Principale / Ipoplasia

Diagnosi dell'osteoporosi

L'osteoporosi è una malattia che è progressivamente di natura sistemica ed è accompagnata da una diminuzione della densità con un ulteriore cambiamento nella struttura del tessuto osseo.

Attualmente, il problema della diagnosi di osteoporosi rimane pienamente compreso, quindi la definizione di questo disturbo non presenta alcuna difficoltà.

Per la diagnosi di osteoporosi, il paziente viene accuratamente esaminato.

Di norma, la diagnostica moderna di alta qualità dell'osteoporosi è complessa e si basa sulla valutazione dei reclami dei pazienti, dei dati di ispezione e dei risultati degli studi di laboratorio e strumentali. Sui metodi più informativi e comuni, su come determinare l'osteoporosi, e saranno discussi in questo articolo.

Diagnosi dell'osteoporosi: da dove cominciare?

Prima di verificare le condizioni delle ossa per l'osteoporosi utilizzando metodi di laboratorio e strumentali, è necessario determinare i fattori che potrebbero influenzare lo sviluppo dello stato patologico del tessuto osseo.

Questo può essere fatto raccogliendo accuratamente dati anamnestici, esaminando il paziente ed esaminando la sua scheda ambulatoriale.

I fattori più tipici per lo sviluppo dell'osteoporosi oggi sono:

  • problemi del tratto gastrointestinale, che sono accompagnati da una violazione dell'assorbimento del calcio;
  • carenza di vitamina D;
  • malattie endocrine;
  • basso rapporto massa corporea;
  • l'obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • menopausa precoce;
  • la presenza di deformità spinali e altri elementi ossei;
  • quantità insufficiente di prodotti contenenti calcio nella dieta umana;

Su come essere cibo per l'osteoporosi, leggi questo articolo...

  • uso a lungo termine di steroidi;
  • lungo periodo di recupero dopo lesione ossea.
  • Materiali speciali, ad esempio, il questionario "Osteoporosi nelle donne", "Osteoporosi e qualità della vita", "Osteoporosi e sindrome del dolore" aiuteranno a conoscere meglio i vari fattori di rischio per l'osteoporosi e le sue principali manifestazioni e fasi.

    La diagnosi precoce dell'osteoporosi è uno dei modi per prevenire lo sviluppo della malattia. Leggi altre misure preventive in questo articolo...

    Metodi di diagnosi dell'osteoporosi

    Se una persona ha diversi fattori di rischio per l'osteoporosi e una storia di fratture ossee, il medico suggerirà prontamente che tale paziente venga esaminato per determinare la densità minerale ossea, che è chiamata densitometria. L'analisi della densitometria dell'osteoporosi, il cui costo dipende interamente dal metodo di attuazione, è una stima della densità delle ossa, cioè del coefficiente della loro saturazione con il calcio.

    Attualmente, i metodi più informativi per la diagnosi dell'osteoporosi sono considerati:

    • densitometria per computer ad ultrasuoni;
    • Densitometria a raggi X;
    • analisi del sangue biochimica per l'osteoporosi.

    Imparerai di più sulla densitometria dal video:

    Densitometria ad ultrasuoni per computer

    Questo è il metodo più comune per diagnosticare l'osteoporosi. L'essenza della tecnica si basa sulla determinazione della velocità degli ultrasuoni attraverso tessuti con diversi indici di densità: i tessuti con alta densità trasmettono onde ultrasoniche molto più velocemente rispetto alle strutture meno dense.

    Più lentamente l'ultrasuono passa attraverso l'osso, più bassa è la sua densità minerale e, di conseguenza, più alto è il grado di osteoporosi.

    L'esame ecografico per l'osteoporosi viene effettuato con l'ausilio di speciali attrezzature super sensibili. Un medico, guidando un sensore nei luoghi di proiezione delle ossa colpite dal processo patologico, ha la capacità di visualizzare i dati ottenuti e di registrarli su supporti digitali per studiare questi risultati in dinamica. Il metodo della densitometria a ultrasuoni è molto sensibile, il che gli consente di rispondere con la massima precisione ai più piccoli cambiamenti negli indicatori di densità ossea.

    Tali qualità rendono questo metodo di ricerca efficace per diagnosticare le forme iniziali del processo patologico nelle ossa, quando la perdita di densità minerale non supera il 4% del totale.

    La densitometria ad ultrasuoni è il metodo più comune per diagnosticare l'osteoporosi.

    I vantaggi più significativi della densitometria a ultrasuoni includono:

    • assoluta innocuità del metodo, quando l'analisi dell'osteoporosi - la densitometria mediante onde ultrasoniche non pone alcuna minaccia alla salute e al normale funzionamento del corpo umano;
    • ricerca altamente informativa;
    • disponibilità e metodi relativamente economici;
    • velocità di ottenimento dei risultati: la densitometria dell'osteoporosi consente di determinare in pochi minuti dall'inizio dello studio;
    • mancanza di controindicazioni alla procedura;
    • metodo indolore.

    La densitometria ad ultrasuoni non ha controindicazioni, quindi è un metodo universale per determinare la densità ossea, che può essere applicata anche a persone con gravi patologie, donne in gravidanza e bambini.

    Indicazioni assolute per l'esame delle ossa con ultrasuoni sono:

    • età (per le donne ha 40 anni, e per gli uomini è 60);
    • i primi segni di osteoporosi nelle donne che hanno partorito molte volte o sono stati allattati al seno per più di un anno;
    • menopausa precoce o patologica;
    • fratture frequenti;
    • disfunzione delle ghiandole paratiroidi;
    • assumendo farmaci che lavano le ossa di calcio.

    Densitometria a raggi X.

    La densitometria a raggi X è un metodo abbastanza preciso, ma sfortunatamente non è il metodo più sicuro per determinare la densità ossea.
    La radiografia in osteoporosi consente di esaminare sul soggetto di questa malattia tali parti dello scheletro come la parte bassa della schiena, il collo del femore, la zona di distorsione, l'articolazione del polso e simili.

    Lo studio è un metodo molto efficace e accurato, ma ha una serie di controindicazioni a causa della sua capacità di irradiare il tessuto.

    Ecco perché la diagnosi di osteoporosi nelle donne in una posizione interessante, bambini, pazienti gravemente malati è impossibile.

    La densitometria a raggi X, essendo uno dei primi metodi per studiare lo stato di salute del tessuto osseo, continua a migliorare e svilupparsi nel nostro tempo. Questa tendenza a limitare l'effetto dannoso sul corpo umano ci consente di raccomandare questa procedura a un numero crescente di pazienti. Un medico può vedere l'osteoporosi su un'immagine a raggi X consentendo l'esclusiva capacità dei raggi X di indebolirsi quando passa attraverso le strutture ossee, il che rende possibile per uno specialista valutare la loro densità minerale superficiale.

    La densitometria a raggi X è un metodo molto accurato per diagnosticare l'osteoporosi

    Segni radiografici di osteoporosi - una quantità ridotta di minerali in relazione alla superficie totale del tessuto osseo che la radiografia ha superato. L'accuratezza e la disponibilità e, cosa più importante, l'elevato contenuto informativo di questa procedura lo hanno reso un'ottima alternativa alla più costosa densitometria a ultrasuoni.

