Principale / Ghiandola pituitaria

No. 928 25-OH Vitamina D (25-OH Vitamina D, 25 (OH) D, 25-idrossicalciferolo)

Il biomateriale per la ricerca deve passare a stomaco vuoto. Tra l'ultimo pasto e l'assunzione di sangue dovrebbero essere necessarie almeno 8 ore (preferibilmente almeno 12 ore). Succo, tè, caffè (specialmente con lo zucchero) non sono ammessi. Puoi bere acqua.

Nel complesso degli studi per la diagnosi dei disturbi del metabolismo del calcio associati a rachitismo, gravidanza, disturbi alimentari e digestione, osteodistrofia renale, ipoparatiroidismo, osteoporosi postmenopausale.

L'interpretazione dei risultati dello studio contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Esame del sangue per vitamina D

Le vitamine del gruppo D compaiono nel corpo umano se esposte ai raggi ultravioletti della pelle. La sua carenza è generalmente compensata adattando la dieta, prendendo complessi vitaminici. L'analisi sulla vitamina D è una procedura non vincolante. Ci sono alcune indicazioni per il suo scopo, che respingono gli specialisti che eseguono l'esame diagnostico del paziente. Per effettuare un'analisi è necessario per confermare o confutare le informazioni sulla mancanza di sostanza in eccesso nel corpo.

Quando viene prescritta un'analisi?

L'analisi per la rilevazione di carenza o eccesso dell'elemento vitaminico è prescritta in determinate situazioni. Questi possono includere problemi di salute, sia adulti che bambini. Le principali indicazioni che indicano una mancanza di vitamina D nel sangue umano sono:

  • rachitismo;
  • mancanza o brusca diminuzione dell'appetito;
  • dolore nella regione pelvica;
  • aumento della fatica;
  • frequenti fratture degli arti;
  • mialgia che è diffusa;
  • l'osteoporosi;
  • disturbi del sonno.

Quando il contenuto dell'elemento specificato nel corpo è aumentato, ci sono tali manifestazioni sintomatiche come:

  • dolori muscolari;
  • disturbi dispeptici;
  • un aumento della quantità di urina durante la minzione;
  • dolore agli occhi;
  • una forte diminuzione del peso corporeo, che porta a uno stato di anoressia;
  • prurito;
  • ipercalcemia.

Chi è assegnato all'analisi?

Non solo alcuni sintomi possono causare la determinazione della quantità di vitamina D nel sangue. È indicato per persone che soffrono di malattie come:

  • Malattia di Crohn;
  • pancreatite nella fase cronica;
  • gastrite nella fase cronica;
  • Malattia di Whipple;
  • ipocalcemia;
  • osteodistrofia del sistema renale;
  • iperparatiroidismo;
  • rachitismo, accompagnato da un ridotto tono muscolare, aumento della sudorazione.

È noto che per le persone di colore è importante controllare il livello dell'elemento specificato per le persone appartenenti alla fascia di età superiore ai sessantacinque anni. È necessario controllarlo nei neonati che sono allattati al seno solo in pazienti con diagnosi di obesità. Le persone che assumono farmaci contro le convulsioni, sostanze glucocorticoidi, dovrebbero anche controllare i dati sul contenuto della sostanza vitaminica nel corpo.

Ci sono casi in cui una persona soffre di osteoporosi, deve anche sottoporsi alla procedura di questa analisi. Tali pazienti assumono spesso medicinali contenenti vitamine D, calcio. Per determinare correttamente il dosaggio, lo specialista ha bisogno di indicatori precisi per selezionare il farmaco, altrimenti è possibile causare danni irreparabili alla salute del paziente.

Le ragioni per l'aumento delle prestazioni

Se i risultati dell'analisi mostrano che il sangue contiene troppa sostanza vitaminica, la ragione potrebbe essere:

  • assunzione incontrollata di farmaci contenenti calcio, vitamina D3, per esempio;
  • esposizione prolungata al sole, specialmente in un momento in cui i suoi raggi non sono sicuri;
  • pelle molto leggera, rapidamente "in fiamme" sotto il sole.

A volte basta consultare uno specialista per eliminare il motivo dell'aumento del livello di un oggetto di valore. Ecco perché è importante consultare il proprio medico prima di iniziare a prendere qualsiasi complesso vitaminico. La presenza di una maggiore quantità di una sostanza può anche essere osservata in alcuni tipi di linfomi, sarcoidosi e uso insufficiente di prodotti, compreso fosforo, calcio.

Ragioni del declino

La carenza di vitamina D può essere osservata per i seguenti motivi:

  • rara esposizione al sole;
  • insufficiente funzionamento dei sistemi renali ed epatici;
  • la presenza di peso in eccesso;
  • l'obesità;
  • mancanza di sostanze di vitamina E;
  • dieta irregolarmente organizzata;
  • l'uso di farmaci appartenenti a determinati gruppi farmacologici.

Solo i risultati dell'analisi possono aiutare uno specialista a capire come liberarsi di una quantità insufficiente di vitamina nel corpo del paziente. A volte è sufficiente aggiungere determinati alimenti alla dieta per compensare la sua quantità, ea volte devi iniziare a prendere complessi vitaminizzati.

Come viene eseguita l'analisi?

È possibile identificare un indicatore che rifletta lo stato di una sostanza nel corpo attraverso una serie di azioni che consentono di vedere la quantità del principale metabolita della vitamina D, cioè 25-OH. Ha due forme: colecalciferolo (D3), ergocalciferolo (D2). La misurazione del numero di cellule di ciascuna forma viene eseguita in modo equimolare in più fasi:

  1. Si sta preparando un sistema speciale per il vuoto che consente una raccolta del sangue regolare.
  2. Il materiale genetico è raccolto da una vena.
  3. I risultati sono decifrati

Se l'analisi è misurata in ng / mol, allora la norma varia da trenta a cento ng / mol. Se vengono usati altri valori per la misurazione, come nmol / l, allora la norma varia da settantacinque a duecentocinquanta. Affinché le cifre totali siano corrette al momento della decodifica, è importante seguire una serie di regole, o meglio, per preparare l'analisi.

Come prepararsi per la procedura?

La preparazione della procedura per la raccolta di materiale genetico è conforme a semplici regole. Sono adatti non solo per gli adulti, ma anche per i bambini, in particolare i bambini. I principali sono:

  • procedura di digiuno (l'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di otto ore prima della raccolta di materiale genetico);
  • rifiuto di caffè, succo di frutta, tè nel giorno del prelievo di sangue;
  • rifiuto dell'alcool una settimana prima della procedura;
  • rifiuto di pesce e cibi grassi per diversi giorni prima dell'analisi.

