Principale / Sondaggio

Rimozione delle tonsille laser

Rimuovere le tonsille con la chirurgia e la distruzione interna senza un'incisione. Chirurgia popolare con un laser. Uno strumento laser emette onde che oscillano con la stessa fase e possono influenzare il tessuto umano in modi diversi. Ad esempio, la rimozione laser delle tonsille viene eseguita per fasi successive di distruzione e sinterizzazione.

Pro e contro del metodo

La terapia laser ha numerosi vantaggi:

  1. Dopo la vaporizzazione, non vi è emorragia, che riduce il rischio di carenza di ferro post-emorragico e anemia, evita l'elettrocoagulazione delle pareti del vaso.
  2. Poiché non esiste un intervento chirurgico completo, è possibile utilizzare l'anestesia locale anziché quella generale. Questo riduce il rischio di reazioni allergiche e il rifiuto di anestesia.
  3. La vaporizzazione dura da 15 minuti a mezz'ora. Pertanto, la terapia laser viene eseguita in clinica, senza un lungo ospedale con disabilità.
  4. I laser sono strettamente diretti, quindi non ci sono ferite aperte. Questo riduce il rischio di infezione, quindi non c'è bisogno di prendere un ciclo di antibiotici nel periodo postoperatorio.
  5. Per risolvere i problemi derivanti da tonsillite cronica e altre malattie della ghiandola linfoide, è possibile in una visita con la rimozione completa o parziale del fuoco dell'infiammazione.

Ma, come ogni altro metodo, la tonsillectomia ha delle debolezze:

Il trattamento moderno ti consente di rimuovere in modo sicuro il focus dell'infezione.

  1. Poiché il laser pecca tessuti e vasi sanguigni, sono possibili ustioni. Di conseguenza, c'è il rischio di dolore dopo la fine dell'anestesia.
  2. La distruzione laser della ghiandola linfoide implica la perdita della barriera naturale dall'infezione. I tessuti danneggiati sono rapidamente esposti a nuove influenze negative, quindi i pazienti possono soffrire di faringite, laringite, bronchite nel periodo postoperatorio.
  3. Il tessuto linfoide viene parzialmente rimosso, pertanto le recidive si verificano spesso durante l'ablazione.
  4. L'alto costo della procedura, che viene impostato da ogni clinica a seconda del tipo di terapia utilizzata, attrezzatura. Quanta distruzione di infiammazione focale nelle tonsille avrà un costo può anche determinare l'immagine dell'ospedale.
Torna al sommario

Tipi di rimozione delle tonsille laser

La rimozione delle tonsille con un laser viene eseguita su diversi emettitori, il cui tipo determina il tipo di operazione. Inoltre, il grado di danno tissutale sulle tonsille influisce sulla scelta della terapia. Dalla natura della vaporizzazione del laser, ci sono due metodi:

  1. Brucia totale o tonsillectomia radicale, che viene utilizzata quando le ghiandole sono completamente distrutte.
  2. L'ablazione implica un'asportazione parziale del tessuto nella parte superiore della tonsilla. Durante l'intervento laser, le lacune si espandono e vengono rimossi i tappi di pus.

La tonsillectomia può essere eseguita da diversi tipi di radiazioni, che sono selezionati in base alle condizioni del tessuto a forma di mandorla, al grado di infiammazione e agli obiettivi della terapia laser:

  • Un raggio in fibra ottica viene utilizzato quando l'amigdala cattura quasi completamente il processo infiammatorio.
  • La radiazione di olmio consente di rimuovere le lesioni infiammate all'interno delle ghiandole senza toccare le parti sane.
  • Il raggio infrarosso separa e sigilla i gusci viventi delle tonsille.
  • Il laser al carbonio è l'evaporazione dell'umidità in eccesso. Con il suo aiuto, il gonfiore dei tessuti viene rimosso.

Quanto costa utilizzare ogni metodo o quale laser è meglio usare, puoi scoprirlo direttamente dal tuo medico.

Indicazioni e controindicazioni

Qualsiasi, indipendentemente dal grado, dall'intervento o dalla chirurgia con ferite aperte o laser interno, dovrebbe essere giustificato. Per rimuovere l'amigdala è necessario quando c'è una minaccia di danni ad altri tessuti, organi e sistemi vitali. Le indicazioni per la tonsillectomia includono situazioni in cui:

  • Il paziente tratta il mal di gola più di 4 volte l'anno.
  • C'è uno stato di remissione persistente nella tonsillite cronica durante l'anno, anche dopo ripetuti cicli di fisioterapia e antibiotici.
  • Trovato complicazioni nel sistema cardiovascolare, insufficienza renale, dal sistema nervoso.
  • Il paziente viene trattato con un attacco reumatico acuto o è osservato a causa della esacerbazione della fase cronica della malattia.
  • Respirare e deglutire è difficile a causa di un forte aumento delle tonsille dovuto all'iperplasia del tessuto linfoide.

Insieme con le indicazioni, ci sono una serie di controindicazioni che includono:

  • la presenza di malattie croniche infettive ed esacerbate acute: ARVI, antritis, faringite, laringite, rinite, bronchite;
  • tubercolosi attiva;
  • malattie oncologiche;
  • diabete mellito del primo e secondo tipo;
  • malattie progressive dei sistemi cardiovascolare e respiratorio;
  • violazione acquisita o ereditaria del fattore di coagulazione del sangue;
  • la gravidanza;
  • periodo mestruale (per le donne);
  • Età bambini - fino a 10 anni.
Torna al sommario

Come funziona l'escissione laser del tessuto linfoide?

Il posizionamento dovrebbe seguire un esame completo, che è prescritto dal medico curante. Non meno di tre ore prima del tempo di intervento specificato, è vietato mangiare e bere.

La marcatura laser viene eseguita su una poltrona chirurgica. Il paziente viene trattato con una gola e una gola di lidocaina o altro anestetico locale. Dopo aver ridotto la sensibilità ad un certo livello, l'elettrodo laser più sottile viene fornito alle tonsille. L'amigdala viene catturata con una pinza ed è trattata con radiazioni in 4-5 cicli. Per la rimozione dei fuochi di infiammazione per ogni ciclo dedicare 10-15 secondi. Questa tecnica evita ustioni indesiderati, sanguinamento e danni ai tessuti sani.

In modo che il pus non si accumuli e non causi l'infiammazione, le grandi rientranze vengono artificialmente espanse e quindi levigate. Le cicatrici disponibili del tessuto linfoide sono sezionate con un laser. Ciò garantirà un deflusso costante dei contenuti delle cavità sulla ghiandola. I fuochi purulenti vengono rimossi mediante rimozione completa e le loro posizioni vengono accuratamente pulite.

Il medico deve assicurarsi che la guarigione del tessuto sia normale.

Dopo la procedura, viene visualizzata la sonda laser. Il paziente viene monitorato per due ore al fine di eliminare il rischio di complicanze e, se tutto va bene, gli è permesso di andare a casa con raccomandazioni per la cura delle ghiandole nel periodo postoperatorio.

Oggi, il metodo di evaporazione laser delle lesioni infiammate sulle ghiandole viene costantemente migliorato. Presto verranno utilizzati nuovi metodi per trattare i bambini di età inferiore.

Gli effetti della procedura di laserterapia

Il periodo postoperatorio dopo l'estrazione del tessuto linfoide interessato dura fino a quattro giorni. Gli antibiotici non sono prescritti in questo momento. L'unica regola è seguire le raccomandazioni del chirurgo. Il primo giorno dopo l'intervento viene utilizzata solo acqua fresca. Il secondo giorno puoi mangiare cibo fresco in un liquido purea. Non mangiare cibi solidi, grassi, piccanti e caldi.

Dopo l'intervento chirurgico, si raccomanda di sottoporsi a un trattamento di immuno-potenziamento.

Il primo mese è necessario proteggersi da correnti d'aria, ipotermia e malattie virali, poiché il corpo ha bisogno di tempo per formare una barriera protettiva naturale dopo la rimozione delle tonsille.

Oltre alle condizioni generali del paziente, il benessere psicologico migliorerà. Per almeno sette anni, le malattie come l'angina, le complicazioni derivanti dalla tonsillite cronica e la debolezza generale si sono ritirate.

