Principale / Ghiandola pituitaria

Ormoni della corteccia surrenale e loro funzioni

L'organo associato di piccole dimensioni e peso di circa 13 grammi, la ghiandola surrenale, appartiene alle ghiandole endocrine. Le ghiandole si trovano, rispettivamente, sul rene destro e sinistro. Questi indispensabili "aiutanti" svolgono un ruolo importante nel normale funzionamento del sistema nervoso e nella salute dell'intero organismo.

Le zone della corteccia surrenale e i loro ormoni

Anatomicamente, questo organo consiste di due componenti (cerebrale e corteccia), che sono controllati dal sistema nervoso centrale. Gli ormoni della corteccia surrenale e il loro effetto sull'adattamento dell'organismo a situazioni stressanti, il controllo delle sue caratteristiche sessuali non può essere sottovalutato. La mancanza o l'eccesso di secrezioni prodotte è una minaccia per la salute e persino per la vita di una persona. La corteccia surrenale è divisa in tre aree:

Ormoni della zona reticolare della corteccia surrenale

Questo sito ha preso il nome dall'aspetto sotto forma di una rete porosa formata da filamenti epiteliali. L'ormone principale della zona reticolare delle ghiandole surrenali è l'Androstenedione, che è interconnesso con il testosterone e gli estrogeni. Per sua natura, è molto più debole del testosterone ed è rappresentato dal principale segreto maschile nel corpo femminile. La formazione e lo sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie dipendono dal suo grado. Una diminuzione o un aumento della quantità di androstenedione nel corpo femminile porta allo sviluppo di una serie di malattie endocrine:

  • disfunzione genitale;
  • attivazione della manifestazione di segni maschili (aumento della massa corporea, diminuzione della gamma vocale);
  • problemi di concepire e trasportare un feto.

Il deidroepiandrosterone, che è simile nella sua azione, che produce la parte inferiore della copertura, è attivamente coinvolto nella produzione di proteine. Con esso, gli atleti aumentano il potenziale muscolare.

Gli ormoni della zona del fascio della corteccia surrenale

Gli ormoni della corteccia surrenale della natura steroidea sono sintetizzati dalla zona del raggio di questo organo. Questi includono cortisone e cortisolo. Questi glucocorticoidi sono attivamente coinvolti in molti processi metabolici:

  • attivare la formazione di glucosio;
  • partecipare alla disgregazione di grassi, proteine;
  • ridurre le reazioni infiammatorie e allergiche;
  • mostrare un marcato effetto stimolante sul sistema nervoso;
  • aumentare l'acidità gastrica;
  • trattenere il fluido nei tessuti;
  • inibire l'immunità quando si ha bisogno fisiologico (gravidanza);
  • regolare la pressione sanguigna;
  • aumentare la resistenza alle sollecitazioni e alle condizioni di shock.

Ormoni della zona glomerulare della corteccia surrenale - le loro funzioni

La corteccia surrenale produce ormoni che regolano l'equilibrio idrico ed elettrolitico. Sono conosciuti come mineralcorticoidi e sono sintetizzati nella regione glomerulare. Il principale prodotto di questo gruppo è l'aldosterone, la cui funzione è quella di aumentare il riassorbimento di liquidi e sodio dalle cavità e ridurre il livello di potassio nei reni, che bilancia il rapporto tra questi due minerali attivi. L'alto aldosterone è uno degli indicatori dello sviluppo di un costante aumento della pressione sanguigna.

Ormoni della corteccia adrenale - analisi

Per diagnosticare alcune malattie o disfunzioni patologiche del sistema endocrino, urogenitale e nervoso, i medici prescrivono test al bioregene degli ormoni surrenali nel sangue. I test di laboratorio aiutano a identificare le cause delle violazioni nel lavoro sistemico degli organi nei seguenti casi:

  • labilità emotiva;
  • stato depressivo;
  • comportamento post-stress;
  • disturbi del sonno e debolezza persistente;
  • cambiamenti nei livelli di glucosio;
  • pienezza dolorosa;
  • segni di invecchiamento precoce;
  • Oncologia.

La ridotta secrezione di ormoni della corteccia surrenale si verifica spesso con allergie di diverse eziologie e malattie della pelle. Con la tendenza del corpo femminile alla fine prematura della gravidanza conducono ricerche sul livello di deidroepiandrosterone. Aumentare o diminuire la quantità di cortisolo e aldosterone è un indicatore di gravi patologie. La diagnosi differenziale può essere eseguita solo da un endocrinologo esperto. La consultazione del ginecologo non sarà superflua.

Le regole di base per lo studio:

  1. Il sangue venoso viene prelevato dal paziente al mattino.
  2. Non mangiare o bere cibo prima della procedura.

Regolazione della secrezione di ormoni surrenali

La produzione di una certa quantità di steroidi è controllata dall'ipofisi e dall'ipotalamo. L'ormone adrenocorticotropo attiva la formazione di ormoni da parte della corteccia surrenale. Livelli elevati di glucorticoidi determinano una diminuzione della produzione di ACTH da parte dell'ipotalamo. In medicina, questo processo è chiamato "feedback". Gli ormoni sessuali della corteccia surrenale (androgeni) sono sintetizzati sotto l'influenza di ACTH e LH (ormone luteinizzante). La secrezione ridotta porta allo sviluppo sessuale ritardato. L'equilibrio ormonale del corpo dipende direttamente dal lavoro ben coordinato:

  • ghiandola pituitaria;
  • ipotalamo;
  • sostanza corticale dell'organo endocrino.

Preparazioni di ormoni della corteccia surrenale

Alcune malattie sistemiche o processi infiammatori gravi non possono essere curati senza l'uso di farmaci ormonali. Il loro ruolo guida nel trattamento delle malattie reumatiche, allergiche e infettive è stato clinicamente dimostrato. L'ormone sintetico della corteccia surrenale è un modello di una sostanza naturale ed è prescritto in alcuni casi come un metodo di terapia sostitutiva o come un potente agente anti-infiammatorio.

Le seguenti medicine sono meglio conosciute nella pratica medica:

L'industria farmaceutica produce varie forme di questi farmaci per uso locale e generale. La terapia a lungo termine con farmaci ormonali viene effettuata molto raramente e solo in casi di estrema necessità a causa della possibilità di comparsa di una "sindrome da astinenza" e di pronunciati effetti collaterali. L'accettazione di tali farmaci richiede il controllo rigoroso di specialisti stretti.

Ghiandole surrenali

Struttura della ghiandola surrenale

Le ghiandole surrenali si trovano nello spazio retroperitoneale sopra i reni, la loro massa totale è di 7-10 g, sono circondate da uno strato grasso e dalla fascia renale. Ogni ghiandola surrenale ha una doppia struttura. Consiste nella corteccia surrenale esterna e nel midollo interno, entrambi coinvolti nella produzione di ormoni. La corteccia surrenale produce principalmente cortisolo, aldosterone e androgeni e il midollo produce adrenalina e norepinefrina. A differenza dell'innervazione diretta del midollo, l'attività della corteccia surrenale è regolata dagli ormoni neuroendocrini, prodotti nella ghiandola pituitaria, sotto il controllo dell'ipotalamo e del sistema renina-angiotensina.

