Principale / Cisti

Trattamento del diabete di tipo 2 negli anziani

Il trattamento del diabete in età avanzata è un problema urgente per molti lettori del nostro sito. Pertanto, abbiamo preparato un articolo dettagliato su questo argomento scritto in una lingua accessibile. I pazienti e gli specialisti medici possono trovare qui tutto ciò di cui hanno bisogno per diagnosticare e trattare correttamente il diabete negli anziani.

Il modo in cui un paziente anziano può ottenere un trattamento di diabete di alta qualità dipende troppo dalla capacità finanziaria di se stesso e dei suoi parenti, e anche dal fatto che soffra di demenza senile o meno. Tuttavia, i materiali di questo articolo contribuiranno a rendere il massimo nella lotta contro il diabete, che è possibile nella situazione in cui è una persona anziana.

Perché il rischio di sviluppare il diabete aumenta nella vecchiaia

Dall'età di 50-60 anni, la tolleranza al glucosio è stata irreversibilmente ridotta nella maggior parte delle persone. In pratica, ciò significa che dopo 50 anni per ogni 10 anni successivi:

  • il livello di zucchero nel sangue a digiuno è aumentato di 0,055 mmol / l;
  • la concentrazione di glucosio nel plasma sanguigno dopo 2 ore dopo un pasto aumenta di 0,5 mmol / l.

Si noti che questi sono solo indicatori "medi". Per ogni persona anziana, la concentrazione di glucosio nel sangue cambierà a suo modo. Di conseguenza, il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in alcuni pensionati è molto più alto che in altri. Dipende dallo stile di vita che una persona anziana conduce - per la maggior parte, dalla sua attività fisica e nutrizione.

La glicemia postprandiale è la quantità di zucchero nel sangue dopo un pasto. Di solito viene misurato 2 ore dopo il pasto. Questo indicatore aumenta bruscamente nella vecchiaia, il che porta allo sviluppo del diabete di tipo 2. Allo stesso tempo, la glicemia a digiuno varia leggermente.

Perché la tolleranza al glucosio può essere compromessa con l'età? Questo fenomeno ha diverse cause che agiscono sul corpo simultaneamente. Questi includono:

  • Una diminuzione correlata all'età nella sensibilità all'insulina;
  • Ridotta secrezione di insulina da parte del pancreas;
  • La secrezione e l'azione degli ormoni incretin indeboliscono in età avanzata.

Diminuzione correlata all'età nella sensibilità all'insulina

Una diminuzione della sensibilità dei tessuti corporei all'insulina è chiamata resistenza all'insulina. Si sviluppa in molte persone anziane. Soprattutto quelli che sono in sovrappeso. Se non si adottano misure correttive, è altamente probabile che causi il diabete di tipo 2.

L'aumento della resistenza all'insulina è una delle principali cause del diabete di tipo 2 in età avanzata. I ricercatori stanno ancora discutendo se la resistenza all'insulina del tessuto è un processo naturale di invecchiamento del corpo? O nasce a causa di uno stile di vita malsano nella vecchiaia?

Per ragioni sociali ed economiche, gli anziani, per la maggior parte, mangiano cibo economico e ipercalorico. Questo alimento contiene un eccesso di grassi e carboidrati industriali nocivi, che vengono rapidamente assorbiti. Allo stesso tempo, spesso manca di proteine, fibre e carboidrati complessi, che vengono assorbiti lentamente.

Inoltre, le persone anziane tendono ad avere comorbidità e prendere farmaci da loro. Questi farmaci hanno spesso un effetto negativo sul metabolismo dei carboidrati. I farmaci più pericolosi in termini di aumento del rischio di diabete:

  • diuretici tiazidici;
  • beta-bloccanti (non selettivo);
  • steroidi;
  • farmaci psicotropi.

Le stesse comorbilità che costringono a prendere una moltitudine di droghe limitano l'attività fisica degli anziani. Queste possono essere patologie del cuore, dei polmoni, del sistema muscolo-scheletrico e altri problemi. Di conseguenza, la massa muscolare si riduce e questa è la causa principale dell'aumentata insulino-resistenza.

In pratica, è ovvio che se si va su uno stile di vita sano, il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 negli anziani diminuisce di dieci volte, cioè quasi fino allo zero. Come fare: imparerai ulteriormente nel nostro articolo.

Ridotta secrezione di insulina da parte del pancreas

Se una persona non ha obesità, il difetto di secrezione di insulina da parte del pancreas è la causa principale del diabete di tipo 2. Ricordiamo che per le persone con obesità, l'insulino-resistenza è la causa principale del diabete, nonostante il fatto che il pancreas produca normalmente insulina.

Quando una persona mangia cibo con carboidrati, il livello di glucosio nel sangue aumenta. In risposta, il pancreas produce insulina. La secrezione di insulina da parte del pancreas in risposta al "carico" di carboidrati avviene in due fasi, che sono chiamate fasi.

