Principale / Sondaggio

Altro gozzo non tossico (E04)

Non comprende:

  • gozzo congenito:
    • NDE (E03.0)
    • diffuso (E03.0)
    • parenchimale (E03.0)
  • gozzo associato a carenza di iodio (E00-E02)

Gozzo non tossico:

  • diffuso (colloidale)
  • semplice

Nodo colloidale (cistico) (tiroide)

Gozzo mononodose non tossico

BDU del nodo tiroideo (cistico)

Gozzo cistico NOS

Gozzo polinoduro (cistico) BDU

Gozzo nodulare (non tossico) NOS

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie 10 a revisione (ICD-10) ha adottato come un unico documento normativo per tenere conto dell'incidenza, le cause, gli appelli di popolazione alle istituzioni mediche di tutte le agenzie, la causa della morte.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il territorio della Federazione Russa nel 1999 per ordine del Ministero della Sanità della Russia, datato 27 maggio 1997. №170

Il rilascio di una nuova revisione (ICD-11) è pianificato dall'OMS nel 2022.

Gozzo nodulare diffuso ICB 10 - che cos'è?

Per capire quale gozzo nodulare ha un codice per MKB 10 e cosa significa, è necessario capire quale sia la designazione "MKB 10". È sinonimo di "classificazione internazionale delle malattie" ed è un documento normativo, il cui compito è quello di combinare approcci metodologici e confronto di materiali tra medici di tutto il mondo. Cioè, in termini semplici, questa è la classificazione internazionale di tutte le malattie conosciute. Una figura 10 indica la versione della revisione di questa classificazione, al momento è il decimo. E il gozzo nodulare diffuso come patologia appartiene alla classe IV, che comprende le malattie del sistema endocrino, i disturbi metabolici e la digestione, che hanno codici alfanumerici da E00 a E90. Le malattie della tiroide assumono posizioni da E00 a E07.

classificazione

Se parliamo del gozzo nodulare diffuso, va ricordato che la classificazione secondo MKB 10 unisce nel gruppo varie patologie tiroidee, che differiscono sia nelle cause dell'apparenza che nella morfologia. Si tratta di neoplasie nodali nei tessuti della ghiandola tiroide (nodo singolo e multi-nodo) e della proliferazione patologica dei suoi tessuti dovuta a disfunzione, così come forme miste e sindromi cliniche associate a malattie dell'organo endocrino.

Possono anche essere diagnosticati diversamente, alcune patologie visivamente "deturpano" il collo, alcune possono essere avvertite solo nel processo di palpazione, altre, in generale, sono determinate solo mediante l'uso degli ultrasuoni.

La morfologia delle malattie consente di distinguere i seguenti tipi: gozzo nodulare diffuso, nodulare e diffuso.

Una delle modifiche apportate dalle 10 revisioni dell'ICB era la classificazione delle anomalie tiroidee non solo per le caratteristiche morfologiche, ma anche per le ragioni dell'apparenza.

Pertanto, si distinguono i seguenti tipi di gozzo:

  • endemico a causa di carenza di iodio;
  • eutiroideo o non tossico;
  • Stato tireotoksikoznye.

Esempi di classificazione delle malattie della ghiandola tiroidea

Ad esempio, se consideriamo il sorgere di carenza di iodio, al gozzo endemico Mkb 10 è assegnato il codice E01. La formulazione ufficiale è la seguente: "Malattie della ghiandola tiroidea associate a carenza di iodio e condizioni simili". Poiché questo gruppo combina le forme diffuse e nodulari del gozzo endemico, così come le loro forme miste, il gozzo diffusamente nodulare può essere attribuito a questo codice di classificazione internazionale, ma solo la forma sviluppata come risultato della carenza di iodio.

Il codice mkb 10 E04 implica forme sporadiche di gozzo non tossiche. Questo include sia forme diffuse che nodali di esso - un nodo o molti. Cioè, un gozzo nodulare diffuso, che non ha una carenza di iodio come causa, ma, per esempio, una predisposizione genetica alla disfunzione tiroidea, può essere "etichettato" con il codice alfanumerico E04.

Se si presta attenzione al gruppo di malattie del codice mkb E05, il concetto principale di queste patologie sarà la tireotossicosi. La tireotossicosi è una condizione in cui l'avvelenamento tossico del corpo si verifica a causa di un eccesso di ormoni tiroidei nel sangue, come ad esempio un adenoma tiroideo. Le cause principali di tali processi sono i tipi tossici di gozzo: gozzo tossico diffuso, gozzo tossico nodulare (singolo e multinodulare) e la loro forma mista. Quindi il tipo tossico di gozzo nodulare diffuso appartiene al gruppo E05.

Tuttavia, non è sempre possibile osservare un medico. Ci sono casi in cui diventa necessario spostarsi in un'altra città o paese. Oppure c'è l'opportunità di continuare il trattamento in una clinica straniera con specialisti più esperti. E i medici devono condividere i dati di ricerche e test di laboratorio. È in questi casi che si sente l'importanza e l'utilità di un documento come l'ICB 10. Grazie a questo, vengono cancellati i confini tra medici di diversi paesi, il che naturalmente risparmia tempo e risorse. E il tempo, come sappiamo, è molto costoso.

Gozzo tossico nodulare ICB 10

Classificazione delle malattie della tiroide secondo il sistema ICD-10

Per il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

La classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi relativi alla salute è un documento sviluppato sotto la guida dell'OMS per garantire un approccio unificato ai metodi e ai principi del trattamento delle malattie.

Una volta ogni 10 anni viene rivisto, vengono apportate modifiche e modifiche. Oggi c'è l'ICD-10, un classificatore che consente di determinare il protocollo internazionale per il trattamento di una particolare malattia.

Principi di classificazione delle malattie endocrine

Classe IV. E00 - E90. Le malattie endocrine, nutrizionali e metaboliche comprendono anche malattie e condizioni patologiche della ghiandola tiroidea. La nosologia del codice ICD-10 va da E00 a E07.9.

  • Sindrome da carenza di iodio congenita (E00 - E00.9)
  • Malattia della tiroide associata a carenza di iodio e condizioni simili (E01 - E01.8).
  • Ipotiroidismo subclinico dovuto a carenza di iodio (E02).
  • Altre forme di ipotiroidismo (E03 - E03.9).
  • Altre forme di gozzo non tossico (E04 - E04.9).
  • Tireotossicosi (ipertiroidismo) (E05 - E05.9).
  • Tiroidite (E06 - E06.9).
  • Altre malattie della ghiandola tiroidea (E07 - E07.9).

Tutte queste unità nosologiche non sono una singola malattia, ma un'intera serie di condizioni patologiche che hanno le loro caratteristiche, sia nelle cause dell'occorrenza che nei metodi diagnostici. Di conseguenza, il protocollo di trattamento è determinato dalla combinazione di tutti i fattori e tenendo conto della gravità della condizione.

Malattia, sue cause e sintomi classici

Innanzitutto, ricordiamo che la tiroide ha una struttura speciale. Consiste di cellule follicolari, che sono sfere microscopiche riempite con uno specifico liquido cheloide. A causa di processi patologici, queste sfere iniziano a crescere di dimensioni. È la natura di questa crescita, se ha un effetto sulla produzione di ormoni da parte della ghiandola che dipenderà dalla malattia in via di sviluppo.

Nonostante il fatto che le malattie della tiroide siano diverse, spesso le cause della loro comparsa sono simili. E in alcuni casi, non è possibile stabilirlo con precisione, poiché il meccanismo d'azione di questa ghiandola non è ancora completamente compreso.