Molti sono interessati al motivo per cui abbiamo bisogno di preparazione per la raccolta del sangue. Il rispetto di semplici regole consentirà ai professionisti di determinare correttamente il livello di vitamina D e produrre risultati in pochi giorni.

Dove viene eseguita l'analisi?

Avendo ricevuto un rinvio a tali procedure, naturalmente, una persona si chiede dove lo facciano. Dato che il suo endocrinologo raccomanda, bambini o adulti, è possibile controllare il livello di vitamina D in centri e cliniche endocrinologiche specializzate. Come mostra la pratica, i punti positivi nell'applicare a tali istituzioni sono:

  • consegna rapida dei risultati - entro pochi giorni;
  • non è necessario riprendere la decodifica da soli, poiché viene inviata all'e-mail;
  • conforto al momento della procedura;
  • equipaggiamento con le ultime attrezzature tecniche, sia divertenti che specializzate;
  • la possibilità di scegliere autonomamente il tempo adatto alla procedura.

Dopo che il paziente ha effettuato l'analisi, può consultare uno specialista sul suo problema sul posto.

Prezzo di emissione

Il costo di prendere materiale genetico per la ricerca dipende da diversi fattori. Questi includono:

  • regione della sede clinica;
  • grado di precisione delle attrezzature utilizzate dagli specialisti.

Il prezzo medio per l'acquisto di materiale genetico è di 140 r, e per svolgere attività di ricerca è 1600-3200 r. Le cifre sono indicative e, pertanto, è preferibile trovare i nomi delle cliniche endocrinologiche o dei centri medici che eseguono questa procedura nella rete da soli, in base alla loro regione di residenza.

Misure di prevenzione per prevenire la carenza di vitamina D

Per non affrontare il problema della carenza di vitamina D, è meglio prendersi cura di arricchire il tuo corpo con i seguenti alimenti:

  • latte fermentato, prodotti lattiero-caseari;
  • a base di carne;
  • pesce;
  • uova;
  • formaggio e altro.

Periodicamente, è importante bere corsi di complessi fortificati contenenti colecalciferolo ed ergocalciferolo, o loro analoghi, tra le altre preparazioni. Come dimostra la pratica, è meglio prevenire il problema che affrontarlo in seguito. Dopo aver consultato uno specialista, se necessario, puoi assumere un multivitaminico che migliora le condizioni generali di una persona. Come vengono chiamati, il dottore dirà.

No. 928, 25-OH Vitamina D (25-OH Vitamina D, 25 (OH) D, 25-idrossicalciferolo)

Nel complesso degli studi per la diagnosi dei disturbi del metabolismo del calcio associati a rachitismo, gravidanza, disturbi alimentari e digestione, osteodistrofia renale, ipoparatiroidismo, osteoporosi postmenopausale.

L'interpretazione dei risultati della ricerca contiene informazioni per il medico curante e non è una diagnosi. Le informazioni in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'auto-trattamento. Una diagnosi accurata viene fatta dal medico, utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie da altre fonti: anamnesi, risultati di altri esami, ecc.

Esame del sangue per la vitamina D - ciò che è necessario, il tasso nel sangue di donne e uomini

Tutti conoscono i benefici e il significato della vitamina D per il corpo. È necessario per lo sviluppo del sistema muscolo-scheletrico, la forza delle ossa, dei denti e delle unghie, il corretto metabolismo. Da dove proviene è anche noto: essere al sole contribuisce alla sua sintesi nel corpo stesso, e pesci grassi e latticini riempiono le loro riserve dall'esterno. E come fai a sapere se c'è abbastanza di questa vitamina, c'è una sovrabbondanza e cosa dovresti fare se l'equilibrio è disturbato? Le informazioni necessarie possono essere ottenute utilizzando uno speciale esame del sangue per la vitamina D.

Per che cosa è un esame del sangue per la vitamina D?

Lo studio dei fluidi biologici sul contenuto di alcuni composti chimici in essi fornisce informazioni sullo stato del corpo. Una carenza o eccesso di vitamine porta a difetti dello sviluppo in tenera età e alla comparsa di varie malattie in un secondo momento. Le analisi del sangue aiutano a identificare cause specifiche e sviluppare una strategia di trattamento.

Cos'è la vitamina D?

Sotto questo nome, un gruppo di composti chimici specifici - calciferols (6 varietà) è combinato, il più significativo dei quali è due:

  • D2 - È ergocalciferolo, che entra nel corpo solo con il cibo.
  • D3 - colecalciferolo, parzialmente proveniente dall'esterno con il cibo, così come sintetizzato dalle cellule della pelle al sole.

Entrambi i composti sono provitamine - sostanze che devono subire una certa trasformazione chimica prima che inizino a svolgere le loro funzioni. Entrano nel sangue (dalla pelle nel caso della biosintesi o dall'intestino, dove vengono assorbiti dal cibo), quindi nel fegato. Al fine di assimilare la vitamina D, i grassi devono essere presenti nel cibo. Inoltre, come tutti i composti liposolubili, sono in grado di accumularsi nel tessuto adiposo e rilasciare se necessario.

L'attivazione del colecalciferolo avviene in due fasi. In primo luogo, nelle cellule del fegato, un gruppo ossidrile è collegato ad esso e risulta 25 OH vitamina D o calcidiolo, che nel rene si trasforma in 1,25 (OH)2D3(1,25-diidrossi-colecalciferolo) o calcitriolo. Dopo tutte le trasformazioni, la vitamina è pronta a svolgere le sue funzioni biologiche.

Ruolo nel corpo

Le funzioni principali della vitamina D includono:

  • Catturare e garantire l'assorbimento nel sangue di importanti elementi in traccia come il fosforo e il calcio. Il processo avviene nell'intestino tenue, dove vengono rilasciati dal cibo durante la digestione.
  • Aumento della trascrizione degli acidi nucleici nei nuclei delle cellule, che contribuisce al processo di moltiplicazione cellulare e riduce la probabilità di mutazioni genetiche.
  • La partecipazione ai processi metabolici, aumentando così l'immunità e prevenendo varie malattie del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema endocrino (aterosclerosi, diabete mellito, patologie autoimmuni sono direttamente correlate alla carenza di vitamine).
  • Regolazione della sintesi di ormoni importanti, come la paratiroide. La mancanza di calciferolo porta ad un aumento della produzione di ormone paratiroideo, che a sua volta inibisce la formazione di tessuto osseo.

Pertanto, la vitamina D è vitale per il normale funzionamento dell'intero organismo. Migliora la difesa immunitaria, assicura il corretto sviluppo dello scheletro e il funzionamento dei muscoli, regola lo sfondo ormonale, previene le malattie dei sistemi cardiovascolare ed endocrino, il sistema muscolo-scheletrico, la pelle. Inoltre, la formazione e lo sviluppo dei tumori del cancro dipende dal livello di vitamina D.

