Principale / Test

Iperandrogenismo ovarico e surrenale - come può un corpo femminile far fronte agli ormoni maschili?

Lo stato patologico dell'equilibrio ormonale nel corpo femminile, in cui vi è una produzione in eccesso di ormoni sessuali maschili - androgeni, è chiamato iperandrogenismo. La malattia è associata a disturbi nel sistema endocrino. La sindrome da iperandrogenismo è nota in circa il 5-7% delle donne, circa il 20% di esse non può rimanere incinta o avere un figlio.

Normalmente, gli androgeni sono prodotti dagli organi genitali in una quantità che assicura la crescita dei peli sul pube e sotto le ascelle, la formazione del clitoride, la pubertà tempestiva e il desiderio sessuale. Gli androgeni sono responsabili del normale funzionamento del fegato e dei reni.

La produzione attiva di androgeni avviene nell'adolescenza, durante la formazione di caratteristiche sessuali secondarie. Nell'età adulta, gli androgeni sono necessari per rafforzare il tessuto osseo. Tuttavia, la produzione eccessiva di questi ormoni porta a cambiamenti patologici che compromettono significativamente la qualità della vita di una donna. I risultati più tristi includono l'assenza di mestruazioni e infertilità. In questi casi è necessario un trattamento che contribuirà alla normalizzazione dei livelli ormonali.

Varietà e cause della sindrome

Il processo di maturazione degli androgeni avviene nelle ovaie e nelle ghiandole surrenali. La normale quantità di ormone prodotto e il suo corretto rapporto con gli estrogeni fornisce l'equilibrio ormonale necessario per il pieno funzionamento del corpo.

A seconda dell'origine della patologia, ci sono diverse sue forme:

  • Iperandrogenismo della genesi ovarica - si verifica con la sindrome dell'ovaio policistico. Il motivo è un malfunzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario. La violazione è ereditaria.
  • L'iperandrogenismo della genesi surrenale è causato da un malfunzionamento della corteccia surrenale. La malattia è congenita e può anche essere causata da tumori (malattia di Itsenko-Cushing). In questo caso, le prime mestruazioni iniziano in ritardo, con scarse secrezioni e con il tempo possono fermarsi del tutto. Altre caratteristiche sono l'abbondanza di acne nella parte posteriore e del torace, un sottosviluppo delle ghiandole mammarie, la formazione di una figura di tipo maschile, un aumento del clitoride.

A un certo numero di pazienti viene diagnosticata una iperandrogenesi di genesi mista. In questo caso, il corpo ha simultaneamente interrotto il funzionamento delle ovaie e delle ghiandole surrenali. Questa patologia è causata da disordini ipotalamici e neuroendocrini. Le interruzioni nell'equilibrio ormonale sono esacerbate dai disordini nevrotici autonomi. In alcuni casi, viene diagnosticato un lieve iperandrogenismo, in cui i parametri androgeni sono normali e l'ecografia non rileva la presenza di tumori negli organi interni.

La forma mista previene l'inizio della gravidanza e rende impossibile portare con successo un bambino.

Dato il grado di superamento del livello consentito di androgeni, essi distinguono la forma assoluta e relativa della sindrome adrenogenitale. Nel primo caso, la concentrazione di ormoni maschili supera le norme ammissibili. L'iperandrogenismo relativo viene diagnosticato con indicatori accettabili di ormoni maschili. Allo stesso tempo, si nota l'ipersensibilità degli organi e delle ghiandole di una donna ai loro effetti.

Riassumendo, possiamo identificare le seguenti cause principali di questa sindrome:

  • produzione impropria di un enzima speciale che sintetizza gli androgeni, con conseguente loro eccessivo accumulo nel corpo;
  • la presenza di tumori surrenali;
  • malattie e fallimenti nelle ovaie, causando un'eccessiva produzione di androgeni;
  • patologia tiroidea (ipotiroidismo), tumori ipofisari;
  • uso a lungo termine di steroidi durante le occupazioni professionali degli sport di potenza;
  • obesità infantile;
  • predisposizione genetica.

Con l'interruzione delle ovaie, un aumento della corteccia surrenale, l'ipersensibilità delle cellule della pelle agli effetti del testosterone, i tumori delle ghiandole genitali e della tiroide possono sviluppare patologia nell'infanzia.

L'iperandrogenismo congenito a volte non consente di stabilire con precisione il sesso del neonato. La ragazza può avere grandi labbra, clitoride allargata alle dimensioni del pene. L'aspetto degli organi genitali interni è normale.

Una delle varietà di sindrome adrenogenitale è la forma che perde il sale. La malattia è ereditaria e viene solitamente rilevata nei primi mesi di vita di un bambino. Come risultato del lavoro insoddisfacente delle ghiandole surrenali, le ragazze sviluppano vomito, diarrea e convulsioni.

In età avanzata, l'iperandrogenismo causa un'eccessiva crescita dei capelli in tutto il corpo, un ritardo nella formazione delle ghiandole mammarie e la comparsa delle prime mestruazioni.

Manifestazioni cliniche

I sintomi possono variare da minore (eccessiva crescita dei capelli sul corpo) a grave (sviluppo delle caratteristiche sessuali maschili secondarie).

Manifestazioni cliniche di iperandrogenismo nelle donne sotto forma di acne e distribuzione dei capelli di tipo maschile

Le principali manifestazioni dei disturbi patologici sono:

  • acne - si verifica quando la pelle è grassa, che porta al blocco e all'infiammazione delle ghiandole sebacee;
  • seborrea del cuoio capelluto;
  • irsutismo - l'aspetto di forte pelosità in luoghi atipici per le donne (viso, petto, addome, glutei);
  • assottigliamento e perdita di capelli sulla testa, la comparsa di chiazze calve;
  • aumento della crescita muscolare, formazione di muscoli di tipo maschile;
  • grossolanità della voce;
  • violazione del ciclo mestruale, scarsità di scarico, a volte una completa cessazione delle mestruazioni;
  • aumento della libido.

Le interruzioni in corso nell'equilibrio ormonale causano lo sviluppo del diabete mellito, la comparsa di eccesso di peso e disturbi del metabolismo lipidico. Le donne diventano molto sensibili a varie malattie infettive. Spesso sviluppano depressione, stanchezza cronica, irritabilità e debolezza generale.

Una delle conseguenze più gravi dell'iperandrogenismo è la virilizzazione o la sindrome virile. Cosiddetta la patologia dello sviluppo del corpo femminile, in cui acquisisce sintomi maschili pronunciati. La virilizzazione si riferisce a rare anomalie, viene diagnosticata solo in un paziente su 100, in cui si nota una crescita eccessiva dei peli del corpo.

Una donna forma una figura maschile con una maggiore crescita muscolare, i suoi periodi mensili si fermano completamente e la sua dimensione del clitoride aumenta in modo significativo. Molto spesso questi sintomi si manifestano nelle donne che assumono gli steroidi in modo incontrollabile per aumentare la resistenza e la forza fisica nello sport.

Fare una diagnosi

La diagnosi della condizione patologica comprende un esame esterno e ginecologico del paziente, l'analisi delle sue lamentele di benessere generale. Presta attenzione alla durata del ciclo mestruale, alla localizzazione dell'eccessiva pelosità, all'indice di massa corporea, all'apparizione dei genitali.

Quali test devono essere presi per determinare il livello di androgeni?

I medici (ginecologo, endocrinologo, genetista) prescrivono i seguenti studi:

  • determinare il livello di testosterone, l'ormone follicolare, la prolattina, l'estradiolo nel sangue e il cortisolo nelle urine;
  • campioni con dexemethasone per determinare la causa dello sviluppo della sindrome;
  • Ultrasuoni delle ovaie e delle ghiandole surrenali;
  • Pituitaria CT;
  • studi di glucosio, insulina, colesterolo.

L'ecografia degli organi pelvici determinerà la possibile presenza di ovaie policistiche. La conduzione di test è necessaria per installare un tipo di malattia.

Materiali per la ricerca assunti al mattino, prima dei pasti. Poiché gli ormoni sono instabili, vengono prelevati tre campioni per una diagnosi accurata con interruzioni per almeno mezz'ora. È consigliabile eseguire test nella seconda metà del ciclo mestruale, più vicino all'inizio previsto delle mestruazioni.

Principi di terapia

Il trattamento dell'iperandrogenismo dovrebbe essere complesso e, prima di tutto, finalizzato all'eliminazione di problemi e malattie che sono fattori stimolanti. L'elenco di tali malattie comprende la malattia della tiroide, la sindrome dell'ovaio policistico, la sindrome adrenogenitale.

