Principale / Cisti

Trattamento omeopatico della tiroidite autoimmune

La tiroidite autoimmune (AIT) è una patologia affrontata da un enorme numero di persone. È vero, molti di loro non sanno che ci sono seri problemi nel loro sistema endocrino.

L'AIT nella fase iniziale non ha sintomi e, alla fine del quadro clinico, è talmente sfocato che persino un medico esperto non è in grado di riconoscere il danno alla ghiandola tiroidea a prima vista. Fonte: flickr (Anita).

La medicina ufficiale non ha un metodo per trattare questa malattia, c'è solo una terapia sostitutiva, cioè la sostituzione degli ormoni nel corpo, la quantità di cui la tiroide sana dovrebbe produrre.

Data la natura autoimmune della malattia, cioè il processo di attaccare gli anticorpi sui tessuti dei propri organi, è possibile utilizzare la terapia ormonale con glucocorticosteroidi, che "riavvia" il sistema immunitario. Ma questo metodo è molto pericoloso e mal tollerato dai pazienti.

A questo proposito, l'omeopatia è un ottimo modo per aiutare il corpo ad affrontare il problema.

AIT - che cos'è?

La tiroidite autoimmune o tiroidite di Hashimoto è una malattia in cui i tessuti della ghiandola tiroide sono cicatrizzati, cioè, al posto delle cellule sane, compare il tessuto di ricambio.

La ghiandola tiroidea è un organo che filtra il sangue, liberandolo dalle tossine e dalle infezioni. Ma a volte un'infezione può arrivare non solo al corpo, ma anche alla cellula stessa. In questo caso, l'immunità non ha altro da fare che distruggere la cellula. Pertanto, l'immunità attaccherà il corpo fino a quando non sarà completamente distrutto insieme all'infezione.

Man mano che la ghiandola tiroide muore, non può produrre la giusta quantità di ormoni. Ciò comporta un grave disturbo nel corpo:

  • In primo luogo, assolutamente tutti gli organi e i tessuti hanno bisogno di ormoni tiroidei.
  • In secondo luogo, l'organo appaiato della ghiandola tiroide, la ghiandola pituitaria, inizia a produrre più ormone del necessario, il che influenza anche la condizione umana e il benessere.
Una delle cause della tiroidite autoimmune può essere l'ecologia, un eccesso di iodio, cloro e composti di fluoro nell'ambiente, cibo e acqua. Fonte: flickr (FullJumble).

I sintomi della tiroidite autoimmune

Qualsiasi sintomo della malattia può essere assolutamente qualsiasi: la mancanza di ormoni tiroidei ha lo stesso effetto su tutto il corpo, ma di solito quei sistemi o organi che hanno già determinate patologie o disordini funzionali lo indicano.

Ad esempio, una persona con un sistema digestivo debole ha più probabilità di sperimentare disturbi digestivi persistenti, una persona con un sistema nervoso indebolito, con astenia, depressione e labilità emotiva.

Omeopatia per AIT

Il trattamento delle malattie autoimmuni con l'omeopatia viene effettuato in molti paesi, anche se in Russia la terapia sostitutiva con gli ormoni sintetici è più comune.

Importante sapere! L'assunzione per tutta la vita di qualsiasi farmaco, incluso l'ormone della ghiandola tiroide in forma sintetica, comporta cambiamenti irreversibili nel sangue, nei vasi sanguigni, nel fegato e nei reni.

Il corpo reagisce molto meglio alle medicine naturali che eliminano delicatamente il problema della patologia, correggono i sintomi, riducendoli al minimo. E l'unica direzione della medicina che si occupa di un trattamento efficace con rimedi naturali è l'omeopatia.

Se la terapia viene eseguita da un omeopata esperto, seleziona rapidamente il farmaco giusto in base alla malattia, alla gravità dei sintomi e al ritratto psicologico del paziente. In questo caso, dopo pochi mesi, il paziente rifiuta di assumere un ormone sintetico a favore del trattamento omeopatico della tiroidite autoimmune.

Medicinali omeopatici per AIT

Dopo la diagnosi del paziente, il medico prescrive farmaci omeopatici.

Durante la terapia, un rimedio omeopatico può essere sostituito da un altro, se il benessere del paziente, i suoi anticorpi in crescita nel sangue e la diminuzione degli indicatori dell'ormone tiroideo indicano la necessità di questo.

  • Tiroide (Thyreoidlnum) - un farmaco a base di ghiandole tiroidee essiccate del bestiame;
  • Conium makulatum (Conium maculatunh) - un farmaco a base dell'estratto della cicuta dell'erba;
  • Spongia tosta - un rimedio omeopatico basato su una spugna marina bruciata;
  • Apis (Apis) - veleno d'api;
  • Lachesis (Lachesis) - veleno di serpente;
  • Arsenicum Jodatum (arsenicum jodatum) - un farmaco creato dalla combinazione di arsenico e iodio;
  • Argentum nitricum (Argentum nitricum) - un prodotto derivato dal nitrato d'argento;
  • Ignatia (Ignatia) è un rimedio omeopatico derivato dai frutti di un arbusto della famiglia Logan.

Il medico deve selezionare lo schema e la durata del ricovero singolarmente, solo in questo caso l'omeopatia con tiroidite autoimmune sarà efficace, sicura e veloce.

Domanda AIT

Domanda: le figlie hanno 10 anni. La diagnosi di AIT (tiroidite autoimmune), ipotiroidismo. L'anno prende L-tirossina 50 mg. Ora TSH - 1,3, T4 libero - 16. Il medico aumenta ancora la dose. Nel corso dell'anno, la ghiandola tiroidea è cresciuta da 5,1 a 7,5.
Non so cosa fare. Voglio provare l'omeopatia. È terribile fare del male, o anche solo aspettare un miracolo. Si scopre che non lo trattiamo, ma solo mantenere lo stato.

Risposta: Esatto, in questo caso non esiste un trattamento per la malattia autoimmune, ma è in corso solo la terapia sostitutiva con ipotiroidismo (portando l'ormone T4 mancante al livello normale). Ora i test di tua figlia sono normali, ma devi curare la stessa malattia autoimmune.
Qual è il livello di AT in TPO?

