Principale / Test

Iodomarin 100 e Iodomarin 200: istruzioni per l'uso

L'Iodomarin si riferisce agli agenti terapeutici e profilattici che sono usati nel caso della malattia della tiroide.

La preparazione contiene un componente importante - ioduro di calcio. Questo elemento è difficile da trovare in natura nella sua forma pura, la sua concentrazione nei prodotti è insufficiente per prevenire lo sviluppo di molti disturbi. Pertanto, questo farmaco è una fonte indispensabile di iodio - un importante oligoelemento per qualsiasi organismo.

In questa pagina troverai tutte le informazioni su iodomarin: istruzioni complete per l'uso di questo farmaco, prezzi medi nelle farmacie, analoghi completi e incompleti del farmaco, così come recensioni di persone che hanno già usato l'iodomarin. Vuoi lasciare la tua opinione? Si prega di scrivere nei commenti.

Gruppo clinico-farmacologico

Preparazione di iodio per la prevenzione e il trattamento delle malattie della tiroide.

Condizioni di vendita della farmacia

Viene rilasciato senza prescrizione medica.

Quanto costa Jodomarin? Il prezzo medio nelle farmacie è al livello di 140-240 rubli.

Rilascia forma e composizione

Forma di dosaggio di Iodomarin - compresse: quasi bianco o bianco, forma cilindrica piatta rotonda, con una sfaccettatura, con bordi leggermente smussati e rischio di divisione su un lato (50 o 100 pezzi in una bottiglia di vetro di colore scuro, in un fascio di cartone una bottiglia).

  • Iodomarin contiene 100 o 200 μg di iodio sotto forma di ioduro di potassio (ioduro di potassio), nonché componenti ausiliari: lattosio sotto forma di monoidrato (lattosio monoidrato), magnesio carbonato (carbonato di magnesio) base, gelatina (gelatina), sodio carbossimetilamido (sodio carbossimetile amido), biossido di silicio colloidale (biossido di silicio colloidale), magnesio stearato (magnesio stearato).

Attualmente, l'Iodomarin è disponibile in Russia in due varietà, che sono chiamate Iodomarin 100 e Iodomarin 200. Queste varietà differiscono l'una dall'altra solo dal numero nel nome e dal dosaggio del principio attivo. Non ci sono altre differenze tra Iodomarin 100 e Iodomarin 200, quindi, in sostanza, queste varietà sono semplicemente la stessa droga con differenti dosaggi del principio attivo e nomi diversi.

Effetto farmacologico

Preparazione allo iodio È usato per la prevenzione e il trattamento delle malattie della tiroide. L'elemento traccia lo iodio è uno degli elementi traccia indispensabili per il normale funzionamento della tiroide. Lo iodio non è sintetizzato nel corpo, quindi, tutta la quantità necessaria di esso deve essere ingerita dall'esterno.

Al ricevimento della quantità ottimale di iodio, viene prevenuto lo sviluppo di varie malattie della tiroide, incluso il gozzo endemico. Iodomarin compensa la carenza di iodio che il corpo riceve dal cibo, che è particolarmente importante nelle zone endemiche, vale a dire nelle aree in cui nel suolo, ecc. La quantità di iodio non è sufficiente.

Indicazioni per l'uso

Considerare che il farmaco deve essere assunto solo quando prescritto da un medico. E le indicazioni per l'uso di iodomarina sono:

  • terapia del gozzo eutiroideo diffuso;
  • terapia e prevenzione della carenza di iodio nell'infanzia;
  • terapia delle condizioni associate a carenza di iodio nel corpo;
  • prevenzione del gozzo endemico (condotto tra i pazienti che vivono in regioni con grave carenza di iodio).

Inoltre, i medici prescrivono l'iodomarina nel periodo postoperatorio o dopo la fine del trattamento terapeutico per gozzo endemico e come profilassi della carenza di iodio negli anziani.

Controindicazioni

Secondo le istruzioni, Jodomarin non dovrebbe essere prescritto per:

  1. Tubercolosi polmonare;
  2. Dermatite erpetiforme Dühring;
  3. Diatesi emorragica;
  4. La presenza di ipersensibilità allo iodio o a uno qualsiasi dei componenti ausiliari del farmaco;
  5. Adenoma tossico e altri tumori benigni della tiroide;
  6. Iperfunzione severa o latente della tiroide, anche con gozzo tossico diffuso e nodulare;
  7. Ipertiroidismo latente (ad una dose superiore a 150 μg al giorno);
  8. Carenza di lattasi, intolleranza congenita al galattosio, sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio (poiché l'iodomarin contiene lattosio).

La dose giornaliera di 300 mcg per adenoma autonomo, foci diffusi e focali della ghiandola tiroidea non può essere superata, l'unica eccezione è la iodoterapia preoperatoria per bloccare la ghiandola tiroidea secondo Pleymer.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, aumenta la necessità di iodio, quindi è particolarmente importante l'uso in dosi sufficienti (200 μg / die) per garantire un'adeguata assunzione di iodio nel corpo. Il farmaco penetra attraverso la placenta ed è escreto nel latte materno, quindi l'uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento è possibile solo nelle dosi raccomandate.

Istruzioni per l'uso

Le istruzioni per l'uso indicano che le compresse Iodomarina devono essere assunte dopo i pasti, bevendole con una quantità sufficiente di acqua pura non gassata (almeno mezzo bicchiere). Le compresse possono essere suddivise e divise in due in base al rischio che esiste su un lato per ottenere il dosaggio necessario. Si consiglia di ingerire la compressa intera, ma se per qualche motivo è impossibile, allora è meglio non masticarla, ma scioglierla nel latte o nel succo e quindi bere la soluzione preparata.

La dissoluzione della compressa è raccomandata come metodo di somministrazione ottimale per i bambini piccoli. La compressa si scioglie facilmente nei liquidi, quindi per somministrare il farmaco a un neonato o adulto può essere miscelata a qualsiasi bevanda (acqua, succo, latte, ecc.) O cibo liquido (zuppa, purè di patate, brodo, latte, latte in polvere ecc).

Il dosaggio giornaliero raccomandato di Iodomarin 100:

  • Prevenzione del gozzo: neonati e bambini fino a 12 anni - 50-100 μg di iodio o ½ - 1 pc., Pazienti di età superiore a 12 anni - 100-200 μg o 1-2 PC., Durante la gravidanza e l'allattamento - 200 μg ciascuno. 2 pezzi;
  • Prevenzione delle recidive del gozzo: 100-200 mcg o 1-2 pezzi;
  • Trattamento del gozzo eutiroideo: neonati e bambini fino a 18 anni - a 100-200 mcg o 1-2 pezzi, Adulti fino a 40 anni - a 300-500 mcg o 3-5 pezzi.

