Principale / Sondaggio

Cos'è la scintigrafia delle ossa scheletriche?

La scintigrafia ossea scheletrica o la scintigrafia ossea è un metodo diagnostico radionuclide altamente informativo basato sulle capacità avanzate della medicina nucleare. Questa tecnica si basa sulla capacità dei radionuclidi di leggere, radiazioni gamma e trasmettere informazioni dall'interno del corpo. Questa è la principale differenza tra la scintigrafia e i raggi X, dove la radiazione, passando attraverso il corpo, viene generata al di fuori di essa.

Con l'aiuto di una tale diagnosi, vengono esaminati molti organi e sistemi. Il metodo è basato su un radiofarmaco etichettato con un marcatore che, mentre è all'interno del corpo, trasmette un segnale a una gamma camera. Inoltre, le informazioni vengono elaborate da un programma speciale su un computer e proiettate su un monitor, sotto forma di un'immagine bidimensionale dell'oggetto esaminato (sistema, organo).

Un radiofarmaco è una combinazione di un radionuclide e una preparazione farmaceutica, corrispondente all'area dell'esame previsto. Nel caso della scintigrafia delle ossa dello scheletro, la componente medica sarà rappresentata dalla preparazione per le ossa. La somministrazione della sostanza ottenuta al paziente viene effettuata mediante iniezione endovenosa. Il flusso sanguigno fornisce il radiofarmaco alla zona necessaria del corpo, da cui provengono le informazioni.

Aspetti prerogativa

I principali vantaggi dell'osteoscintigrafia sono nella visualizzazione dettagliata di tali processi patologici nel corpo che altri metodi diagnostici non possono risolvere. Il sondaggio fornisce l'opportunità di valutare lo stato e i cambiamenti funzionali delle ossa a livello del danno cellulare e molecolare, non solo per "vedere" le deviazioni di natura fisica e anatomica.

Inoltre, la scintigrafia ossea presenta i seguenti vantaggi:

  • il dosaggio della sostanza radioattiva non è pericoloso per il paziente, in termini di possibile esposizione dell'organismo;
  • lo studio mostra processi oncologici nelle ossa in una fase iniziale, quando la radiografia non li visualizza ancora;
  • è possibile per mezzo di un calcolo matematico di indicatori per stabilire il tasso di metastesi in presenza di cancro e per fare una previsione appropriata;
  • i casi di effetti collaterali da contatto del corpo con un radionuclide sono rari;
  • la diagnostica ha la capacità di esaminare l'intero scheletro in una sessione.

Non viene fornita una preparazione speciale lunga per l'esame.

Opportunità per l'osteoscintigrafia

Secondo una serie di scintigrammi (immagini), un radiologo può determinare i seguenti cambiamenti patologici nel sistema scheletrico del corpo:

  • la presenza di metastasi nelle ossa, se il paziente è stato precedentemente diagnosticato un cancro di uno qualsiasi degli organi;
  • malattia tumorale, localizzata nel midollo osseo, che colpisce i globuli del sangue (mieloma);
  • minori ferite meccaniche e di altro tipo (lesioni) delle ossa;
  • malattie ossee di natura infiammatoria (osteomielite, artrite, ecc.);
  • la causa del dolore alle articolazioni, le ossa degli arti, la colonna vertebrale;
  • condizione delle articolazioni impiantate e protesi articolari;
  • la dinamica del trattamento del cancro del sistema scheletrico.

destinazione

La scintigrafia delle ossa dello scheletro è nominata, più spesso, da un reumatologo o un oncologo. Le indicazioni per l'esame del radionuclide sono:

  • fratture complesse delle ossa (frammentazione, con spostamento, aperto con danno al tessuto molle adiacente);
  • violazione della struttura e del metabolismo nel tessuto osseo, a causa di difetti nel suo rinnovo (malattia di Paget);
  • assunzione di cancro osseo e metastasi;
  • dolore regolare alle ossa degli arti, bacino, colonna vertebrale, la cui causa non può essere installata sulla radiografia;
  • la necessità di controllare il trattamento di malattie precedentemente diagnosticate;
  • sospetti processi infiammatori o infettivi nella struttura ossea.

Controindicazioni

Nonostante la sicurezza, la procedura non viene eseguita se il paziente ha gravi reazioni allergiche o insufficienza cardiaca acuta. Le controindicazioni relative (relative) sono:

  • periodo perinatale nelle donne. A causa di effetti teratogeni (esterni dannosi) sul feto degli isotopi radioattivi. L'esame è consentito solo per indicazioni vitali.
  • periodo di allattamento. Poiché i radionuclidi influenzano la composizione del latte, dovresti interrompere temporaneamente l'allattamento al seno del tuo bambino ed esprimere il latte. Dopo 2-3 giorni è possibile riprendere l'alimentazione.

È vietato condurre esami radiografici e diagnostica dei radioisotopi in un giorno. L'intervallo dovrebbe essere di due giorni. I medici raccomandano di sostituire la scintigrafia durante l'infanzia con un altro studio.

Fase preliminare

La preparazione per la scintigrafia ossea non richiede una dieta o l'uso di medicinali speciali. È necessario rifiutare i farmaci contenenti iodio per tre settimane prima dello studio e anche per evitare il trattamento di lesioni cutanee esterne (ferite, graffi) con soluzione di iodio. Gli uomini che usano mezzi per stabilizzare la funzione erettile dovrebbero interrompere l'assunzione di medicinali per 2-3 giorni prima dell'osteoscintigrafia.

I pazienti sottoposti a trattamento farmacologico in cui è presente bromo, lo studio è condotto non prima di due settimane dopo la fine del corso terapeutico. Immediatamente prima dell'esame, si raccomanda di svuotare la vescica, quindi bere circa ½ litro d'acqua per accelerare il rilascio di radionuclidi dal corpo dopo la procedura.

Lo specialista che conduce la diagnosi deve essere informato della presenza di gravidanza (sia esplicita che sospetta), di gravi malattie croniche, in particolare dell'asma bronchiale, in cui lo sviluppo di una reazione allergica è più prevedibile. Prima della procedura, il paziente, senza esito negativo, firma il consenso allo studio.

Progresso dell'osteoscintigrafia

La scintigrafia delle ossa dello scheletro per numero di immagini può essere statica o dinamica. La seconda opzione prevede la scansione multipla dell'area rilevata a determinati intervalli di tempo, seguita dalla combinazione di immagini su un computer. Inizialmente, la persona da esaminare viene iniettata con un radiofarmaco, cioè un farmaco responsabile delle strutture ossee combinato con una sostanza radioattiva.

Quest'ultimo, molto spesso, è rappresentato da due tipi: Sr - metallo alcalino terroso, radioattivo stronzio, Tc - tecnezio di metallo radioattivo. Il dosaggio del farmaco è determinato individualmente. Il sistema osseo richiede l'introduzione di una quantità maggiore di una sostanza rispetto, ad esempio, alla ghiandola tiroidea. Ciò non dovrebbe spaventare il paziente, poiché anche la dose massima del radiofarmaco non supera il valore consentito per il suo uso sicuro della norma.

