Principale / Test

Cos'è l'adenotonsillotomia e come è fatta?

Una persona nasce con un insieme specifico di organi. Nel corso della loro vita, il loro numero diminuisce, alcuni organi diminuiscono man mano che invecchiano e poi atrofizzano del tutto. L'atrofia così irreversibile è esposta al timo (ghiandola del timo), i denti da latte cadono, lasciando il posto a quelli permanenti. A differenza del timo, gli organi del sistema linfatico possono crescere in modo reversibile nelle dimensioni, ad esempio i linfonodi nelle malattie infettive, le tonsille nei processi infiammatori nel rinofaringe. Le tonsille faringee e palatine possono aumentare in modo irreversibile. Nei casi più gravi, quando i metodi conservativi sono impotenti, viene eseguita la chirurgia per rimuoverli - adeno-tonsillotomia.

Devo rimuovere le tonsille?

All'età di 3-4 anni, i bambini iniziano ad aumentare le tonsille faringee. Questa è una condizione fisiologica completamente normale causata dai bisogni dell'organismo in crescita. Un aumento della tonsilla faringea è chiamato adenoidi. La diagnosi di "adenoidi" spesso spaventa i genitori, costringendoli in preda al panico a cercare metodi per il loro trattamento.

Anche con grave ipertrofia, ma in assenza di manifestazioni cliniche, non è necessario rimuovere le adenoidi.

A poco a poco, al momento della pubertà, diminuiscono in modo indipendente in termini di dimensioni e atrofia. D'altra parte, anche le adenoidi del grado 1-2 possono disturbare la respirazione nasale e prevenire la ventilazione della valvola uditiva. In questo caso, la malattia deve essere trattata. Le adenoidi di grado 1-2 sono trattate in modo conservativo, e il grado 3-4 è più spesso trattato chirurgicamente.

In molti bambini, un aumento delle tonsille faringee è combinato con ipertrofia delle tonsille. Le tonsille palatali sono nelle arcate palatine dietro la lingua. Ci sono 3 gradi di ipertrofia delle tonsille, con il terzo grado, che quasi si chiudono nella linea di mezzo e violano significativamente la deglutizione e la parola. Come nel caso delle adenoidi, la GNM (ipertrofia delle tonsille) 1-2 gradi sono trattati in modo conservativo, il grado 3 della GNM è un'indicazione per il trattamento chirurgico.

Quali sono le tonsille?

Adenoidi normali e ipertrofiche

Le tonsille sono organi di immunità cellulare. È in loro che avviene la differenziazione dei linfociti: acquisiscono le proprietà dei linfociti B o T, ottengono certi recettori antigenici. Oltre alle tonsille faringee e palatine nel tratto respiratorio superiore c'è un complesso chiamato anello linfoide Pirogov-Valdeyera. Se le tonsille (o le tonsille faringee) sono danneggiate, rimosse o ferite, il resto degli anelli assume la loro funzione. Ma, durante l'infanzia, è auspicabile avere tutte le tonsille, fornisce una protezione locale più efficace e migliora l'immunità cellulare. Pertanto, l'ipertrofia delle tonsille palatine e faringee viene provata per essere trattata in modo conservativo e solo con l'inefficacia dei metodi conservativi essi procedono all'intervento chirurgico.

Trattamento chirurgico delle tonsille

La maggior parte degli adulti non ha le adenoidi. Al momento della pubertà, si atrofizzano come inutili. Ma gli adulti soffrono spesso di tonsillite cronica, e l'importanza delle tonsille diminuisce con l'età, quindi l'operazione di tonsillectomia, cioè la rimozione completa delle tonsille, è comune nella pratica degli adulti. I bambini non rimuovono completamente le tonsille e si sfoltiscono, cioè eseguono la "tonsillotomia". Le adenoidi, a causa della loro posizione sull'arco del rinofaringe e l'ampio attaccamento al muro non possono essere completamente rimosse, quindi sono anche tagliate, la procedura è chiamata adenotomia. La rimozione articolare delle tonsille faringee e palatine è chiamata adenotonsillotomy.

Com'è l'adenotonsillotomia?

Dopo che è stata stabilita la diagnosi di ipertrofia delle tonsille e delle adenoidi, il medico invia un referral per l'esame preoperatorio e l'ospedalizzazione. L'esame preoperatorio comprende:

  • Emocromo completo, analisi delle urine.
  • Analisi biochimiche del sangue (proteine ​​totali, urea, creatinina, elettroliti, AST, AlAT e altri indicatori).
  • Esame del sangue per coagulazione, emostasiogramma.
  • Esame del pediatra, vaccinazioni per età.

Questo è un elenco approssimativo di sondaggi, può essere ampliato per singole indicazioni. L'esame preoperatorio è necessario, dal momento che l'intervento viene eseguito più spesso in anestesia generale.

Diversamente dall'adenotomia, l'adenotonsillotomia viene eseguita sotto anestesia. Si ritiene che sia difficile per un bambino piccolo sedersi immobile con la bocca aperta durante un'operazione. Recentemente, i genitori stanno insistendo sempre di più sull'anestesia e l'adenotomia, dimenticando che l'anestesia è un test piuttosto difficile per il corpo di un bambino. Lo stress che i bambini piccoli sperimentano nell'adenotomia è molto esagerato, l'intera operazione dura solo pochi minuti ei bambini talvolta escono dall'anestesia per diverse ore.

Quindi, i test sono stati superati, la conclusione del pediatra è stata ricevuta, il bambino è stato ricoverato in ospedale. I bambini sotto i 5 anni sono ricoverati in ospedale insieme ai loro genitori, i bambini sopra i 5 anni sono più spesso soli, ma i parenti sono autorizzati a rimanere nel dipartimento quasi tutto il tempo. L'operazione viene eseguita il giorno seguente dopo il ricovero in ospedale, in quanto prerequisito per l'anestesia generale è a stomaco vuoto.

Indubbiamente, l'adenotonsillotomia può essere eseguita in anestesia locale e in ambiente ambulatoriale, ma è prassi comune negli ospedali statali gestire i bambini sotto anestesia e monitorare il bambino per 3-5 giorni dopo l'intervento. L'anestesia per l'adenotonsillotomia può essere diversa, ma più spesso usare l'anestesia endovenosa a breve termine, se necessario (estremamente raro), il bambino può essere intubato e sottoposto ad una vera e propria anestesia per inalazione. Prima dell'operazione, viene eseguita la premedicazione - vengono iniettati con sedativi in ​​modo che il bambino non abbia paura, si sente bene e ha avuto un'operazione più facile.

Per prima cosa viene eseguita l'adenotomia - con un coltello speciale, chiamato adenomia di Beckmann, vengono tagliate le adenoidi. L'adenotoma viene introdotto attraverso la bocca e con un movimento rapido viene rimossa la vegetazione adenoidea. Alcuni adenotomi sono dotati di una "scatola" speciale in cui il tessuto tagliato indugia. Il sanguinamento dopo l'adenotomia è di solito minore e si arresta rapidamente da solo. Dopo la rimozione della tonsilla faringea ipertrofica, le tonsille palatine dilatate vengono "potate".

Per la tonsillotomia utilizzare uno strumento speciale - tonsillotte. Attraverso la bocca aperta, la tonsillot viene applicata alla porzione sporgente della tonsilla, i tessuti delle tonsille sono fissati tra i rami della tonsillotomia e vengono tagliati.