L'assunzione di pillole profilattiche può durare per diversi anni, a scopo di trattamento - per la vita.

In media, 2-4 settimane sono sufficienti per un neonato per il trattamento di gozzo, 0,5-1 anni o più per bambini e adulti.

Effetti collaterali

Con l'uso profilattico a qualsiasi età, così come nel trattamento del gozzo eutiroideo nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, di regola, non si osservano effetti collaterali.

In rari casi, l'uso costante del farmaco può portare allo sviluppo di "iodismo", che può manifestare un gusto metallico in bocca, gonfiore e infiammazione delle mucose (naso che cola, congiuntivite, bronchite), "febbre da iodio", "acne da iodio". Molto raramente lo sviluppo di angioedema, dermatite esfoliativa.

overdose

L'uso prolungato del farmaco in dosaggi superiori a 150 mcg / die può provocare l'ipertiroidismo latente in forma manifesta, e la somministrazione continua di iodomarina ad una dose superiore a 300 mcg / die può causare lo sviluppo di tireotossicosi indotta da iodio.

In caso di sovradosaggio di farmaci, compaiono i seguenti sintomi clinici:

  1. Diarrea, dolore addominale.
  2. Vomito riflesso
  3. Colorazione mucosa da marrone.

In casi estremamente rari, possono verificarsi stenosi esofagee, sviluppo di disidratazione e shock. Se compaiono questi sintomi, è necessario lavare lo stomaco con una soluzione di amido, tiosolfato di sodio o proteine. Viene prescritta la terapia sintomatica, il ripristino dell'elettrolito e l'equilibrio idrico del corpo.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare a prendere le compresse di iodomarin, è importante leggere attentamente le istruzioni per il farmaco. Ci sono diverse istruzioni speciali su cui prestare attenzione, tra cui:

  1. Il farmaco non influisce sulla capacità di concentrazione e sulla velocità delle reazioni psicomotorie.
  2. Secondo la testimonianza dell'uso del farmaco è possibile per i bambini, le donne in gravidanza e in allattamento.

Interazione farmacologica

  1. Alte dosi del farmaco in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono portare a iperkaliemia.
  2. Il trattamento simultaneo con alte dosi di iodio e preparati di sali di litio può contribuire al gozzo e all'ipotiroidismo.
  3. L'insufficienza di iodio aumenta e l'eccesso di iodio riduce l'efficacia della terapia per l'ipertiroidismo con agenti tireostatici (prima o durante il trattamento per l'ipertiroidismo, si raccomanda di evitare qualsiasi uso di iodio, se possibile). D'altra parte, gli agenti tireostatici inibiscono il trasferimento di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare la formazione di gozzo.

Recensioni

Abbiamo raccolto alcune recensioni di persone sulla droga Jodomarin:

  1. Irina. Ho iniziato a prendere Jodomarin durante la mia prima gravidanza e continuo a portarlo avanti per diversi anni. Dò anche il mio. Come non torcersi, e lo iodio nel corpo è sempre scarsamente disponibile, quindi devi riempirlo. Le compresse sono assolutamente prive di gusto, non è affatto problematico prenderle affatto. Per quanto riguarda la memoria, posso dire che non c'era sicuramente alcun deterioramento, mentre i capelli e le unghie erano ancora vivi)).
  2. Anna. Per poterlo utilizzare, non deve essere un problema, è meglio bere immediatamente, per prevenire. Questo farmaco mi è stato prescritto dal mio medico non appena sono stato registrato. Ho tagliato tutta la gravidanza, e ora continuo a prenderlo. Mi sento allo stesso tempo eccellente, e le analisi sono normali. Iodio, è generalmente molto necessario mantenere un corpo sano, e mamma e bambino. E dove lo riempirai ora nelle quantità richieste, il menu ora non contiene prodotti ricchissimi di iodio come vorremmo. Pertanto, il reintegro sotto forma di vitamine, a mio parere, è un'opzione ideale.
  3. Valya. Un bambino di sei anni ha determinato un allargamento della ghiandola tiroidea. Il risultato dell'ecografia è stato ancora più deludente. L'Iodomarin 0,1 è stato prescritto, una compressa al giorno per sei mesi. Il bambino ha bevuto la droga con piacere. Un mese dopo, ha notato un miglioramento delle condizioni generali della figlia e una crescita attiva, che è stata inibita a causa della mancanza di iodio nel corpo. Per sei mesi il bambino è cresciuto di 4 cm e il medico ha prescritto una continuazione del corso del farmaco. Questa volta ho comprato pillole non a 0,1, ma a 0,2. Divido la pillola a metà e ottengo due metà di 0,1. Quindi risulta molto più redditizio ed economico.

Le recensioni di Yodomarin 100 e 200 sono per lo più positive. Indicando l'efficacia del farmaco, i pazienti raccomandano di iniziare il suo uso solo dopo aver consultato un endocrinologo. Con la somministrazione profilattica di pillole, l'irritabilità diminuisce, c'è un miglioramento delle condizioni generali e della memoria, un aumento della velocità di concentrazione dell'attenzione. Quando si tratta di gozzo eutiroideo diffuso, il farmaco può ridurre significativamente i sintomi della malattia.

analoghi

Attualmente sul mercato farmaceutico nazionale ci sono i seguenti analoghi di iodomarin:

  • 9 mesi di compresse di ioduro di potassio;
  • Compresse di antistrino;
  • Compresse di vitrum di iodio;
  • Iodio Vitrum per bambini compresse masticabili;
  • Compresse di Yodandin;
  • Pillole di Yodbalans;
  • Compresse di ioduro di potassio;
  • Compresse di microiodio

Prima di usare analoghi, consultare il medico.

Condizioni di conservazione e durata

La durata di conservazione delle compresse Iodomarin è di 3 anni dalla data di fabbricazione. Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio inaccessibile ai bambini ad una temperatura non superiore a + 25 ° C.

jodomarin

Oggi in vendita

Rilasciare forma, composizione e imballaggio

◊ Compresse di colore bianco o quasi bianco, rotonde, piatte cilindriche, con bordi smussati, con uno smusso e un disegno unilaterale.

Eccipienti: lattosio monoidrato, magnesio carbonato basico, gelatina, carbossimetilamido sale di sodio (tipo A), biossido di silicio colloidale, magnesio stearato.

