Principale / Sondaggio

Primo medico

Nome internazionale: levotiroxina sodica + ioduro di potassio (levotiroxina sodica + ioduro di potassio)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: Iodothyrox è una preparazione combinata contenente levotiroxina (un isomero dell'ormone tiroideo sintetico T4) e una preparazione inorganica.

Indicazioni: gozzo endemico, gozzo eutiroideo (negli adolescenti), gozzo diffuso eutiroideo (negli adulti e durante la gravidanza); prevenzione della recidiva del gozzo dopo la sua rimozione chirurgica.

liothyronine

Nome internazionale: Liothyronine (Liothyronine)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: l'ormone tiroideo, l'isomero levototatorio della triiodotirosina, compensa la carenza di ormoni tiroidei. Aumenta la necessità di tessuti.

Indicazioni: ipotiroidismo (primario, secondario), mixedema, cretinismo, malattie cerebro-ipofisarie con stato ipotiroideo, obesità ipotiroidea,.

L-Tirok

Nome internazionale: Levotiroxina sodica (Levotiroxina sodica)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: l'isomero levogiro della tiroxina, dopo un metabolismo parziale nel fegato e nei reni, influenza lo sviluppo e la crescita dei tessuti, il metabolismo. Meccanismi.

Indicazioni: Ipotiroidismo di varia origine (anche durante la gravidanza), carenza di ormoni tiroidei, recidiva di gozzo (prevenzione dopo resezione), eutiroide.

Novotiral

Nome internazionale: Levotiroxina sodica + Liothyronine (Levotiroxina sodica + Liothyronine)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: un mezzo di terapia sostitutiva, contiene isomeri L T4 e T3, compensa la carenza di ormoni tiroidei. Ha anabolico e catabolico.

Indicazioni: Ipotiroidismo (di varia genesi), deficit di ormone tiroideo, recidiva di gozzo (prevenzione dopo resezione), eutiroide benigna.

Tireoidine

Nome internazionale: tiroide (tiroide)

Azione farmacologica: una preparazione ormonale della tiroide, include T3 e T4. Inibisce l'attività tireotropica della ghiandola pituitaria e riduce la funzione della tiroide.

Indicazioni: ipotiroidismo primario, mixedema, cretinismo; malattie ipofisarie cerebrali con ipotiroidismo; gozzo endemico e sporadico; diffondere.

Thyreocombum

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: una preparazione standardizzata degli ormoni tiroidei. Stimola il metabolismo di proteine, grassi, carboidrati; aumenta l'attività funzionale del sistema cardiovascolare.

Indicazioni: ipotiroidismo; gozzo eutiroideo (nei bambini e negli adolescenti); gozzo diffuso eutiroideo (negli adulti, anche durante la gravidanza); prevenzione di recidiva di gozzo (dopo resezione o trattamento con iodio radioattivo 131).

tireotom

Nome internazionale: Levotiroxina sodica + Liothyronine (Levotiroxina sodica + Liothyronine)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: un mezzo di terapia sostitutiva, contiene isomeri L T4 e T3, compensa la carenza di ormoni tiroidei. Ha anabolico e catabolico.

Indicazioni: Ipotiroidismo (di varia genesi), deficit di ormone tiroideo, recidiva di gozzo (prevenzione dopo resezione), eutiroide benigna.

Tyro-4

Nome internazionale: Levotiroxina sodica (Levotiroxina sodica)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: l'isomero levogiro della tiroxina, dopo un metabolismo parziale nel fegato e nei reni, influenza lo sviluppo e la crescita dei tessuti, il metabolismo. Meccanismi.

Indicazioni: Ipotiroidismo di varia origine (anche durante la gravidanza), carenza di ormoni tiroidei, recidiva di gozzo (prevenzione dopo resezione), eutiroide.

triiodotironina

Nome internazionale: Liothyronine (Liothyronine)

Forma di dosaggio: compresse

Azione farmacologica: l'ormone tiroideo, l'isomero levototatorio della triiodotirosina, compensa la carenza di ormoni tiroidei. Aumenta la necessità di tessuti.

Indicazioni: ipotiroidismo (primario, secondario), mixedema, cretinismo, malattie cerebro-ipofisarie con stato ipotiroideo, obesità ipotiroidea,.

Farmaci ormoni tiroidei

Test dell'ormone tiroideo

Per il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Le malattie della ghiandola tiroidea sono molto comuni, al fine di controllare la ghiandola tiroidea e identificare i problemi in una fase precoce, è necessario superare i test.

L'esame della ghiandola tiroidea viene effettuato su prescrizione del medico. È possibile sostenere i test su indicazione di un endocrinologo, un medico generico, un ginecologo, uno specialista del seno, un medico generico, ecc. Molti laboratori commerciali offrono il servizio di "screening per le malattie della tiroide". Il pacchetto di test comprendeva già ormoni e anticorpi. Il cliente può inoltre aggiungere all'elenco e altri studi. Tuttavia, è meglio iniziare l'esame della tiroide con una visita dal medico.

Chi dovrebbe esaminare la ghiandola tiroidea

I problemi della tiroide possono verificarsi in età diverse, negli uomini e nelle donne.

Ma il più delle volte si verificano malattie:

  • nelle persone oltre i 40 anni;
  • nelle donne durante la gravidanza;
  • nelle donne dopo il parto;
  • nelle persone esposte alle radiazioni radioattive;
  • in pazienti con varie malattie autoimmuni;
  • in persone con altre malattie del sistema endocrino;
  • in pazienti con problemi ginecologici;
  • nei bambini con ritardo nello sviluppo fisico e intellettuale;
  • scolari con scarsi risultati di apprendimento.

Puoi testare la tua ghiandola tiroide in modo profilattico se vivi in ​​una regione carente di iodio. Inoltre, donare ormoni è sicuramente necessario per i sintomi della tireotossicosi e dell'ipotiroidismo.

Segni di funzionalità ridotta:

  • improvviso cambio di peso;
  • umore labili;
  • apatia e depressione;
  • tendenza al pianto;
  • eventuali interruzioni nel lavoro del cuore;
  • impulso raro o rapido;
  • problemi della pelle (secchezza, gonfiore);
  • condizione subfebrilare lunga (febbre);
  • temperatura corporea costantemente bassa (35-36 gradi);
  • disturbi nella sfera sessuale (diminuzione della libido, sterilità, disturbi del ciclo, impotenza).

Inoltre, tutte le donne nel periodo di pianificazione della gravidanza, è auspicabile esaminare la funzione della ghiandola tiroidea. È necessario superare gli ormoni e gli anticorpi per valutare la probabilità di problemi con il concepimento, il portamento e il rischio di sviluppare anomalie nel feto.

Cosa deve essere testato

L'elenco degli studi dovrebbe essere concordato con il medico.