La scelta dei metodi di trattamento dipende dalla forma della patologia e dall'obiettivo perseguito dalla terapia (la lotta contro l'irsutismo, il ripristino della funzione riproduttiva, la preservazione della gravidanza con la minaccia di aborto spontaneo).

Le principali misure terapeutiche includono:

  • terapia farmacologica;
  • un intervento chirurgico;
  • uso della medicina tradizionale;
  • normalizzazione della nutrizione e dell'attività fisica.

Terapia conservativa

È usato per ridurre la quantità di ormoni maschili prodotti e per bloccare i processi che contribuiscono alla loro eccessiva attività. La presenza di tumori negli organi genitali, che causano l'iperandrogenismo ovarico, viene eliminata con l'intervento chirurgico.

Se una donna non sta pianificando una gravidanza nel prossimo futuro, ma soffre di acne e di peli eccessivi sul suo corpo, vengono prescritti contraccettivi orali con effetti anti-androgeni per eliminare questi sintomi (ad esempio, Diane 35).

Tali farmaci non solo eliminano spiacevoli segni esterni, ma contribuiscono anche alla normalizzazione del ciclo mestruale. Per un effetto cosmetico vengono prescritti pomate antinfiammatorie che riducono la produzione di sebo.

In presenza di controindicazioni all'uso dei contraccettivi per il trattamento usato Spironolattone. È prescritto per la sindrome premestruale grave e le ovaie policistiche. Il farmaco cura con successo l'acne e l'eccessiva crescita dei capelli.

La droga analogica è Veroshpiron. Il suo principale ingrediente attivo è anche lo spironolattone. L'accettazione di Veroshpiron è estremamente indesiderabile senza consultare il medico circa la durata dell'uso e il dosaggio richiesto.

Se l'ipreandrogenismo è causato dalla mancanza di un enzima che converte gli androgeni in glucocorticoidi, vengono mostrati i mezzi per normalizzare questo processo. Il farmaco Metipred è molto efficace. Forme del suo rilascio - compresse e polveri per iniezioni. Lo strumento è controindicato in presenza di malattie infettive e virali, tubercolosi, insufficienza cardiaca. La durata del trattamento e il dosaggio sono determinati dal medico.

Farmaci usati per trattare l'iperandrogenismo

Uno dei metodi di successo del trattamento conservativo è una dieta ipocalorica. È necessario per la perdita di peso, che spesso complica il decorso della malattia e porta un ulteriore disagio psicologico alla donna.

Il numero totale di calorie consumate quotidianamente non deve superare 2000. In questo caso, con un'attività fisica sufficiente, il numero di calorie consumate sarà inferiore a quello consumato, il che porterà ad una graduale perdita di peso.

La dieta mostrata in iperandrogenismo, prevede l'esclusione dalla dieta di cibi grassi, salati e piccanti, così come alcol, salse e sugo di grassi.

Il rispetto dei principi di una corretta alimentazione è supportato da un regolare esercizio fisico. Utile jogging, aerobica, nuoto, giochi attivi all'aria aperta.

La lotta contro l'irsutismo viene effettuata utilizzando varie procedure cosmetiche: rimozione con cera, depilazione, eliminazione dei peli superflui con un laser.

L'uso della medicina tradizionale

Il trattamento con i rimedi popolari è abbastanza applicabile nel complesso della terapia farmacologica, ma non è un sostituto completo dei metodi tradizionali.

  1. Erbe di trifoglio, salvia, olmaria e poligono sono mescolate in parti uguali, versare 200 ml di acqua, tenere a bagnomaria per 20 minuti e filtrare. Al brodo ottenuto aggiungere 1,5 ml di tintura di Rhodiola Rosea. Prendi un decotto in un terzo bicchiere più volte al giorno prima dei pasti.
  2. 2 cucchiai del treno schiacciato, 1 cucchiaio di achillea e madreperla versare acqua bollente, insistere per circa un'ora, filtrare. Prendi mezza tazza a stomaco vuoto al mattino e prima di andare a dormire.
  3. Alcuni cucchiai di foglie di ortica essiccate vengono versate con un bicchiere d'acqua, raccolte in un contenitore chiuso, filtrate. Prendi più volte al giorno per un cucchiaio.
  4. Cinorrodi, ribes nero versare acqua bollente, insistono circa un'ora. Quindi aggiungi un po 'di miele. Il cocktail risultante viene bevuto più volte al giorno dopo i pasti.

Tra i rimedi popolari più comuni nella lotta contro le malattie della sfera ginecologica - boro utero. È usato in combinazione con altri agenti terapeutici sotto forma di decotto o tintura.

  1. 100 g di pino foresta utero versare 500 ml di vodka e infondere per 2 settimane. La tintura prende 0,5 cucchiaini tre volte al giorno.
  2. 2 cucchiai di boro utero versare un bicchiere di acqua bollente, lasciare per circa un'ora. Bevi in ​​piccole porzioni per tutto il giorno.
  3. 100 g di noci verdi sbucciate e boro utero mescolate con 800 g di zucchero, aggiungere la stessa quantità di vodka. Metti la bottiglia con la miscela in un luogo buio per 14 giorni. Dopo aver sforzato, prendi un cucchiaino per mezz'ora prima di mangiare.

Per ridurre la quantità di androgeni prodotti, viene utilizzata la menta. Basato su di esso, preparare tinture e tè. Per una maggiore efficienza, il cardo mariano può essere aggiunto alla zecca. Normalizza l'equilibrio regolare dell'equilibrio ormonale femminile nel tè verde.

Come trattare il problema con le erbe e combinare questo metodo con altri tipi di trattamento, dire sempre al medico curante. L'auto-guarigione è inaccettabile!

Iperandrogenismo e infertilità

L'eccessiva produzione di androgeni diventa spesso un ostacolo alla gravidanza desiderata.

Come rimanere incinta con l'aiuto della terapia farmacologica e quanto è realistico?

Il trattamento dell'infertilità in questo caso è finalizzato all'utilizzo di farmaci che stimolano il rilascio di un ovulo dalle ovaie. Un esempio di tale farmaco può essere clomifene.

Uno dei farmaci più efficaci usati per stimolare l'ovulazione e normalizzare il ciclo mestruale è Duphaston. Dopo la gravidanza, l'assunzione del farmaco continua a prevenire l'aborto e normalizzare lo sviluppo della gravidanza.

Se la stimolazione è inefficace, i medici consigliano di ricorrere al trattamento chirurgico. La medicina moderna utilizza ampiamente il metodo della laparoscopia. Durante questa procedura, l'escissione delle ovaie viene eseguita per aiutare l'uscita dell'uovo maturo. La probabilità di rimanere incinta dopo la laparoscopia è maggiore, minore è il tempo che passa dal giorno dell'intervento. La capacità massima di concepire è annotata nei tre primi mesi.

Ma anche dopo una concezione di successo, la presenza di iperandrogenismo può interferire con il successo della gravidanza. Un eccesso di ormoni maschili porta spesso al fatto che l'uovo fecondato non può essere tenuto nell'utero. La probabilità di aborto spontaneo rimane alta.

Le settimane di gravidanza pericolose con iperandrogenismo sono il periodo che va fino alla dodicesima settimana e dopo il 19 °. Nel primo caso, gli ormoni sono prodotti dalla placenta e dopo la diciannovesima settimana possono essere prodotti dal feto stesso.

Per salvare la gravidanza, al paziente viene prescritto il desametasone (metipred). Aiuta a ridurre il livello di androgeni. Il dosaggio del farmaco seleziona solo un medico!

Molte future madri hanno molta paura degli effetti collaterali del farmaco e temono che possa danneggiare il nascituro. Anni di esperienza con questo farmaco dimostrano la sua sicurezza, sia per lo sviluppo del nascituro, sia per il flusso del parto.

Nella maggior parte dei casi, per evitare il rischio di aborto, si consiglia ai medici di completare prima un ciclo completo di trattamento e solo successivamente pianificare una gravidanza. Se una donna non riesce a concepire un bambino, la fecondazione in vitro è possibile.

prevenzione

Non esistono misure specifiche per la prevenzione dell'iperandrogenismo, poiché questa sindrome si sviluppa a livello ormonale.