50 pezzi - flaconi di vetro scuro (1) - imballi il cartone.
100 pezzi - flaconi di vetro scuro (1) - imballi il cartone.

◊ Compresse di colore bianco o quasi bianco, rotonde, piatte cilindriche, con bordi smussati, con uno smusso e un disegno unilaterale.

Eccipienti: lattosio monoidrato, magnesio carbonato basico, gelatina, carbossimetilamido sale di sodio (tipo A), biossido di silicio colloidale, magnesio stearato.

25 pezzi - blister (2) - imballa il cartone.
25 pezzi - blister (4) - imballa il cartone.

Gruppo clinico-farmacologico

Azione farmacologica

Preparazione di iodio per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide. Lo iodio è un oligoelemento essenziale necessario per il normale funzionamento della ghiandola tiroidea. Gli ormoni tiroidei svolgono molte funzioni vitali, tra cui regolare il metabolismo di proteine, grassi, carboidrati ed energia nel corpo, l'attività del cervello, i sistemi nervoso e cardiovascolare, le ghiandole genitali e mammarie, nonché la crescita e lo sviluppo del bambino.

L'uso del farmaco Iodomarin ® riempie di carenza di iodio nel corpo, prevenendo lo sviluppo di malattie da carenza di iodio, contribuisce alla normalizzazione della funzione tiroidea, che è particolarmente importante per i bambini e gli adolescenti, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

farmacocinetica

I dati sulla farmacocinetica del farmaco Iodomarin ® non sono forniti.

Indicazioni per l'uso del farmaco

- prevenzione del gozzo endemico (specialmente nei bambini, negli adolescenti, durante la gravidanza e durante l'allattamento);

- prevenzione della ricaduta del gozzo dopo la sua rimozione chirurgica o dopo la fine del trattamento con farmaci ormonali tiroidei;

- trattamento del gozzo eutiroideo diffuso causato da carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti di età inferiore ai 40 anni.

Regime di dosaggio

Al fine di prevenire il gozzo endemico nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 12 anni, il farmaco viene prescritto in una dose corrispondente a 50-100 mcg di iodio / giorno. Adulti e bambini sopra i 12 anni - alla dose corrispondente a 100-200 mcg di iodio / giorno. Durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno) - in una dose corrispondente a 200 mg / die.

Al fine di prevenire la recidiva del gozzo, il farmaco viene prescritto in una dose corrispondente a 100-200 mg / die.

Nel trattamento del gozzo eutiroideo nei neonati, nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni, il farmaco viene prescritto in una dose corrispondente a 100-200 μg di iodio / giorno. Adulti di età inferiore ai 40 anni - a una dose corrispondente a 300-500 mcg di iodio / giorno.

Il farmaco viene assunto dopo i pasti con una quantità sufficiente di liquido. Se usato nei bambini, si consiglia di pre-dissolvere il farmaco nel latte o nel succo.

La ricezione preventiva è effettuata tra parecchi anni, alla presenza di indizi - per vita.

Per il trattamento del gozzo nei neonati, in media, 2-4 settimane sono sufficienti; bambini, adolescenti e adulti di solito richiedono 6-12 mesi, è possibile una somministrazione a lungo termine.

La durata del trattamento è determinata dal medico curante.

Effetti collaterali

Da parte del sistema endocrino: quando si usa il farmaco in una dose di oltre 150 μg di iodio / giorno, l'ipertiroidismo latente può trasformarsi in una forma manifesta; con l'uso del farmaco in una dose superiore a 300 μg di iodio / giorno, è possibile sviluppare tireotossicosi indotta da iodio (specialmente nei pazienti anziani che soffrono di gozzo per lungo tempo, in presenza di gozzo nodulare o gozzo tossico diffuso).

Reazioni allergiche: raramente - iodismo, manifestato da un gusto metallico in bocca, gonfiore e infiammazione delle mucose (rinite da iodio, congiuntivite, bronchite), febbre da iodio, acne da iodio; in alcuni casi - angioedema, dermatite esfoliativa.

Con uso profilattico della medicina Iodomarin ® in pazienti di qualsiasi età, gli effetti collaterali, di regola, non sono osservati.

Controindicazioni all'uso del farmaco

- adenoma tossico della ghiandola tiroidea, gozzo nodulare se usato in dosi superiori a 300 μg / die (ad eccezione del periodo di iodoterapia preoperatoria con lo scopo di bloccare la funzione della ghiandola tiroidea);

- Dermatite erpetiforme (senile) Dühring;

- ipersensibilità allo iodio.

Il farmaco non deve essere utilizzato per l'ipotiroidismo, tranne nei casi in cui lo sviluppo di quest'ultimo è causato da una marcata carenza di iodio.

È necessario evitare di prescrivere il farmaco durante la terapia con iodio radioattivo, la presenza o il sospetto di cancro alla tiroide.

Uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, aumenta la necessità di iodio, quindi è particolarmente importante utilizzare il farmaco Iodomarin ® in dosi sufficienti (200 μg / die) per garantire un'adeguata assunzione di iodio nel corpo.

L'uso del farmaco Iodomarin ® durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno) è possibile secondo le indicazioni solo nelle dosi raccomandate, poiché il principio attivo penetra nella barriera placentare ed è escreto nel latte materno.

Istruzioni speciali

Gli agenti tireostatici inibiscono il trasferimento di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare la formazione di gozzo.

Influenza sulla capacità di guidare il trasporto motorio e meccanismi di controllo

Iodomarin ® non influenza la capacità di guidare veicoli e altre attività potenzialmente pericolose.

overdose

Sintomi: colorazione delle mucose di colore bruno, vomito riflesso (in presenza di amido alimentare contenente componenti vomito diventato di colore blu), dolore addominale e diarrea (possibilmente melena). Nei casi più gravi possono svilupparsi disidratazione e shock. In rari casi, è stata osservata la stenosi dell'esofago, il fenomeno dello "iodismo".

Trattamento: intossicazione acuta - rimozione del farmaco, lavaggio dello stomaco con una soluzione di amido, proteine ​​o soluzione di tiosolfato di sodio al 5% fino a rimuovere tutte le tracce di iodio; con intossicazione cronica - l'abolizione della droga. Terapia sintomatica della violazione del bilancio idrico, dell'equilibrio elettrolitico, della terapia antishock.

Nel trattamento dell'ipotiroidismo indotto da iodio - l'abolizione del farmaco, la normalizzazione del metabolismo con l'aiuto degli ormoni tiroidei.

