Principale / Sondaggio

Diagnosi di anemia: transferrina, ferritina, capacità siero-legante del ferro (LHD, LHSS)

Anemia o anemia - una condizione caratterizzata da una diminuzione dell'emoglobina, il numero di globuli rossi per unità di volume di sangue, che porta a una diminuzione del rilascio di ossigeno ai tessuti. Ci sono: malattie associate alla compromissione della formazione di emoglobina o alla produzione di globuli rossi e malattie causate dall'aumento della distruzione dei globuli rossi.

L'anemia può essere una malattia separata o manifestazioni di qualsiasi altra malattia. Il corpo sperimenta la fame di ossigeno, caratterizzata dai seguenti sintomi di anemia: debolezza, vertigini, svenimento, rumore o ronzio nelle orecchie, tremolio di punti negli occhi (mancanza di ossigeno nel cervello); battito cardiaco accelerato (il cuore è costretto a "guidare" il sangue più velocemente per compensare la mancanza di ossigeno);

mancanza di respiro (respirazione rapida - anche un tentativo di compensare la fame di ossigeno); pallore della pelle (particolarmente evidente se si ritarda la palpebra inferiore o si osserva la punta delle dita - "unghie pallide").

Negli esami del sangue biochimici, importanti indicatori per il medico e il paziente sono:

  • analisi del ferro sierico
  • capacità legante del ferro sierico
  • transferrina
  • analisi della ferritina.

La combinazione di indicatori di queste analisi riflette più pienamente la presenza o l'assenza dell'anemia, la natura dell'anemia durante la diagnosi di anemia.

Esame del sangue per transferrina e ferritina

transferrina

La transferrina è una proteina del sangue la cui funzione è il trasporto del ferro.

Carrier iron, siderofilin.

Siderofilina, transferrina, Tf.

G / l (grammi per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi per lo studio?

  • Non mangiare per 8 ore prima di donare il sangue, puoi bere acqua pulita e non gassata.
  • Interrompere l'assunzione di farmaci contenenti ferro per 72 ore prima dell'analisi.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo per 30 minuti prima di donare il sangue.
  • Non fumare 30 minuti prima dell'analisi.

Informazioni generali sullo studio

Transferrina - il principale vettore proteico del ferro nel plasma sanguigno. Si forma nel fegato da aminoacidi, che vengono assorbiti dal cibo nel processo di digestione. La transferrina si lega al ferro, che viene dal cibo o dalla distruzione dei globuli rossi, e lo trasporta in organi e tessuti (nel fegato, nella milza). Transferrin è in grado di attaccare più ferro di quanto non pesi da solo.

Il ferro è un oligoelemento essenziale nel corpo. Fa parte dell'emoglobina, una proteina che riempie i globuli rossi e consente loro di trasportare l'ossigeno dai polmoni agli organi e ai tessuti. Il ferro è anche un componente della proteina muscolare della mioglobina.

Normalmente, il corpo contiene 4-5 g di ferro, circa 3-4 mg (0,1% del totale) circola nel sangue insieme a transferrina. Di regola, 1/3 dei centri di legame alla transferrina sono riempiti di ferro, i restanti 2/3 rimangono in riserva. Il grado di "riempimento" di transferrina con ferro riflette tali indicatori come la capacità totale di legare il ferro del siero, la capacità legante del ferro latente del siero e la percentuale di saturazione della transferrina.

Con carenza di ferro, il livello di transferrina aumenta, in modo che possa essere contattato anche con una piccola quantità di ferro nel siero.

La quantità di transferrina nel sangue dipende anche dallo stato del fegato, dalla nutrizione della persona e dal lavoro degli intestini. Se la funzionalità epatica è compromessa a causa di una significativa crescita di tessuto cicatriziale (cirrosi), allora il livello di transferrina diminuisce. Con una carenza di alimenti proteici nella dieta o un ridotto assorbimento degli amminoacidi a causa dell'infiammazione nell'intestino, anche la transferrina non si forma in quantità sufficienti.

A cosa serve la ricerca?

  • Per valutare in dettaglio il metabolismo del ferro (insieme al test per il ferro nel siero e la capacità totale di legarsi del ferro a volte latente), la combinazione di queste analisi consente di calcolare la percentuale di saturazione della transferrina con il ferro, cioè determinare la quantità di ferro che trasporta il sangue). Questo indicatore caratterizza in modo più preciso lo scambio di ferro.
  • Valutare lo stock di ferro nel corpo.
  • Per determinare se l'anemia è causata da una carenza di ferro o altre cause, come una malattia cronica o una mancanza di vitamina B12. Con carenza di ferro, il suo livello sierico scende, ma il livello di transferrina aumenta.
  • Valutare la funzionalità epatica.

Quando è programmato uno studio?

  • Se vengono rilevate anomalie nell'analisi del sangue generale, emoglobina, ematocrito, conta dei globuli rossi.
  • Se si sospetta una carenza di ferro o un eccesso di ferro nel corpo.
  • Se si sospetta un sovraccarico del corpo con ferro (emocromatosi). Sintomi di emocromatosi: dolore alle articolazioni e all'addome, debolezza, affaticamento, diminuzione del desiderio sessuale, disturbi del ritmo cardiaco.
  • Se si sospetta una malattia epatica cronica o cambiamenti nell'assorbimento nell'intestino.

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento: 2 - 3,6 g / l.

L'interpretazione dei risultati viene solitamente effettuata tenendo conto di altri indicatori che riflettono il metabolismo del ferro.

Le ragioni per l'aumento della transferrina

  • Anemia da carenza di ferro. Di solito è causato dalla perdita di sangue cronica o dal consumo insufficiente di prodotti a base di carne.
  • Il terzo trimestre di gravidanza. Ridurre il ferro e aumentare la transferrina è normale in questo caso.

Ragioni per abbassare il livello di transferrina

  • Malattie croniche: lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, tubercolosi, endocardite batterica, morbo di Crohn, ecc.
  • La mancanza di proteine ​​nel corpo associata a disturbi di assorbimento nell'intestino, malattie epatiche croniche, ustioni.
  • Malattia infiammatoria cronica intestinale.
  • Inadeguatezza della nutrizione
  • Emocromatosi ereditaria. In questa malattia, una maggiore quantità di ferro viene assorbita dal cibo, che viene depositato in vari organi, causando il loro danno.
  • Talassemia - una malattia ereditaria che porta ad anemia, in cui viene modificata la struttura dell'emoglobina.
  • Malattia epatica acuta.
  • Cirrosi epatica.
  • La glomerulonefrite è un'infiammazione del tessuto renale.
  • Prescrizione inadeguata di preparazioni di ferro (dosaggio più elevato).
  • Mancanza congenita di transferrina

Cosa può influenzare il risultato?