  • L'ereditarietà è chiamata il fattore fondamentale nello sviluppo delle patologie delle ghiandole endocrine.
  • Esposizione ambientale - condizioni ambientali avverse, background radiologico, carenza di iodio in acqua e alimenti, uso di chimica alimentare, additivi e OGM.
  • Malattie del sistema immunitario, disordini metabolici.
  • Stress, instabilità psicoemotiva, sindrome da stanchezza cronica.
  • Cambiamenti legati all'età associati a cambiamenti ormonali nel corpo.

Spesso i sintomi della malattia della tiroide hanno anche una tendenza generale:

  • una sensazione di disagio al collo, senso di oppressione, difficoltà a deglutire;
  • perdita di peso senza cambiare la dieta;
  • violazione delle ghiandole sudoripare - può osservare eccessiva sudorazione o secchezza della pelle;
  • sbalzi d'umore, suscettibilità alla depressione o nervosismo eccessivo;
  • ridotta acuità mentale, disturbi della memoria;
  • lamentele sul lavoro del tratto digestivo (stitichezza, diarrea);
  • malfunzionamenti del sistema cardiovascolare - tachicardia, aritmia.

Tutti questi sintomi dovrebbero suggerire che è necessario consultare un medico, almeno un medico distrettuale. E lui, avendo condotto una ricerca primaria, se necessario, farà riferimento ad un endocrinologo.

Alcune malattie della ghiandola tiroidea sono meno comuni di altre a causa di varie ragioni oggettive e soggettive. Considera quelli che sono i più comuni nelle statistiche.

Tipi di anormalità della tiroide

Cisti tiroide

Piccolo tumore benigno. Si ritiene che una cisti possa essere definita educazione, che supera i 15 mm. di diametro Qualunque cosa al di sotto di questo limite è un'estensione del follicolo.

Adenoma tiroideo

Questo è un tumore benigno maturo che molti endocrinologi classificano come una ciste. Ma la differenza è che la cavità cistica è piena di cheloidi e l'adenoma è la cellula epiteliale della tiroide.

Tiroidite autoimmune (AIT)

Una malattia della ghiandola tiroidea caratterizzata da infiammazione del suo tessuto causata da una rottura del sistema immunitario. A causa di questa interruzione, il corpo produce anticorpi che iniziano a "attaccare" le proprie cellule tiroidee, saturandole con i leucociti, che provocano processi infiammatori. Nel corso del tempo, le loro cellule vengono distrutte, smettono di produrre la giusta quantità di ormoni e si verifica una condizione patologica chiamata ipotiroidismo.

Euterioz

Questo è quasi lo stato normale della ghiandola tiroidea, in cui la funzione di produrre ormoni (TSH, T3 e T4) non è disturbata, ma ci sono già cambiamenti nello stato morfologico dell'organo. Molto spesso, questa condizione può essere asintomatica e durare una vita, e una persona non sospetterà nemmeno la presenza della malattia. Questa patologia non richiede un trattamento specifico ed è spesso rilevata per caso.

Gozzo nodale

Il codice gozzo nodulare secondo ICD 10 - E04.1 (con un singolo nodo) è un tumore nello spessore della ghiandola tiroidea, che può essere addominale o epiteliale. Un singolo nodo è formato raramente e indica l'inizio del processo di neoplasie sotto forma di nodi multipli.

Goiter multinodulare

Il gozzo multinodulare ICD 10 - E04.2 è un ingrossamento irregolare della ghiandola tiroidea con la formazione di diversi nodi, che possono essere sia cistici che epiteliali. Di norma, questo tipo di gozzo è caratterizzato da una maggiore attività dell'organo di secrezione interna.

Gozzo diffuso

È caratterizzato da una proliferazione uniforme della ghiandola tiroidea, che influisce sulla diminuzione della funzione secretoria dell'organo.

Gozzo tossico diffuso

Gozzo tossico diffuso è una malattia autoimmune caratterizzata da un diffuso allargamento della tiroide e da una persistente produzione patologica di una quantità eccessiva di ormoni tiroidei (tireotossicosi).

Gozzo non tossico diffuso

Questo aumento delle dimensioni della tiroide, che non influisce sulla produzione di quantità normali di ormoni tiroidei e non è una conseguenza dell'infiammazione o delle entità neoplastiche.

Gozzo endemico

Malattia della tiroide causata da carenza di iodio nel corpo. Ci sono eutiroide (un aumento delle dimensioni del corpo senza influenzare la funzione ormonale), ipotiroide (diminuzione della produzione di ormoni), gozzo endemico (aumento della produzione di ormoni).

Iperplasia tiroidea

Un aumento delle dimensioni dell'organo, che può essere osservato sia in una persona malata che in una persona sana. Il tumore è benigno e non è considerato un tumore. Non richiede un trattamento specifico finché non ha inizio un cambiamento nell'organo o un aumento delle dimensioni della formazione.

Ipoplasia tiroidea

Separatamente, è necessario menzionare una malattia così rara come l'ipoplasia della tiroide. Questa è una malattia congenita caratterizzata da un organo sottosviluppato. Se questa malattia si verifica durante la vita, allora si chiama atrofia tiroidea.

Cancro alla tiroide

Una delle patologie meno comuni, che viene rilevata solo da specifici metodi diagnostici, poiché i sintomi sono simili a tutte le altre malattie della tiroide.

Metodi diagnostici

Praticamente tutte le neoplasie patologiche raramente si sviluppano in una forma maligna (cancro della tiroide), solo con dimensioni molto grandi e trattamento ritardato.

Per la diagnosi utilizzando i seguenti metodi:

  • visita medica, palpazione;
  • analisi del titolo anticorpale sul tessuto tiroideo
  • esame ecografico della tiroide;
  • analisi ormonale;
  • se necessario, biopsia con ago sottile.

In alcuni casi, il trattamento può non essere richiesto affatto, se la dimensione dei tumori è molto piccola. Lo specialista controlla semplicemente le condizioni del paziente. Talvolta le neoplasie si dissolvono spontaneamente e talvolta iniziano rapidamente ad aumentare di dimensioni.

I metodi di trattamento più efficaci

Il trattamento può essere conservativo, cioè farmaco. I farmaci sono prescritti in stretta conformità con i test di laboratorio. L'autotrattamento è inaccettabile, poiché il processo patologico richiede il controllo e la correzione di uno specialista.

Se vi sono chiare indicazioni, vengono eseguite misure operative quando viene rimossa una parte di un organo soggetto a un processo patologico o all'intero organo.

Il trattamento delle malattie autoimmuni della ghiandola tiroidea presenta diverse differenze:

  • farmaci - mirati alla distruzione degli ormoni in eccesso;
  • trattamento con iodio radioattivo o chirurgia - porta alla distruzione della ghiandola, che porta all'ipotiroidismo;
  • Riflessologia computerizzata è progettata per ripristinare il lavoro della ghiandola.

Le malattie della tiroide, specialmente nel mondo moderno, sono un fenomeno abbastanza comune. Se si rivolge a uno specialista nel tempo e si adottano tutte le misure terapeutiche necessarie, è possibile migliorare in modo significativo la qualità della vita e in alcuni casi eliminare completamente la malattia.

Codice di nodo tiroideo ICD 10

Codice ICD 10 del gozzo nodulare: come è designato e perché è necessario il classificatore

La classificazione internazionale delle malattie nella decima revisione o ICD 10 è progettata per raggruppare le informazioni sulle malattie a seconda del tipo e dello stadio di progressione. Creata una codifica speciale di numeri e lettere latine maiuscole per indicare le patologie. Disturbi della tiroide assegnati alla sezione IV. Il gozzo nodulare ha i suoi codici per ICD 10, come un tipo di malattia endocrinologica.