Corteccia surrenale

La corteccia surrenale è responsabile della produzione di corticosteroidi e di ormoni androgeni. Parte degli ormoni sono prodotti da cellule speciali della corteccia, tra cui l'aldosterone, il cortisolo e gli androgeni, come l'androstenedione. In condizioni normali, in assenza di danni e influenze esterne, le ghiandole surrenali producono una quantità di ormoni equivalente a circa 35-40 mg di cortisone acetato.

Midollo surrenale

La sostanza cerebrale è la sostanza principale delle ghiandole surrenali ed è circondata dalla corteccia surrenale. La sostanza cerebrale produce circa il 20% di norepinefrina (noradrenalina) e l'80% di adrenalina (epinefrina). Le cellule cromaffini del midollo surrenale sono la principale fonte di adrenalina, norepinefrina e encefalina nel sangue, che sono responsabili della mobilizzazione del corpo quando si verifica una minaccia. Questo nome cellulare ha ricevuto quando diventano visibili durante la tintura di tessuti con sali di cromo. Per attivare la funzione delle cellule cromaffini, è richiesto un segnale dal sistema nervoso simpatico attraverso le fibre pregangliari che si verificano nel midollo spinale toracico. Il segreto del midollo passa direttamente nel sangue. La sintesi dell'adrenalina nel midollo è anche promossa dal cortisolo. Prodotto nella corteccia, il cortisolo raggiunge il midollo surrenale, aumentando il livello di produzione di adrenalina.

Rifornimento di sangue alle ghiandole surrenali

L'apporto di sangue alle ghiandole surrenali e ai reni è comune ed è fornito da tre arterie: l'arteria surrenale principale, fornita con l'arteria diaframmatica inferiore, l'arteria surrenale media fornita con l'aorta addominale e l'arteria surrenale inferiore fornita con l'arteria renale.

Ruolo fisiologico degli ormoni surrenali

Ormoni e corticali e ormoni della midollare surrenale svolgono un ruolo importante nel corpo umano. I principali ormoni prodotti dalla corteccia surrenale sono cortisolo, androgeni e aldosterone.

Se consideriamo le ghiandole surrenali dal punto di vista anatomico, esse possono essere divise in tre zone: glomerulare, fascio e mesh. I mineralocorticoidi sono sintetizzati nella zona glomerulare, i glucocorticoidi sono sintetizzati nella zona glomerulare e la zona reticolare produce androgeni - ormoni sessuali. La parte del cervello è più semplice: consiste di cellule nervose e ghiandolari, che vengono attivate sintetizzando adrenalina e norepinefrina. Gli ormoni della corteccia surrenale, nonostante svolgano funzioni diverse, sono sintetizzati dallo stesso composto: il colesterolo.

Ecco perché, prima di rifiutarti assolutamente di mangiare grassi, devi pensare a cosa saranno sintetizzati gli ormoni della zona surrenale.

Se gli ormoni del midollo sono prodotti con la partecipazione attiva del sistema nervoso, gli ormoni della sostanza corticale sono regolati dalla ghiandola pituitaria. Allo stesso tempo, viene rilasciato ACTH, e più questa sostanza è contenuta nel sangue, più velocemente e più attivamente gli ormoni sono sintetizzati. Anche il feedback ha luogo - se il livello degli ormoni aumenta, il livello della cosiddetta sostanza di controllo diminuisce.

Ormoni a rete

Gli ormoni della zona reticolare della corteccia surrenale sono in gran parte rappresentati da androstenedione - questo ormone è strettamente correlato agli estrogeni e al testosterone. Fisiologicamente è più debole del testosterone ed è l'ormone maschile del corpo femminile. Dipende da quanto è nel corpo come si formeranno le caratteristiche sessuali secondarie. Una quantità insufficiente o eccessiva di androstenedione nel corpo di una donna può causare interruzioni nel corpo, che possono causare lo sviluppo di alcune malattie dell'ordine endocrino:

  • infertilità o difficoltà di riproduzione;
  • la presenza di segni femminili di maschio - voce bassa, aumento della crescita dei capelli e altri;
  • problemi con la funzionalità dei genitali.

Oltre all'androstedione, lo strato reticolare delle ghiandole surrenali sintetizza il deidroepiandrosterone. Il suo ruolo è nella produzione di molecole proteiche, gli atleti lo conoscono molto bene, perché con l'aiuto di questo ormone creano massa muscolare.

Ghiandole surrenali

In questa zona, gli ormoni steroidei sono sintetizzati - cortisolo e cortisone. La loro azione è la seguente:

  • produzione di glucosio;
  • la disgregazione di molecole proteiche e grasse;
  • riduzione delle reazioni allergiche nel corpo;
  • riduzione dei processi infiammatori;
  • eccitazione del sistema nervoso;
  • effetto sull'acidità gastrica;
  • ritenzione idrica nei tessuti;
  • se c'è un bisogno fisiologico (per esempio gravidanza), depressione del sistema immunitario;
  • regolazione della pressione nelle arterie;
  • aumentare la resilienza e la resistenza allo stress.

Ormoni della zona glomerulare

In questa divisione delle ghiandole surrenali si produce aldesterone, il suo ruolo nel ridurre la concentrazione di potassio nei reni e nel migliorare l'assorbimento di liquidi e sodio. Quindi, questi due minerali sono equilibrati nel corpo. Molto spesso, le persone con la pressione alta persistente mostrano elevati livelli di aldosterone.

In tal caso può verificarsi un fallimento ormonale.

Il ruolo degli ormoni surrenali per il corpo umano è molto grande e, naturalmente, la distruzione delle ghiandole surrenali e dei loro ormoni non solo comporta interruzioni nel funzionamento dell'intero organismo, ma dipende anche direttamente dai processi che si verificano in esso. patologie:

  • processi infettivi;
  • malattie da tubercolosi;
  • oncologia e metastasi;
  • emorragia o lesione;
  • patologia autoimmune;
  • malattia del fegato;
  • problemi ai reni;
  • anomalie congenite.

Per quanto riguarda le anomalie congenite, stiamo parlando di iperplasia della corteccia surrenale. In questo caso, la sintesi di androgeni è migliorata, e nelle ragazze con questa patologia, si sviluppano segni di pseudo ermafroditismo, ei ragazzi maturano sessualmente prima del tempo. I bambini con tali disturbi hanno una mancanza di crescita, perché la differenziazione del tessuto osseo si ferma.

Quadro clinico

I primi segni di scarsa performance ormonale sono affaticamento e stanchezza, più tardi si uniscono altri sintomi, che possono sostituirsi a vicenda a seconda del grado di compromissione.

La menomazione funzionale è accompagnata da quanto segue:

  • mancanza di un'adeguata capacità di far fronte a situazioni stressanti, costanti esaurimenti nervosi e stati depressivi;
  • sensazione di paura e ansia;
  • interruzioni del battito cardiaco;
  • aumento della sudorazione;
  • disturbo del sonno;
  • tremore e tremore;
  • debolezza, svenimento;
  • dolore nella regione lombare e mal di testa.

Naturalmente, almeno uno di questi segni può essere trovato in ogni persona, e in questo caso non è saggio correre naturalmente in farmacia per i farmaci. Ogni sintomo, preso separatamente, può essere una risposta del corpo a una situazione stressante, pertanto, per chiarire la diagnosi, è necessario consultare uno specialista, superare i test necessari e solo successivamente prendere una decisione sulla terapia farmacologica.