Recensioni dei pazienti

Già un gran numero di pazienti ha subito una chirurgia laser. Bambini operati di età compresa tra 10 anni. Il feedback è per lo più positivo. Coloro che hanno rimosso il tessuto linfatico infiammato non si sono lamentati del dolore durante la procedura di escissione. I pazienti potevano sentire sgradevole solletico e dolori sordi nella laringe quando parlano e deglutivano solo durante i primi due giorni del periodo postoperatorio.

Durante la sinterizzazione parziale delle parti interessate della ghiandola a forma di mandorla, i pazienti annotano una diminuzione del numero di raffreddori, mal di gola presi durante l'anno. Tuttavia, quelli che hanno rimosso completamente le tonsille hanno avuto il primo anno di avere un'infezione respiratoria acuta o una bronchite. Ciò deriva dal fatto che lo strato barriera naturale della persona a seguito dell'intervento ha sofferto e richiede un po 'di tempo per il restauro.

Ci sono pazienti che hanno rifiutato un nuovo metodo di trattamento a causa del fatto che la distruzione laser del tessuto nasofaringeo infiammato è costosa. Un metodo così a basso impatto per risolvere i problemi con le ghiandole consente di risolvere un gran numero di problemi umani durante la notte e di migliorare il proprio benessere del 100% in un solo giorno.

Cauterizzazione del laser delle tonsille

Le tonsille palatali (tonsille) sono danneggiate in una malattia infettiva come l'angina. Il processo patologico può essere acuto e cronico, unilaterale (la ghiandola è danneggiata da un lato) e bilaterale. La tonsillite acuta è completamente curata con metodi conservativi. Ma con un appello tardivo a uno specialista o come risultato dell'uso della terapia analfabeta, l'angina è complicata da molte condizioni patologiche. Una delle complicazioni gravi è il trabocco di un processo acuto in uno cronico. Sfortunatamente, la terapia conservativa non sempre aiuta con la tonsillite cronica. Il trattamento delle tonsille con un laser è di gran lunga il modo più efficace per sbarazzarsi di una malattia.

Contenuto dell'articolo

Qual è la tonsillite cronica?

Processo cronico significa un decorso lento della malattia con periodi di esacerbazione e remissione. La microflora patogena, localizzata costantemente nell'orofaringe, ha un effetto molto negativo su tutto il corpo. Si possono sviluppare reumatismi e processi infiammatori nei sistemi cardiovascolare, urogenitale, respiratorio e nervoso. Pertanto, un trattamento adeguato e tempestivo della tonsillite cronica non è meno importante del trattamento dell'angina.

  • frequenti mal di gola 4-6 volte l'anno;
  • violazione della respirazione nasale dovuta alla curvatura del setto nasale;
  • adenoidi e adenoiditi;
  • processi infiammatori negli organi ENT;
  • polipi nel naso.
  • stadio di compensazione - l'organismo affronta in modo indipendente la patologia;
  • fase di scompenso - le ghiandole perdono le loro funzioni e diventano la fonte della diffusione dei microbi stessi.
  • solletico, costante mal di gola, da moderato ad intenso;
  • ghiandole ingrandite, dolore in loro;
  • gonfiore della mucosa del rinofaringe;
  • ingorghi nelle lacune delle tonsille;
  • tosse umida;
  • bassa temperatura corporea, che dura per un lungo periodo;
  • l'alitosi;
  • esacerbazione immediata della malattia se esposta a fattori avversi: cibo o bevande fredde, piedi bagnati, ipotermia, correnti d'aria, cambiamenti climatici frequenti e improvvisi, contatto con una persona infetta;
  • diminuzione delle prestazioni, affaticamento;
  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore ricorrente alle articolazioni che può verificarsi ogni volta in un'altra articolazione. Molto spesso soffrono di articolazioni del ginocchio e del polso.

I bambini sono soggetti a tonsillite cronica a causa di caratteristiche anatomiche: lacune strette e profonde con passaggi a fessura ramificati

trattamento

L'infiammazione cronica delle ghiandole palatine è molto spesso accompagnata da processi di accompagnamento: rinite, adenoidite, sinusite, faringite, denti cariati, periodontite. La terapia dovrebbe essere completa e finalizzata all'eliminazione delle cause. La tonsillite cronica viene trattata con metodi conservativi e chirurgici.

Il trattamento conservativo comprende l'eliminazione delle infezioni secondarie, il regolare sbrigliamento delle tonsille e del cavo orale, la radioterapia ultravioletta, la radioterapia, le iniezioni di antibiotici nelle tonsille, il rafforzamento generale, la terapia di desensibilizzazione, l'irrigazione delle ghiandole con antisettici, impacchi caldi, lubrificazione, risciacquo. I metodi conservativi sono efficaci nel caso della natura locale del processo, che è limitata solo all'amigdala. La remissione a breve termine può essere raggiunta con metodi terapeutici.

  • galvanoacustica, diatermocoagulazione - i metodi utilizzati oggigiorno non sono spesso, consistono nella divulgazione di lacune (lacunotomia) e l'evacuazione di detriti, focolai purulenti, l'eliminazione di uno spazio chiuso nelle ghiandole;
  • la dissezione della lacuna è usata raramente a causa dell'alto rischio di sanguinamento dalle ghiandole;
  • la tonsillectomia è un intervento chirurgico radicale per rimuovere completamente le tonsille;

La tonsillectomia si verifica spesso nei bambini.

  • criochirurgia - l'effetto sul corpo di basse temperature, in cui si verifica la morte di cellule anormali. Il metodo è applicato se ci sono controindicazioni alla tonsillectomia;
  • elettrocoagulazione - rimozione dell'area interessata mediante correnti ad alta frequenza;
  • ablazione laser delle tonsille - rigetto della parte di un organo mediante cauterizzazione con radiazione laser.

Trattamento laser per le tonsille

Oggi gli esperti stanno cercando di salvare le tonsille in modo accessibile. Ciò è dovuto al fatto che le ghiandole palatine sono coinvolte nella formazione dell'immunità e sono un ostacolo alla microflora patogena. Se le ghiandole sono completamente assenti, allora un percorso diretto si apre per consentire ai microbi di entrare nel corpo umano.

La distruzione laser delle tonsille è l'alternativa che preserva meglio l'organo alla tonsillectomia radicale.

Tipi di trattamento laser

  1. Laser a fibra ottica - viene utilizzato in caso di danni alla maggior parte delle ghiandole.
  2. Laser ad olmio - utilizzato per rimuovere le lesioni all'interno del corpo, mentre il tessuto circostante è preservato in integrità.
  3. Laser a infrarossi - utilizzato per recidere e legare i tessuti.
  4. Laser al carbonio - utilizzato per rimuovere le lesioni, con conseguente riduzione del volume di organi.

Indicazioni e controindicazioni

Il trattamento laser è indicato nei seguenti casi:

  • esacerbazioni troppo frequenti fino a quattro volte l'anno o più;
  • mancanza di effetto persistente da terapia conservatrice;
  • la presenza di complicazioni tonsillite: pericardite, miocardite, endocardite, reumatismi, difetti cardiaci, glomerulonefrite, artrite reattiva, ascesso paratonsillare, infezione del sangue;
  • reumatismi, febbre reumatica.
  • processi infiammatori acuti;
  • tumori maligni;
  • diabete mellito nella fase di scompenso;
  • malattie cardiache scompensate (insufficienza cardiaca, difetti, cuore polmonare);
  • malattie scompensate dell'apparato respiratorio (insufficienza respiratoria, enfisema polmonare, fibrosi cistica, alveolite fibrosante, difetti polmonari e altri);
  • tendenza al sanguinamento;
  • periodo di gestazione;
  • bambini sotto i dieci anni.

Vantaggi e svantaggi

Vantaggi del trattamento laser:

  • metodo minimamente invasivo praticamente esangue;
  • penetrazione profonda nel tessuto;
  • nessuna esposizione nociva;
  • l'anestesia locale riduce al minimo il rischio di reazioni allergiche, elimina l'intolleranza ai farmaci dell'anestesia generale;
  • breve durata della procedura: da 15 a 30 minuti;
  • l'ospedalizzazione non è richiesta, la procedura viene eseguita a livello ambulatoriale;
  • la capacità lavorativa non è ridotta;
  • nessun lungo periodo di recupero;
  • nessuna necessità di terapia antibiotica dopo l'intervento chirurgico, poiché non vi è alcuna ferita aperta;
  • recupero rapido;
  • il trattamento viene effettuato in un'unica visita.
  • lieve dolore o disagio dopo la cessazione dell'anestesia;
  • la bruciatura di tessuti non è esclusa;
  • poiché le ghiandole non sono completamente rimosse, possono esserci recidive della malattia;
  • la procedura richiede un'elevata qualifica medica;
  • costo di esercizio relativamente alto.