Indicazioni per l'analisi

Quando è necessario condurre un esame del sangue per il contenuto di calciferolo? Di solito è prescritto da un medico (puoi fare un'analisi della vitamina D da solo, in un laboratorio a pagamento) nei seguenti casi:

  • ritardo della crescita e deformità ossee nei bambini;
  • dolore osseo e articolare, osteoporosi negli adulti;
  • fratture frequenti;
  • photodermatitis;
  • aumento dei livelli di ormone paratiroideo;
  • malattie gastrointestinali (disturbi digestivi, colite, pancreatite cronica, morbo di Crohn);
  • lupus eritematoso sistemico, in particolare con lesioni estese della pelle;
  • diminuzione dei livelli ematici di fosforo e concentrazioni di calcio secondo studi biochimici.

L'analisi è obbligatoria prima delle operazioni sul tessuto osseo, sull'impianto dentale e sui pazienti menzogneri.

Qual è il nome del test del sangue per la vitamina D

Studi di laboratorio sui livelli plasmatici di idrossi-colecalciferolo possono essere chiamati in modo diverso. Le designazioni come 25-OH vitamina D, 25-idrossicalciferolo, 25-OH vitamina D o 25 (OH) D sono utilizzate in diversi laboratori.

Il tasso di vitamina D nel sangue nelle donne e negli uomini

Nella comunità scientifica da molto tempo ci sono state discussioni su quale tipo di calciferolo fornisce la massima informazione sul suo contenuto nel sangue e su quali valori considerare la norma. Attualmente, l'opzione migliore è misurare il volume di idrossi-calciferolo intermedio - 25 OH di vitamina D - nel plasma sanguigno.

La norma per una persona, garantendo la salute delle ossa e dell'organismo nel suo complesso, è un indicatore non inferiore a 30 ng per millilitro. E sebbene non sia stato possibile identificare l'effetto positivo dell'aumento del livello, a volte l'intervallo da 75 a 125 ng per millilitro è considerato ottimale. Per la vitamina D, i livelli ematici sono gli stessi per uomini e donne. Più in dettaglio sulla più moderna interpretazione dei valori - nella tabella:

Stato di vitamina D

Concentrazione plasmatica, ng / ml

Cause e sintomi di carenza

Tra le deviazioni dalla norma, la carenza di vitamina D è la più comune tra le possibili cause di carenza vitaminica, le più significative sono:

  • Malfunzionamenti nei reni, fegato, intestino. Con la disfunzione di uno di questi organi, il processo di assorbimento e trasformazione del colecalciferolo in una forma attiva è disturbato.
  • Una dieta squilibrata, in cui non solo le fonti di vitamina D sono insufficienti, ma anche i grassi per il suo assorbimento.
  • Bassi livelli di vitamina D nel sangue delle donne durante la gravidanza sono spesso associati non solo ai maggiori bisogni del corpo, ma anche al rapido aumento di peso della futura gestante. In questo caso, la vitamina non è coinvolta nel metabolismo e depositata nel grasso corporeo, entrando nel sangue in quantità insufficiente.
  • Mancanza di rimanere al sole. Le caratteristiche climatiche, l'uso di indumenti chiusi, l'uso di cosmetici protettivi può portare a una deficienza di colecalciferolo.

Va tenuto presente che anche l'irradiazione regolare non garantisce una sufficiente sintesi di vitamine. Ad esempio, l'inquinamento atmosferico impedisce il passaggio delle radiazioni ultraviolette attraverso di esso. Anche la lunghezza d'onda è importante: l'abbronzatura è più utile al mattino e al tramonto. Inoltre, con l'età e con la pelle scura, il processo di produzione di colecalciferolo è più lento.

Insonnia, affaticamento, perdita di appetito, bruciore alla gola, ridotta acuità visiva, deterioramento dei denti, capelli, unghie e pelle, crampi muscolari, indicano una carenza di vitamina D nella fase iniziale. Successivamente, il dolore alle ossa (e fratture frequenti), i problemi con i vasi sanguigni e il cuore possono unirsi a questi segni. Nei bambini, la carenza si manifesta con ritardo di crescita e una caratteristica curvatura degli arti a causa di osteomalacia (ammorbidimento del tessuto osseo) - rachitismo.

Vitamina D e malattie

La diminuzione della concentrazione di vitamina D nel test del sangue è osservata in una varietà di malattie. Studi scientifici hanno permesso di stabilire la relazione tra la mancanza di calciferols e alcuni processi patologici nel corpo.

osteoporosi

La cosiddetta malattia sistemica, caratterizzata da una diminuzione della densità ossea dovuta a una violazione del metabolismo minerale. Nelle analisi del sangue, vi è una diminuzione del calcio, che porta sia a una carenza e un eccesso di idrossi-colecalciferolo. Di conseguenza, le ossa diventano molto fragili, spesso rotte e deformate.

Malattie autoimmuni

L'artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerosi multipla e altre malattie causate dall'aggressione del sistema immunitario in relazione al proprio corpo sono direttamente correlate alla mancanza di colecalciferolo. La bassa concentrazione di vitamina D nel sangue porta all'attivazione dei linfociti T, che iniziano a combattere con cellule "estranee".

Adenomi paratiroidi

La carenza di Calciferolo porta ad una diminuzione della concentrazione di calcio nel sangue. Le ghiandole paratiroidi iniziano a produrre l'ormone paratiroideo, che irriga il minerale dalle ossa per mantenere l'equilibrio desiderato. L'ipovitaminosi prolungata porta alla proliferazione incontrollata del tessuto ghiandolare e alla formazione di tumori benigni - adenomi.

Tumori maligni

La vitamina D svolge un ruolo significativo nello sviluppo del cancro. Nelle fasi iniziali, blocca le mutazioni cellulari, innesca il meccanismo della loro autodistruzione, previene la crescita del tumore e le metastasi. La diminuzione della vitamina D nel sangue porta alla rapida progressione dei tumori maligni.

La presenza di un tumore può indicare un aumento della concentrazione. Di solito si osserva nel cancro alle ossa, a causa della sua distruzione. Inoltre, alcuni tipi di carcinomi sintetizzano un ormone simile nella struttura alla paratiroide. In risposta, il calciferolo viene rilasciato dai depositi di grasso corporeo.