Nella linea completa di analisi:

  • tiroxina libera;
  • triiodotironina libera;
  • tiroxina comune;
  • triiodotironina comune;
  • tireotropina;
  • calcitonina;
  • tireoglobulina;
  • anticorpi alla tireoperossidasi;
  • anticorpi ai recettori di tireotropina;
  • anticorpi contro la tireoglobulina.

Gli ormoni caratterizzano l'attività delle cellule endocrine. La tiroxina e la triiodotironina sono prodotte nella ghiandola tiroidea stessa. La tiroxina è una forma poco attiva dell'ormone. Alla periferia (nel fegato e in altri tessuti), si trasforma in triiodotironina attiva. L'azione principale della ghiandola tiroidea sul tessuto è realizzata proprio dalla triiodotironina.

La calcitonina è anche un ormone di organi. È isolato C-cells. Si trovano non solo nella ghiandola tiroidea e appartengono al diffuso sistema endocrino. Alte concentrazioni di calciootonina possono comparire in caso di carcinoma midollare. Il livello dell'ormone controlla il trattamento di questa patologia. L'aumento ripetuto di calciotonina dopo chirurgia radicale indica una recidiva di un tumore oncologico.

La tiroxina e la triiodotironina sono sintetizzate da molecole di iodio. La loro concentrazione nel sangue è regolata dall'organo centrale del sistema endocrino - l'area ipotalamo-ipofisaria. Per valutare l'attività di questa area del cervello, viene eseguita un'analisi della tireotropina.

La tireoglobulina è un'analisi meno popolare. Viene utilizzato per rilevare gozzo endemico. Inoltre, questo parametro è di fondamentale importanza nella valutazione della ricorrenza del cancro della tiroide.

Gli anticorpi vengono rilevati nella reazione patologica delle difese del corpo alla tiroide. Un piccolo titolo di queste sostanze può verificarsi in condizioni normali. Gli anticorpi alla tireoperossidasi sono particolarmente caratteristici della tiroidite autoimmune cronica. Possono apparire in altre patologie. Se una donna ha un'alta concentrazione di queste sostanze prima della gravidanza, allora è minacciata di ipotiroidismo durante il parto o dopo il parto. Quali sono le possibilità della malattia, in grado di valutare l'endocrinologo e il ginecologo.

Gli anticorpi ai recettori della tireotropina aumentano molto meno frequentemente. Un alto titolo di queste sostanze conferma la diagnosi di gozzo tossico diffuso. L'analisi viene utilizzata per controllare il trattamento della malattia.

Come prepararsi per le analisi e come

Tutte le analisi dalla linea di diagnosi delle malattie della ghiandola tiroidea sono approvate dalle regole generali. Per migliorare l'accuratezza dello studio dovrebbe escludere tutti i possibili errori.

  • Nessuna preparazione speciale è richiesta alla vigilia dello studio.
  • L'analisi deve essere presa rigorosamente a stomaco vuoto. Al mattino puoi bere un po 'd'acqua. Si consiglia di prendere tutte le pillole dopo aver preso il test.
  • Durante un esame del sangue devi venire a stomaco vuoto al mattino. Il giorno dello studio e il giorno prima, si dovrebbero eliminare forti tensioni emotive, sforzo fisico e procedure termiche. Un'ora prima della raccolta del sangue deve essere a riposo (per esempio, seduto). Inoltre, non è possibile fumare entro 1-2 ore prima dello studio.
  • Se sono programmate procedure fisioterapiche o esami diagnostici di contrasto radiologico il giorno della determinazione degli ormoni, questi dovrebbero essere posticipati fino a dopo la raccolta del sangue.
  • Si consiglia di bere gli ormoni tiroidei (tiroxina sintetica e triiodotironina) come prescritto da un medico. Le compresse di iodio (comprese le vitamine) devono essere sospese 2-3 giorni prima dell'analisi.
  • Le donne possono essere testate per gli ormoni delle ghiandole pituitaria e tiroidea e gli anticorpi in qualsiasi fase del ciclo mestruale.
  • Se prevedi di superare le prove in modo profilattico, escludi per un mese tutte le pillole e gli integratori alimentari con iodio.
  • Se si sta già ricevendo un trattamento con farmaci per la malattia della tiroide, allora non si deve interrompere il corso della terapia.

Pertanto, se pianifichi ulteriori manipolazioni mediche in questo giorno, la prima cosa che devi fare è visitare il laboratorio. In primo luogo, donare il sangue per i test e quindi visitare un'ecografia, la tomografia, l'elettroforesi o altre procedure necessarie.

Nella maggior parte dei laboratori, i risultati degli esami del sangue sono pronti il ​​giorno successivo. Anche se le norme con i valori di riferimento sono stampate sui moduli con i tuoi indicatori, evita di interpretare te stesso gli indicatori. Parlate con il vostro medico per decifrare i risultati.

I conteggi del sangue sono normali

I valori normali degli esami del sangue sono alquanto diversi nelle diverse istituzioni mediche. I valori di riferimento dipendono sia dal metodo di determinazione degli indicatori sia dai reagenti utilizzati. Inoltre, durante l'interpretazione dei risultati, il medico curante prende necessariamente in considerazione l'età del paziente, il genere, le malattie associate, la presenza della gravidanza o la sua pianificazione (per le donne), il trattamento che viene effettuato.

In media, i valori normali sono:

  • TTG 0.4-4.0 mU / l;
  • tiroxina libera 9.0-22.0 pmol / l;
  • triiodotironina libera 2,6-5,7 pmol / l;
  • anti-TPO 0-5,6 U / ml;
  • anti-TG 0-18 U / ml;
  • anti-rTTG 0-1,5 IU / l.

Interpretazione delle analisi

I risultati degli esami del sangue per gli ormoni e gli anticorpi dovrebbero essere valutati da un medico. Di solito, la decifrazione degli indicatori richiede una consultazione interna di un endocrinologo. Quali altri esperti possono dare un'interpretazione di questa diagnosi? Il terapeuta locale, il medico generico, il ginecologo e altri medici praticanti.

Quali sono le possibili conclusioni:

  • tireotossicosi primaria manifesta (diminuzione del TSH, aumento degli ormoni tiroidei);
  • tireotossicosi subclinica primaria (diminuzione del TSH, ormoni tiroidei normali);
  • tireotossicosi secondaria (elevati di TSH, elevati ormoni tiroidei);
  • ipotiroidismo secondario (diminuzione del TSH, ormoni tiroidei al di sotto della norma);
  • ipotiroidismo manifest primario (TSH elevato, ormoni tiroidei al di sotto della norma);
  • ipotiroidismo subclinico primario (TSH elevato, gli ormoni tiroidei sono normali);
  • processo autoimmune (anti-TPO e / o anti-TG e / o anti-rTTG sopra la norma).