Le misure preventive comuni includono:

  • dieta equilibrata che include cibi ricchi di fibre nel menu, controllo del peso;
  • smettere di fumare e abusare di alcool;
  • visite regolari al ginecologo;
  • assumere droghe e contraccettivi solo dopo la raccomandazione di un medico;
  • trattamento tempestivo delle patologie della tiroide, malattie del fegato e delle ghiandole surrenali.

L'iperandrogenismo non è solo un problema con la pelle, i capelli e il ciclo mestruale. Questa è una malattia comune del corpo che non consente a una donna di condurre uno stile di vita di qualità e spesso la priva delle gioie della maternità. I moderni metodi di diagnosi e trattamento permettono al tempo di identificare la patologia e di eliminare con successo le sue manifestazioni.

Sindrome da iperandrogenismo nelle donne

Negli uomini e nelle donne nel corpo ci sono ormoni speciali responsabili delle caratteristiche sessuali. Nelle donne, gli estrogeni svolgono un ruolo importante in questo problema e negli uomini - androgeni. La patologia del sistema endocrino può manifestarsi come uno squilibrio degli steroidi sessuali. Quindi, un eccesso di ormoni maschili nelle donne provoca la sindrome da iperandrogenismo. A volte lo sviluppo di questa condizione porta a una produzione eccessiva di steroidi nel corpo, a volte - la loro alta attività.

androgeni

L'androgeno principale è il testosterone. Inoltre, diidrotestosterone, deidroepiandrosterone, androstenedione, androstenediolo, androsterone sono sintetizzati nel corpo umano. Negli uomini e nei ragazzi, gli androgeni sono prodotti principalmente dalle cellule di Leydig (nei testicoli), nelle donne e nelle ragazze, nella corteccia surrenale e nelle ovaie.

L'effetto del testosterone sul corpo è molto vario e sfaccettato.

Gli androgeni influenzano il metabolismo. Aumentano la produzione di proteine, migliorano tutti i processi anabolici. Forza muscolare e aumento di massa.

Grazie a questi ormoni, l'utilizzo del glucosio è migliorato. Nelle cellule, la concentrazione di fonti energetiche aumenta e il livello di glucosio nel sangue diminuisce.

Il testosterone aiuta a ridurre la percentuale di tessuto adiposo nel corpo. Inoltre, questo ormone e i suoi analoghi influenzano la ridistribuzione del grasso sottocutaneo (tipo maschile).

Gli androgeni aumentano la densità minerale ossea. Aiutano anche a ridurre il livello delle frazioni di colesterolo aterogenico. Tuttavia, il loro effetto sullo spettro lipidico del sangue è inferiore a quello degli estrogeni.

Il testosterone è responsabile dell'attività sessuale. La libido negli uomini e nelle donne sostiene esattamente gli androgeni.

Questi ormoni sono coinvolti nella formazione di alcune reazioni comportamentali. Migliorano l'aggressività, la determinazione, la razionalità.

Sono responsabili della formazione delle caratteristiche sessuali maschili secondarie e primarie:

  • formazione di testicoli, prostata, pene;
  • la formazione di uno scheletro di tipo maschile;
  • pigmentazione areola;
  • aumento della sudorazione;
  • crescita della barba e dei baffi;
  • crescita dei capelli sul corpo;
  • indurimento della voce;
  • alopecia (in presenza di predisposizione genetica).

Nelle ragazze e nelle donne adulte, gli androgeni vengono rilasciati in piccole quantità. A qualsiasi età, le donne hanno una concentrazione inferiore di questi ormoni rispetto agli uomini. La differenza diventa evidente nella fase dello sviluppo intrauterino. L'iperandrogenismo nelle donne può causare molte patologie.

Sintomi di eccesso di androgeni

Se l'androgeno diventa troppo grande, allora l'attività del sistema riproduttivo femminile viene interrotta. Questi cambiamenti possono essere pronunciati e possono essere quasi impercettibili. Segni di iperandorogenesi dipendono dalla concentrazione di steroidi sessuali e da una varietà di altri fattori. Le cause della malattia, l'età del paziente, l'ereditarietà sono importanti.

Se c'è molto testosterone, compaiono i segni di virilizzazione. Una donna diventa come un uomo. Prima si forma la malattia, più possibili cambiamenti.

  • aumento della dimensione del clitoride;
  • aumento delle labbra sessuali esterne ed interne;
  • posizione più vicina delle labbra genitali;
  • atrofia (parziale) di ghiandole mammarie, appendici e utero;
  • mancanza di sanguinamento mestruale e maturazione delle uova;
  • infertilità.

Se l'iperandrogenismo si verifica anche nel periodo prenatale, allora la ragazza nasce con organi genitali esterni, simili a strutture maschili. A volte per la determinazione accurata del sesso del bambino richiede la diagnosi ecografica e l'analisi genetica.

Se un eccesso di androgeni si forma durante l'infanzia, allora la pubertà precoce rischia di essere eterosessuale.

In tal caso, se il testosterone è relativamente piccolo, ma più della norma, allora l'adolescente viene osservato nella pubertà sbagliata. Ci possono essere violazioni del sistema riproduttivo. Inoltre, le ragazze probabilmente:

  • la formazione di un fisico maschile;
  • indurimento della voce;
  • sviluppo di acne;
  • irsutismo.

Nelle donne adulte, la sindrome da iperandrogenismo può portare alla cessazione delle mestruazioni e all'ovulazione. In tali pazienti, il loro aspetto può cambiare - aumentare la circonferenza della vita, diminuire il volume dei fianchi e dei glutei. Tuttavia, le caratteristiche maschili e le proporzioni dello scheletro non si stanno più formando.

Se una donna è incinta, quindi alte concentrazioni di testosterone e suoi analoghi possono provocare un aborto spontaneo. L'aborto in questo caso si verifica a causa della cessazione dell'aumento delle dimensioni dell'utero.

Il principale sintomo di iperandrogenismo

La maggior parte delle donne sono preoccupate per l'irsutismo: una crescita eccessiva dei capelli sul viso e sul corpo. Questo è il sintomo più importante di iperandrogenismo, costringendo a cercare aiuto medico. Il grado di irsutismo è determinato da una scala visiva speciale Ferrimen-Gallway:

Secondo questa scala, la crescita dei peli sugli avambracci e sulle spalle non viene presa in considerazione, poiché queste zone sono indipendenti dagli ormoni.

Oltre alle manifestazioni di irsutismo, un certo numero di donne non mostra altri sintomi di iperandrogenismo, ma c'è un gran numero di donne che soffrono di questa patologia. Questo è il cosiddetto irsutismo familiare (genetico), che non richiede trattamento.

Quando vedere un dottore

L'iperandrogenismo nelle donne è una delle più comuni patologie endocrine. I pazienti con questo problema vanno da diversi medici. Quindi, un endocrinologo, un ginecologo, un terapeuta, un dermatologo, un cosmetologo, un tricologo, uno psicoterapeuta, un sessuologo possono iniziare l'esame. Le ragazze vengono esaminate da pediatri, endocrinologi e ginecologi per bambini.

I ginecologi di donne con iperandrogenismo sono trattati a causa di vari fallimenti del ciclo mestruale, problemi con il concepimento e il portamento.

Reclami su:

  • accorciamento del ciclo mestruale;
  • diminuzione dell'abbondanza di secrezioni;
  • lunghi periodi tra i periodi;
  • assenza di mestruazioni per più di sei mesi (amenorrea);
  • mancanza di gravidanza sullo sfondo della normale vita sessuale.

Le donne vengono dai cosmetologi (dermatologi, tricologi) a causa dei numerosi problemi estetici. I pazienti sono preoccupati per la condizione della pelle del viso e del corpo, eccessiva crescita dei peli sul corpo, calvizie, sudorazione.

Il più tipico per l'iperandrogenismo:

  • irsutismo (crescita dei peli nelle zone dipendenti dagli androgeni);
  • comparsa di chiazze calve;
  • eccessiva formazione di sebo;
  • l'acne;
  • pori dilatati;
  • sudorazione.

L'irsutismo è misurato sulla scala Ferriman-Golway. Considerata la presenza di peli e la loro densità in 11 zone del corpo. Queste zone sono dipendenti dagli androgeni. Maggiore è la concentrazione di testosterone nel sangue, maggiore è la crescita dei capelli in queste aree.

Valutare la crescita dei capelli su:

  • il mento;
  • al seno;
  • parte superiore e inferiore della schiena;
  • addome superiore e inferiore;
  • spalle;
  • avambracci;
  • stinchi;
  • fianchi;
  • sopra il labbro superiore.