Nel trattamento della tireotossicosi indotta da iodio - non sono richieste forme lievi di trattamento, in forme gravi richiede una terapia tireostatica (il cui effetto è sempre ritardato). Nei casi più gravi (crisi tireotossica) è necessario condurre una terapia intensiva, lo scambio plasmatico o la tiroidectomia.

Interazione farmacologica

L'insufficienza di iodio aumenta e l'eccesso di iodio riduce l'efficacia della terapia per l'ipertiroidismo con agenti tireostatici (prima o durante il trattamento per l'ipertiroidismo, si raccomanda di evitare qualsiasi uso di iodio, se possibile).

Il trattamento simultaneo con alte dosi di iodio e preparati di sali di litio può contribuire al gozzo e all'ipotiroidismo.

Alte dosi del farmaco in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono portare a iperkaliemia.

Condizioni di vendita della farmacia

Il farmaco è approvato per l'uso come mezzo di OTC.

Termini e condizioni di conservazione

Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio, fuori dalla portata dei bambini ad una temperatura non superiore a 25 ° C. Periodo di validità - 3 anni.

Yodomarin 100

Iodomarin 100: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: Iodomarin 100

Principio attivo: ioduro di potassio (ioduro di potassio)

Produttore: Berlin-Chemie AG (gruppo Menarini) (Germania)

Attualizzazione della descrizione e della foto: 27/07/2018

Prezzi in farmacia: da 130 rubli.

Iodomarin 100 - preparazione di iodio.

Rilascia forma e composizione

Forma di dosaggio di Iodomarin 100 - compresse: quasi bianco o bianco, forma cilindrica piatta rotonda, con una sfaccettatura, con bordi leggermente smussati e disegno divisorio su un lato (50 o 100 pezzi in una bottiglia di vetro di colore scuro, in un fascio di cartone 1 bottiglia).

1 compressa contiene:

  • principio attivo: ioduro di potassio - 131 μg, che equivale a 100 μg di iodio;
  • Componenti ausiliari: carbonato di magnesio basico, lattosio monoidrato, biossido di silicio colloidale, sale di sodio amido carbossimetilico (tipo A), magnesio stearato, gelatina.

Proprietà farmacologiche

Iodomarin 100 - un farmaco iodio per la prevenzione e il trattamento delle malattie della tiroide, aiuta a ripristinare il contenuto di iodio nel corpo e normalizzare la funzione tiroidea, compromessa dalla carenza di iodio; previene lo sviluppo di disturbi da carenza di iodio.

Lo iodio è un oligoelemento che garantisce il normale funzionamento della ghiandola tiroidea. I suoi ormoni, che forniscono un effetto sistemico, sono responsabili nel corpo dei principali processi metabolici di proteine, carboidrati, grassi ed energia, regolano l'attività del sistema nervoso, del cervello, del sistema cardiovascolare, del sesso e delle ghiandole da latte, della crescita e dello sviluppo del bambino.

Particolarmente pericolosa è la mancanza di iodio nel corpo durante la gravidanza, per le donne che allattano, i bambini e gli adolescenti.

Indicazioni per l'uso

  • trattamento del gozzo eutiroideo diffuso causato da carenza di iodio in pazienti di età inferiore ai 40 anni, compresi bambini e adolescenti;
  • prevenzione dello sviluppo del gozzo endemico, anche durante la gravidanza e l'allattamento al seno, così come nei bambini e negli adolescenti;
  • prevenzione della recidiva del gozzo dopo la fine del trattamento con farmaci ormonali tiroidei o la sua rimozione chirurgica.

Controindicazioni

  • ipertiroidismo;
  • Dermatite erpetiforme Dühring;
  • uso simultaneo di iodio radioattivo;
  • cancro alla tiroide (compresi quelli sospettati di averlo);
  • ipotiroidismo, se non è dovuto a grave carenza di iodio;
  • gozzo nodulare, adenoma tiroideo tossico - se necessario, uso del farmaco in una dose giornaliera di oltre 300 μg (ad eccezione del periodo preoperatorio di terapia finalizzato a bloccare la ghiandola tiroidea);
  • ipersensibilità allo iodio o ad altri componenti di iodomarin 100.

Istruzioni per l'uso Iodomarina 100: metodo e dosaggio

Iodomarin 100 compresse sono assunte per via orale, dopo aver mangiato, con una quantità sufficiente di liquido.

Quando si trattano i bambini, si consiglia di sciogliere le compresse immediatamente prima dell'uso nel latte o nel succo.

La dose e la durata del trattamento sono stabilite dal medico curante sulla base di indicazioni cliniche.

Il dosaggio giornaliero raccomandato di Iodomarin 100:

  • prevenzione gozzo: neonati e bambini fino a 12 anni - 50-100 μg di iodio o ½ - 1 pc., pazienti di età superiore a 12 anni - 100-200 μg o 1-2 PC., durante la gravidanza e l'allattamento - 200 μg ciascuno. 2 pezzi;
  • prevenzione della recidiva del gozzo: 100-200 μg o 1-2 pezzi;
  • trattamento del gozzo eutiroideo: neonati e bambini fino a 18 anni - a 100-200 mcg o 1-2 pz., adulti fino a 40 anni - a 300-500 mcg o 3-5 pezzi.

L'assunzione di pillole profilattiche può durare per diversi anni, a scopo di trattamento - per la vita.

In media, 2-4 settimane sono sufficienti per un neonato per il trattamento di gozzo, 0,5-1 anni o più per bambini e adulti.

Effetti collaterali

Lo sviluppo di effetti collaterali contro l'uso di dosi profilattiche del farmaco in pazienti di tutte le età o quando si utilizza Iodomarin 100 per il trattamento del gozzo eutiroideo nei neonati e nei bambini di età inferiore ai 18 anni, di regola, non è osservato.

In rari casi, con l'uso prolungato del farmaco, un paziente può sviluppare iodismo, i cui sintomi includono un gusto metallico in bocca, febbre da iodio, gonfiore e infiammazione delle mucose (congiuntivite, rinite, bronchite), acne da iodio e in alcuni casi - angioedema e dermatite esfoliativa.

Quando si utilizza una dose giornaliera superiore a 150 mcg (1,5 compresse), l'ipertiroidismo può passare da una forma latente a quella manifestata.

L'uso prolungato del farmaco in una dose giornaliera di oltre 300 μg aumenta il rischio di sviluppare tireotossicosi indotta da iodio, più spesso nei pazienti in età avanzata in presenza di gozzo tossico diffuso o nodulare.

overdose

Sintomi: colorazione brunastra delle mucose, comparsa di vomito riflesso (la massa del vomito diventa blu in presenza di componenti contenenti amido nel cibo mangiato), dolore addominale, diarrea (inclusa melena). Forse - lo sviluppo di disidratazione e shock, in rari casi - stenosi dell'esofago, l'emergere di iodismo.