Gli ormoni tiroidei sono due tipi distinti di elementi biologicamente attivi. Questi sono iodotrionine e calcitonine. Gli ormoni tiroidei regolano il normale funzionamento di quasi tutti gli organi e sistemi. La tiroide è la più grande ghiandola in cui si verifica la sintesi di elementi biologicamente attivi.

La ghiandola tiroidea svolge molte funzioni, la principale delle quali è la regolazione termica, la regolazione del sistema nervoso, la stimolazione della rottura delle cellule adipose, la regolazione del pancreas e gli ormoni tiroidei sono responsabili dello sviluppo delle normali capacità intellettuali umane.

Tipi di ormoni ↑

L'ormone stimolante la tiroide, o TSH abbreviato, è prodotto dalle cellule ipofisarie. Il TSH si forma quando la quantità dell'ormone T3 e T4 diminuisce. TSH con sangue entra nella ghiandola tiroidea e interagisce con le sue cellule. Il TSH è considerato il principale tra tutti gli altri ormoni della ghiandola, se è normale, il corpo è pienamente funzionante. Se la quantità di produzione di TSH è disturbata, il numero di T3 e T4 può variare in su o in giù, il che provoca un aumento del volume della tiroide.

Gli ormoni tiroidei sono responsabili del metabolismo e dell'energia nel corpo. Anche quando una persona è in completa tranquillità, spende ancora energia sul lavoro del cuore, sul sistema nervoso centrale e su altri organi e sistemi senza i quali la sua attività vitale è impossibile. Questo è solo questo tipo di ormoni ed è responsabile del normale funzionamento del corpo.

Gli ormoni tiroidei sono divisi in T4 - tiroxina e triiodotironina T3. T4 è la massa principale, il 90% tra tutti gli altri nella ghiandola tiroidea. Consiste di quattro molecole di iodio, da cui prende il nome e la tiroxina. Poiché il ferro è il principale consumatore di iodio, produce anche T4. Per quanto riguarda l'ormone T3, è formato come risultato della divisione degli atomi di iodio da T4, viene prodotto direttamente nel corpo e non nella ghiandola stessa ed è considerato dieci volte più attivo per T4.

Oltre agli stessi ormoni, ci sono degli anticorpi per loro, il loro indicatore è importante anche per il corretto funzionamento dell'organismo nel suo complesso. Pertanto, test di laboratorio per la presenza di anticorpi a loro sono spesso prescritti insieme a test ormonali. Sono di tre tipi.

Anticorpi anti-TPO, sono prodotti da cellule del sistema immunitario, un aumento del loro livello normale si riscontra nel 10% delle donne e nel 3-5% degli uomini. Di norma, un aumento del loro livello non è accompagnato da malattie, ma porta ad una diminuzione della produzione di T3 e T4, che a sua volta si riflette nel lavoro dell'organo e nell'emergere di varie patologie, ad esempio, il gozzo.

Anticorpi anti-TSH. La loro errata produzione porta allo sviluppo di Bazedov, malattia di Graves e gozzo diffusamente tossico. Un alto livello di anticorpi anti-TSH indica l'inefficacia del trattamento delle patologie esistenti della ghiandola e sono l'indicatore principale della necessità dell'intervento chirurgico.

Gli anticorpi alla tireoglobulina sono prodotti anche dal sistema immunitario, ma il loro aumento è molto meno comune. Il loro aumento è osservato in malattie come il carcinoma follicolare e papillare, la tiroidite autoimmune e meno spesso a causa del gozzo diffuso. Le patologie richiedono un intervento chirurgico e il livello della tireoglobulina dovrà scendere a zero dopo la rimozione della ghiandola tiroidea, poiché è prodotto solo in questo organo.

Tasso normale ↑

Gli ormoni tiroidei, la cui norma indica uno sviluppo adeguato, possono cambiare il loro indicatore quantitativo e qualitativo a causa di cambiamenti patologici nel corpo. Questi cambiamenti sono spesso associati a una mancanza di iodio nel corpo e colpisce la popolazione che vive in aree scarse.

Il TSH della tiroide, cioè l'ormone stimolante la tiroide, stimola la ghiandola tiroidea, prodotta dalla ghiandola pituitaria anteriore. La definizione del suo indice è necessaria per una diagnosi completa del sistema endocrino. Il TSH, la cui norma determina il lavoro fisiologico degli organi di regolazione nervosa, può deviare nelle sue prestazioni per i seguenti motivi:

crescita patologica dei tessuti nel corpo - un tumore maligno o processo benigno in vari organi;

disturbi nervosi associati al sottosviluppo del tubo neurale del feto, o deviazioni acquisite nel pensiero e nella psiche;

lavoro insufficiente dei reni e delle ghiandole surrenali;

malattie dell'apparato digerente;

conseguenza degli effetti tossici dei farmaci.

Questo non è tutti i motivi per cui gli ormoni possono deviare - aumentare o diminuire.

Il TSH è l'elemento principale, uno scarso indicatore del quale può indicare deviazioni quali depressione, alopecia, gozzo, ipotiroidismo e molti altri.

Il valore nominale è 0.4-4 mIU / l, e con la minima deviazione, dovrebbe essere effettuato un esame completo per la determinazione della patologia.

Perché la ricerca? ↑

L'esame di laboratorio della tiroide è necessario per fare una diagnosi clinica e un trattamento diretto direttamente al fattore patologico.

Quando devo eseguire un esame del sangue per determinare la norma o la deviazione?

Nel caso in cui venga rilevata una tiroide ingrandita.

Per il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Se il bambino è in ritardo nel suo sviluppo, o ha anomalie congenite.

Irritabilità nervosa senza causa con frequenti e luminosi sbalzi d'umore.

Sullo sfondo di una diminuzione generale delle difese e dell'immunità del corpo.

Violazione del ciclo mestruale nelle donne e in altri.

Sintomi di sintesi eccessiva ↑

Quando un'eccessiva sintesi di sostanze tiroidee si verifica nel corpo, questo è accompagnato da un quadro sintomatico caratteristico che è osservato in quasi tutti i pazienti, il che semplifica la formulazione di una diagnosi clinica. Questo è:

una forte diminuzione del desiderio sessuale, sia nelle donne che negli uomini;

la febbre, che rapidamente lascia il posto a una sensazione di freddo;

i processi mentali sono disturbati e il paziente lamenta la mancanza di memoria;

sintomi dispeptici (la stitichezza è sostituita dalla diarrea);

nervosismo irragionevole e umore depresso;

tremore (tremito delle dita sugli arti superiori).