Domanda: Grazie mille per aver risposto alla mia richiesta di aiuto! I medici dell'ospedale regionale, dove siamo osservati, dicono che i test per gli anticorpi non sono più necessari, dal momento che gli anticorpi "non scompariranno". Ci è stato anche detto che nel 50% dei casi questo scompare da solo, l'organismo si farà carico da solo.
Sono molto spaventato È necessario aumentare la dose (50 mg e 75 mg a giorni alterni), ma non lo faccio ancora. Perché la ferro sta crescendo? Gli ormoni sono normali? L'assunzione di l-tiroxina può causare danni al fegato? Il dottore ha detto no, che l'ormone è quasi naturale e non ci sono effetti collaterali. Non so cosa credere.
Se possibile, dimmi come può essere trattato, che tipo di droghe. Costo stimato Ho trovato un omeopata a Tula. Voglio provare Il suo assistente mi ha detto che il corso delle droghe importate costa 10 mila rubli. Qualcosa di sospetto.
Voglio anche dire che mentre mia figlia non sembra essere disturbata da nulla. Dopo le pillole è diventato più calmo, l'aridità sui gomiti è andata via e sulle pieghe delle dita. Molto spaventoso per lei. Lei è una cosa sola con noi. Grazie per l'ascolto.

Risposta: La malattia se ne andrà o no è sconosciuta, ma ricorda costantemente un'allergia con la presenza costante di un allergene. Pertanto, in tali malattie non conterei il recupero spontaneo.
Il livello di anticorpi nel sangue può essere visto migliorare e trattamento. L-tiroxina da sola non porterà al recupero, e riempie solo il livello del mancante (danneggiato dal processo autoimmune) dell'ormone prodotto dalla ghiandola tiroidea. E poiché l'ormone è costantemente necessario sempre di più, allora la ghiandola può iniziare a crescere, quindi è anche importante controllare periodicamente il volume della ghiandola tiroidea.
Una medicina anche in una farmacia di Londra costa 200 rubli (e la stessa quantità di spedizione), quindi non so perché le medicine siano stimate a 10.000 rubli. In Scozia, il costo della medicina ordinato alla Russia è di 50 rubli più costoso.
Molti (migliaia) di farmaci per il trattamento delle malattie della tiroide e senza conoscere molti dettagli sulla malattia, è impossibile nominarne uno che aiuti effettivamente una persona nel trattamento della tiroidite autoimmune.

Domanda: Ciao, caro Sergey Vadimovich! Trovato i risultati delle analisi. Il livello di At to TPO un anno fa era 153, dopo 3 mesi, divenne 320 a novembre e in gennaio non passammo, il medico non prescrisse. TSH era - 1,7, privo di T4 - 17,1. A luglio, cioè, un mese fa hanno anche donato, ma solo il TSH - 1,35 e il T4 libero - 16.
Sugli ultrasuoni scrivono che la struttura è disomogenea a causa del parenchima di diverse dimensioni delle zone di scarico da 2 lati. La quantità totale di ghiandola è di 7,5 cm³. Gli anticorpi non sono nemmeno monitorati. "Non andranno da nessuna parte ora." Eccolo.

Risposta: ciao! Ora, sullo sfondo del trattamento, il livello ormonale è normale, ma At to TPO continua a crescere - questo significa che la malattia sta progredendo, e il trattamento con L-tiroxina lo rende semplicemente esternamente impercettibile.

Domanda: Ciao, caro Sergey Vadimovich! Capisco che vado oltre i limiti della decenza, ma devo decidere come trattare un bambino. Viviamo nella regione di Tula. E dov'è il tuo ricevimento personale? C'è un omeopata a Tula - (il suo nome completo). Ho parlato al telefono con il suo assistente. Ha detto che il medico rimuoverà gli ormoni.
Dimmi, sarà l'effetto del trattamento dell'omeopatia sullo sfondo della tiroxina? Ho rovinato tutto dandole gli ormoni? Ma lei è piccola, lo sviluppo potrebbe essere disturbato. Il circolo vizioso. Il dottore ha una tecnica classica, come mi hanno spiegato. Chiedi se usano i lantanidi. Medicinali dalla Spagna Non menzioni la Spagna.
Hai menzionato le allergie. Ho una neurodermatite cronica, anche mia nonna di Alina (figlia) ha una ghiandola tiroidea ed è anche sulla tiroxina. E se è ereditario? Sì, e se - esattamente! E viviamo nella zona di Chernobyl! Impazzirò! Sto cercando di trasmetterti i miei problemi. E cosa fare, tranne te, finora non ho nessuno con cui consultare.

Risposta: Ciao, Elena! Nel tempo, ho avuto l'idea di farmacie in Europa. Ho avuto un paziente dalla Spagna con vasculite emorragica, quindi la medicina per lui è stata presa da noi e inviata per posta lì.
La ricezione a tempo pieno può essere eseguita solo con i pazienti con cui ci si trova nella stessa città, e ora ci sono 1.500 km tra di noi, ed è improbabile che tu possa andare così lontano, solo per una conversazione che puoi passare su Skype con un video, senza pensare alla distanza.
Non hai rovinato nulla dando al bambino L-tiroxina, perché è stato forzato, e non lo ha dato, sarebbe stato peggio che darlo.

Domanda: Ciao, caro Sergey Vadimovich! Aveva un omeopata a Tula oggi. Ho nominato un ritiro graduale dagli ormoni, ma rapidamente in qualche modo, in un mese. preparazioni:
1) Glandulae suprarenales (2 p. Al giorno, 7 granuli)
2) Сuprit D6 (2p al giorno, 7 granuli)
3) Stibium metallicum D6 (2 pence al giorno, 7 granuli)
4) Garrand thyreodica 12 (6 volte al giorno)
5) Tiroide 30 (1 ogni 5 giorni per 6)
Inoltre, il balsamo è la longevità, ma proviene dalla propoli, non dall'omeopatia.
Qualcosa di spaventoso. Aiutami se puoi. Qual è la tua opinione? Il rame e l'antimonio mi spaventano.

Risposta: Ciao, Elena! I nomi delle droghe possono essere ignorati e non aver paura di loro, dal momento che questi non sono veleni, ma la potenza, francamente, non è abbastanza alta per il trattamento di una malattia autoimmune e, ancora di più, non centinaia, ma decimale e nessun singolo farmaco è definito. Ma il dottore che ha condotto la conversazione dettagliata con te lo sa meglio, e se ha prescritto questi medicinali, allora sa quale trattamento ha bisogno tua figlia al momento.

Trattamento delle malattie autoimmuni dall'omeopatia

L'artrite reumatoide è una malattia autoimmune con un'eziologia completamente inspiegata con una caratteristica lesione erosiva simmetrica delle articolazioni con l'aggiunta di una vasta gamma di sintomi extra-articolari.

Possibili fattori scatenanti per lo sviluppo dell'artrite reumatoide includono il ruolo scatenante di alcuni virus e la predisposizione genetica. Sotto l'azione di un fattore eziologico non identificato, quasi tutti i componenti del sistema immunitario sono eventualmente coinvolti nel processo patologico. E come risultato dei disordini immunitari che si verificano, le cellule producono un IgG modificato, che è percepito come un agente estraneo, e il corpo produce anticorpi contro di esso - i fattori reumatoidi. Si forma come risultato della connessione di anticorpi con antagonisti immunitari che si accumulano nei tessuti, danneggiandoli.