Tipi di malattia per classificatore

Il volume standard della ghiandola tiroidea è di 18 cm per le donne e di 25 per gli uomini. Le dimensioni in eccesso di solito indicano lo sviluppo del gozzo.

La malattia è una significativa proliferazione delle cellule tiroidee, provocata dalla sua disfunzione o deformazione della struttura. Nel primo caso viene diagnosticata la forma tossica della malattia, nel secondo - eutiroideo. Questa malattia colpisce spesso le persone che vivono in aree con terreno, povero iodio.

Il gozzo nodulare non è un singolo disturbo, ma piuttosto una sindrome clinica, che include una varietà di educazione in termini di volume e struttura, formata nella regione della tiroide. Nella diagnosi viene anche usato il termine medico "struma", che denota un aumento della tiroide.

La classificazione del gozzo secondo l'ICD 10 è:

  1. Gozzo endemico diffuso;
  2. Gozzo endemico multi-nodo;
  3. Gozzo endemico, non specificato;
  4. Gozzo diffuso non tossico;
  5. Gozzo non tossico a nodo singolo;
  6. Gozzo multinodulare non tossico;
  7. Altre specie specificate;
  8. Gozzo non specificato non tossico.

Le specie non tossiche, a differenza di quelle tossiche, non influenzano la produzione di ormoni e le alterazioni morfologiche della ghiandola tiroidea provocano la crescita della ghiandola tiroidea.

Anche quando il difetto diventa evidente a occhio nudo, è impossibile senza esami e test di laboratorio aggiuntivi per identificare le fonti e la forma della patologia. Per stabilire una diagnosi affidabile è necessaria un'ecografia e il risultato degli esami del sangue per gli ormoni.

Goiter endemico diffuso

Il tipo più comune di questa malattia è il gozzo endemico diffuso. E01.0 - il suo codice ICD 10. La causa principale è il deficit acuto o permanente di iodio.

  • mancanza di energia;
  • indifferenza alle circostanze della vita;
  • emicrania o vertigini;
  • sensazione di costrizione della gola;
  • difficoltà a deglutire;
  • sudorazione;
  • disordine dell'apparato digerente.

Con il progredire della malattia a causa dei bassi livelli di ormoni tiroidei, il dolore può manifestarsi nel cuore. In alcune situazioni, è richiesta un'operazione. L'intervento chirurgico è indicato con una crescita significativa delle cisti, ad esempio, quando un paziente ha un gozzo tossico diffuso di stadio avanzato.

Di solito è una malattia endemica. Come la sua prevenzione, è necessario espandere la dieta con cibi ricchi di iodio e corsi di vitamine.

Specie endemiche multisito

A questo tipo è assegnato il codice E01.1. La malattia è caratterizzata dalla formazione di diverse formazioni pronunciate, che aumentano a causa della mancanza di iodio in una particolare regione.

  • voce rauca o rauca;
  • dolore alla gola;
  • difficoltà a respirare;
  • vertigini.

Questi segnali diventano evidenti quando la malattia progredisce. Prima di questo, alcuni pazienti hanno notato aumento della sonnolenza e affaticamento costante.

Gozzo non specificato

Il suo codice su ICD 10 - E01.2. Questo tipo di malattia è scatenato da una carenza di iodio territoriale.

Non ha una serie di segni caratteristici e il medico non è in grado di determinare il tipo di malattia anche dai risultati di un esame approfondito. La diagnosi è fatta su base endemica.

Aspetto non tossico diffuso

Il suo codice è E04.0. Una caratteristica distintiva della malattia - la crescita della ghiandola tiroide senza influenzare la sua attività. La fonte della malattia sono difetti autoimmuni nella struttura tiroidea.

Sul processo patologico indicare:

  • mal di testa;
  • sensazione di soffocamento;
  • tipica distorsione del collo.

Alcuni endocrinologi ritengono che la forma eutiroidea non richieda trattamento a meno che non causi un restringimento dell'esofago e della trachea e non provochi una tosse spasmodica e dolore.

Gozzo non tossico a nodo singolo

Questo gozzo eutiroideo ha un codice secondo ICD10 E04.1. Questo tipo è determinato da una singola neoplasia sulla ghiandola tiroidea. Con un trattamento a insorgenza tardiva o analfabeta, il nodo causa notevoli disagi e, con lo sviluppo della malattia, si forma un rigonfiamento notevole sul collo.

La progressione della malattia porta alla spremitura di organi localizzati nelle vicinanze e causa gravi conseguenze:

  • violazioni della funzionalità del sistema cardiovascolare;
  • cambiamenti di voce, problemi respiratori;
  • difficoltà a deglutire, che porta all'indigestione;
  • vertigini e mal di testa.

Vista multi-nodo non tossica

Questo tipo di ICD 10 è indicato dal codice E04.2. Differisce in presenza di diverse formazioni chiaramente contrassegnate. I nodi si trovano asimmetricamente. Di solito forniscono meno disagio rispetto alla patologia del singolo nodo.

Altri tipi specificati di gozzo non tossico

Con il codice E04.8 passaggio:

  1. malattie caratterizzate da crescita diffusa dei tessuti e formazione di nodi. Questa è chiamata forma "nodulare diffusa" della malattia.
  2. patologie caratterizzate da crescita e saldatura di nodi - una forma conglomerata.

Tali tumori sono osservati nel 25% dei casi della malattia.

Specie non tossiche non specificate

A questo tipo è assegnato il codice E04.9 in ICD 10. Viene inserito quando l'analista rifiuta la forma tossica della malattia, ma non può determinare quale cambiamento specifico nella struttura della tiroide sia presente. La sintomatologia in tali situazioni è versatile e il sondaggio non fornisce un quadro completo.

Codici separati sono assegnati alla tireotossicosi, che spesso ha una causa di gozzo. Questa malattia, altrimenti nota come ipertiroidismo, secondo il classificatore ICD 10, è indicata come segue:

E05.0 - Thyrotoxicosis con gozzo diffuso;

E05.1 - Thyrotoxicosis con gozzo tossico di singolo nodo;

E05.2 - Thyrotoxicosis con un gozzo multinodular tossico;

E05.3 - Tireotossicosi con ectopia del tessuto tiroideo;

E05.4 - Thyrotoxicosis artificiale;

E05.5 - Crisi tiroidea o coma.

A cosa serve l'ICD 10?

Questa classificazione è progettata per registrare e analizzare il quadro clinico delle malattie, per uno studio statistico delle cause della mortalità in varie regioni.

Il classificatore consente di stabilire rapidamente la diagnosi e trovare il regime di trattamento più efficace.

ICD-10: tipi di gozzo

ICD 10 - La classificazione internazionale delle malattie della decima revisione è progettata per sistematizzare i dati sulle malattie in base al loro tipo e sviluppo.

Per la designazione delle malattie è stata sviluppata una codifica speciale, in cui vengono utilizzate lettere maiuscole e numeri latini.

Le malattie della tiroide sono assegnate alla classe IV.

Il gozzo, come un tipo di malattia della tiroide, è anche incluso nell'ICD 10 ed è di diversi tipi.

Tipi di gozzo per ICD 10

Gozzo - un aumento pronunciato dei tessuti della ghiandola tiroidea, derivante da una funzione compromessa (forma tossica) o da cambiamenti nella struttura dell'organo (forma eutiroidea).

La classificazione dell'ICD 10 prevede centri territoriali di carenza di iodio (endemici), per i quali è possibile lo sviluppo di patologie.

I residenti di regioni con terreni poveri di iodio sono più spesso colpiti da questa malattia - queste sono aree montuose, regioni lontane dal mare.