Inoltre, i radioisotopi sono soggetti a un decadimento abbastanza rapido e alla rimozione dal corpo con urina. Successivamente, il paziente viene rilasciato, assegnando un tempo di arrivo di controllo di tre ore. Durante questo periodo, il sistema circolatorio eroga e distribuisce uniformemente la radiopreparazione nelle ossa del corpo. Una persona non sperimenta alcuna sensazione di dislocazione di una droga.

Durante la diagnosi, il paziente è in posizione orizzontale per 60 minuti. È necessario mentire ancora. Qualsiasi movimento può distorcere l'immagine finale e i risultati verranno decodificati in modo errato. Nel caso dell'incapacità del soggetto di osservare una posizione statica, possono essere usati farmaci con effetto sedativo (sedativo).

Modalità di studio

Secondo la decisione dello specialista medico, a seconda della diagnosi prevista o della malattia già confermata, viene utilizzata una delle modalità di osteoscintigrafia:

  • proiezione e esame obiettivo delle singole aree ossee;
  • Modalità corpo intero o scansione dell'intero scheletro;
  • Tomografia computerizzata a emissione di singolo fotone o SPECT (spesso utilizzata come esame aggiuntivo dopo una grande quantità di lesioni del tessuto osseo rilevate mediante TC o RM);
  • modalità trifase (più adatta per la diagnosi differenziale dell'infiammazione ossea e controllo su innesti ossei consolidati).

Dopo la scintigrafia ossea

Il periodo post-procedura non richiede alcuna restrizione sull'attività fisica o sulla nutrizione. Si consiglia al paziente di aumentare la quantità di fluido consumato (escluso l'alcol) per accelerare il processo di rimozione dei radioisotopi. Spesso la voglia di urinare per questo non è una manifestazione negativa. Gli effetti collaterali dopo una scansione radio dello scheletro sono piuttosto rari.

Le seguenti complicanze sono possibili:

  • In pazienti predisposti a reazioni allergiche, a volte vengono registrati eritemi epidermici (cutanei). Non sono pericolosi e vengono fermati con antistaminici per 1-2 giorni.
  • Nelle persone che soffrono di ipotensione o ipertensione, gli effetti collaterali si manifestano sotto forma di indicatori di pressione sanguigna instabili per 2-3 giorni dopo l'esame.

In generale, la scintigrafia delle ossa dello scheletro è tollerata dai pazienti in modo sicuro.

Decodifica risultati

I radiofarmaci sono localizzati più chiaramente nelle articolazioni, nelle scapole e nella colonna vertebrale, poiché in queste aree dello scheletro si trovano spesso le metastasi. Le ossa tubulari del sistema sono meno suscettibili al cambiamento metastatico e rappresentano circa il 5% di tutte le lesioni ossee oncologiche. Il processo di indagine è condotto in fasi, i dati ottenuti sono registrati nel protocollo. Nella fase iniziale, il radiologo valuta il grado di disturbi circolatori in un focolaio specifico.

Inoltre, il tasso di distribuzione del farmaco somministrato viene costantemente valutato. L'interpretazione finale dei risultati della scintigrafia contiene necessariamente dati: il grado di correlazione e interazione dei segnali provenienti dal tessuto osseo e l'attività di fondo del radioisotopo, l'analisi quantitativa degli impulsi provenienti da tessuti intatti e dalle lesioni affette da patologia, una valutazione oggettiva della scala del processo metastatico.

L'immagine è determinata dalle statistiche, dalla sincronicità, dall'attività del processo di propagazione del processo patologico. Un risultato ideale è una quantità equivalente di radionuclidi in tutte le parti del sistema scheletrico. L'immagine non deve avere bordi di colore netti tra le aree (i punti estremamente chiari o molto scuri indicano la presenza di cambiamenti patologici).

Il rapporto di esame viene rilasciato al paziente, per ulteriore presentazione al medico curante. Il medico determina la tattica del trattamento, la possibilità di una terapia conservativa o la necessità di un intervento chirurgico. La moderna medicina nucleare, purtroppo, non è ampiamente disponibile. La maggior parte degli ospedali non dispone di attrezzature speciali. I pazienti devono recarsi in cliniche e centri diagnostici, dove la scintigrafia può essere eseguita solo su base retribuita.

Scintigrafia: indicazioni e rischi per il corpo

La Scintigrafia è un metodo di ricerca dal campo della medicina nucleare: un paziente riceve sostanze radioattive a basso livello come medicinali per scopi diagnostici.

Come condurre un sondaggio

Esistono due tipi di radiofarmaci:

  • Sostanze radioattive direttamente iniettate nel corpo. Un esempio di tali radionuclidi è lo iodio radioattivo, che migra principalmente verso la ghiandola tiroidea.
  • In altri casi, la sostanza radioattiva è associata a un vettore (come alcune proteine ​​o sali) che viene metabolizzato esclusivamente in determinati organi. L'etichetta radioattiva di un tale vettore è chiamata un indicatore.

Dopo l'iniezione nel tessuto bersaglio, l'agente radiofarmaceutico si accumula, soprattutto in luoghi con alta attività metabolica e buona circolazione sanguigna. Si disintegra con l'emissione dei raggi gamma, che vengono misurati da una telecamera speciale (gamma camera). Il computer mostra anche un'immagine dell'area indagata del corpo (scintigrammo).

Ad esempio, la scintigrafia può identificare le fonti di infiammazione nel corpo. Il metabolismo è più veloce nell'area infiammata. Tuttavia, una maggiore attività metabolica può anche indicare un tumore e una diminuzione dell'attività può indicare la presenza di necrosi, tessuto morto.

La Scintigrafia può essere utilizzata per studiare varie parti di strutture, tra cui ossa, tiroide e muscolo cardiaco.

Scintigrafia tissutale ossea

La scintigrafia ossea (scanning) è un esame nucleare che valuta la struttura ossea e il metabolismo osseo. In questo modo si possono diagnosticare varie malattie e lesioni: reumatismi, osteoporosi, tumori e fratture.

A tale scopo, una sostanza radiomarcata (radionuclide) viene iniettata nel paziente attraverso una vena, che è preferibilmente depositata nell'osso, e maggiore è la sua concentrazione, maggiore è l'attività metabolica locale. Quindi la radiazione del radionuclide può essere misurata e ottenuta nell'immagine. Per l'etichettatura radioattiva, viene utilizzata la scintigrafia ossea utilizzando fosfonati marcati con tecnezio.

In alcuni casi, è sufficiente esaminare singole ossa o singole parti dello scheletro (scintigrafia scheletrica parziale). Questo riduce il carico di radiazioni su tutto il corpo. In altri casi, è necessaria la scintigrafia a tutto il corpo, ad esempio per rilevare metastasi del cancro (come un tumore al seno, alla prostata, ai polmoni o al rene).

Nella cosiddetta scintigrafia multifasica (scintigrafia scheletrica in tre fasi) i record sono fatti in tempi diversi (fasi). Questo ti permette di studiare il flusso sanguigno nelle arterie e nelle vene. Ad esempio, si possono oggettivamente valutare i processi infiammatori e la loro localizzazione nel tessuto osseo.

