Principale / Ipoplasia

Se la ghiandola pituitaria è ingrandita, cosa dovrei fare?

La ghiandola pituitaria è una parte del cervello che è responsabile della sintesi degli ormoni che regolano tutti i processi del corpo. La ghiandola pituitaria si trova nella parte inferiore del cervello, ha una membrana e si trova nella cosiddetta "sella turca". Un aumento delle dimensioni verticali della ghiandola pituitaria, il suo lobo anteriore o posteriore, è accompagnato da una ridotta produzione di un ormone. A questo proposito, i sintomi di un aumento della ghiandola pituitaria del cervello, manifestata sia nei processi cerebrali, sia come disturbo ormonale.

Il principio della ghiandola pituitaria

La ghiandola pituitaria è associata all'ipotalamo e produce ormoni che regolano il funzionamento dell'intero sistema endocrino, interessando direttamente le ghiandole surrenali e la ghiandola tiroidea. Un aumento sia della ghiandola pituitaria che di altri lobi cerebrali, associato alla comparsa di un tumore, si verifica più spesso nelle persone di età superiore ai 40 anni. E circa il 15% di tutti i tumori compaiono sulla stessa ghiandola pituitaria.

La ghiandola pituitaria è costituita da due parti: la adenoipofisi o la parte anteriore e la neuroipofisi, la sua parte posteriore. Da ogni lobo si distinguono i loro ormoni, responsabili di una varietà di attività.

Dalla adenoipofisi prodotta prolattina - un ormone che regola il processo del latte nelle ghiandole mammarie delle donne. L'ormone della crescita o in altro modo - l'ormone somatotropico, regola il metabolismo delle proteine. Viene somministrata la ghiandola tiroidea, un ormone stimolante la tiroide. L'ACTH regola le ghiandole surrenali e gli ormoni gonadotropici controllano il funzionamento degli organi genitali umani.

La parte posteriore della ghiandola pituitaria del cervello - la neuroipofisi - produce ossitocina, che riduce l'utero durante il travaglio, e senza l'ormone antidiuretico, il riassorbimento dell'acqua nei reni sarebbe impossibile.

L'attività ipofisaria può essere interrotta solo in relazione a un ormone, ma più spesso a diversi in una volta. Quindi i sintomi appaiono molto più brillanti e la loro lista è molto più.

Cause di tumori nella ghiandola pituitaria

Le cause della comparsa di tumori nella ghiandola pituitaria sono ancora allo studio. La scienza moderna non ha ancora dato una risposta univoca a questa domanda. Tuttavia, ci sono diverse teorie riguardanti le cause dell'ingrossamento dell'ipofisi:

  1. Predisposizione genetica ai tumori ipofisari Può verificarsi a qualsiasi età.
  2. Neuroinfection, le cause di tali malattie - sta ottenendo il virus nel corpo umano. Ad esempio, meningite o encefalite, entrambe le malattie sono causate dal virus corrispondente.
  3. Infiammazione dei lobi anteriori del cervello. Natura cronica, per esempio, sinusite.
  4. Lesione cerebrale traumatica aperta o chiusa.
  5. Squilibrio ormonale causato dall'assunzione di un ormone sintetico, specialmente durante la gravidanza. Cioè, l'impatto sull'uomo è iniziato nel grembo materno. Le cause di questo fenomeno - il trattamento sbagliato della madre della sua ghiandola tiroidea.

I sintomi della comparsa di tumori nella ghiandola pituitaria

I sintomi della comparsa di tumori nella ghiandola pituitaria dipendono dal tipo di cellula in cui si trova il tumore, indipendentemente dal fatto che la sintesi degli ormoni continui sulla superficie interessata dal tumore.

Se un tumore che non produce un ormone aumenta, allora gradualmente inizia a fare pressione sui lobi adiacenti del cervello, causando un numero di manifestazioni diverse. E più forte aumenta la pressione del tumore, più i sintomi diventano luminosi:

  1. Visione offuscata È causato da edema del nervo ottico, mentre la visione periferica prima scompare, quindi la chiarezza dell'immagine cala e, infine, si verifica la cecità.
  2. Quando si schiaccia i nervi nel cervello si sviluppa il nistagmo - spasmi involontari del bulbo oculare, ptosi - l'omissione della palpebra, alla fine, può verificarsi la completa paralisi del bulbo oculare.
  3. Una persona inizia a mal di testa spesso e abbastanza.
  4. L'insufficienza cardiaca si sviluppa.
  5. Si verifica una pressione intracranica cronicamente aumentata, spesso questo si verifica sullo sfondo del sanguinamento nella ghiandola pituitaria.
  6. Quando il tumore cresce in uno stato che penetra nell'ipotalamo, il paziente inizia a perdere regolarmente conoscenza.

Se il tumore continua a produrre un qualche tipo di ormone, lo squilibrio ormonale si manifesta molto prima dei sintomi di crescita e pressione del tumore sul cervello.

Cioè, la presenza di un tumore nella ghiandola pituitaria si manifesta con segni esterni nell'aspetto del paziente. L'adenoma che produce somatotropina causa acromegalia. In questo caso, il paziente ispessisce le ossa, la lingua, il naso, il padiglione auricolare aumenta o la crescita aumenta semplicemente. I tumori che producono prolattina si manifestano con l'assenza delle mestruazioni, nei maschi le ghiandole mammarie sono ingrandite e il latte può anche apparire.

L'aumento del volume di ACTH escreto causato da un tumore è accompagnato da una lista piuttosto ampia di sintomi:

  • prima di tutto, è una violazione delle funzioni del sistema riproduttivo;
  • poi nel corpo c'è una deposizione di grasso nella faccia e nelle cosce, rendendo la figura e il volto di una persona un aspetto caratteristico;
  • i muscoli delle gambe e delle braccia si indeboliscono, a volte per completare l'atrofia;
  • la pelle diventa pallida e secca;
  • le donne iniziano a crescere i peli sul viso;
  • gli uomini diventano impotenti;
  • la struttura delle ossa diventa debole e sbriciolata, solitamente accompagnata da fratture multiple;
  • la pressione sanguigna aumenta;
  • il paziente ha un ritmo cardiaco aumentato;
  • c'è un cambiamento nella psiche - la depressione, sostituita dall'euforia, arriva all'inibizione del comportamento.

Gli adenomi continuano ad aumentare la tireotropina causando l'interruzione della ghiandola tiroidea. Di conseguenza, si verificano numerosi sintomi caratteristici:

  • la perstatica è rotta, la costipazione inizia a tormentare il paziente;
  • il paziente sta ingrassando;
  • diventa inibito ed emotivamente inattivo;
  • la pelle diventa secca e i capelli cadono;
  • i bulbi oculari "sporgono" dalle orbite, conferendo al viso un aspetto caratteristico;
  • si sviluppa insufficienza cardiovascolare;
  • il metabolismo è rotto.

Diagnosi della comparsa di tumori nella ghiandola pituitaria

La diagnosi delle cause e la presenza di tumori nella ghiandola pituitaria coinvolge la partecipazione di vari specialisti. L'oftalmologo esamina il fondo dell'occhio e valuta la qualità della visione.

L'endocrinologo del sangue determina la gravità dello squilibrio ormonale. Identifica che tipo di ormone manca nel corpo o che è troppo. Un neurologo esamina il cervello stesso. In questo è assistito da raggi X, tomografia computerizzata e risonanza magnetica. Se necessario, un'analisi del lavoro di navi cerebrali - angiography.

Trattamento dei tumori nella ghiandola pituitaria

Dopo la diagnosi, i tumori di solito non si chiedono perché è apparso, ma ha deciso come rimuoverlo. Nella maggior parte dei casi, la chirurgia è terminata. La sostanza cerebrale non è influenzata, poiché la penetrazione nella ghiandola pituitaria viene effettuata attraverso l'osso sfenoidale. L'operazione viene eseguita da un neurochirurgo e dopo di ciò l'endocrinologo raccoglie il paziente, poiché il periodo postoperatorio comporta un lungo periodo di trattamento con farmaci ormonali.