Le donne si rivolgono agli endocrinologi a causa dei cambiamenti nelle proporzioni corporee e nei disordini metabolici.

I pazienti vengono da psicoterapeuti e sessuologi a causa di problemi nella sfera emotiva e sessuale.

Con l'iperandrogenismo, le donne possono lamentarsi di:

  • l'aggressività;
  • irritabilità;
  • labilità emotiva;
  • ipersessualità;
  • dolore durante il rapporto sessuale (ridotta produzione di lubrificazione naturale nella vagina);
  • rifiuto del suo corpo, ecc.

Perché si verifica l'iperandrogenismo

La sindrome da iperandrogenismo si manifesta per diverse ragioni. Innanzitutto, può essere aumentata la produzione di steroidi sessuali maschili nelle ovaie, nelle ghiandole surrenali o in altri tessuti. In secondo luogo, le donne possono provare ipersensibilità alla normale quantità di ormoni.

L'eccessiva sintesi degli androgeni si verifica quando:

  • ipertrofia surrenale congenita (disfunzione) della corteccia surrenale;
  • tumori della corteccia surrenale (androstendinoma);
  • tumori ovarici secernenti gli androgeni;
  • sindrome dell'ovaio policistico;
  • Sindrome di Itsenko-Cushing;
  • disfunzione ipotalamo-ipofisaria;
  • iperinsulinismo (come parte della sindrome metabolica);
  • iperplasia ovarica stromale e ipertecosi.

L'iperandrogenismo della genesi ovarica di solito si verifica al momento della pubertà. Le ragazze hanno difetti estetici caratteristici (acne, irsutismo), il ciclo mestruale non diventa regolare nemmeno 2 anni dopo il menarca.

La ragione della formazione del policistico considera l'ereditarietà e il modo di vivere sbagliato. Di grande importanza è l'alimentazione, lo stress fisico ed emotivo durante l'infanzia. Particolarmente importante è il controllo della massa corporea, del sonno e della veglia nelle ragazze in età prepuberale (dagli 8 anni).

L'iperandrogenismo surrenale è congenito o acquisito.

VDCH causato da alterata sintesi steroidea. Nei casi più gravi, questa anormalità dello sviluppo può portare alla morte di un bambino appena nato (sia ragazze che ragazzi). Se VDKN è nascosto, i suoi segni si trovano solo nell'età adulta.

L'iperandrogenismo surrenale dovuto al CDCH è solitamente associato ad una carenza dell'enzima 21-idrossilasi. Nelle neonate con una tale patologia, viene rilevata una struttura anormale degli organi genitali esterni. Anche nei neonati rilevare l'acidificazione dell'ambiente interno del corpo (abbassare il pH del sangue).

WDCN può anche essere causato da una deficienza di altri enzimi steroidogenesi (ad esempio 11β-idrossilasi e 3β-idrossisteroide deidrogenasi).

L'iperandrogenesi surrenale dovuta a tumori può essere diagnosticata a qualsiasi età. Se il tumore ha segni di malignità, la prognosi per la salute è sfavorevole. Anche i tumori ovarici che secernono il testosterone possono essere maligni e benigni. Tutti questi tumori richiedono un trattamento chirurgico.

L'iperandrogenismo della genesi mista è rilevato nelle donne con sindrome ipotalamica (neuro-escambio endocrino). In questi pazienti, un encefalogramma (EEG) rivela anomalie nell'attività bioelettrica del cervello. Nella pratica clinica, questa sindrome si manifesta con disordini autonomici e disfunzione multipla delle ghiandole endocrine (incluse le ghiandole surrenali e le ovaie).

diagnostica

Se una ragazza o una donna adulta ha sintomi di eccesso di androgeni, allora le viene prescritto un esame.

Il piano diagnostico per l'iperandrogenismo comprende:

I test di laboratorio dovrebbero includere studi sugli ormoni e parametri biochimici.

Dagli steroidi sessuali nel sangue determinano:

  • testosterone libero, totale;
  • 17-OH-progesterone;
  • solfato di deidroepiandrosterone.

Anche per la diagnosi è necessario chiarire la concentrazione:

  • globulina legante il sesso;
  • gonadotropine (LH e FSH);
  • estrogeni;
  • insulina;
  • emoglobina glicata;
  • cortisolo e così via

Ultrasuoni e tomografia sono necessari per rilevare l'ipertrofia di organi o neoplasie. Nelle donne viene valutata la struttura delle ovaie, dell'utero, dei tubi, delle ghiandole surrenali, dell'ipofisi e dell'ipotalamo.

Una volta raccolte tutte le informazioni necessarie, il medico determina la causa dell'iperandrogenismo e prescrive il trattamento necessario.

Trattamento della sindrome

Eliminare il testosterone in eccesso e altri androgeni utilizzando farmaci o interventi chirurgici. Il trattamento dell'iperandrogenismo dipende dalla causa della malattia.

L'iperandrogenismo ovarico dovuto alla sindrome policistica è suscettibile di trattamento conservativo. Ai pazienti vengono prescritti contraccettivi orali combinati, spironolattone, glucocorticosteroidi, ketoconazolo. Se ciò non aiuta, eseguire una resezione a cuneo o una coagulazione laparoscopica delle ovaie.

VDCN trattato con steroidi. Ai pazienti viene prescritto il desametasone. Questo farmaco inibisce l'eccessiva secrezione di androgeni nelle ghiandole surrenali.

I tumori delle ovaie e delle ghiandole surrenali che secernono androgeni vengono trattati prontamente. L'intervento chirurgico è più spesso necessario per iperplasia ovarica stromale e ipertecosi.

La sindrome metabolica con iperinsulinismo è corretta dalla dieta, dall'esercizio fisico e dalla metformina. Un trattamento simile può essere richiesto per la sindrome neuroendocrina.

Il trattamento dell'iperandrogenismo viene effettuato sotto il controllo di sintomi clinici e test di laboratorio. Le donne valutano il benessere, il ciclo mestruale e il livello degli ormoni del sangue.

Iperandrogenismo nelle donne

Iperandrogenismo nelle donne - un gruppo di endocrinopatie caratterizzata da eccessiva secrezione o elevata attività degli ormoni sessuali maschili nel corpo femminile. Manifestazioni di varie sindromi di sintomi simili ma diversi patogenesi, sporgono scambio disturbi mestruali funzioni riproduttive e dermopathy androgeni (seborrea, acne, irsutismo, alopecia). La diagnosi di iperandrogenismo nelle donne è basata sui dati dell'indagine, lo screening ormonali, ecografia ovarica, CT, surrene e ipofisi. Correzione di iperandrogenismo nelle donne è effettuata utilizzando COC o corticosteroidi, i tumori sono rimossi rapidamente.

Iperandrogenismo nelle donne

L'iperandrogenismo nelle donne è un concetto che unisce sindromi patogeneticamente diverse causate dall'aumentata produzione di androgeni da parte del sistema endocrino o dall'eccessiva suscettibilità dei tessuti bersaglio a loro. L'importanza dell'iperandrogenismo nella struttura della patologia ginecologica è spiegata dalla sua ampia distribuzione tra le donne in età fertile (4-7,5% nelle ragazze adolescenti, 10-20% nei pazienti di età superiore a 25 anni).

Gli androgeni - gli ormoni sessuali maschili di steroidi (testosterone, SDA, DHEA-S, DHT) sono sintetizzati nel corpo di una donna ovaie e la corteccia surrenale, meno - grasso sottocutaneo, sotto il controllo degli ormoni ipofisari (ACTH e LH). Gli androgeni sono i precursori dei glucocorticoidi, gli ormoni sessuali femminili - estrogeni e la forma della libido. Durante la pubertà, gli androgeni sono la crescita più significativa durante il salto, la maturazione delle ossa lunghe, circuito diafizaro-epifisi zone della cartilagine, la comparsa di peli sul corpo del tipo femminile. Tuttavia, un eccesso di androgeni nel corpo femminile innesca una cascata di processi patologici che violano la salute generale e riproduttiva.

Iperandrogenismo nelle donne non solo provoca la comparsa di difetti estetici (seborrea, acne, alopecia, irsutismo, virilizzazione), ma causa anche disturbi di processi metabolici (metabolismo dei grassi e carboidrati), mestruale e funzioni riproduttive (anomalie Follicologenesi, degenerazione dell'ovaio policistico, deficit di progesterone, oligomenorrea, anovulazione, aborto, infertilità nelle donne). iperandrogenismo lungo in combinazione con dismetabolismo aumenta il rischio di iperplasia endometriale e cancro del collo dell'utero, il diabete di tipo II e malattie cardiovascolari nelle donne.