Osservando questo complesso di sintomi, può essere fatta una diagnosi, ma prima vengono prese ulteriori misure diagnostiche: esame ecografico, radiografia, analisi di laboratorio delle urine e, ovviamente, un esame del sangue.

Sintomi di carenza ↑

Per quanto riguarda la carenza di produzione e sintesi, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • la pelle diventa secca, il sudore è disturbato;
  • mancanza di respiro;
  • il paziente sta ingrassando rapidamente, forse l'obesità;
  • violazione della pressione sanguigna, palpitazioni;
  • processi di pensiero lenti;
  • sonnolenza e letargia.

Nel caso più trascurato può esserci un coma, ma questo fenomeno accade raramente.

Preparazione per l'analisi ↑

Prima di fare un esame del sangue della tiroide, è necessario seguire alcune regole. Consistono nell'esclusione di farmaci il giorno della consegna, per evitare qualsiasi stress fisico e mentale, anche mangiare cibo è impossibile.

Inoltre, è necessario monitorare il proprio stato psico-emotivo - situazioni stressanti che causano il rilascio di elementi biologicamente attivi, possono influenzare il risultato impreciso dello studio.

Con l'osservanza di queste regole, è possibile diagnosticare un indicatore quantitativo accurato e adottare misure per il successivo trattamento.

L'autore: Lyudmila Paradise

Ormoni tiroidei: sintesi, funzione, velocità, eccesso e carenza

Ormoni tiroidei: sintesi, funzione, velocità, eccesso e carenza

  • Quali sono i principali ormoni secreti dalla ghiandola tiroidea?
  • Come regolare i livelli di ormone tiroideo?
  • Ormoni tiroidei: il loro ruolo e le loro funzioni
  • Funzioni dell'ormone tiroideo
  • Eccesso o aumento degli ormoni tiroidei
  • Mancanza o carenza di ormoni tiroidei
  • Funzioni di calcitonina

Quali sono i principali ormoni secreti dalla ghiandola tiroidea?

Gli ormoni tiroidei hanno un effetto multiforme sul corpo umano. Ma non tutti sanno esattamente quali ormoni sono gli ormoni tiroidei.

Gli ormoni sono sostanze biologicamente attive che agiscono su altre cellule del corpo da remoto. Gli ormoni tiroidei interessano anche tutte le cellule del corpo umano. La ghiandola tiroidea produce tre ormoni attivi:

  • triiodotironina
  • tiroxina (tetraiodotironina)
  • calcitonina

Quando la gente parla di ormoni tiroidei e malattie associate a loro, la triiodotironina e la tiroxina (tetraiodotironina) sono più spesso intese. Convenzionalmente, essi indicano T3 e T4. Hanno ottenuto il loro nome a causa della presenza di molecole di iodio nella loro composizione. Ci sono tre molecole di iodio in triiodotironina e quattro in tiroxina.

La calcitonina è coinvolta nel metabolismo del calcio e nello sviluppo del sistema scheletrico. È prodotto da cellule C della tiroide.

Probabilmente sosterrai che questi non sono tutti gli ormoni tiroidei, dato che, di regola, anche il TSH (ormone stimolante la tiroide) si arrende. Infatti, il TSH non è un ormone della ghiandola tiroide, è un ormone della ghiandola pituitaria - un organo endocrino che si trova nella cavità cranica e ha un effetto regolatore non solo sulla ghiandola tiroidea, ma anche su altri organi endocrini.

T3 e T4 nel sangue sono in uno stato libero e legato alle proteine. Fondamentalmente (più del 99%) la frazione legata dell'ormone circola nel sangue, mentre la frazione libera rappresenta solo lo 0,2-0,5%. L'effetto biologico è costituito da frazioni ormonali libere. La forza di questi ormoni è diversa.

T3 è il più attivo, quindi non c'è molto di questo nel sangue e ha tutti gli effetti biologici. Ma T4 è ugualmente importante. Che si trasforma in T3, se necessario.

Come regolare i livelli di ormone tiroideo?

In endocrinologia, la regolazione degli ormoni (non solo la ghiandola tiroidea) si verifica sul principio del feedback negativo. Il fatto è che quasi tutti gli organi endocrini controllano le ghiandole centrali - l'ipofisi e l'ipotalamo.

Producono i loro ormoni che influenzano il lavoro delle cosiddette ghiandole endocrine periferiche. La ghiandola pituitaria sintetizza la tireotropina e l'ipotalamo - l'ormone che rilascia la tireotropina. L'ipotalamo è il più alto organismo di regolamentazione, seguito dalla ghiandola pituitaria.

Per ciascun organo endocrino, la ghiandola pituitaria produce un ormone, che può sia ridurre che aumentare la sua funzione. Ma come fa a sapere quando stimolare e quando bloccare il lavoro della ghiandola? La natura ha organizzato tutto in modo tale che questo sistema si regoli. Prendiamo in considerazione l'esempio della ghiandola tiroidea.

L'ormone tiroideo (TSH) è l'ormone regolatore della ghiandola pituitaria per la ghiandola tiroidea, è possibile seguire il link e leggere su di esso. Quando, per vari motivi, il livello di T3 e T4 diminuisce, ad esempio, quando si verifica una carenza di iodio, lo stimolo va all'organo più alto, dopo di che l'ipofisi inizia ad aumentare la sintesi di TSH, in modo che stimoli la ghiandola tiroidea più fortemente e che, a sua volta, produca tutti gli ormoni necessari.

Viceversa, quando la ghiandola tiroide produce più dei suoi ormoni, che accade, ad esempio, con gozzo tossico diffuso, allora l'ipofisi invia un segnale che ci sono molti ormoni e il TSH non è ancora necessario, quindi il livello dell'ormone è ridotto o la sua secrezione completamente soppressa.

Quindi, possiamo concludere che con un aumento della funzione tiroidea, gli ormoni tiroidei sono elevati e il TSH è ridotto. Quando la ghiandola tiroidea si riduce e gli ormoni tiroidei si riducono, aumenta l'ormone stimolante la tiroide.

La sintesi e la secrezione degli ormoni tiroidei dipende dall'ora del giorno, cioè ha un ritmo circadiano. La più grande concentrazione di ormoni al mattino. C'è anche una dipendenza dal periodo dell'anno. Ad esempio, in inverno, la produzione di triiodotironina (T3) è migliorata e il livello di T4 non cambia in modo significativo.

Questo è probabilmente ciò che ha causato l'aumento della necessità di un ormone sintetico nelle persone che ricevono terapia sostitutiva in inverno. Dopo l'assunzione di L-tiroxina, si trasforma in un ormone attivo T3, il cui fabbisogno è appena aumentato in inverno.

Sarà anche utile per farti scoprire come Eutirox influisce sullo sviluppo della gravidanza. Leggi l'articolo "Eutirox e gravidanza: compatibilità, dosi, effetti collaterali".