  • Estrogeni, contraccettivi orali portano ad un aumento dei livelli di transferrina.
  • ACTH, corticosteroidi, testosterone può ridurre la quantità di transferrina.
  • L'emolisi del siero rende i risultati inaffidabili.

I livelli di ferritina diminuiscono quando c'è carenza di ferro, ma rimane normale se è accompagnato da infiammazione. Pertanto, la co-somministrazione di test della ferritina e della transferrina può essere utilizzata per diagnosticare la carenza di ferro in queste situazioni.

Chi fa lo studio?

Medico generico, terapeuta, ematologo, gastroenterologo, reumatologo, nefrologo, chirurgo.

Transferrin: che cos'è, funzioni, definizioni e standard in analisi, deviazioni

Transferrina (Tf), la siderofilina è una proteina che trasporta il ferro nel corpo in un luogo in cui è necessario questo elemento chimico. Tuttavia, non si deve confondere un complesso proteico contenente ferro, che è chiamato ferritina, e una glicoproteina legante il ferro appartenente alla frazione β1-globulina - transferrina.

Il tasso di transferrina nel sangue di uomini e donne non è lo stesso ed è:

  • 2,0 - 3,8 g / l per gli uomini;
  • 1,85 - 4,05 g / l per le donne, rispettivamente (il limite superiore di questo indicatore è più alto per le donne che sono deboli). Con l'urina, dovrebbero essere escreti normalmente meno di 2,4 mg / l di proteina contenente Fe.

Dato che l'analisi richiede un'attrezzatura di laboratorio speciale, che non tutte le istituzioni hanno, la concentrazione delle proteine ​​di trasporto viene giudicata da un altro indicatore (OZHSS) - è chiamata la capacità totale di legare il ferro del siero (OZHSS), il coefficiente di saturazione della transferrina con ferro o semplicemente transferrina comune. Questo valore di solito oscilla tra i confini del 25-30%, anche se, secondo varie fonti, la differenza di valori può essere più ampia (10-50%).

Qual è transferrin e da dove viene?

Il ferro che viene dal cibo nel tratto gastrointestinale, di regola, è in una forma trivalente (Fe +++), tuttavia, per assorbire completamente nell'intestino, deve recuperare la forma bivalente (Fe ++), che si verifica sotto l'influenza di numerosi fattori (vitamina C, enzimi, microflora intestinale, ecc.). Dopo che il ferro ferrico diventa bivalente, nelle cellule della mucosa duodenale, deve nuovamente tornare alla sua forma originale (Fe +++), che gli consente di fondersi con la ferritina e passare attraverso la proteina transferrina specifica (organi e tessuti).

Per saturare la transferrina con il ferro, ci sono aree speciali (spazi) nella molecola proteica di trasporto che sono pronti ad accettare ioni Fe. A seconda di ciò, le proteine ​​di trasporto nel corpo possono essere presenti e muoversi in una delle quattro diverse forme, ognuna delle quali distingue il suo posto per il ferro:

  • apotransferrina;
  • Transferrina monolitica A (ferrum occupa solo spazio A);
  • Transferrina monolitica B (la localizzazione del ferro si estende solo allo spazio B;
  • Ferrina digestiva (entrambi gli spazi sono occupati dal ferro).

Sulla molecola proteica di trasporto può contenere 2 ioni di ferro e quando la transferrina che trasporta questi ioni sulla sua strada incontra una cellula che ha un recettore di transferrina simile a una farfalla, sicuramente la "noterà", legherà, penetrerà all'interno della cellula e gli darà ferro separandolo da se stesso. Va notato che la proteina di trasporto, dopo aver erogato questo elemento chimico, non la dà (Fe) a tutti, ogni spazio legante il ferro fornisce il suo specifico tessuto con ferro: l'eritrone e la placenta usano lo spazio A di ferro, il fegato e altri organi prendono Fe dallo spazio B.

La transferrina è satura di ferro nella zona responsabile dell'assorbimento di questo elemento chimico nel corpo, cioè principalmente nella membrana mucosa del duodeno, o nei luoghi di morte dei globuli rossi durante la digestione da parte dei macrofagi.

Altre capacità di proteine ​​di trasporto

Trasferrin, avendo la capacità di combinarsi con ioni ferrici, non è solo impegnato a consegnare questo metallo a organi e tessuti in riserva (ferritina) o al midollo osseo per partecipare all'eritropoiesi (sintesi di pigmento rosso sangue, emoglobina, in nuovi globuli rossi) :

  1. Egli "sa riconoscere" i reticolociti (giovani globuli rossi), che sono impegnati nella sintesi dell'emoglobina.
  2. Un compito importante della transferrina è quello di raccogliere gli ioni di ferro ferrico rilasciati dopo la rottura dei globuli rossi (e, di conseguenza, l'emoglobina in essi), che in uno stato libero rappresentano un pericolo per il corpo a causa della sua elevata tossicità.
  3. La transferrina, essendo parte della frazione β-globulina, si riferisce alle proteine ​​della fase acuta. È coinvolto nel fornire una risposta immunitaria programmata dalla nascita. Il luogo principale di residenza permanente della transferrina è la membrana mucosa, dove, quando "cerca" e lega il ferro, rende impossibile al microrganismo patogeno di andarci per usarlo e crea così condizioni inaccettabili per la vita.
  4. La capacità della transferrina di legare i metalli non è molto utile quando il plutonio entra nel corpo, che trasporta la proteina si lega invece del ferro e la trasporta "in riserva" all'osso.

I principali produttori di transferrina nel corpo sono il fegato e il cervello. Il gene responsabile della produzione del "veicolo" per il ferrum si trova sul terzo cromosoma. Un deficit acuto (fino alla completa assenza) delle proteine ​​di trasporto è una patologia ereditaria difficile, ma fortunatamente rara (una via autosomica recessiva), accompagnata da grave anemia ipocromica e chiamata atransferrymia.

Determinazione della proteina che trasporta ferro

L'analisi della tranferrina viene effettuata in un campione di plasma o siero prelevato, come tutti i test biochimici, al mattino, a stomaco vuoto. Allo stesso tempo, le tecniche di ricerca sulle proteine ​​di trasporto creano alcune difficoltà, dal momento che richiedono la partecipazione di speciali attrezzature di laboratorio e kit di test non sempre disponibili. Tuttavia, la mancanza di attrezzature non implica un fallimento nell'analisi Tf, in ogni caso il paziente non sarà lasciato senza un sondaggio.