    Entrambi i metodi hanno entrambi i loro lati positivi e, naturalmente, negativi.

    Pertanto, la questione della fattibilità dell'utilizzo di una o di un'altra opzione diagnostica per l'osteoporosi in un paziente deve essere decisa esclusivamente dal medico curante.

    Esame biochimico per l'osteoporosi

    Questo metodo consiste nel determinare gli indicatori del metabolismo nelle ossa, come la migliore opzione per un ulteriore esame del paziente.

    L'osteoporosi può essere diagnosticata non solo dai risultati degli studi strumentali. La diagnosi di laboratorio dell'osteoporosi, che si basa sulla determinazione quantitativa dei livelli ormonali delle ghiandole endocrine (tiroide, paratiroide, sesso) nel sangue umano, così come la concentrazione di microelementi responsabili della costruzione del tessuto osseo (calcio, magnesio, fosforo), aiuterà il medico a suggerire lo sviluppo di questo disturbo. nell'urina del mattino del paziente. Questi e altri indicatori nella pratica medica sono chiamati "marcatori dell'osteoporosi" e sono fattori significativi che possono confermare la presenza di un processo patologico e determinare la natura della sua origine.

    La diagnosi di laboratorio dell'osteoporosi aiuterà il medico a diagnosticare l'osteoporosi

    Spetta al medico decidere quali test adottare nell'osteoporosi, basandosi sui risultati degli studi densitometrici, sulla storia del paziente, sui reclami e sulle manifestazioni cliniche del disturbo.

    La diagnostica biochimica consente non solo di determinare la malattia nelle prime fasi del suo sviluppo, ma è anche un metodo molto istruttivo per monitorare l'efficacia del trattamento, che già dopo 8 settimane dall'inizio della terapia consente una valutazione della sua efficacia o inadeguatezza.

    Quando si esamina un paziente affetto da osteoporosi, sono obbligatorie le seguenti prove di laboratorio:

    • determinazione del livello degli ormoni tiroidei (TSH, T4);
    • analisi del sangue per gli ormoni sessuali (per gli uomini - testosterone, per le donne - estrogeni);
    • ricerca quantitativa sul calcio ionizzante;
    • determinazione dei titoli dell'ormone paratiroideo;
    • controllo del livello di vitamina D attiva (25-idrossivitamina D).

    Altri tipi e metodi per determinare l'osteoporosi

    Il metodo che consente di determinare i fuochi dell'osteoporosi, che rimangono inosservati anche con raggi X e tomografia, è la scintigrafia. Si basa sull'uso del contrasto di tecnezio fosfato. La capacità di un mezzo di contrasto di penetrare nel tessuto osseo dipende dalla qualità del metabolismo e del flusso sanguigno nella zona interessata.
    Per i dettagli sul metodo, guarda il video:

    Le aree con elevato apporto di sangue e metabolismo che si verificano in fratture, metastasi, processi infettivi, iperparatiroidismo, osservano lo scintogramma come "punti caldi".

    In alcuni casi, i risultati dell'indagine richiedono una diagnosi differenziale, ad esempio per determinare la vera natura del processo patologico: la presenza di fratture nascoste, osteoporosi o metastasi.

    Di più su cosa è la scintigrafia, l'osteoporosi o le metastasi sono visualizzate su uno scintigrammo e quali alternative esistono per questo studio, il medico curante spiegherà meglio al paziente.

    La risonanza magnetica è un metodo high-tech, innovativo e supersensibile per diagnosticare lo stato degli organi interni e dei sistemi corporei, inclusa la determinazione della densità ossea. I risultati di tale indagine ci permettono di stimare i cambiamenti morfologici nei tessuti e di rintracciare la loro funzionalità. La risonanza magnetica ti consente di ottenere un'immagine a contrasto degli organi interni su qualsiasi piano senza radiazioni ionizzanti e l'introduzione di sostanze chimiche. La RMN è usata raramente per determinare la densità minerale ossea. Ciò è dovuto all'alto costo del metodo e alla sua tendenza alla sovradiagnosi.

    Per la diagnosi di osteoporosi, la risonanza magnetica viene raramente utilizzata.

    Maggiori informazioni sul metodo di risonanza magnetica in questo articolo.

    I test genetici possono aiutare a valutare i potenziali rischi dell'osteoporosi. Una ricerca genetica completa consente di identificare le violazioni nei geni responsabili della sintesi di vitamina D, collagene, funzionalità recettoriale per l'ormone paratiroideo e molto altro. Naturalmente, anche se il metodo mostra un'alta propensione della persona a sviluppare l'osteoporosi, questo non è ancora un motivo per arrabbiarsi e iniziare immediatamente il trattamento. La profilassi periodica sarebbe sufficiente per evitare una futura riduzione della densità ossea.

    Un esame completo e completo consente di determinare la diagnosi totale dell'osteoporosi. Risposte più esaurienti alle domande su quale sia l'analisi dell'osteoporosi, il nome dello studio più informativo, dove chiedere aiuto può essere ottenuto da un medico esperto. Non ritardare con l'appello al medico!

    Densitometria ossea nella diagnosi di osteoporosi

    La densitometria ossea è uno dei metodi per studiare il sistema osseo. La determinazione della densità minerale ossea (BMD) è possibile solo con densitometria ossea. I progressi dell'ingegneria negli ultimi decenni portano al rapido sviluppo di metodi non invasivi per determinare la massa ossea e la densità minerale. Nel mio precedente articolo, Diagnosi dell'osteoporosi, ho parlato di altri metodi di diagnostica a raggi X dell'osteoporosi, quindi consiglio di leggerlo prima in modo che sia più chiaro di cosa parlerà questo articolo.

    I densitometri a raggi X e fotonici sono attualmente utilizzati per valutare la BMD. I fotoni, a loro volta, sono divisi in mono- e dicromatici. I densitometri monocromatici determinano la densità minerale nelle ossa dello scheletro periferico (calcagno, ossa dell'avambraccio). Su densitometri dicromatici è possibile determinare la BMD nelle ossa centrali (colonna vertebrale, collo del femore).

    Il meccanismo d'azione della densitometria fotonica si basa sulla diretta dipendenza del cambiamento nel fascio di fotoni sulla massa ossea minerale, che è determinata dal numero di fotoni assorbiti nel punto del passaggio del fascio. Durante questa procedura, vengono esaminate la massa minerale ossea e la densità minerale ossea.

    I densitometri a raggi X rispetto a quelli a fotoni hanno una risoluzione maggiore a causa dell'uso di un più potente flusso di radiazioni ionizzanti. Il vantaggio di un densitometro a raggi X è anche un tempo di scansione più breve e una maggiore precisione nella misurazione della densità ossea (un errore non superiore all'1-2%).

    Tra i densitometri a raggi X, vi è anche l'assorbimetria a raggi X a doppia energia, che è abbreviata con DEXA. Fornisce l'immagine più accurata dell'area scansionata, offre l'opportunità di vedere e valutare gli spazi intervertebrali, cosa impossibile con la densitometria fotonica.