Trattamento della forma acuta di intossicazione: lavaggio gastrico immediato con soluzione di tiosolfato di sodio al 5%, amido o soluzione proteica fino alla completa rimozione delle tracce di iodio. Nomina di terapia sintomatica per ripristinare l'equilibrio idrico ed elettrolitico, terapia antishock.

Trattamento di forme croniche di intossicazione: interruzione del farmaco.

Nell'ipotiroidismo indotto da iodio, è necessario abolire l'uso di Iodomarin 100 e prescrivere gli ormoni tiroidei per ripristinare i processi metabolici.

Quando non è richiesto un trattamento delicato per tireotossicosi indotta da iodio. Nel caso di un grado pronunciato di ipertiroidismo, il paziente ha bisogno della terapia tireostatica, che è caratterizzata da un effetto terapeutico ritardato. In una crisi tireotossica, è necessario prescrivere una terapia intensiva mediante tiroidectomia o scambio plasmatico.

Istruzioni speciali

Poiché la somministrazione di farmaci a base di iodio influisce sull'efficacia della terapia tireostatica, si raccomanda di evitare l'assunzione di iodio prima e durante il trattamento dell'ipertiroidismo.

Impatto sulla capacità di guidare veicoli a motore e meccanismi complessi

Secondo le istruzioni, Iodomarin 100 non influisce sulla capacità del paziente di gestire meccanismi e veicoli complessi.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso di Iodomarin 100 durante la gravidanza e l'allattamento al seno è mostrato in una dose giornaliera di 200 microgrammi, che assicura l'assunzione di una quantità sufficiente di iodio nel corpo di una donna.

Poiché il farmaco supera la barriera placentare ed è escreto nel latte materno, il suo uso durante questo periodo deve seguire rigorosamente il dosaggio raccomandato.

Usare durante l'infanzia

Nella pratica pediatrica, Iodomarin 100 è usato come indicato.

Interazione farmacologica

  • droghe thyreostatic: quando c'è un eccesso di iodio nel corpo, il loro effetto terapeutico diminuisce, e quando è carente, la loro azione è migliorata; risposta reciproca degli agenti tireostatici - inibizione della sintesi degli ormoni tiroidei dallo iodio, che contribuisce alla formazione del gozzo. A questo proposito, durante la terapia dell'ipertiroidismo o prima che inizi, si raccomanda, se possibile, di evitare l'assunzione di iodio in qualsiasi forma;
  • sali di litio: nell'uso combinato con alte dosi di iodio, gozzo e ipotiroidismo possono contribuire;
  • Diuretici risparmiatori di potassio: sullo sfondo di alte dosi di Iodomarin 100 può contribuire allo sviluppo di iperkaliemia.

analoghi

Gli analoghi di Iodomarin 100 sono: Ioduro 100, Yodandin 100 μg, Antisturmin, Ioduro Vitrum 100 μg, Iodio Vitrum per bambini, Yodbalans 100 μg, Ioduro di potassio Renenal 100 μg, Microioduro 100.

Termini e condizioni di conservazione

Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare a temperature fino a 30 ° C.

Periodo di validità - 3 anni.

Condizioni di vendita della farmacia

Viene rilasciato senza prescrizione medica.

Recensioni Yodomarina 100

Le recensioni di Yodomarin 100 sono per lo più positive. Indicando l'efficacia del farmaco, i pazienti raccomandano di iniziare il suo uso solo dopo aver consultato un endocrinologo. Con la somministrazione profilattica di pillole, l'irritabilità diminuisce, c'è un miglioramento delle condizioni generali e della memoria, un aumento della velocità di concentrazione dell'attenzione. Quando si tratta di gozzo eutiroideo diffuso, il farmaco può ridurre significativamente i sintomi della malattia.

Il prezzo di Yodomarin 100 in farmacia

Il prezzo di Iodomarin 100 è di circa 133 rubli per un pacchetto contenente 100 compresse.

Yodomarin 100: prezzi nelle farmacie online

Scheda Yodomarin 100. 0,1 mg n100

Iodomarin 100 mcg 100 tabl

Istruzione: Rostov State Medical University, specialità "Medicina generale".

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Gli scienziati dell'Università di Oxford hanno condotto una serie di studi in cui hanno concluso che il vegetarianismo può essere dannoso per il cervello umano, in quanto porta a una diminuzione della sua massa. Pertanto, gli scienziati raccomandano di non escludere il pesce e la carne dalla loro dieta.

Se sorridi solo due volte al giorno, puoi abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di infarti e ictus.

La malattia più rara è la malattia di Kourou. Solo i rappresentanti della tribù della pelliccia in Nuova Guinea sono malati. Il paziente muore dalle risate. Si ritiene che la causa della malattia sia il consumo del cervello umano.

Una persona che assume antidepressivi nella maggior parte dei casi soffrirà ancora di depressione. Se una persona ha affrontato la depressione con le proprie forze, ha tutte le possibilità di dimenticare per sempre questo stato.

Le ossa umane sono quattro volte più forti del cemento.

Quattro fette di cioccolato fondente contengono circa duecento calorie. Quindi se non vuoi migliorare, è meglio non mangiare più di due fette al giorno.

I dentisti sono apparsi relativamente di recente. Nel 19 ° secolo, strappare i denti cattivi era responsabilità di un comune barbiere.

Il noto farmaco "Viagra" è stato originariamente sviluppato per il trattamento dell'ipertensione arteriosa.

Con visite regolari al lettino abbronzante, la possibilità di ottenere il cancro della pelle aumenta del 60%.

Durante il funzionamento, il nostro cervello impiega una quantità di energia pari a una lampadina da 10 watt. Quindi l'immagine di un bulbo sopra la testa al momento dell'emergere di un pensiero interessante non è così lontana dalla verità.

Quando gli innamorati si baciano, ognuno di loro perde 6.4 calorie al minuto, ma allo stesso tempo scambiano quasi 300 tipi di batteri diversi.

I nostri reni sono in grado di pulire tre litri di sangue in un minuto.

Secondo molti scienziati, i complessi vitaminici sono praticamente inutili per gli esseri umani.

La carie è la malattia infettiva più comune al mondo a cui anche l'influenza non può competere.