Un modo alternativo per risolvere questo problema è determinare il coefficiente di saturazione della transferrina con il ferro - un'analisi che è meglio conosciuta come la capacità totale di legame del ferro (OZHSS) di siero (plasma) di sangue, che indica la concentrazione di transferrina nel sangue. In generale, la quantità di ferro che ha trasferito la transferrina è stata così piena. In termini percentuali in persone sane, questo valore è almeno del 25-30%. Ciò significa che nello stato normale del corpo, circa il 35% Tf dovrebbe essere coinvolto nel legame e nel trasferimento del ferro agli organi e ai tessuti.

Molto spesso, la definizione di transferrina pone la necessità di una diagnosi differenziale di vari stati di carenza di ferro, accompagnata da:

  • Ridotta concentrazione di ferro nel siero;
  • Aumento del contenuto di proteine ​​di trasporto;
  • Ridotta saturazione di ferro della transferrina.

Le percentuali delle proteine ​​di trasporto e il grado di saturazione della transferrina con ferro sono convenientemente mostrati nella tabella, che diamo di seguito. Nel frattempo, il lettore dovrebbe tenere presente che l'intervallo di valori di riferimento, a seconda della posizione dell'analisi, può restringersi o espandersi, quindi un confronto dei risultati della determinazione di un particolare indicatore dovrebbe essere effettuato in conformità con i dati del laboratorio che conduce lo studio.

Anemia: diagnosi di anemia: transferrina, ferritina, capacità sieriche di ferro (LSS, LZHS)

contenuto:

Cos'è questa analisi?

Anemia o anemia è una condizione caratterizzata da una diminuzione dell'emoglobina, il numero di globuli rossi per unità di volume di sangue, che porta a una diminuzione dell'approvvigionamento di ossigeno ai tessuti. Ci sono: malattie associate alla compromissione della formazione di emoglobina o alla produzione di globuli rossi e malattie causate dall'aumento della distruzione dei globuli rossi.

L'anemia può essere una malattia separata o manifestazioni di qualsiasi altra malattia. Il corpo sperimenta la fame di ossigeno, caratterizzata dai seguenti sintomi di anemia: debolezza, vertigini, svenimento, rumore o ronzio nelle orecchie, tremolio di punti negli occhi (mancanza di ossigeno nel cervello); battito cardiaco accelerato (il cuore è costretto a "guidare" il sangue più velocemente per compensare la mancanza di ossigeno);

mancanza di respiro (respirazione rapida - anche un tentativo di compensare la fame di ossigeno); pallore della pelle (particolarmente evidente se si ritarda la palpebra inferiore o si osserva la punta delle dita - "unghie pallide").

Negli esami del sangue biochimici, importanti indicatori per il medico e il paziente sono:

  • analisi del ferro sierico
  • capacità legante del ferro sierico
  • transferrina
  • analisi della ferritina.

La combinazione di indicatori di queste analisi riflette maggiormente la presenza o l'assenza della natura dell'anemia nella diagnosi di anemia.

transferrina

La transferrina è una proteina presente nel plasma sanguigno, il principale vettore di ferro.

La saturazione della transferrina si verifica a causa della sua sintesi nel fegato e dipende dal contenuto di ferro nel corpo. Utilizzando l'analisi della transferrina, è possibile valutare lo stato funzionale del fegato.

Il tasso di transferrina nel siero è 2,0-4,0 g / l. Il contenuto di transferrina nelle donne è del 10% più alto, il livello di transferrina aumenta durante la gravidanza e diminuisce negli anziani.

La transferrina aumentata è un sintomo di carenza di ferro (precede lo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro entro pochi giorni o mesi). La transferrina è aumentata a causa dell'uso di estrogeni e contraccettivi orali.

La ridotta transferrina sierica è la ragione per cui il medico effettua la seguente diagnosi:

  • processi infiammatori cronici
  • emocromatosi
  • cirrosi
  • ustioni
  • tumori maligni
  • ferro in eccesso.

L'aumento della transferrina nel sangue si verifica anche a seguito dell'assunzione di androgeni e glucocorticoidi.

Capacità di legare il ferro di siero di sangue

La capacità legante del siero di ferro (LSC) è un indicatore che caratterizza la capacità del siero di legare il ferro.

Il ferro nel corpo umano è in combinazione con la proteina - transferrina. CSH mostra la concentrazione di transferrina nel siero. La capacità legante il ferro del siero del sangue cambia in violazione del metabolismo, del decadimento e del trasporto di ferro nel corpo.

Per la diagnosi di anemia, la definizione di capacità latente di legare il ferro del siero del sangue (LHSS) è un CSH senza ferro sierico. La velocità GSS latente è 20-62 μmol / l.

Livelli aumentati di LVHD si verificano con carenza di ferro, anemia da carenza di ferro, epatite acuta e gravidanza tardiva.

Una diminuzione della LZhSS si verifica con una diminuzione della quantità di proteine ​​nel plasma (con nefrosi, digiuno, tumori), con infezioni croniche, cirrosi, emocromatosi, talassemia.

ferritina

La ferritina, l'indicatore principale delle riserve di ferro nel corpo, svolge un ruolo importante nel mantenere il ferro in una forma biologicamente utile. La ferritina contiene fosfati di ferro. La ferritina si trova in tutte le cellule e nei fluidi corporei.

Un esame del sangue per la ferritina è usato per diagnosticare l'anemia da carenza di ferro e diagnosticare l'anemia che accompagna malattie infettive, reumatiche e neoplastiche.

La norma della ferritina nel sangue per gli uomini adulti è 20 - 250 μg / l. Per le donne, il tasso di analisi del sangue per la ferritina è 10 - 120 μg / l.

Cosa significano i risultati?

Cause della riduzione della ferritina

  • Carenza di ferro, compreso nascosto. Una diminuzione della ferritina inferiore a 10 ng / ml indica solitamente anemia da carenza di ferro.
  • Il terzo trimestre di gravidanza. Ridurre la quantità di ferro in questo caso è normale.

Le ragioni per l'aumento dei livelli di ferritina

  • Emocromatosi ereditaria. In questa malattia, troppo ferro viene assorbito dal cibo, che viene depositato in vari organi, causandone il danneggiamento.
  • Trasfusioni di sangue multiple, iniezione intramuscolare di ferro, l'appuntamento di targhe di preparazioni di ferro.
  • Infiammazioni come infezioni del tratto respiratorio superiore, vie urinarie, malattie autoimmuni. Inoltre, l'aumento della ferritina nella fase acuta dell'infiammazione può mascherare la carenza di ferro esistente.
  • Malattia epatica acuta o cronica.
  • L'alcolismo.
  • Anemia emolitica: associata alla distruzione dei globuli rossi, B12-anemia da carenza, talassemia.
  • L'ipertiroidismo è un aumento della funzione tiroidea.
  • Il cancro del midollo osseo, il cancro al seno, la malattia di Hodgkin è una neoplasia maligna del tessuto linfoide. Il livello di ferritina sarà significativamente aumentato.