La radioterapia viene utilizzata se il tumore non è utilizzabile, cioè è impossibile raggiungerlo nel solito modo. In alcuni casi, viene applicata la criodistribuzione. Questa procedura ti permette di congelare il tumore e quindi distruggerlo. Tale operazione consente di cavarsela con una piccola puntura nell'osso, poiché lo strumento inserito nella ghiandola pituitaria è molto sottile.

Se l'operazione non può essere eseguita in linea di principio, il paziente viene trattato con farmaci. Ma tale trattamento non è efficace e viene preso come misura temporanea, nella preparazione del paziente per l'operazione o dopo di esso. Il corso del trattamento di solito include farmaci con ormoni sintetici o sostanze che li sostituiscono.

Prevenire la comparsa di tumori ipofisari

Nonostante il fatto che, gli scienziati ancora non sanno perché il tumore si sviluppa nella ghiandola pituitaria, ci sono una serie di raccomandazioni per prevenire il loro verificarsi. Poiché il tumore è spesso il risultato di malattie infettive del cervello, dovresti proteggerti da loro e rafforzare la tua immunità.

Affinché una lesione alla testa non diventi la causa di una neoplasia nel cervello, si dovrebbe seguire la tecnica elementare di sicurezza in una produzione pericolosa o in altre situazioni simili. Cioè, indossa un casco o un casco dove necessario.

È anche controindicato ricevere farmaci ormonali senza prima consultare un medico. Questo è particolarmente vero per le donne che usano contraccettivi orali.

Dovrebbe essere almeno 1 volta in 2 anni per sottoporsi a una visita medica completa con un consulto con un neurologo e utilizzando la tomografia computerizzata. Questo ti permetterà di notare il tumore in crescita nelle fasi iniziali.

Aumentare la dimensione verticale della ghiandola pituitaria: decifrare un sintomo

La ghiandola pituitaria è la ghiandola endocrina, che si trova nel cervello umano. Il corpo umano stesso è costruito in un modo molto interessante. Questa ghiandola è sotto eccellente protezione delle ossa.

Quando una persona esegue una risonanza magnetica, non può sempre capire cosa gli è stato scritto nei risultati. Ciò non sorprende per il fatto che a volte i medici semplicemente non vogliono spiegare nulla. Pertanto, ogni persona dovrebbe sapere che se tutto è in perfetto ordine con la ghiandola endocrina, allora raggiunge una dimensione di circa 1 centimetro.

Quali funzioni svolge?

La funzione più importante che la ghiandola endocrina ha è che è responsabile per altre ghiandole. Ad esempio, tiroide o genitale. Ma questo non è tutto ciò che colpisce. È grazie alla ghiandola endocrina che il corpo umano cresce al ritmo richiesto. La ghiandola pituitaria ha completamente sotto il suo controllo il lavoro dell'utero, le ghiandole mammarie di una donna e persino i reni. Quando si verifica un aumento delle dimensioni verticali della ghiandola pituitaria, questo, ovviamente, non è molto buono e richiede urgentemente un trattamento. Dopo tutto, in uno stato normale, la ghiandola secerne gli ormoni necessari per il corpo umano, che mantiene anche altri organi umani nello stato corretto. E se qualcosa non va nella ghiandola, allora una persona normalmente non può svilupparsi normalmente.

La dimensione della ghiandola pituitaria influenza direttamente le condizioni generali della persona. Pertanto, al fine di mantenere te stesso sempre nella forma di una persona, è semplicemente necessario condurre uno stile di vita corretto, e cercare di muoversi il più possibile.

L'adenoma della ghiandola pituitaria è una diagnosi terribile, che, purtroppo, è stata recentemente apportata a un numero sempre maggiore di persone. Questo è un vero tumore benigno. Negli adulti, può essere visto più spesso, indipendentemente dal sesso della persona. Per quanto riguarda i bambini, hanno anche questo, ma non così spesso.

Un aumento della ghiandola pituitaria si verifica quando più ormoni cominciano ad apparire nel corpo umano di quanto sia necessario. Si scopre che se gli ormoni nell'adenoma aumentano, possono a quel tempo essere mancati in qualche altro organo, il che comporta anche le conseguenze non più piacevoli.

Molto spesso, le persone che sono in ospedale iniziano a lamentarsi di avere peggiorato la vista e mal di testa. Questo è uno dei sintomi dell'adenoma. A volte capita che i dottori semplicemente non prestino attenzione a questo, e quando una persona subisce una risonanza magnetica, hanno già un tumore forte, che, nel migliore dei casi, può essere rimosso chirurgicamente. A volte i tumori sono di dimensioni così grandi che nulla può essere fatto con loro, e una persona può solo aspettare la morte.

Con le battute della ghiandola endocrina sono pessime. Se non si nota in tempo che qualcosa non va in lei, i bambini possono sviluppare il gigantismo e gli adulti possono prendere la malattia di Cushing, che non viene affatto trattata.

Se l'ormone somatropico è elevato, i piedi e le mani si ingrossano notevolmente e, in misura significativa, anche gli organi interni del paziente aumentano. Il viso diventa molto più grande di quanto dovrebbe essere. Questi cambiamenti non sono affatto caratteristici del corpo umano, e se lo fanno, allora nel tempo la persona diventa più nervosa e comincia a lamentarsi sempre di più di avere un dolore al cuore.

Per quanto riguarda la malattia di Cushing, quando inizia a progredire, la pressione sanguigna di una persona aumenta drammaticamente e il diabete può spesso verificarsi e possono verificarsi gravi disturbi mentali. È molto facile notare queste persone. Di solito hanno gambe molto sottili, ma l'obesità è osservata nella zona addominale.

Per una donna, un aumento della ghiandola pituitaria è anche molto pericoloso. Può rompere il ciclo, proprio quando inizia l'allattamento. La conseguenza di tutto questo è l'infertilità. E per una donna, questo è un vero colpo quando il medico le dice che non potrà mai diventare madre. Quindi, se una donna ha notato che non ha un ciclo mestruale chiaro, a volte ha una vista scarsa e spesso ha le vertigini, ha urgente bisogno di fare una risonanza magnetica e spera solo che tutto questo non si trasformi in una malattia terribile.

Se vai dal dottore in tempo, puoi comunque liberarti del tumore. Tutto dipenderà interamente da che dimensioni è. Se deve essere gestito, non è ancora così spaventoso. Molto spesso pochi mesi dopo l'intervento, quando il paziente arriva al riesame, si scopre che il suo tumore è notevolmente diminuito e che non ci sono forti minacce alla salute, basta prendersi cura di se stessi e sottoporsi a cure in tempo.

Come puoi ancora decifrare ciò che hanno scritto al paziente nella risonanza magnetica. La prima cosa che devi capire è che se hai inviato una risonanza magnetica, sospetti già che qualcosa non sia molto buono, quindi è moralmente meglio prepararti.

Se i medici si rifiutano di pronunciare i risultati, allora non dovresti esitare, dovresti immediatamente cercare uno specialista in questo campo e chiedergli di guardare da vicino i risultati.

Aumentare la dimensione verticale della ghiandola pituitaria

Cause della formazione del tumore

La risposta inequivocabile a ciò che causa l'aumento nella parte del cervello considerata, finora non ci sono dubbi. Teoricamente, la causa del tumore potrebbe essere:

  • predisposizione al tumore;
  • infezioni virali;
  • infiammazione cronica dei lobi frontali e temporali;
  • ferita alla testa chiusa e aperta;
  • squilibrio ormonale dovuto all'assunzione di un ormone sintetico.

Segni di un tumore

Con un aumento di un tumore non ormonale, si osserva una pressione sui lobi del cervello, che porta ai seguenti sintomi:

  1. Compromissione visiva a causa di gonfiore del nervo ottico, che può portare alla cecità.
  2. Spasmi involontari degli occhi e in alcuni casi la loro completa paralisi.
  3. Mal di testa.
  4. Insufficienza cardiaca.
  5. Aumento della pressione, non raramente accompagnato da sanguinamento nella ghiandola pituitaria.
  6. Perdita di coscienza regolare a causa della penetrazione di un tumore in aumento nell'ipotalamo.