Pertanto, le basi dell'artrite reumatoide sono violazioni profonde del sistema immunitario, con una violazione della composizione qualitativa e quantitativa delle cellule prodotte, nonché una violazione della loro attività funzionale.

Clinicamente, la malattia inizia con la sindrome articolare. Di solito, i pazienti lamentano dolore alle piccole articolazioni delle mani e dei piedi, il più intenso al mattino e diminuendo la sera. Col passare del tempo, la sindrome articolare aumenta, il dolore si intensifica, un numero crescente di articolazioni è coinvolto nel processo. Tipico dell'artrite reumatoide è il danno simmetrico alle articolazioni. All'inizio della malattia, i dolori che si verificano solo con il movimento, mentre la malattia progredisce, cominciano a essere disturbati ea riposo. Altri segni di infiammazione si sviluppano, come gonfiore e arrossamento della pelle nel rivestimento delle articolazioni colpite.

Uno dei sintomi più importanti è la rigidità mattutina, caratterizzata dalla difficoltà dei primi movimenti nell'articolazione dopo un periodo di riposo, con limitazione del movimento nell'articolazione. L'aumento del processo infiammatorio porta a una significativa limitazione della mobilità, così come lo sviluppo di anchilosi, deviazioni e deformità nelle articolazioni.

Nella fase avanzata della malattia, la sua natura sistemica inizia a manifestarsi, praticamente tutti gli organi e i sistemi del corpo sono coinvolti nella malattia. Già nei primi stadi, c'è una diminuzione graduale del peso corporeo, così come una temperatura elevata. Sulla parte della pelle, la RA è caratterizzata dalla comparsa di noduli reumatici - formazioni arrotondate indolori fino a 3 cm di diametro, spesso vasculite reumatica sotto forma di molteplici cambiamenti cutanei.

Con il progredire della malattia, si uniscono lesioni di polmoni, reni, sistema cardiovascolare, anemia, aumento delle dimensioni della milza, danni agli occhi e sistema nervoso.

L'artrite reumatoide viene diagnosticata sulla base dei criteri diagnostici sviluppati dall'American College of Rheumatology (ACR) con esperti della European Anti-Rheumatic League (EULAR).

I criteri sono presentati nella tabella qui sotto, l'artrite reumatoide è posto se il paziente ha segnato più di 6 punti.

L'artrite benigna si verifica in meno del 10% dei pazienti, in altri la malattia è caratterizzata da una lenta o rapida progressione con una crescita costante delle articolazioni colpite. Pertanto, nella medicina tradizionale, l'obiettivo della terapia RA è ottenere una remissione a breve o lungo termine, o almeno ridurre l'attività della malattia.

La terapia farmacologica è ridotta a una combinazione di FANS e farmaci antireumatici di base che rallentano la progressione della malattia.

In breve, le fasi del trattamento farmacologico sono presentate nella figura qui sotto.

Va notato che la maggior parte delle complicanze di RA sono associate, esattamente, con la terapia patogenetica in corso della malattia. Pertanto, farmaci citotossici e glucocorticoidi ampiamente prescritti contribuiscono in modo significativo allo sviluppo dell'osteoporosi. Gli effetti collaterali della terapia con FANS sono spesso l'ulcera gastrica. La terapia di base ha un sacco di effetti collaterali che influenzano significativamente la qualità e la longevità dei pazienti.

In contrasto con la terapia farmacologica, il trattamento con il metodo omeopatico è diretto, non a mascherare i sintomi, ma a ripristinare l'equilibrio disturbato regolando i processi di controllo centrale nel corpo. L'obiettivo dell'omeopatia è quello di influenzare i processi di autoregolamentazione con l'aiuto di farmaci selezionati individualmente, tenendo conto della risposta del paziente. In poche parole, una medicina omeopatica attiva i meccanismi di auto-guarigione attraverso l'eccitazione a breve termine, come se stesse dando informazioni sul corpo sui modi di guarire. Il farmaco viene scelto rigorosamente individualmente, tenendo conto non solo dei sintomi specifici, ma soprattutto delle caratteristiche individuali del decorso dell'artrite reumatoide.

Tra i rimedi costituzionali frequenti per i pazienti con RA ci sono i sali di potassio: Kalium phosphoricum Kalium carbonicum Kalium sulfuricum Kalium iodatum, nonché Causticum, Lycopodium, Sulphur.

Nei casi in cui la condizione migliora sotto l'influenza di calore e movimento, devono essere considerati Kalium phosphoricum e Kalium carbonicum.

Kalium phosphoricum: pazienti molto freddi. Dolore alle articolazioni, trazione, quasi lacrimazione, con simultanea sensazione di agilità / letargia nelle braccia e nelle gambe. Dolore pungente nella pianta dei piedi. Regime reumatico dopo il riposo Il dolore è alleviato dal calore e dal movimento lento.

I dolori di cucitura sono caratteristici di questo rimedio, specialmente se questo dolore è localizzato nell'articolazione del polso, nella regione posteriore, nella regione lombare o nelle articolazioni pelviche. La debolezza muscolare è anche un sintomo patognomonico, che è così forte che è difficile per il paziente affrontare anche un piccolo carico. Il dolore diminuisce chiaramente dal calore e, al contrario, aumenta dal freddo, di notte dalle 3 alle 5 e in posizione sul lato sinistro.

Il kalium sulfuricum, Kalium iodatum, deve essere considerato quando si migliora sotto l'influenza del freddo.

Dolori reumatici in pazienti con Kalium sulfuricum, aggravati in una stanza calda, vestiti con hotba all'aria aperta. Peggio ancora in posizione seduta e generalmente a riposo, migliorando con ogni minimo movimento.

Kalium iodatum, dolori che tirano, lacrimano, così come in Kalium sulfuricum, peggio per il calore e a riposo. I dolori disturbano molto il paziente durante la notte, il miglioramento viene dal movimento e dal freddo

Se i sintomi migliorano con tempo piovoso, dovrebbe essere considerato Causticum.

Dolori laceranti, laceranti, paralitici così gravi che, secondo il paziente, "come se togliessero l'anima". Oltre alle articolazioni, sono interessati i tendini e i legamenti. L'accorciamento dei tendini, che porta a una contrattura temporanea o permanente. Aumentando la rigidità articolare, il paziente deve spesso sviluppare le articolazioni per lungo tempo. Mentre la malattia progredisce, il paziente si indebolisce, cade in uno stato di disperazione e paura. La condizione è peggiorata dal freddo e dal caldo, i dolori sono ridotti dal calore e peggio dal tempo asciutto.

Al contrario, i miglioramenti del clima secco si trovano nei preparati di Lycopodium e di zolfo.