La prima fase è l'intensa secrezione di insulina, che dura fino a 10 minuti. La seconda fase è un flusso più regolare di insulina nel sangue, ma dura più a lungo, fino a 60-120 minuti. La prima fase della secrezione è necessaria per "estinguere" l'aumento della concentrazione di glucosio nel sangue, che si verifica immediatamente dopo un pasto.

Gli studi dimostrano che nelle persone anziane senza sovrappeso, la prima fase della secrezione di insulina è significativamente ridotta. Molto probabilmente, è proprio per questo che il contenuto di glucosio nel plasma sanguigno aumenta così fortemente dopo 2 ore, cioè di 0,5 mmol / l ogni 10 anni dopo i 50 anni di età.

Gli scienziati hanno scoperto che l'attività del gene della glucosinasi è ridotta negli anziani con un peso corporeo normale. Questo gene fornisce la sensibilità delle cellule beta del pancreas all'effetto stimolante del glucosio. Il suo difetto può spiegare la diminuzione della secrezione di insulina in risposta al flusso di glucosio nel sangue.

Come funziona la secrezione e l'effetto delle incretine negli anziani

Incretins sono ormoni che vengono prodotti nel tratto gastrointestinale in risposta all'assunzione di cibo. Inoltre stimolano ulteriormente la produzione di insulina da parte del pancreas. Ricordiamo che l'effetto stimolante principale sulla secrezione di insulina ha un aumento della glicemia.

L'azione delle incretine cominciò a essere seriamente studiata solo all'inizio del XXI secolo. Si è scoperto che nella normale assunzione orale (attraverso la bocca) di carboidrati insulinici si produce circa 2 volte di più che in risposta alla somministrazione endovenosa di una quantità equivalente di glucosio.

Gli scienziati hanno suggerito che durante e dopo i pasti alcune sostanze (ormoni) vengono prodotte nel tratto gastrointestinale, che stimolano ulteriormente il pancreas a produrre insulina. Questi ormoni sono chiamati incretine. La loro struttura e il meccanismo di azione sono già ben studiati.

Incretine sono gli ormoni peptide-1 glucagone-simile (GLP-1) e il polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (HIP). È stato scoperto che GLP-1 ha un effetto più forte sul pancreas. Non solo stimola la secrezione di insulina, ma blocca anche la produzione di glucagone, un "antagonista" di insulina.

Studi hanno dimostrato che nelle persone anziane, la produzione degli ormoni GLP-1 e HIP rimane allo stesso livello dei giovani. Ma la sensibilità delle cellule beta del pancreas all'azione delle incretine diminuisce con l'età. Questo è uno dei meccanismi del diabete, ma meno importante della resistenza all'insulina.

Diagnosi del diabete negli anziani

Le persone sane sono raccomandate dopo 45 anni per essere testate per il diabete una volta ogni 3 anni. Scopri quali sono i tassi di zucchero nel sangue. Si prega di notare che un test di zucchero nel sangue a digiuno non è adatto per il test per il diabete. Perché molte persone con diabete hanno livelli di glicemia a digiuno che rimangono normali. Pertanto, si consiglia di eseguire un esame del sangue per l'emoglobina glicata.

Per comprendere il problema della diagnosi del diabete, leggi prima un articolo a riguardo. E qui discuteremo le caratteristiche specifiche del riconoscimento del diabete negli anziani.

La diagnosi del diabete di tipo 2 nei pazienti più anziani è difficile perché la malattia spesso procede senza sintomi. Un paziente in età avanzata può non presentare tipici disturbi del diabete dovuti a sete, prurito, perdita di peso corporeo e frequente desiderio di urinare.

È particolarmente caratteristico che i diabetici anziani raramente si lamentano della sete. Ciò è dovuto al fatto che il centro di sete del cervello è diventato un lavoro peggiore a causa di problemi con le navi. Molte persone anziane sentono poca sete e per questo non riempiono sufficientemente le riserve di liquidi nel corpo. Pertanto, vengono spesso diagnosticati con il diabete quando sono ricoverati in ospedale in un coma iperosmolare a causa della disidratazione critica.

Nei pazienti anziani, prevalgono i disturbi non specifici, ma generali, relativi a debolezza, affaticamento, vertigini, problemi di memoria. I parenti potrebbero notare che la demenza senile sta progredendo. Osservando questi sintomi, il medico spesso non si rende nemmeno conto che una persona anziana può avere il diabete. Di conseguenza, il paziente non viene trattato per questo e le complicanze stanno progredendo.

Troppo spesso, il diabete nei pazienti anziani viene rilevato per caso o già in una fase avanzata, quando una persona viene esaminata per complicazioni vascolari pronunciate. A causa della diagnosi tardiva del diabete nelle persone anziane, oltre il 50% dei pazienti di questa categoria soffre di gravi complicazioni: problemi cardiaci, delle gambe, della vista e dei reni.

Negli anziani, la soglia renale aumenta. Capiremo di cosa si tratta. Nei giovani, il glucosio si trova nelle urine quando la sua concentrazione nel sangue è di circa 10 mmol / l. Dopo 65-70 anni, la "soglia renale" passa a 12-13 mmol / l. Ciò significa che anche con una compensazione molto scarsa del diabete in una persona anziana, lo zucchero non penetra nelle urine e vi sono meno probabilità che venga diagnosticato in tempo.