Il tipo endemico di gozzo può seriamente compromettere la funzione della ghiandola tiroidea.

La classificazione del gozzo secondo l'ICD 10 è la seguente:

  1. Diffusa endemica;
  2. Multi-nodo endemico;
  3. Diffusione non tossica;
  4. Nodo singolo non tossico;
  5. Multisite non tossico;
  6. Altre specie specificate;
  7. Endemico non specificato;
  8. Non tossico, non specificato.

La forma non tossica è quella che, a differenza di quella tossica, non influenza la normale produzione ormonale, le ragioni dell'aumento della tiroide sono radicate nei cambiamenti morfologici dell'organo.

L'aumento di volume indica più spesso lo sviluppo del gozzo.

Anche con difetti visivi, è impossibile determinare immediatamente la causa e il tipo di malattia senza ulteriori test e ricerche.

Per una diagnosi accurata, tutti i pazienti devono essere sottoposti a studi ecografici, donare il sangue per gli ormoni.

Processo endemico diffuso

Il gozzo endemico diffuso ha il codice sull'ICD 10 - E01.0, rappresentato dalla forma più frequente della malattia.

Allo stesso tempo, l'intero parenchima dell'organo è aumentato a causa di carenza di iodio acuta o cronica.

I pazienti osservati:

  • la debolezza;
  • apatia;
  • mal di testa, vertigini;
  • soffocamento;
  • difficoltà a deglutire;
  • problemi digestivi.

Successivamente, il dolore può svilupparsi nella regione del cuore a causa della ridotta concentrazione di ormoni tiroidei nel sangue.

Nei casi più gravi, è indicata la chirurgia e la rimozione del gozzo.

I residenti delle aree carenti di iodio sono regolarmente offerti per assumere regolarmente prodotti contenenti iodio e vitamine.

Processo endemico multisito

Questa vista è il codice E01.1.

Nella patologia, diversi tumori ben definiti appaiono sui tessuti dell'organo.

Il gozzo cresce a causa della carenza di iodio caratteristico di una particolare località. I sintomi sono i seguenti:

  • voce rauca, rauca;
  • mal di gola;
  • respirare è difficile;
  • vertigini.

Va notato che solo con la progressione della malattia, i sintomi diventano pronunciati.

Nella fase iniziale, affaticamento, sonnolenza, tali segni possono essere attribuiti alla fatica o ad una serie di altre malattie.

Processo diffuso non tossico

Il codice in ICD 10 è E04.0.

Aumentare l'intera regione tiroidea senza cambiamenti di funzionalità.

Ciò accade a causa di disordini autoimmuni nella struttura dell'organo. Sintomi della malattia:

  • mal di testa;
  • soffocamento;
  • caratteristica deformità del collo.

Possibili complicazioni sotto forma di emorragie.

Un certo numero di medici ritiene che il gozzo eutiroideo non possa essere trattato fino a quando non restringe l'esofago e la trachea e non provochi dolore o tosse spastica.

Processo non tossico a nodo singolo

Questo tipo di gozzo è caratterizzato dalla comparsa di una neoplasia chiara sulla regione tiroidea.

Il nodo porta disagio con un trattamento improprio o tardivo.

Man mano che la malattia progredisce, appare un rigonfiamento pronunciato sul collo.

Con la crescita del nodo si stringono organi strettamente localizzati, il che porta a seri problemi:

  • voce disturbata, respiro;
  • difficoltà a deglutire, problemi digestivi;
  • vertigini, mal di testa;
  • malfunzionamento del sistema cardiovascolare.

Il sito del sito può essere molto malato, è causato da infiammazione e gonfiore.

Gozzo: endemico non specificato

Ha un codice su ICD 10 - E01.2.

Questo tipo è dovuto alla carenza di iodio territoriale.

Non ci sono sintomi chiaramente definiti, il medico non può determinare il tipo di malattia anche dopo i test.

La malattia è assegnata a un tratto endemico.

Processo multisite non tossico

Il tipo multi-nodo non tossico ha il codice E04.2. in ICD 10.

Patologia della struttura della tiroide. in cui ci sono diverse neoplasie nodali distinte.

I centri sono solitamente situati in modo asimmetrico.

Altri tipi di gozzo non tossico (specificato)

Altre forme specifiche di gozzo non tossico della malattia, cui è assegnato il codice E04.8, includono:

  1. Patologia in cui si rivela sia la crescita diffusa dei tessuti che la formazione dei nodi - una forma diffusamente nodulare.
  2. Lo sprawl e la saldatura di diversi nodi è una forma conglomerata.

Tali formazioni si trovano nel 25% dei casi.

Gozzo non tossico non specificato

Per questo tipo di gozzo, il codice E04.9 è fornito in ICD 10.

Viene utilizzato nei casi in cui il medico respinge la forma tossica della malattia a seguito dell'esame, ma non può determinare quale patologia della struttura della ghiandola tiroidea è presente.

I sintomi in questo caso sono versatili, le analisi non rappresentano il quadro completo.

In che modo l'ICD 10 sarà d'aiuto?

Questa classificazione è sviluppata principalmente per registrare e confrontare cliniche di malattie, per l'analisi statistica della mortalità in determinati territori.

Il qualificatore va a beneficio del medico e del paziente, aiuta a fare una diagnosi accurata più veloce e sceglie la strategia di trattamento più vantaggiosa.

ICD-10: E00-E07 - Malattie della ghiandola tiroidea

Il codice di diagnosi E00-E07 comprende 8 diagnosi chiarificanti (titoli ICD-10):

  1. E00 - Sindrome da carenza di iodio congenita Contiene 4 blocchi di diagnosi Compresi: condizioni endemiche associate a carenza di iodio nell'ambiente naturale, sia direttamente sia a causa di carenza di iodio nel corpo materno. Alcune di queste condizioni non possono essere considerate vero ipotiroidismo, ma sono il risultato di una insufficiente secrezione di ormoni tiroidei nel feto in via di sviluppo; potrebbe esserci un'associazione con fattori naturali di gozzo. Se necessario, identificare il ritardo dello sviluppo mentale associato utilizzando un codice aggiuntivo (F70-F79). Escluso: ipotiroidismo subclinico dovuto a carenza di iodio (E02).
  2. E01 - Malattie della ghiandola tiroidea associate a carenza di iodio e condizioni simili Contiene 4 blocchi di diagnosi Escluso: ipotiroidismo subclinico con sindrome da deficit di iodio (E00.-) dovuto a carenza di iodio (E02).
  3. E02 - Ipotiroidismo subclinico dovuto a carenza di iodio
  4. E03 - Altre forme di ipotiroidismo Contiene 8 blocchi di diagnosi Escluso: ipotiroidismo associato a ipotiroidismo da carenza di iodio (E00-E02) che si è verificato dopo procedure mediche (E89.0).
  5. E04 - Altre forme di gozzo non tossico Contiene 5 blocchi di diagnosi Escluso: gozzo congenito :. NOS>. diffusa> (E03.0). gozzo parenchimale associato a carenza di iodio (E00-E02).
  6. E05 - Thyrotoxicosis [ipertiroidismo] Contiene 8 blocchi di diagnosi Escluso: tiroidite cronica con tireotossicosi transitoria (E06.2) tireotossicosi neonatale (P72.1).
  7. E06 - Tiroidite Contiene 7 blocchi di diagnosi Esclusi: tiroidite postpartum (O90.5).
  8. E07 - Altre malattie della tiroide Contiene 4 blocchi di diagnosi.

Mancano ulteriori informazioni sulla diagnosi di E00-E07 nel classificatore ICD-10.