Quando è necessaria la scintigrafia ossea

Molte patologie ossee e lesioni sono associate ad un aumento o diminuzione dell'attività metabolica e quindi sono facilmente riconoscibili con la scintigrafia.

Ad esempio, un aumento del metabolismo può essere misurato nell'area di una frattura. Con la scintigrafia ossea, quindi, possono essere rilevate fratture, sebbene, di regola, sia sufficiente un esame radiografico convenzionale.

La scintigrafia ossea è anche utile per diagnosticare varie condizioni, come ad esempio:

  • Cancro osseo e metastasi ossee;
  • Infiammazione (osteomielite, spondilite);
  • Artrite reumatoide;
  • Violazione della fornitura di sangue al tessuto osseo;
  • Malattie del metabolismo osseo, come il morbo di Paget o l'osteomalacia (dolorosa rammollimento osseo);
  • Inoltre, vaghe denunce di ossa e articolazioni collegate in protesi (difetti, infiammazioni) sono spesso chiarite usando la scintigrafia ossea.

Rischio di effetti avversi

Come con tutte le procedure scintigrafiche, la scintigrafia ossea ha una certa quantità di esposizione alle radiazioni, ma è insignificante. Per un paziente adulto, si tratta di una o tre volte l'esposizione naturale nell'ambiente. I bambini ricevono una dose inferiore di sostanze marcate radioattivamente per la ricerca, che riduce l'effetto delle radiazioni sui tessuti di un organismo in crescita.

Gli effetti collaterali della scintigrafia sono molto rari. Un radiofarmaco controllato può causare una temporanea sensazione di calore, reazioni cutanee (prurito, arrossamento, ecc.), Un sapore metallico in bocca o leggera nausea. Se gli effetti collaterali si verificano dopo l'esame, i pazienti devono consultare un medico.

A lungo termine, l'esposizione alle radiazioni rappresenta ancora un certo rischio per la salute. Tuttavia, il livello di esposizione è molto basso (paragonabile ai raggi X). Inoltre, il corpo secerne rapidamente un agente di contrasto.

Qual è il pericolo per la salute delle radiazioni dipende principalmente dal tipo e dalla quantità di materiale radioattivo utilizzato e dall'area del corpo in studio.

Video sull'essenza del metodo della scintigrafia:

Cosa cercare dopo l'esame

Dopo la scintigrafia, è importante che il corpo rilasci rapidamente materiale radioattivo per ridurre la sua esposizione alle radiazioni. Il radionuclide viene espulso principalmente attraverso i reni, quindi è consigliabile assumere molto liquido. Se è necessario assumere una quantità limitata di liquidi al giorno a causa di insufficienza renale o cardiaca, il medico deve fornire ulteriori informazioni.

Immediatamente dopo la scintigrafia, il paziente "emette" una piccola quantità di radiazioni radioattive. Pertanto, è meglio evitare il contatto ravvicinato con donne incinte, madri che allattano e bambini piccoli per diverse ore.

Scintigrafia. Per ulteriori ricerche sul danno osseo, viene eseguita la scintigrafia ossea - una speciale radiografia medica.

Un altro metodo di indagine per l'osteomielite sospetta è la scintigrafia scheletrica con agenti di contrasto.

Quali malattie sono rivelate dalla scintigrafia delle ossa dello scheletro

L'Osteoscintigrafia è utilizzata per diagnosticare la patologia ossea relativamente di recente. Pertanto, i pazienti che hanno ricevuto referral per la procedura sono spesso interessati alla domanda: "Scintigrafia delle ossa scheletriche - che cos'è?". Questo metodo è una scansione del tessuto osseo per rilevare malattie infettive, traumatiche, oncologiche e di altro tipo.

Cos'è la scintigrafia

Il metodo di studiare lo scheletro utilizzando la scintigrafia si riferisce alla più recente sezione tecnologica della medicina nucleare. Questo tipo di visualizzazione è un metodo di diagnosi delle radiazioni. La procedura è simile a questa:

  1. In realtà, gli isotopi radioattivi, che sono anche chiamati isotopi marcatori o indicatori, sono usati per la diagnosi in questo caso. Una piccola quantità di radionuclidi viene iniettata nel paziente.
  2. Quindi, usando una telecamera speciale, che è chiamata una gamma camera, scatta foto delle ossa dello scheletro.
  3. Alcune aree del tessuto osseo assorbono una piccola dose di marcatori di radionuclidi (o non li assorbono affatto), che possono essere visti nelle immagini come piccoli blackout, che sono chiamati aree "fredde" in medicina. In questi casi, vi è evidenza della presenza di alcuni tipi di tumori maligni o di alterata circolazione sanguigna.
  4. La maggior parte del marker viene assorbita dalle ossa dello scheletro, dove i tessuti vengono ripristinati o attivamente in crescita. Nelle fotografie tali aree sembrano luminose, sono chiamate "calde". Questo potrebbe indicare la presenza di artrite, microfratture, infezioni e alcuni tipi di cancro alle ossa.

La scintigrafia delle ossa dello scheletro è divisa in dinamica, quando diverse immagini vengono scattate continuamente o ad intervalli regolari, oltre che statiche (un piccolo numero di immagini dell'organo interessato).

Quando la procedura è assegnata

Molto spesso, la scansione di uno scheletro in tutto o in parte di esso è prescritta al fine di:

  1. Identificare metastasi ossee o neoplasie nelle prime fasi. La visualizzazione determina accuratamente il carcinoma osseo primario, ad esempio il condrosarcoma e le neoplasie secondarie, che sono il risultato di tumori di altri organi.
  2. Per esaminare le fratture delle ossa, in particolare i fianchi, se è impossibile scattare una foto chiara utilizzando la radiografia standard.
  3. Stabilire l'eziologia del dolore nel sistema scheletrico, se non è stato possibile trovare la causa durante altre procedure diagnostiche. Molto spesso, questo metodo diagnostico viene utilizzato per stabilire la posizione delle anomalie in alcune strutture ossee complesse, ad esempio nei piedi o nella colonna vertebrale. In questo caso, la scintigrafia è solitamente combinata con una risonanza magnetica o TC.
  4. Per rilevare il danno osseo causato da anomalie negli organi interni o infezioni (rara malattia di Paget).

Lo studio è anche usato per identificare l'artrite, l'osteoartrosi e l'osteomielite patologica. In presenza di un tumore maligno del sistema scheletrico, tali procedure possono essere pianificate, ripetute.