Ipoglicemia negli anziani - il rischio e gli effetti

Innanzitutto, ti consigliamo di leggere l'articolo "Ipoglicemia nel diabete mellito". L'ipoglicemia in età avanzata è particolarmente pericolosa. Perché spesso porta alla morte, che sembra la morte di un incidente cardiovascolare.

Le manifestazioni di ipoglicemia nei diabetici anziani sono diverse dai sintomi "classici" osservati nei giovani. Caratteristiche dell'ipoglicemia negli anziani:

  • I suoi sintomi sono solitamente cancellati e scarsamente espressi. L'ipoglicemia nei pazienti anziani è spesso "mascherata" come manifestazione di un'altra malattia e, a causa di ciò, non viene diagnosticata.
  • Le persone anziane hanno spesso una produzione ormonale indebolita di adrenalina e cortisolo. Pertanto, non ci possono essere sintomi vividi di ipoglicemia: palpitazioni, tremori e sudorazione. Debolezza, sonnolenza, confusione, amnesia vengono alla ribalta.
  • Nel corpo delle persone anziane, i meccanismi per uscire dallo stato di ipoglicemia vengono violati, cioè i sistemi di contro-regolamentazione non funzionano bene. Per questo motivo, l'ipoglicemia può assumere una natura protratta.

Perché l'ipoglicemia in età avanzata è così pericolosa? Perché porta a complicazioni cardiovascolari che i diabetici più anziani soffrono particolarmente male. L'ipoglicemia aumenta notevolmente la probabilità di morte per attacco cardiaco, ictus, insufficienza cardiaca o blocco di una grossa nave con un coagulo di sangue.

Se un diabetico anziano ha la fortuna di svegliarsi vivo dopo l'ipoglicemia, può rimanere un disabile incompetente a causa di danni irreversibili al cervello. Questo può accadere nel diabete in giovane età, ma per le persone anziane la probabilità di gravi conseguenze è particolarmente alta.

Se una persona anziana con diabete ha un'ipoglicemia spesso e imprevedibilmente, questo porta a cadute, che sono accompagnate da lesioni. Le cadute con l'ipoglicemia sono una causa comune di fratture ossee, dislocazioni articolari e danni ai tessuti molli. L'ipoglicemia in età avanzata aumenta il rischio di frattura dell'anca.

L'ipoglicemia nei diabetici anziani spesso deriva dal fatto che il paziente prende molti farmaci diversi e interagiscono tra loro. Alcuni farmaci possono migliorare l'effetto delle compresse del diabete - derivati ​​della sulfonilurea. Altri stimolano la secrezione di insulina o aumentano la sensibilità delle cellule alla sua azione.

Alcuni farmaci come effetto collaterale bloccano le sensazioni fisiche dei sintomi dell'ipoglicemia e il paziente non è in grado di fermarlo in tempo. Prendere in considerazione tutte le possibili interazioni farmacologiche in un paziente anziano con diabete è un compito difficile per il medico.

La tabella presenta alcune delle possibili interazioni farmacologiche che spesso provocano l'ipoglicemia:

Quanto più un diabetico riesce a mantenere il livello di zucchero nel sangue vicino al normale, tanto meno la probabilità di complicanze e meglio si sente. Ma il problema è che più il livello di glucosio nel sangue è controllato nel trattamento "standard" del diabete, più spesso accade l'ipoglicemia. E per i pazienti anziani, è particolarmente pericoloso.

Questa è una situazione in cui entrambe le scelte sono cattive. Esiste una soluzione alternativa più adatta? Sì, esiste un metodo che consente un buon controllo della glicemia e allo stesso tempo mantenere una bassa probabilità di ipoglicemia. Questo metodo è per limitare i carboidrati nella dieta del diabetico, mangiando principalmente proteine ​​e grassi sani naturali per il cuore.

Meno carboidrati si mangia, minore è il fabbisogno di insulina o di pillole per il diabete che abbassano lo zucchero. Di conseguenza, meno probabile è che tu abbia l'ipoglicemia. Il cibo, che consiste principalmente di proteine, grassi e fibre naturali sane, rende più facile mantenere la concentrazione di glucosio nel sangue vicino alla norma.

Molte persone con diabete di tipo 2, inclusi gli anziani, dopo aver assunto una dieta a basso contenuto di carboidrati possono completamente abbandonare le compresse di insulina e ipolipidemizzanti. Dopo di ciò, l'ipoglicemia non può accadere affatto. Anche se non riesci a liberarti del tutto dall'insulina, la sua necessità sarà significativamente ridotta. E meno insulina e pillole si ottengono, minore è la probabilità di ipoglicemia.