Tale tecnica corrisponde alla classica tonsillotomia e recentemente sono stati introdotti nuovi metodi di intervento e tecniche ausiliarie: l'aenotonzillotomia endoscopica, l'irradiazione laser dei tessuti dopo l'intervento.

Periodo postoperatorio

Dopo aver tagliato le tonsille palatine e faringee, il piccolo paziente viene trasferito in reparto. A volte i bambini vengono trasferiti dalla sala operatoria all'unità di terapia intensiva per un po ', per il monitoraggio costante delle loro condizioni. La traduzione in terapia intensiva non deve spaventare i genitori. Ciò non significa che sia successo qualcosa di brutto al bambino o che il sanguinamento sia iniziato. Dopo una breve permanenza nell'unità di terapia intensiva (da diverse ore a un giorno), i bambini vengono trasferiti al reparto.

Il medico curante del reparto ORL esamina ogni giorno il bambino, controlla i processi di rigenerazione dei tessuti. In assenza di infiammazione, suppurazione, sanguinamento - 3-5 giorni dopo l'intervento, il bambino viene dimesso a casa. A casa, è molto importante osservare il regime postoperatorio: evitare uno sforzo fisico pesante, non andare al bagno e alla sauna, non fare bagni caldi. La dieta dovrebbe anche essere il più delicata possibile: nei primi giorni dopo l'operazione, è possibile solo cibo morbido, purea, cereali, purè di patate. Non dovresti dare al tuo bambino cibi caldi, freddi, piccanti, bevande gassate e cibi solidi come patatine o biscotti. Circa 5-7 giorni dopo l'operazione, puoi mangiare hamburger, polpette, pasta e altri cibi "morbidi" (non già strofinati).

Se il medico curante dell'ospedale o della clinica non ha detto di sciacquarsi la bocca o sciacquare il naso - non sciacquare! In ogni caso, le incursioni che si formano sulle tonsille non possono essere rimosse. Questo non è pus, non alcuni mitici batteri patogeni, ma coaguli di fibrina. Sotto il film di fibrina, si verifica la rigenerazione dei tessuti, la ferita postoperatoria è coperta con nuovo epitelio. Gli stessi processi si verificano nel rinofaringe, ma non sono visibili ad occhio nudo.

Se improvvisamente un bambino ha una temperatura di alcuni giorni dopo la dimissione, è apparso un odore sgradevole dalla bocca o dal naso - dovresti consultare un medico, potresti avere complicanze postoperatorie.

Prima di consultare un medico, è possibile fare i gargarismi con un debole decotto di fiori di camomilla o calendula (è un decotto, non una tintura alcolica diluita), una soluzione di furacilina, clorexidina. Se il bambino non sa come fare i gargarismi, puoi bere camomilla o altre bevande a base di erbe. È inoltre possibile utilizzare qualsiasi spray in gola, approvato per l'uso durante l'infanzia, ma non contiene alcol. Un buon effetto è dato dalle compresse per mal di gola Ephizol, approvato per l'uso da 4 anni. Efizol contiene antisettico e burro di cacao locali, ha un piacevole sapore di cioccolato, i bambini sono felici di guarirli.

La cavità nasale con l'aspetto di un odore sgradevole, prima di visitare il medico, è possibile sciacquare con una soluzione di sale debole utilizzando una speciale "teiera" o utilizzare spray per docce nasali.

Se le tonsille ipertrofiche e le adenoidi causano una violazione della respirazione nasale, della parola, dell'udito e dello sviluppo del bambino, si deve eseguire la tonsillotomia. Questa semplice operazione viene eseguita in anestesia generale e richiede un ricovero a breve termine. Se si osserva il regime postoperatorio corretto, i bambini guariscono rapidamente senza conseguenze per la salute. Non abbiate paura della chirurgia e dell'anestesia, perché se non operate sul bambino, potrebbe interrompere irreparabilmente il suo udito o deformare il cranio facciale. Interventi tempestivi alleviano il piccolo paziente dal naso chiuso, dall'otite costante e dal mal di gola.

Tonsillotomia: qual è questa operazione, indicazioni, metodi di

Tonsillotomia - intervento sulla tonsilla, la cui essenza è rimuovere la sua parte. Questa operazione viene solitamente eseguita in bambini di 5-7 anni con ipertrofia delle tonsille, nei casi in cui la tonsillectomia non è indicata o è controindicata per qualsiasi motivo. Nei bambini piccoli e negli adulti, un tale intervento è estremamente raro.

L'ipertrofia delle tonsille è una condizione patologica che si sviluppa nell'infanzia o nell'adolescenza (a volte negli adulti). Le ragioni di ciò possono essere i processi infiammatori ripetuti nel tessuto delle tonsille o iperplasia generale congenita del tessuto linfoide nel corpo. Le tonsille palatine dilatate possono portare a problemi respiratori orali (e talvolta nasali), difficoltà nella deglutizione del cibo e disturbi del linguaggio. Di notte, i pazienti possono sperimentare episodi di apnea, russamento o sonno irrequieto con incubi. E al mattino possono essere disturbati da stanchezza, irritabilità e mal di testa. Ma tali sintomi non si verificano in tutti gli individui con ipertrofia delle tonsille. In assenza di qualsiasi violazione soggettiva o oggettiva, la questione dell'intervento chirurgico non viene sollevata.

Indicazioni per la chirurgia

La tonsillotomia è indicata nei pazienti con ipertrofia delle tonsille se presentano i seguenti sintomi:

  • la dimensione delle tonsille raggiunge i 3 gradi di ipertrofia (raggiungono l'ugola o sono in contatto l'una con l'altra);
  • disfagia (disturbo della deglutizione);
  • disartria (violazione della pronuncia dei singoli suoni e della normale formazione del linguaggio);
  • ipossia cronica cerebrale (disturbi del sonno e sindrome astenica).

Se un bambino ha vegetazioni adenoide da rimuovere e le tonsille ipertrofiche lo rendono difficile, allora questo può anche essere un'indicazione per la pre-tonsillotomia.

Controindicazioni

Per evitare di nuocere alla salute del paziente, prima di pianificare un'operazione, il medico considera possibili controindicazioni:

  • infezioni acute;
  • contatto con pazienti infetti (periodo di quarantena);
  • malattie respiratorie acute (o esacerbazione cronica);
  • stomatite, carie dentaria;
  • malattie degli organi interni nel periodo acuto;
  • patologia del sangue (leucemia, diatesi emorragica);
  • malattie della pelle pustolosa e allergie acute;
  • Thymomegalia;
  • condizione generale grave di pazienti a causa di patologia somatica concomitante.

Metodo di operazione

Nella fase di preparazione alla tonsillotomia, a un paziente viene assegnato un esame dettagliato, il cui scopo è diagnosticare malattie e condizioni patologiche che possono complicare il decorso dell'operazione e il periodo postoperatorio. Di solito include:

  • esami del sangue e delle urine;
  • elettrocardiografia, radiografia del torace (o fluorografia);
  • tamponi faringei;
  • esame da parte di un terapeuta

Se necessario, vengono nominati esami supplementari e consultazioni di esperti. Prima dell'operazione, la cavità orale viene riorganizzata.

La tonsillotomia viene eseguita in anestesia locale o in anestesia intubazione. Per rimuovere una parte della tonsilla, viene utilizzato uno strumento speciale: la tonsillot Mathieu o Slydera. L'essenza dell'operazione è la seguente: l'anello di tonsillotomo viene messo sull'amigdala allargata e rapidamente tagliato, fissando il frammento tagliato con l'aiuto di una speciale forcella o "arpione".