Controindicazioni per la scansione

Poiché questa procedura utilizza radionuclidi (l'indicatore radioattivo è spesso rappresentato da isotopi di tecnezio o stronzio, che viene iniettato attraverso un catetere per via endovenosa nel sangue del paziente), esistono alcune controindicazioni per la diagnosi di questo tipo:

  1. Gravidanza. Teoricamente, la concentrazione dei radionuclidi marcatori non è troppo alta per causare danni al bambino. Tuttavia, la ricerca in quest'area è praticamente inesistente, quindi, durante l'intero periodo di gravidanza, tale scansione dello scheletro viene effettuata quando è vitale per la futura madre.
  2. Periodo di lattazione. Gli isotopi contenuti nei marcatori, penetrano quasi completamente nel latte materno, quindi, dopo la procedura per almeno tre giorni, è necessario esprimerlo per preservare l'allattamento. Il latte filtrato deve essere versato, perché è pericoloso per il bambino.
  3. Reazioni allergiche Se il paziente ha la tendenza a manifestare allergie, deve informare il medico prima di condurre lo studio. I radionuclidi possono causare sia un'eruzione cutanea normale che conseguenze più gravi, ad esempio uno shock anafilattico.

Inoltre, se un paziente è stato diagnosticato di recente con il bario (spesso usato per i raggi X gastrici), ciò può distorcere la qualità delle immagini, quindi è necessario informare il medico prima di iniziare la diagnosi.

Preparazione per la procedura

Tutta la preparazione per il sondaggio è la seguente:

  1. Se la scansione viene eseguita in modo pianificato, un mese prima che inizi, si consiglia al paziente di interrompere l'uso di iodio, anche esternamente o come parte dei preparati per uso interno. Dovresti anche rifiutarti di assumere farmaci contenenti calcio e vitamina D, agenti antitumorali ed estrogeni.
  2. Si consiglia di assumere molti liquidi prima e dopo l'esame. Dopo l'introduzione dell'indicatore, il paziente deve bere almeno un litro di acqua pura in modo che il contrasto si diffonda meglio in tutto il corpo.
  3. È necessario rimuovere i gioielli, l'abbigliamento dovrebbe essere libero.

Prima dell'inizio dello studio, una sostanza radioattiva viene iniettata per via endovenosa, che è distribuita in tutte le strutture organiche, ma è concentrata solo nei tessuti ossei.

Condurre ricerche

In primo luogo, il paziente riceve un briefing sulla diagnosi: che cos'è, come comportarsi. 2-3 ore dopo l'iniezione dell'agente di contrasto, inizia la scansione:

  • se è necessaria una diagnosi di malattie infettive infiammatorie o di osteomielite, immediatamente dopo l'introduzione del marcatore vengono prese diverse foto;
  • in altri casi, il paziente beve acqua, prima che la procedura svuoti la vescica;
  • quindi viene posto su un tavolo speciale, durante la procedura è necessario giacere il più immobile possibile in modo da non disturbare la leggibilità delle immagini;
  • dolore o altro fastidio durante la scansione non si verifica;
  • la durata della procedura è di circa 1 ora;
  • dopo la procedura, bere molta acqua.

In base ai risultati dello studio, un esperto può ottenere diverse immagini - tomografiche, statiche, sincronizzate o dinamiche.

Vantaggi principali

La scintigrafia, nonostante la presenza di controindicazioni, presenta numerosi vantaggi indiscutibili:

  • basso costo della ricerca rispetto ad altri metodi moderni;
  • una piccola dose di radiazioni, che consente di eseguire una scansione mensile, che è ottimale per monitorare le dinamiche della terapia (in particolare il cancro alle ossa);
  • la capacità di rilevare cambiamenti patologici nelle ossa nelle fasi iniziali, che è fondamentale nel trattamento del cancro;
  • mancanza di preparazione - non c'è bisogno di seguire una dieta, rifiutare di prendere medicine (eccetto preparazioni di iodio, calcio e bario);
  • la capacità di scansionare simultaneamente l'intero scheletro umano e identificare le metastasi ovunque siano localizzati i tumori;
  • procedura semplice senza dolore e disagio;
  • una piccola dose di radiazioni rispetto alla radiografia.

Gli svantaggi di questo tipo di diagnosi comprendono: la necessità di rimanere fermi nel processo di scansione, il limite di età del paziente (non applicabile ai bambini sotto i 14 anni di età).

Caratteristiche dello studio

La scansione delle ossa dello scheletro non è in grado di distinguere tra formazioni patologiche e fisiologiche nel tessuto osseo. Questo è il motivo per cui il più delle volte le immagini ottenute nel corso della diagnostica sono considerate insieme ai reclami del paziente, all'esame del medico curante e ai risultati della risonanza magnetica, della TC, della biopsia e degli esami del sangue. Alcuni tipi di tumori maligni non possono essere identificati durante questo tipo di diagnosi.

I prezzi per la diagnostica sono parecchie volte inferiori rispetto a quelli di una risonanza magnetica o TC, quindi la scansione sta già guadagnando popolarità. È vero, il metodo non è ancora comune, viene effettuato solo nei grandi centri medici.

I normali risultati della scintigrafia sono la distribuzione uniforme dell'indicatore nel tessuto osseo. Non devono essere osservati accumuli di isotopi in certe aree. Le aree chiare o scure del tessuto osseo nella foto indicano cambiamenti patologici nelle ossa.

Nonostante l'uso di sostanze isotopiche, il metodo è abbastanza sicuro, poiché la frazione di esposizione è piccola e il paziente non riceve quasi nessun effetto negativo. Dopo aver eseguito la manipolazione, si mostra di fare una doccia calda con sapone e vestiti da lavare. Tutti i materiali utilizzati durante la procedura (salviette, bastoncini di cotone) vengono smaltiti secondo uno schema speciale, come i rifiuti radioattivi. Dopo la procedura, si raccomanda al paziente di bere quanto più liquido possibile e di non mettersi in contatto con bambini o donne incinte per un giorno.

Scansionare le ossa dello scheletro oggi è l'unico modo informativo per identificare patologie, incluso il cancro, che sono localizzate nei tessuti ossei. Allo stesso tempo, il metodo è assolutamente indolore, sicuro, l'esposizione alle radiazioni è ridotta al minimo, il che consente di eseguire la diagnostica abbastanza spesso e di osservare lo sviluppo della malattia nel tempo. Per confronto: quando si esegue la radiografia, la dose di radiazioni è più di 10 volte superiore rispetto a quando si esegue l'osteoscintigrafia.

scintigrafia

Indicazioni per la scintigrafia

Scintigrafia: un metodo diagnostico innovativo che consente di identificare i cambiamenti funzionali nel corpo umano nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. L'individuazione tempestiva della patologia vi consentirà di iniziare rapidamente il trattamento e ottenere il massimo effetto. La scintigrafia è assolutamente sicura e indolore, mentre abbastanza informativa.

A seconda del tipo di procedura, identificherà i cambiamenti patologici in diversi organi e viene utilizzato per diagnosticare varie malattie:

  • Scintigrafia dinamica dei reni - viene effettuata per identificare la malattia renale.
  • La scintigrafia statica della ghiandola tiroidea consente di determinare il funzionamento dei nodi e la produzione di ormoni da parte loro.
  • La scintigrafia scheletrica consente di identificare i cambiamenti patologici, il cancro nelle articolazioni.
  • Scintigrafia del polmone, del miocardio e del sistema linfatico.