Se la neoplasia maligna produce ancora l'uno o l'altro ormone, allora lo squilibrio ormonale si farà sentire anche prima che il tumore inizi a esercitare pressione sul cervello.

Il volume crescente di ACTH è accompagnato da tali segni:

  • lavoro alterato del sistema riproduttivo;
  • depositi di grasso nelle cosce e nella faccia;
  • atrofia dei muscoli delle braccia e delle gambe;
  • pelle pallida e secca;
  • crescere i peli sul viso nelle donne;
  • l'impotenza;
  • indebolimento e fragilità delle ossa;
  • ipertensione;
  • battito cardiaco accelerato;
  • la depressione sostituita dall'euforia;
  • reazione inibita.

Gli adenomi contribuiscono all'ulteriore aumento di tireotropina, causando malfunzionamenti funzionali della ghiandola tiroidea. Di conseguenza:

  • appaiono costipazione;
  • aumento di peso;
  • c'è una letargia;
  • i capelli cadono e la pelle diventa secca;
  • si sviluppa insufficienza cardiovascolare;
  • ci sono disordini metabolici.

diagnostica

La diagnostica viene eseguita da un numero di specialisti. Ad esempio, un oftalmologo è impegnato nella valutazione della qualità della visione e dell'esame del fondo. L'endocrinologo, a partire dagli esami del sangue, valuta quanto sia importante uno squilibrio ormonale - determina gli ormoni mancanti e quelli che sono in eccesso nel corpo. Un neuropatologo studia il cervello con raggi X e vari tipi di tomografia (computer e risonanza magnetica). Se necessario, viene eseguita l'angiografia per analizzare il lavoro dei vasi sanguigni del cervello.

trattamento

Di norma, i pazienti con la malattia in trattamento vengono trattati chirurgicamente senza alterare la sostanza cerebrale, poiché l'ipofisi viene penetrata attraverso l'osso sfenoidale. L'operazione viene eseguita sotto la supervisione di un neurochirurgo, dopodiché il paziente viene inviato ad un endocrinologo per una terapia a lungo termine con farmaci ormonali.

La radioterapia viene eseguita in caso di tumore inoperabile. A volte la criostimolazione viene usata per congelare e distruggere un tumore, in cui viene praticata una piccola puntura all'osso e uno strumento sottile viene inserito nella ghiandola pituitaria.

Aumento (ipertrofia) della ghiandola pituitaria del cervello

Un aumento (ipertrofia, iperplasia, adenoma) della ghiandola pituitaria del cervello - questi termini medici significano un aumento delle dimensioni della ghiandola endocrina.

Cause della malattia

Le ragioni per lo sviluppo della patologia non sono state stabilite con precisione, suggeriscono i seguenti fattori:

  • Eredità: se i parenti hanno delle violazioni, è probabile che si manifestino nelle generazioni future.
  • Lesione cerebrale traumatica
  • Infezioni (meningite, tubercolosi, brucellosi)
  • Malattia da radiazioni
  • È possibile un aumento del lobo anteriore dell'ipofisi durante la gravidanza e l'allattamento (questa è la norma fisiologica). Ma a volte portare un bambino diventa così stressante per il corpo della donna che porta alla crescita di un tumore pituitario, che non è stato diagnosticato prima.

Sintomi di ingrossamento pituitario

I sintomi dipenderanno dalla dimensione del tumore:

  • Manifestazioni neurologiche: forti mal di testa, cambiamenti di umore, vertigini, depressione
  • Segni generali - dipende dall'attività ormonale della formazione (malattia di Itsenko-Cushing, eccessiva crescita dei peli nelle donne, alterazioni delle funzioni sessuali, atrofia dei genitali)
  • Sintomi della compressione del cervello - nausea, vomito, diminuzione della vista, insonnia (manifestazione di ipertensione endocranica)

diagnostica

La diagnosi più accurata si basa sulla risonanza magnetica (MRI). Permette di impostare la dimensione del tumore, modificando le dimensioni della ghiandola pituitaria, i fuochi delle formazioni cistiche. Dopo lo studio, molti pazienti cominciano ad essere turbati dalla nebulosa conclusione: "Aumentare la dimensione verticale della ghiandola pituitaria". Cosa significa?

La prima opzione: è una variante fisiologica dello sviluppo dei sifoni delle arterie carotidi interne nella loro posizione vicina: un aumento della dimensione verticale della ghiandola pituitaria in assenza di cambiamenti focali patologici in essa.

Anche la seconda - menopausa in uomini e donne è normale.

Entrambe le opzioni non richiedono trattamento, è solo necessario monitorare e diagnosticare RM una volta all'anno.

Probabili complicazioni e patologie

Ma, sfortunatamente, a volte una conclusione simile parlerà di patologia:

  • Una variante estremamente rara di endocrinopatia autoimmune, in cui vi è lo sviluppo di tre malattie allo stesso tempo - malattia autoimmune della tiroide, diabete insipido e ipofisite autoimmune. Con queste malattie, le cellule del corpo iniziano ad attaccare i propri fratelli, considerandoli estranei. La malattia è spesso ereditaria. Il pieno recupero da queste malattie è impossibile. Ma alte dosi di glucocorticoidi possono fermare il processo.
  • Crescita tumorale verticale - questo aumenterà la dimensione verticale della ghiandola pituitaria. Le tattiche di trattamento in questo caso saranno attese e dipendono dal tasso di crescita del tumore. Se ci sono segni di pressione sul chiasma visivo, si ricorre al trattamento chirurgico.

In ogni caso, se ti è stata fatta una diagnosi incomprensibile su una risonanza magnetica, non c'è bisogno di farsi prendere dal panico. Contatta uno specialista per chiarimenti e ricorda - con diagnosi e trattamento tempestivi, la maggior parte delle malattie può essere sconfitta!

L'autore dell'articolo: dottore Gural Tamara Sergeevna.

Aumento del cervello pituitario

La ghiandola pituitaria del cervello è una piccola ghiandola responsabile della produzione di ormoni speciali, che a loro volta controllano il lavoro dell'intero sistema endocrino. Va notato che il sistema endocrino è una gerarchia complessa che comprende organi come la tiroide e le ghiandole paratiroidi, il pancreas, l'ipotalamo, le ghiandole surrenali, negli uomini, i testicoli e i testicoli, nelle donne, le ovaie.

Il pinnacolo di questo sistema è la ghiandola pituitaria - il ferro, localizzato nel centro del cervello e che misura non oltre l'unghia del bambino, e il peso non è superiore a 0,5 grammi. Tuttavia, le piccole forme non interferiscono con la ghiandola pituitaria per impostare il ritmo del lavoro per tutti gli organi del sistema endocrino.

Rispondendo alla domanda su cosa sia la ghiandola pituitaria del cervello, va detto che esso secerne ormoni speciali che controllano altri ormoni. Ad esempio, l'ipofisi produce ormone stimolante la tiroide, che viene poi rilasciato nel flusso sanguigno e fa sì che la tiroide produca tiroxina e triiodotironina. Tuttavia, c'è anche un effetto diretto della ghiandola pituitaria - la produzione di ormone auto-tropico, che assicura la crescita e lo sviluppo del bambino.

La ghiandola pituitaria comprende 2 lobi - anteriore e posteriore, che sono caratterizzati da diverse funzionalità. La ghiandola pituitaria è associata all'ipotalamo (il centro subcorticale del sistema autonomo, controlla il livello degli ormoni forniti al sangue) attraverso un piccolo ramo, il gambo dell'ipofisi. L'organo ghiandolare viene reintegrato attraverso il peduncolo, perché esiste una rete di piccole arterie che si rompono in capillari.

La parte anteriore, più grande della ghiandola pituitaria è chiamata adenoipofisi. Promuove la produzione di ormoni proteici coinvolti nei processi metabolici.

I più famosi di loro sono:

Prolattina, a causa della quale è possibile l'allattamento di una donna con un bambino; Ormone termiotropo che fornisce la ghiandola tiroidea; Ormoni gonadotropici, il cui compito è la sintesi degli ormoni sessuali (sia maschili che femminili); L'ormone della crescita è responsabile della crescita del corpo; L'ormone adrenocorticotropo stimola la corteccia surrenale.