Nelle donne, il malfunzionamento delle ghiandole surrenali porta a:

  • violazione del ciclo mestruale;
  • problemi con la minzione;
  • sovrappeso, in quanto vi sono irregolarità nei processi metabolici.

Gli uomini possono provare quanto segue:

  • depositi di grasso nell'addome;
  • scarsa crescita dei capelli;
  • mancanza di desiderio sessuale;
  • timbro alto di voce.

Misure diagnostiche

Allo stato attuale, non è difficile determinare il fallimento delle ghiandole surrenali. Gli esami di laboratorio possono determinare i livelli ormonali utilizzando un esame delle urine o del sangue di routine. Di norma, questo è abbastanza per fare una diagnosi corretta. In alcuni casi, il medico può prescrivere un'ecografia, TC o risonanza magnetica per l'organo endocrino di interesse.

Di norma, la ricerca è più spesso prescritta a persone che hanno ritardato lo sviluppo sessuale, aborto spontaneo o infertilità. Inoltre, il medico può indagare l'attività delle ghiandole surrenali in caso di insuccessi nel ciclo mestruale, atrofia muscolare, osteoporosi, aumento persistente della pressione, obesità o aumento della pigmentazione della pelle.

Come influenzare gli indicatori ormonali

Interruzione della funzionalità delle ghiandole surrenali porta alla fame e situazioni stressanti. Poiché la sintesi di corticosteroidi si verifica a un certo ritmo, è necessario mangiare osservando questo ritmo. Al mattino, la sintesi degli ormoni è la più alta, quindi la colazione dovrebbe essere densa, la sera non c'è bisogno di una maggiore produzione di ormoni, quindi una cena leggera può ridurre la loro concentrazione nel sangue.

Normalizzare la produzione di ormoni aiuta l'esercizio attivo. Gli sport si praticano al meglio al mattino, e se preferisci il tempo serale per i carichi sportivi, solo i carichi leggeri saranno utili.

Naturalmente, una corretta alimentazione ha anche un effetto positivo sul lavoro delle ghiandole surrenali - tutte le vitamine e i minerali necessari dovrebbero essere presenti nella dieta. Se la situazione viene trascurata, il medico può prescrivere farmaci, in alcuni casi, tale terapia può essere prescritta per tutta la vita, perché altrimenti si possono sviluppare disturbi gravi.

Il principio della terapia farmacologica si basa sul ripristino dei livelli ormonali, quindi ai pazienti vengono prescritti ormoni - analoghi sintetici degli ormoni mancanti. Quando una quantità in eccesso di alcuni ormoni viene prescritta anche farmaci ormonali che agiscono sull'ipotalamo e sull'ipofisi, sospendono l'eccesso di funzionalità della ghiandola e sintetizzano meno ormoni.

La terapia include quanto segue:

  • Se c'è una carenza di cortisolo nel corpo, vengono prescritti preparati ormonali e farmaci che reintegrano sodio e altri minerali.
  • Se c'è una carenza di aldosterone, viene prescritto un analogo di origine sintetica e, se non c'è abbastanza androgeno, viene sostituito con un derivato sintetico del testosterone.
  • Affinché le ghiandole surrenali funzionino correttamente, è necessario interrompere l'assunzione di contraccettivi orali.
  • È necessario misurare costantemente il livello di pressione sanguigna, poiché lo squilibrio degli ormoni porta al fatto che l'equilibrio di sale e acqua è disturbato, il che porta effettivamente ad un aumento della pressione nelle arterie.

Le medicine più famose e comuni utilizzate nel trattamento dello squilibrio ormonale delle ghiandole surrenali sono le seguenti:

  • idrocortisone;
  • prednisolone;
  • cortisone;
  • Dezoksikorton.

La somministrazione indipendente di farmaci è inaccettabile, tutti i farmaci dovrebbero essere prescritti solo da uno specialista competente.

Prevenzione della malattia surrenale

Sapendo cos'è la corteccia surrenale, quali sono gli ormoni sintetizzati in essa e quali malattie possono causare uno squilibrio degli ormoni, è necessario pensare alla prevenzione delle malattie di questi organi endocrini. Prima di tutto, è necessario prevenire malattie e disturbi che possono provocare un malfunzionamento delle ghiandole surrenali. Nella maggior parte dei casi, la violazione della funzionalità di questi organi si verifica a causa di stress prolungato e stati depressivi, quindi tutti i medici consigliano di evitare situazioni negative che possono portare a stress.

Una corretta alimentazione e uno stile di vita attivo sono anche una componente molto importante della salute surrenale.

Per prevenire lo squilibrio ormonale, è necessario:

  • inserire nella dieta alimenti contenenti vitamine e minerali;
  • affrontare lo stress;
  • condurre uno stile di vita attivo;
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini;
  • identificare tempestivamente eventuali malattie e trattarle adeguatamente.

Le ghiandole surrenali e i loro ormoni sono importanti regolatori dei processi vitali nel corpo, non si deve trascurare la loro salute, l'intera salute del corpo nel suo complesso dipende anche dal loro lavoro.

Ghiandole surrenali

Ormoni della corteccia surrenale

Le ghiandole surrenali si trovano sul polo superiore dei reni, coprendole sotto forma di un berretto. Nell'uomo, la massa delle ghiandole surrenali è di 5-7 g Nelle ghiandole surrenali, la corticale e il midollo vengono secreti. La sostanza corticale include zone glomerulari, puchkovy e meshny. La sintesi di mineralcorticoidi si verifica nella zona glomerulare; nella zona puchkovy - glucocorticoide; nella zona netta - una piccola quantità di ormoni sessuali.

Gli ormoni prodotti dalla corteccia surrenale sono steroidi. La fonte della sintesi di questi ormoni è il colesterolo e l'acido ascorbico.

Tabella. Ormoni surrenali

Zona surrenale

ormoni

  • zona glomerulare
  • zona del fascio
  • zona mesh
  • mineralcorticoidi (aldosterone, deossicorticosterone)
  • glucocorticoidi (cortisolo, idrocortisolo, corticosterone)
  • androgeni (deidroepiandrosterone, 11β-androstenedione, 11β-idrossiaidrostenedione, testosterone), una piccola quantità di estrogeni e gestagen

Catecolamine (adrenalina e norepinefrina nel rapporto 6: 1)

mineralcorticoidi

I mineralocorticoidi regolano il metabolismo minerale e principalmente i livelli di sodio e potassio nel plasma sanguigno. Il principale rappresentante dei mineralcorticoidi è l'aldosterone. Durante il giorno forma circa 200 microgrammi. Lo stock di questo ormone nel corpo non si forma. L'aldosterone aumenta il riassorbimento degli ioni Na + nei tubuli distali dei reni, aumentando contemporaneamente l'escrezione degli ioni K + con le urine e sotto l'influenza dell'aldosterone, il riassorbimento renale dell'acqua aumenta drammaticamente ed è assorbito passivamente lungo il gradiente osmotico creato dagli ioni Na +. Ciò porta ad un aumento del volume di sangue circolante, un aumento della pressione sanguigna. A causa della maggiore retrazione dell'acqua, la diuresi è ridotta. Con l'aumento della secrezione di aldosterone aumenta la tendenza all'edema, a causa del ritardo nel corpo di sodio e acqua, un aumento della pressione idrostatica nei capillari e in connessione con questo aumento del flusso di liquido dal lume dei vasi sanguigni nel tessuto. A causa del gonfiore del tessuto, l'aldosterone contribuisce allo sviluppo della risposta infiammatoria. Sotto l'influenza di aldosterone, il riassorbimento di ioni H + nell'apparato tubulare dei reni aumenta a causa dell'attivazione di H + -K + - ATPasi, che porta a uno spostamento dell'equilibrio acido-base verso l'acidosi.