Indicazioni per la procedura:

  • Dolore di eziologia sconosciuta in articolazioni, ossa, cuore, reni e polmoni.
  • Violazione del funzionamento degli organi interni - cuore, reni, polmoni e cuore.
  • Rilevazione di malattie neoplastiche o metastasi negli organi interni.

Preparazione per la scintigrafia

La preparazione per la procedura diagnostica dipende dal tipo di esame:

  • Quando si esamina la ghiandola tiroidea, il paziente è obbligato a consultare un medico per quanto riguarda i farmaci presi, in particolare gli ormoni. Di norma, gli esperti raccomandano di eliminare completamente l'uso di farmaci contenenti iodio e non devono essere utilizzati per il trattamento esterno della pelle. Dovresti anche evitare di usare i bloccanti, perché queste sostanze possono accumularsi nella ghiandola tiroidea e distorcere i dati della ricerca.
  • Quando si esamina il tratto gastrointestinale dovrebbe astenersi dal mangiare cibo almeno 6-8 ore prima della procedura. Lo studio è condotto a stomaco vuoto.
  • Nella scintigrafia cardiaca del miocardio, è importante svuotare la cistifellea. A tal fine, gli esperti raccomandano poco prima dello studio di mangiare una fetta di cioccolato.
  • Prima della scintigrafia renale, dovresti bere un bicchiere di acqua pura.
  • Lo studio delle ossa e del cervello non richiede una preparazione speciale.
  • In ogni studio è imperativo avere con te la storia della malattia e i risultati degli studi precedenti.

Procedura Procedura

La scintigrafia viene eseguita in una cabina specializzata sotto la costante supervisione di specialisti. Per ottenere informazioni, le sostanze radioattive vengono iniettate nel corpo umano, mescolate con i preparati farmacologici e attraverso il sangue entrano negli organi o nei sistemi che devono essere studiati. Le informazioni sulla lettura si verificano usando una gamma camera. Con l'aiuto dell'elaborazione del computer, il medico riceve informazioni complete sullo stato degli organi studiati: dimensioni, forma e funzionamento.

La concentrazione delle radiazioni dipende da quale corpo deve essere esaminato. Quindi, un grande dosaggio viene utilizzato per studiare le ossa dello scheletro, del cuore e del cervello. Ma nonostante la concentrazione relativamente alta - le sostanze radioattive sono assolutamente innocue, perché in breve tempo c'è una completa disintegrazione delle sostanze nocive e la loro escrezione dal corpo. Di norma, questa procedura non causa reazioni avverse o allergie.

Nella scintigrafia dinamica, il paziente viene posto su un lettino, viene iniettato con una sostanza radioattiva e vi è una costante fissazione dei dati sulla sua distribuzione sul corpo, così come il suo accumulo in un particolare organo.

La scintigrafia statica viene effettuata dopo l'accumulo completo della sostanza in un particolare organo o sistema. Questo metodo viene utilizzato per studiare lo scheletro osseo e la ghiandola tiroidea.

Controindicazioni alla scintigrafia

La scintigrafia non ha controindicazioni assolute. L'unica limitazione è il periodo di gravidanza, ma anche in questa fase è possibile eseguire la procedura se il beneficio per la madre supera il pericolo per il feto. Quando l'allattamento al seno può essere scintigrafico, ma non è consigliabile nutrire il bambino entro 24 ore dall'iniezione di sostanze radioattive.

Il medico che esegue la scintigrafia può rifiutarsi in modo indipendente di eseguire la procedura se lo studio è irragionevole, o se altri esami sono stati condotti in questo giorno usando l'esposizione a contrasto o radiazioni, come TC, raggi X o risonanza magnetica.

Prendi un appuntamento con uno specialista

Le informazioni lette non sostituiranno il parere di un medico esperto. Non automedicare. Affida i tuoi professionisti della salute.

Scintigrafia ossea scheletrica: scopo e costo dell'analisi

Quando i tessuti ossei sono sottoposti a tumore e ad altre lesioni patologiche, è necessaria un'attenta diagnosi per determinare la malattia. In questo caso, gli esperti ricorrono spesso a un metodo diagnostico come la scintigrafia.

Di solito viene utilizzato per determinare le metastasi ossee, per identificare l'artrite e altri processi patologici.

Cos'è l'osteoscintigrafia?

La scintigrafia ossea scheletrica è una tecnica di imaging diagnostico utilizzata nella pratica medica per determinare il grado di metastasi dei processi maligni, per valutare l'entità del processo patologico nei tessuti ossei e nel sistema muscoloscheletrico di una persona.

Pro e contro della procedura

Uno studio scintigrafico ha molti vantaggi, uno dei quali è la possibilità di rilevare processi patologici nelle ossa nelle fasi iniziali del loro sviluppo, circa 4-6 mesi prima di poter essere determinata utilizzando la radiografia tradizionale.

  • Questa tecnica, in contrasto con altri metodi diagnostici, consente di identificare il processo patologico in una fase in cui non ci sono ancora cambiamenti strutturali, ma la funzionalità dell'organo interessato è già rotta.
  • La procedura è generalmente ben tollerata e non causa complicazioni, sebbene in rari casi si verifichino reazioni allergiche nei pazienti.
  • La radiazione prodotta da una sostanza iniettata è molto bassa e non dipende dal numero di immagini o dalla durata dello studio diagnostico.

L'unico inconveniente degli esperti di scintigrafia chiama la mancanza di informazioni per fare una diagnosi accurata.

In questo studio, alcuni tipi di lesioni tumorali delle ossa non sono visibili, tali diagnosi non distinguono le crescite ossee anormali e normali. Pertanto, per determinare l'eziologia del processo patologico, vengono condotti ulteriori studi, come la biopsia, la risonanza magnetica e la radiografia.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

La ricerca simile è nominata solo alla presenza di indizi specifici:

  • Sospetta metastasi ossee;
  • Lesioni di strutture ossee (mieloma multiplo, ecc.);
  • Terapia per danni alle ossa come stress normali o fratture da compressione;
  • Rilevazione di patologie infiammatorie nelle strutture articolari e ossee (artropatie di tipo dismetabolico, artrite o osteomielite);
  • Identificare le cause del dolore vertebrale, la diagnosi di vari tipi di infiammazione articolare, come diagnosi differenziale di processi tumorali benigni o patologie maligne di natura secondaria;
  • Identificare patologie di origine sconosciuta associate a strutture muscolari, articolari o ossee;
  • Determinare la vitalità o la funzionalità degli innesti ossei;
  • Al fine di valutare l'efficacia e l'efficienza del trattamento applicato con radionuclidi, radiazioni o chemioterapia, ecc.;
  • Per identificare i processi infiammatori infettivi o l'inferiorità delle protesi articolari.

La procedura è innocua per il corpo, ma il suo appuntamento dovrebbe tener conto di una serie di controindicazioni disponibili come l'allattamento al seno e la gravidanza, una reazione allergica o intolleranza a un farmaco radiofonico.

Se c'è una necessità urgente di diagnosi, l'allattamento al seno deve essere interrotto per 3 giorni.

Inoltre, è impossibile condurre uno studio scintigrafico di un paziente con un grave stato di salute. Dopo irradiazione su un dispositivo gamma, è necessario evitare il contatto con bambini o donne incinte durante il giorno a causa delle radiazioni emesse.