    Recentemente, la densitometria a ultrasuoni è stata attivamente sviluppata. Con questo tipo di densitometria ossea, viene stimata la velocità dell'onda ultrasonica che passa attraverso l'osso.

    L'area da esaminare è immersa nell'acqua o spalmata di gel. Lo svantaggio del metodo è l'errore in caso di insufficiente contatto acustico. Di solito vengono esaminati il ​​calcagno, la parte centrale della tibia (osso del polpaccio), la falange delle dita, la rotula o il raggio del polso.

    Naturalmente, l'accuratezza della misurazione è inferiore a quella di DEXA e pertanto i risultati non possono essere utilizzati come base per la diagnosi e la prescrizione del trattamento.

    I vantaggi di questo metodo possono essere considerati l'assenza di esposizione alle radiazioni e il basso costo. Pertanto, è stato deciso di utilizzare la densitometria ad ultrasuoni come studio di screening per le persone con una possibile patologia del metabolismo osseo. Dopo il rilevamento delle modifiche in questi pazienti vengono inviati al metodo di studio DEXA.

    Valutazione della densitometria ossea

    La densitometria non misura la densità minerale ossea stessa, ma i criteri T e Z vengono valutati.

    Il criterio T è il numero di deviazioni standard sopra e sotto il picco medio della massa ossea delle giovani donne di età compresa tra 30 e 35 anni. La diminuzione di questo criterio si verifica con una diminuzione della massa ossea con l'aumentare dell'età.

    Il criterio Z è il numero di deviazioni standard superiori o inferiori alla media dell'età media. Con questo criterio, la normale densità ossea diminuisce con l'età.

    Tuttavia, i criteri per la presenza o l'assenza di osteoporosi, così come il grado di espressione, sono sviluppati dall'OMS e si basano sulla definizione del test T.

    La definizione più importante è la BMD nella colonna vertebrale e nel collo del femore come i siti delle fratture più gravi, e pertanto DEXA è lo standard per la diagnosi dell'osteoporosi.

    La stima della densità minerale ossea con densitometria è raccomandata una volta all'anno.

    Ecco un'interpretazione degli indici di densità minerale ossea:

    Norma: criterio T non superiore a -1 deviazione standard (DS) dalla massa ossea di picco

    Osteopenia (manifestazioni iniziali):

    • Grado 1: T-test da -1 a -1,5 SD
    • 2 gradi: T-test da -1,5 a -2 SD
    • Grado 3: T-test da -2 a -2,5 SD

    Osteoporosi: test T più di -2.5 SD

    Osteoporosi grave: test T più di -2,5 DS in presenza di fratture nella storia

    Vi consiglio di leggere l'articolo "Trattamento dell'osteoporosi", che descrive tutti i moderni metodi di trattamento di questa malattia.

    Con calore e cura, l'endocrinologa Dilyara Lebedeva

    LiveInternetLiveInternet

    -categorie

    • Audiolibri (1)
    • Apprendimento delle lingue straniere (1)
    • Arte - 1 (50)
    • Arte - 2 (50)
    • Arte - 4 (17)
    • Art-3 (50)
    • COMPUTER. (42)
    • CIBO MEDICO - 1 (50)
    • CIBO MEDICO -3 (49)
    • Nutrizione medica -4 (44)
    • MEDICAL FOOD- 2 (50)
    • Persone e destini - 2 (36)
    • Persone e destini -1 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 1 (50)
    • MEDICINA PER TE - 13 (50)
    • Medicina per voi - 16 (49)
    • MEDICINA PER VOI - 17 (50)
    • MEDICINA PER TE - 19 (49)
    • MEDICINA PER VOI - 2 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 20 (48)
    • MEDICINA PER VOI - 22 (47)
    • MEDICINA PER VOI - 4 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 5 (50)
    • MEDICINA PER VOI - 6 (50)
    • Medicina per voi - 7 (49)
    • MEDICINA PER TE - 9 (49)
    • MEDICINA PER TE -10 (50)
    • MEDICINA PER TE -11 (50)
    • MEDICINA PER TE -12 (50)
    • MEDICINA PER TE -14 (50)
    • MEDICINA PER TE -15 (50)
    • MEDICINA PER TE -18 (50)
    • MEDICINA PER TE -3 (50)
    • MEDICINA PER TE -8 (50)
    • MEDICINA PER TE _21 (49)
    • MUSIC - 2 (50)
    • MUSICA -1 (50)
    • MUSIC -3 (12)
    • Medicina popolare (48)
    • Medicina scientifica (22)
    • Saggi su Venezia. (2)
    • Saggi su Parigi. (29)
    • GIOCATORI (2)
    • Congratulazioni (19)
    • Utile per il diario (15)
    • Psicologia (51)
    • PSICOLOGIA - 2 (12)
    • Storie. (25)
    • RELAX (2)
    • Satira and Humor (2)
    • SESSO E SALUTE - 2 (50)
    • SESSO E SALUTE - 3 (49)
    • SESSO E SALUTE -1 (50)
    • ARTISTI MODERNI. (8)
    • Paesi e continenti. (27)
    • MOVIES (11)
    • Immagini (31)
    • ENCICLOPEDIA E DIZIONARI (1)

    -applicazioni

    • CartolineCatalogo rigenerato di cartoline per tutte le occasioni
    • Gioco online "Empire" Trasforma il tuo piccolo castello in una potente fortezza e diventa il dominatore del più grande regno nel gioco Goodgame Empire. Costruisci il tuo impero, espanderlo e proteggerlo dagli altri giocatori. B
    • Gioco online "Big Farm" Uncle George ti ha lasciato la sua fattoria, ma sfortunatamente non è in ottime condizioni. Ma grazie al tuo senso degli affari e all'aiuto di vicini, amici e parenti che sei in grado di trasformare
    • Sempre non c'è dialogo disponibile ^ _ ^ Ti permette di inserire un pannello con un codice Html arbitrario nel tuo profilo. Puoi posizionare banner, contatori, ecc.
    • Programma TV Un comodo programma TV per la settimana, fornito da Akado TV Guide.

    -musica

    -Sempre a portata di mano

    -Cerca per diario

    -Iscriviti per e-mail

    -statistica

    La densitometria ossea è un metodo per valutare lo stato della resistenza ossea.

    Densitometria, il metodo più preciso per determinare la resistenza ossea, il tuo passaggio verso l'estate indiana senza fratture.

    PROVA DI FORZA.

    Spesso percepiamo l'osteoporosi come una malattia legata all'età, la maggior parte degli anziani. Questa illusione è rilassante. Ma dopo 30 anni di calcio nelle ossa iniziano a diminuire, a 50 può raggiungere un minimo critico, e se non si interviene in tempo, sarà troppo tardi.

    L'osteoporosi è curabile, ma solo nelle sue fasi iniziali. La densitometria a raggi X aiuta a rilevarlo.

    PER FAVORE ALLA TABELLA.

    Questo metodo consente di determinare in modo rapido, sicuro e con elevata precisione la densità minerale ossea: più è alto, più resistente è l'osso alle fratture. Non è necessario avere paura della parola "raggi X" - l'intensità dell'irradiazione è 400 volte inferiore rispetto a una radiografia convenzionale. L'operatore del densitometro non usa nemmeno protezioni speciali.