La ridotta secrezione di aldosterone causa un aumento dell'escrezione di sodio e acqua nelle urine, che porta alla disidratazione (disidratazione) dei tessuti, una diminuzione del volume del sangue circolante e dei livelli di pressione sanguigna. La concentrazione di potassio nel sangue allo stesso tempo, al contrario, aumenta, che è la causa del disturbo dell'attività elettrica del cuore e dello sviluppo delle aritmie cardiache, fino ad un arresto nella fase diastolica.

Il principale fattore che regola la secrezione di aldosterone è il funzionamento del sistema renina-angiotensina-aldosterone. Con una diminuzione dei livelli di pressione sanguigna, si osserva un'eccitazione della parte simpatica del sistema nervoso, che porta a un restringimento dei vasi renali. Il flusso sanguigno renale ridotto contribuisce alla maggiore produzione di renina nell'apparato iuxtaglomerulare dei reni. La renina è un enzima che agisce sul plasma a2-globulina angiotensinogeno, convertendolo in angiotensina-I. L'angiotensina-I formatasi sotto l'influenza dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) viene convertita in angiotensina II, che aumenta la secrezione di aldosterone. La produzione di aldosterone può essere migliorata dal meccanismo di feedback quando si modifica la composizione salina del plasma sanguigno, in particolare a basse concentrazioni di sodio o ad alti livelli di potassio.

glucocorticoidi

I glucocorticoidi influenzano il metabolismo; Questi includono idrocortisone, cortisolo e corticosterone (quest'ultimo è mineralcorticoide). I glucocorticoidi hanno il loro nome a causa della loro capacità di aumentare i livelli di zucchero nel sangue a causa della stimolazione della formazione di glucosio nel fegato.

Fig. Ritmo circadiano di corticotropina (1) e secrezione di cortisolo (2)

I glucocorticoidi stimolano il sistema nervoso centrale, portano a insonnia, euforia, eccitazione generale, indeboliscono le reazioni infiammatorie e allergiche.

I glucocorticoidi influenzano il metabolismo delle proteine, causando i processi di degradazione delle proteine. Questo porta ad una diminuzione della massa muscolare, l'osteoporosi; la velocità di guarigione della ferita diminuisce. La rottura delle proteine ​​porta ad una diminuzione del contenuto dei componenti proteici nello strato mucoso protettivo che copre la mucosa gastrointestinale. Quest'ultimo contribuisce ad aumentare l'azione aggressiva dell'acido cloridrico e della pepsina, che può portare alla formazione di un'ulcera.

I glucocorticoidi aumentano il metabolismo dei grassi, causando la mobilizzazione dei grassi dai depositi di grasso e aumentando la concentrazione di acidi grassi nel plasma sanguigno. Ciò porta alla deposizione di grasso sul viso, sul torace e sulle superfici laterali del corpo.

Per la natura del loro effetto sul metabolismo dei carboidrati, i glucocorticoidi sono antagonisti dell'insulina, vale a dire aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue e portare a iperglicemia. Con l'uso a lungo termine di ormoni per lo scopo del trattamento o l'aumento della loro produzione, il diabete steroideo può svilupparsi nel corpo.

I principali effetti dei glucocorticoidi

  • metabolismo proteico: stimola il catabolismo proteico nei tessuti muscolari, linfoidi e epiteliali. La quantità di amminoacidi nel sangue aumenta, entrano nel fegato, dove vengono sintetizzate nuove proteine;
  • metabolismo dei grassi: fornire lipogenesi; quando l'iperproduzione stimola la lipolisi, la quantità di acidi grassi nel sangue aumenta, c'è una ridistribuzione del grasso nel corpo; attivare la chetogenesi e inibire la lipogenesi nel fegato; stimolare l'appetito e l'assunzione di grassi; gli acidi grassi diventano la principale fonte di energia;
  • metabolismo dei carboidrati: stimola la gluconeogenesi, il livello di glucosio nel sangue aumenta e il suo utilizzo rallenta; inibire il trasporto del glucosio nel muscolo e nel tessuto adiposo, avere un'azione contro-insulare
  • partecipare ai processi di stress e adattamento;
  • aumentare l'eccitabilità del sistema nervoso centrale, del sistema cardiovascolare e dei muscoli;
  • avere effetti immunosoppressivi e antiallergici; ridurre la produzione di anticorpi;
  • avere un effetto antinfiammatorio pronunciato; inibire tutte le fasi dell'infiammazione; stabilizzare le membrane di lisosoma, inibire il rilascio di enzimi proteolitici, ridurre la permeabilità capillare e l'uscita dei leucociti, avere un effetto antistaminico;
  • avere effetto antipiretico;
  • ridurre il contenuto di linfociti, monociti, eosinofili e basofili del sangue a causa della loro transizione nei tessuti; aumentare il numero di neutrofili a causa dell'uscita dal midollo osseo. Aumentare il numero di globuli rossi stimolando l'eritropoiesi;
  • aumentare la sintesi delle cahecolamine; sensibilizzare la parete vascolare all'azione vasocostrittrice delle catecolamine; mantenendo la sensibilità vascolare alle sostanze vasoattive, sono coinvolte nel mantenimento della pressione sanguigna normale

Con dolore, ferita, perdita di sangue, ipotermia, surriscaldamento, avvelenamento, malattie infettive, gravi esperienze mentali, aumenta la secrezione di glucocorticoidi. In queste condizioni, aumenta la secrezione di adrenalina dovuta al riflesso del midollo surrenale. L'adrenalina che entra nel flusso sanguigno agisce sull'ipotalamo, causando la produzione di fattori di rilascio che, a loro volta, agiscono sull'adenoipofisi, aumentando la secrezione di ACTH. Questo ormone è un fattore che stimola la produzione di glucocorticoidi nelle ghiandole surrenali. Quando viene rimossa la ghiandola pituitaria, si verifica atrofia dell'iperplasia surrenale e la secrezione glucocorticoide diminuisce drasticamente.

Una condizione derivante dall'azione di un numero di fattori avversi e che porta ad un aumento della secrezione di ACTH, e quindi glucocorticoidi, il fisiologo canadese Hans Selye ha designato con il termine "stress". Ha notato che l'azione di vari fattori sul corpo provoca, insieme a reazioni specifiche, non specifiche, che sono chiamate la sindrome di adattamento generale (OSA). Si chiama adattativo perché fornisce l'adattabilità del corpo agli stimoli in questa situazione insolita.