Ricette per diete low-carb per il diabete di tipo 1 e di tipo 2 qui

Trattamento del diabete di tipo 2 negli anziani

Il trattamento del diabete di tipo 2 nelle persone anziane è spesso un compito particolarmente difficile per il medico. Perché di solito è complicato dall'abbondanza di malattie concomitanti in fattori diabetici, sociali (solitudine, povertà, impotenza), scarsa conoscenza del paziente e persino demenza senile.

Il medico di solito deve prescrivere un sacco di farmaci per un paziente anziano con diabete. Può essere difficile tenere conto di tutte le possibili interazioni tra di loro. I diabetici più anziani spesso mostrano scarsa aderenza al trattamento e interrompono arbitrariamente l'assunzione di medicinali e intraprendono attività per curare la loro malattia.

Una percentuale significativa di anziani con diabete vive in condizioni avverse. A causa di ciò, spesso sviluppano anoressia o depressione profonda. Nei pazienti con diabete, la depressione porta al fatto che violano il regime terapeutico e controllano male la glicemia.

Gli obiettivi della cura del diabete per ciascuno degli anziani dovrebbero essere stabiliti individualmente. Dipendono da:

  • aspettativa di vita;
  • propensione all'ipoglicemia grave;
  • ci sono malattie cardiovascolari;
  • hanno già sviluppato le complicazioni del diabete?
  • per quanto riguarda la condizione delle funzioni mentali del paziente consente le raccomandazioni del medico.

Con l'aspettativa di vita (aspettativa di vita) di oltre 10-15 anni, l'obiettivo del trattamento del diabete negli anziani dovrebbe essere quello di ottenere il valore dell'emoglobina glicata HbA1C (30 kg / m2), se il paziente è pronto a fare iniezioni.

Sono i farmaci di mimetici e analoghi del GLP-1 che hanno senso usare come "ultima risorsa" se il paziente vuole ritardare l'inizio della terapia insulinica per il diabete. E non derivati ​​sulfonilurea, come di solito si fa.

Acarbose (Glucobay) - un farmaco che blocca l'assorbimento del glucosio

Questo medicinale per il diabete è un inibitore alfa-glucosidasi. Acarbor (glucobay) inibisce la digestione di carboidrati complessi, poli e oligosaccaridi nell'intestino. Sotto l'azione di questo farmaco, meno glucosio viene assorbito nel sangue. Ma il suo uso di solito porta a gonfiore, flatulenza, diarrea, ecc.

Per ridurre la gravità degli effetti collaterali, durante l'assunzione di acarbosio (glucobay), si raccomanda di limitare rigorosamente i carboidrati complessi nella dieta. Ma se si utilizza una dieta a basso contenuto di carboidrati per normalizzare la glicemia, come raccomandiamo, non ci sarà assolutamente alcun motivo per assumere questo farmaco.

Trattamento del diabete negli anziani con insulina

Viene prescritta l'insulina nel diabete di tipo 2, se il trattamento con la dieta, gli esercizi fisici e le pillole per il diabete non consentono una riduzione sufficiente della glicemia. Il diabete di tipo 2 viene trattato con insulina in combinazione con o senza pillole. In caso di sovrappeso, le iniezioni di insulina possono essere combinate con l'assunzione di metformina (siofor, glucofage) o inibitore della DPP-4 vildagliptin. Questo riduce la necessità di insulina e, di conseguenza, riduce il rischio di ipoglicemia.

Le persone anziane con diabete sempre reagiscono psicologicamente molto duramente quando il medico cerca di somministrarle iniezioni di insulina. Tuttavia, se le indicazioni per questo sono giustificate, il medico deve insistere delicatamente che il paziente "temporaneamente" provi l'insulina per almeno 2-3 mesi. Sentiti libero di iniziare a curare il diabete negli anziani con insulina, se ci sono indicazioni. Leggi "Strategia di trattamento efficace per il diabete di tipo 2"

Di solito risulta che i diabetici anziani iniziano a sentirsi molto meglio entro 2-3 giorni dall'inizio delle iniezioni di insulina. Si presume che ciò sia causato non solo da una diminuzione della glicemia, ma anche dall'effetto anabolico dell'insulina e dei suoi altri effetti. Quindi, la questione del ritorno al trattamento del diabete con l'aiuto delle compresse scompare da sola.

Per i pazienti anziani, è possibile utilizzare diversi schemi di terapia insulinica:

  • Una singola iniezione di insulina al momento di coricarsi - se lo zucchero è di solito significativamente elevato a stomaco vuoto. Viene utilizzata l'insulina non di picco al giorno o "media".
  • Iniezioni di insulina con una durata media di azione 2 volte al giorno - prima di colazione e prima di coricarsi.
  • Iniezioni di insulina mista 2 volte al giorno. Vengono utilizzate miscele fisse di insulina "breve" e "media", in rapporto 30:70 o 50:50.
  • Regime di insulina per il diabete regime-bolo. Queste sono iniezioni di insulina breve (ultracorta) prima dei pasti, nonché insulina di durata media di azione o "prolungata" prima di coricarsi.