Gozzo nodulare diffuso o iperplasia della tiroide

Per capire quale gozzo nodulare ha un codice per MKB 10 e cosa significa, è necessario capire quale sia la designazione "MKB 10". È sinonimo di "classificazione internazionale delle malattie" ed è un documento normativo, il cui compito è quello di combinare approcci metodologici e confronto di materiali tra medici di tutto il mondo. Cioè, in termini semplici, questa è la classificazione internazionale di tutte le malattie conosciute. Una figura 10 indica la versione della revisione di questa classificazione, al momento è il decimo. E il gozzo nodulare diffuso come patologia appartiene alla classe IV, che comprende le malattie del sistema endocrino, i disturbi metabolici e la digestione, che hanno codici alfanumerici da E00 a E90. Le malattie della tiroide assumono posizioni da E00 a E07.

classificazione

Se parliamo del gozzo nodulare diffuso, va ricordato che la classificazione secondo MKB 10 unisce nel gruppo varie patologie tiroidee, che differiscono sia nelle cause dell'apparenza che nella morfologia. Si tratta di neoplasie nodali nei tessuti della ghiandola tiroide (nodo singolo e multi-nodo) e della proliferazione patologica dei suoi tessuti dovuta a disfunzione, così come forme miste e sindromi cliniche associate a malattie dell'organo endocrino.

Possono anche essere diagnosticati diversamente, alcune patologie visivamente "deturpano" il collo, alcune possono essere avvertite solo nel processo di palpazione, altre, in generale, sono determinate solo mediante l'uso degli ultrasuoni.

La morfologia delle malattie consente di distinguere i seguenti tipi: gozzo nodulare diffuso, nodulare e diffuso.

Una delle modifiche apportate dalle 10 revisioni dell'ICB era la classificazione delle anomalie tiroidee non solo per le caratteristiche morfologiche, ma anche per le ragioni dell'apparenza.

Pertanto, si distinguono i seguenti tipi di gozzo:

  • endemico a causa di carenza di iodio;
  • eutiroideo o non tossico;
  • Stato tireotoksikoznye.

Ad esempio, se consideriamo il sorgere di carenza di iodio, al gozzo endemico Mkb 10 è assegnato il codice E01. La formulazione ufficiale è la seguente: "Malattie della ghiandola tiroidea associate a carenza di iodio e condizioni simili". Poiché questo gruppo combina le forme diffuse e nodulari del gozzo endemico, così come le loro forme miste, il gozzo diffusamente nodulare può essere attribuito a questo codice di classificazione internazionale, ma solo la forma sviluppata come risultato della carenza di iodio.

Il codice mkb 10 E04 implica forme sporadiche di gozzo non tossiche. Questo include sia forme diffuse che nodali di esso - un nodo o molti. Cioè, un gozzo nodulare diffuso, che non ha una carenza di iodio come causa, ma, per esempio, una predisposizione genetica alla disfunzione tiroidea, può essere "etichettato" con il codice alfanumerico E04.

Se si presta attenzione al gruppo di malattie del codice mkb E05, il concetto principale di queste patologie sarà la tireotossicosi. La tireotossicosi è una condizione in cui l'avvelenamento tossico del corpo si verifica a causa di un eccesso di ormoni tiroidei nel sangue, come ad esempio un adenoma tiroideo. Le cause principali di tali processi sono i tipi tossici di gozzo: gozzo tossico diffuso, gozzo tossico nodulare (singolo e multinodulare) e la loro forma mista. Quindi il tipo tossico di gozzo nodulare diffuso appartiene al gruppo E05.

Le malattie della ghiandola tiroidea possono essere molto pericolose per il corpo. Il loro numero include gozzo nodulare diffuso. Pertanto, la loro tempestiva diagnosi e trattamento è la chiave per una prognosi favorevole.

Tuttavia, non è sempre possibile osservare un medico. Ci sono casi in cui diventa necessario spostarsi in un'altra città o paese. Oppure c'è l'opportunità di continuare il trattamento in una clinica straniera con specialisti più esperti. E i medici devono condividere i dati di ricerche e test di laboratorio. È in questi casi che si sente l'importanza e l'utilità di un documento come l'ICB 10. Grazie a questo, vengono cancellati i confini tra medici di diversi paesi, il che naturalmente risparmia tempo e risorse. E il tempo, come sappiamo, è molto costoso.

Codifica del gozzo nodulare secondo l'ICD 10

La classificazione internazionale delle malattie nella decima revisione o ICD 10 è progettata per raggruppare le informazioni sulle malattie a seconda del tipo e dello stadio di progressione. Creata una codifica speciale di numeri e lettere latine maiuscole per indicare le patologie. Disturbi della tiroide assegnati alla sezione IV. Il gozzo nodulare ha i suoi codici per ICD 10, come un tipo di malattia endocrinologica.

Tipi di malattia per classificatore

Il volume standard della ghiandola tiroidea è di 18 cm per le donne e di 25 per gli uomini. Le dimensioni in eccesso di solito indicano lo sviluppo del gozzo.

La malattia è una significativa proliferazione delle cellule tiroidee, provocata dalla sua disfunzione o deformazione della struttura. Nel primo caso viene diagnosticata la forma tossica della malattia, nel secondo - eutiroideo. Questa malattia colpisce spesso le persone che vivono in aree con terreno, povero iodio.

Il gozzo nodulare non è un singolo disturbo, ma piuttosto una sindrome clinica, che include una varietà di educazione in termini di volume e struttura, formata nella regione della tiroide. Nella diagnosi viene anche usato il termine medico "struma", che denota un aumento della tiroide.

La classificazione del gozzo secondo l'ICD 10 è:

  1. Gozzo endemico diffuso;
  2. Gozzo endemico multi-nodo;
  3. Gozzo endemico, non specificato;
  4. Gozzo diffuso non tossico;
  5. Gozzo non tossico a nodo singolo;
  6. Gozzo multinodulare non tossico;
  7. Altre specie specificate;
  8. Gozzo non specificato non tossico.

Le specie non tossiche, a differenza di quelle tossiche, non influenzano la produzione di ormoni e le alterazioni morfologiche della ghiandola tiroidea provocano la crescita della ghiandola tiroidea.

Anche quando il difetto diventa evidente a occhio nudo, è impossibile senza esami e test di laboratorio aggiuntivi per identificare le fonti e la forma della patologia. Per stabilire una diagnosi affidabile è necessaria un'ecografia e il risultato degli esami del sangue per gli ormoni.

Goiter endemico diffuso

Il tipo più comune di questa malattia è il gozzo endemico diffuso. E01.0 - il suo codice ICD 10. La causa principale è il deficit acuto o permanente di iodio.

  • mancanza di energia;
  • indifferenza alle circostanze della vita;
  • emicrania o vertigini;
  • sensazione di costrizione della gola;
  • difficoltà a deglutire;
  • sudorazione;
  • disordine dell'apparato digerente.

Con il progredire della malattia a causa dei bassi livelli di ormoni tiroidei, il dolore può manifestarsi nel cuore. In alcune situazioni, è richiesta un'operazione. L'intervento chirurgico è indicato con una crescita significativa delle cisti, ad esempio, quando un paziente ha un gozzo tossico diffuso di stadio avanzato.

Di solito è una malattia endemica. Come la sua prevenzione, è necessario espandere la dieta con cibi ricchi di iodio e corsi di vitamine.

Specie endemiche multisito

A questo tipo è assegnato il codice E01.1. La malattia è caratterizzata dalla formazione di diverse formazioni pronunciate, che aumentano a causa della mancanza di iodio in una particolare regione.

  • voce rauca o rauca;
  • dolore alla gola;
  • difficoltà a respirare;
  • vertigini.