L'effetto iperglicemico è uno dei componenti dell'azione protettiva dei glucocorticoidi durante lo stress, poiché nella forma di glucosio nel corpo si crea un apporto di substrato energetico, la cui scissione aiuta a superare l'azione di fattori estremi.

L'assenza di glucocorticoidi non porta alla morte immediata dell'organismo. Tuttavia, in caso di insufficiente secrezione di questi ormoni, la resistenza del corpo a vari effetti dannosi diminuisce, quindi, le infezioni e altri fattori patogeni sono difficili da tollerare e spesso causano la morte.

androgeni

Gli ormoni sessuali della corteccia surrenale - androgeni, estrogeni - giocano un ruolo importante nello sviluppo degli organi genitali durante l'infanzia, quando la funzione intrasecretoria delle ghiandole sessuali è ancora poco espressa.

Con l'eccessiva formazione di ormoni sessuali nella zona reticolare, si sviluppano due tipi di sindrome andrenogenitale: eterosessuale ed isoassia. La sindrome eterosessuale si sviluppa quando vengono prodotti ormoni del sesso opposto ed è accompagnata dall'apparizione di caratteristiche sessuali secondarie inerenti all'altro sesso. La sindrome isosessuale si manifesta con un'eccessiva produzione di ormoni dello stesso sesso e si manifesta con l'accelerazione dei processi di pubertà.

Adrenalina e norepinefrina

Il midollo surrenale contiene cellule cromaffini in cui vengono sintetizzati adrenalina e norepinefrina. Circa l'80% della secrezione ormonale è responsabile dell'adrenalina e il 20% della noradrenalina. Adrenalina e norepinefrina si combinano sotto il nome di catecolamine.

L'epinefrina è un derivato dell'aminoacido tirosina. La norepinefrina è un mediatore rilasciato dalle terminazioni di fibre simpatiche: per la sua struttura chimica è adrenalina demetilata.

L'azione dell'adrenalina e della norepinefrina non è del tutto chiara. Gli impulsi dolorosi, l'abbassamento del contenuto di zucchero nel sangue causano il rilascio di adrenalina e il lavoro fisico, la perdita di sangue porta ad un aumento della secrezione di noradrenalina. L'adrenalina inibisce la muscolatura liscia più intensamente della noradrenalina. La norepinefrina provoca una grave vasocostrizione e quindi aumenta la pressione sanguigna, riduce la quantità di sangue emessa dal cuore. L'adrenalina causa un aumento della frequenza e dell'ampiezza delle contrazioni cardiache, un aumento della quantità di sangue espulso dal cuore.

L'adrenalina è un potente attivatore della disgregazione del glicogeno nel fegato e nei muscoli. Questo spiega il fatto che con un aumento della secrezione di adrenalina, la quantità di zucchero nel sangue e nelle urine aumenta, il glicogeno scompare dal fegato e dai muscoli. Questo ormone ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale.

L'adrenalina rilassa i muscoli lisci del tratto digestivo, della vescica, dei bronchioli, degli sfinteri del sistema digerente, della milza, degli ureteri. Muscolo, dilatando la pupilla, sotto l'influenza dell'adrenalina viene ridotto. L'adrenalina aumenta la frequenza e la profondità della respirazione, il consumo di ossigeno da parte del corpo, aumenta la temperatura corporea.

Tabella. Effetti funzionali di adrenalina e norepinefrina

Struttura, funzione

Sbalzo di adrenalina

norepinefrina

Differenza nell'azione

Non influisce o riduce

Resistenza periferica totale

Flusso sanguigno muscolare

Aumenta del 100%

Non influisce o riduce

Flusso di sangue nel cervello

Aumenta del 20%

Tabella. Funzioni metaboliche ed effetti dell'adrenalina

Tipo di scambio

caratteristica

A concentrazioni fisiologiche ha un effetto anabolico. Ad alte concentrazioni, stimola il catabolismo proteico

Promuove la lipolisi nel tessuto adiposo, attiva la parapasi dei trigliceridi. Attiva la chetogenesi nel fegato. Aumenta l'uso di acidi grassi e acido acetico-acetico come fonti di energia nel muscolo cardiaco e nella corteccia della notte, acidi grassi dai muscoli scheletrici

In alte concentrazioni ha un effetto iperglicemico. Attiva la secrezione di glucagone, inibisce la secrezione di insulina. Stimola la glicogenolisi nel fegato e nei muscoli. Attiva la gluconeogenesi nel fegato e nei reni. Sopprime l'assorbimento di glucosio nei muscoli, nel cuore e nel tessuto adiposo.

Iper-e ipofunzione delle ghiandole surrenali

Il midollo surrenale è raramente coinvolto nel processo patologico. Non ci sono segni di ipofunzione anche con la completa distruzione del midollo, poiché la sua assenza è compensata dal maggiore rilascio di ormoni da parte delle cellule cromaffini di altri organi (aorta, seno carotideo, gangli simpatici).

L'iperfunzione del midollo si manifesta in un forte aumento della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca, della concentrazione di zucchero nel sangue, della comparsa di mal di testa.

L'ipofunzione della corteccia surrenale causa vari cambiamenti patologici nel corpo e la rimozione della corteccia causa una morte molto rapida. Subito dopo l'operazione, l'animale si rifiuta di mangiare, si verificano vomito e diarrea, si sviluppa debolezza muscolare, la temperatura corporea diminuisce e la produzione di urina si ferma.

La produzione insufficiente di ormoni della corteccia surrenale porta allo sviluppo della malattia del bronzo nell'uomo, o malattia di Addison, descritta per la prima volta nel 1855. Il suo segno iniziale è la colorazione bronzea della pelle, specialmente sulle mani, sul collo, sul viso; indebolimento del muscolo cardiaco; astenia (aumento della fatica durante il lavoro muscolare e mentale). Il paziente diventa sensibile alle irritazioni fredde e dolorose, più suscettibili alle infezioni; perde peso e gradualmente raggiunge il completo esaurimento.

Funzione endocrina surrenale

Le ghiandole surrenali sono ghiandole endocrine accoppiate, situate ai poli superiori dei reni e composte da due diversi tessuti di origine embrionale: sostanza corticale (mesoderma derivato) e cervello (ectoderma derivato).

Ogni ghiandola surrenale ha una massa media di 4-5 g. Più di 50 diversi composti steroidi (steroidi) si formano nelle cellule epiteliali ghiandolari della corteccia surrenale. Nel midollo, chiamato anche tessuto cromaffino, vengono sintetizzate le catecolamine: adrenalina e norepinefrina. Le ghiandole surrenali sono abbondantemente rifornite di sangue e innervate dai neuroni pregangliari dei plessi solari e surrenali del sistema nervoso centrale. Hanno un sistema portale di navi. La prima rete di capillari si trova nella corteccia surrenale, e il secondo è nel midollo allungato.

Le ghiandole surrenali sono organi endocrini vitali in tutte le età. In un feto di 4 mesi, le ghiandole surrenali sono più grandi dei reni e in un neonato il loro peso è 1/3 della massa dei reni. Negli adulti, questo rapporto è compreso tra 1 e 30.