Dopo la procedura, è necessario lavare i vestiti in cui si trovava il paziente durante la procedura, nonché lavare a fondo.

Preparazione per la scintigrafia

Non è richiesta una preparazione speciale per l'osteoscintigrafia delle ossa dello scheletro. Il paziente deve informare lo specialista in anticipo sull'allergia ai farmaci.

Il paziente deve firmare il consenso alla diagnosi. Lo studio stesso è una procedura diagnostica lunga e di routine.

Si consiglia ai pazienti di assumere più liquidi prima e dopo lo studio. Questo è necessario per una migliore distribuzione del contrasto e per la sua eliminazione precoce dopo la diagnosi.

La durata dell'attesa dopo l'introduzione del contrasto dipende dal tipo di sostanza - alcuni si diffondono in tutto il corpo in un'ora, mentre altri richiedono fino a 5 ore.

La procedura di scintigrafia è priva di significato nei pazienti che assumono farmaci contenenti vitamina D e calcio.

Queste sostanze aiutano a ridurre l'assorbimento del contrasto radioattivo. Inoltre, prima della procedura dovrebbe escludere estrogeni e farmaci antitumorali.

Come è la scintigrafia ossea dello scheletro?

Lo studio deve avvenire, rimuovendo i gioielli, in abiti larghi o una veste speciale.

  1. Al paziente viene somministrata un'iniezione endovenosa di una sostanza radioattiva (isotopo radioattivo di stronzio o tecnezio). Il farmaco introdotto viene distribuito attraverso strutture organiche, concentrandosi nel tessuto osseo.
  2. La scansione viene eseguita dopo 2-3 ore dopo l'introduzione del contrasto.
  3. Se lo scopo dello studio è diagnosticare l'osteomielite o le lesioni infiammatorie infettive, allora è possibile scattare diverse immagini immediatamente dopo l'introduzione del contrasto.
  4. In altri casi, nel processo di attesa, i medici raccomandano di bere più liquido per evitare il ritardo di una sostanza radioattiva nelle strutture intraorganiche. Ma prima della scansione, è assolutamente necessario svuotare la vescica.
  5. Il paziente viene posto su un tavolo speciale, dove ha bisogno di stare fermo, poiché anche un'attività insignificante influisce negativamente sulla qualità e leggibilità delle immagini.
  6. La procedura è assolutamente indolore, anche se una lunga permanenza nello stato immobilizzato può causare qualche inconveniente.
  7. La durata della scansione è di circa un'ora, dopo di che il paziente ritorna alla vita normale.
  8. Entro 2 giorni dalla diagnosi è necessario bere più liquidi per accelerare l'eliminazione del contrasto radioattivo.

Valutazione e interpretazione dei risultati

Il paziente riceve una trascrizione di immagini scintigrafiche, raccomandazioni e dimissioni immediatamente dopo la diagnosi, il giorno successivo o alcuni giorni.

I risultati vengono elaborati in base a vari parametri:

  • A seconda del numero di focolai di metastasi;
  • In accordo con i tassi di impulso su aree sane e colpite;
  • In termini di attività degli impulsi sul tessuto osseo agli indicatori di sfondo.

Nel processo di ricerca lo specialista riceve diverse categorie di immagini: sincronizzate, tomografiche, dinamiche e statiche. Ciascuna delle immagini è in grado di mostrare la struttura degli organi e il grado del loro danno, che fornisce uno studio approfondito e completo della funzionalità delle strutture ossee studiate.

Molto spesso, la metastasi viene rilevata nelle costole, nelle ossa craniche, pelviche e vertebrali.

Come risultato della diagnosi, possono essere identificate aree positive, cosiddette. punti caldi, che sono caratterizzati da accumulo di contrasto radioattivo, che indica il danno osseo. Si possono anche trovare aree negative o punti freddi - questi sono posti dove non c'è isotopo contrastante, quindi non ci sono lesioni ossee in queste aree.

Un'adeguata interpretazione dei risultati ha un valore guida in termini di accuratezza, qualità ed efficacia del successivo processo terapeutico. Questo è particolarmente importante nei casi di sospetto cancro vertebrale.

Dove effettuare un sondaggio sugli isotopi radio?

La procedura di scintigrafia delle ossa dello scheletro è disponibile presso i centri medici statali e le cliniche specializzate private della capitale come modalità di consultazione e registrazione preventiva.

Servizi simili sono forniti in cliniche come:

  • GKB №1 loro. Pirogov;
  • JSC "Medicina";
  • MEDSI;
  • FMBC loro. Burnazyan;
  • LRT del Ministero della Salute della Federazione Russa;
  • SRI JV loro. Sklifosovsky ed ecc.

Prezzo della procedura

Il costo dell'esame scintigrafico delle ossa dello scheletro dipende dallo stato della clinica e dalla sua posizione:

  1. A Mosca le istituzioni mediche, il prezzo della ricerca sarà di circa 2600-13080 rubli;
  2. A Krasnodar, questa procedura costerà 2400-8600 rubli;
  3. Le cliniche di Ekaterinburg sono pronte a condurre l'osteoscintigrafia per 2500-8000 rubli.

Sebbene il prezzo di condurre questo studio sia piuttosto alto, il suo significato supera qualsiasi costo.

L'osteo-scintigrafia è molto più efficace della diagnostica a raggi X e consente di individuare patologie ossee nelle fasi iniziali della loro formazione, il che contribuisce al trattamento tempestivo e al prolungamento della vita dei pazienti in caso di oncologia.

Video sul metodo del radioisotopo per studiare le ossa dello scheletro:

Scintigrafia: che cos'è, preparazione per la procedura, indicazioni

La scintigrafia è un metodo diagnostico non invasivo altamente informativo relativo alla medicina nucleare. È usato per visualizzare organi e tessuti. Vengono valutate le caratteristiche della posizione anatomica dell'oggetto, viene determinato il suo stato funzionale e vengono identificati vari cambiamenti patologici.

Ad oggi, nella Federazione Russa, i grandi centri medici hanno le attrezzature diagnostiche necessarie.

Com'è la scintigrafia?

La diagnostica radio si basa sull'introduzione nel corpo di un radiofarmaco (radiofarmaco) e la successiva "lettura" di radiazioni ionizzanti. La composizione del radiofarmaco comprende un vettore di molecole assorbito da alcune strutture (compresi i fluidi biologici) e un indicatore di isotopi radioattivi.

Informazioni generali sulla procedura diagnostica

Oggetti di studio:

  • ossa;
  • luce;
  • rene;
  • fegato;
  • il cervello;
  • ghiandola tiroidea;
  • ghiandole paratiroidi;
  • miocardio;
  • principali vasi sanguigni (aortografia indiretta di radionuclidi);
  • sistema linfatico.

La tecnica è assolutamente sicura per il paziente. Gli isotopi del tecnezio sono utilizzati come marcatore, che sono caratterizzati da un'emivita molto breve (6 ore) e, di conseguenza, dalla radiotossicità più bassa possibile. La quantità di indicatore radio è sufficiente per leggere i dati, ma troppo piccola per causare danni al corpo.