Questi segnali diventano evidenti quando la malattia progredisce. Prima di questo, alcuni pazienti hanno notato aumento della sonnolenza e affaticamento costante.

Gozzo non specificato

Il suo codice su ICD 10 - E01.2. Questo tipo di malattia è scatenato da una carenza di iodio territoriale.

Non ha una serie di segni caratteristici e il medico non è in grado di determinare il tipo di malattia anche dai risultati di un esame approfondito. La diagnosi è fatta su base endemica.

Aspetto non tossico diffuso

Il suo codice è E04.0. Una caratteristica distintiva della malattia - la crescita della ghiandola tiroide senza influenzare la sua attività. La fonte della malattia sono difetti autoimmuni nella struttura tiroidea.

Sul processo patologico indicare:

  • mal di testa;
  • sensazione di soffocamento;
  • tipica distorsione del collo.

Alcuni endocrinologi ritengono che la forma eutiroidea non richieda trattamento a meno che non causi un restringimento dell'esofago e della trachea e non provochi una tosse spasmodica e dolore.

Gozzo non tossico a nodo singolo

Questo gozzo eutiroideo ha un codice secondo ICD10 E04.1. Questo tipo è determinato da una singola neoplasia sulla ghiandola tiroidea. Con un trattamento a insorgenza tardiva o analfabeta, il nodo causa notevoli disagi e, con lo sviluppo della malattia, si forma un rigonfiamento notevole sul collo.

La progressione della malattia porta alla spremitura di organi localizzati nelle vicinanze e causa gravi conseguenze:

  • violazioni della funzionalità del sistema cardiovascolare;
  • cambiamenti di voce, problemi respiratori;
  • difficoltà a deglutire, che porta all'indigestione;
  • vertigini e mal di testa.

Vista multi-nodo non tossica

Questo tipo di ICD 10 è indicato dal codice E04.2. Differisce in presenza di diverse formazioni chiaramente contrassegnate. I nodi si trovano asimmetricamente. Di solito forniscono meno disagio rispetto alla patologia del singolo nodo.

Altri tipi specificati di gozzo non tossico

Con il codice E04.8 passaggio:

  1. malattie caratterizzate da crescita diffusa dei tessuti e formazione di nodi. Questa è chiamata forma "nodulare diffusa" della malattia.
  2. patologie caratterizzate da crescita e saldatura di nodi - una forma conglomerata.

Tali tumori sono osservati nel 25% dei casi della malattia.

Specie non tossiche non specificate

A questo tipo è assegnato il codice E04.9 in ICD 10. Viene inserito quando l'analista rifiuta la forma tossica della malattia, ma non può determinare quale cambiamento specifico nella struttura della tiroide sia presente. La sintomatologia in tali situazioni è versatile e il sondaggio non fornisce un quadro completo.

Codici separati sono assegnati alla tireotossicosi, che spesso ha una causa di gozzo. Questa malattia, altrimenti nota come ipertiroidismo, secondo il classificatore ICD 10, è indicata come segue:

E05.0 - Thyrotoxicosis con gozzo diffuso;

E05.1 - Thyrotoxicosis con gozzo tossico di singolo nodo;

E05.2 - Thyrotoxicosis con un gozzo multinodular tossico;

E05.3 - Tireotossicosi con ectopia del tessuto tiroideo;

E05.4 - Thyrotoxicosis artificiale;

E05.5 - Crisi tiroidea o coma.

A cosa serve l'ICD 10?

Questa classificazione è progettata per registrare e analizzare il quadro clinico delle malattie, per uno studio statistico delle cause della mortalità in varie regioni.

Il classificatore consente di stabilire rapidamente la diagnosi e trovare il regime di trattamento più efficace.

ICD-10: tipi di gozzo

ICD 10 - La classificazione internazionale delle malattie della decima revisione è progettata per sistematizzare i dati sulle malattie in base al loro tipo e sviluppo.

Per la designazione delle malattie è stata sviluppata una codifica speciale, in cui vengono utilizzate lettere maiuscole e numeri latini.

Le malattie della tiroide sono assegnate alla classe IV.

Il gozzo, come un tipo di malattia della tiroide, è anche incluso nell'ICD 10 ed è di diversi tipi.

Tipi di gozzo per ICD 10

Gozzo - un aumento pronunciato dei tessuti della ghiandola tiroidea, derivante da una funzione compromessa (forma tossica) o da cambiamenti nella struttura dell'organo (forma eutiroidea).

La classificazione dell'ICD 10 prevede centri territoriali di carenza di iodio (endemici), per i quali è possibile lo sviluppo di patologie.

I residenti di regioni con terreni poveri di iodio sono più spesso colpiti da questa malattia - queste sono aree montuose, regioni lontane dal mare.

Il tipo endemico di gozzo può seriamente compromettere la funzione della ghiandola tiroidea.

La classificazione del gozzo secondo l'ICD 10 è la seguente:

  1. Diffusa endemica;
  2. Multi-nodo endemico;
  3. Diffusione non tossica;
  4. Nodo singolo non tossico;
  5. Multisite non tossico;
  6. Altre specie specificate;
  7. Endemico non specificato;
  8. Non tossico, non specificato.

La forma non tossica è quella che, a differenza di quella tossica, non influenza la normale produzione ormonale, le ragioni dell'aumento della tiroide sono radicate nei cambiamenti morfologici dell'organo.

L'aumento di volume indica più spesso lo sviluppo del gozzo.

Anche con difetti visivi, è impossibile determinare immediatamente la causa e il tipo di malattia senza ulteriori test e ricerche.

Per una diagnosi accurata, tutti i pazienti devono essere sottoposti a studi ecografici, donare il sangue per gli ormoni.

Processo endemico diffuso

Il gozzo endemico diffuso ha un codice ICD 10 - E01.0, rappresentato dalla forma più frequente della malattia.

Allo stesso tempo, l'intero parenchima dell'organo è aumentato a causa di carenza di iodio acuta o cronica.

I pazienti osservati:

  • la debolezza;
  • apatia;
  • mal di testa, vertigini;
  • soffocamento;
  • difficoltà a deglutire;
  • problemi digestivi.

Successivamente, il dolore può svilupparsi nella regione del cuore a causa della ridotta concentrazione di ormoni tiroidei nel sangue.

Nei casi più gravi, è indicata la chirurgia e la rimozione del gozzo.

I residenti delle aree carenti di iodio sono regolarmente offerti per assumere regolarmente prodotti contenenti iodio e vitamine.

Processo endemico multisito

Questa vista è il codice E01.1.

Nella patologia, diversi tumori ben definiti appaiono sui tessuti dell'organo.

Il gozzo cresce a causa della carenza di iodio caratteristico di una particolare località. I sintomi sono i seguenti:

  • voce rauca, rauca;
  • mal di gola;
  • respirare è difficile;
  • vertigini.

Va notato che solo con la progressione della malattia, i sintomi diventano pronunciati.

Nella fase iniziale, affaticamento, sonnolenza, tali segni possono essere attribuiti alla fatica o ad una serie di altre malattie.

Processo diffuso non tossico

Il codice in ICD 10 è E04.0.

Aumentare l'intera regione tiroidea senza cambiamenti di funzionalità.

Ciò accade a causa di disordini autoimmuni nella struttura dell'organo. Sintomi della malattia:

  • mal di testa;
  • soffocamento;
  • caratteristica deformità del collo.

Possibili complicazioni sotto forma di emorragie.

Un certo numero di medici ritiene che il gozzo eutiroideo non possa essere trattato fino a quando non restringe l'esofago e la trachea e non provochi dolore o tosse spastica.

Processo non tossico a nodo singolo

Questo tipo di gozzo è caratterizzato dalla comparsa di una neoplasia chiara sulla regione tiroidea.