La corteccia surrenale occupa l'80% dell'intera ghiandola e si compone di tre zone cellulari. Mineraliorticoidi sono formati nella zona glomerulare esterna; nella zona centrale (più grande), i glucocorticoidi sono sintetizzati; nella zona reticolare interna - ormoni sessuali (maschi e femmine), indipendentemente dal sesso della persona. La corteccia surrenale è l'unica fonte di minerali vitali e ormoni glucocorticoidi. Ciò è dovuto alla funzione di aldosterone per prevenire la perdita di sodio nelle urine (ritenzione di sodio nel corpo) e per mantenere una normale osmolarità dell'ambiente interno; Il ruolo chiave del cortisolo è la formazione dell'adattamento dell'organismo all'azione dei fattori di stress. La morte del corpo dopo la rimozione o completa atrofia delle ghiandole surrenali è associata ad una mancanza di mineralcorticoidi, può essere prevenuta solo con la loro sostituzione.

Mineralcorticoid (aldosterone, 11-deoxycorticosterone)

Nell'uomo, l'aldosterone è il mineralcorticoide più importante e più attivo.

L'aldosterone è un ormone steroideo sintetizzato dal colesterolo. La secrezione giornaliera dell'ormone è in media 150-250 mcg e il contenuto nel sangue - 50-150 ng / l. L'aldosterone viene trasportato sia in forme proteiche libere (50%) che rilegate (50%). La sua emivita è di circa 15 minuti. Metabolizzato dal fegato e parzialmente escreto nelle urine In un passaggio di sangue attraverso il fegato, il 75% di aldosterone presente nel sangue viene inattivato.

L'aldosterone interagisce con specifici recettori citoplasmatici intracellulari. I complessi risultanti del recettore ormonale penetrano nel nucleo della cellula e, legandosi al DNA, regolano la trascrizione di determinati geni che controllano la sintesi delle proteine ​​di trasporto ionico. A causa della stimolazione della formazione di specifici RNA messaggeri, la sintesi di proteine ​​(Na + K + - ATPasi, il vettore transmembrana combinato di Na +, K + e CI-) coinvolge il trasporto di ioni attraverso gli aumenti delle membrane cellulari.

Il significato fisiologico dell'aldosterone nel corpo sta nella regolazione dell'omeostasi del sale marino (isoosmia) e della reazione del terreno (pH).

L'ormone migliora il riassorbimento di Na + e la secrezione nel lume dei tubuli distali degli ioni K + e H +. Lo stesso effetto dell'aldosterone sulle cellule ghiandolari delle ghiandole salivari, dell'intestino, delle ghiandole sudoripare. Così, sotto la sua influenza nel corpo, il sodio viene trattenuto (contemporaneamente al cloruro e all'acqua) per mantenere l'osmolarità dell'ambiente interno. La conseguenza della ritenzione di sodio è un aumento del volume ematico circolante e della pressione sanguigna. Come risultato del potenziamento dell'aldosterone del protone H + e dell'escrezione di ammonio, lo stato acido-base del sangue passa al lato alcalino.

I mineralcorticoidi aumentano il tono muscolare e le prestazioni. Aumentano la risposta del sistema immunitario e hanno un effetto anti-infiammatorio.

La regolazione della sintesi e della secrezione di aldosterone viene effettuata da diversi meccanismi, il principale dei quali è l'effetto stimolante di un livello elevato di angiotensina II (Figura 1).

Questo meccanismo è implementato nel sistema renina-angiotensina-aldosterone (RAAS). Il suo punto di partenza è la formazione di cellule renali in cellule iuxtaglomerulari e il rilascio dell'enzima proteinasi, la renina, nel sangue. Sintesi e secrezione di renina aumentano con una diminuzione del flusso sanguigno attraverso le notti, aumentando il tono del SNC e stimolando i β-adrenorecettori con le catecolamine, diminuendo il contenuto di sodio e aumentando il livello di potassio nel sangue. La renina catalizza la scissione dall'angiotensinogeno (a2-globulina del sangue sintetizzata dal fegato di un peptide costituito da 10 residui di aminoacidi - angiotensina I, che viene convertita nei vasi dei polmoni sotto l'influenza dell'angiotensina convertendo l'enzima in angiotensina II (AT II, ​​un peptide di 8 residui di amminoacidi). AT II stimola la sintesi e la secrezione di aldosterone nelle ghiandole surrenali, è un potente fattore vasocostrittore.

Fig. 1. Regolazione della formazione degli ormoni della corteccia surrenale

Aumenta la produzione di alti livelli di aldosterone dell'ipofisi dell'ACTH.

Ridotta secrezione di aldosterone, ripristino del flusso sanguigno attraverso il rene, aumento dei livelli di sodio e diminuzione del potassio nel plasma sanguigno, riduzione del tono di ATP, ipervolemia (aumento del volume circolante del sangue), azione del peptide natriuretico.

Eccessiva secrezione di aldosterone può portare a ritenzione di sodio, cloro e acqua e perdita di potassio e idrogeno; lo sviluppo di alcalosi con iperidratazione e la comparsa di edema; ipervolemia e ipertensione arteriosa. Con insufficiente secrezione di aldosterone, perdita di sodio, cloro e acqua, ritenzione di potassio e acidosi metabolica, disidratazione, calo della pressione sanguigna e shock si sviluppano, in assenza di terapia ormonale sostitutiva, può verificarsi la morte del corpo.

glucocorticoidi

Gli ormoni sono sintetizzati dalle cellule della zona del raggio della corteccia surrenale, sono rappresentati nell'uomo dall'80% di cortisolo e il 20% da altri ormoni steroidei - corticosterone, cortisone, 11-desossicortisolo e 11-desossicortico.

Il cortisolo è un derivato del colesterolo. La sua secrezione giornaliera in un adulto è di 15-30 mg, il suo contenuto di sangue è di 120-150 μg / l. Per la formazione e la secrezione di cortisolo, così come per gli ormoni ACTH e corticoliberina che regolano la sua formazione, è caratteristica una periodicità giornaliera pronunciata. Il loro contenuto massimo di sangue viene osservato nelle prime ore del mattino, il minimo - la sera (Fig. 8.4). Il cortisolo viene trasportato nel sangue in forma legata al 95% con transcortina e albumina e in forma libera (5%). La sua emivita è di circa 1-2 ore, l'ormone viene metabolizzato dal fegato e parzialmente escreto nelle urine.

Il cortisolo si lega a specifici recettori citoplasmatici intracellulari, tra i quali ci sono almeno tre sottotipi. I complessi risultanti del recettore ormonale penetrano nel nucleo della cellula e, legandosi al DNA, regolano la trascrizione di un numero di geni e la formazione di specifici RNA informativi che influenzano la sintesi di molte proteine ​​ed enzimi.

Alcuni dei suoi effetti sono una conseguenza dell'azione non genomica, inclusa la stimolazione dei recettori di membrana.

Il principale significato fisiologico del cortisolo corporeo è la regolazione del metabolismo intermedio e la formazione di risposte adattative del corpo agli stressanti. Si distinguono gli effetti metabolici e non metabolici dei glucocorticoidi.