Dopo l'intervento, il bambino viene costantemente monitorato, viene posto nel letto, girando la testa di lato per evitare l'aspirazione. Nel corso normale del periodo postoperatorio, gli è permesso di bere dopo 4 ore, dopo 8 ore gli è permesso assumere cibo semi-liquido e dopo un giorno gli è permesso di andare a casa. In questo caso, i genitori ricevono un chiaro parere medico. Durante la settimana il bambino dovrebbe:

  • seguire una dieta moderata;
  • sciacquare la bocca con soluzioni antisettiche dopo i pasti;
  • prendere farmaci emostatici.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Di solito, la tonsillotomia è ben tollerata dai pazienti, ma a volte l'intervento causa lo sviluppo di reazioni indesiderate e complicanze. Considera i principali:

  1. Sanguinamento dal parenchima della tonsilla durante l'intervento chirurgico o dopo di esso.
  2. Il trauma delle strutture adiacenti - la radice della lingua, archi palatine o palato molle. Di conseguenza, si può sviluppare una paresi del palato molle con deglutizione e articolazione alterate.
  3. Asfissia di un frammento cancellato a causa della sua insufficiente fissazione.
  4. Suppurazione del resto dell'amigdala con la minaccia di paratazone, parafaringite e sepsi.

Va notato che nella maggior parte dei casi, mentre si osservano le regole di asepsi, la tecnica di intervento e un esame completo del paziente prima dell'operazione, si possono evitare complicazioni.

conclusione

La tonsillotomia è uno dei metodi più benigni di intervento chirurgico sul tratto respiratorio superiore, che aiuta ad eliminare i sintomi spiacevoli per il paziente senza particolari danni alla salute. Dopo l'intervento chirurgico, il bambino recupera la normale respirazione e deglutizione e il linguaggio è correttamente formato.

Laser tonsillotomia di cosa si tratta

Tonsillotomia - intervento sulla tonsilla, la cui essenza è rimuovere la sua parte. Questa operazione viene solitamente eseguita in bambini di 5-7 anni con ipertrofia delle tonsille, nei casi in cui la tonsillectomia non è indicata o è controindicata per qualsiasi motivo. Nei bambini piccoli e negli adulti, un tale intervento è estremamente raro.

L'ipertrofia delle tonsille è una condizione patologica che si sviluppa nell'infanzia o nell'adolescenza (a volte negli adulti). Le ragioni di ciò possono essere i processi infiammatori ripetuti nel tessuto delle tonsille o iperplasia generale congenita del tessuto linfoide nel corpo. Le tonsille palatine dilatate possono portare a problemi respiratori orali (e talvolta nasali), difficoltà nella deglutizione del cibo e disturbi del linguaggio. Di notte, i pazienti possono sperimentare episodi di apnea, russamento o sonno irrequieto con incubi. E al mattino possono essere disturbati da stanchezza, irritabilità e mal di testa. Ma tali sintomi non si verificano in tutti gli individui con ipertrofia delle tonsille. In assenza di qualsiasi violazione soggettiva o oggettiva, la questione dell'intervento chirurgico non viene sollevata.

Indicazioni per la chirurgia

Una delle indicazioni per la tonsillotomia è l'ipertrofia (aumento) delle tonsille al 3 ° grado.

La tonsillotomia è indicata nei pazienti con ipertrofia delle tonsille se presentano i seguenti sintomi:

  • la dimensione delle tonsille raggiunge i 3 gradi di ipertrofia (raggiungono l'ugola o sono in contatto l'una con l'altra);
  • disfagia (disturbo della deglutizione);
  • disartria (violazione della pronuncia dei singoli suoni e della normale formazione del linguaggio);
  • ipossia cronica cerebrale (disturbi del sonno e sindrome astenica).

Se un bambino ha vegetazioni adenoide da rimuovere e le tonsille ipertrofiche lo rendono difficile, allora questo può anche essere un'indicazione per la pre-tonsillotomia.

Controindicazioni

Per evitare di nuocere alla salute del paziente, prima di pianificare un'operazione, il medico considera possibili controindicazioni:

  • infezioni acute;
  • contatto con pazienti infetti (periodo di quarantena);
  • malattie respiratorie acute (o esacerbazione cronica);
  • stomatite, carie dentaria;
  • malattie degli organi interni nel periodo acuto;
  • patologia del sangue (leucemia, diatesi emorragica);
  • malattie della pelle pustolosa e allergie acute;
  • Thymomegalia;
  • condizione generale grave di pazienti a causa di patologia somatica concomitante.

Metodo di operazione

Nella fase di preparazione alla tonsillotomia, a un paziente viene assegnato un esame dettagliato, il cui scopo è diagnosticare malattie e condizioni patologiche che possono complicare il decorso dell'operazione e il periodo postoperatorio. Di solito include:

  • esami del sangue e delle urine;
  • elettrocardiografia, radiografia del torace (o fluorografia);
  • tamponi faringei;
  • esame da parte di un terapeuta

Se necessario, vengono nominati esami supplementari e consultazioni di esperti. Prima dell'operazione, la cavità orale viene riorganizzata.

La tonsillotomia viene eseguita in anestesia locale o in anestesia intubazione. Per rimuovere una parte della tonsilla, viene utilizzato uno strumento speciale: la tonsillot Mathieu o Slydera. L'essenza dell'operazione è la seguente: l'anello di tonsillotomo viene messo sull'amigdala allargata e rapidamente tagliato, fissando il frammento tagliato con l'aiuto di una speciale forcella o "arpione".

Dopo l'intervento, il bambino viene costantemente monitorato, viene posto nel letto, girando la testa di lato per evitare l'aspirazione. Nel corso normale del periodo postoperatorio, gli è permesso di bere dopo 4 ore, dopo 8 ore gli è permesso assumere cibo semi-liquido e dopo un giorno gli è permesso di andare a casa. In questo caso, i genitori ricevono un chiaro parere medico. Durante la settimana il bambino dovrebbe:

  • seguire una dieta moderata;
  • sciacquare la bocca con soluzioni antisettiche dopo i pasti;
  • prendere farmaci emostatici.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

In rari casi, la tonsillotomia causa complicanze.

Di solito, la tonsillotomia è ben tollerata dai pazienti, ma a volte l'intervento causa lo sviluppo di reazioni indesiderate e complicanze. Considera i principali:

  1. Sanguinamento dal parenchima della tonsilla durante l'intervento chirurgico o dopo di esso.
  2. Il trauma delle strutture adiacenti - la radice della lingua, archi palatine o palato molle. Di conseguenza, si può sviluppare una paresi del palato molle con deglutizione e articolazione alterate.
  3. Asfissia di un frammento cancellato a causa della sua insufficiente fissazione.
  4. Suppurazione del resto dell'amigdala con la minaccia di paratazone, parafaringite e sepsi.

Va notato che nella maggior parte dei casi, mentre si osservano le regole di asepsi, la tecnica di intervento e un esame completo del paziente prima dell'operazione, si possono evitare complicazioni.

conclusione

La tonsillotomia è uno dei metodi più benigni di intervento chirurgico sul tratto respiratorio superiore, che aiuta ad eliminare i sintomi spiacevoli per il paziente senza particolari danni alla salute. Dopo l'intervento chirurgico, il bambino recupera la normale respirazione e deglutizione e il linguaggio è correttamente formato.

Vedi articoli popolari

Oggi ci sono molti modi per rimuovere le tonsille, sostituendo la chirurgia classica. Facendo un passo indietro rispetto ai metodi antiquati, l'otorinolaringoiatria ha messo al servizio un bisturi laser.