Dolore al lycopodium: lacrimazione, bruciore, è interessante notare che il deterioramento si nota a 16-18 ore. I dolori sono ridotti dal calore e dal movimento, e viceversa sono aggravati dal tempo umido, così come a riposo. Il dolore inizia sul lato destro, spostandosi gradualmente verso sinistra. Noduli reumatoidi nelle articolazioni, la differenza di temperatura delle gambe.

Il dolore allo zolfo si diffonde da cima a fondo. C'è un dolore bruciante nell'articolazione della caviglia e piccole articolazioni dei piedi con una sensazione di calore, specialmente di notte, il paziente è costretto a sporgere le gambe. All'inizio del movimento, il paziente è costretto e piegato, dopo un certo tempo di movimenti continui, la rigidità diminuisce, permettendo al paziente di raddrizzarsi, ma d'altra parte, con uno sforzo prolungato, il dolore aumenta. Miglioramento generale del tempo secco e mite.

Per i pazienti con malattie reumatiche, un sintomo piuttosto paradossale sarà la riduzione del dolore se esposti al freddo, nel qual caso si devono considerare i seguenti farmaci:

Api Questo farmaco è tipicamente caratterizzato da un'infiammazione acuta e acuta nell'articolazione con un forte gonfiore e versamento nella cavità. Dolore che pizzica con una sensazione di bruciore, la palpazione dell'articolazione è acutamente dolorosa. Il dolore è aggravato dal calore e in movimento, è ridotto da procedure a freddo.

Nei casi in cui l'infiammazione inizia con le articolazioni dei piedi e poi si alza, e l'artrite reumatoide procede con gonfiore delle articolazioni, ma la pelle su di loro è pallida e calda, dovrebbe essere considerata la palustra di Ledum. È interessante notare che i pazienti non tollerano bene il calore, ma differiscono per la freddezza. Il dolore alle articolazioni è alleviato dalle procedure a freddo.

Non di rado, in pratica, ci sono pazienti con una chiara dipendenza dal tempo.

I reclami reumatici di Dulcamara si verificano immediatamente dopo essersi bagnati, raffreddarsi eccessivamente e in caso di pioggia. Sparatorie e contrazioni muscolari, forte dolore, sensazione di rottura dell'articolazione. I dolori si riducono durante lo spostamento, il massaggio e il caldo.

"Il reumatismo è un barometro", così si può descrivere il rododendro. Il paziente si lamenta del dolore che si presenta, o aggravato alla vigilia dei cambiamenti climatici. Il dolore è particolarmente pronunciato nell'avambraccio e nella mano. La condizione peggiora a riposo, di notte, di mattina; migliora con movimento e calore.

Un altro aspetto importante è il passaggio dalla terapia farmacologica a quella omeopatica. Alcune persone considerano opportuno l'abolizione radicale dei farmaci farmacologici nel trattamento dell'omeopatia, nel nostro centro omeopatico in primo luogo

la questione viene presa in considerazione nel qual caso le condizioni del paziente miglioreranno: se annullate bruscamente o gradualmente sostituiranno il trattamento farmacologico con il trattamento omeopatico.

Come si può vedere dal già descritto, per oltre duecento anni, l'omeopatia ha raccolto una vasta esperienza nel trattamento delle malattie, incluso il trattamento dell'artrite reumatoide. Nell'arsenale di un medico omeopatico, contiene più di cinquemila farmaci per il trattamento più individualizzato della malattia. Sono stati considerati i principali farmaci a cui il medico omeopatico presta attenzione quando curano un paziente con artrite reumatoide.

Il trattamento dell'omeopatia artrite reumatoide è molto promettente se inizia il più presto possibile. L'assenza di effetti collaterali e complicanze della terapia omeopatica, oltre a un'elevata efficienza, lo rendono più attraente della terapia farmacologica.

Nel nostro centro riceverete un trattamento completo e di alta qualità per l'artrite reumatoide: alla reception, il medico omeopata raccoglie accuratamente i sintomi, analizza il caso della malattia, esegue la repertorizzazione (selezione di una medicina omeopatica), se necessario, racconta dettagliatamente i metodi usati nell'omeopatia e nella nostra clinica. Scegliendo i preparati omeopatici più simili in questo caso, conduce test antidroga (che non ha analoghi al mondo, il metodo sviluppato dal medico capo del nostro centro omeopatico Yanovsky OG) di tutti i farmaci selezionati per restringere la scelta dei farmaci ai più simili ed efficaci nell'hardware e oggettivamente. questo caso di malattia. La reception nel nostro centro include una gamma "completa" di servizi, tutti i farmaci selezionati che saranno necessari durante il primo periodo di trattamento vengono rilasciati alla reception e sono inclusi nel costo dell'ammissione. Inoltre, che è importante, ed è parte integrante di un trattamento corretto ed efficace usando l'omeopatia classica, il medico scambia i contatti con il paziente (telefono, email, whatsapp, viber) per tracciare ulteriormente le dinamiche e la possibilità di apportare prontamente modifiche al trattamento.

Trattamento delle malattie autoimmuni dall'omeopatia

L'omeopatia ha molte più opzioni a cui pensare. È un costante ricordo del corpo della sua grande capacità innata di guarire se stesso.

Tutto su omeopatia

Tatyana Savchuk

L'omeopatia ha molte più opzioni a cui pensare. È un costante ricordo del corpo della sua grande capacità innata di guarire se stesso.

Quali malattie cura l'omeopatia?

Spesso le persone mi fanno domande come "Tratti la bronchite?", "Hai qualcosa per la gastrite?", "Le allergie possono essere curate con i rimedi omeopatici?". La risposta a tutte queste domande è positiva, ma voglio sottolineare che l'omeopatia tratta il paziente, non la malattia. Il principio principale dell'omeopatia è l'individualizzazione, un approccio olistico al paziente, il che significa che nessun organo danneggiato può essere separato dal resto del corpo. In omeopatia, il paziente viene trattato come uno, con tutti i suoi problemi, indipendentemente dalla diagnosi medica.

I sintomi esistenti non sono altro che il "linguaggio della comunicazione" del corpo, che ci informa che lo stato di equilibrio è disturbato e quindi cerca di auto-equilibrio. In omeopatia non esistono rimedi universali per la malattia X, così come non esistono procedure di prescrizione di trattamento standardizzate. Quindi, 10 pazienti con "bronchite" possono assumere 10 diversi farmaci (Natrium Sulfuricum, Arsenicum Album, Brionium, Ferrum phosphoricum, ecc.), E lo stesso agente del Natrium Sulfuricum può curare diverse malattie in diversi pazienti.