Tecnica di procedura

Il laser sulle tonsille colpisce onde della stessa lunghezza con effetti distruttivi e di sinterizzazione. Con l'aiuto dell'effetto dannoso, le aree colpite vengono rimosse, con l'aiuto dell'effetto di sinterizzazione, il sanguinamento e l'insorgenza di ferite aperte non sono consentiti.

La cauterizzazione delle tonsille con un laser viene eseguita su base ambulatoriale.

Il paziente è somministrato per via topica anestetico al 2% lidocaina o ultracain. Lo specialista seleziona la lunghezza d'onda richiesta. Il laser esegue distruzione (distruzione) e ablazione (cauterizzazione) dei tessuti colpiti. Dopo la procedura, il paziente rimane sotto la supervisione di un medico per circa un'ora. Il periodo di riabilitazione dura da tre giorni a due settimane. Per questo periodo, antisettici prescritti per uso locale e dieta.

Nei moderni dispositivi laser, la potenza di uscita della radiazione è regolata. Ciò consente di eseguire la procedura nel modo più efficiente possibile in ciascun caso particolare.

Rimozione laser delle tonsille, vantaggi e svantaggi

Oggi ci sono molti modi per rimuovere le tonsille, sostituendo la chirurgia classica. Facendo un passo indietro rispetto ai metodi antiquati, l'otorinolaringoiatria ha messo al servizio un bisturi laser.

In generale, un laser è una fonte di radiazione unidirezionale con la stessa lunghezza d'onda. A seconda della lunghezza di questa onda, c'è un diverso effetto sul tessuto. Quando le tonsille vengono rimosse, sono coinvolti gli effetti dannosi e di sinterizzazione del raggio laser. Il primo consente di rimuovere il tessuto, il secondo previene il sanguinamento ed evita l'apertura di superfici della ferita che possono essere infettate.

Tipi di rimozione delle tonsille laser

  1. Tonsillectomia radicale. Rimozione completa della tonsilla.
  2. Ablazione laser In questo tipo di chirurgia, vengono rimossi solo gli strati superiori dell'amigdala. Le lacune si espandono nella parte conservata dell'amigdala, che consente di rimuovere da loro accumuli di pus e tessuti patologici.

A seconda degli obiettivi perseguiti dall'operazione e dallo stato delle tonsille, vengono utilizzati laser di diverso tipo.

  • Un laser a fibra ottica viene utilizzato quando una grande parte dell'amigdala è interessata dall'infiammazione.
  • Il laser ad olmio consente di eliminare i fuochi all'interno dell'amigdala, lasciando intatto il tessuto sano circostante.
  • Il laser a infrarossi non solo può dividere il tessuto, ma anche fissarlo.
  • Il laser al carbonio dà l'effetto dell'evaporazione del tessuto. Sotto la sua influenza il volume della tonsilla e le sue aree infette sono ridotti.

Quando vale la pena rimuovere le tonsille?

Ecco le tonsille umane già rimosse

A rigor di termini, non ci sono molte situazioni in cui è necessario rimuovere le tonsille. È necessario liberarsene in situazioni in cui la minaccia ad altri organi e sistemi da focolai purulenti nelle tonsille supera il rischio di rimanere senza queste formazioni linfoidi. La tonsillectomia è indicata se

  • il numero di mal di gola in un paziente all'anno è pari o superiore a quattro
  • corsi ripetuti di antibiotici e fisioterapia non portano a una persistente remissione della tonsillite cronica durante l'anno,
  • ci sono già complicanze del cuore (difetti reumatici, miocardite, miocardiodistrofia, endocardite batterica, insufficienza cardiaca), problemi renali (pielonefrite o glomerulonefrite, insufficienza renale), articolazioni (artrite reattiva, manifestazioni reumatiche), sistema nervoso (corea),
  • c'è stato un attacco reumatico acuto o c'è una malattia reumatica cronica,
  • tonsille dilatate a causa di iperplasia linfoide interferisce con la normale respirazione o deglutizione.

Controindicazioni per la rimozione delle tonsille laser

  • Malattie infettive acute, tra cui respiratoria (faringite, rinite, sinusite, laringite, bronchite).
  • Esacerbazioni di malattie croniche.
  • Patologia oncologica
  • Diabete mellito del primo tipo e scompenso del secondo.
  • Malattie scompensate dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.
  • Disturbi del sangue associati a disturbi emorragici.
  • Età fino a dieci anni.
  • Gravidanza.

Vantaggi e svantaggi della rimozione laser

Nicchia di tonsille dopo l'intervento il secondo giorno, foto

  • Non c'è sanguinamento, il che significa che non vi è alcun rischio di anemia da carenza di ferro acuta post-emorragica. Inoltre, non vi è alcuna necessità di elettrocoagulazione dei vasi sanguigni. Questo distingue laser tonzilektomy dal classico e utilizzando microdebrider.
  • L'operazione può essere eseguita in anestesia locale. Di conseguenza, meno rischi di allergie e intolleranze all'anestesia.
  • La durata dell'operazione da quindici minuti a mezz'ora. La chirurgia convenzionale è molto più lunga.
  • La rimozione delle tonsille laser può essere eseguita in regime ambulatoriale. Il lungo recupero dopo l'operazione non è richiesto, l'abilità lavorativa non è persa.
  • Non c'è ferita aperta, quindi non può essere infettata. Non c'è bisogno di antibiotici nel periodo postoperatorio.
  • In una visita, il problema a lungo termine del trattamento della tonsillite cronica è risolto.
  • Possibili bruciature e dolore ai tessuti dopo la cessazione dell'anestetico.
  • La rimozione delle tonsille laser è una perdita di barriera alle infezioni. Invece di tonsillite si possono acquistare faringiti, laringiti, bronchiti.
  • L'ablazione può causare il ripetersi della malattia, poiché il tessuto linfoide non è completamente rimosso.
  • Il costo di tale procedura è piuttosto alto e richiede alcune competenze del medico. I prezzi per la rimozione laser delle tonsille variano, molto dipende dall'immagine della clinica e dal costo delle attrezzature

Come viene rimossa la tonsilla dal laser?

Viene eseguita l'anestesia locale: un anestetico viene spruzzato sulla mucosa faringea (più comunemente dikain). Quindi l'amigdala viene afferrata con una pinza e gradualmente la rimuove dai tessuti sottostanti con un raggio laser emesso dal fissaggio dell'apparato. Vasi che tentano di sanguinare quando danneggiati, la sinterizzazione laser, che impedisce al sangue di fuoriuscire.

Video: rimozione delle tonsille laser

Qualità del funzionamento

L'efficacia della tonsillectomia radicale con un laser è vicina all'80%. L'ablazione lascia spazio per il ri-sviluppo della tonsillite. Rispetto alla chirurgia classica, quando si usano incisioni con un bisturi e forbici e le tonsille vengono recise da un ciclo, il periodo di recupero può essere un po 'più lungo. Questo è possibile nei casi in cui è stata ammessa una bruciatura della mucosa. In generale, l'operazione affronta il suo compito di eliminare focolai purulenti che minacciano la salute del paziente e la capacità di lavorare a un livello molto dignitoso. Resta solo da scegliere il medico giusto con la testa e le mani e una clinica con attrezzature moderne e supporto medico.

Il trattamento laser con tonsillite è efficace o no?

Il trattamento laser della tonsillite è uno dei mezzi più innovativi ed efficaci per combattere il processo infiammatorio cronico nelle tonsille, che mira a liberare completamente il paziente dalla microflora patogena nei tessuti delle ghiandole e, allo stesso tempo, consente ai medici di mantenere intatta questa parte della gola. Tutti questi sforzi dei medici sono associati al fatto che le tonsille svolgono un ruolo importante nella formazione di un forte sistema immunitario del paziente, agiscono come un filtro organico che blocca l'ulteriore avanzamento di microrganismi infettivi e virus patogeni nel tratto respiratorio. Il trattamento laser della tonsillite ha i suoi vantaggi e controindicazioni. Consideriamo più in dettaglio i pro e i contro della cauterizzazione laser delle tonsille infiammate.

Cos'è la lacunotomia laser e come è la procedura?