In generale, un laser è una fonte di radiazione unidirezionale con la stessa lunghezza d'onda. A seconda della lunghezza di questa onda, c'è un diverso effetto sul tessuto. Quando le tonsille vengono rimosse, sono coinvolti gli effetti dannosi e di sinterizzazione del raggio laser. Il primo consente di rimuovere il tessuto, il secondo previene il sanguinamento ed evita l'apertura di superfici della ferita che possono essere infettate.

Tipi di rimozione delle tonsille laser

  1. Tonsillectomia radicale. Rimozione completa della tonsilla.
  2. Ablazione laser In questo tipo di chirurgia, vengono rimossi solo gli strati superiori dell'amigdala. Le lacune si espandono nella parte conservata dell'amigdala, che consente di rimuovere da loro accumuli di pus e tessuti patologici.

A seconda degli obiettivi perseguiti dall'operazione e dallo stato delle tonsille, vengono utilizzati laser di diverso tipo.

  • Un laser a fibra ottica viene utilizzato quando una grande parte dell'amigdala è interessata dall'infiammazione.
  • Il laser ad olmio consente di eliminare i fuochi all'interno dell'amigdala, lasciando intatto il tessuto sano circostante.
  • Il laser a infrarossi non solo può dividere il tessuto, ma anche fissarlo.
  • Il laser al carbonio dà l'effetto dell'evaporazione del tessuto. Sotto la sua influenza il volume della tonsilla e le sue aree infette sono ridotti.

Quando vale la pena rimuovere le tonsille?

Ecco le tonsille umane già rimosse

A rigor di termini, non ci sono molte situazioni in cui è necessario rimuovere le tonsille. È necessario liberarsene in situazioni in cui la minaccia ad altri organi e sistemi da focolai purulenti nelle tonsille supera il rischio di rimanere senza queste formazioni linfoidi. La tonsillectomia è indicata se

  • il numero di mal di gola in un paziente all'anno è pari o superiore a quattro
  • corsi ripetuti di antibiotici e fisioterapia non portano a una persistente remissione della tonsillite cronica durante l'anno,
  • ci sono già complicanze del cuore (difetti reumatici, miocardite, miocardiodistrofia, endocardite batterica, insufficienza cardiaca), problemi renali (pielonefrite o glomerulonefrite, insufficienza renale), articolazioni (artrite reattiva, manifestazioni reumatiche), sistema nervoso (corea),
  • c'è stato un attacco reumatico acuto o c'è una malattia reumatica cronica,
  • tonsille dilatate a causa di iperplasia linfoide interferisce con la normale respirazione o deglutizione.

Controindicazioni per la rimozione delle tonsille laser

  • Malattie infettive acute, tra cui respiratoria (faringite, rinite, sinusite, laringite, bronchite).
  • Esacerbazioni di malattie croniche.
  • Patologia oncologica
  • Diabete mellito del primo tipo e scompenso del secondo.
  • Malattie scompensate dei sistemi cardiovascolare e respiratorio.
  • Disturbi del sangue associati a disturbi emorragici.
  • Età fino a dieci anni.
  • Gravidanza.

Vantaggi e svantaggi della rimozione laser

Nicchia di tonsille dopo l'intervento il secondo giorno, foto

  • Non c'è sanguinamento, il che significa che non vi è alcun rischio di anemia da carenza di ferro acuta post-emorragica. Inoltre, non vi è alcuna necessità di elettrocoagulazione dei vasi sanguigni. Questo distingue laser tonzilektomy dal classico e utilizzando microdebrider.
  • L'operazione può essere eseguita in anestesia locale. Di conseguenza, meno rischi di allergie e intolleranze all'anestesia.
  • La durata dell'operazione da quindici minuti a mezz'ora. La chirurgia convenzionale è molto più lunga.
  • La rimozione delle tonsille laser può essere eseguita in regime ambulatoriale. Il lungo recupero dopo l'operazione non è richiesto, l'abilità lavorativa non è persa.
  • Non c'è ferita aperta, quindi non può essere infettata. Non c'è bisogno di antibiotici nel periodo postoperatorio.
  • In una visita, il problema a lungo termine del trattamento della tonsillite cronica è risolto.
  • Possibili bruciature e dolore ai tessuti dopo la cessazione dell'anestetico.
  • La rimozione delle tonsille laser è una perdita di barriera alle infezioni. Invece di tonsillite si possono acquistare faringiti, laringiti, bronchiti.
  • L'ablazione può causare il ripetersi della malattia, poiché il tessuto linfoide non è completamente rimosso.
  • Il costo di tale procedura è piuttosto alto e richiede alcune competenze del medico. I prezzi per la rimozione laser delle tonsille variano, molto dipende dall'immagine della clinica e dal costo delle attrezzature

Come viene rimossa la tonsilla dal laser?

Viene eseguita l'anestesia locale: un anestetico viene spruzzato sulla mucosa faringea (più comunemente dikain). Quindi l'amigdala viene afferrata con una pinza e gradualmente la rimuove dai tessuti sottostanti con un raggio laser emesso dal fissaggio dell'apparato. Vasi che tentano di sanguinare quando danneggiati, la sinterizzazione laser, che impedisce al sangue di fuoriuscire.

Video: rimozione delle tonsille laser

Qualità del funzionamento

L'efficacia della tonsillectomia radicale con un laser è vicina all'80%. L'ablazione lascia spazio per il ri-sviluppo della tonsillite. Rispetto alla chirurgia classica, quando si usano incisioni con un bisturi e forbici e le tonsille vengono recise da un ciclo, il periodo di recupero può essere un po 'più lungo. Questo è possibile nei casi in cui è stata ammessa una bruciatura della mucosa. In generale, l'operazione affronta il suo compito di eliminare focolai purulenti che minacciano la salute del paziente e la capacità di lavorare a un livello molto dignitoso. Resta solo da scegliere il medico giusto con la testa e le mani e una clinica con attrezzature moderne e supporto medico.

Il trattamento laser della tonsillite è uno dei mezzi più innovativi ed efficaci per combattere il processo infiammatorio cronico nelle tonsille, che mira a liberare completamente il paziente dalla microflora patogena nei tessuti delle ghiandole e, allo stesso tempo, consente ai medici di mantenere intatta questa parte della gola. Tutti questi sforzi dei medici sono associati al fatto che le tonsille svolgono un ruolo importante nella formazione di un forte sistema immunitario del paziente, agiscono come un filtro organico che blocca l'ulteriore avanzamento di microrganismi infettivi e virus patogeni nel tratto respiratorio. Il trattamento laser della tonsillite ha i suoi vantaggi e controindicazioni. Consideriamo più in dettaglio i pro e i contro della cauterizzazione laser delle tonsille infiammate.

Cos'è la lacunotomia laser e come è la procedura?

La lacunotomia laser è una distruzione di risonanza molecolare delle tonsille palatine, sulla superficie della mucosa e nei tessuti più profondi dei quali il processo infiammatorio acuto o cronico è provocato da un'infezione. La lacunotomia che utilizza un raggio laser è considerata uno dei metodi meno traumatici per il trattamento chirurgico delle ghiandole. In particolare, se un paziente ha uno stadio di esacerbazione della malattia, si sviluppa gonfiore e arrossamento della mucosa delle tonsille.