Con l'aiuto dell'omeopatia, molte malattie possono essere curate:

Malattie neuropsichiatriche: cefalea, emicrania, nevrosi, nevralgia, disturbi neurovegetativi, disturbi del comportamento, disturbi della memoria, disturbi dell'attenzione, depressione, ansia, fobie, attacchi di panico, ecc.

malattie dell'apparato respiratorio: rinofaringite ricorrente, bronchite ricorrente, ridotta resistenza alle infezioni, tonsillite, amigdalite, otite, vegetazione adenoidea, sinusite, sinusite, rinite allergica, ecc.

malattie del sistema cardiovascolare: cardiopatia, dolori precordiali (nel torace), altre varie cardiopatie, aterosclerosi, ipertensione arteriosa, vene varicose, tromboflebiti, disturbi cardiovascolari dovuti a stress, ecc.

malattie dell'apparato digerente: discinesia della cistifellea, epatite cronica, gastrite, ulcera duodenale, emorroidi, colite, stitichezza, diarrea, gonfiore, ecc.

Malattie urologiche: pielonefrite, uretrite, cistite, enuresi notturna, ecc.

malattie ginecologiche: disturbi mestruali, infiammazione dell'utero e appendici, frigidità, disturbi della menopausa, vaginite, cisti ovarica, mioma uterino, infertilità, candidosi, leucorrea, disturbi premestruali, ecc.

Malattie allergiche: rinite allergica, dermatite da contatto, asma bronchiale, orticaria, congiuntivite, ecc.

malattie della pelle: dermatiti, acne, eczema, herpes, ustioni, congelamento, psoriasi, ecc.

Sulla base di quanto sopra, possiamo concludere che qualsiasi malattia, sia acuta che cronica, può essere curata con il metodo omeopatico. L'omeopatia è adatta a tutte le fasce d'età, dai neonati agli anziani, e le medicine omeopatiche possono essere assunte anche quando l'assunzione di farmaci è controindicata: durante la gravidanza, l'allattamento al seno, le allergie ai farmaci, ecc.

L'omeopatia può curare tutte le malattie?

No, non può. Ci sono problemi che sono molto difficili da curare con qualsiasi metodo di trattamento. Quando visiti un omeopata per la prima volta, deve essere sincero con te su ciò che l'omeopatia può o non può fare in questo caso. Tuttavia, anche se l'omeopatia non è in grado di curare la malattia, abbiamo l'opportunità di alleviare alcuni dei sintomi, migliorando così la qualità della vita del paziente e riducendo il dosaggio dei farmaci allopatici. Ciò è dovuto al fatto che l'omeopatia stimola il corpo a fare il meglio che può fare per se stesso.

L'omeopatia ha i suoi limiti d'azione e questa non è una panacea, ma un'alternativa scientifica alla medicina allopatica, che ha raggiunto il successo nel trattare non solo casi acuti ma anche cronici, così come cure palliative in casi disperati. Una caratteristica comune dell'omeopatia è che porta un miglioramento a lungo termine della salute.

In quale caso di malattie l'omeopatia è inefficace?

I limiti del trattamento omeopatico derivano dai principi fondamentali di questa scienza. Quindi, secondo il principio di somiglianza, la ricezione di un tale mezzo comporta una risposta alla crescita della capacità di guarire e proteggere il corpo. Pertanto, se la fase reversibile del cambiamento dell'organo interessato è passata (metastasi del cancro, necrosi, infarto, indurimento marcato, ecc.), L'omeopatia non aiuterà.

Il trattamento omeopatico può avere solo un effetto parziale nel caso di malattie che sono state trattate con farmaci allopatici per un lungo periodo di tempo, in particolare, farmaci con effetto soppressivo, come il cortisone. Ciò è dovuto al fatto che i sintomi della malattia sono alterati dalla medicina abituale e vengono aggiunti nuovi sintomi, derivanti dagli effetti secondari del medicinale (cortisone). Sulla base di questi pseudo-sintomi, verrà assegnato un rimedio "errato" (non un rimedio di simileum) e non possiamo aspettarci molto da esso.

Anche le malattie genetiche sono incurabili dal punto di vista dell'omeopatia, ma i pazienti con queste malattie possono consultare un omeopata per il trattamento delle malattie associate. Spesso ci sono miglioramenti nella qualità della loro vita e dei sintomi psicofisici, ma non possiamo parlare di una cura.

Inoltre, l'omeopatia non è molto efficace in presenza di fattori meccanici di blocco. Ad esempio, nel caso di litiasi renale pronunciata (calcoli renali), che impedisce il normale flusso nell'organo e causa l'idronefrosi, non si può parlare di omeopatia e, in questo caso, solo il trattamento chirurgico sarà d'aiuto. Tuttavia, dopo l'intervento chirurgico, può essere eseguito un trattamento omeopatico e l'area litogenica può essere interessata per prevenire la riformazione di calcoli nel tempo.

Tutti i casi e le malattie urgenti medici e chirurgici saranno indirizzati per un trattamento appropriato.

L'effetto dell'omeopatia per le malattie croniche?

Le malattie croniche godono di notevole aiuto dall'omeopatia rafforzando il sistema immunitario. Quindi, l'equilibrio del corpo viene ripristinato in modo che la sua resistenza alle influenze esterne cresca gradualmente, e la possibilità di una ricaduta diventi sempre meno. Quando trattiamo una persona, non una malattia, qualsiasi miglioramento è possibile. Il risultato è particolarmente sorprendente se il paziente ha un elevato livello di salute e la vitalità e la reattività del corpo sono in condizioni abbastanza buone. Tuttavia, le malattie che sono state trattate con farmaci per un lungo periodo di tempo, in particolare, i farmaci con un effetto schiacciante, come il cortisone, possono essere parzialmente curati dall'omeopatia. Il trattamento opprimente e allopatico crea una barriera al trattamento omeopatico, poiché i sintomi della malattia vengono aggiunti ai sintomi della malattia e, di conseguenza, si ottiene un quadro confuso. Pertanto, le medicine prescritte sulla base di tali falsi sintomi saranno un rimedio similimum errato, dal quale non ci si dovrebbe aspettare troppo.

L'omeopatia è particolarmente efficace nelle malattie con disturbi funzionali e può essere applicata con successo in tutti i disturbi nella fase reversibile. Tuttavia, se ci sono importanti cambiamenti organici, è possibile che il trattamento sia palliativo, e quindi completare la cura è impossibile.

L'omeopatia è efficace nella malattia acuta?

Esistono medicinali omeopatici che, se assunti in condizioni acute, nelle prime ore della malattia, agiscono più rapidamente di altri farmaci. Cioè, il rimedio omeopatico prescritto in una condizione acuta può arrestare la progressione della malattia ed evitare la sua transizione verso la forma cronica. Abbiamo una vasta gamma di prodotti prescritti per condizioni acute, come: ustioni, ferite, distorsioni, vomito, febbre, diarrea, mal di testa, ecc. Quindi, se in una situazione di emergenza si prende la medicina a brevi intervalli, può riportare il paziente in buona salute in poche ore, da 30 minuti a 40 ore, a seconda della gravità del caso. Ci sono casi in cui il farmaco viene assunto ogni 15 minuti, in quanto il paziente ha bisogno di un'ambulanza e non abbiamo il tempo di aspettare.