La lacunotomia laser è una distruzione di risonanza molecolare delle tonsille palatine, sulla superficie della mucosa e nei tessuti più profondi dei quali il processo infiammatorio acuto o cronico è provocato da un'infezione. La lacunotomia che utilizza un raggio laser è considerata uno dei metodi meno traumatici per il trattamento chirurgico delle ghiandole. In particolare, se un paziente ha uno stadio di esacerbazione della malattia, si sviluppa gonfiore e arrossamento della mucosa delle tonsille.

Lo stesso meccanismo di una procedura terapeutica di questo tipo è il seguente:

  1. Il chirurgo, che ha il permesso di condurre un trattamento chirurgico utilizzando un laser e un'apparecchiatura ausiliaria che assicura il flusso continuo del raggio laser, perfora l'area delle tonsille con l'anestesia locale. Questo stadio del trattamento della tonsillite con la terapia laser è il più doloroso. Il paziente deve sopportare l'introduzione di un anestetico iniettabile.
  2. Dopo che l'anestesia funziona e il paziente perde sensibilità nell'area delle ghiandole, il chirurgo procede ad applicare un raggio laser sulla superficie delle tonsille.
  3. Lo specialista esegue una dissezione della lacuna con un flusso di laser caldo, in cui in una quantità in eccesso ci sono placche purulente e un'enorme quantità di microflora patogena. Durante l'attuazione di queste manipolazioni, viene eseguita la rimozione simultanea del contenuto purulento, vengono eseguiti microbi patogeni e anche il medico è in grado di bruciare immediatamente l'area bruciata della gola al fine di evitare un'abbondante perdita di sangue.

Sotto l'influenza delle alte temperature del raggio laser, si verifica l'escissione termica dei tessuti infetti e il nidos cronico dei batteri si diffonde in tutto il corpo. Dopo 2-3 giorni a causa di processi catarrale che si sviluppano nei tessuti delle tonsille al completamento della procedura, si verifica la necrosi e il rigetto della superficie epiteliale, sottoposti a carbonizzazione mediante laser. Questo processo rallenta la completa guarigione delle ghiandole operate per diversi giorni, ma dopo 3-4 giorni le cellule epiteliali delle tonsille si rigenerano con la stessa intensità. Il processo di recupero completo e riabilitazione è interamente individuale e dipende dall'età del paziente, dalla gravità del quadro clinico della tonsillite acuta o cronica, che è stata diagnosticata nel paziente. In generale, il tasso ottimale di recupero dei tessuti delle tonsille operati con un laser è di 10 giorni.

Chi può trattare le tonsille con un laser per la tonsillite cronica?

Il trattamento laser della tonsillite è un analogo della tonsillectomia, quando un'infezione batterica colpiva il tessuto tonsillare in modo che un trattamento conservativo con farmaci tradizionali non portasse più l'effetto terapeutico atteso. Pertanto, prima che il medico otorinolaringoiatra e il paziente stesso, si pone la domanda circa la completa rimozione delle tonsille utilizzando attrezzature chirurgiche, o eseguendo manipolazioni mediche con un laser, cauterizzando le aree interessate delle ghiandole e preservando le capacità funzionali di questo organo. La terapia con tonsille laser è raccomandata nei seguenti casi.

Frequenti esacerbazioni

Se un paziente con una forma cronica di tonsillite aggrava la malattia più di 3 volte l'anno, allora questa è un'indicazione diretta per eseguire un debridement laser delle aree interessate del tessuto tonsillare. In assenza di questo trattamento, il numero di esacerbazioni di tonsillite aumenterà solo ogni anno.

Reazione negativa al trattamento conservativo

La terapia della tonsillite cronica e acuta inizia sempre con il paziente sottoposto a un corso di terapia medico, l'uso di potenti farmaci antibatterici, soluzioni antisettiche per il risciacquo della gola. Se durante il corso della terapia la reazione positiva è assente e le condizioni del paziente non migliorano, le ghiandole infiammate mantengono il loro gonfiore e tenerezza e le placche purulente continuano a riempire le lacune delle tonsille, quindi questa è un'indicazione diretta per la terapia laser della tonsillite.

Sviluppo di complicanze

La tonsillite è una malattia infettiva che è più pericolosa nello sviluppo delle sue complicanze. In questo caso, se un paziente durante un esame completo o sulla base di reclami sul suo stato di salute insoddisfacente, malattie come infettiva miocardite, artrite reumatoide, ascesso peritonsillare, segni di infezione del sangue, sviluppo di cardiopatia acquisita vengono rilevati, quindi con probabilità dell'85% suggeriscono che queste patologie sono state provocate dalla presenza di una tonsillite cronica o acuta in un paziente. La perdita di tempo prezioso e la mancanza di terapia dei tessuti tonsillari minacciano ulteriormente il paziente con uno sviluppo ancora più acuto di complicanze con danni agli organi vitali.

Se il paziente ha tonsillite, queste patologie associate, lacunotomia è uno dei metodi terapeutici obbligatori per ripristinare la funzionalità delle tonsille, al fine di evitare la loro rimozione chirurgica.

Controindicazioni alla procedura di cauterizzazione

La lacunotomia non ha solo vantaggi ed è altamente efficace in termini di impatto sulle ghiandole infette, ma ha anche controindicazioni mediche per l'uso.E 'severamente vietato trattare le tonsille usando un raggio laser nei seguenti casi:

  • il paziente ha uno stadio di transizione di una forma cronica di tonsillite nella fase acuta dello sviluppo di una malattia infettiva con segni di abbondante suppurazione e formazione di placche multiple (si raccomanda di rimuovere il processo infiammatorio con farmaci antibatterici e solo successivamente procedere alla procedura di lacunotomia);
  • sviluppo nel corpo del paziente di tumori maligni, indipendentemente dal tipo di tumore, nonché dall'area della sua localizzazione (questo divieto è giustificato dal fatto che l'irradiazione laser può innescare una crescita più rapida di cellule degenerate e quindi il tumore inizierà a svilupparsi ancora più intensamente);
  • varie malattie del pancreas, così come il diabete mellito di tipo 1 e 2 con un aumento o diminuzione del livello di glucosio nel sangue;
  • insufficienza cardiaca, malattie polmonari associate a una forte riduzione del lume bronchiale e all'ulteriore sviluppo di spasmi acuti delle vie respiratorie;
  • una conta piastrinica troppo bassa nel sangue, che provoca una scarsa coagulazione del sangue, porta a frequenti emorragie (di per sé, la lacunotomia è caratterizzata da una perdita di sangue insignificante, poiché il laser non solo rimuove il tessuto tonsillare colpito, ma lo brucia immediatamente, ma c'è sempre un rischio toccare la nave principale e ottenere un'abbondante perdita di sangue);
  • lo stato di gravidanza, così come l'allattamento al seno di un bambino (queste limitazioni sono giustificate dal fatto che in questa fase della vita, qualsiasi situazione stressante è assolutamente controindicata per una donna, e la lacunotomia è ancora un'operazione, durante la quale viene utilizzato un raggio laser caldo, non un bisturi);
  • Anche i bambini di età compresa tra 1 e 10 anni non devono sottoporsi a laser terapia per tonsillite cronica.

Queste sono le principali controindicazioni mediche che vietano l'escissione laser dei tessuti infetti delle ghiandole, poiché potrebbero sviluppare complicazioni molto più pericolose.

Se queste patologie sono presenti, l'otorinolaringoiatra selezionerà altri metodi di trattamento per il paziente, sulla base di una terapia conservativa, o sulla condotta dell'intervento chirurgico tradizionale. Questo è già determinato dal medico individualmente.

Quanto costa la terapia laser alla tonsillite (prezzo medio per procedura) ed è sufficiente per un risultato?

Il costo del trattamento laser della tonsillite sanificando i pazienti con tonsille utilizzando un raggio laser dipende dalla città in cui la procedura viene eseguita in una clinica pubblica o privata, e anche indirettamente sulla politica dei prezzi individuale dello specialista che esegue questo tipo di trattamento. In media, la fascia di prezzo di un lacunotismo è compresa tra 1200-1500 rubli per 1 procedura. Nella maggior parte dei casi, non è possibile eliminare completamente i fuochi dell'infiammazione delle tonsille in una sola sessione e potrebbe essere necessario sottoporsi a 2-3 procedure di laserterapia. Dopo il completamento del trattamento dopo 10 giorni, il paziente viene sottoposto a un esame di follow-up e il medico determina la necessità di un ciclo ripetuto di terapia, o in questa fase il trattamento è completamente completato con il recupero del paziente.