Lo stesso meccanismo di una procedura terapeutica di questo tipo è il seguente:

  1. Il chirurgo, che ha il permesso di condurre un trattamento chirurgico utilizzando un laser e un'apparecchiatura ausiliaria che assicura il flusso continuo del raggio laser, perfora l'area delle tonsille con l'anestesia locale. Questo stadio del trattamento della tonsillite con la terapia laser è il più doloroso. Il paziente deve sopportare l'introduzione di un anestetico iniettabile.
  2. Dopo che l'anestesia funziona e il paziente perde sensibilità nell'area delle ghiandole, il chirurgo procede ad applicare un raggio laser sulla superficie delle tonsille.
  3. Lo specialista esegue una dissezione della lacuna con un flusso di laser caldo, in cui in una quantità in eccesso ci sono placche purulente e un'enorme quantità di microflora patogena. Durante l'attuazione di queste manipolazioni, viene eseguita la rimozione simultanea del contenuto purulento, vengono eseguiti microbi patogeni e anche il medico è in grado di bruciare immediatamente l'area bruciata della gola al fine di evitare un'abbondante perdita di sangue.

Sotto l'influenza delle alte temperature del raggio laser, si verifica l'escissione termica dei tessuti infetti e il nidos cronico dei batteri si diffonde in tutto il corpo. Dopo 2-3 giorni a causa di processi catarrale che si sviluppano nei tessuti delle tonsille al completamento della procedura, si verifica la necrosi e il rigetto della superficie epiteliale, sottoposti a carbonizzazione mediante laser. Questo processo rallenta la completa guarigione delle ghiandole operate per diversi giorni, ma dopo 3-4 giorni le cellule epiteliali delle tonsille si rigenerano con la stessa intensità. Il processo di recupero completo e riabilitazione è interamente individuale e dipende dall'età del paziente, dalla gravità del quadro clinico della tonsillite acuta o cronica, che è stata diagnosticata nel paziente. In generale, il tasso ottimale di recupero dei tessuti delle tonsille operati con un laser è di 10 giorni.

Chi può trattare le tonsille con un laser per la tonsillite cronica?

Il trattamento laser della tonsillite è un analogo della tonsillectomia, quando un'infezione batterica colpiva il tessuto tonsillare in modo che un trattamento conservativo con farmaci tradizionali non portasse più l'effetto terapeutico atteso. Pertanto, prima che il medico otorinolaringoiatra e il paziente stesso, si pone la domanda circa la completa rimozione delle tonsille utilizzando attrezzature chirurgiche, o eseguendo manipolazioni mediche con un laser, cauterizzando le aree interessate delle ghiandole e preservando le capacità funzionali di questo organo. La terapia con tonsille laser è raccomandata nei seguenti casi.

Frequenti esacerbazioni

Se un paziente con una forma cronica di tonsillite aggrava la malattia più di 3 volte l'anno, allora questa è un'indicazione diretta per eseguire un debridement laser delle aree interessate del tessuto tonsillare. In assenza di questo trattamento, il numero di esacerbazioni di tonsillite aumenterà solo ogni anno.

Reazione negativa al trattamento conservativo

La terapia della tonsillite cronica e acuta inizia sempre con il paziente sottoposto a un corso di terapia medico, l'uso di potenti farmaci antibatterici, soluzioni antisettiche per il risciacquo della gola. Se durante il corso della terapia la reazione positiva è assente e le condizioni del paziente non migliorano, le ghiandole infiammate mantengono il loro gonfiore e tenerezza e le placche purulente continuano a riempire le lacune delle tonsille, quindi questa è un'indicazione diretta per la terapia laser della tonsillite.

Sviluppo di complicanze

La tonsillite è una malattia infettiva che è più pericolosa nello sviluppo delle sue complicanze. In questo caso, se un paziente durante un esame completo o sulla base di reclami sul suo stato di salute insoddisfacente, malattie come infettiva miocardite, artrite reumatoide, ascesso peritonsillare, segni di infezione del sangue, sviluppo di cardiopatia acquisita vengono rilevati, quindi con probabilità dell'85% suggeriscono che queste patologie sono state provocate dalla presenza di una tonsillite cronica o acuta in un paziente. La perdita di tempo prezioso e la mancanza di terapia dei tessuti tonsillari minacciano ulteriormente il paziente con uno sviluppo ancora più acuto di complicanze con danni agli organi vitali.

Se il paziente ha tonsillite, queste patologie associate, lacunotomia è uno dei metodi terapeutici obbligatori per ripristinare la funzionalità delle tonsille, al fine di evitare la loro rimozione chirurgica.

Controindicazioni alla procedura di cauterizzazione

La lacunotomia non ha solo vantaggi ed è altamente efficace in termini di impatto sulle ghiandole infette, ma ha anche controindicazioni mediche per l'uso.E 'severamente vietato trattare le tonsille usando un raggio laser nei seguenti casi:

  • il paziente ha uno stadio di transizione di una forma cronica di tonsillite nella fase acuta dello sviluppo di una malattia infettiva con segni di abbondante suppurazione e formazione di placche multiple (si raccomanda di rimuovere il processo infiammatorio con farmaci antibatterici e solo successivamente procedere alla procedura di lacunotomia);
  • sviluppo nel corpo del paziente di tumori maligni, indipendentemente dal tipo di tumore, nonché dall'area della sua localizzazione (questo divieto è giustificato dal fatto che l'irradiazione laser può innescare una crescita più rapida di cellule degenerate e quindi il tumore inizierà a svilupparsi ancora più intensamente);
  • varie malattie del pancreas, così come il diabete mellito di tipo 1 e 2 con un aumento o diminuzione del livello di glucosio nel sangue;
  • insufficienza cardiaca, malattie polmonari associate a una forte riduzione del lume bronchiale e all'ulteriore sviluppo di spasmi acuti delle vie respiratorie;
  • una conta piastrinica troppo bassa nel sangue, che provoca una scarsa coagulazione del sangue, porta a frequenti emorragie (di per sé, la lacunotomia è caratterizzata da una perdita di sangue insignificante, poiché il laser non solo rimuove il tessuto tonsillare colpito, ma lo brucia immediatamente, ma c'è sempre un rischio toccare la nave principale e ottenere un'abbondante perdita di sangue);
  • lo stato di gravidanza, così come l'allattamento al seno di un bambino (queste limitazioni sono giustificate dal fatto che in questa fase della vita, qualsiasi situazione stressante è assolutamente controindicata per una donna, e la lacunotomia è ancora un'operazione, durante la quale viene utilizzato un raggio laser caldo, non un bisturi);
  • Anche i bambini di età compresa tra 1 e 10 anni non devono sottoporsi a laser terapia per tonsillite cronica.

Queste sono le principali controindicazioni mediche che vietano l'escissione laser dei tessuti infetti delle ghiandole, poiché potrebbero sviluppare complicazioni molto più pericolose.

Se queste patologie sono presenti, l'otorinolaringoiatra selezionerà altri metodi di trattamento per il paziente, sulla base di una terapia conservativa, o sulla condotta dell'intervento chirurgico tradizionale. Questo è già determinato dal medico individualmente.

Quanto costa la terapia laser alla tonsillite (prezzo medio per procedura) ed è sufficiente per un risultato?