Cause di iperandrogenismo nelle donne

In ginecologia differenziata iperandrogenismo ovarico (ovarica), surrenale (surrene) e origine mista. Iperandrogenismo nelle donne può essere sia primario e secondario (in violazione della regolazione dell'ipofisi), portare il carattere ereditaria e acquisita. Iperandrogenismo è assoluta (con un aumento dei livelli di androgeni nel sangue), ma più spesso - la relativa (con una normale quantità di androgeni, ma la loro metabolismo aumentato in una forma più attiva o con maggiore utilizzo in estremamente sensibili alle loro organi bersaglio - ovaie, pelle, sebacea, sudore ghiandole e follicoli piliferi).

Iperandrogenismo con eccessiva sintesi di androgeni in donne nella maggior parte dei casi determinati sindrome dell'ovaio policistico: primario (sindrome di Stein-Leventhal) e secondaria (sulla forma sfondo neuroendocrino sindrome ipotalamica, iperprolattinemia, ipotiroidismo), così come sindrome adrenogenitale (AGS, iperplasia congenita surrenale). Quando AGS produzione maggiore di carenza di androgeni causa di enzima 21-idrossilasi ed elevati livelli di ACTH. Androgeni sintesi stimolatore può agire eccesso di prolattina (sindrome di amenorrea-galattorrea). Le ragioni includono la disponibilità iperandrogenismo virilizzante tumori ovarici (lyuteomy, TECOM) e surrenale (androsteromy) tekomatoza stromale ovaio.

modulo di trasporto Sviluppo iperandrogenismo nelle donne tale informazione nella carenza di legame steroidi sessuali globulina (GSM), l'attività blocco della frazione libera del testosterone (per la sindrome di Cushing, ipotiroidismo, dislipidemia). giperinsulizm compensativo patologica resistenza all'insulina delle cellule bersaglio migliora l'attivazione delle cellule androgensekretiruyuschih complesso ovarico-surrene.

Nel 70-85% delle donne con iperandrogenismo acne si osserva nelle normali parametri di androgeni nel sangue e una maggiore sensibilità delle ghiandole sebacee a loro a causa della maggiore densità dei recettori ormonali della pelle. Il principale regolatore della proliferazione e lipogenesi in ghiandole sebacee - diidrotestosterone (DHT) - stimola ipersecrezione e cambiamenti nelle proprietà fisico-chimiche del sebo, portano alla chiusura dei condotti di uscita delle ghiandole sebacee, la formazione di comedoni, acne e acne.

Irsutismo è associata con ipersecrezione di androgeni nel 40-80% dei casi, in altri - con conversione di potenza del testosterone in DHT più attivo provocare la crescita eccessiva di capelli in androgenchuvstvitelnyh zone centrali del corpo o perdita dei capelli femminile sulla testa. Inoltre, le donne possono verificarsi iatrogena iperandrogenismo farmaco causata con attività androgenica.

Sintomi di iperandrogenismo nelle donne

L'iperandrogenismo della clinica nelle donne dipende dalla gravità delle violazioni. Quando iperandrogenismo genesi non neoplastica, per esempio, nella PCOS, i segni clinici lentamente progredire per diversi anni. I sintomi iniziali si manifestano nel periodo della pubertà, clinicamente manifesta seborrea grassa, acne vulgaris, irregolarità mestruali (irregolari, alternando ritardi e oligomenorrea, in casi gravi - amenorrea), volto irsutismo, mani, piedi. Successivamente sviluppato ovaie cistica struttura trasformazione, anovulazione, insufficienza di progesterone, relativa hyperestrogenemia, iperplasia endometriale, ridotta fertilità e infertilità. Nelle donne in post-menopausa, la perdita dei capelli è segnato dapprima nelle aree temporali (alopecia bitemporale), poi nella regione parietale (parietale alopecia). Androgeni dermatopatiya molte donne portano allo sviluppo di stati nevrotici e depressivi.

Iperandrogenismo quando ACS è caratterizzato da virilizzazione dei genitali (pseudoermafroditismo femminile), mascolinizzazione, ritardo del menarca, ipoplasia del seno, abbassamento della voce, irsutismo, acne. iperandrogenismo pesante in violazione della funzione pituitaria è accompagnato da un elevato grado di virilizzante, massiccia l'obesità di tipo umanoide. Attività elevata di androgeni promuove lo sviluppo della sindrome metabolica (iperlipoproteinemia, insulino-resistenza, diabete di tipo II), l'ipertensione, l'aterosclerosi, malattia coronarica. Quando androgensekretiruyuschih tumori delle ghiandole surrenali e ovaie sintomi si sviluppano velocemente e rapidamente i lavori.

Diagnosi di iperandrogenismo nelle donne

Al fine di diagnosticare la patologia, viene effettuata un'accurata analisi della storia e un esame fisico con una valutazione dello sviluppo sessuale, della natura delle irregolarità mestruali e dei peli del corpo, segni di dermopatia; sono determinati testosterone totale e libero, DHT, DEA-S, GSPS nel siero. L'identificazione degli androgeni in eccesso richiede una chiarificazione della sua natura - surrenale o ovarica.

marcatore iperandrogenismo surrenale è elevato livelli di DHEA-S, alle ovaie e - aumentando il numero di testosterone e SDA. A livelli molto elevati di DHEA-C> 800 mg / dl o testosterone totale> 200 ng / dL nelle donne si sospetta androgensinteziruyuschuyu tumore che richiede una TAC o RM surrenale, ecografia pelvica, con la complessità di immaginare tumori - cateterizzazione selettiva di surrenale e vene ovariche. La diagnostica ad ultrasuoni permette anche di stabilire la presenza di deformità dell'ovaio policistico.

Con l'iperandrogenismo ovarico, vengono valutati i livelli ormonali di una donna: livelli di prolattina, LH, FSH, estradiolo nel sangue; con surrenale - 17-OPG nel sangue, 17-KS e cortisolo nelle urine. È possibile eseguire test funzionali con ACTH, campioni con desametasone e hCG, eseguire CT della ghiandola pituitaria. È obbligatorio studiare il metabolismo dei carboidrati e dei grassi (livelli di glucosio, insulina, HbA1C, colesterolo totale e sue frazioni, test di tolleranza al glucosio). Le consultazioni di un endocrinologo, un dermatologo e una genetica sono indicate per le donne con iperandrogenismo.

Trattamento dell'iperandrogenismo nelle donne

Trattamento iperandrogenismo lungo, che richiede un approccio differenziato alle tattiche dei pazienti. Il mezzo principale di correzione condizioni iperandrogeniche per le donne sono i contraccettivi orali estrogeno-progestinici con effetto antiandrogeno. Essi forniscono inibire il processo di ovulazione e gonadotropina produzione, la soppressione della secrezione di ormoni ovarici, livelli r. H., testosterone e SHBG aumento, bloccando il recettore degli androgeni. Iperandrogenismo in AGS ritagliata corticosteroidi, sono anche usati per preparare le donne per la gravidanza e l'età gestazionale in questo tipo di patologia. Nel caso di alti tassi di iperandrogenismo farmaci anti-androgeni in donne estendere a un anno o più.

Nella dermatopatia androgeno-dipendente, il blocco periferico dei recettori degli androgeni è clinicamente efficace. Allo stesso tempo, viene effettuato il trattamento patogenetico di ipotiroidismo subclinico, iperprolattinemia e altri disturbi. Per il trattamento delle donne con iperinsulismo e obesità, vengono utilizzati sensibilizzatori dell'insulina (metformina), misure di perdita di peso (dieta ipocalorica, esercizio fisico). Sullo sfondo del trattamento, vengono monitorate le dinamiche degli indicatori clinici e di laboratorio.

I tumori delle ovaie e delle ghiandole surrenali che secernono gli androgeni sono di solito di natura benigna, ma quando vengono identificati, è necessaria la rimozione chirurgica. La ricaduta è improbabile. In caso di iperandrogenismo, vengono mostrate cure di follow-up e supporto medico di una donna per pianificare con successo una futura gravidanza.