Recensioni

A differenza della rimozione chirurgica delle tonsille, la terapia laser ha dimostrato il suo alto grado di efficacia anche quando il paziente ha forme complesse di tonsillite cronica. Pertanto, la maggior parte delle recensioni di questo metodo di trattamento sono estremamente positive. I pazienti che hanno subito un ciclo di trattamento con lacunotomia fanno notare che il processo di riabilitazione delle ghiandole con un laser non richiede più di 15 minuti. La lesione tissutale delle tonsille è minima, non c'è emorragia, non c'è dolore durante l'intero periodo di riabilitazione. In questo caso, il trattamento laser della tonsillite è anche abbastanza economico in termini materiali e il costo della procedura è solo di 500-600 rubli più costoso rispetto a un'operazione chirurgica. Questo è stato anche notato nelle recensioni positive dei pazienti.

Uso di tonsille

Le nostre indicazioni

In assenza dell'effetto del trattamento conservativo per la tonsillite cronica, è necessario un intervento chirurgico. La rimozione dei focolai di infezione da streptococco può prevenire lo sviluppo di reumatismi, che si manifesta non solo a livello del dolore articolare, ma porta anche alla formazione della cardiopatia valvolare. L'operazione viene eseguita utilizzando un laser e si chiama vaporizzazione delle tonsille.

La rimozione delle tonsille malate può essere parziale o completa. Il volume dell'intervento chirurgico è determinato dalla durata del processo infiammatorio e dalla presenza di complicanze.

VANTAGGI DELLA VAPORIZZAZIONE MINDALIN:

  • nessun sanguinamento - si verifica coagulazione (bruciore) di piccoli vasi;
  • elimina il rischio di reazioni allergiche che possono verificarsi durante l'anestesia generale;
  • a seguito della vaporizzazione, la fonte dell'infezione è completamente distrutta - gli streptococchi situati nelle cripte delle tonsille stanno morendo, quindi dopo l'operazione non sono necessari antibiotici;
  • l'esposizione alla radiazione laser viene rigorosamente dosata dallo scanner del dispositivo, che elimina la bruciatura del tessuto sano;
  • le operazioni sono effettuate su base ambulatoriale per 15-30 minuti.

VAPORIZZAZIONE LASER DI MINDALIN IN CLINICA MILITARE

Gli otorinolaringoiatri della nostra clinica di Mosca possiedono la tecnica di chirurgia laser e possono eseguire l'operazione il giorno dell'ammissione dopo aver ricevuto i risultati dei test. In assenza di controindicazioni alla vaporizzazione, le tonsille vengono rimosse nella sala operatoria del laser. Non sono richiesti ulteriori esami e manipolazioni. Una persona può iniziare a lavorare nello stesso giorno. Complicazioni, di regola, non succede.

Rimozione delle tonsille laser

Rimuovere le tonsille con la chirurgia e la distruzione interna senza un'incisione. Chirurgia popolare con un laser. Uno strumento laser emette onde che oscillano con la stessa fase e possono influenzare il tessuto umano in modi diversi. Ad esempio, la rimozione laser delle tonsille viene eseguita per fasi successive di distruzione e sinterizzazione.

La terapia laser ha numerosi vantaggi:

Dopo la vaporizzazione, non vi è emorragia, che riduce il rischio di carenza di ferro post-emorragico e anemia, evita l'elettrocoagulazione delle pareti del vaso.Non c'è un intervento chirurgico completo, è possibile utilizzare l'anestesia locale anziché generale. Questo riduce il rischio di reazioni allergiche e il rifiuto di anestesia.La vaporizzazione dura da 15 minuti a mezz'ora. Pertanto, la terapia laser viene effettuata in clinica, senza un lungo ospedale con disabilità, i laser sono strettamente diretti, quindi non ci sono ferite aperte. Questo riduce il rischio di infezione, quindi non c'è bisogno di prendere un ciclo di antibiotici nel periodo postoperatorio. Risolvere i problemi derivanti da tonsillite cronica e altre malattie della ghiandola linfoide, è possibile per una visita con rimozione completa o parziale della fonte di infiammazione.

Ma, come ogni altro metodo, la tonsillectomia ha delle debolezze:

Il trattamento moderno consente di rimuovere in modo sicuro il fuoco dell'infezione. Dal momento che il laser sinterizza tessuti e vasi sanguigni, è possibile bruciare. Di conseguenza, esiste il rischio di dolore dopo la fine dell'azione dell'antidolorifico: la distruzione laser della ghiandola linfoide implica la perdita della barriera naturale dall'infezione al corpo. I tessuti danneggiati subiscono rapidamente nuove influenze negative, quindi i pazienti possono soffrire di faringite, laringite, bronchite nel periodo postoperatorio.Il tessuto linfoide viene parzialmente rimosso, pertanto l'ablazione spesso causa ricadute.Il costo elevato della procedura, stabilito da ciascuna clinica a seconda del tipo di terapia e dell'attrezzatura utilizzata. Quanta distruzione di infiammazione focale nelle tonsille avrà un costo può anche determinare l'immagine dell'ospedale.

La rimozione delle tonsille con un laser viene eseguita su diversi emettitori, il cui tipo determina il tipo di operazione. Inoltre, il grado di danno tissutale sulle tonsille influisce sulla scelta della terapia. Dalla natura della vaporizzazione del laser, ci sono due metodi:

Completa tonsillectomia bruciante o radicale, che viene utilizzata quando le ghiandole sono completamente distrutte. L'ablazione implica un'asportazione parziale del tessuto nella parte superiore della tonsilla. Durante l'intervento laser, le lacune si espandono e vengono rimossi i tappi di pus.

La tonsillectomia può essere eseguita da diversi tipi di radiazioni, che sono selezionati in base alle condizioni del tessuto a forma di mandorla, al grado di infiammazione e agli obiettivi della terapia laser:

Il fascio di fibre ottiche viene utilizzato quando l'amigdala ha quasi completamente catturato il processo infiammatorio.La radiazione di olmio consente di rimuovere i focolai infiammati all'interno delle ghiandole senza toccare le parti sane.Il fascio infrarosso disconnette e sigilla le membrane viventi della tonsilla.L'eccesso di umidità viene evaporato dal laser al carbonio. Con il suo aiuto, il gonfiore dei tessuti viene rimosso.

Quanto costa utilizzare ogni metodo o quale laser è meglio usare, puoi scoprirlo direttamente dal tuo medico.

Qualsiasi, indipendentemente dal grado, dall'intervento o dalla chirurgia con ferite aperte o laser interno, dovrebbe essere giustificato. Per rimuovere l'amigdala è necessario quando c'è una minaccia di danni ad altri tessuti, organi e sistemi vitali. Le indicazioni per la tonsillectomia includono situazioni in cui:

Il paziente viene trattato con angina più di 4 volte l'anno.Non c'è uno stato di remissione persistente nella tonsillite cronica durante l'anno, anche dopo ripetuti cicli di fisioterapia e antibiotici.Le complicazioni nel sistema cardiovascolare, l'insufficienza renale, dal sistema nervoso sono trovate.Il paziente viene trattato con acuta attacco reumatico o si osserva a causa di esacerbazione dello stadio cronico della malattia. La respirazione e la deglutizione sono difficili a causa di un forte aumento delle tonsille dovuto a iperplasia del tessuto linfoide.

Insieme con le indicazioni, ci sono una serie di controindicazioni che includono:

la presenza di malattie croniche infettive ed esacerbate acute: ARVI, sinusite, faringite, laringite, rinite, bronchite, tubercolosi attiva, cancro, diabete mellito di primo e secondo tipo, malattie progressive dei sistemi cardiovascolare e respiratorio, fattore ereditario o ereditario coagulazione del sangue, gravidanza, periodo mestruale (per le donne), età dei bambini - fino a 10 anni.

Il posizionamento dovrebbe seguire un esame completo, che è prescritto dal medico curante. Non meno di tre ore prima del tempo di intervento specificato, è vietato mangiare e bere.

Il metodo di trattamento ti consente di sentirti più sano dopo l'operazione.