La neuroipofisi, che è il lobo posteriore dell'ipofisi, produce gli ormoni ossitocina e vasopressina. Lo scopo dell'ossitocina è la contrazione dell'urina e della colecisti, così come i muscoli lisci dell'intestino. Il livello di ossitocina aumenta al momento della consegna, rendendo possibile che l'utero si contragga e partorisca naturalmente.

Questo processo continua dopo che il bambino è nato: l'utero continua a contrarsi allo scopo di autopulizia. Queste contrazioni si verificano in parallelo con i movimenti contrattili delle ghiandole mammarie per produrre latte.

La vasopressina salva il corpo umano dalla disidratazione, poiché ha la capacità di trattenere l'acqua nel corpo. Sotto l'azione della vasopressina, il livello di sodio nel sangue diminuisce a causa della sua rimozione dai reni.

Gli scienziati non hanno ancora capito a fondo quale sia la ghiandola pituitaria del cervello, quali altre funzioni funzioni, quanti ormoni produce dalla ghiandola.

Si ritiene che la ghiandola pituitaria, ottimizzando l'equilibrio ormonale, agisca come una sorta di regolatore dei processi vitali. Infatti, la salute, la qualità e la longevità di una persona dipendono dall'attività della ghiandola pituitaria.

Un cambiamento nel livello ormonale nella direzione di aumento o diminuzione diventa la causa di interruzioni nel funzionamento dei sistemi corporei. Patologie emergenti hanno sintomi caratteristici a seconda di quale ormone è in eccesso o carenza.

La mancanza di alcuni ormoni provoca lo sviluppo delle seguenti patologie:

Ipotiroidismo è una carenza di ormoni tiroidei; Nanismo: mancanza di ormoni della crescita durante l'infanzia; Il diabete insipido è una carenza di ormone antidiuretico; Lo sviluppo sessuale ritardato negli adolescenti o nei disordini sessuali negli adulti è una carenza di tutti gli ormoni ipofisari (un fenomeno di ipopituitarismo).

Una sovrabbondanza è anche irta di gravi deviazioni, tra cui:

Diabete mellito; l'osteoporosi; Malattia mentale; Gigantismo (un eccesso di ormoni della crescita nell'infanzia) e acromegalia (un aumento del numero di ormoni della crescita nell'età adulta) - tali cambiamenti sono pericolosi perché anche gli organi interni "crescono" e questo porta a cambiamenti nel sistema cardiovascolare e nervoso; Disturbi del sistema riproduttivo (infertilità, impotenza) causati da aumentati livelli di prolattina; La malattia di Itsenko-Cushing, l'eziologia di cui si trova in un eccesso di ormone adrenocorticotropo. La malattia è un'anomalia complessa, tra cui l'osteoporosi, il diabete, l'ipertensione e i disturbi mentali. Cambiamenti caratteristici nell'aspetto - la perdita di peso degli arti con una serie parallela di peso sul viso, sulle spalle, sull'addome.

La genesi delle anormalità nella ghiandola pituitaria può avere molti fattori. Uno di questi è l'adenoma pituitario o un tumore benigno della ghiandola pituitaria del cervello.

Un altro nome per la malattia è il prolattinoma. La deviazione può verificarsi durante lo sviluppo prenatale o la forma in qualsiasi anno di vita a seguito di trauma cranico o neuroinfection. È irto di disturbi del metabolismo endocrino, problemi alla vista e disturbi nervosi. Tradizionalmente, i pazienti si lamentano di mal di testa, movimento oculare disturbato. L'ultimo sintomo è dovuto alla posizione della ghiandola pituitaria nel cervello: i nervi oculomotori passano da ciascuno dei suoi lati, la cui pressione causa disturbi oftalmologici.

Il tumore schiaccia una certa parte della ghiandola pituitaria e inizia ad aumentare la produzione di quell'ormone, per la cui produzione sono responsabili le cellule spremute. Le parti rimanenti dell'ipofisi in questo momento sono meno intensamente funzionanti, quindi la produzione di altri ormoni diminuisce.

In questo caso, il medico prescrive una diagnosi del corpo ghiandolare. Come controllare l'ipofisi cerebrale - la domanda oggi è piuttosto semplice. Un moderno metodo di studio del cervello, la risonanza magnetica, consente di identificare le cause delle malattie, l'adenoma e stabilirne le dimensioni.

Il trattamento di una neoplasia può essere chirurgico (per grandi adenomi) o farmaco (per microadenomi). Il metodo di terapia è progettato per arrestare la crescita di adenoma e viene effettuato in concomitanza con il trattamento con onde radio. Se l'adenoma continua a crescere, è indicata l'escissione chirurgica.

Una mancanza di ormoni ipofisari di solito ha la seguente eziologia:

Flusso sanguigno indebolito; Emorragie cerebrali; Neuroinfezione (meningite, encefalite); esposizione; Alcuni farmaci; Lesione cerebrale traumatica; Adenoma ipofisario; Sottosviluppo della ghiandola pituitaria di natura congenita.

Se si sospetta una disfunzione ipofisaria, viene consultato un endocrinologo. Il principale metodo di ricerca è, nella tradizione, la raccolta e l'analisi della storia. Per la diagnosi, viene nominato uno studio del profilo ormonale (un test per il livello di un ormone). In alcuni casi, potrebbe essere necessaria una risonanza magnetica, la scansione TC del cervello.

Il compito principale delle misure terapeutiche è la normalizzazione dei livelli ormonali nel corpo umano. Nel caso di adenoma, la sua rimozione o arresto della crescita. La carenza di ormone implica la terapia sostitutiva, che spesso continua per tutta la vita del paziente. Questo metodo prevede l'assunzione di farmaci analoghi agli ormoni mancanti.

Gli adenomi, come già accennato, sono trattati con metodi non chirurgici (terapia farmacologica ed esposizione alle radiazioni) e chirurgici (rimozione di adenoma).

La scelta di un particolare metodo dipende dalla dimensione dell'adenoma, dalle condizioni del paziente, dalla presenza di controindicazioni al trattamento con un metodo o un altro. La prognosi è abbastanza favorevole per i piccoli adenomi. Le peggiori conseguenze sono i grandi adenomi ormonalmente attivi - anche dopo un'operazione eseguita con successo, c'è un alto rischio di recidiva nei primi 5 anni dopo l'intervento.

Un aumento (ipertrofia, iperplasia, adenoma) della ghiandola pituitaria del cervello - questi termini medici significano un aumento delle dimensioni della ghiandola endocrina.

Le ragioni per lo sviluppo della patologia non sono state stabilite con precisione, suggeriscono i seguenti fattori:

Eredità - se parenti erano violazioni, che sono suscettibili di presentarsi nella prossima generazione di infezioni lesioni cerebrali traumatiche (la meningite, la tubercolosi, la brucellosi) malattie da radiazioni è possibile aumentare la ghiandola pituitaria anteriore durante la gravidanza e l'allattamento (una norma fisiologica). Ma a volte portare un bambino diventa così stressante per il corpo della donna che porta alla crescita di un tumore pituitario, che non è stato diagnosticato prima.

I sintomi dipenderanno dalla dimensione del tumore:

I sintomi neurologici - forte mal di testa, sbalzi d'umore, vertigini, depressione sintomi comuni - dipende dalla attività ormonale-formazione (ipofisi, irsutismo femminile di Cushing, la funzione sessuale compromessa, l'atrofia dei genitali) sintomi di compressione del cervello - nausea, vomito, diminuzione visione, insonnia (manifestazione di ipertensione endocranica)

La diagnosi più accurata si basa sulla risonanza magnetica (MRI). Permette di impostare la dimensione del tumore, modificando le dimensioni della ghiandola pituitaria, i fuochi delle formazioni cistiche. Dopo lo studio, molti pazienti cominciano ad essere turbati dalla nebulosa conclusione: "Aumentare la dimensione verticale della ghiandola pituitaria". Cosa significa?