Sintomi e cause di ipervitaminosi

Se l'analisi del sangue per la vitamina D indica un eccesso della sua concentrazione normale, c'è un'intossicazione da vitamina D. È più spesso osservato nei bambini (specialmente nel primo anno di vita) che negli adulti e si manifesta per due motivi. Il contenuto di idrossi-colecalciferolo nel sangue aumenta quando vengono assunte dosi troppo elevate dei suoi farmaci o vi è una maggiore sensibilità. Di conseguenza, il calcio si deposita nei tessuti, contribuendo alla loro ossificazione e allo sviluppo di varie patologie.

Un aumento del contenuto di vitamina D nel plasma si manifesta con sintomi come:

  • disturbi del sonno;
  • perdita di appetito;
  • sete e pelle secca;
  • disturbi digestivi (alternando costipazione con diarrea);
  • febbre costante di basso grado;
  • tachicardia, crampi, dolore alle ossa e ai muscoli.

Le analisi del sangue di laboratorio mostrano un aumento dei livelli di calcio con una diminuzione simultanea della concentrazione di fosforo, magnesio, potassio e ormone paratiroideo. Nelle urine aumenta il contenuto di fosforo e calcio.

Cosa fare con le deviazioni dalla norma?

L'ipervitaminosi viene trattata con l'abolizione di tutti i preparati di vitamina D, la correzione della dieta (i prodotti ricchi di colecalciferolo ne sono esclusi), la prescrizione di vitamine C, E, A e il gruppo B, i corticosteroidi. Con una carenza di vitamine, un complesso di misure dipende dalla causa della carenza. Se si tratta di una disfunzione dell'intestino, dei reni o del fegato, è richiesta la diagnosi e il trattamento di questi organi. In altri casi, è necessario regolare il cibo, più spesso per essere in strada con tempo soleggiato, per assumere determinati farmaci.

Radiazioni UV

La mancanza di radiazioni ultraviolette è compensata dall'esposizione regolare al sole al mattino e alla sera. Gli abiti dovrebbero essere aperti, non usare cosmetici con filtri UV. Le persone con un aumento della pigmentazione della pelle (pelle scura, pelle scura) devono abbronzarsi più a lungo dei proprietari di pelle pallida. Va tenuto presente che la visita a un solarium contribuisce anche alla biosintesi del colecalciferolo, ma una tale esposizione potente può causare il melanoma - il cancro della pelle.

dieta

Quando il cibo diventa causa di carenza di vitamina D, nella dieta vengono introdotti cibi ricchi di chole ed ergocalciferolo. Puoi sapere dove e quanti di questi sono contenuti nella tabella.

Prodotti, 100 g

Contenuto di vitamina D, UI

25-OH vitamina D totale (25-OH vitamina D2 e ​​25-OH vitamina D3, il risultato complessivo)

Non è richiesta una preparazione speciale per lo studio. È necessario seguire le regole generali di preparazione per la ricerca.

REGOLE GENERALI PER LA PREPARAZIONE ALLA RICERCA:

1. Per la maggior parte degli studi, si raccomanda di donare il sangue al mattino, dalle 8 alle 11, a stomaco vuoto (tra l'ultimo pasto e il prelievo di sangue dovrebbe essere di almeno 8 ore, l'acqua può essere bevuta come al solito), alla vigilia dello studio una cena leggera prendendo cibi grassi Per i test di infezione e la ricerca di emergenza, è consentito donare il sangue 4-6 ore dopo l'ultimo pasto.

2. ATTENZIONE! Regole di preparazione speciali per una serie di test: rigorosamente a stomaco vuoto, dopo 12-14 ore di digiuno, donare sangue per gastrina-17, profilo lipidico (colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL, colesterolo LDL, trigliceridi, lipoproteina (a), apolipoproteina A1, apolipoproteina B); Il test di tolleranza al glucosio viene eseguito al mattino a stomaco vuoto dopo 12-16 ore di digiuno.

3. Alla vigilia dello studio (entro 24 ore), escludere alcol, esercizio fisico intenso, farmaci (in consultazione con il medico).

4. Per 1-2 ore prima di donare sangue, astenersi dal fumare, non bere succo, tè, caffè, si può bere acqua non gassata. Elimina lo stress fisico (corsa, salendo velocemente le scale), l'eccitazione emotiva. 15 minuti prima della donazione di sangue si consiglia di riposare, calmarsi.

5. Non è necessario donare il sangue per la ricerca di laboratorio immediatamente dopo le procedure fisioterapeutiche, l'esame strumentale, gli studi a raggi X e ad ultrasuoni, il massaggio e altre procedure mediche.

6. Quando si monitorano i parametri del laboratorio nel tempo, si raccomanda di condurre studi ripetuti nelle stesse condizioni: in un laboratorio, donare il sangue alla stessa ora del giorno, ecc.

7. Il sangue per la ricerca deve essere donato prima dell'inizio della terapia o non prima di 10-14 giorni dopo la sua cancellazione. Per valutare il controllo dell'efficacia del trattamento con qualsiasi farmaco, è necessario condurre uno studio 7-14 giorni dopo l'ultima dose del farmaco.

Se stai assumendo farmaci, assicurati di avvisare il medico di questo.

Analisi della vitamina D.

La vitamina D è un gruppo di principi attivi biologici sintetizzati sotto l'influenza della radiazione ultravioletta nella pelle. Nel corpo umano, questa vitamina proviene da complessi alimentari e vitaminici. Un'analisi del sangue per vitamina D non è una procedura obbligatoria, è nominata secondo la testimonianza del medico curante. È fatto per confermare o confutare il suo contenuto eccessivo o insufficiente nel corpo.

Quale posto migliore per passare l'analisi?

Il prelievo di sangue per la vitamina D dovrebbe preferibilmente essere effettuato in centri specializzati di endocrinologia. I vantaggi sono:

  • Analisi rapida della ricerca (1-2 giorni);
  • La possibilità di ricevere risultati via e-mail;
  • Tecnologie moderne che offrono una confortevole raccolta del sangue;
  • Armadi accoglienti, dotati di aria condizionata e filtri per la depurazione dell'aria, oltre alla possibilità di guardare la TV;
  • Comoda sistemazione degli orari di lavoro.

Nei centri, anche dopo un esame del sangue, è possibile consultare un endocrinologo altamente qualificato.

Indicazioni per la procedura

I motivi per il prelievo di sangue sono i sintomi di una deficienza nel corpo dell'elemento D, che si manifesta sotto forma di diminuzione dell'appetito, pianto, sonno povero nei bambini, irritabilità e aumento della fatica.