La marcatura laser viene eseguita su una poltrona chirurgica. Il paziente viene trattato con una gola e una gola di lidocaina o altro anestetico locale. Dopo aver ridotto la sensibilità ad un certo livello, l'elettrodo laser più sottile viene fornito alle tonsille. L'amigdala viene catturata con una pinza ed è trattata con radiazioni in 4-5 cicli. Per la rimozione dei fuochi di infiammazione per ogni ciclo dedicare 10-15 secondi. Questa tecnica evita ustioni indesiderati, sanguinamento e danni ai tessuti sani.

In modo che il pus non si accumuli e non causi l'infiammazione, le grandi rientranze vengono artificialmente espanse e quindi levigate. Le cicatrici disponibili del tessuto linfoide sono sezionate con un laser. Ciò garantirà un deflusso costante dei contenuti delle cavità sulla ghiandola. I fuochi purulenti vengono rimossi mediante rimozione completa e le loro posizioni vengono accuratamente pulite.

Il medico deve assicurarsi che la guarigione del tessuto sia normale.

Dopo la procedura, viene visualizzata la sonda laser. Il paziente viene monitorato per due ore al fine di eliminare il rischio di complicanze e, se tutto va bene, gli è permesso di andare a casa con raccomandazioni per la cura delle ghiandole nel periodo postoperatorio.

Oggi, il metodo di evaporazione laser delle lesioni infiammate sulle ghiandole viene costantemente migliorato. Presto verranno utilizzati nuovi metodi per trattare i bambini di età inferiore.

Il periodo postoperatorio dopo l'estrazione del tessuto linfoide interessato dura fino a quattro giorni. Gli antibiotici non sono prescritti in questo momento. L'unica regola è seguire le raccomandazioni del chirurgo. Il primo giorno dopo l'intervento viene utilizzata solo acqua fresca. Il secondo giorno puoi mangiare cibo fresco in un liquido purea. Non mangiare cibi solidi, grassi, piccanti e caldi.

Dopo l'intervento chirurgico, si raccomanda di sottoporsi a un trattamento di immuno-potenziamento.

Il primo mese è necessario proteggersi da correnti d'aria, ipotermia e malattie virali, poiché il corpo ha bisogno di tempo per formare una barriera protettiva naturale dopo la rimozione delle tonsille.

Oltre alle condizioni generali del paziente, il benessere psicologico migliorerà. Per almeno sette anni, le malattie come l'angina, le complicazioni derivanti dalla tonsillite cronica e la debolezza generale si sono ritirate.

Già un gran numero di pazienti ha subito una chirurgia laser. Bambini operati di età compresa tra 10 anni. Il feedback è per lo più positivo. Coloro che hanno rimosso il tessuto linfatico infiammato non si sono lamentati del dolore durante la procedura di escissione. I pazienti potevano sentire sgradevole solletico e dolori sordi nella laringe quando parlano e deglutivano solo durante i primi due giorni del periodo postoperatorio.

Durante la sinterizzazione parziale delle parti interessate della ghiandola a forma di mandorla, i pazienti annotano una diminuzione del numero di raffreddori, mal di gola presi durante l'anno. Tuttavia, quelli che hanno rimosso completamente le tonsille hanno avuto il primo anno di avere un'infezione respiratoria acuta o una bronchite. Ciò deriva dal fatto che lo strato barriera naturale della persona a seguito dell'intervento ha sofferto e richiede un po 'di tempo per il restauro.

Ci sono pazienti che hanno rifiutato un nuovo metodo di trattamento a causa del fatto che la distruzione laser del tessuto nasofaringeo infiammato è costosa. Un metodo così a basso impatto per risolvere i problemi con le ghiandole consente di risolvere un gran numero di problemi umani durante la notte e di migliorare il proprio benessere del 100% in un solo giorno.

La rimozione laser delle tonsille è una procedura indolore per asportare formazioni di linfadenoidi (tonsille palatine). Durante le procedure chirurgiche, il tessuto operato viene asportato usando un raggio laser, piuttosto che un bisturi di metallo. Un raggio di radiazione monocromatico stretto non solo attraversa i tessuti molli, ma "sigilla" anche i piccoli vasi, prevenendo così la perdita di sangue.

L'assenza di superfici aperte della ferita è uno dei principali vantaggi dell'ectomia laser.

A causa dell'assenza di sanguinamento ritardato, riduce il rischio di sviluppare un'infiammazione settica, che accelera l'epitelizzazione dei tessuti operati.

In caso di conformità con le regole del programma di riabilitazione, il ripristino completo dell'integrità della membrana mucosa dell'orofaringe viene osservato dopo 10-15 giorni.

La tonsillectomia laser è uno dei metodi più non traumatici per rimuovere le formazioni di linfadenoidi. Durante l'operazione, lo specialista usa uno strumento laser, con l'ausilio del quale non solo asportano il tessuto in eccesso, ma contemporaneamente trombano anche i vasi danneggiati. Questo previene gravi perdite di sangue e l'aspirazione di sangue nelle vie respiratorie.

In otorinolaringoiatria, ci sono due metodi principali di manipolazione chirurgica:

ectomia laser - rimozione completa delle tonsille palatine con fibra quasi-almindiale; ablazione laser - escissione parziale di tessuto ricoperto o affetto da agenti patogeni.

È importante! L'intervento chirurgico viene eseguito solo se ci sono seri prerequisiti per lo sviluppo di complicazioni: tonsillite cronica, ascesso faringeo, ecc.

Dovrebbe essere chiaro che l'escissione parziale delle ghiandole impedisce una brusca diminuzione dell'immunità locale. Se è possibile preservare almeno una parte delle formazioni di linfadenoidi, il chirurgo suggerisce che il paziente subisca l'ablazione, anche se in futuro questo non garantisce l'assenza di ipertrofia (crescita del tessuto).

Oggi, la rimozione laser di tonsille e tonsille (tonsillectomia) può essere eseguita in almeno 4 modi.

La scelta della metodologia è determinata dal grado di danno dei tessuti molli e dagli obiettivi perseguiti dall'operazione:

laser a infrarossi - in grado non solo di tagliare, ma anche di saldare i tessuti; laser a fibre ottiche - senza dolore e con una minima perdita ematica di tonsille asportate insieme a tessuti quasi mandorlati; Laser ad olmio: taglia solo le aree interessate dall'infiammazione delle tonsille, lasciando intatti i tessuti linfoidi vicini; laser al carbonio - contribuisce alla "evaporazione" delle ghiandole, a causa della quale il loro volume diminuisce.

I laser a fibra ottica e a infrarossi sono più spesso utilizzati per la rimozione delle ghiandole e per la loro ablazione vengono utilizzati laser all'olmio e al carbonio.

Il laser è uno strumento "sterile" che previene l'infiammazione del tessuto settico dopo l'intervento chirurgico. Solo una preparazione preoperatoria inadeguata e l'inosservanza delle raccomandazioni approvate dal programma di riabilitazione possono provocare l'infezione delle aree operate della mucosa.

A rigor di termini, non ci sono molte indicazioni per il trattamento chirurgico. Si consiglia di rimuovere le tonsille palatine solo in situazioni in cui vi è una minaccia di gravi complicazioni sistemiche: reumatismi, meningiti, pielonefriti, miocarditi, encefaliti, ecc. La tonsillectomia sarà giustificata per:

ascesso paratonsillare; frequenti recidive di tonsillite cronica; l'inefficacia del trattamento farmacologico delle malattie otorinolaringoiatriche; iperplasia del tessuto linfadenoide; lesioni da streptococco beta-emolitico; il verificarsi di complicanze dei reni e del cuore.

L'escissione intempestiva degli organi infetti può portare allo sviluppo di endocardite batterica, artrite reattiva e piccola corea.

L'intervento chirurgico, in particolare, l'anestesia generale e locale, crea un grande carico sugli organi interni. Pertanto, prima di eseguire la tonsillectomia, dovrebbe prendere in considerazione le controindicazioni:

emofilia; la gravidanza; diabete mellito; età fino a 5 anni; oncologia; malattia vascolare; esacerbazione di malattie croniche.

Indicazioni individuali e controindicazioni all'operazione possono essere determinate dal medico curante solo dopo aver superato i test appropriati.