La prima opzione: è una variante fisiologica dello sviluppo dei sifoni delle arterie carotidi interne nella loro posizione vicina: un aumento della dimensione verticale della ghiandola pituitaria in assenza di cambiamenti focali patologici in essa.

Anche la seconda - menopausa in uomini e donne è normale.

Entrambe le opzioni non richiedono trattamento, è solo necessario monitorare e diagnosticare RM una volta all'anno.

Ma, sfortunatamente, a volte una conclusione simile parlerà di patologia:

Una variante estremamente rara di endocrinopatia autoimmune, in cui vi è lo sviluppo di tre malattie allo stesso tempo - malattia autoimmune della tiroide, diabete insipido e ipofisite autoimmune. Con queste malattie, le cellule del corpo iniziano ad attaccare i propri fratelli, considerandoli estranei. La malattia è spesso ereditaria. Il pieno recupero da queste malattie è impossibile. Ma alte dosi di glucocorticoidi possono fermare il processo. Crescita tumorale verticale - questo aumenterà la dimensione verticale della ghiandola pituitaria. Le tattiche di trattamento in questo caso saranno attese e dipendono dal tasso di crescita del tumore. Se ci sono segni di pressione sul chiasma visivo, si ricorre al trattamento chirurgico.

In ogni caso, se ti è stata fatta una diagnosi incomprensibile su una risonanza magnetica, non c'è bisogno di farsi prendere dal panico. Contatta uno specialista per chiarimenti e ricorda - con diagnosi e trattamento tempestivi, la maggior parte delle malattie può essere sconfitta!

L'autore dell'articolo: dottore Gural Tamara Sergeevna.

La malattia è registrata ogni dieci e la persona non sospetta di avere un adenoma ipofisario del cervello: i sintomi non sono chiaramente espressi. È una neoplasia benigna del tessuto della ghiandola proliferante. Non si verificano manifestazioni specifiche della malattia. E la maggior parte scoprirà i cambiamenti nel tessuto durante una risonanza magnetica in un'altra occasione.

L'ansia per l'adenoma cerebrale è giustificata: è la causa del disagio e del disagio del paziente. Consola che la crescita del tessuto è di natura ritardata, è curabile e che solo individualmente entra nella categoria delle neoplasie maligne.

La ghiandola pituitaria è una delle ghiandole più importanti del corpo. La regolazione delle ghiandole surrenali, della tiroide, degli organi riproduttivi dipende dalla produzione equilibrata di segreti:

Thyrotropic - stimolazione della ghiandola tiroidea, adrenocorticotropo - ghiandole surrenali, prolattina - allattamento, luteinizzante e follicolo-stimolante - testicoli, ovaie, somatotropa - crescita.

La quinta parte delle neoplasie nel tessuto cerebrale riguarda un adenoma pituitario del cervello. Microadenoma - fino a 10 mm e macroadenoma più di 10 mm appaiono in persone in età riproduttiva. Neoplasie del tessuto ghiandolare compaiono principalmente 30 - 40 anni di età. Ci sono stati casi di adenoma nei bambini.

La violazione dell'equilibrio ormonale viene eliminata a causa di trattamenti conservativi, interventi chirurgici, risultati positivi che influenzano i rimedi popolari. Raramente è richiesto un intervento chirurgico e sono state sviluppate tecniche con un intervento minimo da parte del chirurgo. Nel 40% dei casi vengono diagnosticate neoplasie passive non secernenti che non interessano gli ormoni. Ma con una crescita incontrollata e si preoccupano, ci sono lamentele ragionevoli da parte del paziente.

Non esiste una risposta esatta alla domanda circa le cause alla radice della comparsa di adenoma pituitario. Tuttavia, le circostanze che danno impulso alla malattia sono note:

Malattie neuroinfettive (encefalite, meningite, poliomielite) Irradiazione ionizzante, produttori di farmaci, tossina chimica o tossica durante lo sviluppo intrauterino, trauma cranico che ha causato emorragie, ereditarietà (adenomatosi endocrina, ipotriosi, uso improprio di contraccettivi orali e pazienti ereditari (adenomatosi endocrina, ipotriosi); in entrambi i sessi); gravidanza ripetuta, aborto.

Qualche millimetro di microadenoma può trasformarsi in un gigante fino a 5 cm o più. La crescita della ghiandola pituitaria, anche senza la manifestazione dell'iperfunzione delle secrezioni, è complicata dalla spremitura dei tessuti adiacenti. Sistemi e organi perturbati. I tumori di grandi dimensioni, se un adenoma ipofisario è stato trattato, anche chirurgicamente, entro 5 anni iniziano a riguadagnare le dimensioni, il che non è tipico per i piccoli: scompaiono nel 60% dei casi dopo il primo intervento.

Negli adenomi ormone-attivi della ghiandola pituitaria del cervello, una reazione positiva al trattamento è bassa: la guarigione completa si ottiene solo in un quarto dei pazienti. I tumori capaci di produrre ormoni portano all'iperfunzione della ghiandola pituitaria, alla depressione del corpo e allo sviluppo di malattie croniche. L'emorragia nel tumore agisce positivamente, contribuisce alla scomparsa o alla cessazione della crescita.

La diagnosi di adenoma ipofisario del cervello è difficile, i sintomi si manifestano implicitamente. La diagnosi è difficile, è in connessione diretta con l'attività ormonale della neoplasia, la ridondanza della riproduzione di un determinato ormone. La dimensione del tumore e la possibile tendenza ad aumentare giocano un ruolo. L'influenza latente sull'organismo con microadeno è registrata nel 10-15% dei pazienti. Neoplasie maligne sono rare.

L'adenoma ipofisario inattivo ormonale è accompagnato da:

Mal di testa costante: deterioramento visivo progressivo (inizia con una limitazione periferica), atrofia del nervo ottico, stanchezza cronica, svenimento, concezione persa, polineuropatia.

Tumori ipofisari

I tumori ipofisari sono un gruppo di neoplasie benigne, più raramente maligne del lobo anteriore (adenoipofisi) o del lobo posteriore (neuroipofisi) della ghiandola. I tumori ipofisari, secondo le statistiche, rappresentano circa il 15% delle neoplasie intracraniche. Sono ugualmente spesso diagnosticati in persone di entrambi i sessi, di solito all'età di 30-40 anni. La stragrande maggioranza dei tumori ipofisari sono adenomi, che sono suddivisi in diversi tipi a seconda delle dimensioni e dell'attività ormonale. I sintomi di un tumore pituitario sono una combinazione di segni di un processo intracerebrale voluminoso e disturbi ormonali. La diagnosi di un tumore pituitario viene effettuata conducendo una serie di studi clinici e ormonali, angiografia e risonanza magnetica cerebrale.

Tumori ipofisari

I tumori ipofisari sono un gruppo di neoplasie benigne, più raramente maligne del lobo anteriore (adenoipofisi) o del lobo posteriore (neuroipofisi) della ghiandola. I tumori ipofisari, secondo le statistiche, rappresentano circa il 15% delle neoplasie intracraniche. Sono ugualmente spesso diagnosticati in persone di entrambi i sessi, di solito all'età di 30-40 anni.

La ghiandola pituitaria è una ghiandola endocrina che svolge una funzione di coordinamento normativo in relazione ad alcune altre ghiandole endocrine. La ghiandola pituitaria si trova nella fossa della sella turca dell'osso sfenoidale del cranio, anatomicamente e funzionalmente collegata alla sezione del cervello - l'ipotalamo. Insieme all'ipotalamo, la ghiandola pituitaria è un singolo sistema neuroendocrino che assicura la costanza dell'omeostasi del corpo.

Nella ghiandola pituitaria ci sono due lobi: l'anteriore - adenoipofisi e la posteriore - neuroipofisi. Gli ormoni del lobo anteriore prodotti dalla adenoipofisi sono: prolattina, che stimola la secrezione del latte; ormone somatotropo che influenza la crescita dell'organismo attraverso la regolazione del metabolismo proteico; ormone stimolante la tiroide che stimola i processi metabolici nella ghiandola tiroidea; ACTH che regola la funzione delle ghiandole surrenali; ormoni gonadotropici che influenzano lo sviluppo e la funzione delle ghiandole sessuali. Nella neuroipofisi si forma l'ossitocina, che stimola la contrattilità dell'utero e l'ormone antidiuretico, che regola il processo di riassorbimento dell'acqua nei tubuli dei reni.