Inoltre, l'esame del sangue viene mostrato con una maggiore concentrazione dell'elemento D - questo può verificarsi a causa di una prolungata esposizione del corpo alla luce solare e intossicazione da vitamina D. I segni possono includere: poliuria, vomito, dolore e debolezza muscolare, ipercalcemia, demineralizzazione ossea, anoressia. Le principali indicazioni per il prelievo di sangue sono:

  • Pancreatite in forma cronica, accompagnata da insufficienza segreta;
  • Enterite da radiazioni;
  • Malattia di Crohn;
  • Malattia di Whipple;
  • Enteropatia al glutine;
  • Gastrite cronica con acloridria;
  • Lupus eritematoso, che colpisce principalmente la pelle;
  • ipofosfatemia;
  • ipocalcemia;
  • Osteoporosi senile con corticosteroidi;
  • Iperparatiroidismo e ipoparatiroidismo con osteomalacia;
  • Osteodistrofia renale;
  • Vitamina D;
  • Ipovitaminosi D.

A cosa serve l'analisi?

È necessario un esame del sangue per determinare la misura in cui la vitamina D è concentrata nel corpo, cioè per rilevare l'ipo o l'ipervitaminosi D. I pazienti che soffrono di malattie associate al metabolismo del tessuto osseo compromesso (osteopenia o osteoporosi) vengono analizzati nel farmaci che includono la vitamina D, così come il calcio. Ciò è necessario per la valutazione tempestiva della correttezza del trattamento e dell'adattamento della dose.

Come prepararsi per lo studio?

Un esame del sangue viene effettuato a stomaco vuoto. L'intervallo tra l'ultima assunzione di cibo e la raccolta di sangue dovrebbe essere di 8 ore o più (12 ore se possibile). È vietato bere caffè, tè e succo (specialmente con l'aggiunta di zucchero). È permesso bere acqua normale.

Come si svolge la ricerca?

Un esame del sangue viene prelevato da una vena con l'aiuto di moderni sistemi di aspirazione che forniscono una raccolta indolore di materiale. È immagazzinato in condizioni ottimali per la ricerca qualitativa.

Valutazione dei risultati della ricerca

Un esame del sangue a una concentrazione nel nome dovrebbe essere 30-100 ng / ml, il deficit è di 10 ng / ml. Vitamina D in contenuto insufficiente - da 10-30 ng / ml. Con tassi superiori a 100 ng / ml, è possibile l'intossicazione del corpo. Se il test del sangue viene misurato in altre unità (nmol / l), i risultati saranno i seguenti:

  • Norma: 75-250 nmol / l;
  • Lo svantaggio è 25-75 nmol / l;
  • Carenza - 0-25 nmol / l;
  • L'eccesso è 250 nmol o più.

Un esame del sangue viene valutato da un endocrinologo, endocrinologo o endocrinologo pediatrico. Dosi più elevate possono essere contenute nel sangue di pazienti con ipoparatiroidismo, che ricevono la vitamina D in una dose giornaliera normale, ma questa cifra sarà nell'ordine di 1250 ng / ml.

Fattori che interrompono il normale contenuto di vitamina nel sangue

La vitamina D può essere contenuta in quantità insufficienti a causa dei seguenti fattori:

  • Insufficienza renale (danno renale nell'idrossilazione di vitamina 1-);
  • Insufficienza epatica (una violazione nel fegato di idrossilazione di vitamina 25);
  • Farmaci a base di barbiturici, lassativi e farmaci anti-tubercolari;
  • La mancanza dell'elemento E;
  • Assunzione di vitamina D dal cibo in quantità insufficiente;
  • Mancanza di tempo al sole aperto.

Le ragioni per l'aumento del contenuto dell'elemento d:

  • sarcoidosi;
  • Alcuni tipi di linfomi;
  • Assunzione insufficiente di fosforo e / o calcio con il cibo;
  • iperparatiroidismo;
  • Assunzione eccessiva di farmaci contenenti vitamina D.

Costo della procedura

Il prezzo dell'analisi per la vitamina D dipende dal centro medico e dalla regione in cui si trova, e può variare leggermente. Il costo di questa procedura è costituito da componenti come:

  • Raccolta di sangue - 140 rubli;
  • Analisi della ricerca per vitamina D - 1600 - 3200 rubli.

Dopo l'analisi, c'è la possibilità di ricevere i risultati via e-mail - gratuitamente.

L'analisi può prendere persone e non avere per questa testimonianza. Con esso, sarà possibile nelle prime fasi identificare una serie di malattie e prevenirne l'ulteriore sviluppo. Ciò contribuirà a proteggere dalle spiacevoli conseguenze che possono verificarsi a causa di una malattia prolungata.

Analisi della vitamina D3 in vitro

Esame del sangue completo per le vitamine del gruppo D (D2 e D3)

Esame del sangue completo per le vitamine del gruppo D (D2 e D3)

Un'analisi del sangue in cui la concentrazione di vitamine D2 (ergocalciferolo) e D3 (colecalciferolo) è stimata separatamente. Utilizzato per valutare l'equilibrio della vitamina D nell'organismo e per monitorare il trattamento dei pazienti con preparati a base di vitamina D.

Ergocalciferolo e colecalciferolo.

Ergocalciferolo (D2) e colecalciferolo (D3), sangue.

Cromatografia liquida ad alte prestazioni.

Ng / ml (nanogrammo per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi per lo studio?

  • Non mangiare per 2-3 ore prima dell'analisi, puoi bere acqua pulita e non gassata.
  • Non fumare per 30 minuti prima dell'analisi.

Informazioni generali sullo studio

Vitamine del gruppo D (D2 e D3) - un gruppo di composti liposolubili che sono precursori del calcitriolo (1,25-diidrossivitamina D). Il colecalciferolo (vitamina D3) si forma nella pelle dal 7-diidrocolesterolo sotto l'influenza dei raggi ultravioletti, il colecalciferolo endogeno è la principale fonte di vitamina D attiva per l'uomo. Inoltre, una piccola quantità di colecalciferolo può essere ottenuta con il cibo (tuorli d'uovo, pesce azzurro). Un altro precursore della vitamina D attiva, l'ergocalciferolo (vitamina D2), non è sintetizzato nel corpo, ma può essere ottenuto con prodotti alimentari (alcune piante e in particolare i funghi di lievito). Importanti fonti di D2 e ​​D3 nella dieta dell'uomo moderno sono prodotti "fortificati" contenenti vitamine introdotte artificialmente (latte, margarina, cereali, succo d'arancia).

D2 e D3 sono provitamine e acquisiscono la capacità di esercitare vari effetti fisiologici solo dopo alcune trasformazioni biochimiche che si verificano sequenzialmente nel fegato e nei reni. I prodotti intermedi del loro metabolismo sono 25-idrossivitamina D2 e ​​25-idrossivitamina D3, solitamente considerati come un composto - 25-idrossivitamina D (calciferolo). I prodotti finali del loro metabolismo sono 1,25-diidrossivitamina D2 e ​​1,25-diidrossivitamina D3, che sono considerati 1,25-diidrossivitamina D (calcitriolo). Il calcitriolo (vitamina D) è un composto attivo, la sua funzione principale è di mantenere l'equilibrio di calcio e fosforo nel corpo e lo sviluppo e il rimodellamento del tessuto osseo. Recentemente, sono stati ottenuti anche dati sul ruolo della vitamina D nella patogenesi delle malattie del sistema cardiovascolare, del cancro del colon e della depressione.