L'ectomia laser ha una serie di importanti vantaggi rispetto al metodo classico di eseguire la procedura, che comporta l'asportazione di tessuto molle con un bisturi e un anello metallico. Tuttavia, quando si sceglie il metodo chirurgico ottimale di trattamento, è necessario considerare non solo i vantaggi, ma anche i suoi svantaggi:

Laser lakunotomy - recensione

Il moderno trattamento laser della tonsillite è efficace? Ho fatto una lacunotomia 3 settimane fa, parlerò delle mie osservazioni, impressioni e risultati. AGGIORNAMENTO ANNO SUCCESSIVO

Ho sofferto di tonsillite cronica già da 3 anni: questa malattia non mi dà alcun fastidio, ed è in qualche modo insolito per me chiamarla una malattia. Te ne parlerò un po 'prima di lei.

Tonsillite cronica di solito si verifica dopo un lungo raffreddore, influenza, con ridotta immunità. È particolarmente evidente in inverno in parallelo con l'infiammazione della gola. Nella stagione fredda, quando l'immunità si indebolisce dopo un raffreddore e il mal di gola non si è ancora completamente ristabilito, i microrganismi, principalmente gli stafilococchi, che sono sani e inibiti dal sistema immunitario, si accumulano e si moltiplicano nelle aperture delle tonsille. Inoltre, le mandorle ottengono particelle di cibo che creano un ulteriore mezzo nutritivo per i microbi. In risposta alla moltiplicazione degli stafilococchi, il corpo inizia a produrre linfociti che neutralizzano la microflora patogena. Come risultato, una miscela di pus, particelle di cibo e microbi si forma nelle fessure delle tonsille, si formano tappi purulenti. Poiché il sistema immunitario è indebolito, il corpo non riesce a eliminare completamente i germi, gli ingorghi diventano più grandi, i microbi penetrano più in profondità nelle lacune delle tonsille. Quando una persona si riprende e l'immunità diventa di nuovo buona, lo stafilococco è già definitivamente sistemato nelle lacune delle tonsille e senza cure il corpo non può più distruggerle. Lacunas di tonsille sono regolarmente intasate da ingorghi stradali, la tonsillite diventa cronica e rimane anche con una buona immunità e una sana condizione umana.

Di tanto in tanto spuntano delle spine bianche dalle lacune delle tonsille, conseguenza della tonsillite. In estate non ce ne sono quasi, nella stagione fredda ce ne sono più, la malattia diventa acuta.

Nelle persone con un'immunità debole e spesso malate di raffreddore, la tonsillite può manifestarsi non solo sotto forma di ingorghi stradali, ma anche in costante temperatura corporea, indisposizione, linfonodi ingrossati. Ho una immunità generalmente buona, mi ammalo di raffreddore una volta all'anno in inverno, a volte non mi ammalo affatto, non infastidisce la mia tonsillite. Solo occasionalmente ci sono ingorghi stradali spiacevoli. Per la prima volta li ho notati circa 3 anni fa, non ho attribuito alcuna importanza a questo. Un anno fa mi sono interessato a questo argomento e sono andato da un otorinolaringoiatra, mi sono state prescritte le compresse di Tonsilgon, il risciacquo con la soda e il lavaggio delle lacune delle tonsille. Sono andato a lavarmi un paio di volte, ma non ho notato alcun risultato. Lavare le lacune, il risciacquo, le pillole è un metodo conservativo per trattare la tonsillite, molti medici dicono che solo la tonsillite può essere curata con un laser.

Questa era la parte introduttiva. ORA SU COLORO CHE NON HANNO TONSILLITE, NON CONSULTO LEGGERE. Ci saranno dettagli spiacevoli.

Il lavaggio delle lacune delle tonsille è una procedura sgradevole, durante la quale le lacune vengono lavate con una soluzione ozonizzata da una siringa con un tubo lungo e sottile all'estremità. Ho trovato un'istruzione su uno dei siti, su cui ho realizzato un filo di alluminio con un occhiello all'estremità di un dispositivo per pulire le mie tonsille. Così, dopo aver lavato, sono tornato a casa, ho guardato in gola e pulito dalle lacune non meno del solito.

Non avevo in particolare pianificato di impegnarmi nel trattamento della tonsillite, ma recentemente mi è stato fortemente raccomandato di praticare una lacunotomia durante un esame fisico presso la clinica ORL. Ha detto che risolverebbe il problema con tonsillite una volta per tutte.

Mi sono iscritto per il miele. centro per lacunthomy laser. Prezzo di operazione 4000r. Un altro 1000r è andato a comprare pillole e un aerosol per il trattamento della gola dopo l'intervento chirurgico durante il periodo di guarigione.

L'operazione dura circa 30 minuti. e sta nel fatto che con l'aiuto di un laser, il medico brucia il tessuto interessato nelle lacune delle tonsille (il tessuto affetto si allenta e serve come mezzo per la riproduzione dei microbi). Il dottore ha detto che il laser ha un effetto immunostimolante. L'operazione è stata esangue, ma per diversi giorni ho osservato lividi sulle tonsille, anche se non c'era sangue durante l'operazione.

All'inizio ho fatto un paio di punture in un amigdala. È tollerabile, solo un leggero formicolio. L'amigdala era insensibile e il medico iniziò l'operazione. Un dispositivo medico con un breve raggio verde all'estremità, simile alla punta del dentista, cominciò a bruciare le tonsille. Era un po 'doloroso, il dottore eseguì la cauterizzazione con frammenti, sollevò il laser, lo tenne per 15 secondi nell'amigdala, poi tirò fuori, io mi sarei riposato, dopo 10 secondi il laser nell'amigdala di nuovo. Sensazioni sgradevoli, ma tollerabili. Il fumo usciva dalla sua bocca e odorava di carne bruciata. Dopo il primo amigdala, il medico fece iniezioni di anestesia nel secondo e iniziò anche a cauterizzarlo con un laser. La seconda amigdala ho fatto più a lungo la prima, a quanto pare, è rimasta stupita.

Dopo l'operazione, mi sono stati prescritti antibiotici, aerosol "Bioparox", risciacquo di camomilla e anestetico "Ketorol" e "Nimesil". Nimesil mi ha aiutato molto: bere polvere da un sacchetto e puoi vivere un giorno.

Dopo l'operazione, avevo una gola intorpidita e una parte della lingua, non potevo davvero parlare, ho pubblicato un gorgoglio soffocato in cui le parole potevano difficilmente essere distinte. Erano solo fiori. Sulla via di casa, l'anestesia cominciò ad allontanarsi. L'inferno è iniziato. Il dolore è terribile, insopportabile, come se venissi scolpito in pezzi di tonsille con un coltello. 100 volte più doloroso della cauterizzazione durante l'intervento. Un incubo terribile, non ho mai avuto mal di gola. La seconda parte della strada verso la casa stavo piangendo, era un dolore terribile. A casa ho bevuto 2 sacchetti di Nimesil, 1 compressa di Ketorol, nebulizzato con aerosol e sono andato a letto quando mi sono svegliato un'ora dopo, il dolore si è attenuato un po ', il dono del discorso è tornato.

Se hai l'opportunità di produrre antidolorifici, fallo subito dopo l'operazione in modo che non faccia così male. E fai scorta di buoni antidolorifici. Puoi bere dopo l'operazione, non puoi mangiare un paio d'ore. Ingoiare fa male.

Il secondo giorno, la gola era molto dolorante, ma rispetto al primo giorno era più facile. Il primo giorno è l'inferno, al secondo, terzo, quarto giorno il dolore è come un forte mal di gola, fa male a deglutire. Alla fine la mia gola ha smesso di dolere solo 2 settimane dopo l'operazione, in due settimane ero già riuscito ad abituarmi al costante mal di gola. Le tonsille sono ricoperte da una spessa pellicola bianca, ora su di essa è lasciata una piccola fioritura bianca. Quella amigdala, che era stata bruciata più forte, faceva più male. Non dimenticare di bere gli antibiotici prescritti, altrimenti tutto nelle tonsille peggiorerà.

Ora le tonsille non sono più malate, ma non sono ancora guarite. Ora scriverò sull'efficacia.

Non so come ottenere la tonsillite dopo l'intervento chirurgico, l'otorinolaringoiatria non mi è particolarmente spiegata. Il fatto è che tre giorni fa ho guardato in gola e ho ripulito un sacco di ingorghi con il mio filo. Forse esce da vecchi ingorghi del traffico che c'erano prima dell'operazione, o è un tessuto morto a causa della guarigione. Mi mancavano così tanti ingorghi. Forse escono vecchi resti di lacune bruciate. Mi piacerebbe, e i medici promettono che gli ingorghi stradali scompariranno. Voglio crederci. Nessuna meraviglia che abbia sofferto. Ho letto sul forum che alcuni hanno fatto una lacunotomia 5 volte e non ci sono risultati. Ma non ho un brutto caso, in estate mi dimentico della tonsillite in generale. Penso che, prima o poi, avrei comunque fatto una lacunotomia. Entrerò e aggiungere aggiornamenti come le mie osservazioni.