Un eccesso di ferritina nel sangue può essere dovuto alle seguenti malattie:

  • eccesso di ferro nell'emocromatosi
  • epatite alcolica e altre malattie del fegato
  • leucosi
  • malattie infettive e infiammatorie acute e croniche (osteomielite, infezioni dei polmoni, ustioni, artrite reumatoide)
  • cancro al seno.

L'elevazione della ferritina si verifica con i contraccettivi orali e il digiuno.

La ferritina bassa è una conseguenza della carenza di ferro (anemia da carenza di ferro).

Il trattamento della ferritina bassa è sempre prescritto solo da un medico: è necessario scoprire esattamente quali disturbi hanno portato ad una diminuzione della ferritina nel test del sangue.

Cosa può influenzare il risultato dell'analisi?

Come prepararsi per lo studio?

  • Non mangiare per 8 ore prima dello studio, puoi bere acqua pulita e non gassata.
  • Interrompere l'assunzione di farmaci contenenti ferro 72 ore prima della donazione di sangue.

Entro 30 minuti prima dello studio, escludere lo stress fisico ed emotivo e non fumare.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Risultati falsamente elevati possono risultare in:
    • la fame,
    • alcool, estrogeni, contraccettivi orali, integratori di ferro,
    • emolisi.
  • L'uso recente di radiofarmaci rende il risultato dell'analisi inaffidabile.
  • I livelli di ferritina aumentano con l'età.
  • Con intenso sforzo fisico aumenta la concentrazione di ferritina.

Recensioni / Opinioni sull'analisi

- vedi sotto in COMMENTI

Condividi sui social network

Transferrin: che cos'è, funzioni, definizioni e standard in analisi, deviazioni

Transferrina (Tf), la siderofilina è una proteina che trasporta il ferro nel corpo in un luogo in cui è necessario questo elemento chimico. Tuttavia, non si deve confondere un complesso proteico contenente ferro, che è chiamato ferritina, e una glicoproteina legante il ferro appartenente a β1-frazione di globulina - transferrina.

Il tasso di transferrina nel sangue di uomini e donne non è lo stesso ed è:

  • 2,0 - 3,8 g / l per gli uomini;
  • 1,85 - 4,05 g / l per le donne, rispettivamente (il limite superiore di questo indicatore è più alto per le donne che sono deboli). Con l'urina, dovrebbero essere escreti normalmente meno di 2,4 mg / l di proteina contenente Fe.

Dato che l'analisi richiede un'attrezzatura di laboratorio speciale, che non tutte le istituzioni hanno, la concentrazione delle proteine ​​di trasporto viene giudicata da un altro indicatore (OZHSS) - è chiamata la capacità totale di legare il ferro del siero (OZHSS), il coefficiente di saturazione della transferrina con ferro o semplicemente transferrina comune. Questo valore di solito oscilla tra i confini del 25-30%, anche se, secondo varie fonti, la differenza di valori può essere più ampia (10-50%).

Qual è transferrin e da dove viene?

Il ferro che viene dal cibo nel tratto gastrointestinale, di regola, è in forma trivalente (Fe +++), tuttavia, per assorbire completamente nell'intestino, deve recuperare la forma bivalente (Fe ++), che si verifica sotto l'influenza di numerosi fattori (vitamina C, enzimi, microflora intestinale, ecc.). Dopo che il ferro ferrico diventa bivalente, nelle cellule della mucosa dell'ulcera duodenale 12, deve tornare nuovamente alla sua forma originale (Fe +++), che gli consente di connettersi alla ferritina e, con l'aiuto di una specifica proteina transferrina, sfuggire al suo scopo (organi e tessuti).

Per saturare la transferrina con il ferro, ci sono aree speciali (spazi) nella molecola proteica di trasporto che sono pronti ad accettare ioni Fe. A seconda di ciò, le proteine ​​di trasporto nel corpo possono essere presenti e muoversi in una delle quattro diverse forme, ognuna delle quali distingue il suo posto per il ferro:

  • apotransferrina;
  • Transferrina monolitica A (ferrum occupa solo spazio A);
  • Transferrina monolitica B (la localizzazione del ferro si estende solo allo spazio B;
  • Ferrina digestiva (entrambi gli spazi sono occupati dal ferro).

Sulla molecola proteica di trasporto può contenere 2 ioni di ferro e quando la transferrina che trasporta questi ioni sulla sua strada incontra una cellula che ha un recettore di transferrina simile a una farfalla, sicuramente la "noterà", legherà, penetrerà all'interno della cellula e gli darà ferro separandolo da se stesso. Va notato che la proteina di trasporto, dopo aver erogato questo elemento chimico, non la dà (Fe) a tutti, ogni spazio legante il ferro fornisce il suo specifico tessuto con ferro: l'eritrone e la placenta usano lo spazio A di ferro, il fegato e altri organi prendono Fe dallo spazio B.

La transferrina è satura di ferro nella zona responsabile dell'assorbimento di questo elemento chimico nel corpo, cioè principalmente nella membrana mucosa del duodeno, o nei luoghi di morte dei globuli rossi durante la digestione da parte dei macrofagi.

Altre capacità di proteine ​​di trasporto

Trasferrin, avendo la capacità di combinarsi con ioni ferrici, non è solo impegnato a consegnare questo metallo a organi e tessuti in riserva (ferritina) o al midollo osseo per partecipare all'eritropoiesi (sintesi di pigmento rosso sangue, emoglobina, in nuovi globuli rossi) :

  1. Egli "sa riconoscere" i reticolociti (giovani globuli rossi), che sono impegnati nella sintesi dell'emoglobina.
  2. Un compito importante della transferrina è quello di raccogliere gli ioni di ferro ferrico rilasciati dopo la rottura dei globuli rossi (e, di conseguenza, l'emoglobina in essi), che in uno stato libero rappresentano un pericolo per il corpo a causa della sua elevata tossicità.
  3. La transferrina, essendo parte della frazione β-globulina, si riferisce alle proteine ​​della fase acuta. È coinvolto nel fornire una risposta immunitaria programmata dalla nascita. Il luogo principale di residenza permanente della transferrina è la membrana mucosa, dove, quando "cerca" e lega il ferro, rende impossibile al microrganismo patogeno di andarci per usarlo e crea così condizioni inaccettabili per la vita.
  4. La capacità della transferrina di legare i metalli non è molto utile quando il plutonio entra nel corpo, che trasporta la proteina si lega invece del ferro e la trasporta "in riserva" all'osso.