Iperandrogenismo nelle donne: cause, sintomi, trattamento

L'iperandrogenismo nelle donne è un termine collettivo che include un certo numero di sindromi e malattie accompagnate da un aumento assoluto o relativo della concentrazione di ormoni sessuali maschili nel sangue di una donna. Oggi questa patologia è abbastanza comune: secondo le statistiche, colpisce il 5-7% delle ragazze adolescenti e il 10-20% delle donne in età fertile. E poiché l'iperandrogenismo comporta non solo diversi difetti nell'aspetto, ma è anche una delle cause di infertilità, è importante che le donne siano consapevoli di questa condizione in modo che, avendo notato tali sintomi, debbano immediatamente cercare aiuto da uno specialista.

Riguarda le cause dell'iperandrogenismo nelle donne, le sue manifestazioni cliniche, nonché il modo in cui viene formulata la diagnosi, e le tattiche di trattamento di questa patologia che imparerai dal nostro articolo. Ma prima, parliamo di cosa sono gli androgeni e perché sono necessari nel corpo femminile.

Androgeni: fisiologia di base

Gli androgeni sono ormoni sessuali maschili. Il principale rappresentante più famoso di loro è il testosterone. Nel corpo di una donna, si formano nelle cellule delle ovaie e nella corteccia surrenale, così come nel tessuto adiposo sottocutaneo (VLS). Gli ormoni adrenocorticotropici (ACTH) e luteinizzanti (LH) sintetizzati dalla ghiandola pituitaria regolano la loro produzione.

Le funzioni degli androgeni sono molteplici. Questi ormoni sono:

  • sono precursori di corticosteroidi ed estrogeni (ormoni sessuali femminili);
  • forma il desiderio sessuale di una donna;
  • durante la pubertà determinano la crescita delle ossa tubulari e quindi la crescita del bambino;
  • partecipare alla formazione di caratteristiche sessuali secondarie, vale a dire, la distribuzione dei capelli di tipo femminile.

Tutte queste funzioni androgene funzionano sotto la condizione di una normale concentrazione fisiologica di esse nel corpo femminile. L'eccesso di questi ormoni causa sia difetti estetici che disturbi metabolici, il ciclo mestruale e la fertilità di una donna.

Tipi, cause, meccanismo di sviluppo dell'iperandrogenismo

A seconda dell'origine, si distinguono 3 forme di questa patologia:

  • ovarico (ovarico);
  • surrene;
  • misto.

Se la radice del problema si trova proprio in questi organi (ovaie o corteccia surrenale), l'iperandrogenismo è chiamato primario. Nel caso di patologia della ghiandola pituitaria, causando violazioni della regolazione della sintesi di androgeni, è considerato secondario. Inoltre, questa condizione può essere ereditata o sviluppata durante la vita di una donna (cioè, essere acquisita).

A seconda del livello degli ormoni sessuali maschili nel sangue emettono iperandrogenismo:

  • assoluto (la loro concentrazione supera i valori normali);
  • relativo (il livello degli androgeni rientra nell'intervallo normale, tuttavia, essi sono ampiamente metabolizzati in forme più attive o la sensibilità degli organi bersaglio a loro è significativamente aumentata).

Nella maggior parte dei casi, la sindrome dell'ovaio policistico è la causa dell'iperandrogenismo. Si verifica anche quando:

Anche l'iperandrogenismo può svilupparsi a causa di una donna che prende steroidi anabolizzanti, farmaci di ormoni sessuali maschili e ciclosporina.

Manifestazioni cliniche

A seconda del fattore causale, i sintomi dell'iperandrogenismo vanno da irsutismo lievemente insignificante (aumento della pelosità) a sindrome del virillo pronunciata (comparsa di caratteristiche sessuali maschili secondarie in una donna malata).

Consideriamo più in dettaglio le principali manifestazioni di questa patologia.

Acne e seborrea

L'acne è una malattia dei follicoli piliferi e delle ghiandole sebacee, che si verifica se i loro dotti escretori sono bloccati. Uno dei motivi (è più corretto persino dire - i collegamenti di patogenesi) dell'acne è precisamente l'iperandrogenismo. È fisiologico per la pubertà, motivo per cui le eruzioni cutanee sul viso si riscontrano in più della metà degli adolescenti.

Se l'acne persiste in una giovane donna, ha senso esaminarla per l'iperandrogenismo, la cui causa in più di un terzo dei casi sarà la sindrome dell'ovaio policistico.

L'acne può verificarsi indipendentemente o essere accompagnata da seborrea (aumento della produzione di secrezione delle ghiandole sebacee in modo selettivo - in alcune parti del corpo). Può anche verificarsi sotto l'influenza di androgeni.

irsutismo

Questo termine si riferisce alla eccessiva crescita di peli nelle femmine in aree del corpo che dipendono dagli androgeni (in altre parole, i capelli di una donna crescono in luoghi tipici per gli uomini - sul viso, sul torace, tra le scapole e così via). Inoltre, i capelli cambiano la loro struttura - da morbidi e leggeri ingombranti diventano duri, scuri (sono chiamati terminali).

alopecia

Questo termine si riferisce a una maggiore caduta dei capelli, calvizie. Sotto alopecia, associata ad un eccesso di androgeni, implica un cambiamento nella struttura dei capelli sulla testa dal terminale (saturo di pigmento, duro) a sottile, leggero, breve ingombrante e la loro successiva perdita. L'alopecia si trova nelle aree frontale, parietale e temporale della testa. Di norma, questo sintomo indica un prolungato iperandrogenismo e si osserva nella maggior parte dei casi con neoplasie che producono ormoni sessuali maschili.

Virilizzazione (sindrome virile)

Questo termine si riferisce alla perdita dei segni del corpo delle donne, la formazione di segni maschili. Fortunatamente, questa è una condizione piuttosto rara - si trova solo in 1 su 100 pazienti affetti da irsutismo. I principali fattori eziologici sono l'adrenoblastoma e la temomatosi delle ovaie. Raramente, la causa di questa condizione sono i tumori surrenali che producono androgeni.

La virilizzazione è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • irsutismo;
  • l'acne;
  • alopecia androgenetica;
  • diminuzione del timbro della voce (baryphony, la voce diventa ruvida, simile al maschile);
  • riduzione delle dimensioni delle ghiandole genitali;
  • aumento della dimensione del clitoride;
  • crescita muscolare;
  • la ridistribuzione del tessuto adiposo sottocutaneo dal tipo maschile;
  • irregolarità mestruali fino all'amenorrea;
  • aumento del desiderio sessuale.

Principi di diagnosi

Nella diagnosi di iperandrogenismo, sia i reclami, l'anamnesi e i dati sullo stato oggettivo del paziente, sia i metodi di ricerca di laboratorio e strumentali sono importanti. Cioè, dopo aver valutato i sintomi e dati anamnesi, è necessario non solo per rivelare il fatto che il testosterone e altri ormoni sessuali maschili aumentano nel sangue, ma anche per scoprire la loro fonte - una neoplasia, sindrome dell'ovaio policistico o un'altra patologia.

Gli ormoni sessuali vengono esaminati nel 5-7 giorno del ciclo mestruale. Vengono determinati i livelli ematici di testosterone totale, SHBG, DHEA, ormone follicolo-stimolante, luteinizzante e 17-idrossiprogesterone.

Per rilevare la fonte del problema, viene eseguita un'ecografia degli organi pelvici (se si sospetta la patologia delle ovaie - utilizzando una sonda transvaginale) o, se possibile, la risonanza magnetica di quest'area.

Per diagnosticare un tumore surrenale, a un paziente viene prescritta una scintigrafia con risonanza magnetica o scintigrafia radioattiva allo iodio. Va notato che in molti casi i tumori di piccole dimensioni (meno di 1 cm di diametro) non possono essere diagnosticati.

Se i risultati degli studi di cui sopra sono negativi, al paziente può essere assegnata la cateterizzazione delle vene che portano sangue dalle ghiandole surrenali e dalle ovaie, al fine di determinare il livello di androgeni nel sangue che scorre direttamente da questi organi.

Principi di trattamento

La tattica del trattamento dell'iperandrogenismo nelle donne dipende dalla patologia che ha causato questa condizione.

Nella maggior parte dei casi, ai pazienti vengono prescritti contraccettivi orali combinati, che oltre all'effetto contraccettivo hanno anche un effetto anti-androgenico.

La sindrome adrenogenitale richiede la nomina di glucocorticoidi.

Se il livello di androgeni nel sangue di una donna è elevato a causa dell'ipotiroidismo o di un aumento del livello di prolattina, la correzione medica di queste condizioni viene alla ribalta, dopo di che la concentrazione degli ormoni sessuali maschili diminuisce da sola.

