rimosso il contenuto, viene creata un'apertura speciale che collega la cisti al ventricolo o allo spazio subaracnoideo, per impedirne il riempimento.

Lo smistamento implica l'introduzione nella cisti di uno shunt speciale attraverso il quale l'intero liquido cerebrospinale accumulato in esso scorre nella cavità addominale, dove viene assorbito. Lo svantaggio principale dell'ego è il rischio di intasare lo shunt.

L'escissione (rimozione) di una cisti è il metodo più traumatico e raramente utilizzato. Il fatto è che quando una cisti viene rimossa, il rischio di danni alle aree cerebrali adiacenti è molto alto, il che a sua volta porterà a problemi neurologici.

Prognosi e prevenzione

La prognosi di questa malattia, nonostante la sua gravità, è molto ottimistica e la vita dopo l'intervento è stata del tutto normale. Con un trattamento tempestivo, il paziente si riprende completamente. Naturalmente, se non vi è alcun trattamento o è di scarsa qualità, è possibile che si verifichino determinate conseguenze, e in casi particolarmente trascurati anche un esito letale.

Normalmente, il paziente si riprende in poche settimane.

Per quanto riguarda le misure preventive, è volto a ridurre il rischio di sviluppare cisti, non esiste. Tuttavia, ci sono raccomandazioni generali che non solo aiuteranno a ridurre il rischio di cisti aracnoide, ma anche altri tumori, tra cui:

  • controindicazione per le future mamme tutte le cattive abitudini (specialmente il fumo), dal momento che possono provocare la fame di ossigeno del feto, e questo non è buono;
  • mangiare sano;
  • aderenza al lavoro e al riposo;
  • evitamento di situazioni stressanti;
  • mantenere i normali livelli di colesterolo;
  • controllo della pressione sanguigna (superiore e inferiore);
  • trattamento tempestivo e di qualità di tutti i processi infiammatori nel corpo;
  • controllo regolare dal medico

effetti

Per quanto riguarda le conseguenze per la vita futura, possono essere nel caso di un decorso incontrollato della malattia, tra cui:

  1. Problemi neurologici (perdita di sensibilità, problemi con gli organi interni a livello del sistema nervoso).
  2. Epilessia e convulsioni

Quindi, la cisti aracnoidea è una malattia grave, imprevedibile, il trattamento o l'osservazione, che dovrebbe essere effettuata solo sotto la supervisione di uno specialista. Non esacerbare la tua situazione, puoi anche trattare i tuoi medici correttamente!

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Il diabete mellito è una malattia complessa, che è caratterizzata da una violazione di tutti i processi metabolici nel corpo umano che si verifica sullo sfondo della carenza di insulina assoluta o relativa.

Il concetto dell'ormone anti-Muller AMG o sostanza Muller è spesso riscontrato da coppie che hanno problemi con il concepimento. La deviazione dalla norma dell'ormone anti-Mulleriano può mostrare le patologie di un lento, nonché un processo accelerato di sviluppo degli organi genitali di una donna o di un uomo, e valutare la loro capacità di produrre prole.

Gozzo tossico diffuso, noto anche come malattia di Graves o malattia di Graves, è una malattia autoimmune che si sviluppa più spesso tra i 20 ei 50 anni e colpisce principalmente i soggetti di sesso femminile.