Nel Regno Unito esiste una legge secondo cui un chirurgo può rifiutarsi di eseguire un'operazione su un paziente se fuma o è sovrappeso. Una persona deve abbandonare le cattive abitudini e quindi, forse, non avrà bisogno di un intervento chirurgico.

Il trattamento in Germania è un'opportunità per utilizzare i più moderni metodi di terapia, che soddisfano pienamente la definizione di "medicina del 21 ° secolo".

jodomarin

Descrizione del 19 febbraio 2015

  • Nome latino: Iodomarin
  • Codice ATH: H03CA
  • Principio attivo: ioduro di potassio (ioduro di potassio)
  • Produttore: Berlin-Chemie AG (gruppo Menarini), Germania

struttura

Iodomarin contiene 100 o 200 μg di iodio sotto forma di ioduro di potassio (ioduro di potassio), nonché componenti ausiliari: lattosio sotto forma di monoidrato (lattosio monoidrato), magnesio carbonato (carbonato di magnesio) base, gelatina (gelatina), sodio carbossimetilamido (sodio carbossimetile amido), biossido di silicio colloidale (biossido di silicio colloidale), magnesio stearato (magnesio stearato).

Modulo di rilascio

L'Iodomarin è una compressa piatta cilindrica di colore bianco, di forma rotonda, con un rischio e una sfaccettatura.

  • Iodomarin 100 è confezionato in flaconi da 50 o 100 pezzi (in un pacco 1 flacone).
  • Iodomarin 200 è confezionato in blister da 25 pezzi (in un pacchetto da 2 o 4 blister).

Azione farmacologica

Correzione di disturbi da carenza di iodio.

Farmacodinamica e farmacocinetica

L'uso di iodomarin è indicato per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide.

Lo iodio è indispensabile per il corpo umano, un elemento traccia vitale, senza il quale il normale funzionamento della tiroide (ghiandola tiroide) è impossibile.

I suoi ormoni regolano il cervello, il cuore, i sistemi nervoso e vascolare, le ghiandole mammarie, le ovaie nelle donne e i testicoli negli uomini, assicurano il corretto svolgimento dei processi metabolici nel corpo (comprese proteine, carboidrati e grassi), sono attivamente coinvolti nel metabolismo energetico, e sono anche responsabili della crescita e del normale sviluppo del bambino.

L'uso di Iodomarin consente di compensare la carenza di iodio in caso di assunzione insufficiente di cibo, che è particolarmente importante nei bambini, durante i periodi di gravidanza e allattamento, nonché per le persone che vivono in zone geochimiche con suolo povero di iodio e acqua.

Lo iodio che entra nel corpo in quantità fisiologiche aiuta a normalizzare la dimensione della ghiandola tiroidea nei bambini e nei giovani adulti, così come i rapporti T3 e T4 dell'ormone tiroideo e il livello dell'ormone stimolante la tiroide.

Dopo somministrazione orale, lo iodio è quasi completamente assorbito nell'intestino tenue, dopo di che viene distribuito nello spazio intercellulare per 2 ore e si accumula nella tiroide, nelle ghiandole salivari e mammarie, nei reni e nello stomaco.

La concentrazione nel plasma sanguigno dopo l'applicazione della dose standard p / os - da 10 a 50 ng / ml, mentre la concentrazione di iodio nel latte materno, nella saliva e nel succo gastrico è 30 volte superiore alla sua concentrazione nel plasma sanguigno.

La ghiandola tiroidea contiene il 75% di tutto lo iodio contenuto nel corpo (da 10 a 20 mg).

Dal corpo viene eliminato lo iodio, principalmente, insieme con l'urina, e anche - in misura minore - dai polmoni e con il contenuto dell'intestino.

Indicazioni per l'uso

Indicazioni per l'uso del farmaco:

  • prevenzione del gozzo endemico (associato alla mancanza di iodio nell'ambiente);
  • prevenzione della recidiva del gozzo dopo la fine del corso del trattamento conservativo con preparazioni di ormoni tiroidei o rimozione chirurgica;
  • trattamento del gozzo iutiroideo (non tossico diffuso) dovuto a carenza di iodio in bambini, adolescenti e adulti di età inferiore ai 40 anni.

Controindicazioni

Controindicazioni all'uso di iodomarin sono:

Nell'adenoma tiroideo tossico (sindrome di Plummer), l'uso del gozzo nodulare del farmaco in dosi superiori a 300 mg al giorno è controindicato. Un'eccezione è la necessità dell'appuntamento del blocco della tiroide indotto da iodio prima dell'intervento chirurgico su questo organo.

Si raccomanda di evitare la nomina di fondi:

  • durante il periodo di terapia con iodio radioattivo;
  • pazienti con diagnosi di carcinoma tiroideo e in presenza di sospetto presenza di cancro.

Posso prendere l'iodomarin per l'ipotiroidismo?

L'Iodomarin per l'ipotiroidismo è prescritto solo nei casi in cui quest'ultimo si sia sviluppato sullo sfondo di una marcata carenza di iodio.

Effetti collaterali

Il trattamento di gozzo diffuso non tossico nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, così come l'uso di iodomarin a scopo profilattico (a qualsiasi età), di regola, non provoca effetti collaterali.

In rari casi, sullo sfondo dell'uso a lungo termine del farmaco, è possibile lo sviluppo di iodismo - infiammazione asettica della pelle e delle mucose in luoghi di rilascio di iodio (nella regione dei seni paranasali, delle ghiandole salivari, del tratto respiratorio).

Si manifesta sotto forma di sintomi "a freddo" (lacrimazione, congiuntivite, rinite, tosse, febbre di iodio, ecc.), Bronchite, sapore metallico in bocca e caratteristico odore della bocca, aumento della salivazione, orticaria, aumento della sete, colorazione cavità orale, diarrea, convulsioni, debolezza, vertigini, dolore e sensazione di bruciore alla gola, una speciale eruzione cutanea (iododerma) e acne "iodio". Le masse emetiche sono colorate in giallo o blu.

In casi estremamente rari possono svilupparsi dermatite esfoliativa o angioedema.

Quando si usa il farmaco in una dose superiore a 150 μg / die. L'ipertiroidismo nascosto (mascherato) spesso si trasforma in una forma manifesta (vero ipertiroidismo).

L'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 μg / die può provocare tireotossicosi indotta da iodio (specialmente la probabilità del suo sviluppo in pazienti anziani che hanno un gozzo nella storia per un periodo sufficientemente lungo di tempo, in presenza di malattia trasmessa da Grave o gozzo nodulare ).