Nell'obesità e nell'iperinsulismo, una donna ha mostrato di normalizzare il peso corporeo (aderendo alle raccomandazioni dietetiche e all'esercizio fisico regolare) e di assumere una metformina per ridurre l'assunzione di zuccheri.

L'androgeno che produce neoplasie delle ghiandole surrenali o delle ovaie viene rimosso chirurgicamente, nonostante la loro natura benigna.

Quale dottore contattare

Con sintomi di irsutismo, devi consultare un ginecologo e un endocrinologo. Ulteriore assistenza sarà fornita da specialisti specializzati - un dermatologo, un tricologo e un nutrizionista.

conclusione

L'iperandrogenismo nelle donne è un complesso di sintomi che insorgono come conseguenza di una maggiore concentrazione di ormoni sessuali maschili nel sangue, che accompagnano un numero di malattie endocrine. Le cause più comuni sono la sindrome dell'ovaio policistico e la sindrome adrenogenitale.

La gravità dei sintomi varia ampiamente e dipende dalla malattia alla base dell'iperandrogenismo: in alcune donne la malattia procede solo con acne o irsutismo lieve, in altri il quadro clinico è brillante e il corpo del paziente diventa virilizzato.

Nella diagnosi, è importante non solo rilevare un livello ematico elevato di ormoni sessuali maschili, ma anche identificare la fonte che li produce. Per questo, vengono utilizzate tecniche di imaging quali ultrasuoni, TC e RM degli organi pelvici e / o delle ghiandole surrenali.

Il trattamento è conservativo o, in presenza di tumori che producono ormoni, chirurgia.

Una donna che soffre di questa patologia ha bisogno di un follow-up a lungo termine. Il monitoraggio regolare del livello degli ormoni nel sangue ci consente di valutare l'efficacia del trattamento e aumentare le probabilità che il paziente rimanga incinta e di trasferire in modo sicuro la gravidanza.

Endocrinologo della clinica Vizus-1 Yu. V. Struchkova parla di iperandrogenismo nelle donne:

Iperandrogenismo nelle donne: sintomi e trattamento

Probabilmente hai prestato attenzione alle donne che hanno le linee dell'uomo nella forma. Questa può essere una voce bassa, l'aspetto della vegetazione sul viso e sul corpo, la tipica struttura corporea per gli uomini e simili.

L'eccessiva secrezione di androgeni o il loro maggiore effetto sul corpo della donna porta più spesso a questa situazione. In medicina, questa patologia è definita come iperandrogenismo.

Sintomi, cause e modi per affrontarlo, consideriamo in questo articolo.

Cosa scatena l'iperandrogenismo?

La malattia descritta è la più comune perturbazione endocrina nelle donne. Come risultato della ricerca, è stato stabilito che il 20% del sesso debole ha una diagnosi di iperandrogenismo.

Nelle donne, questa condizione è solitamente causata non solo dalla quantità eccessiva di ormoni sessuali maschili prodotti dalle ovaie o dalle ghiandole surrenali. La patologia è anche provocata dall'intensificazione della conversione dei precursori degli androgeni nella loro forma ancora più attiva (ad esempio, il testosterone diventa diidrotestosterone, 2,5 volte più attivo). La situazione è aggravata dall'aumento dell'utilizzo degli androgeni, causato dall'aumentata sensibilità dell'organo (ad esempio la pelle) a questo ormone.

Alcune caratteristiche dello sviluppo dell'iperandrogenismo

Pertanto, l'iperandrogenismo nelle donne, i cui sintomi si manifestano, in particolare, l'acne (acne), si sviluppa con un aumento della sensibilità degli androgeni nelle ghiandole sebacee. Si noti che mentre il livello degli ormoni sessuali maschili nel sangue del paziente rimane normale!

Inoltre, una diminuzione della quantità di globulina che lega gli ormoni sessuali (normalmente impedisce al testosterone libero di entrare nelle cellule del sangue e interagire con i recettori androgenici) influenza anche lo sviluppo dell'iperandrogenismo.

La sintesi globulinica avviene nel fegato, quindi la disfunzione di questo organo può provocare l'insorgenza di iperandrogenismo o stimolare il suo sviluppo. Lo stesso effetto ha una diminuzione del livello di estrogeno prodotto dalla ghiandola tiroidea.

Sintomi di iperandrogenismo nelle donne

L'iperandrogenismo può manifestarsi con la virilizzazione, cioè l'aspetto dei sintomi maschili in una donna. Di norma, questo si esprime nella crescita dei peli del torace, della linea mediana dell'addome, del lato interno delle cosce e dell'aumentata crescita dei peli sul viso. Ma nei capelli in testa in questo momento possono apparire chiazze calve (la cosiddetta alopecia). Inoltre, la patologia è spesso accompagnata da difetti estetici: acne (acne), desquamazione e infiammazione della pelle sul viso (seborrea), così come atrofia dei muscoli dell'addome e degli arti.

Per le donne con iperandrogenismo, disturbi mestruali o amenorrea (assenza di mestruazioni), obesità, ipertensione, ipertrofia miocardica e infertilità sono caratteristici.

In aggiunta a quanto sopra, le donne che soffrono della patologia descritta di solito hanno una maggiore suscettibilità a vari tipi di infezioni, una tendenza alla depressione e anche un aumento della fatica.

A proposito, ricorda che questa patologia non ha età. L'iperandrogenismo nelle donne può verificarsi in qualsiasi periodo della vita, dalla nascita.

Come viene diagnosticata l'iperandrogenismo?

La diagnosi descritta non può essere fatta solo sulla base di segni esterni disponibili per il paziente. Anche nel caso in cui sembrano molto eloquenti. È necessario condurre una serie di test e ultrasuoni degli organi interni. Un metodo chiave per diagnosticare questa patologia è un esame del sangue per il numero di steroidi.

Si prega di notare che le condizioni del paziente possono anche manifestarsi con la presenza di diabete mellito, sindrome di Cushing (che è espressa esternamente dall'obesità, volto lunare e assottigliamento degli arti), ovaie policistiche, tumori surrenali, ecc.

Come potete vedere, tutto ciò comporta una varietà di metodi con cui l'iperandrogenesi verrà diagnosticata nelle donne.

Come distinguere tra irsutismo e ipertricosi?

Come accennato in precedenza, uno dei primi e più persistenti sintomi di questa patologia nelle donne è l'eccessiva crescita dei peli sul viso e sul corpo (irsutismo).

Ma un tale segno non deve essere confuso con l'ipertricosi, una condizione in cui la crescita dei capelli si verifica in qualsiasi parte del corpo, anche dove la crescita dei peli non dipende dall'azione degli androgeni.

Una sindrome iperandrogenica nelle donne provoca l'apparizione dei peli proprio in tali luoghi, cioè dal tipo maschile: sul viso (barba e baffi), sul petto, sul lato interno delle cosce, sull'addome e sulla parte bassa della schiena, e tra i glutei.

Il paziente con irsutismo, di regola, viene offerto un trattamento in cui sono incluse le misure cosmetiche (epilazione) e la correzione ormonale.

L'effetto degli androgeni sulla crescita dei capelli nelle donne

Come si relaziona la crescita dei capelli con la produzione di androgeni nel corpo di una donna? Il fatto è che la quantità di questo ormone determina come e dove i capelli cresceranno sul corpo di una donna. Quindi, durante l'esordio dello sviluppo sessuale, è sotto l'influenza degli androgeni che una piccola quantità di peli appare sotto l'ascella e nell'area pubica.

Ma se il livello degli ormoni inizia a superare la norma, la crescita dei capelli apparirà sul viso, sul torace e sull'addome. E un livello molto alto di androgeni causa, inoltre, una diminuzione della crescita dei peli sulla testa, che provoca la calvizie dei peli sopra la fronte.

Inoltre, si noti che questo ormone non ha alcun effetto sulla crescita di capelli lanuginosi, ciglia e sopracciglia.

Come si sviluppa l'iperandrogenismo ovarico?

In medicina, si distinguono tre forme della malattia descritta: ovarica, surrenale e mista.

Lo sviluppo della prima forma di patologia è causato da una deficienza di enzimi contenuti nelle ovaie (di solito questa è una patologia ereditaria). Questo impedisce la conversione di androgeni in ormoni sessuali femminili - estrogeni e, di conseguenza, causa la loro accumulazione. Di conseguenza, una donna sviluppa un iperandrogenismo ovarico.