I principali produttori di transferrina nel corpo sono il fegato e il cervello. Il gene responsabile della produzione del "veicolo" per il ferrum si trova sul terzo cromosoma. Un deficit acuto (fino alla completa assenza) delle proteine ​​di trasporto è una patologia ereditaria difficile, ma fortunatamente rara (una via autosomica recessiva), accompagnata da grave anemia ipocromica e chiamata atransferrymia.

Determinazione della proteina che trasporta ferro

L'analisi della tranferrina viene effettuata in un campione di plasma o siero prelevato, come tutti i test biochimici, al mattino, a stomaco vuoto. Allo stesso tempo, le tecniche di ricerca sulle proteine ​​di trasporto creano alcune difficoltà, dal momento che richiedono la partecipazione di speciali attrezzature di laboratorio e kit di test non sempre disponibili. Tuttavia, la mancanza di attrezzature non implica un fallimento nell'analisi Tf, in ogni caso il paziente non sarà lasciato senza un sondaggio.

Un modo alternativo per risolvere questo problema è determinare il coefficiente di saturazione della transferrina con il ferro - un'analisi che è meglio conosciuta come la capacità totale di legame del ferro (OZHSS) di siero (plasma) di sangue, che indica la concentrazione di transferrina nel sangue. In generale, la quantità di ferro che ha trasferito la transferrina è stata così piena. In termini percentuali in persone sane, questo valore è almeno del 25-30%. Ciò significa che nello stato normale del corpo, circa il 35% Tf dovrebbe essere coinvolto nel legame e nel trasferimento del ferro agli organi e ai tessuti.

Molto spesso, la definizione di transferrina pone la necessità di una diagnosi differenziale di vari stati di carenza di ferro, accompagnata da:

  • Ridotta concentrazione di ferro nel siero;
  • Aumento del contenuto di proteine ​​di trasporto;
  • Ridotta saturazione di ferro della transferrina.

Le percentuali delle proteine ​​di trasporto e il grado di saturazione della transferrina con ferro sono convenientemente mostrati nella tabella, che diamo di seguito. Nel frattempo, il lettore dovrebbe tenere presente che l'intervallo di valori di riferimento, a seconda della posizione dell'analisi, può restringersi o espandersi, quindi un confronto dei risultati della determinazione di un particolare indicatore dovrebbe essere effettuato in conformità con i dati del laboratorio che conduce lo studio.

ferro

Il ferro nel corpo fa parte dei composti della porfirina, principalmente l'emoglobina, la mioglobina e la porfirina, in piccole quantità è incluso nella composizione dei citocromi e in alcuni enzimi. Nel plasma sanguigno, la maggior parte del ferro è in uno stato trivalente ossidato e si lega alla proteina transferrina (siderofilinom), che si trova nella composizione di ferro eminico, ferritina e emoglobina intravascolare. Il cosiddetto ferro heminico è un componente dei prodotti di sintesi incompleta o di rottura dell'emoglobina e degli enzimi respiratori, che contengono una porfirina ciascuno e sono associati con l'emopessina della proteina sierica di trasporto.

La transferrina è una glicoproteina della frazione β-globulina del plasma sanguigno, ha due siti di legame del ferro, lega solo ferro trivalente insieme all'anione bicarbonato ed è sintetizzata nel fegato e nelle RES. Le funzioni della proteina sono legare il ferro, trasformarlo in una forma deionizzata e trasportare tra i tessuti, principalmente tra il fegato e il midollo osseo. In assenza di ferro, le proteine ​​possono legare anche Cr 2+, Mn 3+, Co 3+, Cu 2+. La forza del legame del ferro alla transferrina diminuisce con l'acidificazione del terreno, così come con la riduzione del ferro. Normalmente, 1/3 della quantità totale di transferrina è satura, con più della metà della saturazione, il ferro si lega ad altre proteine ​​plasmatiche e quindi, quando si determina la capacità totale di legame del ferro nel siero, il contenuto di ferro è sovrastimato del 15-20%. Immunodiffusione radiale, elettroforesi ha rivelato il polimorfismo della transferrina: gli europei mostrano il tipo C, gli africani e gli australiani hanno il tipo D ei canadesi hanno il tipo B.

La ferritina è la più ricca di proteine ​​del siero di ferro (MM = 445 mila D), è formata in cellule RES e contiene 24 protomeri che formano una sfera cava con un diametro della cavità di circa 7,5 nm e contenente fino a 4300 atomi di ferro ossidato (sotto forma di ossido e fosfati), nel guscio proteico ci sono 6 canali che portano alla cavità. La funzione della ferritina è la deposizione del ferro, nelle maggiori quantità si trova nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. La ferritina sierica, nonostante il suo basso contenuto, contiene ferro al 20-25% (la concentrazione di ferritina di 1 μg / l di siero equivale a 8 mg di ferro nel corpo).

La determinazione del contenuto di ferro nel sangue intero non è di importanza pratica, dal momento che è molto più facile determinare l'emoglobina. Lo stato del metabolismo del ferro descrive meglio la quantità di ferro non ematico, cioè ferro transferrina e ferritina, che è la principale riserva del corpo.

La quantità totale di transferrina legata al ferro e libera può essere determinata con metodi immunologici, mentre la transferrina libera può essere determinata dalla sua capacità di legare il ferro radioattivo. Il contenuto di ferritina è determinato mediante dosaggio radioimmunologico. Questi metodi sono molto sensibili, specifici, ma richiedono attrezzature e reagenti speciali, nonché tempi lunghi per eseguire ricerche.

Per determinare la disponibilità del corpo con il ferro, è possibile utilizzare il test desferal: il paziente viene iniettato per via intramuscolare con 500 mg di desferal (complexon, eliminando selettivamente il ferro), dopodiché viene raccolta l'urina giornaliera, in cui viene determinato il contenuto di ferro. La diminuzione della concentrazione di ferro nelle urine indica una carenza di metallo nel corpo.

Per i laboratori pratici, la definizione di ferro siero non eme, nonché la sua capacità di legare il ferro, vale a dire della quantità massima di ferro trivalente che può legarsi alle proteine ​​del siero. I metodi più comunemente utilizzati per la determinazione del ferro sierico sono:

1. Spettroscopia di assorbimento, quando si applica questo metodo, tali difficoltà sorgono come l'assenza di una lampada catodica corrispondente alla lunghezza d'onda di assorbimento degli atomi di ferro e la presenza di interferenze con altre sostanze.