Principali effetti metabolici:

  • effetto sul metabolismo dei carboidrati. Il cortisolo è un ormone controinsulina, poiché può causare iperglicemia prolungata. Da qui il nome glucocorticoide. Il meccanismo di sviluppo dell'iperglicemia si basa sulla stimolazione della gluconeogenesi aumentando l'attività e aumentando la sintesi dei principali enzimi della gluconeogenesi e riducendo il consumo di glucosio da parte delle cellule insulino-dipendenti dei muscoli scheletrici e del tessuto adiposo. Questo meccanismo è di grande importanza per la conservazione dei normali livelli di glucosio nel plasma sanguigno e la nutrizione dei neuroni del sistema nervoso centrale durante il digiuno e per aumentare i livelli di glucosio sotto stress. Il cortisolo migliora la sintesi del glicogeno nel fegato;
  • effetto sul metabolismo delle proteine. Il cortisolo migliora il catabolismo delle proteine ​​e degli acidi nucleici nei muscoli scheletrici, nelle ossa, nella pelle, negli organi linfoidi. D'altra parte, migliora la sintesi delle proteine ​​nel fegato, fornendo un effetto anabolico;
  • effetto sul metabolismo dei grassi. I glucocorticoidi accelerano la lipolisi nei depositi di grasso della metà inferiore del corpo e aumentano il contenuto di acidi grassi liberi nel sangue. La loro azione è accompagnata da un aumento della secrezione di insulina a causa di iperglicemia e aumento della deposizione di grasso nella metà superiore del corpo e sul viso, le cui cellule sono più sensibili all'insulina rispetto al cortisolo. Un simile tipo di obesità è osservato con iperfunzione della corteccia surrenale - la sindrome di Cushing.

Le principali funzioni non metaboliche:

  • aumentando la resistenza del corpo allo stress estremo - il ruolo adattativo dei glucocorgicoidi. Con l'insufficienza glucocorticoide, la capacità adattativa dell'organismo diminuisce e, in assenza di questi ormoni, lo stress grave può causare un calo della pressione sanguigna, uno stato di shock e la morte dell'organismo;
  • aumentando la sensibilità del cuore e dei vasi sanguigni all'azione delle catecolamine, che si realizza attraverso un aumento del contenuto di adrenorecettori e un aumento della loro densità nelle membrane cellulari dei miociti e dei cardiomiociti. La stimolazione di un maggior numero di adrenorecettori con le catecolamine è accompagnata da vasocostrizione, un aumento della forza delle contrazioni cardiache e un aumento della pressione sanguigna;
  • aumento del flusso sanguigno nei glomeruli dei reni e aumento della filtrazione, riduzione del riassorbimento d'acqua (in dosi fisiologiche, il cortisolo è un antagonista funzionale dell'ADH). Con la mancanza di cortisolo, il gonfiore può svilupparsi a causa del maggiore effetto dell'ADH e della ritenzione idrica nel corpo;
  • in grandi dosi, i glucocorticoidi hanno effetti mineralcorticoidi, vale a dire trattenere il sodio, il cloro e l'acqua e contribuire alla rimozione di potassio e idrogeno dal corpo;
  • effetto stimolante sull'esecuzione dei muscoli scheletrici. Con la mancanza di ormoni, la debolezza muscolare si sviluppa a causa dell'incapacità del sistema vascolare di rispondere adeguatamente ad un aumento dell'attività muscolare. Con un eccesso di ormoni, l'atrofia muscolare può svilupparsi a causa dell'effetto catabolico degli ormoni sulle proteine ​​muscolari, perdita di calcio e demineralizzazione delle ossa;
  • effetto stimolante sul sistema nervoso centrale e aumento della suscettibilità alle convulsioni;
  • sensibilizzazione degli organi sensoriali all'azione di stimoli specifici;
  • sopprimere l'immunità cellulare e umorale (inibendo la formazione di IL-1, 2, 6, produzione di linfociti T e B), prevenire il rigetto degli organi trapiantati, causare l'involuzione del timo e dei linfonodi, avere un effetto citolitico diretto su linfociti ed eosinofili, avere effetto antiallergico;
  • avere effetti antipiretici e anti-infiammatori a causa dell'inibizione della fagocitosi, sintesi della fosfolipasi A2, acido arachidonico, istamina e serotonina, ridurre la permeabilità capillare e stabilizzare le membrane cellulari (l'attività antiossidante degli ormoni), stimolare l'adesione dei linfociti all'endotelio vascolare e accumularsi nei linfonodi;
  • causa in grandi dosi ulcerazione della mucosa dello stomaco e del duodeno;
  • aumentare la sensibilità degli osteoclasti all'azione dell'ormone paratiroideo e contribuire allo sviluppo dell'osteoporosi;
  • promuovere la sintesi dell'ormone della crescita, dell'adrenalina, dell'angiotensina II;
  • controllare la sintesi nelle cellule cromaffini dell'enzima feniletanolammina N-metiltransferasi, che è necessaria per la formazione di adrenalina da norepinephrine.

La regolazione della sintesi e della secrezione di glucocorticoidi viene effettuata dagli ormoni del sistema di corteccia ipotalamo-ipofisi-surrenali. La secrezione basale degli ormoni di questo sistema ha chiari ritmi giornalieri (Fig. 8.5).

Fig. 8.5. Ritmi diurni di formazione e secrezione di ACTH e cortisolo

L'azione dei fattori di stress (ansia, ansia, dolore, ipoglicemia, febbre, ecc.) È un potente stimolo per la secrezione di CTRG e ACTH, che aumenta la secrezione di glucocorticoidi da parte delle ghiandole surrenali. Con il meccanismo del feedback negativo, il cortisolo inibisce la secrezione di corticoliberina e ACTH.

Eccessiva secrezione di glucocorticoidi (ipercortisolismo o sindrome di Cushing) o una loro prolungata somministrazione esogena si manifestano con un aumento del peso corporeo e la ridistribuzione dei depositi di grasso sotto forma di obesità del viso (faccia della luna) e della metà superiore del corpo. Sodio, cloro e ritenzione idrica a causa dell'azione mineralocorticoide del cortisolo si sviluppa, che è accompagnata da ipertensione e mal di testa, sete e polidipsia, così come ipokaliemia e alcalosi. Il cortisolo causa depressione del sistema immunitario a causa dell'involuzione del timo, della citolisi dei linfociti e degli eosinofili e una diminuzione dell'attività funzionale di altri tipi di globuli bianchi. Il riassorbimento del tessuto osseo è migliorato (osteoporosi) e possono esserci fratture, atrofia cutanea e striature (strisce viola sull'addome dovute a diradamento e stiramento della pelle e lividi). La miopatia si sviluppa - debolezza muscolare (a causa di effetti catabolici) e cardiomiopatia (insufficienza cardiaca). Le ulcere possono formarsi nel rivestimento dello stomaco.

Insufficiente secrezione di cortisolo si manifesta con debolezza generale e muscolare dovuta a disturbi del metabolismo dei carboidrati e degli elettroliti; una diminuzione del peso corporeo dovuta a una diminuzione dell'appetito, nausea, vomito e sviluppo della disidratazione. Ridotti livelli di cortisolo sono accompagnati da un eccessivo rilascio di ACTH da parte dell'ipofisi e iperpigmentazione (un tono della pelle di bronzo nella malattia di Addison), così come ipotonia arteriosa, iperkaliemia, iponatriemia, ipoglicemia, ipovolemia, eosinofilia e linfocitosi.