    Senza spogliarsi, ti siedi su un lungo tavolo largo, uno speciale schermo "galleggia" sopra di te, che "scansiona" l'intero scheletro in due o più proiezioni se viene eseguita la densitometria a due fotoni. E solo le ossa della mano, dell'avambraccio e della gamba, se la densitometria è un fotone. Il primo è preferibile: i dati sulla densità minerale del rachide cervicale e del femore prossimale sono di maggiore interesse - la densità ossea in queste aree è inizialmente inferiore.

    La procedura è indolore, non richiede alcuna preparazione preliminare. L'operatore del densitometro registra il risultato e emette una conclusione e immagini nelle sue mani. Un altro specialista interpreta i risultati e fa una diagnosi, di solito un reumatologo o un ortopedico.

    NON ROMPIAMO!

    La densitometria è necessaria una volta ogni 2 anni per passare tutte le donne dopo 45 anni. Ma queste norme sono solo per coloro le cui madri non soffrono di osteoporosi, che non hanno irregolarità nel ciclo mestruale (compresa la menopausa precoce) e che non soffrono di un chiaro deficit di peso corporeo. Se nella tua vita sono presenti questi fattori di rischio, hai due o più figli, o viceversa, non hai partorito nemmeno una volta e se hai avuto fratture, supera l'esame prima di 40 anni.

    Se le fratture si verificano spesso nella tua vita, affrettati a densitometria, indipendentemente dall'età. I medici consigliano di fare lo stesso e quelli che sono costretti a prendere glucocorticosteroidi a lungo (per l'asma bronchiale, l'artrite reumatoide), anticoagulanti (eparina), diuretici (ipotiazide, furosemide) e anticonvulsivanti (fenobarbital). Gli uomini sono anche incoraggiati a controllare la forza delle ossa, ma in seguito, dopo 50 anni.

    La densitometria è in grado di registrare anche una minima perdita ossea del 2-5%. Ciò significa che è possibile rilevare l'osteoporosi all'inizio, ancora allo stadio di osteopenia, quando la situazione può ancora essere corretta.

    I risultati ottenuti su diversi dispositivi in ​​diverse cliniche possono variare, ma solo leggermente. Tuttavia, se si è sottoposti a trattamento per l'osteoporosi, è consigliabile monitorare le variazioni di densità ossea sulla stessa apparecchiatura al fine di prevenire risultati falsi. Questo dovrebbe essere fatto ogni 2 anni.

    I pazienti hanno spesso domande. Ecco le risposte a loro.

    È possibile gestire con la densitometria a ultrasuoni e non esporsi affatto alle radiazioni?

    Usando gli ultrasuoni, misurare la densità delle ossa delle dita e dei talloni - il paziente mette il dito (o mette il tallone) in una speciale cavità dell'apparato. Ma questa è una ricerca meno informativa. Sulla base di questo, è possibile fare solo una conclusione preliminare e, se necessario, indirizzarlo a una densitometria a raggi-velo a tutti gli effetti della colonna vertebrale, della coscia o dell'intero corpo, dopo di che verrà effettuata una diagnosi accurata.

    Alcuni preferiscono sottoporsi ad un esame radiografico completo, è più affidabile?

    La radiografia regolare "vede" solo quella fase della malattia, in cui si perde già il 30% della densità ossea. È prescritto solo per la diagnosi di possibili complicanze. In questo caso, eseguire una radiografia della colonna vertebrale toracica e lombare nella proiezione laterale. Non è in grado di rilevare i primi segni di osteoporosi.

    È possibile determinare la mancanza di calcio, e quindi il rischio di osteoporosi, mediante analisi del sangue?

    L'osteoporosi è associata a una carenza di ormoni estrogeni femminili. Ma anche se l'analisi mostra una diminuzione del loro livello, questa non è una base per fare una diagnosi, ma solo una ragione per un ulteriore esame. Un esame del sangue per il calcio non è generalmente correlato all'osteoporosi. Con questa malattia, il livello di calcio nel sangue è normale. Solo per il fatto che è stato lavato via dalle ossa. Quindi non ci sono test di laboratorio sulla base dei quali possa essere fatta un'accurata diagnosi di osteoporosi.

    Chi valuta i risultati della densitometria?

    Il radiologo analizzerà le immagini e compilerà una descrizione dei risultati. Valutare i risultati del sondaggio può reumatologo o ortopedico.

    Di norma, i risultati del sondaggio includono due indicatori: T-score e Z-score. Il t-score mostra la densità del tessuto osseo in te rispetto alla densità ossea di riferimento nei giovani.

    T normale (-1). Una diminuzione di T a (-2,5) indica una diminuzione della densità ossea - osteopenia e un'ulteriore diminuzione indica l'osteoporosi.

    Il punteggio T viene anche utilizzato per valutare il rischio di frattura. Il punteggio z riflette la densità ossea del paziente rispetto alla media della corrispondente fascia di età. Se questo indicatore è troppo alto o basso, questo indica la necessità di ulteriori esami medici.

    Se i risultati della densitometria sono normali, l'assunzione di calcio profilattico non è necessaria?

    È sufficiente garantire che il corpo riceva una quantità giornaliera di calcio (1200 mg) dai prodotti, principalmente da latte. Se per qualche motivo non lo ottieni, puoi anche prendere il calcio.

    osteoporosi

    Osso densità minerale

    Quando si esamina la densità minerale ossea (BMD), la densità dei minerali (ad esempio il calcio) nelle ossa viene misurata usando una speciale radiografia, tomografia computerizzata (TC) o ultrasuoni. Queste informazioni (risultati) vengono utilizzate per misurare la forza e la forza del tessuto osseo.

    Con l'età, perdiamo tutti massa ossea. Le ossa diventano più sottili, naturalmente (osteopenia), nel processo, come abbiamo più anziani, osso esistente abbattere più veloce di nuova forma. Quando questo accade, la nostra massa ossea perde calcio e altri minerali, e diventa più leggera, meno densa e più porosa. Questo indebolisce le ossa e aumenta la possibilità che essi possono rompere (frattura (vedere. Riferimenti di traduzione nella parte precedente della traduzione)).

    Poiché la massa ossea diminuisce con l'età, l'osteopenia può portare all'osteoporosi. Pertanto, più le tue ossa sono spesse, più a lungo si verifica il processo di osteoporosi. Anche se gli uomini possono anche soffrire di osteoporosi, questa malattia è più comune tra le donne oltre i 65 anni di età.

    Se la densità ossea è inferiore al normale, puoi adottare misure per rafforzarlo e ridurre le probabilità di suscettibilità alle fratture. Alcuni dei modi per aumentare la densità ossea e rafforzarla includono la combinazione di calcio e vitamina D sotto forma di supplementi dietetici, esercizi fisici per l'allenamento con i pesi (ad es. Camminare), esercizi di sollevamento pesi (come sollevamento pesi o allenamento in palestra). e prendendo farmaci come calcitonina (Miacalcin), alendronato (Fosamax) o risedronato (Actonel). Dopo la menopausa, le donne possono sottoporsi a terapia ormonale e assumere raloxifene (Evista), al fine di aumentare la densità ossea.