Prima della procedura di scintigrafia, il medico verifica se il paziente ha patologie croniche e se non ci sono state operazioni chirurgiche nei prossimi sei mesi.

Nota: non è richiesta una preparazione speciale per il sondaggio. Dopo la sua conclusione non si sviluppano complicanze.

Scintigrafia comprende tre passaggi principali:

  1. Introduzione di un radioisotopo.
  2. Attesa.
  3. Leggi i dati.

Il radiofarmaco viene iniettato per via endovenosa. Quindi, viene mantenuto un intervallo di tempo durante il quale l'indicatore radio viene distribuito nei tessuti in esame.

Durata del periodo di attesa per vari organi:

  • fegato - fino a mezz'ora;
  • ossa - 1,5-3 ore;
  • ghiandola tiroidea - 30 min;
  • polmoni - 5 minuti;
  • ghiandole paratiroidi - 3,5 ore.

Uno studio dei reni nella scintigrafia viene effettuato immediatamente.

Il principio di funzionamento dell'apparato

Le informazioni vengono lette attraverso un apparecchio speciale: una gamma camera (tomografia computerizzata ad emissione). Di per sé, non è una fonte di radiazioni. Nello scintillatore, i gamma-quanti sono convertiti in particelle di radiazione visibile. Il numero di fotoni è direttamente proporzionale alla quantità di energia assorbita dalla fotocamera. I singoli flash nei fotomoltiplicatori vengono convertiti in impulsi elettrici, rilevati da dispositivi spettrometrici. La differenza delle ampiezze degli impulsi consente di distinguere i marker flash dalla radiazione di fondo.

Durante la diagnostica radio, è possibile ottenere immagini statiche o dinamiche. È abbastanza quadri bidimensionali per una valutazione di una condizione di ossa, una ghiandola tiroidea e alcuni altri organi. Le immagini dinamiche si ottengono aggiungendo una serie di quelle statiche; sono necessari per studiare lo stato funzionale del fegato, della cistifellea e dei reni. La visualizzazione della funzione contrattile del miocardio si ottiene utilizzando la scintigrafia sincronizzata con ECG.

Nota: durante l'esame il paziente non avverte alcun disagio o disagio. Non sono state registrate complicazioni distanti dovute all'introduzione di un isotopo radioattivo.

Controindicazioni

La diagnostica radio non viene eseguita se in questo giorno è stato effettuato uno studio correlato all'esposizione alle radiazioni (inclusa la radiografia convenzionale o la TC). Le controindicazioni relative includono periodi di gravidanza e allattamento al seno.

Importante: gli effetti collaterali si sviluppano in casi estremamente rari. Questi includono frequente desiderio di urinare, un aumento o diminuzione a breve termine della pressione sanguigna, nonché reazioni individuali di ipersensibilità ai radiofarmaci somministrati.

Radiofarmaci applicati (RFP)

Prima di iniziare lo studio, possono essere somministrati vari RFP. Ognuno di loro è caratterizzato dal tropismo all'una o all'altra struttura del corpo.

Una soluzione di tecnezio-99 puro (Pertecnetato) è necessaria per la visualizzazione della ghiandola tiroidea.

Quando la perfusione scintigrafica dei polmoni viene somministrata macroscopi di albumina e nello studio del cervello - esametilpropilenammina.

L'acido dietilentriamminopentaacetico ha un tropismo per la struttura dei reni.

Il tetrofosmin, marcato con tecnezio-99, viene utilizzato per studiare il muscolo cardiaco, che viene effettuato per la diagnosi della malattia coronarica e le sue possibili complicanze.

Bi-e monofosfonati sono utilizzati per visualizzare il tessuto osseo; con il loro aiuto, la scintigrafia identifica metastasi e tumori maligni primari, oltre a cambiamenti derivanti da processi infiammatori e lesioni.

Quali patologie vengono rilevate dalla scintigrafia?

La scintigrafia cerebrale diagnostica alcuni tipi di demenza, malattie infettive, precedentemente sofferto di disturbi del flusso sanguigno cerebrale acuto (ictus) e malattia di Alzheimer. I marcatori individuali forniscono l'opportunità di visualizzare la distribuzione della dopamina, che aiuta a identificare la malattia di Parkinson. L'accumulo di indicatori è direttamente proporzionale al flusso sanguigno cerebrale. La diagnostica radio consente di valutare le dinamiche dei cambiamenti durante il trattamento medico in corso e dopo gli interventi sui vasi del pool cerebrale. La durata media della procedura diagnostica è di 1 ora.

L'osteoscintigrafia è il modo più affidabile per rilevare le metastasi ossee. Con il suo aiuto, vengono determinati i fuochi secondari (nel cancro dei reni, dei polmoni, del seno, ecc.) E i tumori primari (condro- e osteosarcoma). Attraverso l'analisi delle immagini, la dinamica del processo patologico sullo sfondo della terapia complessa viene oggettivamente valutata. La durata della scintigrafia ossea è di 4 ore.

Lo studio dei reni mediante un tomografo computerizzato consente una valutazione oggettiva del flusso sanguigno (velocità e volume del flusso sanguigno regionale) e dell'attività funzionale (escretoria). Quando la nefroscintigrafia con angiografia indiretta ha rivelato reflusso vescico-ureterale (reflusso urinario di ritorno), nefrolitiasi (calcoli renali), alterazioni infiammatorie e stenosi dell'arteria renale. La procedura diagnostica dura meno di mezz'ora.

La scintigrafia aiuta a diagnosticare la patologia del sistema epatobiliare e l'insufficienza epatica. Durante la diagnostica radio, vengono valutati lo stato delle cellule epatiche, la funzionalità dello sfintere di Oddi, la motilità della cistifellea e la pervietà dei dotti biliari. Durante l'imaging, è possibile determinare la presenza di reflusso biliare dal duodeno nello stomaco. Il fegato e la cistifellea vengono esaminati per una media di 1 ora.

Le indicazioni per la radiodiagnosi delle ghiandole paratiroidi sono l'osteoporosi ("ammorbidimento" del tessuto osseo) e la nefrolitiasi (calcoli renali). Lo scopo dello studio - l'identificazione di tumori che portano ad un aumento della produzione di para-ormone. La scintigrafia delle ghiandole dura circa 3 ore.

Nota: Gli indicatori radio sono già stati sviluppati per la diagnosi delle singole forme di cancro.

Con l'aiuto della radiodiagnosi dei polmoni, è possibile identificare l'ipertensione polmonare primaria, alterata microcircolazione sullo sfondo di alcune patologie sistemiche, la malattia di Takayasu e una condizione così pericolosa come l'embolia polmonare. Di particolare importanza è la capacità di monitorare lo stato del corpo nel tempo. Lo studio dei polmoni richiede circa 20 minuti.