Nonostante il fatto che un deficit clinico pronunciato di vitamina D (rachitismo) sia osservato molto meno frequentemente, fino al 50-66% delle persone in tutto il mondo soffrono della sua carenza. La carenza di vitamina D è spesso sintomi asintomatici o non specifici (sotto forma di mialgia diffusa e debolezza muscolare, dolore nel bacino, della colonna vertebrale lombare, arti inferiori, e spesso rimane non diagnosticata). La maggior parte suscettibili di mancanza di vitamina D nelle persone di età superiore ai 65 anni, i bambini sono completamente l'allattamento al seno, i neri, gli abitanti di latitudini settentrionali e gli ospiti di case di cura, i pazienti che assumono anticonvulsivanti e steroidi, così come le persone che soffrono di obesità. Nella pratica clinica, per valutare l'equilibrio di vitamina D, di regola, limitato al livello di 25-idrossivitamina D totale.

Un esame del sangue completo per le vitamine del gruppo D comprende la determinazione separata dei metaboliti della vitamina D2 e ​​D3. Ciò è particolarmente importante quando si valuta la dinamica della 25-idrossivitamina D in pazienti che assumono farmaci D2. La vitamina D2 aumenta meno efficacemente il livello di 25-idrossivitamina D nel sangue rispetto alla D3. Ciò è dovuto al fatto che la 25-idrossivitamina D2 è caratterizzata da un minore legame con la proteina legante la vitamina D e quindi viene espulsa più rapidamente dal flusso sanguigno.

I pazienti che ricevono supplementi di vitamina D, così come persone sane che assumono multivitaminici, possono essere a rischio di intossicazione da calcitriolo. Segni di avvelenamento includono mal di testa, sapore metallico, nausea, vomito, pancreatite acuta e nefropatia e arteriocolocalcinosi. Con tali sintomi prescritto test per le vitamine D2 e ​​D3 nel sangue.

Va notato che l'emivita di D2 e ​​D3 è di circa 24 ore, quindi quando si interpreta il risultato dello studio, è necessario considerare quanto tempo è passato dall'uso di droghe o alimenti ricchi di vitamina D (o dopo l'esposizione alla luce solare). Per ottenere le informazioni più complete sull'equilibrio della vitamina D nel corpo, lo studio della concentrazione di D2 e ​​D3 è integrato con un'analisi della 25-idrossivitamina D totale (calciferolo).

A cosa serve la ricerca?

  • Valutare l'equilibrio della vitamina D nel corpo;
  • monitorare il trattamento dei pazienti con preparazioni di vitamina D

Quando è programmato uno studio?

  • Quando i sintomi di carenza di vitamina D nei bambini (rachitismo): diminuzione del tono muscolare, torace osteomalacia, arti, ossa del cranio, la formazione ossea eccessiva, così come la sudorazione e persistente dermographism rosso.
  • Con sintomi di carenza di vitamina D negli adulti: diffusa mialgia e debolezza muscolare, dolore alle ossa del bacino, colonna lombare, arti inferiori.
  • Quando si osservano pazienti che ricevono preparazioni di vitamina D;
  • Con sintomi di intossicazione da vitamina D: mal di testa, sapore metallico, nausea, vomito, pancreatite acuta, nonché nefrite e arteriocolocalcinosi.

Cosa significano i risultati?

  • Vitamina D2: 10 - 40 ng / ml.
  • Vitamina D3: da 15 a 40 ng / ml.

Cause di aumento dei livelli di vitamine D2 e ​​D3:

Cause di bassi livelli di vitamine D2 e ​​D3:

  • malattie del tratto gastrointestinale (enteropatia del glutine, fibrosi cistica);
  • mancanza di radiazioni ultraviolette;
  • carenza di vitamina D (mancanza di nutrizione);
  • prendendo anticonvulsivanti e glucocorticosteroidi.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Il tempo trascorso dall'uso di droghe o alimenti ricchi di vitamina D (o dall'esposizione alla luce solare).
  • Il risultato dello studio dovrebbe essere valutato tenendo conto di ulteriori dati clinici, di laboratorio e strumentali.

Chi fa lo studio?

Pediatra, neurologo, medico di famiglia.

  • Tripkovic L, Lambert H, K Hart, Smith CP, Bucca G, Penson S, G Chope, Hyppönen E, Berry J, Vieth R, Lanham-Nuovo S. Confronto di vitamina D2 e ​​vitamina D3 supplementazione nel sollevare siero di 25-idrossivitamina D stato: revisione sistematica e meta-analisi. Am J Clin Nutr. 2012 giugno; 95 (6): 1357-64. doi: 10.3945 / ajcn.111.031070. Epub 2012 2 maggio.
  • Bordelon P, Ghetu MV, Langan RC. Riconoscimento e gestione della carenza di vitamina D. Sono un medico di famiglia. 2009 Oct 15; 80 (8): 841-6.
  • Zerwekh JE. Biomarcatori del sangue di stato di vitamina D. Am J Clin Nutr. 2008 Apr; 87 (4): 1087S-91S.
  • Chernecky C.C. Test di laboratorio e procedure diagnostiche. Chernecky, V.J. Berger; 5a ed. - Saunder Elsevier, 2008.

25-OH Vitamina D (25-idrossivitamina D)

Metodo di ricerca: ILA

La vitamina D è un regolatore del metabolismo del calcio-fosforo, combina un gruppo di vitamine, di cui due forme hanno un'importanza biologica significativa.

La vitamina D3 (colecalciferolo) viene sintetizzata nella pelle sotto l'influenza dei raggi ultravioletti e proviene da alimenti di origine animale (olio di pesce, fegato, tuorlo d'uovo). Al contrario, la vitamina D2 (ergocalciferolo) entra nel corpo solo con cibi vegetali e in quantità molto piccole.

Entrambe le forme di vitamina D sono ormonalmente inattive, ma quando entrano nel fegato, vengono metabolizzate a calcidiolo 25 (OH), e poi nei reni sotto l'influenza dell'ormone paratiroideo (PTH) si trasformano in calcitriolo 1,25 (OH) 2.

Lo stato della vitamina D è solitamente determinato dal livello di 25 (OH) D, poiché la sua emivita è di 2-3 settimane, mentre per 1,25 (OH) 2 D è di 4 ore.