    Esistono diversi modi per misurare la BMD.

    Si raccomanda l'esame della densità minerale ossea (BMD):

    Rubriche della rivista

    Questa manipolazione oggi è il mezzo più informativo per rilevare l'osteoporosi nelle sue fasi iniziali. La densitometria è considerata una procedura sicura: non ci sono praticamente controindicazioni per la sua attuazione e non ci sono effetti collaterali e complicazioni dopo il suo completamento.

    Le parti più importanti dello scheletro che possono essere utilizzate per prevedere lo sviluppo di stati negativi in ​​futuro sono soggette ad esame: il femore, l'avambraccio e la colonna vertebrale.

    Tipi di densitometria: per che cosa si effettua un test della densità ossea?

    Questo metodo diagnostico è di diversi tipi:

    1. X-ray. Per studiare la struttura del tessuto osseo vengono utilizzati due tipi di raggi X. Confrontando le informazioni sull'assorbimento dell'energia irradiata, il medico valuta il livello di deviazione dalla densità ossea. Questa manipolazione richiede un minimo di tempo e la dose di radiazioni è 400 volte inferiore rispetto alla radiografia standard. Questo tipo di densitometria viene affrontato quando è necessario studiare il tessuto osseo dell'anca, della spalla, dell'avambraccio, della colonna vertebrale lombosacrale o dell'intera colonna vertebrale.
    2. Ultrasuoni. A causa dell'assenza di qualsiasi carico di radiazioni, questo metodo è considerato assolutamente sicuro. Può essere usato per bambini e donne incinte. Tuttavia, l'efficacia di questa manipolazione è inferiore a quella della densitometria radiologica. Il suo principio si basa sul calcolo della velocità con cui le onde ultrasoniche si propagano attraverso le strutture ossee. La densità ossea è direttamente proporzionale alla velocità di assorbimento dei raggi ossei. Con una perdita ossea significativa, viene prescritta la densitometria a raggi X. Con il suo aiuto è possibile ottenere informazioni sull'elasticità, la resistenza dello strato corticale e lo spessore delle singole microstrutture.
    3. Tomografia computerizzata quantitativa. Offre l'opportunità di ottenere un'immagine tridimensionale della densità strutturale degli elementi ossei. Poiché il carico di radiazioni in questo metodo è molto significativo, viene utilizzato molto raramente nella pratica.

    In connessione con una diminuzione del livello di calcio nelle ossa, questo metodo diagnostico è prescritto alle persone dopo aver raggiunto l'età di 50 anni. È a questa età che esiste un'alta probabilità di insorgenza di osteoporosi, che, secondo le statistiche, è al terzo posto nella mortalità.

    Per misurare il valore della densità minerale delle strutture ossee dovrebbe essere la seguente categoria di persone:

    1. Coloro che hanno due o più fenomeni che provocano l'osteoporosi:

    • Le donne la cui menopausa è arrivata in tenera età (fino a 45 anni).
    • Sottigliezza espressa in modo chiaro.
    • La presenza di osteoporosi nei parenti più prossimi.
    • Carenza di calcio e / o vitamina D nella dieta quotidiana.
    • Stile di vita sedentario
    • Fumo di tabacco
    • Interruzioni nel contesto ormonale.
    • Abuso di bevande alcoliche
    • Trattamento con corticosteroidi.

    2. Diabete

    3. Grave malfunzionamento dei reni.

    4. Una storia di patologie reumatiche: lupus eritematoso sistemico, vasculite, sclerodermia, ecc.

    5. Frequenti fratture ossee che possono verificarsi anche con lievi ferite.

    6. Una varietà di patologie spinali.

    1. Periodo di trasporto di un bambino (per densitometria a raggi X).
    2. Deformazioni nella sezione lombosacrale della colonna vertebrale, che impediscono al paziente di adottare la corretta posizione del corpo durante l'esame.
    3. Diagnostica utilizzando il contrasto del bario meno di una settimana prima della manipolazione specificata.

    Preparazione per l'esame della densità ossea e fasi di densitometria performante

    Il tipo di esame in questione non richiede una preparazione specifica.

    Tuttavia, i pazienti a cui viene prescritta la densitometria dovrebbero tenere a mente alcune cose:

    1. Farmaci contenenti calcio possono distorcere i risultati della diagnosi, quindi un giorno prima della densitometria dovrebbero essere completamente abbandonati.
    2. L'esistenza di un pacemaker o di un medico implantare deve essere informata in anticipo.
    3. Il medico deve essere informato delle seguenti manipolazioni di recente:
      - Tomografia computerizzata.
      - Esame radiografico.
      - Misure diagnostiche con l'uso di agenti di contrasto.

    Prima della densitometria, al paziente viene chiesto di rimuovere tutti gli oggetti metallici: catene, anelli, occhiali, ecc. La loro presenza può distorcere i risultati della diagnosi.

    Per il sondaggio è possibile utilizzare due tipi di sistemi:

    stazionario

    Il paziente in questo caso giace su un tavolo speciale con le gambe raddrizzate. Per studiare lo stato della zona inferiore della colonna vertebrale, un supporto viene posizionato sotto i piedi del paziente in modo che i polpacci siano paralleli al lettino.

    La fonte di radiazioni passa sopra il paziente. I raggi X cadono sul rivelatore, che misura l'assorbimento dei raggi da parte del tessuto osseo. I dati ottenuti vengono trasferiti su computer, elaborati e i risultati della densitometria appaiono sul monitor.

    Il paziente non deve muoversi in questo momento. In alcuni casi, il medico può chiedere di trattenere il respiro per alcuni secondi.

    Questa procedura richiede in media 10-20 minuti.

    In un esame standard, il radiologo studia la struttura del collo del femore, la regione lombosacrale della colonna vertebrale e il raggio.

    monoblocco

    Quelle parti del corpo che sono soggette ad esame (dita, piedi, mani, avambraccio) sono collocate in una nicchia speciale.

    Per tre minuti puoi ottenere il risultato.

    Con la densitometria a ultrasuoni è possibile esaminare solo piccole aree ossee: falangi delle dita, talloni, polsi, ecc.

    Il medico applica preliminarmente un gel speciale all'area di test, che consente al sensore ultrasonico di scorrere più facilmente.

    I risultati del sondaggio sono visualizzati sul monitor.

    Risultati della diagnostica della densità minerale dei tessuti ossei della colonna vertebrale, dell'anca, ecc. - Cosa c'è dopo?

    Decodifica i risultati porta un radiologo. Con la conclusione ottenuta, il paziente deve andare da un reumatologo o ortopedico.

    Nella conclusione specificata appariranno due indicatori:

    1.T-score

    Indica la densità minerale ossea del paziente, rispetto alla densità tissutale standard nei giovani.

    Questo indicatore viene anche utilizzato per valutare il rischio di frattura ossea.