Il nodo porta disagio con un trattamento improprio o tardivo.

Man mano che la malattia progredisce, appare un rigonfiamento pronunciato sul collo.

Con la crescita del nodo si stringono organi strettamente localizzati, il che porta a seri problemi:

  • voce disturbata, respiro;
  • difficoltà a deglutire, problemi digestivi;
  • vertigini, mal di testa;
  • malfunzionamento del sistema cardiovascolare.

Il sito del sito può essere molto malato, è causato da infiammazione e gonfiore.

Gozzo: endemico non specificato

Ha un codice su ICD 10 - E01.2.

Questo tipo è dovuto alla carenza di iodio territoriale.

Non ci sono sintomi chiaramente definiti, il medico non può determinare il tipo di malattia anche dopo i test.

La malattia è assegnata a un tratto endemico.

Processo multisite non tossico

Il tipo multi-nodo non tossico ha il codice E04.2. in ICD 10.

Patologia della struttura della tiroide. in cui ci sono diverse neoplasie nodali distinte.

I centri sono solitamente situati in modo asimmetrico.

Altri tipi di gozzo non tossico (specificato)

Altre forme specifiche di gozzo non tossico della malattia, cui è assegnato il codice E04.8, includono:

  1. Patologia in cui si rivela sia la crescita diffusa dei tessuti che la formazione dei nodi - una forma diffusamente nodulare.
  2. Lo sprawl e la saldatura di diversi nodi è una forma conglomerata.

Tali formazioni si trovano nel 25% dei casi.

Gozzo non tossico non specificato

Per questo tipo di gozzo, il codice E04.9 è fornito in ICD 10.

Viene utilizzato nei casi in cui il medico respinge la forma tossica della malattia a seguito dell'esame, ma non può determinare quale patologia della struttura della ghiandola tiroidea è presente.

I sintomi in questo caso sono versatili, le analisi non rappresentano il quadro completo.

In che modo l'ICD 10 sarà d'aiuto?

Questa classificazione è sviluppata principalmente per registrare e confrontare cliniche di malattie, per l'analisi statistica della mortalità in determinati territori.

Il qualificatore va a beneficio del medico e del paziente, aiuta a fare una diagnosi accurata più veloce e sceglie la strategia di trattamento più vantaggiosa.

Gozzo multinodulare non tossico

Titolo ICD-10: E04.2

contenuto

Definizione e informazioni generali [modifica]

Gozzo nodulare colloidale

Sinonimi: gozzo nodulare proliferante colloidale in gradi diversi, gozzo proliferante colloidale nodulare.

Il gozzo nodulare colloidale è una malattia non neoplastica della ghiandola tiroidea, patogeneticamente associata a carenza cronica di iodio nel corpo; questa diagnosi può essere fatta solo sulla base dei dati TAB del nodo.

Tra la popolazione sana, la palpazione della ghiandola tiroidea provoca il gozzo nodulare nel 3-5% dei pazienti, a livello di autopsia del tessuto tiroideo, i noduli sono presenti nel 50% dei casi.

Nelle regioni di carenza di iodio della Federazione Russa, la prevalenza della malattia varia dal 10 al 40%; la quota di gozzo colloide nodulare rappresenta il 75-90% di tutti i noduli tiroidei.

Tra le donne di età superiore a 30 anni in Russia, la frequenza di rilevamento del gozzo nidulare colloidale è di circa il 30%.

La classificazione del gozzo raccomandata dall'OMS (2001).

• Per ingrandimento:

-grado 0 - nessun gozzo (il volume di ciascun lobo non supera il volume della falange distale del pollice del soggetto);

-Grado 1 - il gozzo è palpabile, ma non visibile nella normale posizione del collo, ma include anche noduli che non portano ad un ingrossamento della ghiandola tiroidea;

-grado 2 - il gozzo è chiaramente visibile con la normale posizione del collo.

• Dal numero di noduli:

-gozzo nodulare - l'unica formazione incapsulata nella ghiandola tiroidea (nodo solitario);

-gozzo multinodulare - noduli multipli incapsulati nella ghiandola tiroidea, non saldati insieme;

-gozzo nodulare conglomerato - diverse formazioni incapsulate nella ghiandola tiroidea, saldate tra loro e formanti un conglomerato;

-gozzo - nodo (nodo) diffuso nodulare (misto) sullo sfondo di un allargamento diffuso della ghiandola tiroidea.

Eziologia e patogenesi [modifica]

La causa più comune dello sviluppo del gozzo nodulare colloidale è la carenza di iodio.

Nelle condizioni di carenza di iodio, la ghiandola tiroidea è esposta a un complesso di fattori stimolanti che assicurano la produzione di un'adeguata quantità di ormoni tiroidei in condizioni di carenza del substrato principale per la loro sintesi. Di conseguenza, c'è un aumento del volume della ghiandola tiroidea: si forma un gozzo eutiroideo diffuso. A seconda della gravità della carenza di iodio, può formare nel 10-80% della popolazione totale. I tireociti hanno inizialmente un'attività proliferativa diversa, vale a dire avere microeterogeneità. Alcuni pool di tireociti catturano più attivamente lo iodio, altri rapidamente proliferano e altri ancora hanno una bassa attività funzionale e proliferativa. In condizioni di carenza di iodio, la microeterogeneità dei tireociti acquisisce un carattere patologico: i tireociti, che hanno la maggiore capacità di proliferare, sono più sensibili all'iperstimolazione. Quindi, si forma un gozzo eutiroideo nodulare e multinodulare.

Manifestazioni cliniche [modifica]

I sintomi clinici dipendono dal grado di ingrossamento della ghiandola tiroidea e possono essere assenti o manifestarsi come sindrome da compressione degli organi vicini (trachea, esofago).

Gozzo multinodulare non tossico: Diagnostica [modifica]

La presenza di un gozzo nodulare nei parenti, la presenza di carcinoma midollare in famiglia, l'irradiazione precedente della testa e del collo e la residenza nella regione di carenza di iodio dovrebbero essere presi in considerazione. Di grande importanza è il fatto della rapida crescita / aspetto del "nodo", che il paziente stesso può segnare. Cambiamento della voce, soffocamento quando si mangia, si beve, si cambia voce, la storia della storia del gozzo multinodulare identificato - sintomi della tireotossicosi.

All'esame, il collo del paziente non può essere cambiato, tuttavia, la formazione nodulare nella ghiandola tiroidea può essere visibile con la testa rovesciata. Alla palpazione può essere rilevata una singola formazione nodulare nella ghiandola tiroidea o diversi nodi. La palpazione valuta il dolore del nodo, la sua consistenza, il pregiudizio in relazione ai tessuti circostanti, la diffusione del gozzo nello sterno (raggiungibilità del polo inferiore durante la deglutizione). Quando i nodi sono di grandi dimensioni (più di 5 cm di diametro), può esserci una deformazione del collo, gonfiore delle vene del collo (raramente, solo con dimensioni molto grandi dei nodi). I sintomi di compressione nel caso di un grande gozzo tardo di solito compaiono quando le braccia sono sollevate sopra la testa (un sintomo di Pemberton); nello stesso momento l'hypereemia della persona, il capogiro o un sincope si sviluppa. Assicurati di esaminare i linfonodi del collo, valuta lo spostamento della trachea.

• Valutazione del contenuto di TSH con metodi altamente sensibili.

• Quando si rileva un contenuto TSH modificato:

-con una diminuzione, vengono ulteriormente determinate le concentrazioni di T4 libero e T3 libero;

-con l'aumentare determinano la concentrazione di T4 libero.