Istruzioni su iodomarin (metodo e dosaggio)

Istruzioni per l'uso iodomarin 100

Per prevenire il gozzo, Iodomarin per i bambini fino a 12 anni (compresi i neonati) deve essere assunto 1 / 2-1 compresse / giorno, dose giornaliera per i pazienti di età superiore a 12 anni - 1-2 compresse / giorni.

Nelle donne in gravidanza e in allattamento, si consiglia di assumere 2 compresse al giorno. Iodomarin 100 (200 mcg / giorno).

Per prevenire la ricorrenza di gozzo dovrebbe prendere 1-2 compresse / giorno.

Regime di dosaggio per gozzo eutiroideo:

  • pazienti sotto i 18 anni (compresi i neonati) - 1-2 giorni / giorno;
  • adulti di età inferiore ai 40 anni - 3-5 anni al giorno.

Le compresse devono essere assunte per via orale dopo i pasti con sufficiente liquido. Farmaci pre-disciolti per bambini in latte o succo di frutta.

Per scopi profilattici, si consiglia di bere iodomarin per diversi anni. Se indicato, il farmaco può essere prescritto per tutta la vita.

La terapia del gozzo nei neonati comporta l'assunzione di pillole per 14-30 giorni, tutti gli altri pazienti (bambini, adolescenti e adulti) sono solitamente tenuti a prendere il farmaco entro sei mesi o un anno. In alcuni casi, potrebbe richiedere un trattamento più lungo.

Istruzioni per l'uso iodomarin 200

Per la prevenzione dei disturbi da carenza di iodio e del gozzo endemico (nei casi in cui la quantità di iodio che entra nel corpo di un adulto non supera 150-200 μg / die), si dovrebbe prendere:

  • ¼-½ scheda / giorno. (50-100 mcg / die.) - bambini fino a 12 anni (compresi i neonati);
  • ½-1 tab. / Giorno. (100-200 mcg / die.) - pazienti di età superiore a 12 anni;
  • 1 tab. / Giorno. (200 mcg / die.) - Per le donne incinte e durante l'allattamento.

Per la prevenzione delle recidive di gozzo carente di iodio dopo tiroidectomia, così come dopo aver completato il ciclo di terapia con i farmaci ormoni tiroidei, sia i bambini che gli adulti sono prescritti giornalmente per assumere 1-2 compresse al giorno.

Il trattamento del gozzo eutiroideo comporta la ricezione di:

  • da 100 a 200 mcg di iodio al giorno (½-1 compressa di Iodomarin 200) - per i bambini;
  • Da 300 a 500 mcg di iodio al giorno (da 1 ½ a 2 ½ compresse) per gli adulti.

Come prendere iodomarin 200?

Si consiglia l'assunzione di compresse dopo il pasto. Lavarli con una quantità sufficiente di liquido, per esempio, un bicchiere d'acqua. I bambini fino a tre anni (compresi i neonati) compresse prima di prendere devono essere schiacciati in polvere.

Prendere il farmaco per scopi profilattici è generalmente raccomandato da diversi mesi a diversi anni, spesso - per tutta la vita. Per il trattamento del gozzo nei neonati di solito ci vogliono da 2 a 4 settimane, nei bambini più grandi e negli adulti - sei mesi o un anno o più.

In generale, le domande di dosaggio e la durata dell'uso del farmaco per la prevenzione o il trattamento delle malattie della tiroide sono risolte individualmente dal medico curante.

overdose

I sintomi di un sovradosaggio di iodomarin sono:

  • vomito riflesso (mentre la massa del vomito è di colore blu, che è associato alla presenza di componenti contenenti amido negli alimenti);
  • colorazione marrone delle mucose;
  • diarrea (forse melena, cioè nero, sgabelli catramosi);
  • dolore addominale.

Nei casi più gravi, sono possibili disidratazione e shock. Sono stati registrati anche casi di stenosi esofagea e il verificarsi del fenomeno dello "iodismo".

In caso di intossicazione acuta, al paziente viene mostrata lavanda gastrica con una soluzione di amido, una soluzione al 5% di sodio tiosolfato o proteina (fino alla rimozione di tutte le tracce di iodio), terapia antishock, la nomina di un trattamento sintomatico per correggere l'equilibrio elettrolitico idrico compromesso.

Nel caso di intossicazione cronica dovrebbe smettere di prendere il farmaco.

Quando l'ipotiroidismo indotto da iodio deve interrompere l'assunzione di iodomarina. Il trattamento in questo caso ha lo scopo di normalizzare il metabolismo somministrando farmaci ormonali tiroidei.

Se, sullo sfondo dell'uso del farmaco, si è sviluppata la tireotossicosi indotta da iodio in forma lieve, il paziente non ha bisogno di un trattamento specifico. In casi più complessi, è necessario condurre una terapia tireostatica (bisogna ricordare che il suo effetto è sempre ritardato).

Nella crisi tireotossica sono richieste una terapia intensiva, procedure di citoforesi al plasma o la rimozione della tiroide.

interazione

Il contenuto eccessivo di iodio diminuisce e aumenta insufficientemente l'efficacia del trattamento dell'ipertiroidismo con farmaci tireostatici. In relazione a questo, prima di bere queste medicine, così come durante il trattamento dell'ipertiroidismo, si dovrebbe - se possibile - evitare di assumere iodio in qualsiasi forma.

D'altra parte, i farmaci tireostatici inibiscono la trasformazione di iodio in un composto organico nella ghiandola tiroide e, quindi, possono causare lo sviluppo di gozzo.

La terapia di combinazione con l'uso di alte dosi di iodio e farmaci contenenti sali di litio può provocare ipotiroidismo e lo sviluppo del gozzo.

L'iodomarina ad alto dosaggio in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio può causare iperkaliemia.

Condizioni di vendita

Condizioni di conservazione

Le compresse vengono conservate a una temperatura di 10-25 gradi Celsius fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità

Istruzioni speciali

Con la terapia iodomarina, i pazienti con insufficienza renale possono sviluppare iperkaliemia.

Le compresse contengono lattosio, quindi non devono essere assunte in pazienti con deficit di lattasi, intolleranza al galattosio o sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio.

Analoghi di Yodomarina

I sinonimi di Iodomarin 100 sono: Antisturmin, Iodio Vitrum per bambini, Ioduro 100, Iodio Vitrum 100 mcg, Yodandin 100 mcg, Yodbalans 100 mcg, Microioduro 100, Ioduro di potassio Reneval 100 mcg.