    Il valore della scala T indica i seguenti stati:
    • Se c'è una figura nella forma della conclusione nell'intervallo tra "+2" e "-0,9", ciò indica l'assenza di processi degenerativi nell'area in esame.
    • Quando si variano i risultati dello studio nell'intervallo da "-1" a "-2,5" il medico diagnostica l'osteopenia.
    • Il valore di questo indicatore è inferiore a "-2.5" - una conseguenza della progressione dell'osteoporosi con un'alta probabilità di fratture alla minima lesione.

    2. Z-score

    Il risultato ottenuto nel corso dello studio è confrontato con la densità di massa ossea media tra le persone identiche al paziente della fascia di età, sesso e razza. Il risultato dei calcoli è il punteggio Z specificato.

    Una diminuzione di questo criterio indica una ridotta densità minerale delle strutture ossee del paziente.

    Il prezzo della densitometria nelle cliniche russe - dove andare per eseguire un esame di densità ossea?

    Gli esperti consigliano di esaminare la diagnostica ogni due anni.

    Il costo di questa procedura dipenderà da diversi fattori:

    1. La qualità dell'apparecchiatura su cui viene eseguita la densitometria.
    2. L'autorità dell'istituzione medica.
    3. Metodi di diagnosi

    A Mosca, questo tipo di esame può essere passato a 70 indirizzi.

    • Il prezzo nella capitale parte da 800 rubli.
    • In media, la diagnosi della 1a sezione della colonna vertebrale costa 1200-2500 rubli.
    • Se è necessario esaminare lo stato dell'intero scheletro, è necessario contare sull'importo minimo di 5000-7000 rubli.

    Densitometria (diagnosi di osteoporosi)

    L'osteoporosi è una malattia estremamente comune caratterizzata da una diminuzione della densità ossea. In una certa misura, la crescente frequenza dei casi diagnosticati di osteoporosi è spiegata non tanto da un deterioramento della salute della popolazione, quanto da un aumento dell'aspettativa di vita (la malattia colpisce principalmente le persone nella fascia di età più avanzata).

    Lo sviluppo delle capacità diagnostiche della medicina moderna ha avuto un ruolo nell'aumentare il numero di pazienti con maggiore fragilità ossea. Il metodo più informativo per diagnosticare l'osteoporosi è la densitometria ossea, che consente non solo di determinare la percentuale di perdita di massa ossea, ma anche di identificare i deficit strutturali dell'architettura dell'osso.

    Il meccanismo di sviluppo della patologia del tessuto osseo

    L'osso è un tessuto altamente specifico, che contiene tre elementi strutturali:

    • matrice proteica, che costituisce il principale tessuto connettivo che contiene i minerali nella composizione dell'osso;
    • componente minerale costituita da calcio e fosforo;
    • cellule ossee responsabili del rimodellamento osseo.

    Contrariamente alla credenza popolare, l'osso non ha una struttura permanente, una volta formata. In realtà, è una struttura vivente, il cui scopo principale è quello di garantire il mantenimento ottimale del corpo umano. Durante la vita, la natura dei carichi sull'apparecchio di trasporto del corpo umano cambia più volte, i motivi dei cambiamenti possono essere:

    • aumento di peso;
    • cambiamenti dello stile di vita (aumento o diminuzione della mobilità);
    • aumento dei carichi esterni (sollevamento pesi sistematico), ecc.

    L'influenza di questi fattori fa sì che l'osso effettui costantemente ristrutturazioni interne, permettendogli di mantenere la stabilità e di contrastare al massimo i carichi variabili. Quando ciò si verifica, la distruzione del tessuto osseo in un luogo che non richiede una maggiore resistenza e la formazione di un più solido, nella zona più "caricata". Il processo di rimodellamento è permanente, e le cellule ossee, gli osteoblasti, che formano la nuova matrice, e gli osteoclasti, che lo distruggono, ne sono responsabili.

    Il periodo di età fino a 20-30 anni è caratterizzato da un alto tasso di processi metabolici, in cui sotto l'influenza di vari fattori (carichi di potenza, la quantità di calcio consumata, cambiamenti ormonali), si verifica la formazione dell'osso. Quando viene raggiunta la massa ossea massima, i processi di perdita e recupero sono bilanciati. La causa principale dell'osteoporosi è la predominanza dei processi di riassorbimento (distruzione) sui processi di formazione.

    testimonianza

    Poiché la perdita di densità minerale ossea (BMD) è sempre il risultato di una malattia o di una condizione, ci sono alcune categorie di persone che hanno mostrato lo screening dell'osteoporosi.

    Quindi, le indicazioni per l'esame sono:

    • età superiore a 45 anni per le donne e oltre 55 anni per gli uomini;
    • donne in postmenopausa;
    • disturbi endocrini (diabete, disfunzione tiroidea);
    • più gravidanze (più di 3) o prolungato allattamento al seno;
    • diversi casi di frattura ossea entro 3-5 anni;
    • pazienti che assumono corticosteroidi, così come tranquillanti e anticonvulsivanti;
    • mantenere uno stile di vita sedentario (riposo a letto lungo, uso di una sedia a rotelle);
    • perdita di peso drastica o peso costante costante;
    • la presenza di parenti con una diagnosi di osteoporosi.

    È importante! L'assunzione insufficiente di vitamina D può causare l'osteoporosi. Fumare e bere sono una delle cause dell'osteoporosi.

    diagnostica

    Tra l'elenco dei test per l'osteoporosi, la densitometria occupa legittimamente un posto di rilievo, in quanto consente una valutazione quantitativa dello stato del tessuto osseo. Un contenuto informativo specifico, applicabile per valutare l'intensità della distruzione ossea, ha un test delle urine per la quantità di calcio escreto e idrossiprolina, che nei pazienti con osteoporosi avanzata sono solitamente più escreti nelle urine di quelli assorbiti dal corpo.

    Inoltre, l'esame iniziale include un test delle urine per il contenuto di deossipiridoneolo (DPID), che viene escreto nell'urina immodificata (non legato) a causa del rallentamento o dell'assenza di processi metabolici nel tessuto osseo.

    Poiché lo scopo principale della diagnosi dell'osteoporosi è identificare una categoria di pazienti inclini a diminuire la massa ossea, è consigliabile effettuare una valutazione completa dell'attività degli osteoblasti, determinata dal numero di osteocalcina al giorno, dall'ormone paratiroideo, dalla fosfatasi alcalina e dalla deossipiridonolina.

    Tabella. Indicatori normali di marcatori biochimici

    L'individuazione della concentrazione di ormoni sessuali maschili e maschili ha un valore diagnostico piuttosto elevato, poiché sono disturbi endocrini che spesso causano l'osteoporosi.

    Densitometria a raggi X.

    Il metodo più comunemente usato per esaminare le ossa per l'osteoporosi è la densitometria. Il termine "densitometria" combina diversi metodi per ottenere un'immagine che consente di eseguire una valutazione quantitativa della densità minerale ossea (BMD) del paziente esaminato. Alcuni risultati nella valutazione dell'IPC sono stati ottenuti utilizzando una radiografia convenzionale.