La proliferazione anormale delle cellule della ghiandola porta alla formazione di tumori della parte anteriore o posteriore dell'ipofisi e distrugge l'equilibrio ormonale. A volte meningioma - tumori delle meningi crescono nella ghiandola pituitaria; meno comunemente, la ghiandola è interessata da screening metastatici di neoplasie maligne di altri siti.

Cause dei tumori ipofisari

Le ragioni affidabili per lo sviluppo dei tumori ipofisari non sono completamente comprese, anche se è noto che alcuni tipi di tumori possono essere determinati geneticamente.

Tra i fattori che predispongono allo sviluppo dei tumori ipofisari sono le neuroinfezioni, la sinusite cronica, le lesioni craniocerebrali, i cambiamenti ormonali (anche dovuti all'uso prolungato di farmaci ormonali), gli effetti avversi sul feto durante la gravidanza.

Classificazione dei tumori pituitari

I tumori ipofisari sono classificati in base alla loro dimensione, posizione anatomica, funzioni endocrine, caratteristiche di colorazione microscopica, ecc. A seconda delle dimensioni del tumore, sono isolati microadenomi (meno di 10 mm nel diametro massimo) e macroadenomi (con il diametro maggiore di 10 mm) della ghiandola pituitaria.

Secondo la localizzazione nella ghiandola si distinguono i tumori della adenoipofisi e della neuroipofisi. I tumori ipofisari in topografia relativi alla sella turca e alle sue strutture circostanti sono endosellari (che si estendono oltre i confini della sella turca) e intrasellari (situati all'interno della sella turca). Tenendo conto della struttura istologica del tumore, la ghiandola pituitaria è divisa in neoplasie maligne e benigne (adenomi). Gli adenomi provengono dal tessuto ghiandolare dell'ipofisi anteriore (adenoipofisi).

Secondo l'attività funzionale, i tumori pituitari sono suddivisi in ormoni inattivi ("muti", insidentalomia) e adenomi ormone-attivi (che producono uno o l'altro ormone), che si trovano nel 75% dei casi. Tra i tumori pituitari ormonalmente attivi emettono:

  • adenoma somatotropo
  • ormone della crescita - un tumore pituitario che sintetizza l'ormone della crescita - l'ormone della crescita;
  • adenoma della prolattina
  • prolattinoma - un tumore pituitario che sintetizza l'ormone prolattina;
  • adenoma corticotropico
  • corticotropinoma - un tumore pituitario che secerne ACTH, stimolando la funzione della corteccia surrenale;
  • adenoma tireotropico
  • tireotropinoma - un tumore pituitario che secerne un ormone tireotropico che stimola la funzione della ghiandola tiroidea;

Adenomi produttori di Foltropina o lutropinici (gonadotropici). Questi tumori pituitari secernono gonadotropine, che stimolano la funzione delle ghiandole sessuali.

prolactinomas ormonale inattivi e tumori ipofisari sono i più comuni (35% dei casi, rispettivamente) e somatotropinprodutsiruyuschie ACTH producono adenoma - 10-15% di tutti i casi di tumori ipofisari, altri tumori formano raramente. Da caratteristiche microscopiche distinguere tumori ipofisari cromofobi (ormonale adenomi inattivo) acidophilus (prolactinoma, tirotropinomy, somatotropinomy) e basofili (gonadotropinoma, kortikotropinomy).

Sviluppo di tumori ipofisari ormonale attivi che producono uno o più ormoni può portare a ipotiroidismo centrale, sindrome di Cushing, acromegalia e gigantismo, o t. D. Danni kletkok con ormone della crescita producendo adenomi possono causare gipopituarizma stato (insufficienza ipofisaria). I tumori pituitari asintomatici sono osservati nel 20% dei pazienti, che vengono rilevati solo all'autopsia. Le manifestazioni cliniche dei tumori ipofisari dipendono dall'ipersecrezione di un ormone, dalle dimensioni e dal tasso di crescita dell'adenoma.

Sintomi di tumori pituitari

Con l'aumento del tumore pituitario, si sviluppano i sintomi del sistema endocrino e nervoso. Gli adenomi che producono somatotropina della ghiandola pituitaria causano acromegalia nei pazienti adulti o gigantismo, se si sviluppano nei bambini. Gli adenomi secernenti la prolattina sono caratterizzati da una crescita lenta, manifestata da amenorrea, ginecomastia e galattorrea. Se questi tumori ipofisari producono prolattina difettosa, allora non ci possono essere manifestazioni cliniche.

Gli adenomi che producono ACTH stimolano la secrezione degli ormoni della corteccia surrenale e portano allo sviluppo di ipercorticismo (morbo di Cushing). Solitamente tali adenomi crescono lentamente. Gli adenomi che producono la tirotropina spesso accompagnano il decorso dell'ipotiroidismo (insufficienza tiroidea funzionale). Possono causare la tireotossicosi persistente, che è estremamente resistente al trattamento farmacologico e chirurgico. Gli adenomi gonadotropici che sintetizzano gli ormoni sessuali negli uomini portano allo sviluppo della ginecomastia e dell'impotenza, nelle donne ai disturbi mestruali e al sanguinamento uterino.

Un aumento delle dimensioni di un tumore pituitario porta allo sviluppo di manifestazioni da parte del sistema nervoso. Poiché la ghiandola pituitaria è anatomicamente adiacente al chiasma ottico (chiasma ottico), quindi con un aumento della dimensione adenoma fino a 2 cm di diametro sviluppare minorazione visiva: perdita del campo visivo, gonfiore delle papille del nervo ottico e la sua atrofia, portando ad una diminuzione fino alla cecità.

I grandi adenomi ipofisari causano la compressione dei nervi cranici, accompagnata da sintomi di danno al sistema nervoso: mal di testa; visione doppia, ptosi, nistagmo, restrizione dei movimenti del bulbo oculare; convulsioni; naso che cola persistente; demenza e cambiamenti di personalità; aumento della pressione intracranica; emorragie nella ghiandola pituitaria con lo sviluppo di insufficienza cardiovascolare acuta. Con il coinvolgimento nel processo dell'ipotalamo, si possono osservare episodi di alterazione della coscienza. I tumori pituitari maligni sono estremamente rari.

Diagnosi di tumori ipofisari

Gli studi necessari in caso di sospetto tumore pituitario sono esami oftalmologici e ormonali approfonditi, neuroimaging dell'adenoma. Lo studio dell'urina e del sangue per gli ormoni consente di determinare il tipo di tumore ipofisario e il grado della sua attività. L'esame oftalmologico comprende una valutazione dell'acuità e dei campi visivi, che consente di valutare il coinvolgimento nel processo dei nervi ottici.

La neuroimaging del tumore pituitario consente la radiografia del cranio e la zona della sella turca, la risonanza magnetica e la TC del cervello. Radiograficamente, può essere determinato un aumento delle dimensioni della sella turca e dell'erosione del suo fondo, nonché un aumento della mascella inferiore e dei seni, ispessimento delle ossa del cranio e espansione degli spazi interdentali. Con l'aiuto della risonanza magnetica cerebrale è possibile vedere tumori ipofisari con un diametro inferiore a 5 mm. La tomografia computerizzata conferma la presenza di adenoma e le sue dimensioni esatte.

Nei macroadenomi, l'angiografia dei vasi cerebrali indica lo spostamento dell'arteria carotidee e consente la differenziazione del tumore pituitario con aneurisma intracranico. Nell'analisi del liquido cerebrospinale si può rilevare un aumento del livello di proteine.

Trattamento dei tumori ipofisari

Ad oggi, nel trattamento dei tumori ipofisari, l'endocrinologia utilizza tecniche chirurgiche, di radiazioni e farmaci. Per ogni tipo di tumori ipofisari esiste un'opzione di trattamento specifica e ottimale, scelta dall'endocrinologo e dal neurochirurgo. La rimozione chirurgica di un tumore pituitario è considerata la più efficace. A seconda delle dimensioni e della localizzazione dell'adenoma, la sua rimozione frontale viene eseguita attraverso un dispositivo ottico o la resezione attraverso l'osso a forma di cuneo del cranio. La rimozione chirurgica dei tumori ipofisari è completata dalla radioterapia.