L'esame miocardico aiuta a identificare l'ischemia transitoria sullo sfondo della lesione aterosclerotica delle arterie, varie forme di malattia coronarica, nonché la presenza, la localizzazione e il volume delle cicatrici dopo precedente infarto miocardico. I radiofarmaci vengono applicati, tropici alle cellule (sane) invariate del muscolo cardiaco. La scintigrafia viene eseguita in 2 fasi: prima a riposo, poi con un carico. Il metodo consente di determinare l'efficacia della terapia conservativa, degli interventi chirurgici endovascolari e radicali. La durata media della scintigrafia del muscolo cardiaco è di 2-3 ore.

Uno studio con radioisotopi aiuta a visualizzare le strutture anatomiche della ghiandola tiroidea. Viene determinata la presenza e la localizzazione di ulteriori azioni. Quando si riscontra la scintigrafia, si trovano i nodi "caldi" caratteristici dell'adenoma tossico, così come le formazioni "fredde" non funzionanti, che danno motivo di sospettare un tumore maligno. La procedura non richiede più di 20-30 minuti.

Vladimir Plisov, revisore medico

8.626 visualizzazioni totali, 4 visualizzazioni oggi

Cancer Scintigraphy

I progressi della medicina hanno raggiunto un certo livello, quando il cancro può essere diagnosticato nella fase iniziale. Ciò consente di iniziare il trattamento nel tempo, ottenere una cura completa o una significativa regressione del processo maligno. La scintigrafia è una procedura diagnostica innovativa che viene utilizzata nel numero di studi condotti per esaminare pazienti con sospetta oncologia.

Qual è il punto?

Questo è un metodo diagnostico strumentale che consente la visualizzazione di foci metastatici nelle strutture ossee. Inoltre, la tecnica viene utilizzata per diagnosticare lesioni ossee infettive e traumatiche.

Il vantaggio della scintigrafia è la capacità di rilevare focolai maligni in una fase precoce, anche quando la radiografia non è in grado di rilevare la patologia.

Il metodo si basa sull'introduzione di radioisotopi, che sono indicatori, seguiti da una serie di colpi. Con il flusso di sangue, gli isotopi si diffondono in tutto il corpo, penetrando nelle strutture ossee, accumulandosi in essi.

Grazie ad una speciale gamma camera, viene eseguita una serie di istantanee di radiazioni emesse dalle ossa. Pertanto, vengono fornite informazioni sull'attività, capacità funzionale dei costituenti ossei.

Lo studio può essere eseguito in zone specifiche o in tutto il corpo. Quelle zone che non assorbono gli isotopi possono essere viste come fuochi oscuri. Le aree che hanno inghiottito un gran numero di indicatori sono traslucide in aree luminose. Grazie a queste informazioni, il diagnostico conclude che vi sono violazioni dell'integrità degli elementi ossei, focolai infettivi e lesioni metastatiche.

Indicazioni per

Questa tecnica strumentale è ampiamente utilizzata nella pratica oncologica in combinazione con altri tipi di diagnostica. Tra le indicazioni per l'esecuzione dovrebbe concentrarsi su:

  1. La necessità di controllare il processo di trattamento quando si usano droghe.
  2. Rilevazione di fuochi metastatici che si diffondono da tumori maligni di altra localizzazione.
  3. Rilevazione del cancro primario nelle ossa.
  4. Esame completo a 3 - 4 stadi del processo maligno nel cancro del fegato, della tiroide, della prostata, delle ghiandole mammarie, dei reni e dei polmoni.

Certamente, questa tecnica non è sufficiente per fare una diagnosi oncologica o per confermare una patologia infettiva. In questo caso, il medico, dopo aver analizzato i sintomi clinici del paziente, conducendo un esame obiettivo, prescrive un elenco di studi oltre alla scintigrafia.

Spesso, uno studio di laboratorio su sangue, urina, liquido cerebrospinale, analisi degli strisci dall'uretra e della faringe è prescritto per una diagnosi completa. Inoltre, è necessario un esame strumentale, la cui gamma include radiografia, diagnostica ecografica, calcolo, risonanza magnetica, endoscopia con biopsia. È l'analisi istologica del materiale che consente di stabilire la natura dell'origine del focus patologico e confermare la diagnosi.

Come viene eseguita la scintigrafia?

Prima di iniziare la diagnosi, è necessario svuotare la vescica. Gli indicatori vengono iniettati per via endovenosa e, dopo 2-3 ore, l'imaging inizia in due proiezioni direttamente. La durata della procedura è di circa 1 ora.

La maggior parte del radiofarmaco somministrato viene escreto nelle urine durante il giorno. La conclusione ha una descrizione delle lesioni e il tipo proposto di patologia. Quindi, in condizioni normali, c'è un assorbimento uniforme dell'indicatore da parte delle ossa. Le aree chiarite indicano fratture, cancro, osteomielite, malattia di Paget.

Le aree ombreggiate indicano un basso accumulo di sostanze radioattive, che corrisponde a certi tipi di patologia del cancro, ad esempio il mieloma multiplo.

vantaggi

Questa diagnostica strumentale ha diversi vantaggi, ma il suo uso come metodo unico non è razionale. In combinazione con esami di laboratorio e altri esami strumentali, è possibile nel più breve tempo possibile confermare la diagnosi, stabilire la natura dell'origine della patologia.

Nel corso degli anni, è stato osservato che tale diagnostica è più di 2 volte più sensibile della radiografia. Questo rende possibile diagnosticare la malattia nella fase iniziale di sviluppo.

Con l'aiuto di isotopi e telecamere gamma, i cambiamenti nelle ossa che possono essere rilevati dai raggi X solo dopo sei mesi vengono registrati.

La procedura non richiede un addestramento speciale da parte del paziente. Si raccomanda di prendere tutti gli studi che sono stati eseguiti prima della scintigrafia (ecografia, tomografia). Ciò consentirà al diagnostico di descrivere più accuratamente l'attenzione patologica, valutare le dinamiche (progressione della patologia o la sua regressione).

Controindicazioni

Tale esame è controindicato nelle donne che si trovano nella fase di trasporto di un bambino durante il periodo dell'allattamento e in presenza di reazioni allergiche alle sostanze radioattive introdotte per l'esame.

Se non è possibile eseguire questo studio, vengono assegnate ulteriori tecniche, come la radiografia, la tomografia computerizzata, che consente non solo di studiare le strutture ossee, ma anche di rilevare il tumore primario.

Tuttavia, vale la pena notare che è la scintigrafia che rende possibile rilevare focolai maligni in una fase iniziale di sviluppo, quando i raggi X sono ancora impotenti.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Il diabete mellito è una malattia grave che porta al malfunzionamento del sistema endocrino umano.

La carenza di iodio è un problema abbastanza serio nel mondo moderno. Sempre più persone soffrono di questa malattia. Il fatto è che un gran numero di malattie che sono di natura non infettiva, derivano da una mancanza di iodio nel corpo.

Durante la gestazione, l'immunità della donna diminuisce e, di conseguenza, aumenta la probabilità di sviluppare molte malattie, compresa la ghiandola tiroidea. I disturbi della funzionalità tiroidea sono pericolosi per la madre, poiché peggiorano la sua salute e violano l'allattamento.