    Tuttavia, non è possibile ottenere alcun risultato quantitativo significativo con esso. Il fattore decisivo che escludeva i raggi X dagli elenchi dei metodi utilizzati per diagnosticare l'osteoporosi era il fatto che, anche nel valutare l'immagine da un medico esperto, non era possibile rilevare una perdita ossea inferiore al 40%.

    Condurre una valutazione dinamica della progressione o della regressione della malattia è anche abbastanza difficile, a causa della bassa sensibilità dell'apparecchiatura. Nonostante ciò, la radiografia viene utilizzata con successo quando è necessario valutare il grado di deformazione delle strutture ossee, ad esempio le vertebre, poiché tale fenomeno si verifica spesso durante lo sviluppo dell'osteoporosi.

    I metodi più popolari di esame a raggi X dell'IPC sono considerati:

    • assorbimetria a raggi X a doppia energia (DEHA);
    • assorbimetria a raggi x morfometrici (MRA);
    • tomografia computerizzata quantitativa (CCP).

    Tutti i metodi a raggi X per lo studio del grado di riduzione della BMD si basano sul movimento delle radiazioni ionizzanti da una fonte situata all'esterno attraverso l'osso al rivelatore di fissazione. In questo caso, un fascio stretto di radiazioni a raggi X è diretto all'oggetto in studio e il risultato finale, cioè l'intensità della radiazione trasmessa attraverso l'osso viene registrata da un sistema informatico.

    Il principio principale del metodo DЕХА è l'uso della doppia radiazione, che consente di minimizzare l'errore dovuto alla registrazione di due opzioni per l'assorbimento di energia (nei tessuti molli e nelle ossa).

    Il metodo MPA è una variante di DЕХА, tuttavia, l'uso del flusso radiante di radiazioni ha permesso di migliorare la qualità dell'immagine e ridurre il tempo di scansione e, di conseguenza, ridurre la dose di radiazioni del paziente.

    Il metodo CCP consente di ottenere un'immagine tridimensionale e non solo di determinare l'IPC, ma anche di ottenere dati sulla struttura strato per strato delle ossa, cioè per valutare lo stato degli strati trabecolare e corticale. Il lato negativo dell'uso di CCT è una dose elevata di radiazioni, 10 volte più del DEXA e la dipendenza dell'accuratezza delle indicazioni sulla quantità di midollo osseo, la cui percentuale aumenta con l'età.

    Densitometria ad ultrasuoni per computer

    Il metodo della ricerca densitometrica a ultrasuoni si basa sul calcolo della velocità di movimento di un'onda ultrasonica attraverso tessuti con densità diverse. La differenza nella densità dell'osso esaminato causa differenze nella velocità degli ultrasuoni, cioè l'osso più denso (ben mineralizzato) trasmette l'ultrasuono più velocemente di meno denso.

    I dati ottenuti sono registrati dal sensore e convertiti utilizzando software per computer in indicatori quantitativi. Una caratteristica della densitometria a ultrasuoni è la sensibilità estremamente elevata ai minimi cambiamenti nella densità ossea. A questo proposito, può essere utilizzato per la diagnosi di osteopenia, quando la perdita di sostanze minerali non supera il 3-5%.

    Gli indubbi vantaggi della densitometria ad ultrasuoni possono essere considerati:

    • contenuto informativo abbastanza elevato;
    • nessun effetto negativo sul corpo;
    • velocità della procedura;
    • accessibilità;
    • nessuna controindicazione

    Grazie a un elenco così ampio di aspetti positivi, la densitometria a ultrasuoni può essere utilizzata non solo per la diagnosi di osteopenia e osteoporosi, ma anche per monitorare l'efficacia della terapia eseguita. A causa delle significative anomalie che appaiono durante l'esame delle ossa profondamente immerse nei tessuti molli (femore prossimale), la densitometria a ultrasuoni viene eseguita esclusivamente sugli arti (polso, calcagno, ecc.).

    Risultati e risultati

    La tecnica della densitometria a raggi X consiste nell'eseguire un complesso di misurazioni utilizzando le radiografie in diversi punti standard più suscettibili alle alterazioni osteopeniche:

    • colonna lombare;
    • collo della coscia;
    • raggio.

    Dopo aver eseguito una serie di istantanee, il software elabora i risultati ottenuti confrontandoli con il database incorporato. Il confronto è effettuato secondo due criteri:

    • il risultato ottenuto con il tasso ottimale di pazienti dello stesso sesso (T-test);
    • il risultato ottenuto con il paziente medio dello stesso sesso e l'età (criterio Z).

    Il più informativo quando si effettua una diagnosi è il criterio T, controllando l'entità della sua deviazione dagli indicatori normali, ha un valore diagnostico significativo:

    • le letture sopra "-1" parlano di un normale IPC;
    • letture che vanno da -1 a -2,5 indicano osteopenia (fase iniziale dell'osteoporosi);
    • letture sotto -2,5, parlando dello sviluppo dell'osteoporosi.

    La densitometria ad ultrasuoni viene eseguita determinando la densità dello strato corticale (esterno) delle ossa tubulari. Per fare ciò, con l'aiuto di un sensore a ultrasuoni, un'onda ultrasonica viene fatta passare lungo l'osso, determinando la velocità della sua propagazione dell'IPC. In un breve periodo di tempo, il dispositivo esegue migliaia di misurazioni e calcola i criteri Z e T in base ai risultati. Le proiezioni standard per la densitometria ad ultrasuoni sono:

    • falange del dito medio;
    • raggio o osso del polso.

    A causa delle caratteristiche individuali del decorso della malattia, non possono esserci evidenti segni di distruzione ossea, come le fratture. Tuttavia, una diagnosi tempestiva può ridurre significativamente il rischio di una complicanza così grave come una frattura dell'anca.

    Nonostante il fatto che la patologia non sia fatale, una diminuzione a lungo termine dell'attività motoria e un trattamento costoso (protesi), che non può essere eseguito anche nelle fasi più gravi dell'osteoporosi, spesso portano alla morte.

    Oggi c'è un gran numero di farmaci nell'arsenale dei medici per il trattamento dell'osteoporosi, ma a causa del fatto che il processo di recupero è estremamente lungo, è ottimale avviarlo il prima possibile.

    Come rendere densitometria ossea

    La misurazione può essere effettuata utilizzando varie tecniche, ognuna delle quali non richiede alcun tipo di intervento doloroso.
    [contenuto h2 h3]

    Cos'è la densitometria ossea?

    1. Densitometria a raggi X.

    Ci sono diversi tipi di esso:

    • Densitometria a doppia energia. Si basa sul fatto che la misurazione dell'assorbimento osseo a raggi X è fatta: più è denso, più è peggio. Per le vertebre e il femore vengono utilizzati due fasci diversi. Il metodo è molto accurato; il risultato si ottiene confrontando l'assorbimento delle radiazioni da parte dell'osso e dei tessuti molli.
    • Densitometria periferica ossea. Il principio della misurazione della densità è lo stesso del caso precedente, solo qui vengono utilizzate dosi di radiazioni molto basse. Ciò consente di valutare il grado di mineralizzazione delle ossa delle braccia, delle gambe, ma non può "ispezionare" la colonna vertebrale e il femore.
    • Anche il metodo quantitativo tomografico calcolato si basa sui raggi X. È usato raramente a causa dell'elevata esposizione alle radiazioni.