I microadenomi ormonalmente inattivi vengono trattati con radioterapia. La radioterapia è indicata quando ci sono controindicazioni per il trattamento chirurgico, così come per i pazienti anziani. Nel periodo postoperatorio viene eseguita la terapia ormonale sostitutiva (con cortisone, tiroide o ormoni sessuali), se necessario, correzione del metabolismo degli elettroliti e terapia insulinica.

Tra i farmaci usati, gli agonisti della dopamina (cabergolina, bromocriptina) causano rughe dei tumori pituitari prolattina e ACTH-secernente, così come la ciproeptadina, che riduce il livello di corticosteroidi nei pazienti con sindrome di Cushing. Un metodo alternativo per il trattamento dei tumori ipofisari è quello di congelare una porzione del tessuto ghiandolare con una sonda inserita attraverso l'osso sfenoidale.

Prognosi per tumori ipofisari

Un'ulteriore prognosi per i tumori ipofisari è in gran parte determinata dalla dimensione degli adenomi, dalla possibilità di rimozione radicale e dall'attività ormonale. Nei pazienti con prolattinomi e somatotropinomi, il recupero completo della funzione ormonale è osservato in un quarto dei casi, con adenomi che producono adrenocorticotropina - nel 70-80% dei casi.

I macroadenomi della ghiandola pituitaria superiore a 2 cm non possono essere completamente rimossi, pertanto le loro recidive sono possibili durante il periodo di 5 anni dopo l'operazione.

Sindrome della sella turca vuota: cause, sintomi, trattamento

La sella turca è una formazione anatomica nell'osso sfenoide, una forma peculiare, analoga al nome. Nel suo centro c'è una depressione - la fossa pituitaria, in cui si trova l'importante organo endocrino - la ghiandola pituitaria. Separa la fossa ipofisaria dallo spazio subaracnoideo del cosiddetto diaframma della sella turca, rappresentato dalla dura madre. Ha un buco che consente il passaggio del gambo ipofisario, che collega questa struttura cerebrale ad un altro, l'ipotalamo.

C'è una condizione patologica in cui le membrane del rigonfiamento del cervello (prolabiruyut) nella fossa pituitaria, stringendo la ghiandola pituitaria. Si diffonde sulla sella, che si manifesta con un complesso di disturbi neurologici, oftalmici e neuroendocrini. È questa patologia che viene chiamata la sindrome della sella turca vuota. A proposito del perché si verifica e di quanto manifestato, così come i principi di diagnosi e trattamento di questo complesso di sintomi saranno discussi nel nostro articolo. Ma prima vorremmo darti qualche informazione storica.

Sfondo storico e statistiche

La sindrome di una sella turca vuota... Molti dei lettori sono perplessi sul misterioso nome di questa patologia. Ma tutto è abbastanza semplice.

Questo termine è stato proposto a metà del secolo scorso. Il patologo V. Bush ha studiato il materiale di oltre 700 persone che sono morte a causa di varie malattie non correlate alla ghiandola pituitaria, e improvvisamente ha trovato un fatto interessante. 40 cadaveri (34 di questi erano di sesso femminile) mancavano quasi del tutto il diaframma della sella turca, e la ghiandola pituitaria era sparsa sul fondo con uno strato sottile. A prima vista, sembrava vuoto. Lo specialista si interessò alla sua scoperta e le diede il nome di "sindrome della sella turca vuota".

I sintomi associati a questa patologia sono stati stabiliti quasi 20 anni dopo - nel 1968. Più tardi, gli scienziati hanno suggerito di distinguere tra 2 forme di questa sindrome, di cui parleremo nella sezione appropriata.

Secondo le statistiche, questa anomalia è presente in quasi ogni decimo abitante del nostro pianeta ed è più comune nelle donne. Di norma, non si manifesta e viene scoperto per caso durante l'esame di qualsiasi altra malattia. Tuttavia, per alcune persone, la sindrome di una sella turca vuota provoca ancora un certo numero di determinati sintomi, che in un modo o nell'altro peggiorano la qualità della vita di tali pazienti.

Tipi di patologia

Classificare questa condizione patologica, a seconda dei fattori che lo hanno causato. Assegna forme primarie e secondarie. La Primaria sorge da sola, senza le malattie ipofisarie che la precedono. Il secondario potrebbe essere dovuto a:

  • emorragie nel tumore pituitario;
  • pronto, radioterapia o trattamento farmacologico di alcune malattie della ghiandola pituitaria;
  • processi infettivi nel sistema nervoso centrale.

Cause e meccanismo di sviluppo

La sindrome della sella turca vuota si forma sotto la condizione di insufficienza del suo diaframma. Quest'ultimo può essere sia primario (che si svolge già alla nascita) che secondario (acquisito).

Nell'adolescenza, durante la gravidanza o la menopausa, così come in altre condizioni accompagnate da una ristrutturazione endocrina del corpo, c'è un'iperplasia transitoria (aumento delle dimensioni) dell'ipofisi e delle sue gambe. Può anche essere osservato sullo sfondo dell'uso a lungo termine da parte della donna di contraccettivi ormonali combinati e terapia ormonale sostitutiva per l'insufficienza primaria delle funzioni di questo organo.

La ghiandola pituitaria ingrandita preme sul diaframma, che porta al suo assottigliamento e aumento del diametro del foro. Successivamente, la dimensione della ghiandola pituitaria ritorna normale, e l'insufficienza del diaframma non scompare da nessuna parte, questa struttura non ripristina le sue funzioni.

La situazione è aggravata da un aumento della pressione intracranica, che può verificarsi in neoplasie cerebrali, lesioni alla testa o neuroinfections. Aumenta la probabilità che l'apertura del diaframma della sella turca si allarghi ulteriormente.

Una conseguenza del fallimento del diaframma è la diffusione della pia madre alla cavità della sella turca. Strizzano la ghiandola pituitaria, riducendo la dimensione verticale di questa ghiandola, premendola contro le pareti e il fondo della sella.

Le cellule ipofisarie, anche con un pronunciato effetto esterno su di esse, continuano a funzionare all'interno della norma fisiologica. I sintomi caratteristici di questa patologia derivano da una violazione del controllo dell'ipotalamo sulla ghiandola pituitaria causata da cambiamenti nell'anatomia di queste strutture cerebrali.

Nelle immediate vicinanze della sella turca c'è la croce dei nervi ottici - chiasm opticus. I cambiamenti patologici in questa regione anatomica portano a una tensione dei nervi ottici o disturbano la loro circolazione. Clinicamente, questo si manifesta nei disturbi della vista di un paziente.

sintomi

Le manifestazioni cliniche della sindrome della sella turca vuota sono irregolari - alcuni sintomi vengono periodicamente rimpiazzati da altri.

Da parte del sistema nervoso tali disturbi sono possibili:

  1. Mal di testa. Questo è il sintomo più comune di questa patologia. Tuttavia, non ha alcune caratteristiche. La sua intensità varia da lieve a grave, la durata - da parossistica a quasi costante. Assente anche la chiara localizzazione del dolore.
  2. Disturbi vegetativi I pazienti possono lamentarsi di:
  • gocce di pressione sanguigna;
  • insorgenza improvvisa di brividi;
  • sensazione di mancanza di respiro e mancanza di respiro;
  • ansia e paura;
  • un aumento della temperatura corporea a valori subfebrilari (di norma non superiori a 37,5-37,6 ° C) non associati a patologie somatiche o infettive;
  • dolori di natura spastica nell'addome o negli arti;
  • vertigini fino alla perdita di coscienza a breve termine.