2. L'analisi colorimetrica prevede diversi passaggi:

  • dissociazione del ferro dal complesso con transferrina, che si ottiene abbassando il pH (il valore ottimale è 4.8-5.0) usando acidi organici (solitamente acetici) o inorganici,
  • riduzione dello ione ferro (utilizzando idrazina, mercaptoacetato, solfito, idrossilammina, acido tioglicolico e acido ascorbico),
  • interazione con il complesso e la formazione di un complesso cromogenico ferro - chelato.

Il complessone deve soddisfare i seguenti requisiti: una specificità sufficiente per gli ioni di ferro bivalente, un alto coefficiente di assorbimento molare, il massimo di assorbimento deve essere nell'intervallo di lunghezze d'onda conveniente per la fotometria, buona solubilità e stabilità in un mezzo acquoso.

Feren-B, ferrozin e bathophenanthroline sono proposti come complessi. Da una varietà di reazioni al ferro ridotto e ossidato, i migliori risultati si ottengono con la bathophenanthroline, che costituisce il complesso più resistente e dai colori vivaci. Poiché la bathophenanthroline è insolubile in acqua, viene utilizzata la sua soluzione alcolica, un derivato solfonato idrosolubile di bathophenanthroline si ottiene anche trattando quest'ultimo con acido clorosolfonico. I metodi che utilizzano Feren-B e la ferrosina non hanno una specificità sufficiente, in quanto sono in grado di formare complessi con il rame (per eliminare il suo effetto si usa la tiourea).

Il metodo Bathophenanthroline è proposto come metodo unificato.

Determinazione della concentrazione di ferro nel siero
metodo di bathophenanthroline della società di reclutamento Lachema

principio

Il siero di ferro viene ridotto con acido tioglicolico, le proteine ​​vengono precipitate con acido tricloroacetico, il pH viene regolato con acetato di sodio nel surnatante e una reazione cromatica viene eseguita con bathophenanthroline.

Ferritina nel sangue - ciò che porterà a possibili deviazioni dalla norma

La ferritina è una proteina che serve per immagazzinare il ferro in una forma non tossica e biologicamente vantaggiosa per il corpo umano.

È contenuto in tutte le cellule del corpo, ma la sua maggiore concentrazione cade sulle cellule del cervello, della milza e del fegato. Inoltre, fa parte del sangue.

Ecco perché l'analisi del siero del sangue per la concentrazione di questa proteina consente indirettamente di identificare la quantità di ferro nel corpo e di diagnosticare condizioni patologiche quali l'anemia o l'emocromatosi.

Capiremo più in dettaglio che ferritina è nel test del sangue, quali sono i numeri opposti a questo indicatore e quali malattie vengono mostrate alla diagnostica.

Prestazioni normali in donne, uomini e bambini

Per determinare la concentrazione di ferritina, è necessario passare l'analisi del sangue venoso e in ogni altro caso.

La procedura non richiede una preparazione speciale e non è diversa dal solito esame del sangue.

Il tasso di ferritina sierica dipende dal sesso e dall'età della persona:

  • nei neonati fino a un anno - 25-200 μg / l;
  • nei bambini di età inferiore ai 15 anni, 30-140 μg / l;
  • nei maschi adulti, 20-250 μg / l;
  • nelle donne adulte, 12-120 μg / L

Cause di cambiamento, valori durante la gravidanza

Negli uomini sani, la concentrazione di questa proteina nel siero del sangue durante la vita non cambia quasi, ma nelle donne dopo la menopausa può aumentare drasticamente.

I livelli più bassi di questa proteina sono osservati nelle donne durante la gravidanza. Questa non è una condizione patologica se il livello non scende al di sotto dei seguenti indicatori:

  • primo trimestre - 56-90 μg / l;
  • secondo trimestre - 25-74 μg / l;
  • terzo trimestre - 10-15 μg / l.

A volte il livello delle proteine ​​può cambiare a causa del digiuno prolungato, a causa di trasfusioni regolari o come risultato di alcuni tipi di farmaci (ad esempio, contraccettivi orali).

Cosa significa se il livello è elevato

Il ferro è una sostanza tossica e pericolosa per il corpo che non può essere eliminata con i fluidi corporei. L'eccesso di questo oligoelemento si accumula nel cuore, nel fegato, nelle articolazioni, danneggiandoli nel tempo.

Malattie per le quali un alto contenuto

Le ragioni per l'aumento della ferritina sierica possono essere le seguenti malattie:

  • malattie ereditarie associate a deterioramento del deposito di ferro;
  • malattie del fegato (epatite, cirrosi alcolica, ittero ostruttivo, necrosi tessutale, epatoma);
  • leucemia (mieloblastica o linfoblastica);
  • la malattia di Hodgkin;
  • malattie infettive e infiammatorie (artrite reumatoide, osteomielite, polmonite, infezioni del tratto urinario);
  • lupus eritematoso sistemico;
  • tumori;
  • malattie del sangue (policitemia, anemia);
  • ustioni;
  • ipertiroidismo;
  • Malattia dei legionari

Numeri elevati e malattie cardiovascolari

Le malattie del sistema cardiovascolare associate all'emocromatosi colpiscono più spesso gli uomini. Nelle donne, il rischio di contrarre malattie cardiache a causa dell'emocromatosi si verifica solo durante la menopausa. E questo è comprensibile: il ferro in eccesso viene rimosso dal corpo femminile durante le mestruazioni.

Se l'emocromatosi non viene eliminata, questa condizione può portare a disfunzione del sistema cardiovascolare: cardiopatia ischemica, aritmia, insufficienza cardiaca, infarto e anche arresto cardiaco improvviso.

A causa dell'elevato livello di ferritina, si può sviluppare emocromatosi cardiaca, una malattia in cui il muscolo cardiaco assume un caratteristico colore bruno-ruggine, si ispessisce e aumenta di dimensioni.

Allo stesso tempo, si verifica la cardiosclerosi - la proliferazione del tessuto fibroso. Successivamente, la funzione contrattile del miocardio è ridotta a causa di alterazioni atrofiche o distrofiche delle fibre muscolari.

Di solito, dopo aver rilevato elevate concentrazioni di ferritina, il medico prescrive i seguenti test:

  • determinare la capacità totale di legare il ferro del siero;
  • test genetico per l'emocromatosi;
  • Studio ECG e Holter del cuore.