Esame del sangue per la vitamina D - ciò che è necessario, il tasso nel sangue di donne e uomini

Tutti conoscono i benefici e il significato della vitamina D per il corpo. È necessario per lo sviluppo del sistema muscolo-scheletrico, la forza delle ossa, dei denti e delle unghie, il corretto metabolismo. Da dove proviene è anche noto: essere al sole contribuisce alla sua sintesi nel corpo stesso, e pesci grassi e latticini riempiono le loro riserve dall'esterno. E come fai a sapere se c'è abbastanza di questa vitamina, c'è una sovrabbondanza e cosa dovresti fare se l'equilibrio è disturbato? Le informazioni necessarie possono essere ottenute utilizzando uno speciale esame del sangue per la vitamina D.

Per che cosa è un esame del sangue per la vitamina D?

Lo studio dei fluidi biologici sul contenuto di alcuni composti chimici in essi fornisce informazioni sullo stato del corpo. Una carenza o eccesso di vitamine porta a difetti dello sviluppo in tenera età e alla comparsa di varie malattie in un secondo momento. Le analisi del sangue aiutano a identificare cause specifiche e sviluppare una strategia di trattamento.

Cos'è la vitamina D?

Sotto questo nome, un gruppo di composti chimici specifici - calciferols (6 varietà) è combinato, il più significativo dei quali è due:

  • D2 - È ergocalciferolo, che entra nel corpo solo con il cibo.
  • D3 - colecalciferolo, parzialmente proveniente dall'esterno con il cibo, così come sintetizzato dalle cellule della pelle al sole.

Entrambi i composti sono provitamine - sostanze che devono subire una certa trasformazione chimica prima che inizino a svolgere le loro funzioni. Entrano nel sangue (dalla pelle nel caso della biosintesi o dall'intestino, dove vengono assorbiti dal cibo), quindi nel fegato. Al fine di assimilare la vitamina D, i grassi devono essere presenti nel cibo. Inoltre, come tutti i composti liposolubili, sono in grado di accumularsi nel tessuto adiposo e rilasciare se necessario.

L'attivazione del colecalciferolo avviene in due fasi. In primo luogo, nelle cellule del fegato, un gruppo ossidrile è collegato ad esso e risulta 25 OH vitamina D o calcidiolo, che nel rene si trasforma in 1,25 (OH)2D3(1,25-diidrossi-colecalciferolo) o calcitriolo. Dopo tutte le trasformazioni, la vitamina è pronta a svolgere le sue funzioni biologiche.

Ruolo nel corpo

Le funzioni principali della vitamina D includono:

  • Catturare e garantire l'assorbimento nel sangue di importanti elementi in traccia come il fosforo e il calcio. Il processo avviene nell'intestino tenue, dove vengono rilasciati dal cibo durante la digestione.
  • Aumento della trascrizione degli acidi nucleici nei nuclei delle cellule, che contribuisce al processo di moltiplicazione cellulare e riduce la probabilità di mutazioni genetiche.
  • La partecipazione ai processi metabolici, aumentando così l'immunità e prevenendo varie malattie del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema endocrino (aterosclerosi, diabete mellito, patologie autoimmuni sono direttamente correlate alla carenza di vitamine).
  • Regolazione della sintesi di ormoni importanti, come la paratiroide. La mancanza di calciferolo porta ad un aumento della produzione di ormone paratiroideo, che a sua volta inibisce la formazione di tessuto osseo.

Pertanto, la vitamina D è vitale per il normale funzionamento dell'intero organismo. Migliora la difesa immunitaria, assicura il corretto sviluppo dello scheletro e il funzionamento dei muscoli, regola lo sfondo ormonale, previene le malattie dei sistemi cardiovascolare ed endocrino, il sistema muscolo-scheletrico, la pelle. Inoltre, la formazione e lo sviluppo dei tumori del cancro dipende dal livello di vitamina D.

Indicazioni per l'analisi

Quando è necessario condurre un esame del sangue per il contenuto di calciferolo? Di solito è prescritto da un medico (puoi fare un'analisi della vitamina D da solo, in un laboratorio a pagamento) nei seguenti casi:

  • ritardo della crescita e deformità ossee nei bambini;
  • dolore osseo e articolare, osteoporosi negli adulti;
  • fratture frequenti;
  • photodermatitis;
  • aumento dei livelli di ormone paratiroideo;
  • malattie gastrointestinali (disturbi digestivi, colite, pancreatite cronica, morbo di Crohn);
  • lupus eritematoso sistemico, in particolare con lesioni estese della pelle;
  • diminuzione dei livelli ematici di fosforo e concentrazioni di calcio secondo studi biochimici.

L'analisi è obbligatoria prima delle operazioni sul tessuto osseo, sull'impianto dentale e sui pazienti menzogneri.

Qual è il nome del test del sangue per la vitamina D

Studi di laboratorio sui livelli plasmatici di idrossi-colecalciferolo possono essere chiamati in modo diverso. Le designazioni come 25-OH vitamina D, 25-idrossicalciferolo, 25-OH vitamina D o 25 (OH) D sono utilizzate in diversi laboratori.

Il tasso di vitamina D nel sangue nelle donne e negli uomini

Nella comunità scientifica da molto tempo ci sono state discussioni su quale tipo di calciferolo fornisce la massima informazione sul suo contenuto nel sangue e su quali valori considerare la norma. Attualmente, l'opzione migliore è misurare il volume di idrossi-calciferolo intermedio - 25 OH di vitamina D - nel plasma sanguigno.

La norma per una persona, garantendo la salute delle ossa e dell'organismo nel suo complesso, è un indicatore non inferiore a 30 ng per millilitro. E sebbene non sia stato possibile identificare l'effetto positivo dell'aumento del livello, a volte l'intervallo da 75 a 125 ng per millilitro è considerato ottimale. Per la vitamina D, i livelli ematici sono gli stessi per uomini e donne. Più in dettaglio sulla più moderna interpretazione dei valori - nella tabella:

Stato di vitamina D

Concentrazione plasmatica, ng / ml

Cause e sintomi di carenza

Tra le deviazioni dalla norma, la carenza di vitamina D è la più comune tra le possibili cause di carenza vitaminica, le più significative sono:

  • Malfunzionamenti nei reni, fegato, intestino. Con la disfunzione di uno di questi organi, il processo di assorbimento e trasformazione del colecalciferolo in una forma attiva è disturbato.
  • Una dieta squilibrata, in cui non solo le fonti di vitamina D sono insufficienti, ma anche i grassi per il suo assorbimento.
  • Bassi livelli di vitamina D nel sangue delle donne durante la gravidanza sono spesso associati non solo ai maggiori bisogni del corpo, ma anche al rapido aumento di peso della futura gestante. In questo caso, la vitamina non è coinvolta nel metabolismo e depositata nel grasso corporeo, entrando nel sangue in quantità insufficiente.
  • Mancanza di rimanere al sole. Le caratteristiche climatiche, l'uso di indumenti chiusi, l'uso di cosmetici protettivi può portare a una deficienza di colecalciferolo.