L'ultimo dei regimi terapeutici insulinici elencati può essere utilizzato solo se il paziente è in grado di studiare e eseguire l'autocontrollo della glicemia e selezionare la quantità corretta di insulina ogni volta. Per questo, è necessario che una persona anziana con diabete mantenga una normale capacità di concentrazione e apprendimento.

Diabete negli anziani: conclusioni

Più la persona è anziana, maggiore è il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Ciò è dovuto al naturale invecchiamento del corpo, ma per la maggior parte - a causa dello stile di vita non salutare degli anziani. A partire dai 45 anni di età, controlla il diabete ogni 3 anni. La cosa migliore per questo è fare un esame del sangue non per lo zucchero a digiuno, ma per l'emoglobina glicata.

Lo strumento più efficace e utile per la prevenzione e il trattamento del diabete di tipo 2, anche nei pazienti anziani, è una dieta a basso contenuto di carboidrati. Prova una dieta nutriente e gustosa a basso contenuto di carboidrati per il diabete! Tutte le informazioni necessarie sono sul nostro sito Web, compresi gli elenchi di prodotti per diabetici - consentiti e vietati. Di conseguenza, il tuo zucchero nel sangue inizierà a scendere alla normalità in pochi giorni. Certo, devi avere un misuratore di glucosio nel sangue a casa e usarlo tutti i giorni.

Anche terapia fisica utile. Trova le opzioni per l'attività fisica che ti fanno piacere. Questo aiuterà il libro Chris Crowley "Younger ogni anno".

Se una dieta a basso contenuto di carboidrati e l'esercizio fisico non aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue alla normalità, quindi prenda le prove e chieda al medico se deve prendere metformina (siofor, glucofag). Non correre in farmacia per il farmaco, prima prendi i test e consulta il tuo medico! Quando inizi a usare la metformina, ciò non significa che ora puoi interrompere la dieta e l'esercizio fisico.

Se la dieta, l'esercizio fisico e le pillole non ti aiutano bene, significa che ti vengono mostrati i colpi di insulina. Inizia subito a farli, non aver paura. Perché mentre si vive senza iniezioni di insulina con alti livelli di zucchero nel sangue - si stanno rapidamente sviluppando complicanze del diabete. Questo può portare all'amputazione del piede, alla cecità o alla morte dolorosa per insufficienza renale.

L'ipoglicemia in età avanzata è particolarmente pericolosa. Ma un diabetico può ridurre la sua probabilità a quasi zero utilizzando i seguenti 3 metodi:

  • Non prendere le pillole per il diabete che scatenano l'ipoglicemia. Questi sono derivati ​​sulfonilurea e meglitinidi (glinidi). Puoi perfettamente normalizzare il tuo zucchero senza di loro.
  • Mangia il più piccolo carboidrato possibile. Qualsiasi carboidrati, non solo quelli che vengono rapidamente digeriti. Perché meno carboidrati nella dieta - meno bisogno di pungere l'insulina. E meno insulina - più bassa è la probabilità di ipoglicemia.
  • Se il medico continua a insistere che si assumono compresse derivati ​​sulfonilurea o meglitinidi (glinidi), contattare un altro specialista. Lo stesso se dimostra che hai bisogno di mangiare "bilanciato". Non discutere, cambia semplicemente il dottore.

Saremo lieti se scriverai sui tuoi successi e problemi di trattamento del diabete in età avanzata nei commenti a questo articolo.

Pillole per il diabete di tipo 2 negli anziani: metformina e altri farmaci

Con l'età, il lavoro pancreatico di una persona peggiora e i tipi di farmaci del metabolismo sono disturbati, il che spesso porta allo sviluppo del diabete negli anziani. Il trattamento di questa malattia richiede un approccio speciale, poiché nella vecchiaia i pazienti possono soffrire di un intero complesso di malattie croniche, che rappresentano una controindicazione per l'assunzione di molti farmaci per il diabete.

Pertanto, sia i pazienti stessi che i loro familiari dovrebbero sapere quale tipo di diabete di tipo 2 compresse nei pazienti anziani sono utilizzati nella medicina moderna, come prenderli e combinarli correttamente. Il trattamento del diabete negli anziani, condotto secondo tutte le regole, può prolungare significativamente la vita di una persona anziana e renderla più completa.

Cause del diabete negli anziani

Dopo 50 anni, una persona ha una notevole riduzione della tolleranza al glucosio, che porta ad un graduale aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Quindi, a partire dai 60 anni, il livello di glucosio nel sangue a stomaco vuoto aumenta in media 0,05 mmol / l, e dopo aver mangiato 0,5 mmol / l.

Questa tendenza continua in futuro e ogni 10 anni successivi, il livello di zucchero nel sangue di una persona anziana aumenterà costantemente. Inoltre, è importante sottolineare che queste cifre sono nella media e in alcune persone con età, il livello di glucosio può aumentare ad un tasso più elevato.

Ci sono tre fattori principali per lo sviluppo del diabete di tipo 2 nelle persone di età superiore ai 50 anni. Anche la presenza di uno di questi aumenta significativamente il rischio di ammalarsi di questo disturbo e la presenza di tre su 95 casi su 100 porta a una diagnosi di diabete.