Analoghi strutturali di Iodomarin 200: 9 mesi Ioduro di potassio, Vitrum Iodine 100 mcg, Vitrom Iodine 200 mcg, Jodantin 200 mcg, Jodbalans 200 mcg, Microiodide 200, Ioduro di potassio Reneval 200 mcg.

Jodbalans o Jodomarin - che è meglio?

Jodbalans e Jodomarin sono farmaci generici. Dopo aver analizzato ciò per cui sono stati prescritti, come bere sia l'uno che l'altro mezzo, una serie di controindicazioni, nonché possibili interazioni farmacologiche, possiamo concludere che l'unica differenza tra i farmaci è una piccola differenza di prezzo (Jodbalans è leggermente più economico della sua controparte).

Yodomarin durante la gravidanza e l'allattamento

Nelle donne in gravidanza e durante l'allattamento, c'è un aumentato bisogno di iodio.

Nel primo trimestre, quando si verifica la deposizione e la formazione dei principali organi e sistemi del bambino, l'assunzione insufficiente di questo oligoelemento può causare cambiamenti nel background ormonale della madre e, di conseguenza, violazioni della formazione del feto (prima di tutto, il cervello del bambino).

Nei bambini che non hanno ricevuto abbastanza iodio durante il periodo di sviluppo prenatale, sono possibili patologie del sistema nervoso, problemi alla ghiandola tiroidea (fino alla comparsa di nuove escrescenze in esso), ritardo mentale e ritardo mentale.

Nelle fasi iniziali della gravidanza, il feto ha la sua ghiandola tiroidea, quindi è assolutamente dipendente dagli ormoni della madre. Pertanto, per evitare problemi dopo il concepimento, i medici raccomandano di iniziare a bere i preparati di iodio anche quando si pianifica una gravidanza (in modo ottimale - entro sei mesi, in modo che il corpo sia ben preparato per trasportare un bambino).

Inoltre, la carenza di iodio può innescare il lancio di un meccanismo protettivo: prendere la gravidanza come un onere aggiuntivo, il corpo della madre si sbarazzerà di esso in ogni modo possibile. Nei casi più gravi, spesso si verifica aborto spontaneo.

Quando si utilizza l'iodomarina per le donne in gravidanza e in allattamento, si deve ricordare che lo ioduro di potassio ha la capacità di passare attraverso la placenta e nel latte materno. Pertanto, il farmaco deve essere assunto rigorosamente nelle dosi raccomandate.

Dosaggio durante la gravidanza, di norma, il seguente - 200 mcg / giorno.: Iodomarin 200 durante la gravidanza è stato prescritto per prendere 1 compressa al giorno, Iodomarin 100 - 2 compresse al giorno.

Recensioni Yodomarina

Le recensioni su Jodomarin 100, come le recensioni su Jodomarin 200, sono per lo più positive. L'uso del farmaco a scopo terapeutico può ridurre i sintomi della malattia, mentre prendendo le stesse pillole a scopo profilattico, molte persone notano una diminuzione dell'irritabilità, un miglioramento del benessere generale e della memoria e una maggiore concentrazione di attenzione.

Non meno buone recensioni su iodomarin durante la gravidanza. Nelle donne, l'uso di questo strumento consente di prevenire lo sviluppo di stati di carenza di iodio e malattie correlate, normalizzare il metabolismo di proteine, lipidi e carboidrati e assicura la normale attività del cervello e del sistema cardiovascolare.

Per un bambino, un apporto sufficiente di iodio è la chiave del normale sviluppo fisico e mentale.

In alcune recensioni, le persone scrivono che l'assunzione di iodomarin li ha aiutati a portare il peso alla normalità. Quindi, è possibile utilizzare un farmaco per la perdita di peso? Gli endocrinologi rispondono che è possibile, ma solo secondo le indicazioni del dottore.

In alcune situazioni, l'eccesso di peso è una conseguenza della ridotta funzione tiroidea, e quindi è impossibile perderlo con l'aiuto di diete o con l'aiuto di uno sforzo fisico.

Il produttore non raccomanda l'assunzione di iodomarin per l'ipotiroidismo, escludendo tuttavia quei casi in cui la malattia è associata a una carenza di iodio evidente.

Va ricordato che la tireotropina è un ormone pituitario responsabile della regolazione della secrezione degli ormoni tiroidei, ma gli ormoni dell'ipotalamo sono responsabili della regolazione dell'effetto dell'ipofisi sulla tiroide, i quali, a loro volta, sono controllati dalla corteccia cerebrale.

Gli ormoni tiroidei colpiscono anche la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, un numero di ghiandole endocrine, il corso dei processi metabolici, lo stato degli organi interni e dei loro sistemi.

Pertanto, l'assunzione incontrollata di iodomarin per perdere peso può provocare gravi violazioni del ritmo abituale dell'attività della ghiandola tiroide e, di conseguenza, l'intero sistema endocrino del corpo con tutte le conseguenti conseguenze.

Per una leggera stimolazione della funzione tiroidea e l'attivazione dei processi metabolici, si raccomanda di iniziare a rivedere la dieta, integrandola con prodotti ad alto contenuto di iodio (frutti di mare, cipolle, aglio, melanzane, barbabietole, ravanelli, cachi, pompelmi, ecc.), O almeno sostituendo sale ordinario iodato.

Yodomarin è usato come aggiunta alla dieta. Assumere la perdita di peso è possibile solo dopo aver consultato un medico e aver superato la dose raccomandata.

Prezzo Yodomarina, dove acquistare

Il prezzo di Yodomarin 100 nelle farmacie russe è di circa 145 rubli per un pacco numero 100, il prezzo per Yodomarin 200 è di circa 215 rubli per un pacco n. 100 e circa 135 rubli per un pacco n. 50.

Quanto è iodomarin in Ucraina?

È possibile acquistare Yodomarin 100 n. 100 in media per 70-77 UAH, il costo di Yodomarin 200 è di 58 UAH (per pacco n. 50)

Ulteriori Articoli Su Tiroide

I prodotti contenenti iodio per la tiroide sono una componente essenziale della dieta in molte condizioni patologiche del corpo, così come negli stati a rischio di sviluppare malattie.

Fin dall'infanzia, siamo invitati a mangiare più latticini, poiché sono ricchi di calcio utile per le ossa. Ma questo elemento è necessario non solo per il nostro scheletro, ma anche per il sangue, i muscoli e le fibre nervose.

Un'inibizione è un ormone speciale (peptide), nella sua composizione semplice con due subunità. Nel corpo delle donne, viene prodotto nelle ghiandole dei follicoli, nel corpo degli uomini - i tubuli seminiferi.