    2. Assorbtiometria fotonica


    Questa è una misura della densità ossea stimando l'assorbimento osseo dei radioisotopi. Vengono utilizzate basse dosi di radiazioni. Lei ha 2 tipi:

    • densitometria monocromatica: usata solo per misurare la densità delle ossa periferiche (come nel caso del metodo radiografico periferico dell'osso)
    • metodo dicromico: usato per determinare come "allentare" tali ossa come le vertebre o la coscia.

    3. Densitometria a ultrasuoni

    Questo è il metodo più sicuro per misurare la densità ossea, mentre l'accuratezza della misurazione è inferiore a quella del metodo a raggi X. Si basa su come l'onda ultrasonica sarà riflessa dall'osso, e su come si dissiperà nel suo spessore.

    La densitometria ossea a ultrasuoni consente di stimare la densità ossea, la rigidità e l'elasticità. Cedendo all'assorbtiometria a raggi X, il metodo a ultrasuoni può essere utilizzato come diagnostica primaria a livello ambulatoriale per tutti, anche per i bambini e le donne in gravidanza.

    Nel processo di trattamento dell'osteoporosi o di altre malattie in cui la densità ossea diminuisce, puoi prendere questo studio tutte le volte che è necessario per valutare l'efficacia della terapia.

    Chi ha bisogno di passare attraverso questo studio

    La densitometria ossea è indicata in questi casi:

    1. Se c'è stato almeno un episodio di frattura ossea causato da una lesione minore.
    2. Nel periodo della menopausa, specialmente se è arrivato prima di 50 anni.
    3. Quando è costretto a ricevere glucocorticoidi (ad esempio "Prednisolone") con vasculite, lupus eritematoso sistemico e altre malattie reumatiche.
    4. Persone sopra i 30 anni (in particolare donne) che hanno avuto osteoporosi in famiglia.
    5. Bassa statura e magrezza in uomini e donne sono fattori predisponenti per lo sviluppo dell'osteoporosi.
    6. Con l'uso frequente di alcol.
    7. Se una persona conduce uno stile di vita sedentario.
    8. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le ovaie.
    9. Dopo qualsiasi lesione ossea.

    Chi non dovrebbe subire la densitometria

    Spesso saranno difficili da trasportare in posizione supina sulla superficie solida dell'apparato del densitometro per le persone con problemi nella spina lombosacrale (questa è una controindicazione relativa).

    Come prepararsi per la densitometria

    Non è necessario seguire una certa dieta o morire di fame prima dello studio. La presenza di un'abbondante vegetazione sulla pelle non richiede ulteriori azioni per la procedura.

    Come è la procedura ad ultrasuoni

    Esistono 2 tipi di macchine ad ultrasuoni che consentono di condurre la densitometria:

    1. Densitometri "a secco". Quando la procedura viene eseguita su un tale apparecchio, viene applicato un gel speciale sull'area in cui deve essere misurata la densità ossea (solitamente l'analisi si basa sulla densità del calcagno). Di solito si differenzia dal gel utilizzato per altri tipi di ultrasuoni.
    2. Densitometri ad acqua Quando una persona viene sottoposta a diagnostica su tale dispositivo, il suo arto o lui stesso è completamente immerso in un bagno con acqua distillata.

    Di recente sono stati inventati scanner bidimensionali, ma finora possono "funzionare" solo con l'osso del tallone. Inoltre, sono acqua, cioè il piede del paziente deve essere immerso in un bagno di liquido.

    Cos'è un ultrasuono osseo?

    Questo metodo è diverso dalla densitometria. In questo caso, registrando il riflesso delle onde ultrasoniche dalla superficie dell'osso, è possibile valutare l'integrità e la natura del periostio e degli strati superficiali dell'osso. Questo aiuterà nella diagnosi e determinazione del grado di attività dell'artrite reumatoide, alcuni tipi di infezione.

    Un metodo molto efficace per determinare varie fratture, specialmente nei bambini, in modo che un organismo in crescita non riceva esposizione alle radiazioni.

    L'ecografia delle ossa aiuta a identificare non solo le fratture, ma anche erroneamente le ossa, i cambiamenti degenerativi ed erosivi nello strato superficiale dell'osso, ad esempio in caso di osteomielite trasferita.

    Inoltre, utilizzando questo metodo, è possibile valutare l'infiammazione dei tessuti circostanti se nell'osso sono state installate strutture metalliche o endoprotesi articolari: la RMN in questi casi non può essere eseguita e le radiografie non sono informative. Lo screening osseo con ultrasuoni può anche aiutare a identificare tumori ossei benigni e maligni.

    Ultrasuoni delle ossa del feto durante la gravidanza

    Indicativo durante l'esame ecografico del feto durante la gravidanza è l'ecografia dell'osso nasale. Queste sono le due ossa quadrilaterali formate dalla decima settimana. Se non è in questo periodo, può parlare della sindrome di Down. Dopo 11 settimane, le dimensioni delle ossa vengono solitamente misurate. Questo parametro viene anche utilizzato per valutare una possibile propensione alle anomalie cromosomiche.

    Come decifrare la densitometria

    Il criterio T è un confronto del risultato di densità ossea di un paziente con una densità normale media nelle donne di età compresa tra 30 e 35 anni.

    Z-test è un confronto tra la densità ossea e la norma per la tua età.

    Le misurazioni sono effettuate in unità di SD, che caratterizzano la deviazione standard dalla massa ossea di picco.

    • T-test rate: più 2,5 - meno 1
    • osteopenia: criterio da meno 1,5 a meno 2
    • osteoporosi: quando questo valore è meno 2,0 e inferiore
    • osteoporosi grave: il valore è inferiore a meno 2,5 e vi è stata almeno una frattura ossea con una lesione minore.

    Come fare ricerca

    I metodi radiologici e fotonici sono disponibili solo nelle condizioni di ospedali pubblici e centri privati ​​di ampio profilo, non sono realizzati in uffici e centri di consulenza.

    Pertanto, la densitometria ossea consentirà di determinare il grado di densità ossea al fine di iniziare a trattare l'osteoporosi nel tempo, prevenendo così complicazioni così gravi come una frattura dell'anca o altre lesioni. Inoltre, questo metodo sarà informativo per la diagnosi di fratture o fusione impropria di ossa nei bambini, contribuendo a evitare il carico di radiazioni sul corpo.

    Ulteriori Articoli Su Tiroide

    Molti tipi di cancro nelle fasi iniziali si verificano con sintomi lievi, le donne sono in ritardo nel prestare attenzione ai segni di un processo maligno.

    La pubertà è il periodo della vita di una persona, durante la quale il suo corpo raggiunge la maturità sessuale biologica. Questo periodo è chiamato puberale ed è caratterizzato dalla comparsa di caratteristiche sessuali secondarie (vedi caratteristiche sessuali), dalla formazione finale degli organi genitali e delle ghiandole sessuali.

    La crescita dei tessuti dell'anello linfoide - le adenoidi e la loro infiammazione in caso di infezione è una patologia comune nella pratica ORL pediatrica.