Il costo del trattamento laser della tonsillite sanificando i pazienti con tonsille utilizzando un raggio laser dipende dalla città in cui la procedura viene eseguita in una clinica pubblica o privata, e anche indirettamente sulla politica dei prezzi individuale dello specialista che esegue questo tipo di trattamento. In media, la fascia di prezzo di un lacunotismo è compresa tra 1200-1500 rubli per 1 procedura. Nella maggior parte dei casi, non è possibile eliminare completamente i fuochi dell'infiammazione delle tonsille in una sola sessione e potrebbe essere necessario sottoporsi a 2-3 procedure di laserterapia. Dopo il completamento del trattamento dopo 10 giorni, il paziente viene sottoposto a un esame di follow-up e il medico determina la necessità di un ciclo ripetuto di terapia, o in questa fase il trattamento è completamente completato con il recupero del paziente.

Recensioni

A differenza della rimozione chirurgica delle tonsille, la terapia laser ha dimostrato il suo alto grado di efficacia anche quando il paziente ha forme complesse di tonsillite cronica. Pertanto, la maggior parte delle recensioni di questo metodo di trattamento sono estremamente positive. I pazienti che hanno subito un ciclo di trattamento con lacunotomia fanno notare che il processo di riabilitazione delle ghiandole con un laser non richiede più di 15 minuti. La lesione tissutale delle tonsille è minima, non c'è emorragia, non c'è dolore durante l'intero periodo di riabilitazione. In questo caso, il trattamento laser della tonsillite è anche abbastanza economico in termini materiali e il costo della procedura è solo di 500-600 rubli più costoso rispetto a un'operazione chirurgica. Questo è stato anche notato nelle recensioni positive dei pazienti.

Tonsillotomia a onde radio - rimozione parziale di tonsille

Tonsillotomia - rimozione parziale delle tonsille. Oggi è uno dei metodi chirurgici più sicuri per il trattamento dell'infiammazione cronica delle tonsille.

Il trattamento conservativo dell'infiammazione cronica delle tonsille spesso mostra risultati eccellenti e aiuta a raggiungere remissioni a lungo termine. Ma nei casi in cui le recidive di tonsillite cronica si verificano più spesso e il trattamento farmacologico non porta sollievo, l'intervento chirurgico, vale a dire la rimozione parziale delle tonsille palatali o la tonsillotomia, diventa il metodo di scelta per il medico ENT.

In contrasto con la tonsillectomia (rimozione completa delle tonsille), la tonsillotomia ha una serie di vantaggi significativi ed è un metodo moderno per trattare l'infiammazione tonsillare cronica e frequenti recidive di mal di gola nei bambini.

Il modo più progressivo e moderno per eseguire questa operazione è la tonsillotomia a onde radio.

Il metodo di trattamento radiochirurgico fu inventato dal chirurgo dentista e ingegnere radiofonico americano Irving Ellmann. Nel 1973, brevettò il primo generatore di onde radio mondo "Surgitron ™". Il Dr. Ellman ha proposto di utilizzare la gamma di frequenze di 3,8-4,0 MHz, in cui il danno tissutale è minimo, secondo gli ultimi dati - 2-3 volte meno della maggior parte delle laser.

I medici della clinica "Lor Plus" hanno trattato varie patologie degli organi ENT per quasi 2 anni con l'aiuto del nuovo modello dell'apparato radiochirurgico Surgitron.

L'otorinolaringoiatra principale della clinica Lor Plus, il chirurgo otorinolaringoiatra Alexander V. Sazhin spiega che la radiochirurgia può essere utilizzata in quasi tutti i tipi di operazioni otorinolaringoiatriche. Così, i medici della clinica Lor Plus nell'ultimo anno hanno operato ripetutamente su pazienti con diagnosi: rinite ipertrofica e vasomotoria, polipi, cicatrici e sinechie della cavità nasale, epistassi ricorrenti, tonsillite cronica, faringite cronica, cisti e papillomi, ecc.

Il principio di funzionamento delle onde radio delle alte frequenze è un'incisione senza contatto e una coagulazione (denaturazione dei composti proteici) dei tessuti molli del corpo. A causa degli effetti strettamente controllati degli elettrodi sui tessuti, la chirurgia delle onde radio ha notevoli vantaggi rispetto ad altri metodi chirurgici di trattamento della patologia ENT.

Come risultato dell'esposizione alla chirurgia delle onde radio, i medici prendono nota dei seguenti effetti:

  1. Minimo danno tissutale, come evidenziato dal basso dolore della ferita postoperatoria e dalla guarigione accelerata della ferita;
  2. Significativa accelerazione del processo di recupero, molti pazienti vanno a lavorare 3-5 giorni dopo l'intervento;
  3. Significativa riduzione del rischio di complicanze postoperatorie dovute all'effetto sterilizzante delle onde radio a una frequenza di 3,8-4,0 MHz;
  4. L'eccellente effetto cosmetico si esprime nella guarigione precoce completa dei tessuti senza la formazione di una cicatrice ruvida.

Secondo Alexander Valerievich Sazhin, il principale vantaggio della chirurgia ad onde radio ad alta frequenza è il suo effetto di risparmio sul corpo. Per questo motivo, le operazioni vengono spesso eseguite in anestesia locale.

Pertanto, i benefici della radio-tonsillotomia sono evidenti:

  • rischio minimo di sanguinamento;
  • la durata dell'operazione è in genere non superiore a 30 minuti;
  • l'anestesia viene eseguita localmente, il che significa che i rischi associati all'anestesia generale sono ridotti a zero;
  • la capacità di ottenere una remissione prolungata in una malattia così difficile come la tonsillite cronica;
  • recupero rapido dopo l'intervento chirurgico;
  • La procedura viene eseguita su base ambulatoriale, quindi il giorno successivo puoi tornare al tuo normale stile di vita.

Per eseguire questa operazione, è necessario effettuare una prima visita con un chirurgo otorinolaringoiatra, durante il quale il medico effettuerà un esame approfondito, raccoglierà una storia completa della malattia e ti prescriverà il trattamento più efficace.

Centro medico "Lor Plus"

La nostra clinica è specializzata nella diagnosi e nel trattamento di malattie dell'orecchio, della gola, del naso e della laringe. Abbiamo otorinolaringoiatri della più alta categoria con molta esperienza. Le moderne attrezzature permetteranno di fare una diagnosi accurata e condurre un trattamento efficace.

Tonsillotomia: l'essenza dell'operazione, le indicazioni, i metodi di conduzione

La tonsillotomia nei bambini è una delle operazioni più frequenti eseguite negli ospedali otorinolaringoiatrici. Ciò è dovuto al fatto che un gran numero di persone sono esposte a problemi con le tonsille faringee, ma gli adulti affrontano un ordine di grandezza meno spesso. Molto spesso, un tale evento si verifica quando il paziente ha tonsillite cronica, ma vengono anche notate altre indicazioni per l'intervento. Va anche notato che i metodi dell'operazione possono variare in modo significativo.

Qual è la chirurgia della tonsillotomia?

La tonsillotomia è un'operazione chirurgica finalizzata alla rimozione del tessuto linfatico del palato (vale a dire, le tonsille, nonché la capsula situata vicino a loro). L'intervento viene eseguito in presenza di indicazioni appropriate, in quanto esercita un certo carico sul corpo del paziente. Tuttavia, con l'implementazione corretta di tutte le raccomandazioni dello specialista in cura, il tasso di rigenerazione dei tessuti danneggiati può essere significativamente accelerato e il rischio di complicanze postoperatorie può essere ridotto al minimo.

È necessario sapere che la tonsillotomia (così come l'adenotomia) viene eseguita solo in condizioni del reparto ORL. Non è fatto in poliambulatori o stanze ENT ordinarie per il motivo che in questo caso la probabilità di possibili conseguenze indesiderabili aumenta in modo significativo. Il più delle volte, questi includono lo sviluppo di sanguinamento grave, così come l'infezione nei tessuti danneggiati.