L'insufficienza surrenalica primaria dovuta alla distruzione autoimmune (98% dei casi) o alla tubercolosi (1-2%) della corteccia surrenale viene chiamata malattia di Addison.

Ormoni sessuali delle ghiandole surrenali

Sono formati da cellule della zona reticolare della corteccia. Prevalentemente gli ormoni sessuali maschili sono secreti nel sangue, rappresentati principalmente da deidroepiandrostendion e dai suoi esteri. La loro attività androgena è significativamente inferiore a quella del testosterone. Gli ormoni sessuali femminili (progesterone, 17a-progesterone, ecc.) Si formano in quantità minore nelle ghiandole surrenali.

Il significato fisiologico degli ormoni sessuali delle ghiandole surrenali nel corpo. Il valore degli ormoni sessuali è particolarmente grande nell'infanzia, quando la funzione endocrina delle ghiandole sessuali è espressa leggermente. Stimolano lo sviluppo delle caratteristiche sessuali, partecipano alla formazione del comportamento sessuale, hanno un effetto anabolico, aumentano la sintesi proteica nella pelle, nei muscoli e nei tessuti ossei.

La regolazione della secrezione degli ormoni sessuali surrenalici viene effettuata dall'ACTH.

L'eccessiva secrezione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali provoca l'inibizione della femmina (defeminizzazione) e l'aumento del maschile (mascolinizzazione) delle caratteristiche sessuali. Clinicamente, nelle donne, questo si manifesta con irsutismo e virilizzazione, amenorrea, atrofia delle ghiandole mammarie e dell'utero, ingrossamento della voce, aumento della massa muscolare e della calvizie.

Il midollo surrenale è il 20% della sua massa e contiene cellule cromaffini, che sono neuroni intrinsecamente postgangliari della sezione simpatica dell'ANS. Queste cellule sintetizzano neuro-ormoni - adrenalina (Adr 80-90%) e noradrenalina (ON). Sono chiamati ormoni di adattamento urgente alle influenze estreme.

Le catecolamine (Adr e ON) sono derivati ​​dell'aminoacido tirosina, che viene convertito in esse attraverso una serie di processi successivi (tirosina -> DOPA (deossifenilalanina) -> dopamina -> HA -> adrenalina). I veicoli spaziali sono trasportati dal sangue in forma libera e la loro emivita è di circa 30 s. Alcuni di essi possono essere in forma legata in granuli piastrinici. I KA sono metabolizzati dagli enzimi monoamino ossidasi (MAO) e catecol-O-metiltransferasi (KOMT) e sono parzialmente escreti dall'urina invariata.

Agiscono sulle cellule bersaglio attraverso la stimolazione dei recettori a e beta-adrenergici delle membrane cellulari (famiglia dei recettori 7-TMS) e il sistema dei mediatori intracellulari (cAMP, IPS, ioni Ca 2+). La principale fonte di NA nel flusso sanguigno non sono le ghiandole surrenali, ma le terminazioni nervose postganglioniche del SNC. Il contenuto di HA nelle medie del sangue è di circa 0,3 μg / l, e l'adrenalina - 0,06 μg / l.

I principali effetti fisiologici delle catecolamine nel corpo. Gli effetti di CA sono realizzati attraverso la stimolazione di a-e β-AR. Molte cellule del corpo contengono questi recettori (spesso entrambi i tipi), pertanto, le CA hanno una gamma molto ampia di effetti su varie funzioni del corpo. La natura di queste influenze è dovuta al tipo di AR stimolata e alla loro sensibilità selettiva ad Adr o NA. Quindi, Adr ha una grande affinità con β-AR, con ON - con a-AR. Gli ormoni glucocorticoidi e tiroidei aumentano la sensibilità dell'AR al veicolo spaziale. Esistono effetti funzionali e metabolici delle catecolamine.

Gli effetti funzionali delle catecolamine sono simili agli effetti degli SNS ad alto tono e appaiono:

  • un aumento della frequenza e della forza delle contrazioni cardiache (stimolazione di β1-AR), un aumento della contrattilità del sangue arterioso del miocardio e dell'arteria (principalmente sistolica e pulsatile);
  • restringimento (come risultato della contrazione della muscolatura liscia vascolare con a1-AR), delle vene, delle arterie cutanee e degli organi addominali, dilatazione delle arterie (attraverso β2-AR, causando il rilassamento dei muscoli lisci) dei muscoli scheletrici;
  • aumento della produzione di calore nel tessuto adiposo bruno (attraverso β3-AR), muscoli (attraverso β2-AR) e altri tessuti. Inibizione della peristalsi dello stomaco e dell'intestino (a2- e β-AR) e aumento del tono dei loro sfinteri (a1-AR);
  • rilassamento dei miociti e dell'espansione (β2-AR) bronco e ventilazione migliorata;
  • stimolazione della secrezione di renina da parte delle cellule (β1-AR) dell'apparato iuxtaglomerulare dei reni;
  • rilassamento dei miociti levigati (β2, -AP) della vescica, aumento del tono dei miociti levigati (a1-AR) dello sfintere e diminuzione della produzione di urina;
  • aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso e dell'efficacia delle risposte adattive agli effetti avversi.

Funzioni metaboliche delle catecolamine:

  • stimolazione del consumo di tessuto (β1-3-AR) ossigeno e ossidazione delle sostanze (azione catabolica totale);
  • aumento della glicogenolisi e inibizione della sintesi del glicogeno nel fegato (β2-AR) e nei muscoli (β2-AR);
  • stimolazione della gluconeogenesi (la formazione di glucosio da altre sostanze organiche) negli epatociti (β2-AR), il rilascio di glucosio nel sangue e lo sviluppo dell'iperglicemia;
  • attivazione della lipolisi nel tessuto adiposo (β1-AP e β3-AR) e il rilascio di acidi grassi liberi nel sangue.

La regolazione della secrezione di catecolamina viene effettuata dalla divisione simpatica riflessa dell'ANS. La secrezione aumenta anche durante il lavoro muscolare, il raffreddamento, l'ipoglicemia, ecc.

Manifestazioni eccesso di catecolamine :. ipertensione, tachicardia, aumento del metabolismo basale e la temperatura corporea, la riduzione della tolleranza umana di elevata temperatura, irritabilità ecc secrezione insufficiente Adr e AT è mostrato variazioni opposte e soprattutto, abbassamento della pressione sanguigna (ipotensione), inferiore forza e frequenza cardiaca.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La mucosa umana per sua natura ha una sana tonalità rosa e una superficie pulita, priva di solchi, ulcere, eruzioni cutanee, placca, placche e altre formazioni. L'aspetto delle tonsille in un bambino di macchie bianche o placche chiare negli adulti indica lo sviluppo della malattia o dei processi patologici all'interno del corpo.

Molte donne percepiscono la diagnosi dell'ovaio policistico come una frase, ritenendo che non saranno in grado di avere figli. La probabilità di una gravidanza è bassa, poiché un cambiamento nella struttura dei tessuti dell'ovaio complica in modo significativo il processo che precede la fecondazione.

Il livello normale dell'ormone sessuale maschile determina la presenza dei tratti di genere (sesso) corrispondenti, garantisce il corretto funzionamento del sistema riproduttivo.