• Ultrasuoni della tiroide. L'ecografia è il metodo più comune di imaging della ghiandola tiroidea. Indicazione per gli ultrasuoni della ghiandola tiroidea - espressa sulla base delle lamentele del paziente, dei dati di palpazione e / o del sospetto di ricerca ormonale di una qualsiasi delle sue malattie. L'ecografia non serve come metodo di screening e non viene mostrato in assenza di dati per la malattia della tiroide.

• Scintigrafia tiroidea con tecnezio 99m - un metodo per diagnosticare l'autonomia funzionale della tiroide. Tre isotopi di iodio radioattivo sono anche usati per studiare la tiroide: 131I, 125I e 123I. A causa dell'esposizione alle radiazioni relativamente alta, l'uso di 131I è limitato alla rilevazione di metastasi carcinoma tiroidee funzionanti. A causa della lunga emivita (60 giorni), la 125I non viene praticamente utilizzata. L'uso di 123I è limitato a una breve emivita e costi elevati. Le principali indicazioni per la scintigrafia tiroidea nei pazienti con gozzo nodulare:

-diminuzione del contenuto di TSH (diagnosi differenziale delle malattie che si verificano con tireotossicosi);

-sospetto di autonomia funzionale della tiroide;

-grande gozzo con diffusione laterale;

La scintigrafia tiroidea non è informativa per la diagnosi primaria di gozzo nodulare (per la rilevazione dei nodi e la valutazione delle loro dimensioni) e non è in competizione con il metodo di ricerca a ultrasuoni per verificare le masse tiroidee palpabili

• TAB della ghiandola tiroidea - un metodo di diagnosi morfologica diretta (citologica) del gozzo nodulare, consente una diagnosi differenziale delle malattie manifestate nel gozzo nodulare ed esclude la patologia maligna della tiroide. Indicazioni per la conduzione del TAB:

-noduli tiroidei uguali o superiori a 1 cm di diametro (trovati su palpazione e / o ecografia);

-formazioni diagnosticate accidentalmente di dimensioni inferiori in caso di sospetto tumore maligno della ghiandola tiroidea (secondo i dati degli ultrasuoni), a condizione che sia tecnicamente possibile eseguire la puntura sotto controllo ecografico;

-un aumento clinicamente significativo (più di 5 mm) di un nodulo tiroideo precedentemente trovato durante l'osservazione dinamica.

• Esame radiografico del torace con contrasto del bario esofageo: raccomandato quando il paziente ha un gozzo nodulare / multinodulare di grandi dimensioni, con gozzo parzialmente retrosternale o retrosternale nodulare.

• RM e TC. Indicazioni per la loro condotta sono casi isolati di gozzo retrosternale e forme comuni di cancro alla tiroide.

Diagnosi differenziale [modifica]

La diagnostica differenziale viene eseguita con adenoma follicolare, forma ipertrofica di AIT con formazione di falsi nodi, cisti solitaria, cancro alla tiroide

Gozzo multinodulare non tossico: trattamento [modifica]

La tattica di trattamento del gozzo proliferante colloidale nodale / multinodale può essere diversa.

L'obiettivo è di stabilizzare la dimensione del nodulo tiroideo.

Il trattamento non farmacologico non viene effettuato.

Ad oggi, ci sono diversi approcci nel trattamento del gozzo nidulare colloidale:

• terapia soppressiva con levotiroxina;

• terapia con iodio radioattivo.

L'osservazione è la tattica preferita per il piccolo gozzo colloidale nodulare, in quanto non vi sono attualmente prove con un alto livello di evidenza che l'intervento medico o il trattamento chirurgico abbia vantaggi significativi nell'aumentare la durata e migliorare la qualità della vita dei pazienti. Sotto l'osservazione dinamica implicano la valutazione della funzione tiroidea (determinazione del contenuto di TSH) e la dimensione dei noduli (ecografia tiroidea) una volta all'anno.

La terapia soppressiva con levotiroxina sodica, il cui scopo è sopprimere la secrezione di TSH, è giustificata nella situazione di una combinazione di gozzo nodulare solitario con un aumento generale del volume della ghiandola tiroidea. Questa terapia non è efficace per il gozzo multinodulare. Al momento di decidere sulla nomina della terapia soppressiva con ormoni tiroidei, si tenga presente che:

• è efficace solo quando si prescrivono tali dosi di levotiroxina sodica, a cui si raggiunge una concentrazione di TSH di 0,1-0,5 μIU / ml;

• non può essere usato per la vita;

• è controindicato in caso di concomitante patologia cardiaca, osteoporosi, nell'autonomia funzionale della tiroide, la concentrazione di TSH è inferiore a 1 μMU / ml.

La durata della terapia non deve superare i 12 mesi.

Quando gozzo eutiroideo nodulare non ci sono prove convincenti dell'efficacia dello ioduro di potassio. Tuttavia, lo ioduro di potassio è efficace nel gozzo colloide diffuso.

Il trattamento chirurgico è indicato per un gozzo nodulare (multinodulare) con segni di compressione degli organi circostanti e / o di un difetto estetico, scoperta di autonomia funzionale. Con i cambiamenti in entrambi i lobi, l'operazione di scelta è la tiroidectomia (resezione estremamente subtotale), poiché con le operazioni di conservazione degli organi il rischio di recidiva del gozzo nodulare è del 50-80%. Algoritmo di prevenzione postoperatoria della recidiva del gozzo colloidale nodulare, vedere il capitolo "Sindrome del gozzo nodulare".

Negli ultimi decenni, il mondo ha accumulato una grande esperienza nel trattamento con successo di gozzo multitodolare eutiroideo di piccole dimensioni (meno di 50 ml) con iodio radioattivo. Il metodo consente per diversi mesi di ottenere una riduzione del volume della ghiandola tiroidea del 40-50% anche dopo una singola iniezione dell'isotopo.

Prevenzione [modifica]

Altro [modifica]

Indicazioni per la consultazione di altri specialisti

In caso di sindrome da compressione, è necessaria la consultazione di un otorinolaringoiatra.

Periodi approssimativi di disabilità

La questione della disabilità è posta solo in caso di gozzo colloide nodulare con sindrome da compressione.

Studio consigliato della concentrazione di TSH e di un'ecografia della tiroide una volta all'anno.

Informazioni per il paziente

Le formazioni nodali nella ghiandola tiroidea che non sono palpabili e / o non superano il diametro di 1 cm, non hanno significato clinico e, di regola, non richiedono una ricerca diagnostica attiva. Strutture palpabili e / o nodali superiori a 1 cm di diametro rendono necessario eseguire una biopsia della puntura della tiroide. La stragrande maggioranza dei noduli tiroidei è rappresentata da un colloide nodulare che prolifera a vari gradi in un piccolo gozzo, a cui viene mostrata un'osservazione dinamica.

Con una diagnosi di gozzo colloidale nodulare, confermato citologicamente, la prognosi per la vita e la disabilità è favorevole. Nel tempo, è possibile lo sviluppo dell'autonomia funzionale della ghiandola tiroidea, che impone la necessità di un trattamento radicale (trattamento chirurgico, terapia con iodio radioattivo).

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La prolattina è un ormone che occupa un posto di primo piano nel garantire il funzionamento efficace ed efficiente del sistema riproduttivo umano. Il lobo anteriore dell'ipofisi è responsabile della sua produzione.

La comparsa del carcinoma ovarico metastatico (metastasi del tumore) è dovuta alla presenza di tumori in altri organi (nell'oncopatologia del tratto gastrointestinale, tiroide, mammella, utero).

La tiroxina è uno degli ormoni chiave della ghiandola tiroide, i cui analoghi sintetici sono progettati per compensare la mancanza di naturalezza.