Perché il diabete si sviluppa nelle persone anziane:

  1. Ridurre la sensibilità dei tessuti interni all'insulina (resistenza all'insulina), causata da cambiamenti legati all'età nel corpo;
  2. Diminuzione della produzione di insulina da parte delle cellule beta pancreatiche;
  3. La diminuzione della produzione di ormoni incretine e i loro effetti più deboli sul corpo negli anziani.

La resistenza all'insulina non viene spesso diagnosticata nelle persone in età avanzata, ma soprattutto spesso colpisce gli uomini e le donne anziani con un sacco di peso in eccesso. Se l'aspetto dei primi sintomi di insensibilità dei tessuti all'insulina non prende le misure necessarie, allora questa violazione porterà inevitabilmente allo sviluppo del diabete.

Nelle persone di peso normale, il fattore principale che influenza lo sviluppo del diabete è una riduzione della produzione di insulina. In tali pazienti, dopo l'ingestione, il pancreas non inizia a secernere attivamente l'insulina, come succede nelle persone sane, il che causa un aumento significativo della glicemia.

Incretins sono ormoni prodotti dal tratto gastrointestinale mentre si mangia e si attiva la produzione di insulina. Con la mancanza di questi importanti ormoni o una diminuzione della sensibilità dei tessuti a loro, il paziente secerne circa il 50% in meno di insulina rispetto alle persone con un sistema digestivo sano.

Ma tutte le ragioni di cui sopra per lo sviluppo del diabete mellito, di regola, sono il risultato di uno stile di vita povero.

Il rifiuto delle cattive abitudini, la dieta e l'aumento dell'attività fisica possono ridurre di decine di volte la probabilità di violazione del metabolismo dei carboidrati e quindi l'insorgere del diabete di tipo 2.

Farmaci che abbassano lo zucchero per il diabete di tipo 2: una lista

✓ Articolo verificato da un medico

Durante una malattia del diabete mellito del secondo tipo, appare una violazione della secrezione di insulina o dell'insulino-resistenza periferica. Questa malattia cronica, il più delle volte progredisce indipendentemente dai metodi di trattamento, può diventare la causa di varie patologie degli organi vitali. La resistenza all'insulina è l'inefficace risposta biologica delle cellule all'azione dell'insulina, sebbene la sua concentrazione risponda alle norme fisiologiche.

La tattica delle misure mediche adottate per il trattamento farmacologico è diretta alla normalizzazione dei processi biologici che sono alla base della malattia. Raggiunta una diminuzione della resistenza all'insulina, migliora la funzione delle cellule beta.

Farmaci per il diabete

Indicazioni generali nel trattamento medico del diabete di tipo 2

Una delle principali condizioni per il trattamento di successo di una malattia è la prima rilevazione possibile di patologie. La moderna diagnostica consente di rilevare anomalie nella fase di violazione della risposta corretta delle cellule a un aumento della glicemia.

Dopo la diagnosi, viene utilizzata la terapia aggressiva, che rende possibile nel più breve tempo possibile raggiungere i valori obiettivo della glicemia. Sia la mono- sia la terapia combinata possono essere utilizzate, la decisione specifica viene presa dal medico curante in base allo stadio e alle caratteristiche del decorso della malattia.

Dopo i successivi esami medici sulla base delle analisi ottenute, il metodo può essere modificato. Inoltre, se necessario, viene eseguita la terapia insulinica, a causa della quale i fallimenti del metabolismo dei carboidrati sono compensati.

Indicatori per la nomina della terapia farmacologica, un gruppo di farmaci

Dopo l'inizio del trattamento, la probabilità di una secrezione insulinica autorinnovativa in valori normalizzati è significativamente ridotta, nella maggior parte dei casi, il ferro completamente atrofia. Dopo la diagnosi nelle prime fasi, vengono provate misure dietetiche, aumento dell'attività motoria e cambiamenti nello stile di vita. Solo se i tentativi di curare la malattia con questi metodi si sono rivelati inefficaci, è prescritta la terapia farmacologica.

I farmaci orali sono divisi in tre tipi.

Tipi di agenti ipoglicemici

Tipi di agenti ipoglicemici

La prescrizione di farmaci specifici può essere eseguita solo dopo una corretta diagnosi. L'azione dei principi attivi deve corrispondere alla causa del diabete mellito del secondo tipo ed è finalizzata alla sua eliminazione. Una lista dei farmaci più usati.

Secretogeni (stimolanti dell'insulina)

Le medicine molto popolari, sono fatte sulla base di sulfonylureas, differiscono in varia efficienza e velocità di assorbimento. Richiede un dosaggio rigoroso, il sovradosaggio può causare ipoglicemia. Questa è una condizione patologica causata da una brusca diminuzione della concentrazione di glucosio nel sangue: gli stadi leggeri sono caratterizzati da pelle pallida, sudorazione e aumento del battito cardiaco. Nelle forme gravi appaiono confusione di coscienza, disturbi del linguaggio, perdita di movimenti e orientamento. Il paziente potrebbe cadere in coma.