A proposito, quale tipo di androgeni (testosterone, solfato di DEA o androstenedione) prevarrà nel sangue del paziente dipende direttamente da quali enzimi mancano nel suo corpo.

Come viene interrotto il funzionamento delle ovaie?

La forma ovarica della malattia è più spesso caratterizzata da policistica e ipertecosi (allargamento bilaterale) dell'organo. A proposito, le ragazze coinvolte negli sport di potenza hanno un alto rischio di acquisire questa patologia.

Ciò è dovuto al fatto che un livello eccessivo di androgeni sospende la crescita dei follicoli che compongono le ovaie, portando infine alla loro crescita eccessiva (cosiddetta atresia follicolare). Inoltre, stimola lo sviluppo della formazione patologica del tessuto connettivo fibroso (fibrosi) e causa policistico.

Secondo il principio di feedback, questa sindrome da iperandrogenismo nelle donne porta ad un fallimento nella regolazione centrale del livello di androgeni (a livello dell'ipofisi e dell'ipotalamo), che, a sua volta, cambia notevolmente il retroterra ormonale.

Iperandrogenismo surrenale

Ora parliamo di iperandrogenismo surrenale. Probabilmente sai che le ghiandole surrenali sono un paio di piccole ghiandole endocrine, che si trovano sopra i reni. Loro, a proposito, producono il 95% dell'androgeno chiamato solfato di DEA.

Una caratteristica della patologia di questo organo è che l'iperandrogenismo surrenalico nelle donne il più delle volte è congenito. Si verifica a causa della sindrome androgenitale.

Questa sindrome causa l'assenza di enzimi che contribuiscono alla produzione di ormoni glucocorticoidi, che sono normalmente prodotti dalla corteccia surrenale. Ciò porta al fatto che i loro predecessori (progesterone, pregnenolone, ecc.) Si accumulano nel sangue, costringendo il corpo a usarli per un'eccessiva produzione di androgeni.

Meno comune è l'iperandrogenismo causato da tumori surrenali che secernono androgeni (questa patologia è chiamata malattia di Cushing).

Iperandrogenismo misto

Si verifica periodicamente e l'iperandrogenismo misto nelle donne. Le cause della sua origine risiedono nella disfunzione simultanea delle ovaie e delle ghiandole surrenali.

A causa di un aumento del livello degli ormoni androgeni surrenali, la loro formazione nelle ovaie è aumentata e l'aumento del contenuto nel sangue di quest'ultimo stimola la ghiandola pituitaria, costringendola ad intensificare la produzione di ormone luteinizzante, che provoca la formazione di sindrome iperandrogenica.

La forma mista si verifica anche a seguito di traumi, tumori ipofisari o intossicazione cerebrale in una donna.

Che cos'è un iperandrogenismo pericoloso durante la gravidanza?

Oltre ai problemi sopra elencati, la patologia descritta è pericolosa per le donne che vogliono concepire e avere un figlio. Ad esempio, l'iperandrogenismo durante la gravidanza è responsabile di tra il 20 e il 40% degli aborti o delle morti fetali che si verificano nelle prime fasi.

E nota che un tale stato di cose è già triste perché l'aborto stesso aggrava i disturbi ormonali. E in questo caso, sullo sfondo dei cambiamenti ormonali esistenti, questo porta completamente al fatto che la gravidanza in futuro diventa impossibile.

Previsione della gravidanza con iperandrogenismo

Se una donna si rivolge a uno specialista con denunce specifiche che sono state elencate sopra, a lei verrà sicuramente prescritto un esame per escludere la patologia descritta.

Con una corretta diagnosi e un trattamento adeguato, l'iperandrogenismo durante la gravidanza non impedisce al paziente di portare a termine con successo un bambino. Questo è aiutato da farmaci che riducono il livello di androgeni nel sangue. Il loro paziente deve essere assunto regolarmente per tutta la durata della gravidanza.

Come viene trattato l'iperandrogenismo?

Prima di iniziare il trattamento per l'iperandrogenismo nelle donne, è necessario un esame dettagliato per identificare il tipo di malattia e le ragioni che hanno provocato il suo sviluppo.

Se una donna non prevede di avere un bambino, il medico seleziona i contraccettivi orali per il paziente, che hanno un effetto anti-androgenico. Nel caso opposto, vengono prescritti farmaci che stimolano il rilascio dell'uovo e l'escissione a forma di cuneo dell'ovaio viene talvolta usata per aiutare l'uovo a uscire da esso.

Se viene rilevato un alto livello di androgeni che il corpo non può utilizzare, ai pazienti vengono solitamente prescritti i farmaci Dexamethasone e Metipret, che aumentano la quantità di ormoni femminili nel corpo.

Se la malattia è scatenata dalla presenza di un tumore, il paziente viene indicato come un intervento chirurgico. Ciò costringe anche gli specialisti e l'ovaio policistico. Di norma, la maggior parte viene rimossa.

Nella forma surrenale della malattia viene applicata la terapia ormonale, compresi gli ormoni glucocorticoidi (ad esempio il desametasone). A proposito, è prescritto in una dose di mantenimento e durante la gravidanza.

Farmaci usati per trattare l'iperandrogenismo

Per migliorare la condizione della pelle nella malattia descritta, viene utilizzato il farmaco "Diane-35", che sopprime la produzione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali e delle ovaie, nonché il rilascio di pituitaria nel sangue di una donna con ormone luteinizzante. Allo stesso tempo, il ciproterone acetato, che fa parte del farmaco, blocca i recettori degli androgeni sensibili agli androgeni, impedendo loro di contattarli.

Di regola, per aumentare l'efficacia di questo farmaco è prescritto in combinazione con lo strumento "Androkur". Questi farmaci aiutano le donne con acne severa. Ma la loro azione può essere valutata solo 3 mesi dopo l'inizio del trattamento.

Anche la terapia con i farmaci anti-androgeni "Yanin" e "Zhanin" è molto efficace. Il trattamento dell'iperandrogenismo nelle donne con l'aiuto di questi agenti dura almeno sei mesi. Non provoca un aumento del peso corporeo e contribuisce alla normalizzazione del ciclo mestruale.

Ci sono rimedi popolari per aiutare con l'iperandrogenismo?

È nota una gamma abbastanza ampia di erbe medicinali, che sono incluse nei processi metabolici del corpo femminile e hanno un effetto positivo sulla regolazione dell'equilibrio degli ormoni.

Certamente, con una malattia come l'iperandrogenesi, il trattamento con i rimedi popolari non è affatto una panacea, ma, per esempio, un rimedio come tsimifuga (o, in un modo diverso, klopogon) può aiutare nei casi di squilibrio ormonale. Non meno efficace e prutniak sacro, sulla base del quale viene prodotto il farmaco "Cyclodinone".

Tuttavia, è possibile elencare un elenco completo di rappresentanti della flora, che, insieme ai farmaci prescritti da uno specialista, contribuirà a regolare l'equilibrio ormonale: radice di liquirizia, menta, dagile, evasione della peonia, ecc. Collezioni pronte di tali piante sono vendute nella catena farmaceutica e sono sempre pronte ad alleviare le condizioni della donna.

Qualche parola alla fine

Non provare a trattare la patologia da soli! Se ti viene diagnosticata una iperandrogenesi, le recensioni di amici o parenti su qualsiasi mezzo "magico" non aiuteranno a risolvere il problema.

Il trattamento improprio può avere conseguenze molto gravi per una donna. Pertanto, in caso di sospetto della malattia, prima di tutto, è necessario consultare un ginecologo e un endocrinologo. I loro sforzi congiunti e la vostra pazienza e perseveranza contribuiranno a fermare lo sviluppo della patologia e prevenire conseguenze irreversibili.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

A causa di varie malattie, la faringe mucosa, che dovrebbe essere liscia e uniformemente colorata, può essere coperta con vesciche bianche o rosse.Vesciche in bocca, in particolare la gola - un fenomeno spiacevole.

Il corpo umano è un sistema complesso che funziona come un orologio. Uno dei componenti importanti del sistema del corpo umano sono gli ormoni. Si tratta di sostanze chimiche speciali prodotte da cellule speciali necessarie per il metabolismo.

Sensazione costante di affaticamento, cadute a letto, rapida perdita di peso, depressione, aumento delle ghiandole mammarie nei maschi - questi sintomi sono un segnale di allarme causato da un basso livello di testosterone - l'ormone maschile dominante.