Prima che un paziente sia ricoverato in ospedale, deve sottoporsi a una serie di esami clinici. Dovresti anche essere consapevole del fatto che, oltre all'operazione classica, le ghiandole possono essere rimosse usando una pinza e una tecnica a onde radio.

Indicazioni e controindicazioni per tonsillotomia

Ci sono un certo numero di indicazioni, in presenza delle quali l'otorinolaringoiatra dovrebbe dirigere il paziente a condurre la tonsillotomia. Questi includono:

  1. Frequenti recidive di tonsillite, nonché forma cronica di tonsillite.
  2. Il paziente presenta sintomi associati a grave intossicazione (ovvero, aumento della fatica, debolezza costante, mal di testa, febbre, dispepsia e dolore nella regione lombare).
  3. Complicazioni di natura locale: ascesso peritonsillare e parafaringite.
  4. Avvelenamento settico del sangue causato dalla presenza di un'infezione nelle tonsille.
  5. Dolore alle articolazioni, così come i cambiamenti nel cuore (il verificarsi di aritmie e tachicardie, cambiamenti nell'elettrocardiogramma e sensazioni dolorose nella regione del torace), permettendo di sospettare lo sviluppo della malattia reumatica.
  6. Insufficienza renale causata da streptococco beta-emolitico di gruppo A (il più delle volte si manifesta con glomerulonefrite).

Dovresti anche prendere in considerazione il fatto che ci sono controindicazioni per la rimozione delle tonsille. Questi includono sia controindicazioni permanenti che temporanee. Spesso la prima categoria include:

  • tubercolosi polmonare aperta;
  • patologie del sangue associate a una ridotta velocità di coagulazione del sangue;
  • diabete con l'assenza di meccanismi compensativi;
  • insufficienza cardiaca e renale;
  • la presenza di malattie maligne dell'una o dell'altra localizzazione.

L'elenco delle controindicazioni temporanee include:

  • Una forma acuta di una malattia infettiva che causa l'infiammazione del tessuto linfoide della laringe.
  • Le mestruazioni, così come la gravidanza nel terzo trimestre.

Vantaggi e svantaggi dell'operazione

Al momento, vari specialisti nel campo dell'otorinolaringoiatria hanno mostrato un atteggiamento piuttosto ambiguo nei confronti della conduzione della tonsillotomia e dell'adenotomia nei bambini. Ciò è dovuto al fatto che le tonsille faringee svolgono nel corpo un gran numero di funzioni abbastanza importanti. Tuttavia, ci sono situazioni in cui le ghiandole diventano letteralmente un terreno fertile per vari patogeni, e in questo caso è necessario rimuoverle, poiché un ritardo in questa materia può comportare un gran numero di varie complicazioni.

L'inconveniente più grave nella conduzione della tonsillotomia e di altre operazioni simili è che, dopo averlo eseguito, le vie aeree del bambino rimangono senza una protezione affidabile che impedisce l'ingresso di agenti patogeni. Di conseguenza, l'incidenza delle infezioni respiratorie può aumentare notevolmente.

Allo stesso tempo, la presenza nel corpo di un focus permanente di infezione sotto forma di infezioni infiammatorie può anche causare un gran numero di varie patologie. Inoltre, la tonsillite cronica diagnosticata in una donna adulta può influenzare in modo significativo le sue funzioni riproduttive e persino causare infertilità. Ecco perché, in assenza dell'effetto di forme conservative di trattamento, le tonsille devono essere rimosse in tempo.

Come è l'operazione?

  1. La tonsillotomia può essere eseguita in anestesia locale o in anestesia generale. Nel primo caso, il paziente dovrebbe essere in una posizione seduta, nel secondo - sdraiarsi sul tavolo operatorio con la testa rovesciata all'indietro.
  2. Un'incisione della mucosa viene effettuata solo nella regione del terzo superiore del palato. Attraverso di esso, un sottile dispersore viene inserito attraverso la capsula tra l'amigdala e l'arco palatale.
  3. La prossima è la separazione della tonsilla e il fissaggio del suo bordo libero con un morsetto. Dopodiché, viene stretto leggermente per garantire un accesso normale.
  4. Di conseguenza, lo specialista taglia l'amigdala dalle arcate palatine. Quando la parte centrale è staccata, il tessuto libero sul bordo tagliente viene costantemente intercettato da una clip.
  5. È importante ricordare che al margine inferiore delle ghiandole non c'è capsula, e quindi questa sezione è tagliata usando un cappio speciale.
  6. Il prossimo periodo dell'operazione è di condurre un'ispezione del luogo da cui sono state rimosse le ghiandole. Questo deve essere fatto al fine di identificare le aree del tessuto linfoide della laringe e di condurre la sua completa escissione al fine di prevenire il ripetersi.
  7. Completa l'operazione con un arresto completo del sanguinamento.

Periodo dopo l'intervento chirurgico

Nel processo di recupero dopo una tonsillotomia con il metodo classico, è vietato inghiottire qualsiasi cosa durante il giorno - non si può mangiare e bere, si sconsiglia inoltre di parlare, saliva e sputi di sangue in un vassoio speciale.

Il giorno dopo, il paziente può bere e consumare cibo a bassa temperatura. Inoltre, fino a quando il letto delle tonsille asportate è completamente guarito (in media, una o due settimane), è impossibile svolgere un lavoro fisico pesante, così come lo sport, poiché tali carichi possono causare sanguinamento. Per lo stesso motivo, dovresti eliminare l'uso di bevande alcoliche e l'assunzione di bagni caldi.

E un po 'sui segreti.

Hai mai provato a liberarti dai linfonodi ingrossati? A giudicare dal fatto che stai leggendo questo articolo, la vittoria non è stata dalla tua parte. E ovviamente non sai di prima mano di cosa si tratta:

  • la comparsa di infiammazioni al collo, sotto le ascelle. nell'inguine.
  • dolore alla pressione sul linfonodo
  • disagio quando si toccano i vestiti
  • paura dell'oncologia

E ora rispondi alla domanda: ti va bene? I linfonodi infiammati possono essere tollerati? E quanti soldi hai già "fatto trapelare" per un trattamento inefficace? Proprio così - è ora di smetterla con loro! Sei d'accordo?

Per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare l'esclusiva metodologia di Elena Malysheva, in cui ha rivelato il segreto per liberarsi rapidamente dei linfonodi infiammati e migliorare l'immunità Leggi l'articolo.

Tonsillotomia: l'essenza dell'operazione, le indicazioni, i metodi di conduzione

La tonsillite è la malattia più comune tra i bambini in età prescolare. Sembra dovuto all'elevato numero di microflora patogena in bocca e alle frequenti infezioni virali respiratorie acute. L'adenotomia e la tonsillotomia nei bambini non sono sempre utilizzate, solo con gli indicatori di emergenza.

Quando viene eseguita la tonsillotomia?

Per la tonsillotomia dovrebbero essere indicatori, senza i quali è vietata la rimozione delle ghiandole.

  • L'effetto di adenoidite sul cuore: dolore al petto, tachicardia, aritmia, extrasistoli.
  • La febbre con temperature aumenta di sera.
  • Infezioni che si diffondono ad altri organi (pericardite, pielonefrite, artrite, reumatismo).
  • Infiammazione nella faringe: la formazione di cisti e ascessi con contenuti purulenti.
  • Sepsi.
  • Adenoidite cronica. Formazioni linfoidi sovrapposte della faringe, che impediscono la respirazione durante il giorno e durante il sonno.
  • Frequenti infezioni virali respiratorie acute, infezioni respiratorie acute, infezioni nel cavo orale. Placca purulenta permanente su tonsille.