Prodotta stimolazione delle cellule beta del principio attivo del pancreas, che porta ad un aumento della secrezione di insulina. La durata è limitata dalla vitalità cellulare.

  1. Vantaggi. Hanno un effetto terapeutico pronunciato, riducono l'HbA1C del 2%, stimolano il picco iniziale della secrezione. Blocca solo i canali del potassio. I pazienti che assumono tali farmaci non possono essere convertiti in insulina nello stadio della sindrome coronarica.
  2. Svantaggi. Durante il ricevimento si ha una sensazione di fame aggravata, il peso del paziente aumenta ad un ritmo accelerato.

Le controindicazioni includono la gravidanza e l'allattamento al seno, una chiara deficienza di cellule beta, atrofia delle funzioni della ghiandola tiroidea.

Manin

Il farmaco moderno, appartiene alla seconda generazione, ha un pronunciato effetto ipoglicemizzante. Metabolizzato dalle cellule del fegato, non influisce negativamente sui reni. La dose quotidiana massima non può superare 20 mg, la dose anziana è ridotta a 10 mg. Le compresse vengono assunte due volte al giorno, la dose viene adeguata in base alla gravità della malattia. L'effetto viene valutato dopo 4 settimane di uso continuo, se i cambiamenti positivi sono insufficienti, quindi si dovrebbe passare a un trattamento di combinazione.

Diabeton

È al secondo posto in termini di frequenza di appuntamento, simula un precoce massimo di secrezione di insulina, può non solo abbassare i livelli di zucchero nel sangue, ma anche migliorare i suoi parametri reologici. Ha un effetto positivo sull'offerta di sangue, non consente lo sviluppo di patologie della retina dell'occhio, presenta proprietà antiossidanti. A seconda della fase della malattia può essere applicato una o due volte al giorno. Il primo effetto è determinato una settimana dopo l'inizio della somministrazione, l'aumento della dose giornaliera è consentito solo dopo i test delle urine e del sangue. La dose massima non può superare 320 mg / die.

glimepiride

Tratta medicine della terza generazione, libera l'insulina tra 24 ore, può esser nominata a un infarto del miocardio. Dopo aver preso il corpo non si accumula, viene escreto nelle urine e nelle feci. Viene assunto una volta al giorno, il grado di graduazione e la dose iniziale è di 1 mg. La valutazione dell'efficacia dell'azione viene effettuata dopo una settimana di trattamento, i cambiamenti nella quantità del farmaco prescritto sono consentiti solo dopo l'analisi delle urine e gli esami del sangue. Quando si passa a un altro farmaco, è impossibile determinare il rapporto esatto tra le dosi di vari farmaci.

Inibitori della glucosidasi alfa

Farmaci che riducono lo zucchero: inibitori della glucosidasi alfa

Nel nostro paese, da una grande famiglia di questi farmaci efficaci, solo un rimedio ha superato la registrazione statale - acarbose. L'acarbosio funge da filtro che non consente l'assorbimento di carboidrati complessi nel sangue. Si lega con l'enzima dell'intestino tenue e non gli consente di abbattere complessi polisaccaridi. Pertanto, viene prevenuto lo sviluppo dell'iperglicemia.

  1. Vantaggi. Non influisce sul livello di glucosio, non stimola la sua produzione. Un effetto positivo sul peso corporeo, il paziente inizia a perdere peso moderatamente. L'effetto è raggiunto a causa del fatto che una quantità molto più piccola di glucosio ad alto contenuto calorico entra nel corpo. In pratica, è stato dimostrato che, a seguito dell'uso prolungato di acarbose, il progredire dell'aterosclerosi dei vasi sanguigni viene significativamente rallentato, aumentano la loro permeabilità e la funzione della muscolatura liscia delle pareti dei capillari è migliorata. Il farmaco non viene assorbito nel sangue, il che esclude il verificarsi di patologie di organi interni.
  2. Svantaggi. Nell'intestino a causa della grande quantità di carboidrati non trattati dagli enzimi inizia la fermentazione, che può causare vesciche e diarrea. L'efficacia del farmaco è molto inferiore rispetto ai derivati ​​di metformina e sulfonilurea.

I pazienti con cirrosi epatica, varie infiammazioni dell'intestino, insufficienza renale, donne incinte e madri che allattano sono vietati. Gli effetti collaterali non si verificano quasi mai.

È assunto prima dei pasti, la dose iniziale è tre volte 50 mg. Dopo 4 settimane di assunzione del farmaco nel trattamento dovrebbe essere una pausa.

Glyukobay

L'origine microbica di Psevdotetrasharid, influenza la quantità di glucosio assorbito, stabilizza le sue prestazioni nel sangue durante il giorno. La massima concentrazione si verifica entro 2 ore dall'ingestione, viene escreta dall'intestino (50%) e dai reni (50%). L'efficacia viene controllata dopo 4 settimane di terapia farmacologica, in base agli indicatori la dose giornaliera può essere aumentata a 200 mg tre volte al giorno. L'uso combinato con adsorbenti non è raccomandato.