Preparati in anticipo in modo che la situazione non venga colta di sorpresa.

Ormoni tiroidei: il loro ruolo e le loro funzioni

Poiché la ghiandola tiroidea produce due tipi di ormoni (contenenti iodio e calcitonina), ne parleremo separatamente.

Funzioni dell'ormone tiroideo

La tiroxina e la triiodotironina hanno un effetto su tutto il corpo. Mantengono un normale livello di scambio di base. Il metabolismo basale è la quantità di energia spesa per mantenere l'attività vitale in uno stato di completo riposo, cioè energia per il lavoro del cuore, motilità intestinale, mantenimento di una temperatura corporea costante, ecc.

Gli ormoni tiroidei sono responsabili di:

  1. sintesi proteica in ogni cellula del corpo
  2. respirazione cellulare, cioè assorbimento di ossigeno da parte delle cellule
  3. stimolazione della crescita ossea e cerebrale
  4. mantenere una temperatura corporea costante
  5. partecipazione al processo di gluconeogenesi
  6. regolazione del metabolismo dei grassi e dei carboidrati
  7. partecipazione allo scambio di colesterolo
  8. maturazione degli eritrociti
  9. garantire il riassorbimento nell'intestino
  10. attivazione del sistema nervoso simpatico
  11. effetto sullo scambio d'acqua
  12. effetti sulla funzione cognitiva del cervello
  13. pressione sanguigna
  14. partecipazione alla funzione riproduttiva

Quando c'è un aumento degli ormoni tiroidei, il metabolismo principale viene accelerato e quando la diminuzione rallenta. Sotto vedrete l'effetto di diverse quantità di ormoni sugli organi, cioè manifestazioni.

Eccesso o aumento degli ormoni tiroidei

  • Aumenta il battito cardiaco
  • La pressione aumenta
  • La temperatura corporea aumenta
  • Aumenta la sudorazione
  • Si manifesta la diarrea
  • Il peso corporeo diminuisce
  • C'è un tremore nel corpo e irrequietezza

Mancanza o carenza di ormoni tiroidei

  • Impulso raro
  • Pressione spesso ridotta
  • La temperatura corporea diminuisce
  • Costipazione si verifica
  • La pelle è secca e ruvida.
  • Aumenta il peso corporeo
  • C'è lentezza e letargia

In effetti, hai appreso i sintomi più frequenti di tireotossicosi e ipotiroidismo. Pertanto, se noti questi sintomi in te stesso o nei tuoi cari, allora ti consigliamo di andare ad un appuntamento con un endocrinologo. Esistono malattie quando gli ormoni sono normali, ad esempio con l'adenoma tiroideo benigno.

Funzioni di calcitonina

Il ruolo di questo ormone peptidico è ancora in fase di studio. Questo ormone non influisce sul metabolismo, ma è coinvolto nella regolazione del metabolismo del calcio e nel lavoro delle cellule del sistema scheletrico. Se T3 e T4 sono determinati per valutare il funzionamento della ghiandola tiroidea, la calcitonina è necessaria per altri scopi.

Tipicamente, questo indicatore è un marcatore tumorale del carcinoma midollare della tiroide. Insieme con l'ormone paratiroideo, la calcitonina è coinvolta nella vita delle cellule ossee. Hanno l'effetto opposto. La calcitonina svolge le seguenti funzioni:

  • migliora l'attività degli osteoblasti - cellule che creano nuovo tessuto osseo
  • riduce la concentrazione di calcio nel sangue

Iscriviti agli aggiornamenti del blog per ricevere nuovi articoli nella tua email e fare clic sui pulsanti social. reti sotto.

Farmaci ormoni tiroidei

Le principali indicazioni per l'uso di ormoni tiroidei sono la terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo (incluso il cretinismo) e la soppressione della secrezione di TSH in gozzo non tossico o dopo il trattamento per il cancro della tiroide (Roti et al., 1993; Toft, 1994). Si ritiene che, in assenza di una lesione nella pseudodisfunzione della tiroide, la somministrazione di ormoni tiroidei non sia giustificata (Brent and Hershman, 1986; Farwell, 1999). Recentemente si sono espressi dubbi sulla validità di questo concetto e l'ipotesi che con pseudodisfunzione della ghiandola tiroidea nei pazienti gravi T3 può essere mostrato (DeGroot, 1999), non confermato da studi clinici e rimangono un parere di minoranza. Pertanto, T non riduce la mortalità nella pseudo-disfunzione della ghiandola tiroidea nei pazienti dopo un intervento chirurgico di bypass coronarico (Klemperer et al., 1995).

Sali di sodio di ormoni tiroidei sintetici sono ampiamente usati per la terapia sostitutiva. Levotiroxina (sale di sodio L-tiroxina) è disponibile sotto forma di compresse e polvere liofilizzata, che viene sciolta prima dell'iniezione. La liotironina (sale di sodio di L-triiodotironina) è disponibile in compresse e come soluzione per la somministrazione endovenosa. Inoltre, viene prodotta la preparazione combinata di lyotrix contenente L-tiroxina e L-triiodotironina. Usano anche preparazioni di ghiandole tiroidee essiccate di animali contenenti C e T4, ma sono scarsamente standardizzate e il loro uso è indesiderabile.

Terapia sostitutiva con ormone tiroideo [modifica]

La levotiroxina è il miglior farmaco per la terapia sostitutiva, poiché la sua attività è prevedibile e la sua azione è piuttosto lunga. Quando ingerito, la levotiroxina viene assorbita nell'intestino tenue; la sua biodisponibilità non è sempre la stessa e ammonta al 50-80% (Hays, 1991, Hays e Nielson, 1994). Il digiuno aumenta leggermente l'assorbimento. Alcuni farmaci, tra cui sucralfato, colestiramina, idrossido di alluminio, ferro e calcio, interferiscono con l'assorbimento di levotiroxina. Gli agenti che inducono microsomi del fegato, come la fenitoina, la carbamazepina e la rifampicina, aumentano l'escrezione di levotiroxina e della bile. In questi casi, potrebbe essere necessario aumentare la dose di levotiroxina. La liotironina è utilizzata quando è necessario un effetto rapido, per esempio, tre coma ipotiroideo o per prepararsi al trattamento del cancro della tiroide con 131 I. radioattivo. Questo farmaco non è adatto per la terapia sostitutiva a lungo termine perché deve essere assunto spesso, è più costoso e quando viene assunto periodicamente al di fuori dell'intervallo normale. La terapia combinata con levotiroxina e liothyronine viene prescritta con un'insufficiente efficacia del trattamento con levotiroxina e un livello normale di TSH (Vectorin et al., 1999). Tuttavia, i benefici della terapia combinata non sono ancora stati dimostrati. Inoltre, nella terapia combinata, è possibile un eccessivo aumento del livello di T3 nel sangue, il che non è il caso della monoterapia con levotiroxina, che gradualmente si trasforma in T3 nei tessuti periferici.