Allo stesso tempo, meno trattamenti chimici ricevuti da un paziente nella sua vita, più rapida sarà la risposta al trattamento omeopatico. Un altro fattore che riduce il tasso di risposta alla ricezione di un rimedio omeopatico nel caso acuto è la vitalità del paziente; per esempio, la presenza di alcune malattie croniche e l'ereditarietà miasmatica potrebbero complicare il caso. Un altro fattore che svolge un ruolo importante è il momento di ricevere un rimedio omeopatico. Nelle prime ore di una infezione acuta del tratto respiratorio, quando sorgono solo sensazioni soggettive, come abbondante secrezione nasale, scarso benessere generale, febbre, ecc., Un rimedio omeopatico opportunamente selezionato avrà un effetto dopo un'ora e spesso solo una singola dose è sufficiente. Ad esempio, Gelzemium 200 può curare un numero significativo di infezioni virali, ma solo in caso di somiglianza dei sintomi.

I pazienti diabetici possono assumere rimedi omeopatici?

Sì, perché no? La dose giornaliera di assunzione di zucchero da parte di un paziente è in genere molto più elevata della piccola quantità consumata sotto forma di granuli omeopatici. La quantità di zucchero consumata quando si beve una tazza di tè è circa una dose settimanale di zucchero consumata durante il trattamento omeopatico. Inoltre, il paziente ha l'opportunità di prendere medicine in forma liquida. Inoltre, i granuli omeopatici sono costituiti da lattosio, che non è dannoso nemmeno per i diabetici.

È possibile dare preparazioni omeopatiche a bambini piccoli e neonati?

L'omeopatia non ha limiti di età, può essere presa sia dai bambini, compresi i neonati, sia dalle persone anziane, ma solo come indicato da un omeopata. Poiché i rimedi omeopatici aumentano la resistenza, è ovvio che l'omeopatia dovrebbe essere la prima scelta nel trattamento dei bambini e che il trattamento omeopatico dovrebbe essere iniziato il prima possibile in modo che i bambini crescano sani sin dall'inizio della loro vita.

Tinus Smits, il famoso omeopata moderno, considera la nascita di un bambino sano un miracolo e mantenere un bambino in questo stato di salute è un'arte che sta diventando sempre più complessa nella nostra società moderna. Grazie al trattamento omeopatico, si può eliminare la predisposizione genetica ereditaria a varie malattie, il che significa che sarebbe bene iniziare il trattamento omeopatico anche dal momento del concepimento, o fino a quel punto, trattando i futuri genitori. Poiché la maggior parte delle volte neonati e bambini piccoli hanno un maggiore livello di salute, l'omeopatia dà risultati brillanti, sia nelle malattie acute che in quelle croniche. I rimedi omeopatici sono sicuri, privi di effetti tossici e di effetti secondari e non sono difficili da applicare. I bambini amano il dolce sapore dei granuli omeopatici.

Il trattamento omeopatico è sicuro durante la gravidanza?

L'omeopatia è ideale per le donne nel periodo della gravidanza, perché questo ramo della medicina è delicato in termini di effetti sul corpo. L'omeopatia è la scelta migliore per il trattamento di alcune malattie durante la gravidanza, soprattutto se le medicine tradizionali sono controindicate. I rimedi omeopatici sono sicuri sia per la madre che per il feto. Pertanto, a causa del trattamento omeopatico durante la gravidanza, riceveremo molti benefici per madre e figlio. Il bambino sarà più sano, emotivamente equilibrato, fisicamente più forte e si svilupperà armoniosamente. Il trattamento omeopatico può aiutare una donna a prepararsi al parto, in particolare migliorando le contrazioni uterine, riducendo così la durata del travaglio. Successivamente, dopo il parto, il trattamento omeopatico può aiutare con l'istituzione e il mantenimento dell'allattamento al seno e contribuire alla rapida guarigione della cicatrice nel caso di taglio cesareo.

Posso usare medicine omeopatiche durante l'allattamento?

Il trattamento omeopatico è sicuro durante l'allattamento e non rappresenta una minaccia per il bambino. Tuttavia, poiché il rimedio omeopatico penetra nel latte materno, qualsiasi trattamento omeopatico può essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico omeopatico. L'allattamento al seno aiuta a stabilire una stretta relazione tra madre e figlio durante questo periodo e qualsiasi impatto sullo stato di salute della madre può influire sul bambino. Ma fortunatamente, i medicinali omeopatici non hanno in alcun modo un effetto negativo sul bambino, al contrario, è spesso possibile che un bambino abbia bisogno dello stesso rimedio in questo particolare periodo. Un rimedio omeopatico può causare un aumento di energia, un equilibrio emotivo in una madre che allatta e può eliminare la maggior parte dei sintomi che la turbano. L'omeopatia ti aiuterà con l'allattamento al seno, l'intolleranza al latte materno, la mastite mammaria o l'infiammazione e le crepe nei capezzoli, così come molte altre malattie.

Quali sono i problemi delle donne che l'omeopatia tratta con successo?

Sempre più donne si trovano ad affrontare problemi ginecologici, ma questi problemi possono essere risolti con l'aiuto del trattamento omeopatico, che ripristina l'equilibrio del corpo che esisteva prima dell'inizio della malattia. La causa principale dello sviluppo delle malattie dell'apparato riproduttivo nelle donne sono i disturbi ormonali nel corpo, per i quali sono responsabili la ghiandola tiroidea, le ovaie, le ghiandole surrenali e la ghiandola pituitaria. Di conseguenza, malattie come la sindrome premestruale, l'assenza di ciclo mestruale - amenorrea, mancanza di ovulazione, che può causare infertilità, fibromi uterini, endometriosi, cisti ovariche, mastiti, cisti mammarie e tiroidee e disfunzione ovarica possono svilupparsi tempo di menopausa, irritabilità espressa, vampate di calore e osteoporosi. Un alto tasso di successo è raggiunto nel trattamento omeopatico di tutte queste malattie.

L'obiettivo del trattamento omeopatico è quello di stimolare la naturale regolazione dei livelli ormonali. Oltre alle patologie causate da disturbi ormonali, l'omeopatia dà buoni risultati anche nel trattamento di malattie infiammatorie, quali: vulvovaginite, vaginite, endometrite, annessite, candidosi, herpes genitale, ecc. Il cambiamento dello stato di salute di tutto l'organismo, non disturbo dei singoli organi, è considerato una malattia in omeopatia. e sistemi di organi. Il corpo ha una capacità naturale di difendersi da fattori dannosi e auto-cura, e questa funzione viene eseguita con successo dall'organismo con un buon sistema immunitario, con alta vitalità e alto livello di energia. Tuttavia, quando questa funzione non viene eseguita correttamente, l'omeopatia viene in soccorso.