Miglitol

È un inibitore di alfa-glucosidi, un farmaco ipoglicemico. La dose iniziale è fino a 25 mg tre volte al giorno, il test di efficacia viene fatto in circa 4-8 settimane. Sulla base di test di laboratorio, la dose è aggiustata e può aumentare fino a 100 mg alla volta. Come effetto collaterale, possono verificarsi gonfiore, diarrea, flatulenza e raramente eruzioni cutanee. Non è raccomandato assumere con malattie intestinali, ostruzione dell'intestino tenue e patologie ulcerative. Riduce la disponibilità di propranololo e ranitidina.

Voksid

Inibitore competitivo di alfa-glucosio, polisaccaridi da scissione. Inibisce la formazione e l'assorbimento del glucosio, ne riduce la concentrazione nel sangue. Non influenza negativamente l'attività della β-glucosidasi. Il farmaco viene lentamente assorbito nel flusso sanguigno, riducendo al minimo il rischio di reazioni negative, rapidamente eliminato dal corpo con le feci. È vietato nominare pazienti con coma diabetico, dopo un intervento chirurgico complesso e condizioni patologiche dell'intestino.

Preparazioni di glitazone

La medicina oggi utilizza due rimedi di questo gruppo: pioglitazone e rosiglitazone.

I principi attivi stimolano i recettori delle cellule muscolari e dei tessuti grassi, il che porta ad un aumento della quantità di insulina prodotta. I tessuti periferici iniziano a rispondere meglio alla presenza di insulina endogena.

  1. Vantaggi. Sono considerati i farmaci più efficaci tra i farmaci orali. A causa del blocco della lipolisi nel sangue, la quantità di acidi grassi liberi diminuisce, il tessuto viene ridistribuito in sottocutaneo. Gli ingredienti attivi aumentano la percentuale di lipoproteine ​​ad alta densità, abbassando i livelli di trigliceridi.
  2. Svantaggi. Influenza negativa sul funzionamento del sistema cardiovascolare, la monoterapia abbassa il livello fisiologico di HbA1C. L'uso prolungato può causare un aumento di peso.

Utilizzato come monopreparazione o in combinazione con altri dispositivi medici. A volte causano ritenzione di liquidi nel corpo, anemia e anormali enzimi epatici.

Diab-standard

Efficacemente dimostrato durante i pazienti in monoterapia con sovrappeso, stimola i recettori gamma. Aumenta il tasso di utilizzo del glucosio, migliora il controllo della concentrazione plasmatica. Il consumo prolungato a dosi massime può causare disturbi visivi e insonnia. A volte contribuisce a malattie infettive del sistema respiratorio.

Pioglar

Stimola i recettori γ coinvolti nel processo di riduzione della concentrazione di glucosio nel sangue, abbassa la quantità di trigliceridi. Ha un alto assorbimento, è escreto dalla bile del paziente, la massima concentrazione nel sangue viene raggiunta dopo 24 ore. La concentrazione di equilibrio dura sette giorni. Non raccomandato per donne incinte e madri che allattano.

Avandia

Aumenta la sensibilità dei recettori dei tessuti grassi all'insulina, preserva e ripristina la funzione fisiologica delle cellule beta. Abbassa significativamente i livelli di acidi grassi, migliora il controllo glicemico. È vietato assumere pazienti con ipersensibilità al rosiglitazone, alle madri che allattano al seno e alle donne in gravidanza.

Terapia combinata

Se la monoterapia ha mostrato la sua inefficacia anche alla dose massima di somministrazione, deve essere prescritto il trattamento con diversi farmaci. La scelta specifica viene effettuata tenendo conto delle caratteristiche della malattia e delle capacità del paziente. I farmaci più comunemente selezionati sono quelli che influenzano l'aumento della secrezione di insulina e la sensibilità del tessuto periferico. Il secondo farmaco viene aggiunto solo dopo l'esame, mentre la dose del primo non viene ridotta.

Video - Farmaci che abbassano lo zucchero per il diabete di tipo 2

Ti piace questo articolo?
Salva per non perdere!

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La tolleranza al glucosio compromessa diventa una malattia grave e invisibile per il corpo. La patologia è pericolosa per l'uomo a causa della natura segreta della manifestazione, che porta a un trattamento tardivo e allo sviluppo di malattie spiacevoli, tra cui il diabete di tipo 2.

Una delle ghiandole importanti che regolano il lavoro dell'intero organismo nel suo insieme sono le ghiandole surrenali. Se il paziente si trova in condizioni avverse, fallimenti nel lavoro di vari organi e sistemi, o sotto l'influenza di fattori ereditari, può verificarsi una pericolosa malattia - iperplasia surrenale, il cui sviluppo è una minaccia per la vita del paziente.

Il diabete mellito è una malattia ampiamente controllata a causa della corretta alimentazione. L'uso di carboidrati facilmente digeribili in questa malattia è il divieto più basilare.