3. Irritabilità, labilità mentale, ridotto interesse nella vita.

I disturbi del sistema endocrino sono associati ad una ridotta (aumentata o diminuita) produzione di ormoni ipofisari. Potrebbe essere:

  • l'iperprolattinemia (il rilascio di un gran numero di prolattina porta a disturbi nella sfera sessuale sia nelle donne che negli uomini);
  • acromegalia (associata ad una maggiore sintesi dell'ormone della crescita);
  • Malattia di Itsenko-Cushing (conseguenza dell'eccessiva secrezione di ormone adrenocorticotropo da parte delle cellule ipofisarie);
  • diabete insipido (si verifica quando c'è una deficienza di vasopressina secreta dalle cellule dell'ipotalamo, o è una conseguenza di una violazione del processo di espulsione dall'ipofisi nel sangue);
  • sindrome metabolica;
  • ipopituitarismo - parziale o totale (ridotta secrezione di uno o più ormoni ipofisari in una sola volta).

I disturbi dell'organo della vista dipendono dal grado di disturbo dell'erogazione di sangue ai nervi ottici e dalla circolazione del liquido cerebrospinale negli spazi aracnoidi. Un paziente può sperimentare:

  • il dolore dietro il bulbo oculare di intensità variabile, accompagnato da una doppia visione, lacrimazione, offuscamento del campo visivo, lampeggia su di esso (fotopsie);
  • patologia dei campi visivi (punti neri in essi (scotomi), perdita della metà (emianopsia));
  • diminuzione dell'acuità visiva (il paziente nota semplicemente che improvvisamente ha cominciato a vedere peggio);
  • gonfiore e arrossamento della testa del nervo ottico, rilevato da un oftalmologo durante l'oftalmoscopia.

Principi di diagnosi

Il processo di diagnosi comprende 3 fasi:

  • la raccolta del dottore di reclami di paziente, dati di anamnesi e un esame oggettivo di esso (in questa fase, di regola, una diagnosi preliminare è istituita);
  • test di laboratorio;
  • diagnostica strumentale.

Considera ciascuno di essi in modo più dettagliato.

Reclami, storia, esame obiettivo

È possibile sospettare la sindrome primaria di una sella turca vuota se vi è una lesione cerebrale traumatica nella storia del paziente, specialmente ripetuta, in pazienti di sesso femminile - un numero elevato di gravidanze, l'uso prolungato di farmaci contraccettivi ormonali.

Spingere il medico a pensare a questa patologia di natura secondaria aiuterà le informazioni sui tumori pituitari precedentemente esistenti, su quale intervento neurochirurgico è stato eseguito o è stata prescritta la radioterapia.

Obiettivamente, è possibile rilevare i segni delle condizioni e delle malattie descritte nella sezione precedente.

Diagnosi di laboratorio

Qui è importante sottoporsi ad un esame del sangue per il livello di uno o un altro ormone pituitario, i cui segni di violazione si verificano in un particolare paziente (prolattina, ACTH, somatotropina e altri).

Attiriamo l'attenzione del lettore sul fatto che i disturbi ormonali accompagnano questa patologia in nessun modo, quindi, il livello normale nel sangue anche di ciascuno degli ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria non esclude la diagnosi di questa sindrome.

Metodi di diagnostica strumentale

I più importanti sono i metodi di imaging - imaging a risonanza magnetica o computazionale, e il secondo di questi metodi presenta vantaggi significativi rispetto al primo.

Le immagini mostrano la seguente immagine: nella cavità della sella turca c'è il liquore; ghiandola pituitaria significativamente ridotta in dimensioni verticali (3 mm o meno), ha una forma irregolare (appiattita), spostata sulla parete posteriore o sul fondo della sella.

La risonanza magnetica può anche rilevare segni indiretti di aumentata pressione intracranica: l'espansione dei ventricoli del cervello e di altri spazi contenenti liquido cerebrospinale.

Tra i metodi diagnostici più accessibili al pubblico, è possibile notare la radiografia mirata dell'area della sella turca. L'immagine mostrerà una diminuzione della ghiandola pituitaria, e la cavità della sella, rispettivamente, appare vuota. Tuttavia, le possibilità di questo metodo di ricerca non ci permettono di affermare in modo affidabile la presenza o l'assenza della sindrome della sella turca vuota.

Tattiche di trattamento

Lo scopo delle misure terapeutiche è la correzione dei disturbi del sistema nervoso, endocrino e dell'organo della visione. A seconda delle caratteristiche della patologia in un particolare paziente, può essere raccomandato un trattamento medico o un intervento chirurgico.

Se la sindrome della sella turca viene scoperta per puro caso, non mostra alcun sintomo, non provoca disagio al paziente, in questo caso non richiede trattamento. Tali pazienti devono essere monitorati e periodicamente esaminati in modo che il medico possa rilevare in tempo un possibile deterioramento della loro condizione.

Trattamento farmacologico

  • Con i disturbi ormonali confermati in laboratorio sotto forma di una carenza nel sangue dei singoli ormoni, viene somministrata la terapia ormonale sostitutiva - la sostanza mancante viene introdotta nel corpo dall'esterno.
  • Se si manifestano sintomi di disturbi autonomici, la terapia sintomatica viene prescritta al paziente (sedativi, abbassamento della pressione sanguigna, antidolorifici e altri farmaci).

L'ipertensione intracranica non è soggetta a correzione con farmaci, passerà da sola dopo che la causa di esso è stata eliminata.

Trattamento chirurgico

In alcune situazioni cliniche, senza l'intervento di un neurochirurgo, purtroppo, non è possibile farlo. Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • rilassamento del chiasma ottico nell'apertura dilatata del diaframma, accompagnato da spremitura;
  • perdita di liquido cerebrospinale (CSF) attraverso il fondo assottigliato della sella turca; Questo sintomo è chiamato "liquore" e si manifesta clinicamente con la scadenza di un liquido incolore (quel liquore) dai passaggi nasali del paziente.

Nel primo caso viene eseguita la fissazione transfenoidale del chiasma ottico (chiasma) - in questo modo vengono eliminati la sua compressione e cedimento.

Per eliminare il liquido cerebrospinale, eseguire il muscolo tampone a sella turca.

conclusione

La sindrome vuota della sella turca è una patologia che si verifica in quasi il 10% della popolazione del nostro pianeta.

In alcuni, è asintomatico e si trova solo dopo la morte - all'autopsia. In altri, inoltre, non si manifesta e viene diagnosticato completamente per caso - quando conduce ricerche su una malattia diversa. Nel terzo (sono meno fortunati), la sindrome della sella turca è accompagnata da un complesso di sintomi variabili e variabili, che spesso peggiorano significativamente la loro qualità di vita.

Lo standard diagnostico è la risonanza magnetica. Altri metodi di ricerca non consentono di giudicare con assoluta certezza se il paziente ha questa patologia o meno.

Le tattiche di trattamento, a seconda delle caratteristiche del decorso della malattia, variano dall'osservazione dinamica al trattamento medico e persino all'intervento chirurgico. La prognosi è anche ambigua: alcuni pazienti vivono felici e contenti, persino inconsapevoli dell'esistenza di una tale patologia, altri sentono disagio in relazione ad esso e sono costretti a prendere costantemente i farmaci.

Quale dottore contattare

Se si verificano mal di testa e anomalie persistenti negli organi interni, in particolare aumento di peso, ipertensione e perdita della vista, è necessario contattare un neurologo. Sono richiesti il ​​consulto dell'endocrinologo e lo studio del background ormonale. Un paziente viene esaminato da un oftalmologo per diagnosticare il danno del nervo ottico. Se necessario, un'operazione neurochirurgica.

Clinica di ricerca "MedHalp", un film informativo sul tema "Sindrome vuota sella turca":

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Ipertiroidismo (ipertiroidismo) - trattamento dei rimedi popolari. Secondo i materiali del giornale Vestnik HLS.Sintomi e trattamento dell'ipertiroidismo tiroideo.

Il testosterone è un ormone sessuale prodotto dalle ghiandole surrenali. È responsabile della resistenza fisica e dell'attività sessuale dei rappresentanti del sesso più forte.

Il compito delle moderne istituzioni mediche non è solo quello di trattare i pazienti per varie malattie, ma anche di prevenire lo sviluppo di condizioni patologiche e determinarle anche nelle prime fasi, quando le misure terapeutiche hanno più successo.