Il compito del medico omeopatico è quello di trovare uno strumento che induca la forza naturale del corpo a ristabilire l'equilibrio, eliminando così la malattia in modo naturale. A causa del corretto trattamento omeopatico, gli ormoni vengono ripristinati e le cisti oi noduli vengono ridotti e successivamente scompaiono, così che nella maggior parte dei casi è possibile evitare l'intervento chirurgico. Non ha senso trattare qualsiasi violazione per i singoli sintomi, nella migliore delle ipotesi scompariranno per un certo periodo di tempo, e quindi torneranno con la stessa intensità, o sotto forma di disfunzione più grave. L'omeopatia, a differenza della medicina allopatica, agisce in profondità, raggiungendo la radice del problema e portando una ripresa a lungo termine. E poiché ogni donna è individuale e le violazioni che ne derivano hanno motivi diversi, il trattamento sarà diverso in ciascun caso individuale, nonostante il fatto che due pazienti possano girarsi con la stessa diagnosi e persino gli stessi sintomi. Quindi, uno dei principi fondamentali dell'omeopatia è osservato: l'individualizzazione del trattamento, cioè, l'omeopatia non tratta la malattia stessa, ma il paziente.

Che tipo di problemi maschili tratta l'omeopatia con successo?

Poiché l'omeopatia tratta non una singola malattia, ma un paziente nel suo insieme, si può notare che viene in aiuto nel trattamento di vari disturbi sia per le donne che per gli uomini allo stesso modo. Le cause più comuni di trattamento per il trattamento delle malattie caratteristiche degli uomini sono: prostatite, uretrite, ipertrofia prostatica, adenoma prostatico, infertilità maschile. Nella maggior parte dei casi, con l'aiuto del trattamento omeopatico, è possibile non solo evitare di assumere vari preparati ormonali e prevenire l'esacerbazione, ma anche evitare l'intervento chirurgico. È stato dimostrato che i pazienti con malattie urologiche croniche sperimentano vari disturbi combinati, come i disturbi del metabolismo delle proteine ​​e dei carboidrati, spesso associati al diabete mellito, così come l'omeostasi e disturbi dell'equilibrio idrico-elettrolitico, accompagnati da edema, disturbi ormonali e disturbi cardiovascolari. sistema vascolare, che sono espressi da ipertensione arteriosa e malattia coronarica. In questo caso, l'omeopatia si avvantaggia in vista dell'individualizzazione del trattamento e del trattamento del paziente come uno, e il ripristino dell'equilibrio nel corpo del paziente si ottiene senza effetti collaterali.

È possibile evitare l'intervento chirurgico con l'aiuto del trattamento omeopatico?

Ci sono molti casi in cui la necessità di un intervento chirurgico è diminuita a causa del trattamento omeopatico. La chirurgia è un ramo separato della medicina, e dovrebbe essere fatto ricorso a quando nessuna medicina porta miglioramenti o cure, o in casi di urgenza di emergenza quando la vita del paziente è in pericolo. Tuttavia, in certe condizioni chirurgiche, come l'amigdalite, l'ipertrofia delle adenoidi, le emorroidi, le verruche, la tiroide o la cisti ovarica, i fibromi uterini, ecc., L'omeopatia ci fornisce opportunità terapeutiche con un alto grado di successo. Vale anche la pena notare che, anche nei casi in cui l'intervento chirurgico è inevitabile, è possibile utilizzare farmaci omeopatici durante il periodo pre e postoperatorio per accelerare il processo di guarigione ed evitare gli effetti secondari dell'anestesia, degli stati di ansia. L'omeopatia applicata abilmente e abilmente produce risultati sorprendenti, anche quando sembra che non ci sia più speranza.

L'omeopatia può trattare le malattie autoimmuni?

Il successo del trattamento omeopatico non dipende così tanto dalla diagnosi della malattia. Un risultato positivo del trattamento è dovuto al livello di salute del paziente e alla possibilità di selezionare il farmaco più appropriato per un particolare paziente in base alla combinazione dei sintomi. Se il quadro sintomatico di una malattia autoimmune in un paziente è sufficientemente chiaro e consente di scegliere il giusto rimedio omeopatico, è possibile ottenere un miglioramento significativo. Come ogni altra terapia, l'omeopatia ha i suoi limiti e non può essere generalizzata, ma è una buona opzione da considerare.

È possibile curare la dipendenza da droghe?

Ci sono situazioni in cui alcuni farmaci non possono essere completamente esclusi, in particolare, se ci sono importanti cambiamenti strutturali, ad esempio, nelle malattie croniche, nelle malattie del cuore, dei reni, ecc., Specialmente negli anziani. Tuttavia, in alcuni casi, l'assunzione di alcuni farmaci può essere rapidamente interrotta iniziando il trattamento omeopatico, sebbene alcuni pazienti possano richiedere un periodo di tempo più lungo. Tutto dipende dalla natura della malattia, dalla durata della malattia, dal periodo di assunzione del farmaco, dalla vitalità del paziente, dal suo livello di salute. Solo analizzando a fondo il caso, l'omeopata sarà in grado di valutare le possibilità terapeutiche dell'omeopatia, nonché la misura in cui può aiutare in questa situazione.

I problemi psico-emotivi possono essere trattati con l'omeopatia?

Sì, l'omeopatia tratta con successo problemi psico-emotivi. Spesso mi viene avvicinato nel caso delle depressioni, i cui sintomi possono apparire a causa dell'ipotiroidismo o del superlavoro mentale, ma molto spesso questi sono vecchi traumi emotivi. In tali casi, i rimedi omeopatici producono l'effetto di "schermatura", in modo che la sofferenza sia percepita in misura minore, con una certa distanza. Dopo di ciò, dopo un certo periodo di trattamento omeopatico, il paziente supera il momento da solo e la depressione può essere curata da sola. I casi più frequenti di depressione sono osservati nelle donne, negli uomini ci sono anche disturbi d'ansia, ma nel loro caso i medicinali omeopatici si sono dimostrati altamente efficaci.

Nel caso di psicosi, come la schizofrenia, le previsioni sono un po 'più pessimistiche. È difficile parlare di una guarigione completa, ma anche qui l'omeopatia viene in nostro aiuto. Pertanto, a seguito del trattamento omeopatico, le convulsioni diventano meno frequenti e migliora la qualità della vita del paziente. Secondo le statistiche, la percentuale di successo nel caso della psicosi è di circa il 60-65%.