Quando si esegue la terapia sostitutiva negli adulti, viene prescritto levotiroxina, 100-150 mcg 1 volta al giorno o liothyronine - 50-75 mcg / die in diverse dosi. Nei pazienti giovani senza malattie concomitanti, è possibile iniziare immediatamente con una dose completa. A causa del prolungato T1 / 2 di levotiroxina (7 giorni), la sua concentrazione sierica si stabilizza solo 4-6 settimane dopo un cambio di dose. Pertanto, la determinazione del livello di TSH per valutare l'efficacia del trattamento non deve essere eseguita più spesso di una volta ogni 4-6 settimane. La concentrazione di TSH dovrebbe essere compresa nell'intervallo normale; Un sovradosaggio caratterizzato da bassi valori di TSH può portare a osteoporosi e insufficienza cardiaca (Ross, 1991). I giovani pazienti che non seguono male la prescrizione di un medico possono assumere una dose settimanale di levotiroxina in 1 volta; questo metodo è sicuro, efficace e ben tollerato (Grebe et al., 1997). All'età di oltre 60 anni, il trattamento deve essere iniziato con piccole dosi (25 μg / die) per evitare l'esacerbazione di malattie cardiovascolari non diagnosticate. Vi sono casi di decessi dovuti ad aritmie verificatisi all'inizio della terapia sostitutiva con ormoni tiroidei. La dose viene aumentata di 25 mcg / die ogni pochi mesi fino a quando il livello di TSH è normalizzato. Quando diagnosticate malattie cardiovascolari iniziare 12,5 mg / die e aumentare la dose di 12,5-25 mg / giorno ogni 6-8 settimane. Se è impossibile assumere il farmaco all'interno, ad esempio a causa dell'insorgenza di malattie concomitanti, la terapia sostitutiva può essere interrotta per diversi giorni senza conseguenze tangibili. Tuttavia, se hai bisogno di una lunga interruzione nel prendere il farmaco all'interno, allora la levotiroxina viene prescritta per via parenterale ad una dose del 25-50% in meno della dose che il paziente ha assunto per via orale.

L'ipotiroidismo nascosto è una condizione in cui non ci sono manifestazioni di ipotiroidismo, i livelli di T4 e T3 sono normali, ma i livelli di TSH sono elevati (Surks e Ocampo, 1996). Le indagini di massa hanno mostrato che l'ipotiroidismo latente è molto diffuso, tra alcuni gruppi di popolazione l'incidenza è del 15% (Canaris et al., 2000; Tunbridge et al., 1977) e tra gli anziani addirittura del 25% (Samuels, 1998). La decisione sulla terapia sostitutiva con levotiroxina deve essere presa individualmente, poiché questo trattamento non è indicato per tutti i pazienti. Tuttavia, dati recenti dimostrano in modo convincente che l'ipotiroidismo latente non trattato aumenta il rischio di aterosclerosi aortica e infarto del miocardio (Hak et al., 2000). La terapia di sostituzione con livelli aumentati di TSH è particolarmente indicata per i pazienti che hanno gozzo, tiroidite cronica linfocitaria, ipercolesterolemia o intelligenza ridotta, così come le donne in gravidanza.

In gravidanza con ipotiroidismo, la dose di levotiroxina deve essere aumentata; questo è associato ad un aumento della globulina legante la tiroxina sierica sotto l'azione degli estrogeni (Kaplan, 1992; Glinoer, 1993; Mandeletal., 1990). A causa della maggiore necessità di ormoni tiroidei, l'ipotiroidismo può manifestarsi prima durante la gravidanza; questo di solito si verifica quando la tiroidite linfocitica cronica è nascosta o si verifica quando si vive in aree con carenza di iodio nell'acqua e nella scrittura (Glinoer et al., 1994). L'ipotiroidismo grave durante la gravidanza può portare a ipossia fetale (Wasserstrum e Anaia, 1995), oltre a disturbi mentali e neurologici nei bambini (Man et al., 1991). Inoltre, studi recenti hanno dimostrato che anche l'ipotiroidismo latente durante la gravidanza può portare a moderato ritardo psicomotorio nei bambini (Haddow et al., 1999; Pop et al., 1999). Questi dati suggeriscono che durante la gravidanza, la terapia sostitutiva dovrebbe essere prescritta per qualsiasi aumento del livello di TSH, anche in assenza di altre manifestazioni di ipotiroidismo. Pertanto, nel primo trimestre di gravidanza in tutti i pazienti con una storia di ipotiroidismo o alto rischio di ipotiroidismo, deve essere determinato il TSH sierico. Se necessario, condurre una terapia sostitutiva con levotiroxina per mantenere una normale concentrazione sierica di TSH, che viene determinata ogni 4-6 settimane. Efficacia comparativa dei farmaci ormoni tiroidei. Qualitativamente, levotiroxina, liothyronine e preparazioni tiroidee con ipotiroidismo hanno lo stesso effetto, ma la loro attività è quantitativamente significativamente diversa. Dopo la somministrazione di una grande dose di liothyronine, i cambiamenti metabolici possono essere registrati già dopo 4-6 ore, mentre la pelle diventa notevolmente più calda, l'impulso si accelera e la temperatura corporea aumenta. Con un calo iniziale del 40%, il metabolismo basale può raggiungere valori normali già dopo 24 ore, raggiungendo il massimo in 2 giorni e poi gradualmente diminuendo, diminuendo della metà in 8 giorni. La stessa dose singola di levotiroxina ha un effetto molto più debole. Per ottenere un effetto paragonabile all'effetto della liothyronine, la dose di levotiroxina deve essere 4 volte superiore. Con l'introduzione di levotiroxina, l'effetto raggiunge il massimo dopo circa 9 giorni, per poi diminuire gradualmente, diminuendo della metà per 11-15 giorni. In entrambi i casi, l'effetto degli ormoni dura molto più a lungo di quanto possano essere rilevati nel sangue. Quindi, T1 / 2 di liothyronine è di circa un giorno, e levotiroxina - una settimana.

Coma ipotiroide [modifica]

Questa è una sindrome rara, che è una manifestazione estrema di grave ipotiroidismo cronico (Emerson, 1999). Il coma ipotiroideo richiede un trattamento di emergenza; tuttavia, anche con diagnosi e trattamento precoci, la mortalità raggiunge il 60%. Molto spesso questa condizione si verifica in inverno negli anziani. I fattori predisponenti sono la polmonite, l'ictus, l'insufficienza cardiaca. La confusione è sostituita da sopore e coma. Molti farmaci, soprattutto sonniferi, analgesici narcotici, antidepressivi e tranquillanti, contribuiscono allo sviluppo del coma. Il coma ipotiroideo si sviluppa spesso in pazienti con ipotiroidismo che sono ospedalizzati a causa di altre malattie.