La tonsillotomia nei bambini non può essere eseguita nei seguenti casi:

  1. Malattie del sangue con alto sanguinamento e bassa coagulabilità.
  2. Malattie delle navi che sono nel rinofaringe.
  3. Disturbi dello scambio (diabete).
  4. Insufficienza renale.
  5. Tubercolosi di organi.
  6. Malattie psichiatriche con comportamento instabile.

Controindicazioni temporanee per tonsillotomia:

  1. L'inizio del ciclo mestruale nelle ragazze. Con la diluizione del sangue aumenta il sanguinamento da tutte le ferite.
  2. Malattie dei denti (carie, periodontite). L'infezione può entrare nell'area della ferita, causando l'infezione con una possibile transizione verso la sepsi.
  3. Malattie della pelle
Torna al sommario

Vantaggi e svantaggi dell'operazione

Tonsille - un importante organo del sistema immunitario, che prima prende l'impatto di microrganismi alieni su se stessi. Senza di loro, l'anello Pirogov-Valdeyera lascia alcuni dei microbi all'interno della trachea, sangue e linfa. La frequenza di faringite, tracheiti e bronchiti è in aumento. Questo articolo si applica solo ai bambini: negli adulti, altre tonsille svolgono una funzione immunitaria.

Il vantaggio della tonsillotomia è quello di rimuovere la fonte di infezione, che si accumula negli spazi vuoti del tessuto linfoide. Ciò impedisce la formazione di tonsillite cronica, malattie degli organi interni e sepsi.

Corso di operazione

Prima della tonsillotomia, il medico deve assicurarsi che il bambino sia sano. La manipolazione viene eseguita in anestesia locale, in posizione seduta. Quando le controindicazioni, applicare l'anestesia generale.

Un'incisione è fatta nell'area dell'arco palatina. È fatto lungo la linea del muco, completamente perforante. Raspus è acceso oltre il bordo della tonsilla. Il bordo libero della adenoide è bloccato in modo da poter vedere il posto dietro la ghiandola. È tagliato fuori dagli archi adiacenti.

È importante! Il tessuto vicino all'amigdala viene sempre intercettato da una clip per ridurre il rischio di rottura.

La resezione del tessuto linfoide viene eseguita con la capsula. Dopo la completa escissione della tonsilla, la capsula viene esaminata insieme alla capsula. Non dovrebbero esserci formazioni linfoidi. Con i loro residui, le adenoidi possono ricrescere. Il medico deve assicurarsi che non ci siano emorragie e danni alle grandi navi. L'operazione termina quando il livido è completamente interrotto.

Un altro tipo di resezione è la rimozione con un coblatore. Il vantaggio è il basso dolore. Dopo la tonsillotomia, non sono richiesti analgesici. Il collaboratore coagula le navi, quindi non c'è sanguinamento. La ferita è completamente chiusa, l'infezione non penetra in essa. Il recupero è più veloce.

Altri metodi chirurgici di escissione: bisturi ad ultrasuoni, ablazione a onde radio, trattamento termico. Questi sono i metodi più efficaci che riducono il tempo dell'intervento, riducono la quantità di sanguinamento.

Recupero dopo resezione

Il paziente viene trasferito al reparto su una barella. Le seguenti azioni sono eseguite:

  • Il bambino è disteso su un fianco. La bocca dovrebbe essere aperta. La saliva è vietata a deglutire il primo giorno, dovrebbe scorrere dalla bocca alla garza o nell'espulsore della saliva.
  • Un impacco freddo viene messo sul collo ogni 3 ore per 10 minuti.
  • Per alleviare i sintomi del dolore, vengono usati antidolorifici e farmaci antiinfiammatori non steroidei.
  • È vietato parlare 24 ore dopo la tonsillotomia.
  • Dieta postoperatoria: il cibo liquido è preso i primi giorni. È macinato su un frullatore. Quindi, introdurre i pezzi solidi. Non puoi mangiare salato, grasso, fritto.
  • Farmaci prescritti: aumento della coagulabilità del sangue (etamzilat), antibiotici ad ampio spettro (penicilline, cefalosporine). Gargarismi con antisettici vengono effettuati in due settimane.
  • Il riposo, la mancanza di attività fisica e il lavoro sono prescritti.

complicazioni

  1. Bleeding. Ci sono molti vasi sanguigni e capillari nella bocca, le ghiandole sono ben fornite di sangue. Il sangue può scorrere nei primi 10 giorni dopo la resezione, poiché la crosta che copre la ferita, durante il periodo di guarigione, scompare. Questa condizione è estremamente pericolosa quando il bambino è a casa. Se compaiono sintomi di sanguinamento, devi andare dal medico, lui prende provvedimenti:

- asciuga la ferita, tratta con un antisettico, fa un'iniezione di anestesia;

- quando si sanguina da una grande nave, bloccarla con un morsetto e cucire;

- se il sito della ferita non è visibile a causa dell'abbondanza di sangue, viene iniettata una garza o un tampone, premere con forza sulla ferita e ispezionare l'area.

  1. Crescita delle adenoidi ripetute, specialmente se il tessuto linfoide è rimasto nel sito di resezione.
  2. Forte dolore, alleviato dagli antidolorifici.
  3. Rifiuto di mangiare un bambino, perdita di grande massa corporea. Ciò porta ad una diminuzione dell'immunità e frequenti raffreddori.
  4. Cambia il tono della voce, nasale, russando in un sogno. Ciò è dovuto alla comparsa di patologia della corteccia palatina a seguito di tonsillotomia.

È importante ricordare che la chirurgia è un metodo estremo, dopo il quale l'immunità del bambino diminuirà e ci saranno dei rischi postoperatori. Pertanto, primo trattamento medico e popolare condotto.

E un po 'sui segreti.

Hai mai provato a liberarti dai linfonodi ingrossati? A giudicare dal fatto che stai leggendo questo articolo, la vittoria non è stata dalla tua parte. E ovviamente non sai di prima mano di cosa si tratta:

  • la comparsa di infiammazioni al collo, sotto le ascelle. nell'inguine.
  • dolore alla pressione sul linfonodo
  • disagio quando si toccano i vestiti
  • paura dell'oncologia

E ora rispondi alla domanda: ti va bene? I linfonodi infiammati possono essere tollerati? E quanti soldi hai già "fatto trapelare" per un trattamento inefficace? Proprio così - è ora di smetterla con loro! Sei d'accordo?

Per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare l'esclusiva metodologia di Elena Malysheva, in cui ha rivelato il segreto per liberarsi rapidamente dei linfonodi infiammati e migliorare l'immunità Leggi l'articolo.

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Il progesterone negli alimenti e nelle erbe non è contenuto nella sua forma pura. Ma una dieta speciale e l'uso di decotti, le impostazioni a base di piante medicinali influenzano la concentrazione di uno dei principali ormoni femminili.

Praticamente ogni donna crede di avere dei difetti. Uno dei reclami più comuni è considerato di dimensioni ridotte del seno.

Severità della gola: questo è un segnale di violazioni nel lavoro di questo corpo o nello sviluppo della malattia. Questa condizione si manifesta come sensazione di pressione, spremitura o corpo estraneo, spasmo muscolare o sensazione di coma in gola.