Se esiste un rischio di malattia coronarica, l'analisi mostrerà un aumento dei livelli di VES e leucociti. Altre modifiche caratteristiche saranno evidenti:

  • un aumento della quantità di ferro nel siero a 54-72 μmol / l;
  • ridotta capacità totale di legare il ferro nel siero;
  • basso contenuto di transferrina;
  • iperglicemia;
  • disproteinemia;
  • aumento della saturazione della transferrina con ferro al 60-90%.

In presenza di malattie cardiovascolari, è necessario mantenere sotto controllo il livello di ferro nel corpo. Il medico prescriverà la terapia appropriata per mantenere la concentrazione di ferritina nell'intervallo di 70-80 μg / l.

Le malattie cardiovascolari possono essere sia una conseguenza che una causa dell'aumento dei livelli di ferro nel corpo. Ad esempio, nei disturbi circolatori associati a infarti e ictus, i pazienti manifestano un forte aumento della ferritina sierica.

Per ulteriori informazioni sull'emocromatosi, guarda il video:

Quando la quantità è abbassata

L'anemia da carenza di ferro è una delle malattie frequenti accompagnata da una diminuzione della ferritina. La mancanza di ferro in questo caso porta al fatto che l'emoglobina - il componente più importante dei globuli rossi che trasporta l'ossigeno in tutto il corpo - non è prodotta in quantità sufficiente.

Perché si verifica la diminuzione

Le cause più comuni di diminuzione della concentrazione sierica di questa proteina sono:

  • anemia da carenza di ferro;
  • celiachia;
  • anemia emolitica e emolisi intravascolare;
  • sindrome da malassorbimento - violazione dell'assorbimento di oligoelementi nell'intestino;
  • grave danno renale (sindrome nefrosica).

Cosa è pericoloso se la ferritina è al di sotto del normale? Il fatto è che nello stato di carenza di ferro, la produzione di emoglobina, il principale vettore di ossigeno, diminuisce. Di conseguenza, tutti i tessuti del corpo non ricevono una nutrizione sufficiente, stanno vivendo la fame di ossigeno. Ciò si riflette in particolare nel cervello e nel sistema cardiovascolare.

Ulteriori informazioni sull'anemia dal video:

Relazione di bassa concentrazione con cardiopatologia

La mancanza di ferro e, di conseguenza, l'anemia, può essere causata da insufficienza cardiaca. Allo stesso tempo, oltre alla ferritina ridotta, le analisi mostrano un basso livello di emoglobina; nello studio dei globuli rossi, risulta che sono piccoli rispetto alla dimensione della norma e meno satura di emoglobina.

Con la progressione dell'anemia, possono verificarsi bassi livelli di saturazione della transferrina. C'è anche una pressione ridotta costante.

Ma il più delle volte la mancanza di ferritina non è una conseguenza, ma la causa delle malattie cardiovascolari.

La carenza di ferro causa i seguenti disturbi nel cuore e nei vasi sanguigni:

  • cardite;
  • lesione vascolare;
  • disordini metabolici nel miocardio;
  • tachicardia.

Dal momento che il cuore non riceve abbastanza nutrizione, funziona a un ritmo insolito per se stesso e indossa rapidamente. A causa del carico costante si espande, ipertrofico. E questo porta al fatto che il miocardio ha bisogno di un maggiore apporto di ossigeno, che il corpo non è in grado di fornire.

Una concentrazione di ferritina sierica bassa o elevata indica che una persona soffre di emocromatosi o anemia. Queste condizioni hanno un effetto negativo sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni e portano allo sviluppo di insufficienza cardiaca, infarti e ictus.

Immunologia e biochimica

Ferritina nella pratica clinica

La ferritina è una proteina positiva nella fase acuta, la cui concentrazione aumenta nel sangue in risposta alla fase acuta dell'infiammazione. Come altre proteine ​​della fase acuta, la ferritina viene prodotta e secreta dagli epatociti, ma insieme al fegato, la ferritina produce e secernerà altri tipi di cellule, compresi i macrofagi e le cellule tumorali.

Il corpo contiene ferritina intracellulare e plasmatica /

La funzione principale della ferritina intracellulare è l'assorbimento, la conservazione e il rilascio di ferro (Fe) nelle cellule del corpo. Nel corpo, il ferro è presente sia sotto forma di ioni Fe 2+ altamente tossici, sia sotto forma di innocenti ioni Fe 3+ insolubili. La ferritina assorbe gli ioni Fe 2+ e li trasforma in ioni Fe 3+ legati e insolubili.

La struttura della molecola di ferritina

La molecola di ferritina ha un diametro di 12-13 nm, consiste in un guscio proteico tridimensionale esterno, che forma una cavità interna con un diametro di 7-8 nm. Nella cavità interna, la ferritina è in grado di accumulare varie quantità di atomi di Fe 3+ sotto forma di ferriidrite minerale.

Il guscio proteico di ferritina è costituito da 24 subunità proteiche di due tipi: subunità H e subunità L. Il rapporto delle subunità nella molecola di ferritina è diverso, il che determina la presenza delle sue isoforme. Le subunità svolgono varie funzioni in un processo a più fasi di mineralizzazione Fe con ferritina.

  • Nella subunità H vi è un centro di legame locale di Fe 2+ e un centro di ferroossidasi: il legame di Fe 2+ è accompagnato dalla sua ossidazione da ferro ossidasi a Fe 3+
  • La subunità L assicura la formazione di ferriidrato e la formazione del nucleo di ferriidrato nel centro della cavità di ferritina. Al raggiungimento di una certa dimensione del nucleo di ferriidrato, l'ossidazione di Fe 2+ viene effettuata già sulla superficie di questo nucleo (Fig. 1).

Fig. 1 - Ferritina: 1 - ossidazione del centro ferroossidasi Fe 2+ della subunità H;
2 - formazione di un nucleo di ferriidrato nel centro della cavità di una molecola di ferritina;
3 - ossidazione di Fe 2+ sulla superficie del nucleo di ferriidrato di ferritina;
4 - crescita del nucleo di ferro ferritina.

Ferritina nella pratica clinica

La ferritina è la principale proteina di stoccaggio del ferro nel corpo, pertanto la determinazione del contenuto di ferritina sierica è un modo indiretto per misurare la quantità di Fe immagazzinata nell'organismo. La molecola di ferritina ha la forma di una sfera cava, che consente di immagazzinare una quantità variabile di Fe (sotto forma di idrossido di ferro e complessi di fosfati).

Esame del sangue per la ferritina

Per il test per il sangue venoso ferritinico, la cui cattura viene effettuata come per qualsiasi esame del sangue convenzionale. Non è richiesta alcuna preparazione speciale per il test.