I principali segni di coma ipotiroideo sono: 1) ipotermia, a volte grave, 2) depressione respiratoria e 3) perdita di coscienza. Inoltre, si osservano bradicardia, macroglossia, rallentamento dei riflessi tendinei, secchezza e desquamazione della pelle. Si sviluppa spesso l'iponatriemia, che può essere piuttosto grave. Negli studi di laboratorio emerge un aumento dell'attività di CPK e LDH, acidosi e anemia. Quando la puntura lombare evidenziava un CSF a pressione elevata e un alto contenuto proteico nel liquido cerebrospinale. Una conferma dell'ipotiroidismo è un alto livello di TSH e un basso livello di T4 libera calcolata nel siero. Tuttavia, la diagnosi di coma ipotiroideo si basa su manifestazioni cliniche.

La base del trattamento è il mantenimento delle funzioni vitali (E VL), il riscaldamento esterno, l'eliminazione dell'iponatriemia e l'eliminazione del fattore causale. Poiché l'insufficienza surrenalica è associata a coma ipotiroideo nel 5-10% dei casi, il glucocorticoide IV viene introdotto per primo e poi vengono somministrati gli ormoni tiroidei. L'assorbimento dal tratto gastrointestinale può essere compromesso, quindi gli ormoni tiroidei vengono iniettati per via parenterale. Sia la levotiroxina che la liothyronine sono ora disponibili per la somministrazione endovenosa. Di solito iniziano con la somministrazione endovenosa di levotiroxina ad una dose saturante di 200-300 mcg, e dopo 24 ore viene somministrato un altro 100 mcg. Pazienti di età inferiore ai 50 anni senza disfunzione del sistema cardiovascolare, è possibile immettere 500 μg di levotiroxina per via orale attraverso la bocca o la sonda nasogastrica (Yamamoto et al., 1999). Oltre alla levotiroxina, alcuni medici raccomandano di somministrare la liothyronine a 10 mcg IV w / 8 h fino a quando non si esce dal coma e si stabilizzano le condizioni. La dose di ormoni tiroidei deve essere aggiustata per garantire una dinamica emodinamica stabile, tenendo conto delle patologie cardiovascolari associate e della gravità dei disturbi elettrolitici. Recentemente, è stato dimostrato che dosi troppo elevate di levotiroxina (più di 500 μg / die) e di liothyronine (più di 75 μg / die) possono aumentare la mortalità (Yamamoto et al., 1999).

Cretinism [modifica]

Il successo del trattamento del cretinismo dipende dall'età in cui è iniziato. Pertanto, negli Stati Uniti, in Canada e in molti altri paesi, tutti i neonati vengono esaminati per ipotiroidismo congenito. Il trattamento deve iniziare prima che compaiano segni di ritardo dello sviluppo psicomotorio, altrimenti non si può prevenire il ritardo mentale. Viceversa, se il trattamento dell'ipotiroidismo congenito è iniziato nelle prime settimane di vita, lo sviluppo mentale e fisico procede quasi sempre normalmente. Il successo del trattamento dipende anche dalla gravità dell'ipotiroidismo; il più favorevole a questo riguardo è la genesi della ghiandola tiroidea. Gli ormoni tiroidei sono più importanti per i processi di mielinizzazione nel sistema nervoso centrale che si verificano nel feto prima della nascita e nel neonato. Per normalizzare rapidamente il livello degli ormoni tiroidei nel siero dei neonati, si raccomanda di iniziare il trattamento con levotiroxina alla dose di 10-15 μg / kg / die (Fisher, 1991). Dopo l'introduzione di queste dosi nella maggior parte dei neonati, la concentrazione di T4 totale aumenta entro 1-2 settimane fino a valori nella metà superiore del range normale. L'aggiustamento della dose viene effettuato ogni 4-6 settimane durante i primi 6 mesi di vita, ogni 2 mesi da 6 mesi a 1,5 anni e ogni 3-6 mesi ad un'età avanzata per mantenere la concentrazione di T4 totale entro 10-16 μg % e livelli normali di TSH. La concentrazione di T4 libero dovrebbe avvicinarsi al limite superiore della norma o addirittura superarla leggermente. I criteri clinici per l'adeguatezza del trattamento sono parametri come la crescita, la maturazione dello scheletro, lo sviluppo psicomotorio. Nei neonati prematuri, un livello ridotto di T4 può essere causato da pseudo-disfunzione della ghiandola tiroidea (questo è osservato in circa il 50% dei bambini con età gestazionale fino a 30 settimane), ma rimane aperta la questione della fattibilità del trattamento di questa condizione. Sebbene questi bambini abbiano ritardato lo sviluppo psicomotorio (Reuss et al., 1996; Den Ouden et al., 1996), l'efficacia del trattamento con levotiroxina non è provata, mentre il sovradosaggio può portare a gravi conseguenze (van Wassenaer et al., 1997).

Nodi tiroidei [modifica]

Questo è il disturbo endocrino più comune. Negli Stati Uniti, l'esame obiettivo è determinato dal 4-7% della popolazione e la loro prevalenza aumenta con l'età. Se prendiamo in considerazione i dati di ultrasuoni e autopsie, allora nell'età di 60 nodi di ghiandola tiroidea sono già presenti nel 50% della popolazione. Come altre malattie della ghiandola tiroidea, i nodi sono più comuni nelle donne. Durante l'anno, i nodi appaiono nello 0,1% della popolazione. Tra quelli esposti a radiazioni ionizzanti, la probabilità del loro sviluppo è 20 volte superiore. Quando viene rilevato un nodo, è innanzitutto necessario escludere il cancro, che si verifica nell'8-10% dei casi di nodi tiroidei. Ogni anno vengono diagnosticati circa 12.000 nuovi casi di cancro alla tiroide negli Stati Uniti e circa 1.000 persone muoiono ogni anno a causa di questa malattia. Tuttavia, in molti casi, il cancro alla tiroide non si manifesta clinicamente in alcun modo: quando si esaminano le ghiandole tiroidee ottenute durante l'autopsia o quando vengono rimosse durante l'intervento, nel 35% dei casi viene rilevato un cancro papillare con un diametro inferiore a 1 cm.