I problemi psico-emotivi che rendono le persone infelici e li costringono a ricorrere al trattamento omeopatico comprendono: attacchi di panico, depressione, insicurezza, sentimenti di abbandono, eccessiva timidezza, irritabilità o mancanza di concentrazione, vari stati emotivi, più o meno coscienti, spesso accompagnato da disturbi alimentari o insonnia. A causa del fatto che l'omeopatia fa appello a una persona nel suo insieme, includendo sia la parte fisica stessa che la componente emotiva e mentale, il trattamento omeopatico porta al ripristino di qualità che contribuiscono alla nostra salute mentale, espressa dalla chiarezza della mente, dal pensiero logico e dalla creatività. Il trattamento omeopatico ti riporterà in buona salute, fiducia in se stessi, tranquillità delle difficoltà della vita e capacità di eseguire i compiti che ti sono stati assegnati.

Che effetto può avere l'omeopatia sui problemi comportamentali nei bambini?

L'omeopatia può trattare con successo problemi comportamentali nei bambini ed è un'alternativa valida ed efficace nei bambini con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) o disturbo da deficit di attenzione (ADD). Recenti studi hanno dimostrato che l'omeopatia gioca un ruolo importante nel trattamento dei bambini iperattivi con disturbo da deficit di attenzione. Il più grande vantaggio dell'omeopatia nel trattamento dell'ADHD è che i suoi medicinali sono sicuri per i bambini, non hanno effetti secondari e non causano dipendenza. Le medicine omeopatiche sono piacevoli al gusto e non presentano alcuna difficoltà nella loro ammissione.

Un medico omeopatico non è interessato alla diagnosi di ADD o ADHD, ma un bambino come persona, con le sue caratteristiche che lo distinguono dagli altri bambini. Sindromi e segni osservati in un bambino sono "parole" con cui il corpo esprime il suo squilibrio, e il medico omeopatico "ascolta" queste "parole" e prescrive un rimedio che corrisponda a tutti i sintomi del bambino che ha di fronte e che, correttamente scelto in pochi mesi cambierà drasticamente che i genitori a volte aspettano da anni. Pertanto, un trattamento omeopatico condotto correttamente ridarà la calma al bambino e all'intera famiglia.

Il risultato del trattamento non sarà immediato, ma gli effetti diventeranno evidenti all'inizio del farmaco e saranno sempre più pronunciati. Il miglioramento avverrà sia psicologicamente che fisicamente. Quindi, se oltre ad ADHD o ADD, il bambino soffre anche di mal di testa, asma, stitichezza, allergie, enuresi, ecc., Tutti i sintomi spariranno simultaneamente. Durante il trattamento omeopatico, il bambino non si deprime, non perderà l'appetito, dormirà e, cosa più importante, non si trasformerà in uno "zombi". L'omeopatia sostiene lo sforzo naturale del corpo per riacquistare il suo equilibrio, guarire e causare drastici cambiamenti, sia a livello fisico che psico-emotivo.

L'omeopatia come metodo di trattamento alternativo, naturale e non tossico senza effetti secondari può aiutare a risolvere i problemi comportamentali nei bambini in tutte le fasi del loro sviluppo.

Esiste un trattamento omeopatico per le malattie allergiche?

Certo, la risposta è sì! Di norma, il sistema immunitario protegge il corpo da agenti patogeni come batteri o virus. Ma se il paziente è allergico, il suo corpo reagisce in modo eccessivo all'allergene nocivo, sollevando un falso allarme, come se fosse un serio pericolo. Gli allergeni possono essere qualsiasi sostanza: polline, peli di animali, varie sostanze chimiche o alimentari, polvere, droghe varie, veleno di insetti, ecc. Le reazioni allergiche possono iniziare dopo determinate situazioni stressanti, come delusione, paura, paura, perdita di una persona cara o divorzio, ma nella maggior parte dei casi la persona non vede la connessione tra questo. Inoltre, i fattori che contribuiscono allo sviluppo di allergie possono servire come fattori fisici, come il freddo o il caldo.

Sopprimere i sintomi assumendo antistaminici non significa curare le allergie e il trattamento dovrebbe concentrarsi sull'ipersensibilità del sistema immunitario. Ogni persona allergica reagisce in modo diverso al contatto con l'allergene, pertanto sia il quadro clinico che le diagnosi effettuate dal medico sono diversi, ad esempio febbre da fieno, congiuntivite, orticaria, rinite o prurito con una grande varietà di elementi morfologici.

Quando si prescrive un trattamento omeopatico, vengono presi in considerazione tutti i fattori che possono avere un impatto, come: tipo di allergene, ora del giorno o periodo dell'anno in cui si verificano reazioni allergiche, altri sintomi che a prima vista sembrano non importanti, ecc. Il trattamento omeopatico è individualizzato e il suo principale l'obiettivo è quello di curare il paziente, a seconda della durata della malattia, della sensibilità del paziente e del suo livello di salute. Se un paziente ha subito un trattamento ormonale, il caso sarà più complicato e difficile da trattare, ma se il paziente è paziente, l'omeopatia farà miracoli nel tempo. Pertanto, per chi soffre di allergie, l'omeopatia è l'alternativa migliore, che può abbassare la soglia di sensibilità dell'organismo e migliorare notevolmente la qualità della vita del paziente, portando successivamente a una ripresa affidabile ea lungo termine.

Posso usare la medicina prescritta alla mia ragazza per gli stessi sintomi?

Esattamente NO, poiché in omeopatia la selezione di un medicinale è strettamente individualizzata. Pertanto, a due pazienti con la stessa diagnosi clinica e sintomi simili è probabile che vengano prescritti farmaci diversi, a seconda delle caratteristiche e delle proprietà specifiche di ciascun individuo. Viceversa, due pazienti che hanno presentato due patologie differenti possono ricevere lo stesso farmaco. Ecco perché in omeopatia il trattamento non viene eseguito secondo il principio "il farmacista mi ha consigliato" o "questo ha aiutato il mio vicino". Cioè, il medico omeopatico prescrive farmaci basati non sulla diagnosi, ma su una combinazione di sintomi.

Lo scopo del trattamento omeopatico è l'abilità, l'omeopatia è arte, e il corpo umano è uno strumento musicale che necessita di un "sintonizzazione" individuale.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

A volte per sbarazzarsi di questa malattia è sufficiente, ad esempio, curare l'infiammazione delle ovaie o della prostata o normalizzare l'attività del tratto gastrointestinale.

La corteccia surrenale sintetizza il cortisolo, che è chiamato "ormone dello stress". Aumenta la resistenza allo stress del corpo. Regolazione dei processi metabolici, stabilizzazione della pressione sanguigna, rafforzamento del sistema immunitario, principali funzioni della sostanza al normale contenuto.

Le malattie del fegato che sono accompagnate da cambiamenti fibrotici sono comuni oggi. Ciò è dovuto al fatto che le persone moderne conducono lontano da uno stile di vita sano: dieta malsana, cattive abitudini, scarsa ecologia.