Ho deciso di scrivere una recensione per coloro che sono interessati al trattamento della tonsillite. Su Internet, leggo solo i risultati dell'operazione, ma non dico nulla sul processo stesso, quindi spero di aver chiarito un po 'la situazione. Su Irekommend, ho visto più recensioni sulla rimozione delle tonsille e sulla tonsillotomia, ma rimuovere le tonsille, la tonsillotomia e la lacunthomy sono tre diverse operazioni, quindi ho deciso di creare una filiale separata.

Spero che la mia recensione ti sia stata utile. Se hai domande, chiedi.

AGGIORNAMENTO (07/08/2014)

Dopo lacunotomia laser, sono trascorse 5 settimane.

All'inizio avevo opinioni contrastanti su questa operazione. Da un lato, molti medici raccomandavano la lacunotomia per me come il metodo più moderno ed efficace per il trattamento della tonsillite. D'altra parte, nelle prime 2-3 settimane mi è sembrato che si trattasse di un'operazione inefficace. Gli ingorghi erano fermi. Mi sembra che questo sia dovuto al fatto che le tonsille non sono guarite fino alla fine, e il laser brucia solo le lacune, e se ci sono ingorghi nelle profondità delle lacune, allora non spariranno dal laser, continueranno a uscire come nella tonsillite.

Mi rattristò che dopo questa dolorosa operazione rimanevano ancora gli ingorghi nelle lacune delle tonsille, e non pochi. E più vicino alla lingua, sembrava che apparisse un'altra lacuna delle tonsille (io, a quanto pare, non le avevo mai notate prima), da cui uscivano anche gli ingorghi (mi bruciarono quelli che sono più vicini al palato). Era la terza settimana dopo il lacunoma.

Ho fatto scorta di clorexidina e quasi ogni giorno pulivo e lavavo le lacune delle tonsille. Mi sono abituato a portare il naso della bottiglia di clorexidina vicino alla lacuna, ho premuto la bottiglia, ho sentito come la clorexidina lava le lacune e non solo versa nella gola. I sentimenti non sono piacevoli, ma per un paio di giorni mi ci sono abituato. Così ho fatto 10 giorni.

A poco a poco, ho iniziato a notare che non c'erano quasi intasamenti nelle lacune, dopo 10 giorni di lavaggio con clorexidina, non mi ero accorto che le tonsille erano pulite, ho nuovamente smesso di notare quelle seconde lacune delle tonsille, che non mi bruciavano.

Nelle ultime 2-3 settimane ho provato a lavare le lacune delle tonsille un paio di volte, ma ho perso l'abitudine a questa procedura ed è diventato molto spiacevole per me, ha iniziato a rivelarsi. E durante queste 2-3 settimane non ho mai notato ingorghi nelle tonsille, anche se prima erano comparsi 5 giorni dopo il lavaggio.

Ora non lavo le lacune delle tonsille e non ci sono mai ingorghi di traffico, già 2-3 settimane. Le tonsille stesse sembrano essere diminuite. In precedenza, quasi sempre, soprattutto in inverno, avevo un sonaglio al mattino. A quanto pare, durante la notte le tonsille e l'area della gola vicino a loro erano gonfie, non mi faceva male niente, ma al mattino parlavo ancora con voce roca, c'era una sensazione di un nodo in gola. Dopo una lacunotomia, la mia gola guarì per 2 settimane, e in qualche modo, inaspettatamente per me stesso, notai che non avevo più sonnecchiato al mattino.

In generale, sono contento di aver fatto una lacunosa. Dopo che la mia gola è finalmente guarita e tutti gli ingorghi si sono accumulati, non ho trovato nuove marmellate, le mie tonsille sono diminuite un po ', ho smesso di ansimare al mattino, non ho la sensazione di un nodo in gola. A volte per prevenire il risciacquo della clorexidina alla gola.

AGGIORNAMENTO 30/11/2014

La recensione si è rivelata enorme, ma voglio ancora completarla.

Dopo la lacunotomia è passato quasi mezzo anno. Con l'inizio del primo freddo, ho preso un raffreddore, mi faceva male la gola. La tonsillite durante questi sei mesi non si è quasi manifestata, ci sono stati alcuni ingorghi, ma con le infezioni respiratorie acute di solito peggiora. E poi ho preso un raffreddore in modo che i miei linfonodi e le tonsille diventassero leggermente più grandi. Gli ingorghi non sono scomparsi da nessuna parte, sono diventati anche un po 'più del solito. Non tanto quanto prima della lacunotomia, ma le tonsille non sono completamente pulite. E sembrava che ci fossero più buchi nelle tonsille, dove erano bruciati, non c'erano quasi ingorghi, ma appaiono negli spazi vuoti, che sono leggermente più alti. E a volte ci sono sensazioni spiacevoli, come se da qualche parte nel cielo ci fossero delle marmellate che non possono essere rimosse.

Secondo i miei sentimenti, per curare la tonsillite, è necessario fare 2-3 lacunctomie su diverse lacune di tonsille, una operazione non eliminerà la tonsillite.

AGGIORNAMENTO 02.14.2015

Forse scriverò un altro aggiornamento. La recensione è molto lunga, ma penso che sarà interessante leggere quelli che hanno la tonsillite o quelli che vogliono fare questa procedura.

L'influenza non è passata da me quando molte persone si ammalano, ovviamente mi sono anche ammalato. La temperatura aumentava, la gola faceva male, appariva una tosse. In precedenza, a questi sintomi è stata aggiunta una maggiore quantità di ingorghi nelle lacune delle tonsille.

E adesso In generale, non importa quanto ho provato a pulire le tonsille, non importa quanto ho maneggiato il mio filo appositamente adattato, non ho trovato un singolo tappo. Dove è stata eseguita la lacunotomia, ora non ci sono ingorghi stradali! Negli ultimi mesi mi sono dimenticato di loro. Allo stesso tempo, l'immunità è ora abbassata, in pieno inverno mi ammalo facilmente e le tonsille sono pulite. Io stesso ero sorpreso. L'ho fatto a maggio, ora a febbraio, sono passati più di sei mesi, gli ingorghi delle tonsille sembravano essere scomparsi. Dopo la lacunotomia ce n'erano molte, specialmente quando la gola guariva, in estate le pulivo periodicamente, in autunno ce n'erano alcune. E poi in qualche modo sono gradualmente scomparsi, anche se non li ho trattati di proposito, mi sono solo lavato la gola durante il raffreddore. Forse lacunthomy ha un effetto a lungo termine. Mi piacerebbe sperare che questi ingorghi stradali non appaiano più, e la tonsillite non mi disturberà più.

AGGIORNAMENTO 07/09/2015

Ci è voluto poco più di un anno. Scriverò brevemente, perché Quindi, già in una grande recensione, tutto è quasi dipinto.

Soffro di infezioni respiratorie acute circa 2 volte all'anno. Non sono disturbato dagli ingorghi nelle lacune delle tonsille durante la malattia o al solito orario. Circa un mese fa era un bel po ', quindi un piccolo punto sulla superficie, non conta come un tappo. E quando provo a spremerli come prima, non ci sono comunque. Questo è l'effetto dell'operazione. Nei primi mesi ce n'erano molti, ma ora non ce ne sono affatto, anche se in più non mi sono lavato la gola per rimuoverli.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

L'Iodomarin si riferisce agli agenti terapeutici e profilattici che sono usati nel caso della malattia della tiroide.La preparazione contiene un componente importante - ioduro di calcio.

Ricerca BlogDecompressione orbitaleLa decompressione orbitale eseguita su pazienti con esoftalmo viene effettuata al fine di aumentare la quantità di spazio disponibile per il contenuto dell'orbita, riducendo la pressione sul contenuto dell'orbita e riducendo il grado di esoftalmo.

Le malattie delle ghiandole surrenali, fino a poco tempo fa, erano considerate una patologia relativamente rara. Tuttavia, negli ultimi anni, con l'aiuto delle moderne capacità diagnostiche, tali malattie sono identificate sempre più spesso.