Quando vengono rilevati noduli tiroidei, è necessario condurre un accurato esame fisico, per studiare la funzione della ghiandola tiroidea, per escludere una neoplasia maligna (Mazzaferri, 1993; Gharib and Goellner, 1993). A questo scopo, la ghiandola tiroidea viene perforata, seguita da un esame citologico del materiale, da un'ecografia e da una scintigrafia della tiroide con 123 I o I. 1. La scintigrafia consente di valutare l'attività funzionale dei nodi. Tuttavia, il metodo di indagine più informativo è la puntura della ghiandola tiroidea. Con un singolo nodo benigno e un livello normale di TSH nel siero, può essere prescritta una terapia soppressiva con levotiroxina (per sopprimere la secrezione di TSH). Si ritiene che una diminuzione del livello di TSH porti ad uno sviluppo inverso o all'arresto della crescita di un nodo. Tuttavia, i dati sull'efficacia di tale trattamento sono contraddittori (Papini et al., 1998; Zelmano-vitz et al., 1998; Gharib and Mazzaferri, 1998). Per identificare i pazienti nei quali la terapia soppressiva con levotiroxina è probabilmente la più efficace, misurare i livelli di TSH ed eseguire la scintigrafia tiroidea. Una diminuzione del livello di TSH e il sequestro di tutti iodio radioattivo da parte del nodo fanno sospettare un adenoma tossico. In questo caso, la terapia soppressiva è inutile, poiché il nodo funziona autonomamente. I nodi funzionali sono i più sensibili a tale trattamento. Tuttavia, dopo che il livello di TSH diminuisce, è necessaria la scintigrafia. Se viene rilevata una significativa crisi di iodio da parte del nodo, significa che quest'ultima funzioni autonomamente e la terapia soppressiva deve essere annullata. La terapia soppressiva per gli anziani e i pazienti con IHD è prescritta con molta attenzione. I nodi freddi di solito non rispondono al trattamento con levotiroxina. Tuttavia, il trattamento di prova può essere effettuato per 6-12 mesi (Hermus and Huysmans, 1998). La terapia soppressiva viene continuata fino a quando il nodo non viene ridotto. Se il nodo ha cessato di diminuire e la sua dimensione non cambia entro 6 a 12 mesi, la terapia viene interrotta e si osserva che la sua crescita non riprenderà. Tutti i nodi che continuano a crescere durante il trattamento con levotiroxina devono essere nuovamente perforati o rimossi.

Farmaci che sopprimono la funzione tiroidea [modifica]

Ci sono un gran numero di farmaci che violano direttamente o indirettamente la sintesi, la secrezione e l'azione degli ormoni tiroidei (Tabella 57.4). Di seguito vengono discussi solo quegli strumenti che sono ampiamente utilizzati per il trattamento a breve termine oa lungo termine della tireotossicosi. Farmaci di interesse più scientifico o tossicologico sono citati solo brevemente. I farmaci che sopprimono la funzione della tiroide sono divisi in 4 gruppi: 1) farmaci antitiroidei che violano direttamente la sintesi degli ormoni tiroidei, 2) inibitori ionici che bloccano il trasporto di Na * e G, 3) ioduro, in alte concentrazioni inibiscono la secrezione di ormoni tiroidei e possono sopprimere la loro sintesi, e 4) 131I, danneggiando la ghiandola a causa delle radiazioni ionizzanti. Oltre a questi farmaci per il trattamento sintomatico della tireotossicosi, si utilizzano fondi che non agiscono direttamente sulla tiroide. Questi includono farmaci che violano la conversione di T4 in T3 in tessuti periferici, β-bloccanti e calcio-antagonisti. La rivista Cooper (1998) è dedicata agli agenti anti-tiroidei. I beta-bloccanti sono discussi in dettaglio nel cap. 10 e calcio antagonisti nel cap. 32 e 35.

Inibitori ionici [modifica]

Questo gruppo di farmaci comprende anioni inorganici che violano l'assorbimento di ioduro da parte della ghiandola tiroidea. Tutti loro in un modo o nell'altro assomigliano a ioduro; questi sono anioni idrogenati monovalenti, vicini ad esso nel raggio. Il più studiato è il tiocianato, che differisce dagli altri farmaci di questo gruppo in quanto non si accumula nella ghiandola tiroidea, ma in alte concentrazioni inibisce l'incorporazione di iodio nella tireoglobulina. Il tiocianato è formato dall'idrolisi di alcuni glicosidi vegetali. L'uso di un numero di alimenti (ad esempio cavolo) e il fumo aumentano il livello di tiocianato nel sangue e nelle urine; il nitroprussiato ha lo stesso effetto. Il fumo può aggravare l'ipotiroidismo latente (Muller et al., 1995) e l'oftalmopatia di Graves (Bartelena et al., 1998b). I precursori del tiocianato contenuti nel cibo possono contribuire allo sviluppo del gozzo endemico in alcune aree, ad esempio nell'Africa equatoriale, dove lo iodio nell'acqua e nel suolo è estremamente basso (Delange et al., 1993).

Il perclorato (IOIO2) è 10 volte più attivo del tiocianato (Wolff, 1998). È in competizione con ioduro per la compagnia Na + -I

, interrompendo l'assorbimento di ioduro dalla ghiandola tiroidea (Carrasco, 2000). Il perclorato è abbastanza efficace nella tireotossicosi, tuttavia, a grandi dosi (2-3 g / die) può causare Schemia aplastica con esito fatale. Negli ultimi anni, il perclorato viene utilizzato alla dose di 750 mg / die per il trattamento del gozzo tossico diffuso e della tireotossicosi provocata dall'amiodarone. Un campione con perclorato viene utilizzato a scopo diagnostico per valutare l'incorporazione di iodio nella tireoglobulina. Altri anioni di dimensioni vicine allo ioduro disturbano anche il funzionamento della ghiandola tiroidea; il tetrafluoroborato (BF4 ") ha la stessa attività del perclorato.

Un altro anione che influenza la funzione della tiroide è il litio. I meccanismi della sua azione sono diversi dagli inibitori ionici; ha un effetto sfaccettato sulla ghiandola tiroidea, ma l'effetto principale è la soppressione della secrezione di T3 e T4 (Takami, 1994).

Ulteriori Articoli Su Tiroide

La ghiandola pituitaria è una ghiandola endocrina situata alla base del cervello. Questo piccolo organo rotondo è responsabile della produzione di quasi 10 tipi di ormoni e regola l'attività degli organi interni, i processi fisiologici e psico-emotivi del corpo.

Ad una certa età, i cambiamenti ormonali nel corpo della donna sono associati alla cessazione della fertilità, che sono accompagnati dall'assenza di ovulazione e dalla cessazione completa o parziale del ciclo mestruale.

La cisti cerebrale pineale è una formazione simile a un tumore che è benigna. È interessante notare che nella stragrande maggioranza dei casi (fino al 90 percento) tale educazione viene rivelata completamente casualmente, durante gli esami medici, che non hanno nulla a che fare con le strutture cerebrali.