Va tenuto presente che anche l'irradiazione regolare non garantisce una sufficiente sintesi di vitamine. Ad esempio, l'inquinamento atmosferico impedisce il passaggio delle radiazioni ultraviolette attraverso di esso. Anche la lunghezza d'onda è importante: l'abbronzatura è più utile al mattino e al tramonto. Inoltre, con l'età e con la pelle scura, il processo di produzione di colecalciferolo è più lento.

Insonnia, affaticamento, perdita di appetito, bruciore alla gola, ridotta acuità visiva, deterioramento dei denti, capelli, unghie e pelle, crampi muscolari, indicano una carenza di vitamina D nella fase iniziale. Successivamente, il dolore alle ossa (e fratture frequenti), i problemi con i vasi sanguigni e il cuore possono unirsi a questi segni. Nei bambini, la carenza si manifesta con ritardo di crescita e una caratteristica curvatura degli arti a causa di osteomalacia (ammorbidimento del tessuto osseo) - rachitismo.

Vitamina D e malattie

La diminuzione della concentrazione di vitamina D nel test del sangue è osservata in una varietà di malattie. Studi scientifici hanno permesso di stabilire la relazione tra la mancanza di calciferols e alcuni processi patologici nel corpo.

osteoporosi

La cosiddetta malattia sistemica, caratterizzata da una diminuzione della densità ossea dovuta a una violazione del metabolismo minerale. Nelle analisi del sangue, vi è una diminuzione del calcio, che porta sia a una carenza e un eccesso di idrossi-colecalciferolo. Di conseguenza, le ossa diventano molto fragili, spesso rotte e deformate.

Malattie autoimmuni

L'artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerosi multipla e altre malattie causate dall'aggressione del sistema immunitario in relazione al proprio corpo sono direttamente correlate alla mancanza di colecalciferolo. La bassa concentrazione di vitamina D nel sangue porta all'attivazione dei linfociti T, che iniziano a combattere con cellule "estranee".

Adenomi paratiroidi

La carenza di Calciferolo porta ad una diminuzione della concentrazione di calcio nel sangue. Le ghiandole paratiroidi iniziano a produrre l'ormone paratiroideo, che irriga il minerale dalle ossa per mantenere l'equilibrio desiderato. L'ipovitaminosi prolungata porta alla proliferazione incontrollata del tessuto ghiandolare e alla formazione di tumori benigni - adenomi.

Tumori maligni

La vitamina D svolge un ruolo significativo nello sviluppo del cancro. Nelle fasi iniziali, blocca le mutazioni cellulari, innesca il meccanismo della loro autodistruzione, previene la crescita del tumore e le metastasi. La diminuzione della vitamina D nel sangue porta alla rapida progressione dei tumori maligni.

La presenza di un tumore può indicare un aumento della concentrazione. Di solito si osserva nel cancro alle ossa, a causa della sua distruzione. Inoltre, alcuni tipi di carcinomi sintetizzano un ormone simile nella struttura alla paratiroide. In risposta, il calciferolo viene rilasciato dai depositi di grasso corporeo.

Sintomi e cause di ipervitaminosi

Se l'analisi del sangue per la vitamina D indica un eccesso della sua concentrazione normale, c'è un'intossicazione da vitamina D. È più spesso osservato nei bambini (specialmente nel primo anno di vita) che negli adulti e si manifesta per due motivi. Il contenuto di idrossi-colecalciferolo nel sangue aumenta quando vengono assunte dosi troppo elevate dei suoi farmaci o vi è una maggiore sensibilità. Di conseguenza, il calcio si deposita nei tessuti, contribuendo alla loro ossificazione e allo sviluppo di varie patologie.

Un aumento del contenuto di vitamina D nel plasma si manifesta con sintomi come:

  • disturbi del sonno;
  • perdita di appetito;
  • sete e pelle secca;
  • disturbi digestivi (alternando costipazione con diarrea);
  • febbre costante di basso grado;
  • tachicardia, crampi, dolore alle ossa e ai muscoli.

Le analisi del sangue di laboratorio mostrano un aumento dei livelli di calcio con una diminuzione simultanea della concentrazione di fosforo, magnesio, potassio e ormone paratiroideo. Nelle urine aumenta il contenuto di fosforo e calcio.

Cosa fare con le deviazioni dalla norma?

L'ipervitaminosi viene trattata con l'abolizione di tutti i preparati di vitamina D, la correzione della dieta (i prodotti ricchi di colecalciferolo ne sono esclusi), la prescrizione di vitamine C, E, A e il gruppo B, i corticosteroidi. Con una carenza di vitamine, un complesso di misure dipende dalla causa della carenza. Se si tratta di una disfunzione dell'intestino, dei reni o del fegato, è richiesta la diagnosi e il trattamento di questi organi. In altri casi, è necessario regolare il cibo, più spesso per essere in strada con tempo soleggiato, per assumere determinati farmaci.

Radiazioni UV

La mancanza di radiazioni ultraviolette è compensata dall'esposizione regolare al sole al mattino e alla sera. Gli abiti dovrebbero essere aperti, non usare cosmetici con filtri UV. Le persone con un aumento della pigmentazione della pelle (pelle scura, pelle scura) devono abbronzarsi più a lungo dei proprietari di pelle pallida. Va tenuto presente che la visita a un solarium contribuisce anche alla biosintesi del colecalciferolo, ma una tale esposizione potente può causare il melanoma - il cancro della pelle.

dieta

Quando il cibo diventa causa di carenza di vitamina D, nella dieta vengono introdotti cibi ricchi di chole ed ergocalciferolo. Puoi sapere dove e quanti di questi sono contenuti nella tabella.

Prodotti, 100 g

Contenuto di vitamina D, UI

Ulteriori Articoli Su Tiroide

I capelli, la pelle e le unghie sono ottimi indicatori di armonia interna - se il corpo è sano, tutti i sistemi funzionano armoniosamente, lo stato di salute è eccellente, i riccioli sembrano grandi, brillano e crescono rapidamente.

Suggerimenti per la cura: come trattare la ghiandola tiroide con i rimedi popolariPer il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico.

La serotonina è un neurotrasmettitore, chiamato l'ormone "felicità" o l'ormone "gioia". Per migliorare il loro stato emotivo, alcune persone stanno pensando di prendere compresse di serotonina.