A volte è consigliabile eseguire le seguenti analisi in parallelo con la ferritina sierica: emocromo completo, emoglobina, ematocrito, ferro sierico, capacità totale di legame del ferro nel sangue, transferrina, ferro, zinco, protoporfirina, recettori solubili della transferrina.

Valori normali del test della ferritina

I risultati possono variare in diversi laboratori, ma in generale i livelli normali di ferritina sono 12-300 ng / ml (ng per millilitro di sangue) per gli uomini e 12-150 ng / ml per le donne.

Sia l'alto livello di ferritina sierica che il basso sono di importanza clinica.

Quando può esserci un alto livello di ferritina?

Alti livelli di ferritina possono indicare una emocromatosi che è un disturbo nella conservazione del ferro. L'emocromatosi ereditaria è una malattia genetica in cui il ferro in eccesso si accumula nel corpo (sovraccarico di ferro). Nelle persone con emocromatosi ereditaria, l'assorbimento quotidiano di ferro dall'intestino è più che necessario per compensare la perdita. Poiché il corpo non può normalmente espellere un eccesso di ferro, il ferro assorbito si accumula nel corpo. Una persona con emocromatosi può accumulare fino a 20 grammi di ferro ad una velocità di 3-4 grammi. L'eccesso di ferro si deposita nelle articolazioni, nel fegato, nei testicoli e nel cuore. I depositi di ferro causano danni a questi organi e causano segni e sintomi di emocromatosi.

Le donne con emocromatosi accumulano ferro a un ritmo più lento rispetto agli uomini, perché perdono parte del ferro durante le mestruazioni. Per questo motivo, le donne sviluppano segni e sintomi di danno d'organo per eccesso di ferro 10 anni più tardi rispetto agli uomini.

Le persone con emocromatosi ereditaria possono non avere sintomi o segni, avere un'aspettativa di vita normale o avere sintomi gravi e segni di sovraccarico di Fe, che includono:

I sintomi si sviluppano quando Fe si accumula negli organi e porta alla distruzione e alla perdita della loro normale funzione.

Altre cause di alti livelli di ferritina sono malattie infiammatorie croniche. Livelli estremamente elevati di ferritina sono osservati con la malattia dei legionari. Il test di Ferrtin è raccomandato come marker di questa malattia polmonare infiammatoria.

Elevati livelli di ferritina sono caratteristici della leucemia acuta e dei processi infiammatori:

  • osteomielite,
  • infezioni croniche del tratto urinario,
  • artrite reumatoide,
  • lupus eritematoso sistemico,
  • ustioni,
  • danno epatico alcolico,
  • epatite,
  • leucemia acuta mieloblastica e linfoblastica, linfogranulematoz,
  • cancro al seno.
  • La feritina è elevata dopo diverse trasfusioni di sangue.

Quando può esserci un basso livello di ferritina?

Bassi livelli di ferritina - indicatori di carenza di ferro nel corpo

Senza una quantità sufficiente di ferro, il corpo non può produrre abbastanza emoglobina, un componente dei globuli rossi, un vettore di ossigeno. Il risultato di carenza di ferro è l'anemia. L'anemia lieve può essere asintomatica. I casi più gravi di anemia si manifestano con i seguenti sintomi:

Quando è necessario determinare il contenuto di ferritina nel siero?

Il test per la ferritina è prescritto insieme ad altri test per il ferro - quando un esame emocromocitometrico completo indica che una persona ha un basso livello di emoglobina e un ematocrito, i globuli rossi sono più piccoli e meno saturi di emoglobina del solito, vale a dire suggerire anemia sideropenica, anche se altri sintomi clinici non sono chiaramente manifestati.

All'inizio della carenza di ferro, non sono generalmente visibili effetti fisici. Se una persona è in buona salute, i sintomi si manifestano raramente prima che l'emoglobina nel sangue scenda al di sotto di 100 g per litro. Tuttavia, con il progredire della carenza di ferro, i sintomi alla fine iniziano a manifestarsi e il medico può prescrivere ferritina, così come altri test relativi al contenuto di ferro. I sintomi più comuni dell'anemia sideropenica comprendono:

  • stanchezza cronica
  • debolezza
  • vertigini,
  • mal di testa
  • pallore.

Poiché le riserve di ferro continuano a esaurirsi, mancanza di respiro, tinnito (ronzio nelle orecchie), possono comparire sonnolenza e irritabilità. Se la gravità dell'anemia progredisce, compaiono dolori al petto, mal di testa, dolore alle gambe, shock e persino scompenso cardiaco. Oltre ai sintomi comuni dell'anemia, ci sono alcuni sintomi caratteristici dell'anemia da carenza di ferro: questi includono voglie per sostanze specifiche, come liquirizia, gesso, fango o argilla, una sensazione di bruciore nella lingua o una lingua liscia, piaghe agli angoli della bocca, dita dei piedi e unghie sotto forma di cucchiai.

Il livello di ferritina viene determinato anche quando si sospetta un sovraccarico di ferro.

I sintomi del sovraccarico di ferro sono individuali e sono causati dall'accumulo di ferro nel sangue e nei tessuti, di norma la loro gravità peggiora nel tempo.

I sintomi di sovraccarico di ferro possono includere:

  • dolore alle articolazioni
  • debolezza da affaticamento
  • perdita di peso
  • apatia
  • dolore addominale
  • perdita di desiderio sessuale
  • perdita di capelli
  • problemi cardiaci come insufficienza cardiaca congestizia.

Test richiesti:
Al fine di confermare la presenza di sovraccarico di ferro, sono prescritti test per la determinazione del ferro e della capacità totale di legame del ferro nel siero (OZHSS), ed è anche possibile un test genetico per l'emocromatosi ereditaria.

Come valutare i risultati del test?

I livelli di ferritina sono spesso valutati in combinazione con altri test per il ferro. Una tabella riassuntiva dei cambiamenti nei test di ferro per varie malattie è riportata nella tabella seguente:

Tabella 1 - Cambiamenti negli indici di test per il ferro in varie malattie

Ulteriori Articoli Su Tiroide

Un ormone che ha un enorme effetto sul benessere di una donna. La sua quantità insufficiente porta a conseguenze estremamente spiacevoli per il corpo femminile.

L'acido urico è una delle sostanze naturalmente prodotte dal corpo. Nasce come risultato della rottura delle molecole di purina contenute in molti prodotti, sotto l'azione di un enzima chiamato xantina ossidasi.

Cancro o non cancro? L'istologia risponderàPer il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.